3705720150519074718

Page 1

ANNO 11 NUMERO 5 - MAGGIO - 2015

VERO SPORT CON PLAY THE GAMES Quest’anno San Giovanni Lupatoto ospiterà i Giochi nazionali di tennis Special Olympics denominati PLAY THE GAMES e nei giorni 22-23-24 maggio 2015 circa 100 atleti con disabilità intellettiva provenienti da tutta Italia si sfideranno presso i circoli tennis di San Giovanni e Raldon. I giochi godono dell’alto patrocinio della PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA oltre a quello della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Difesa e dell’Interno, Regione Veneto, Provincia di Verona, Comune di San Giovanni Lupatoto e Comune di Zevio, Coni e della Fit. Ai giochi sarà anche presente il Vescovo Mons.Zenti, oltre al Panathlon, forze dell’ordine e Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Verona. Nel folto programma delle partite e dei momenti conviviali, spiccano due eventi: la cerimonia di apertura, con l’arrivo della fiaccola olimpica, venerdì 22 maggio 2015 alle ore 20.15 nel piazzale di via Ugo Foscolo, allietata

dal coro “Marcelliano Marcello” e conclusa con i fuochi d’artificio, e la cerimonia di premiazione che si terrà domenica 24 maggio 2015, ore 16.00, al circolo tennis di San Giovanni, che vedrà il coronamento dell’impegno degli atleti impegnati in questo Play the Games. Importante il ruolo dei volontari, che durante i 3 giorni di gare saranno a stretto contatto con i ragazzi Special per assicurare agli Atleti un’accoglienza e un’atmosfera straordinaria. Grazie al coinvolgimento della Facoltà di Scienze Motorie e delle associazioni sportive lupatotine, sono già circa 100 i ragazzi che hanno aderito come volontari che condivideranno con gli Atleti momenti emozionanti e divertenti. Molti gli sponsor che hanno deciso di sostenere questi giochi: Pastificio Rana, Nival Group, Agsm, Mitsubishi Electric, Arredoluce, Girardi Pubblicità, I Caprini, Phyto Garda, Bama Group, Maniva, Fimap, Pasticceria Cassandrini, Inblu, Prati di Casa, La Serra, Gima,

Arena Bevande, Italy Bitree, LS Sistemi, Hellenic, Fastand, Price’s London, Verona Diverte, Mr Day, F.lli Compri, Eurotenda, Ristorante Sacchetto, Italcalor, Sportime, Meta Costruzioni, Poliambulatorio Vita, Prograf e Mediaprint. La rivista Sport di + magazine e Radio Verona saranno i media partner dell’evento. Enrico Mantovanelli, direttore provinciale Special Olympics e coordinatore del Comitato Organizzatore Locale, esprime il proprio entusiasmo: «Si tratterà di un grandissimo evento, che per la prima volta approda nella provincia di Verona, un momento attraverso il quale potremmo ancora una volta toccare i veri valori dello sport e dell’importanza che ricopre per questi ragazzi. Un sincero ringraziamento al Col che ha curato l’organizzazione dei giochi, ai circoli tennis di San Giovanni e Raldon , a tutti gli sponsor, a tutti gli amici che ci hanno sostenuto in questo progetto, ai volontari, al Comune di San Giovanni Lupatoto e alla

LE A I C SPCE OLE QU SX

Coperto La pizza che vuoi tu Bibita in lattina Gelato

10

P.zza Umberto I 27, S. Giovanni Lupatoto - 045 545724 - info@umberto1.it

Regione Veneto che ha deliberato un significativo contributo a supporto dei giochi. Sarà un momento “Speciale” per tutti, molti ricordano ancora i bellissimi giochi regionali del 2013 grazie ai quali oggi San Giovanni Lupatoto è in grado di poter fornire un’offerta sportiva completa.... grazie a questo evento lo sport per tutti sarà realtà per tutta Verona». Maurizio Simonato


IN PIAZZA MAGGIO 2015

2

CRONACA DI SAN GIOVANNI

IL 31 MAGGIO LE ELEZIONI REGIONALI Domenica 31 maggio, in Veneto, si vota per l’elezione del Presidente della Giunta e del Consiglio della Regione (nel nostro sito www.37057.it tutte le istruzioni per il voto). I candidati presidenti sono: Luca Zaia (Lega, Lista Zaia, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Indipendenza noi Veneto); Alessandra Moretti (Pd, Lista Moretti, Veneto Civico, Ven(e)to Nuovo, Progetto Veneto); Flavio Tosi (Tosi per il Veneto, Veneto del Fare, Unione Nordest, Famiglia Pensionati, Area Popolare, Razza Piave); Jacopo Berti (Movimento 5 Stelle); Laura Di Lucia Coletti (L’altro Veneto), Alessio Morosin (Indipendenza Veneta). In questa tornata per le Regionali abbiamo tre candidati lupatotini: Giuseppe Stoppato, Giuliana Colasante e Fabrizio Zerman. Il consigliere regionale e comunale Giuseppe Stoppato, che recentemente ha votato contro in consiglio regionale alla riattivazione di Cà del Bue ed a favore del progetto delle ciclabili, ha seguito con altri militanti Flavio Tosi: «mai e poi mai avrei chiesto a nessuno degli iscritti di seguirmi in questa straordinaria e affascinante avventura che ci porterà ad avere un veronese, Flavio Tosi alla guida del Popolo

Veneto, della nostra Gente, e lo farà con la sua faccia, non come Zaia a cui serve il traino del capitano lepenista Salvini per farsi tirare il carroccio». Aggiunge Stoppato riguardo al suo comitato elettorale lupatotino: «inevitabilmente diverrà dopo il 31/5 un vero e proprio circolo politico culturale. Il nuovo polo è inclusivo di tuttte le persone che amano e che vogliono darsi da fare per il nostro comune e per la nostra gente. L’area di appartenenza è il centro e la destra, senza demonizzare ne gli uni, nè gli altri, formato da persone coerenti, dove la dignità, il buon governo e il fare (anziche la politica degli annunci) saranno le linee guida». Altra candidata è Giuliana Colasante 45 anni nata a San Giovanni Lupatoto, da più di 25 anni lavora in Pia Opera Ciccarelli. «Sono consigliera comunale, da 3 anni e sto tentando di fare del mio meglio per dare un contributo sincero nell’ambito del sociale: famiglie in ifficoltà, anziani e disabili. Mi sta anche a cuore la questione di Ca del Bue. Per quanto riguarda la mia candidatura nella lista Veneto Civico a sostegno di Alessandra Moretti, chiederò a tutte le donne

