Issuu on Google+


Background Il 02-11-11 nella sede IED di Roma in Via Giovanni Branca n°122. Erano presenti all’incontro: la Direttrice di IED Management Lab Ilaria Legato; l’Amministratore Renato Rosati e il gruppo di consulenza EU COMMUNICATION formato da: Federica Belli, Eleonora Carrano, Federica Di Ruzza e Martina Piazzoli. Storia ISC nasce a Roma nel 1986, un anno dopo apre una sede anche a Milano. L’offerta di ISC è quella di seguire corsi formativi costantemente aggiornati e costituire percorsi in cui ci sia equilibrio tra pratica e teoriacon attività didattiche sia in aula che in laboratori di ricerche specifiche per realizzare progetti reali.

I corsi che offriva fino al 2002 erano catalizzati principalmente sul design con vari indirizzi: Moda, Design e Visual Communication. ISC E IED SI UNISCONO ISC e IED erano differenziati per l’amministrazione e la didattica, ovvero seguivano due percorsi paralleli ma differenti. Questa coesistenza tra i due istituti è durata 20 anni, finché nel 2002 si è giunti alla svolta in cui IED ha inglobato completamente ISC formando così un unico istituto. Questo ha modificato l'ottica di IED facendosi pioniere nel campo dell'istruzione italiana del Design della Comunicazione , ossia un aspetto creativo competente nel campo del comunicare attraverso una giusta strategia che sia di impatto e specifica creativa , che non si limiti ad un progetto astratto , ma che sia stesso artefice di un qualcosa che faccia la differenza.

Gli studenti, una volta diplomati, avranno competenze caratterizzanti di un vero professionista della comunicazione e del marketing che li agevolino nell’inserirsi nella realtà lavorativa.

Dopo questa coesione, ai corsi dello IED precedentemente citati, si aggiunge la sezione di comunicazione, con la stessa direzione didattica e amministrativa.

Lo IED nasce a Milano nel 1966 e nel 1973 apre la prima sede a Roma.

Nel 2011 il corso di comunicazione viene trasformato in “IED Management Labs”, focalizzando principalmente

l’attenzione dei corsi sul marketing e sulla comunicazione d’impresa. Il cambiamento è stato veloce e questo corso ancora non ha un evento di identificazione annuale; comunicando qualcosa di concettuale e non di concreto rimane difficile trovare un evento adatto al corso. L’advertising negli ultimi tempi è stata poca e unicamente sul web. Sommariamente da quanto riportato nella storia si può evidenziare il carattere cangiante di IED . La politica dell'istituto sin dagli inizi appare quella mirata a migliorare e di ampliare i propri orizzonti, dal design introducendo poi la comunicazione fino ad approdare su un terreno nuovo ed innovativo del Design della comunicazione. Questo aspetto dello IED fa desumere la sua visione in divenire delle competenze formative che può offrire ai suoi alunni. La motivazione si trova stessa nella mission dell'istituto che mira al futuro ponendo basi sempre più di avanguardia nel presente. IED cerca di instaurare dei ponti di comunicazione con il mondo del lavoro, preparando al meglio i propri studenti attraverso docentiprofessionisti abituati a soddisfare le richieste dei clienti nel mondo del marketing.


Missione e attività La Mission principale IED Management Labs è formare figure professionali in grado di agire a livello manageriale nei diversi ambiti della pubblicità, delle relazioni pubbliche, del marketing e delle risorse umane. In generale si può dire che la Mission fondamentale dello IED sia quella di avere un approccio pratico e creativo alla vita lavorativa, non tralasciando i particolari teorici fondamentali per la creazione di un'identità lavorativa completa ed esaustiva sotto tutti i punti di vista e in più ambiti. IED quindi si propone di essere caposaldo di una nuova corrente didattica che pone alla base della sua formazione un approccio che punti alla completezza nel campo delle attività manageriali ed organizzative, per questo si avvale delle figure professionali migliori del settore e garantisce massima serietà e preparazione agli studenti, motivandoli al guardare il futuro con la visione più ottimistica e con i migliori strumenti .

Attività: La formazione che IED Management Labs propone si basa sul concetto di “design thinking”, ossia un approccio creativo nella comunicazione. Offre inoltre: • • • • •

corsi triennali; master annuali con docenti professionisti nel campo del marketing, della comunicazione d’impresa e degli eventi; workshop; collaborazioni con aziende partner per la realizzazione di progetti innovativi; scambi culturali nelle altre sedi dello IED e in altre università estere.

Queste attività sono fondamentali per quanto riportato nella Mission, sono strumenti che possono aiutare al meglio lo studente, che lo possano motivare nel migliore dei modi.


Target Target diretto: • Studenti diplomati; •

Donne doppio ruolo: da 18 a 34 anni livello socio-culturale medio-alto, professioniste, attive culturalmente, diversi interessi, interessate alla moda e ai fenomeni di costume. Attente all’immagine del prodotto e non alla qualità, cambiano spesso marchio; Ragazzi evolutivi: giovani tra i 18 e i 24 anni di ceto medio-alto e istruzione medio-bassa. Acculturati e interessati all’innovazione e alle novità.

Target indiretto: • Studenti laureati; •

Pre-elitè progettuali: maggioranza uomini tra i 18 e 54 anni di ceto medio-alto, acculturati e attenti alla forma e all’apparenza, all’innovazione e alle novità.

Target alternativo: • Aziende partner interessate a realizzare progetti e collaborazioni con gli studenti IED. •

Lavoratori d’assalto:tra i 25 e i 44 con reddito alto, imprenditori e dirigenti, acculturati e socialmente attivi. Quindi possiamo dire che il target di riferimento IED è giovane , il profilo socio-culturale risulta essere medio-alto .

Ad ogni modo il profilo di riferimento sembra essere attento all'innovazione ed alle novità , interessato al mondo della comunicazione e dell'immagine.

Appunto per questo IED mira sulla cura delle nozioni riguardanti l'immagine ed anche nel corso di management introduce lezioni che spaziano in più aree, ad esempio anche quella dell'arte moderna, e questo perché l'istituto da la possibilità ai suoi alunni di management di avere basi ampie che possano essere punto di ispirazione e di riflessione. Con il target indiretto si possono evidenziare categorie di persone più grandi di età , ossia studenti già laureati e chi già lavora. Le caratteristiche sono le stesse del target diretto e questo perchè la percezione di IED e la sua immagine risulta essere innovativa sul campo territoriale italiano dato che anche i competitor di IED risultano sotto il punto di vista didattico-formativo molto ligi alle regole di formazione classiche ,ossia lezioni basate su molta teoria e pratica quasi inesistente . Nel target alternativo troviamo le partnership possibili con lui l'istituto potrebbe mettersi in relazione per progetti futuri con gli studenti e nello stesso gruppo di riferimento troviamo personalità imprenditoriali che possano entrare in contatto con lo IED in qualità di collaboratori a progetto (workshop , master … ). Questo perchè lo IED punta ad avere nel suo staff professionisti che lavorino in modo di poter avvicinare lo studente a casi reali, e poter osservare il lavoro di un professionista nel suo campo .


Obiettivi • • • •

Aumentare la visibilità; Rafforzare l’immagine del brand; Far conoscere le specializzazioni in management ed eventi; Potenziare la comunicazione.

I due principali competitors su Roma sono la LUISS, la LUMSA e La Sapienza. Offrono corsi di laurea in marketing e comunicazione.

Sintesi e stile del progetto Creare strategie partendo dalla percezione esterna ed attuale dello IED management al fine di aumentare la visibilità della scuola stessa.

Tono della comunicazione Abitualmente lo IED comunica senza mirare nello specifico e lo fa in questo modo : •

Sito web;

Riviste di settore (Brandcare magazine, Zero);

IED.TV (progetti realizzati dagli studenti IED);

Pubblicità su mezzi pubblici;

Social networks (Facebook, Twitter).

Parole chiave • • • • • • • •

Design Comunicazione Manager Innovazione Lateral Thinking Cretività Team Praticità

Curiosità • Colore: rosso • Animale: puma nero • Stato d’animo: entusiasmo • Forma: esagono • Come vedi lo IED tra 5 anni? Apertura verso l’Oriente. Curiosità evinte dal colloquio con la Direttrice Ilaria Legato.


