Issuu on Google+

Anno 2012 • N. 5

Econotizie per gli amanti della natura e del bello

RECEPTION

ITINERARI DI

Campania, paese d o sole

SFIDE & SPORT

Il Pantanal, vivere nell acqua

Lettera ad un bambino: i valori dello sport

A GUSTO MIO

La colatura di alici

natural-mind.it Magazine prodotto con energia certiďŹ cata

1

in collaborazione con FAITA


La nuova stagione turistica Caro lettore, il turismo, soprattutto quello all’aria aperta, è per scelta il maggiore riferimento editoriale del nostro magazine online. La nuova stagione delle vacanze è ormai in arrivo e le primissime indicazioni sono contraddittorie. Mentre nei campeggi italiani ci sono già, piuttosto consistenti, i primi gruppi di turisti tedeschi, rimane molto incerto il trend generale delle vacanze degli italiani. Se si conferma quello dell’anno passato, il turismo all’aria aperta dovrebbe continuare a svilupparsi in forza dell’accresciuto comfort offerto dai campeggi, con comode case mobili da vivere in famiglia, attività ricreative di tutti i tipi e con un rapporto qualità-prezzo decisamente competitivo. Oscure, invece, le previsioni circa le altre forme di turismo degli italiani. La crisi economica, che negli ultimi anni ha strisciato, sembra ora in piena corsa. C’è da sperare che la bambagia nella quale continuano a vivere tedeschi ed altri popoli nordici li porti verso il sole e l’arte italiani, gli unici asset sui quali fare affidamento malgrado la totale assenza di marketing a loro favore da parte del governo. Le letture proposte da questo numero di natural mind© riguardano uno dei paradisi terrestri, il Pantanal, un divertente ed attuale colloquio riferito al Cardinal Mazzarino, Primo Ministro di Luigi XIV, i valori reali dello sport, oggi particolarmente abbrutiti, la storia del marchio Alfa Romeo, la consueta rassegna sul turismo all’aria aperta, la storiella per i più piccini ed altro. Buona lettura. La redazione GRADIREMMO CONOSCERE LA TUA OPINIONE SU natural mind ®. PER FORNIRCELA, CLICCA QUI.

3


natural mind®

Econotizie per gli amanti della natura e del bello

Periodico online del Club natural mind Anno 2012 • N. 5

REDAZIONE, COORDINAMENTO E PUBBLICITÀ Dall esperienza ultraventennale di marketing, comunicazione ed edizione di Make Tailored Advertising Srl info@maketa.it

FOTOGRAFIE

iStockphoto, Fotolia, archivi privati, EPT Napoli

PROGETTO GRAFICO

Make Tailored Advertising Srl

Desideri una copia stampata?

La puoi ricevere per posta al costo di euro 3 cad. (escl. spese di spedizione postale). L offerta è subordinata alla richiesta di almeno 100 copie totali (minimale di stampa). Se vuoi ricevere una copia stampata, clicca qui indicando l uscita desiderata, il numero di pezzi e l indirizzo per la spedizione.

Disclaimer

Il tuo indirizzo e-mail è inserito negli archivi di Make Tailored Advertising Srl. Gli indirizzi e-mail presenti nei nostri archivi provengono da richieste e/o iscrizioni alle nostre attività, da contatti con i nostri siti o uffici, da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet o su altri media. Il trattamento si svolge, con l ausilio di mezzi elettronici, nel rispetto delle modalità che il Codice pone a tua garanzia, e, in generale, tutelando i tuoi diritti. Il trattamento si svolgerà per il periodo da te consentito e cesserà a seguito della cancellazione dei tuoi dati personali. Se non vuoi più ricevere le nostre comunicazioni, clicca qui per rimuovere definitivamente i tuoi dati e scrivi nell oggetto RIMUOVI.

ITINERARI DI IL PANTANAL Vivere nell’acqua

6

SALUTE & BELLEZZA NASCE LA BB CREAM SECONDO REVITALIFT

RECEPTION

• CAMPING CHEQUE

14 20

Sfruttate al meglio la bassa stagione! • LE OASI DEL CAMPING IN ITALIA: Campania, paese d’o sole • ITALIA, TERRA DEL SOLE E DELL’ARTE: Costiera Amalfitana, 36 km di paradiso • PORTE APERTE ALLA IRM Inaugurata la nuova fabbrica di Bologna • FIAT DUCATO CAMPER Dalla parte del cliente

SFIDE & SPORT I VALORI DELLO SPORT Lettera ad un bambino

JUNIOR CLUB

42 46 53

LA FARAONA GENTILE Storia di natura per bambini da 2 a 8 anni

IL CLUB NATURAL MIND LA POSTA DEI LETTORI


STILI DI VITA

12

IL DIAVOLO ROSSO Estratto di una conversazione fra Colbert e Mazzarino sotto Luigi XIV

PASSIONI

38

PICCOLA STORIA DELL’AUTO Il marchio Alfa Romeo

A GUSTO MIO RICETTE CAMPANE La colatura di alici di Cetara

E-SHOPPING

36

48

L’ETA’ DEL NONNO Ciao Lorenzo: come nasce un libro

5


ITINERARI DI

Il Pantanal vivere nell’acqua Un ecosistema unico al mondo

“Laudato si’ mi’ Signore, per sora aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta” Dal “Cantico delle Creature” di San Francesco

L

’acqua è l’elemento che ha reso possibile la vita sulla terra ed è la prima risorsa che vanno ricercando nell’universo scienziati ed astronauti interessati ad assicurare all’uomo una possibilità di sopravvivenza al di fuori del nostro pianeta. E’ talmente essenziale che, nei luo-

6

ghi dove scarseggia, le forme di vita sono ridotte all’estremo o, addirittura, non esistono. Dove, invece, l’acqua è abbondante e pura, la vita è rigogliosa ed assume addirittura colori e forme fantastiche, come a ricompensare la natura stessa di tale abbondanza. Basta pensare alla varietà


ITINERARI DI di colori che circondano tutta la vita marina nelle acque calde dei tropici o dell’equatore. Ma c’è un ecosistema basato sull’acqua dolce che non ha uguali nel pianeta per specificità e dimensioni. E’ il Pantanal, un bacino idrografico che copre una superficie di oltre 200 mila Km2 equivalente, poco meno, alla metà della Francia. Situato nell’area terrestre dove maggiore è la quantità d’acqua dolce disponibile per l’uomo, il Pantanal è a cavallo di tre Paesi sud-americani: Brasile, Bolivia e Pa-

portoghese della parola palude, ma in realtà identifica un ambiente molto più salubre e vivo del corrispettivo italiano. Il sostantivo palude descrive sostanzialmente un ambiente malsano, perennemente inondato d’acqua, infestato da zanzare e da altri insetti nocivi. Un ambiente dove non si può vivere o si vive con grande difficoltà. Non a caso, le vaste paludi una volta esistenti in Italia (in Maremma o nell’agro Pontino, per fare degli esempi) sono state totalmente bonificate per

raguay. Il Brasile fa la parte del leone, contenendo l’87% del totale in proporzione di un terzo nello Stato del Mato Grosso e dei restanti due terzi nello Stato del Mato Grosso del sud. La parola pantanal è la traduzione

rendere i terreni abitabili e coltivabili. Non avviene così, invece, per il Pantanal, la più grande pianura inondata oggi esistente sulla terra. Il suo territorio è vivibile e, addirittura, fertilissimo, tanto da produrre una fiorente agricoltura ed ospitare milioni di capi di bestia-

