Issuu on Google+

In collaborazione con

Maggio - Giugno 2011 N.13

Copia gratuita

ANNO

CENTRO SERVIZI & DISTRIBUZIONE

Diamo voce alla tua idea d’impresa

Sfoglia la rivista anche sul web www.mysardegna.it

Tour del Golfo di Orosei visita le meravigliose Cala Goloritzè Cala Mariolu, Cala Luna, Grotta del Fico

Eventi La 39° Sagra delle Ciliegie

Design

La magia del parquet

Opinioni

Il genio italiano fermerà il nucleare

Elezioni

A Villacidro si elegge il nuovo Sindaco

Salute

Rendi il tuo ambiente piu’ sano

Nuovo Consorzio Marittimo Ogliastra

Biglietteria e informazioni: Porto Turistico Santa Maria Navarrese Tel: +39 0782.628024 – +39 328.7029338 www.mareogliastra.com


ARRIVA SIGMA!

DESIGN

Scopri il tuo nuovo Supermercato Sigma. Un mondo di vantaggi in pi첫 per la tua spesa.

A

SAN GAVINO

SAN GAVINO

VIA SANTA CROCE SN

V.LE RINASCITA, 72

280 PUNTI VENDITA IN SARDEGNA


sfoglia la rivista anche sul Web

www.mysardegna.it

NUMERO 13 - Maggio Giugno 2011

SOMMARIO MODA

EVENTI

Sfoglia la tua copia gratuita di MySardegna anche su:

www.villacidro.info www.ccnsanluri.it

4 I segreti di bellezza vivono e cresco

22 La XXXIX Sagra delle Ciliegie. il 4 e 5

5

MOTORI

6

no in mezzo ai tuoi capelli Piercing e mare: un accoppiata vincente Diventa roc con Rocawear!

TECNOLOGIA

7 Come si combatte un virus telematico? 8 Strategie comunicative di un evento 9 Fastweb e la banda larga 24 Stampa digitale in grandi formati

Consulta su

Giugno tutti a Villacidro

www.mysardegna.it

la lista dei punti vendita Sigma, Depar e Dico dove ritirare la tua copia omaggio. Fiat Punto 150: si festeggia l’unità d’Italia

26 27 Tutti in forma con la bici! 29 Manutenzione dei pneumatici: la sicu rezza prima di tutto

Anno III • numero 13 • Maggio Giugno 2011

CASA

Proprietario e editore Marco Uccheddu m.uccheddu@mysardegna.it Direttore responsabile Tito Boassa

SALUTE

Vice direttore Ivan Fonnesu ivanfonnesu@yahoo.it

30 31 10 La primavera, tra fiori e parassiti... 11 Proteggi i tuoi occhi e guadagna in stile 33 12 Cardio e pesi: il primo passo verso 34 35 un fisico migliore 13 Rendi il tuo ambiente più sano 36 14 Sos prova costume 15 L’acqua è vita, Sattai è salute 37 MUSICA

16 L’isola non basta più: il rock dei Sikitikis alla conquista d’Italia

RISTORAZIONE

17 A tutto pesce! 18 La bistecca per i muscoli

La manutenzione del condizionatore: per un clima sempre ideale Volare a casa propria su un magico tappeto in legno Il segreto dello stile Fratelli Saiu Nuovo pavimento, nuova vita Quando l’etnico si sposa con l’ecletti smo occidentale: lo stile Fusion Ambiente cucina uno spazio tutto da vivere La zanzariera: non solo difesa, ma anche estetica

ECONOMIA

32 Strade campestri praticabili tutto l’anno? Un sogno che presto potrebbe divenire realtà.

OPINIONI

TRADIZIONI

19 Piante e fiori da tutto il mondo: solo 20 21

dentro l’Pot-Plus Torrone.. incanto per il palato Mangiare bene per crescere meglio

MySardegna

Grafica e impaginazione Federico Musiu federicomusiu@tiscali.it Collaboratori Gianluigi Deidda, Fabrizio Giorri, Donato Atzei, Mariano Casti, Federico Fonnesu, Supercake, Antonio Saba, Erica Deidda, Alessandra Pirretti, Stefania Ferrau, Raffaele Usala Redazione Via Is Mirrionis 51/C, 09121 Cagliari, tel: 070.2348127 redazione@mysardegna.it Stampa Nuove Grafiche Puddu srl Via del Progresso, 6 - Zona Industriale - Ortacesus (CA) Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione n° 6/09 del 07-04-2009 La direzione di Mysardegna si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’editore e la concessionaria di pubblicità non rispondono di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. E’ vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale.

My Sardegna è distribuito in: Campidano di Cagliari, Medio Campidano, Ogliastra, Oristano, Olbia Sarrabus, Gerrei, Parteolla, Marmilla, Trexenta. Concessionaria esclusiva per la pubblicità Now Communication Via Is Mirrionis 51/C, 09121 Cagliari, tel: 070.2348127 info@mysardegna.it

per la vostra pubblicità su MySardegna

contattateci per un preventivo allo

42 Il Genio italiano fermerà il nucleare

070.2348127 349.2116567 340.5259346

oppure scriveteci su

info@mysardegna.it


MODA SCUOLE

I SEGRETI DI BELLEZZA VIVONO E CRESCONO IN MEZZO AI TUOI CAPELLI In tutte le civiltà, la capigliatura rappresenta un elemento fondamentale della personalità, sostegno della bellezza, del fascino e della seduzione, talvolta del potere, dal profondo valore simbolico. Anche nel passato i capelli rappresentavano, attraverso le acconciature che distinguevano stato sociale, rango o regione del mondo, la distinzione e la forza della persona.

O

gni epoca è stata contraddistinta dalle diverse tipologie di acconciature. I capelli fanno la storia di epoche, ci raccontano personaggi importanti. Cornici di bellezza e distinzione, bisogna prendersene cura ogni giorno, e fare di essi l’espressività personale di ogni momento quotidiano. “I capelli – dice Ignazio Spada - sono espressione di bellezza, seduzione e, per le donne, estrema sensualità, riflettono lo stato di salute della persona”. In natura, si distinguono in tre forme: “ulotrici” (lanosi e crespi a sezione piatta, tipici delle razze negroidi), “lissotrici” (lisci e a sezione rotonda, tipici delle razze della mongolia) e “cimotrici” (ondulati o ricci a sezione ovale, tipici delle razze del Caucao). “Indice di seduzione – continua Luisa Concas - i capelli sono la singolarità che trasforma il viso, sono capaci di dare la chiara interpretazione dello stato d’animo, sono la chiave della bellezza”. Come tutte le cose, anche loro sono soggetti a stress e con l’andare del tempo, possono rovinarsi. Colpa nella maggior parte dei casi, di fonti termiche dovuto ad uso improprio di apparecchi quali phon e piastra, o di trattamenti eseguiti non correttamente come tinture ed extension. “Questi sistemi, per quanto possano creare fantasia e armonia all’aspetto, danneggiano fortemente il capello nella sua essenza se non praticati da

4

13

esperti del settore – continua Ignazio Spada – dando origine alle fastidiosissime doppie punte”. Ma di cosa si tratta? Non sono altro che fratture longitudinali del capello che affliggono le chiome rendendole opache, ruvide e povere di volume. Scamparne sembra quasi impossibile anche se i capelli più predisposti al problema sono quelli secchi e fragili: bastano un elastico troppo stretto o un phon troppo caldo per sfibrare anche le fibre più resistenti, e una volta avvenuto il distacco dal fusto delle scaglie di cheratina: il danno è fatto. “Prima di tutto – spiega Luisa Concas – è necessario evitare soluzioni drastiche come un taglio stile marines per agire alla “radice” del problema. Come? Uno shampoo delicato che non inaridisca il capello è un ottimo punto di partenza, cercando di non dimenticare mai il balsamo per restituire alla chioma vigore e lucentezza”. Purtroppo un errore frequente è quello di dare ai capelli attenzioni frettolose, magari in palestra, o legandoli spesso, non lasciandoli mai respirare. “Il phon è altro potenziale nemico, se non è usato da mani esperte – precisa Ignazio Spada - da usare comunque sempre a temperatura tiepida. I capelli appena lavati non vanno troppo frizionati e, quando sono ancora bagnati, non vanno pettinati perché quello è il momento nel quale sono più soggetti a spezzarsi”.


MODA TATTOO

PIERCING E MARE: UN ACCOPPIATA VINCENTE

Con la bella stagione arriva la voglia di liberarsi dei fardelli del lungo inverno. Per suggellare l’emozione della rinata primavera il rito del piercing diventa propizio per amplificare il linguaggio del nostro corpo. Bellezza in risalto, proiezione della nostra interiorità, sensualità provocatrice. Un mix di emozioni che esaltano i sensi, ma da effettuare in tutta protezione sfruttando anche la benevolenza della natura che ci ha donato i sistemi per accelerare la cicatrizzazione del posizionamento dell’eterno metallo nel nostro EGO corporale.

T

utti al mare quindi, sfruttando il potere disinfettante dell’acqua salata, un vero toccasana per accelerare il ripristino dei tessuti epidermici. Ma perché ci si decora tutto il corpo con gli splendenti pezzi di metallo inossidabile? Da cosa deriva la necessità di risaltare per mezzo di questo linguaggio arcano? Le origini del piercing sono antichissime. Il piercing veniva usato per distinguere i ruoli all’interno delle tribù e consentiva di regolare i rapporti tra i membri. Il termine piercing deriva dall’inglese to pierce = perforare. Decorare il proprio corpo con il piercing risponde ad un bisogno innato di auto-definizione ed autoidentificazione all’interno del gruppo sociale nel quale si vive. Oggi oltre che per moda ed abbellimento il piercing viene fatto per segnare, sul proprio corpo, un momento importante della propria esistenza. Presa la decisione di farsi un piercing, la cosa più importante è non essere precipitosi. I minorenni, inoltre, devono sapere che non possono applicarsi un piercing senza il consenso dei loro genitori, che dovranno accompagnarli, muniti di un documento di identità che ne attesti il rapporto di parentela. La scelta della zona del corpo su cui farsi un piercing è libera e varia,

occorre solo dare slancio alla propria fantasia. Il piercing si può applicare nel lobo o nella cartilagine dell’orecchio, nel sopracciglio, nel labbro, nell’ombelico, nel capezzolo, dietro il collo etc.. Tutti i piercing devono essere tenuti ben puliti durante il periodo di cicatrizzazione. Durante questo periodo il piercing deve essere toccato il meno possibile. Oltre a queste semplici attenzioni, che devono usarsi per ogni tipo di piercing, altre più specifiche vanno adottate a seconda della parte del corpo interessata. In generale vige il divieto assoluto di non toccare mai il gioiello o la pelle intorno al piercing prima di essersi lavati accuratamente le mani. Per la pulizia d’ordinanza occorre portare ad ebollizione il contenuto di un bicchiere d’acqua con mezzo cucchiaino di sale. Lasciare raffreddare l’acqua e, imbevendovi un foglio di scottex pulito, passarlo sul piercing in modo da rimuovere eventuali crosticine. Occorre disinfettare in questo modo 2 volte al giorno, per 30 giorni. Per labbra e lingua si utilizza la stessa soluzione idrosalina per l’esterno del piercing, mentre all’interno, come nel caso della lingua, effettuare risciacqui col collutorio, diluito al 50% con acqua, soprattutto dopo i pasti.

13

5


MODA STREET ART

DIVENTA ROC CON ROCAWEAR!

Rocawear è il marchio che ha fatto la storia nel mondo dell’abbigliamento street, diventando la marca più scelta dalla comunità. Sappiamo che la Rocawear è una delle linee d’abbigliamento più popolari della storia, ma quando è nata? Come è nato il suo nome?

L

a Rocawear fu fondata dai titolari della leggendaria etichetta discografica hip-hop Roc-A-Fella Records. Il produttore cinematografico e attore Damon Dash, la leggenda dell’hip-hop Jay Z e la terza testa della casa discografica, Kareem “Biggs” Burke, che nel 1999 fondarono la Roca Wear Clothing, per estendere il loro campo di attività. Il rapper Jay Z fu pertanto uno dei primi musicisti ad assicurarsi un futuro con una propria etichetta di abbigliamento di moda. Con la stessa rapidità con cui si era diffusa sul mercato l’etichetta discografica, si impose anche il marchio Rocawear. “L’obiettivo della Rocawear è sempre stato quello di fare tendenza, anziché seguirla – dice Giacomo Melis, titolare di Jack Shop – il marchio Rocawear si distingue dagli altri per soluzioni innovative sia nella lavorazione, che nel design”. I capi d’abbigliamento sono amati e richiesti proprio

per i loro dettagli originali. E sono proprio questi dettagli che la Rocawear considera determinanti. Ciononostante i capi si distinguono per la sobrietà nella sovrastampa di logo. Lanciato dal successo strabiliante del cofondatore Shawn “Jay-Z” Carter, the ROC rappresenta uno stile di vita globale, senza limiti. Con Roc-A-Fella Records come iniziale piattaforma di lancio, The ROC ha sviluppato il proprio potenziale creando un fenomeno culturale che è riuscito a superare quello musicale. E’ così che è nata la casa di abbigliamento Rocawear. Come già la Roc-A Fella Records, anche la Rocawear si è conquistata rapidamente un posto nella storia dell’hip-hop divenendo marca di riferimento di chi veste street. L’attenzione che il marchio riserva ai dettagli, ha spinto l’attrattiva di Rocawear oltre gli Stati Uniti, facendola divenire uno dei marchi più diffusi a livello internazionale.

Jack Shop Street wear skate surf & rock

Abbigliamento - t-shirt - scarpe - accessori -cappellini catenine - bracciali - bombolette per writing Via nazionale 25, Villaputzu (CA) - Tel: 392.0934465 - Mail: jackshop@live.it 6

13


TECNOLOGIA

COME SI COMBATTE UN VIRUS TELEMATICO?

Improvvisa perdita di dati, rallentamento del sistema, problemi alla connessione internet, malfunzionamenti. Sono alcuni delle nostre reazioni se pensiamo che un virus potrebbe essersi annidato all’interno del nostro computer mettendo a repentaglio l’integrità dei nostri dati. Chi di noi non si è trovato in una situazione simile? In queste circostanze è bene non farsi prendere dal panico per poter riparare eventuali danni.

S

i comporta proprio come un bacillo che penetra nel sistema replicandosi in modo totalmente autonomo. Le statistiche dicono che circa una decina di nuovi virus al giorno sono prodotti dai i pirati telematici. Ogni anno vengono creati più di 3.000 nuovi “virus”! Ne esistono diversi tipi. I file virus sono i più diffusi e si attaccano a files di estensione .exe, .bat, .com, byn. etc. Una volta importati nell’hardisk diventano pericolosi per tutta la memoria e contagiano a loro volta tutti i files prodotti che devono essere puliti con un apposito antivirus. In ogni caso bisogna reinstallare il programma poiché i file eseguibili del programma sono

stati infettati. I boot virus colpiscono l’avvio del computer e risiedono nel settore di avvio del disco rigido, attivandosi nello stesso momento in cui il computer viene acceso. Gli antivirus hanno difficoltà a rilevarli proprio perché questi si azionano nella parte iniziale dell’accensione del computer. Un’altra famiglia sono i Macro Virus, che si diffondono attraverso i normali programmi ma nei documenti (tipo Word ed Excel). Questi virus possono infettare solamente se vengono aperti (eseguiti). Questo significa che possono infettare il vostro PC anche da un file di attachment in un messaggio di posta elettronica. L’unico modo per difendersi dai virus è dotarsi di un buon antivirus e aggiornarlo periodicamente. Altro accorgimento importante è quello

di non inserire dischetti sconosciuti nel nostro computer senza averlo prima scansionato con apposito antivirus. Allo stesso modo bisogna assolutamente evitare di inserire il proprio dischetto in computer di altri senza averlo protetto dalla scrittura per non acquisire eventuali virus presenti sul hardisk. In realtà, la maggior parte non hanno effetti così tragici come temiamo, ma, ovviamente è sempre meglio cercare di evitarli. Ricordiamoci che di solito l’utente non si accorge subito della presenza del virus, che ha la peculiarità di avere un periodo di incubazione, durante il quale il virus si espande qualora l’utente scambi file con altre persone. Diffidiamo di tutti, anche di noi stessi e ricordiamoci di fare periodicamente “pulizia” nel nostro computer. Quando, invece, il danno

sembra proprio irreparabile occorre procedere alla formattazione del PC. Formattare il PC significa riportarlo allo stato di fabbrica, completamente svuotato da ogni programma, file e sistema operativo. La formattazione consente di reinstallare il sistema operativo di un computer a seguito di malfunzionamenti causati da malware o da problemi software che hanno danneggiato il sistema operativo. In questo caso, dopo aver effettuato una copia di backup dei dati si procede alla formattazione per disporre di una struttura di memorizzazione sicuramente integra sulla quale installare il sistema operativo. Fabrizio Giorri Net System Computer

13

7


TECNOLOGIA

STRATEGIE COMUNICATIVE PER IL SUCCESSO DI UN EVENTO: IL TUO MATRIMONIO

Raccontare il giorno più bello con i più moderni sistemi di comunicazione integrata. E’ la sfida di Pixel Factory, la società che unisce in un connubio perfetto la tradizione del book fotografico matrimoniale alle tecniche di marketing aziendale. L’obiettivo è mettere al centro la storia della coppia, con un attenzione particolare alle personalità individuali che la contraddistingue, senza mai interferire con lo svolgimento degli eventi.

