Page 1

MySardegna Luglio 2009 N°2

Copia gratuita

Mensile gratuito di informazione e lifestyle

SALUTE

Occhio alla vista!

MOTORI

Tolleranza zero sulle strade

MODA

Accessori moda estate 2009

INCHIESTE

Gli sprechi d’acqua

TATOO

Il rito Moko del tribal

VIAGGI

Le destinazioni più gettonate


LUGLIO NUMERO 2

MySardegna Mensile gratuito di informazione e lifestyle

in copertina

MySardegna Mensile gratuito di informazione e lifestyle

SOMMARIO

3 MySALUTE

•OCCHIO ALLA VISTA •MANGIARE CARNE AIUTA LA MEMORIA

5 MyINCHIESTE

•ITALIANI CAMPIONI NEGLI SPRECHI D’ACQUA •ECO - CONTRIBUTI RAEE, COME SMALTIRE LA VECCHIA TV

8 MyVIAGGI

•TEMPO DI VACANZE: LE DESTINAZIONI PIù GETTONATE •IN VIAGGIO PER LA SS 125

MySardegna Mensile gratuito di informazione Anno I • numero 2 • Luglio 2009 Proprietario e editore Marco Uccheddu m.uccheddu@mysardegna.it Direttore responsabile Tito Boassa

11 MyBRICO

•LA BIOARCHITETTURA

Vice direttore Ivan Fonnesu i.fonnesu@mysardegna.it

12 MyTATOO

•IL RITO MOKO del tatoo tribale

Grafica e impaginazione Federico Musiu federicomusiu@tiscali.it

13 MyMOTORI

•MERCATO AUTO •TOLLERANZA ZERO PER ALCOOL E ALTA VELOCITÀ

Collaboratori Barbara Bullita Redazione Via Is Mirrionis 51/C, 09121 Cagliari, tel: 070.2348127 mail: redazione@mysardegna.it Stampa Several Service di Giacomo Spanu & C. S.A.S. Regione Palmari, 09016 Iglesias (CI)

16 MyMODA

•DESIGN DI LUSSO IN CUCINA •ACCESSORI MODA 2009

Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione n° 6/09 del 07-04-2009 La direzione di Mysardegna si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’editore e la concessionaria di pubblicità non rispondono di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. E’ vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale. My Sardegna è distribuito a: Cagliari, Quartu, Quartucciu, Monserrato, Selargius, Sestu, Ussana, Elmas, Villasor, San Sperate, Sinnai, Pula, Villacidro, Guspini, Sanluri, San Gavino, Serrenti, Serramanna, Senorbì, Muravera, San Vito, Villaputzu, Costa Rey, Villasimius

18 MyFOTO

•LE FOTO PIÙ CURIOSE DAL MONDO

19 MyHOBBY

Concessionaria esclusiva per la pubblicità Now Communication Via Is Mirrionis 51/C, 09121 Cagliari, tel: 070.2348127 info@mysardegna.it

•IL GIARDINO GIAPPONESE

Voglio te! Non sprecare la tua pubblicità, affidati a noi per la promozione della tua attività. Proponiamo servizi pubblicitari personalizzati in sintonia con le tematiche dei nostri articoli. Contattaci: info@mysardegna.it 070.2348127 – 349.2116567 – 340.5259346 !


My SALUTE

Occhio alla vista!

L

a vista, il primo dei nostri cinque sensi, è secondo Aristotele, quello più importante e che ci permette di conoscere meglio il mondo. Ogni giorno, tutto il giorno, la vista ci aiuta a compiere tutti i nostri gesti quotidiani: possiamo guidare, possiamo ammirare un panorama, e possiamo leggere un libro in penombra. Occorre però proteggere questo senso così prezioso, e non solo dalla potenza dei raggi Uv, ma anche da altri disturbi che possono alterare il nostro modo di vedere. Questi possono essere la miopia, l’astigmatismo, l’ipermetropia, il daltonismo. La miopia è un difetto visivo a causa del quale si vede sfocato da lontano, mentre la visione da vicino è buona. Generalmente i miopi strizzano gli occhi socchiudendo le palpebre per cercare di mettere a fuoco gli oggetti lontani. La prevenzione dei disturbi ottici diventa quindi fondamentale soprattutto in età adolescenziale, periodo nel quale il nostro organismo completa la

sua formazione; occorre quindi correggere ed intervenire per proteggere la vista con degli occhiali adeguati. La vista non è un bene eterno, dobbiamo curarla e rispettarla e non minimizzare disturbi che potrebbero crearsi. Capita poi tra gli

adolescenti di sottovalutare il problema di una vista non corretta, per paura e per l’incomodo di portare gli occhiali. Invece oggi gli occhiali da vista, oltre a correggere i nostri problemi, diventano un accessorio che valorizza la conformazione del viso; se ne possono anche avere più paia da cambiare a seconda del momento della giornata: da ufficio, più comodi ed ergonomici e da sera, più moderni e pratici. Per insegnare ai ragazzi e ai bambini a curare la propria vista, la Iapb Italia (Agenzia internazionale per la previdenza e la cecità) ha dato vita a diverse campagne informative, come “Apri gli occhi” e “Vediamoci chiaro”, indirizzate alle scuole elementari e superiori. La prevenzione può migliorare la qualità della vita delle persone: infatti il 38% dei ragazzi che frequenta le scuole primarie e secondarie porta gli occhiali. Occhio alla vista, allora, sarebbe il caso di dire. Per non farsela scappare.

OFFERTA ESCLUSIVA LUGLIO:

ritaglia questo spazio e presentalo per avere uno sconto del 30% su tutti gi occhiali da sole.

