Issuu on Google+


Parti preziose.

Concessionario Ufficiale PIACENZA  e  PAVIA

Precious Parts.

Ricambi per macchine movimento terra / Spare parts for earthmoving machines

Siamo in oltre in grado di fornire ricambi per le seguenti marche:

BENFRA - BOBCAT - CASE - CATERPILLAR - CUMMINS

- 50.000 articoli sempre a stock

DYNAPAC - FIAT - GEHL - HANIX - HITACHI - HYUNDAI

- Più di 400.000 articoli disponibili nelle 24 ore

ISUZU - IMER - JCB - KOBELCO - KOMATSU - KUBOTA

- Velocità ed efficienza nella risposte

LALTESI - LIEBHERR - LOMBARDINI - MERLO - NEUSON

- Competenza e conoscenza delle macchine

O & K - PEL JOB - PERKINS - TEREX - VOLVO - YANMAR

SPARE PARTS • MACHINES

ADV . GREEN-LIME.IT

DISTRIBUTORE AUTORIZZATO RICAMBI:

R.M.C. s.r.l. Via Martelli, 19 - 29122 PIACENZA - Italy T: (+39) 0523 61 31 72 F: (+39) 0523 60 97 62 M: rmc@rmcricambi.it

www.rmcricambi.it


Anno XXVII n. 5 - Giugno 2013

summary

SOMMARIO

In copertina: SAMEP TOOLS Direttore responsabile Luigi Zaffagnini – luigi.zaffagnini@scieditrice.com Direttore editoriale – Relazioni esterne Ettore Zanatta – ettore.zanatta@scieditrice.com Hanno collaborato a questo numero: Pietro Gabrielli, Roberto Negri, Mauro Rancati, Liliana Rebaglia, Stefano Vitali, S.J. Wilson Ufficio amministrazione Roberta Fabbri – Tel. 0545 97.15.78 Fax 0545 97.11.87 – E-mail: rfabbri@scieditrice.com Ufficio abbonamenti Tel. 0545 97.15.78 – Fax 0545 97.11.87 E-mail: info@scieditrice.com Abbonamenti Italia: euro 40,00 Europa: euro 55,00 Paesi extra europei: euro 70,00 Pubblicità S.C.I. srl – Via Martiri della Libertà, 61-63H 48024 Massalombarda (RA) Tel. 0545 97.15.78 – Fax 0545 97.11.87 info@scieditrice.com – www.scieditrice.com

RubrichE

6 Attualità a cura di Liliana Rebaglia USATO

28 Business online di Mauro Rancati AZIENDE / COMPANIES

32 RMC • Evoluzione continua / Constant evolution di Ettore Zanatta ATTREZZATURE

37 Enerpac • Pompe idrauliche senza cavi di S.J. Wilson

40 Volvo • Parola d’ordine: versatilità di Roberto Negri COMPONENTI / COMPONENTS

Periodicità Sono previsti 8 numeri l’anno. La rivista non esce nei mesi di gennaio, luglio, agosto e dicembre. Spedizione in abbonamento postale

44 David Brown Hydraulics • Tutto sotto controllo /

Stampa Filograf – Forlì

48 Goodyear • Supporto totale

Responsabilità La riproduzione delle illustrazioni e degli articoli pubblicati su Commercio Italia, traduzioni comprese, è riservata e non può avvenire senza autorizzazione scritta della casa editrice S.C.I. srl. Testi e materiali fotografici forniti in qualsiasi forma alla stessa non saranno restituiti, anche in caso di non avvenuta pubblicazione. La S.C.I. srl non si assume responsabilità relative ai suddetti materiali, anche in caso di esemplari unici, e ad eventuali errori contenuti negli articoli pubblicati. Il materiale redazionale pervenuto alla S.C.I. srl senza preventivi accordi sono da intendersi gratuiti anche se pubblicati. I nomi e le ditte pubblicati sono citati senza responsabilità, a puro titolo informativo, allo scopo di rendere un servizio al lettore. Registrazione CCIAA 115210 – Iscr. Soc. Trib. RA 11824 Aut. Tribunale di Ravenna n. 830 del 06/04/87 Iscriz. RCC n. 3984 Commercio Italia S.C.I. srl – Via Martiri della Libertà, 61-63H 48024 Massalombarda (RA) Tel. 0545 97.15.78 – Fax 0545 97.11.87 info@scieditrice.com – www.scieditrice.com Periodico associato a:

Everything in control di Liliana Rebaglia di Stefano Vitali

52 Federal-Mogul Corporation • Tecnologie a ridotta manutenzione di Stefano Vitali

56 Oerlikon • Il punto d’incontro per la tecnologia di Ettore Zanatta TECNOLOGIE

62 IN.CO.FIN • Brofil vuol dire “salute”! di Pietro Gabrielli RICAMBI

68 Valuepart Europe • Un progetto internazionale di Roberto Negri ASSISTENZA

72 Liebherr • Recupero = risparmio di risorse di Mauro Rancati


DAL 1958 RICAMBI D’USURA PER MACCHINE MOVIMENTO TERRA ED IMPIANTI

AMBI D’USURA PER MACCHINE MOVIMENTO TERRA ED IMPIANTI

Sede: Cascine Vica-Rivoli TO, Via G. Di Vittorio 13 - tel. 011/9504400 - fax 011/9575800 Sede: Cascine Vica-Rivoli (TO) – Via G. Di Vittorio, 13 mail Sede: Cascine Vica-Rivoli TO,info@giorgionovara.com Via G. Di Vittorio 13 - tel. 011/9504400 - fax 011/9575800 tel. 011/9504400 – fax 011/9575800 – mail info@giorgionovara.com mail info@giorgionovara.com Filiale Emilia Romagna: Centro di produzione – Alseno (PC) – Via Roma, 544 Filiale Emilia Romagna: Centro di produzione - Alseno PC, Via Roma 112 - tel. 0523/949123 - fax 0523/949390 tel. 0523/949123 –gnemilia@giorgionovara.com faxdi0523/949390 gnemilia@giorgionovara.com Filiale Emilia Romagna: Centro produzione– -mail Alseno PC, Via Roma 112 - tel. 0523/949123 - fax 0523/949390 mail mail gnemilia@giorgionovara.com Filiale Liguria: Borghetto S. Spirito (SV) – Via E. Ferrari, 3 tel.Borghetto 0182/971734 fax 0182/973295 – mail gnliguria@giorgionovara.com Filiale Liguria: S. –Spirito SV, Via E. Ferrari 3 - tel. 0182/971734 - fax 0182/973295 Filiale Liguria: Borghettomail S. Spirito SV, Via E. Ferrari 3 - tel. 0182/971734 - fax 0182/973295 gnliguria@giorgionovara.com mail gnliguria@giorgionovara.com Filiale Toscana: Sesto Fiorentino (FI) – Via B. Sarri, 14 tel. 055/4200484 – fax 055/4209525 – mail: gntoscana@giorgionovara.com Filiale Toscana: Sesto Fiorentino FI, Via B. Sarri 14 - tel. 055/4200484 - fax 055/4209525 Filiale Toscana: Sesto Fiorentino FI, Via B. Sarri 14 - tel. 055/4200484 - fax 055/4209525 mail gntoscana@giorgionovara.com


25 anni

1986-2011


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  MERCEDES-BENZ

Una piattaforma digitale per i ricambi Mercedes-Benz esce dal sistema PartsPartner e lancia WebParts, una piattaforma digitale proprietaria per l’ordinazione dei ricambi originali che offre numerosi servizi e potenzialità di integrazione con piattaforme esterne. WebParts è una soluzione ideale per assicurare un costante contatto tra la rete di assistenza MercedesBenz e smart e i professionisti indipendenti, con notevoli vantaggi da entrambe le parti. Attraverso WebParts, i Service Partner Mercedes-Benz beneficiano, infatti, di una migliore efficienza e autonomia gestionale degli ordini ricevuti dai propri clienti, oltre alla semplificazione nei processi di acquisizione. È inoltre possibile impostare sconti e pro-

mozioni personalizzate, a vantaggio di una migliore fidelizzazione dei clienti. Dal lato del cliente, i titolari di officine, carrozzerie e flotte possono, invece, ridurre notevolmente i tempi d’identificazione e ordine dei ricambi, tramite catalogo elettronico, limitando errori di compilazione. Grazie a WebParts - il cui utilizzo

è completamente gratuito - il cliente può visualizzare direttamente all’in-

terno dell’applicazione le condizioni commerciali a lui riservate ed effettuare il proprio ordine in maniera rapida e intuitiva, con prezzi chiari e trasparenti. Un ottimale lavoro di squadra che si completa attraverso PartsPro, il nuovo programma della Stella dedicato alla Certificazione della Rete di Assistenza Mercedes-Benz e smart, che offre servizi d’eccellenza ai professionisti della riparazione. Dalla consulenza di tecnici specializzati a linee d’ordine dedicate con servizio giornaliero di consegna dei ricambi presso la propria sede: soluzioni professionali realizzate su misura per i professionisti dell’after-sales per assicurare ai clienti i più alti standard qualitativi.

 CROWN

“Design 4 Safety Award” per il transpallet WT 3040 In occasione dell’IMHX 2013, una giuria di esperti indipendenti ha assegnato al transpallet elettrico con piattaforma WT 3040 di Crown il premio “Design 4 Safety Award” per la categoria Veicoli Industriali. Il premio è organizzato dalla British Industrial Truck Association (BITA). I riconoscimenti Design 4 Safety Award premiano le aziende e i prodotti che hanno contribuito alla sensibilizzazione in materia di sicurezza o alla riduzione di incidenti nelle attività di movimentazione di materiali. Tra i maggiori pericoli presenti all’interno di

6

Commercio Italia Giugno 2013

un ambiente dove regna la rapidità delle operazioni, come il magazzino, ci sono gli infortuni ai piedi degli utilizzatori di carrelli elevatori, spesso derivanti dal fatto che l’operatore, in maniera involontaria, non li trattiene entro la sago-

ma del carrello elevatore. Secondo la giuria, il transpallet elettrico WT 3040 ad accesso posteriore ha contributo notevolmente al miglioramento della consapevolezza in materia di sicurezza, grazie al suo innovativo interruttore

di sicurezza della barra di ingresso. Questa barra brevettata è integrata nel bordo di entrata della piattaforma fissa ed è progettata per arrestare immediatamente il carrello se il piede dell’operatore schiaccia la barra. Ciò significa che il transpallet non si muove fino a quando i piedi dell’operatore non si trovano in posizione di sicurezza all’interno del perimetro del carrello. L’interruttore di sicurezza brevettato per la barra di ingresso è montato su tutte le versioni ad accesso posteriore e laterale dei transpallet serie WT 3000.


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ SIDE FRAME ASSEMBLIES

The Quality.

VALUEPART EUROPE VIA PER MODENA, 152/154 · 41014 CASTELVETRO · MODENA T +39 059 7869811 F +39 059 7869839 EUROPE@VALUEPART.COM WWW.VALUEPART.COM Commercio Italia Giugno 2013

7


SCI Editrice è presente


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  CASE

Parco macchine sempre sotto controllo SiteWatch è il nuovo dispositivo telematico di Case che consente di monitorare a distanza l’intera flotta, ottenendo informazioni su prestazioni, necessità di manutenzione e costi operativi. Grazie alla diagnostica in tempo reale e al sistema telematico, SiteWatch permette di ridurre i tempi d’inattività delle unità, contenere i consumi e risparmiare denaro. Registrando accuratamente le prestazioni operative delle macchine, gli operatori possono aumentare la produttività e i tempi di attività e avere sempre un quadro chiaro delle esigenze di manutenzione di ogni singolo mezzo. Inoltre, grazie alla manutenzione programma-

ta, l’operatore può lasciare l’incombenza di assistenza e manutenzione al proprio concessionario Case, che garantirà l’assistenza più efficace possibile. Il Modulo di Controllo SiteWatch raccoglie costantemente informazioni dai sistemi di controllo della macchina su posizione, produttività, consumi, esigenze di manutenzione e “stato di salute” generale (i dati vengono trasmessi automaticamente, tramite collegamento telematico, al portale Case User). In base alla quantità di informazioni richieste, esistono due formule di abbona-

mento (Base e Avanzato), entrambe della durata di tre anni, con estensioni disponibili tramite il canale ricambi dei concessionari. La formula di abbonamento avanzata - fornita con dozer, pale gommate ed escavatori cingolati e gommati - invia un resoconto ogni 10 minuti. L’abbonamento Base - fornito con terne, minipale compatte cingolate (CTL), minipale compatte gommate (SSL) e midi escavatori - prevede l’invio di resoconti ogni due ore. Grazie a queste informazioni, i responsabili di flotta potranno valutare come le macchine sono utilizzate e potranno scegliere di spostare alcune unità su cantieri dove sono più ne-

cessarie, diminuire i tempi di inattività (con motore al minimo) e i consumi. I dati possono anche evidenziare la necessità di ulteriori corsi di formazione per gli operatori o l’esigenza di monitorare i consumi su un cantiere specifico. I proprietari dei mezzi vengono informati automaticamente in caso di utilizzo non autorizzato di una macchina. Oltre a prevenire il rischio di furti in cantiere, quindi, questo può persino abbassare i premi assicurativi.

COMMERCIO MACCHINE MOVIMENTO TERRA CATERPILLAR E RICAMBI OFFICINA RIPARAZIONE E ASSISTENZA RICAMBI CAT ORIGINALI E NAZIONALI

NOLEGGIO MINIESCAVATORI TAKEUCHI E ASSISTENZA RICAMBI BERCO

MARCA: CATERPILLAR MODELLO: D4E SA MATRICOLA: 70X1056

RIDUTTORI FINALI CATERPILLAR NUOVI PER VARI MODELLI CAT 312, CAT 317, ECC

MARCA: VOLVO MODELLO: L120 C ANNO: 1997 MATRICOLA: L120CV11861

SS. San Vitale (Albergone) N. 37 • 48012 Bagnacavallo (RA) Tel. +39 0545 61982 • Fax +39 0545 63181• durantisnc@libero.it

10

Commercio Italia Giugno 2013


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

STEEL TRACKS

Commercio Italia Giugno 2013

11


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  CM

Investire e innovare CM (Schio – Vi) si occupa della progettazione, costruzione e vendita diretta di benne frantumatrici, vagliatrici, miscelatrici per calcestruzzo e spazzatrici industriali e attualmente guarda al futuro con occhio speranzoso credendo, come afferma Daniele Carollo, uno dei suoi titolari “nel nostro lavoro, nelle nostre scoperte e nelle nostre persone e programmando eventi fieristici in tutto il mondo”. L’azienda veneta, inoltre, è recentemente entrata a far parte di UNACEA, per “dare maggiore sicurezza al cliente finale e garantire il rispetto di tutte

25 anni

1986-2011

12

Commercio Italia Giugno 2013

le normative e delle leggi in ambito di costruttori di attrezzature”. CM, infatti, studia, produce e commercializza una vasta gamma di accesso-

ri per demolizione, riciclaggio e per l’edilizia in grado di soddisfare qualsiasi esigenza delle macchine movimento terra. L’azienda ha iniziato la sua vita produttiva co-

me azienda terzista in campo metalmeccanico nel 1991, ma progressivamente si è trasformata in un punto di riferimento del settore. I due prodotti principali proposti sul mercato sono la benna frantumatrice e la benna vagliatrice. Un altro dei prodotti che ha avuto un ottimo ri-

scontro tra i clienti europei è la benna miscelatrice. Tutti i prodotti presenti nei cataloghi CM sono disponibili in magazzino e spedibili entro 24 ore in qualsiasi posto del mondo. L’ufficio tecnico è sempre a completa disposizione del cliente per soddisfare con sollecitudine qualsiasi richiesta.


Ă€ ATTUALITĂ€ ATTUALITĂ€ ATTUALITĂ€

Racor mai piĂš acqua e residui dentro il carburante.

s

FBO

s

Turbine

s

Spin-On

s

Crankvent

s

Hydrocarbon

s

Air Division

Incofin dal 1981 rappresenta un punto di riferimento nel settore della filtrazione motoristica, con una gamma selezionata di marchi e prodotti che coprono tutte le applicazioni industriali. Tra i diversi marchi Racor (Parker Hannifin), grazie a un brevetto altamente tecnologico è oggi il leader nella filtrazione dei carburanti, in particolare nella separazione di questi da acqua e residui quali polvere, ruggine e alghe.

IN.CO.FIN srl7JB$FMFTUF.JMBOJt0SJHHJP 7" t*UBMZ5FM t'BY tJOGP!JODPĂśOJU- www.incofin.it Commercio Italia Giugno 2013

13


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  OCCHIELLO

Titolo Testo

Commercio Italia Giugno 2013

14


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

Commercio Italia Giugno 2013

15


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  LIEBHERR

 MANITOU

Nuovi motori per lo Il carrello Stage ue iv / epa Tier 4f fuoristrada M 30 / M 50 Liebherr presenta i motori diesel di ultimissima generazione in termini di emissioni di livello UE IV / EPA Tier 4f, caratterizzati da un nuovo sistema di trattamento finale dei gas di scarico. Per soddisfare i requisiti richiesti in termini di emissioni e consumi, Liebherr ha ottimizzato l’intero processo di combustione così da poter ridurre al minimo il particolato già all’interno del motore stesso. Uno dei fattori determinanti

16

Commercio Italia Giugno 2013

che hanno portato la casa tedesca a soddisfare i diversi parametri delle nuove direttive è stato lo sviluppo di un proprio sistema di iniezione Common Rail con un proprio dispositivo di controllo del motore elettronico. Oggi Liebherr offre 11 diversi motori di base nella classe di potenza da 130 a 750 kW. Sia i motori in linea a 4 e 6 cilindri che i V8 cilindri e i V12 cilindri soddisfano le norme sui gas di scarico in vigore dal 2014.