7


ITINERARI DI me. L'inondazione che lo caratterizza avviene, infatti, in maniera ciclica, annuale, durante le copiose piogge dell'estate australe, fra dicembre e marzo. Dapprima, le piogge inondano gli altopiani sovrastanti il Pantanal, creando una vasta rete di laghi e fiumi, piccoli e grandi. Poi le acque scendono verso la pianura, allagandola, prima di mescolarsi nel Rio Paraguay. La piena non avviene bruscamente, ma sale in maniera progressiva, favorita dal suolo argilloso che impedisce il rapido assorbimento dell’acqua. Gli uomini, la fauna e la flora hanno, così, il tempo di adattarsi adeguatamente a tanta abbondanza e di trarne grande vantaggio. Discendendo verso il Pantanal, le acque si arricchiscono di humus, un po’ come avveniva in passato

8

per il Nilo prima che la diga di Assuan ne limitasse di molto l’esondazione. Il limo si deposita poi sul terreno, permettendo alla regione di trasformarsi nella più grande e ricca concentrazione al mondo di fertilizzanti naturali. Grazie a questa risorsa, il Pantanal è una immensa tenuta agricola che produce prodotti straordinariamente biologici e favorisce una ricchissima vegetazione adatta all’allevamento del bestiame. In tutto il Pantanal si contano oltre 2.500 fazendas che producono risorse alimentari (frutti tropicali etc.) ed ospitano intorno


ITINERARI DI

ad o t t o milioni di capi di bestiame che i pantaneros spostano periodicamente per rinnovare le pasture, percorrendo grandi distanze semi-sommersi nell'acqua. La totalità o quasi delle fazendas sono di proprietà privata e si tramandano di padre in figlio. La vita nel Pantanal richiede una perfetta conoscenza del territorio e delle sue caratteristi-

che, c h e non può essere acqui-

9


ITINERARI DI sita in fretta da nuovi arrivati. Oltre alle sue risorse naturali, l’ambiente del Pantanal contiene molte insidie, a cominciare dai felini come l’ocelot o l’onca, il giaguaro locale, i serpenti velenosi, i caimani ed i pericoli stessi di un paesaggio del genere. L’ecosistema che si è creato in questo Eden terrestre costituisce, infatti, l'habitat di circa 3.500 specie di vegetali, 1.000 specie d'uccelli, 400 specie di pesci, 300 specie di mammiferi, 480 specie di rettili ed oltre 9.000 differenti sub-specie d’invertebrati. Un fenomeno unico, tanto che la regione è stata dichiarata dall'UNESCO Riserva della Biosfera e Patrimonio Naturale dell'Umanità. Gli appassionati di ecoturismo possono rendersene conto direttamente scegliendo una delle forme di soggiorno offerte dal Pantanal: • un lodge, generalmente situato in una riserva • una pousada, albergo charmant caratteristico • una fazenda, cioè una fattoria o ranch che accoglie anche visitatori esterni • meglio ancora, un battello-hotel sul

10


ITINERARI DI quale si può navigare da un posto all’altro in perfetto comfort. Da qui di può partire per una "Passeggiata-scoperta" o per un "Foto-safari" a cavallo, in canoa, in barca, su piccoli battelli o su jeep, accompagnati da guide che sono dei veri professionisti, nella maggior parte locali. Si può addirittura pescare da marzo ad ottobre. Il Pantanal è una delle regioni più ricche di pesce al mondo, includendo specie come il pirana, la cui famelica bocca fornita di decine di denti aguzzi lo ha reso famoso nel mondo. Come altre, questa meraviglia della natura non è esente dai pericoli che comporta una sempre più estesa attività dell’uomo. I rischi riguardano l’erosione e la sedimentazione del terreno, l’uso di pesticidi, la caccia di frodo a specie di animali a rischio d’estinzione (pappagalli, rettili, felini), la deforestazione, la polluzione derivata dalle miniere e fabbriche locali, lo sviluppo di grandi infrastrutture per facilitare la navigazione, il turismo incontrollato. Ciò ha spinto le autorità brasiliane dello Stato del Mato Grosso a proteggere

una parte del territorio equivalente a 1.350 Km2, creando il Pantanal Matogrossense National Park nella municipalità di Poconé. Una riserva naturale che, speriamo, saprà preservare questo ambiente unico alle generazioni future. Ulisse

11


STILI DI VITA

Il Diavolo Rosso Estratto di una conversazione fra Colbert e Mazzarino sotto Luigi XIV

C

i sono dei momenti in cui la storia ritorna su se stessa, proponendo temi, maniere di vivere e pensieri che si ricongiungono dopo molto tempo o che, addirittura, non sono mai cambiati. Ăˆ il caso di questa conversazione fra il cardinale Mazzarino, tutore e mentore del giovane Luigi XIV, e Colbert, politico ed economista che aspirava alla successione dello stesso Mazzarino. La conversazione, ricostruita dal drammatur-

12


STILI DI VITA go francese Antoine Rault nella sua pièce teatrale “Le Diable Rouge” andata in scena a Montparnasse nel 2008, salda mirabilmente il pensiero politico de “L’ étàt c’est moi” di Luigi XIV con quello oggetto di cronaca al giorno d’oggi. Colbert: Per trovare del denaro, arriva un momento che intrugliare non è più sufficiente. Mi piacerebbe che il Signor Sovrintendente mi spiegasse come si fa a prendere per spendere ancora quando si è già indebitati fino al collo.

Colbert: Allora, i ricchi? Mazzarino: I ricchi neppure. Non spenderebbero più. Un ricco che spende fa vivere centinaia di poveri. Colbert: Allora, come si fa?

Mazzarino: Quando uno è un semplice mortale coperto di debiti, di sicuro va in prigione. Ma lo Stato? Lo Stato, lui, è differente. Non si può gettare in prigione lo Stato. Allora, lui continua, lui scava nel debito! Tutti gli Stati fanno così.

Mazzarino: Colbert, tu ragioni come un formaggio! (ndr: come un orinale sotto un malato) C’è una quantità di gente fra i due, né poveri, né ricchi. I francesi che lavorano, sognando di essere ricchi e temendo di essere poveri! Colbert: Ah si? Voi credete? Nel frat- È lì che dobbiamo tassare, ancora di tempo, ci serve del denaro. E come più, sempre di più! È lì! Più tu gli prendi, trovarlo, quando abbiamo già creato più lavorano per compensare! È una riserva inesauribile! tutte le imposte immaginabili? Mazzarino: Se ne creano delle altre. Colbert: Non possiamo tassare i poveri più di quanto non lo siano già!

Dopo quattro secoli, niente è cambiato! Tiffany

Mazzarino: Si, è impossibile.

13


SALUTE & BELLEZZA

NASCE

LA BB CREAM SECONDO REVITALIFT UNA

PELLE SUBITO PERFETTA

+ 10

AZIONI ANTI-ETÀ

BB Cream: molto più di una semplice crema colorata Dal perfetto incontro della tecnologia skin-care con Ia magia del make-up, nasce un prodotto semplice e rivoluzionario. II suo nome è BB Cream. II suo segreto? Una texture fresca e idratante, ricca ma non grassa, facilmente assorbibile e non occlusiva, delicatamente arricchita di una sottile miscela di pigmenti (per far sparire all’istante tutte le imperfezioni del viso), completata da un filtro solare a largo spettro (per proteggere Ia pelle da tutte le insidie della giornata). Perché limitarsi a un’azione istantanea, quando si può avere di più? Per Ia prima volta, l’Oreal Paris reinventa Ia BB Cream e ci aggiunge una mirata selezione di 10 attivi anti-età complementari. In poche parole: tutta Ia praticità di una BB Cream, con 10 azioni anti-età in più. Un concentrato di scienza per Ia pelle, per semplificare Ia vita di ogni donna, qualunque sia il suo tipo di pelle. UNA PELLE PERFETTA SUBITO La BB Cream dona immediatamente un incarnato più luminoso e un colorito più omogeneo. In una parola: una pelle perfetta. UNA PELLE PIÙ GIOVANE DOMANI In più 10 attivi anti-età, come il Pro-Retinolo A, potente attivo anti-rughe, e lo Stimulift, creato per stimolare i liftanti naturali della pelle, prevengono e combattono efficacemente 10 segni dell’invecchiamento. I risultati sono provati: le rughe si riducono, la pelle si leviga, si rassoda e diventa più elastica. La prima BB Cream anti-età da L’Oréal Paris.