CAGLIARI, VIA IS MIRRIONIS 43/A

CAGLIARI, VIA MORGAGNI 5

TEL. 070.276181

CAGLIARI, P.ZZA GRAMSCI 16

(ANG. VIA ROCKFELLER)

TEL. 070.344193

GUSPINI, VIA PARROCCHIA 4

TEL. 070.659280

TEL. 070.970164


4

My SALUTE

MANGIAR CARNE AIUTA LA MEMORIA

Sapevate che mangiar carne sviluppa la memoria, rende più duraturi i ricordi e può curare alcune patologie? La scoperta arriva da scienziati californiani

P

er un pranzo memorabile, aggiungere una buona dose di grassi. E’ da questi elementi infatti che il cervello trae una “colla” che fissa a lungo i ricordi. La scoperta degli scienziati dell’università della California a Irvine, pubblicata sulla rivista Pnas (Proceedings of the national academy of sciences) promette di essere utile sia a chi soffre di memoria corta sia a chi si lamenta per un addome pingue. La nuova scoperta ha una spiegazione che affonda nella nostra storia di uomini primitivi: pur essendo onnivori, infatti, i nostri antenati traevano molta più energia (e quindi chance di sopravvivenza) da un pasto ricco di carne piuttosto che da uno spuntino vegetale. E il cervello, nel corso dell’evoluzio-

ne, ha appreso quanto fosse vantaggioso memorizzare luoghi e circostanze di un lauto pasto, nella speranza di ripeterlo presto. La situazione oggi è capovolta, con salute e longevità legate a un consumo moderato di calorie. Ma l’evoluzione comporta tempi estremamente lunghi, e il cervello non ha ancora imparato a tararsi sulla recente era dell’opulenza. Durante la digestione dei grassi, queste molecole pesanti e complesse vengono spezzettate in elementi più piccoli. Uno di essi - battezzato “oleoiletanoamide” - ha la capacità di raggiungere il cervello svolgendovi due funzioni principali. La prima di informare il cervello che la bistecca ha saziato l’organismo. La seconda, inattesa, quella di facilitare la formazione di ricordi duratu-

ri. Usando un immaginario microscopio, potremmo descrivere i ricordi come reti di neuroni che con le loro ramificazioni (gli assoni) stringono legami più o meno duraturi. La solidità dei loro abbracci dipende dalle sostanze chimiche che legano gli assoni. Le molecole dei grassi si sono rivelate particolarmente utili in questo caso, in grado di rendere duraturo un ricordo altrimenti labile. La differenza fra la memoria a breve termine e quella a lungo termine potrebbe dunque essere riassunta nello scarto fra un pasto a base di verdure e un pranzo luculliano; dei farmaci che contengono queste sostanze sono già in sperimentazione per ridurre la sensazione della fame e combattere l’obesità.

Bar tavola calda bruschetteria birreria spaghetteria bisteccheria tabacchi servizi sisal e sala slot

La Foresteria SP 14 bis, Km 4 09039 Villacidro (VS) tel. 070.9311114

aperto dalle 05:00 alle 01:00 chiuso la Domenica


My INCHIESTE

ITALIANI CAMPIONI NELLO SPRECO E NEL CONSUMO DI RISORSE IDRICHE Usiamo 740 metri cubi di acqua a testa all’anno, beviamo 182 litri di minerale. Il sistema idrico è un colabrodo e le tariffe aumentano

Q

!

ual è il paese europeo che spreca più acqua? Indovinato. E chi sono i maggiori consumatori al mondo di acqua minerale?Indovinato. Secondo Roberto Della Seta, presidente di Legambiente, bisognerebbe cominciare a invertire questa sequenza, ottimizzare i consumi e ridurre gli sprechi, arrivando finalmente a pensare all’acqua come un bene comune. “Il rischio black out e caro-petrolio - dice Della Seta - si combattono cambiando alla radice le politiche energetiche, orientandole al risparmio e all’uso delle fonti rinnovabili. E’ tempo che nella gestione dell’acqua si passi dalla pianificazione dell’offerta a quella della domanda: bisogna ridurre i consumi, gli sprechi e i prelievi illegali, e arrivare a pensare l’acqua come un bene comune e limitato perché si possa dare una soluzione duratura ai problemi di approvvigionamento”. E’ un fatto che solo il 19% dell’acqua potabile

sia utilizzata per essere bevuta, che gli impianti per la produzione di energia ne succhiano inutilmente il 14% (le industrie il 19%) e che l’agricoltura ne beve circa la metà. Senza contare le perdite di rete, un colabrodo che disperde circa il 40%, con punte anche più avanzate. L’Italia infatti consuma circa 54 miliardi di metri cubi l’anno d acqua, e gli italiani 200 litri al giorno, ovvero 740 metri cubi all’anno per abitante quando la media europea è di 612 mc/anno. Siamo i migliori d’Europa, in negativo, anche per quanto riguarda lo sfruttamento elevato di acqua di falda: il 23% dei prelievi complessivi, contro il 13% della media europea (Lazio e Campania sono le regioni di che utilizzano più acqua di falda per uso potabile). Ma l’acqua è buona? Sostanzialmente sì, anche se per proteggere gli interessi di chi la vende in bottiglia lo stato di salute dell’acqua pubblic-a non gode di buona stampa. La relazione dell’Autorità di vigilanza esprime qualche “preoccupazione”.

Secondo le analisi effettuate nel 2004, il 43% dei fiumi italiani garantisce acqua di qualità sufficiente (classe 3), il 37% buona (classe 2), il 18% non buona e solo il 2% ottima. Molto dipende dalla qualità dei depuratori. Il maggior numero di depuratori non conformi si trovano in Sardegna, Campania e Calabria, e il livello di copertura del servizio di depurazione su tutto il territorio è del 74,8% (ma in Sicilia è inferiore al 50%).

Mondo ORRU’

ORTOMAT® sistema PERMANENTE per la ricerca delle perdite in rete

Via Azuni 102, 09039 Villacidro ( VS ) tel.070/932103 fax.070/9310303 email mondorru@tiscali.it

STOP alle falde nelle reti idriche, l’acqua è un bene prezioso preserviamolo!

!


6

My INCHIESTE

ECO-CONTRIBUTI RAEE, COME SMALTIRE LA MIA VECCHIA TV Sapevate inoltre che dal 2007, quando comprate un elettrodomestico, pagate una tassa sul suo smaltimento? E che il rivenditore è obbligato a smaltirlo nel momento in cui dovete sostituirlo?

