Page 1

ANNo 10 NUMERo 1 - gennaio 2014

BICIGRILL AL PARCO ALL’ADIGE Dopo quello di Affi, conosciuto in tutta la provincia, anche San Giovanni Lupatoto avrà il suo bici grill, luogo in cui gli amanti delle due ruote potranno sostare per uno spuntino. La struttura, posta all’entrata del Parco dell’Adige, sarà in legno ad alta tecnologia energetica e a bassissimo impatto ambientale e dovrebbe essere pronta entro l’inizio del prossimo anno. Si tratta di una struttura a secco. Sarà costituita da uno spazio coperto e da un plateatico realizzati in metodologia modulare, in modo che possano funzionare 365 giorni l’anno. L’intervento, previsto in circa 140 mila euro, sarà finanziato con un project financing e realizzato dai privati (grazie alla gestione del punto ristoro), senza

alcun aggravio sulle economie del Comune. Sul fronte della sicurezza, inoltre, questo presidio permetterà anche il controllo e la manutenzione dell’area. L’idea è di completare l’area con un orto botanico ed un percorso della salute. “Il bicigrill sarà un punto di riferimento e di aggregazione per tutti quelli che frequentano il parco all’Adige, sia a piedi che

in bicicletta – dichiara il Sindaco di San Giovanni Lupatoto Federico Vantini. Abbiamo già approvato in giunta la progettazione di quest’opera, prevista anche nel nostro programma elettorale, che consegnerà ai lupatotini un punto ristoro e un plateatico, realizzati con materiali del tutto ecosostenibili. Quest’opera è strategica anche per dare impulso al

cicloturismo. A pochi passi dal centro, abbiamo due meravigliosi spazi verdi, il parco all’Adige e quello di Pontoncello, da valorizzare sempre più. Noi puntiamo ad investire sul nostro patrimonio ambientale, al contrario di quanto viene fatto sull’altra sponda dell’Adige, dove si progettano impianti per rifiuti e piste da motocross”. Maurizio Simonato

Orari di spOrtellO Uffici Mar 14.30 - 17.30 | GiO 10.00 – 13.00 | Ven 10.00 – 13.00 isOla ecOlOGica – Via ciMiterO VecchiO, 8 tel. 0458751259 – 3466257823 – 3466256952 Orari di apertUra: lUnedì 7.00 – 12.30 | Martedì 7.00 – 12.30 / 14.30 - 17.30 | MercOledì 7.00 – 12.30 | GiOVedì 7.00 – 12.30 Venerdì 7.00 - 12.30 | sabatO 7.00 – 16.00

Via S. Sebastiano n°6

serViziO di raccOlta inGOMbranti serViziO GratUitO a dOMiciliO: prenOtaziOni al nr. 0458751259 nUMerO Verde raccOlta pOrta a pOrta: 800912173 lUn-GiO 8.30 -13.00 / 14.30 – 17.30 | Ven 8.00 – 13.00 prOntO interVentO reperibilità: 335.74.34.882 n° Verde seGnalaziOni GUasti ed eMerGenza Gas: 800.107.590 attiVO 24 Ore sU 24


in piazza gENNAio 2014

2

cRoNAcA di sAN giovANNi

NUOVO BANDO PER LA FARMACO Dopo le feste natalizie abbiamo incontrato l’assessore Enrico Mantovanelli per fare il punto delle attività legate alle sue deleghe amministrative. «Per quanto riguarda le partecipate la notizia più importante è l’istituzione di una società a capitale misto pubblico-privato per effettuare il servizio pubblico locale di igiene ambientale. La nuova società per il 60% resterà in mano alla SGL Multiservizi (società partecipata dal Comune, che oggi ha in gestione il servizio di igiene urbana), mentre per il restante 40% entrerà un privato, che porterà i mezzi e le risorse per effettuare il servizio, introducendo la tariffazione puntuale (vedi articolo a pag. 3 – NdR)». L’assessore Mantovanelli ri-

corda poi che sarà pubblicato a breve il nuovo bando per la vendita della Farmaco srl, la Farmacia Comunale. Sarà uguale al precedente, aperto a tutti, e dovrebbe scadere alla fine di febbraio per la domanda, mentre l’eventuale pagamento sarà possibile entro fine del 2014. Ricordiamo che il precedente bando prevedeva la cessione delle quote di competenza comunale (60%) della società Farma.co srl e annessa titolarità all’esercizio della farmacia Garofoli. Il valore economico delle quote comunali è stato stimato, con perizia giurata, in 1 milione e 300mila euro, cifra a base di gara. «Nell’ambito dello sport – prosegue Enrico Mantovanelli

– stiamo preparando il calendario delle attività di quest’anno. Una possibile novità è l’introduzione delle Notte bianca all’interno della Settimana dello Sport che si svolgerà a giugno. A breve inizierànno i seminari del progetto “Siner-

gicamente con lo sport”, rivolti alle società sportive e ai genitori. Le sessioni saranno gestite da Carla Favazza e Giuseppe Sammarco, mental coach ed esperti di PNL (Programmazione neuro linguistica), in modo interattivo e con esercizi pratici: ogni partecipante potrà mettersi in gioco propendo strategie e soluzioni, risaltando i propri talenti. I seminari dedicati alle società sportive tratteranno temi riguardanti il coaching, la comunicazione efficace, la leadership, la gestione del team, la motivazione, la gestione dello stato d’animo in gara. Gli incontri dedicati ai genitori, invece, si occuperanno di comunicazione assertiva, valorizzazione del talento dei figli e fiducia in sé stessi».