L

a comunicazione è un processo, non un prodotto. Comunicare significa catturare concettualmente un idea ed esternarla nella maniera più consona all’ambiente di riferimento, perché sia capace di raggiungere l’obiettivo prefissato: colpire i sensi e attrarre senza compromessi. Nell’era digitale e della comunicazione globale stupire non basta più. Pixel Factory ha studiato un nuovo sistema di comunicazione integrata che abbraccia il settore aziendale e quello matrimoniale. “L’esperienza nel ambito del marketing e della comunicazione integrata acquisito nella partnership con diverse aziende – dice Marco Marongiu, fotografo e web developer di Pixel Factory – è stata illuminante nei confronti della creazione dei nostri book fotografici matrimoniali”. I protagonisti dell’evento vengono immersi in un vero e proprio reportage giornalistico raccontato attraverso le immagini. “Non si tratta solo di scattare preziose fotografie – commenta Danilo Meloni, fotografo e art director di Pixel Factory - ma, come nel fotogiornalismo, occorre captare ogni istante e ogni dettaglio di una giornata unica e indimenticabile con la funzione di esaltare le caratteristiche degli sposi e degli invitati e delle storie che si vengono a creare”. Il reportage di matrimonio possiede un filo di narrazione diverso dal servizio fotografico, perché va a

8

13

indagare sugli oggetti, sulle persone e sulle emozioni che hanno circondato gli sposi, senza posa, suggerimento o intervento, e senza mai interferire con la cerimonia e i festeggiamenti. “Occorre rompere gli schemi per avere un punto di osservazione innovativo e privilegiato – precisa Marco Marongiu – e noi lo creiamo con il coadiuvo delle tecniche del marketing e della comunicazione aziendale, parti integranti della nostra strategia lavorativa”. Partendo da concetti fondamentali come quelli di “Prodotto”, “Promozione” e “Marchio”, Pixel Factory elabora un’azione personalizzata che si dipana in diversi momenti esecutivi. “Dopo lo studio della psicologia degli sposi e del loro ambiente, avviene la raccolta degli scatti – spiega Danilo Meloni – il resto del lavoro si svolge in studio in un mix unico di manualità e sofisticati tecnicismi”. Nessuno schema preimpostato viene utilizzato per creare le tavole che formeranno l’album fotografico mentre, spesso, le foto vengono manipolate con tecniche di montaggio grafico mutuate dalla prassi comunicativa aziendale. “Si tratta di un lavoro unico, privo di impostazioni aprioristiche – termina Marco Marongiu – che mira al successo dell’evento senza dimenticare l’emozione e le caratteristiche umane di chi vive il giorno più bello, da protagonista”.


TECNOLOGIA

FASTWEB E LA BANDA LARGA

La banda larga è un sistema formato da vari canali che permette la trasmissione di dati via cavo attraverso il quale si inviano numerose informazioni a grande velocità (velocità molto superiore rispetto quella offerta dalla banda stretta). Il termine banda larga è utilizzato per designare velocità superiore ai 1,544 Mbps. Per poter accedere ad una connessione a banda

“S

e volete viaggiare in internet alla massima velocità senza rinunciare alle chiamate su tutto il territorio – spiega Maurizio Cuccu, di Cuccu Elettronica – Fastweb ha pensato per voi ad una nuova offerta fisso– mobile. L’offerta è dedicata in particolare a tutti i possessori di Partita Iva, ovvero artigiani, professionisti o gestori di attività commerciale e permette di avere un’ ottima offerta a soli 59 euro al mese per un anno”. La nuova “Tutto Fastweb” offre la possibilità di navigare su Internet con una connessione a banda larga fino a 20 Mbps senza limiti di tempo. Inoltre, sempre alla somma di 59 euro al mese, potrete avere anche chiamate nazionali incluse in tutto il territorio nazionale e 30 minuti di chiamate verso i telefoni mobili. A questo potete aggiungere una Sim Fastweb Mobile che includerà 500 minuti di chiamate incluse verso tutti, 50 SMS e 500 mega di traffico UMTS. Dopo il primo anno l’abbonamento passerà da 59 euro al mese a 80 euro al mese. Se la vostra zona è raggiunta dalla fibra ottica Fastweb potrete accedere all’opzione aggiuntiva Fibra 100. Fibra 100, permette ai clienti di avere a disposizione una banda fino a 100 Mbps in download e fino a 10 Mbps in upload, sarà possi-

larga basta installare un software di connessione che si configura rapidamente e permette di connettersi ovunque. Essendo la banda larga un sistema formato da vari canali, può essere utilizzata per più usi, oltre che per internet anche per vedere la televisione o effettuare chiamate telefoniche. Le connessioni a banda larga più comuni sono l’ADSL e la fibra ottica.

bile compiere in meno di 60 secondi operazioni che ora richiedono diverse decine di minuti, come scaricare film o materiale multimediale. “La banda ultralarga – continua Maurizio Cuccu – permetterà di agevolare l’evoluzione di servizi come la TV ad alta risoluzione e in 3D, la connessione verso apparati esterni alla casa per l’archiviazione e la condivisione di dati, video e musica, la telemedicina, l’e– government, il telelavoro e la teleconferenza”. Fasweb ha presentato anche una nuova offerta dedicata a tutti coloro che preferiscono avere a disposizione internet 24 ore su 24. La nuova proposta si chiama Internet Mobile Maxiflat e permette ai clienti di non avere sorprese in bolletta visto che ha un costo fisso mensile. In particolare il pacchetto è disponibile a 18 euro al mese per coloro che sono già clienti FastWeb o di 20 euro al mese per coloro che decidono di abbonarsi per la prima volta, e prevede una connessione illimitata sulla rete dari wireless 3G ogni mese. Chi sottoscrive l’abbonamento riceve anche una internet key, acquistabile a partire da 1 euro, e che permette una velocità massima dichiarata di 7,2 Mbps. “Per coloro che usano internet in mobilità in modo sporadico – termina Maurizio Cuccu – c’è NavigaMobile 100 ore che permette di navigare 100 ore al mese sulla rete nazionale UMTS al costo di 14 euro al mese (12 per gli abbonati)”.

13

9


SALUTE ANIMALI

LA PRIMAVERA... TRA FIORI E PARASSITI...

a cura del Dott. Marco Marras e della dott.ssa Stefania Ferrau, Medici veterinario presso la Clinica Veterinaria Norbio Villacidro

O

rmai è iniziata la bella stagione e niente è più piacevole per i nostri amici a quattro zampe che crogiolarsi al sole e correre nei verdi e lussureggianti prati. Ma come è risaputo,con la bella stagione c’è il risveglio della natura,compresa quella più sgradevole,rappresentata dai parassiti. Ecco perché questo periodo (anche se alcuni parassiti non vanno mai in vacanza!) è quello in cui bisogna lavorare con la prevenzione, in quanto questi terribili animaletti succhiasangue spesso sono i vettori di patologie gravi come la Leishmaniosi (di cui abbiamo parlato alcuni numeri fa!), la Filariosi e le numerose Rickettsiosi. La Filariosi (patologia che colpisce indifferentemente cane e gatto) consiste nello sviluppo, all’interno dei vasi sanguigni, di vermi piatti (Nematodi) che possono raggiungere anche i 30 cm di lunghezza e che possono spingersi fino al cuore, ai polmoni e al fegato, provocando conseguenze di diversa natura e gravità, che possono arrivare alla compromissione delle regolari funzioni cardiorespiratorie ed all’intossicazione del fegato. Nei casi più gravi può diventare necessario l’intervento chirurgico per la rimozione dei parassiti. In Italia esistono due tipologie di Nematodi di gravità differente: Dirofilaria Immitis (la più pericolosa)

e Dirofilaria Repens. Per trasmettere la filariosi da un animale malato ad un animale sano, basta una puntura di zanzara, sia la zanzara Tigre che in alcune regioni punge anche nelle ore diurne, sia la più comune Culex pipiens, che rovina le nostre serate all’aperto nei periodi da Marzo, Aprile fino ai primi freddi. Ecco perché è importante che i nostri animali in questo periodo siano protetti dalle punture di questi insetti, e questo è possibile grazie a dei presidii medici a nostra disposizione. Le Rickettsiosi invece sono un gruppo di patologie causate da microorganismi del genere Ricckettsia, e che vengono trasmesse dalle zecche. Si tratta della più conosciuta malattia da “febbre da zecca” che se non presa in tempo può portare a morte il nostro animale. Importante quindi applicare almeno una volta al mese un efficace prodotto antiparassitario e controllare i nostri amici subito dopo il rientro dalla passeggiata, soprattutto nelle parti del corpo più nascoste come gli spazi interdigitali, il cavo ascellare e le orecchie. Ecco quindi alcuni degli accorgimenti da seguire in questa stagione calda. Chiedete consiglio al vostro veterinario di fiducia, e il vostro amico ve ne sarà grato.

Veterinaria & Pet Farmaci Veterinari - Antiparassitari - Integratori specifici

Mangimi e accessori per animali da compagnia Diete specifiche - Articoli per veterinaria - Impianti zootecnici e ricambi Agricoltura & Giardinaggio Mezzi tecnici per agricoltura biologica e convenzionale- Concimi organici e inorganici Concimi granulari, liquidi, solubili, fogliari - Antiparassitari, Anticrittogamici, Diserbanti Trappole di monitoraggio e cattura massale - Reti e paletti - Irrigazione Vasi - Arredo giardino Sede Operativa e Vendita: Loc. Leni ex SS 196 Km 24+280 - 09039 Villacidro (VS) - Tel/Fax: 070 9310805 Fax: 1786033491 - Cell. 349 4027071 www.neovetebio.eu - neovetebio@tiscali.it

10

13


SALUTE VISTA

PROTEGGI I TUOI OCCHI E GUADAGNA IN STILE

Veri e propri oggetti di culto, espressione di fascino e mistero, gli occhiali da sole rappresentano sempre più l’accessorio per eccellenza, immancabile per completare la

U

na costante esposizione alla luce del sole non filtrata può, infatti, essere causa di varie patologie. L’esposizione dei nostri occhi ad una luce troppo forte, soprattutto ai raggi ultravioletti, può portare all’infiammazione della cornea, il deterioramento del cristallino, oppure alla cataratta. Soprattutto in luoghi con intensi riflessi di luce come ad esempio in acqua, su una spiaggia bianca oppure sulla neve, l’uso di occhiali è indispensabile per proteggere i nostri occhi dagli effetti dei raggi ultravioletti. Lo spettro luminoso della luce visibile si estende dal blu al rosso, tra 400 e 800 nanometri. Al di là del rosso, i raggi infrarossi ci riscaldano, men-

tre oltre il blu, gli ultravioletti mettono a rischio i nostri occhi. Gli ultravioletti, detti anche UV, sono raggi luminosi con una lunghezza d’onda corta, emessa dal sole e in parte assorbita dall’atmosfera prima di giungere sulla Terra. Oltre ai raggi UV è necessario proteggere i nostri occhi anche dalla luce visibile. In condizioni di luce normali sono sufficienti lenti con un grado di assorbimento di luce dal 60 al 80%. Quando i nostri occhi sono esposti a condizioni di luce intensa, svolgendo ad esempio attività sportive sulla neve oppure sull’acqua, è assolutamente necessario portare delle lenti con un assorbimento di luce dal 90 al 95%. La protezione degli occhi dei

propria mise. Nonostante il loro uso e abuso come capo d’abbigliamento trendy, non hanno mai perso la loro funzione originale, che è quella di proteggere gli occhi dai nocivi raggi solari.

bambini è particolarmente importante! Il loro tessuto oculare è strutturato in modo tale da permettere una maggiore penetrazione della luce ed il potere filtrante è molto inferiore di quello degli adulti. Spesso i danni provocati negli occhi dei bambini si rivelano soltanto in età di adulti. La moderna tecnologia ha studiato un metodo per proteggere gli occhi dai raggi UV anche quando si portano gli occhiali da vista, senza dover cambiare gli occhiali quando si passa da un ambiente ombreggiato ad uno fortemente irradiato dai raggi del sole con le lenti fotocromatiche. La lente fotocromatica è un particolare tipo di lente in cui l’intensità del colore si adatta all’intensità della luce nell’ambiente, diventando più

scura con l’aumento della luce. Possiamo quindi definirla una lente “intelligente”, la quale può essere utilizzata in tutte le situazioni ambientali interne ed esterne. Ad esempio se ci troviamo in casa o al lavoro la lente fotocromatica è praticamente trasparente e si comporta come un qualsiasi occhiale da vista; quando però ci troviamo all’aperto in pochi secondi la lente cambia colore in relazione all’intensità della luce solare, comportandosi come un occhiale da sole. Donato Atzei

OFFERTA DIMENSIONE VISTA: Scegli un paio di lenti monofocali Essilor o progressive Varilux trattate antiriflesso Crizal, riceverai un coupon valido per l’acquisto di una coppia di lenti colorate (non polarizzanti), a scelta su tuttta la gamma di monofocali Essilor o progressive Varilux, per la quale riceverai 1 lente su 2 in omaggio. La coppia in promozione sarà fruibile sino al 15 giugno 2011 e dovrà avere gli stessi poteri della prima coppia. La presente offerta è valida sino al 15 giugno 2011, affrettati!!!!

13

11


SALUTE FITNESS

CARDIO E PESI: IL PRIMO PASSO

VERSO UN FISICO MIGLIORE Riuscire a combinare allenamento aerobico ed esercizi con i pesi è l’annoso problema che si pongono gli atleti che intendono migliorare le proprie prestazioni. Governare le variabili di un regime aerobico sia per migliorare la salute cardiovascolare sia per bruciare grasso sono gli obiettivi per costruire basi solide di una attività in palestra produttiva e salutistica.

L

’aerobica è un’arma importante per scongiurare il rischio di un eccessivo ingrassamento, ma chi si allena con i pesi e aspira a diventare il più tonico possibile, non ha bisogno di allontanarsi molto dalla rastrelliera dei manubri per perdere peso. Dato che i pesi contribuiscono a smaltire grasso, non occorre preoccuparsi del rischio che un eccesso di lavoro cardio consumi i sudati muscoli, sottragga forza e stanchi troppo. “La coesistenza tra esercizi aerobici e allenamento per creare massa muscolare è di enorme interesse – dice Gianni Piras, istruttore della Palestra Fight Club – se si considera che molti atleti tendono spesso a combinarli”. Tuttavia, tenendo conto che ciascuna delle due attività provoca influissi sull’altra, occorre prestare attenzione a come vengono interpretate e da come si viene seguiti dal proprio istruttore. E’ dimostrato che l’allenamento per

sviluppare massa muscolare ha effetti positivi sia a breve che a lungo termine sulla resistenza, mentre l’aerobica non contribuisce molto alla causa dell’ipertrofia muscolare. L’aerobica abbraccia un’ampia gamma di attività che aiutano a smaltire grasso, e sono jogging, ciclismo, stepper, marcia, e altri. L’esercizio fisico, per essere aerobico, deve essere continuo (almeno per 15 o 20 minuti di fila), deve essere ritmico e deve impiegare i muscoli più grandi del corpo. “In questo modo – spiega Silvia Piras, titolare della Palestra Fight Club – l’ossigeno viene utilizzato prevalentemente per disgregare il grasso e impiegarlo come fonte di energia”. Unire attività aerobica e pesi è possibile, perché la prima porta una quantità maggiore di sangue fortemente ossigenato nei muscoli allenati. Il risultato è che il maggiore flusso sanguigno associato ad una migliore capacità ossidativa, caratteristica di chi pratica

pesi, potrebbe contribuire ad accelerare l’eliminazione degli scarti metabolici, e di conseguenza, il recupero dopo l’allenamento con i pesi. “Per costruire un fisico più muscoloso e magro possibile, è comunque importante sia avere un metodo che non prescinda da salute e benessere, sia essere seguiti da un istruttore, che sappia concentrare gli sforzi sull’allenamento con i pesi – dice Gianni Piras – ed usare l’aerobica in modo strategico allo scopo di accelerare leggermente l’eliminazione del grasso”. Indipendentemente dagli obiettivi individuali vale la pena di integrare qualsiasi programma con l’esercizio aerobico, per i suoi effetti sullo stato di salute e sul benessere. “Oltre a prevenire dalle malattie cardiache, il cardio offre benefici diversi dai pesi – termina Silvia Piras – come il miglioramento della capacità di consumare ed utilizzare l’ossigeno e l’incremento degli enzimi lipolitici”.

KICK BOXING • FITNESS • PILATES • CARDIO FITNESS SYNCRO DANCE • AEROBICA & POWER PUMP BODY BUILDING • FIT BOXE

Via Matta, 27 - 09034 - Villasor (CA) - Tel: 070.9631089 - Web: www.fightclubfitness.it

12

13


SALUTE SANIFICATORI

RENDI IL TUO AMBIENTE PIU’ SANO

Sanificare gli ambienti che si vivono maggiormente significa garantire a sé e agli altri una protezione da notevoli fastidi respiratori causati da germi, batteri, polveri sospese in aria. Con l’arrivo della primavera poi, tornano starnuti, lacrime, e arrossamento degli occhi. Questi sintomi si verificano non solo all’aria aperta, ma anche e soprattutto in casa, o al lavoro.

