Page 1

1


Indice: 1) Cheating at Texas Hold'Em

pag.3

2) Don

pag.9

3) Trasposizione

pag.15

4) Yin & Yang

pag.21

5) Marlo's Miracle Ace Cutting

pag.26

2


Cheating at Texas Hold'Em Routine: Consiste semplicemente nel servirsi una mano vincente al Texas Hold'Em. Tecniche utilizzate: Break - Aftus Movie - False Cut - False Shuffle - Second Deal Spiegazione: I quattro assi sono faccia in alto sul tavolo. Prendiamo un break a 6 carte sulla cima del mazzo tenuto nella mano sx dorso in alto. Ora la mano destra preleva i quattro assi e li colloca faccia in alto sul mazzo tenuto nella mano sx, e dopo averli appaiati, li riprende in Biddle Position insieme alle 6 carte al break. (Aftus Movie)

3


Qui abbiamo le prime due opzioni: la prima potrebbe essere di avere le 6 carte sottostanti agli assi, tenute con un break al pollice, oppure tenerle senza break! Cosa cambia tra le due opzioni? Credo che cambi la praticità nel proseguire la routine. Dobbiamo girare dorso in alto sul mazzo il primo asso faccia in alto, e per farlo useremo i restanti tre assi con le 6 carte al break sottostanti, tipo paletta. Una volta girato dorso in alto sul mazzo il primo asso, dobbiamo scaricare su di lui le 6 carte tenute al break. Ed ecco proprio in questa fase come la prima delle due opzioni risulterebbe più comoda, perchè permetterebbe di continuare senza stop una volta scaricate le 6 carte al break, di girare gli altri tre assi dorso in alto sul mazzo uno alla volta. Contrariamente, scaricando tutto il mazzetto delle 6 carte unitamente ai 3 assi faccia in alto, su quello già dorso in alto sul mazzo, non avendo il break tra le 6 carte e i 3 assi faccia in alto, ci procuriamo una piccolissima pausa creata nel dover riprendere i 3 assi una volta effettuato lo scarico, interrompendo visivamente la fluidità del movimento di rigirare dorso in alto tutti gli assi. 4


Completato il ribaltamento dorso in alto sul mazzo dei quattro assi, possiamo partire con falsi miscugli e falsi tagli che lascino inalterata la posizione delle prime 15 carte e dico 15 per tenermi largo ma stare sicuro sulla riuscita dell'effetto. Ora dobbiamo eseguire due miscugli americani al tavolo cosÏ come segue: Tagliamo il mazzo a metà e posizioniamo le due metà una di fronte all'altra. Iniziamo il Riffle Shuffle cercando di rimanere con solo due carte nella mano destra, sempre se il mazzetto degli assi è quello gestito dalla mano sinistra. Dobbiamo collocare le due carte rimaste nella mano destra sotto il primo asso del mazzetto di sinistra. Ripetiamo questo miscuglio per la seconda volta finendo sempre con due carte nella mano destra che andremo a depositare questa volta 5


sulla cima del mazzetto nella mano sinistra. Terminato anche questo secondo Riffle Shuffle la situazione è la seguente: dalla cima del mazzo dorso in alto avremo 2 carte qualsiasi e 1 asso, ancora 2 carte qualsiasi e 2 assi, 6 carte qualsiasi e 1 asso.

Siamo praticamente pronti per iniziare una mano di Texas Hold'Em. Prima Mano: Serviamo il primo giocatore: una carta qualsiasi Serviamo il secondo giocatore: una carta qualsiasi Ci serviamo noi : un asso

Seconda mano: Serviamo il primo giocatore: una carta qualsiasi Serviamo il secondo giocatore: una carta qualsiasi 6


Ci serviamo noi : un asso

Terza mano: Facciamo un second deal e mettiamo la carta di scarto dorso in alto sul lato del tavolo e proseguiamo girando faccia in alto 3 carte. Tra queste vi è il terso asso.

Quarta mano: Una carta di scarto dorso in alto sull'altra giĂ scartata e una carta faccia in alto sulle tre girate prima, e risulterĂ  essere una carta qualsiasi.