PORPOSTA PER L’OMICIDIO STRADALE

Si è svolto il 9 dicembre 2013 a Casa Novarini un importante incontro pubblico dedicato alla tematica dell’omicidio stradale, organizzato dall’assessorato alle politiche giovanili. Erano presenti oltre ai sindaci di San Giovanni Lupatoto Federico Vantini e di Zevio Diego Ruzza, rappresentanti dell’associazione vittime della strada e il comandante della Polizia Municipale di Verona Luigi Altamura (in sala anche i comandanti di San Giovanni Lupatoto e Zevio). Dopo una toccante esibizione di App Altri posti in piedi, ha introdotto la serata l’assessore Marco Taietta, ricordando che l’iniziativa è frutto dell’azione dell’amministrazione comunale ed anche della opposizione, con la mozione presentata in consiglio comunale dal consi-

gliere Giuseppe Stoppato. “Voglio parlarvi di una vicenda che mi ha profondamente scosso, come in un copione ormai tragicamente noto, una notte tra sabato e domenica dello scorso novembre, un incidente stradale, quattro giovani morti, illeso l’investitore, che ha provocato l’ incidente e la morte, che guidava ubriaco. Non possiamo chiamarla fatalità, non è stato un caso, non è stata colpa del maltempo. La gente si pone una domanda semplice: questo non è omicidio? Mettersi al volante di un’ auto o altro mezzo di trasporto e non essere nelle condizioni psicofisiche per farlo per colpa di alcol , droga o altro, e peggio ancora tenere un comportamento di guida che disprezza le norme del codice per l’eccessiva velo-

cità, quando questo comportamento provoca morti assurde. La legge deve essere cambiata, senza volontà di vendetta, con la giusta severità e l’ attenta valutazione dei fatti. Credo sia giusto che l’ autorità competente possa, in quanto la legge lo dovrà consentire, formulare l’ accusa di“omicidio stradale”, con quanto penalmente ne consegue”. Particolarmente interessante l’intervento dell’avvocato Mauro Ferrari, che ha illustarto i numeri della giustizia a Verona legati al tema: la fascia di età dei condannati per omicidio colposo stradale è quella compresa prevalentemente fra i 40 e i 55 anni. Tra il 2008 ed il 2012 il Tribunale di Verona ha giudicato circa 150 casi di omicidio colposo da incidente stradale, reato per il quale è prevista dalla legge una pena minima di tre anni, ma a seguito della modifica del codice penale che nel 2008 ha inasprito le pene, le condanne sono state mediamente a un anno e due mesi. Questo per vari mo-

tivi, dalla riduzione della pena per il patteggiamento, al risarcimento danni ante dibattimento, al fatto che l’imputato non fosse pregiudicato. Dopo le toccanti testimonianze dei famigliari appartenenti all’associazione Familiari Vittime della Strada, è intervenuto il comandante Luigi Altamura, che ha evidenziato i controlli attuati nel 2013 che hanno portato al ritiro di 319 patenti e alla sottrazione di 78mila punti dalle patenti, oltre a sottolineato la riduzione, non ancora sufficiente degli incidenti mortali nell’ultimo decennio. Ha poi con forza ricordato la necessità di un’azione educativa e informativa preventiva, anche con spot televisivi nelle fasce di programmazione più importanti, e ha chiesto più mezzi, più agenti e formazione anche per chi opera sulla strada e deve ad esempio comunicare un incidente mortale ai famigliari. In chiusura della serata è intervenuta la deputata Alessia Rotta, che ha ha spiegato come sta procedendo l’iniziativa di legge per istituire il reato di omicidio stradale.


in piazza gENNAio 2014

3

cRoNAcA di sAN giovANNi

RIFIUTI: LA TARIFFAzIONE PUNTUALE INIzIA NEL 2015 Il consiglio comunale di San Giovanni Lupatoto ha approvato, nel corso dell’ultima seduta (19 dicembre), l’istituzione di una società a capitale misto pubblico-privato per effettuare il servizio pubblico locale di igiene ambientale. Una scelta che si inserisce nel percorso avviato dall’amministrazione comunale per raggiungere l’obiettiv so dei “rifiuti zero”, attraverso soluzioni tecniche che modifichino l’attuale modello operativo di gestione dei rifiuti urbani e che vadano verso una tariffazione puntuale (ovvero, ogni utenza, oltre a una parte fissa, paga in base ai rifiuti indifferenziati realmente prodotti e conferiti). «Scartate le ipotesi di mantenere il servizio rifiuti “in house” (troppo onerosa e impraticabile a causa del patto di stabilità) e quella di indire una gara, abbiamo scelto la strada della creazione di una NewCo – spiega l’assessore alle società partecipate Enrico Mantovanelli –. La nuova società per il 60% resterà in mano alla SGL Multiservizi (società partecipata dal Comune, che oggi ha in gestione il servizio di igiene urbana), mentre per il restante 40% entrerà un privato, che porterà i mezzi e le risorse per effettuare il servizio, introducendo la tariffa-

zione puntuale». SGL Multiservizi resterà quindi proprietà del Comune lupatotino al 100%, ma diventerà una “holding di tipo misto”, cioè capace di erogare servizi e di possedere al contempo delle partecipazioni, tra cui tutte quelle della nuova NewCo. «In questo modo, attraverso il partenariato pubblico-privato, eviteremo lo “scippo” da parte dell’Ambito per la durata dell’affidamento (8-10 anni) e ci metteremo al riparo da eventuali altri interventi di “liberalizzazione”, mantenendo al contempo la gestione diretta di isola ecologica e spazzamento stradale – sottolinea Mantovanelli –. Inoltre, saremo tra i primi, in provincia di Verona, ad attuare la tariffazione puntuale, che rappresenta la strategia più efficace per ottenere i migliori risultati nel riciclo dei rifiuti ed è più equa, perché permette di far pagare in relazione all’effettivo servizio erogato e non solo in base ai metri quadri o ai componenti della famiglia. Siamo convinti che la lotta all’inceneritore passi anche e soprattutto da qui: vogliamo essere un modello di lungimiranza, affinché anche gli altri enti locali ci seguano in questo percorso virtuoso». Nei primi mesi del 2014 verrà affinato il

progetto esecutivo del nuovo modello di servizio e preparata la documentazione per una gara “a doppio oggetto”, che si aggiudicherà presumibilmente entro l’estate. Si stima che il nuovo servizio, con l’applicazione della tariffazione puntuale, entrerà in vigore dal 2015. Secondo il Sindaco Federico Vantini: “San Giovanni Lupatoto, con questo passaggio formale, getta le basi per il percorso virtuoso della riduzione dei rifiuti e del loro recupero spinto. Una scelta precisa e strategica, che stiamo portando avanti fin dal nostro insediamento: oltre un anno fa abbiamo visitato Comuni all’avanguardia in questo settore, come Capannori e Ponte nelle Alpi. Abbiamo poi commissionato uno studio apposito per studiare un modello di gestione su misura per

la nostra città, investendo risorse in questo cambiamento, che è prima di tutto culturale. Attivarsi su questo processo di riduzione dei rifiuti, infatti, non significa soltanto applicare una filosofia corretta, che guarda a un futuro migliore e sostenibile. È anche la prima fondamentale arma contro Ca’ del Bue, perché togliere rifiuti all’inceneritore significa levare la benzina necessaria all’impianto. Noi pensiamo ad applicare il miglior metodo di gestione dei rifiuti e vogliamo diventare una realtà modello nella nostra provincia, migliorando sempre più la percentuale di differenziazione, anche attraverso l’applicazione della tariffa puntuale. Perché, alla base delle nostre scelte c’è un dato di fatto: i rifiuti non sono materiali inutili di cui disfarsi, ma risorse da sfruttare”.

