__MAIN_TEXT__

Page 1

DIFFUSIONE

MELEGNANO

SANT’ANGELO LODIGIANO

CODOGNO

CASALPUSTERLENGO

SAN MARTINO IN STRADA

SAN COLOMBANO AL LAMBRO

ottobre 2018 ���.��������������.��� / �° 09

FREE

PRESS

shopping magazine

PIÙ SERVIZI

PER LA TUA AZIENDA CON concessionario linea ufficio

SALUTE

CASA

MOTORI

IN OTTOBRE LA PREVENZIONE È ROSA

LE DECORAZIONI PER L’ AUTUNNO

DAL PRIMO OTTOBRE SI FERMANO I DIESEL EURO 3


02

MYSHOP 10·2018


CONTENUTO OTTOBR E 2018

LODI 6-28 OTTOBRE 2018

SHOPPING MAGAZINE

Direttore Responsabile Luigi Rossetti. Redazione tel. 0371 417 340 - fax. 0371 417 339

In copertina

redazione@myshop.com

5 | Pausa Caffè? Sì, grazie!

Coordinamento editoriale Alessandra Depaoli Scotti. Impaginazione Debora Galli, Andrea Iacopino. Progetto grafico Andrea Iacopino. Hanno collaborato Alessandra Barbazza, Simona Bruschi, Oscar Dall’Orto, Alessandra

Salute

Petrini, Miriam Parisi, Flavia Senesi.

6 | Ottobre è rosa 8 | Centro Odontoiatrico Laudense, dove si creano sorrisi

Concessionaria pubblicità Promo Pubbli Press S.r.l. - pubblicita@lodishop.com. Stampa Monza Stampa S.r.l. Foto Fotolia, iPHOTOgrafi.it,

31

Bellezza

10 | Capelli che cadono? Adesso basta!

QUANDO LA FOTOGRAFIA PARLA ALLE COSCIENZE

© Paula Bronstein

Nicole Camino

Supplemento al n° 9 - 2018 di LodiSHOP. Pubblicazione mensile di informazione commerciale e culturale.

Distribuzione gratuita alle famiglie e alle attività commerciali del Sud Milano e del Lodigiano. © Copyright 2017 Promo Pubbli Press Editore S.r.l. Tutti i diritti riservati. Testi, fotografie e disegni contenuti in questo

PROGETTO E REALIZZAZIONE A CURA DEL

CON IL PATROCINIO DI

SOGGETTO DI RILEVANZA REGIONALE CON IL CONTRIBUTO DI

CON IL PATROCINIO DI

CON IL CONTRIBUTO DELLA

OFFICIAL PARTNER

numero non possono essere riprodotti, neppure parzialmente, senza l’autorizzazione

CON IL PATROCINIO E IL SOSTEGNO DI

SPONSOR

17 10

MEDIA SPONSOR

Casa

12 | Lavori in vista? Fai tappa da MachEdil 2000 14 | Isolata e protetta, l’abitazione è più vivibile con Vievi Serramenti

6

17 | #Autunno: decorare con classe e originalità 21 | Calore e atmosfera da FZ Magazzino Edile

SPONSOR TECNICI

dell’editore. IN COLLABORAZIONE CON

DIFFUSIONE

MELEGNANO

SANT’ANGELO LODIGIANO

CODOGNO

CASALPUSTERLENGO

SAN MARTINO IN STRADA

SAN COLOMBANO AL LAMBRO

ottobre 2018 ���.��������������.��� / �° 09

FREE

AWARD PARTNER

Intervista

22 | Filippo Venturi, dittatura “sotto scatto”

PRESS

shopping magazine

PIÙ SERVIZI

PER LA TUA AZIENDA CON concessionario linea ufficio

Motori

27 | Pronti per il cambio gomme? 28 | Al via il blocco dei diesel Euro3

Agenda

SALUTE

CASA

MOTORI

IN OTTOBRE LA PREVENZIONE È ROSA

LE DECORAZIONI PER L’ AUTUNNO

DAL PRIMO OTTOBRE SI FERMANO I DIESEL EURO 3

www.myshopmagazine.com

31 | Il lodigiano da vivere

10·2018 MYSHOP

03


04

MYSHOP 10·2018


IN COPE RTIN A

UN MONDO

DI SERVIZI Distributori automatici di bevande calde, fredde e di snack per le aziende: Area Caffè offre una vasta scelta di prodotti per rendere più piacevole una lunga giornata di lavoro TESTO: SIMONA ZUCCA

A

metà mattina o nel primo pomeriggio, la pausa caffè al lavoro è un’abitudine irrinunciabile per molti. Espresso, lungo o macchiato, l’importante è che la bevanda preferita dagli italiani sia di ottima qualità, meglio ancora se accompagnata da uno snack. Ci pensa Area Caffè, azienda di San Colombano da oltre vent’anni punto di riferimento nel settore vending, con la sua vasta proposta di macchine per il caffè e bevande calde e distributori automatici di snack e bevande fredde dedicati alle imprese. Avete un’azienda medio-grande e volete rendere il momento del break più piacevole per voi e i vostri dipendenti? Da Area Caffè

potrete trovare i distributori che meglio soddisfano le vostre esigenze scegliendo tra una un’ampia gamma di modelli, differenti per dimensione, quantità e tipologia. Prodotti di qualità (ad esempio, Illy, Paluani, Bauli, Ferrero e San Benedetto), marchi rinomati (la reputazione del marchio Necta è una garanzia nel settore dei distributori automatici) e un servizio attento sono i punti di forza del lavoro di Ettore Renzulli, titolare di Area Caffe. Una volta scelto il distributore, non vi dovrete preoccupare più di nulla: Area Caffè si occuperà della consegna, del rifornimento e della manutenzione delle macchine. Così voi vi potrete godere la vostra pausa in totale relax.