L’amministrazione comunale di San Giovanni Lupatoto intende realizzare una nuova scuola in via Monte Ortigara, nella zona compresa fra la palestra in costruzione, dietro alle scuole elementari Cangrande e l’asilo nido Sabin. Spiega l’assessore all’istruzione Francesco Bottacini –. «Vogliamo costruire una nuova scuola in un’ottica di intervento a medio-lungo termine per diversi motivi: riequilibrare la disponibilità di posti nel settore dell’infanzia, tra scuole statali e paritarie; creare un servizio in una zona

del paese di futura possibile espansione; ridurre le frequenze della scuola materna Giovanni XXIII, in modo da ritornare a una giusta dimensione; ricavare spazio per una sezione delle secondarie alla Cangrande, alleggerendo la Marconi; dare risposta alle esigenze dei genitori e delle insegnanti della Pindemonte”. Il nuovo plesso ospiterà due sezioni della scuola dell’infanzia (una nuova e una sezione che verrà trasferita dalla vicina scuola materna Giovanni XXIII) e cinque classi delle scuola primaria, contenendo circa 210 studenti, con un forte progetto di integrazione dell’handicap. “La nuova scuola costerà circa 2 milioni di euro, che vorremmo finanziare tramite lo sblocco del patto di stabilità promessoci a livello governativo: intendiamo avere la progettazione definitiva entro quest’anno, per dare

che conosco e non (non me ne vogliano i sigg. maschietti ) di appoggiarmi in questo mio percorso. Non intendo fare nessuna promessa, ma mi piacerebbe tanto capire cosa desidera la maggior parte della gente comune, anche se probabilmente molte risposte le posso immaginare. Sono altre Sì convinta che a piccoli passi si può andare lontano.... buon senso e rispetto pagano sempre! E voi che ne pensate? Se vi ho anche solo incuriosito, preparate le vostre scarpe»!Canditaro alle Regionali nella lista Zaia è anche Fabrizio Zerman, ex Sindaco della nostra città per la coalizione di centro destra. «Chiedo il supporto dei lupatotini in queste elezioni dove ho la concreta possibilità di arrivare in Consiglio Regionale, luogo dove sono prese molte importanti decisioni per la vita dei cittadini, come,

per esempio, il Piano Regionale dei Rifiuti dove si stabilisce se l’inceneritore di Ca’ del Bue si farà o no. Io sono da sempre il primo oppositore a tale impianto e se sarò eletto avremo finalmente la possibilità di fermarlo una volta per tutte, definitivamente. Altre iniziative per cui intendo battermi sono: l’edilizia scolastica, l’ambiente, il traffico, con il sostegno alle piste ciclabili, come la mia amministrazione comunale ha dimostarto di avere a cuore. Negli anni in cui sono stato Sindaco ho governato con serietà senza protagonismi per tutti i Cittadini della nostra comunità. Vado molto fiero del Polo scolastico di Raldon, prima scuola prima scuola passiva certificata in Italia, del bus 21 e della lotta a Cà del Bue. Sono sicuro di essere dalla parte giusta per i lupatotini».

il via ai lavori di costruzione nel 2016 – aggiunge il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Daniele Turella –. Il nuovo edificio sarà funzionale e all’avanguardia anche negli impianti; il suo posizionamento sarà strategico, perché ci permetterà di creare un vero e proprio polo scolastico che

accoglierà scuole di ogni grado, dal nido alle medie. A metà aprile si è costituito anche un apposito tavolo tecnico che vede la partecipazione di tecnici comunali, una rappresentanza dei genitori, i dirigenti scolastici del territorio e un esponente del Provveditorato con funzione di consulenza.

IL COMUNE PENSA A UNA NUOVA SCUOLA

PROGETTI, RISORSE E AZIONI CONCRETE

I consiglieri comunali di San Giovanni Città Democratica Corrado Franceschini e Diego Todeschini hanno presentato due mozioni che chiedono, oltre che di inserire nei Bilanci di Previsione 2015 e 2016 tali opere, un primo intervento di ristrutturazione dell’attuale edificio della Scuola Pindemonte (per un costo totale di circa 1 milione 260 mila euro), tenuto conto del finanziamento Regionale inserito nel Bilancio di Previsione 2015 della Regione Veneto pari a 500

mila euro. Le risorse possono essere reperite dal 50% dei proventi riscossi dalle sanzioni del Velomat. Un secondo intervento nel 2016 atto a realizzare il un nuovo edificio limitrofo alle Pindemonte per dare spazio al centro culturale e alla biblioteca comunale. Procedere alla progettazione e realizzazione di una nuova scuola nella zona di via Monte Ortigara, non solo con articoli di giornale ma con un Progetto reale da realizzare e finire entro il 2017.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

3

CRONACA DI SAN GIOVANNI

POSATA L’ALTALENA PER UN SORRISO

Un’altalena inclusiva capace di accogliere passeggini, sedie a rotelle, carrozzine elettriche e di abbattere così le diversità: è quella che è stata inaugurata sabato 9 maggio al Parco ai Cotoni di San Giovanni Lupatoto. Alla consegna erano presenti tutte le associazioni che hanno contribuito alla raccolta fondi e i genitori che hanno proposto l’iniziativa. L’altalena, su cui potranno salire bambini ed adulti disabili, in sedia a rotelle, passeggino e carrozzina elettrica, è stata installata nel parco cittadino accanto alle giostre esistenti. Il costo del gioco è di 7.500 euro, finanziati dalle associazioni che hanno versato alla onlus Amministratori per il bene comune tutto il raccolto nell’ambito di varie manifestazioni promosse a San Giovanni Lupatoto. Federico Vantini, sindaco di San Giovanni Lupatoto: “Questo è uno dei tasselli che ci permetterà di raggiungere l’obiettivo di una città sostenibile, a misura d’uomo. Iniziamo con questa altalena, che possiamo installare grazie alla forte sensibilità della comunità lupatotina e di molte associazioni nei confronti di Annalisa e di tanti altri bambini con difficoltà motorie. Partiamo dal Parco

ai Cotoni, ma inseriremo passo dopo passo nuovi giochi inclusivi anche negli altri parchi cittadini. Al progetto abbiamo partecipato pure noi come amministratori – un grazie va anche agli assessori della precedente giunta che hanno portato avanti l’iniziativa.” Federica Magnaterra, mamma di Annalisa, bambina lupatotina affetta da lissencefalia, una delle promotrici del progetto: “Questo è un regalo di tutta la cittadinanza: il progetto Un’altalena per un sorriso è partito nell’autunno del 2014 ed è stato portato a termine in tempi record. L’idea è nata da me e da Mara Ori, un’altra mamma lupatotina, con l’obiettivo di abbattere le barriere architettoniche nei parchi, che fino a oggi non rendevano accessibili i giochi ai bambini con difficoltà. Il primo giro è stato per Annalisa, la mia bambina speciale, che ha ispirato questa iniziativa, ed il regalo più bello è stato sentirla ridere felice. L’ altalena è stata progettata ed installata da Giocassieme, un’azienda specializzata veronese dell’ingegner Filippo Pivetta, ed è il primo passo su una strada che spero condurrà ad installare altri giochi inclusivi negli altri parchi del comune, e magari a realizzare un

intero parco giochi accessibile a tutti, con strutture “diverse” dal solito, in grado di stimolare i bambini, normodotati e non”. All’inaugurazione sono invitati tutti i cittadini e le associazioni che, insieme alla onlus, hanno contribuito alla raccolta fondi: Artnove, Balder, Anch’io onlus, donatori di sangue Asfa, Stralupatoto, comitato Carne-

NUOVA PENSILINA

È stata installata una nuova pensilina a servizio della fermata dell’autobus di fronte al municipio, per un costo di circa 11mila euro, sostenuti dall’amministrazione comunale. La pensilina era stata richiesta da diversi cittadini, che ci avevano indicato la ne-

vale lupatotino, associazione nazionale sindaci e ciclisti ed ex ciclisti professionisti (triangolare di calcio “In campo per volare”), partecipanti al corso di disostruzione pediatrica, cartolibreria Turella, sponsor del concerto tributo Dire Straits (Pepperone, Leroy Merlin, Tormec Ambrosi, Banca Popolare di Verona). cessità di trovare riparo in attesa dell’autobus, in particolare della linea 21 che collega San Giovanni Lupatoto alla città.