A

ltro che rifiuti di plastica, carta, umido, secco e vetro. Uno dei nuovi problemi del mondo contemporaneo è lo smaltimento dei RAEE, ovvero i rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, cioè tutti quegli apparecchi diventati obsoleti, oppure non più funzionanti. La soluzione più immedia-

ta, quella di buttarli nel cassonetto, non è praticabile. I rifiuti hi-tech contengono, infatti, un gran numero di metalli pesanti (oro, argento, rame e così via), piombo, acidi nelle batterie, silicio e materie plastiche che li rendono estremamente nocivi per l’ambiente. Esiste, inoltre, la possibilità di recuperare tutti questi metalli per poterli riutilizzare, dando ricadute positive sull’ambiente. Per questi motivi la Legge prevede un contributo sui nuovi prodotti messi in vendita a partire dal 12 novembre 2007, e per finanziare le attività relative al corretto trattamento e riciclo degli apparecchi elettrici ed elettronici non

più funzionanti. Le aziende produttrici e importatrici di apparecchi elettronici avranno il compito di gestire su tutto il territorio nazionale i rifiuti derivanti dai prodotti hi-tech. La Legge consente ai produttori di evidenziare i costi per lo smaltimento tramite un eco-contributo, aggiunto al prezzo del prodotto. L’ecocontributo visibile permette di conoscere con la massima trasparenza i costi per il riciclo dei RAEE, diversi per tipologia di apparecchio. Gli importi degli eco-contributi RAEE più alti si registrano nella categoria dei grandi elettrodomestici. Vecchi frigoriferi e congelatori contengono al loro interno gas, come HCFC (Idroclorofluorocarburi) e CFC (clorofluorocarburi), pericolosi per lo strato di ozono, e richiedono processi più articolati per garantire il riciclo nella massima tutela dell’ambiente. Frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici e piani cottura rappresentano inoltre una fonte preziosa di materiali come rame, ferro e alluminio che è opportuno recuperare

per il successivo riutilizzo nella produzione di nuovi apparecchi, e per questo motivo l’eco-contributo è il più caro, di 16€. Invece per televisori oltre 32 pollici il contributo è di 7€, climatizzatori 6€, per forni, lavatrici, lavastoviglie e stufe 5€, videocamere, DVD, Hi-Fi, amplificatori, fotocamere 50 cent. Riciclare i vecchi apparecchi elettrici ed elettronici è fondamentale: infatti ogni cittadino europeo produce tra 17 e 20 kg di RAEE all’anno. In Italia, la produzione pro capite si aggira intorno ai 14 kg. Le stime dell’ONU sono di 20-50 milioni di tonnellate di rifiuti tecnologici prodotti ogni anno, che comprendono più del 5% di tutti i rifiuti solidi urbani generati nel mondo. Data la gran mole che viene prodotta, l’affare è di grande interesse anche per il mercato nero e oggi il destino di vaste quantità di rifiuti elettronici rimane sconosciuto. Si perdono le tracce del 75% dei rifiuti tecnologici prodotti nella Unione Europea e di oltre l’80% di quelli prodotti negli Stati Uniti. Se anche una parte di questi è ancora nelle case, nelle cantine e nei garage, o viene smaltito in discarica o incenerito, una buona parte viene esportata - spesso illegalmente - per finire in discariche incontrollate in Africa oppure a riciclatori clandestini in Asia. In questi luoghi i lavoratori, spesso bambini, sono esposti ai rischi legati al cocktail di composti chimici che questi rifiuti contengono se trattati in modo rudimentale e senza protezioni.


SM ELETTRONICS srl

La qualità ai prezzi più bassi Centro commerciale Sant’Ignazio Località Cannamenda 09039 Villacidro (VS) tel 0709311034 fax 0709311035 Elettrodomestici, hi-fi, video giochi, cd e dvd, tv lcd ad alta risoluzione e video hi-fi, telefonia e computers, lista nozze, libri Tutte le migliori marche e i prezzi più vantaggiosi Contributo statale su congelatori e frigoriferi classe A+. Raee Ecocontributi. Garanzia assistenza prodotti


8

My VIAGGI

TEMPO DI VACANZE LE DESTINAZIONI PIU’ GETTONATE

L

’estate sta arrivando e con il caldo arrivano gli elenchi delle località più belle e ambite, quindi consigliate a dispetto invece di quelle da evitare. Le vacanze al mare sono quelle più seguite ma non trascuriamo chi ama la montagna e l’attività sportiva. Senza ombra di dubbio negli ultimi anni gli italiani scelgono come destinazione italiana la Sardegna, seguita da Toscana e Sicilia. Senza sottovalutare Rimini e Riccione che sono affollatissime ogni anno perché dotate di confort e di strutture ricercatissime. La meta più ambita rimane però la Sardegna: il mare è tra i più belli e trasparenti

che si possano vedere al mondo; la Costa Smeralda e l’arcipelago de La Maddalena sono ritrovi fissi dei Vip nazionali e internazionali. Certo la Sardegna non è solo mare per i Vip, ma è aperta a tutti con i suoi villaggi turistici disseminati in ogni pare della regione. Per quanto riguarda i viaggi il globo terrestre è una fonte inesauribile di posti da visitare, per cui non esiste che l’imbarazzo nella scelta. A periodi alcune mete sono state preferite ad altre e poi abbandonate quando questi luoghi, prima fama di posti incontaminati, successivamente sono diventati fenomeni di vacanza di massa. Tra le mete balneari internazionali quelle

Agenzia di Viaggi Cisalpina Tours della Pick s.r.l. Via Parrocchia 277 Villacidro

che sembrano essere le più gettonate sono Capo Verde, Kenia, Zanzibar in Africa, Sharm El Sheikh nel Mar Rosso; Costa Brava, Santo Domingo, Messico in America; Maldive nell’Oceano Indiano. Tra le destinazioni estere programmate in Europa spiccano le mete balneari e culturali della Spagna, sulle Isole Baleari e a Palma di Maiorca con più di 800 mila vacanzieri pronti a muoversi, e della Grecia e della Croazia. Per le vacanze brevi, le capitali dell’Europa rimangono le mete più ambite: così si sceglie di andare a visitare città come Parigi, Praga, Siviglia, Madrid e Berlino, mete rese ancora più comode dalla moneta unica.

