Page 1

Edizione del 6 febbraio 2006

Esce ogni Lunedì Distribuzione gratuita [insieme a Domani Liberi 1 Euro]

REATI D’OPINIONE Natale SALVO Il Senato ha approvato, lo scorso 25 gennaio, col voto favorevole della sola maggioranza di centro-destra, il DDL n. 3538 “Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione”. Esultano i senatori della Lega: "Dopo 60 anni il diritto di esprimere dissenso da parte di un qualunque cittadino viene finalmente tutelato". Come non si potrebbe essere d'accordo sulla soppressione dei reati di opinione? Sennonché qui non stiamo parlando dei reati di opinione. Cominciando a leggere il testo dall'articolo 1, abbiamo attentati contro l'integrità, l'indipendenza e l'unità dello Stato, che è tutto fuorché un reato di opinione; associazioni sovversive, un altro reato pochissimo di opinione; attentato contro la Costituzione, che è un altro reato pochissimo di opinione, e così via. Non conosco bene gli importi delle contravvenzioni stradali ma trovo indecente che si possa vilipendere la bandiera del nostro Paese, del nostro Stato, pagando una somma a partire da 100 euro. O anche che si possa offendere con espressioni ingiuriose cose che formino oggetto di culto con la multa da euro 1.000. Credo che non sia certo coerente con i princìpi che vengono predicati il fatto che quell'area della maggioranza che più volte si è ammantata del tricolore o di difesa della cristianità stabilisce che, in fondo, con qualche centinaio di euro, si può tranquillamente svillaneggiare la nostra bandiera o la chiesa.

L a n ot i z i a è a pparsa sul sito internet www.m ulticup.net

Torna la Grande Vela Vito FIORINO Trapani sarà sede di una nuova manifestazione velica: il “Grand Prix d’Italie”: data prevista dal 1° al 4 giugno 2006. L’annuncio è stato dato il 31 gennaio da Gilles Cambournac presidente dall’ Orma (Ocean Racing Multihull Association) nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Parigi. Si tratta della prima edizione della “Multi Cup 60”, il circuito riservato ai veloci multiscafi di 60 piedi (18 metri, vedi foto). Il circuito partirà da Londra il prossimo 8 maggio e prevede in tutto una prova d’altura e cinque regate costiere da ef-

fettuare in equipaggio, delle quali una sarà svolta in Italia, appunto nella città di Trapani. Si tratta di una lieta “sorpresa”, dato che sino a metà dicembre era previsto che la tappa italiana si

svolgesse in Sardegna, a Porto Cervo. La manifestazione degli “Open 60” ricorderà - sia pure con un pò meno di grandiosità, dato che le imbarcazioni ed i team non sono quelli della

Coppa America - quella dello scorso ottobre. E’ prevista, infatti, la realizzazione di un villaggio dove sarà svolto un programma d’animazione per i turisti, l’esposizione delle imbarcazioni per circa una settimana, tre giorni di competizioni ed esibizioni (dal venerdì alla domenica, la mattina dalle 10 e sino alle 17). Non mancheranno neanche i giochi d’artificio. Oltre che in Italia, la manifestazione prevede scali in Inghilterra (Londra), Portogallo (Portimao) e Francia (Marsiglia, Fecamp e Alpes Maritimes). L’Organizzazione rinvia al mese di marzo per l’annuncio dei team partner.

BUONI & CATTIVI L’ipocrita trapanese Torna a colpire l’ignoto “scrittore” satirico che riempie buche postali di personaggi politici, o comunque noti, con il suo foglio clandestino. Nel numero corrente ampi servizi su una presunta cena di un eminente cittadino, innaffiata di abbandanti vini della casa e graffianti spettegolezzi. Non manca una tiratina d’orecchi a certi giornalisti che, afferma l’ipocrita, presentano “conflitti familiari d’interesse”, causa evidente della scarsa attendibilità alle notizie che poi riferiscono ai propri lettori. Giudizio: E S I L A R A N T E .

