3705720150619192105

Page 1

ANNO 11 NUMERO 6 - GIUGNO - 2015

CHIUSO PER LAVORI IL PONTE DI COMOTTO Il ponte sul Canale GiuliariMilani, in via Cesare Battisti nei pressi della località Comotto, presenta delle criticità e dovrà essere sistemato quanto prima. Il Comune ha incaricato due ingegneri strutturisti di redigere il progetto esecutivo e definitivo, affidando anche la direzione lavori per riportare il ponte in sicurezza. Questo comporterà prevedibilmente già dall’estate un’interruzione totale del traffico per eseguire le opere di sostituzione degli appoggi in acciaio del ponte e il consolidamento di tutta la struttura. L’intervento durerà almeno due mesi e costerà circa 150mila euro, sostenuti con fondi comunali e con la compartecipazione economica al 50% del Comune di Verona, coproprietario della strada. «Le condizioni del ponte non vanno prese alla leggera: bisogna

intervenire immediatamente per ripristinare la struttura ed evitare pericoli a chi transita da qui – sottolinea il sindaco Federico Vantini –. Nonostante l’imprevisto, siamo in stretta sinergia con il Comune di Verona per ripristinare il ponte e farlo nel minor tempo possibile, prima della ripresa delle scuole, quando il traffico tornerà a essere più intenso. Si prospetterà un periodo di particolare disagio per gli automobilisti, ma viste le condizioni in cui grava il ponte è impensabile rimandare l’operazione, che potrebbe richiedere anche un intervento d’urgenza». «Il ponte sorge su una direttrice principale – aggiunge il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Daniele Turella –. e stiamo valutando i possibili percorsi alternativi che verranno resi noti con congruo anticipo prima dell’inizio

dei lavori. Ora il traffico è aperto con limite dei 30 km/h, per ridurre l’impatto negativo sul ponte: per far rispettare il limite nei prossimi giorni potenzieremo la segnaletica, rendendola più visibile e preparando il terreno alla chiusura totale che si prospetterà a breve. Gli uffici stanno infatti accelerando il più possibile, per dare il via ai lavori all’incirca a metà luglio. Vista la complessità dell’intervento e dato che dobbiamo co-

ordinarci per la tempistica dei provvedimenti col Comune di Verona, informeremo puntualmente i cittadini man mano che potremmo essere più precisi nei vari step». A questo proposito in questi ultimi giorni si è aggiunta l’incognita dell’intervento al ponte del Golino (sulla strada Borgo Roma Cadidavid) danneggiato da un mezzo pesante e che potrebbe comportare cambiamenti nei tempi o nei percorsi alternativi.

Menù a prezzo fisso € 12,00

€ 9,50 Tutte le

€ 7,50

Pizze de

€ 5,

l menù

00

Solo a pranzo dal LUN al VEN - Chiuso il Martedì

UMBERTO I RISTOPIZZERIA P.zza Umberto I 27 San Giovanni Lupatoto 045545724 info@umberto1.it



IN PIAZZA GIUGNO 2015

3

CRONACA DI SAN GIOVANNI

SICUREZZA: ALCUNE PROPOSTE CONCRETE

Sono ormai molti gli episodi di microcriminalità e violenza che riguardano la nostra città, non ultimi la recente aggressione ai danni di una coppia di lupatotini in pieno centro e la lunga catena di furti che nei mesi scorsi ha colpito case ed aziende anche agricole. I lupatotini hanno diritto a vivere in serenità la propria vita quotidiana. Molti di questi fenomeni sono la conseguenza di politche nazionali sbagliate, da quella della mal gestione del fenomeno migratorio a quello della depenalizzazione di reati ritenuti minori, ma che invece creano profondo disagio nei cittadini. In ogni caso riteniamo si possa intervenire a livello comunale, anche se spesso solo per tentare di tamponare la situazione, con alcune proposte concrete che permettano il controllo del territorio e non attraverso mirabolanti annunci come quello recente del nostro sindaco che ha intenzione di buttare soldi per acquistare o noleggiare un drone. 1) tavolo tecnico sulla sicurezza, che cerchi di coordinare le azioni sul territorio comunale, anche in collaborazione con i

comuni limitrofi. Inoltre si dovrebbe valutare la funzionalità e posizione delle telecamere ed eventualmente decidere di acquistarne delle nuove in funzione di videosoreglianza. Stesso studio per l’illuminazione pubblica. Importante poi anche la funzione educativa della scuola e di monitoraggio dei fenomeni di bullismo e disagio sociale. 2) Riattivare il progetto ‘Notte sicura’ proprosta qualche anno fa da Alleanza Nazionale lupatotina che prevedeva tra le altre cose il controllo puntuale da parte di un istituto di vigilanza nella notte dei luoghi di maggior interesse nel comune, un monitoraggio notturno del territorio con pattuglia e la possibilità per cittadini e commercianti di installare telecamere e sistemi di sicurezza collegati alla centrale operativa a prezzi agevolati, anche grazie all’intervento del comune. 3) Attivare il “Controllo del Vicinato”, promuovendo la sicurezza urbana attraverso la solidarietà e la partecipazione tra i cittadini, allo scopo di ridurre il verificarsi di reati contro la proprietà e le persone. Non si tratta di ronde, ma

della collaborazione tra vicini applicando un protocollo di mutua assistenza (sostegno ai vicini anziani e soli, ritiro della posta in caso di assenza, sorveglianza reciproca delle case, ecc.). In ogni quartiere i cittadini individuano tra loro un coordinatore che collabora con le forze dell’ordine segnalando situazioni inusuali e/o comportamenti sospetti. Si tratta di una sistema utilizzato dagli anni ‘60 nei paesi anglosassoni e ormai diffuso in molti comuni italiani, sopratutto in Toscana, Lombardia e Veneto, compresi alcuni comuni veronesi. Il Controllo di Vicinato ha anche l’intento di

costruire uno spirito comunitario nuovo, utile a rafforzare il senso di sicurezza e più generalmente il senso civico dei propri cittadini. Le stesse forze dell’ordine hanno bisogno della comunità per poter essere ancora più efficaci nel punire comportamenti anti-sociali. A breve organizzeremo un incontro per informare i cittadini in maniera dettagliata su queste ed altre proposte che hanno l’intento di aumentare la soglia di attenzione ed il controllo del territorio perchè quello alla sicurezza è un diritto che va garantito a tutti i lupatotini. Michele Trettene Fratelli d’Italia AN

I RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI 2015 Domenica 31 maggio, in Veneto, si è votato anche a San Giovanni Lupatoto per l’elezione del Presidente della Giunta e del Consiglio della Regione. Elezioni che hanno visto la riconferma a Presidente dle Veneto di Zaia appoggiato dal centro destra. Questi i voti ai candidati presidenti nel nostro comune: Luca Zaia (Lega, Lista Zaia, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Indipendenza noi Veneto) 36,02% voti 3.912; Flavio Tosi (Tosi per il Veneto, Veneto del Fare, Unione Nordest, Famiglia Pensionati, Area Popolare, Razza Piave) 24,93% voti 2.708; Alessandra Moretti (Pd, Lista Moretti, Ve-

neto Civico, Ven(e)to Nuovo, Progetto Veneto) 22,00% voti 2.389; Jacopo Berti (Movimento 5 Stelle) 15,00% voti 1.629; Alessio Morosin (Indipendenza Veneta) 1,36% voti 148; Laura Di Lucia Coletti (L’altro Veneto) 0,69% voti 75. Per quanto rigurada i singoli partiti, primo è la

Lega Nord con 18,24% pari a voti 1.669, seguita da Lista Tosi per il Veneto (16,69% voti 1.527), Partito Democratico (15,46% voti 1.415), Movimento 5 Stelle (13,79% voti 1.262), Lista Zaia (12,21% voti 1.117). Da segnalare inoltre Forza Italia al 5,61% con voti 513 e la Lista Moretti

al 4,39% con voti 402. In questa tornata per le Regionali avevamo tre candidati lupatotini: Giuseppe Stoppato, Giuliana Colasante e Fabrizio Zerman. Per quanto riguarda il nostro comune Stoppato, nella Lista Tosi per il Veneto, è stato il più votato con 598 preferenze, seguito da Fabrizio Zerman nella Lista Zaia con 315 voti, mentre Giuliana Colasante ha raccolto 46 preferenze. Sopra le 100 preferenze i non lupatotini Orietta Salemi (PD 189), Alessandro MOntagnoli (Lega Nord 153), Roberto Fasoli (PD 128) e Stefano Casali (Lista Tosi 102). Maurizio Simonato


IN PIAZZA GIUGNO 2015

4

CRONACA DI SAN GIOVANNI

DONA IL TUO 5 X 1000 AL COMUNE Il consiglio comunale di San Giovanni Lupatoto ha istituito, approvando alla unanimità con delibera nr. 32 il 15 maggio 2013, il Fondo di Solidarietà Sociale su proposta di Impegno Civico. Il Fondo può essere alimentato dalla devoluzione del 5 x 1000 dei cittadini in sede di dichiarazione dei redditi (ricordiamo senza alcun aggravio per il contribuente) e da contributi volontari e servirà per portare un poco di beneficio ai lupatotini chi ne hanno bisogno, specie in questi momenti difficili che stiamo vivendo. Infatti quanto raccolto nel Fondo verrà destinato a favore dei nuclei famigliari e persone singole in stato di comprovato disagio economico (in particolare

a nuclei familiari senza alcun reddito, a soggetti portatori di handicap e ad anziani non autosufficienti) e a giovani in cerca di lavoro, nella forma

Inizieranno lunedì 15 giugno le attività del Centro estivo integrato, che accoglierà bambini e adolescenti anche con disabilità. Per il secondo anno consecutivo l’amministrazione comunale ha deciso di patrocinare e sostenere economicamente (con un finanziamento di 18.000 euro) questa attività, gestita dall’associazione Crescere Insieme in collaborazione con l’associazione sportiva Gemini. Il Centro, aperto dalle 8.30 alle 17.30, ospiterà fino al 14 agosto bambini e ragazzi, garantendo l’accesso anche a quelli con disabilità (dalla materna fino ai 18 anni), nella palestra di via Leoncavallo, in alcune aule e nel parco della scuola elementare “Marconi” di Pozzo. Nelle settimane di attività estiva saranno proposti laboratori, giochi di gruppo e percorsi di avvicinamento allo sport. È ancora possibile chiedere di partecipare o ricevere informazioni chiamando il numero 380.6536702.

«San Giovanni Lupatoto sceglie attraverso l’associazionismo di dare servizi alla cittadinanza, sviluppando le pari opportunità anche per i ragazzi diversamente abili – sottolinea Silvia De Carli, assessore alle politiche dell’integrazione sociale degli anziani, disabili e fasce deboli della popolazione –. Da qualche anno, ormai, il servizio alla persona offerto ai ragazzi in difficoltà nelle scuole non è più riconosciuto dalla sanità come servizio essenziale per l’estate. L’amministrazione comunale ha però voluto sostenere il servizio estivo, accollandosi i costi di finanziamento del progetto di integrazione proposto dall’associazione Crescere Insieme in collaborazione con Gemini, già sperimentato l’anno scorso e apprezzato dalle famiglie. Un servizio valido, volto all’inclusione, che va ad arricchire le iniziative di tutte le associazioni e i comitati di genitori che ogni giorno si impegnano in progetti di vera integrazione».

del prestito d’onore. La delibera indica in particolare che la possibilità di devolvere il 5 x 1000 e di versare contributi volontari, sia portata a conoscenza dei lupatotini attraverso la predisposizione da parte della amministrazione comunale di un preciso piano di comunicazione, azione fondamentale per la buona riuscita del Fondo. Infatti, al di là dei tempi con cui lo Stato girerà i soldi, anche se prima si comincia e prima se ne avranno i benefici, se nessuno lo conosce, il Fondo è inutile. Essendo in piena campagna di dichiarazione dei redditi, chiediamo all’amministrazione comunale, sopratutto nella persona dell’assessore al bilancio, di

recuperare il ritardo e voler quanto prima predisporre il piano di comunicazione previsto dalla delibera (articoli sul quotidiano e sui mensili locali, comunicazione ai CAF presenti sul territorio, volantini, manifesti, sito del comune, facebook e quant’altro sia ritenuto utile allo scopo) in modo che i lupatotini siano portati a conoscenza della possibilità di devolvere il proprio 5x1000 al comune per dei precisi progetti sociali. In attesa di quanto vorrà predisporre l’amministrazione comunale, invitiamo fin da ora nostri concittadini a barrare la casella del 5 x 1000 del 730 a sostegno alle attività sociali svolte dal comune di residenza. San Giovanni Lupatoto, lì 22 maggio 2015 Impegno Civico