ARRIVANO LE BORSE DI STUDIO 2013/2014 Il circolo G. Castagna di Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale di San Giovanni Lupatoto, per bocca del suo coordinatore MIchele Trettene, interviene sulle borse di studio 2013/2014: «All’inizio del 2014, come ormai consuetudine da quale anno, l’amministrazione comunale rendeva pubblico il bando per 30 borse di studio per l’anno scolastico 2012/2013, per un ammontare complessivo di 13.000. Le premiazioni, ufficialmente per motivi di bilancio, sono slittate da maggio all’inizio del 2015, ma si sono comunque tenu-

te all’Auditorium Lodegario dove i dirigenti scolastici hanno espresso per l’occasione parole di elogio per l’iniziativa e agli studenti premiati.

Quello che preoccupa è che, a tutto’oggi, non è ancora stato ufficializzato il bando per l’anno scolastico 2013/2014, quando invece lo scorso anno lo stesso veniva fatto scadere il 31 aprile. Siamo quindi a chiedere all’Amministrazione comunale se è ancora sua intenzione proseguire con questa iniziativa e quali sono i motivi per cui non ha ancora reso noto i relativi termini». Risponde al rilievo l’assessore all’istruzione Francesco Bottacini: «Nel bilancio di previsione che andrà in discussione giovedì 14 maggio

abbiamo confermato la cifra di 13.000 euro per le borse di studio relative all’anno scolastico 2013/2014. Il bando non è ancora stato indetto per questo motivo. Siamo passati dalle sponsorizzazioni a una voce di bilancio vera e propria, convinti dell’ importanza di premiare i nostri ragazzi meritevoli. Una volta approvato il bilancio, si provvederà a indire il bando concordando con la scuola le tempistiche. Vogliamo che la consegna sia un momento di esempio anche per gli altri studenti e che coinvolga tutto il mondo scolastico”.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

4

CRONACA DI SAN GIOVANNI

APPROVATO IL PROGETTO SCEC Nella seduta tenutati il giorno 28 aprile 2015 il consiglio comunale ha approvato la mozione presentata dal gruppo Impegno Civico (grazie al consigliere Fabrizio Zerman) e sostenuta dal Movimento 5 Stelle, riguardante il Progetto Šcec, per una economia solidale e locale. La mozione prende spunto dagli affetti negativi sulle famiglie e sulle attività del territorio della crisi che stiamo vivendo e che le nostre comunità sono sottoposte ad un continuo drenaggio di ricchezza che prende strade lontane e non viene reinvestita, se non in percentuali trascurabili, sul territorio che l’ha prodotta. Viene richiemato che da tempo stanno operando con successo, sul territorio regionale e nazionale, associazioni senza scopo di lucro che fanno riferimento al circuito nazionale di Arcipelago ŠCEC, con lo scopo di avviare relazioni fra autorità pubbliche, imprese e cittadini finalizzate a creare circuiti locali virtuosi dove viene utilizzato il buono locale ŠCEC (acronimo di Solidarietà ChE Cammina), che in una percentuale libera di accettazione permette di favorire le attività ed i prodotti

del territorio e, trattenendo nel territorio la ricchezza, innesca un processo virtuoso economico e sociale. L’attivazione di questo sistema in cui la parte corrente della ricchezza prodotta a San Giovanni Lupatoto rimanga e sia reinvestita nei confini del medesimo Comune o nei territori limitrofi, rappresenta un evidente beneficio per tutti gli attori economici, imprese e consumatori del territorio. Si otterrebbe anche l’obiettivo primario di aumentare il potere di acquisto dei cittadini, a cominciare dalle fasce più deboli della popolazione, innescando altresì una dinamica di reinvestimento sullo stesso territorio della ricchezza ivi prodotta grazie ai benefici ottenibili introducendo gli ŠCEC. Tali benefici possono essere ottenuti a condizione di assicurare il pieno utilizzo e l’effettiva circolarità degli ŠCEC sul territorio in quanto è propriamente nel momento dello scambio che si genera il valore, è quindi nella circolarità degli ŠCEC che si innesca il mecca-

Mercoledì 13 maggio,l’Arch. Michael Tribus, progettista del Polo Scolasitco di Raldon, prima scuola passiva certificata in Italia, ha guidato una delegazione internazionale proveniente dall’Università di Innsbruck (Austria), dal Dipartimento Edilizia Pubblica della città di Innsbruck e da Pichlerluft AG, azienda leader nel settore delle tecnologie all’avanguardia di ventilazione. Era presente il sindaco Federico Vantini, dal vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Daniele Turella e dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo 2 Erica Baldelli. Il Polo di Raldon è stato inaugurato nel mese di settembre 2014 ha una superficie di ca.1.700 mq, capaci di ospitare fino a 280 persone in 10 aule didattiche, 3 aule

specialistiche, un’aula magna polifunzionale e aule di servizio distribuiti su due piani ed è stato realizzato con l’importo di costi di costruzione di circa 3 milioni di euro. “Il progetto è all’avanguardia e risulta estremamente interessante per la ricerca sull’uso di tecnologie e materiali altamente performanti e innovativi”, dice il Prof. Dr. Rainer Pflueger, Università di Innsbruck . Proprio per questo il 12 maggio l’Arch. Tribus presenterà il Polo Scolastico di Raldon (oltre al complesso della scuola di Frankenberg, Bolzano, che sarà inaugurato il 27 maggio), all’EXPO 2015 come esempio di best practice nell’ambito degli incontri su “Ristrutturazione di edifici scolastici con tecnologie

nismo virtuoso dello sviluppo locale e della solidarietà. Il consiglio comunale alla unanimità ha votato di adottare il “Progetto ŠCEC per una Economia Solidale e Locale” senza alcuna spesa da parte dell’amministrazione comunale. Ciò comporta di stimolare, attraverso il coinvolgimento di Enti ed istituzioni pubbliche, delle associazioni dei cittadini e dei consumatori, dei sindacati e delle associazioni di categoria, delle Cooperative locali e il sistema creditizio locale, i negozianti, i cittadini e la popolazione per la creazione di un circuito commerciale locale che produca i seguenti effetti positivi: il permanere della ricchezza nel territorio a beneficio dei consuma-

tori e delle imprese locali; l’incremento, a parità delle disponibilità economiche in essere, delle capacità reali di acquisto dei cittadini e delle famiglie; benefici economici significativi per le imprese commerciali locali aderenti al circuito determinato dalla elevazione e consolidamento dei ricavi generati da una clientela fidelizzata; il consolidamento del tessuto commerciale nel centro storico della città, la salvaguardia dei piccoli e medi esercizi pubblici e la promozione del centro commerciale naturale; il mantenimento in vita di negozi ed uffici locati nel centro storico cittadino preservando la qualità della vita sociale offerta nell’ambito della città storica e consolidata e conseguente difesa del valore del patrimonio abitativo cittadino. L’amministrazione comunale dovrà anche promuovere i Buoni Locali ŠCEC, anche attraverso l’attivazione di un punto ŠCEC in stretta collaborazione con Arcipelago ŠCEC e sostenere campagne informative sull’alimentazione e di valorizzazione dei prodotti locali