Competitors diretti: Luiss Mission La Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Guido Carli, nota con l’acronimo di LUISS, è un ateneo universitario privato di Roma, nato nel 1974. L'Università promossa da Confindustria è specializzata nell'insegnamento delle scienze economiche e sociali, giuridiche e magistrali. La Luiss opera con autonomia gestionale, organizzativa e amministrativa in regime di contabilità separata delle imprese commerciale. Il suo scopo ultimo è quello di formare con eccellenza i giovani studenti nelle materie legate all’Economia, con un’interazione stretta con il mercato. È un’università esclusiva che punta all’eccellenza. Il mercato di riferimento al quale si propone, è infatti un mercato molto elevato ed inoltre cerca di puntare ad essere la migliore tra le varie offerte formative private su territorio romano. Tale dato inoltre si riscontra anche nella selettività che si preclude all’Università, infatti per accedere ai corsi di laurea di una delle tre facoltà presenti alla LUISS è richiesto il superamento di un test di ammissione di 90 minuti composto da 100 domande di cultura generale e logico-attitudinali, puntando perciò ad ottenere soltanto il meglio dei candidati. Le specificità dell'ordinamento previsto presso la LUISS si fondano quindi sulla selezione all'ingresso, sulla frequenza obbligatoria dei corsi, a cui corrisponde un'attiva presenza dei docenti, sulla sufficiente disponibilità di spazi e di servizi che l'Università s'impegna a garantire. • Formazione: è un’Università che ha deciso di agire su quel settore e di formare quindi adeguate figure professionali. Settore di alto spicco che garantisce allo studente un esclusività ed un ottima cultura a 360°. • Mercato: sin dall’inizio del percorso studi si ha l’opportunità di interagire con il mercato di riferimento per avere sin da subito un approccio dinamico e differente dalle altre Università pubbliche. • Economia: settore fondamentale del mercato e materia d’interesse stessa poiché su territorio romano non sono presenti altre offerte formative private, sono di Università pubbliche, diventando in questo modo leader.


Attività Il Laboratorio di Economia Luiss sviluppa un’attività di ricerca in cooperazione con le istituzioni europee e italiane, con laboratori di ricerca e istituti di formazione in Europa e altrove, e con i partner del mondo della produzione, della finanza e del commercio. L’obiettivo principale è quello di analizzare le dinamiche economiche europee e le strutture formali sia con strumenti teorici ed econometrici. Favorisce e promuove scambi accademici e professionali, dando in questo modo l’opportunità agli studenti della Luiss di studiare per lunghi o brevi periodi all’estero ma anche altri studenti esteri di poter studiare in un Università italiana di tale prestigio. In questo modo l’Università facilita allo studente la conoscenza di lingue e mercati stranieri, ampliando la loro esperienza di vita ed il loro pensiero, creando così nella mente dei giovani studenti un nuovo spirito di analisi e di osservazione che si espande al mercato internazionali. Il laboratorio inoltre promuove e organizza conferenze e dibattiti su temi di attuale interesse economico, con la pubblicazione dei relativi materiali, facendo si che chiunque sia interessato ad un constante aggiornamento e ad un alto livello d’informazioni possa fruire di tutti i servizi e gli strumenti messi a disposizione. I laureati nel corso di laurea in Economia e Management conseguono una solida formazione generale nelle discipline economiche, aziendali, giuridiche e quantitative, insieme ad una buona formazione metodologica per l’analisi e l’interpretazione critica delle dinamiche economiche e aziendali.

Quindi si presume che il corso sia molto impostato sull’economia aziendale e meno, se non per nulla, alla strategia e alla comunicazione. Il piano di studi risulta compatibile con l'esigenza di favorire l'ingresso nel mercato del lavoro, prevedendo nell'ordinamento didattico anche insegnamenti professionalizzanti e attività seminariali o di tirocinio. Nella graduatoria delle migliori Università realizzata dal quotidiano Il Sole 24 Ore la LUISS Guido Carli risulta essere al terzo posto tra gli atenei non statali, dopo la Bocconi e l'Università Vita-Salute San Raffaele.


Analisi del Target Il target che frequenta maggiormente la Luiss sono ragazzi dai 18 ai 24 anni con alte possibilità economiche e soprattutto alla ricerca di Università in grado di formali a 360° sulle materie del proprio corso.

Essendoci basati su questi elementi abbiamo rilevato quattro target che rispondono a pieno alle caratteristiche del consumatore del prodotto Luiss:

L’Istituto, inoltre, offre un determinato numero di borse di studio per ragazzi che hanno un ottimo rendimento, oppure per ragazzi che si distinguono per lo sport. Chi sceglie Luiss, di solito, ha appena terminato gli studi alla scuola superiore ed è in cerca di un percorso formativo in grado di offrirgli maggiori sbocchi lavorativi, preparandolo al meglio nel campo prescelto. Abbiamo selezionato alcuni dei profili Eurisko che a nostro parere rispecchiano maggiormente il target a cui Luiss mira sulla base di alcuni parametri: Essendo Luiss un’università privata e con una retta dal valore monetario notevole, abbiamo selezionato quei giovani benestanti con un reddito elevato e sopra la media;

 Pre-élite progettuale Si tratta di un target perlopiù maschile, comprende un range di età abbastanza ampio che va dai 18 ai 54, con dotazione socioeconomiche medio alte.

• I giovani che frequentano la facoltà hanno un range di età tra i 18 e i 26 anni; • Sono molto interessati ai problemi politico-economici della nostra società; • Il loro desiderio è quello di assicurarsi un posto di lavoro come dirigente di azienda.

Tale settore potrebbe essere il target di riferimento poiché coloro che vi appartengono nutrono uno spiccato interesse per il mondo politico ed economico, mostrando quindi un continuo aggiornamento e una continua spinta verso l’innovazione. L’aspirazione e la voglia di arrivare sono ciò che caratterizza tale segmento. Il voler formare quindi una classe dirigente rientra negli obiettivi che l’Università stessa si propone di raggiungere.


 Èlite femminile In tale segmento riscontriamo caratteristiche come la ricerca della realizzazione personale soprattutto in campo professionale, ceto sociale di alto livello e uno spiccato interesse per il mondo della politica. Questo comporta il voler far parte di un élite che si interessa e partecipa alla vita politica e sociale prediligendo quindi sbocchi professionali con qualifiche quali economia, giurisprudenza e scienze politiche.

 Èlite maschile Per quanto riguarda questo target, parliamo di un range di età che va dai 25 in su. Potrebbero comunque essere sicuramente interessati ad una qualifica superiore quali master e specializzazioni in quanto essendo interessati ad un vita sociale attiva, al mondo della politica, si informano e aggiornano continuamente. Il ceto di appartenenza è un ceto di medio alto, alto livello che punta ad essere dirigente e a cariche professionali di spicco nella società.

 I protagonisti Quando si parla dei protagonisti si intende quella élite ristretta al quale la LUISS punta. Si tratta quindi di appartenenti ad una classe sociale medio - alta, interessata ad avere una vita sociale attiva, una professione di rilievo e che è parte attiva sotto un aspetto culturale. Una predisposizione alla leadership e skills organizzativi ne fanno il settore perfetto per tutte le discipline economiche trattate dall’università, anche qui il range di età è leggermente pi�� elevato; si parte infatti dai 25 anni.

Chi frequenta questo istituto deve avere oltre che possibilità economiche anche capacità intellettive molto alte e un senso dell’economia molto spiccato. Inoltre la selettività della Luiss fa si che la Luiss sia selezionata e scelta dalle famiglie elitarie che desiderano dare un futuro lavorativo ai propri figli.


.


Storia 1966 - LUISS trasformazione da: Università PRO DEO.

1974 - Gruppo d’imprenditori guidato da Umberto Agnelli che investe in un progetto innovativo di formazione classe dirigente. Umberto Agnelli, importante imprenditore italiano della nota casa automobilistica Fiat. Probabilmente, in suo coinvolgimento in tale operazione, può essere collegata alla sua continua apertura verso capitali e mercati esteri, volendo perciò formare nuove figure manageriali in linea con il proprio settore.

1977 - Nome cambia in LUISS. Presidente Confindustria Guido Carli diventa Presidente dell’Università. Guido Carli noto dirigente di azienda, politico ed economista italiano. È stato quindi protagonista del panorama italiano sotto diversi punti di vista. Presidente di Confindustria nonché direttore della Banca di Italia, il suo riconoscimento è quindi un voler probabilmente far riconoscere un’eccellenza italiana

formatasi in giurisprudenza e poi divenuto economista. Sono due rami fondamentali sui quali punta molto la LUISS.

1982 - Ampliamento dell’offerta formativa. Oltre le facoltà di Economia e Scienze politiche, si affianca la facoltà di Giurisprudenza. Probabilmente si è vista la necessità di formare delle figure professionale in grado di agire su più mercati. Inoltre il Rettore Guido Carli, laureatosi in Giurisprudenza, avrà influenzato molto tale ampliamento.

1994 - Venne dato il nome all’Università in memoria di Guido Carli. 2006 - Rettore: Massimo Egidi. Si presume che sia stato scelto poiché, oltre ad essere una figura di spicco nel mondo dell’economia, è anche autore di relazioni a convegni sia su territorio nazionale sia su quello internazionale, fornendo perciò all’Università un’apertura verso l’estero.