Manitou ha recentemente presentato due nuovi carrelli elevatori fuoristrada, l’M30 e l’M50. “Macchina storica del marchio Manitou, la gamma di carrelli elevatori fuoristrada oggi è assemblata nell’unit�� produttiva di Waco (Texas). Questa decisione strategica ed economica risponde alle mutazioni del settore. Con un mercato in piena espansione negli Stati Uniti e a maturità in Europa, spostare la produzione permette di diminuire i costi di trasporto. Come prova che questa gamma continua a evolvere, abbiamo presentato due nuovi modelli al Bauma 2013”, ha commentato Olivier Traccucci, Marketing Manager Mercato Edilizia.

Tra le caratteristiche principali di queste macchine: due / quattro ruote motrici; capacità nominale 3.000 kg @ 500 mm e 5.000 kg @ 600 mm; motore Stage IIIB /Interim Tier 4 (Perkins

4 cilindri) da 55 kW; sforzo di trazione massimo 6.290 daN / 10.220 daN; velocità di spostamento 22 km/h / 24 km/h; raggio di sterzata 3,10 m / 3,40 m; montante di sollevamento Manitou di alta qualità, inclinabile fino al 15%; tre altezze di sollevamento fino a 7 m; trasmissione con convertitore di coppia.


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

TEAM

BUILDS

POWER Commercio Italia Giugno 2013

17


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  Terex AWP

 BKT

Terex Aerial Work Platforms (AWP), segmento di business di Terex Corporation, ha annunciato la nomina di Sebastian Umbreit alla posizione di Direttore Operazioni e Post-Vendita per Europa, Medio Oriente, Africa e Russia (EMEAR) alle dirette dipendenze di Joe George, Vice President e Managing Director EMEAR. Umbreit, che lavorerà nella sede di Roosendaal (Olanda), sarà responsabile della definizione della strategia e della direzione della linea diretta della maggior parte delle funzioni del Centro Europeo di Distribuzione (EDC) di Terex AWP, nonché dei servizi tecnici in tutti i paesi EMEAR, dell’assicurazione qualità

La combinazione di eccellenti doti di trazione con un ridotto effetto di compattazione del suolo sono solo alcuni degli elementi distintivi della gamma Agrimax Teris, composta da pneumatici radiali appositamente ideati per i più moderni e avanzati veicoli adibiti a raccol-

News per il post-vendita La gamma Agrimax Teris

Sebastian Umbreit

per i clienti, di Salute, Sicurezza e Ambiente (HSE) e di Supporto Post-Vendita per ricambi e assistenza tecnica. Si dedicherà in particolare anche all’eccellenza operativa e commerciale presso il centro EDC della società nei Paesi Bassi, dove team formati da tecnici locali supportano la gestione centralizzata di ricambi e macchine.

ta e mietitura. La peculiare struttura della carcassa, abbinata a un’ampia area d’impronta, garantisce una capacità di carico elevata - anche quando utilizzati a basse pressioni - e per-

mette il galleggiamento su tutti i tipi di terreno. Il particolare disegno del fianco protegge lo pneumatico dai danneggiamenti; le cinture rinforzate del battistrada lo rendono molto resistente a tutte le sollecitazioni, come ad esempio la penetrazione di corpi esterni presenti sul campo. Caratteristiche, queste, che consentono un’apprezzata stabilità e conseguente comfort per chi è alla guida di mezzi equipaggiati con Agrimax Teris. La gamma è disponibile nelle misure 750/65 R 26, 650/75 R 32, 800/65 R 32, 900/60 R 32, 1050/50 R 32 e 620/75 R 26. La nuova misura 620/75 R 30 sarà presto lanciata sul mercato.


Ă€ ATTUALITĂ€ ATTUALITĂ€ ATTUALITĂ€ ATTREZZATURE VOLVO

ABBIAMO AGGIUNTO UN IMPORTANTE DETTAGLIO‌ 



www.volvoce.it

Volvo produce attrezzature da diversi anni e sa quanto l’abbinamento perfetto tra macchina e attrezzatura sia determinante per ottenere prestazioni ottimali. Lo sviluppo di una geometria innovativa sulle benne da movimentazione è volto a rendere ancora piÚ efficiente il processo produttivo, sia in termini di tempo che di consumi. Le nuove benne che si caratterizzano per qualità, robustezza, sicurezza e rispetto per l’ambiente e soprattutto per un importante dettaglio: il nome Volvo. Contattate la Vostra Concessionaria/officina di zona per maggiori informazioni.

Commercio Italia Giugno 2013

19


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  M3

Attrezzature per MMT M3 MetalMeccanicaModerna, fondata 36 anni fa dalla famiglia Boschi, produce attrezzature per macchine movimento terra. L’azienda parmense ha inventato e brevettato la prima benna miscelatrice nel mondo e oggi, grazie allo sviluppo tecnologico, è ancora uno dei maggiori pro-

duttori mondiali di benne miscelatrici offrendo, con oltre 20 modelli, una gamma completa di soluzioni per pale gommate, minipale, terne, escavatori, trattori e telescopici. Nel 2010 M3 aveva costruito la versione a scarico laterale con eliche imbullonate e motore integralmente protetto che

ha permesso di ampliare l’utilizzo della benna miscelatrice, aumentandone la sicurezza nei cantieri e

facilitandone la manutenzione; nel corso degli anni la società ha affiancato a questo prodotto una gamma completa di attrezzature per minipale, telescopici, terne, pale gommate e trattori, tra cui: agganci rapidi, piastre porta-forche, benne spazzolatrici, pinze industriali, lame da neve, lame grader, testate trincianti, decespugliatori e trivelle. Due le novità più recenti: la benna selezionatrice frontale e la benna trancia-insilato. La prima è progettata per vagliare direttamente sul posto il materiale di scarto, da demolizione, da riempimento e da bonifica di terreni sassosi limitando così il numero dei trasporti in discarica e facilitando il lavoro direttamente sul cantiere (prodotta in vari modelli, sarà possibile adattarla a tutti i tipi di skid ed escavatori fino a 10t). La seconda è progettata per l’impiego in agricoltura e, in particolare, per quelle aziende provviste di impianti per la produzione di biogas. Applicata a telescopici, terne o pale gommate permette di tranciare l’insilato pressato senza comprometterne la composizione.

20

Commercio Italia Giugno 2013


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

25 anni

1986-2011

.0503*"77*".&/50&"-5&3/"503*%*5655&-&."3$)&

1"35*'3&/010.1& 4&370'3&/*&7"-70-&

5*3"/5*45&3;0 *%30(6*%&&$30$*&3&

3*$".#*."$$)*/&.07*.&/505&33" 563#0$0.13&4403* $0--&5503*&4*45&.*%*4$"3*$0

"E$"5&31*--"3 '*"5)*5"$)* /&8)0--"/%  '*"5,0#&-$0 ,0."546 )*5"$)*  #0#$"5 $6..*/4 %&530*5%*&4&-

$011*&$0/*$)& 3*$".#*1&33*%65503*&$".#*

3*%65503*%*53"4-";*0/&&%*305";*0/&

3"--&1&35655&-&."$$)*/&

0''3*".0"/$)& 3*$".#*03*(*/"-*&"%"55"#*-* #0#$"5 (".."$0.1-&5"1"35*.0503&

1"35*%**/*&;*0/& 10.1&*%3"6-*$)&

46

Commercio Italia Aprile 2011

1&3"("%*7*(0/;"1%*5"-: 7*"%&-130(3&440  ;0/""35*(*"/"-& 5&-  '"9  &."*-JOGP!FVSPQBSUTJU IUUQXXXFVSPQBSUTJU IUUQXX 21 Commercio Italia Giugno 2013


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  COMER INDUSTRIES

Il “Premio Innovazione Ict Emilia-Romagna” Comer Industries ha vinto il Premio Innovazione ICT Emilia-Romagna promosso dall’osservatorio SMAU – School of Management del Politecnico di Milano per la categoria Business Intelligence e CRM (Customer Relationship Management). La disponibilità di informazioni relative al rapporto con i clienti è uno strumento strategico per lo svolgimento delle attività. I progetti di CRM nascono con l’intento di gestire in modo efficace le relazioni, dal primo contatto alle attività post-vendita, integrandosi nei sistemi gestionali con un’ampia gamma di funzionalità. In quest’ambito si sviluppa il progetto di Comer Industries, che ha implementato un si-

Giuseppe Lovascio

stema di gestione dei reclami cliente che consente l’apertura degli avvisi di non conformità attraverso l’integrazione con l’ERPSAP (Enterprise Resource Planning) aziendale e garantisce il controllo dell’intero processo, in conformità agli standard automotive sulla gestione della qualità. Il sistema “Customer Claim” informa in tempo reale le risorse coinvolte

sullo stato delle attività, orientandole al rispetto dei livelli di servizio concordati con il cliente. Grazie agli strumenti di Business Intelligence, le informazioni inserite sono raccolte e organizzate per l’elaborazione di dashboard, indicatori di performance (KPI) e report operativi. L’azienda ha così a disposizione una fonte informativa fondamentale per le azioni di preven-

zione e di miglioramento della qualità del prodotto e del servizio. Il nuovo sistema di gestione è attivo in Comer Industries da marzo in tutte le aree di business, comprese le filiali commerciali e gli stabilimenti produttivi. “Sono soddisfatto del riconoscimento ricevuto – ha affermato Giuseppe Lovascio, direttore ICT di Comer Industries – che premia la visione strategica dell’azienda nell’attribuire all’ICT il ruolo di innovatore e di ‘motore’ del cambiamento dei processi di business. Le tecnologie digitali hanno apportato un contributo determinante alla competitività dell’azienda, ottimizzando le prestazioni e riducendo i costi di gestione”.


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

CINGOLI IN GOMMA PER MINIESCAVATORI TRACK LOADERS

Log

Metal core

Sprocket

Weel guide projection Sprocket hole Steel cord

DISPONIAMO A STOCK DI UNA VASTA GAMMA PER SODDISFARE OGNI ESIGENZA

RICAMBI PER MACCHINE MOVIMENTO TERRA

VOLVO

ORIGINALI COMPATIBILI USATI GARANTITI PROGRAMMA SCAMBIO RPS snc

Via Maso Belli, 14/A – 38066 RIVA DEL GARDA (TN) Italy Tel. +39 0464 550063 – Fax +39 0464 557334 rps.ricambi@gmail.com – www.rivapartsservice.com Commercio Italia Giugno 2013

NOTA: TUTTI I NOMI DI PRODUTTORI, FOTO, SIMBOLI, CODICI E DESCRIZIONI SONO USATI SOLO A SCOPO DI RIFERIMENTO

23


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  MITAS

Il nuovo pneumatico ERL-50 Mitas ha lanciato l’ultima arrivata nella famiglia di pneumatici movimento terra ERL, la 20.5R25 ERL-50, che sarà in vendita in tutto il mondo entro luglio. Gli pneumatici ERL sono impiegati su pale caricatrici, dozer e livellatrici utilizzati principalmente nel settore minerario. La serie Mitas ERL dispone di 12 diverse dimensioni con profondità

24

Commercio Italia Giugno 2013

del battistrada che vanno da 28-90 mm. “I clienti chiedono agli pneumatici da cava una durata e resistenza agli urti con conseguente valore aggiunto e minori costi, attraverso la possibilità di ricostruzione del pneumatico”, afferma Andrew Mabin, direttore vendite e marketing. “Mitas ha la giusta esperienza off-road per fornire soluzioni operative in cam-

po industriale, agricolo e motociclistico”. Petr Hala, Product Manager del settore industriale Mitas, dice: “Il disegno del battistrada ERL-50 è particolarmente resistente a tagli e usura. Questo pneumatico radiale è progettato per durare nel tempo, perciò Mitas ha ridisegnato il battistrada e inserito tele con cavi d’acciaio nella carcassa e nel cinturato”.

 BOSCH REXROTH

Una nuova generazione di joystick

Da quando la Direttiva Macchine Europea 2006/42/EC è entrata in vigore (2009), i costruttori devono osservare e valutare il rischio derivante dal loro prodotto. Una misura importante per la riduzione del rischio è la sicurezza funzionale basata sugli standard armonizzati IEC 62061 e ISO 13849. Il nuovo joystick 4THEC5 SIL2 di Bosch Rexroth è un componente chiave per le macchine operatrici e offre una soluzione unica: risponde alla certificazione SIL2/PL d e include le funzioni della manopola (i pulsanti e gli interruttori on/off e le leve proporzionali). Il nuovo design ottimizza robustezza, sicurezza ed ergonomia. Il joystick è compatto e robusto, è stato validato per 5 milioni di cicli ed è adatto a un’ampia varietà di applicazioni, in particolare per le macchine da costruzione e sollevamento. È inoltre compatibile con i protocolli BODAS, CANOpen e J1939 e può essere utilizzato in abbinamento alla preesistente gamma Rexroth di manopole multifunzionali.


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

Commercio Italia Giugno 2013

25


ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ  RICICLO E RECUPERO

Accordo per i PFU Il Ministero dell’Ambiente ed Ecopneus hanno recentemente firmato l’accordo volontario di carbon footprint per la definizione di un sistema specifico di misurazione, riduzione e neutralizzazione dell’impronta di carbonio di manufatti realizzati con gomma derivante dal riciclo e dal recupero degli Pneumatici Fuori Uso (PFU). L’Accordo s’inserisce tra le iniziative d’eccellenza della collaborazione pubblico-privato promosse dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito del programma sulla valutazione dell’impronta ambientale, cioè la quantità

26

Commercio Italia Giugno 2013

totale di gas serra emessi per la realizzazione di un prodotto o di un servizio, alla quale partecipano un centinaio di aziende italiane di diversi set-

tori industriali.impegnate nel riciclo delle filiere di rifiuti. L’accordo, della durata di 12 mesi, ha come obiettivo primario, la definizione di una

metodologia di calcolo dell’impronta di carbonio applicabile all’intero settore relativo alla produzione di manufatti realizzati con gomma derivante da recupero di PFU e prevede l’individuazione di una serie prodotti realizzati con materiale derivante da recupero e riciclo di PFU oggetto dell’analisi dell’impronta di carbonio, l’analisi dell’impronta di carbonio nelle diverse fasi del ciclo di vita dei prodotti individuati e l’individuazione delle possibili misure da attuare per ridurre le emissioni nel ciclo di vita dei prodotti individuati e neutralizzarle.


À ATTUALITÀ ATTUALITÀ ATTUALITÀ

Commercio Italia Giugno 2013

27


Usato IronPlanet

Business online

L’azienda specializzata in aste online, approdata in Europa nel 2008, celebra quest’anno i 13 anni di attività e il milione di utenti registrati nel mondo. Un successo ottenuto grazie a una proposta trasparente e garantita [ di Mauro Rancati ] 28

Commercio Italia Giugno 2013


D

iversamente da altre aste più tradizionali, il modello di business sviluppato da IronPlanet è riuscito a raggiungere un pubblico vasto e internazionale in un tempo relativamente breve. Con IronPlanet tutto avviene online e a ogni evento d’asta partecipano in media 110 Paesi. L’attività internazionale, infatti, rappresenta una parte molto rilevante del business dell’azienda: nel 2008, quando l’azienda ha iniziato la sua attività in Europa, dalla sede ubicata a Dublino (Irlanda), il 27% delle macchine/attrezzature sono state vendute a operatori esteri (in linea con questi dati, il call center europeo di IronPlanet è operativo in 13 lingue, mentre il sito web è disponibile in sette). Ma, soprattutto, i clienti di IronPlanet hanno goduto (e godono) di un’importante e imprescindibile garanzia di qualità. Grazie a tutto ciò è stato possibile instaurare - e consolidare nel tempo - una relazione fattiva, basata sulla fiducia. “IronPlanet è una vetrina che dà visibilità a livello mondiale”, spie-

Riccardo Guerrini, Southern Europe Sales Director

ga Riccardo Guerrini, Southern Europe Sales Director. “Quando l’azienda ha iniziato la sua attività, nel 2000, c’erano in tutto un venditore, 32 partecipanti e 22 item in vendita; oggi il numero degli utenti registrati ha raggiunto il milione, le aste negli Stati Uniti sono settimanali (mensili in Europa) e in una delle più recenti aste organizzate il numero degli articoli proposti ha raggiunto quota 953, gestiti da circa 200 venditori e offerti a oltre 1.900 partecipanti provenienti da 44 Paesi, interessati a macchine e attrezzature del settore edile, agricolo e dell’autotrasporto”.