IL POLO SCOLASTICO DI RALDON ALL’EXPO sostenibili”. Gli incontri sono organizzati dal Padiglione Austria (@expoaustria), in collaborazione con il Dipartimenti di Energia del Politecnico di Milano. Grande soddisfazione è espressa dall’ex sindaco Fabrizio Zerman: “dopo tanti attacchi sulla stampa e in consiglio comunale, alla fine la mia amministrazione ha avuto ragione. Le idee e la programma-

zione alla fine trionfano. Sono orgoglioso di una grande opera per San Giovanni che farà risparmiare molti soldi in costi di gestione per i bassissimi consumi Dopo che Taioli aveva scelto il luogo, abbiamo fatto il progetto e ottenuto il finanziamento in regione iniziato e quasi ultimato l’opera prima della scadenza del mandato. Ma, alla fine arriva il riconoscimento dall’Expo. Oltre al polo scolastico di Raldon, abbiamo programmato, iniziato e a volte terminato moltissime opere pubbliche come il Megafono, la ristrutturazione della Casa Albergo, la mensa della Cangrande, la nuova rotonda di via mariana d’Italia e il Palazzetto dello Sport, solo per citarne alcune”.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

5

CRONACHE LUPATOTINE

STORIA DE EL PORTO - SECONDA PARTE Già nel 1865, quindi ancora ai tempi della dominazione austriaca, la Delegazione Provinciale dava il proprio benestare alla richiesta del comune di San Giovanni Lupatoto di istituire un Passo volante fra le sponde dell’Adige a Sorio con Decreto, tramite il Decreto n. 4587.147 datato 29 marzo 1865, naturalmente dopo aver avuto comunicazione da parte dell’Autorità militare che “nessuna eccezione emergeva da parte loro”. Ottenuta la autorizzazione, il nostro comune si mosse in due direzioni: prima di tutto cercando il coinvolgimento dei comuni in sinistra Adige, soprattutto di San Michele Extra, e dando incarico all’ingegnere lupatotino Giuseppe Bruni di redigere apposito progetto con indicazione di un preventivo di spesa. Tale progetto veniva sottoposto alla deliberazione del consiglio comunale nella seduta del 24 novembre 1867, ma “trovando superiore alle forze economiche del comune la spesa contemplata eleggeva una Commissione che proponesse il modo di rendere più possibilmente economico il peso necessario per attivare il Passo Volante”. Tale commissione si rivolgeva allora ad un altro ingegnere di Verona, Tommaso Ederle, che rivide il progetto, limò la spesa riducendola notevolmente e così nella primavera del 1868 questo progetto

ebbe una approvazione di massima da parte dei consigli comunali di San Giovanni e di San Michele Extra grazie soprattutto alla azione di convincimento del nostro sindaco Alfonso Maria Zenetti; egli era profondamente convinto della grande utilità “di un’opera che rianimar deve in modo straordinario l’industria agricola e il commercio fra la parte destra colla sinistra d’Adige, per le relazioni che si ravviverebbero con diretta comunicazione con quel comune il quale è fornito di un Mercato floridissimo per due volte al mese. Si potrebbe allora pensare alla istituzione anche a San Giovanni di un mercato mensile ed uno Stabilimento Industriale”. È chiaro il riferimento alla Fabbrica Vetri che proprio in quei mesi si andava realizzando sulla struttura della Caserma dei Cavalleggeri, nella zona del Lodegario, dando così vita allo stabilimento che nel secolo scorso sarebbe diventato il Cotonificio Manifattura Festi Rasini. Si rinvia quindi velocemente il progetto di massima all’ingegnere Ederle chiedendogli la stesura esecutiva del progetto. L’approdo viene localizzato con precisione durante due sopralluoghi “in concerto del Signor Sindaco e di alcuni barcaioli pratici del sito, onde poter avere positive nozioni sulle varie anomalie del fiume”. Così in data 20 ottobre

Nella foto un particolare del primo progetto di realizzazione della strada del Porto e del Passo Volante in località Sorio, redatto dall’ingegnere lupatotino Giuseppe Bruni. Questo progetto non venne approvato dal Consiglio Comunale che dette altro incarico all’ingegner Tommaso Ederle. Il disegno è conservato presso l’Archivio Comunale di S. G. Lupatoto.

del 1869 “si esaminarono le sponde del fiume e le varie profondità onde riconoscere ove si trovi il maggior corpo dell’acqua e la maggiore corrente per poter determinare il sito ove sia più costante, per evitare di doverlo trasportare a varie distanze, ora a valle o ora a monte del fiume”. La seconda venne eseguita il giorno 11 marzo 1870, percorrendo “la marezzana manomessa dalla straordinaria piena del 1868 e l’argine ricostruito dal Consorzio delle Bocche di Sorio dopo la piena stessa a difesa da quelle bocche”. L’ispezione riguarda sia la sponda destra che quella sinistra: notano che mentre la scarpa della sponda destra degrada dolcemente, quella di sinistra risulta costantemente alta un paio idi metri, rendendo costante l’altezza dell’acqua. Il punto

di approdo in destra Adige viene fissato subito dopo la bocca della fossa Bongiovanna, qualche decina di metri prima dell’ultima bocca della fossa Contarina, dove “le acque defluiscono lente e quasi parallele alla sponda”. Per la sponda sinistra invece si delega a fissare l’approdo il Comune di San Michele Extra, che deve coordinare il punto tenendo conto della strada Soriana. Viene calcolata anche la larghezza media del fiume in quel punto “che si è trovata di metri 90” per cui la lunghezza della fune detta argana dev’essere di metri 110 e la colonna a cui si deve fermare la fune a metri 36 in circa della sponda sinistra. Sembrava fatta, invece come vedremo nella prossima puntata, tutto viene rimesso in discussione. Roberto Facci

RIGIOCA E MERCATINO DI MAMMA E PAPÀ Nelle serate del 27/28/29 giugno in occasione della sua quarta edizione la manifestazione rigioca-mercatino dei gicattoli usati si arricchirà quest’anno di una preziosa collaborazione con l’Associazione l’abbraccio delle mamme, che gestirà un mercatino di mamma e papà dedicato agli adulti. Saremo uniti nel colorare il Viale Giovanni Paolo II di San Giovanni Lupatoto e nel tentare di diffon-

dere la cultura del riuso e della condivisione. Rigioca sarà come sempre dedicato a bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni che potranno vendere o scambiare in piena autonomia giochi, giornalini, libri, collezioni, biciclette ed articoli di loro proprietà purchè non si tratti di oggetti nuovi di fabbrica. I più piccoli sono come sempre invitati a venire a curiosare, troveranno di sicuro qualcosa di interes-

sante. Mercatino di mamma e papà sarà riservato agli adulti che potranno scambiare e barattare, a fronte di un’offerta, articoli usati per la gravidanza e l’infanzia. Non sarà consentito esporre articoli nuovi di fabbrica. Per partecipare a Rigioca scrivere a Telma ed Andrea all’indirizzo rigioca@ libero.it. Per partecipare a mercatino di mamma e papà scrivere a Silvia, Federica e

Barbara all’indirizzo labbracciodellemamme@gmail.com.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

6

CRONACA LUPATOTINA

COME LEGGERE BENE LA BOLLETTA Saper leggere correttamente la bolletta del gas metano è il miglior modo per riconoscere il fornitore che vi propone davvero un risparmio. Di fronte alle offerte “tutto compreso” o ai grandi risparmi annunciati con la grancassa, il consumatore è spesso disorientato e finisce talvolta col credere a proposte che sono fuorvianti e più costose. Le “offerte” proposte da altri operatori non inseriscono quasi mai nel conteggio le tasse. Il risultato? Il consumatore che crede alla promessa di risparmio e cambia il contratto si ritrova poi amare sorprese in bolletta. Per evitare spiacevoli inconvenienti ci si può rivolgere ai nostri uffici e avere una consulenza gratuita e senza vincoli. Vi hanno sottoposto un contratto imbattibile? Difficilmente sarà tale e i nostri esperti vi spiegheranno nel dettaglio perché. Se volete fare voi stessi una prova, però, potete verificare l’effettiva convenienza tra un fornitore e l’altro andando a leggere la fattura del gas.