CENTRO ESTIVO INTEGRATO PER BAMBINI RACCOLTA TAPPI, UN SUCCESSO!! Si è conclusa con un enorme successo la prima turnata di raccolta di tappi in plastica e di sughero, effettuata dai volontari di Protezione Civile del Gruppo Comunale di San Giovanni Lupatoto, a favore dell’Associazione “Locara per la Via di Natale” di San Bonifacio che, con il ricavato della vendita del materiale raccolto, finanzia l’Hospice di Aviano, una casa di cura per malati terminali di cancro. Sono stati davvero tanti i cittadini che hanno contributo alla raccolta consegnando i tappi presso il Comune oppure recandosi direttamente allo stand del Gruppo Comunale durante il mercatino dell’antiquariato in piazza nei mesi pari. Non da meno sono

state anche alcune attività commerciali locali che si sono resi disponibili a tenere da parte tutti i tappi, come l’osteria Meridiana, bar 777, Tennis San Giovanni Lupatoto, pizzeria Umberto I, bar Da Sandro, parrucchiera Ornella, centro estetico My Beauty, gelateria Bellini e bar Fra Sete. Si ringrazia inoltre l’Istituto Sacra Famiglia di Castelletto Brenzone sul Garda da cui è arrivato un grande aiuto. In 5 mesi sono stati raccolti quasi 300 kg di materiale tra suchero e plastica. Il Gruppo Comunale non si ferma qua e continua la raccolta anche nei prossimi mesi. Per ulteriori informazioni e per contribuire alla raccolta chiamaci pure in segreteria al 331-5786690.


IN PIAZZA GIUGNO 2015

5

CRONACHE LUPATOTINE

STORIA DE EL PORTO - TERZA PARTE Come si concludeva nella seconda parte della ricostruzione delle vicende di realizzazione del Porto, quello che sembrava un iter burocratico con esito favorevole scontato, in realtà nel 1868 subisce uno stop inatteso che rischia di far naufragare il Passo Volante prima di essere realizzato. Il progetto riguardante la viabilità in sinistra Adige, nel comune di San Michele Extra, era stato dapprima approvato dalla locale amministrazione comunale nella seduta del 13 marzo 1868 recependo l’atto di indirizzo necessario alla prosecuzione e il relativo incarico alla giunta di studiare ed individuare il punto più acconcio all’approdo e la relativa strada. In data 25 giugno 1868, nel corso di una riunione straordinaria presieduta dal sindaco di allora, il nobile Giovan Battista Buri, questi propose di approvare una “Deliberazione pella esecuzione d’un tronco di strada che conduce al Porto di San Giovanni in progetto di costruzione e spesa relativa pell’ammontare di Lire 4311, giusta il progetto dell’ingegner estensore Tomaso Ederle”. L’approdo viene individuato nel sito La Soriana, all’imboccatura della capezzagna che conduce alla Casa dei Bassani e la spesa prevista è di lire 4311. Qualche consigliere espri-

me la preoccupazione che la viabilità venga alterata e soprattutto che “i tristi che ne avessero a transitare potessero commettere furti campestri; che i vantaggi ventilati in realtà non esisterebbero e che comunque la spesa è rilevante, specialmente se se ne assomma la manutenzione. Il sindaco obietta che “i ladri nelle loro imprese tengono per lo più vie occulte e fuori di mano; lo che mal loro si presterebbe il passaggio per il pubblico Porto”, ma soprattutto fa notare che il vantaggio delle comunicazioni avrebbe comportato un “notevole vantaggio all’incremento di questo mercato”, che si teneva due volte al mese, il più antico della provincia, tanto da risalire all’epoca romana. Con grande sorpresa la votazione respinge la proposta: solo 8 sono i voti favorevoli e 9 i contrari, probabilmente i tre assenti avrebbero capovolto il risultato. Il sindaco non può che prendere atto e inviare immediatamente la copia di deliberazione al comune di San Giovanni. Negli stessi giorni anche la stessa prefettura di Verona boccia la base economica dello stesso progetto e dichiara di non

poter accordare l’autorizzazione per l’esecuzione della strada, suggerendo di riformulare la domanda. I due sindaci restavano comunque fermamente conviti della utilità dell’opera e si misero all’opera per arrivare alla chiusura del progetto. Dopo due anni, in data 8 giugno 1870 ripresentarono l’istanza alla Prefettura meglio motivandola e ricordando come: Il progetto era stato approvato dal Reale Ufficio del Genio Civile che aveva approvato anche la via economica; che vi era necessità ed urgenza di dare lavoro a tanti giornalieri; che la Giunta era oggetto di incessanti suppliche di dar mano ai lavori prontamente per evitare lungaggini che ne avrebbero

fatto lievitare i prezzi; che la legge 30 agosto 1868 imponeva la costruzione obbligatoria delle strade comunali e questa lo era perché metteva in comunicazione San Giovanni con San Michele extra e San Martino Buon Albergo; che il controllo sarebbe stato esercitato dalle autorità comunali ma anche militari, ecc. Stavolta la Prefettura espresse parere favorevole con la Nota 8 giugno n. 8856, con la prescrizione però di una formale approvazione del nuovo progetto da parte dei comuni di San Giovanni e di San Michele. Si arriva così al 14 agosto 1870, data nella quale il comune di San Giovanni Lupatoto approva il progetto in via definitiva ed delibera la spesa di lire 8000 circa “senza tener conto di quanto sarà necessario per riparare il Porto già acquistato ed altri piccoli imprevisti”, in tutto vengono stanziate 10.000 lire. Si decide anche la pubblicazione degli avvisti di appalto per l’esecuzione dell’opera (vedi foto nella pagina) e anche stavolta il Consiglio Comunale di San Giovanni vota la proposta del sindaco Zenetti alla unanimità. Prof. Roberto Facci