PARTENZE DI LUGLIO HAMMAMET

:partenza da Cagliari, 8 giorni e 7 notti in hotel 4* in mezza pensione comprese le bevande da € 435,00*

SHARM EL SHEIKH

partenza da Cagliari ( dal 26/07), 8 giorni e 7 notti in hotel 4* in pensione completa da € 590,00*

BARCELLONA

partenza da Cagliari ( ad agosto), 8 giorni e 7 notti in hotel 3* in pernottamento e prima colazione da € 560,00*

COSTA BRAVA:

partenza da Cagliari ( ad agosto), 8 giorni e 7 notti in hotel 2* in mezza pensione da € 430,00*

PALMA DI MAIORCA:

partenza da Cagliari ( ad agosto), 8 giorni e 7 notti in hotel 2* in mezza pensione da € 620,00*

PRAGA:

partenza da Cagliari ( ad agosto), 8 giorni e 7 notti in formula roulette ( hotel 2/3*) in pernottamento e prima colazione da € 499,00*

SIVIGLIA

partenza da Cagliari ( ad agosto), 3 giorni e 2 notti in hotel 2* in pernottamento e colazione da € 499,00*

CROAZIA MARE

partenza da Cagliari ( ad agosto), 8 giorni e 7 notti in hotel 3* in mezza pensione da € 710,00*

•BIGLIETTERIA AEREA/MARITTIMA DI TUTTE LE COMPAGNIE NAZIONALI E INTERNAZIONALI ( COMPRESE LOW COST). •PACCHETTI TURISTICI DEI MIGLIORI TOUR OPERATORS ITALIANI. •ORGANIZZAZIONE VIAGGI DI GRUPPO. •PRENOTAZIONE TRANSFER PER QUALSIASI PORTO/AEROPORTO DELLA SARDEGNA. •PRENOTAZIONE NOLEGGIO AUTO E BUS DA 8 A 52 POSTI. •ORGANIZZAZIONE FESTE DI ADDIO AL CELIBATO/NUBILATO IN FORMULA ALL/INCLUSIVE.

GARDALAND:

partenza da Cagliari : 3 giorni e 2 notti in hotel 2* in pernottamento e colazione da € 299,00*

KENIA

partenza da Milano o Roma ( 14/20/21 luglio) , 9 giorni e 7 notti in resort a Malindi in all inclusive da € 740,00*

ZANZIBAR:

partenza da Milano o Roma ( luglio), 9 giorni e 7 notti in hotel 3*sup. in pensione completa da € 780,00*

MALDIVE

partenza da Milano o Roma ( luglio), 9 giorni e 7 notti in formula roulette in pensione completa da € 955,00*

Tel. 070 9346046 Fax 070 9334192 * I prezzi s’intendono per persona e non sono comprensivi di tasse, eventuale gestione di avvicinamento da Cagliari dove necessario, Prezzi soggetti a www.cisalpina.it mail:acirronis@cisalpinatours.it pratica, assicurazione e volo disponibilità da parte del Tour Operator.


Itinerari da weekend: in viaggio per la SS 125

D

omenica è sempre domenica, e complice il caldo e il tempo libero del weekend, sempre più persone partono per una gita al mare, per un fine settimana all’in-

aperto il tratto di Costa Rei, che collega la frazione di Solanas, nella costa meridionale lungo la litoranea Cagliari-Villasimius, alla frazione di San Priamo. In questo tratto si trova la galleria “Arcu Sa

segna del sole. Una delle strade più belle della Sardegna, che riesce a coniugare bellezza del paesaggio, scorrevolezza e belle spiagge, è sicuramente la nuova SS 125, nel tratto che va da Cagliari al Sarrabus. Da anni sono in corso i lavori per la sua realizzazione: permetterà un traffico più fluido e veloce, e l’aggiramento di alcuni centri abitati. Nel 2003 infatti, è stato

Porta”, che ha uno sviluppo di circa 2.650 metri, ed è la più lunga galleria stradale della regione. Nel 2006 viene inaugurato uno dei tratti più importanti della strada, la variante che da San Priamo giunge fino a Quirra, consentendo di evitare i centri di Muravera e Villaputzu, serviti da comode uscite. Procedono invece veloci i lavori dell’impor-

Cocktail bar, snack gelateria in riva al mare Porto Tramatzu, Villaputzu (CA) MATTEO 340.6498804

tantissimo tratto Cagliari-Solanas, che, attraverso una lunga serie di gallerie, consentirà sia di evitare le lunghe e tortuose curve del vecchio tracciato Burcei-San Priamo, sia di decongestionare la litoranea per Villasimius. Una parte di questa strada verrà aperta nell’estate del 2009 e collegherà Geremeas con Solanas. Raggiungere il Sarrabus non è più ormai impossibile: in tanti evitavano la vecchia 125, la “Campu Omu”, piena di pericolose e strette curve. Ora è possibile attraversare la costa sud est della Sardegna in poco meno di un’ora e potersi fermare nelle tante spiagge che si aprono lunga tutta la costa. Una delle più affascinanti è sicuramente quella di Feraxi. Caratterizzata da un litorale lungo circa 3 chilometri di sabbia chiara e fine, e bagnato da un mare trasparente e cristallino con un fondale basso, ideale per i bambini. Per chi invece preferisce la vita notturna alla tintarella in spiaggia, il consiglio è di fermarsi a Porto Corallo, nella costa di Villaputzu, centro della movida sarrabese, ricca di locali notturni, concerti e discoteche all’aperto.