DOVE SI TROVA S.Colombano al Lambro (MI) Via dei Mandorli, 48 C Telefono: 0371 897645 Cell. 347 1458825 info@areacaffe.it www.areacaffe.it 10·2018 MYSHOP

05


SA LU T E

OTTOBRE È ROSA Questo mese è dedicato alla prevenzione del tumore al seno: ricordiamocelo e fissiamo in agenda una visita di controllo! TESTO: ALESSANDRA DEPAOLI SCOTTI

O

ttobre è il mese della prevenzione del tumore al seno. Ovviamente si tratta di una data “simbolica”, dato che è superfluo ribadire che ogni periodo dell’anno è perfetto per tenersi informati sui temi di salute che maggiormente ci coinvolgono.

06

MYSHOP 10·2018

Purtroppo i dati non sono confortanti: nel nostro paese il cancro alla mammella è il tumore più frequente della popolazione femminile e rappresenta la seconda causa di morte nelle donne tra i 35 e i 75 anni, dopo le malattie cardiovascolari. Le neoplasie

mammarie, eccezionali sotto i 20 anni, rare tra i 20 e i 29 anni, divengono più frequenti dopo i 30 anni e raggiungono la massima incidenza tra i 45 e i 60 anni, mostrando un aumento relativo con il progredire dell’età. Sono tanti gli enti che ci ricordano

l’importanza della prevenzione, con pubblicità sui più disparati mezzi di comunicazione e persino alcuni monumenti che nelle diverse città si illuminano di rosa: per l’occasione, ad esempio, saranno pink l’Empire State Building di New York, le cascate del Niagara,


SALU TE l’Arena di Amsterdam, l’Opera House di Sidney e tante altre opere famose in tutto il mondo. Le campagne informative sono tantissime e non ci sono davvero più scuse: sottoporsi a progetti di screening e di diagnosi precoce diventa fondamentale e può davvero salvare delle vite. Le terapie per combattere questo male sono sempre più all’avanguardia, la ricerca ha fatto passi da gigante, introducendo strumenti diagnostici per donne di tutte le età, ma la differenza la fa la tempistica: è indispensabile effettuare la diagnosi preventivamente! Infatti, studi recenti dimostrano che se il cancro viene identificato allo stadio iniziale si registra un notevole calo della mortalità e la sopravvivenza a cinque anni nelle donne curate è superiore al 90%. Cercate al più presto i centri specializzati che effettuano diagnosi precoce nelle vostre città e prenotate!

NUOVA APERTURA STUDIO PODOLOGICO

dott.ssa GLORIA MAZZAMUTO Check up del piede e del cammino Lo studio approfondito del piede è di fondamentale importanza per il conseguimento della salute e del benessere della persona. VALUTAZIONI POSTURALI E ANALISI COMPUTERIZZATA DEL PASSO Problematiche legate al dolore del piede come: • Piede piatto • Piede cavo • Metatarsalgie • Fasciti plantari • Tallodinie • Neurinoma di Morton

Da 15 anni

PRESTAZIONI PODOLOGICHE: TRATTAMENTO DELLE DEFORMITÀ DELLE DITA TRAMITE ORTESI IN SILICONE SU MISURA • Alluce valgo • Dita a martello • Dita a griffe

CURA DELLE PATOLOGIE PODALICHE come: • Micosi delle unghie • Unghie incarnite (onicocriptosi) • Ipercheratosi da sovraccarico (callosità) • Medicazioni ulcere diabetiche

BAMBINI PREVENZIONE E CURA Per la salute dei nostri bambini è fondamentale una corretta prevenzione e osservazione dei sintomi che possono indicare dolore al piede o patologie legate a difetti congeniti TRATTAMENTO DELLE PATOLOGIE DEL PIEDE NELL’ATLETA

sul territorio di Crema e Milano

Per informazioni e appuntamenti: Tel. 0371 841766 Via Santa Maria del Sole, 34/36 - LODI - E-mail: podologiagloriamazzamuto@gmail.com

10·2018 MYSHOP

07


SA LU T E

In foto a sinistra, lo staff del Centro Odontoiatrico Laudense. A destra e sotto, alcuni scorci del nuovissimo studio.

DOVE SI CREANO

SORRISI

A Lodi, un nuovo indirizzo dove ricerca, innovazione e servizio si fondono per prendersi cura di voi: Centro Odontoiatrico Laudense Dr. Bonomi TESTO: ALESSANDRA DEPAOLI SCOTTI FOTO: LUDOVICA BORIANI

D

ue professionisti di rilievo che hanno da poco dato vita a uno studio che punta a configurarsi come punto di riferimento innovativo e d’avanguardia per la salute della bocca: il Dottor Federico Bonomi e il dr. Fabio Shaban hanno recentemente inaugurato Il Centro Odontoiatrico Laudense Dr. Bonomi in viale Milano a Lodi e sono pronti a definirlo un «centro rivoluzionario a livello nazionale, che sta facendo da modello in tutto il paese per gli studi odontoiatrici del futuro». Vediamo perché.

08

MYSHOP 10·2018

Dr. Bonomi, come nasce il nuovo Centro Odontoiatrico Laudense? Nasce dall’unione delle competenze di due medici! Questa è la forza del nuovo centro: ad esempio, io tengo corsi di implantologia guidata e corsi di ortodonzia linguale e vestibolare. Il dr. Fabio Shaban è invece un protesista che si dedica sia al ripristino della funzione masticatoria sia all’estetica dentale e alla cosmesi. Non solo: forniamo una serie di servizi integrati, come l’analisi gnatologica e posturale, entrambe fondamentali nel trattamento ortodontico. Qual è la mission del vostro centro? Il nostro principio ispiratore

è: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te stesso. Abbiamo poi scelto di mettere in campo le migliori tecniche e tecnologie per garantire ai pazienti le cure più sicure, perseguendo i principi della minima invasività e della massima prevenzione. Quali le vostre unicità? Siamo riusciti a concentrare in un unico ambiente un servizio completo e tecnologicamente avanzato che comprende tutti i settori dell’odontoiatria contemporanea. Gli strumenti più all’avanguardia consentono una corretta diagnosi, con una riduzione dei tempi di trattamento e dei costi. In sintesi, meno problemi e più tempo “per sorridere”.