IN ARRIVO IL PAGAMENTO DELLA MINI IMU I residenti nel nostro comune dovranno pagare, entro il 24 gennaio 2014, la c.d. Mini IMU per le seguenti tipologie di immobili: 1) abitazioni principali iscritte in catasto con la categoria A/7 “Abitazione in villini” e relative pertinenze (C/2, C/6 e C/7) una pertinenza per ciascuna categoria catastale; 2) terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella pre-

videnza agricola; L’importo della Mini IMU corrisponde al 40% della differenza tra l’imposta calcolata con aliquote base definite dalla norma statale e l’imposta calcolata con le aliquote deliberate dal Comune. Si precisa che l’importo è calcolato sull’imposta annuale e non sulla seconda rata. Pertanto, per le abitazioni principali di categoria A/7 e relative per-

tinenze, l’importo da pagare è pari al 40% dell’1 per mille in quanto il Comune di San Giovanni Lupatoto aveva appro-

vato l’aliquota del 5 per mille a fronte di un’aliquota base del 4 per mille. Per quanto riguarda i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola l’importo da pagare è pari al 40% del 2 per mille in quanto il Comune di San Giovanni Lupatoto aveva approvato l’aliquota del 9,6 per mille a fronte di un’aliquota base del 7,6 per mille.


in piazza gENNAio 2014

4

cRoNAcA di sAN giovANNi

PREMIATI GLI STUDENTI MERITEVOLI Sono stati premiati mercoledì 11 dicembre, nell’auditorium della scuola media Marconi, gli alunni che hanno concluso l’anno scolastico 2012/2013 con ottimi voti. Il vicesindaco Daniele Turella, insieme alla dirigente dell’IC2 Erica Baldelli, ha consegnato gli attestati di merito e una chiavetta usb fornita da Lupatotina Gas ai ragazzi che si sono distinti nello studio, lo scorso anno scolastico. Erano presenti anche alcuni docenti, referenti per il progetto “Valorizzazione delle eccellenze”. «Come assessore all’istruzione sono orgoglioso di evidenziare l’esempio di questi ragazzi e proporli come modello a tutti gli studenti del nostro Comune, con l’auspicio che sempre più alunni raggiungano questo livello di eccellenza.

È molto importante premiare il merito e l’impegno di questi ragazzi: è un investimento per il nostro futuro – sottolinea Turella –. Ringrazio la Lupatotina Gas per l’omaggio ai ragazzi e la ditta Paluani per la generosità dimostrata, visto che fornirà i pandori per un buffet al termine della serata». Questi i 34 studenti eccellenti premiati: voto 10 e lode: Camilla Fasoli ed Emanuele Succurro; voto 10: Chiara Serafini, Riccardo Perbellini, Matteo Menegatti, Lara Rosa, Imane Garoude; voto 9: Sebastiano Bonizzato, Alberto Checchini, Luca Conti, Letizia Negri, Linda Fava, Laura Fiorillo, Riccardo Poli, Laura Zendrini, Catalina Ilie, Simone Marconcini, Lucia Perotto, Simone Caccavale, Beatrice Magalini, Pietro Vangelisti,

Safae Laoula, Fatima Ndiaye, Matteo Vitucci, Matteo Compri, Alessia De Grandis, Andrea Lovato, Mattia Padovani, Anna Piccinato, Francesca Vicentini, Nadia Amini, Silvia Galeotto, Giulia Panato, Francesca Rognini. Infine, sono state riconosciute anche le 9 studentesse eccellenti che hanno

ottenuto la licenza media al C.T.P. lo scorso anno scolastico. Si tratta di Zaina Abouzoul, Svetlana Ajder, Catalina Amariei, Imane Ammouri, Cristina Bugeag, Aliona Lupascu, Idalmis Perez, Ariane Laissa Silva Queiroz e Ann Sithara Dulanjanese Warnakulasuriya. Un plauso è andato anche alla rappresentanza di studenti delle Marconi che ha partecipato il 10 dicembre scorso alla Coppa Galilei 2013-Under 15, gara di matematica a squadre rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Verona e provincia. Si tratta di Giampietro Poletto, Sofia Falsiroli, Giada Marasa’, Maria Visan, Letizia Sacchetto, Enrico Loda e Alessio Lentini, che si sono cimentati in allenamenti di squadra su quesiti, problemi e calcoli matematici.

PROGETTO FOR.YOU, FORMAzIONE PER TE Il

Direttore Responsabile

FRANCESCA TAMELLINI REDAZIONE inpiazza@37057.it EDITING Viva Comunità Realizzazione grafica FR DESIGN info@frdesign.it REDAZIONE DI VERONA: Via Diaz 18, 37121 Verona Tel. 045.8015855 Fax 045.8037704 EDIZIONI LOCALI:

via Diaz 18 Verona 37121 Verona Stampato da Graphicart in 10.000 copie

Autorizz.Tribunale C.P. di Verona nr. 1761/07 R.N.C. del 21/06/07 Supplemento di Verona Sette del 25 marzo 2013 Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana Iscrizione al Registro Nazionale della stampa

progetto “For.you” nasce dalla volontà di investire sulla formazione di quei giovani che si occupano di “aiuto compiti e ripetizioni” a San Giovanni Lupatoto, per ampliare le abilità necessarie allo svolgimento di questo “incarico”, così apparentemente semplice e scontato, che però può avere degli importanti risvolti sul percorso di crescita del bambino. Investire sulla formazione dei giovani ricade simultaneamente in modo positivo e rinforzante sui bambini e sulle bambine che verranno supportati e aiutati durante lo svolgimento dei compiti e dello studio a casa. Il progetto “For.you” cerca quindi di instaurare un circolo virtuoso di potenziamento per la fascia d’età che va dai 6 anni ai 25/30 anni. La riuscita scolastica è

un elemento essenziale per il bambino per acquisire sia “risultati esterni”, cioè il passaggio di grado, ma anche “risultati interni”: tra i più importanti troviamo una buona autostima, un positivo senso di autoefficacia, delle abilità di studio che poi saranno necessarie anche nel lavoro e anche un buon rapporto con gli adulti e le istituzioni.