Una “vetrina” consolidata IronPlanet ha lanciato il suo sito di aste online per le attrezzature da cantiere usate, come accennato, nel 2000, in California. Da allora l’azienda è cresciuta costantemente, grazie al suo metodo di vendita sicuro e garantito - sia per il compratore che per il venditore - e al sostegno di partner di assoluto rilievo quali Caterpillar, Komatsu, Volvo e tanti altri. “Molteplici sono i vantaggi che IronPlanet offre al venditore”, aggiunge Riccardo Guerrini. “Primo tra tutti l’assenza di costi di trasporto, in quanto ogni articolo rimane presso la sede del vendito-

Commercio Italia Giugno 2013

29


Usato imparato a utilizzare questo strumento - soprattutto in un periodo di crisi come quello attuale - e hanno ormai superato le iniziali barriere psicologiche riservate a un sistema di vendita/acquisto che non prevede la presenza “fisica” del macchinario (e sappiamo quanto in questo comparto gli operatori amino “toccare con mano” le macchine), ma che ha saputo dimostrare di essere una realtà assai importante ed effica-

re durante il processo di ispezione e fino alla conclusione dell’asta, quando il compratore si farà carico dei costi di smantellamento e trasporto. Un pubblico internazionale e la partecipazione di “alti offerenti” contribuiscono poi ad aumentare il valore degli articoli messi in vendita. Ma IronPlanet non offre solo un servizio di ‘vendita’ – precisa Guerrini – bensì un pacchetto completo di attività, inclusi rapporti d’ispezione garantiti. Questi, insieme al nostro marchio di garanzia IronClad™, consentono agli acquirenti di fare offerte in tutta sicurezza, poiché forniscono un quadro veritiero dell’attrezzatura e dello stato effettivo in cui si trova. I rapporti d’ispezione IronPlanet sono considerati lo

INFO

standard per l’industria e possono essere visionati sul sito www.ironplanet.com. Ogni rapporto include una serie di giudizi e commenti in relazione ai principali impianti e componenti, numerose fotografie degli interni e degli esterni delle attrezzature, i risultati di test funzionali e, se necessario, anche le analisi di laboratorio effettuate su lubrificanti e/o liquidi. Il costante entusiasmo e l’attiva partecipazione degli utenti dimostrano il valore dell?attività di IronPlanet, ampiamente apprezzata perché consente una modalità di acquisto molto più semplice e conveniente delle tradizionali aste dell’usato”. Visto, piaciuto! Tutto questo è stato ormai recepito dalla grande maggioranza degli operatori del settore, che hanno

30

Commercio Italia Giugno 2013

ce. E in fortissima crescita. “IronPlanet è cresciuta in modo organico nel tempo. Ormai gli operatori del settore sanno di poter riporre nelle nostre aste online la piena fiducia e anche il passaparola è stato fondamentale per il raggiungimento dei traguardi di cui possiamo ora vantarci”. E per crescere ulteriormente, l’azienda ha recentemente potenziato i suoi servizi e il bacino d’utenza per quanto riguarda le tipologie di macchine trattate. In particolare, il personale IronPlanet si è specificatamente specializzato anche nella trattazione di grossi mezzi per il sollevamento, come ad esempio le autogrù, che ora sono normalmente gestite all’interno delle aste online, tramite l’efficace “piattaforma di lancio” di IronPlanet.  


Via Faentina, 222/b 48100 Ravenna - Italy

Tel.: +39/0544/509911 Fax: +39/0544/509926

E.mail: info@casadeltrattore.com - Website: www.casadeltrattore.com

Large Stock of spare parts for earthmoving machineries, industrial veichles and marine engine. Specialized in CATERPILLAR

Edge, Plate Wear, Teeth, Tips, Adaptors made with special melted steel for Bucket. For CATERPILLAR, CASE, ESCO, JCB, KOMATSU,, VOLVO, NEW HOLLAND.

Rubber tracks for excavators and special machinery. For any make and model. Chains, Rollers and Idlers for Earthmoving Machineries: CATERPILLAR, KOMATSU, NEW HOLLAND

t t t t t

FUEL OIL AIR HYDRAULIC TRANSMISSION


Aziende The Company

RMC

Evoluzione continua Il “progetto RMC” continua incessantemente il suo percorso di crescita. Un programma imprenditoriale che al commercio di ricambi e alla vendita e noleggio di macchine movimento terra ha oggi affiancato un’attività inedita, focalizzata sull’oleodinamica

ENGLISH TEXT

[ di/by Ettore Zanatta ]

32

RMC

Constant evolution The “RMC project” keeps on pursuing relentless growth. An entrepreneurial programme that has now added a brand new business focusing on oil hydraulics to its spare parts trade, and sale and rental of earth-moving machinery Here we are at our usual meet-up with RMC, the company based in Piacenza that has now become a reference point for any need in terms of sale and rental of earth-moving machinery and spare parts. Every year, we catch up with Gabriele and Lorenzo Fermi, the owners of the company, as these two dynamic young men from the Emilia Romagna region are regularly able to (successfully) expand the

Commercio Italia Giugno 2013

E

ccoci giunti al consueto appuntamento con la RMC, l’azienda di Piacenza che è ormai divenuta un punto di riferimento per ogni esigenza in fatto di vendita e noleggio di macchine movimento terra e di ricambistica. L’incontro con Gabriele e Lorenzo Fermi, titolari della società, si rinnova ogni anno. Sì, perché a

scope of their business, increase its volume and find new business opportunities. A “case study” that, at a difficult time like the present one, seems to be an extraordinarily rare example. Relentless growth RMC is a company that, in the space of a decade, has managed to position itself on a difficult and complex market like the earthmoving machinery sale and rental one. It started from a prominent position which it had achieved and consolidated in the spare parts sector (both original and “adaptable” ones) in 1995. The spare parts in question refer to all the most important brands operating on the market, designed for machinery used in the building, industrial and agricultural sector: motor parts (liners, pistons, connecting rods, cylinder heads, valves, shafts, cylinders, rocker arms, silencers, manifolds, turbo injectors, pumping elements), transmission parts (gear wheels, gear boxes, reduction gears, bearings, pinions, chain rings,


cadenza regolare questi due dinamici ragazzi emiliani riescono (con successo) ad allargare il raggio d’azione della loro attività, ad aumentarne il volume e a trovare nuovi sbocchi di business. Un “caso imprenditoriale” che, in un periodo di difficoltà come quello che stiamo attraversando, suona come un esempio raro e straordinario. Crescita senza soste La RMC è un’azienda che nel giro di un paio di lustri è riuscita a imporsi in un mercato difficile e complesso come quello della vendita e del noleggio di macchine movimento terra. Il tutto partendo da una posizione preminente raggiunta e consolidata nel comparto dei ricambi (originali e “adattabili”), iniziata nel 1995. Ricambi riferiti a tutti i marchi più importanti attivi sul mercato e destinati sia a macchine per le costruzioni che industriali e agricole: parti motore (canne, pistoni, bielle, testate, valvole, alberi, cilindri, bilanceri, marmitte, collettori, turbo iniettori, pompanti), parti trasmissione (ingranaggi, cambi, riduttori, cuscinetti, pignoni, corone, anelli, dischi), parti elettriche (motorini, indicatori,

Gabriele e Lorenzo Fermi

contatti, fanali, alternatori, indotti, spazzole, bobine, candelette, solenoidi) e parti d’usura (cantonali, cingoli in gomma, catene, suole, ruote, rulli, settori, gruppi tenuta, denti, lame). Dopo aver ottenuto la concessione per la distribuzione della linea Yanmar nel 2010, per le province di Piacenza e Pavia, e quella dell’intera gamma Case lo scorso anno, per le province di Piacenza, Pavia, Lodi, Parma, Mantova e Varese, la RMC ha inserito quest’anno altri importanti tasselli nella sua opera di (continua) espansione e diversificazione. Grazie ai lusinghieri riscontri ottenuti in brevissimo tempo, alla prima “giurisdizione” si è aggiunta recentemente la strategica provincia di Parma, mentre per ciò che concerne la seconda si è ag-

rings, discs), electrical parts (engine starters, indicators, contacts, lights, alternators, armatures, brushes, coils, glow plugs, solenoids) and wear parts (angle bars, rubber tracks, chains, track shoes, wheels, rollers, segments, sealing units, teeth, blades). After obtaining the authorisation to sell the Yanmar range in 2010 in the provinces of Piacenza and Pavia and the whole Case range in the provinces of Piacenza, Pavia, Lodi, Parma, Mantua and Varese last year, this year RMC introduced other key elements to its (ongoing) expansion and diversification. Thanks to the positive feedback received in a very short space of time, the strategic province of Parma joined the first “jurisdiction”, while the area to the north of Milan, the so-called Brianza area, joined the second one. In both cases, there are other evaluations in progress that may further extend the expertise over the coming months. And there’s even more. Again this year, the product range has been expanded to include lifting machinery, namely telescopic handlers by Merlo, currently for the provinces of Piacenza and Parma.

giunta l’area a nord di Milano, la cosiddetta Brianza (in entrambi i casi, poi, sono in atto valutazioni che potrebbero portare nei prossimi mesi a ulteriori ampliamenti delle competenze). E non è tutto. Perché sempre da quest’anno la “famiglia” dei prodotti rappresentati si è allargata alle macchine per il sollevamento, nella fattispecie ai sollevatori telescopici di marchio Merlo, attualmente destinati alle province di Piacenza e Parma. Un accordo, anche questo, che consente all’azienda piacentina di soddisfare la domanda della propria clientela con un ventaglio di proposte e soluzioni ancora più completo, grazie a un parco macchine in continua evoluzione. Tutto ciò ha comportato anche un ovvio e conseguente adeguamento dell’organizzazione interna: oggi l’azienda è strutturata in modo tale da affrontare in modo adeguato e autonomo le molteplici attività su cui è concentrata (tra vendita, noleggio e assistenza di macchine nuove e usate e magazzino ricambi), rivolte sia al mercato nazionale che - soprattutto in questo periodo di immobilismo “interno” e anche grazie ai recenti (e importanti) riscontri ottenuti al Bauma 2013,

This is another agreement through which the company based in Piacenza is able to meet the demands of its clientele with an even more extensive range of products and solutions, thanks to a constantly evolving range of machines. Clearly this has also involved an adjustment to the internal organisation: today, the company’s structure is set up in order to be able to adequately deal with the many activities it focuses on (sale, rental and customer support for new and second-hand machines, along with its spare parts warehouse). These activities are targeted both at the domestic market (especially in this time of “internal” stagnation) and the international market which, thanks to recent (and significant) feedback received at Bauma 2013, has led to a number of interesting contacts and various sales namely in the Balkans, Poland, France and Spain. And now Africa. Here, especially in Côte d’Ivoire, RMC found a key customer base in terms of distribution of spare parts and earth-moving machinery via a local rental company that is very

Commercio Italia Giugno 2013

33


Aziende The Company

La RMC ha ottenuto la concessione per la distribuzione della linea Yanmar nel 2010 e quella della gamma Case nel 2012. Da quest’anno la “famiglia” dei prodotti rappresentati si è allargata con il marchio Merlo RMC got the authorisation to sell the Yanmar range in 2010 and the whole Case range in 2012. Again this year the product range has been expanded with the Merlo brand

ENGLISH TEXT

che ha portato in dote molti contatti interessanti e diverse vendite - a quello internazionale, in particolar modo per quanto riguarda regioni quali i Paesi balcanici, la Polonia, la Francia e la Spagna. E l’Africa. Qui, in particolare in Costa d’Avorio, la RMC ha trovato un

34

effective in developing the business. “One of our strengths in terms of spare parts has always been the ability to provide spare parts within 24 hours in most of Europe through a fully automated warehouse, as well as a range of more than 300,000 items in less than 48 hours, thanks to solid relationships with top Italian manufacturers, which have special agreements with the main couriers and carriers. This means that most of our business volume – both for the spare parts and the machinery sector - is generated in international markets,” say Gabriele and Lorenzo Fermi. “Our decision to expand our reach beyond national borders is definitely challenging and demanding, but it allowed us to achieve satisfactory results, especially now that the market is sluggish. It is also to ensure the required level of professional service and specialisation for both businesses that we believed it was necessary to manage them separately and create two independent – albeit interconnected – sales units for each sector.”

Commercio Italia Giugno 2013

A view on oil hydraulics Sectors that have now grown. Yes, because from June, RMC will also officially become the authorised hydraulic centre for the province of Piacenza. One (more) ambitious project carried out thanks to the synergy with Manuli Rubber Industries, a leading manufacturer of pipes, fittings, quick couplings, hydraulic units and systems. From now on, the company based in Piacenza will be able to meet any request related to the construction of pipes designed for any kind of vehicle, hydraulic and fluidbased system and application, not just in relation to earthmoving machinery. Specialist and well-trained personnel with be at the customer’s service for this new business too and an entire wing of the current plant will be devoted to it – while we wait for another project that RMC has had in the pipeline for some time to be launched: the construction of a new facility, definitely required in the short and medium-term to develop a constantly evolving entrepreneurial project.   


bacino d’utenza di assoluta rilevanza sia per quanto riguarda la distribuzione di parti di ricambio che di macchine movimento terra, tramite un noleggiatore locale che sta sviluppando questo commercio in modo molto efficace. “Uno dei nostri punti di forza per quanto riguarda la ricambistica è da sempre la capacità, tramite un magazzino completamente automatizzato, di fornire ricambi entro 24 ore in quasi tutta Europa e, grazie a rapporti consolidati con i più importanti costruttori italiani e a convenzioni con i principali corrieri e spedizionieri, una gamma di oltre 300.000 articoli in meno di 48 ore. Tutto ciò fa sì che oggi gran parte del nostro volume d’affari – sia per il settore dei ricambi che per quello delle macchine - venga generato dai mercati esteri”, affermano Gabriele e Lorenzo Fermi. “La scelta di espandere il nostro raggio d’azione al di fuori dei confini nazionali è sicuramente impegnativa e onerosa, ma in questa fase di rallentamento del mercato ciò ci ha consentito di ottenere risultati soddisfacenti. Ed è anche per garantire il necessario livello di professionalità e specializzazione a entrambi i rami di attività che abbiamo ritenuto opportuno separar-

Un altro progetto ambizioso si è realizzato grazie alla sinergia avviata con Manuli Rubber Industries One more ambitious project carried out thanks to the synergy with Manuli Rubber Industries

ne la gestione, creando due strutture di vendita autonome - anche se intercomunicanti - dedicate a ognuno di questi settori”. Vista sull’oleodinamica Settori che ora sono aumentati. Già, perché proprio da questo mese di giugno la RMC diviene ufficialmente anche centro oleodinamico autorizzato per la provincia di Piacenza.

Un (altro) progetto ambizioso, realizzato grazie alla sinergia avviata con Manuli Rubber Industries, azienda leader nella produzione di tubi, raccordi, attacchi rapidi, gruppi idraulici e impianti. Da oggi, dunque, l’azienda piacentina sarà in grado di soddisfare tutte le richieste relative alla costruzione di tubi destinati a mezzi e impianti oleodinamici e fluidici di ogni genere e applicazione, non esclusivamente riferiti a macchine movimento terra. Personale specializzato e adeguatamente istruito sarà a disposizione della clientela anche per questa nuova attività, alla quale sarà dedicata un’intera ala dell’attuale struttura. In attesa che si sblocchi un progetto che la RMC ha nel cassetto da diverso tempo: la costruzione di un nuovo capannone, che si renderà certamente necessario nel breve-medio periodo per supportare un progetto imprenditoriale in continuo sviluppo. 

INFO

Commercio Italia Giugno 2013

35


Attrezzature Enerpac

Pompe idrauliche senza cavi Le prestazioni di una pompa dotata di cavi, la facilità di trasporto di una pompa manuale. Queste le caratteristiche principali della XC-Series proposta dallo specialista in soluzioni e strumenti idraulici ad alta pressione

P

rogettate per soddisfare la necessità di pompe durevoli e utilizzabili in aree dall’accesso limitato, le pompe senza cavi della serie XC sono costruite con materiali leggeri e sono dotate di un potente motore da 0,37 kW, oltre alla tecnologia della batteria agli ioni di litio da 28 V. Grazie al loro serba-

toio sigillato, le pompe wireless Enerpac eliminano gli sfiati e garantiscono un funzionamento privo di perdite in tutte le inclinazioni. Inoltre, tutti i componenti strutturali - comprese la tracolla, l’impugnatura e la levetta di sgancio - sono stati progettati secondo le regole ergonomiche per massimizzare la facilità di utilizzo e di trasporto.

[ di S.J. Wilson ]

Commercio Italia Giugno 2013

37


Attrezzature Chi è Enerpac Enerpac è un’azienda specializzata nella produzione di oluzioni e strumenti idraulici ad alta pressione. Può contare su una vasta gamma di prodotti, un’ampia esperienza locale e una rete di distribuzione a livello mondiale. Forte di una serie di comprovati successi ottenuti in numerosi mercati, Enerpac progetta e realizza soluzioni e attrezzi per tutte le applicazioni industriali. In particolare, l’azienda ha acquisito un’esperienza unica nell’offerta di soluzioni idrauliche per lo spostamento e il posizionamento controllati degli oggetti pesanti. Tale esperienza è stata riconosciuta da rappresentanti di punta del comparto produttivo ed è stata messa a frutto per la realizzazione di progetti internazionali su larga scala.