7


Quinta mano: Una terza carta di scarto ed un'altra carta faccia in alto. Quest'ultima sarĂ il nostro quarto asso che ci permetterĂ  di realizzare il poker di assi.

8


Don Routine: Praticamente è una via di mezzo tra un taglio agli assi dello spettatore ed il ritrovamento di una Royal Flash o scala reale. Tecniche utilizzate: Classic force - Conta al mignolo - Break Switch - Slip Cut - Top Palm Spiegazione: I quattro assi sono faccia in alto sul tavolo. Il resto del mazzo dorso in alto sul tavolo e dalla cima, dall'alto verso il basso abbiamo il 10, il J, la Q ed infine il K di picche e a seguire il resto del mazzo.

Prendiamo il mazzo nella nostra mano sinistra nella posizione di servizio, tagliamo e manteniamo un break al 9


taglio, quindi scorriamo le carte e con una forzatura classica, forziamo il 10 di picche. Naturalmente io nomino una Classic Force, ma si può usare la forzatura che piÚ aggrada. Una volta fatta scegliere la carta dallo spettatore, la estraiamo dal mazzo e senza guardarla la lasciamo dorso in alto sempre in vista sul tavolo.

Prendiamo ora i quattro assi faccia in alto sul tavolo avendo l'accortezza che l'A di picche risulti essere il primo dalla cima girando i quattro assi dorso in alto. Prendiamo un break alle prime 3 carte del mazzo e poggiamo sopra loro i quattro assi faccia in alto. Asportiamo i 4 assi con le tre carte al break (Aftus Movie) e giriamo dorso in alto sul mazzo il primo asso usando il "suo"mazzetto come paletta, e, a seguire, rovesciamo dorso in alto il secondo ed il terzo asso e su quest'ultimo lasciamo cadere sopra il quarto faccia in alto con sotto le tre carte al break. Prendiamo l'A di picche nella mano destra, lo giriamo dorso in alto e lo poggiamo alla destra del tappetino. Proseguiamo l'azione prendendo la prima carta del mazzo e 10


posizionandola dorso in alto sulla nostra sinistra del tappetino e a seguire la seconda e la terza carta dalla cima del mazzo. Il pubblico crede che abbiamo semplicemente mostrato i quattro assi e successivamente posizionati sul tavolo dorso in alto in realtĂ abbiamo messo sul tavolo a partire da sinistra il J di picche, la Q di picche, il K di picche e l'A di picche.

Ora tagliamo a metĂ il mazzo rimasto nella mano sinistra effettuando allo stesso tempo uno Slip Cut cosĂŹ da portare uno dei tre assi dalla cima del mazzo, sulla metĂ  mazzo che 11


andrà in mano allo spettatore. Ora della metà rimasta nelle nostre mani, tagliamo in due parti effettuando ancora uno Slip Cut così da distribuire un asso su ogni metà mazzetto.

Posizioniamo una delle nostre due metà sulla carta dorso in alto sul tappetino alla nostra sinistra. Invitiamo lo spettatore a tagliare a metà il suo mazzetto e a mettere la metà appena tagliata sulla seconda carta dorso in alto da sinistra. Proseguendo noi metteremo l'altra metà mazzetto rimasta in nostro possesso sulla terza carta dorso in alto sul tappetino a seguire delle precedenti, ed in ultimo lo spettatore metterà l'altra sua metà di mazzo rimasta sull'ultima carta dorso in alto rimasta sul tappetino che sarà ovviamente l'A di picche. Cosa è successo, che per effetto degli Slip Cut eseguiti la prima carta di ognuno dei tre mazzetti a partire dalla nostra sinistra sarà ovviamente un asso, per cui facendo un piccolo gesto magico mostriamo come gli assi si siano trasferita in maniera magica da sotto i mazzetti a sopra. La sorpresa, si fa così per dire, quando si girerà la carta dell'ultimo mazzetto, quello 12


sopra l'asso di picche, e si vedrà che ovviamente non è l'ultimo asso.