La bolletta è suddivisa in tre voci di spesa: i servizi di vendita, cioè il prezzo del gas consumato; i servizi di rete per il trasporto, lo stoccaggio, la distribuzione e la gestione del contatore; le imposte. L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha stabilito che queste voci e la relativa spesa siano indicate con chiarezza nel quadro di riepilogo, all’interno della bolletta. Per vedere se un’offerta è davvero conveniente l’unica voce da prendere in considerazione è la tariffa di vendita: le altre due (servizi di rete e imposte) sono uguali per tutti, indipendentemente dal fornitore. Questa tariffa, nel caso di Lupatotina Gas che opera sul mercato tutelato, è pubblica e determinata trimestralmente dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG). Non è così per il mercato libero, che risulta più caro. La griglia che riporta le voci di spesa deve comparire sulla bolletta inviata a ogni cliente. Lì c’è scritto tutto: dai dati anagrafici al codice cliente,

dall’importo da pagare alle modalità per farlo (ad esempio, ricevendo la fattura ogni mese avvalendosi del sistema della rata costante). Si trovano inoltre i metri cubi di gas metano utilizzato, in base alla lettura reale effettuata dai nostri incaricati oppure riferiti alla lettura stimata, che si basa sui consumi dell’anno precedente. La bolletta, dunque, è una sorta di “carta d’identità” del rapporto tra Lupatotina Gas e l’utente: qui sono indicate tutte le informazioni utili per entrambe le parti. Una bolletta trasparente, che spiega chiaramente quanto si deve

pagare e per che cosa. La convenienza si vede subito: basta dare un’occhiata alla fattura e consultare la voce “servizi di vendita”. Lupatotina Gas, che opera sul mercato tutelato, garantisce davvero dei risparmi reali, nell’interesse del consumatore finale. Scegliere Lupatotina Gas significa affidarsi a un servizio di alta qualità a prezzi vantaggiosi, col valore aggiunto di avere un fornitore presente nel territorio e sempre pronto a rispondere alle esigenze dei lupatotini. I nostri sportelli rimangono sempre a Vostra disposizione nei consueti orari di apertura; per chi avesse qualche difficoltà a raggiungerci, Lupatotina Gas offre il servizio dello “sportello a casa Tua”: un nostro incaricato concorderà con Voi l’orario migliore per sbrigare la pratica direttamente a casa Vostra. E’ un servizio molto utile, al punto da essere stato copiato da altri venditori che ultimamente lo stanno proponendo alla propria clientela. Lupatotina Gas Vendite


IN PIAZZA MAGGIO 2015

7

CRONACA

DALLA SARDEGNA ALL’EXPO DI MILANO Le aziende pubbliche dei servizi idrici europei parteciperanno all’Expo di Milano con un’iniziativa sui temi della sostenibilità del pianeta e l’uso responsabile dell’acqua. E’ quanto ha deciso nei giorni scorsi a Cagliari il consiglio d’amministrazione dell’ APE – “Aqua Publica Europea”, l’associazione con sede a Bruxelles che raccoglie circa cinquanta operatori pubblici europei del servizio idrico del vecchio continente. Tra questi, Viveracqua, la società che riunisce 14 gestori del Veneto, con capofila Acque Veronesi. Per due giorni il direttivo del network, presieduto da Célia Blauel, vicesindaco di Parigi e presidente di Eau de Paris, si è riunito nel ca-

poluogo isolano. Partendo dall’esperienza francese, si è analizzato il “modello Parigi”, che ha visto negli scorsi anni una gestione da parte dei privati della distribuzione dell’acqua. Una gestione che aveva generato un aumento di oltre il 200 per cento delle tariffe ed una manutenzione disastrosa degli impianti. Il ritorno ad una gestione pubblica, avvenuta gradualmente nell’ultimo periodo, ha per fortuna comportato un risparmio dei costi di gestione, reinvestiti nelle infrastrutture. Il vicepresidente di APE è Alessandro Ramazzotti, amministratore unico di Abba-

SEDE CENTRALE:

SPORTELLI LOCALI:

Acque Veronesi S.c.a r.l. Lungadige Galtarossa, 8 37133 Verona

INTERNET :

Sito: P.E.C.: Per reclami e info:

SERVIZIO CLIENTI Fax Clientela: Fax U.R.P.:

Numero Verde Clienti e URP

800-735300

(solo da rete fissa) Per chiamate da rete mobile a pagamento 199 127 171 Entrambi i numeri sono disponibili negli orari: 8,00- 20,00 da lunedì a venerdì 8,00-13,00 il sabato

www.acqueveronesi.it protocollo@pec.acqueveronesi.it www.acqueveronesi.it/contatti.asp 045 8677438 045 8677528 Numero Verde Guasti

800-734300

(sia da rete fissa da mobile Attivo 24 ore su 24)

Verona Ingresso Via Campo Marzo c/o AGSM Verona s.p.a. Lun - Mar - Mer - Gio dalle ore 7.45 alle ore 16.00 Ven dalle ore 7.45 alle ore 13.00 Bovolone Via Vescovado, 16 Lun - Mar - Gio - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Mar - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00 Bussolengo Piazza della Vittoria, 20 Lun - Mar - Gio - Ven dalle ore 8.30 alle ore 11.00 Mar - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00 Grezzana Via Roma,1 - c/o Uffici comunali Mercoledi dalle ore 9.00 alle ore 12.00 3° venerdi del mese dalle ore 9.00 alle ore 12.00 Tregnago Piazza Massalongo, 13/A Mar - Gio dalle ore 8.30 alle ore 11.00

noa che ha fatto gli onori di casa. «Fa molto piacere che il consiglio d’amministrazione dell’Ape abbia scelto Cagliari per riunirsi”, - ha commentato Ramazzotti - «è dimostrazione che Abbanoa è una delle grandi aziende pubbliche nel panorama europeo dei servizi idrici». Al termine dell’incontro è intervenuto anche il sindaco di CagliaLegnago ri, Massimo Zedda. All’Expo di Milano, l’APE sarà presente con un’iniziativa proNogara grammata per il 10 luglio. Tratterà i temi della sostenibilità del San Bonifacio pianeta con particolare riferimento all’uso responsabile delle risorse San Giovanni Lupatoto idriche. Non solo: è stato dato il via libera all’adesione Villafranca del Gestore unico nazionale Scozzese come nuovo membro. Sono soci di APE una SPORTELLI DI CORTESIA: solo per il supporto delle pratiche amministrative del singolo Comune cinquantina di aziende Caldiero pubbliche che erogano servizi ad oltre 70 Cerea milioni di cittadini europei, con un fatturato Colognola ai Colli aggregato di 8 miliardi di euro. Tra i partner Isola della Scala figurano Vivaqua (Belgio), AoW (Germania), SIG (Svizzera), Fnccr (Francia), Aquawal Via Ragazzi del ’99, 9 Lun - Mar - Mer - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Lun - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00

Via Labriola, 1 Lun - Mer - Gio - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Lun - Mar dalle ore 14.30 alle ore 16.00 Corso Venezia, 6/c Lun - Mer - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Mar - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00

solo per pratiche del Comune

Via San Sebastiano, 6 c/o Lupatotina Gas Lun - Mer - Gio - Ven - Sab dalle ore 9.00 alle ore 12.00 Mar dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Via dei Cipressi, 2 Lun - Mar - Mer - Ven dalle ore 8.30 alle ore 12.30 Lun - Mer - Gio dalle ore 14.30 alle ore 16.00

