Page 82

di Miriam Caruso

foto di Marco Zuccaccia e Armando Allegretti

Frank, Rob e Nate, gli Heavy wood; legno pesante e consapevolezza dei propri mezzi e del prprio sound internazionale. I loro live sono un concentrato di folk rock italo-americano che fa salire l’adrenalina alle stelle. Li ha incontrati Miriam Caruso in una delle sue tante tappe in giro per l’Italia. Roberto Cavallo (drawk guitar) ci ha raccontato un po’ della loro musica e del loro modo di autogestirsi e autoprodursi. Roberto, musicista scappato alle regole dei conservatori, nutritosi dei più disparati generi musicali, fedelissimo al rock ma ancora di più al suo strumento, la chitarra... ci presenta gli “Heavy Wood”.

Quattro Chiacchiere con HEAVY WOOD MUZI KULT: Perché Heavy Wood? Heavy Wood: Perché, per una band, è un bel nome. Non ci sono stati dei “meeting” per deciderlo. Ci è venuto spontaneo riascoltando la nostra stessa musica. MUZI KULT: Un americano, un pugliese e un umbro insieme nella stessa formazione, come nasce il vostro progetto? Heavy Wood: Ci siamo conosciuti sotto ovvie circostanze di giri musicali. Roberto e Nate erano già songwriters per conto loro, ci è sembrato stupido non formare una band. MUZI KULT: Il vostro genere è un folk rock, molto ballabile, in grado di rendere il live un’esperienza “magnetica” . Come nasce il sound che vi distingue?

82 Muzi Kult

Muzi Kult n°21 - Settembre/Ottobre 2015  

Muzi Kult n°21 - Settembre/Ottobre 2015

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you