Gli incontri saranno tenuti dalla Dott.ssa Barbara Filippi, pedagogista, responsabile del progetto all’interno dell’associazione Lampi di Gioco. Percorso di formazione per l’aiuto compiti e le ripetizioni Sono previsti 4 incontri, presso Casa Novarini, dalle 18.30 alle 20.30 Difficoltà scolastiche. Cosa sono? Da dove arrivano? Quali soluzioni? A cosa serve studiare? Modalità: teoria. Martedì 18 Febbraio 2014 Gestione pratica dei compiti e dello studio. Modalità: Laboratorio. Mercoledì 24 Febbraio 2014 Motivazione: di chi conduce e di che è “condotto”. Modalità: discussione circolare. Martedì 4 Marzo 2014 Gestione pratica dei compiti e dello studio. Modalità: teoria e laboratorio. Lunedì 10 Marzo 2014


in piazza gENNAio 2014

5

cRoNAcA di sAN giovANNi

AzzARDO: NON GIOCARTI IL FUTURO

Sono state affisse nei giorni scorsi per le strade del paese le locandine volute dall’assessorato ai servizi sociali per sensibilizzare la popolazione, e in particolare le fasce più vulnerabili, ai pericoli che comporta l’azzardo. Nei manifesti si legge “Non giocarti il futuro!” (slogan che scoraggia l’uso delle slot machine) e il numero dei servizi sociali (045/8290195), da chiamare per chiedere aiuto. «Si tratta di una campagna di affissioni contro il gioco d’azzardo esasperato, voluta per sensibilizzare e informare i cittadini, visto il proliferare delle sale da gioco, delle slot machine, dei gratta e vinci e di tutti i prodotti dell’economia del gioco; altre iniziative seguiranno nei prossimi mesi – riferisce l’assessore alle politiche sociali Francesco Bottacini –. Questi cartelloni rappresentano soprattutto un inizio per coinvolgere l’opinione pubblica più distratta sul problema,

che magari fa fatica a venire a un convegno sul tema, come quello organizzato a ottobre a Casa Novarini. Per essere più incisivi, inoltre, stiamo valutando la possibilità di creare sul territorio dei gruppi di auto-aiuto, per sostenere le persone e i loro familiari, coinvolgendo anche i medici di base». Il contrasto al gioco d’azzardo era stato votato all’unanimità dal consiglio comunale durante l’estate. Le affissioni rientrano nel percorso di sensibilizzazione per promuovere iniziative contro la diffusione del gioco d’azzardo. «Come amministrazione ci stiamo muovendo per capire come, utilizzando i regolamenti vigenti, si possa limitare il diffondersi di sale da gioco o perlomeno l’azione pubblicitaria – riferisce Bottacini –. Altro capitolo è la promo-

zione di azioni popolari di modifiche legislative, che realizzino misure più restrittive sul gioco d’azzardo: ci sono diverse proposte nate in questi mesi e stiamo valutando quale sposare per essere più efficaci, evitando di promuovere solo slogan di

“UN DENTISTA PER AMICO”

Si è tenuta nei giorni scorsi, in un ambulatorio dentistico di San Giovanni Lupatoto, la prima visita gratuita del progetto sociale “Un dentista per amico”, volto a fornire cure odontoiatriche gratuite di tipo conservativo a minori che appartengono a famiglie fragili o affidati a strutture protette. A beneficiarne è stata una ragazza segnalata dai servizi sociali del Comune, che grazie alla onlus Smile Mission ha potuto sottoporsi a un controllo dentistico senza costi per la famiglia. «Grazie alla cooperazione con le associazioni che operano sul territorio, l’amministrazione comunale può favorire progetti di questo tipo e agevolarli, nell’ottica della sussidiaretà; ringraziamo perciò l’associazione Smile Mission, che ci ha proposto questa interessante iniziativa destinata alle famiglie in diffi-

coltà economica, e soprattutto i professionisti del paese che si sono resi disponibili, cui va un plauso per l’autentica azione di volontariato che stanno offrendo – sottolinea l’assessore alle politiche sociali Francesco Bottacini, che ha dato il patrocinio –. Il progetto “Un dentista per amico” muove ora i primi passi a San Giovanni Lupatoto, ma speriamo che le fila delle adesioni si allarghino ulteriormente, a favore dei minori in difficol-

tà». Per tutto l’iter della cura, i pazienti segnalati dai servizi sociali saranno seguiti da Smile Mission, che monitorerà al meglio il percorso. La onlus Smile Mission è nata nel 2005 e ha sede a Verona. È attiva nei Paesi in via di sviluppo (Congo, Brasile, Tanzania, Madagascar, Ruanda), dove forma personale sanitario locale e collabora all’avviamento di strutture odontoiatriche ed odontotecniche, al fine di facilitare l’accesso alle cure delle

facciata». Le locandine affisse in paese, insomma, mirano a coinvolgere il più possibile la popolazione, contrastando la pubblicità di facili guadagni. «Mentre un tempo c’erano i casinò dove si andava a giocare, oggi il gioco è dappertutto (sale slot, tabaccherie, bar, ecc.); preoccupa anche il fatto che i giovani possano accedervi con estrema facilità – conclude Bottacini –. Lo Stato è colpevole, perché ha invogliato e approfittato di questo tipo di industria; serve quindi un cambio di atteggiamento: bisogna mettere regole restrittive che tutelino veramente la salute dei cittadini e questa iniziativa deve partire dal basso, cioè da chi amministra il territorio, perché è qui che ci si accorge delle sofferenze delle famiglie e delle persone». categorie più deboli. Ma l’associazione opera anche in Italia, dove ha sposato il progetto “Un dentista per amico”, avviato nel 2000 in Liguria dall’associazione Arkè, e ora diffuso anche in altre Regioni. A Verona il progetto è sostenuto da Fondazione Cariverona e ha ottenuto i patrocini delle associazioni Andi Veneto (associazioni nazionali dentisti italiani) e Aiaso (associazione italiana assistenti studio odontoiatrico), della Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Verona, oltre che dei Comuni di Caprino Veronese e San Giovanni Lupatoto, i primi due ad aver aderito in provincia. Per implementare la rete, Smile Mission ha avviato uno studio territoriale, coinvolgendo Comuni, Ulss, istituzioni e associazioni del terzo settore, oltre che odontoiatri disposti a fornire prestazioni a titolo gratuito. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www. smilemission.it.