Percezioni esterne Luiss è percepita come un Università facoltosa e apprezzata dal mondo del lavoro, per questo i laureati provenienti da quest’Istituto vengono maggiormente richiesti nell’ambito lavorativo. Effettuando un analisi a tutto campo, è emerso che la Luiss è ritenuta un ottima Università, rispecchia a pieno la loro mission e la loro proposta formativa. Il test di ammissione si pensa che abbia una difficoltà media, anche se molti iscritti, dato il numero ristretto di posti, non vengono ammessi. Buona reputation ma prezzo elevato per chi non ha possibilità economiche La Facoltà di Economia risulta più funzionale ed organizzata rispetto agli altri corsi presenti al suo interno. Anche sul territorio romano, questo corso ci appare il più richiesto ed anche più efficiente. Analisi della comunicazione Da un lato la sua esclusività fa percepire alle persone esterne l’elevato livello di studio che Luiss da ai propri allievi ma dall’altro potrebbe scoraggiare ed intimorire gli studenti che vorrebbero entrar a far parte del mondo accademico. Inoltre la scarsa pratica e la molta teoria fanno si che gli studenti siano esperti in materia economica ma non la sappiano applicare a casi reali nel mondo del marketing.

FeedRss

Facebook

Twitter

YouTube

ITunes

Iluiss Luiss Tv

Luiss radio


Item della comunicazione

Comunicazione Offline

Luiss Sport

L'università ha dato vita nel 1999 all'' Associazione Sportiva LUISS che gestisce autonomamente le iniziative Presenta una colonna ionica sportive nelle seguenti discipline: basket, sulla sinistra, scritta sul lato calcio, golf, pallavolo, rugby e vela. dell’università. Il tutto appare molto classico e istituzionale. Gli studenti possono, oltre che studiare materie molto importanti, passare il loro Grafica molto semplice e tempo praticando sport di gruppo o pulita che da un senso di singolarmente. logica e di ordine.

Marchio

Font molto chiaro, leggibile in tono di grigio, ed è utilizzato sia per la parte grafica (colonna) sia per la scritta. Il grigio rappresenta il colore dell’eccellenza, trasmettendo un’avanzata tecnologia e una ricercatezza come nell’argento. Non rimane impresso nella mente di chi lo guarda per la prima volta, e solamente grazie alla scritta laterale il marcio è riconducibile all’Università.

Summer School Il progetto Summer School e un progetto ideato e promosso da Luiss con lo scopo di far conoscere il mondo universitario ai ragazzi delle superiori con eta compresa tra i 16 e i 19 anni. La durata del progetto e di una settimana compresa tra luglio e agosto.

Tutti gli allievi delle scuole superiori italiane possono partecipare a questo corso intensivo potendo Appoggiando l'idea dei greci " mente sana in scoprire o approfondire le proprie corpo sano" l'istituto promuove e organizza attitudini o interessi. Luiss promuove eventi incentrati sull'attivita fisica e quindi sul cosi i suoi corsi pubblicizzando il suo benessere sia fisico che mentale. nome e attirando molti neo diplomati e facendo si che il numero di iscritti Facendo cosi, Luiss si differenzia in modo ai corsi Luiss aumenti. molto positivo dalle altre universita, poiche non si occupa solamente dell'istruzione dei Riteniamo la scelta di Luiss di farsi giovani, ma allo stesso tempo si preoccupa conoscere dagli studenti del liceo della vita sociale del giovane al di fuori molto utile e soprattutto un idea originale per avvicinare al mondo dell'istituto. universitario i diplomandi. Lo studente che eccelle nelle discipline fisiche potra anche usufruire di borse di studio che gli permettono di essere agevolato nel pagamento della retta annuale.L'opportunita di vincere queste borse di studio e un metodo molto efficace per invogliare i ragazzi a partecipare alle competizioni.

Ad/Stampa/Video Affissioni su autobus, non molto presenti ma ben strutturati ed efficaci.

Manifestazione, “Capoccioni race”: una gara tra le Università La Sapienza, Roma Tre e Luiss. Le affissioni sono presenti soprattutto su autobus e metro, ci appaiono molto colorate, fresche e giovanili, probabilmente per avere un rapporto “friendly” e non troppo istituzionale. Le scritte sono bianche e nella maggior parte dei casi sono raffigurati giovani che studiano e sempre sorridenti. Video per MTV, un canale molto interessante e divertente e simpatico. Dove studenti si cimentano in video divertenti e soprattutto molto seguiti. Luiss on the road, 17 giorni di viaggio in cui due studenti percorrono l’Italia e in seguito pubblicato sul web. Il video utilizzato per questo progetto è caratterizzato da colori vivaci e musica simpatica e movimentata. L’ultima immagine de video rappresenta il nome del progetto “Luiss on the road” affiancata dal marchio Luiss anche se non molto visibile e non subito riconducibile all’Università.


Comunicazione Online I prodottI I media utilizzati per la promozione del sono:

All’interno vi è anche una grande partecipazione degli studenti stessi, dove postano e condividono informazioni riguardanti la loro vita universitaria, fornendo anche consigli agli altri studenti. Quindi si può riscontrare un ottimo scambio di notizie e di confronti.

Twitter Anche l’account Twitter ci appare aggiornato e utilizzato per varie comunicazioni. Presenta 989 tweet (1988 follower).

Facebook La pagina ufficiale di Facebook ci appare in attività e aggiornata frequentemente (6388 likes) quindi gli studenti o chi comunque è interessato alla Luiss ha la possibilità di seguire l’aggiornamento di nuovi post o link. L’immagine del profilo rappresenta il marchio Luiss con un’unica differenza di colore: esso è infatti di colore grigio. Questa pagina nasce come luogo di ritrovo degli studenti, è aggiornata con continue offerte formative, promozioni ad eventi, informazioni ed attività dell’Istituto stesso. Per questo l’utilizzo di Facebook non si ferma alla mera comunicazione ma anche alla parte di advertising per gli studenti interessati ad iscriversi ai corsi.

L’immagine utilizzata per l’account è un’immagine molto piccola e quindi non ben definita. Appare sfocata e non si capisce cosa voglia rappresentare. Lo sfondo sul retro è di colore celeste a sfumare e presenta delle stelle nella parte superiore. La pagina ufficiale Luiss di Twitter è riconoscibile dall’immagine che rappresenta un edificio, presumibilmente la sede principale del corso di marketing Anche questo social network è molto seguito dagli studenti e professori, dove hanno la possibilità di instaurare un rapporto, anche se virtuale, di comunicazione e riscontro. Luiss utilizza i maggiori social network come luoghi di ritrovo per studenti e docenti, ma anche come strumenti comunicativi molto forniti di news e post.


YouTube Colore utilizzato per il canale ufficiale Luiss è il blu. Quindi come possiamo percepire, questo colore istituzionale è un colore identificativo per l’Università nel web. Il font bianco trasmette chiarezza e semplicità, che accostato al blu aumenta e risalta l’istituzionalità della facoltà. Sono presenti video di interviste, inaugurazioni, spiegazioni (info) scritte in lingua inglese e questo permette anche a chi non è italiano di poter rimanere in costante aggiornamento. Anche qui gli aggiornamenti risultano frequenti e gli iscritti ad oggi sono 304. È un canale molto funzionale, dove si ha la possibilità di vedere video di interviste del rettore, di ex-studenti e studenti neo-laureati. È un modo di presentazione e di promozione dell’Istituto, dove vengono spiegate e presentate le qualità e le attività della Luiss.

ITunes Permette di caricare contenuti audio e video delle lezioni. Uno strumento molto importante ed utile per gli studenti che sono aiutati ed agevolati nello studio nel caso non possano essere presenti durante lo svolgimento delle lezioni. Esso offre la possibilità di rivedere o ascoltare lezioni in caso di assenza. Questo canale ITunes rappresenta da parte della Luiss un interesse molto amplio verso la tecnologia e la voglia di essere sempre al passo con i nuovi strumenti di comunicazione. Per gli studenti è un comodo mezzo di studio ma soprattutto di approfondimento in fase di esami, poiché normalmente l’attenzione massima di ogni studente ha una durata di 30 minuti e non si riesce a seguire una lezione di circa 3 ore senza mai perdere la concentrazione. Con questo mezzo ogni studente potrà riascoltare e confrontare gli appunti presi durante la lezione.