ABBASSATA L’ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF «Avevamo detto che avremmo abbassato la pressione fiscale e la promessa è stata mantenuta: per il secondo anno consecutivo abbiamo ridotto l’addizionale Irpef comunale, l’anno scorso esentando più di 2.000 contribuenti sotto la fascia dei 12.000 euro di reddito e quest’anno abbassandola di mezzo punto per i redditi fino a 15.000 euro (allegge-

rendo così la pressione fiscale su oltre 8.000 contribuenti) e facendola scendere di un decimo di punto per le altre fasce di popolazione». Il sindaco Federico Vantini illustra le aliquote relative all’addizionale comunale Irpef. «Abbassando l’addizionale Irpef in questo settore diamo respiro ai molti pensionati e alle famiglie con reddito basso: in un momento

storico di crisi economica come questo trovare fiato grazie alla riduzione della pressione fiscale è un segno di grande responsabilità da parte dell’amministrazione – continua il primo cittadino –. Il 2015 è un anno importante per San Giovanni Lupatoto, che segna un primato straordinario in termini di tassazione: Imu e Tasi al minimo, Tari abbassata di un punto

e mezzo e riduzione dell’addizionale Irpef. Questa condizione si è potuta ottenere grazie a un’oculata razionalizzazione del bilancio, che ci garantisce tutte le opere e i servizi programmati per la cittadinanza, e grazie all’introito del Velomat, che a differenza delle tasse è un elemento discrezionale: se si rispettano i limiti di velocità, la multa non si prende».


IN PIAZZA GIUGNO 2015

6

CRONACA DI SAN GIOVANNI

ARRIVA LA PASSERELLA SULL’ADIGE Il collegamento è fra le opere di compensazione della nuova centrale Enel Green Power. La giunta regionale ha accolto le osservazioni del Comune lupatotino La giunta regionale ha autorizzato Enel Green Power a costruire una piccola centrale idroelettrica sul fiume Adige, a fianco dello sbarramento della diga ex Sava, che sorge fra San Giovanni Lupatoto e San Martino Buon Albergo. La mini centrale idroelettrica sfrutterà il dislivello del fiume, che in questo punto compie un salto di quattro metri e mezzo, producendo forza motrice per una potenza nominale media di impianto pari a 1.980 kW. L’intervento costerà 12 milioni e 843mila euro e prevede, tra le opere di compensazione, anche la costruzione di una passerella ciclopedonale, che collegherà le due sponde del fiume.

«La passerella è un’opera fondamentale per il parco all’Adige, perché garantirà un attraversamento strategico del fiume, valorizzando ulteriormente quest’area di pregio naturalistico e rendendola una delle più ambite attrazioni del cicloturismo provinciale – sottolinea il sindaco Federico Vantini –. Siamo soddisfatti per il progetto e ora stiamo studiando l’aspetto architettonico della passerella, perché vogliamo che diventi un’opera di design, oltre a essere funziona-

le. La fase di cantiere, seppur lunga, è stata concertata con l’amministrazione comunale per creare il minor disagio possibile». In accordo con il Comune San Giovanni Lupatoto, infatti, Enel Green Power ha aggiornato i percorsi dei mezzi pesanti e ha ridotto la durata dell’attività di cantierizzazione, che è prevista in circa 21 mesi, con inizio tra fine anno e inizio del prossimo. Inoltre, tra le osservazioni presentate dal Comune e accolte dalla Regione, ci sono l’accesso dei camion

Taglio del nastro per la nuova doppia rotatoria realizzata all’intersezione tra via Battisti, via Marinai d’Italia e viale Olimpia, a San Giovanni Lupatoto. La cerimonia di inaugurazione si terrà il 5 giugno, alle ore 19, alla presenza dell’amministrazione comunale. Riapre così al traffico il tratto di strada che collega il ca-

poluogo con Pozzo, oggetto dei lavori a partire dal mese di marzo. I due rondò, che hanno un raggio compreso tra i 9 e i 9,50 metri, sono dotati di attraversamenti ciclopedonali protetti, in collegamento con le piste di via Marinai d’Italia e viale Olimpia. A corredo dell’opera c’è una moderna illuminazione, arredi urbani e verde sulla

sommità delle rotonde. L’intervento, affidato all’impresa Pazzocco Costruzioni, è costato 440mila euro, somma coperta al 40% da un finanziamento regionale (pari a 176mila euro). «Finalmente quest’opera migliorerà i flussi di traffico, sgravando la circolazione stradale e mettendo in sicurezza un punto della nostra viabilità urbana che fino a ieri presentava delle criticità – sottolinea il sindaco Federico Vantini –. L’intervento su questa importante direttrice migliorerà gli ingressi a San Giovanni Lupatoto e, al contempo, favorirà gli spostamenti quotidiani di pedoni e ciclisti, contribuendo a rafforzare e a incentivare la mobilità sostenibile, un principio su cui da sempre puntiamo molto». Il vicesindaco e assessore ai lavo-

solo da via Pontoncello (e non più anche da via Porto, come previsto in origine), che sarà anche rafforzata, le mitigazioni temporanee per isolare dal cantiere la pista ciclo-pedonale esistente e le limitazioni del transito dei mezzi, sia in fasce orarie giornaliere che nei fine settimana. La passerella sull’Adige, lunga 230 metri, sarà il primo attraversamento ciclo-pedonale sul fiume nel tratto di 17 chilometri che da Zevio va a Porto San Pancrazio. La sua realizzazione migliorerà la fruibilità dei parchi all’Adige e del Pontoncello, già oggi molto frequentati dagli appassionati delle due ruote. Inoltre, si inserirà nella pista ciclabile delle Risorgive, che unisce San Giovanni Lupatoto a Valeggio sul Mincio e che la Regione Veneto, ad aprile, ha deciso di finanziare e realizzare.