14


SALUTE & BELLEZZA UNA BB CREAM IDRATANTE ANTI-ETÀ COMBATTERE 10 SEGNI DEL TEMPO: 1. CORREGGE L’INCARNATO 2. LISCIA LA SUPERFICIE DELLA PELLE 3. AFFINA LA GRANA DELLA PELLE 4. LEVIGA LE RUGHE 5. RIDUCE I SEGNI DI STANCHEZZA 6. ATTENUA LE MACCHIE 7. PROTEGGE DAI RAGGI UV 8. ILLUMINA IL COLORITO 9. IDRATA INTENSAMENTE 10. COPRE LE IMPERFEZIONI

PER

15


RECEPTION

Dal 7 al 9 ottobre, alla Fiera di Rimini SUN e Faita ancora insieme.

C

ol patrocinio ufficiale di Faita FederCamping, la 30° edizione del Salone internazionale dell’arre-

do e attrezzature per l’esterno presenterà delle novità importanti a favore del comparto turistico all’aria aperta. Non solo, infatti, si svolgerà la 4^ edizione di Camping & Village Show, il più grande appuntamento italiano riservato ai gestori della ricettività all’aperto e organizzato da SUN in collaborazione con l’Associazione Mondo del Campeggio. Agli operatori del turismo open-air, espositori, visitatori professionali e tour operator selezionati, si presenterà uno scenario rinnovato: 5 Padiglioni attigui, praticamente tutta l’ala Ovest della Fiera di Rimini occupata dal SUN, saranno esclusivamente dedicati alle attrezzature per il settore turistico e ricettivo open-air. Accanto ai padiglioni

18


RECEPTION ping e dei villaggi ha infinite affinità di prodotti e servizi -, il padiglione riservato ai giochi e allo svago all’aria aperta (gonfiabili, giocattoli, castelli, attrezzature per grandi e piccini), e il percorso espositivo adibito al benessere ‘in e con l’acqua’, dove si trovano mini-Spa, idromassaggi, piscine dentro e fuori terra, sempre più presenti e apprezzati nelle strutture ricettive. Ciò che si presenterà ai professionisti della filiera della vacanza all’aria aperta e in particolare ai gestori della ricettività all’aperto, sarà quindi un polo espositivo dal potenziale unico nel Belpaese, all’interno di una fiera che da 30 anni è il più grande, ricco e completo appuntamento B2B dedicato ai professiodedicati alle case mobili e attrezzature per il campeggio nella cornice del Camping & Village Show, ci saranno anche i padiglioni destinati alle dotazioni per gli stabilimenti balneari – un comparto che da solo richiama tra i 6 e gli 8 mila ope-

nisti dell’arredo e attrezzature da esterno. Informazioni sulla fiera SUN:

www.sungiosun.it (solo per operatori, ingresso gratuito con registrazione cliccando qui)

ratori all’anno e che col mondo del cam-

SUN, 30° Salone internazionale dell’esterno. Rimini Fiera, 7-9 ottobre 2012. 12 padiglioni - 90.000 mq - 700 espositori - 9 comparti espositivi - 25.000 visitatori professionali - operatori da 47 Paesi

19


15

a notte

Prezzio unico

2 persone

5 motivi per utilizzare Camping Cheque • Si tratta di una formula collaudata dal 1997, riconosciuto e adottato da oltre 600 campeggi in tutta Europa. No sorprese! • Si tratta di un sistema flessibile, senza prenotazione, è possibile viaggiare da un campeggio ad un altro in 29 paesi in Europa e Marocco.

Sfruttate al meglio la bassa stagione! Più di 600 campeggi di alta qualità a 15 € a notte per 2 persone.

• Si viaggiare in completa libertà: Resta il tempo che ama il campeggio e il cambiamento in qualsiasi momento. • I Camping Cheque sono validi per 2 anni, in modo da avere tutto utto il tempo per usarli.

Ci sono molte ragioni per evitare l'alta stagione, se possibile. Fuori stagione, le code sono scarse, il traffico è scorrevole, l'atmosfera è più rilassata ei prezzi sono vantaggiosi. Per finire, il tempo è spesso presente! E se si utilizza i Camping Cheque cartacei o elettronici (da caricare sulla vostra Silver Card) si può godere degli ottimi servizi, di una calorosa ospitalità e di tariffe convenienti.

Risparmi fino al 60% con Camping Cheque Camping Cheque è una formula tariffa unica che ti permette di rimanere in oltre 600 campeggi in Europa ancora pagando lo stesso prezzo.

Un assegno dà diritto a una notte per 2 persone sul posto di serie con l'elettricità. E 'così semplice! • Novità di quest'anno: la possibilità di regolare la vostra vacanza in campeggio in controlli digitali che utilizzano la Carta d'Argento. In campeggi o case, godono di un tasso di 30 a 50 € a notte per affittare 2/6 persone fino al 30 giugno e dal 1 settembre.

Per maggiori informazioni: Camping Cheque Tel: 0533-313144 348-9632997

Al di là di € 15 a notte per 2 persone, la maggior parte dei campeggi offrono esclusivamente al Camping Cheque utenti notti gratuite, ad esempio, la settima notte gratuita o 12, 13 e 14 pernottamenti gratuiti (6 = 7 e 11 = 14) o anche un mese gratis per un mese di occupazione. Particolarmente popolare in Spagna durante l'inverno, queste offerte a lungo termine per ridurre della metà il prezzo per notte.

Ulteriori informazioni Camping Cheque 3 milioni di notti sono state consumate nel 2011 con Camping Cheque sui campeggi. Nessun'altra formula offre questo campeggi di qualità risparmiando fino al 60% sui prezzi di vendita al dettaglio.

Lo sapevate? Al di là della bassa stagione, è possibile utilizzare i controlli campeggio fino a metà luglio e da fine agosto su molti siti Camping Cheque. Sulla carta ritroverete, tutti i campeggi italiani della rete Camping Cheque e particolarmente quelli che accettano i Camping Cheque certi giorni tra il primo luglio ed il 31 agosto.


Camping Cheque in Italia, fuori stagione o tutto l'anno !