Ripareremo a tale sbaglio dicendo che se l'asso di picche non è tornato sopra, evidentemente sotto ogni mazzetto ci sarà dell'altro, e così dicendo giriamo faccia in alto tutti e quattro i mazzetti mostrando così 4/5 di scala reale a Picche. Sottolineiamo che per far si che si possa chiamare scala reale, bisognerebbe aggiungere alle 4 carte anche la 5 ossia il 10 di picche. Ritorniamo l'attenzione sulla carta scelta inizialmente dallo spettatore, sempre dorso in alto ed in vista sul tavolo, e girandola faccia in alto mostriamo come essa sia appunto la 5 carta mancante alla nostra Royal Flash, il 10 di picche.

13


14


Trasposizione (un'idea di Mr. Diseau)

Routine: Si fa scegliere e firmare una carta. Questa viene persa e mescolata nel mazzo. Nello stesso mazzo vengono perse in un punto imprecisato due Q nere o rosse che siano. Ammettiamo siano le Q nere, a questo punto allora prenderemo le Q rosse che cattureranno a sandwich tra loro la carta selezionata e firmata, ma successivamente questa scopare dalle Q rosse, per ritrovarsi inspiegabilmente tra le nere al centro del mazzo. Spiegazione: Prendiamo le 4 Q e mettiamole sul tavolo davanti al mazzo di carte. Ora facciamo scegliere e firmare una carta quindi la perdiamo nel mazzo mescolando e tagliando, ma con l'accortezza di controllarla sulla cima del mazzo.

15


Prendiamo le 2 Q nere e nel mostrarle creiamoci un copertura alla mano che tiene il mazzo, cosĂŹ che, quest'ultima possa prendere un break al mignolo alla prima carta, ossia quella scelta, quindi sopra il break depositiamo le Q faccia in alto.

Solleviamo ora le 3 carte al break ossia le 2 Q nere e sottostante loro, la carta scelta e firmata dallo spettatore. Spingiamo esternamente la prima donna nera e la lasciamo cadere capovolgendola di dorso, sul dorso del mazzo e a seguire depositeremo l'altra Q nera con sotto la carta selezionata, faccia in alto sul mazzo e prendendo un break sotto quest'ultima.

16


Portiamo questa Q faccia in alto sul mazzo da sopra a sotto, come ultima carta, usando un'alzata multipla., e posiamo tutto il mazzo sul tavolo. La sequenza appena terminata da l'idea che le donne nere siano state perse in un punto qualsiasi del mazzo, ma in realtà una l'abbiamo faccia in alto sotto il mazzo dorso in alto, mentre sulla cima del mazzo come prima carta, quella selezionata dallo spettatore e a seguire l'altra donna nera. Prendiamo ora le 2 Q rosse.

Prendiamo ora la metà superiore del mazzo, unitamente ad un break alla prima di questa metà e più esattamente sotto la carta selezionata. Prendiamo la prima Q rossa e la mettiamo sopra la carta al break facendola combaciare perfettamente, quindi la seconda Q rossa sotto queste due e asportiamo queste 2 Q (in realtà 3 carte), tenendole aperte a ventaglio. Le avviciniamo alla cima del mazzetto e dopo averle leggermente battute sopra quest'ultimo, apriamo il ventaglio creato dalle due Q e aiutandoci con il dito medio della mano destra, spingiamo la carta selezionata al centro delle due Q. Se fatto bene, questo movimento farà comparire la carta selezionata tra le due Q nella maniera più magica esistente nella cartomagia.

17


Giriamo dorso in alto sul mazzo l'intero sandwich. Iniziamo ora a prendere la prima carta mostrandola di faccia per, quindi la seconda carta ossia quella scelta ed infine la 2 Q rossa. Fatto ciò prendiamo sotto copertura del sandwich un break alla prima carta del mazzo, ossia la Q nera.

Nel mostrare il sandwich lasciamo la carta scelta in out jog e appaiamo bene le Q. Torniamo ora sul mazzo con il sandwich, afferriamo quindi la carta al break, o meglio carichiamo, sotto la prima Q rossa faccia in basso del sandwich. Spingiamo verso il basso sul tavolo la carta scelta e nel fare ciò, tiriamo indietro la prima Q rossa dorso in alto e la Q nera sottostante la seconda Q rossa. Abbiamo cosÏ sostituito la prima Q rossa con una nera.