N

elle strutture abitative e lavorative (case, spazi comuni, uffici, centri di lavoro), è di fondamentale importanza la sanificazione dell’aria e la sua deodorizzazione, per prevenire ed evitare situazioni di contagio e rischio per la salute delle persone. I microrganismi infatti entrano nelle nostre case attraverso l’aria proveniente dall’esterno, da finestre aperte o da impianti di aerazione mal funzionanti, ma anche con noi ed i nostri indumenti, e con i nostri animali. E’ proprio in ambienti non adeguatamente sanificati che si sviluppano germi, batteri, spore, pollini, muffe, vapori e fumi chimici. Pulire e sanificare infatti sono due parole molto diverse. La pulizia degli ambienti da sola non è sufficiente, perché il principale mezzo per la diffusione delle malattie

è l’aria, e le normali pulizie agiscono sulle superfici e non trattano l’aria. Bioxigen è un innovativo sistema che sanifica l’aria e le superfici, deodorizza e abbatte le polveri sospese in aria. La riduzione di germi e batteri produce l’eliminazione di sgradevoli odori di varia natura, percepiti in ambienti chiusi, che vengono neutralizzati dall’azione ossidante degli ioni negativi di Ossigeno. Bioxigen è un dispositivo medico convalidato dal Ministero della Salute (Commissione Unica dei Dispositivi Medici) che previene e cura le sintomatologie dell’apparato respiratorio, producendo un sostanziale miglioramento della respirazione nei soggetti asmatici e allergici, soprattutto per chi rimane a lungo in luoghi chiusi.

Bioxigen è uno speciale dispositivo che sanifica l’aria con apparecchi appositamente studiati per case, uffici, aziende, industrie. Il suo costante utilizzo garantisce protezione, salute e benessere perché ricrea le condizioni ottimali per la permanenza e lo svolgimento di tutte le attività, in casa e al lavoro.

COME FUNZIONA BIOXIGEN? La tecnologia Bioxigen utilizza lo speciale condensatore Q_ Active in grado di generare ioni attivi che arricchiscono l’aria degli ambienti chiusi, riducendo drasticamente i microrganismi (batteri, muffe, virus, etc..). Bioxigen riproduce l’effetto delle radiazioni solari in atmosfera incontaminata, sanificando quindi in modo naturale gli ambienti chiusi, senza l’utilizzo di prodotti chimici, gas, ecc. e con bassissimi consumi energetici (da 4 a 9 Watt).

SCIENZA

N

elle condizioni bioclimatiche ottimali (in montagna, al mare o in prossimità di fiumi e torrenti) è presente una quantità di ioni negativi prevalente su quella degli ioni positivi. Gli ioni negativi sono fondamentali per la vita: hanno una notevole funzione terapeutica in quanto rendono l’aria respirabile e leggera. In queste condizioni viene potenziata ogni attività umana: aumentando l’ossigenazione nel sangue aumentano le capacità fisiche e la resistenza. Ma l’azione degli ioni negativi è anche quella di neutralizzare germi e batteri e quindi di prevenire le malattie, alleviare le congestioni polmonari e bronchiali. I gruppi di ossigeno attivo (l’aria viziata) infatti sono fortemente attratti dai gas e dal particolato. Al contatto le sostanze dannose vengono ossidate nel giro di pochi secondi.

CONTROINDICAZIONI

Non esistono controindicazioni ed effetti collaterali negativi, i dispositivi Bioxigen possono essere utilizzati in qualunque ambiente e sono particolarmente indicati per le stanze da letto dei bambini.

Benvenuti nel mondo Bioxigen®

Distributore:

Roberto Murru

Cell: 348 3312681 Web: www.robertomurru.com Web: www.bioxigen.com Email: mrober@tiscali.it

come dopo un temporale...

Bioxigen® rivoluziona gli ambienti confinati dove si vive...riportando la stessa qualità dell’aria che c’è dopo un temporale! Bioxigen® riduce drasticamente microrganismi, batteri, muffe, virus, acari, e tutti gli odori e polveri. Bioxigen® dona beneficio, 24 ore su 24, nelle strutture comunitarie, scolastiche, produttive, uffici e residenze. L’ utilizzo costante garantisce protezione, salute e benessere psicofisico alle persone e freschezza ai prodotti alimentari e quelli facilmente deperibili. Bioxigen® , meno costi, maggiori benefici, più salute per tutti!

Affiliato al circuito

13

13


SALUTE INTEGRATORI

SOS PROVA COSTUME

Molti di noi desiderano avere un addome piatto e scolpito come quello di molte modelle e modelli, ma solo pochi riescono. Il segreto per ottenerlo è semplice, bisogna prima di tutto ridurre il grasso che ricopre questo gruppo muscolare. A cosa ci servono tutti quelli esercizi che facciamo per allenare gli addominali? Sicuramente a poco se prima non ci preoccupiamo di eliminare il più possibile il grasso che li ricopre.

D

imagrire non significa solamente perdere peso ed Herbalife lo sa più di chiunque altro. Dimagrire significa anche mantenere il peso una volta persi i chili di troppo, migliorando quindi la fiducia in sé stessi. Fino ad oggi dimagrire era faticoso. Con l’aiuto di Herbalife, di una sana e corretta alimentazione e di una moderata attività fisica, dimagrire può diventare un “piacere”. Dimagrire significa stare bene ed esserne consapevoli. Quante volte hai recuperato, con gli interessi, i chili che avevi perso con tanta fatica? Grazie a Herbalife ed alla sua gamma di prodotti, questo rischio si riduce: Herbalife ti insegnerà come dimagrire senza soffrire grazie ai suoi prodotti e ad una corretta alimentazione. Ricorda che i prodotti Herbalife oltre a permetterti di dimagrire in maniera del tutto naturale sono un perfetto connubio tra l’antica scienza delle erbe e la moderna tecnologia. Inoltre, sono autorizzati e notificati dal Ministero della Salute. Quando si segue una dieta per il controllo del peso, il difficile é resistere ai morsi della fame e alle tentazioni del cibo, i prodotti Herbalife mirano a ridurre lo stimolo incontrollabile della fame di mangiare di tutto e di più, ma anche a fornire i nutrienti di cui abbiamo bisogno quotidianamente per raggiungere il benessere fisico, e mantenerci sani. La nutrizione intelligente ti offre la possibilità di adattare le diverse soluzioni

nutrizionali alle tue caratteristiche e necessità, per una dieta semplice e sana, infatti seguire una dieta dimagrante non significa solo dimagrire, ma seguire uno stile alimentare corretto, che sappia fornire il giusto apporto proteico, calorico, energetico, ed i nutrienti di cui abbiamo bisogno. Per perdere peso devi sostituire uno dei pasti principali, il pranzo o la cena, con il Formula 1, il prodotto principale che contiene tutti gli ingredienti necessari per un pasto completo e tutto ciò che serve al nostro organismo. Oltre a questo devi prendere le compresse di vitamine, fibre ed in più il tè verde da bersi la mattina e il pomeriggio. Ovviamente devi seguire un’alimentazione sana e bere almeno due litri d’acqua al giorno. Almeno una volta alla settimana pesati sulla bilancia per verificare i risultati ottenuti. Dopo aver fatto il programma di dimagrimento, devi seguire quello di mantenimento, altrimenti è come se non hai fatto nulla e riprenderai i chili persi con gli interessi. Il mantenimento deve durare lo stesso numero di mesi del periodo di dimagrimento. Se hai dubbi su qualunque cosa contatta il tuo consulente che ti saprà dare tutte le indicazioni del caso.

Distributore indipendente Vieni a trovarci a Villacidro (VS) in via Lavatoio 9 Presso il nostro Ufficio Nutrizione e benessere Herbalife Tel: 070.9316206 – Giuliana: 347 3639902, Franca: 348.28 73 874, Stefania: 340 1491092, Luigia: 348 4450419 Mail: nutrizionebenessere@tiscali.it 14

13


SALUTE ACQUE

L’ACQUA È VITA, SATTAI È SALUTE

Non sempre ci si pensa, ma l’acqua è uno tra gli alimenti più importanti nelle diete di ciascuno di noi. Conosciamo abbastanza le sue caratteristiche e proprietà? Abbiamo idea di quando

L

’acqua potabile è il prodotto alimentare più controllato. Nel ATO 4, i tecnici di Nuove Acque e della ASL ne verificano quotidianamente la qualità, giudicandone parametri come colore, sapore e trasparenza e analizzandone la composizione chimica e batteriologica. Per essere considerata potabile, dunque, all’acqua non basta fornire al nostro organismo le numerose sostanze utili (ad esempio sali minerali, calcio, fluoro) di cui è ricca. Il diploma di “potabilità” è da guadagnare e da meritare ogni giorno. Dopo l’ossigeno, inoltre, è la seconda sostanza più importante per la salute umana, ma non tutte le acque sono uguali. Anzi, è un prodotto locale. Essa, infatti, trae il proprio sapore e la propria composizione dalle terre che attraversa. Si può parlare di acqua dura e acqua dolce, a seconda di quanto calcare contenga. Entrambi i tipi hanno pregi e difetti, non comportando comunque alcun danno per la salute. L’acqua è il solvente

universale per eccellenza e un mezzo di trasporto e per questo è la base di tutti i processi biologici nel corpo umano. E’ importante soprattutto per il sistema digestivo, perché contribuisce ad costante rifornimento ed esportazione di prodotti e sostanze. Il trasporto delle sostanze nutrienti può avvenire soltanto attraverso un solvente e l’acqua funge da mezzo principale, inoltre favorisce la regolazione termica nei nostri corpi. Per gli esseri umani è di importanza basilare che la temperatura corporea rimanga ad un livello standard. Ecco perché dobbiamo bere tanto quando abbiamo la febbre. Il prezioso liquido assorbe calore e lo trasporta nel corpo mentre traspiriamo. Importantissime è anche la funzione di ammortizzatore nei confronti degli organi più delicati quali l’occhio, l’orecchio interno e il cervello. Questi infatti sono ricchi d’acqua o circondati da acqua o posati su un cuscinetto d’acqua. Inoltre essa ha la funzione di trasportare i principi nutritivi in tutte le cellule, di promuovere la digestione, di garantire la termoregolazione (mediante la sudorazione, anche

l’acqua possa considerarsi potabile? Sappiamo quale sia la dose giornaliera di acqua di cui abbiamo bisogno? Tante piccole, grandi curiosità legano l’acqua alla nostra salute.

impercettibile) di trasportare le scorie fuori dal nostro organismo per mezzo degli organi emuntori ed escretori. Probabilmente tutte le funzioni indispensabili vitali che abbiamo qui elencato non rappresentano la totalità, anzi, pare che la funzione più importante dell’acqua sia quella di fare da antenna e da trasmettitore di informazioni

(secondo alcune ipotesi persino da serbatoio di memorie e da pila che ricarica le nostre energie). Quindi l’acqua che beviamo non deve solo dissetarci e rinfrescarci. Foto di Mariano Casti

Sede legale: Via Togliatti 78, 09028 Sestu (CA) Stabilimento: Loc.Funtana Coperta sn 09036 Guspini (VS)Tel: 070.970471 - Fax: 070.972698 Mail: goldenacquesrl@tiscali.it - Web: goldenacque.it

13

15


MUSICA

L’ISOLA NON BASTA PIÙ: IL ROCK DEI SIKITIKIS ALLA CONQUISTA D’ITALIA

Nei giorni scorsi hanno firmato un contratto con la Sugar di Caterina Caselli: adesso la strada verso il successo dei SikitikiS potrebbe aver preso una china diversa. Orgoglio e consapevolezza, passione e impegno sociale e culturale, il rock and roll senza chitarre della band cagliaritana attraversa ancora una volta il mare e va alla ricerca di quel successo per ora quasi sempre circoscritto.

D

agli esordi alla firma di Milano, dalla gavetta torinese alle acclamazioni in Sardegna: Diablo, Jimi, Regiz e Zico, a 11 anni dalla nascita dei gruppo, sono ad una nuova e importante svolta della carriera. I SikitikiS nascono come miscellanea di garage, rock, pop, il tutto prepotentemente influenzato dal cinema, dalle colonne sonore dei film poliziotteschi italiani degli anni ’60 e ’70. Nel tempo si sono fatti sentire anche gli influssi del noir. Elementi rivisitati e riproposti con venature jazz, talvolta volutamente lounge. Diablo (voce), Jimi (basso), Zico (tastiere) e Regiz (batteria) danno vita ai SikitikiS nel 2000. La prima registrazione ufficiale risale al 2002 con il brano Il Modo Migliore, pubblicata nella compilation 4-Tones dell’etichetta indipendente K-Factor. Nel 2002 incontrano Max Casacci, produttore torinese, e chitarrista dei Subsonica, proprietario dell’etichetta Casasonica. Siamo nel 2002, dopo arriveranno tre dischi, intervallati da collaborazioni e altre iniziative. Il primo, Fuga dal deserto del Tiki, risale al 2005. Nella seconda uscita, B, del 2008, Diablo e gli altri si sono rivolti ancora una volta all’etichetta piemontese, rinunciando però alla distribuzione tradizionale, puntando sulle vendite on-line e su quelle dei concerti, che aggirano i problemi di produzione e puntano tutto su un prezzo popolare. La terza produzione è storia recente, Dischi fuori

Moda, distribuita dalla Venus, porta gli ascoltatori dal filone primordiale ispirato alle colonne sonore morriconiane e ai poliziotteschi, ad un nuovo esordio artistico, dove pop e soft punk si mescolano, permettendo ai quattro musicisti cagliaritani di reinventarsi. Tutto ebbe inizio con un approccio che rese i SikitikiS un gruppo di nicchia, grazie anche alla passione comune per il cinema. Prima dell’uscita del primo disco, infatti, nel 2004, furono invitati dal critico cinematografico Mario Sesti a partecipare all’Umbria Film Festival, dove omaggiarono Gianmaria Volontè e il regista Elio Petri con una sonorizzazione successivamente premiata durante la rassegna Sguardo Ribelle. Nel 2005 sono stati riconosciuti come gruppo rivelazione dell’anno nella categoria indie-rock. Non si fermano mai e, suggellando il legame con il cinema, scrivono la colonna sonora del film Jimmy della Collina, di Enrico Pau, la sonorizzazione del film La Decima Vittima e, rivisitano la canzone Cuore Matto di Little Tony per il film Cosmonauta di Susanna Nicchiarelli. Non hanno chitarre nel proprio background. Un’assenza che si è trasformata in un tratto distintivo. Per ora i SikitikiS non sono mai stati ingabbiati dalle regole dei generi musicali modaioli o dalle leggi di mercato. Federico Fonnesu foto Federico Fonnesu

caffetteria lounge bar wine pub musica dal vivo il sabato Via San Leonardo (angolo Via Roma) - Muravera Tel. 331 8876001

16

13


LOCALI RISTORANTI

A TUTTO PESCE!

M

aggio è uno dei periodi dell’anno che si caratterizza per l’alta pressione. Le perturbazioni sono meno intense e passano velocemente, consentendo ai pescatori di uscire in mare molto più frequentemente. Anche la temperatura del mare si fa più mite, favorendo l’accostamento delle dei pesci alle barche e alle reti. Per molti, quindi, questo mese coincide con l’inizio di una nuova stagione di pesca, in cui molte specie di pesci saranno pronti per la commercializzazione. I pesci della stagione sono spigole, saraghi, orate, branzini, mormore, ma anche cozze nere, qualche riccio (la stagione è quasi finita, ma in questo periodo sono ancora molto saporiti), e le anguille. Per questa specie, in particolare, il momento migliore è proprio maggio, quando le piogge primaverili intorbidiscono e rendono limacciose le acque dei torrenti e dei fiumi. Si pescano all’imbrunire fino alle prime ore della mattina, momento in cui preferiscono cibarsi. Esiste un luogo in particolare, un

ristorante, che ha saputo recuperare le ricette di quella Sardegna conosciuta a pochi, espressione di un caratteristico modo di sentire e vivere il mare e la sua terra, riuscendo ad interpretare al meglio lo stile di una cucina tradizionale. Marina Giò, è un luogo in prima fila, in riva alla spiaggia della Marina di San Giovanni a Muravera, che riesce a coniugare un’eccellente cucina con la magia dei sapori e delle tradizioni dei migliori piatti di pesce. Il menù del ristorante cambia giornalmente, e tra i primi piatti spicca di tanto in tanto anche la pasta fresca, creata con pazienza dallo chef e titolare Gianni Carta. Le altre pietanze che si alternano nella cucina di Marina Giò sono tutte locali: provengono direttamente dagli allevamenti e dalle coltivazioni della zona, e rappresentano il meglio della stagione. Largo allora anche a bistecche di manzo, fagiolini, patate novelle, verze, zucchine, piselli.

Le ricette di Marina Giò INSALATA DI MARE Ingredienti: Cozze, arselle, gamberetti, polpo, calamari, olio, aceto o limone, sale.