6

in piazza gENNAio 2014

cRoNAcA di sAN giovANNi

COME LEGGERE LA BOLLETTA DEL GAS Come si legge la bolletta del gas? Tutti noi siamo abituati a consultare la bolletta andando a leggere la data di scadenza, l’importo da pagare o i metri cubi di consumo. Tralasciamo spesso, invece, tutte le altre diciture riportate sulla fattura. È bene sapere che con la bolletta del gas famiglie e piccoli consumatori pagano per tre voci di spesa: i servizi di vendita, cioè il prezzo del gas consumato; i servizi di rete per il trasporto, lo stoccaggio, la distribuzione e la gestione del contatore; le imposte. L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha stabilito che queste voci e la relativa spesa siano indicate con chiarezza nel quadro di riepilogo, all’interno della bolletta. Ecco alcune spiegazioni utili per una conoscenza più approfondita del tema. I servizi di vendita - Sono la principale voce di spesa. Per il mercato tutelato, di cui Lupatotina Gas fa parte, corrispondono al 46% della cifra da pagare. Comprendono tutte le attività svolte dal

fornitore per l’acquisto e la commercializzazione del gas naturale. I costi del servizio di vendita vengono definiti e aggiornati ogni 3 mesi dall’Autorità per l’energia, con un metodo studiato per garantire ai clienti finali una

spesa totale lorda della bolletta e sono tariffe stabilite dall’Autorità per tutti i clienti, sia del mercato libero che tutelato. Sono riferiti a tutte quelle attività svolte dai fornitori per consegnare il gas, trasportandolo nei gasdotti

ragionevole stabilità e attenuare l’effetto dei picchi di prezzo degli idrocarburi. I servizi di vendita sono l’unica voce davvero confrontabile tra diversi operatori, perché le due successive sono fisse e uguali per tutti. I servizi di rete - rappresentano in media il 19% della

nazionali e nelle reti di distribuzione locale fino alle abitazioni. Comprendono anche l’attività di stoccaggio e la gestione del contatore domestico. Qui tutti pagano una tariffa prefissata, con criteri uniformi su tutto il territorio nazionale. Le imposte - rappresentano

il 35% sul totale della bolletta del gas e anche queste sono fisse. Comprendono: l’imposta sul consumo (accisa); l’addizionale regionale; l’imposta sul valore aggiunto (IVA). L’accisa per gli usi domestici va direttamente all’Agenzia delle dogane, mentre l’addizionale regionale è destinata alla Regione. L’IVA va all’Agenzia delle entrate e viene applicata in questo modo: per i primi 480 metri cubi consumati è al 10%; per i successivi è al 22%, come impone la legge. Questa griglia deve essere riportata in ogni bolletta, come impone l’Autorità di riferimento. Per chiedere ulteriori chiarimenti sulla lettura della fattura ci si può rivolgere ai nostri uffici. Anche qualora abbiate bisogno di confrontare le proposte di altri operatori, che talvolta fanno passare le offerte con il “tutto compreso”, ma in realtà non inseriscono nel conteggio le tasse e il consumatore si ritrova poi amare sorprese in bolletta. Lupatotina Gas Vendite

SOCIO UNICO COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO ADERISCI ALLA RATA COSTANTE E NON AVRAI SORPRESE DI BOLLETTE INASPETTATE VISITA IL NOSTRO SITO www.lupatotinagas.it

Per qualsiasi informazione ci trovi in via S. Sebastiano n° 6 ai seguenti orari: Lunedì - Sabato 9:00 - 12:00 Email: info@lupatotinagas.it Numero Verde erd�8 00 � 8 33� 315 Vieni a trovarci e a conoscerci: uno scambio di idee è utile ed evita le scelte sbagliate!


in piazza gENNAio 2014

7

cRoNAcA sAN giovANNi

ACQUE VERONESI: 2013 DI GRANDI OPERE

“Obiettivi raggiunti. Nonostante le difficoltà economiche che attanagliano anche le aziende pubbliche, il piano di investimenti per il 2013 è stato ampiamente rispettato”. Il presidente di Acque Veronesi, Massimo Mariotti, fotografa così l’anno che si è appena concluso. Anche grazie al supporto economico della Regione Veneto, ed in particolare dell’Assessorato all’Ambiente, l’azienda è potuta

intervenire in numerose zone del veronese ancora sprovviste di infrastrutture fondamentali per i cittadini. E’ il caso, ad esempio, del nuovo acquedotto di Belfiore. Fino ad oggi, infatti, i residenti del comune dell’est veronese potevano utilizzare acqua proveniente esclusivamente da pozzi privati. Dall’inizio della prossima estate, circa 3 mila abitanti potranno approvvigionarsi dall’acquedotto cittadi-

no. L’opera, per un investimento di 2 milioni 850 mila euro, prevede la realizzazione di 9 chilometri di rete idrica. Anche Villa Bartolomea, come Belfiore, è uno degli ultimi comuni della provincia scaligera ancora sprovvisto di un impianto acquedottistico pubblico. Acque Veronesi ha aperto i cantieri per la costruzione del nuovo acquedotto, che avrà un’estensione di 7,5 km. L’intervento, del valore di 1 milione e mezzo di euro, porterà benefici ad oltre 2 mila cittadini della bassa Veronese. I lavori, partiti a settembre, prolungheranno la rete già presente nel comune di Legnago, che sarà estesa dalla frazione di Vigo fino al centro abitato di Villa Bartolomea. Stop a pozzi privati e falde inquinate anche per gli studenti delle scuole elementari e medie di via Galilei a Nogara. Dopo 30 anni di attesa è finalmente

