Page 9

77

La beneficenza nel Trentino*

Esaminando – prima di parlare dell’opera di soccorso – le condizioni economiche della popolazione trentina, possiamo dire che erano – prima della guerra – abbastanza soddisfacenti e di ciò ci convinse più di tutto – il progressivo continuo aumento, dei depositi a risparmio presso le numerose banche Trentine. Vediamo infatti che i depositi a risparmio nelle banche ammontavano: nell’anno 1910 a Cor. 155.071.863,30 nell’anno 1911 a Cor. 164.768.775,69 nell’anno 1912 a Cor. 173.030.472,14 ai quali bisogna aggiungere una 30ina di milioni depositati presso le 169 Casse Rurali – esistenti nei piccoli paesi – così che possiamo dire – riassumendo all’ingrosso – che nel 1912 i depositi a risparmio depositati presso Istituti di Credito Trentini si aggiravano sulla cifra di 200 milioni. Un altro segno del relativo benessere delle popolazioni trentine può essere considerato quello del frazionamento della proprietà; infatti nel Trentino si avevano ben 70.390 particelle di proprietà fondiaria, e 44.036 persone si potevano chiamare proprietari di terreno o agricoltori indipendenti (coloni e fittavoli). Ma come questi sono i pochi e scarsi segni di benessere, ben altre prove abbiamo del bisogno e della miseria che minacciava sempre la popolazione! Prima fra tutte quella dell’emigrazione; che ci dimostrava come il paese non arrivasse a sostenere tutti i suoi figli, e come questi dovevano cercare di vivere, piegando alla necessità, abbandonando le loro case, e la loro terra! La media generale dell’emigrazione nel Trentino era del 6%; media questa fra le più elevate di tutte le provincie d’Italia! * Museo storico in Trento, Relazione datata 2 maggio 1917, Archivio E, b. 52, fasc. 5, cc. 44-66. La relazione fu pubblicata in diversa versione su Alba trentina. Trento, a. 2, n. 10: 329-341.

Volume Suster-2.p65

77

07/03/2006, 14.32

Per una storia d'Italia del 1943: la cronaca di Roberto Suster e altri scritti  

Il giornalismo al tempo del fascismo. Il diario di Roberto Suster, trentino di nascita e direttore dell’agenzia ufficiale del Regime, la Ste...

Advertisement