10


My BRICO

La Bioarchitettura

L

’architettura sostenibile, anche detta eco-compatibile o bio-edilizia o bioarchitettura, è quella che mette al primo posto la vita degli esseri viventi e la loro salvaguardia nel tempo; utilizza materiali ecocompatibili, sia nelle fasi della loro produzione sia nella posa e utilizzo che nel momento in cui verranno dismessi; utilizza preferibilmente materiali locali e prevede il minor consumo di risorse possibile sfruttando il riscaldamento passivo del sole e utilizzando fonti e sistemi di riscaldamento ad alto rendimento e con il minor impatto ambientale; migliora la qualità della vita dei suoi abitanti o fruitori cercando di soddisfare sia i bisogni di benessere strettamente fisici che quelli psicofisici. Infatti, i materiali e le tecnologie impiegati nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro influiscono costantemente sulla salute delle persone che li frequentano. Quelli solitamente adottati presentano spesso proble-

mi di emissioni tossiche o nocive in fase di produzione, di posa in opera, di uso e di smaltimento finale. La sensibilizzazione ai problemi ambientali, l’attenzione al contenimento dei consumi energetici ed un rinnovato apprezzamento delle qualità percettive dei materiali tradizionali hanno portato, nel campo delle costruzioni, alla riscoperta del legno come materia prima rinnovabile dalle elevate caratteristiche fisico-meccaniche. Il legno, materia prima ricca di calore fisico e di vita latente, mantiene queste prerogative qualunque sia la lavorazione ed il livello di finitura. Nel corso delle sue trasformazioni da materia “viva” a materiale da costruzione non vengono emesse grosse quantità di

Per saperne di più... Le inferriate, siano queste parapetti di balconi, griglie di finestre, pensiline o ringhiere di scale, sono elementi che caratterizzano l’immagine architettonica di un edificio: l’applicazione di elementi in ferro battuto conferisce all’insieme quel senso di leggerezza che solo uno schermo trasparente come l’inferriata, più o meno decorata, può dare. Le inferriate possono essere anche aggettanti rispetto al filo della facciata, per facilitare la vista esterna, prendendo in questo caso, il nome di “inginocchiate”, con un rigonfiamento che determina un profilo a forma di “S”.

gas tossici ne rifiuti nocivi per l’ambiente. Il legno è un materiale “rigenerabile”. Ciò vuol dire che una razionale gestione della risorse “bosco” può garantire sempre una costante quantità di materia prima “legno”. Infine, la struttura in legno può essere facilmente demolita e i singoli elementi che la compongono possono essere riutilizzati sia in edilizia che in altri settori, a differenza di quello che succede con altri materiali quali calcestruzzi, cementi e sostanze chimiche. L’abbinamento del materiale legno con altri elementi di origine naturale, quali il sughero truciolare, è essenziale per mantenere la struttura in condizioni di massima traspirabilità biotermica.

Officina meccanica 3C di Cabriolu & C sas Carpenteria metallica Lavorazione ferro battuto Riparazione attrezzi agricoli Zona industriale Strada C2 09039 villacidro (VS) tel/fax: 070.9311229


My TATOO

12

Il RITO MOKO DEL TATUAGGIO TRIBALE

I

l tatuaggio tribale è come un segno di riconoscimento che sottolinea l’individualità personale, al di fuori di tutti i ruoli imposti dalla società moderna, che vuole annullare le differenze, anche se ognuno di noi tende a differenziarsi per staccarsi dalla massa. Oggi il tatuaggio tribale è sempre più diffuso, perdendo di conseguenza il proprio significato caratterizzante. Dire però che tatuarsi è solo una moda non è concepibile per la maggior parte dei tatuatori, che lo ritengono un vero e proprio rito. Lo stile tribale è una categoria molto diffusa che si basa sui tatuaggi tradizionali degli indigeni delle varie isole del Pacifico (Samoa, Isole Marchesi, Hawaii), dei Dayak del Borneo, dei Maori, della Nuova Zelanda e dei Nativi Americani. Questo stile è caratterizzato da disegni astratti formati da linee simmetriche o asimmetriche molto marcate, di solito riempite totalmente di nero. Ce ne sono di bellissimi, e spesso questi tatuaggi tendono a sottolineare le linee naturali del corpo e della muscolatura. Possono essere anche molto intricati con disegni geometrici ripetuti, che reinterpretano animali o elementi

naturali specialmente acqua, aria e fuoco. Difficile assegnare un unico significato ad ogni tatuaggio: chi sceglie di tatuarsi, lo fa per esprimere in modo personale ed unico la parte più intima di se stesso. Il tribale è nato come una sorta di messaggio sociale. Infatti ogni disegno aveva un significato ben preciso come facesse parte di un codice prestabilito conosciuto da ogni membro della tribù. La sua esecuzione avveniva durante i riti e le cerimonie

a cui partecipava l’intera collettività, ma poteva essere applicato solo a determinate persone o in determinate circostanze. Serviva per distinguere il lavoro, il rango sociale, il coraggio in battaglia e destrezza nella caccia. I giovani adolescenti per poter passare all’età adulta venivano sottoposti a durissime prove di resistenza, al dolore e alla fatica. Se la prova veniva superata con successo si acquisiva il diritto di poter essere tatuati. Per esempio, il Moko è il tradizionale tatuaggio con cui i Maori dipingono i loro volti. I guerrieri utilizzano il Moko per raccontare la propria storia: ogni segno indica un diverso avvenimento della propria storia personale. Le donne riportano il tradizionale segno sul mento ad indicare che sono legate ad un guerriero. Nella società moderna il tribale perde questo significato, a causa della grande mole di messaggi a cui siamo sottoposti quotidianamente. Ma ugualmente lascia in noi un segno indelebile, ci caratterizza, esprimendo al mondo la nostra anima.

deep love tatù

tatuaggi

di Valentina Fais

piercing trucco permanente novità micro dermal solo materiali sterili e monouso Convenzionato Asl

www.deeplovetattoo.it

Via San Gavino 13 Villacidro 09039 cell. 3489062724 E.mail: valenzahs@yahoo.it


My MOTORI

MERCATO AUTO

R

imane debole il mercato automobilistico italiano in maggio. Dopo la flessione del 7,53% di aprile, il mese scorso il calo delle immatricolazioni, secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si è accentuato toccando l’8,59%, per un totale di 188.670 auto vendute. A determinare questa nuova flessione, secondo gli esperti del settore, ancora una volta la scarsa disponibilità dei modelli interessati dagli incentivi. In questo contesto resiste comunque Fiat Group Automobiles, che nonostante un calo di immatricolazioni del 3,52% a 64.860 auto vendute rispetto a maggio 2008, consolida la propria quota, aumentata in maggio al 34,38% rispetto al 32,57% dello stesso mese di un anno fa ma diminuita su aprile 2008 (era il 35,17%). Secondo gli esperti, il nuovo calo del