Sito web App. per Smartphone Possibilità di accedere in modo semplice ed intuitivo a tutte le informazioni Luiss riguardanti i corsi, le ammissioni, l’offerta formativa e il piano di studi, facilitando così agli studenti la fase informativa prima dell’iscrizione o durante la frequentazione del corso. Anche questo mezzo contribuisce alla voglia e alla necessità di innovazione da parte della Luiss e alla semplificazione per gli studenti di seguire i corsi.

Si presenta come un sito molto colorato, giovanile e dinamico. Probabilmente per “sfatare” il concetto istituzionale e tradizionale. Si presenta molto interessante e abbastanza seguito dagli studenti, favorisce la navigazione ed è molto semplice utilizzare questo strumento anche in Inglese Gli aggiornamenti sono molto frequenti e lo studente in questo portale ha la possibilità di trovare informazioni e materiali di cui ha bisogno.


Punti di forza

Formazione generale discipline  Economiche  Aziendali  Giuridiche e quantitative Analisi:  Piano di studi compatibile a favorire ingresso mondo del lavoro  Insegnamenti professionalizzanti/seminari/tirocini

Sbocchi professionali  Preparazione di base per occupazione a livello impiegatizio presso imprese, banche, assicurazioni, società consulenza aziendale.  Area marketing/management, attirare e reclutare migliori talenti delle migliori scuole italiane, prestigiosi atenei nazionali e internazionali.

Punti di debolezza

• Amplia scelta di corsi con cultura generale • Piano di studi compatibile a favorire l’ingresso nel mondo del lavoro • Buona reputation • Buon utilizzo del Web (Facebook, Twitter, YouTube, Feed Rss, ITunes, App, …) • Prezzo inferiore a quello Ied • Ottima organizzazione interna • Sito Web organizzato • Corso riconosciuto come laurea Opportunità

• Richiede test d’ammissione quindi studenti selezionati • Poca pubblicità sia cartacea che nel web • Marchio non riconducibile all’università

• Essendo un università con test di entrata rende possibili la selezione di ragazzi molto acculturati e ferrati nel campo del marketing • Università fondata da uno dei maggiori imprenditori italiani quindi la sua importanza nel mondo dell’economia è notevole e tutto ciò potrebbe essere sfruttato per assicurare ai giovani oltre che un’ottima formazione anche l’entrata nel mondo del lavoro

• Notevole crescita di reputation delle altre università specializzate nel settore economico e del marketing • In presenza della crisi molte famiglie, anche se con possibilità economiche elevate scelgono per i propri figli università pubbliche con rette più accessibili

Minacce


Lumsa Mission La Mission dell’ateneo Lumsa è la promozione di un’educazione integrale della persona secondo principi cristiani, la proposta di una formazione culturale, tecnica e scientifica radicata su una concezione umanistica dell’esistenza e la corretta preparazione dei giovani per l’entrata nel mondo del lavoro.

• Educazione: lo scopo principale dell’Università Lumsa è di formare sia in ambito scolastico che in ambito personale gli studenti, preparandoli ad affrontare gli ostacoli quotidiani che la vita ed il mondo del lavoro gli presentano. • Principi cristiani: sono criteri fondamentali su cui la Lumsa si basa, facendo si che la religione entri a far parte dell’etica morale e culturale dei giovani studenti. • Mondo del lavoro: ovviamente promuovendosi come un’Università fondamentale per la comunicazione, la Lumsa mira a far si che i proprio allievi possano sviluppare nel corso degli anni di studi le capacità adeguate richieste dal mondo del lavoro.


Attività Il corso tratta gli aspetti fondamentali dei fenomeni comunicativi sia nel micro ambiente che nel macro. Le attività previste durante il percorso scolastico sono mirate all’acquisizione di una solida cultura generale su cui fondare la conoscenza degli strumenti teorici delle Scienze della Comunicazione, delle tecniche dell’Informazione e del Marketing, dei metodi propri della Ricerca sul sistema mediale e sulle produzioni culturali. Gli obiettivi del corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, Informazione, Marketing mirano a formare laureati con capacità di analisi dei procedimenti argomentativi nelle diverse espressioni della comunicazione.

Una particolare attenzione sarà riservata all’acquisizione delle abilità necessarie alla produzione di testi attraverso anche l’uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione.

Nel corso del triennio lo studente consoliderà le abilità necessarie per l’uso efficace della lingua italiana sia scritta che orale e verrà messo in grado di utilizzare due lingue straniere con terminologia specifica all’ambito lavorativo.

Lo studente dovrà maturare le conoscenze necessarie per lo svolgimento di attività redazionali e funzioni giornalistiche in diversi ambiti culturali ed editoriali.

Il corso mira a fornire conoscenze teoriche di base e abilità specifiche nei diversi settori della comunicazione mass-mediale al fine di poter svolgere compiti professionali negli apparati delle industrie culturali (editoria, radio, televisione, cinema, nuovi media) degli enti pubblici, delle imprese e delle agenzie di comunicazione.


Analisi del Target I principali studenti che scelgono Lumsa comprendono la fascia di età tra i 18 e i 24 anni, livello socio-culturale medio alto, alcuni di essi molto religiosi in cerca di rigidità di regole. I ragazzi che scelgono di iscriversi a quest’Istituto sono neo-doplomati, interessati alla cultura e con la voglia di ampliare ed arricchire il proprio bagaglio culturale, proseguendo il percorso studi per un miglior futuro lavorativo. Anche la Lumsa, offre un determinato numero di borse di studio per studenti che presentano un ottimo rendimento scolastico. Come gia detto in precedenza per Lumsa, abbiamo selezionato alcuni profili Eurisko che rispondevano ad alcune caratteristiche del target Lumsa come: • Dotazioni economiche medio-alte • Interesse per il mondo politico-economico

• Determinazione nel mondo lavorativo • Rispetto delle regole e della fede cristiana Dopo aver selezionato alcune caratteristiche fondamentali per gli studenti Lumsa abbiamo identificato questi profili Eurisko che a nostro parere sono attinenti con il pubblico che l’istituto vuole colpire:

 Pre-élite progettuale Si tratta di un target perlopiù maschile, comprende un range di età abbastanza ampio che va dai 18 ai 54, con dotazione socio-economiche medio alte. Tale settore potrebbe essere il target di riferimento poiché coloro che vi appartengono nutrono uno spiccato interesse per il mondo politico ed economico, mostrando quindi un continuo aggiornamento e una continua spinta verso l’innovazione. L’aspirazione e la voglia di arrivare sono ciò che caratterizza tale segmento. Il voler formare quindi una classe dirigente rientra negli obiettivi che l’Università stessa si propone di raggiungere.

 Le donne doppio ruolo È un gruppo giovanile, medio – giovane e di buon profilo, hanno di media tra i 18 e 34 anni e sono presenti nel centro e nel Nord Italia. Puntano alla realizzazione personale con la creazione della famiglia e nell’ambito professionale con la realizzazione lavorativa. Punto fondamentale è la realizzazione di una famiglia quindi potrebbe rientrare nel target Lumsa, poiché essendo un Università cristiana con dei valori religiosi, ma che punta nello stesso tempo alla formazione di ragazzi.


 Èlite maschile Per quanto riguarda questo target, parliamo di un range di età che va dai 25 in su. Potrebbero comunque essere sicuramente interessati ad una qualifica superiore quali master e specializzazioni in quanto essendo interessati ad un vita sociale attiva, al mondo della politica, si informano e aggiornano continuamente. Il ceto di appartenenza è un ceto di medio - alto, alto livello che punta ad essere dirigente e a cariche professionali di spicco nella società.

 Èlite femminile In tale segmento riscontriamo caratteristiche come la ricerca della realizzazione personale soprattutto in campo professionale, ceto sociale di alto livello e uno spiccato interesse per il mondo della politica. Questo comporta il voler far parte di un élite che si interessa e partecipa alla vita politica e sociale prediligendo quindi sbocchi professionali con qualifiche quali economia, giurisprudenza e scienze politiche .


Storia 1939 - Nasce l’istituto femminile Superiore di Maria Santissima Assunta, con il decreto di fondazione nell’Ottobre dello stesso anno, sotto il potere della pedagogista Luigia Tincani. La prima sede venne stabilità nel quartiere Prati sito vicino San Pietro.

1996 - Ampliamento dell’offerta formativa ed in seguito venne attivata la Facoltà di Giurisprudenza. 2011 - Nuovo statuto e nuova organizzazione.

- Si sviluppa sempre di più e diventa il secondo ateneo cattolico d’Italia. 1967 - Viene consentito l’iscrizione anche a studentesse laiche, aprendo una nuova fase della vita dell’Istituto.

Sin dall’inizio la Lumsa si è presentata come un Università molto selettiva ed esclusivamente femminile dovuto al fatto della severa religione di quegli anni.

1976 - Iniziano ad instaurarsi le basi per la trasformazione in Libera Università, allontanandosi sempre di più dalla rigidità e la selettività della religione.

