Page 1

Nastroflex informa

3

Notiziario tecnico commerciale

Incontri con l’Industria 10 Giugno 2011: tutto esaurito per il primo incontro con le aziende del settore Legno - Arredo Cari lettori, ben ritrovati. Dedichiamo la nostra copertina all’evento che il 10 Giugno ha visto 50 aziende della filiera LegnoArredo, visitare la nostra sede.

Gli incontri saranno organizzati in piccoli gruppi di lavoro monotematici e calendarizzati sulla base delle esigenze espresse da un campione di oltre 150 aziende del settore che abbiamo interpellato.

cato moltissimo. Infine un ringraziamento particolare va al personale di Nastroflex, che ha reso possibile questo incontro “fatto in casa”, senza sottrarre un solo minuto alla quotidiana operatività, dedicata a sod-

Settembre 2011

Sommario:  10 Giugno 2011: tutto esaurito...

 Le immagini dell’evento  L312T AS: un prodotto che leviga, leviga, leviga...

 C832S: risultato e convenienza

 La tracciabilità del prodotto per velocizzare la soluzione dei problemi

 “Un nastro per vernici a grana fine, lascia solchi irregolari in finitura...”

Come potrete leggere nel resoconto che segue, il meeting è stato dedicato alla presentazione di una ricerca sul futuro prossimo delle lavorazioni, dei materiali e delle finiture, realizzata dalla società di consulenza Modula. Le evidenze emerse dall’indagine ci hanno permesso di ideare il Progetto Incontri Tecnici 2011, con il quale, a partire dall’autunno, Nastroflex intende aumentare nelle aziende, la conoscenza di quegli aspetti tecnici legati agli abrasivi, che fanno la differenza nel migliorare i prodotti finali e la competitività.

Un sentito ringraziamento va ai clienti che ci hanno onorato con la loro presenza e con la visita ai reparti produttivi; per molti di loro è stata una prima assoluta e il loro interesse per questo, che è il cuore dell’azienda, ci ha gratifi-

disfare il cliente. Arrivederci alla prossima occasione d’incontro!

Gianluca Pellicciari Amministratore Delegato


10 Giugno 2011: le immagini dell’evento.

La presentazione della ricerca: molti temi saranno l’oggetto dei prossimi incontri tecnici dedicati .

La linea di pregiunzione automatica dei nastri alti.

Parte la visita allo stabilimento: l’area di smistamento dei “jumbi”, i grandi rotoli di abrasivo, pronti per essere confezionati in nastri e negli altri formati richiesti dal cliente. Sono le 19.00 del Venerdì: tutto è pronto per riprendere il lavoro a pieno regime Lunedì mattina, nel reparto di taglio e sezionatura dei jumbi.

Una delle linee di produzione dei nastri alti: grande attenzione per la spiegazione delle operazioni di taglio e giunzione. La parte ufficiale è terminata, ora spazio a un momento di convivialità, prima di darci l’appuntamento al prossimo incontro.

Nastroflex Informa

2


Le applicazioni su finitura lucida spazzolata

L312T AS: un prodotto che leviga, leviga, leviga… L312T AS è un prodotto su film in PET (polietilene tereftalato) che in formato nastri bassi viene utilizzato per la preparazione delle vernici poliesteri UV, prima della spazzolatura con paste abrasive e brillantanti. Il suo carattere innovativo è dato dall’utilizzo di granuli abrasivi opportunamente miscelati, legati con una resina di nuova formulazione a una superficie pellicolare di concezione esclusiva.

Questi elementi permettono di escludere la possibilità di distacco della composizione abrasiva dalla superficie di ancoraggio e di evitare la rottura del supporto. Grazie alla presenza del supporto in pellicola, dotato di una superficie rigorosamente planare, i granuli abrasivi sviluppano un’attività uniformemente distribuita che, durante l’azione abrasiva, restituisce una superficie perfettamente liscia in ogni suo punto. Inoltre la pellicola di supporto, insensibile alle variazioni di umidità ambientale, permette uno stoccaggio del nastro senza problemi.

L312T grana P1200 leviga un profilo di un’anta da cucina.

Le prestazioni di L312T AS si traducono in un consumo più regolare dell’abrasivo, nell’assenza di righe e graffi causati dalle irregolarità presenti nei prodotti tradizionali e dalla durata media che è di gran lunga superiore ai prodotti tradizionali. Il particolare trattamento del film di

Un nastro di L312T al termine della sua durata. Si noti la totale assenza di intasamento.

L312T AS permette di avere un contatto diretto del nastro con il tampone abrasivo e con il pannello da levigare, senza interposizione di tessuti velcro o di materiali ammortizzanti (presenti in prodotti similari), che vanificherebbero la perfetta levigatura garantita dalla planarità del supporto. L312T AS è quindi particolarmente indicato per superfici dure, dove la sua straordinaria durata è enfatizzata dalla qualità della finitura.