Giorgio Colbertaldo Il giovane, e figlio d’arte, rappresentante del’UDC ha affermato in Consiglio, rivolgendosi al sindaco: “Ora, corre l’obbligo a noi sederci e so che lei a breve lo farà, sarò pure presente io, perché.. non per cosa, ma mi hanno investito [infatti si parla di traffico, ndr] del problema, perché ritengo che lei è stato sempre molto attento alle istanze che le sono venute ... creando anche opportunità e la dove ci può essere qualche problema, qualche discrasia, concordando insieme agli attori delle attività commerciali le soluzioni”. Giudizio: T R A P A T T O N I .

SINO SALONE P R O F U M E R I A

V i a F a r d e l l a , 5 9 - Tr a p a n i - Te l . 0 9 2 3 . 2 0 8 4 9

Ta g l i a P r e z z o d e l 3 0 % su qualsiasi prodotto in vendita a presentazione di un copia di questo giornale


2

LA VOCE INDIPENDENTE

L’OPINION E DI ... STRESS DA TRAFFICO Salvatore DAIDONE consigliere comunale Trapani “Come io, come tutti gli altri, si diventa nervosi, si diventa vittima, complessivamente del traffico e anche degli impegni che si hanno, vorrei capire come l’amministrazione intende affrontare queste problematiche” ha affermato in Aula il consigliere diessino lo scorso 12 gennaio, rilevando una propria personale esperienza “dalla Via Archi, alla Via San Vito, parliamo meno di un chilometro circa, io ho impiegato più di tre quarti d’ora”. Daidone avrebbe già individuato il problema (“Il vero problema lo abbiamo quando le macchine sono parcheggiate in doppia fila, e non ce né una sola, ce ne sono diverse macchine. La sosta selvaggia della doppia fila, questo è qualcosa di terribile in questa città”) e la soluzione (“Vorrei esortare i nostri vigili a intervenire prontamente nell’asse centrale per quelle macchine che si fermano in doppia fila, che diventano problematiche per la circolazione del traffico, nell’asse che va da tutta la Via Fardella fino arrivare alla Via Palermo”). Daidone, forse, ha individuato solo una manifestazione della malattia. Il problema è la carenza di posteggi, e la mancata individuzione d’alternative all’uso dell’auto.

Vigili. Un anno di multe. Tra le statistiche tante curiosità.

Bastone o carota? Natale SALVO La lettura delle statistiche 2005 dei verbali emessi dal Comando dei Vigili Urbani di Trapani ha riservato parecchie sorprese. Se il dato complessivo di 18.935 multe può apparire significativo di una particolare severità, l’esame degli articoli violati porterebbe a rilevare, invece, una generosa bonarietà dei Vigili Urbani. Sorprendono, e non poco, le sole 20 multe comminate per violazione all’art. 20 del Codice della Strada (trasporto passeggeri sui ciclomotori) e le 48 multe per violazione all’art. 171 (guida senza casco). Se per centauri vige una

specie di tacito “occhio di favore”, molta più “cura” è stata invece riversata sugli automobilisti: 486 sono stati fermati per non aver allacciato le cinture di sicurezza, 151 per guidare mentre impegnati in conversazione al cellulare. L’attività di “prevenzione” (posti di blocco) è risultata particolarmente redditizia per le casse del Comune in quanto sono stati “pescati” innumerovoli automobilisti “distratti” (568 guidavano senza documenti a bordo, 98 non esponevano il contrassegno assicurativo, 57 circolavano con la patente scaduta, 160 senza aver effettuato la revisione al veicolo, 85, infine, circo-

lavano con l’assicurazione scaduta). L’autovelox, impegnato specialmente nelle frazioni, ha “fotografato” 2.121 eccessi di velocità (dati provvisori). Il problema della carenza di posteggi ha permesso di assegnare un gran numero di multe. 3.454 le infrazioni per violazione della sosta a tempo limitato, e 3.422 per sosta vietata (scivoli per disabili, strice pedonali ecc). Notevole è stato, infine, il contributo degli “ausiliari del traffico”: 7.498 infrazioni sono state rilevate per carenza di pagamento del ticket dovuto per la sosta tra le “strisce blu”.

HA NNO DE TTO

La speranza è che poi dai dati conseguano degli interventi

"Chi è nato per obbedire, obbedirebbe anche sul trono" . Luc De Vauvenargues, scrittore francese.