Essendo il secondo ateneo cattolico in Italia, quest’Università si è sempre attenuta a delle regole religiose molto rigide, precludendo così fino al 1991 il libero accesso agli studenti di sesso maschile.

1989 - Nasce la Libera Università di Maria Santissima Assunta.

Si presuppone che la scelta di far accedere all’Università dopo tanti anni anche gli uomini, sia dovuta dalla crescita di una richiesta da parte di quest’ultimi di entrare a far parte a questa Università ed inoltre anche dal fatto che già da due anni si stava procedendo verso al cambiamento dell’offerta formativa con l’inserimento dei corsi di lauree in Scienze della Comunicazione e Giornalismo.

1991 - Viene attivata le facoltà di Lettere e Filosofia che si affianca a quella di Magistero. Le ammissioni vengono aperte anche agli studenti di sesso maschile.


Percezioni Esterne Sommariamente la percezione esterna di Lumsa sembra non essere molto positiva. E’ sconsigliata in molti dei forum in cui è menzionata. Appare disorganizzata e a tratti poco professionale in cui i voti sembrano molto alti anche se la preparazione lascia desiderare. Analisi della comunicazione Dal punto di vista lavorativo sembra che essa abbia una cattiva reputazione, compaiono commenti in cui si descrivono annunci lavorativi in cui è richiesta la laurea purché essa non sia della Lumsa. Effettuando un analisi a tutto campo, è emerso che la reputazione Lumsa non è delle migliori; infatti, è stato riscontrato che gli alunni hanno lamentele sulle lezioni continuative e quasi del tutto prive di pausa. La segreteria non è disponibile e poco comunicativa verso gli studenti proprio perché la comunicazione interna è molto carente. Il profilo Lumsa che ci appare all’esterno è quindi molto negativo e sia gli studenti che le aziende diffidano dall’offerta formativa che questa università offre.

Facebook

YouTube

Twitter

LinkedIn

Lumsa News tg


Item della comunicazione

Comunicazione Offline e online

Marchio Il marchio Lumsa resenta un simbolo poco chiaro dal colore verde. Sembrerebbe raffigurare un libro aperto con una spiga in primo piano che lo attraversa, potrebbe quindi significare “spargere il sapere”. Oltre al simbolo si trova accanto ad esso il nome della stessa Università (LUMSA) e la scritta “Università”. Il marchio in questo, che ci appare incomprensibile a primo impatto, non ci permettere una veloce interpretazione e quindi la sua comunicazione non ci risulta mirata ed efficace, come invece una buona Università di Comunicazione dovrebbe fare.

Facebook Ci sono diverse Fan page e gruppi presenti su Facebook ma anche una pagina ufficiale dell’Università. In generale esse vengono usate sia a scopo informativo che come forum tra gli studenti. All’interno è possibile trovarvi annunci di vario genere pubblicitario, promozione ad eventi ed iniziative. La pagina ufficiale alla quale si può accedere direttamente dal sito della stessa presenta 2486 likes e in essa è possibile trovare tutte le informazioni descrittive e orientative dell’Università. Vi è la possibilità di comunicare e ricevere le varie informazioni comunicando direttamente con la pagina ufficiale. I post sono aggiornati e trattano indicazioni specifiche

sugli orari e attività extra didattiche (es. conferenze, seminari…), in questa pagina è inoltre usato il logo ufficiale di Lumsa.

Twitter

LindedIn L’immagine utilizzata in questo caso rappresenta lo stesso presente nel sito, quindi l’immagine rappresentativa di Lumsa.

Anche in questo social network, l’immagine utilizzata è la stessa di Facebook in essa vi sono informazioni e comunicazioni didattiche e delle attività presenti nell’Università. L’account ha 209 followers (aggiornata al 28-2-2012).

Il profilo non è aggiornato con la stessa frequenza degli altri social network, anche se dovrebbe sfruttare al meglio questa opportunità per facilitare l’entrata nel mondo del lavoro per i giovani studenti.

Essa sembra poco curata e spoglia, probabilmente poiché la Lumsa non è molto interessata all’innovazione tecnologica; questo fattore è molto negativo e rischioso per Lumsa poiché oggi tutti gli istituti si stanno aprendo verso il mondo web e restando al di fuori di questo ambiente l’istituto rischia di rimanere anche fuori dal mercato.

Quello che trasmette la Lumsa non è attinente con ciò che la sua mission comunica e il non interesse e la poca partecipazione verso i social network, fa apparire la Lumsa come un Università obsoleta e non al passo con tempi.


YouTube L’immagine è quella standard, utilizzata anche nei profili Twitter e Facebook . I video presenti riguardano attività ed eventuali servizi che riguardano l’Università, realizzati sia da studenti che dall’Università stessa. Il colore utilizzato per il layout del profilo è il verde (colore rappresentativo di Lumsa). Ci sono 31 iscritti, non è aggiornato di frequenza, l’ultimo caricamento risale ad ottobre, confermando in questo modo la teoria del probabile non interessamento verso l’apertura totale al mondo digitale.

Lumsa News tg È un vero e proprio Tg presente sul canale di Youtube. Sono esposti problemi quotidiani con un giornalista che enuncia la notizia e seguito poi dal servizio. Vi sono diversi video realizzati però sporadicamente. Non sono molto seguiti, come dimostrato dal numero delle visualizzazioni, non vi sono commenti a riguardo e sembra un’attività del tutto sconosciuta al di fuori dell’Università. In conclusione Lumsa non trasmette la propria volontà di emergere e di apparire leader nel mercato.


Formazione generale discipline  Scienze della comunicazione.  Informazione e marketing (distretto di lettere e filosofia).

Sbocchi lavorativi  Competenze relative allo svolgimento di attività di comunicazione e relazioni pubbliche presso le imprese, gli enti della pubblica amministrazione e del no profit, redazioni e uffici stampa.  Giornalismo, Editoria.

Punti di forza • Molti canali web e profili su social media (Twitter, Facebook, Lumsa web tv, Linkedln,…) • Non prevede test d’ammissione ma solamente test attitudinale, studenti non selezionati quindi il numero degli iscritti è maggiore • Costo inferiore allo Ied • Corso riconosciuto come laurea Opportunità • Crescita nel mondo virtuale • Apertura verso l’estero • Maggiore richiesta di università con fondamenta religiose

Punti di debolezza • Marchio incomprensibile • Sito web disordinato e dispersivo • Poco conosciuta

Minacce • Reputation negativa • Nessun interesse verso il web • Non è presa in considerazione nell’ambito aziendale e lavorativo


IED vs Luiss Luiss,come IED, è un’Università privata ed elitaria, basata sulla formazione nelle materie Economiche con lo scopo principale di focalizzarsi su un mercato molto elevato. Entrambe nascono nel 1966 rispettivamente a Roma e a Milano, fondate da imprenditori interessati a lanciarsi nel mercato dell’istruzione privata. I corsi IED erano improntati sulle Arti Visive e sul Design, successivamente abbracciano il campo della Comunicazione del Marketing. Luiss, sin dall’inizio, presenta un percorso studi incentrato sull’Economia e sul mercato, no andando a toccare nessuna disciplina che tratti di cultura generale o di comunicazione, come invece Ied fa dalla sua fondazione. Lo scopo della fondazione di Luiss era quello di formare un’adeguata classe dirigente proiettata nel mondo del lavoro, mentre IED nasce dal bisogno di creare qualcosa di diverso ed innovativo nel settore dell’Istruzione e del mercato formando così giovani creativi ed ottimi comunicatori nel mondo aziendale.Prima di entrare a far parte del corpo studentesco della Luiss, lo studente deve effettuare un test di ammissione; ciò fa percepire all’esterno selettività ed esclusività, mentre per accedere al percorso studi di IED, l’allievo deve prenotare un colloquio orientativo dove gli viene spiegato il percorso di studio e le regole da rispettare nell’Istituto, ammettendo così chiunque senza verificare il livello di istruzione e alcune doti da poter sviluppare poi durante i tre anni, e fondamentali per chi vorrà lavorare nel marketing. Abbiamo riscontrato da una precedente analisi, che gli studenti Luiss, sin dall’inizio del percorso di studi, entrano in contatto con il mercato di riferimento, applicando il proprio sapere a casi reali e quotidiani che vengono a verificarsi nelle aziende. IED anche si focalizza molto sulla pratica, ma poco sulla teoria, lasciando così gli studenti insoddisfatti e a loro parere poco ferrati sulla materia del Marketing.Questo fattore desta molto sconforto negli allievi che frequentano lo Ied, scoraggiandosi e sconsigliando l’istituto a chi chiede loro informazioni; IES che basa la sua maggiore pubblicità sul passaparola, deve cercare di migliorare il percorso di studi teorico per gli studenti facendo si che essi siano più soddisfatti e quindi migliorando il passaparola. L’Università Luiss punta a creare un’immagine istituzionale e di altissimo livello basando la propria comunicazione su spot pubblicitari nelle stazioni ferroviarie come Stazione Termini, cartellonistica su metro e bus, sul Web attraverso il sito, la pagina Facebook ufficiale e la pagina Twiter. IED, al contrario, vuole dimostrare la sua innovazione e la sua apertura verso il mondo del Marketing applicando il lateral thinking e la creatività. La sua comunicazione, a differenza della Luiss, risulta essere poco efficace poiché il 90% degli studenti frequentanti hanno conosciuto IED attraverso il passaparola e sul web. L’obiettivo principale di Luiss è quello di analizzare ed interagire con il mercato italiano ed internazionale; IED incentra la propria attività sulla strategia aziendale e sulla qualità della comunicazione focalizzandosi sul Brand aziendale. Nel mercato d’oggi, saturo e molto selettivo, le Aziende richiedono un titolo di studio superiore al diploma, per questo IED non risulta essere la prima scelta per gli studenti neodiplomati poiché non conferisce una laurea, risultando così inferiore rispetto all’offerta Luiss che si presenta come un corso Laurea.