Le pompe senza cavi della serie XC offrono una portata dell’olio di 2 l/min in presenza di pressione nominale ridotta e pari a 0,25 l/min durante il funzionamento con pressione massima d’esercizio, fino a 700 bar. La tecnologia agli ioni di litio fa in modo che le pompe della serie XC garantiscano agli utenti il periodo d’esercizio necessario per soddisfare i requisiti delle applicazioni più complesse. Tecnologie wireless Le pompe senza cavi della serie XC (XC1201MB, XC1201ME,

38

Commercio Italia Giugno 2013

La serie XC è una soluzione ideale per i lavori in cui si utilizzano cilindri e attrezzi idraulici di piccole o medie dimensioni XC1201M, XC1202MB, XC1202ME e XC1202M) rappresentano la soluzione ideale per i lavori in cui vengono utilizzati cilindri e attrezzi idraulici di piccole o medie dimensioni. Questi prodotti, in particolare,

garantiscono la sicurezza degli operatori, eliminando il rischio di inciampare, al contrario delle tradizionali pompe dotate di cavi. Tra le funzionalità di sicurezza compaiono i circuiti di protezione dal sovraccarico, che proteggono la pompa e l’operatore, e una levetta di sbloccaggio che previene la messa in funzione accidentale. “Partendo dalla nostra approfondita conoscenza delle richieste e delle difficoltà che caratterizzano il settore delle pompe portatili abbiamo concepito i prodotti della serie XC come soluzioni dotate di una durevolezza e una versatilità tali da soddisfare le esigenze legate alle prestazioni dei nostri clienti”, ha dichiarato Brian Alexander, responsabile globale per la produzione presso Enerpac. “La serie XC è costituita da modelli con serbatoi da 1 o 2 l. Queste pompe senza cavi rappresentano la soluzione ideale per il funzionamento di oltre 140 cilindri e attrezzi idraulici di piccole e medie dimensio-


ni con numerose applicazioni. Che si debba sollevare un carico o sia piuttosto necessario eseguire un intervento di manutenzione in una fabbrica o sul campo, la serie XC assicura facilità di trasporto e installazione, nonché un funzionamento rapido”. Queste pompe senza cavi, dun-

que, offrono le prestazioni di una pompa dotata di cavi e la facilità di trasporto di una pompa manuale, risultando ideali per le applicazioni remote con accesso limitato (o assente) all’alimentazione o per le posizioni in cui l’uso di una pompa dotata di cavi potrebbe costituire un pericolo.

Le pompe in oggetto sono dotate di maniglia e cinghia integrate per agevolare il trasporto e presentano un involucro composito rinforzato con fiberglass ad alta resistenza, che garantisce una durata superiore nei cantieri caratterizzati da condizioni sfavorevoli. 

Commercio Italia Giugno 2013

39


Attrezzature Volvo

Parola d’ordine: versatilità

Ampio, completo, strutturato su misura: è il programma di attrezzature sviluppato dal costruttore svedese. Una linea di soluzioni che si arricchisce ogni anno, esaltando la versatilità e produttività della sua gamma di macchine operatrici [ di Roberto Negri ] 2

Commercio Italia Giugno 2013


A

nche mezzi progettati all’insegna della versatilità e adattabilità alle più svariate situazioni di lavoro possono vedere esaltate le caratteristiche loro connaturate con i giusti accorgimenti e, soprattutto, attraverso la disponibilità di una gamma completa di accessori. È questa la politica seguita da Volvo che, continuando un percorso di costante ampliamento della propria linea di attachment, ha recentemente arricchito il suo catalogo di accessori per le macchine della gamma compatta con una serie di interessanti novità. Il programma di attrezzature del costruttore svedese può così oggi contare sulla varietà di un’offerta efficiente e completa, in grado di esaltare ulteriormente produttività e flessibilità d’impiego delle sue macchine. Vediamolo in dettaglio. Silenziosi, robusti, produttivi Prima e più recente novità introdotta nel catalogo attachment di Volvo è la nuova serie di demolitori idraulici, già disponibile nelle regioni EMEA e in APAC nel corso del 2013, caratterizzata da un grado di robustezza idoneo a un’ampia varietà di applicazioni e una frequenza e potenza d’impatto elevata per una maggiore produttività. In grado di penetrare diversi materiali e di resistere in condizioni estreme, i sei demolitori serie HB02-HB08 sono un complemento ideale per le terne, le minipale multifunzione e gli escavatori compatti ad alte prestazioni Volvo nella classe al di sotto delle 10 t. Con un peso operativo compreso tra 129 e 577 kg, questi demolitori sono specificamente concepiti per le macchine Volvo e ottimizzati per

i loro pesi specifici e la loro tecnologia idraulica. Personalizzati per gli attacchi rapidi del costruttore, i demolitori serie HB consentono all’operatore di alternare le varie applicazioni e montare le attrezzature in modo facile, veloce, sicuro e con il minimo sforzo. Il sistema di ammortizzazione di queste attrezzature riduce il rumore e le vibrazioni trasmesse alla macchina, garantendo in tal modo maggiore comfort e sicurezza all’operatore, oltre a ridurre il rischio di danni al braccio e all’avambraccio. Inoltre, per aumentare ulteriormente versatilità e produttività, con il modello HB08 l’operatore può regolare la frequenza per l’applicazione specifica grazie al comando a due velocità. Il modello HB07 è dotato anche di una funzione specifica che impedisce di battere a vuoto quando il materiale è stato penetrato completamente. In base all’applicazione, la versatile serie HB può essere adattata con una varietà di attrezzi come scalpelli a punta piatta, piramidale e smussata, compattatori e lame. I nuovi demolitori idraulici sono disponibili

anche in un pacchetto completo di flessibili idraulici, attacchi rapidi idraulici (in EMEA), attacco e attrezzi specifici per poterli utilizzare immediatamente, indipendentemente dal fatto che siano installati su nuovi macchinari o integrati in un parco macchine esistente. Come tutte le attrezzature Volvo, inoltre, i demolitori sono supportati dalla vasta rete di tecnici, concessionari e officine di assistenza del marchio in tutto il mondo. Una soluzione per ogni esigenza La gamma di demolitori idraulici HB integra l’ampio ventaglio di attrezzature Volvo per macchine compatte, che oggi può contare su una completezza con pochi rivali nel settore. A partire dalla linea interfacce che comprende, oltre alle attrezzature ad attacco diretto, due soluzioni esclusive: gli attacchi rapidi meccanici - che permettono di utilizzare una varietà di benne a montaggio diretto, consentendone il montaggio sia in posizione anteriore che nella normale posizione posteriore e un abbinamento ideale con altre

Commercio Italia Giugno 2013

41


Attrezzature La gamma di demolitori idraulici HB Descrizione

HB02

HB03

HB06

Peso demolitore**

114 kg

160 kg

260 kg

Peso operativo*

129 kg

181 kg

311 kg

Lunghezza totale

967 mm

1488 mm

1612 mm

Diametro attrezzo

57 mm

57 mm

70 mm

210 km/cm2

210 km/cm2

210 km/cm2

90-120 km/cm2

90-120 km/cm2

110-190 km/cm2

19-38 lpm

23-70 lpm

29-65 lpm

450-1000 bpm

600-1500 bpm

380-1000 bpm

1,0-3,0 t

1,5-4,0 t

3,0-6,5 t

110 dB

110 dB

117 dB

HB06SSL

HB07BHL

HB07SSL

HB08

Peso demolitore**

252 kg

291 kg

334 kg

510 kg

Peso operativo*

359 kg

_

441 kg

577 kg

Lunghezza totale

1.567 mm

1.442 mm

1.633 mm

2.115 mm

Diametro attrezzo

70 mm

75 mm

75 mm

90 mm

210 km/cm2

210 km/cm2

210 km/cm2

210 km/cm2

110-190 km/cm2

120-190 km/cm2

120-190 km/cm2

140-170 km/cm2

29-65 lpm

34-76 lpm

34-76 lpm

42-94 lpm

380-1.000 bpm

380-900 bpm

380-900 bpm

350-700 bpm

3,0-6,5 t

4,5-8,0 t

4,5-8,0 t

6,0-10,0 t

117 dB

117 dB

117 dB

118 dB

Pressione di scarico secondaria*** Pressione di esercizio Portata dell’olio Frequenza d’impatto Macchina portante Livello acustico Descrizione

Pressione di scarico secondaria*** Pressione di esercizio Portata dell’olio Frequenza di impatto Macchina portante appropriata Livello acustico

* Peso operativo comprensivo di attacco e attrezzo ** Peso operativo comprensivo dell’attrezzo, ma senza attacco *** Pressione di scarico secondaria indicativa sulla base di una macchina portante Volvo

attrezzature idrauliche Volvo - e gli attacchi rapidi idraulici a perno universale, utilizzabili con una varietà di benne e altre attrezzature a montaggio diretto sia in posizione anteriore che posteriore. Altrettanto ampia la scelta di benne universali, progettate per una varietà di terreni e per ogni tipo di

VIDEO

42

Commercio Italia Giugno 2013

lavoro di scavo e movimentazione e dotate di interfaccia integrata per ottimizzare le prestazioni della macchina, profili antiusura sulle benne per macchine da 2-8 t, taglienti laterali opzionali sulle unità per macchine da 3,8-8 t e ganci per il sistema di trasporto, disponibili in larghezze da 250 a 900 mm. La linea di benne speciali, poi, porta la versatilità delle macchine a livelli di eccellenza. Alle benne fisse per fossi, progettate per spianatura e paesaggistica, pulitura e riempimento di fossati, s’affianca l’ultima novità di casa Volvo, una benna imper-

niata per fossi inclinabile ideale per pulizia di fossati e lavori di livellamento finale e riempimento. Quest’attrezzatura, grazie ai due cilindri idraulici che ne consentono l’inclinazione a 45° in entrambe le direzioni, consente di lavorare con la macchina orientata parallelamente al fossato, con una maggiore flessibilità operativa e sicurezza. A completare la gamma è il Volvo Hydraulic Thumb, il “pollice idraulico” che consente all’operatore di impilare, sollevare, trasportare, posizionare e caricare vari tipi di materiali con la massima facilità. 


Componenti Components David Brown Hydraulics

Tutto sotto controllo L’azienda propone sul mercato un ventaglio di prodotti idraulici che mettono gli operatori in grado di gestire in modo ottimale le macchine operatrici. E alcune interessanti novità, che vi presentiamo in quest’articolo [ di/by Liliana Rebaglia ]

L

ENGLISH TEXT

gamma di controlli remoti David Brown si arricchisce di un nuovo prodotto: il joystick HPV2C. Quest’unità nasce per offrire un controllo fine e accurato nelle applicazioni tipiche di movimento terra, movimentazione materiale e sollevamento,

44

con la robustezza e l’affidabilità che da sempre contraddistinguono i prodotti dell’azienda modenese. Il joystick biasse è frutto di un nuovo progetto; le valvole proporzionali sono state ridisegnate per garantire un controllo ottimale con il minimo sforzo, mentre è disponibile un’ampia gamma di curve di regolazione a bassa isteresi per controllare con precisione valvole o pompe a cilindrata variabile di ogni genere. Particolare attenzione, poi, è stata dedicata alla meccanica interna, volta ad assicurare una lunga operatività nelle più avverse condizioni ambientali. L’unità mantiene un corpo in lega di alluminio compatto e leggero adatto all’installazione in cabina o in esterno. Con l’HPV2C si permette quindi all’operatore di macchine movimento terra di sostenere carichi di lavoro elevati, con il minimo sforzo e la massima produttività.

David Brown Hydraulics

Everything in control The company offers a wide range of hydraulic products that put the operators in the position to optimally drive the machines. And some interesting news, which we present in this article The range of David Brown remote controls has added a new product: the HPV2C joystick. The unit was created to offer fine and accurate control in typical earthmoving, material handling and lifting applications, with the ruggedness and reliability that have always distinguished the Modenese company’s products. The dual axis joystick is the result of a new project; proportional valves

Commercio Italia Giugno 2013

Joystick idraulico con impugnatura multifunzione Hydraulics Joystick with multifunction handle

Joystick per pale caricatrici Specificamente dedicate alle pale caricatrici di media e grossa taglia, le unità HPVL/S (disponibili in versione a due o tre assi) sono manipolatori idraulici che permettono una gestione senza compromessi

have been redesigned to ensure optimum control with minimum effort, while is providing a wide range of low hysteresis curves adjustment to precisely control valves or variable displacement pumps of each type. Particular attention was paid to the internal mechanism, designed to ensure long operation in the most adverse environmental conditions. The unit has a compact and lightweight body of aluminum alloy for installation in the cabin or outside. The HPV2C allows the operator of earthmoving machines to support high workloads with minimal effort and maximum productivity. Joysticks for wheeled loaders Specifically dedicated to medium and large size loaders, the HPVL/S units (available in 2 or 3 axles) are hydraulic manipulators that allow a no-compromise management of modern machines, ensuring a smooth and accurate control, build quality and reliability in line


delle moderne macchine, assicurando un controllo lineare e preciso, una qualità costruttiva e un’affidabilità in linea con le esigenze della clientela. Queste unità sono equipaggiabili con “agganci magnetici” con relativo “prefeel”, permettendo di gestire le funzioni tipiche delle pale gommate (ad esempio, la posizione flottante della macchina). È inoltre disponibile come optional un’uscita idraulica separata per il pilotaggio delle valvole che richiedono tale porta per la gestione della posizione flottante. Le unità CPVL si rivolgono invece alle pale di piccola taglia, dove so-

Telecomando per pala gommata Pilot valve for wheel loader

disponibile per l’installazione su ogni unità di pilotaggio idraulica David Brown (compresi HPV2C, HPVL/S, CPVL), per gestire ulteriori funzioni macchina: dalle impugnature più semplici con pulsanti a quelle ergonomiche con controlli digitali o proporzionali. Tra queste, la nuovissima MFE2.

Telecomandi per pale gommate Pilot valves for wheel loaders

no richieste dimensioni d’installazione più compatte, e rappresentano una soluzione versatile per il pilotaggio idraulico a tre assi. Sia per la leva principale che per quella ausiliaria sono installabili funzioni di aggancio meccanico e/o magnetico con prefeel; è disponibile anche il cinematismo “linkage”, che permette di collegare gli spostamenti laterali della leva principale con l’ausiliaria. Le funzionalità idrauliche delle unità HPVL/S e CPVL sono personalizzabili secondo le esigenze della clientela, servendosi di un’ampia gamma di curve di pilotaggio atte ad azionare ogni valvola disponibile sul mercato. Un’ampia gamma d’impugnature, infine, è

with customer requirements. These units can be equipped with “magnetic detent” and related “prefeel”, allowing to manage the typical functions of the wheel loaders (e.g., the floating position of the shovel). A separate hydraulic output is available, as an option, for the valves require a specific port for the float position. The CPVL units are dedicated to small wheel loaders, where compact installation size is required, and are a versatile, high quality solution for hydraulic 3-axes controlling. Both main and auxiliary lever can be fitted with mechanical and/or magnetic detent with pre-feel; a kinematic “linkage” is also provided, which allows to connect the EastWest movements of the main lever with the auxiliary one. The hydraulic functions of the HPVL/S and CPVL can be customized according to customer needs, using a wide range of metering curves designed to drive any valve on the market. A wide range of handles is available for installation on each David Brown Hydraulic unit (including HPV2C, HPVL/S, CPVL) to handle additional machine

L’impugnatura MFE2 L’impugnatura ergonomica MFE2 (Multi Functional Ergonomic handle version 2) è il risultato di anni di esperienza e dell’attività di ricerca e sviluppo dei laboratori di David Brown Hydraulics Italia, da sempre

Impugnatura multifunzione MFE2 Multifunction handle MFE2

functions: from the simplest handles with buttons to ergonomic handles with digital or proportional controls. Among these, the new MFE2. The MFE2 handle The ergonomic MFE2 handle (Multi Functional Ergonomic handles version 2) is the result of years of experience and research at David Brown Hydraulics Italy, always oriented to innovation and continuous improvement of its product lines for the satisfaction of customer needs. The handle can be supplied individually or in combination with the wide range of Electric ON-OFF, electroproportional and hydraulic joysticks available in the product portfolio of the company. Particular care has been taken in its design to satisfy the requirements of robustness, ergonomics and safety through the research of specific materials and attention to design and shapes. The use of polyamide PA66 loaded with glass spheres

Commercio Italia Giugno 2013

45


Componenti Components

Componenti elettronici per impugnature multifunzione Electronics components for multifunction handles

orientati all’innovazione e al continuo miglioramento delle linee di prodotto per la soddisfazione delle esigenze della clientela. L’impugnatura può essere fornita singolarmente o in abbinamento all’ampia gamma di joystick elettrici ON-OFF, elettroproporzionali e idraulici disponibili nella gamma prodotti dell’azienda. Particolare cura è stata riposta nella sua progettazione per il soddisfacimento dei requisiti di robustezza, ergonomia e

ENGLISH TEXT

INFO

46

sicurezza, con un’oculata ricerca di materiali specifici e attenzione per il design e le forme. L’impiego di poliammide PA66 caricato a sfere di vetro, infatti, conferisce alla struttura dell’MFE2 proprietà migliorative in termini di resistenza agli urti, adattamento alle basse e alte temperature, resistenza all’abrasione e stabilità dimensionale. La semplicità di utilizzo, il “feeling” con il pulsante Safety Trigger e la gestione intuitiva dei controlli (istallabili sul frontalino in base alla configurazione richiesta dal cliente) sono volte a favorire la concentrazione dell’operatore sull’attività in corso senza rischi di distrazione per la ricerca di funzioni ausiliarie sulla plancia comandi, che potrebbero inficiare le condizioni

gives the MFE2 structure enhanced properties in terms of impact resistance, adaptation to low and high temperature, abrasion resistance and dimensional stability. The ease of use, the “feeling” with the Safety Trigger button and the intuitive handling of controls (simply added on the front panel according to the configuration specified by the customer) are aimed to support the operator concentration on the task, with no risk of distraction searching for auxiliary functions on the dashboard which might affect safe working conditions. The SafeTgrip® and the 15° forward tilted layout highlight the interest placed in the study of a safe and comfortable use of MFE2 for the operator, in particular in heavy duty application and environment. The large front panel is designed to accommodate several controls with high reliability and an IP68 degree for ON-OFF, proportional and signaling functions, thus making the handle a flexible control tool. The MFE2 is a high-tech device also thanks to the concentrate of electronic components that can be installed and further enhances its technical characteristics and value: Hall controls (proportional rollers, proportional push buttons, proportional 2 and 4-way mini joysticks), 2 and 4 ways ON-OFF mini-joysticks, capacitive Dead Man, different types of buttons, latched and non, with and without LED, lever switches, ON-OFF Rocker and potentiometric knobs.  