II Camping Camping Cheque accettano i camping cheque in alcuni giorni fra il 1° luglio ed il 31 agosto. Camping Cheque Network

524 525 526 527 528 529 530 531 532 532 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563

Due Laghi Camping Azzurro Belvedere Pineta Camping Village Camping Cisano Bella Italia Oasi Camping Ca'Savio Vela Blu Camping Village Camping Village San Francesco Centro Vacanze Villaggio San Francesco Campeggio del Sole Campeggio Ranocchio Cesenatico Camping Village Adriatico Adriano Camping Village Camping Adria Spina camping Village Florenz Vigna Sul Mar Camping Village Camping Delle Rose Argegna Italia Camping dei Tigli Toscana Village Lago Le Tamerici Camping Village Mareblu Elbadoc camping village Camping Village Le Calanchiole Vallicella Campeggio Santapomata Camping Village Rocchette Camping Village Baia Azzurra Club Campeggio Maremma Sanssouci Cieloverde Orbetello Camping Village Amiata Camping Orlando in Chianti Polvese Villaggio Italgest Roma Flash Sporting

564 565 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584

Flaminio Village Camping Bungalow Park Settebello Eurcamping Stork Nettuno La Foce dei Tramonti Porto Cesareo Baia di Gallipoli Camping Resort Riva di Ugento Camping Village Lamaforca Villaggio Campeggio Cala dei Ginepri Villaggio Camping 5 Stelle Sambalon La Pineta Scarabeo Camping Camping Sabbiadoro Centro Vacanze Isuledda La Foce " Village & Camping " Torre del Porticciolo Camping Village Bella Sardinia

585 586 587 588 589

Spinnaker Camping S'Ena Arrubia Capo Ferrato Orrì Selema Camping Naturist NaturistSporting SportingClub Club--Parco Parcodel delGargano Gargano

I numeri indicati corrispondono alla pagina del camping nella guida Camping Cheque 2012. Poiché i camping non hanno numero, li potete trovare suwww.campingcheque.it www.campingcheque.it


RECEPTION

Le oasi del camping in Italia

Campania, paese d’o sole FOTO EPT NAPOLI

“Che bella cosa na jurnata ‘e sole, n’aria serena doppo na tempesta! Pe’ ll’aria fresca pare già na festa Che bella cosa na jurnata ‘e sole.” ('O sole mio, 1898)

22


RECEPTION

E

duardo di Capua e Giovanni Capurro, nelle rispettive vesti di compositore e di autore della canzone napoletana più celebre del mondo, si sono assunti l’incarico, oltre 100 anni fa, di disegnare l’immagine di Napoli. Con l’aggiunta del profilo del Vesuvio è nato, così, lo stereotipo della terra del sole, la Campania, che è la regione sulla quale ci soffermiamo in questo numero della nostra rubrica dedicata alle oasi del camping in Italia. In realtà, lo stereotipo corrisponde largamente al vero, perché la Campania è una delle regioni italiane più frequentate dal sole. Distesa per tutta la sua lunghezza sul Tirreno, ad ovest, il suo mare ed il suo clima benefi-

ciano dei raggi del sole fino all’ultimo bagliore della giornata. Sarà per questo che la Campania, con 5.835.561 abitanti, è oggi al secondo posto tra le regioni d'Italia per popolazione, dopo la Lombardia, e al primo per densità. Il vivere bene e saggiamente è retaggio storico di questa terra antica, uno dei centri culturali più importanti della Magna Grecia e, poi, della romanità. Il ché conferisce alla Campania lo status di regione italiana con il maggior numero di beni inclusi in un sito Unesco ed, in parità con Toscana e Lombardia, la regione con il maggior numero di beni Patrimonio dell’Umanità (6 dei 45 totali). A questi è da aggiungere la maestosità naturale del Vesuvio e del suo paesaggio. La molteplicità dei siti archeologici, la vicinanza di una grande città come Napoli che, con il suo

23


RECEPTION

corollario di paesoni, occupa un vasto territorio, nonché la Costiera Amalfitana, bellissima ma poco o nulla accessibile, limitano le possibilità di turismo all’aria aperta della Campania. La regione, infatti, ospita un numero abbastanza elevato di campeggi (169, equivalenti al 7% del totale nazionale),

24

ma più piccoli della media, tanto da offrire appena 60.000 posti letto (4,5% del totale Italia), prevalentemente distribuiti lungo la costiera salernitana. La limitata quantità dell’offerta è, tuttavia, ampiamente compensata dalla qualità delle location che ospitano i campeggi campani, scendendo


RECEPTION

verso il sud. Posti come la Penisola Sorrentina, Praiano, Pompei, Ischia, Eboli, Capaccio, Camerota, Battipaglia, Agropoli valgono largamente il prezzo del biglietto. Anche perchĂŠ la bellezza del paesaggio ed il sole si accoppiano ad una saporita arte di cucinare, nota in tutto il mondo.

Che bella cosa na jurnata ‘e sole. Chaperon

25


RECEPTION

G

irovagando girovagando, eccoci giunti nel sud della penisola, in una regione che abbraccia luoghi di grande valore, siti archeologici, aree naturali, spiagge incantevoli e centri urbani di fama internazionale. Come al solito, pochi spunti per solleticare la curiosità di quanti vogliano recarvisi o semplicemente viaggiare con la fantasia.

COSTIERA AMALFITANA, 36 KM DI PARADISO La bellezza incomparabile della Costiera Amalfitana ha incantato viaggiatori di ogni angolo della terra. Le terrazze di un verde rigoglioso, sospese sul mare scintillante, il patrimonio d’arte e le architetture caratteristiche ne fanno uno dei luoghi più celebri del mondo: selvaggia, ardita e romantica, la Costiera è una meta obbligata. Percorriamone il suggestivo tratto da Ravello a Vietri. • L’indimenticabile panorama dal Belvedere dell’Infinito di Villa Cimbrone, il giardino di Villa Rufolo, il Duomo di San Pantaleone e la fontana Moresca sono solo le principali tappe della visita a RAVELLO. Meta di un turismo di elite culturale, frequentata da artisti e intellettuali già dall’800, si anima durante l’anno di eventi culturali di grande spessore, come il collaudato Ravello Festival. • Le casette rosa caratterizzano MINORI, località balneare di antica memoria. La Villa Marittima, ricca di mosaici e affreschi, testimonia la presenza dei patrizi romani che la scelsero come una delle loro mete preferite. • MAIORI con la sua lunga spiaggia, il porto turistico e il lungomare offre ai turisti tutti i comfort alberghieri e di ristorazione. • ERCHIE, patrimonio dell’Unesco e CETARA, paese di pescatori, meno noti, ma di grande suggestione, sono una sosta interessante prima di raggiungere Vietri sul Mare. • Arroccata sul mare, VIETRI è nota in tutto il mondo per le sue ceramiche, una tradizione che ha inizio nel Medioevo, periodo di massimo splendore di molte cittadine della costiera.

2 6su www.incampania.com Info


RECEPTION

I campeggi preferiti di Trento Aosta

CAMPING CA’ SAVIO Cavallino Treporti (VE)

Trieste

Milano

Venezia

VILLAGGIO DEL SOLE Marina Romea (RA)

Torino Genova

PARCO VACANZE RIVAVERDE Marina di Ravenna (RA)

Bologna

VILLAGGIO DEI PINI Punta Marina Terme (RA) HOLIDAY VILLAGE FLORENZ Lido degli Scacchi (FE)

Firenze Ancona

VILLAGGIO CAMPING LIDO Maccagno (VA)

VILLAGGIO PINETA Milano Marittima Cervia (RA)

VILLAGGIO CAMPING BOSCO Cannobio (VB)

Perugia

CAMPING VILLE DEGLI ULIVI Marina di Campo (LI)

CENTRO TURISTICO ECOCHIOCCIOLA Maserno di Montese (MO)

L’Aquila

CAMPING CANAPAI Rio Marina (LI)

Roma

CAMPING EUCALIPTUS Alba Adriatica (TE)

Campobasso

CAMPING RESIDENCE AMIATA Casteldelpiano (GR)