arrivato l’acquedotto antiarsenico. Non solo acquedotti, ma anche nuove reti fognarie. Quelle di San Bonifacio e Cologna Veneta (l’investimento complessivo delle due infrastrutture è di circa 8 milioni di euro), i cui cantieri sono iniziati la scorsa estate, avranno una grande rilevanza per la popolazione. Il completamento del 1° stralcio del Collettore Est di San Bonifacio servirà a risolvere le criticità legate al sovraccarico delle fognature che nei periodi di intense piogge provocano talvolta perdite ed allagamenti, mentre a Cologna Veneta si colletteranno al depuratore gli scarichi delle frazioni di S. Andrea e s. Sebastiano che fino ad oggi hanno utilizzato vasche imhoff, meno efficaci rispetto al trattamento del depuratore di Cologna Veneta. Nel 2014 Acque Veronesi prevede investimenti per 10 milioni 800 mila euro.


in piazza gENNAio 2014

9

cUltURA

INIzIATIVA PER SALVARE IL CINEFORUM La rassegna del cineforum del Teatro Astra di San Giovanni Lupatoto attrae settimanalmente centinaia di lupatotini. Merito del comitato di volontari che da anni lavora con passione e competenza, proponendo un cartellone che sa colpire il gusto degli amanti del cinema. Quando ho saputo che entro ottobre 2014 sarà necessario, anche per la “nostra” sala, dotarsi di un proiettore digitale (ha un costo molto elevato), ho deciso di mobilitarmi, di dare un contributo. Sarebbe infatti un peccato veder chiudere i battenti di una rassegna che riscuote tanto successo, un intrattenimento intelligente per tanti nostri concittadini e non, che grazie al cineforum possono trascorrere delle serate davanti a film appassionanti, durante le serate invernali, scambiando magari quattro chiacchiere con i vicini di seggiolino. Il cineforum

offrire un contributo durante i numerosi appuntamenti ad ingresso gratuito o a prezzo popolare promossi dall’Assessorato: agli spettacoli teatrali del Carnevale lupatotino, alla rassegna estiva del Sangiò Art Festival, agli appuntamenti di Casa Novarini come il St. Patrick’s Day, l’Ecofestival e tanti altri.

ha una funzione sociale e culturale importante: favorisce l’aggregazione e promuove un intrattenimento artistico di valore. Cosa possiamo fare per mantenere, nel cuore della nostra città, questo prezioso appuntamento? Da Assessore alla Cultura ho deciso di promuovere, durante gli eventi e le rassegne artistiche di San Giovanni Lupatoto, una raccolta fondi a sostegno del cineforum lupatotino. Da qui ad ottobre, sarà infatti possibile

Devo ringraziare per questo le associazioni culturali che collaborano con l’Assessorato, perché hanno colto al volo l’invito, dimostrando una grande sensibilità per salvaguardare gli spazi e gli appuntamenti culturali della nostra bella città. MARCO TAIETTA Assessore alla Cultura

“SANGIO NA OLTA” L’Associazione Culturale Iride presenta la prima di una serie di iniziative, che con il nuovo anno, troveranno spazio nel proprio canale informativo. SanGio na olta sarà un appuntamento quindicinale, nel quale sarà possibile ripercorrere come era il paese negli anni 60 fino ai giorni nostri, anni di grande sviluppo industriale che ha notevolmente cambiato San Giovanni Lupatoto anche dal punto di vista demografico e urbano. Saranno

videoclip commentate che fermano il tempo, che faranno tornare indietro con la memoria chi ha vissuto in paese in quegli anni, con ricordi magari accompagnati da una lacrima o da un sorriso; oppure per chi è diventato lupatotino in tempi più recenti, un’occasione di scoperta del proprio territorio. Un grazie al nuovo socio Franco Piola che curerà questo appuntamento che avrà inizio mercoledì 15 gennaio su www.adigewebtv.it

UN 2013 DA RECORD PER LA BIBLIOTECA COMUNALE Sono stati 70.089 i prestiti effettuati dalla biblioteca comunale “Severino Betti” di San Giovanni Lupatoto nel corso del 2013. Un record che supera il precedente (nel 2012 i prestiti complessivi si erano attestati a 67.727) e che conferma per il secondo anno consecutivo la biblioteca lupatotina come la più attiva dell’intero Sistema Bibliotecario Provinciale. Nel 2013 gli utenti attivi – ovvero i lettori che hanno preso almeno un libro in prestito nel corso dell’anno – sono stati 3.366; di questi, 422 erano nuovi iscritti. «Il 2013 si è chiuso con un

record positivo per la cultura lupatotina, con 2.362 prestiti in più rispetto al 2012 – sottolinea con soddisfazione l’assessore alla cultura Marco Taietta –. Un risultato che è stato raggiunto grazie alle tante iniziative attivate

per promuovere la lettura, promosse nell’arco dell’anno appena concluso: da “Nati per leggere”, per incentivare la lettura precoce, a “In biblioteca si legge”, per supportare campagne di sensibilizzazione, come quella

dell’Unicef sui diritti dell’infanzia; da “Santa Lucia in biblioteca”, che ha abbinato tradizioni popolari con la lettura, fino all’innovazione, con il dono di alcuni tablet alla biblioteca della nostra città. Un grazie speciale per questo incoraggiante risultato va alle instancabili bibliotecarie e ai giovani volontari di Liberaidea, che tengono aperte le sale lettura ogni mercoledì sera: è merito dell’impegno di tutti se la nostra biblioteca è sempre frequentata da tantissimi lettori, adulti e bambini». Nella fotografia la signora Dorina Sandri, prestito numero 70.000.


in piazza gENNAio 2014

10

cUltURA

“PROTAGONISTA DONNA” Una donna dinamica, protagonista della propria vita nella quotidianità, è il simbolo della rassegna di marzo “Protagonista donna”. È stata catturata dall’obiettivo di Adriana Saoncelli l’immagine vincitrice del concorso rivolto ai soci di Scatti da lupi, per cogliere l’essenza del protagonismo femminile, tema centrale della rassegna organizzata dall’associazione Rosalupo, in collaborazione con l’assessorato alla cultura. La foto mostra, attraverso l’armonia del movimento, una donna sicura di stare bene con sé stessa, qualunque cosa indossi, combinando praticità ed eleganza; fa da sfondo il Parco all’Adige, che crea la giusta profondità alla scena. Lo scatto migliore è stato scelto dalla giuria, composta dall’assessore alla cultura Marco Taietta, dai presidenti delle associazioni

