Issuu on Google+

Il magazine del vino italiano. L'informazione in difesa della qualità

Nannoni presenta la Grappa Riserva La Saggezza del Maestro • • •

Autore: Jessica Bordonigio, gio, 11 ott 2012 Tag:Distilleria Nannoni, Gioacchino Nannoni, Nannoni Priscilla Occhipinti Pubblicato in Distillati, Notizie, Notizie Toscana

Novità di gamma per la Distilleria Nannoni di Aratrice (Grosseto) che lancia sul mercato la Grappa Gran Riserva La Saggezza del Maestro, Maest distribuita in Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori. L’OMAGGIO DI PRISCILLA OCCHIPINTI AL MENTORE GIOACCHINO NANNONI Il nome rievoca la figura del fondatore del marchio toscano, Gioacchino Nannoni, Nannoni e vuol essere un tributo da parte dell’allieva prediletta, Priscilla Occhipinti,, che oggi dirige l’azienda con la stessa attenzione per la qualità, nel segno di una distillazione massimamente rispettosa dei profumi e dei


sapori di ogni vitigno o uvaggio, utilizzando solo vinaccia fresca distillata entro 24 ore dalla consegna nei tre impianti discontinui a vapore. VESTE DI CRISTALLO E LUNGO INVECCHIAMENTO – Si tratta di una Grappa Gran Riserva, invecchiata sette anni e confezionata in bottiglie di cristallo artigianale lavorate a mano una ad una. Ogni esemplare, custodito in un cofanetto in legno impreziosito da inserti in metallo, è numerato e firmato dalla stessa Priscilla Occhipinti e possiede un collarino e un cartiglio esplicativo, entrambi sigillati a fuoco. L’edizione è limitata e il prezzo medio in enoteca e di 260 euro. OMAGGIO E INVITO ALLA MEDITAZIONE - Riportiamo la dedica, scritta da Priscilla Occhipinti, che accompagna ogni confezione della grappa: “Se dedizione e riconoscenza, ricerca e tradizione, arte ed amore possono essere sintetizzate in un distillato, con la Saggezza del Maestro ho voluto provare a dare corpo a quella emozionante spiritualità vissuta in quelle intere giornate passate vicino agli alambicchi, dove il mio Maestro , “distillatore principe”, oltre trasmettermi ogni Suo segreto sulla distillazione, riusciva a creare tale interesse e sintonia da poter facilmente parlare di procedimenti alchemici, di filosofia, di esoterismo, e di magica poesia. Non solo le Sue parole, ma anche i bagliori di rame, fumi, spiritelli, profumi e sensazioni, tutto complottava ad indurmi alla meditazione. Questi distillati, omaggio alla grandiosità del Suo ingegno vogliono essere un inequivocabile invito a quella meditazione, creando per voi, nei toni nei profumi e nei sapori la magica atmosfera della distilleria”.

Jessica Bordoni


Civiltà del Bere