Arriva il cervellone!

IL SONDAGGIO La Colombaia verrà ceduta ai privati come struttura al servizio del porto turistico, sei d'accordo?

54,05 % Si, tanto ora cade a pezzi, e purchè rimanga fruibile ai cittadini. 45,95 % No, deve restare comunale, è un simbolo di Trapani. Rilevazioni del sito www.altratrapani.it non basate su un campione elaborato scientificamente. Il sondaggio non ha, quindi, un valore statistico.

Una prima importante iniziativa è stata avviata dall’ Amministrazione comunale del capoluogo al fine di giungere a rendere più sicure le strade cittadine. Il Comando della Polizia Municipale ha sottoscritto un accordo con la società Delisa Sud srl di Palermo per la organizzazione di un centro di monitoraggio teso a qualificare e migliorare i dati sugli incidenti stradali, localizzando i punti più critici sulla rete stradale urbana ed extraurbana. Il Progetto, che sarà realizzato con una forte compartecipazione alle spese da parte della Regione Sicilia, prevede che il partener privato individuato

dall’Amministrazione (la Delisa sud) predisponga la piattaforma software opportuna per la rilevazione dei dati tramessi sia dalla polizia municipale e sia da carabinieri e polizia stradale. E’ prevista, altresì, la realizzazione di un portale

internet destinato alla sicurezza stradale e l’avvio di una campagna d’informazione e sensibilizzazione dei cittadiani sui temi della sicurezza stradale. Il costo complessivo del programma ammonterà a 63.000 euro.


3

LA VOCE INDIPENDENTE

Occorre procedere alla demolizione dell’ex-deposito SAU

Ad evitare pericolo crollo Rilevata la “precarietà statica ed igienica che potrebbe refluire ulteriormente nel pregiudizio per l’incolumità anche dei bambini del quartiere”, l’Amministrazione comunale di Trapani ha recentemente, lo scorso 23 gennaio, emesso un’ordinanza che prevede la demolizione dell’ex-mercato rionale di via Pace, nel quartiere Cappuccinelli. Non possiamo non rilevare l’attenzione che la Giunta pone anche su questi importanti temi. Tuttavia, non riusciamo a comprendere come la stessa attenzione non venga posta per l’immobile (ex-

deposito SAU) che si trova tra la via dell’Olmo e la via degli Stabilimenti. Le condizioni di degrado, e di pericolo per l’incolumità sono evidenti, come il grido d’allarme lanciato,

in proposito, alcune settimane addietro dal consigliere comunale Enzo Abbruscato. Un allarme a cui speriamo il sindaco presterà orecchio prima che sia troppo tardi.

LA P OSTA DEL CUORE Credo di essermi presa una cotta per il fratello del mio ragazzo. Penso sempre a lui e non so come fare visto che è nella nostra stessa comitiva di amici. vorrei levarmelo dalla testa perchè io amo il mio fidanzato, ma non ci riesco. Che faccio? (Daniela, Trapani). Dici di amare il tuo fidanzato ma dovresti rivalutare bene ciò che provi per lui perché non credo sia amore, se lo fosse non avresti una cotta per un altro. Cotta tra l’altro che non ha speranze perché non si può mettere zizzania tra due fratelli. L’unica cosa che puoi fare è intanto lasciare il tuo fidanzato, e nonostante io sia una sostenitrice del dire sempre la verità nei rapporti di coppia in questo caso dovrai tacergli per sempre il vero motivo della rottura, cioè la tua cotta per il fratello. Poi aspetta un po’ di tempo. Se sei ancora interessata al tuo attuale cognato e vedi che il tuo ex ormai ha superato la vostra rottura, meglio ancora se si è fidanzato, allora puoi tentare un avvicinamento (Videl).

IN EDICOLA:

La par-condicio non arriva a Trapani e ... D’Alì imperversa

Ciampi si è fermato a... Gianluca FIUSCO Imperversa un’onda anomala propagandistica che rischia di travolgere tutto e tutti. Ma tant’è! Lavaggio del cervello? Ma no! Solamente manipolazione della realtà. Mica è colpa dello stratega della comunicazione politica se poi la gente ci crede per davvero? Ed in effetti la colpa non è dello stratega, ma di quanti si prestano consapevolmente a questo gioco. Ma per avere un’idea ancorché approssimativa di quello che sta succedendo e di quello che succederà, basta prestare attenzione non ai programmi delle TV nazionali, agli editoriali delle testate nazionali e così via, quanto a quello che sta accadendo a livello locale.