APERTA LA DOPPIA ROTATORIA DI POZZO ri pubblici Daniele Turella aggiunge: «Inauguriamo quest’opera importante, di cui si parla da molti anni; è il primo tassello di una serie di opere pubbliche che porteremo a compimento nel breve periodo». Ci sembra di vedere che manca il passaggio ciclopedonale su via Cesare Battisti (lato nord della rotonda più grande). E’ importante perchè se uno arriva dal Pastificio Rana o dal Comotto arriva dl lato Nord-Est e per andare verso Pozzo (o anche per andare in Farmacia) con questo passaggio che noi proponiamo deve fare un solo attraversamento, mentre facendo “tutto il giro” allunga moltissimo il percorso e deve fare 3 attraversamenti. Alberto Bottacini Amici della Bicicletta


IN PIAZZA GIUGNO 2015

7

CRONACA

NEL CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA ACQUE VERONESI RICORDA I CADUTI ITALIANI «L’acqua è simbolo della vita che inizia e per questo Acque Veronesi ha voluto accomunare due momenti importanti dell’esistenza, come la nascita e la morte, per ricordare gesti eroici compiuti da valorosi uomini che hanno sacrificato la loro vita. Un’occasione importante per ricordare il loro impegno e per manifestare vicinanza e affetto alle loro famiglie». Così MASSIMO MARIOTTI, presidente di Acque Veronesi, ha voluto commentare la cerimonia di intitolazione degli impianti della società consortile ai militari italiani caduti nelle missioni di pace all’estero. Il Consiglio di Amministrazione di Acque Veronesi, in occasione del centenario della prima guer-

SEDE CENTRALE:

SPORTELLI LOCALI:

Acque Veronesi S.c.a r.l. Lungadige Galtarossa, 8 37133 Verona

INTERNET :

Sito: P.E.C.: Per reclami e info:

SERVIZIO CLIENTI Fax Clientela: Fax U.R.P.:

Numero Verde Clienti e URP

800-735300

(solo da rete fissa) Per chiamate da rete mobile a pagamento 199 127 171 Entrambi i numeri sono disponibili negli orari: 8,00- 20,00 da lunedì a venerdì 8,00-13,00 il sabato

ra mondiale, ha infatti deciso di commemorare tutte le vittime delle Forze Armate vittime di attentati. All’evento, svoltosi lunedì 25 maggio, oltre a Mariotti, erano presenti il vicepresidente MARCO OLIVATI, il sindaco di Verona, FLAVIO TOSI, il presidente di Assoarma, il Generale EDGARDO PISANI e i familiari delle vittime. E’ stata intitolata la “Centrale Acquedotto di Borgo Trento”, sita in via Cavalcaselle 15, alla memoria del Sottotenente dei Carabinieri ENRICO FRASSANITO, croce d’Onore alle vittime per atti di terrorismo. Il militare nato nel padovano, ma residente a Sommacampagna, figlio dell’ex comandante della stazione dei carabinieri di

www.acqueveronesi.it protocollo@pec.acqueveronesi.it www.acqueveronesi.it/contatti.asp 045 8677438 045 8677528 Numero Verde Guasti

800-734300

(sia da rete fissa da mobile Attivo 24 ore su 24)

Verona Ingresso Via Campo Marzo c/o AGSM Verona s.p.a. Lun - Mar - Mer - Gio dalle ore 7.45 alle ore 16.00 Ven dalle ore 7.45 alle ore 13.00 Bovolone Via Vescovado, 16 Lun - Mar - Gio - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Mar - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00 Bussolengo Piazza della Vittoria, 20 Lun - Mar - Gio - Ven dalle ore 8.30 alle ore 11.00 Mar - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00 Grezzana Via Roma,1 - c/o Uffici comunali Mercoledi dalle ore 9.00 alle ore 12.00 3° venerdi del mese dalle ore 9.00 alle ore 12.00 Tregnago Piazza Massalongo, 13/A Mar - Gio dalle ore 8.30 alle ore 11.00

Verona era deceduto all’età di 41 anni a nel capoluogo scaligero, dopo il tragico attentato del 27 aprile del 2006 a Nassiriya. Nei prossimi giorni, Acque Veronesi intitolerà anche gli uffici di presidenza, le sale riunioni della sede centrale e delle sedi periferiche e i suoi impianti, sia in città che in provincia, alla memoria di tutti i caduti italiani all’estero in missioni di pace (solamente in Iraq, nella missione “Antica Babilonia”, oltre a Legnago Via Ragazzi del ’99, 9 Frassanito, morirono oltre Lun - Mar - Mer - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 30 militari italiani). GiovaLun - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00 ni che hanno dato la vita Nogara in nome di un’ideale di Via Labriola, 1 Lun - Mer - Gio - Ven giustizia e a favore delle dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Lun - Mar popolazioni civili, mandalle ore 14.30 alle ore 16.00 San Bonifacio tenendo alto l’onore delle Corso Venezia, 6/c Lun - Mer - Ven Forze Armate e dello Stadalle ore 8.30 alle ore 12.30 Mar - Mer - Gio to Italiano. Complessivadalle ore 14.30 alle ore 16.00 San Giovanni Lupatoto mente saranno affisse 102 Via San Sebastiano, 6 targhe, tra uffici e struttuc/o Lupatotina Gas Lun - Mer - Gio - Ven - Sab re dell’azienda, per ogni dalle ore 9.00 alle ore 12.00 Mar dalle ore 9.00 alle ore 16.00 caduto dal 1946 ad oggi. Villafranca Dopo la struttura di via Via dei Cipressi, 2 solo per pratiche del Comune

Lun - Mar - Mer - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Lun - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00

SPORTELLI DI CORTESIA:

solo per il supporto delle pratiche amministrative del singolo Comune

Caldiero Piazza Marcolongo, 19 - c/o Municipio Lun dalle 8.30 alle 10.00 Mer - Ven dalle 10.00 alle 12.30 Cerea Via XXV Aprile, 52 - c/o Municipio Gio dalle 9.30 alle 12.30 Colognola ai Colli Piazzale Trento, 2 - c/o Municipio Mar - Gio dalle 9.30 alle 12.30 Isola della Scala Via V. Veneto, 4 - c/o Municipio Ven dalle ore 10.00 alle ore 12.00 Selva di Progno Piazza B.G. Cappelleti, 1 - c/o Municipio Lun al Sab 10.00 alle 12.30 Mer dalle 15.00 alle 17.00

