Page 1

microbo.net


Giovanni Bonanno

MYSELF


Giovanni Bonanno

MYSELF


La creatività è stimolata dai limiti 
 ”I had a house recently with no constraints, 
 and I had a horrible ?me with it.” 
 Frank Gehry

Il nostro io è al giorno d’oggi sempre più frammentato, le nostre molteplici iden?tà si diffondono nello spazio reale e virtuale con una velocità imprevedibile e ci perme0ono di riassumere su ciascuno di noi una mol?tudine di vite, ciascuna delle quali ci definisce nei contes? in cui decidiamo di spenderla e nessuna delle quali esaurisce la nostra complessità, con tu0e le sfacce0ature che creano ogni singolo individuo. Il punto non è quello di nascondersi dietro maschere pirandelliane, non è il celarsi dietro alla mol?tudine insita in ognuno, quanto piu0osto - proprio nel mondo contemporaneo che ci mol?plica senza sosta, il rivendicare con fierezza la nostra individualità, crearsi degli spazi, anche molto minu?, in cui definirsi e se lo si desidera, mostrarsi.


MYSELF vuole essere proprio questo: un piccolo spazio, definito, circostanziato, specifico, in cui offrire una propria visione, un brano del sé, a0raverso la propria espressione ar?s?ca. Si potrebbe obie0are che il fa0o di proporsi all’interno di una cornice comune, di una scatola uguale alle altre possa porre limitazioni alla crea?vità, ma si tra0erebbe di un’affermazione ingenua: è noto infaA che i confini, i limi?, abbiano esa0amente l’effe0o contrario, ovvero quello di s?molare la crea?vità, che all’interno di uno spazio circoscri0o può spaziare di più e con maggiore intensità che nell’indefinita libertà assoluta. Ogni scatola diviene quindi il piccolissimo spazio del sé, che l’ar?sta ha a propria definizione per proporsi, per aggiungere una sfacce0atura alle centomila che già possiede. Il nostro compito è quello di osservare il rapporto tra la fisicità della scatola e la virtualità delle sue rappresentazioni online, di me0erle in dialogo con altri ar?s? e fruitori, di fare viaggiare le varie iden?tà e di offrire loro occasione di mostrarsi, consapevoli che non possono certo esaurire la personalità e la ricerca di ogni ar?sta, ma al contempo innegabilmente rappresentano una notevole occasione per rifle0ere su sé stessi e donare la propria visione ed in ul?ma istanza donarsi a chi vuole osservare. Aldo Torrebruno


Selfie/Searching for iden?ty. L'ar?sta definisce l’opera come "Lavoro sull'iden?tà e operazione di lavoro per una ricerca e una possibile verifica trascendentale". Giovanni Bonanno è ar2sta, poeta e cri2co d'arte; ha scri;o saggi e recensioni per importan2 mostre e ar2s2 contemporanei. Nato in Sicilia, nella Valle dei Templi tra Selinunte e Agrigento, dopo una prima iniziale fase di lavoro, nel 1976 inizia a definire le sue ricerche a cara;ere ambientale; dal 1976 al 1978 lavora sull’espansione di materia aKva con disegni, progeK, sculture e ambien2. Dal 1979 al 1982 realizza una serie di lavori sui percorsi mentali, sulle tracce e sui reper2 della memoria. Dal 1988 al 2006 si dedica alla tema2ca delle nature alterate e sui contaminan2, che generano una visione nuova sul mondo, che trasforma il veduto in visionario inoggeKvo. Dal 2008 a oggi la tema2ca cui fa riferimento è la condizione PostHuman. Vive e lavora a Salerno..



MYSELF 


Curatela | Anna Epis e Aldo Torrebruno
 Presentazione | Aldo Torrebruno
 Proge0o | microbo.net

microbo.net è un proge0o dedicato al non-luogo dell’arte, un’inizia?va innova?va, che si pone ai confini del sistema dell’arte, in modo 100% free. microbo.net ha come scopo principale la promozione degli ar?s?: propone mostre virtuali che cercano il dialogo tra opere d’arte contemporanee, il più delle volte sconosciute (o non ancora conosciute) al sistema dell’arte. microbo.net è un proge0o senza fini di lucro: per questo è 100% free; ma è anche free nel senso di libero. microbo.net u?lizza principalmente quello che secondo noi è il più importante canale comunica?vo del mondo moderno: la Rete. microbo.net non ha sede fisica, ma come tu0o ciò che è in Internet, è ovunque ci sia una connessione, col suo sito web microbo.net e con la sua area social. Il nome microbo deriva dalla nostra consapevolezza di essere una realtà piccolissima, ma la cui potenzialità diffusione è immensa e con?nua.


PARTNER

microLive
 via Giovanola 19/c 21/c

Milano

MYSELF
 Wunderkammern effimere microbo.net 2018/2019

Giovanni Bonanno  
Giovanni Bonanno  
Advertisement