18


Ora dobbiamo collocare nuovamente la carta selezionata a sandwich tra le Q, una nera e una rossa ma che il pubblico crede essere tutte e due rosse. Operiamo quindi la Rumba Count di J.P. Vallarino che ci permette di mostrare le Q come se fossero due donne rosse. Depositiamo la prima (quella nera) dorso in alto sulla faccia della carta scelta e la seconda (Q rossa), sotto la carta selezionata. Raccogliamo nuovamente nella nostra mano il sandwich e lo portiamo cosÏ come è, dorso in alto, sul mazzo dove avevamo avuto l'accortezza di mettere a break la prima carta ossia la Q rossa appena scaricata.

Giriamo ora faccia in alto il sandwich e finiamo di inserire visibilmente all'intero tra le due Q rosse la carta selezionata, spingendola con il dito indice. In realtĂ la carta va a finire sotto le due Q rosse.

19


Una volta inserita la carta selezionata, facciamo un piccolo gesto magico e togliendo le due Q rosse dalla cima del mazzo dimostriamo come essa sia sparita. La situazione attuale è che sulla cima del mazzo abbiamo la cara selezionata dorso in alto seguita dalla Q nera faccia in alto. Prendiamo l'altra metà mazzo sul tavolo che ha come ultima carta l'altra Q nera faccia in alto, mettiamola su quella già in possesso nella nostra mano, stendiamo il tutto a nastro sul tavolo e vedremo come per magia tra le due donne nera risulterà esserci una carta: la carta scelta e firmata dallo spettatore, scomparsa poco prima dal mezzo delle Q rosse.

20


Yin & Yang (da un'idea di Irving Quant)

Routine: 4 assi vengono messi dorso in alto in quattro punti diversi di un mazzo di carte faccia in alto. Una volta inseriti e steso a nastro il mazzo essi risulteranno essersi riuniti sulla cima del mazzo. Rovesciamo dorso in alto il mazzo e questa volta lo mettiamo sopra 4 Kappa faccia in alto. Un piccolo gesto magico e steso a nastro il mazzo, quest'ultimo porterĂ nel suo interno i 4 Kappa faccia in alto in quattro punti diversi. Svolgimento: Estrapoliamo dal mazzo di carte i 4 Kappa e i Assi.

Mettiamo i Kappa neri come esterni mentre quelli rossi tra i cappa neri. Anche con gli assi la stessa cosa, mettiamo i due neri a sandwich tra quelli rossi. Prendiamo un break alle prime tre carte del mazzo.

21


Prendiamo i 4 Kappa e mettiamoli sopra le tre carte al break sulla cima del mazzo. Ora nel mostrarli, portiamone via 3 nella mano destra.

Riportiamoli successivamente sopra il mazzo e ancora meglio sopra il quarto asso e nel fare ciò con il polpastrello dell'anulare prendiamo un break sotto i primi 3 Kappa, pur mantenendo anche il break al mignolo sotto le altre 4 carte a seguire, ossia il 4 Kappa e le tre carte qualsiasi.

Sopra i 3 Kappa al break mettiamoci i 4 Assi, quindi asportiamo il mazzetto delle 7 carte, e sotto quest'ultimo afferriamo il 4 kappa con sotto le tre carte qualsiasi, in pratica il mazzetto tenuto al break al mignolo, tenendolo come in out jog per l'intera lunghezza.

Posiamo il mazzetto sottostante quello degli Assi sul tavolo e ritorniamo con gli Assi + i 3 Kappa segretamente asportati, sopra il mazzo, tenendoli al break al mignolo. Mostriamo gli assi uno ad uno, quindi appaiamo e giriamo il tutto dorso in alto sul mazzo, senza il break.

22


Girato il mazzetto degli assi dorso in alto, asportiamo le prime quattro carte che lo spettatore crede essere appunto i 4 assi ma in realtĂ saranno i 3 Kappa e un'asso.