Cavalcaselle, che porterà quindi il nome di Enrico Frassanito, verrà intitolato alla memoria di MANUEL FIORITO l’impianto centrale dell’acquedotto di Porta Palio. Il Capitano di Reggimento degli Alpini era deceduto il 5 maggio 2006, mentre era impegnato in pattuglia nella valle di Musahi. Uno dei tanti luoghi poveri e remoti della regione di Kabul, dove il veronese, arrivato da appena una settimana in Afghanistan, era impegnato a favore della pace e della stabilità del paese, cercando di garantire un futuro migliore alla popolazione locale. Flavio Tosi ha commentato: «Esprimo la mia ammirazione per un’iniziativa di uno spessore così alto. Le due targhe capeggeranno nei pressi degli acquedotti e terranno così viva per sempre la memoria dei due ragazzi e del loro sacrificio». Publiredazionale a cura di Marco Mistretta Ufficio stampa Acque Veronesi


IN PIAZZA GIUGNO 2015

8

CRONACA LUPATOTINA

LUPATOTINA GAS: UNA SCELTA CHE VALE DI PIÙ Scegliere Lupatotina Gas Vendite come fornitore di gas metano conviene in tutti i sensi. Non solo economicamente, visto che il risparmio è garantito dal mercato tutelato, ma anche per tutti quei servizi che Lupatotina Gas offre ai propri utenti. Nessun altro operatore può competere con la nostra offerta e con la radicata presenza sul territorio che da sempre ci contraddistingue. Avere a che fare con un interlocutore sempre presente e raggiungibile in ogni momento per informazioni o chiarimenti è un fattore che fa la differenza e “pesa” sulla soddisfazione del servizio ricevuto. Come sanno bene i nostri clienti, non basta pagare meno in bolletta, ma essere seguiti passo dopo passo nelle necessità quotidiane e supportati in caso di difficoltà. Ecco qual è il “surplus” di servizi che Lupatotina Gas dà ai propri utenti: Sportello: aperto tutti i gior-

ni, l’ufficio di Lupatotina Gas è a disposizione dei cittadini per il disbrigo delle pratiche, per fornire consulenza gratuita o dare chiarimenti, con professionalità. Sportello a domicilio. Per agevolare chi non può raggiungere il nostro ufficio per motivi di salute o difficoltà motorie, Lupatotina Gas ha pensato allo sportello a domicilio. Chiamando il numero 045.8753215 si può fissare un appuntamento per ricevere a casa un incaricato. Rata costante. Ricevere ogni mese la bolletta del gas per evitare di pagare in base alla stagionalità delle fatture. Con questo sistema di rata costante Lupatotina Gas Vendite emette 11 fatture di acconto mensili e una dodicesima di conguaglio del consumo annuo, in base alla lettura di fine anno termico. Assistenza caldaie. Fare manutenzione alla caldaia di casa? Lupatotina Gas offre anche questo servizio, garantendo tariffe convenienti,

grazie alla collaborazione con alcune ditte convenzionate. Per la pulizia della caldaia e il controllo dei fumi basta chiamare il nostro ufficio, che invierà un tecnico specializzato per un sopralluogo e un preventivo. I costi sostenuti potranno essere pagati direttamente nella bolletta del gas. Letture e autoletture. Accanto alle quattro letture annuali dei contatori, rilevate dai nostri incaricati, gli utenti possono trasmetterci di propria iniziativa i dati. Al servizio gratuito di autolettura si accede in quattro modi: tramite

il numero verde 800 833 315, seguendo le istruzioni della voce guidata e avendo a disposizione il proprio codice di utenza; via fax al numero 045.8779802; dall’area riservata del nostro portale web; con una e-mail indirizzata a info@lupatotinagas.it, indicando nome e cognome, codice di utenza e data della rilevazione. Sito internet. Queste informazioni sono consultabili anche sul sito web www.lupatotinagas.it, dove si trovano tutte le informazioni utili a portata di clic. Lupatotina Gas Vendite


IN PIAZZA GIUGNO 2015

9

CULTURA

PER I PIÙ PICCOLI D’ESTATE IN GIOCO Nell’ambito della rassegna estiva “d’Estate San Giovanni”, organizzata dal Comune di San Giovanni Lupatoto, sono in programma una serie di appuntamenti gratuiti per i più piccoli. Si chiama ESTATE IN GIOCO, rassegna ludico-ricreativa dedicata ai bambini e alle famiglie per vivere in modo diverso luoghi del territorio facilmente raggiungibili a piedi o in bicicletta e riscoprire il piacere di giocare con giochi semplici e di riciclo, socializzando con nuove persone. DATE, LUOGHI E ATTIVITA’ domenica 31 Maggio - Parco Casa Novarini – LUDOBUS CON GIOCHI IN LEGNO mercoledì 24 giugno - Parco Cotoni – STRUMENTI MUSICALI (laboratori creativi manuali) domenica 28 giugno - Parco Prà dei Prà a Raldon - LUDOBUS CON GIOCHI IN LEGNO mercoledì 1 luglio - Parco Pia

Direttore Responsabile FRANCESCA TAMELLINI REDAZIONE inpiazza@37057.it EDITING Viva Comunità Realizzazione grafica FR DESIGN info@frdesign.it REDAZIONE DI VERONA: Via Diaz 18, 37121 Verona Tel. 045.8015855 Fax 045.8037704 EDIZIONI LOCALI:

via Diaz 18 Verona 37121 Verona Stampato da Graphicart in 8.000 copie

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona nr. 1761/07 R.N.C. del 21/06/07 Supplemento di Verona Sette del 25 marzo 2013 Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana Iscrizione al Registro Nazionale della stampa