E i vostri punti di forza? Siamo il primo studio in Italia a disporre delle attrezzature Morita (azienda leader mondiale nel settore odontoiatrico). Abbiamo un laboratorio odontotecnico interno, lo scanner intraorale e un software che simula l’effetto del risultato finale del vostro sorriso.

DOVE SI TROVA Viale Milano 71 Tel. 0371 420776 Centro Odontoiatrico Laudense www.centro-odontoiatricolaudense.it


10·2018 MYSHOP

09


B ELLEZ Z A

CAPELLI CHE CADONO?

ADESSO BASTA! Cosmetici e programmi anticaduta, una sana alimentazione e integratori specifici sono la beauty routine perfetta per prevenire e contrastare il fenomeno e sfoggiare chiome sane e forti TESTO: ALESSANDRA BARBAZZA

10

MYSHOP 10·2018


BE LLE ZZA

S

pesso ci ritroviamo a fare i conti con una capigliatura che diventa sempre più vuota, spenta e priva di volume. Le cause più comuni? I fattori ereditari, gli squilibri ormonali, i cambi di stagione oppure stress e affaticamento, complici poi spazzole e pettini, usati troppo energicamente, phon e piastre roventi, acconciature troppo strette e tinture chimiche. Con la giusta hair routine però si possono limitare i danni, stimolando il cuoio capelluto, prevenendo la perdita eccessiva di capelli e, addirittura, favorendone la ricrescita. L’hair staylist diventa un consulente di bellezza a tutto tondo, capace non solo di consigliare tagli, colori e acconciature all’ultima moda, ma di prendersi cura della salute e della qualità dei capelli. Le proposte anticaduta di ultima generazione, che si possono acquistare in salone ma anche in farmacia, con formule green e non aggressive (all’arginina o con olii essenziali, alghe, peptidi brevettati, vitamine e retinolo, solo per citarne alcuni) spaziano dalle lozioni ricche di biotina e caffeina agli shampoo potenziati con estratti di cellule staminali, dai sieri alle maschere fortificanti. Esistono poi molte formulazioni efficaci da applicare da soli a casa per stimolare la microcircolazione del cuoio capelluto e aiutare il metabolismo cellulare con frequenza. Da non sottovalutare l’alimentazione. Per avere capelli sani e forti è fondamentale seguire un regime alimentare vario e corretto che includa alimenti che contengono le stesse proprietà della fibra

capillare: vitamine A, B, C ed E, minerali “salvachioma” come zinco, dall’azione sebo-regolatrice, ferro, che previene la caduta, rame, che accelera i processi di cheratinizzazione, silicio, magnesio, manganese e aminoacidi, che rigenerano le cellule. La prima cosa da fare è assumere quotidianamente una quantità adeguata di proteine, alternando il più possibile carne, pesce, uova e formaggio. In particolare non dovrebbero mai mancare il pesce azzurro (acciughe, aguglie, sarde e sgombri) e il salmone, ricchi di Omega 3 dal ruolo protettivo sulle membrane cellulari e indispensabili per il trofismo dei bulbi capillari. Volendo si può ricorrere anche alle proteine di origine vegetale (fagioli, ceci, piselli, soia, lenticchie…), ma sempre associate ai cereali che ne completano il patrimonio proteico. Quando non assumiamo sufficienti dosi di questi alimenti, o nei periodi in cui ne necessitiamo di più, può essere utile ricorrere agli integratori specifici, coadiuvanti della terapia anticaduta, che ci aiutano a mantenere i capelli in salute. I migliori e più efficaci sono quelli a base di amminoacidi (ossia elementi che formano la cheratina, come cistina e guanina), vitamine, olio di Borragine, olio di semi di lino. Attenzione particolare ai cibi grassi: da un recente studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins University negli Stati Uniti e pubblicata su Scientific Reports è emerso infatti che formaggi stagionati, insaccati, fritture possono essere una delle possibili cause della perdita dei capelli e persino del loro invecchiamento.

10·2018 MYSHOP

11


CASA

LAVORI IN VISTA?

FAI TAPPA QUI! Tutto quello che ti serve è da Mach Edil 2000 di San Martino, un punto di riferimento per le imprese edili e artigiane e per i privati TESTO: ALESSANDRA DEPAOLI SCOTTI

Q

uando bisogna “mettere mano” alla propria abitazione, meglio affidarsi a chi ha esperienza e professionalità “da vendere”. Mach Edil 2000 è un punto di riferimento fondamentale sul territorio sia per le imprese edili sia per i privati che devono dedicarsi ai lavori di casa. La varietà merceologica è impressionante. Tra le novità, ecco il Tintometro (dotato di spectrofotometro), che ci illustrano i titolari Laura e Davide: un macchinario computerizzato che permette di

creare vernici di tutti i tipi e in tutti i colori. Le vernici, a seconda delle applicazioni necessarie, potranno essere normali, lavabili, traspiranti o antimuffa. Presenti in negozio anche tanti materiali come cemento, calce, colle, rasanti, oltre ai prodotti per ferramenta, elettroutensili, antinfortunistica e abbigliamento da lavoro, cartellonistica, trabattelli e scale, elevazione e betonaggio, cartongesso, strumenti di misura. Il tutto, accompagnato dalla comprovata consulenza dello staff Mach Edil 2000

UN MONDO DI SERVIZI Importantissima da Mach Edil anche l’assistenza tecnica su tutte le macchine operatrici, così come la riparazione. È inoltre possibile accedere al noleggio di macchine e apparecchiature, ideale soprattutto per i privati. E, per avere tutte le informazioni tecniche per effettuare gli interventi, da non perdere anche i corsi sia pratici sia teorici, con il rilascio di patentini conformi alle normative vigenti.