CALANO ANCORA LE VENDITE BRILLA IL LINGOTTO

mercato è determinato in primo luogo dalla difficoltà di fornitura per le vetture coperte dagli incentivi, soprattutto per quelle a metano e gpl la cui quota è comunque salita al 20,99% dal 6,11% del maggio 2008. Ma pesano anche il giorno lavorativo in meno rispetto a maggio 2008, che vale circa il 4,5%, la domanda depressa per le vetture non incentivate e il calo delle auto

aziendali (-46,21%). Tra i marchi del Lingotto, Fiat ha segnato a maggio una quota del 26,64% (25,19% a maggio 2008). In calo invece le immatricolazioni, che sono state 50.263 (-3,32%). Per Alfa Romeo quota del 2,98% (3,02% a maggio 2008) e calo delle vendite del 10,05% a 5.614 unità. Lancia, invece, ha riportato una quota del 4,76% (4,36% nel maggio


14

My MOTORI

Tolleranza per alcool

2008), con un calo di vendite dello 0,18% a 8.983 unità. Fiat Group Automobiles parla di consolidamento “della propria posizione, grazie alle offerta di vetture ecologiche che sfruttano gli incentivi”. Tra le case estere, Ford si conferma prima nelle vendite (19.221 immatricolazioni, +32,6%), seguita da Opel (-13,69% a 12.376 unità) e Volkswagen (-31,78% a 9.444 unità). In calo Peugeot (-9,68% a 8.996 unità), che scavalca al quarto posto Citroen, 5/a con 8.028 unità vendute (-29,63%). Segue Toyota (-13,3% a 7.130 unità). In calo Mercedes (5.441 unità, -21,68%) e Bmw (5.183, -17,03%), bene Audi (+7,37% a 5.446). Complessivamente, secondo l’Aci, sono state 103.719 le auto acquistate a maggio grazie agli ecoincentivi. Quanto al mercato dell’usato, a maggio sono stati registrati 351.678 trasferimenti di proprietà (-19,16% rispetto a maggio 2008).

Pneumatici Stefano Meloni

Meccanica leggera raddrizzatura cerchi in lega

Località Corterisoni (ss 196) tel/fax: 070 9316365 Cell: 338.6319943


zero e alta velocità

G

iro di vite da parte del governo contro gli automobilisti sorpresi a guidare dopo aver bevuto anche solo un goccio di alcool. Il disegno di legge temuto dagli italiani potrebbe diventare effettivo già al termine dell’estate. Vediamo quali sono le novità che attendono i conducenti dei veicoli: per i giovani fino ai 21 anni, chi ha preso la patente da meno di tre anni e tutti gli autisti di camion

e autobus, il livello di alcool consentito è zero. I limiti di velocità per chi ha preso la patente da meno di tre anni scendono da 100 a 90 km/h in autostrada e da 90 a 70 nelle strade extraurbane. Per i ragazzi sor-

presi alla guida di un motorino dopo aver bevuto patente a 19 anni (livello di alcol inferiore a 0,5 g/l) o a 21, se supera quella soglia. Le norme della legge Comunitaria 2008 sull’alcol e i suoi possibili cambiamenti sono stati votati a marzo alla Camera: il senatore PdL Luigi d’Ambrosio Lettieri ha presentato, con altre 21 firme, un disegno di legge per innalzare a 18 anni la soglia di età per il divieto di vendita (oggi è fissato a 16 anni), per estendere il divie-

to di somministrazione e vendita di alcol nelle aree delle autostrade 24 ore su 24 e altre misure restrittive. Le iniziative politiche per combattere l’alcol si moltiplicano ma, nella realtà, molto sembra restare fermo. A fine marzo si era ad un passo dal decreto sulla sicurezza stradale ma, il Vendita auto e fuoristrada plurimarche dramma del Moto e cicli terremoto, ha cambiato Soccorso stradale (340.2818255) le priorità Autolavaggio a mano e self service 24h del governo. La “tolleVia Roma 11 - Tel: 070.9339315 ranza zero”, Zona P.I.P., Via Villacidro - Tel: 070.93757489 comunque, San Gavino M.Le - Cell: 3473644359 non è soste-

15

nuta con la stessa enfasi da tutti i politici. Se il ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi e il ministro dell’Interno Roberto Maroni sono convinti della sua necessità, il ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia ha mostrato delle perplessità. «I produttori di vino - avrebbe commentato - non devono diventare il capro espiatorio». L’ultimo scontro, in tema di alcol, il 10 giugno. Nella normativa Comunitaria era stata portata una modifica votata all’unanimità alla Camera: era stata introdotta la norma secondo la quale sarebbe stato in parte possibile vendere alcol nelle discoteche fino a mezz’ora dalla chiusura. «Il Senato - è il sottosegretario con delega alle Politiche antidroga Carlo Giovanardi a parlare - ha giustamente cancellato con voto bipartisan una norma strampalata e surreale, inserita surrettiziamente alla Camera nella legge Comunitaria. Questa prevedeva il divieto di somministrare alcol nelle discoteche e nei locali da ballo dopo le ore 2 della notte e, contemporaneamente, la possibilità di interrompere questa somministrazione, dopo le 2 di notte, mezz’ora prima della chiusura del locale, anche se questo avveniva all’alba». «Ricordiamo sempre - fa sapere Emanuele Scafato, presidente della Società italiana di alcologia - che i giovanissimi, ogni sera, un ragazzo sotto i 20 anni manda giù almeno quattro bicchieri di alcolico e una ragazza tre. Tra adulti e ragazzi l’abuso di alcol è molto più frequente ma è anche vero che i controlli sono più serrati. Nel 2006 si contavano 280mila alcol test l’anno, nel 2008 si è arrivati a 1milione e 350 mila». Stretta anche sull’uso degli autovelox. I vigili li potranno utilizzare sulle autostrade e sulle strade a scorrimento veloce che passano sul territorio comunale. Dimezzata la multa per le moto e gli scooter parcheggiate sui marciapiedi: il massimo non sarà più 155 ma di 92 euro. Il foglio rosa invece potrà essere richiesto a 17 anni ma a condizione di avere già la patente per gli scooter 125 e di essere accompagnato al volante da chi ha la patente da almeno 10 anni. Come già avviene per i ciclomotori, la targa diventa personale e non più legato all’auto.