Piazza Marcolongo, 19 - c/o Municipio Lun dalle 8.30 alle 10.00 Mer - Ven dalle 10.00 alle 12.30 Via XXV Aprile, 52 - c/o Municipio Gio dalle 9.30 alle 12.30

Piazzale Trento, 2 - c/o Municipio Mar - Gio dalle 9.30 alle 12.30

Via V. Veneto, 4 - c/o Municipio Ven dalle ore 10.00 alle ore 12.00

(Belgio) mentre tra gli italiani Cap Holding (Lombardia), Metropolitana Milanese (Lombardia), Viveracqua (Veneto) e Acquedotto Pugliese (Puglia). Tra i relatori dell’incontro, Massimo Mariotti, presidente di Acque Veronesi e dell’Assemblea del consorzio Viveracqua. «La riunione si è concentrata sulla definizione di strategie comuni che, in una fase di particolare difficoltà economica, permetteranno di prepararsi al meglio alle opportunità che l’Unione Europea presenterà nel prossimo periodo di programmazione. Porteremo il tema della gestione pubblica dell’acqua al centro del dibattito europeo e all’Expo promuoveremo lo scambio di buone pratiche gestionali e la cooperazione tecnologica tra le aziende. – ha commentato Mariotti – Una delle mission di Viveracqua e Acque Veronesi è quella di creare un coordinamento tra la società civile e le istituzioni. E’ fondamentale rivendicare l’importanza del servizio pubblico erogato dalle nostre aziende per affrontare al meglio le sfide infrastrutturali dei prossimi anni». Publiredazionale a cura di Marco Mistretta - Ufficio stampa Acque Veronesi


IN PIAZZA MAGGIO 2015

8

CULTURA

NUOVA RASSEGNA CULTURALE ESTIVA E’ stata presentata “d’Estate San Giovanni” la rassegna culturale estiva di San Giovanni Lupatoto, in programma dal 4 giugno al 13 settembre. L’Assessore alla cultura Sabrina Valletta così la illustra: “Con questa nuova rassegna abbiamo voluto raccogliere in un unico calendario l’intera offerta culturale estiva lupatotina, una serie di appuntamenti gratuiti e quasi quotidian per chi resta in città. “d’Estate San Giovanni” è un grande contenitore di eventi per tutta la cittadinanza, che tocca trasversalmente diverse fasce di

popolazione, creando occasioni di incontro e di socializzazione. Il cartellone è il frutto di un lavoro corale, grazie a una direzione artistica di squadra, dove ogni artista e associazione del territorio hanno contribuito con la propria competenza e professionalità, certificata dal timbro “artisti a km 0”, col sostegno di sponsor locali che hanno voluto investire in cultura. Quest’anno, oltre agli appuntamenti irrinunciabili con il teatro nel parco della Pia Opera Ciccarelli e i concerti aperitivo della domenica mattina, la rassegna si arric-

MERCATIAMO IL 2 GIUGNO

Il 2 giugno, edizione straordinaria del mercato dell’antiquariato,in piazza Umberto I, con il consueto orario: dalle ore 8.30 alle ore 18.00. “In seguito ad una decisione della Giunta infatti,” dice Daniele Turella che, avendo la delega al commercio cura l’organizzazione del mercato”, MercatiAmo potrà svolgersi anche nei giorni festivi

infrasettimanali: si inizia, appunto il 2 giugno”.

chisce di una parte dedicata a bambini e famiglie. “d’Estate giocando” proporrà infatti laboratori creativi e didatticiculturali, che si concluderanno sempre con una merenda offerta, ospitata nei parchi del capoluogo e delle frazioni di Pozzo e Raldon. In questi appuntamenti dedicati alle famiglie sosterremo la campagna di raccolta fondi “Giochi senza barriere”, per dotare di giochi inclusivi i parchi della nostra città. A completare la proposta culturale estiva di San Giovanni Lupatoto ci saranno presen-

tazioni letterarie di autori lupatotini, le passeggiate culturali con “Quattro passi e do ciacole...sotto le stelle”, lezioni di yoga al parco per adulti e bambini, concerti serali lirici con il Coro lirico San Giovanni e Marcelliano Marcello, una serata in compagnia del circolo astrofili veronesi per esplorare le bellezze del cielo estivo, le serate danzanti al parco ai Cotoni e, altra novità, i venerdì estivi di Casa Novarini, in cui saranno protagonisti i molti giovani che gravitano attorno al nostro centro giovanile”.

RASSEGNA MUSICALE FUOCHI D’ARTIFICIO Il Coro lirico San Giovanni organizza, con il patrocinio della Regione, della Provincia e della Città di San Giovanni Lupatoto, la prima edizione della rassegna “Fuochi d’artificio”. Sei serate di alto spessore musicale e culturale ospitate nell’auditorium dell’ex chiesa di Pozzo, per la direzione artistica di Claudio Nezzi. La produzione della manifestazione ha come cuore centrale la divulgazione della musica in tutti i suoi aspetti, con un accento alla sua proprietà di essere veicolo di pace e fratellanza mondiale. Il primo quadro è in programma sabato 30 maggio alle ore 20.45 e tratterà “Il sentimento religioso nella grande opera

lirica”. Si esibirà il Coro lirico San Giovanni, diretto dal maestro Nicola Tumicioli, con brani di Giuseppe Verdi, Richard Wagner, Gaetano Donizetti, Pietro Mascagni, Gioacchino Rossini. Il programma prosegue con: Sabato 6 Giugno 2015 Ore 20,45 Pennellate Musicali, Il pittore Roberto Nezzi - Al flauto Elena Zavarise al pianoforte il M.° Nicola Tumicioli. Sabato 13 Giugno 2015 Ore 20,45 Viaggio Europeo, Soprano Stefania Lerco - Al piano il M.° Nicola Tumicioli. Sabato 20 Giugno 2015 Ore 20,45, Tra le Crode e l mar, Mario & Bruno e la Banda della Valbelluna. Venerdi 26 Giugno 2015 Ore 21,00, Cori da tutto il mondo, Il Coro San

Giovanni incontra tre cori internazionali, Coro “S. Pancrazio” - Montichiari (Italia), Coro “Con Fuoco” (Finlandia), Coro “Youth Ensemble Kaarli Church” (Estonia). Sabato 4 Luglio 2015 Ore 21,00, Cori da tutto il mondo, Il Coro San Giovanni incontra due cori internazionali, Coro “Les Califrenzies” (Svizzera), Coro “Chorus Soranus” (Danimarca), Direzione Artistica: Claudio Nezzi. Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Città di Coro Lirico San Giovanni

San Giovanni Lupatoto Assessorato Cultura

Sabato 30 Maggio ore 20,45 Coro Lirico San Giovanni

Il sentimento religioso nella grande opera lirica.