12

MYSHOP 10·2018

DOVE SI TROVA San Martino in Strada Strada Provinciale 107 Tel. 0371 476152 laura@machedil2000srl.191.it www.machedil2000.it


CASA

10·2018 MYSHOP

13


CASA

ISOLATA E PROTETTA, L’ABITAZIONE È PIÙ VIVIBILE

Marco e Attilio di Vievi Serramenti ci illustrano i vantaggi di isolare efficacemente la nostra casa. La garanzia? È data dalla serietà e dallo stile dell’artigianato made in Italy TESTO: FLAVIA SENESI FOTO: NICOLE CAMINO

F

ino a qualche tempo fa la prestazione energetica di un edificio non suscitava un grande interesse, se non negli addetti ai lavori. Oggi invece, con nuove normative nel settore edilizio e a causa dell’aumento dei costi dei combustibili, limitare le dispersioni termiche delle abitazioni è diventata una necessità, che richiede lo sviluppo di soluzioni adeguate. Di certo tutto questo non sfugge a Marco Chioda e Attilio Rozza di Vievi Serramenti, che ci assistono con proposte ottimali e personalizzate con caratteristiche avanzate e

uniche. Marco e Attilio sanno bene infatti che l’obiettivo di un efficiente isolamento termoacustico è quello di garantire all’interno degli ambienti una temperatura ottimale dell’aria, dei muri, dei pavimenti e dei soffitti e una riduzione del rumore proveniente dall’esterno o dagli ambienti limitrofi. Per avere una sensazione di comfort termoigrometrico occorre che i serramenti siano progettati, realizzati e posati a regola d’arte, con la serietà e con l’esperienza artigianale di chi opera nel settore dal 1972. Altro fattore fondamentale è la

scelta dei migliori materiali completamente made in Italy, anche in collaborazione con marchi leader del settore come nel caso di Metra - che spaziano dall’alluminio, al PVC, al legno o alle diverse loro combinazioni. I vantaggi? Oltre alla prevenzione di problemi legati alla presenza di umidità e condensa, che si manifestano con le odiose macchie scure di muffa, va considerato che l’isolamento termico derivante dalla scelta di un serramento di qualità consente di ridurre le dispersioni di calore e di conseguenza i costi per il riscaldamento.

In alto, a sinistra i titolari di VieVi Serramenti, Attilio Rozza e Marco Chioda. A destra, due realizzazioni. Sopra, la sezione di una finestra.

OLTRE LA CASA

14

MYSHOP 10·2018

Ma non scordiamoci del garage!

gamma di disegni, estetiche,

Anche in questo caso da Vievi è

finiture e colori da abbinare con la

possibile trovare la risposta giusta:

porta d’ingresso, magari blindata.

la porta basculante Securlap di

Le porte antieffrazione Silvelox

Silvelox è il prodotto ideale per

sono infatti caratterizzate da

valorizzare il nostro box. Tutte

una struttura interna in lamiera

le porte basculanti Secur sono

di acciaio, che ne determina la

realizzate su misura con ampia

resistenza ai tentativi di scasso.

DOVE SI TROVA Via Cavalier A.Manzoni 12, Sant’Angelo Lodigiano (LO) Tel. 0371 91370 Cell. 335 5893657 338 2323793 info@vieviserramenti.it


16

MYSHOP 10·2018


CASA

#AUTUNNO:

DECORARE CON CLASSE E ORIGINALITÀ La stagione ci dona colori intensi, foglie che cadono e ottime scuse per invitare gli amici. Sorprendiamoli con decorazioni essenziali, che parlano della terra e dei suoi frutti.

10·2018 MYSHOP

17


CASA TESTO: FLAVIA SENESI

L

a luce calda e soffusa e le temperature miti sono un invito a uscire e fare incetta di tesori: foglie variopinte, bacche, rami, melograni, castagne, zucche. Ci serviranno, una volta rientrati, a decorare la nostra casa e renderla ancora più accogliente. Creare una calda atmosfera autunnale non è poi difficile, è sufficiente seguire i consigli che ci propone la natura, aggiustandoli con pochi semplici accorgimenti. Bastano un cestino da riempire, qualche candela, un vaso con pochi rami pieni di bacche colorate o anche una decorazione sulla porta. Ma autunno vuol dire anche del tempo in più per ricevere e per la perfetta tavola autunnale ci siamo fatti consigliare dalla blogger Lorena Terenghi di “bricioledisapori.it”. «Amo tantissimo stupire i miei ospiti con tavole particolarmente curate, in sintonia con il periodo dell’anno in cui ci troviamo - ci confessa Lorena - e per l’autunno 2018 trovo deliziose le piccole zucche candide, bianche, crema o beige, che sono state l’ispirazione per una delle mie mise en place». Un’idea originale e diversa dal solito total look arancione, che rischia talvolta di prendere il sopravvento. Vi piace quest’idea classy-chic? Lasciamo allora che la tavola di