Bari

VILLAGGIO CAMPING LE MARZE Marina di Grosseto (GR)

Napoli Potenza

CAMPEGGIO SUMMERLAND Viterbo HAPPY VILLAGE & CAMPING Roma

CAMPING VILLAGE DON DIEGO Grottammare (AP)

Cagliari

VILLAGGIO CAMPING TESONIS Marina di Tertenia (OG)

Catanzaro

HOTEL PICCADA & APPARTAMENTI LA GALATEA Palau (OT) CAMPING MIRAGE Barano d’Ischia (NA) CAMPEGGIO EUROPA Terracina (LT) LE PALME VILLAGE Terracina (LT)

Palermo

GREEN VILLAGE Marina di Camerota (SA)

27


RECEPTION

Porte aperte alla IRM Inaugurata la nuova fabbrica di case mobili a Bologna

M

entre si allunga la lista delle aziende italiane che vanno ad investire all’estero, a Bologna si è svolto un evento in controcorrente, motivo di orgoglio per il turismo all’aria aperta italiano e per l’industria di settore. Il 15 e 16 maggio passati, la IRM ha inaugurato con un Porte Aperte la sua nuova fabbrica di case mobili a Castello d’Argile, vicino Bologna. Ospiti della manifestazione, i titolari dei campeggi italiani, che sono intervenuti con grande interesse ed in

Mod. Super Titania, m. 8x4, n. 3 camere

28

quantità per visionare la più moderna fabbrica di settore oggi esistente in Europa. Nel nuovo stabilimento, IRM produrrà quattro modelli di case mobili studiati insieme a FAITA FederCamping, la Federazione italiana del turismo all’aria aperta, per le esigenze del mercato italiano e, perciò, contrassegnati con il marchio “FAITA Home by IRM”. Le nuove case mobili rappresentano l’ultimo grido in fatto di tecnologia specifica, combinando materiali ecologici e duraturi con soluzioni abitative di grande comfort e

Mod. Super Mercure, m. 7,50x4, n. 2 camere


RECEPTION

29


RECEPTION praticità per la famiglia ospite. IRM fa parte del Gruppo francese Beneteau, leader europeo nel settore delle barche a vela e delle case mobili, due mercati che richiedono analoga capacità di scelta dei materiali e di raffinata lavorazione. La decisione del Gruppo d’investire in Italia è stata determinata dalla grande potenzialità del turismo all’aria aperta

ma soprattutto per il rapporto che il prezzo ha con la qualità del servizio e Mod. Titania, m. 8x3, n. 2 camere

Mod. Super Mercure Riviera, m. 7,50x4, n. 2 camere

italiano, il secondo in Europa dopo quello francese e quello che mostra maggiore dinamicità verso il futuro. Oggi il camping è in larga parte turismo familiare, appetibile non solo per il vantaggio di prezzo che offre,

30

del comfort, ormai indispensabili anche per chi ama il piede nudo nella sabbia. E le case mobili, insieme all’accresciuta capacità di entertainment del camping sul modello dei villaggi turistici, rappresentano la chiave di volta rispetto al passato, essendo in grado di offrire alla vacanza all’aria aperta spazi modernamente ottimizzati e confortevoli.


RECEPTION


RECEPTION

FIAT DUCATO CAMPER, DALLA PARTE Un nuovo sito e call center dedicati

L

a presenza del marchio Fiat sulla motorizzazione e sul telaio del proprio camper garantisce affidabilità, competenza e performance, ma anche prodotti e servizi innovativi. Come il nuovo sito www.fiatcamper.com, un punto di riferimento da salvare tra i preferiti per i camperisti su base Fiat Ducato. Il portale è disponibile in 9 lingue e ricco di informazioni tecniche sul prodotto, servizi, ecologia, news ed eventi, FAQ. Utilissime funzionalità aperte a tutti gli utenti, senza registrazione, sono la “Verifica del telaio”, per

32

controllare con pochi click se è soggetto ad una campagna di richiamo o di servizio, e il “Trova officina”, che offre la possibilità di ricerca rapida per nazione, comodo per chi stia programmando un viaggio e voglia avere l’elenco aggiornato, scaricabile e stampabile, delle officine che potrà trovare lungo il percorso. In più, una Premium Area con applicazioni esclusive per gli utenti che si registrano gratuitamente: con il “Check automatico del telaio” sarà il sistema a controllare automaticamente se è presente una campagna di richia-


RECEPTION

DEL CLIENTE mo o di servizio, informando via e-mail il cliente interessato; si potrà scegliere, poi, di scaricare manuali e brochure, inviare osservazioni o domande nell’apposita area dedicata “Ask the Expert” e ricevere newsletter periodiche. Ma non è tutto. C’è un altro servizio riservato ai possessori di camper su base Fiat Ducato: il numero verde gratuito 00800 3428 1111, facilmente memorizzabile in quanto le cifre 3428 corrispondono sulla tastiera del telefono alle lettere FIAT. Si tratta di un call

center multilingue per richiedere qualsiasi info o mettersi in contatto con Fiat Camper Assistance, la squadra di assistenza stradale riservata ai clienti camper su base Fiat Ducato, attiva 7 giorni alla settimana, 24 ore su 24 e presente in 44 paesi europei ed extra. Insomma, sono molti i vantaggi di possedere un camper su base Fiat Ducato!

33


RECEPTION

nuovo fiat ducato CON CAMbIO RObOTIzzATO COMfORT-MATIC.

vacanze vere, pensieri zero.

NATO PER ESSERE IL VOSTRO CAMPER. Il nuovo FIAT DUCATO è stato progettato insieme ai produttori di camper europei per offrire un’integrazione perfetta dello chassis e della cabina con la cellula abitativa.

• 4 nuovi motori Euro 5, Multijet II e con turbina a geometria variabile in funzione della versione:

115, 130, 150 Multijet e 180 Multijet Power, tutti “BEST IN CLASS” nella loro categoria in quanto a rapporto prestazioni/consumi.

• Fino al 15% in meno nei consumi e nelle emissioni. • Cambio robotizzato “COMFORT-MATIC” da oggi disponibile sulle versioni 130, 150 Multijet e 180 Multijet Power, per una guida ancora più rilassata ed efficiente.


RECEPTION

• Rete di assistenza: oltre 6.500 punti di assistenza Fiat Ducato in Europa di cui oltre 1.700 Fiat Camper Assistance specializzati per camper.

• Customer Care: in 13 lingue e per 44 paesi. • Assistenza Stradale: 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ovunque in Europa. • Scopri il mondo dei servizi esclusivi Ducato Camper su: www.fiatcamper.com

In alternativa, chiama: +39 0244412160


A GUSTO MIO

Ricette campane La colatura di alici di Cetara N el pittoresco paesaggio della Costiera Amalfitana, ai piedi del monte Falerio, sorge Cetara. Questa bellissima località deve il nome ai “Cetari”, i formidabili cacciatori di tonni, a cui viene dedicata una La colatura è un liquido ambrato ottenuto dal processo di maturazione delle alici sotto sale, seguendo un antico procedimento tramandato di padre in figlio dai pescatori. Come si ottiene la colatura Le alici fresche appena pescate vengono “scapezzate” (decapitate) ed eviscerate, con un semplice gesto manuale. Quindi, prive del-

36

famosa Sagra. La tradizionale arte culinaria campana qui trova una delle sue massime espressioni dal profumo di mare: la colatura di alici.

la testa e delle interiora, vengono sistemate nel “terzigno” a strati alterni con il sale. Al termine della fase di salatura, una volta riempito il terzigno, viene appoggiato direttamente sull’ultimo strato un coperchio di legno detto “tompagno”, sul quale viene posata una pietra marina abbastanza pesante. Quando le alici giungono a maturazione, dopo quattro o cinque mesi, il


A GUSTO MIO liquido affiora in superficie, grazie alla pressione esercitata dalla pietra marina. Con un attrezzo appuntito detto “vriale” viene praticato un foro sotto il terzigno dal quale comincia ad uscire goccia dopo goccia il liquido ambrato. Attraversando lentamente i vari strati, il liquido raccoglie il meglio delle caratteristiche organolettiche delle alici e fuoriesce, già filtrato dagli stessi strati di alici e sale, dal foro praticato. La colatura viene raccolta in un recipiente di vetro e quindi imbottigliata. Alla fine del 2010 è stata approvata la bottiglia unica per tutti i produttori e l’etichetta numerata per la tracciabilità della “colatura tradizionale di alici di Cetara”.

