Page 1

a

loverpersonaggi

benfy DJ mr

“Coltivatore diretto” e star delle discoteche. Lo chiamano da tutto il mondo per sentire la sua storia

Mr Benfy (xx) alias Enzo Benfante in discoteca

94 LOVER

E

nzo Benfante in arte ”M.R. Benfy” uno tra i Dj più conosciuti, è in questi giorni al centro delle cronache per aver coltivato insieme al fratello maresciallo dei carabinieri una piantagione di canapa indiana all’interno di una caserma nel viterbese. L’evento oltre ad avergli procurato moltissimi guai (tra i quali un mese di carcere), lo ha però proiettato sui giornali di tutto il mondo. Ma sentiamo direttamente dalle sue parole come ha vissuto questa esperienza. Ciao Benfy, mi dicono che ormai sei diventato una celebrità nelle discoteche, forse per la tua esperienza di “coltivatore diretto”? Lascia perdere, quando è successo quel che è successo credevo che finisse il mondo, e poi mi sono accorto che “ritornato dalle vacanze” ero ricercato come D.J. da moltissimi locali soprattutto all’estero dove mai avevo sperato di andare a suonare. A dire il vero la notizia è stata davvero particolare, non si era mai sentito di una coltivazione di marijuana in una caserma di carabinieri... Come al solito la stampa ha esagerato, si trattava solo di 17 piantine... e poi preferisco non parlarne scusami ma come puoi immaginare la cosa è ancora coperta da segreto istruttorio. Capisco, ma non puoi negare che questa vicenda ti abbia aiutato nella tua carriera

professionale attuale? Da una parte sicuramente si, ora mi chiamano da tutto il mondo, ma quello che mi dispiace un po’ che le serate a cui sono associato sono tutte all’insegna dei fatti che mi sono capitati, ormai mi chiamano “M.R. Marijuana”. Direi che è normale, ormai sei stato associato a questo episodio e credo che difficilmente riuscirai a separartene, ma oltre alle serate come è cambiata la tua vita? Enormemente, pensa che mi hanno chiamato anche per fare un provino al Grande Fratello, cosa che puntualmente ho fatto, e pensa che un giornale americano mi ha anche dedicato una copertina, quasi come se io fossi portabandiera di chissà quale messaggio rivoluzionario. Visto che ci siamo, cosa ne pensi della liberalizzazione delle droghe leggere? Tu che dici? Io direi che è ora che i nostri politici affrontino questo tema senza falsi moralismi trovando soluzioni per quello che oggi è vissuto di fatto da molti come una cosa normale. Ci puoi parlare dei tuoi prossimi impegni? Riuscire a fare tutte le serate che la mia agenzia mi ha messo a calendario, e poi se sopravvivo farmi una bella vacanza. In Olanda? Perché no? Dopo tutto dicono che sia un bellissimo paese.

Intervista a Mr. Benfy Dj  

Mensile Lover