Rosalupo (Debora Lerin), Scatti da lupi (Pia Hancock) e de-Ze-de (Andrea De Manincor), insieme al fotografo Mattia Cacciatori. Menzioni speciali sono state assegnate a Daniela Tacconi e Daniela Veronese. «Sono soddisfatto per la collaborazione nata tra assessorato, Rosalupo e Scatti da Lupi per trovare l’immagine che accompagnerà la rassegna “Protagonista donna” – dice l’assessore alla cultura Marco Taietta –. Hanno gareggiato ben 44 foto, a sottolineare l’interesse che l’iniziativa culturale ha suscitato, ed è stata davvero una bella sfida, per la giuria, premiare lo scatto vincente. La foto di Adriana Saoncelli, che farà da cornice ai nostri eventi, ha colto pienamente i traguardi a cui la nostra rassegna mira: promuovere il protagonismo femminile, scavalcando gli stereotipi

e le barriere di genere, esaltando il lato energico di ogni donna». “Protagonista donna” si terrà dal primo al 29 marzo in varie zone di San Giovanni Lupatoto. «Un cartellone ricco e coinvolgente, concretizzato con la collaborazione di molte realtà locali, in diversi spazi offerti dal nostro territorio – anticipa Debora Lerin, presidente di Rosalupo –. Si partirà sabato 1 marzo, alle ore 20.45 nell’ex chiesa di Pozzo, con il coro gospel Mélos Idè intervallato da letture contro il femminicidio, tenute da donne lupatotine. Si proseguirà il 6 marzo, alle 20.45, nell’auditorium delle scuole Marconi, con una serata di informazione tenuta dal Centro antiviolenza Petra e dal vice questore Gianpaolo Trevisi. Per l’8 marzo è previsto un incontro a Casa Novarini (alle 20.45) a cura della cooperativa

Le Rondini e dell’associazione Arcobalupo: sarà approfondita la questione femminile con Egle Costantino, che ha curato la traduzione del saggio di Virginia Wolf “Una stanza tutta per sè”. Ci sarà poi lo sport, il 9 marzo, con la gara podistica non competitiva “Donne in gamba” e spazio per tante altre serate di cineforum, teatro, musica e cultura fino a sabato 29 marzo, quando concluderemo la rassegna al Megafono con l’associazione de-Ze-de».

ChE BELLO COLPIRE I VERONESI Lunedì 30 dicembre il TG3, ci ha dato una lezione su come usare in maniera indiscriminata e faziosa le notizie che riguardano la città di Verona. E’ stato dato dato grande rilievo al fatto che gli automobilisti veronesi siano al primo posto tra gli indisciplinati che utilizzano il cellulare senza auricolare o viva voce. Se fossimo nel medioevo e le città fossero chiuse da robuste cinte murarie, potremmo percepire solo quello che avviene all’interno. Per fortuna i cittadini hanno libertà di circolazione su tutto

il territorio nazionale (con il solo limite di centellinare i chilometri in base alla capienza del portafoglio...) e quindi tutti possono vedere cosa succede sotto certe latitudini, nessun utilizzo delle cinture di sicurezza, nessun uso del casco in moto, capacità di trasporto degli scooter : tre persone. La vera colpa dei veronesi? Avere un corpo di Polizia Locale che applica le norme del Codice della Strada . Ho conosciuto personalmente il Comandante Altamura e in verità non mi è sembrato un

Cerbero, anzi in più occasioni l’ho visto promotore di iniziative per l’educazione stradale e la prevenzione, sempre da privilegiare rispetto alle azioni punitive. Altra perla della suddetta rete nella stessa serata, un servizio sugli hotel ed il tutto esaurito. Il servizio è stato impostato per mettere in risalto la capacità economica dei veronesi , abituali frequentatori di ristoranti da settanta euro a cranio per il cenone. Peccato che la stessa rete sia prodiga di servizi che evidenziano le chiusure di

L’INDUMENTO STRAPPATO

Il periodo appena trascorso ha lasciato per tutti più spazio alla riflessione, ha permesso di guardarsi intorno, con maggiore attenzione. Le luminarie stradali e le strenne, i cenoni e gli abiti nuovi, le settimane bianche e i veglioni di fine d’anno appagano il nostro “spirito natalizio” .La globalizzazione, nel commercio come in ogni altra attività umana, impera. Mi pare che, taciuto anche a noi stessi, ci sia, tuttavia, il bisogno di fer-

marsi un momento, il bisogno di riprendere consapevolezza, di ritornare ad essere quello che eravamo, recuperando, di noi personalmente, e della società nella quale viviamo, ciò che abbiamo smarrito. Ma, per non sembrare arretrati, o razzisti, o retrogradi…stiamo perdendo la nostra connotazione e le nostre radici. Come se fosse una colpa appartenere alla civiltà occidentale, esserne orgogliosi e o cercare di riprenderci spazi e identità.

Ma, a livello politico e, a livello più generale, si va in un’altra direzione..Per non “urtare la sensibilità” di questo o di quello, rinunciamo a ciò che ci appartiene. Ho spesso pensato a una frase, del celebre discorso che il generale armeno Vardan Mamikonian fece, nel 451, alle sue truppe, durante la lunga guerra con i persiani “Chi credeva che il cristianesimo fosse come un indumento, ora intenda che non può strapparlo come il colore

aziende e delle gravi difficoltà che stanno affrontando i lavoratori in tutto il Veneto. Ce la passiamo veramente così bene da non aver problemi ben più gravi? La realtà mi sembra ben diversa. Alberto Brunelli della nostra pelle.” Estendendo il concetto… dall’ambito confessionale a ogni altro aspetto della società, lo stesso io penso della nostra cultura, delle nostre tradizioni, delle nostre leggi, delle nostre profonde radici. Continuo a pensare che la nostra identità non sia come un indumento, che qualcuno ci possa indurre a cambiare, o che con l’arroganza e la prepotenza ci possa strappare. Gli armeni riuscirono a mantenere culto, identità, culturale, leggi. Speriamo di riuscire anche noi. A.D.Z.