Sabato 6 Giugno ore 20,45 Pennellate Musicali

Il pittore Roberto Nezzi - Al flauto Elena Zavarise Al pianoforte il M.° Nicola Tumicioli

sei quadri culturali-musicali all’ AUDITORIUM ex chiesa di POZZO S. Giov. Lupatoto (VR)

Sabato 13 Giugno ore 20,45 Viaggio Europeo

Soprano Stefania Lerco - Al piano il M.° Nicola Tumicioli

Sabato 20 Giugno ore 20,45 Tra le Crode e l mar Mario & Bruno e la Banda della Valbelluna

Venerdi 26 Giugno ore 21,00 Cori da tutto il mondo

Il Coro San Giovanni incontra tre cori internazionali Coro "S. Pancrazio" Montichiari (Italia) Coro “Con Fuoco” (Finlandia) Coro “Youth Ensemble Kaarli Church” (Estonia)

Sabato 4 Luglio ore 21,00 Cori da tutto il mondo

Il Coro San Giovanni incontra due cori internazionali Coro “Les Califrenzies” (Svizzera) Coro “Chorus Soranus” (Danimarca) Direzione Artistica: Claudio Nezzi Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.

dott

Studio dentistico

STEFANO MONTAGNA

De Togni CENTRO REVISIONI VENDITA E ASSISTENZA www.detogniauto.it info@detogniauto.it Loc Campagnola di Zevio (VR) - Tel. 045 545922 - Fax 045 9251835 Orario di apertura, dal lunedì al sabato 8,00 - 12,30 / 14,00 - 19,30

Cicogna Giovanni s.a.s.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

9

CULTURA

MAGGIO 2015: TORNA SANGIO…CO! Torna a San Giovanni Lupatoto con la sua undicesima edizione, l’evento dedicato al gioco non tecnologico. Organizzato da “Le Rune del Lupo”, associazione ludica di promozione sociale, con il patrocinio dell’assessorato alle politiche giovanili di San Giovanni Lupatoto, Sangio…co! propone ogni anno due fine settimana di puro divertimento per grandi e piccini. Dal 22 al 24 Maggio e dal 29 al 31 Maggio l’ingresso sarà gratuito e l’invito è aperto a tutti, dagli appassionati ai semplici curiosi.

A Sangio..co potrete trovare giochi in scatola, giochi di ruolo, tornei di Magic, Risiko, Subbuteo e molto altro ancora. Oltre ai tornei grande spazio sarà dedicato al gioco libero: disponibili moltissimi giochi da provare in libertà. Le Rune del Lupo, e le altre associazioni che collaborano all’evento, saranno sempre disponibili per spiegazioni e animazione. Sarà inoltre presente per i più piccolini l’animazione del Ludobus, i nostri truccabimbi e l’associazione Amici di Tobia con i loro asinelli. Potrete mettere alla

prova la vostra abilità ed i vostri riflessi con un dimostrativo di Uguale od Opposto. Novità di quest’anno saranno due eventi musicali il sabato sera. Sabato 23 Maggio musica e danza con BalBrulè ed il gruppo veronese di balli folk. Sabato 30 Maggio concerto dei Poveri di Sodio. L’appuntamento è dalle 9.00 di sabato mattina a Casa Novarini (via Monte Ortigara 7), SG Lupatoto. Per saperne di più su questa novità, e su tutte le altre attività in programma per le quattro

giornate di divertimento, potete consultare il sito: www.sangioco.it. Vi aspettiamo numerosi!

PROGETTO PER EVITARE POMERIGGI ALLO SBANDO Prevenire i “pomeriggi allo sbando” di adolescenti e preadolescenti, che invece di passare il tempo libero in attività strutturate si ritrovano per strada o nei bar e sono più a rischio di

Direttore Responsabile FRANCESCA TAMELLINI REDAZIONE inpiazza@37057.it EDITING Viva Comunità Realizzazione grafica FR DESIGN info@frdesign.it REDAZIONE DI VERONA: Via Diaz 18, 37121 Verona Tel. 045.8015855 Fax 045.8037704 EDIZIONI LOCALI:

via Diaz 18 Verona 37121 Verona Stampato da Graphicart in 8.000 copie

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona nr. 1761/07 R.N.C. del 21/06/07 Supplemento di Verona Sette del 25 marzo 2013 Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana Iscrizione al Registro Nazionale della stampa

cadere in situazioni di disagio comportamentale. È iniziato nei giorni scorsi un nuovo progetto educativo del territorio promosso dal Comune di San Giovanni Lupatoto, in collaborazione con l’associazione lupatotina volontari (attraverso il progetto “Stand by me”), con gli Istituti comprensivi 1 e 2, Casa Novarini e il consultorio familiare dell’Ulss 20. Sono una decina i ragazzi delle scuole

medie interessati dall’iniziativa: da aprile a settembre, i casi individuati verranno coinvolti in una serie di laboratori mattutini condotti da due educatori a Casa Novarini. L’obiettivo è affrontare in maniera preventiva situazioni di disagio, prima che degradino in maniera quasi irreversibile o richiedano interventi più pesanti. Non sempre la scuola, da sola, riesce a intervenire: ecco perché

ha preso vita questa azione più specifica, con tempi e modalità di intervento strutturate in maniera diversa. Il progetto, che si avvale della collaborazione dei servizi sociali comunali, della polizia municipale e delle scuole, mira a rispondere alle situazioni di disagio della fascia preadolescenziale, talvolta connotata comportamenti ribelli che rischiano di strutturarsi in stati di devianza.

1° MAGGIO: LA MUTA DEI SERPENTI

I serpenti compiono una muta completa della pelle in periodi che, secondo la specie, variano da sei mesi a un anno. Anche il 1° maggio scorso, deve essere stato un giorno adatto...perchè i manifestanti di Milano, proprio come serpi, hanno lasciato sull’asfalto la “muta”...sono usciti dalla loro pelle, composta

da abiti neri, passamontagna, maschere a gas, caschi... e hanno lasciato anche altri oggetti, caratteristici dei manifestanti “pacifici”, quali mazze, bombolette spray, fumogeni. Fatto ciò, vestiti normalmente, protetti dall’anonimato, si sono mescolati ai cittadini, forse sono anche andati a farsi un giretto all’EXPO. Nei giorni seguenti, tutti hanno fatto a gara per convincerci che ogni cosa era sotto controllo, che la strategia di “lasciar fare” funziona, anche se i “teppistelli” (così li ha chiamati Renzi, già che c’era, poteva definirli

“birichini”...) manifestano il loro dissenso incendiando automobili di innocenti cittadini, devastando vetrine, imbrattando muri, fracassando persino fioriere e altro arredo urbano. Cose da nulla, insomma, come si affannano a dirci un po’ tutti... dal Premier, al Ministro dell’Interno, al Sindaco di Milano... Abbiamo avuto perfino la conferma da parte di Fabio Fazio, che ha minimizzato l’accaduto, dicendo “Qualcuno ha parlato di devastazioni. Adesso, voglio dire...Tutto è stato molto misurato e circoscritto”. Di fronte a parole così spontanee, così libere da condizionamenti politici e interessi...non ci rimane che chinare la testa, grati. A.D.Z.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

10

CULTURA

SALOTTO FINANZIARIO PER TUTTI Si è tenuto mercoledì 6 maggio presso la sala comferenze di Arredoluce il primo salotto finanziario del Private Banker Enrico Mantovanelli. Spiega così l’iniziativa il promotore dell’iniziativa: «L’idea dei “salotti” nasce allo scopo di ampliare la cultura in materia finanziaria dei miei clienti, dei loro amici o conoscenti. Il fine principale è anche quello di affrontare temi, a volte anche complesse in una situazione più amichevole, in cui la figura del promotore si trasforma in quella di un traduttore abbandonando il “tecnichese” per esprimersi in modo semplice e comprensibile a tutti. Questo primo salotto, in cui è stato trattato il tema del PASSAG-

GIO GENERAZIONALE, mi ha permesso di costatare che in media la stragrande maggioranza delle persone (in generale ma, soprattutto tra i presenti) trascura quest’aspetto, gli italiani non amano parlare della propria dipartita. Questa pessima abitudine spesso comporta l’insorgere di gravi problemi oltre ad esporre il patrimonio a una maggiore tassazione. Con questo evento, ho potuto dispensare i presenti di consigli, dati e esempi ai quali poter trarre spunto e insegnamento. Sono entusiasta della riuscita del salotto, che spero di poter presto replicare per dare la possibilità ad altre persone di analizzare questo tema, conoscere nuove persone e concedere la

mia massima disponibilità a tutti quelli che disidereranno approfondire l’argomento. Il momento dell’aperitivo post salotto è stato inoltre importante e simpatico sia come momento aggregante sia per alcune esperienze legate alla successione ed al passaggio generazionale aziendale rac-

contate dai presenti. Per l’immediato futuro sto preparando il prossimo salotto, il cui titolo sarà: “banche: l’importanza di essere solide. Saranno i clienti a pagare per il loro salvataggio, ecco cosa sapere”». Gli intervenuti sono stati molto entusiasti ed il feedback è stato assolutamente positivo.