18

MYSHOP 10·2018

Lorena ispiri anche noi e vediamo come realizzarla. Se le temperature ancora lo consentono, un’ottima idea è quella di poter apparecchiare all’esterno, magari in giardino o sotto un patio, che rimane riparato da vento e umidità della sera. Diversamente, una buona tradizione proveniente dai paesi del Nord, ma che sta prendendo piede anche da noi è quella di mettere a disposizione dei commensali - specie per le signore che notoriamente sono più freddolose - delle morbide copertine in tinta con i colori della tavola. Se, come Lorena, abbiamo la fortuna di avere un bel tavolo con delle venature naturali non è neanche necessaria la tovaglia, ma sarà sufficiente, come unico particolare per incorniciare il piatto, utilizzare dei rametti con viticci intrecciati e fatti seccare. Un trucco semplice per dare allegria e movimento alla tavola è quello di impiegare piatti di diversi colori, diversi servizi e diversi stili. Il consiglio in più? Staccare completamente con le fantasie dei tovaglioli, utilizzando, come nelle foto, un inaspettato tono di blu. Ma il vero tocco di classe è il centrotavola, vediamo insieme come realizzarlo. «Ho acquistato dei rametti di eucalipto a foglia tonda - ci

spiega Lorena - e un rametto di “velo da sposa” di un color arancione perfetto per questa tavola (volendo, invece dell’eucalipto, si possono usare rametti di salice piangente oppure edera). Ho sistemato il verde in centro alla tavola, ho posizionato due piccole alzatine di diverse dimensioni e, in ultimo, ho sistemato le piccole zucche bianche e due pannocchie mignon». L’unica attenzione è ricordarsi che il verde non deve invadere lo spazio riservato

ai piatti e che le alzatine non devono creare problemi di visibilità tra i commensali. Un’interpretazione di tavola d’autunno decisamente elegante e allo stesso tempo di effetto. Gli ospiti di Lorena hanno gradito, scommettiamo che lo faranno anche i vostri?

www.bricioledisapori.it


BE LLE ZZA

10·2018 MYSHOP

19


CASA

CALORE E

ATMOSFERA… Elevati standard di qualità, comfort e design per rendere la vostra abitazione sempre più avvolgente e sostenibile TESTO: ALESSANDRA BARBAZZA

È (ANCORA) TEMPO DI AGEVOLAZIONI Tutte le stufe e i caminetti in vendita presso FZ Magazzino Edile sono dotati di tecnologie innovative che permettono di regolare e distribuire in modo uniforme il calore in tutto l’ambiente, ottimizzando i consumi e riducendo al massimo la dispersione energetica. Questo diventa molto vantaggioso in termini di benessere, ma anche economici: possiamo usufruire delle detrazioni fiscali fino al 50% da recuperare in 10 anni, o del Conto Termico, l’incentivo rivolto agli interventi di “rottamazione” che prevede un contributo in un’unica soluzione (fino a 5.000 euro) per l’installazione di impianti con particolari requisiti in sostituzione di quelli esistenti.

A

rricchiscono gli ambienti con il loro fascino senza tempo abbinato a un livello prestazionale sempre maggiore e a una linea che permette di accostarli perfettamente al resto dell’arredo. Per stufe e caminetti l’indirizzo giusto è FZ Magazzino Edile, storica attività di Castiraga Vidardo da poco trasferita a Sant’Angelo Lodigiano (nella zona industriale di Maiano) e punto di riferimento per privati e professionisti alla ricerca di materiali per il bricolage, la ferramenta e l’edilizia. In particolare, sul fronte “calore” Nikita Zaniboni e Simone 20

MYSHOP 10·2018

Forner (figli dei fondatori) puntano su brand come Edilkamin, di produzione Made in Italy, e MontExport con stufe e caminetti a legna provenienti dall’Austria, dal Belgio e dall’Olanda, sempre più efficienti e performanti, soprattutto in termini di emissioni, ideali per chi adora ascoltare il crepitio del fuoco. Invece, per chi non ama cenere e fumo ma un focolare pulito, ecco i caminetti a gas dotati di accensione, spegnimento e regolazione tramite telecomando. Per chi ha poi un occhio di riguardo al risparmio energetico (ed

economico), ci vengono in aiuto le stufe e i caminetti a pellet, facilmente programmabili e con un’autonomia di ben dieci ore. Non mancano le caldaie, le idrostufe e i modelli declinabili nella versione free standing o componibili con elementi combinati per creare un’ambientazione veramente su misura. Lo staff vi seguirà passo dopo passo: dal sopralluogo gratuito ai preventivi dettagliati, dai rendering a computer per illustrare i rivestimenti dei caminetti alle installazioni idrauliche e non, dalla fornitura alla posa finale.

Sopra a sinistra, un camino moderno e uno scorcio dello show-room. A destra, lo staff di FZ Magazzino Edile. In alto, una stufa dalla tecnologia innovativa.

DOVE SI TROVA Via Cav. Angelo Manzoni 32 – Sant’Angelo Lodigiano (LO) Zona Industriale Maiano Tel. 0371 90750 giovanna@fzsnc.it nikita@fzsnc.it www.fzsnc.it Magazzino Edile srl


I NT E RV ISTA

D I T TAT U R A

“SOTTO SCATTO” Uno spaccato inedito della Corea del Nord a cura di Filippo Venturi, fotografo pluripremiato che espone al Festival della Fotografia Etica di Lodi. Mentre in Corea del Sud… TESTO: ALESSANDRA DEPAOLI SCOTTI FOTO: FILIPPO VENTURI

o p p Fili nturi Ve

C

orea del Nord e del Sud. Due mondi distanti, diversissimi tra loro, che condividono alcuni tratti comuni, come il tentativo di esibire la propria eccellenza al mondo. Ne sappiamo pochissimo? Bene, ci aiuta ad “alzare il sipario” su queste terre Filippo Venturi, fotografo documentarista che espone al Festival della Fotografia Etica, in programma dal 6 al 28 ottobre a Lodi.

22

MYSHOP 10·2018

Filippo, come mai la Corea? Mi incuriosiva la Corea del Sud e ho deciso di documentarla nel 2015 con un progetto che ho intitolato Made in Korea. Si tratta di un Paese povero e arretrato fino agli anni ’60, che poi ha vissuto una trasformazione incredibile: oggi è uno dei più moderni al mondo.