Lasciamo questo mazzetto dorso in alto sul tavolo vicino quello dei Kappa faccia in alto giĂ sul tavolo. Prendiamo un break alle prime 3 carte del mazzo, ovviamente i 3 assi, e con un'alzata multipla, capovolgiamo in due mandate il mazzo faccia in alto sui 3 assi dorso in alto.

Prendiamo un break alle ultime 4 carte del mazzo faccia in alto, ossia i 3 assi dorso in alto ed una carta qualsiasi sopra loro faccia in alto. Prendiamo una porzione di mazzo dalla cima e mettiamola sul tavolo sempre faccia in alto.

23


Sopra questa porzione depositiamo il primo dei 4 assi dorso in alto sul tavolo. In realtà il primo K e lo mettiamo in out jog per l'intera lunghezza alla destra del mazzetto. Sopra questo posiamo un'altra porzione di mazzo faccia in alto e ancora un K in out jog. Una terza porzione di mazzo sempre faccia in alto ed il terzo K dorso in alto in out jog e sopra questo tutto il resto del mazzo sopra il break alle ultime 4 carte. Ora prendiamo l'ultimo ma unico asso rimasto dorso in alto e lo posiamo sulla cima del mazzo un pò piÚ internamente dei 3 Kappa e sopra questo depositiamo le 4 carte rimaste nella nostra mano sinistra. Stendiamo ora a nastro le carte in maniera orizzontale perfetta cosÏ che i 3 Kappa vengano occultati dal nastro e sembra invece che gli assi si siano riuniti inspiegabilmente sulla cima del mazzo.

24


Richiudiamo il nastro e capovolgiamo il mazzo dorso in alto nelle nostre mani. Ora depositiamolo sopra quelli che il pubblico crede essere i 4 K faccia in alto, stendiamo a nastro e il gioco è fatto: compariranno i 4 Kappa in 4 punti diversi del mazzo.

25


Marlo's Miracle Ace Cutting Routine: Secondo me è un dei più bei "tagli agli assi" che ci sono in circolazione. Si mescolano gli assi e poi faremo 4 tagli al mazzo e ogni taglio produrrà un asso. Tecniche utilizzate: Miscuglio Faro - Taglio Multiplo- Riffle Shuffle Spiegazione: Prendiamo il mazzo di carte e facciamo in modo che le prime 4 sulla sua cima siano proprio i 4 assi. Ora effettuiamo un Riffle Shuffle lasciando cadere sopra i 4 assi, 4 carte qualsiasi e appaiamo. Ripetiamo la stessa operazione lasciando cadere sulla cima del mazzo ulteriori 4 carte qualsiasi, alla fine avremmo il mazzo così ordinato, dalla cima del mazzo dorso in alto 8 carte qualsiasi, seguono i 4 assi e tutto il resto del mazzo. Dopo questa prima operazione, tagliamo il mazzo a metà ed effettuiamo un miscuglio Faro. Nel farlo, sinceriamoci di 26


avere la metà mazzo con gli assi verso di noi ed esternamente a questa, l'altra metà mazzo. Terminato il miscuglio Faro, tutte le carte in più che rimangono nel mazzetto esterno, si portano sotto il mazzo. Tale operazione ci permette di collocare gli assi nelle seguenti posizioni all'interno del mazzo: 16 - 18 - 10 e 22 posizione.

Ora posiamo il mazzo davanti a noi ed eseguiamo un taglio a circa metà del mazzo. Quasi certamente taglieremo all'asso che se non è la carta sotto il mazzetto appena tagliato è sicuramente la carta di dorso sopra il mazzetto sottostante a quello tagliato. Questa operazione va ripetuta 3 volte e ogni 27


volta che troviamo un asso dobbiamo prendere la carta seguente o quella prima e portarla sulla cima del mazzo. Questo togliere i primi tre assi e spostare 3 carte qualsiasi sulla cima del mazzo, porterĂ il quarto asso in 20 posizione all'interno del mazzo, per cui potremmo inventarci qualsiasi cosa per poi contare 20 carte e mostrare il 4 asso.

28


Copyright 2013 @ Gianluigi Sordellini

29

Routines Cartomagiche Vol.1  

5 routines cartomagiche dettagliatamente spiegate e pronte per essere eseguite

Advertisement