16

My MODA

Lusso in cucina Il design per la zona più vissuta della casa

L

a cucina non è solo uno spazio domestico utile ed essenziale, ma anche una delle parti più vissute della casa. Indispensabile, quindi, scegliere moduli e arredi capaci di renderla funzionale, accogliente e piena di calore. Il mercato offre diverse soluzioni, capaci di adattarsi a ogni tipo di casa e di arredamento, dalla più lussuosa alla più piccola. Le declinazioni più stravangati sono Kitchen Crystal 25, dell’azienda catalana Aura, decorata con Swarovski incastonati nella struttura, e le INO Meuble Crystal, interamente ricoperte di cristalli e diamanti. Sono invece concrete ed eleganti le realizzazioni di Valcucine e Alessi, che uniscono innovazione e tradizione. Il de-

sign valorizza la dimensione d’uso e il piacere legato alla degustazione del vino di Barrique, sistema di cucine di Ernesto Meda dedicato alla passione enologica, l’ispirazione è di grande suggestione: ricostruire intorno a linee rigorose l’appeal delle cantine. Da evocare con materiali e colori campionati dai vetri delle bottiglie e dalle venature delle doghe dei barili. Cucine ispirate ad arte e natura sono quelle della linea Petra di TM Italia Cucine. Materiali naturali come il travertino e il ferro ossidato si uniscono a linee attuali e tecnologie domotiche di ultima generazione. Ideato per chi vuol arredare la cucina in modo da vivere la propria passione per l’arte culinaria è il sistema M04 di Me-

neghini, con dettagli curati in modo artigianale e materiali e tecnologie di alto livello. Una vastissima scelta di colori e la possibilità di serigrafare alcuni elementi del sistema, con immagini tratte da incisioni dei primi del ‘700 o con motivi personalizzati, offrono l’opportunità di dare un tocco unico alla propria cucina. Per arredare, invece, un ambiente dalle dimensioni contenute ecco, Quore di Berloni, un “modulo” che integra tutti i bisogni della zona living e nasconde, quando serve, gli angoli operativi della cucina. Un gioco di incastri e forme culmina nel “contenitore” del forno, che viene estratto solo nel momento dell’utilizzo.

Via San Gavino 22 09039 Villacidro (VS) www.ilcoordinato.it - home@ilcoordinato.it


17

ACCESSORI MODA ESTATE 2009

S

eguire la moda proposta dalle passerelle non è da tutti: spesso i capi sono inaccessibili, sia per i prezzi troppo elevati, che per le taglie minime. Si può però essere sempre fashion e alla moda senza vestire dei capi firmati e costosi. Basta infatti un piccolo accorgimento per impreziosirsi, e la semplicità di un abito viene accompagnata dalla particolarità dell’accessorio. L’estate 2009 propone fantasia con orecchini, collane, bracciali, meglio se grandi, colorati e appariscenti, in stile etnico o classico, arricchiti con strass, pietre preziose e Swarovski, o anche una cintura particolare che ravvivi un vestito facendolo sembrare migliore, una borsa che arricchisce di eleganza, un vecchio tailleur spento. Le donne amano por-

tare un paio di orecchini che danno quel look un po’ orientale aggiungendo fascino e mistero al nostro aspetto, un cerchietto prezioso che illumina il viso ringiovanendolo, e alle braccia file di bracciali rumorosi che mettono allegria. Perché se l’abito non fa il monaco, l’accessorio di certo lo impreziosisce. Anche in spiaggia gli accessori non possono mancare, occhiali da sole, maxi borse di paglia dove mettere creme, collane e braccialetti, le intramontabili infradito colorate e costumi da bagno con pareo. Per quanto riguarda i gioielli, gli accessori Louis Vuitton comprendono monili di una certa importanza, che riempiono il viso come i grandi orecchini realizzati in materiali naturali oppure avvolgono il polso con bracciali bangle, rispondendo esat-

HONEY di Valentina Bullita

tamente alle tendenze di stile dell’estate. Quest’anno infatti Louis Vuitton si è lanciato alla scoperta di nuovi orizzonti, e a giudicare dalla sua collezione di borse, dalle scarpe e dai gioielli, il continente africano si è dimostrato una preziosissima fonte d’ispirazione per la griffe. I bracciali bangle sono realizzati in legno laccato con motivo animalieur in leopardo o zebra, e vengono accostati ad altri in oro con pietre cabochon dai colori luminosissimi. Quanto agli orecchini, anche questi vengono ottenuti dalla lavorazione della resina e del legno, mentre le collane tribali sono impreziosite da pietre dure e piume. Materiali semplici e naturali affiancati al lusso dell’oro e delle pietre preziose, per un effetto etnico, decisamente d’impatto.

GOLD SERVICE - CENTRO RITIRO ORO USATO

COMPRO ORO A VILLACIDRO

Intimo, donna, uomo, bambino neonato, merceria e filati

massima serietà e riservatezza

Via Pietro Meloni 51, Sestu (CA)

VIA MAZZINI 51, VILLACIDRO


18

My FOTO

La morte ti fa bella? C’è chi si spalma il corpo di burro per sembrare più sexy e chi in barba alle apparenze, preferisce truccarsi da morta. Come questa ragazza della Papua Nuova Guinea travestita da scheletro che aspetta l’inzio del Singsing festival. Ma non è l’unica vestita così, perchè altri “scheletri” rincorreranno e attaccheranno un mostro, un uomo travestito metà da orso e metà da gorilla, che rappresenta lo spirito del male. La danza degli scheletri nella tradizione degli Omo Masalai - la popolazione della zona - serve a celebrare e insieme esorcizzare la morte.