La rincorsa alla modernità e al progresso si esplica però in un’enorme pressione sui giovani, ai quali viene imposto uno smisurato senso della competizione, una continua ricerca della perfezione dal punto di vista scolastico, professionale ed estetico. E proprio sui giovani si è focalizzato il mio obiettivo.

Sei partito dalla scuola immagino Sì. La società impone ai giovani di passare attraverso alcune tappe obbligatorie: conseguire i migliori voti, per accedere ai migliori istituti, che consentiranno di arrivare ai migliori lavori. L’esame di maturità ad esempio per loro è la prova della vita. Quel giorno gli studenti devono dare il massimo: interdicono addirittura i voli sopra le scuole per evitare distrazioni; se qualcuno fa tardi al mattino può chiamare la polizia per farsi portare a scuola


In questa pagina, il fotografo incaricato di accompagnare Filippo in Corea del Nord, controllarlo e censurarlo, mentre lo fotografa nella metropolitana di Pyongyang. Sotto, Kim Hyang, di 22 anni, che lavora al poligono di tiro Meari Shooting Range di Pyongyang.

10¡2018 MYSHOP

23


I NT E RV ISTA

A sinistra, una studentessa della Korea University a Seoul, a destra bambini che giocano in un cortile a Seoul.

in tempo. Per noi è incredibile, ma per loro in quel giorno si decidono le sorti della vita e tutto si ferma. C’è anche un modo di dire emblematico: se vuoi entrare nelle università migliori (le famigerate SKY) devi dormire massimo due ore a notte, se ne dormi tre ti accontenterai di quelle di livello medio, se ne dormi quattro scordati l’università.

Al di fuori dell’ambito scolastico, come si manifesta questa pressione?

24

MYSHOP 10·2018

In generale, sono richiesti modelli estetici senza identità, che i giovani raggiungono sottoponendosi a interventi di chirurgia plastica, che qui raggiungono il record mondiale per numero. La standardizzazione, che si riflette anche nell’aspetto fisico, diventa straniante e surreale: è il contrario di quanto succede in Occidente, dove il successo si raggiunge distinguendosi dalla massa. Quali le conseguenze di questa pressione sui ragazzi?

Sono tanti gli “effetti collaterali” che ho documentato. Ad esempio, si scatena un forte senso della rivalità, diventano eccessivi la dipendenza da internet e dalla tecnologia, l’isolamento sociale e lo stress possono diventare così forti da sfociare nella depressione, nell’alcolismo se non nel suicidio. C’è un ponte a Seul, detto “ponte dei suicidi” che è tappezzato di messaggi incoraggianti “non farlo”, “non saltare”, piuttosto che di immagini di cibi invoglianti e numeri verdi di supporto

psicologico. Nonostante tutto, la Corea del Sud possiede anche il triste primato mondiale dei suicidi, con 43 decessi al giorno. E poi hai puntato l’obiettivo sulla Corea del Nord. Come hai fatto a entrare? Ci sono voluti due anni per avere i permessi, ottenuti grazie all’intermediazione di una persona nordcoreana che ha fatto da “garante”. La Corea del Nord è ufficialmente uno Stato socialista, dove si tengono le elezioni, ma di


IN TE RV ISTA fatto è una dittatura totalitaria basata sul culto della dinastia dei Kim, oggi rappresentata Kim Jong-Un. È uno dei paesi più chiusi al mondo, non c’è libertà di parola, i media sono controllati, si può viaggiare nel paese solo se autorizzati e soprattutto non si può uscire. Dopo una lunga trafila burocratica, sono riuscito a entrare con il visto giornalistico, assieme a una giornalista di Vanity Fair. Come siete riusciti a lavorare poi? Ci hanno accolto quattro guide, che sono sempre rimaste con noi. Uno di loro era addirittura un fotografo che aveva il compito di documentare il nostro lavoro e tutto quello che io a mia volta fotografavo. L’intermediario che mi ha aiutato con i documenti mi aveva messo ben in guardia: non potevo uscire dall’hotel da solo, non potevo parlare liberamente con la collega, mai! Non in presenza delle guide, né nei corridoi (c’erano le telecamere di sicurezza), né tanto meno in camera, opportunamente dotata

di microfoni. Vietato parlare di politica, vietato citare il leader supremo, vietato scherzare. Riuscivo a confrontarmi con la giornalista solo tramite sms, che poi cancellavo. Eravamo isolati dal mondo: niente internet, niente campo per i cellulari. Insomma, bisognava stare più che attenti. Ti sei concentrato di nuovo sui giovani? Sì, questo secondo progetto, Korean Dream – che si rifà al sogno coreano di una futura unificazione - è un seguito di Made in Korea. Volevo documentare i luoghi di crescita e formazione, come gli asili e le scuole. La propaganda crea un clima di costante allerta, come se un attacco da parte deli USA fosse sempre imminente. Si instilla così un forte orgoglio per il Paese, per i suoi progressi, resi possibili solo dalla sapiente guida del leader supremo. Questa concezione si riflette già nell’impostazione della scuola, dove i riferimenti alla guerra e il senso patriottico sono costanti. Negli asili ci sono riproduzioni

di missili, durante gli spettacoli teatrali, dietro ai bambini che cantano, scorrono le immagini di esplosioni e di lanci missilistici. Ricordo che le mie guide erano molto orgogliose di mostrarmi questi episodi: per noi sono pazzeschi, per loro è normale proiettare immagini di guerra a una recita scolastica. Avrai avuto dei divieti, anche a livello fotografico… Certo: impossibile fotografare i cantieri perché potevano dare l’impressione di opere non finite. Vietato poi ritrarre i militari e il degrado. Ricordo un giorno, c’era un coreano seduto in maniera scomposta su una fontana: non era di mio interesse, ma le guide sono scattate avanti per impedirmi di fotografarlo, facendolo anche alzare subito. Secondo te, sono davvero tutti così asserviti? È come se la gente avesse studiato un copione. Al di fuori di Pyongyang c’è povertà assoluta ed estrema: chi abita qui è