IED vs Lumsa La Lumsa, Libera Università di Maria Santissima Assunta, è un Università basata sui principi cattolici e sulla tradizione, mira ad una solida cultura generale su cui fondare la conoscenza degli strumenti teorici delle Scienze della Comunicazione, dell’Informazione e del Marketing; lo IED, Istituto Europeo di Design, non punta alla tradizione ma bensì all’innovazione e alla creatività fuori dagli schemi.Il suo obiettivo è di formare adeguate figure professionali in grado di agire a livello manageriale nei diversi ambiti della Pubblicità, delle Relazioni Pubbliche, del Marketing e delle Risorse Umane. Lumsa si è presentata sul mercato negli anni ‘40 come un’Università cattolica, prettamente femminile e molto selettiva, in questo modo fino al 1967 ha proibito l’accesso agli allievi di sesso maschile, risultando così al pubblico come un istituto molto restrittivo e basato su regole obsolete, chiudendo le giovani allieve in un cerchio fuori dalla vita reale. Ied, invece, ha sempre accettato qualsiasi studente, senza soffermarsi sul sesso, e creando così dinamiche di vita molto simili a quelle reali.Entrambe presentano il corso triennale sulla Comunicazione, ma con la differenza di piani di studi,strutturati in maniera tale da fornire competenze e conoscenze più a livello teorico da parte della Lumsa, puntando quindi ad una formazione culturale, tecnica e scientifica fondata su una concezione umanistica dell’esistenza. A differenza, lo IED si presenta in maniera completamente differente: i suoi corsi hanno un’alternanza tra teoria e pratica, anche se per certi versi la prevalenza della pratica sulla teoria lascia insoddisfazione negli allievi.Ciò che rende IED molto forte è la partnership con delle vere e proprie Aziende che propongo agli studenti casi reali da risolvere. IED cerca di sviluppare e allenare nei ragazzi il lateral thinking e la creatività, permettendo loro alla conclusione dei tre anni di svolgere progetti basati sulla comunicazione e sul brand delle aziende. La differenza tra i due Istituti emerge anche dalla retta, infatti lo studente IED paga il suo percorso studi 8.200 € mente lo studente Lumsa 6.000€, agevolando così , anche se di poco, l’iscrizione all’istituto per ragazzi di ceto medio - basso. Approfondendo l’analisi è emersa una grande differenza anche a livello comunicativo utilizzando approcci diversi:Lumsa anche se gode di una ottima conoscenza a livello nazionale non è ben vista sia dagli studenti sia nel mondo del lavoro, e tutto ciò è facilmente riscontrabile nel Web, poiché digitando il nome dell’istituto appaiono commenti molto duri da chi l’ha frequentato. Anche se utilizza molto bene la comunicazione offline come pubblicità su mezzi pubblici nel centro di Roma, cartellonistica e promozioni, la comunicazione online risulta essere molto disorganizzata e non sfruttata al meglio come possiamo vedere dal suo sito che si presenta poco chiaro e molto confusionario, oppure dalle pagine sui social network Facebook e twitter che sono molto scarne e aggiornate in modo sporadico. In contrapposizione con la comunicazione di Lumsa, la comunicazione offline è molto scarsa e si basa principalmente sul passaparola, ma utilizza al meglio la comunicazione online come il sito web, rispecchiando il suo approccio all’innovazione e alla novità, cercando quindi di essere più vicina ai ragazzi che sfruttano il web come prima fonte d’informazione.


IED vs Tutte Dopo aver analizzato e comparato singolarmente le tre Università, la conclusione del progetto prevede la comparazione di tutti e tre gli Istituti insieme. IED a nostro parere, rappresenta il mezzo più creativo ed innovativo per approfondire il proprio percorso di studi. Per questa sua audacia e professionalità, si stabilisce in netta contrapposizione con i due pilastri dell'istituzione nazionale Luiss e Lumsa presenti sul territorio romano.Queste ultime rappresentano in Italia, chi per il versante istituzionale, Luiss, chi per il versante religioso, Lumsa, due dei più importanti capisaldi dell'istruzione superiore. Il nostro Istituto, raccogliendo varie branchie di quello che è il mondo aziendale e artistico, mette a disposizione dei propri allievi un sistema assolutamente interattivo e rivoluzionario di concepire l’Università e il percorso formativo accademico, contrastando e rimodernando quella che è la concezione italiana delle Università.IED è percepita dagli studenti e dalle proprie famiglie non come un semplice Istituto ma come una vera e propria strategia, dove poter investire per il futuro; infatti IED non punta al mercato ma bensì alla qualità del servizio che offre. Mirando tutte e tre allo stesso target, lo IED ha scelto come mezzi di comunicazione il Web e soprattutto i Social Media, andando così a catturare l'attenzione e la curiosità dei giovani neodiplomati, che navigano nella rete, che hanno voglia di emergere e non voglio incentrare i proprio studi sulla mera teoria, facendosi accompagnare nel percorso di studi da docenti-professionisti molto preparati e ferrati su ciò che è oggi il mondo del lavoro. Altro punto di forza che caratterizza IED e che lo rende unico è la

sua internazionalità; per lo studente questo fattore rappresenta un modo per poter imparare un'altra lingua, vivendo nel paese estero che ospita una delle varie sedi IED. Essendo Luiss e Lumsa due Università convenzionali, non forniscono dispense elaborate dai docenti, ma obbligano gli studenti ad acquistare numerosi libri che saranno utili solamente per un unico esame. Anche in questo frangente IED dimostra la sua lungimiranza, poiché ogni docente invia ai propri allievi delle dispense in Power Point molto esplicative, utili poi, affiancandole agli appunti presi in classe durante la lezione, a preparare l'esame di fine corso. Il team working e gli strumenti messi a disposizione dall'istituto, accompagnati dall'aria familiare che si respira all'interno della sede tra docenti, alunni e segreteria, permettono una formazione per gli studenti con impronta manageriale, che non si riscontra negli allievi di Luiss e Lumsa. In conclusione, essendo tre università che puntano ad avere ognuna un posto elitario sul mercato dell'Istruzione, a nostro parere IED da ai propri allievi non solo conoscenze sui concetti basilari del marketing, ma sviluppa nei ragazzi attitudini al team working, al lateral thinking e al problem solving, e per questo l'Istituto Europeo di Design non deve temere i suoi due principali competitors.


I posizionamenti attuali Dalla ricerca di mercato effettuata si evince che lo Ied è posizionato in maniera negativa e sfavorevole rispetto ai suoi competitors poiché offre servizi simili o uguali alla Lumsa e la Luiss, ma a differenza di questi competitors non rilascia un attestato di laurea. Criteri D’Acquisto

Target

IED

LUISS

LUMSA

Innovazione

5

4

3

3

Creatività/Praticità

4

5

3

2

Prezzo (sensibilità al prezzo) Internazionalità

3 4

5

3

2

Professionalità

3

3

5

3

8.000€ (3)

↓ ↓

10.000€ (3)

• Innovazione: Ied meglio degli altri ma non ancora quanto vorrebbe il target. • Creatività/Praticità: Ied meglio degli altri competitors e anche del target stesso. Dovremmo capire se il target manifesta una richiesta in aumento verso forme d’istruzione con creatività e meno teoriche.