COZZE GRATINATE Ingredienti Cozze, pane grattugiato, aglio, prezzemolo, sale, pepe, olio extravergine d’oliva

Si lavano accuratamente le cozze e le arselle e si mettono in un tegame senza acqua lasciandole al fuoco giusto il tempo di aprirsi. Si tolgono quindi i molluschi dal guscio e si sistemano in una terrina. Separatamente si fanno lessare il polpo, i calamari e i gamberi. Questi ultimi vanno sgusciati e tagliati a pezzi; polpo e calamari si tagliano a pezzetti piccoli. Il tutto si unisce ai molluschi e si condisce con olio, sale, pepe e succo di limone (qualche goccia di aceto a seconda dei gusti). L’insalata va rivoltata ogni tanto per assorbire il sugo.

Preparazione Mettere le cozze in una padella con un bicchiere d’acqua e farle aprire. Sgusciare e lavare bene il mollusco. Tritare molto finemente l’aglio e il prezzemolo, amalgamare con il pane grattugiato, l’olio il sale e il pepe. Rimettere il mollusco nella conchiglia e coprirlo con il composto. Mettere le cozze gratinate all’interno di una teglia aggiungere un filo d’olio e cuocere al forno (200°) per 10 minuti circa.

RISTORANTE - PIZZERIA

BAR - CAFFETTERIA - GELATERIA

Ristorante Marina Giò. Aperto tutti i giorni. A pranzo menù turistico euro12,00 Per prenotazioni tel. 333 9860200 - Loc. San Giovanni - 09043 Muravera (CA) 13

17


LOCALI VINERIA

LA BISTECCA PER I MUSCOLI

Per fare il pieno di proteine ma non di grassi, devi mettere nel piatto la giusta quantità di carne rossa. Meno di 100 g Scarsa. “La carne rossa è una delle migliori fonti di ferro, fondamentale per convertire il cibo in energia, nonché per produrre i globuli rossi (che trasportano l’ossigeno ai tessuti) e per mantenere in salute il tuo sistema immunitario”, spiega il dottor Fabrizio Duranti, esperto di integratori e metabolismo a Milano e Perugia. “Ma con meno di un etto di carne ottieni poco più un grammo di minerale: troppo poco, anche se si tratta di ferro biodisponibile, come tale perfettamente assorbito dall’organismo”. Tra i 100 e i 150 g Perfetta. “Una bistecca da 150 g ti dà il 40% del ferro,il 50% delle proteine (i mattoni dei muscoli) e il 50% dello zinco (la benzina degli spermatozoi) che ti servono ogni giorno, oltre a una decina di grammi di grassi che mettono il turbo alla produzione di testosterone”, assicura il dottor Duranti. Inoltre una bistecca di questo peso contiene la giusta dose di arginina (che aiuta ad abbassare la pressio-

ne) e un grammo di creatina, che aiuta l’energia e la resistenza muscolare. Più di 200 g Troppa. Riduci le tue porzioni: il consumo eccessivo di carne rossa è collegato al morbo di Alzheimer e all’osteoporosi. Inoltre, una ricerca pubblicata dal Journal of the National Cancer Institute sostiene che mangiare troppa carne può aumentare del 35% i rischi di cancro dell’intestino. Per non parlare dei danni al tuo six-pack: “Tre etti di costata equivalgono a 420 calorie e a 18 g di grassi”,avverte Giovanni Seveso, specialista in Scienze dell’alimentazione a Milano. “Certo, quasi la metà del grasso di una bistecca è monoinsaturo e fa bene al cuore, ma 18 g in un colpo solo sono davvero troppi”. foto Gianluigi Deidda

DEWINE CASTELVI’ & SPIRITS Caffetteria, sala da tè, pasti veloci, mostre eventi e musica dal vivo decastelvì è anche bisteccheria sia a pranzo che a cena Via Roma 14, Villacidro (VS) - Tel.334-8557965

18

13


TRADIZIONI NATURA

PIANTE E FIORI DA TUTTO IL MONDO SOLO DENTRO IL POT-PLUS

M

urgia Vivai, col patrocinio Centro Servizi Imprese della Camera di Commercio di Cagliari, ha partecipato all’annuale edizione di Euroflora. La manifestazione si è tenuta a Genova tra il 21 aprile e il 1 maggio 2011. Euroflora è una tra le più importanti fiere florovivaistiche d’Europa, ed è il punto di riferimento per esperti ed appassionati del settore. Per bocca degli stessi organizzatori la decima edizione della rassegna ha rappresentato “un invito a riscoprire le ragioni profonde di una pacifica convivenza tra gli uomini che, nel convinto rispetto per le diversità dei popoli e delle culture, ne esalti soprattutto i valori che uniscono. Tra questi, il rispettoso stupore per la bellezza della natura di cui fiori e piante, con i loro colori e profumi, sono simbolo”. La kermesse è stata l’occasione per mostrare al mondo della floricoltura e della vivaistica il nuovo progetto tecnico in via di brevetto, il cui studio e realizzazione è stato condotto proprio in collaborazione con Murgia Vivai. Si tratta del Pot-Plus, un vaso studiato e progettato dall’ingegnere di origine villacidrese Fabrizio Lampis, attivo a Milano presso lo studio tecnico Supercake. Nella splendida cornice di Euroflora, Murgia Vivai ha dato risalto alle specie vegetali caratteristiche della flora sarda. Le piante del nostro patrimonio vegetale hanno fatto bella mostra negli stand della fiera, con le loro peculiarità che le distinguono dal resto della flora mediterranea.

Il Pot-Plus è un sistema componibile

I

l sistema modulare consente di replicare I-Pot in orizzontale e in verticale. è possibile ottenere un’infinita gamma di configurazioni che soddisfino le esigenze dell’utente e rispondano alle diverse caratteristiche dello spazio: dal singolo vaso alla creazione di vere e proprie pareti verdi.

Il Pot-Plus è un vaso

L

Contacts: Supercake Via Ampére 61/a. 20131 Milano t + 39 02 30516029; f + 39 02 30516060 www.supercake.it

I gioielli selvatici per il vostro giardino al mare

e sue caratteristiche tecniche soddisfano tutte le necessità per far crescere una pianta. Attraverso un sistema ad accumulo d’acqua, regolato da un ritentore idrico, possono essere versati fino a 2,5 litri d’acqua, che vengono rilasciati lentamente alla pianta nell’arco di circa 15 giorni (questo valore varia a seconda della pianta e della stagione). Le sue caratteristiche formali lo rendono capace di adattarsi allo spazio: la struttura metallica permette di appoggiarlo o appenderlo a qualsiasi supporto. L’ingombro del modulo base è di 20x20x20 cm.

Il Pot-Plus è semplice da montare

L

’assemblaggio della struttura avviene attraverso una serie di elementi combinati che lavorano ad incastro, tubolari (in alluminio verniciato) e snodi; a questa si appende il sacchetto che porta la pianta.

VISITATECI NEL SITO

WWW.MURGIAVIVAI.IT

info@murgiavivai.it TEL. 070 9315407 FAX. 070 9334056

Il Pot-Plus è personalizzabile S.S. 196 km 26,00 - Circonvallazione Villacidro 09039 VILLACIDRO (MD) Sardegna - ITALIA orario: 8/12 - 14/17

I

nfinite possibili configurazioni ma anche una vasta gamma di colori. E’possibile acquistare separatamente le singole componenti e gli accessori aggiuntivi.

13

19


TRADIZIONI ALCOLICI

TORRONE.. INCANTO PER IL PALATO

Delizioso peccato di gola, questo sapiente impasto fatto di miele, albume d’uovo, mandorle o nocciole, vanta una ricca storia che si perde nella notte dei tempi. Secondo molti il torrone ha origini arabe: a conferma di ciò si cita, nella cucina orientale, un impasto a base di mandorle, miele e zucchero, con aromi di spezie, importato in Italia dai Veneziani, che avevano intensi scambi commerciali con i paesi del Mediterraneo orientale. Oggi il torrone è uno dei dolci più apprezzati della nostra cucina, e in liquore, anche della nostra cantina…

A

Tonara, borgo immerso tra i boschi di castagno della Barbagia, il lunedì dell’Angelo si è celebrato con la Festa del Torrone: per tutto il giorno di Pasquetta l’aria è profumata di miele, mandorle e noci. Ovunque nei locali e per le strade del borgo si degustava il torrone, appena uscito da sa forredda, il fornello di mattoni riscaldato con la legna di agrifoglio, preparato come si faceva secoli fa. E’ una tradizione cara agli abitanti di Tonara. Un tempo preparare il torrone era un’operazione alquanto complessa, e oggi anche le lavorazioni artigianali sono semplificate dalla tecnologia. “Si doveva girare l’impasto per parecchie ore – dice Andrea Melis de I Nuragici – in modo tale che tutti gli ingredienti, soprattutto il miele, si amalgamassero per bene”. La ricetta per il torrone prevede il miele, le mandorle locali tostate, intere e macina-

te, uova, zucchero e acqua. Il miele, insieme all’albume già montato veniva fatto cuocere a bagnomaria dentro sa forredda, e si faceva girare con un braccio meccanico per circa diverse ore. Questo lavoro si faceva totalmente a mano. Quando il maestro torronaio capisce che il miele è cotto, riduce la velocità di impastamento, aggiunge le mandorle, sia intere che macinate. Dopo ulteriori 10 minuti, l’impasto del torrone viene pescato da sa forredda e modellato in appositi stampi. Il torrone non è solo un dolce, in cucina viene utilizzato anche sciolto in crema, e se ne può ottenere anche un delizioso liquore. Il liquore di Crema di Torrone “è ottenuto con panna, latte, zucchero, sciroppo di glucosio, alcool, proteine del latte, e torrone – continua Andrea Melis – e sapientemente imbottigliato dalla ricercatezza del dettaglio de I Nuragici”. Il liquore al torrone è ideale per chiu-

I NURAGICI Via Puccini, 11, 09043, Muravera (CA) Tel: 3270303920 - Fax: 0704518088 Web: www.inuragici.com Mail: info@inuragici.com andrea@inuragici.com

20

13

dere il pasto in abbinamento a gelati, dolci al cucchiaio e dolci alla frutta, ottimo dopo il caffè, può essere anche bevuto senza accompagnamenti. Un ultimo, ottimo abbinamento del Liquore di Crema di Torrone è la Colomba pasquale. “In questo periodo dell’anno avanzano sempre delle Colombe, che spesso vengono dimenticate nella dispensa per mesi – termina Andrea Melis – provate a insaporirle con il Liquore di Crema di Torrone I Nuragici, e vedrete come è possibile rinnovare un dolce con gusto e fantasia”.


TRADIZIONI SCUOLE

MANGIARE BENE PER CRESCERE MEGLIO Le arance di Villacidro aguzzano l’ingegno degli studenti sardi, e anche di quelli romani. Grande successo per gli agrumi mediocampidanesi nei banchi delle scuole sarde e laziali. Una convenzione stipulata tra la Cooperativa Agrumicola Villacidrese e l’UnoLombardia, l’azienda che si è aggiudicata l’appalto nazionale per la distribuzione della frutta nei refettori scolastici, ha permesso ad uno dei simboli dell’agricoltura villacidrese di irrompere nella dieta giornaliera di decine di migliaia di studenti italiani

I

preziosi frutti di stagione saranno distribuiti soprattutto durante l’ora di merenda, a metà mattina, in alternativa alle classiche merendine confezionate, al fine di divulgare un corretta alimentazione, priva di conservanti e additivi ma ricca di vitamine e sani principi nutritivi. La fornitura delle arance villacidresi è stata resa possibile grazie all’intervento dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura e al Consigliere Regionale e membro della Commissione Agricoltura Sisinnio Piras, che si sono prodigati affinché l’operazione andasse a buon fine. “Si è partiti dalla presa di coscienza che gli agrumi – dice Sisinnio Piras, Presidente della Cooperativa Agrumicola Villacidrese - soprattutto delle varietà Washington e Tarocco, venivano, in passato importate dalla Calabria e dalla Sicilia”. L’abbondanza di agrumi dai campi mediocampidanesi e i loro particolari pregi qualitativi e nutrizionali hanno convinto la Cooperativa Agrumicola Villacidrese a presentare la domanda per la fornitura delle scuole sarde, asili, scuole elementari e medie, per l’anno scolastico in corso. Via libera anche alla fornitura per le scuole della capitale, dato il riconosciuto valore nutrizionale dei prodotti sardi. Sono 106 le scuole sarde rifornite dalla Cooperativa Agrumicola Villacidrese e 298 quelle laziali, di cui 190 solo nel Comune di Roma. “Il progetto fa parte di un piano ministeriale di educazione alimentare rivolto ai nostri ragazzi – dice Sisinnio Piras – per diffondere il consumo di

Sisinnio Piras Presidente della Ass. Agrumicola Villacidrese prodotti locali sani e a chilometro zero”. La fornitura di arance per l’anno scolastico in corso è stata di circa 700 quintali. Gli esperti nutrizionisti hanno calcolato una fabbisogno di vitamina C, altamente concentrata nelle arance coltivate nei campi villacidresi, pari a 200 grammi di frutta fresca. L’operazione ha avuto anche una forte connotazione ambientalista. Le arance sono, infatti, state imbustate e etichettate solo con materiali biodegradabili. Una nota di merito in più che dimostra l’amore e il rispetto per il futuro delle nuove generazioni. La necessità di fornire gli istituti scolastici sardi con la frutta prodotta e confezionata nel nostro territorio è anche in linea con la volontà di investire su prodotti a chilometro zero e dalla loro rintracciabilità. A tutto ciò va sommata la freschezza dei prodotti che non devono patire grandi spostamenti prima di arrivare a destinazione. I benefici non sono tutti per i ragazzi che hanno a disposizione i succulenti frutti. “Questo progetto – termina Sisinnio Piras – riesce così a ottenere due aspetti positivi: la promozione dei prodotti locali freschi e sani, e la valorizzazione delle aziende locali”.

13

21


EVENTI SAGRE

LA XXXIX SAGRA DELLE CILIEGIE

V

il 4 e 5 Giugno tutti a Villacidro

illacidro è “il paese delle ciliegie”, e il territorio è particolarmente vocato alla sua coltivazione. Le varietà di Villacidro si distinguono per avere frutti piccoli e di un colore rosso acceso. L’interesse del consumatore verso prodotti tradizionali, ha favorito l’impegno della Pro Loco locale che ha promosso la “Sagra delle ciliegie”, manifestazione che si svolgerà il 4 e 5 Giugno 2011, alla quale partecipano migliaia di persone provenienti da tutta la Sardegna. I produttori espongono negli stand il frutto primaverile, sia per la degustazione che per la vendita. Durante i festeggiamenti vengono allestite mostre-mercato con degustazioni enogastronomiche, esposizioni di artisti e artigiani locali. Le ciliegie di Villacidro sono sinonimo di qualità, che si tratti delle prime Bigarreau mature a primavera o dei Duroni che chiudono la stagione del raccolto. La raccolta delle ciliegie, sino a pochi decenni fa, avveniva manualmente e con l’aiuto dei tipici carretti, trainati una volta carichi di frutti. Sin dai tempi remoti, nei mesi di maggio e giugno i coltivatori della Valle di Villascema riempivano i tipici “cadinus” di ciliegie. Le ciliegie venivano intrecciate l’un l’altra creando”is tronus”, per favorirne il trasporto in paese. CARTA D’IDENTITÀ Il ciliegio (Prunus avium), è un albero che può arrivare fino a 20 metri di altezza che in primavera si copre di bellissimi fiori bianchi. I frutti si presentano a forma arrotondata, carnosi e succosi, con la buccia liscia. La pianta del ciliegio si divide in due specie distinte: a frutto dolce e a frutto acido. Il ciliegio dolce da due tipi di frutti diversi: le ciliegie duracine e le ciliegie tenerine: le ciliegie duracine (duroni) hanno polpa croccante e dura con colore rosso nerastro o bianco, mentre le ciliegie tenerine hanno polpa succosa e morbida dal colore nero o rosso. Il ciliegio acido si divide invece in tre categorie: le marasche, le amarene e le visciole: le marasche sono ciliegie di piccole dimensioni molto utilizzate dall’industria conserviera per produrre liquori (maraschino). Le amarene hanno frutti con polpa e succo chiaro e sono utilizzate per la realizzazione di sciroppi e succhi. Le viscio-

22

13


le sono frutti di color rosso acceso così come il succo e la polpa che sono molto dolci e sono consumate fresche o utilizzate per la produzione di conserve. ORIGINE E DIFFUSIONE Probabilmente la sua origine è nell’Asia del Nord-Est dove la ciliegia si coltiva in numerose regioni sin dall’epoca preistorica. In Italia, invece, la pianta di ciliegia venne portata dall’Oriente dal generale Lucullo, che la piantò nel giardino della sua villa. La ciliegia viene coltivata in Europa, America, Australia e Asia. L’Italia è produttrice di ciliegie a livello mondiale e le varietà più coltivate sono: - Bigarreau: ciliegie la cui raccolta comincia a meta maggio, fino al principio di giugno; - Duroni: sono ciliegie assai rinomate, dal colore rosso intenso o nero, di grande dimensione, molto dolci, la cui raccolta è fatta nel mese di Giugno; - Ferrovia: diffuse in Puglia, hanno una polpa molto succosa e la loro raccolta inizia a Giugno; - Marca: queste ciliegie vengono utilizzate per la produzione di conserve come le ciliegie sotto spirito e sciroppate, il loro colore è giallorosso; - Anella: ciliegie la cui caratteristica è data da una polpa succosa e croccante e da un colore rosso scuro, la possiamo trovare dal mese di giugno. CONSIGLI PER GLI ACQUISTI, MODALITÀ DI CONSERVAZIONE E UTILIZZO IN CUCINA Quando si acquistano le ciliegie, devono essere sode, di un bel colore vivo e brillante ed i peduncoli non devono risultare secchi. Bisogna evitare le ciliegie che risultano piccole e poco colorite, in quanto non ancora mature, oppure quelle molli e macchiate di scuro che in questo caso non sono più fresche. Le ciliegie vanno raccolte a maturazione completa perché, una volta staccate dall’albero, non maturano più. Le ciliegie vanno conservate in frigorifero, in un sacchetto di plastica bucherellato e si conservano 2-3 giorni. In frigorifero dobbiamo tenere le ciliegie lontano da alimenti aromatici, in quanto questi frutti assorbono gli odori. Possiamo anche congelarle, con o senza nocciolo, coperte da un po’ di zucchero: in questo caso poi il loro uso è da destinarsi alla cottura. In cucina le ciliegie si possono usare crude al naturale, aggiunte alle macedonie, a sorbetti, gelati e budini. Sono le protagoniste

per la preparazioni di dolci al cucchiaio, crostate e dolci con frutta candita. Con le ciliegie si producono inoltre sciroppi, marmellate, succhi, vini e acqueviti. Le ciliegie vengono utilizzate anche in accompagnamento ad alcuni piatti di selvaggina. CILIEGIE AMICHE DELLA SALUTE: La ciliegia è una discreta fonte di vitamina C. In base al tipo di ciliegia che consumiamo, abbiamo delle proprietà nutrizionali diverse: la ciliegia dolce ci fornisce una quantità di potassio superiore alla ciliegia acida. La ciliegia selvatica ha proprietà diuretiche, antireumatiche e lievemente lassative, inoltre ha proprietà disintossicante. I peduncoli sono usati per la preparazione di infusi che hanno un effetto diuretico. Le ciliegie si sposano con la salute del cuore.