11

in piazza gENNAio 2014

spoRt

VERONA CON LA CORSA 2013 Venerdì 20 dicembre presso la Sala Conferenze della Fondazione “Pia Opera Ciccarelli” di San Giovanni Lupatoto si sono svolte le Premiazioni finali del circuito “Verona con la Corsa 2013”. Davanti ad un folto pubblico che ha occupato l’intera platea della Sala, il Comitato Organizzatore del “Verona con la Corsa 2013” ha ringraziato per l’ospitalità la Direzione della “Pia Opera Ciccarelli” e l’Amministrazione Comunale di San Giovanni Lupatoto. Era presente, oltre all’appassionato Assessore allo Sport Enrico Mantovanelli, anche lo stesso Sindaco della città lupatotina, Federico Vantini. Entrambi hanno tributato un entusiastico commento all’iniziativa e al successo di presenze e hanno poi presentato con orgoglio gli importanti traguardi raggiunti da San Giovanni Lupatoto nello Sport in questa stagione, dalla fase regionale delle Special Olympics ospitate e soprattutto sul lavoro di integrazione nello sport normale di questi ragazzi ”specialissimi”, alle tante iniziative collegate alla Settimana dello Sport di San Giovanni Lupatoto: una

ricca stagione culminata con il Galà dello Sport allestito presso il teatro Astra (“strapieno” nell’occasione) il 6 dicembre scorso. Gli organizzatori delle otto prove hanno poi commentato brevemente le loro manifestazioni del 2013 e illustrato i programmi dei loro club per il 2014. I vincitori assoluti del circuito 2013 sono stati Cinzia Martini e Massimiliano Bogdanich, acclamati a lungo dalla platea. Durante la serata sono stati premiati inoltre i primi dieci classificati delle 12 categorie, le migliori 5 società della provincia di Verona e le prime 3 associazioni provenienti da fuori provincia. Nei due allegati sono riportate tutte le classifiche dettagliate. Inoltre a tutti gli atleti che hanno concluso almeno 6 delle otto prove in programma è stata offerta dal comitato organizzatore una giacchina antivento azzurra personalizzata con il logo del circuito. Il Comitato organizzatore del circuito intende ringraziare le aziende che hanno contribuito all’allestimento del montepremi, Decathlon, Paluani, Zuegg, ecc. e così pure la società Sdam che ha curato l’elaborazione

delle classifiche. Queste le otto prove del circuito 2013: 20/01/2013 Maratonina Demmy di Monteforte 17/02/2013 Giulietta & Romeo Halfmarathon di Verona 17/03/2013 Palio del drappo verde di Verona di 10 km 07/04/2013 10 Miglia Lupatotine di San Giovanni Lupatoto 30/08/2013 Enotturna di Soave di 6 km 15/09/2013 Trofeo Città di Mozzecane di 10,2 km 06/10/2013

POZZO: CASA INDIPENDENTE DI RECENTE RISTRUTTURAZIONE TOTALE SU DUE LIVELLI. AL PIANO TERRA DA INGRESSO, SOGGIORNO CON CUCINOTTO, BAGNO E RIPOSTIGLIO, PIANO PRIMO CAMERA MATRIMONIALE E TERRAZZO. POSTO AUTO ESTERNO DI PROPRIETA'. L'IMMOBILE VIENE VENDUTO CLIMATIZZATO E COMPLETAMENTE ARREDATO.

San Giovanni Lupatoto- Nuovo ed in pronta consegna appartamento trilocale al piano primo ed ultimo. Composto da: ingresso, soggiorno con angolo cottura, due camere da letto, bagno. Cantina e garage doppio. Classe Energetica "B" IPE 46,51

CE. “D” ipe 98,436 Euro 85.000,00

Euro 178.000,00

CASEIMMOBILIARE – www.caseimmobiliare.it Piazza Umberto I°, 20 San Giovanni Lupatoto (VR)

Tel 045.548761 – 348.2668030 – 347.8661259 CCIAA VR Rea 369243 -

Veronamarathon di 42,195 km 10/11/2013 Gardatrentino Halfmarathon Queste le prime 5 società della provincia di Verona 1 G.S.D. VALDALPONE DE MEGNI 1° club 2 A.S.D. ATLETICA LUPATOTINA 1° club 3 ASD LA RUSTICA PESCANTINA 1° club 4 G. S. D. MOMBOCAR 1° club 5 G.M. SPORTING CLUB MONDADORI 1° club Queste le prime 3 società provenienti da fuori provincia 1 ATLETICA TEAM LOPPIO 2 G.P. ARCI GOODWIN 3 ATLETICA MARATHON ALMENNO S.S.

info@caseimmobiliare.net


LA TUA VOGLIA

DI FARE

MERITA IL MEGLIO.

FESTA DELLA

QUALITÀ

PARTNER PARTNER COMMERCIALE

COMMERCIALE PARTNER COMMERCIALE

DALL’8/1 AL 2/2 OLTRE 40 MARCHE

PER DARE VALORE ALLA TUA CASA

Verona S.Giovanni Lupatoto VeronaAmiata ang. Monte Via Monte S.Giovanni Lupatoto Pastello ViaS.Giovanni Monte Amiata ang. Monte 37057 Lupatoto (VR) Pastello Tel. 045.87.58.100 37057DI S.Giovanni Lupatoto (VR) ORARIO APERTURA: Tel. 045.87.58.100 Lun-Sab: dalle 9.00 alle 20.30 ORARIO DI APERTURA: Verona Lun-Sab: dalle 9.00 alle 20.30 S.Giovanni Lupatoto Via Monte Amiata ang. Monte Pastello 37057 S.Giovanni Lupatoto (VR) Tel. 045.87.58.100 ORARIO DI APERTURA: ORARIO DILun-Sab: APERTURA: dalle 9.00 alle 20.30 ORARIO DI APERTURA:

APERTO APERTOTUTTE TUTTE LELEDOMENICHE DOMENICHE DALLE 10.00 ALLE DALLE 10.00 ALLE20.00 20.00

APERTO TUTTE LE DOMENICHE ORARIO DI APERTURA: DALLE 10.00 ALLE 20.00

3705720140120154328  

37057 del 20140120154328

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you