Opera Ciccarelli – CAPITAN RICICLO (laboratori creativi manuali) domenica 12 luglio - Parco Borsellino a Pozzo - LUDOBUS CON GIOCHI IN LEGNO mercoledì 29 luglio - Parco Ortolani – LA BOTTEGA DI GEPPETTO (laboratori creativi manuali) domenica 2 agosto - Parco Cotoni - LUDOBUS CON GIOCHI IN LEGNO mercoledì 5 agosto - Parco Prà dei Prà a Raldon – LAND ART (laboratori creativi manuali) mercoledì 26 agosto - Parco Borsellino a Pozzo – I BURATTINI DI SANDRINO (laboratori creativi manuali) domenica 30 agosto - Parco Ortolani - LUDOBUS CON GIOCHI IN LEGNO ORARI: Tutte le attività inizieranno alle 16.30 fino alle 19. R...ESTATE AL PARCO! mercoledì 17 giugno ore 16/18 Parco all’Adige LE MIGRAZIONI DEGLI UCCELLI Piccola escursione per riconoscere gli uccelli del parco a cura di Riccardo Bombieri. Mmercoledì 8 luglio ore 16/18 Parco ai Cotoni CONOSCIAMO GLI INSETTI Percorso conoscitivo degli insetti a cura di Ezio Berti.Mercoledì 15 luglio ore 16/18 Parco ai Cotoni CREA

I TUOI ANIMALETTI SPEZIATI Laboratorio sensoriale e creativo alla scoperta delle spezie di commercio equo e solidale a cura de Le Rondini.Mercoledì 22 luglio ore 16/18 parco giochi via Prà dei Prà LE API OPEROSE E IL LORO MIELE Alla scoperta del mondo delle api dentro e fuori gli alveari a cura di Ezio Berti. Mercoledì 9 settembre ore 16/18 Parco Borsellino in Gabbiola I CIKI ALLA CIEKA Laboratorio interattivo e sensoriale per conoscere alcuni prodotti del commercio equo e solidale de Le Rondini. Al termine di tutti gli incontri sarà offerta a tutti una merenda da Ceres e coop. La primavera UN’ESTATE DA FIABA! Prosegue il “Progetto Favolavà” a San Giovanni Lupatoto, in col-

laborazione con l’associazione Aldebaran. Tutti i giovedì, dalle 17 alle 19, a Casa Novarini sono a disposizione le valigie teatrino delle fiabe che si possono portare a casa e diventare burattinai. Inoltre Favolavà propone questi incontri dalle 17 alle 19 a Casa Novarini per realizzare dei burattini: giovedì 18 giugno presentazione della “Città dei Burattini”, giovedì 30 luglio Principe Ranocchio, giovedì 6 agosto Cappuccetto rosso, giovedì 27 agosto Raperonzolo POMERIGGIO CON LE RUNE DEL LUPO Domenica 13 settembre dalle ore 16 a Casa Novarini un pomeriggio dedicato al gioco non tecnologico. Giochi in scatola e di abilità adatti a tutte le età con l’associazione Le rune del lupo.

“Per convincere i richiedenti asilo a scendere dai pullman, sul posto a trattare con il prefetto Salvatore Mulas e il questore Pasquale Errico anche il sindaco di Sassari Nicola Sanna. «Nell’agriturismo, una struttura a due piani, sono presenti nove bagni e in serata verrà piazzata una cucina che verrà messa a disposizione, verranno portate delle tv e installate delle connessioni internet. Chissà che questo non li

convinca ad accettare l’accoglienza che per ora rifiutano».“ Mi chiedo a quale funambolismo verbale dovrebbero ricorrere i fautori dell’accoglienza indiscriminata, i santoni e le patronesse, per dare una spiegazione alla vicenda, l’ultima in ordine di tempo, dei “richiedenti asilo” in rivolta che rifiutano di essere ospitati in un agriturismo, a Palmadula, in Sardegna.

Un posto dove buona parte degli italiani non potrà mai andare, in difficoltà anche a sbarcare il lunario, lo rifiutano, lorsignori... che lo stucchevole buonismo imperante, l’eterna favoletta, ci dipingono come miti richiedenti asilo ...alla ricerca di una vita migliore, che fuggono da guerra, fame, persecuzioni... e sono grati al Paese che li accoglie... Detto per inciso, l’Italia. Perchè un’altra favoletta è quella della ripartizione dei migranti nei restanti paesi europei. La cui collaborazione si limita alla spola delle loro navi, dalle acque libiche, dove “salvano” migliaia e migliaia di migranti, alle coste italiane, dove i suddetti vengono scaricati. Fine. A.D.Z.

LA FAVOLETTA DEI MITI PROFUGHI


IN PIAZZA GIUGNO 2015

10

SPORT

BEN-ESSERE CON IL TAI CHI CHUAN Nella pratica del Taiji Quan, antica disciplina cinese, lenti movimenti coordinati favoriscono una buona respirazione apportando benefici psico-fisici.. L’esercizio del Qi Gong e del Taiji prevengono molte patologie proprie del processo d’invecchiamento (artriti, osteoporosi, reumatismi, patologie cardiache, respiratorie e neurologiche). Durante la pratica dei del Taiji la mente non è disturbata da influenze esterne è può rilassarsi per sentire il fluire dell’energia e migliorare la consapevolezza dei movimenti; ciò da vita ad uno stato di quiete che attenua notevolmente i livelli di stress. La respirazione naturale, unita e i dolci movimenti del Taiji, favorisce l’elasticità polmonare e la capacità di respirazione. L’eser-

cizio del Taiji stimola la funzione endocrina generale regolando il metabolismo dell’organismo e accelera la produzione di emoglobina; ciò potenzia la funzione sanguigna rafforzando il sistema immunitario. Nel Tai Chi i movimenti interessano tutte le articolazioni e la corretta esecuzione favorisce il mantenimento di una buona elasticità. Inoltre controllando la postura si mantiene in esercizio l’equilibrio statico e dinamico. Tutti, a qualsiasi età, possono avvicinarsi a questa disciplina con gli istruttori Francesco e Tiziana, da anni allievi del Maestro cinese Wang Zhi Xiang, dottore di medicina tradizionale cinese. Chi desidera provare potrà farlo gratuitamente nel mese di Giugno e la prima settimana

di Luglio nel verde del Parco dell’Adige tutti i lunedì dalle 18.30 alle 20.30. Ulteriori appuntamenti, in altri momenti della

settimana, se richiesti, verranno stabiliti assieme. Informazioni al 340 277 88 60 e inoltre www.adigebuonpastore.