Lo sostengono 3 studi appena presentati a Washington durante il meeting annuale Experimental Biology. I ricercatori dell’università dell’Arizona hanno scoperto che bere 240 ml di succo di ciliegia al giorno per quattro settimane riduce le infiammazioni. I ricercatori dell’università di Brunswik hanno condotto una ricerca, scoprendo che una dieta a base di estratti di ciliegia ha permesso di ridurre del 36% i valori della proteina C reattiva, una ‘‘spia’’ di infezioni e stati infiammatori in corso, e del 26% il colesterolo. Foto Antonio Saba

L’Associazione Turistica Pro Loco di Villacidro comunica che la XXXIX Sagra delle Ciliegie avrà luogo nei giorni 4 e 5 Giugno 2011 presso il Parco Comunale di Via Repubblica. Tutti i produttori di ciliegie, hobbisti, aziende, artigiani, ed i produttori dell’agroalimentare, sono invitati a partecipare mettendosi in contatto con l’Associazione per esporre i propri prodotti. Le adesioni dovranno pervenire all’Associazione entro e non oltre il 25 Maggio 2011 fino ad esaurimento degli spazi espositivi. Per informazioni: prolocovillacidro@tiscali,it Tel/Fax: 070 9315781 – Cell.340 6417113 www. prolocovillacidro.it

13

23


TECNOLOGIE

STAMPA DIGITALE IN GRANDI FORMATI FAI SENTIRE LA TUA VOCE

La stampa digitale in grandi formati e la “pubblicità dinamica”, ovvero la pubblicità applicata sulle fiancate di mezzi che si muovono, sono uno dei più validi strumenti

A

lla pubblicità dinamica e a quella in grande formato si riconosce la capacità di esercitare un impatto visivo maggiore rispetto al manifesto tradizionale: è più facile da ricordare rispetto a quella sui manifesti più piccoli. La decorazione degli automezzi, come auto, tram, camion, bus, permette inoltre di divulgare un messaggio pubblicitario semplicemente con l’utilizzo quotidiano del mezzo. Il grande formato, poi, ha dalla sua parte anche la tecnologia: “gli innegabili progressi avvenuti in campo tecnologico hanno messo a disposizione della creatività strumenti e tecniche sempre più affinate – spiega Paride Puddu, titolare di Nuove Grafiche Puddu – per giocare con effetti visivi nuovi e realizzare impianti appariscenti e di qualità”. La stampa digitale con inchiostri speciali è indicata per tutti quei lavori in cui è richiesto il massimo del fotorealismo: mostre, riproduzioni fotografiche, allestimenti per fiere, ingrandimenti fotografici, vele pubblicitarie, adesivi per mezzi di locomozione. Questo tipo di stampa garantisce una naturale brillantezza, la massima profondità di colore e un’altissima risoluzione. “La nostra azienda – continua Paride Puddu – si occupa sia della creazione che della realizzazione in stampa di grandi formati. Il nostro studio grafico interno progetta la stampa della

decorazione, e la realizza con l’aiuto della tecnologia delle stampanti digitali”. Il file grafico deve avere le stesse proporzioni del telo in cui sarà stampato. Considerando che la stampa reale sarà di grandi dimensioni, la proporzione dovrà essere del 10%. Vediamo alcuni esempi dei grandi formati dinamici. Le vele pubblicitarie, chiamate anche camion vela, sono un ottimo mezzo per la pubblicità in movimento. Impianti pubblicitari bifacciali circolano ogni giorno e in qualsiasi orario nelle zone prestabilite e pianificate. Gli striscioni per ambienti esterni sono realizzati su diversi materiali, come su pvc flessibile per realizzare stendardi e gonfaloni, su reti microforate antivento o tessuti sintetici o naturali per bandiere e drappi con effetto fronte/retro, scenografie e gigantografie. “Esistono tante esigenze, ed esistono tanti tipi di prodotti – continua Paride Puddu – si può pensare di optare verso un prodotto economico da utilizzare per una sola manifestazione oppure verso un prodotto che duri svariati anni”. Le pellicole autoadesive per veicoli come auto, mezzi da lavoro, infine, possono essere permanenti o removibili, e naturalmente resistenti agli agenti atmosferici.

T I P O G R A F I A

per comunicare la propria immagine. Ma come nasce un “grande formato”, quante e quali lavorazioni occorrono per allestire un “grande messaggio”?

CARTA PATINATA DA 120GR

E’ caratterizzata da una superficie più luminosa e bianca della carta normale. La grammatura la rende adatta per la stampa ad alta soluzione per interni di medi e grandi formati. Ideale per la stampa di locandine, stampa per espositori, manifesti da interni, manifesti da esterni e stampe digitali di tutti i tipi.

CARTA PATINATA DA 180GR

Anche questa è più luminosa e bianca della carta normale, e si presta maggiormente per le sue caratteristiche di contrasto, per i neri densi, i colori brillanti ed inoltre può essere laminata. Ideale per la stampa di locandine, stampa per espositori, manifesti da interni, manifesti da esterni e stampe digitali di tutti i tipi.

PVC ADESIVO PLASTIFICATO, OPACO E LUCIDO

La plastificazione rende la stampa più resistente nel tempo e la salvaguarda da strappi e graffi. E’ consigliata per stampe in bianco e nero e grazie alla sua caratteristica antiriflesso, è l’ideale per ambienti interni.

-

e T I c h e T T I F I c I O

NUOVE GRAFICHE PUDDU ETICHETTE AUTOADESIVE IN BOBINA E IN PIANO LIBRI - RIVISTE - GIORNALI - CALENDARI MANIFESTI, POSTER , TIMBRI, BIGLIETTI DA VISITA, STAMPATI COMMERCIALI, PARTECIPAZIONI, SCRITTE SU AUTOMEZZI, STRISCIONI, PANNELLI IN FOREX E P VC, INSEGNE

ORTACESUS (CA) - Via del Progresso, 6 - Tel. 070 9819015 Fax 070 9819031 - www.nuovegrafichepuddu.it - info@nuovegrafichepuddu.it 24

13


TECNOLOGIA-PRODOTTI

L’Unione... fa la forza!

l CS&D opera in Sardegna da oltre 14 anni per dare servizi ai punti vendita ottenendo dall'industria le migliori condizioni di mercato. l CS&D è la prima realtà della Distribuzione Organizzata Sarda, perchè offre a tutti i soci costante assistenza informatica per i punti vendita, assistenza commerciale, amministrativa e legale, con reali principi di trasparenza ed equità fra i soci, con il solo obiettivo di offrire il miglior servizio al minor costo. l CS&D fa parte di Centrale Italiana e usufruisce dei contratti Coop Italia per garantire ai propri soci e clienti servizi ed opportunità mirati alla riduzione dei costi della catena distributiva.

I nostri numeri:

39 mila mq di superficie coperta destinata a deposito l 1.200 mq riservata ad uffici l 130 mila mq di vendita l 371 punti vendita l

2.534 dipendenti (dipendenti punti vendita) 338 dipendenti (dipendenti ce.di. e autisti) l 600 milioni di euro (fatturato alle casse) l 12.000 referenze in assortimento l l

CS&D Centro Servizi e Distribuzione S.C.p.A. Zona Ind.le, Loc. Su Tasuru, Strada C7 - 09039 VILLACIDRO (CA) - Tel. 070 933 011 - Fax 070 933 01290 www.csed.coop - E-mail: info@csed.coop


MOTORI NOVITA’

FIAT PUNTO 150: L’UNITÀ D’ITALIA SI FESTEGGIA A 9.900 EURO

Versione celebrativa con motori benzina da 69 o 77 Cv e il diesel Multijet 1.3 da 75 Cv: Sistema Start&Stop di serie, colore “Azzurro Italia” di rigore.

A

rriva ad aprile la Fiat Punto 150°, la nuova versione realizzata per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia e contraddistinta da una forte personalità e dal perfetto connubio tra stile e tecnologia. Una colorazione esclusiva dedicata alla festa nazionale per una delle vetture più popolari nel Bel Paese. Se il Gruppo Fiat è partner del 150esimo Anniversario del Paese, la Punto 150 disponibile da aprile a partire da 9.900 euro si presenta sul mercato con un rapporto qualità prezzo eccezionale. Fiat Punto 150, rivela il suo spirito patriottico nel suo particolare design: realizzata in tinta “Azzurro Italia” metallizzato, si caratterizza per la griglia d’aria anteriore a nido d’ape e dal logo “Italia 150” (un elemento tondo con la cifra 150 e il tricolore italiano), che è stato posto sul montante centralelaterale e che sarà anche destinato a tutte le automobili Fiat prodotte per l’Italia dal mese di aprile al termine di giugno. Questi accessori sono esclusivi per la Fiat Punto 150°, e vanno ad aggiungersi alla dotazione di serie già prevista per Fiat Punto Evo, l’utilitaria di segmento B della

casa automobilistica torinese. Le novità non finiscono qui: la Punto che celebra l’importante ricorrenza nazionale ha di serie anche i cerchi in lega leggera in tinta alluminio e titanio brunito, e una dotazione che comprende climatizzatore, radio con lettore cd/ mp3 e fendinebbia. Tre le motorizzazioni disponibili, tutte dotate di Start&Stop di serie. A benzina troviamo il 1.2 da 69 Cv e il 1.4 da 77 Cv, a gasolio è offerto il 1.3 Multijet II da 75 Cv, ma esiste anche una variante a doppia alimentazione benzina/ metano con 1.4 da 70 Cv. I 150 anni dell’Unità d’Italia per Fiat non si fermano comunque qui. Dal mese di Febbraio è stato aperto per la prima volta al pubblico, il Centro Storico Fiat, visitabile fino al prossimo 27 novembre. Un viaggio emozionante capace di raccontare la storia di Fiat e della mobilità in Italia che si conclude idealmente nelle Officine Grandi Riparazioni di Torino, dove fino agli anni Settanta si riparavano i treni, da quest’anno destinate a ospitare un grande centro per la cultura contemporanea.

LitterAuto

NUOVA ESPOSIZIONE 900MQ

di Simona Littera

VENDITA AUTO NUOVE E USATE PLURIMARCHE FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI: CON PRIMA RATA A AGOSTO 2011 CONSULENZE ASSICURATIVE

CON VASTA GAMMA DI AUTO USATE A KM ZERO, AZIENDALIPLURIMARCHE

Via F. Serra 66, 09034 Villasor (CA) Tel. e Fax 070.9648297 - litterauto@tiscali.it

OFFERTA ESCLUSIVA Tutti i clienti che stipuleranno un contratto di Responsabilità Civile Auto (RCA) avranno in omaggio l'installazione gratuita del GPS e un ulteriore sconto sull'RCA fino al 20%. AFFRETTATEVI!

26

13


MOTORI 2 RUOTE’

TUTTI IN FORMA CON LA BICI!

La bicicletta è un vero elisir di giovinezza. Pedalando si perde peso, si resta giovani e si è in genere più felici. Una specie di antistress, che permette anche di farsi trovare preparati per la stagione calda e la prova costume, aumentando la fiducia in se stessi

T

empo di mare? Non ancora, ma manca poco! In vista della prova costume però non possiamo farci trovare impreparati, e dobbiamo metterci in forma e perdere i chili di troppo accumulati in inverno. Per aiutarci in questo, non basta solamente mettersi a dieta, ma occorre anche praticare dello sport. Per dimagrire si devono introdurre meno calorie di quelle che si consumano, o consumarne più di quelle che si introducono. Gli eccessi in entrambi i lati sono negativi e dannosi per la nostra salute, quindi, come sempre, la soluzione sta nel mezzo, cioè abbinando a una dieta ipocalorica, non troppo restrittiva, un programma di allenamento che ottimizzi il tempo a disposizione. “Una pedalata, ad esempio, oltre ad essere un divertente passatempo è anche un toccasana per il nostro organismo – dice Agostino Pistis di Centralmoto – che ci permette di riattivare la circolazione e bruciare calorie, in previsione della prova costume”. Come ovviare allora di strafare? Il movimento che si può praticare all’aria aperta, è solitamente legato alla bici, alla corsa, o alla pratica di alcuni esercizi a corpo libero. L’importante è iniziare in maniera graduale, con un paio di sedute a settimana da 30 – 40 minuti l’una al massimo, per aumentare via via lo sforzo, in maniera progressiva e lineare. “Il ciclismo (permette di bruciare 473 kcal/ora) per essere davvero efficace, deve essere continuo – dice Agostino Pistis – bisogna pedalare a lungo e

a ritmi moderati, altrimenti non produce benefici effetti sul metabolismo. Se si va in bicicletta per dimagrire, si dovrebbe pedalare almeno 3 volte alla settimana per un’ora”. Dedicare alcuni giorni della settimana, meglio quando si è liberi, ad andare in bici può allora svolgere una duplice funzione: ricaricare il corpo e fare il turista. Inoltre solo in bici è possibile esplorare territori difficilmente raggiungibili a piedi, come le campagne della Trexenta, le colline della Marmilla, il fascino della Giara, i percorsi naturalistici del Monte Linas. Per chi invece non possiede tempo per spostarsi da casa, o preferisce fare più riprese di allenamento durante la giornata, la soluzione è rappresentata dagli attrezzi ginnici da interni. “Tra gli strumenti più pratici e ricercati si possono trovare – continua Agostino Pistis – tapis roulant, panche, ellittica, cyclette, spin bike, vogatori, stepper. Oggi tutti possono praticare fitness in casa, non si hanno limiti di orario, si inizia e si finisce quando si vuole”. Da Centralmoto e da Home Fitness-“Cardio” si possono trovare diversi articoli anche con un prezzo molto economico, e altri, più professionali e di qualità, ma con uno più elevato. “Si può anche ricorrere ad un finanziamento personalizzato a tasso zero – termina Agostino Pistis – erogato direttamente dal nostro punto vendita”.

13

27


C.I. International

Speciale Promo!