SPAGHETTI CON LA COLATURA INGREDIENTI PER 4 PERSONE: • 400 gr di spaghetti • 400 gr di pomodorini • 6 cucchiai d’olio e.v.o. • 6 cucchiaini di colatura d’alici • 1 peperoncino, prezzemolo e aglio Strofinare il fondo di una capiente insalatiera con uno spicchio d’aglio, aggiungere l’olio, la colatura d’alici, il peperoncino (possibilmente fresco) spezzato, i pomodorini a dadini, e il prezzemolo tritato. Emulsionare il tutto e lasciare insaporire. Cuocere la pasta in acqua poco salata, scolare al dente e rivoltare subito nell’insalatiera con il condimento. Aggiungere eventualmente mezzo mestolo di acqua di cottura Epicuro Ringraziamo Antonella, autrice del bellissimo blog www.ricettecasalinghe.it per averci fatto conoscere questa specialità e ovviamente per la gustosissima ricetta.

37


PASSIONI

Piccola storia dell’auto Il marchio Alfa Romeo

“Quando corre Nuvolari mette paura perché il motore è feroce mentre taglia ruggendo la pianura..” (Lucio Dalla: Nuvolari)

C

on il numero precedente di natural mind® abbiamo iniziato una breve storia dell’automobile, quale doveroso omaggio al mezzo di trasporto e di lavoro che ha largamente contribuito a cambiare la storia dell’uomo accelerandone, non senza qualche complicazione, il percorso. A cominciare dal presente articolo, cominceremo a trattare di come sono nati e si sono evoluti i principali marchi di auto oggi

38

presenti sul mercato seguendone, per imparzialità di giudizio, l’ordine alfabetico. In termini tecnici, il marchio è l’associazione fra il nome che contraddistingue il prodotto e la rappresentazione grafica che lo racchiude. Un po’ come una persona, che s’identifica con un nome e con una propria, particolare ed inimitabile figura corporea. In termini moderni, questa immagine del marchio assume il nome di logo, abbreviazione anglosassone


PASSIONI

di logotype. Il marchio tende a rimanere identico a se stesso per tutta la vita allo scopo di identificarsi, sempre e con chiarezza, presso il consumatore al quale si riferisce. Salvo, ogni tanto, ad effettuare un maquillage di ringiovanimento, piccolo o grande, a seconda dell’età che dimostra in base alle ricerche ed alle decisioni degli addetti al suo marketing. Il logo con il quale iniziamo la nostra piccola storia è un esempio da manuale di come si possa controllare l’invecchiamento, mantenendo il più possibile inalterati i propri lineamenti. E’ il marchio Alfa Romeo,

ben noto al mondo dei cultori di macchine sportive sinonimo di eleganza e sprint. Il marchio nasce nel 1910 associando in un tondo le scritte Alfa (acronimo per Anonima Lombarda Fabbrica Automobili) e Milano, divise da due nodi sabaudi, in onore della casa Savoia allora regnante in Italia. All’interno del tondo, nell’emicerchio a sinistra la

39


PASSIONI

croce rossa che rappresentava la città di Milano al tempo dei crociati ed in quello a destra il serpente dragone, più noto come biscione, il blasone dei Visconti. Nel 1918, la scritta della parte superiore del tondo diventa Alfa-Romeo, a seguito dell’acquisto della fabbrica da parte di Nicola Romeo, mentre nella parte inferiore permane la scritta Milano. Sette anni dopo, nel 1925, il primo grande successo Alfa nelle corse: la vittoria dell’Alfa Romeo P2, condotta da Gastone Brilli-Peri, nel primo campionato del mondo automobilistico. L’avvenimento viene celebrato con l’inserimento nel marchio di una modanatura a forma di corona d’alloro che racchiude lo stemma. Nel 1946 la vittoria refendaria della repubblica sulla monarchia

40

comporta l’eliminazione dei due nodi sabaudi, che vengono sostituiti con altrettante linee ondulate. Infine, nel 1971, l’apertura dello stabilimento Alfa Sud di Pomigliano suggerisce un restyling che viene commissionato al designer Pino Tovaglia. Il marchio viene semplificato togliendo la parola Milano, le linee ondulate, la corona d’alloro ed il trattino che separava Alfa e Romeo. Si giunge, così, al marchio in uso ai giorni nostri che, comunque, non è molto diverso da quello con il quale Alfa Romeo debuttò centodue anni fa e mostra ancora pienamente i caratteri che hanno contrassegnato


PASSIONI

l’immagine Alfa nel mondo. Del resto, l’azienda ha sempre fatto dello stile e del design una scelta prioritaria, al punto di creare al proprio interno un reparto ad hoc, il Centro Stile Alfa Romeo. Fondato alla fine degli anni cinquanta, il Centro ha dato un contributo determinante e longevo alla creazione dei modelli di maggiore spicco della casa, fino alle ultime produzioni dell’8C Competizione, della MiTo e della nuova Giulietta. Ciò non ha impedito all’Alfa di cercare la collaborazione delle migliori

carrozzerie e designer esterni per la produzione di modelli noti in tutto il mondo. Bertone, Pininfarina, Zagato e Giugiaro fra tutti. L’Alfa Romeo ha anche introdotto alcune innovazioni tecnologiche che hanno fatto storia nel mondo dell’auto: il doppio albero a camme in testa, prodotto già nel 1914; uno dei primi sistemi ad iniezione, nel 1940; i freni a disco, negli anni ’70; i cerchi in lega; l’utilizzo della tecnologia common rail sui motori diesel, installata per la prima volta al mondo sulla 156; il motore Multiair, propulsore della MiTo dal 2009. Alfa Romeo è ed è sempre stato un testimone prestigioso dell’eccellenza italiana nella meccanica. Leonardo

41


SFIDE & SPORT

I valori dello sport Lettera ad un bambino Dal libro “Ciao Lorenzo”, per gentile concessione dell’autore Luciano Lupi

L

’aspetto psicologico è molto importante nel confronto tra gli uomini. Esso, in genere, riflette la personalità dell’individuo e segue la sua caratura come uomo. Nell’atleta grintoso, dunque, non c’è un connotato di base negativo, a meno che egli non ecceda nel suo comportamento. La voglia di vincere non deve essere la voglia di vincere ad ogni costo, con ogni mezzo. Non deve spingere a barare sulle regole, a non rispettare gli altri concorrenti. Lo sport, quello vero, va inteso nel suo spirito olimpico di impegno, lealtà, rispetto. In questo senso, esso è il naturale complemento dell’educazione personale. In questo senso, io te lo raccomando vivamente, Lorenzo. Lo sport è la palestra ideale per allenarsi alla vita. In questa palestra, si possono coltivare positivamente tutti gli aspetti del proprio