Commercio Italia Giugno 2013

di lavoro in sicurezza. Il SafeTgrip® e la possibilità di disporre di codoli inclinati di 15° mettono in luce l’interesse riposto allo studio di un utilizzo sicuro e confortevole dell’MFE2 per l’operatore, in particolare per un lavoro continuativo di svariate ore. L’ampio frontalino è stato concepito per ospitare una molteplicità di controlli a elevata affidabilità con grado di protezione IP68 per il pilotaggio di funzioni ON-OFF, proporzionali, di segnalazione, rendendo di fatto l’impugnatura uno strumento di comando flessibile. L’MFE2 è un dispositivo a elevato contenuto tecnologico, visto anche il concentrato di componentistica elettronica che è possibile installare e che ne esalta ulteriormente le caratteristiche tecniche e il pregio: controlli a effetto Hall (roller proporzionali, push button proporzionali, mini-joystick proporzionali a due e quattro vie), mini-joystick ON-OFF a due e quattro vie, Dead Man capacitivo, diverse tipologie di pulsanti, latched e non, con e senza led, deviatori a leva, Rocker ON-OFF e manopole potenziometriche. 

Joystick idraulico con impugnatura multifunzione MFE2 Hydraulics Joystick with MFE2 multifunction handle


/07*5"

7&53*$"#*/" 1&35655& -&."3$)&


Componenti

Goodyear

Supporto totale Il costruttore americano di pneumatici ha recentemente presentato i suoi programmi dedicati ai clienti OTR. Con un obiettivo preciso: offrire la massima qualità e un rapido supporto, anche nelle località più remote [ di Stefano Vitali ]

48

Commercio Italia Giugno 2013

G

oodyear è una delle più importanti aziende costruttrici di pneumatici del mondo. Con un organico di circa 69.000 dipendenti, l’azienda costruisce i suoi prodotti in 52 stabilimenti in 22 paesi del mondo. I suoi due Centri di Innovazione - ad Akron (Ohio - Stati Uniti) e a Colmar-Berg (Lussemburgo) - sono strutturati per sviluppare prodotti e servizi all’avanguardia, che costituiscano un punto di riferimento per l’industria in termini di prestazioni e tecnologie. Goodyear produce una delle gamme più complete di pneumatici OTR presenti sul mercato. Tra le applicazioni, ci sono terne, livellatrici, gru portuali e industriali, gru per miniere sotterranee e a cielo aperto, gru mobili e installazioni di assistenza al suolo.

Un messaggio chiaro Se la qualità e le prestazioni degli pneumatici sono fondamentali per massimizzare la produttività dei macchinari, un montaggio sbagliato e/o una manutenzione errata riducono la longevità degli stessi, ne diminuiscono le prestazioni e, di conseguenza, ne aumentano i costi orari. Questo è il messaggio che Goodyear intende trasmettere a tutti gli utilizzatori di pneumatici OTR (per impieghi in fuoristrada) tramite ‘Goodyear at your Service’ e ‘FleetOnlineSolutions Mobile’, due programmi di supporto che forniscono, indipendentemente dal luogo in cui i clienti operano, un supporto essenziale e informazioni sulla gestione degli pneumatici per permettere loro di ottimizzare le prestazioni delle loro coperture. “Gli pneumatici OTR rappresentano un investimento importante,


ma senza una manutenzione corretta non forniscono le prestazioni previste e non durano a lungo”, afferma Luca Molgora, direttore della Business Unit Truck e OTR di Goodyear Dunlop Tires Italia. “I veicoli e gli equipaggiamenti OTR, per loro natura, operano di frequente non solo in condizioni avverse, ma anche molto lontano dalle officine di assistenza. Per questo motivo offriamo i nostri due programmi ‘Goodyear at your Service’ e ‘FleetOnlineSolutions Mobile’. Fattori basilari, come la pressione dello pneumatico, possono fare una grossa differenza in termini di costi d’esercizio e possiamo dimostrare ai clienti a quanto ammontano tali variazioni di costi anche nella loro valuta locale”. “Goodyear at your Service” “Goodyear at your Service” è un programma sviluppato su Internet che assicura il migliore supporto possibile degli esperti Goodyear ed è disponibile per tutti gli operatori di equipaggiamenti fuoristrada in Europa, nonché in Medio Oriente e Africa. La scelta corretta del prodotto e le giuste informazioni relative al funzionamento degli pneumatici sono fondamentali per garantire che i clienti ottengano le prestazioni migliori con il più basso costo orario: ‘Goodyear at your Service’ permette a un operatore di comunicare facilmente con l’esperto OTR locale e di ottenere le informazioni richieste nel più breve tempo possibile. La registrazione si effettua via Internet (http://otr.goodyear.eu/registration): gli operatori possono semplicemente fare una domanda, chiedere informazioni oppure, inserendo maggiori dettagli sulla loro situazione, ricevere

Pneumatici per l’autoarticolato più grande del mondo Goodyear fornisce gli pneumatici per Tractomas, il più grande autoarticolato del mondo, costruito dalla società francese Nicolas, specializzata nella produzione di mezzi pesanti per il trasporto eccezionale. Capace di trainare su strada un treno del peso di 535 t, la motrice da 1.000 CV sarà equipaggiata con gli enormi pneumatici GP-2B 385/95R25. L’autoarticolato è stato ordinato dalla società mineraria LCR e dovrà trainare un treno di rimorchi con scarico laterale in una miniera di lignite nel Queensland, in Australia. Tractomas TR 10 x 10 ha un peso a vuoto di 40 t, è lungo 10 m, largo 3,5 m e alto 4,6 m ed è mosso da un motore diesel Caterpillar da 27 l che azionerà la motrice e il rimorchio e potrà coprire una distanza massima di 40 km a una velocità fino a 50 km/h. Il Goodyear GP-2B è uno pneumatico multifunzionale di livello 100 utilizzato più comunemente sulle gru mobili per fuoristrada: radiale di lunga durata, offre elevata trazione laterale in condizioni d’impiego difficili e una guida maneggevole su superfici molto dure. Le scanalature aperte sulla spalla offrono spiccate proprietà di autopulitura.

Il nuovo pneumatico nella dimensione 29.5R25. A breve saranno disponibili anche le dimensioni 20.5R25, 23.5R25, 26.5R25 e 875/65R33

una consulenza più approfondita da parte del team Goodyear. Una volta completata la procedura di registrazione, le informazioni inserite sono inviate all’esperto OTR locale che risponderà a tutte le domande. Ogni pneumatico OTR che lascia lo stabilimento Goodyear del Lussemburgo ha un’etichetta che descrive il programma e le modalità di registrazione al sito e su ognuna di essa è presente un codice QR per facilitare la registrazione ai clienti che utilizzano gli smart phone. “Il tipo di industria che serviamo fa sì che spesso i nostri clienti si trovino in luoghi lontani, come in miniere o cave. Per questa ragione non è Commercio Italia Giugno 2013

49


Componenti

sempre possibile per un tecnico andare a trovare regolarmente alcuni di loro”, continua Luca Molgora. “I nostri programmi permettono di ricevere consigli essenziali sul montaggio, la cura e la manutenzione degli pneumatici in modo rapido e accurato, perfino nei luoghi più lontani”. “FleetOnlineSolutions Mobile” “FleetOnlineSolutions Mobile Technical Evaluation’ (FOS Mte) è un programma di gestione degli pneumatici su Internet (prettamente Truck, al momento non applicabile agli OTR) che permette di trasmettere on-line i rapporti di ispezione delle coperture delle flotte. In tal modo fornisce rapidamente importanti informazioni sulle prestazioni di ogni pneumatico. Questi rapporti, stilati in base alla posizione dello pneumatico stesso, forniscono molti dettagli, tra cui una proiezione delle prestazioni, le pressioni misurate rispetto a quelle consigliate, il costo orario, le ore utilizzate per millimetro di gomma e il valore a rischio. Quest’ultimo è la deviazione della pressione di uno pneumatico rispetto al valore consigliato: viene convertito in valuta locale e mostra 50

Commercio Italia Giugno 2013

quanto può costare uno pneumatico gonfiato non correttamente, se la sua pressione rimane a un valore non corretto dal giorno della visita per tutta la durata di vita prevista. “A detta degli operatori questa è la caratteristica più impressionante tra tutte quelle offerte”, spiega Luca Molgora. “Riteniamo che sia unica nell’industria e che aiuti i clienti a capire il rischio finanziario di guidare con pneumatici gonfiati a una pressione non corretta. I clienti ragionano in euro o nella loro valuta locale, non in bar o PSI. Ecco perché convertiamo la varianza in pressioni dello pneumatico per consigliare un costo del ‘valore a rischio’ affidabile, che copra la rimanente durata di vita dello pneumatico”. Attualmente il programma FOS Mte è attivo nella maggioranza dei paesi europei (il Sud Africa e il Medio Oriente saranno coinvolti nel corso del 2013). Un nuovo pneumatico per terne In occasione dello scorso Bauma, Goodyear ha presentato anche l’RT-5D, un nuovo pneumatico per pale gommate destinate a impieghi pesanti. Tra i numerosi vantaggi offerti, una capacità di

carico superiore del 25% rispetto al suo predecessore, nonché un maggiore comfort e una più elevata trazione. Questo nuovo prodotto, che s’aggiunge alla gamma OTR del costruttore - è uno pneumatico da trazione di livello 250 (L5) per condizioni d’esercizio impegnative, ad esempio nelle cave, per difficili applicazioni nell’industria e nel settore del riciclaggio, ma anche per operazioni in miniere sotterranee e a cielo aperto. La tecnologia del Goodyear RT-5D si basa su una carcassa a elevata stabilità che abbina dei rinforzi nella zona del tallone, sulle cinture della carcassa e nelle pieghe delle tele. Ciò comporta una maggiore produttività e protezione dei fianchi in ambienti aggressivi e una minima deformazione. Il disegno del battistrada sviluppato con sistema CAD fornisce anche un elevato livello di protezione contro gli impatti e gli urti, oltre ad avanzate prestazioni di trazione e longevità, soprattutto negli ambienti impegnativi come le cave. Il battistrada non direzionale largo e massiccio permette anche di trasportare carichi pesanti come i blocchi. Rispetto all’RT-5C (che questo nuovo prodotto sostituisce) le vibrazioni sulle superfici dure risultano ridotte del 30%. Il nuovo pneumatico, nella dimensione 29.5R25 (carico massimo per pneumatico di 22,4 t a 10 km/h e pressione di gonfiaggio di 6,5 bar), è già stato approvato come primo equipaggiamento sulle terne Volvo L220G e L250G. La linea sarà ampliata per coprire l’intera gamma di terne di media dimensione e a breve saranno disponibili le dimensioni 20.5R25, 23.5R25, 26.5R25 e 875/65R33. 


Componenti Federal-Mogul Corporation

Tecnologie a ridotta manutenzione I più recenti prodotti a marchi DEVA e Goetze del costruttore americano comprendono cuscinetti senza piombo e tecnologie più efficienti per le tenute. Soluzioni di alta qualità, anche per applicazioni Heavy Duty [ di Stefano Vitali ]

F

ederal-Mogul Corporation è un fornitore a livello globale di prodotti e servizi per i costruttori e per coloro che operano nell’assistenza a veicoli e attrezzature di svariati settori, tra cui anche quello Heavy Duty. Le soluzioni proposte dalla società statunitense contribuiscono al risparmio nei consumi, alla riduzione delle emissioni e alla sicurezza dei veicoli. La divisione Powertrain progetta e realizza componenti di primo equipaggiamento per il powertrain e prodotti per la protezione dei componenti; la divisione Vehicle Component Solutions, invece, vende e distribuisce un ampio portfolio di prodotti al settore aftermarket con oltre 20 dei marchi più riconosciuti, fornendo al contem52

Commercio Italia Giugno 2013

po il mercato del primo equipaggiamento con prodotti per i sistemi di frenata, lo chassis, le spazzole e altri componenti del veicolo. Fondata a Detroit nel 1899, FederalMogul Corporation impiega attualmente 45.000 persone in 34 paesi; il suo quartier generale è a Southfield, nel Michigan. L’azienda ha recentemente introdotto sul mercato una gamma di nuove tecnologie a ridotta manutenzione: tra queste, le nuove tenute frontali Goetze della serie HSL, che prevengono l’infiltrazione di sporco, e i cuscinetti senza piombo Glycodur, progettati per le più severe condizioni di lavoro. Tutte le innovazioni dell’azienda hanno come obiettivo la riduzione dell’impatto ambientale e l’allungamento degli intervalli di manutenzione. “Aiutare i clienti

nel soddisfare le future normative, così come gli obiettivi di basso impatto ambientale, rappresenta uno dei focus della strategia Federal-Mogul volta alla leadership tecnica”, ha annunciato Andreas Dengler, Head of Application Technology Mechanical Face Seals di Federal-Mogul. Le tenute frontali serie HSL Federal-Mogul Corporation ha sviluppato una nuova tenuta meccanica frontale in grado di assicurare una protezione migliore in condizioni ambientali estreme, se paragonata a soluzioni tradizionali. Denominata HSL, essa impiega un’esclusiva geometria della parte elastomerica della tenuta per prevenire l’infiltrazione di sporco all’interno dei componenti sensibili. La nuova tenuta


rappresenta un’evoluzione, dalla forma particolare, della tenuta a sezione quadra già da tempo utilizzata con successo: oltre a un labbro di tenuta e a una protezione anti-rotazione, è dotata di un secondo labbro para-polvere. Questa geometria aumenta in modo significativo la protezione del componente, con la conseguente diminuzione di perdite e l’aumento della vita operativa dell’intero sistema, migliorandone conseguentemente l’efficienza. In determinate condizioni, nelle tenute tradizionali, il precarico degli anelli della tenuta può essere compromesso dall’accumulo di fango. Quando il fango viene compresso, questo causa un aumento di pressione che, a sua volta, può spingere le particelle nell’interstizio tra i due anelli della tenuta. Ciò ha un effetto abrasivo e può portare a un cedimento della tenuta. Le nuove tenute

Tenuta HSL (test con fango)

HSL sono progettate per evitare questo problema, in condizioni estreme di utilizzo. “Quando una macchina viene fatta ripartire, il fango che si è accumulato e seccato può creare problemi meccanici e generare una coppia d’attrito più elevata nel sistema di tenuta”, ha affermato

Andreas Dengler. “La protezione meccanica anti-rotazione tra la parte elastomerica e l’anello della tenuta contrasta quest’effetto. La tecnologia è stata testata con successo nella nostra camera di test con fango ed eccellenti risultati sono stati riportati anche dai nostri clienti sul campo”.

Come scegliere il giusto cuscinetto sferico La divisione di cuscinetti DEVA, appartenente al segmento Powertrain della multinazionale Federal-Mogul Corporation, ha lanciato un catalogo che combina in un’unica pubblicazione tutti i cuscinetti sferici e assiali disponibili con una gamma di materiali alternativi. Questa guida alle applicazioni comprende tutti i dati tecnici di supporto per consentire agli utilizzatori di selezionare in modo rapido e consapevole il giusto componente. Il documento contiene anche una sezione sul calcolo del carico sul cuscinetto, inclusi i carichi combinati ed equivalenti e gli effetti alla fatica, dati relativi all’installazione e linee guida su montaggio e assemblaggio. DEVA produce cuscinetti sia per piccoli che per grandi volumi e può addirittura fornire il singolo pezzo. Nel caso l’applicazione lo richieda può essere fornito anche un materiale la cui formulazione viene sviluppata ad hoc per il cliente.