Miller Illinois

6 posti letto, anno 1995, meccanica Ford Transit 2005D, tenda veranda, porta biciclette.10.000 €

anno 2006, 6 posti letto. Meccanica Fiat Ducato jtd, tenda veranda, antenna tv, videocamera retromarcia, aria condizionata, frigo 135 lt. 28.000€

Rimor Super Brig 678 anno 2004, 6/7 posti letto, meccanica Ford Transit, dinette integrata con cabina, retrotreno gemellato, tenda veranda, autoradio, turbovent, doppio serbatoio, antenna Tv, porta bici. 27.000€

Semintegrale Adriatik Coral anno 2006, 4 posti letto. Meccanica Fiat Ducato jtd, videocamera retromarcia, tenda veranda, pannello solare, antenna tv, sospensione ad aria Al.Ko., rilevatore gas, inverter. 33.000€

NOLEGGIO CAMPER A PARTIRE DA 50 EURO AL GIORNO Noleggia un camper in bassa stagione per un minimo di 10/15 giorni, il costo è solo di € 50 al giorno + costi fissi. ( € 90 ). Autocaravan vi offre la possibilità di ritirare di riconsegnare il veicolo ricreazionale prescelto presso gli aeroporti di Elmas (Cagliari) Olbia ed Alghero. CATEGORIA CLASS

Semintegrale Mansardato Mansardato con portamoto Mansardato

POSTI MECCANICA Bassa Stagione (*) Alta Stagione (*) Weekend (**)

4 6 6 7

Ford Ford Ford Ford

, , , ,

Fiat Fiat Fiat Fiat

100 100 140 140

150 150 200 200

290 290 390 390

(*) Tariffa giornaliera (**) Weekend: Venerdì, sabato, domenica riconsegna lunedì mattina tutto compreso. La tariffa comprende le spese fisse. Solo Bassa Stagione Accessori a richiesta o di serie: aria condizionata, autoradio CD, tenda veranda, tacchi, estintore. Penale per eventuale smarrimento degli accessori in dotazione, quali bombola, estintore, tacchi, euro 50,00, autoradio euro 150,00 Alta Stagione: dal 30 Giugno al 15 Settembre e i giorni di festività nazionale. Bassa Stagione: dal 16 Settembre al 30 Giugno. Formula Weekend non applicabile in alta stagione.

tutti i veicoli venduti da Autocaravan Rent sono coperti da garanzia per 1 anno

Blu Camp Sky anno 2010, 4 posti letto, aria condizionata, tenda veranda, portabici, pannello solare, antenna satellitare, autoradio CD. 37.000€

C.I. Mizar 110 anno 1997, 6 posti letto, turbo vent, trio gas, impianto tv e autoradio, portabici a tre posti, scaletta elettrica, portapacchi, gommato a nuovo, revisionato. 17.500€

Cagliari/Elmas, S.S. 130 Km 4,350 Viale Elmas 222, Tel: 070 215878 Olbia, Loc. I Giunchi, Tel: 0789 67108 Deposito Elmas: S.S. 130 Km 6,200 Via Corbino Tel: 070 2135122 Fax: 070 2135325

www.autocaravan.it autocaravan@tiscali.it

Nuovi concessionari per la Sardegna di case mobili per campeggi e residence con prezzi vantaggiosi Casa mobile Beatrice: anno 2011, misure mt 6x3 tot. 18 mq, n. 04 posti letto (2 letti matrimoniali), arredamenti interni, dotato di servizi igienici, completo di elettrodomestici. 23.000€, iva inclusa


MOTORI PNEUMATICI

MANUTENZIONE DEI PNEUMATICI: LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Federpneus, l’Associazione Nazionale Rivenditori Specialisti di Pneumatici, prevede che circa 25 milioni di italiani utilizzeranno l’auto per spostarsi durante le ferie estive. Questo dato emerge da un sondaggio Confesercenti – Swg; 39 milioni saranno infatti gli italiani che partiranno per le ferie estive, dei quali circa il 64% (25 milioni) utilizzeranno l’auto per i loro spostamenti. Considerando l’intensa mole di traffico prevista Federpneus consiglia, di controllare le condizioni del veicolo prima della partenza, per affrontare ogni spostamento con la massima tranquillità.

I

n particolare Federpneus ricorda l’importanza della manutenzione dei pneumatici ai fini della sicurezza della circolazione: prima di partire è fondamentale importante far effettuare un controllo generale degli pneumatici e della pressione di gonfiaggio (che influenza direttamente anche i consumi del veicolo), presso rivenditori specialisti di pneumatici. Questo perché i rivenditori specialisti hanno a loro disposizione le tecnologie più avanzate e la professionalità per effettuare i controlli nella maniera più scrupolosa. “Tutto -dice Fabrizio Giua di Villgomme vale anche e soprattutto per quei veicoli (come camper e roulotte) che vengono utilizzati intensamente in occasione di vacanze ma per il resto dell’anno rimangono fermi”. Una volta effettuati questi controlli le ferie estive potranno svolgersi nella massima serenità, e sarà anche possibile ottenere un risparmio economico nella spesa per il carburante. La durata di utilizzo dei pneumatici è estremamente

variabile ed assolutamente impossibile da predefinire. “I pneumatici auto -continua Fabrizio Giua - sono infatti costruiti con diversi tipi di materiali e mescole di gomma, essenziali al loro buon funzionamento ma con caratteristiche che si trasformano nel tempo”. Questa evoluzione dipende da molti fattori come condizioni climatiche, condizioni di immagazzinamento, condizioni di utilizzo (velocità, pressione di gonfiaggio, manutenzione, carico, …) alle quali i pneumatici saranno sottoposti durante la loro vita. Per questo è fondamentale che ogni automobilista presti attenzione all’aspetto esterno dei propri pneumatici , ad ogni perdita di pressione di gonfiaggio o ad ogni manifestazione anormale (vibrazione, rumore, tiraggio) che potrebbe rivelare la necessità di sostituirli. Inoltre, a prescindere dalle ispezioni regolari e dalla pressione di gonfiaggio, è raccomandabile che tutti i pneumatici, compresa la ruota di scorta, siano ispezionati regolarmente da un Rivenditore Specializzato, al fine di valutarne lo stato. Passati 5 anni o più di utilizzo delle gomme, tale ispezione dovrebbe essere effettuata regolarmente almeno una volta all’anno. Seguire inoltre, se previsto, le indicazioni del costruttore del veicolo sulla sostituzione dell’equipaggiamento originale. “È raccomandabile per precauzione indipendentemente dall’ impiego, dal grado di usura e dall’aspetto apparente -termina il titolare di Villgomme - SOSTITUIRE le gomme dopo 10 anni dalla data di fabbricazione dei pneumatici”.

13

29


CASA

LA MANUTENZIONE DEL CONDIZIONATORE: PER UN CLIMA SEMPRE IDEALE E’ importante eseguire la manutenzione dei condizionatori? Ecco alcuni consigli per prevenire sporcizia, perdite di gas refrigerante, malfunzionamento dei condensatori

L

’importanza della manutenzione dei condizionatori viene quotidianamente dimostrata da Pronto Casa e dai suoi tecnici durante gli interventi effettuati: semplificando al massimo il discorso, possiamo affermare come un condizionatore non regolarmente mantenuto non funziona come dovrebbe, quindi non rinfresca o scalda l’aria che gestisce. Entrando nel particolare, possiamo specificare che la manutenzione dei condizionatori è fondamentale per eliminare problemi e rischi legati all’attacco della sporcizia sulle componenti, alle perdite di gas refrigerante, al malfunzionamento dei condensatori. Ma vediamoli nel particolare. Parlando di prodotti, i condizionatori, che hanno a che fare con aria proveniente dall’esterno o che, in molti casi, hanno componenti direttamente esposti con l’esterno e quindi con tutti gli agenti atmosferici e gli inquinanti presenti, la sporcizia diviene uno degli elementi principali contro cui la manutenzione deve operare. Perché? “Nell’aria esterna alle nostre abitazioni o uffici – dice Angelo Mascia di Pronto Casa - circola molta polvere, ma anche sostanze inquinanti e pollini. Questi, nel caso di elementi dei condizionatori sistemati all’esterno, si depositano sulle coperture e possono attaccare le batterie, fondamentali per l’efficienza della macchina”. Inoltre, le medesime sostanze vengono catturate dai condizionatori insieme all’aria e inquinano le condutture

30

13

intasando i filtri. Cosa ne deriva? “La manutenzione dei condizionatori - dice Giuseppe Boi - deve essere finalizzata anche ad eliminare lo sporco dalle componenti interne delle macchine per evitare il sicuro calo di rendimento”. Altro fattore da avere sempre a mente sono le fughe di gas, determinanti in negativo poiché causano un calo di rendimento insieme ad una crescita dei consumi: in sostanza il condizionatore consuma più energia elettrica rinfrescando o scaldando meno, molto meno. Qual è la soluzione? Specificando che le perdite sono eventi normali e previsti, specifichiamo come anche in questo caso la manutenzione dei condizionatore è importante. Naturalmente il rabbocco del prodotto refrigerante costituisce la prima operazione da compiere, ma poiché le perdite si verificano a livello dei collegamenti tra tubature e saldature si procederà anche al loro controllo. “I condensatori supportano i condizionatori – termina Mauro Casti - ma per fare ciò devono poter espellere efficacemente l’aria che utilizzano per raffreddarsi. Nel caso di queste componenti, il ruolo della manutenzione condizionatori è quello di verificare soprattutto la posizione in cui sono stati collocati per evitare che l’aria calda da loro espulsa si scontri con l’aria più fresca che deve interessare le batterie”. Questo perché, in casi simili, si determina un calo notevole delle prestazioni dei condizionatori.


CASA

VOLARE A CASA PROPRIA SU UN MAGICO TAPPETO IN LEGNO I parquet hanno spesso visto più generazioni. Questo sia perché un pavimento ben trattato e ben curato dura tranquillamente 100 anni, sia perché (con un adeguato strato d’usura) si può carteggiare e isolare anche parecchie volte. Oggigiorno è usato prevalentemente il parquet prefinito, che ha il vantaggio di essere lavorato e verniciato direttamente in fabbrica, riducendo notevolmente i tempi di posa ed il fastidioso odore di vernice di finitura. Esso si adatta a qualunque tipo di supporto e può essere posato sia incollato che flottante.

S

trutturalmente il parquet prefinito è composto di diversi strati incollati fra loro. Il supporto è formato da strati di sfogliato di legno, perfettamente incollati tra loro con adesivi ad alta resistenza. La flessibilità della doga è garantita da scanalature che ne agevolano la posa su sottofondi non perfettamente complanari. Il collante unisce il supporto allo strato di legno nobile, che ha uno spessore di circa 5 mm. Nei parquet stratificati solo lo strato superficiale è di legno nobile incollato a sua volta su supporti di legno dolce. Tra i vantaggi di questo tipo di parquet sta il fatto che si acquista già verniciato e non richiede successivi trattamenti. La finitura, che avviene direttamente in produzione, consiste in più cicli di verniciatura che, oltre ad esaltare la bellezza del legno, lo rende più robusto e più resistente all’umidità. Per quello che riguarda le essenze, in altre parole, il tipo di legno utilizzato per i tasselli, importante è rilevare che è al variare di queste ultime che variano le caratteristiche del parquet. Le principali sono: faggio, rovere, noce, olivo, ciliegio, larice, doussiè, wengè, teak, iroko, aformosia, merbau, panga panga. Le diverse qualità dei legni, reagiscono differentemente a quelle che sono le diverse

SOS CASA chiama allo 070.970857, oppure scrivi a: soscasa@iterdiruggeri.it

Iter di Ruggeri

quando la professionalità è compresa nel prezzo.

caratteristiche degli ambienti dove devono essere posati, ma per tutti valgono i vantaggi che solo il parquet sa offrire. Si va dalla capacità di resistere all’umidità, al trattenere o restituire il calore in favore di una migliore regolazione termica degli ambienti domestici, creare comfort e intimità, donare bellezza oggettiva ad ogni ambiente, grazie alla naturalità del legno. Ci sono essenze che si prestano bene alla verniciatura, consentendo di ottenere una pavimentazione completamente personalizzata e del colore che si desidera. Spazio anche ai grandi formati, che consentono la messa in posa di plance da quasi 2 metri di lunghezza e 20 centimetri di larghezza. Grande attenzione deve essere fatta alla provenienza del prodotto. E’ consigliabile evitare l’acquisto di parquet di provenienza asiatica, o comunque dubbia, per la presenza di elementi nocivi per la salute all’interno dei collanti utilizzati per la loro creazione. Si tratta di prodotti chimici quali arsenico e formaldeide. Con le variazioni di calore e le sollecitazioni meccaniche, questi pericolosi veleni possono riemergere creando problemi all’apparato respiratorio dei nostri cari e altre gravissime patologie.

REALIZZA SOGNI Via Gramsci, 199 - 09036 Guspini (VS)

Tel. 070.970 857 (3 linee ric. autom.) Fax 070.974 549 Mail: info@iterdiruggeri.it Web:www.iterdiruggeri.it

13

31


ECONOMIA

STRADE CAMPESTRI PRATICABILI TUTTO L’ANNO? UN SOGNO CHE PRESTO POTREBBE DIVENIRE REALTÀ. L’asfalto non è la soluzione migliore per risolvere l’annoso problema della praticabilità delle strade circondariali che collegano le località campestri attorno ai centri abitati. Le casse comunali piangono per la recessione economica, i servizi sono sempre più ridotti all’osso e, spesso, tutto ciò che concerne le necessità ritenute meno impellenti viene tralasciato, in attesa dell’utopico arrivo dei tempi migliori.

T

ra le problematiche di tanti centri urbani sardi, vi è sicuramente quello del decoro stradale urbano ed extraurbano. Dove non arrivano le prerogative delle province, delegate di sottendere al controllo delle vie extraurbane, devono intervenire le amministrazioni comunali. Per le vie del paese il problema non si pone, poiché le strade devono essere rigorosamente bitumate o lastricate, per una questione di praticabilità di fronte alla mole di traffico giornaliere a cui sono sottoposte. Diverso è il caso delle vie lungo le campagne. Strade antiche, che conservano tutto il loro fascino arcaico. Ancora in terra battuta, ancora recanti quel sapore antico che lega l’uomo al lavoro dei campi. Ma l’idillio dura poco quando piogge e carichi straordinari rovinano la pavimentazione degli sterrati che diventano, così, veri e propri pantani dissestati, pronti ad intrappolare qualsiasi mezzo che capiti per quella via. Il Comune di Villacidro non si sottrae a questa consuetudine, ma sembra che il capoluogo del Medio Campidano sia anche adagiato sulla eventuale risoluzione definitiva del problema. “Villacidro ha una grossa fortuna – dice Massimo Pilleri della Villbloc – infatti è adagiata su terreni alluvionali e zeppi di pietre di dimensioni differenti”. L’ingente quantità di questi detriti pietrosi può davvero trasformarsi in una fortuna per il comune mediocampidanese. Lo sfruttamento di questo materiale può risolvere il problema della manutenzione delle strade campestri. “Villacidro è un paese di attitudine prevalentemente agricola – continua Massimo Pilleri – bisogna quindi constatare che il suo territorio possiede una sviluppatissima rete viaria extraurbana utilizzata quotidianamente da migliaia di persone. Oramai queste strade non vengono più percorse a piedi o da mezzi a trazione animale, ma da mezzi di diverse dimensioni e peso. Tutto questo via vai provoca un forte sfruttamento delle strade, necessitando tempi e costi di manutenzione sempre più ingenti”. La nostra proposta è quella di sottoporre a frantumazione meccanica, attraverso la nostra strumentazione, questi materiali in modo da poterli riutilizzare per la manutenzione delle strade”. Di solito ci si rivolge a cave presenti in altri paesi, che forniscono basalto o calcare, materiali sicuramente più costosi perché oltre al costo del materiale in cava occorre aggiungere il costo del trasporto. “Sfruttando le nostre ricchezze – termina Massimo Pilleri – si garantirebbero strade in condizioni migliori per i cittadini ed un risparmio di circa il 70-80% sul prezzo del materiale”.

32

13


CASA

ELEMENTI CLASSICI NELL’ESPRESSIONE MODERNA: IL SEGRETO DELLO STILE FRATELLI SAIU I mobili artigianali esprimono l’anima di chi li produce. Ogni laboratorio imprime il proprio marchio di fabbrica differenziandosi da tutti gli altri e dando vita ad uno stile unico. I laboratori artigiani Fratelli Saiu nascono come creatori di mobili classici, senza compromessi e con una cadenza ancorata alla tradizione mobiliare sarda. Nel tempo le esigenze di mercato e la maturata esperienza ha fatto evolvere le tecniche costruttive che si sono differenziate dando la capacità di proporre ad una clientela sempre più vasta ed esigente tutte le forme e gli stili degli elementi d’arredo sia classici e moderni.

N

onostante l’appropriazione dei linguaggi più disparati e la capacità di esprimere le varie fogge è rimasto vivo il filtro che ha permesso di esprimere tutto in una caratura unica e personale. Il marchio di fabbrica dei Fratelli Saiu si nota in tutta la sua particolarità nelle composizioni moderne, che mantengono quel dettaglio rustico, a volte celato, che le rende uniche e particolari, eterne e senza compromessi. Nella cucina moderna Nancy , ad esempio, la presenza delle venature del legno a vista, risaltate attraverso la tecnica della spazzolatura, risulta tipicamente rustica, ma la matrice costruttiva dei laboratori Fratelli Saiu l’ha perfettamente integrata in uno stile tipicamente moderno. Tale modus operandi è riscontrabile anche nella camera da letto Aurora. Nell’armadio ad ante scorrevoli coesistono perfettamente elementi tipici del rustico in un paradigma tipicamente moderno. E’ proprio nell’anta, costruita a traverse e montanti che viene impressa quella rusticità che è sinonimo di robustezza. Se fosse stata completamente in stile moderno, infatti, sarebbe stata un pannello unico, privo di qualsiasi asperità. Da notare anche il giroletto, la cui prospettiva richiama il rustico nello sbalzo dei piani accostati, mentre se fosse stato moderno al 100%

Arredi su misura classici e moderni

Serramenti

interni ed esterni

sarebbe stato completamente liscio. Pregevole esempio di questa caratteristica anche le maniglie del comodino, ottenute da un pezzo di legno unico lavorato con un apposita fresa, e incastonate nella sponda del cassetto. La convivenza tra rustico e moderno, come elemento caratterizzante dello stile Fratelli Saiu, può esprimersi anche attraverso il netto contrasto. E’ il caso della cucina Wendy, dove le venature del legno, tipicamente rustiche, vanno a contrapporsi alle laccature moderne del piano lavello. Le sedie coordinate in bianco, poi, sono quanto di più classico ci sia. La soluzione della colonna forno, con dispensa e cassetti, separata dal piano del lavello potrebbe essere fraintesa come unicamente dettata da uno slancio di modernismo funzionalista, invece osservandola ne dettaglio si osserva subito il dettaglio che rimanda alla tradizione. La base della colonna, infatti, è attorniata da una cornice listellare da 2,5 centimetri, che conferisce stabilità e robustezza, nell’ottica di un metodo costruttivo tutto rustico e artigianale. Un eventuale connotazione in chiave del tutto moderna avrebbe previsto una cornice composta da una fascia di 1 millimetro in legno o plastica. Noti la differenza?