42

carattere e del proprio comportamento. Essa abitua a porsi degli obiettivi ed a cercare di raggiungerli. Abitua, quindi, alla determinazione ed all’applicazione. Abitua allo spirito di sacrificio. Lo sport, nella sua larga accezione, implica sforzo fisico, fatica. L’abitudine a ciò, ne alza la soglia di tolleranza. Uno sportivo, in genere, può spingersi più avanti di un sedentario nell’accettare e controllare la sofferenza. Riesce, anche, a sopportare dei carichi di lavoro s u periori, sia sul piano fisico che su quello psicologico. Lo sport è stu- dio dell’avversario. Per combattere e vincere la battaglia, la prima regola è leggere le carte del proprio antagonista. Bisogna saggiarne le attitudini, difensive od offensive,


SFIDE & SPORT la determinazione, la resistenza, i colpi migliori e quelli peggiori, l’amalgama di squadra e la perforabilità di certi settori del suo schieramento. Si devono realisticamente rappresentare sulla scacchiera di gioco anche i propri punti di forza e quelli di debolezza. Bisogna valorizzare gli uni, in rapporto alle corrispettive debolezze dell’avversario, mimetizzare gli altri, per non offrirgli vantaggi. Lo sport abitua alla flessibilità ed alla ricerca dell’alternativa. Non sempre puoi imporre il tuo gioco. Può darsi che il tuo avversario sia più bravo di te nelle tue azioni preferite. Allora, per vincere, hai bisogno di sviluppare e mettere in campo strategie e schemi di gioco alternativi. Lo sport è addestramento all’auto-

controllo ed all’autopercezione. Non tutti i momenti della propria vita sono uguali, né sotto il profilo fisico, né sotto quello mentale. La pratica sportiva ti aiuta a distinguere il momento si dal momento no ed a comportarti di conseguenza. La percezione di uno status favorevole, ti renderà più aggressivo, più sicuro di te. La consapevolezza di una difficoltà, ti suggerirà un atteggiamento più prudente, più difensivo. Lo sport, specie quello agonistico, è abitudine a raggiungere la massima concentrazio-

43


SFIDE & SPORT ne. Il training, fisico e mentale, aiuta a focalizzarsi sull’obiettivo ed a mettere in campo tutte le energie, anche le più riposte. Lo sport aiuta a gestire lo stress. Una macchina capace di correre ad un numero di giri superiore al normale, nella routine subisce un logorio minore. Lo sport è scarico delle tensioni e dell’aggressività. Praticandolo, specialmente da adulto, riassorbe lo stress del lavoro e rigenera le proprie pile energetiche. Inoltre, consuma l’aggressività naturale e rende più sereni negli atteggiamenti e nei giudizi. Lo sport educa al rispetto dei valori. Contrariamente a quanto spesso avviene nel resto della vita, in genere i valori dello sport sono certi: si vince o si perde in base ad un punteggio, ad un risultato concreto. L’opinabilità del verdetto, anche se può esistere, è comunque una situazione marginale. L’obiettività della graduatoria esalta, quindi, la vittoria e rende accettabile la sconfitta. Quest’ultima, ancor più della vittoria, è una favorevole occasione di autoanalisi, per verificare dove, eventualmente, si è sbagliato e dove si può migliorare, per vincere la prossima volta. Lo sport educa alla lealtà ed al rispetto delle regole. La filosofia base

44


SFIDE & SPORT dello sport, come la intendo io, Lorenzo, e come dovrebbe essere comunemente intesa, è ancorata allo spirito olimpico del vinca il migliore. Questa filosofia non tollera manipolazioni. Quando e laddove ci siano, non è più sport, ma speculazione, imbroglio, tanto più riprovevole, in quanto a danno della purezza e della nobiltà di questa particolare pratica umana. È come insegnare ad un bambino a rubare. Purtroppo, nella dinamica moderna di certi sport a grande richiamo popolare e, conseguentemente, a grande giro di affari, esiste il serio rischio di una contaminazione. Gli interessi in gioco sono talmente elevati, che l’etica dello sport può venire subordinata all’obiettivo di raggiungere il risultato ad ogni costo. Si possono, così, incontrare partite truccate, atleti drogati, risultati ammaestrati. Ebbene, Lorenzo, ti sottolineo ancora che questo non è sport. È una pugnalata al cuore del vero sportivo, un oltraggio alla sua mente ed alla sua passione. Lo sport, infatti, è anche passione. È attaccamento tenace, ma disinteressato, ai propri colori, compartecipazione, amalgama tra persone che hanno una meta comune da raggiungere. Lo sport è lavoro in team.

Anche quando è disciplina individuale, esso richiede, un confronto ed un lavoro collettivo: con il proprio allenatore, con altri atleti, addirittura con gli avversari. Se, poi, è sport di squadra, lo sforzo collettivo, sinergico, diviene determinante per il risultato. Infine, lo sport è amicizia. La comunità di interessi e di sforzi che esso genera, affiata ed amalgama le persone. Come le altre grandi palestre della vita, la famiglia, la scuola, il militare, il lavoro, lo sport induce ad un sentimento di fratellanza con i compagni, spesso anche con gli avversari. Lo sport produce amicizie profonde, durature. Olimpia

45


JUNIOR CLUB Le storie di natura che raccontiamo hanno un duplice scopo: divertire i junior di casa e presentare, di volta in volta, una situazione che li faccia riflettere. La storia seguente parla delle qualità di certe creature, in questo caso una gallina faraona ed altri pennuti, come invito alla loro conoscenza.

LA FARAONA GENTILE Storia di natura per bambini da 2 a 8 anni

N

on tutti conoscono le galline faraone. Infatti, esse sono piuttosto rare e dalle nostre parti si vedono soltanto in certi pollai. Sono molto simili ad una comune gallina, anche se un po’ più piccole, e hanno le piume di colore grigio scuro, punteggiato di bianco, con sfumature lilla sul petto. Le galline faraone si chiamano così perché provengono dall’Africa del nord, dove vivono anche allo stato selvaggio. Da noi sono state importate perché forniscono una buona quantità di uova, un po’ più piccole di quelle delle normali galline, ed una carne molto saporita come, del resto, quella di tutti gli animali selvatici. Il nostro personaggio, Tuta, era una piccola faraona che viveva in un pollaio

insieme ad altri pennuti: normali galline, oche, anatre, tacchini. L’avevano chiamata con quel nome per ricordo del faraone Tutankhamon, un famoso re dell’antico Egitto. Solo che il nome era troppo lungo e glielo avevano accorciato. Pur essendo molto vivace, Tuta era gentilissima con tutti gli abitanti del pollaio. Aiutava le oche a fare il bagno e, con il suo becco, ripuliva le loro penne quando uscivano dall’acqua. Aiutava anche le normali galline quando covavano le uova per far nascere i pulcini. Per non farle alzare e non far raffreddare le uova, le imboccava con grano e granturco. Qualche volta, le faceva anche bere sul posto, portandogli l’acqua dentro il suo becco. Insomma, Tuta era simpatica a tutti e tutti