Parto dal territorio dove abito: Trapani. Terra di note tradizioni azzurre, che, in queste ore si prepara alla bagarre elettorale. Confesso che sono rimasto disgustato da come, in poche ore, la città si sia attrezzata al meglio per rispondere “eccomi” al fischio del ras locale del partito del portatore nano di democrazia. Una convention in cui ben visibili impinguavano la corte direttori di redazione, giovani rampanti giornalisti e vecchi scafati cronisti. Così il martellamento sui prodigi veri e soprattutto presunti del senatore in questione (divertitevi a scoprire il suo nome) è iniziato dagli schermi dell’unica emittente locale rimasta che, di fatto, ha ora il

monopolio della disinformazione. Quindi, l’indomani e a raffica, pagine su giornaletti locali, sull’edizione locale di giornali regionali, sulle emittenti radiofoniche, in un crescendo mediatico volto ad osannare l’illustre trapanese. Alla faccia di Ciampi, dei suoi richiami che, a quanto pare, valgono, o meglio, dovrebbero valere solo per RAI, Mediaset e La7. Ciampi ha richiamato, prima degli editori, gli operatori ed i professionisti dell’informazione, se ancora ci sono, ad “alzare la schiena e tenerla dritta” a rispettare il codice deontologico e le leggi anche se ancora non si sono sciolte le camere. Ma non c’èdeontologia che tenga: il servilismo è totale.

In edicola trovate il mensile

“DOMANI LIBERI” IN QUESTO NUMERO:

- COSA NOSTRA’S CITY Ampi passi della relazione di minoranza della Commissione nazionale Antimafia: i riferimenti a Ciccio Canino, a Norino Fratello, all’ing. Messina, al sindaco Fazio, al senatore D’Alì; - PERSONALE INEFFICIENTE Ampi passi della relazione del sindaco Fazio presentata ad una Conferenza a Palermo: Le accuse a personale e dirigenti; - DIRITTI & LEGALITA’ Il sindacalista CGIL Franco Colomba denuncia i mal costumi nei cantieri edili ed indica la strada per superarli; - OTTAVO PECCATO CAPITALE: L’INGENUITA’ Riflessioni di Fabrizia Sala che prendono spunto dalla recente legge sull’uso delle armi a casa; - C’E’ UN SOLO DIO Filippo Angileri presenta la Fede Baha’i ;

STAMPE DIGITALI A COLORI Vi a N i n o B i x i o , 7 - Tr a p a n i


4

LA VOCE INDIPENDENTE

Da Erice:

Proprio un anno fa il Vescovo scriveva al Sindaco

AEREI SENZA CARBURANTE

La lettera si è persa?

Giovanni Bruno - Vice segretario regionale del Partito SDI - La Rosa nel Pugno ha così dichiarato, in riferiemnto all’accordo, dopo mille tentennamenti, del segretario del MPA, con la Lega Nord - Padania Indipendente. “ L’ aereo di Raffaele Lombardo, ormai a corto di carburante , atterra nell’unica pista che conosce, quella di centrodestra. Era una scelta quasi ovvia per chi ha creato un movimento politico , che ammantato di nobili sentimenti autonomisti, in realtà metteva all’asta il proprio consenso elettorale. Spiace che qualcuno nell’Unione gli abbia dato credito facendo il suo gioco”. Non vorremmo che, ad Erice, con la scusa di voler e poter battere Ignazio Sanges il centro-sinistra riesca a far resuscitare chi, nel centro-destra, è rimasto senza carburante e cerchi una “spinta” per ripartire.

PER SORRIDERE Un uomo fa ad un amico:"Ieri sera io e mia moglie abbiamo avuto una lite furibonda, ma alla fine è lei che si è messa in ginocchio!". E l'amico:"E cosa ti ha detto???". "Dai cretino, esci da sotto il letto che non ti faccio niente!”.