Bagnetto alternativo Quelli che vedete non sono semplici tinozze ma una riproduzione dell’utero materno: il cosiddetto Tummy Tub, letteralmente “catino-pancia”. Ed è proprio questa la sua particolarità, rispetto a un bagnetto normale. La vaschetta nella quale il piccolo viene immerso fino alle spalle serve per fare sentire il neonato a proprio agio, proprio come si sentiva nel pancione della mamma. A inventarlo non poteva che essere una mamma disperata. La donna olandese, su consiglio di un’ostetrica, immerse il neonato in un piccolo secchio pieno di acqua tiepida e subito smise di piangere.

Utile come una medusa Pensate di trovarvi, mentre fate il bagno in mare, davanti alla medusa più grande del mondo... Ma questo non è un sub qualsiasi, è un ricercatore che sta attaccando un sensore alla medusa di Echizen, zona costiera giapponese. La grande medusa può raggiungere anche il metro e mezzo di diametro e arrivare a pesare 150 chili. I ricercatori utilizzeranno questo grande esemplare, grazie ad alcuni sensori collegati a un satellite, per prendere informazioni sulla temperatura del mare in profondità.


My HOBBY

Il giardino giapponese un universo in miniatura

D

a secoli in Giappone il giardino rappresenta una parte importante della casa, da un lato assume un forte significato di status simbol: i grandi templi e le case dei nobili un tempo non potevano non affacciarsi su un equilibrato giardino; dall’altro lato il giardino giapponese, oltre a funzioni decorative, possiede anche funzioni evocative e simboliche: l’uomo cerca di avvicinarsi alla natura ed alla sua armonia attraverso la preparazione e la contemplazione del giardino. Il giardino viene organizzato cercando di ottenere alcuni particolari risultati;

prima di tutto lo spazio viene progettato facendo in modo di ampliare l’orizzonte dell’osservatore, in modo che anche un piccolo giardino dia l’impressione di essere un bosco o una radura di grandi dimensioni. Quindi ogni elemento deve ricreare l’armonia e l’equilibrio della natura, acqua, alberi e rocce vengono posizionati in maniera armonica, evitando di dare l’impressione di un luogo artefatto. Per progettare il giardino si seguono alcuni semplici principi: asimmetria: tutto ciò che è simmetrico è artificiale, creato dall’uomo; quindi le forme di un giardino giapponese sono

sinuose e piacevoli. Disparità: per evitare la simmetria gli elementi inseriti nel giardino vengono posti in numero dispari; in genere la figura a cui si tende è il triangolo. Contrasto: fondamentale nel giardino giapponese l’incontro tra elementi contrastanti; alti alberi vicino a bassi arbusti, le rocce vicino all’acqua, un piccolo canneto vicino al sentiero. La natura deve essere il principio e la fonte di ispirazione fondamentale per chiunque si appresti a progettare un giardino giapponese: in un piccolo spazio si cerca di riportare le sensazioni evocate dagli ampi orizzonti naturali.


Via Tuveri 29, Cagliari - tel. 070.4560676 Via Parrocchia 107, Villacidro - tel. 070.9315081 !

Villacidro, Via Scuole

Casa indipendente con doppio ingresso, cucina, soggiorno, tre camere,un bagno, terrazza, ripostiglio e cortile.

€ 55.000,00

Villacidro, Via V. Emanuele

casa indipendente bilivelli composta da soggiorno, 4 camere, cucina, 2 bagni, cortile, terrazza, giardino e mansarda.

€ 125.000,00

Villacidro, Via S. Sebastiano

Villacidro, Via Scuole

Casa indipendente su due livelli, composta da ingresso, cucina, 3 camere, cortile e posto auto. Da ristrutturare.

€ 55.000,00

Villacidro, Via V. Emanuele

Villacidro, Via Convento

Area edificabile di circa 90 mq con possibilità di edificare un’abitazione su due livelli.

€ 150.000,00

€ 185.000,00

€ 15.000,00

Villacidro, Via Loru

Villacidro, Via Venezia

Villacidro, Via V. Spano

€ 75.000,00

€ 175.000,00

€ 130.000,00

Villacidro, Via Bari

€ 15.000,00

Casa indipendente con soggiorno, angolo cottura, 3 camere, 3 bagni, cortile ripostiglio e ampie verande.

casa indipendente composta da soggiorno, 4 camere, cucina, tinello, ampio giardino, cortile e posto auto.

Villacidro, Via Sassari

€ 100.000,00

Villacidro, Viale Don Bosco

area edificabile con possibilità di edificare su due livelli, con posto auto e giardino.

Semindipendente composta da salone, cucina, 3 camere, 2 bagni, cortile e luminoso seminterrato.

casa indipendente composta da ingresso, salotto, 3 camere, cucina, cantina, ripostiglio e box auto.

indipendente bilivelli con salone, cucina,3 camere, bagno, terrazza, giardino e posto auto. Completamente ristrutturata.

Villacidro, Via Roma

Casa indipendente su due livelli, con soggiorno, 3 camere, cucina, bagno e terrazza. Con qualche affresco.

Villacidro, Via Sassari

Casa indipendente trilivelli, composta da salotto, salone, 2 camere, cucina, studio, cantina e box auto.

€ 150.000,00

appartamento composto da soggior- casa indipendente, composto da inno, 3 camere, cucina, 2 bagni, ripo- gresso, ampio soggiorno, 3 camere, stiglio e terrazza. bagno e ampio cortile.

€ 125.000,00

Villacidro, Via Sassari

Dasa indipendente composta da ingresso, 5 camere, cucina, bagno, 2 terrazze, cortile e posto auto. Da ristrutturare.

€ 50.000,00

€ 48.000,00

Villacidro, Via Dante

Appartamento di 140 mq con posto auto, finestratissimo, da tramezzare.

€ 120.000,00

MySardegna N.2  

MySardegna is a free press spread in Sardinia and talks of bussiness communication. MySardegna è la rivista di comunicazione d'impresa dist...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you