Nancy

Wendy

Aurora

Progettazione personalizzata montaggio a domicilio

vieni a trovarci nella nuova esposizione Visitate le nostre esposizioni presso:

Zona industriale strada C2 bis, Villacidro (VS),

tel/fax: 070.9311111 - www.fratellisaiu.it; e-mail: saiu.fratelli@tiscali.it

Villacidro, Via Nazionale 270 13

33


CASA

NUOVO PAVIMENTO, NUOVA VITA

Ti sei appena trasferito o hai da poco comprato casa? Oppure abiti già da tempo in una casa, ma vorresti rinnovarle il look per renderla più personale e adattarla al tuo modo di vivere? Gli esperti del design consigliano di ridipingere le pareti, oppure decorarle con della carta da parati, e di cambiare la pavimentazione, scegliendo tra i materiali che meglio si adattano alle esigenze di utilizzo della casa, confort e design.

S

olitamente si dice che il parquet arreda senza bisogno di altri artifici. Ed è vero: un pavimento con un bel parquet è molto elegante e sempre più spesso è scelto da chi decide di ristrutturare o di arredare la propria casa. Ma anche chi ne sta costruendo una nuova sceglie questo tipo di rivestimento per dare un tocco di eleganza alla propria abitazione. Il parquet è l’ideale per ringiovanire lo stile della propria casa, e non comporta grandi lavori. Infatti si può posare su piastrelle o mattonelle, ovviamente dopo una adeguata preparazione del fondo. Questa consiste nel raschiare il pavimento in modo che incollandovi sopra il legno, il collante riesca ad aggrapparsi sia alla

OFFERTA SPECIALE

Tutti i clienti di MySardegna avranno un ulteriore sconto del 5% su tutti i prodotti dello showroom già in promozione

FINITURE D'INTERNI

Parquet - Laminati Moquette - PVC Linoleum - Gomma Controsoffitti Carta da parati Pavimenti sportivi Esposizione e vendita posa in opera specializzata

da oltre trent'anni Sestu ex 131

Elmas

SP Elmas-Sestu Km 2,600 Tel: 070.22385 Cell: 338.5696099 Cell: 340.4628240

34

13

mattonella che al legno che gli viene sovrapposto. Questa operazione può essere fatta con il parquet, con i laminati e con i prefiniti. Il parquet laminato è un’imitazione del parquet, ed è composto da diversi strati differenziati. Può essere di qualunque colore e non ha limiti di decorazioni utilizzabili. Il prefinito invece è un particolare tipo di pavimento in legno già pronto per l’installazione. Il parquet tradizionale infatti necessita di una fase di finitura, come la verniciatura nell’effetto desiderato che allunga i tempi di posa. Il prefinito è già pronto all’utilizzo e si può installare immediatamente, consentendo quindi anche un notevole risparmio in termini economici. Casa Moda opera da anni nel settore delle finiture d’interni, ed è specializzata in vendita e posa in opera di pavimenti in parquet, laminati, prefiniti, moquette, pvc, carta da parati e legni per esterno. La ricerca costante di un elevato standard di messa in opera e la qualità del servizio fanno di Casa Moda un partner affidabile per residenze private di ogni genere, spazi commerciali, locali, ambienti di lavoro. Anche i pavimenti in pvc possono essere fissati sopra le vecchie pavimentazioni, e oltre a essere economici, durano a lungo perché non necessitano di grandi manutenzioni. Nati per essere utilizzati in grandi spazi pubblici, per le caratteristiche antiscivolo, i pavimenti in gomma e in pvc si sono diffusi anche nell’edilizia privata: grazie infatti alla loro elasticità, sono sicuri in caso di caduta, e adatti per le camerette dei bambini. Per il design degli spazi esterni si può ricorrere infine al legno composito per esterni. Questo materiale é ideale per la realizzazione di terrazze, e spazi esterni in villette. E’ particolarmente adatto all’ambiente circostante la piscina perché inattaccabile sia dall’acqua che dal sole, indeformabile e senza schegge.


CASA

QUANDO L’ETNICO SI SPOSA CON L’ECLETTISMO OCCIDENTALE: LO STILE FUSION

Lo stile etnico racchiude i segreti di luoghi lontani, è uno stile originale, capace di ricreare atmosfere calde e solari in qualsiasi ambiente, dal classico all’ultramoderno. Gli arredi etnici sono il punto di arrivo di una contaminazione di stili e culture. All’inizio il mercato dell’etnico si rivolgeva ad una clientela medio-alto di intenditori e appassionati di viaggi, negli ultimi anni si è diffuso ha un numero sempre maggiore di nuovi consumatori,oppure solo dare un tocco esotico e originale ad un ambiente ricorrendo ad un oggetto d’importazione.

I

l carattere principe dello stile etnico risiede nel suo aspetto primitivo e arcaico, che nulla toglie però alla cura delle lavorazioni, specie nei mobili orientali, cinesi o indiani. La casa minimalista ha ceduto il passo, negli ultimi anni, ad un nuovo concetto di habitat, chiamata fusion, che ama accostare oggetti e stili diversi, all’insegna di una totale libertà pluralista. Si tratta di una moda oggi molto diffusa, che fonde oggetti delle varie etnie, creando mobili molto particolari, che racchiudono influenze stilistiche d’arredo molto diverse tra loro. I mobili d’arredamento etnico fusion propongono accostamenti di oggetti e stili differenti, presi da diverse etnie, che vengono fusi e mixati all’insegna di una libertà di stile fra i popoli. Ogni produttore può fondere mobili di culture differenti, in base ai propri gusti personali, e realizzare pezzi unici e multietnici, magari fondendo oggetti in stile etnico con oggetti del mondo occidentale che arredano in maniera impeccabile ogni tipo di ambiente. Ognuno è libero di scegliere seguendo il proprio gusto e la propria personalità, mescolando con equilibrio o meno i segnali di differenti culture. Per questo dai colori caldi e solari stoffe indiane, alle statue tribali africani,

alle lucide lacche cinesi. Il microcosmo domestico abbatte confini geografici e culturali, per ripercorrere le tappe di un viaggio, per esprimere il nostro spirito irrequieto e la nostra innata curiosità. Tra le proposte più diffuse per chi sta arredando casa si usano una serie di oggetti africani, che portano il mistero, i profumi di un continente unico. Oppure l’utilizzo di mobili cinesi, che avuto un graduale sviluppo, dato che fino al 500, le attività quotidiane erano svolte prevalentemente inginocchiati o seduti a gambe incrociate su piattaforme basse dette Kang che, ricoperte da materassi e cuscini, venivano utilizzati anche come letti per la notte. Lungo i bordi dei Kang venivano posizionati poi mobili bassi con cassetti o ripiani(tavolini o bauli). Oppure dall’India si può utilizzare il Thakat, è un tipico modello di tavolo indiano in legno di mango. Si può presentare sia in forma liscia o lavorata, basso o alto e può avere elementi decorativi inserti in ferro. Elemento spiccatamente etnico, si armonizza con qualunque ambiente. Foto Gianluigi Deidda

VISITA IL NOSTRO SHOW-ROOM

13

35


CASA

AMBIENTE CUCINA UNO SPAZIO TUTTO DA VIVERE Una cucina arredata in modo funzionale aiuta a ridurre la fatica quotidiana. L’ergonomia, la disciplina scientifica che studia come progettare l’ambiente di lavoro per migliorare sicurezza, comfort e benessere, sostiene che in una cucina adeguatamente organizzata è possibile ridurre notevolmente le ore dedicate al lavoro e i chilometri percorsi spostandosi nel locale.

U

na cucina normalmente include una zona lavaggio, una zona per la conservazione e lo stivaggio dei cibi ed una zona cottura. Il lavello può essere ad una o due vasche, con il gocciolatoio a fianco, lo scolapiatti pensile e la lavastoviglie sottostante. Vicino alla zona lavaggio andrebbe previsto lo spazio destinato a conservare i cibi: frigorifero e freezer integrati occupano un mobile a colonna, mentre quelli freestanding possono essere

collocati liberamente tra la zona operativa e la zona pranzo. Per la dispensa si può ricorrere ad un contenitore a colonna, oppure a pensili e mobili bassi, posizionati sotto il piano di lavoro, con la stessa profondità degli elettrodomestici. Se lo spazio lo consente si può progettare invece un vero e proprio ripostiglio. La zona cottura infine include la piastra con i fuochi ed un piano d’appoggio laterale, solitamente vicino al lavello, una cappa per l’esalazione dei fumi, ed il forno, che si trova

sotto il piano di cottura o incassato in un mobile a colonna. Importante in una cucina è infine una corretta illuminazione, che garantisca una visibilità generale e non crei zone d’ombra sui piani di lavoro. Alla lampada a soffitto vanno quindi associate luci sotto i pensili e la cappa. “A tutte queste esigenze – dice Efisio Loi di Arredare Oggi – risponde la cucina Kira del gruppo Turi. Se cercate una cucina che racchiuda funzionalità, estetica e resistenza dei materiali, la cucina Kira del gruppo Turi è il modello che meglio sintetizza queste caratteristiche”. La grande capienza di ogni elemento, un sistema di alta tecnologia e qualità si coniuga con l’eleganza moderna di Kira che trasforma la cucina in uno spazio accogliente ed intimo da vivere in tutta la sua praticità. Kira è disponibile in molteplici colori e corredata di tutti gli elettrodomestici in classe AAA. “Nei desideri dei consumatori di oggi continua Efisio Loi - il mondo della casa e dei suoi arredi deve riflettere lo stile di vita dei suoi abitanti e sapersi adeguare alle loro esigenze”. Con Kira le aree funzionali della cottura e del lavaggio

si trasformano spesso in elementi a blocco adattabili a vari modelli. Gli accessori sono fondamentali per sfruttare appieno lo spazio disponibile, mentre compaiono cassetti attrezzati per tenere in ordine cibi, oggetti e strumenti di lavoro. Mobili contenitori di varie misure, elementi a giorno, cassetti ad estrazione totale per contenere le pentole, ante pensili, elementi su ruote per avere a disposizione più piani di appoggio.

OFFERTA

Oggi Kira è tua a soli 2.290 euro (invece che 6.458 euro) Completa di elettrodomestici Beco: Forno in classe A Piano Cottura Lavastoviglie classe AAA Frigo Congelatore classe A+ Disponibile in vari colori lunghezza lineare 3,60 metri L’offerta è valida sino al 31 maggio 2011 36

13


CASA

LA ZANZARIERA: NON SOLO DIFESA, MA ANCHE ESTETICA La zanzariera è uno strumento indispensabile per difenderci sia di giorno che di notte dall’attacco di fastidiosi insetti. Questa funzione “difensiva” è però a volte sacrificata a scapito dell’estetica. Applicare una zanzariera a finestre e porte finestre, soprattutto negli ultimi anni, con l’arrivo e la diffusione delle zanzare tigre, è diventato veramente indispensabile.

V

i sono differenti tipi di zanzariera: a scorrimento orizzontale o verticale, fisse o a tenda, con apertura a molla o a catenella, con freno e senza. “Tutto dipende dalle esigenze personali – dice Stefano Casta di casta Serramenti – dalle preferenze e dal tipo di porta che si desidera schermare”. Spesso però la zanzariera è costretta a lasciare il passo all’estetica, perché lo standard costruttivo prevede che siano in acciaio, di colore argento o di color oro. Casta Serramenti ha adottato recentemente un nuovo modo di concepire le zanzariere con il nuovo modello Light Fan. Non è la semplice zanzariera che ripara dalle zanzare, Light Fan è stata studiata e

concepita per diventare un vero e proprio complemento d’arredo, alla stregua delle tende. La zanzariera infatti è colorata per ammobiliare, e si inserisce nell’arredamento grazie alla possibilità di scegliere non solo i colori dei profili in alluminio ma anche i colori delle reti, che possono essere simili alle finestre e persiane, o staccare cromaticamente, creando un interessante effetto decorativo con la luce. Light Fan è la zanzariera ideale “perché ha solo due centimetri di ingombro, è personalizzabile in molteplici colori per i profili e per le reti, ha sette centimetri di falso (o dislivello), si monta a trapezio – continua Stefano Casta – inoltre cambiando il colore della

rete, sostituendola, è come avere una zanzariera nuova di produzione”. E non solo. Permette periodicamente di svecchiare il look a infissi, per avere una casa sempre moderna e dinamica. In commercio esistono diversi tipi di modelli di zanzariera: quelle plissettate con movimento laterale sono tra le più diffuse e vendute, in quanto difendono dalle zanzare ma non rovinano esageratamente l’estetica degli ambienti, rivelandosi così complemento d’arredo pratico ed originale. Con la nuova zanzariera colorata di Casta Serramenti le strutture delle zanzariere possono essere anche scelte ed abbinate agli altri complementi d’arredo: il colore non sarà più

esclusivamente l’acciaio, l’argento o il color oro, ma anche color giada, granata, terra di Siena, vermiglio. “Il mercato degli infissi riesce a soddisfare tutte le esigenze dei clienti – termina Stefano Casta – anche i più esigenti”. Per le porte finestra sono disponibili zanzariere scorrevoli senza guide; per le finestre esistono le versioni “a molla” o a catenella; per porte o balconi si consiglia una zanzariera a scorrimento laterale con uno o due battenti. Vi sono infine le versioni ad incasso, dotate di uno speciale cassonetto e nate per rispondere alle esigenze di chi ha problemi di spazio.

13

37


COMUNICAZIONE ELETTORALE

“ANCH’IO PER VILLACIDRO” alle elezioni Comunali del 15 Maggio Le elezioni comunali rappresentano, nel nostro sistema istituzionale, un momento di altapartecipazionecivicadeicittadini;questo perché il comune è il luogo simbolo dove si manifesta la partecipazione democratica e la crescita sociale di una comunità. Il cittadino si identifica nel comune di appartenenza,

tende ad interessarsi di ciò che lo riguarda e matura, quindi, una forte consapevolezza a voler partecipare direttamente, con il proprio voto democratico, al miglioramento dell’attività amministrativa del proprio comune, ed indirettamente al miglioramento della qualità della propria vita.

Queste ragioni hanno spinto me e la nostra lista civica a dare la nostra totale e incondizionata disponibilità a partecipare all’imminente campagna elettorale cittadina, perché abbiamo la convinzione che Villacidro meriti una buona, sana, e disinteressata politica, fatta di giovani e meno giovani, di un buon programma amministrativo e di una ottima squadra di governo comunale. Personalmente non mi soffermerei a parlare di politica, ma solo di amministrazione della “cosa pubblica”, lontano da logiche di partito e attenta alle vere esigenze della nostra comunità. Io sono per la politica delle “piccole cose”, di attenzione nei confronti dei bisogni primari dei cittadini, anche se fosse solo lo snellimento e la semplificazione di adempimenti burocratici. Vedere così tanti giovani impegnati a contribuire con le proprie idee ed energie penso che rappresenti un orgoglio per il nostro paese e una ricchezza da preservare gelosamente. Proprio perché parto dal presupposto che le buone intenzioni, rimangano tali, se non vengono tradotte in azioni, è imprescindibile l’apporto di persone più mature, anche politicamente e non solo anagraficamente, che trasferiscano il loro sapere e la loro esperienza ai più giovani. Per questo la nostra lista rappresenta uno spaccato della nostra società, che va dal professionista affermato, al giovane, ahimè, disoccupato o inoccupato; chi vive in prima persona certi disagi e certe esigenze riesce più agevolmente ad indicare anche una strada percorribile che, condivisa ed approfondita, può consentire di addivenire alla soluzione del problema. Ora, la realizzazione di un qualsiasi programma amministrativo, come dovrebbe sempre avvenire, avrà il suo giusto valore se verrà appositamente accompagnata da azioni di potenziamento dei sistemi di comunicazione e da procedure di trasparenza e di costante informazione dei cittadini. Gli organi politici e l’apparato amministrativo di un comune devono sempre avere come riferimento i cittadini, ai quali devono essere garantiti la conoscenza,

l’accesso ai servizi, la trasparenza delle decisioni che ricadono sulla comunità e quindi su di loro. Pertanto, il dialogo permanente e continuo con i cittadini dovrà essere un impegno prioritario. Solo con il dialogo e, soprattutto, attraverso l’ascolto dei problemi della comunità sarà possibile affrontare ogni situazione al meglio, offrendo quei servizi e quelle risposte che il cittadino reclama. La trasparenza ed il coinvolgimento dei cittadini nelle scelte più importanti per il comune deve rappresentare il principio-guida per tutta la macchina amministrativa. Abbiamo bisogno di concretezza e non di semplici affermazioni di principio. Se la nostra comunità dovesse rilevare il bisogno di una strada nuova, di una scuola nuova, l’amministrazione comunale deve fare di tutto per costruirle, anche a discapito di altre opere, perché è questo che è chiamata a fare; se sul territorio comunale c’è necessità di maggiore sicurezza, i cittadini devono potersi sentire sicuri, perché questo è il luogo dove hanno deciso di vivere. Il centro del nostro programma è il cittadino e la comunità, con i propri bisogni di lavoro, parità di diritti e doveri, certezze per il futuro e impegno concreto per le famiglie e le nuove generazioni. Credo che nessuno potrebbe promettere soluzioni a tutti i problemi che attanagliano la nostra società; la promessa che invece va fatta è quella di mettere il massimo impegno e abnegazione nella creazione delle condizioni che permettono di superare tali ostacoli; questo l’elettore deve assolutamente pretendere, perché la delega con il voto sia un segno di fiducia ben riposto ed adeguatamente ricambiato.