A cura del Servizio Assistenza

Le applicazioni su finitura lucida spazzolata

C832S: risultato e convenienza C832S è un prodotto stearato a base di ossido di alluminio, applicato su un supporto in carta di peso C, studiato per la preparazione delle superfici piane verniciate con prodotti PUR, prima della spazzolatura con paste abrasive e brillantanti.

Da alcuni anni già disponibile nelle grane dalla P40 alla P800, oggi la gamma di C832S è stata ampliata alle grane più fini, arrivando sino alla P1500, per migliorare la lavorazione di superfici verniciate di particolare delicatezza, dovuta alla morbidezza delle vernici poliuretaniche e alla loro tipica tendenza ad intasare il nastro abrasivo. La stearatura infatti è un processo con il quale la superficie abrasiva viene additivata di una sostanza - lo stearato - che contrasta l’intasamento e ne favorisce il raffreddamento durante la lavorazione, aumentando così la durata e la costanza della finitura ottenuta.

Un nastro di C832S di grana P1500

Grazie a queste caratteristiche, il C832S trova il suo maggiore punto di forza nell’ottimo rapporto tra le presta-

Nastroflex Informa

3

Effetto lucido molto accentuato per una superfice di particolare qualità.

zioni e il costo

A cura del Servizio Assistenza

Nota della redazione Per mancanza di spazio, la trattazione delle applicazioni su metallo ritornerà nel prossimo numero.


Consigli per l’uso

La tracciabilità del prodotto per velocizzare la soluzione dei problemi La tracciabilità di un prodotto abrasivo, ovvero la possibilità di identificarne con precisione il percorso di produzione, trasformazione e consegna, grazie ad un codice stampato sul retro, è sempre più necessaria per semplificare i rapporti di fornitura in un mercato sempre più rapido e che lascia poco tempo per la soluzione dei problemi. La tracciabilità diventa poi indispensabile quando l’impossibilità di risalire all’origine di una non conformità, o di un funzionamento non ottimale del prodotto, può causare la perdita di una notevole quantità di tempo, per chiudere il relativo reclamo, oltre a dare spazio a delle incomprensioni non giustificate che appesantiscono ulteriormente la relazione clientefornitore.

Poter tracciare un prodotto significa quindi risalire in tempi certi alla responsabilità precisa di una non conformità riscontrata dal cliente, che viene in tal modo tutelato dal ripetersi dell’evento. Dall’altro lato, il produttore trae vantaggio dalla possibilità di individuare subito e risolvere con precisione un'eventuale punto debole della produzione (che in tal modo è sempre identificata in maniera univoca) o della spedizione. Per questi motivi tutti i prodotti Nastroflex sono dotati di un codice che ne consente la tracciabilità. Nelle foto a lato, vediamo alcuni esempi di codici presenti nei prodotti abrasivi delle aziende più qualificate. A cura del servizio assistenza

La parola al Cliente

“Un nastro per vernici a grana fine lascia solchi irregolari in finitura…” “Gentili Signori, uso da alcuni anni il prodotto 611 Stearato e da qualche mese noto che sulle superfici lavorate appaiono solchi irregolari e casuali e solo dopo che il nastro è stato usato per un certo tempo. Potete spiegarmi questo fenomeno e suggerirmi una soluzione? Risponde Marco Armellin, responsabile del Servizio Assistenza. Caro Lettore, il prodotto 611 Stearato è della tipologia detta a “cosparsione chiusa”, in cui la grana abrasiva ricopre completamente la superficie, con una conseguente maggiore presenza di punte abrasive. Quando questo tipo di prodotti viene usato su una superficie termoplastica, i “micro-trucioli” di quest’ultima

creano dei pallini che si incollano alla superficie dell’abrasivo e che, trascinati sulla superficie in lavorazione, creano queste linee irregolari. Probabilmente il problema è sorto in conseguenza della sostituzione della vernice, o per cambio del fornitore, o per una modifica della ricetta della vernice stessa; il risultato in ogni caso è in una superficie che oggi è più tenera rispetto al passato.

La soluzione a questo problema è l’uso di un prodotto a cosparsione più aperta, ovvero in cui i granuli risultino piu spaziati, proprio per evitarne l’intasamento, come ad esempio il prodotto C832S, di cui abbiamo parlato nelle pagine precedenti”

Per domande di carattere tecnico scrivete a assistenza@nastroflex.it, mentre per gli altri quesiti l’indirizzo è informa@nastroflex.it. Arrivederci al prossimo numero.

Schemi di cosparsione dei granuli abrasivi applicati su un supporto

Nastroflex Informa Nastroflex Spa Via delle Industrie, 17 31047 Levada di Ponte di Piave (Treviso) ITALY Tel. +39.0422.853018 Fax. +39.0422.853533 E-mail: nastroflex@nastroflex.it Web: www.nastroflex.it 4

Nota della redazione Per mancanza di spazio la rubrica “Il servizio e la soddisfazione”, dedicata alle nostre soluzioni vincenti, ritornerà nel prossimo numero.

Nastroflex Notiziario Settembre 2011  
Nastroflex Notiziario Settembre 2011  

Nastroflex Notiziario Settembre 2011

Advertisement