6.000€ (4)

• Prezzo: quasi tutti i competitors allineati con il target, quindi dovremmo lasciare il prezzo immutato. Innalzamento del valore percepito. • Internazionalità: Ied al di sopra di tutti i competitors e del target stesso. Stimolare maggiormente l’attenzione del target verso opportunità e sbocchi internazionali. • Professionalità: quasi tutti i competitors allineati con il target, tranne la Luiss che sembrerebbe maggiormente professionale (anche per le possibilità lavorative dopo gli studi). Stimolare l’attenzione su questo aspetto, per quanto riguarda Ied perché dal target sembrerebbe in una posizione favorevole, ma si è percepito che la professionalità è un punto fondamentale.


Analisi delle strategie Un attento lavoro d’analisi condotta da noi sullo Ied e sui suoi competitor diretti, ci ha rivelato diverse opportunità per migliorare il posizionamento dell’Istituto nel proprio settore di riferimento. Abbiamo inoltre pensato a diverse soluzioni che possano fidelizzare l’attuale target e allo stesso tempo attrarre altre e nuove tipologie di clienti potenziali. Analizzando le caratteristiche dell’Istituto e le sue modalità di promozione utilizzate attualmente, abbiamo creato e suggerito delle diverse soluzioni i mondo da rendere più forte la strategia online e migliorando mezzi già utilizzati per aumentare la visibilità del nostro Brand e attrarre un numero maggiore di clienti. Oltre alle strategie online, i nostri consiglli si estendono anche all’interno, proponendo un restaling dell’immagine dell’Istituto, sottolineando così la missione e le attività dello Ied.


Strategie Online • Blog management Un mezzo molto efficace per ottenere un feedback immediato è il Blog, che rende la comunicazione online molto più dinamica e diretta. Il blog tratterà argomenti che riguardano il management ma anche con l’aggiunta di elementi caratteristici di IED quindi design, pubblicità, tendenze del mondo della comunicazione. Il tutto sarà curato da 4 ragazzi competenti e volenterosi del secondo anno, scelti dal docente che coordina il corso,in tal modo i prescelti potranno portare avanti un progetto che li coinvolga personalmente e che combini insieme passione e professione. Tutti gli allievi della sezione management potranno suggerire link o post da pubblicare nel blog; starà poi ai ragazzi che coordinano la pagina web selezionare e pubblicare i temi scelti. L’albero del sito sarà suddiviso in un menu orizzontale che conterrà 5 pagine suddivise per temi, che saranno denominati:  4 minutes break, ossia condivisione di elementi come immagini, video, documenti o semplicemente commenti, scelti dagli studenti.  La seconda pagina “Brand is every where” tratterà di pubblicità, analisi di brand, comunicazione e tutti i vari casi legati al brand aziendale.  La terza categoria “Everything we like” prevederà sezioni che tratteranno di sound, video, illustration, visual, graphic design e interior, creando collaborazioni con gli studenti di Alcamo, che potranno inoltre pubblicare e commentare i lavori e i progetti.  La quarta pagina “ Press” sarà utile ad ottenere un miglioramento della reputation, realizzando una rassegna stampa nella quale inserire tutti gli articoli (presenti sia su web e non) in modo tale da creare una specie di portfolio in cui trovare pareri su IED, ma anche tutte le iniziative proposte e le interviste fatte ai docenti in cui parleranno dell’istituto.  L’ultima pagina “contatti” prevede l’elenco e le info riguardanti gli studenti che si occupano di curare il blog, permettendo così di poterli contattare e di far ricevere loro i suggerimenti da parte degli altri allievi. La piattaforma sul quale si prevede di creare il blog è Wordpress. com, essa è infatti facile da utilizzare e ben strutturata. I ragazzi inoltre potranno mettere in pratica ciò che hanno appreso durante uno dei corsi presenti sul piano di studi. Lo stile grafico sarà molto minimal in modo da restare in linea con quello che è il concept IED.


• Restyling del portale Il sito appare non completo e soprattutto poco dinamico. Un restyling migliorerebbe di conseguenza la presentazione del prodotto che proponiamo. Vorremmo inoltre modificare la parte delle immagini presenti nel portale, sostituendo quelle già presenti con il lavori dei ragazzi, in modo che tutti gli allievi possano esporre le proprie opere e raccontare in delle brevi e simpatiche interviste il processo creativo, fino a giungere alla conclusione del lavoro. Aggiungendo la sezione portfolio e eliminando la categoria denominata Gallery, poco curata ed inutile, ogni ragazzo può esporre, a distanza di una settimana, il proprio esame finale, firmando così il progetto e dando la possibilità di rendere pubblica la sua opera. Cosi facendo il sito non sarebbe più statico e i visitatori potrebbero incuriosirsi e appassionarsi dei lavori realizzati. Vorremmo inoltre dividere in maniera evidente nella home page, tutte le sezioni che Ied offre e aggiungere ad ognuna una descrizione ben approfondita e di seguito aggiungere alcuni commenti degli studenti e qualche video che documenta ciò che accade durante le ore di lezione

Aprendo anche una parte del portale ai lavori degli allievi Ied, si potrebbe creare un portfolio virtuale accessibile solamente a chi è iscritto al corso di laurea Ied dove pubblicare i propri lavori e condividerli, con l’opzione di poter cliccare following sull’artista che più affascina.

• Webminar Nella società di oggi, si sa, bisogna continuamente reinventarsi per restare al passo con i tempi. Sarebbe interessante e innovativo quindi proporre dei web minar in cui proporre delle lezioni dimostrative e inoltre presentare una serie di seminari e convegni che si susseguono mensilmente in sede. I corsi sarebbero presentati da dirigenti di grandi aziende partner di Ied , che due volte al mese, presentano in piccole pillole di 30 minuti delle strategie di marketing applicate a casi reali. Si punta quindi, tramite questo strumento, ad aumentare la visibilità online ma anche a stimolare curiosità e interesse verso tutta quella che è l’offerta Ied. Questi corsi virtuali sono presentati sul sito web del nostro istituto, dove verranno pubblicizzate delle preview della lezione virtuale. Cliccando sul link si apre il collegamento che rimanderà al canale you tube di Ied e lo studente o chiunque sia interessato al marketing potrà ascoltare ciò che il docente spiega. Alla fine, sfruttando il “leave a comment” di you tube, si potrà commentare e votare il video.


Facebook e twitter Sono due dei social network più utilizzati dai ragazzi, da chi frequenta il web e soprattutto da chi lavora nella comunicazione. Avere una pagina Facebook o un profilo Twitter ben aggiornati con contenuti chiari e coerenti significa, per chi è tuo friend o follower, poter seguire e commentare i post, instaurando cosi un rapporto di fiducia e di confronto. Proprio per questo per raggiungere gli studenti e ottenere di conseguenza una certa visibilità online si prevede di aprire un account ufficiale Facebook e Twitter con il quale poter instaurare un contatto maggiore con i ragazzi, non limitandosi solamente a postare annunci “affittasi casa” ma aggiornando quotidianamente lo stato con news relative all’istituto, i concorsi ai quali ogni studente può partecipare, ad eventi organizzati dallo Ied e non, e dai lavori fatti dagli studenti. A differenza del blog, Il profilo Facebook e agli altri account sui social network, in questo caso Twitter, saranno aggiornati dalla segreteria, in modo da rendere il contenuto ufficiale e affidabile. Attraverso la condivisione d’immagini, video, post, ed eventi si rende la comunicazione dinamica ed interessante. Si ha la possibilità di ottenere un feedback immediato e anche la sensazione di essere parte di una community che non termina dal momento che si esce dall’istituto, ma attraverso Facebook e Twitter, si prosegue a far parte dello Ied.

Linkedin Un media professionale per restare in contatto e creare un senso di unione tra chi condivide lo stesso percorso professionale. È molto utile per creare la propria rete di contatti mantenendo sempre un certo tono professionale. Un modo per rendersi visibile non solo a studenti e docenti ma soprattutto ad aziende con il quale magari poter instaurare rapporti di partnership. Inoltre questo social network da la possibilità di pubblicare una sorta di cv e il portfolio dei prodotti che propone, quindi Ied deve sfruttare questa opportunità mettendo in risalto le sue collaborazioni e i suoi lavori, e inoltre rafforzare il legame virtuale che lega l’istituto con i docenti, scambiando commenti, post e link riguardanti il brand sulla pagina web. Entrando a far parte di Linkedin si crea una rete virtuale con i tuoi collaboratori, e nel caso di Ied con docenti e studenti già diplomati e ora lavoratori. Il nostro suggerimento prevede di rafforzare e di incrementare il legame con gli ex-allievi dello Ied , soprattutto se la loro carriera lavorativa è ben avviata, mostrando così alle altre aziende che gli studenti Ied sono molto richiesti nel mondo del lavoro.