Commercio Italia Giugno 2013

53


Componenti

Federal-Mogul Corporation ha sviluppato 128 cuscinetti sferici lisci senza manutenzione - che utilizzano tecnologia autolubrificante a marchio DEVA - per uno dei ponti sospesi più lunghi al mondo, l’Hardanger Fjord Bridge, in Norvegia

“È da 60 anni che Federal-Mogul sviluppa e produce tenute meccaniche frontali. I nostri ingegneri applicativi hanno in mente non solo i nostri prodotti, ma l’intero sistema e il cliente”, ha invece affermato Roland Schmidt, che di Federal-Mogul è il Director of Sales and Engineering, Industrial Products. “Sviluppiamo soluzioni ottimizzate caratterizzate da una lunga vita operativa per ogni singola applicazione. Ciò ottimizza la gestione economica delle attrezzature dei nostri clienti”. Quando una macchina smette di funzionare è l’intero flusso di lavoro che s’interrompe, causando costose riparazioni e tempi di fermo. La nuova tenuta HSL di FederalMogul può essere utilizzata anche 54

Commercio Italia Giugno 2013

I prodotti FederalMogul hanno come obiettivo la riduzione dell’impatto ambientale e l’allungamento degli intervalli di manutenzione nell’industria mineraria, in agricoltura, nelle attrezzature per costruzioni e in altre macchine di grandi dimensioni (ad esempio trinciatrici, draghe, trivellatrici orizzontali o spaccapietre). Questa speciale geometria è disponibile per dimensioni comprese tra 50 e 1.500 mm ed è possibile combinare il labbro in gomma con svariati metalli già utilizzati da Federal-Mogul per altre applicazioni.

Tecnologia per cuscinetti senza piombo Federal-Mogul ha lanciato sul mercato anche due tipologie della nuova tecnologia Glycodur per cuscinetti senza piombo, sviluppate per diversi ambiti applicativi industriali. Glycodur F è un cuscinetto a scorrimento che consiste di un dorso in acciaio sulla cui sommità viene apportato mediante sinterizzazione un materiale poroso in bronzo stagnato. I pori sono riempiti con politetrafuoretilene (PTFE) miscelato con additivi antifrizione e antiusura che lo rendono adatto ad applicazioni dove viene richiesta una lunga vita operativa. Per utilizzi in continuo in applicazioni con elevati carichi, come negli snodi dei macchinari per le costruzioni, Federal-Mogul ha prodotto Glycodur A, un cuscinetto a scorrimento anch’esso con dorso in acciaio, con strato di copertura in bronzo sinterizzato ancorato saldamente a poliossimetilene (POM).  


Componenti

Oerlikon

Il punto d’incontro per la tecnologia L’azienda, con i suoi due marchi Oerlikon Graziano e Oerlikon Fairfield, ha presentato al Bauma 2013 le sue soluzioni innovative per tutti i tipi di applicazioni del settore delle costruzioni. Compresa un’importante novità [ di Ettore Zanatta ]

I

l segmento Drive Systems di Oerlikon è attivo nella fornitura di sistemi di trasmissione completi utilizzati in una vasta gamma di applicazioni che operano nei settori delle costruzioni, dell’estrazione mineraria, dell’agricoltura, dell’energia e dei trasporti. Grazie (anche) alla sua pre-

56

Commercio Italia Giugno 2013

senza a livello mondiale e alla fase d’espansione che sta registrando negli ultimi anni, oggi l’azienda non è più considerata un semplice “fornitore di prodotti”, ma è riconosciuta in modo unanime quale “fornitore di soluzioni”. E anche per questo motivo è spesso scelta come partner privilegiato per la progettazione, test e produzione di sistemi di trasmissione da un numero sempre più ampio di operatori del settore. Drivelines per macchine livellatrici, assali per pale caricatrici gommate, riduttori epicicloidali: queste erano solo alcune delle tecnologie in mostra durante la scorsa edizione del Bauma, insieme a una speciale area dedicata alle novità e ai componenti. In occasione della manifestazione di Monaco abbiamo incontrato Paolo Ramadori, Presidente e Managing Director di Oerlikon Graziano Group e Head della

Paolo Ramadori, presidente e Managing Director di Oerlikon Graziano Group e Head della Business Unit Drive Systems EMEAR

Business Unit Drive Systems EMEAR, che ci ha illustrato lo stato dell’arte dell’attività aziendale e la novità su cui concentriamo l’attenzione, la nuova famiglia di prodotti “Shifting Solutions™”. Oerlikon è un nome ben noto sul mercato internazionale: azienda svizzera con una storia di oltre 100 anni alle spalle, è oggi una realtà internazionale con


oltre 12.700 dipendenti in più di 160 sedi dislocate in 34 paesi. Possiamo entrare maggiormente in dettaglio ed evidenziare le attività svolte dal segmento Drive Systems? “Oerlikon Drive Systems - con i propri marchi Oerlikon Graziano (specializzato nel campo delle trasmissioni di potenza) e Oerlikon Fairfield (specializzato in ingranaggi speciali e sistemi di trasmissioni per i produttori del settore off-highway e costruzioni industriali) - è un fornitore a livello mondiale con un portfolio di prodotti che spazia dalle trasmissioni per Automotive ad alte prestazioni alle soluzioni complete per veicoli a quattro ruote motrici e trattori agricoli, nonché riduttori epicicloidali Torque-Hub® per macchine industriali e applicazioni off-highway. Le conoscenze e la professionalità di questo segmento - la cui attività è organizzata in quattro regioni chiave (Americhe, Cina, EMEAR e India) - permettono di sviluppare in modo completo un intero programma produttivo: dalle fasi concettuali di sviluppo e simulazione alla realizzazione in serie di sistemi di trasmissione meccatronici completi, nonché di singoli componenti e ingranaggi”. Com’è organizzata l’azienda in Italia e come sta vivendo questo periodo di difficoltà economica? “In Italia Oerlikon Graziano ha sede a Rivoli (To), ma in Piemonte sono operative altre tre strutture. Un’altra è attiva in Puglia, a Bari. Ed è con grande orgoglio che vorrei evidenziare che, in un periodo di grossa difficoltà come quello attuale, la nostra azienda – in entrambe le regioni citate –

sta dando lavoro a molte persone. In generale, dopo il 2010 – che ha rappresentato il nostro anno più difficile – abbiamo iniziato un percorso di riorganizzazione e di crescita che ci ha portato a raggiungere grossi successi negli ultimi tre esercizi, tanto che il

“Al Bauma abbiamo esposto le nostre soluzioni a tecnologia avanzata per tutti i tipi di applicazioni meccaniche del settore delle costruzioni. Ad esempio, le drivelines per macchine livellatrici: la famiglia di assali del tipo GA è una nuova generazione di assali pro-

Lo stand Oerlikon, sempre affollato durante il Bauma 2013, è stato un punto d’incontro per le soluzioni ad alta tecnologia

2012 si è chiuso con risultati record in termini di vendite e fatturato. Inoltre, abbiamo ottenuto in brevissimo tempo le certificazioni OHSAS 18001, che definisce ‘i requisiti di un Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori’, e ISO 14001, la quale identifica uno standard di gestione ambientale che fissa i requisiti di un “sistema di gestione ambientale” di una qualsiasi organizzazione. A livello globale, inoltre, l’azienda ha implementato i processi comuni dei vari brand per gli aspetti legati alle vendite e agli acquisti e presto la stessa cosa sarà fatta per le attività di manifattura e ingegneria”. Quali sono i prodotti più interessanti che gli operatori hanno più apprezzato durante la loro visita al vostro stand?

gettati come un assale completo. I freni a disco in bagno d’olio sono montati su ogni mozzo della ruota, per una maggiore capacità di frenata e un migliore raffreddamento e soddisfano tutte le regolamentazioni di sicurezza. Costituiscono, in pratica, un pacchetto completo pronto da installare sui mezzi. Il portfolio di assali Oerlikon Graziano per macchine livellatrici vanta oggi cinque diversi modelli ed è in grado di soddisfare i requisiti di mezzi da 7,8 a 20,5 t di peso operativo. Tutti i modelli sono in produzione da diversi anni per i principali produttori leader nel settore. I riduttori Torque-Hub® della serie CT (CT65, CT90 e CT130), invece, garantiscono coppie massime in uscita di 65.000, 90.000 o 130.000 Nm e una scelta di rapporti di riduzione che va da 70:1 147:1. Commercio Italia Giugno 2013

57


Componenti

Oerlikon Drive Systems ha esposto al Bauma 2013 le sue soluzioni a tecnologia avanzata per tutti i tipi di applicazioni meccaniche nel settore industriale e delle costruzioni

Queste soluzioni estendono la gamma di riduttori prodotti da Oerlikon Fairfield disponibili sul mercato, a copertura di applicazioni più grandi come escavatori, trivellatrici, gru, applicazioni off-highway, costruzioni ed estrazione. Molto interesse ha poi riscosso la nuova famiglia di prodotti Shifting Solutions™: con più di 20 milioni di sincronizzatori prodotti nell’arco di 30 anni per trattori agricoli, macchine movimento terra, autovetture e camion, Oerlikon Graziano – leader mondiale nella produzione di sincronizzatori per applicazioni agricole con una gamma di prodotti completa da 62 a 170 mm di diametro, che comprende soluzioni a singolo, doppio e triplo cono - ha esposto la summa della sua esperienza nella progettazione, sviluppo test e produzione di gruppi frizione Powershift, studiati su specifiche richieste del cliente e assemblati su trasmissioni del mondo agricolo, industriale e trasporto su strada, in grado di incrementare ulteriormente prestazioni ed efficienza riducendo i costi d’esercizio”. Per quanto riguarda questa novità: di cosa si tratta in particolare e da che esigenza è nata la sua ideazione? “Questa famiglia di prodotti nasce all’interno del vasto patrimo58

Commercio Italia Giugno 2013

tions™, infatti, offrono ai produttori di veicoli la possibilità di un sistema di trasmissione completo progettato e prodotto specificatamente per la loro applicazione. Certo, ci saranno sempre clienti che richiedono soluzioni standard a un prezzo conveniente (e noi continueremo a sostenerli), ma per molti altri la soluzione migliore è quella di produrre un design

Oerlikon Graziano ha lanciato la nuova famiglia di prodotti “Shifting Solutions” al Bauma 2013

nio Oerlikon Graziano, che dura da tre decenni: dalla progettazione del suo primo sincronizzatore, nel 1983, l’azienda ha prodotto oltre 20 milioni di unità, mentre l’attuale produzione è di oltre 1 milione di pezzi/anno. La storia dell’azienda, per quanto riguarda le frizioni Powershift, è altrettanto forte, dopo che ha introdotto la tecnologia ‘saldatura a fascio di elettronico (EBW)’ negli anni Ottanta. Oggi, in particolare, il sistema di cambiata - sia con powershift che con sincronizzatori è al centro di qualsiasi nuova trasmissione: con la progettazione e fornitura di gruppi ottimizzati per ogni nuova applicazione aiutiamo i nostri clienti a produrre prodotti più competitivi. Le Shifting Solu-

su misura, per ottenere un risultato ottimale (integrato nel concetto totale di trasmissione) e per eliminare i compromessi”. Tra l’altro, per fornire un progetto completo Oerlikon Graziano utilizza strumenti di analisi all’avanguardia tecnologica, come il metodo FEM (Finite Element Methods), per modellare forza, durezza e gradienti di temperatura durante la fase di progettazione… “Gli ambienti di prova includono piattaforme verticali e orizzontali, prove di fatica, camera climatica, test su veicolo per valutare rumorosità, comfort e cambiata, in modo che ogni nuovo progetto possa essere completamente


sviluppato e validato all’interno dell’azienda. La nostra capacità di progettazione è completata anche da investimenti nelle più recenti tecnologie di produzione e metodo: con la realizzazione di frizioni Powershift tramite laser e tecnologia EBW anche le geometrie più complesse possono essere fabbricate in modo robusto ed economico. La capacità produttiva si combina poi con sofisticate e complete tecnologie di controllo della qualità, ad esempio la possibilità di ispezionare al 100% le saldature tramite tecnologie a ultrasuoni. Per mantenere il massimo controllo degli standard di qualità, infine, eseguiamo tutte le fasi del processo produttivo, comprese la forgiatura e i trattamenti termici. Le ultime novità introdotte sul mercato sono rappresenta-

I riduttori Torque-Hub estendono la gamma di riduttori prodotti dall’azienda, a copertura di applicazioni su grandi macchine movimento terra e da sollevamento

te, in particolare, dai nuovi sincronizzatori Long Life, caratterizzati da un nuovo sistema di attivazione interno e in grado di combinare lunga durata ed elevate presta-

zioni e un nuovo servosincronizzatore: concepito appositamente per le trasmissioni del settore autocarri e off-highway, il nuovo prodotto utilizza appositi dispositivi interni che garantiscono un effetto auto-energizzante e permettono di incrementare l’efficienza. La performance di cambiata è migliore rispetto a una soluzione singolo cono, comparabile a un doppio cono, ma con costi più bassi a parità d’ingombri. Il nostro team di ingegneri lavora strettamente a contatto del cliente fin dall’inizio del progetto, fornendo supporto on-site per contribuire a una rapida attuazione dell’intero programma; abbiamo solo bisogno di capire l’applicazione su cui sarà montata la trasmissione e poi ci prendiamo cura noi di tutto il resto!”. 

Via E. Torricelli 4 - 41013 Castelfranco Emilia (Modena) - ITALY - Phone +39 059 923110 - Fax +39 059 920378 - info@negrini.org

Commercio Italia Giugno 2013

59


www.smopyc.es SALÓN INTERNACIONAL DE MAQUINARIA DE OBRAS PÚBLICAS, CONSTRUCCIÓN Y MINERÍA INTERNATIONAL SHOW OF PUBLIC WORKS, CONSTRUCTION AND MINING MACHINERY 1-5 ABRIL/APRIL ZARAGOZA (ESPAÑA/SPAIN)

SCI Editrice è presente


Tecnologie IN.CO.FIN

Brofil vuol dire “salute”! Il benessere di chi lavora in aree contaminate è garantito oggi da un efficace “Prodotto Sistema” che crea un ambiente salubre e sicuro all’interno delle cabine delle macchine operatrici. Molteplici i vantaggi derivanti da questa soluzione, proposta in Italia dall’azienda di Origgio (Va) [ di Pietro Gabrielli ]

62

Commercio Italia Giugno 2013

I

l sistema olandese di filtrazione e pressurizzazione per cabine Brofil è assai noto sul mercato europeo, dove viene installato da oltre 30 anni su una moltitudine di macchine operatrici destinate a svariate applicazioni. Tra queste: decontaminazioni eseguite con macchinari di movimento terra operanti su terreni inquinati; demolizioni in presenza di amianto, polveri e altri elementi contaminati; industrie chimiche e applicazioni speciali in ambienti confinati; estrazioni minerarie, con la movimentazioni e il carico di prodotti in

presenza di polveri sottili; agricoltura, dove c’è il rischio di inalazioni di prodotti fitosanitari; trattamenti di rifiuti con compattatori mobili, dove solitamente si manifesta il rilascio di metano e acido solfidrico; compostaggio alle prese con vapori derivanti dalla fermentazione del rifiuto (ad esempio, vapori di ammoniaca). E proprio da quest’ultimo comparto è giunta una (recente) richiesta a IN.CO.FIN, la società di Origgio (Va) che distribuisce sul territorio nazionale il sistema, presentato in Italia in occasione delle ultime edi-


Un sistema B10 è stato installato con successo su una pala Volvo L70D di Romagna Compost, società del gruppo Hera che si occupa della gestione di un impianto di compostaggio per il trattamento dei rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata

zioni di Ecomondo ed Eima. È stata Romagna Compost - società di Cesena appartenente al gruppo Herambiente (leader italiano nel recupero, trattamento e smaltimento rifiuti, appartenente a sua volta al Gruppo Hera) che dal 2001 si occupa della gestione di un impianto di compostaggio e digestione anaerobica per il trattamento dei rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata - a voler testare il modello Brofil B10 su una sua pala gommata Volvo L70D. I primi rilevamenti effettuati dall’impresa, in accordo con IN.CO.FIN, hanno dato esito positivo. Le peculiarità del sistema Certificati CE e conformi alle scritture CROW 132 (legislazione che obbliga i proprietari di macchine

operatrici di dotare le relative cabine con adeguati sistemi di filtrazione e pressurizzazione), i prodotti Brofil sono proposti in cinque versioni: B10 (il modello installato sulla pala Volvo di Romagna Compost), B10 Compact, B10 Super Compact, B20 Compact e B30 Compact. Questi modelli si differenziano per le dimensioni e per la capacità filtrante: la scelta della versione più idonea, quindi, dipende dal tipo di mezzo su cui l’attrezzatura deve essere montata e dalla gravosità dell’ambiente in cui esso andrà a operare. Tutto ciò per garantire all’utilizzatore finale una soluzione “su misura”. Li accomunano, oltre al telaio in acciaio inox AISI 304, l’efficienza, la potenzialità e la potenza di pressurizzazione, nonché l’effica-

cia dei filtri in essi presenti. In particolare parliamo dei filtri polvere, che fungono da “setacci” e sono in grado di garantire una filtrazione assoluta, con l’abbattimento del 98% delle polveri (la densità del setto è scelta in base alla dimensione delle particelle di polvere, da P1 a P3), e dei filtri a carboni attivi (i sistemi Brofil sono generalmente forniti con filtri di tipo A, classe 2, secondo la norma EN141, adatti per l’inquinamento organico da gas e idrocarburi), che lavorano come magneti attirando le molecole e legando i contaminanti ai carboni attivi tramite legante chimico. Ma anche altre tipologie di filtro, per gas più specifici (ad esempio, ammoniaca, acido solfidrico e mercurio), sono comunque disponibili su richiesta. Commercio Italia Giugno 2013