completamente vittima della propaganda. In città, c’è una piccola élite composta da funzionari di partito e professori universitari che hanno presente la situazione. C’è poi una fascia intermedia di persone che probabilmente percepisce il filtro che sovrasta le loro vite: alcuni sono consapevoli e ritengono sia giusto far filtrare solo un certo tipo di informazioni; altri ne intuiscono le limitazioni ma non osano mettere in dubbio nulla. Curioso in proposito un dialogo con una delle guide. Gli chiesi “ma il vostro leader è figlio unico?”. Mi rispose di sì. La giornalista allora lo incalzò, facendo riferimento all’assassinio del fratellastro di Kim Jong-Un a Kuala Lumpur nel 2017, e gli domandò “non sai niente di questo episodio?”. Risposta: no. “Te lo racconto io, se vuoi”. Risposta: no. No. Punto. Non lo “voleva” sapere. Un’altra volta abbiamo chiesto: “cosa succede se un nord coreano non è a favore del leader supremo?”. Risposta: “chi è?”… cioè voleva un nome… e un cognome… Più inquietante di così!

10·2018 MYSHOP

25


© Paula Bronstein

LODI 6-28 OTTOBRE 2018

QUANDO LA FOTOGRAFIA PARLA ALLE COSCIENZE PROGETTO E REALIZZAZIONE A CURA DEL

CON IL PATROCINIO DI

SOGGETTO DI RILEVANZA REGIONALE CON IL CONTRIBUTO DI

CON IL PATROCINIO DI

CON IL CONTRIBUTO DELLA

OFFICIAL PARTNER

CON IL PATROCINIO E IL SOSTEGNO DI

SPONSOR

MEDIA SPONSOR

SPONSOR TECNICI

IN COLLABORAZIONE CON

AWARD PARTNER

26

MYSHOP 10·2018


M OTORI

PRONTI PER IL

CAMBIO GOMME? Come ogni anno, l’avvento della stagione invernale porta con se l’obbligo di adeguare le propria vettura alle mutate condizioni climatiche TESTO: OSCAR DALL’ORTO

I

l 15 ottobre parte ufficialmente la stagione del cambio gomme. Tra poco più di un mese, esattamente il 15 novembre, scatterà, come ogni anno, l’obbligo del montaggio dei pneumatici invernali sulle auto e sui furgoni così come sancito dall’articolo 6 del Codice della Strada. L’applicazione di questa norma spetta agli enti che gestiscono le singole

strade che impongono o meno questo obbligo attraverso un apposito segnale apposto nelle tratte interessate e comunque attraverso specifiche ordinanze. Alcune Regioni dove il clima è più rigido possono introdurre delle deroghe che anticipano tale periodo, come nel caso della Valle d’Aosta. In tutta Italia, la tolleranza è di un mese: questo significa che si può circolare con

gli pneumatici invernali a partire dal 15 ottobre fino al 15 maggio senza incorrere in sanzioni. La circolazione senza pneumatici invernali M+S o senza dotazioni alternative, come le catene portate a bordo quando vige l’obbligo può essere punita con una sanzione pecuniaria che varia in base alla tipologia di strada: se l’infrazione viene commessa in

un centro abitato è prevista una multa minima di 41 euro, mentre fuori da centri abitati si parte da un minimo di 84 euro. In autostrada si va da un minimo di 80 ad un massimo di 318 euro e la decurtazione di 3 punti dalla patente. Se la sanzione pecuniaria viene pagata entro 5 giorni dall’accertamento si ha diritto ad una riduzione del 30%.

10·2018 MYSHOP

27


MOTO RI

AL VIA IL BLOCCO

DEI DIESEL EURO 3 Dal 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019, nel Nord Italia, entrano in vigore le norme previste dall’Accordo di Bacino Padano per la limitazione dell’inquinamento TESTO: OSCAR DALL’ORTO

28

MYSHOP 10·2018


M OTORI

I

l Nord Italia spegne i vecchi diesel. Dal primo ottobre, infatti, in molte regioni del nord sono entrate in vigore le nuove limitazioni permanenti del traffico previste dall’Accordo di Bacino Padano per migliorare la qualità dell’aria. Il provvedimento prevede che “la limitazione si applichi prioritariamente nelle aree urbane dei comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti presso i quali opera un adeguato servizio di trasporto pubblico locale, ricadenti in zone presso le quali risulta superato uno o più dei valori limite del PM10 o del biossido di azoto NO2”. Di conseguenza, in centinaia di Comuni di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, dal 1 ottobre al 31 marzo, viene proibita la circolazione agli euro 0 benzina e fino agli euro 3 diesel, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30. La novità riguarda proprio gli euro 3 diesel,

veicoli immatricolati per lo più tra il 2001 e il 2005, che fino allo scorso anno potevano invece circolare. Il provvedimento, successivamente, si rinnoverà a ottobre 2019 e, anzi, si allargherà: “la limitazione è estesa alla categoria euro 4 entro l’1 ottobre 2020, alla categoria Euro 5 entro l’1 ottobre 2025”. L’accordo di Bacino Padano era stato siglato da Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte, assieme al ministero dell’Ambiente, per combattere lo smog su larga scala. Se le prime tre Regioni hanno però dato attuazione al documento, il Piemonte ha rinviato la sua entrata in vigore. Ad eccezione di un paio di Comuni, infatti, in Piemonte continuano a circolare gli euro 3 diesel. In Lombardia le limitazioni al traffico riguardano Milano e altri 213 Comuni. Si tratta di 209 comuni di Fascia 1 e cinque comuni con popolazione superiore ai 30mila abitanti

