Page 26

Jocava pesante, Rachele Esterman. «Lei mi ha detto che nel pomeriggio telefonò alla scuderia.,.». «Ricorda male. Mi telefonò qualcuno dalla scuderia per dirmi che il cavallo non era stato ancora ritrovato». «Disse chi era?». 73 «No». «Era la stessa voce del mattino?». «Mi... pare di sì». «Di questa seconda telefonata ne ha parlato con Lo Duca?». «No. Avrei dovuto?». «Non era indispensabile. Bene, Rachele, io...». «Aspetti». Passò mezzo minuto di silenzio. La linea non era caduta pirchì Montalbano la sintiva respirare. Po' lei disse a mezza voci: «Ho capito». «Cosa ha capito?». «Quello che lei sospetta». «Cioè?». «Che la persona che mi ha chiamata due volte non era della scuderia. Ma era qualcuno di quelli che hanno rubato e ammazzato il cavallo. È così?». Spetta, beddra e intelligente. «E così». «Perché l'hanno fatto?». «Al momento attuale non glielo so dire?». Ci fu 'na pausa. «Ah, senta. Si hanno notizie del cavallo di Lo Duca?». «Se ne sono perse le tracce». «Che strano». «Bene, Rachele, non ho altre...». «Le volevo dire una cosa». «Me la dica». <<Lei.-- mi fa molta simpatia. Mi piace parlare con » lei, stare con lei». «Grazie» disse Montalbano tanticchia confuso non sapenno che altro dire. Lei arridi. E lui se la vitti, nuda, dintra alla vasca, che arridiva ghittanno la testa narrè. Lungo la schina gli curri un addrizzuni di friddo. «Domani non credo che potremo starcene un pochino tranquilli, noi due... Per quanto, si potrebbe forse... ». S'interrumpì come se le era vinuto un pinsero. Montalbano aspittò tanticchia, po' fici ehm ehm, priciso a come faci vano nei romanzi 'nglisi. Lei ripigliò a parlare. «Ad ogni modo, ho deciso di trattenermi a Monte-lusa ancora tre o quattro giorni, mi pare di averglielo già detto. Spero che avremo modo di rivederci. A domani, Salvo». Si fici la doccia e po' anno a mangiare nella veran-dina. Adelina gli aviva priparato una 'nzalata di pur-piteddri bastevole per quattro pirsone e certi gambe-reni giganti da condire solo con oglio, limone, sale e pepe nìvuro. Mangiò e vippi arriniscenno a pinsare sulo a min-chiate. Poi si SUSI e telefonò a Livia. «Perché ieri sera non mi hai chiamato ?» fu la prima frase di lei. 1 otiva dirle che si era 'mbriacato con Ingrid e che a telefonata gli era nisciuta di testa ? 74 75 «Non ho proprio potuto». «Perché?». «Ero impegnato».

Ebook ita la pista di sabbia