63


Tecnologie

L’aria contaminata passa attraverso i filtri del sistema Brofil, che trattiene vapori e particelle dannose prima che s’introducano nella cabina

Filtrazione e idropneumatica Nata nel 1981 nel settore della filtrazione motoristica, l’azienda di Origgio (Va) ha sviluppato e incrementato nel tempo la propria offerta estendendo il proprio raggio di azione a tutte le applicazioni industriali e nautiche e veicolari (movimento terra, agricolo, auto motive), arricchendo costantemente la propria gamma con filtri avvitabili e a immersione per le più diverse applicazioni: olio, olio idraulico, aria, separatori aria-olio, depolverizzatori, filtri per colonnine di carburante, per compressori, eccetera. L’azienda, inoltre, si è specializzata nel settore dell’idropneumatica. L’esperienza maturata nel corso degli anni ha portato la società a un altissimo livello di efficienza, conoscenza tecnica e qualità di servizio e a divenire distributore di numerosi marchi di assoluto rilievo. 64

Commercio Italia Giugno 2013

Il principio di funzionamento Le operazioni preliminari, che sono quelle che in pratica hanno caratterizzato anche l’installazione sulla pala gommata Volvo L70D di Romagna Compost, prevedono l’attenta ispezione della cabina oggetto dell’intervento, la sigillatura di eventuali fessure e/o la sostituzione di guarnizioni non più idonee, al fine di garantire al suo interno un microclima in sovra-pressione rispetto all’ambiente atmosferico e assicurare un ambiente protetto sia all’operatore che ai dispositivi elettronici in essa presenti. Il sistema viene poi installato tramite specifiche staffe sopra il tettuccio - o dove la macchina lo permette - e collegato alla prese d’aria: in tal modo, l’aria contaminata passa solo attraverso i filtri del sistema Brofil, che trattiene vapori e particelle dannose prima che s’introducano nella cabina (la pressurizzazione previene l’infiltrazione d’inquinamento dall’esterno). Tutte le unità, inoltre, sono equipaggiate con un sistema automatico di controllo della pressione che determina, controlla e ottimizza la qualità dell’aria in cabina. Il dispositivo (A.O.C.) accende automaticamente il sistema all’avvio del veicolo e, contemporaneamente, controlla la presenza dei filtri nell’unità; l’unità di pressurizzazione è equipaggiata con un rilevatore di PPM che individua la presenza di gas nocivi (in opzione, al rilevatore PPM può essere collegato un allarme luminoso, posto sopra la cabina). Tutto ciò è avvenuto a Cesena, dunque, dove la pala gommata


Il sistema di filtrazione e pressurizzazione Brofil. È disponibile in cinque versioni e include un filtro standard, un filtro polvere P1 e un filtro a carboni attivi

L70D così equipaggiata è stata immediatamente testata “sul campo. Nella fattispecie, Romagna Compost aveva richiesto un abbattimento del 90% dei vapori d’ammoniaca presenti in cabina: come già accennato, i primi risultati hanno avuto esito positivo, a dimostrazione della qualità del sistema.

Ora che il primo passo è stato fatto e che gli operatori del settore del compostaggio (ma non solo) hanno avuto la possibilità di osservare dall’esterno i risultati di questa prima applicazione non resta che aspettare quella che certamente sarà una diffusione sempre maggiore di questo prodotto, che potrà far lavorare in modo assai più

sereno gli operatori in aree nocive e pericolose.  

INFO

Specializzati nella ricerca e nella fornitura dei ricambi di macchine movimento terra delle più svariate marche, offriamo anche la possibilità di trovare particolari d’occasione e di smontaggio. t Ricambi di usura (lame, denti, capsule) t Catene, suole, rulli, ruote motrici di ogni marca di cingolati e di miniescavatori t Cingoli in gomma per miniescavatori, sovrapattini in gomma per suola t Ricambi martelli demolitori idraulici e utensili Inoltre disponiamo presso il nostro magazzino di una pressa per smontaggio e rimontaggio cingoli.

Centro Ricambi Varesino srl 21045 Gazzada Schianno (VA) Tel. 0332 464201 Fax 0332 463136 E-mail: crv@centroricambivaresino.it www.centroricambivaresino.it

Commercio Italia Giugno 2013

65


35th international trade fair for BUILDING MACHINES BOOK NOW AND GET A 5 ST R TREATMENT

LASTES PLAC

MATEXPO 2013 is promising to be a bumper edition of the show. And as usual, the organisers are pulling out all the stops to make the services it provides to all exhibitors as cutting edge and smooth as possible. We would be delighted to book a stand for you and welcome you as an exhibitor at this highly important international trade show.

FIND OUT ABOUT OUR

SCI Editrice è presente

customised services FOR EXHIBITORS AT 4 > 8 SEPTEMBER 2013 | KORTRIJK XPO | BELGIUM

International trade show for machinery, technology and equipment for the construction industry, road-building, manufacturing, recycling and public works.

501026_AD_exposanten A4 eng.indd 1

501026 - www.modulo.be

WWW.MATEXPO.COM

7/12/12 14:29


STAMPI + CALCESTRUZZO = BLOCCHI DI CALCESTRUZZO SENZA FINE !!

STAMPI PER

PRODOTTO FINALE

BLOCCHI DI CALCESTRUZZO

160 x 80 x 80 � 1.475,-

160 x 80 x 40 � 1.150,-

180 x 60 x 60 � 1.275,-

160 x 40 x 80 � 990,-

150 x 60 x 60 � 1.125,-

160 x 40 x 40 � 940,-

STAMPI PER PIASTRE DI CALCESTRUZZO 200 x 200 x 16 � 895,-

PINZA GRU

ACCESSORIO PER CARELLO

� 1.850,-

E L E V A T O R E � 350,-

WWW.BETONBLOCK.COM Noordervaart 52 1841 HA Stompetoren Olanda info@betonblock.com

M +39 (0)33 14 62 97 60 T +31 (0)72 503 93 40 F +31 (0)72 503 92 61


RICAMBI Spare parts Valuepart Europe

Un progetto internazionale

Forte di una consolidata presenza sul mercato della componentistica per sottocarri, l’azienda punta oggi a potenziare il segmento della miscellanea. Parti di ricambio per motori, trasmissioni, pompe e filtri che garantiscono, anche in quest’area merceologica, gli standard qualitativi del Gruppo

ENGLISH TEXT

[ di/by Roberto Negri ]

68

H

a sempre creduto nei valori della qualità, dell’innovazione e del servizio. Investendo importanti risorse in tecnologie, professionalità e nuovi progetti, con la lungimiranza di chi, forte della solidità della propria struttura, coglie anche nelle fasi più dif-

Valuepart Europe

An international project With a long-established presence in the market of components for undercarriages, the company now aims to boost the segment of miscellany. Spare parts for engines, transmissions, pumps and filters that can ensure the Group’s quality standards, even in this area of goods. The Group has always believed in the values of ​​ quality, innovation and service. By investing significant resources in technology, professionalism and new projects, with the foresight of those

Commercio Italia Giugno 2013

ficili un’opportunità di crescita. Una filosofia, questa, su cui l’azienda di Castelvetro (Modena) ha puntato con decisione - e proprio in questi mesi potenziato - attraverso una strategia che mira ad ampliare la sua presenza a livello internazionale in un segmento di mercato dal grande potenziale come quello

who, thanks to the solidity of their own structure, seize an opportunity to grow even in the most difficult periods. This kind of philosophy, on which the company in Castelvetro (Modena) has focused firmly - and in these months enhanced - through a strategy which aims to expand its international presence in a market segment with great potential as that of spare parts suitable for Caterpillar and Komatsu machines. Andrea Passini, director of the Group and Carlo Liazza, Head of Miscellaneous Sales at Valuepart Europe describe these developments. Passini says: “After consolidating the leadership of Valuepart and the VTRACK logo in the production of undercarriage parts in recent years - both OEM (with some leading brands such as John Deere, Hitachi, etc.) and aftermarket - worldwide, the Group has launched a new project in recent months, with an ambitious goal: to become the reference brand on an international scale in the segment of miscellany, the technical definition of which includes all components outside


dei ricambi adattabili per macchine Caterpillar e Komatsu. A raccontarci questi sviluppi sono Andrea Passini, direttore del Gruppo, e Carlo Liazza, responsabile Vendite Miscellanea di Valuepart Europe. Dice Passini: “Dopo aver consolidato negli ultimi anni la leadership

to a livello internazionale anche nel segmento della miscellanea, definizione tecnica che comprende tutta la componentistica al di fuori del sottocarro e delle parti di usura tradizionalmente prodotte”. Prosegue Liazza: “Si tratta di una quota di mercato dal potenziale

di Valuepart e del logo VTRACK nella produzione di parti sottocarro - sia OEM (con alcuni primari marchi, quali John Deere, Hitachi, eccetera) che aftermarket - in tutto il mondo, il Gruppo ha varato in questi mesi un nuovo progetto, caratterizzato da un obiettivo ambizioso: divenire il marchio di riferimen-

enorme, che comprende ricambistica di alta tecnologia per motori, trasmissioni, pompe idrauliche, filtri, parti in gomma per telai, ingranaggi, eccetera. In breve, tutto ciò che serve alla manutenzione e riparazione delle macchine Caterpillar e Komatsu. Già da alcuni anni Valuepart era presente

undercarriage and traditionally produced spare parts”. Liazza continues: “This is a huge potential market share which includes spare parts for high-tech engines, transmissions, hydraulic pumps, filters, rubber parts for chassis, gears, and so on. In short, everything you need for Caterpillar and Komatsu machinery maintenance and repairs. Valuepart has already been present in this product segment for a few years, having developed a manufacturing plant in Turkey; this structure has been recently expanded and enhanced by significant investments in terms of equipment, software and competent technical staff. This base provides coverage in terms of strategy, logistics and distribution in neighbouring markets, Europe, North Africa, as well as a continuous flow to the United States, where the VTRACK brand can already count on a consolidated leadership in the undercarriage market. Leadership supported by decades of collaborations with some of the biggest brands in the world (John Deere in particular) and the business continues to expand, thanks to a staff with advanced experience, gained in all world markets. And to continue the development and

in questo segmento merceologico, avendo sviluppato uno stabilimento di produzione in Turchia; struttura recentemente ampliata e potenziata da importanti investimenti a livello di macchinari, software e personale di competenza tecnica specifica. Questa base garantisce una copertura distributiva logistica strategica sui mercati limitrofi, l’Europa, il Nord Africa, nonché un flusso continuo verso gli Stati Uniti, dove il marchio VTRACK può già contare su una consolidata leadership anche nel mercato del sottocarro. Leadership supportata da collaborazioni decennali con alcuni dei più grandi marchi al mondo (John Deere in primis) e in continua espansione, grazie a uno staff di elevata esperienza, maturata su tutti i mercati mondiali. E per proseguire lo sviluppo e la visibilità del nostro logo VTRACK, i recenti investimenti hanno permesso di ampliare la produzione di componentistica adattabile per mezzi Caterpillar e Komatsu a oltre 19.000 ‘part number’ su un totale di oltre 52.000 articoli gestiti dal Gruppo, garantendoci la possibilità di sostenere il mercato con una copertura totale delle esigenze della clientela. La filosofia che guida il progetto re-

visibility of our VTRACK logo, recent investments have allowed us to expand the production of components adaptable to Caterpillar and Komatsu machines to over 19,000 out of a total of more than 52,000 items managed by the Group, providing us with the ability to support the market with the total coverage of customer needs. The philosophy behind the project is based on the consolidation of the standards of professionalism and expertise that have always characterised the Group’s history. In other words, the goal is to transfer the values that, ​​for more than 40 years, have allowed us to build an image of reliability, quality and service throughout the world, including the segment of miscellany”. State of the art Today Valuepart can rely on a structured presence in the world, starting from a central logistics hub in Dallas entrusted with the coordination of 11 warehouses across North America, one of the largest stocks of spare parts in the world, along with bases in Italy, France, Germany, Poland, Brazil and Australia.

Commercio Italia Giugno 2013

69


RICAMBI Spare parts sta basata sul consolidamento degli standard di serietà e competenza che hanno da sempre caratterizzato la storia del Gruppo. In altre parole, l’obiettivo è trasferire i valori che in oltre 40 anni di lavoro ci hanno permesso di costruire un’immagine di affidabilità, qualità e servizio in tutto il mondo anche al segmento della miscellanea”. Lo stato dell’arte Oggi Valuepart può contare su una presenza strutturata a livello mondiale, partendo da un hub logistico centrale a Dallas cui è affidato il coordinamento di 11 magazzini distribuiti in Nord America e che è uno dei più grandi stock di ricambi al mondo, cui s’affiancano le basi presenti in Italia, Francia, Germania, Polonia, Brasile e Australia. “Uno dei nostri obiettivi - prosegue Carlo Liazza - è implementare il coordinamento tra le strutture distributive presenti in tutto il mondo,

ENGLISH TEXT

INFO

70

in modo da consolidare la presenza del logo VTRACK su tutti i mercati. Mercati che, peraltro, stanno manifestando un’ottima ricettività a questo messaggio: la solidità del Gruppo, la qualità del nome Valuepart e del prodotto VTRACK, così come la flessibilità dei servizi offerti, sono valori riconosciuti e una garanzia non solo per i clienti finali, ma anche per i distributori partner, che non a caso hanno deciso di seguire con entusiasmo la nostra strategia di potenziamento del mercato della miscellanea con importanti investimenti”. Altro obiettivo del progetto è l’aumento del livello di fidelizzazione dei clienti chiave. “Chi ha imparato a conoscerci grazie alla nostra gamma di soluzioni per sottocarro - racconta Liazza - sa di poter contare su prodotti affidabili, di alta qualità e un dinamismo elevato. Il messaggio che vogliamo sottolineare ai nostri partner è che pos-

“One of our goals - says Carlo Liazza - is to implement coordination between the distribution facilities located throughout the world, so as to consolidate the presence of the VTRACK logo in all markets. Markets which are also showing great receptivity to this message: the solidity of the Group, the quality of the Valuepart name and VTRACK product as well as the flexibility of services offered, are recognised values ​​and a guarantee not only for end users, but also for distribution partners who, not by chance, have decided to follow our strategy with enthusiasm to expand the miscellany market with major investments”. Another objective of the project is to increase the level of loyalty of key customers. “Those who have gotten to know us thanks to our range of solutions for undercarriages - says Liazza - know they can count on reliable and high quality products and high dynamism. The message that we want to emphasise to our partners is that they can find these same

Commercio Italia Giugno 2013

sono trovare questi stessi standard qualitativi in tutta la nostra gamma di componentistica. In altre parole, siamo in grado di supportare le necessità dei nostri clienti offrendo sensibili vantaggi non solo sulla convenienza del prodotto ma anche dal punto di vista dell’ottimizzazione della gestione delle forniture. Inoltre, il nostro grado di dinamicità e flessibilità ci permette di sviluppare rapidamente tutte le soluzioni possibili richieste ogni giorno dai differenti mercati e clientele”. La realtà con cui il Gruppo sta perseguendo questa strategia è testimoniata dagli ambiziosi obiettivi numerici fissati dal management: ”Per i primi 12 mesi del 2013 conclude Liazza - abbiamo stimato un ritorno diretto di quest’operazione quantificabile in un aumento di fatturato della miscellanea di alcuni punti percentuali in un momento congiunturale non favorevole dell’economia mondiale. Un target ambizioso, ma avvalorato dalla collaborazione e l’entusiasmo profusi dai nostri distributori internazionali e da un potenziamento della copertura commerciale di diversi mercati emergenti. Elementi che rendono questo obiettivo alla nostra portata!”. 

standards of quality in all our range of components. In other words, we are able to support the needs of our clients offering significant advantages not only in terms of product convenience but also from the point of view of optimising the management of supplies. In addition, our extent of dynamism and flexibility allows us to rapidly develop all possible solutions requested every day from different markets and clients”. The reality with which the Group is pursuing this strategy is demonstrated by the ambitious numerical targets set by management: ”For the first 12 months of 2013 - concludes Liazza - we have estimated a direct return from this operation as seen from an increase in sales of miscellany by a few percentage points at an unfavourable time in world economy. An ambitious target but corroborated by the collaboration and enthusiasm of our international distributors and a strengthening of the sales coverage of several emerging markets. Elements that put this goal within our reach!”.  