TORNEO PASETTO 2015 l Raldon si è aggiudicato ai rigori la XIVa edizione del Torneo “Nicola Pasetto”, l’ormai tradizionale quadrangolare di calcio categoria “Allievi”, organizzato dall’associazione culturale Balder, con il patrocinio dell’assessorato allo sport del comune di San Giovanni Lupatoto, giocato allo stadio comunale “Nicola Pasetto” di San Giovanni Lupatoto. Martedì 2 giugno 2015, in una splendida giornata di sole, dopo partite molto combattute, la finale ha visto la vittoria del Raldon che ha battuto il Pozzo, squadra di casa, ai rigori, dopo che la partita si era conclusa 0 a 0. Terzo classificato il Cadidavid, davanti al Castel d’Azzano. Quest’anno è stata premiata anche la squadra che ha tenuto il comportamento più corretto in campo, il Castel d’Azzano con il Premio Fair Play intitolato a Gianfranco Castagna, amico e per anni nello staff del Pozzo,

scomparso poco più di un anno fa. Alla premiazione delle squadre partecipanti è intervenuta Alessandra Vaccari, che ha ricordato Nicola Pasetto ed esortato i giovani calciatori a tenere sempre in primo piano i veri valori della vita, che non sono nella competizione esasperata, ma nella leltà e aiuto agli altri. L’associazione Balder ringrazia anche la società A.C. Pozzo che ospita ogni anno il Trofeo e il Comune di San Giovanni Lupatoto.


IN PIAZZA GIUGNO 2015

11

SPORT

SUCCESSO DEI PLAY THE GAMES 2015 Con la cerimonia di premiazione si sono conclusi oggi a San Giovanni Lupatoto ospiterà i PLAY THE GAMES, giochi nazionali di tennis Special Olympics, che da venersì 22 maggio 2015 hanno visto impegnati presso i circoli tennis di San Giovanni, Raldon e Zevio, circa 100 atleti con disabilità intellettiva provenienti da tutta Italia. Sono stati tre giorni di partite di tennis giocate da Altleti veri suddivisi in specialità: doppio, singolo, unificato e skills. In particolare queste sono degne di attenzione: la prima riguar-

to di questi giochi così speciali. Grande aiuto è giunto anche dall’amministrazione comunale e dal circolo tennis di Zevio (Claudio Galvani), che hanno permesso il disputarsi nei campi coperti le partite anche venersì e sabato col brutto tempo. Indispensabili anche il lavoro dei circoli di San Giovanni Lupatoto, guidato da Paolo Dussin, e di Raldon, con Ezio Meneghini. La cerimonia di premiazione ha visto succedersi sul palco i primi classificati delle varie categorie, premiati con medaglie d’oro, argento

da sia singolo che doppio giocato da Atleti speciali e non, mentre nello skills gli Atleti giocano senza avversario e devono raggiungere determinati obiettivi. In questa specialità si sono classificati primo e secondo due Atleti che da gennaio giocano nel circolo tennis lupatotino. All’interno del singolo e del doppio gli Atleti hanno suddivisi per Divisioni, seleziotati in base alle loro grado di preparazione al giorco. Una menzione particolare va sicuramente al Comitato Organizzatore Locale, guidato dal direttore provinciale Special Olympics Enrico Mantovanelli, e a tutti i volontari che hanno reso possibile col loro impegno lo svolgimen-

e bronzo. Menzione anche per i tre Atleti convocati per i Giochi Mondiali Special Olympics che si terranno quest’anno a Los Angeles: Gianluca Frezza (Piemonte), Paola Lazzarini (Lombardia) e Riccardo Zonta

(Veneto). Erano presenti il membro della direzione regionale lombarda di Special Olympics Carlo Lazzarini, la direttrice regionale di Special Olympics Elisabetta Pusiol, che ha lodato gli Atleti e gli organizzatori per la riuscita di questi giochi nazionali, preannunciando come premio altri eventi da progettare, e Ivana Moresco, delgata area 1 triveneto di Panathlon, che ha sottolineato il grande fair-play tra gli Atleti che da avversari si scambiavano abbracci in campo. Presente e premiata con una targa l’assessore allo sport del comune di San Giovanni Lupatoto Silvia De Carli. Momento più divertente della cerimonia la foto finale con tutti gli Atleti, volontari e organizzatori sul palco applauditi dal pubblico.

Enrico Mantovanelli non nasconde la propria emozione nel tracciare un primo bilancio dei giochi: «Tre giorni straordinari dove il sorriso e la gioia degli atleti hanno fatto passare in secondo piano le avversità del meteo. Sono molto soddisfatto della riuscita di questi giochi, ringrazio tutti i volontari il COL e tutti gli amici che ci hanno aiutato nell’organizzazione, dagli sponsor ai circoli tennis, ai gruppi di protezione civile, alla Polizia Municipale. Un altra pietra per l’inclusione sociale è stata posata ed ho lanciato una bellissima sfida ai sindaci della provincia di Verona affinchè i giochi Special Olympics divengano realtà in ogni comune». I giochi hanno goduto dell’alto patrocinio della PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA oltre a quello della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa e dell’Interno, Regione Veneto, Provincia di Verona, Comune di San Giovanni Lupatoto e Comune di Zevio, Coni e della Fit. Ai giochi sarà anche presente il Vescovo Mons.Zenti, oltre al Panathlon, forze dell’ordine e Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Verona. Maurizio Simonato Foto Ennevi


VUOI UNA SOLUZIONE SUBITO PRONTA, PER TRASFORMARE VELOCEMENTE LA TUA VASCA IN DOCCIA? SUBITO TUO La tua doccia in sole 8 ore \f

\f �

� � � �

SOLUZIONE CHIAVI IN MANO a partire da 1.779 EURO

WWW.LEROYMERLIN.IT

ORARI NEGOZIO

LUNEDI - SABATO 09.00-20.30 DOMENICA SEMPRE APERTO

10.00- 20.00

VERONA

- SAN GIOVANNI LUPATOTO -

TEL.045.8758100 WWW.LEROYMERLIN.IT

VERONA

- SAN GIOVANNI LUPATOTO -