10·2018 MYSHOP

29


MOTO RI appartenenti alla Fascia 2: Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e S. Giuliano Milanese. Alle nuove restrizioni si aggiungeranno, in caso di necessità, tutte le misure straordinarie che si attivano con il superamento dei livelli consentiti di PM10. Diversamente, sono esclusi dal blocco i veicoli elettrici, ibridi e a gpl, le auto storiche, i motoveicoli e ciclomotori quattro tempi, gli autobus e i mezzi di trasporto pubblico e gli scuolabus. Ma anche i mezzi della polizia, dei vigili del fuoco, di tutte le forze dell’ordine, le ambulanze e le auto private dei medici e dei veterinari con relativo permesso. Lo stop riguarderà circa 420 mila auto e 160 mila furgoni in più rispetto a quelli già fermati negli scorsi anni. Regole che si sommano a quelle già esistenti dell’Area C milanese (dove i veicoli più inquinanti non possono circolare, mentre

30

MYSHOP 10·2018

gli altri devono pagare un ticket d’ingresso) e a quelle che arriveranno con l’Area B. Dal 21 gennaio 2019, infatti, in gran parte del capoluogo milanese verranno fermati in maniera permanente tutto l’anno, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30, i veicoli diesel euro 0, 1, 2 e 3 e benzina euro 0. A ottobre 2019 scatterà poi il blocco degli Euro 4 e nel 2022 degli Euro 5. Infine, secondo quanto previsto dall’articolo 13-bis del Codice della Strada, “chi circola con veicoli appartenenti, relativamente alle emissioni inquinanti, a categorie inferiori a quelle prescritte è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 163 a euro 658”. Nel caso di una reiterazione della violazione nell’arco di due anni, si verrà condannati alla sanzione amministrativa accessoria che prevede la sospensione della patente di guida da quindici a trenta giorni.


il Lodigiano IL LODIGIANO DA VIVERE A CURA DI CRISTIANO ROSSETTI

FESTA DEL CIOCCOLATO DA VENERDÌ 12 A DOMENICA 14 OTTOBRE PIAZZA DELLA VITTORIA, DALLE ORE 10

Choco Amore, Associazione Nazionale Cioccolatieri, porta in piazza della Vittoria i migliori cioccolatieri che si esibiranno nella loro arte, tante bancarelle dove fare acquisti e degustazioni, laboratori per conoscere meglio il mondo del cioccolato artigianale.

FESTIVAL DELLA FOTOGRAFIA ETICA 9^ EDIZIONE, DAL 6 AL 28 OTTOBRE 2018

Dal prossimo 6 al 28 ottobre Lodi si prepara ad essere uno dei poli della fotografia in Italia e non solo, con la nona edizione del Festival della Fotografia Etica. Il percorso fatto ha portato il festival ad essere un punto di riferimento solido all’interno del panorama europeo dei festival di fotografia, grazie alla scelta di raccontare l’attualità attraverso percorsi diversi e originali, con l’obiettivo dichiarato di voler “creare un circuito virtuoso in grado di permettere alla fotografia di arrivare al pubblico e parlare alle coscienze”. Una edizione, quella di quest’anno, decisamente “potente” che, oltre per la qualità delle mostre, si connoterà per il livello degli incontri, visite guidate con i fotografi, letture portfolio, presentazioni di libri e per le attività educational destinate agli studenti delle scuole medie e superiori. Per quattro settimane densissime di proposte, di grande fotografia e soprattutto di straordinaria umanità. www.festivaldellafotografiaetica.it

CUCINA RASSEGNA GASTRONOMICA DEL LODIGIANO 30^ EDIZIONE, DAL 6 OTTOBRE AL 2 DICEMBRE 2018

Al via dal 6 ottobre al 2 dicembre 2018 il tradizionale appuntamento con la Rassegna Gastronomica del Lodigiano, la più ampia kermesse culinaria dell’intera Lombardia, giunta alla sua 29^ edizione. I 16 ristoranti partecipanti rappresentano ad ampio spettro la cucina basso-lombarda in tutti i suoi stili, dalle osterie tradizionali a quelle più moderne, dai ristoranti storici ai cascinali. In ognuno di essi sarà possibile degustare il Menù Classico, un compendio della cucina lodigiana, completo di antipasti e dolce. Anche quest’anno alcuni ristoranti proporranno un Menù tematico dedicato ai prodotti e alle ricette di stagione: il Menù Zucca e Castagne. Completano l’offerta le proposte cosiddette “conviviali”, come “Antichi Sapori”, un menu dedicato alla valorizzazione del piatto tipico del ristorante, e la Serata “Amica”, in programma tutti i venerdì dal 26 ottobre al 23 novembre con sconto del 10% per gruppi di sole donne. www.rassegnagastronomica.it

LODI 6-28 OTTOBRE 2018

© Paula Bronstein

EVENTI

QUANDO LA FOTOGRAFIA PARLA ALLE COSCIENZE PROGETTO E REALIZZAZIONE A CURA DEL

CON IL PATROCINIO DI

SOGGETTO DI RILEVANZA REGIONALE CON IL CONTRIBUTO DI

CON IL PATROCINIO DI

CON IL CONTRIBUTO DELLA

OFFICIAL PARTNER

CON IL PATROCINIO E IL SOSTEGNO DI

SPONSOR

MEDIA SPONSOR

SPONSOR TECNICI

IN COLLABORAZIONE CON

AWARD PARTNER

10·2018 MYSHOP

31


32

MYSHOP 10·2018

Profile for myshop magazine

myshop magazine Ottobre 2018  

myshop magazine Ottobre 2018  

Advertisement