Assistenza Liebherr

Recupero = risparmio di risorse In occasione dello scorso Bauma la Casa tedesca ha presentato una proposta potenziata di programma “Reman” per componenti fino a tre livelli di recupero personalizzati. Oltre allo sviluppo di lubrificanti e liquidi di esercizio innovativi ed efficienti. Vediamo i dettagli di queste nuove proposte [ di Mauro Rancati ] 72

Commercio Italia Giugno 2013

A

seconda della tipologia, del numero di anni, del valore residuo e dell’eventuale tempo d’inattività di una macchina ora si può scegliere tra un componente sostitutivo pari al nuovo, cun omponente revisionato o la riparazione dello stesso: il tutto a condizioni economiche vantaggiose per il cliente, che non deve rinunciare alla garanzia di qualità. Questo il concetto della proposta potenziata di programma “Reman” evidenziato da Liebherr al Bauma 2013, dove la gestione viene quindi decentralizzata e affidata al concessionario di competenza e al partner dell’assistenza di zona.

Per fornire una visione della gamma di prestazioni nel settore “Reman”, in occasione del Bauma di quest’anno Liebherr ha mostrato - nell’area all’aperto - uno spaccato prima/dopo di un motore diesel V8, nonché i cicli di rigenerazione di un motore idraulico e di un ammortizzatore. Da oltre 10 anni Liebherr ha dato vita a un programma di “Remanufacturing” (recupero) di componenti. Il centro di competenze “Reman” si trova a Ettlingen (Germania), dove si recuperano i componenti usati delle macchine da costruzione e dei caricatori industriali, degli apparecchi da estrazione, delle autogrù e delle gru marittime. In altri punti dislocati in tutto il mondo, poi, sono


disponibili varianti del programma “Reman”, conformemente alle necessità locali. Attualmente il programma include, oltre ai motori diesel, anche i cilindri, le pompe e i motori idraulici, le trasmissioni e i riduttori, così come i verricelli, i ripartitori di coppia pompa e gli assali. Rispetto alla produzione di un pezzo nuovo, il programma “Reman” consente di risparmiare in media quasi il 70% di energia, potendo riutilizzare fino al 75% del materiale esistente. Si risparmiano così risorse preziose, riducendo sensibilmente l’impatto ambientale. Le fasi di recupero in sintesi Nel caso del primo livello di recupero “Componente sostitutivo” il cliente riceve un componente da scambiare con il pezzo usato. Questo componente corrisponde al più moderno standard tecnico, è realizzato con la stessa qualità di un pezzo nuovo e ha la medesima garanzia. Con un ordine preventivo, il tempo d’inattività della macchina è, in teoria, inferiore alle 24 ore, poiché il componente usato viene smontato solo dopo che è stato fornito il pezzo sostitutivo. Questo livello di recupero è utile in caso di un elevato valore residuo della macchina e nei casi in cui l’inattività della macchina implicherebbe costi eccessivi. Per i componenti usati e restituiti a Liebherr, i clienti ottengono un rimborso rilevante. Prima di tutto vengono informati del prezzo di listino del componente sostitutivo, così da poter valutare questo tipo di manutenzione. Una volta restituito a Liebherr, il componente usato viene smonta-

to completamente e le parti soggette a usura vengono smaltite. I singoli pezzi potenzialmente riutilizzabili vengono sverniciati, puliti e valutati secondo le più rigide direttive; con l’aiuto di misurazioni di tolleranza meccaniche e di controlli d’incrinatura si rileva poi l’idoneità di ogni pezzo a essere recuperato. Successivamente, con il supporto di procedure industriali di lavorazione, il componente viene recuperato pari al nuovo per un impiego futuro. Infine, l’intero componente viene collaudato utilizzando lo stesso verbale di controllo valido per i pezzi nuovi. In tal modo, prima della fornitura, ogni componente sostitutivo soddisferà gli stessi standard del pezzo nuovo del produttore originale.

La riparazione Con questo livello di recupero, in caso di necessità si procede innanzitutto con l’identificazione dei pezzi danneggiati del componente per essere poi riparati a regola d’arte. Prima di essere rinviato il componente viene testato secondo criteri di collaudo, ricevendo poi una garanzia completa. Lubrificanti per macchine operatrici Come produttore di riferimento di macchine operatrici il costruttore tedesco si è occupato, negli anni passati, anche dello sviluppo di lubrificanti e liquidi di esercizio innovativi ed efficienti. Dal 2007 tutte le macchine movimento terra e quelle industriali sono dotate di serie di refrigeranti Liebherr e

Liebherr ha mostrato al Bauma uno spaccato prima/dopo di un motore diesel V8, nonché i cicli di rigenerazione di un motore idraulico e di un ammortizzatore

Il componente revisionato A differenza del componente sostitutivo, il livello di recupero del pezzo revisionato viene realizzato sul componente del cliente. Esso viene completamente smontato e pulito nella sede di Ettlingen; tutti i componenti soggetti a usura e i pezzi eventualmente danneggiati vengono sostituiti; successivamente il componente viene rimontato allo stato tecnico originale, riverniciato, controllato secondo gli standard del produttore originale e dotato di una garanzia estesa.

di lubrificanti di produzione propria per motore, impianto idraulico, trasmissione e assali. I lubrificanti Liebherr sono stati sviluppati per i relativi segmenti applicativi e per le richieste delle proprie macchine; vengono inoltre testati e autorizzati in collaborazione con i dipartimenti tecnici degli stabilimenti produttori. Da una parte, ciò serve ad aumentare la durata dei componenti e incrementare le prestazioni del mezzo; dall’altra, anche i requisiti ecologici vengono soddisfatti. Di conCommercio Italia Giugno 2013

73


Assistenza lubrificanti per l’impianto idraulico di tutte le macchine operatrici. In tal modo gli operatori possono ricorrere a lubrificanti sempre di alta qualità anche in caso di un avviamento a freddo a temperature fino a -50°C o a +55°C.

Dal 2007 tutte le macchine movimento terra e quelle industriali sono dotate di serie di refrigeranti Liebherr e di lubrificanti di produzione propria per motore, impianto idraulico, trasmissione e assali

seguenza, minori costi energetici - nonché una minore necessità di pezzi di ricambio - contribuiscono al risparmio di materie prime. Liebherr, dunque, propone lubrificanti e liquidi d’esercizio costantemente monitorati per garantire la loro compatibilità con le parti e i componenti delle proprie macchine. Un esempio è rappresentato dai motori diesel ottimizzati tenendo conto dei valori limite di emissione aumentati con il proprio sistema di trattamento finale dei gas di scarico. Questi gruppi richiedono oli motore adeguati con un basso contenuto di cenere solfatata e senza additivi o ingredienti che potrebbero danneggiare il catalizzatore. Includendo il componente olio motore nello sviluppo complessivo del prodotto si possono evitare modifiche tecnologiche dell’olio motore fino al 2014. Effetti sinergici tra lubrificanti e mezzi di esercizio e altri componenti si possono raggiungere anche nelle altre categorie di lubrificanti come, ad esempio, oli idraulici o per cambi. I lubrificanti come elementi costruttivi In termini di componentistica e tecnica di comando per macchi74

Commercio Italia Giugno 2013

ne operatrici, si verifica un rapido sviluppo tecnologico verso un design sempre più compatto, unito a crescenti richieste di prestazioni anche in condizioni di utilizzo e di funzionamento estreme. La riduzione delle quantità d’olio, il prolungamento degli intervalli di sostituzione dell’olio stesso e i riempimenti in base alla durata - nonché la riduzione delle emissioni dei gas di scarico - sono un punto fermo nella costruzione delle macchine operatrici. I lubrificanti devono adattarsi continuamente agli sviluppi dei componenti e di tutti gli elementi costruttivi delle macchine Liebherr. L’utilizzo di un liquido o di un grasso non idoneo può portare alla perdita di efficienza o, addirittura, a danni. Perciò Liebherr analizza nel dettaglio le caratteristiche di lubrificanti e mezzi d’esercizio per ottenere prestazioni maggiori e garantirle nel tempo. Nello sviluppo dei propri lubrificanti l’azienda tedesca pone particolare attenzione agli effetti sinergici tra i diversi additivi, gli oli di base e i componenti. Controllando le caratteristiche qualitative di lubrificanti e liquidi di esercizio, Liebherr è anche in grado di offrire una tecnologia standard di

Effetti sui costi dei lubrificanti Poiché la richiesta di olio e lubrificante e delle analisi dell’olio rappresentano solo l’1% dei costi per il ciclo vitale di una macchina operatrice, le possibilità di risparmio diretto sono molto basse. Tuttavia i lubrificanti hanno un notevole influsso sulle aree soggette ad alti costi e sul consumo di carburante, sulla sostituzione preventiva dei pezzi di ricambio e sui costi per la manutenzione e l’assistenza. Il carburante diesel da solo rappresenta il 27% dei costi generali di una macchina operatrice. In un test indipendente con un escavatore gommato con il sistema idraulico Plus di Liebherr si potrebbe calcolare un risparmio in termini di carburante dovuto al lubrificante fino al 4,8% rispetto a un prodotto a base di olio minerale. Questo potenziale di risparmio supera la richiesta complessiva di olio e lubrificante. I lubrificanti e i liquidi d’esercizio realizzati da Liebherr garantiscono, inoltre, una lunga durata, mantenendo allo stesso tempo le migliori prestazioni possibili. Il loro impiego, in combinazione a controlli periodici e al corretto utilizzo del mezzo, rende possibili anche intervalli maggiori per la sostituzione dell’olio. Utilizzando, inoltre, un filtro a portata parziale Liebherr, questi ultimi possono essere ulteriormente prolungati.


Oli idraulici Gli oli idraulici Liebherr rappresentano un importante contributo alle prestazioni e all’economicità delle macchine e presentano pochi problemi tecnici in caso di miscelazione indesiderata. Analizzando il ciclo di vita si sono riscontrati chiari vantaggi ecologici ed economici di un olio idraulico a base di polialfaolefine rispetto a uno minerale e a un prodotto a base di estere. Gli oli idraulici LH Hydraulic Plus e LH Hydraulic Plus Arctic a base di polialfaolefine concentrano due applicazioni in un unico liquido. Grazie alla biodegradabilità dimostrata pari almeno all’80% in 21 giorni secondo CEC-L-103-12 e agli ulteriori risultati di indagine rilevanti dal punto di visto ambientale, questi oli risultano adatti anche per essere utilizzati in aree sensibili a livello ambientale. Inoltre, la cura dell’olio effettuata da personale specializzato prolunga gli intervalli per il cambio dell’olio, che possono essere ulteriormente estesi utilizzando un filtro a portata parziale. Grassi lubrificanti Il grasso universale Liebherr 9900 è stato sviluppato per l’impiego molteplice nella lubrificazione di pressoché tutti i componenti delle macchine operatrici (ad esempio, cuscinetti volventi per la rotazione della torretta, perni, corone dentate, assi, viti). Un’elevata aderenza e forza di saldatura del test delle quattro sfere (>6.000 N), nonché una percentuale di lubrificante solido, ne completano le caratteristiche. Il prodotto è dotato di una protezione contro la corrosione altamente efficace in fase vapore, in grado di proteggere dalla corrosione in maniera eccellente anche in presenza di vuoti.

Oli motore Liebherr rispetta i maggiori standard sulle emissioni per i propulsori diesel con la gamma di motori di propria progettazione dotati delle nuove tecnologie per l’iniezione Common Rail e dei diversi sistemi di post-trattamento, come il filtro antiparticolato diesel, il ricircolo dei gas di scarico e la Selective Catalytic Reduction. In qualità di pro-

attesa dispendiosi, tutte le macchine Liebherr utilizzano i propri filtri idraulici, che mantengono la purezza dell’olio. La necessità di sostituire l’olio è definita soprattutto dallo stato risultante dal grado di utilizzo della macchina. Gli intervalli di sostituzione indicati dal produttore si basano sui valori empirici e non considerano assolutamente il reale invec-

I lubrificanti Liebherr sono stati sviluppati per i relativi segmenti applicativi e per le richieste delle proprie macchine

duttore della macchina, del motore e del sistema di trattamento finale dei gas di scarico, l’azienda è in grado di armonizzare perfettamente tutti i componenti. A questo mosaico di competenze si aggiunge il tassello dell’olio motore 10W40 low ash che, rispetto ai precedenti prodotti utilizzati, garantisce una vita prolungata al filtro antiparticolato, aumentando quindi gli intervalli tra gli interventi di pulizia (fino a 4.500 ore d’esercizio). Gli oli per motore diesel Ultra High Performance “Liebherr Motoroil 10W-40 low ash” e “Liebherr Motoroil 5W-30 low ash” sono già preparati per soddisfare le richieste dei sistemi di trattamento finale dei gas di scarico off-road degli standard sulle emissioni prescritti a partire dal 2014. Per prevenire guasti e tempi di

chiamento dell’olio e la sporcizia. Le regolari analisi dell’olio mostrano lo stato effettivo e possono aiutare, pertanto, a individuare il momento ideale per la sostituzione. Un monitoraggio continuo dello stato del liquido, con il supporto delle relative analisi, semplifica il controllo di motore, trasmissioni, sistema idraulico e materiali di lavorazione. Se i problemi vengono riscontrati precocemente, infatti, si prevengono danni indiretti e, di conseguenza, una prematura sostituzione dell’olio.

INFO

Commercio Italia Giugno 2013

75


VENDITA, NOLEGGIO, OFFICINA RIPARAZIONI. ORA DA NOI PUOI NOLEGGIARE TUTTO!

BOBCAT 443

CASE 721C

CAT 926E

DIECI DEDALUS

FIAT ALLIS AD14B

HITACHI ZX130

FIAT ALLIS AD12B

YANMAR VIO75

LALTESI 221HD

YANMAR ViO35

EUROCOMACH SR180

HYUNDAY R35-7

ANNO 2006

More info:

YANMAR SV17

YANMAR ViO50

YANMAR ViO55

ANNO 2010

ANNO 2010

ANNO 2005


INSERZIONISTI ADVERTISERS Azienda

Provincia

Pagina

Azienda

Provincia

CA

Bologna

24

MINITOP

Torino

Pagina

BETONBLOCK

Olanda

67

MT TIRELLI

Modena

79

CAMO

Modena

43

NEGRINI

Modena

59

CASA DEL TRATTORE

Ravenna

31

PANAROTTO

Verona

26

CENTRO EDILE

Firenze

76

PARENTI

Modena

25

CENTRO RICAMBI VARESINO

Varese

65

PIO PELLACINI

Parma

27

DURANTI

Ravenna

10

PIRANI RICAMBI

Mantova

18

ERMA RTMO

Modena

11

PORELLO COMMERCIALE

Cuneo

5

ESPI

Modena

39

PRESSOIL

Torino

II COPERTINA-16

ETP Europe Tractor Parts

Brescia

III COPERTINA

RECO

Bologna

EUROPARTS

Padova

4-12-21

RMC

Piacenza

FIERA BICES

Cina

8

RPS

Trento

23

FIERA MATEXPO

Belgio

66

SAMEP TOOLS

Torino

COPERTINA

FIERA SMOPYC

Spagna

60

SQ

Lecce

61-80

GB GLOBAL BUSINESS

Vercelli

47

TECNORICAMBI

Torino

36

GIORGIO NOVARA

Torino

3

TFS-TECNO FLUID SERVICE

Salerno

51

HPS

Livorno

55

TRASMITEC

Torino

15

HPS-CENTRO OLEODINAMICA

Salerno

71

UNIVERSAL TRADING

Torino

20

IDROMECCANICA ITALIANA

Bari

14

USCO

Modena

17

IN.CO.FIN

Varese

13

VALUEPART EUROPE

Modena

7

IVECO ORECCHIA

Torino

IV COPERTINA

VOLVO CE ITALIA

Bologna

19

9

22 1-77

Per abbonarsi... To subscribe...

2 0 1 3 Come abbonarsi: gennaio-febbraio 20102010 94 20 PF PF || marzo-aprile

COMMERCIO ITALIA Abbonamento annuo (8 n.)

MT Abbonamento annuo (5 n. in italiano) Abbonamento annuo (8 n. di cui 3 n. in inglese)

RIS Abbonamento annuo (6 n.)

PF Abbonamento annuo (5 n.)

Italia Other countries

€ 40,00 € 70,00

Italia Other countries

€ 40,00 € 60,00 € 70,00

Italia Other countries

€ 38,00 € 70,00

Italia Other countries

€ 36,00 € 70,00

Versamento su c/c postale n° 10988483 intestato a: S.C.I. srl – via Martiri della Libertà, 63 H – 48024 Massalombarda (Ra) – Italy Tel. 0545 97.15.78 – Fax 0545 97.11.87 – E-mail info@scieditrice.com


7JB$PQFSOJDP /0/"/50-" .0 5FM '"9 $FMM XXXNUNBDDIJOFNPWJNFOUPUFSSBJUNBVSPUJ!UJTDBMJOFUJU


CONSEGNA IN TUTTA ITALIA IN 24 ORE



COMMERCIO ITALIA - Giugno 2013