JUNIOR CLUB le volevano bene. Tolleravano volentieri anche i suoi sfoghi giovanili, quando si metteva a starnazzare e a svolazzare per tutto il pollaio. Era la sua maniera di sgranchirsi un po’ le ali e di far sentire la sua voce, in verità piuttosto sgraziata. Tutti gli abitanti del pollaio vivevano felici all’interno del recinto. C’era grano e granturco a volontà e acqua sempre fresca, con un piccolo laghetto per le anatre e le oche. Ogni giorno, poi, il contadino loro padrone portava dei grandi fasci di erba appena tagliata, che erano una vera e propria ghiottoneria. L’unico incubo di questo piccolo paradiso era la faina, un animale predatore delle dimensioni di un piccolo cane, al quale piacevano in maniera particolare i pennuti. Una volta era arrivata di notte, come sua abitudine, per non farsi sentire e vedere, ed aveva fatto il finimondo dentro il pollaio. Poi, però, non si era più vista e Tuta ne aveva solo sentito parlare dai pennuti adulti. Ma una notte di luna, si ripresentò e prese di mira proprio la più piccola, Tuta, che dormiva fuori dalla stalletta in muratura dove stavano i pennuti adulti. Lei era l’ultima arrivata e si doveva contentare di dormire all’aperto, appollaiata su un bastone. La faina la vide subito, scavalcò agilmente la rete del pollaio e

cominciò ad avvicinarsi quatta, quatta. Tuta dormiva tranquilla il suo sonno, sognando che le oche strillavano come matte. In realtà le oche, che sono pennuti molto svegli e coraggiosi, si erano accorte della faina e, tutte insieme, avevano cominciato a fare qua qua qua con quanta forza avevano in gola, circondando la faina per impedirle di prendere Tuta. L’enorme chiasso delle oche svegliò il contadino che capì subito la situazione e corse con il fucile, sparando colpi che misero in fuga la faina. A quel punto, Tuta si svegliò e capì che non stava sognando. Le oche le avevano salvato la vita. Da quel giorno fu ancora più gentile con loro e con il resto degli abitanti del pollaio. Fedro


E-SHOPPING

L’ETA’ DEL NONNO Come nasce un libro

L

’età del nonno, dopo quella del figlio e del padre, è l’età definitiva. Un’età che, molto più delle altre, marca il tempo e che, al suo inizio, può creare sgomento. Un’età che, oggi più che mai, segna il trapasso dai lenti e naturali ritmi millenari della vita dell’uomo a quelli frenetici e sempre più artificiali dell’età moderna. L’annuncio del primo nipote in arrivo spalanca d’improvviso la prospettiva della vecchiaia. Risuona come la tromba del silenzio dopo una lunghissima giornata di marcia, esaltante e faticosa. Così, l’idea di diventare nonno può istintivamente far puntare i piedi nel tentativo di fermare il tempo o rallentarlo. Invece, quando ci si accomoda dentro, si scopre che un nipote regala nuovi scopi e traiettorie alla vita,

48

offrendo l’occasione per un viaggio nella memoria alla ricerca di ciò che è stato e di ciò che potrà ancora essere. Un fil rouge che ha stimolato Luciano Lupi a scrivere “Ciao Lorenzo”, un libro, bello e tenero, ottimamente recensito da stampa e lettori, una lettera d’amore da nonno a nipote, dall’ultima generazione della terra alla prima delle stelle. Il dialogo del nonno con Lorenzo, il nipote nascituro, affronta temi importanti diventando, pagina dopo pagina, una sorta di vademecum rigoroso ma senza pregiudizi, affettuoso e delicato, intelligente e moderno, in grado di aiutare futuri neo genitori o nonni a fornire risposte concrete ai tanti perché di figli e nipoti. Friendly


E-SHOPPING NE HANNO PARLATO

“Ciao Lorenzo”, una lettera d’amore da nonno a nipote, dall’ultima generazione della terra alla prima delle stelle.

ACQUISTALO ORA RICEVERAI SUBITO UNO SCONTO SPECIALE DEL 30%:

SOLO € 10,00 INVECE DI € 14,00 (più € 3,00 per la spedizione postale)

MODALITA’ DI PAGAMENTO PayPal cliccando su

Bonifico Bancario IBAN IT48D0832703228000000000842 c/c intestato a Make Tailored Advertising s.r.l. - Roma Inviaci una email a info@maketa.it con i dati per la spedizione

Il libro “Ciao Lorenzo” ti verrà spedito per posta entro tre giorni dall’avvenuto pagamento

49


E-SHOPPING

50


E-SHOPPING

Luciano Lupi Via del Casa le di San Ni cola, 53 00123 Roma

Cari Lara e Antonio,

11 maggio 20 12

Grazie per l a vostra let volta che ri tera affettu suonano in a osa. Mi fa p ltre persone i bambini, l iacere ogni i miei stess a faccia pul i sentimenti ita e miglio li riporto n per re dell’uman el nostro ma ità. E volen gazine onlin non avete ni tieri e Natural Mi ente in cont nd, cosa che rario, farò , se anche i vost ri. Tanti auguri di serenità vostro Simon in una lunga e. vita di succ esso al Con affetto,

Luciano Lupi , autore di “Ciao Lorenz o”

51


52


IL CLUB NATURAL MIND

LA POSTA DEI LETTORI Grande successo per la nostra ecorivista! Continuate a scriverci i vostri commenti all’indirizzo survey@natural-mind.it; ci aiuteranno a migliorare il magazine.

Eccellente, con il garbo d ella cultura no n aristocratica aprite orizzonti di rifl essione e conoscenza . lucio

mi piace...... Salvatore

e date l’opporn e m e h c to is Desidererei, v bella e interes a tr s o v la re e v tunità, far rice one, amante im S te o ip n io lm po sante rivista a eggio nel tem p m a c l e d e della natura libero. cipatamente Ringrazio anti Maurizio

interessa nte. salu ti Ruggero

Mi date sempre delle be un piace lle idee. re legge È rvi. Vi st pubblicit o facendo à fra tutt i i miei a mici. Marco

53


natural mind® è il magazine online che rispetta l’ambiente natural mind®, il magazine per chi ama l’aria, i viaggi e la natura edito da Make Tailored Advertising in collaborazione con FAITA FederCamping, è prodotto e distribuito nel rispetto dell’ambiente. I consumi di energia elettrica legati alla produzione/invio delle newsletter di natural mind® del 2012 sono stati, infatti, certificati con “100% energia pulita Multiutility”. Certificare i propri consumi energetici equivale ad utilizzare energia elettrica interamente prodotta da fonte rinnovabile: la certificazione "100% energia pulita” è basata sull'immissione in rete (tramite l'annullamento di certificati RECS) di un quantitativo di energia rinnovabile pari al consumo di energia legato alla produzione/invio del magazine, che dà diritto all'ottenimento di status "100% energia pulita” a favore dello stesso. Grazie a questa iniziativa è stata evitata l’emissione in atmosfera di 700 Kg di CO2 e sono stati risparmiati 250 Kg di petrolio. Il marchio "100% energia pulita Multiutility" che appare sulla newsletter, marchio di proprietà di Multiutility S.p.A. registrato a livello europeo e che viene concesso solamente a chi rispetta l’ambiente, è l’attestazione della scelta etica che ha effettuato l’editore di natural mind®. I certificati RECS (Renewable Energy Certificate System) sono titoli che attestano la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile per una taglia minima pari a 1 MWh e favoriscono la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile dagli impianti che altrimenti non avrebbero le condizioni economiche per continuare a produrre energia "verde". I certificati RECS sono distinti dall'erogazione fisica dell'elettricità e la loro emissione consente la commercializzazione dei certificati stessi anche separatamente dall'energia elettrica cui fanno riferimento. Mediante il loro consumo, l'acquirente finanzia l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili testimoniando, pertanto, il suo impegno a favore dell'ambiente.


natural mind maggio 2012