LA CURIOSITA’

“Carissimo Signor Sindaco, vengo a pregarla in merito all’apertura degli esercizi commerciali nei giorni domenicali. La sacralità della domenica per noi cristiani, come lei ben sa, è indiscutibile non tanto e non solo perché come cristiani abbiamo il dovere di partecipare alla Santa Messa quanto perché la domenica rappresenta la piccola Pasqua settimanale ed è la fonte e la radice della nostra fede. ... Le leggi e gli ordinamenti comunali possono non tenere in considerazione questo dato di fatto? C’è un aspetto di forte rilevanza sociale che, inoltre, reputo vada tenuto in somma considerazione: la domenica è un tempo propizio da dedicare alla famiglia e da poter spendere per il soddisfacimento di eventuali hobbies.

Tra la liberalizzazione totale degli esercizi commerciali come viene paventato e la chiusura estesa a tutte le domeniche ci sta una disciplina di compromesso che tenga conto anche delle attese dei commercianti e dei commessi. Auspico pertanto la possibilità di un’intesa ragionevole, che possa soddisfare le esigenze di entrambe le ragioni. La ringrazio per l’attenzione che vorrà riservare al proble-

ma e mi tengo disponibile ad un’eventuale partecipazione a un tavolo di dialogo che veda insieme la pubblica amministrazione e i commercianti. 31 gennaio 2005” Francesco Miccichè --Sino Salone, commenta: “fui io, tra gli altri, a chiedere, allora, l’interessamento del Vescovo, ma il Sindaco non ha prestato ascolto!”.

PACECO - Chi dopo Plaja? Fodale getta acqua su fuoco

Te m p i p r e m a t uri

I Vigili Urbani, nel centro storico di Ferrara, fan bella ed efficace presenza di sè ... in bicicletta. Abbiamo già notato, a Trapani, postini consegnare le missive pedalando su sgargianti bici gialle! Diversi amici, tra i vigili trapanesi, ci risulta siano noti appassionati ciclisti. Ma a nessuno è venuto, ancora, in mente di creare una “squadra” sulle due ruote “ecologiche” per la vigilanza del nostro centro storico?

L’AGENDA Devono essere presentate entro il 1° Aprile 2006 presso l’Ufficio Servizi Sociali (Via Fra Michele Burgio – Rione Cappuccinelli) le istanze per richiedere l’esonero del pagamento della Tassa per i Rifiuti Solidi Urbani. E’ previsto un limite di reddito di 6.006,29 euro.

Riceviamo e pubblichiamo: Apprezzo la proposta di Peppe Scarcella [di un prossimo sindaco socialista a Paceco fatta al congresso comunale del Partito, ndr] e ritengo che può essere praticabile, specialmente se osserviamo che molti socialisti oggi garantiscono la loro presenza nell'ampio panorama politico del paese. Tuttavia, mi permetto di considerarla ancora prematura, e in ogni caso, dovrà essere il frutto di consenso e di proposta dell'intero schieramento di centrosinistra.

Saranno gli sviluppi della situazione politica generale e locale a dirci chi scegliere come candidato Sindaco alle prossime elezioni.

Di certo, oggi, c'è la nostra ampia adesione agli accordi della coalizione, sia in ambito provinciale che locale, e agli impegni politici assunti, a meno che non saremo costretti a reagire legittimamente a tentativi di relegarci ad un ruolo subalterno rispetto alle altre forze politiche della coalizione e a imporre ai nostri assessori, ai quali riconosciamo capacità di gestione e ribadiamo la nostra piena fiducia, limiti di azione nel portare avanti le attività concordate. Carmelo FODALE

LA VOCE INDIPENDENTE EDITORE STAMPA Associazione “Gra f ic he L e o” DIRETTORE RESPONS. Leonardo FONTE

Reg. Tribunale Trapani n. 297 del 13.10.2004

“Una Città per Tutti” Via G. Adragna, 107 Trapani Tel. 392-948.76.65 Fax 178-227.29.98 scrivi@altratrapani.it

Via G. De Luca, 20/26 Trapani

n.4/2006 iva assolta dall’editore

N 17 la voce indipendente del 6 febbraio 2006