38

13

Antonio Silanos

foto Gianluigi Deidda


COMUNICAZIONE ELETTORALE

IL CENTRO SINISTRA PER VILLACIDRO CON TERESA PANI

foto Gianluigi Deidda

13

39


COMUNICAZIONE ELETTORALE

e-mail info@villacidro futura.it sito web www.villacidrofutura.it Questo documento, con il quale la nostra lista si presenta, non vuole essere un elenco di promesse elettorali più o meno realizzabili ma intende, invece, stabilire le linee guida sulle quali lavorare nel prossimo quinquennio. La coesione tra le persone che compongono la lista non si basa sull'intenzione di contrapporsi a qualcuno, ma solo sulla volontà di offrire ai Villacidresi un'alternativa al modo di fare politica che hanno conosciuto finora, ossia una politica che non ha saputo, o peggio, non ha voluto, coinvolgere il cittadino in quelle scelte cruciali che in bene o in male hanno inciso sulla vita nel paese. Nella nostra comunità, l'amministrazione della cosa pubblica può tranquillamente essere svincolata dalla partitocrazia, la cui unica finalità è quella di gestire il potere locale per trarne vantaggio anche nelle competizioni elettorali a livello regionale e nazionale. L'amministratore di una comunità ha il dovere di gestirne le risorse adoperandosi con quella che è comunemente nota come “la diligenza del buon padre di famiglia” che nulla ha a che fare con le logiche di partito. Amministrare secondo le logiche di partito diventa ancora più complicato per quelle coalizioni in cui coesistono più anime tra loro contrapposte, quelle coalizioni che, basandosi sulla sommatoria elettorale di partiti con interessi e radici culturali differenti, non saranno mai in grado di governare in armonia. La nostra lista vuole restare estranea a tutto questo, mettendo al centro le persone con le loro competenze e non i partiti. La lista intende dare corpo alla convinzione, insita in tanti cittadini, che il benessere di una comunità deve poter prescindere dalle solite categorie destra e sinistra. Per gli anni a venire si renderà necessario coinvolgere maggiormente i cittadini nelle scelte dell'amministrazione, non solo perché ciò rappresenta la piena realizzazione della “democrazia partecipata”, ma anche perché lo chiederà il Federalismo Fiscale, la cui prossima entrata a regime rivoluzionerà il rapporto tra eletti ed elettori.

Il Gruppo Villacidro Futura 40

13


il seminario di dianetics hubbard ®

®

La tua

avventura è appena iniziata

“...gli incubi e il nervosismo sono scomparsi. Sono di nuovo sulla cresta dell'onda, nuovamente entusiasta della vita.” “Ho effettivamente sentito di aver sperimentato nuovamente il mio passato, ma questa volta mi sono sbarazzato delle sensazioni negative.” “Dianetics funziona proprio come dice di fare. Sto raggiungendo il mio stato mentale ottimale.”

Seminario di 2 giorni

Inizia sabato alle 9:30 con benvenuto e iscrizione. Rinfresco. Offerta Speciale se porti un'altra persona. Specialisti Addestrati di Dianetics per rispondere a tutte le tue domande.

Per oltre 50 anni Dianetics è stato il primo libro più venduto sulla mente umana per una sola ragione: FUNZIONA. Milioni di persone nel mondo hanno applicato i principi e le tecniche di Dianetics per migliorare le loro vite. Puoi farlo anche tu! La Meta di Dianetics è un nuovo stato per l'individuo, a lungo perseguito nella storia ma che non è mai stato ottenibile prima. Questo stato è chiamato CLEAR. Al Seminario di Dianetics Hubbard inizierai il tuo itinerario per raggiungere lo stato di Clear. Incontrerai persone come te, che sono pronte ad affrontare ciò che le tiene a freno nella loro vita e ad imparare come applicare le tecniche di Dianetics per cancellare le esperienze dannose del passato che causano infelicità, preoccupazioni e difficoltà.

Acquista il libro. Partecipa al Seminario. Raggiungi il successo e la felicità che vuoi veramente e che puoi avere.

FILM COME USARE DIANETICS

Al seminario vedrai il film Come Usare Dianetics, che descrive in dettaglio tutti gli aspetti della teoria e della procedura di Dianetics. Saprai esattamente come viene fatto e sarai in grado di iniziare velocemente. Include molti esempi di Dianetics in azione, mostrando le cose da fare e da non fare come pure i risultati di Dianetics con le storie delle persone che l'hanno fatto, inclusi veri Clear.

PARtecIPA AL

seminario di dianetics hubbard

© 2009 CSI. Tutti i diritti riservati. Articolo n. 20979, Italian

Iscriviti oggi stesso! Via del Fangario 27 Tel: 070284418 e-mail: sardegna@scientology.net www.dianetics.org


OPINIONI

IL GENIO ITALIANO FERMERÀ IL NUCLEARE di Raffaele Usala - raffaele.usala@mysardegna.it

Il 12 e il 13 Giugno siamo chiamati ad esprimere il nostro volere ai referendum sulla privatizzazione dell’acqua, sull’eliminazione del legittimo impedimento, e sulla produzione di energia nucleare. Quest’ultimo sta facendo molto parlare di sé, sia a causa del disastro di Fukushima, sia perché si

U

no dei motivi di confusione è sicuramente il fatto che la proposta di edificare nuove centrali nucleari sembra scaturire più da un mal di pancia occasionale che da una vera pianificazione energetica. Vi hanno mai detto quanta energia elettrica consumiamo ogni anno, quanto incrementa annualmente e quanto di questo aumento può essere compensato da una centrale nucleare o dal fotovoltaico? Avete mai capito quanto costa realmente il nucleare e quanto il fotovoltaico? Analizziamo il problema per punti. Innanzitutto aumentando l’energia ottenuta dal Sole si diminuiscono i conflitti. Sia l’uranio che il petrolio sono concentrati in alcune zone del pianeta e molte guerre si fanno proprio per accaparrarsi queste fonti. Il sole è invece presente ovunque e in quantità più che sufficienti. Inoltre il fotovoltaico favorisce gli interessi di molti, delle famiglie, il nucleare quelli di pochi. Sono veramente tante le piccole imprese che si occupano del fotovoltaico, veramente poche quelle che potrebbero costruire e gestire centrali nucleari. Nel 2009 abbiamo consumato circa 330.000 GWh (gigawatt/ ora; 1GW è pari a un milione di kilowatt) di energia elettrica con un incremento medio annuale di quasi il 2% negli ultimi vent’anni. Il 2% equivale a 6.600 GWh, ovvero l’energia fornita in un anno da una centrale nucleare di media potenza. Se volessimo soddisfare tutto il fabbisogno italiano di energia elettrica con centrali nucleari di potenza medio-alta, dovremmo costruirne una quarantina. Ma il dato sorprendente è che ogni anno dovremmo costruire una centrale nucleare solo

42

13

prospetta l’idea di costruire le centrali nucleari, previste dai piani del governo centrale, in Sardegna. C’è una gran confusione tra nucleare e fotovoltaico, tra politici, professori, ricercatori ed aziende, che spesso argomentano le proprie tesi senza una accurata conoscenza scientifica della realtà per compensare l’aumento dei consumi! Occorre votare SI al referendum sul nucleare (votando SI viene abrogata la norma che reintroduce il nucleare), perché oltre alle precedenti motivazioni, i rischi ambientali insiti nel nucleare sono troppo alti, per l’incapacità di gestire le scorie (in Italia sembra che la gestione delle scorie delle vecchie centrali nucleari sia stata affidata a società coinvolte con la ‘ndrangheta e non si può escludere che molti fusti siano finiti o finiranno in fondo in mare), per i risvolti militari dell’energia nucleare e per la mancanza di trasparenza con cui vengono gestite le emergenze. Cosa possiamo fare noi? Il primo passo è sicuramente quello di renderci conto di questi problemi nella loro globalità ed andare a votare al referendum. Nel quotidiano si può agire concretamente monitorando i consumi della nostra famiglia, cercando di capire dal contatore e dalle bollette quanta energia consumiamo e dove finisce. Bisognerebbe poi chiedere a gran voce una chiara pianificazione energetica per i prossimi 30/40 anni, che contempli il contenimento degli aumenti annuali di consumo. Se i consumi di energia elettrica continuano ad aumentare in modo incontrollato, la corsa alle energie rinnovabili è inutile in partenza. Un altro aspetto importantissimo al rifiuto del nucleare in Italia è la capacità, che tutto il mondo ci attribuisce, di pensare fuori dagli schemi. È questa capacità che ci permette da decenni di generare innovazione in tutti i campi, compreso quello dell’energia. La ricerca in Italia può contare su risorse esigue rispetto agli investimenti di altri paesi


Solar Energy is Now the Better Buy

COST

$

$ 1998

2010

2015

John O. Blackburn Sam Cunningham July 2010

Prepared for

europei e industrializzati. Eppure, il numero di ricerche prodotte da ciascun ricercatore italiano è il più alto d’Europa. E le ricerche degli italiani sono le più citate da altri studi. Non è un caso. È la natura degli italiani. Molte delle tecnologie che ci daranno l’energia del futuro sono state ideate da italiani. Pochi sanno che le idee italiane per il futuro dell’energia sono già oggi sfruttate commercialmente da aziende straniere. È vero, era italiano anche colui che ha inventato il nucleare. Oggi vogliamo dare voce all’eccellenza italiana. Quella che ci permette di dire, molto più della paura per il disastro atomico giapponese, “no, grazie” a tutti coloro, governo e elite di potere economico, che vogliono mettere il destino energetico della nostra nazione nelle mani dell’industria nucleare francese. Un “no, grazie” spinto, non dalla paura di un disastro, ma della capacità di investire nel futuro. Giovanni Francia, con le sue intuizioni e sperimentazioni presso la Stazione solare di S’Ilario, nell’arco di meno di vent’anni, richiamò l’attenzione di tutto il mondo su Genova, che a metà degli anni Settanta poteva essere considerata “capitale mondiale del solare”. Progettò e costruì il primo impianto solare a concentrazione nel 1968. Era capace di produrre 1 Mw di energia elettrica. Molti anni dopo, nel 1981, nel Sud della California la sua tecnologia fu perfezionata in un impianto da 354 Mw. Mario Palazzetti nel 1973 ideò presso il Centro Ricerche Fiat il primo esempio di cogeneratore. Utilizzava il motore di una 127, di 903 cm3, modificato per funzionare a gas o biogas. Il motore azionava un alternatore di 15 Kw che forniva all’utenza l’energia elettrica. Il calore generato dal motore, solitamente disperso mediante i gas di scarico e il corpo del motore stesso, veniva invece utilizzato per scaldare l’acqua destinata al riscaldamento degli ambienti e agli usi sanitari. L’accurata progettazione consentiva un recupero del 90% della energia introdotta con il combustibile, e la sua modularità consentiva l’installazione di molteplici unità controllate elettronicamente. Molti anni dopo, è possibile acquistare cogeneratori non dalla Fiat, ma da Volkswagen, Totyota e Mitsubishi. I giovani ricercatori del Polo solare organico dell’Università

Tor Vergata di Roma, hanno avviato nel 2009 la fase di industrializzazione di una nuova generazione di pannelli fotovoltaici senza silicio. Hanno utilizzato il succo di mirtillo, perché nel sottobosco quelle piante hanno sviluppato più di altre la capacità di sfruttare la poca luce del sole di cui dispongono. Lo hanno fatto con poche risorse e le capacità di uno straordinario gruppo di giovani scienziati. Tutti italiani. Mauro Mengoli, allevatore di Castenaso, alle porte di Bologna, ha realizzato uno dei primi impianti capaci di ricavare metano da liquami e scarti agroalimentari. Lo ha fatto quando ancora non c’erano incentivi economici per le energie rinnovabili. Lo ha fatto da solo, riprendendo e perfezionando tecnologie messe a punto da contadini italiani negli anni Settanta. Alessandro Cascini, ingegnere aeronautico che lavorava per Maserati e Ferrari e che ora, con la sua Mact, si è riconvertito alla produzione di piccoli impianti eolici, alti tre metri e con l’elica in legno lamellare, conformata come una piccola scultura. Alternativi all’eolico impattante da 120 metri. L’elenco potrebbe continuare. Ma è inutile dilungarsi, il senso di queste parole è uno solo: il nucleare è una tecnologia contraria agli interessi dell’Italia sotto tutti i punti di vista. Non si tratta solo di mettere in mani straniere il destino energetico della nazione, ma di fare una scelta di campo: essere terra di conquista di gruppi economici multinazionali oppure svolgere un ruolo di guida a livello internazionale per aiutare Francia, Giappone e Germania a uscire dal tunnel del nucleare. Io scelgo l’Italia. Nella pagina precedente, dall’alto al basso: fumo dalla centrale di Fukushima; mappa dell’intensità sismica in Italia; deposito di scorie radioattive in Francia. In questa pagina, dall’alto al basso: comparazione dei costi energetici futuri del nucleare e del solare (studio effettuato dal Professor John O. Blackburn, Duke University, North Carolina); Plianta Solar 10, la centrale termosolare costruita vicino a Siviglia in Spagna; impianto eolico in Sardegna; Alessandro Cascini al lavoro sul minieolico di sua invenzione.

13

43


TRADIZIONI TRADIZIONI

Via Tuveri 29, Cagliari - tel. 070.4560676 Via Parrocchia 107, Villacidro - tel. 070.9315081 


cosmopolitanvillacidro@hotmail.it

www.cosmopolitanservizi.it

VILLACIDRO, CENTRO STORICO area edificabile di circa 50 mq con rudere.

VILLACIDRO, PRESSI MUNICIPIO

VILLACIDRO, CENTRO appartamento semindipendente con soggiorno, cucina, 2 camere, bagno, veranda, terrazza, cortile e posto auto.

VILLACIDRO, ZONA BASSA appartamento di circa 120 mq con ampio soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, ripostiglio, cortile e posto auto.

€ 12.000,00

32.000,00

€ 85.000,00

€ 120.000,00

indipendente bilivelli con ingresso, cucina, 3 camere, bagno, 2 terrazze e piccolo cortile.

VILLACIDRO, ZONA CENTRO/ALTA

S. GAVINO M.LE, Z. CENTRALE ampio appartamento di circa 160 mq con soggiorno, cucina, 3 camere, bagno, balcone. Frazionabile in 2 unità abitative.

VILLACIDRO, PERIFERIA Villette capo schiera con soggiorno, cucina, 3 camere, bagno, ripostiglio, veranda e ampio terreno.

€ 50.000,00

casa indipendente panoramicissima su 2 livelli con soggiorno, cucina, 3 camere, bagno, cortile e piccolo giardino.

€ 100.000,00

VILLACIDRO, Z. CENTRO: appartamento al piano I di circa 160 mq con ampia terrazza, cortile e posto auto, frazionabile in 2 unità abitative. Ottimo affare.

GUSPINI, Z. IS BOINARGIUS villetta a schiera trilivelli con soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, garage, locale di sgombero, cortile e box auto.

appartamento semindipendente da ristrutturare con salone, cucina, 3 camere, bagno, balconi, terrazza sovrastante, piccolo giardino e posto auto.

GUSPINI, CENTRO

GUSPINI, Z. IS BOINARGIUS: appartamento di circa 150 mq con soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, veranda e mansarda abitabile. Frazionabile in 2 unità abitative.

€ 58.000,00

€ 140.000,00

€ 100.000,00

€ 130.000,00

MONTEVECCHIO appartamento al piano terra con soggiorno, cucina, camera, bagno, cantina e posto auto.

Appartamento mansardato di circa 120 mq da ultimare c/n ampia terrazza, lavnderia e posto auto.

GUSPINI, Z. CENTRALE

GUSPINI, Z. IS BOINARGIUS appartamento da ultimare al II piano di circa 140 mq con balconi e posto auto.

€ 55.000,00

ARBUS, CENTRO indipendente bilivelli di ampia metratura con soggiorno, cucina, sala da pranzo, 4 camere, 2 bagni, cortile e posto.

€ 70.000,00

€ 160.000,00

area edificabile con possibilità di edificare un’abitazione su 2 livelli.

VILLACIDRO, PRESSI MUNICIPIO

€ 40.000,00


MySardegna N.13