TORNEO PASETTO Si svolgerà martedì 2 giugno 2015 il XIV° Trofeo ‘Nicola Pasetto’, dedicato allo scomparso sportivo e uomo politico veronese, che molto si era battuto anche per il territorio lupatotino. Il quadrangolare di calcio a undici categoria Allievi, organizzato dalla Associazione Culturale Balder, in collaborazione con la società A.C. Pozzo, e con il patrocinio dell’assessorato allo sport del nostro comune, avrà inizio alle

ore 9.00 presso lo stadio ‘Pasetto’ in via monte Pastello (vicino Uci Cinema). Dalle ore 10.45 le finali e alle 12.30 le premiazioni.


IN PIAZZA MAGGIO 2015

11

SPORT

LOGO DI CITTÀ EUROPEA DELLO SPORT Recentemente la giunta comunale ha approvato l’indizione di un concorso di idee per la realizzazione di un logo per San Giovanni “Città Europea dello sport 2016”. Interviene sull’argomento Marco Taietta: «Sappiamo come il nostro Sindaco sia affezionato ai concorsi di idee, per cui non ci soprende questo bando. L’aspetto che personalmente trovo curioso è legato al fatto che tale concorso sia riservato esclusivamente agli studenti del Liceo Artistico Nani, e che all’istituto venga assegnato un contributo di 500€. Nulla da contestare sulla qualità e la ricchezza didattica che

può garantire il Nani, mi chiedo però questo: a San Giovanni Lupatoto non ci sono giovani artisti, in grado di realizzare un logo con le qualità indicate dal bando? Sarebbe stata una proposta meritevole, l’attivare un bando di idee aperto ai giovani lupatotini, coinvolgendo possibilmente le scuole locali, il centro giovanile Casa Novarini, i circoli Noi». Replica così l’Assessore allo sport Silvia De Carli: «Durante la Settimana dello sport, in programma dal 5 al 14 giugno, presenteremo ufficialmente il logo di San Giovanni Lupatoto Città Europea dello Sport 2016. Ab-

biamo scelto di affidare questo compito a una scuola superiore, scegliendo la più adatta a questo scopo, ovvero il liceo artistico Nani-Boccioni di Verona, che siamo sicuri ci permetterà di avere elaborati di ottimo livello. Nessuna preclusione alle scuole del territorio, anzi. I ragazzi

Il nuotatore lupatotino Guido Grandis, campione Special Olympics, è stato inserito nell’albo comunale dei cittadini benemeriti. Il giovane atleta è stato premiato in una cerimonia pubblica nel corso dell’ultimo consiglio comunale. Dopo le firme di rito sul libro d’onore, il sindaco di San Giovanni Lupatoto ha donato al giovane sportivo una targa con la nomina di cittadine insigne “per i successi conseguiti nell’ambito delle discipline natatorie”. Guido Grandis è nato a Zevio il 6 dicembre 1988. Ha frequentato le scuole

elementari e medie a Palazzina e le superiori all’istituto Sanmicheli di Verona, dove ha ottenuto il diploma di perito turistico. Lavora da cinque anni all’Ulss 20 di via Valverde e, al contempo, si allena cinque volte la settimana al centro federale di Verona, seguito dai tecnici Elisabetta Del Monte e Marcello Rigamonti. I suoi primi successi sportivi, conseguiti a partire dal 2005 con i campionati italiani giovanili, sono frutto del primo tecnico che ha creduto in lui, Bruno De Mutiis. In questi dieci anni di attività Guido Grandis ha

conquistato moltissime medaglie in gare nazionali Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), Cip (Comitato Italiano Paralimpico) e Special Olympics. Il palmares di Grandis si compone di 18 ori, 19 argenti e 8 bronzi. Le ultime medaglie, in ordine di tempo, sono arrivate ai giochi Special Olympics di Preganziol, dove in vasca corta Grandis ha conquistato l’oro nei 100 e nei 200 metri rana, oltre all’argento nei 100 stile.

degli istituti lupatotini saranno coinvolti nelle prossime iniziative e in tutta la programmazione della Settimana dello sport. Sono comunque disponibile ad accogliere proposte per il futuro, perché per mantenere alto il titolo di Città europea dello sport ci sarà lavoro per tutti».

IL NUOTATORE GRANDIS CITTADINO INSIGNE

NUOVO CAMPO PARACADUTISMO SINTETICO Un nuovo campo da calcio in erba sintetica sorgerà a fianco del campo Battistoni. L’amministrazione comunale ha deciso di realizzare l’opera, che costerà circa 140mila euro e sarà appaltata nel corso dell’estate. Il campo da 7 giocatori misurerà 50x30 metri e sorgerà dietro al circolo tennis. “È un campo sintetico che permetterà di essere usato 365 giorni l’anno e che darà respiro

all’attività del calcio San Giovanni, una realtà molto attiva nel settore giovanile, che purtroppo non trova spazi idonei per favorire l’attività dei ragazzi - sottolinea il sindaco Federico Vantini -. È un impegno concreto di questa amministrazione, in ottica di raggiungere livelli sempre più elevati negli impianti sportivi. Non dimentichiamo che siamo Città europea dello sport 2016”.

Dopo i titoli nazionali conseguiti nel 2012 e 2013 lo STANDBY TEAM ci riprova quest’anno a Roma nella categoria Assoluti. Presente nel quartetto il lupatotino Devis Graffeo e supportati da quest’anno dallo sponsol locale OPEL DE TOGNI . Grande appuntamento quindi a settembre a Roma per il campionato italiano per il quale il quartetto STANDBY TEAM si sta allenando con grande concentrazione. In boc-

ca al lupo a Devis e a tutto il Team. Nella foto una fase di allenamento a Fano (PU)


UN GIARDINO

PER GODERSI L’ESTATE IN FAMIGLIA

SET PORTO IN ACACIA Composto da: tavolo diam. 70 cm + 2 sedie.

Resistente a parassiti e umidità. Facile da riporre e trasportare.

79 .000

disponibilità immediata

Laboratori fai da te

Posa e installazione

Consulenza spazi interni

Duplicazioni chiavi

ORARI NEGOZIO

VERONA

- SAN GIOVANNI LUPATOTO -

LUNEDI - SABATO 09.00-20.30 DOMENICA SEMPRE APERTO

10.00- 20.00

TEL.045.8758100 INFO E CONTATTI WWW.LEROYMERLIN.IT

Idea più

Reso merce

Tende e tessuti su misura