Youtube Questo strumento sarà utilizzato per rilevare con promo specifici i lavori degli studenti ed eventi in sede. Questo perché vi è il bisogno di far conoscere a più persone e contatti le molte attività di IED. Ad oggi abbiamo riscontrato poca informazione al riguardo, per questo strumento dovrà essere di impatto con inserimento di tutte le info e i progetti più interessanti e rappresentative dell‘Istituto. Come già detto in precedenza, il canale you tube di Ied sarà utilizzato anche come mezzo d’informazione per trasmettere le Webminar. Tutto ciò sarà gestito e controllato dalla segreteria, che avrà il compito di aggiornare settimanalmente o quotidianamente la pagina, uplodando anche video e lavori creati dagli studenti per gli esami finali dei corsi.

App per smartphone e tablet Creare un’App che sia utile agli studenti per orari e risultati di esami. Un modo facile e veloce per ricevere informazioni anche esterne all’istituto come concorsi e contest. Quindi utile per l’Istituto stesso e per le proprie comunicazioni. L’app sarà rinominata Ied Management app e sarà compatibile con Apple, Google play e Blackberry.


Dopo aver effettuato per la prima volta il log in lo studente potrà controllare i suoi voti, i documenti condivisi inviati dalla segreteria e dai docenti, messaggi relativi alle lezioni, i voti degli esami e i giorni di assenze. Ci sarà anche una parte dell’app dedicata all’interazione e alla chat con gli altri studenti del corso per aggiornamenti, informazioni e chiarimenti. Le tonalità di colore di Ied Management App saranno basate sui colori che identificano lo Ied, ossia il bianco, il rosso e il nero. La segreteria provvederà ad aggiornare continuamente tutti i dati di ogni studente. Anche ogni docente avrà il suo account dove potrà uplodare e condividere con gli studenti documenti, immagini e altre cose che ritiene essere interessanti per i propri allievi.

Spot pubbliciatrio (TouTube) Dopo aver analizzato i competitor di Ied e avendo una buona conoscenza del mondo televisivo, riteniamo necessario, dati l’abbassamento dei costi di produzione pubblicitaria, creare un spot televisivo ad hoc per sponsorizzare Ied Management Lab. La pubblicità avrà una durata di 30 secondi e mostrerà le sedi Ied e alcuni dei progetti più noti e più importanti fatti dagli studenti. Dato che ne Luiss ne Lumsa hanno strategie su reti nazionali come Rai o Mediaset, noi potremmo, attraverso 30 secondi, suscitare curiosità e attenzione non solo nei giovani, ma anche nei genitori di questi ragazzi, aumentando anche di notorietà e credibilità.


Strategie Offline • !ED Garden Lo IED deve essere vissuto anche esternamente. Non deve essere visto quindi solo come un punto di studio, lavoro, ma anche come un luogo in cui vivere e condividere esperienze. IED deve far parte della vita dello studente anche al di fuori dell’orario didattico. A questo proposito vorremmo presentare a Ied la nostra idea basata sulla creazione di un evento chiamato Ied Garden che prevede un ciclo di incontri durante i fine settimana con contest ogni volta diversi. Tutto ciò sarà aperto a studenti ed aziende, facilitando così la ricerca di nuovi talenti per Ied e soprattutto il confronto tra professionisti e allievi. Il nostro progetto prevede anche il miglioramento degli spazi dell’istituto per creare un ambiente vivibile e familiare, creando così un luogo di ritrovo e di relax per i ragazzi. I luoghi che vorremmo instaurare sono l’area ristoro, zona relax e luogo esposizioni. - Area ristoro: creando un atmosfera tranquilla e un ambiente rilassante, dove poter interloquire con i propri compagni e consumare il pasto (a scelta tra pizza, panini, menu completo) servito direttamente dal servizio catering. La presenza di musica di sottofondo, i tavoli rotondi, le pareti colorate e decorate faciliteranno gli studenti a sentirsi a proprio agio, riconoscendo nello Ied un luogo tranquillo e creativo. - Zona relax: quest’area comprende la disposizione dell’arredamento che favorisca l’interazione studenti di corsi diversi e scambi di competenze. Sarà presente anche la bacheca annunci facilitando così lo scambio di notizie tra gli studenti. La living room e lo spazio dedicato allo studio prevederà Wi-fi, prese corrente per charge, divanetti e tavoli; inoltre anche una macchinetta self service per caffè ed un piccolo bar. In questo modo gli studenti non percepiranno lo Ied come luogo dedito solamente allo studio, ma anche da vivere e condividere.


Per agevolare la vita dello studente nell’istituto, vorremmo aggiungere nei corridoi degli armadietti privati per gli studenti, nel quale mettere tutti gli strumenti che sono necessari allo svolgimento delle attività didattiche. È un punto che inoltre innalzerebbe la valutazione di un pubblico esterno che quindi si trovano ad avere un primo impatto con la struttura. Infine vorremmo far si che ogni studente sia in possesso di un libretto, che oggi è disponibile solamente per i nuovi ragazzi che frequentano il corso riconosciuto come laurea. Il libretto invece potrebbe essere disponibile per tutti, anche per i corsi non riconosciuti come laurea, in essi potrebbero esservi alcuni elementi di design caratterizzabili secondo ogni studente. Questo potrebbe dare più prestigio e serietà a tutti i corsi dell’Istituto. - Luogo esposizioni: Porre nella sede di Via Branca una zona adiacente a quella della parte di fashion, in cui possano essere esposti i lavori più rilevanti e interessanti degli studenti di management. Questo perché in sede è quasi impercettibile la presenza di questo corso che invece dovrebbe essere evidenziato al meglio, in modo di porre due mondi che sembrano così distanti sempre più vicini, e in modo che chi entra anche solo come visitatore possa da subito essere messo al corrente del corso che altrimenti risulta secondario in essa. Vorremmo aggiungere, oltre al progetto Ied Garden, un restyling del giardino della sede di Via Branca con l’introduzione delle panchine diverse da quelle convenzionali, anche colorate, preferibilmente progettate e realizzate dagli studenti, dei tavoli che agevolino pausa pranzo,per chi volesse mangiare fuori durante il periodo primaverile, lo studio all’aperto e le relazioni tra gli studenti. Questo perché IED e la sua immagine deve essere visibile anche a chi passa da fuori, si deve capire che il prodotto, ciò che c’è dentro il cancello è unico sul territorio di Roma.


• Incontri con dirigenti aziendali e meeting informativi sulla didattica Uno dei punti di vantaggio di IED è la partnership con diverse aziende e la presenza di docenti professionisti. Lo stage che proponiamo permetterà ai ragazzi di consolidare gli insegnamenti didattici alla pratica attuale. Inoltre la possibilità di poter entrare subito a contatto con le aziende porterà sicuramente uno stimolo maggiore da parte degli studenti che potranno avere sin da subito delle opportunità lavorative. Tutto ciò conferirà maggior valore all’istituto e soprattutto si caratterizzerà per l’ambiente professionale e dinamico. Non è permesso però a tutti gli allievi avere la possibilità di partecipare a questi interventi e a questi incontri; ogni docentecoordinatore selezionerà, basandosi sui voti e sulla presenza alle lezioni, quali allievi proporre alla segreteria per avere questa opportunità. Per promuovere Ied non solo all’interno ma anche all’esterno proponiamo di organizzare dei meeting nelle scuole secondarie, aziende e luoghi di aggregazione ad alto tasso giovanile. In questi incontri si potrà presentare l’offerta didattica di IED facendo parlare gli studenti del 2° anno trasmettendo ai ragazzi spettatori l’unicità dell’istituto e la sua lungimiranza verso il mondo del lavoro

• Creazione agenzia consulenza IED Importante per IED è essere parte di un mercato e soprattutto arrivare a essere leader nel suo settore. Fondamentale è anche trasmettere la propria identità creativa all’esterno e quindi collegare un mondo professionale al design thinking.

L’approccio IED è di creare figure professionali in grado di far parte del mondo del lavoro sin da subito. La creazione di un’agenzia di consulenza Ied sarebbe il modo perfetto per rendere il lavoro dei ragazzi quindi concreto. La sede dell’agenzia sarebbe situata in Via Branca, vicino la segreteria, e sarebbe diretta da un professionista e da alcuni studenti dei vari anni. Quest’attività, oltre che a giovare all’immagine di Ied e alla sua presenza sul mercato, potrà essere per lo studente un ottimo trampolino di lancio, dove potrà, oltre che sperimentare ciò che ha studiato in campo pratico, iniziare ad avere relazioni lavorative con le aziende e a sapersi muovere nell’ambito del marketing e della comunicazione. Inoltre questa nuova attività porterebbe a Ied un nuovo business e quindi maggiore introiti per il brand.


• • • • Workshop Ogni anno in IED si fanno dei workshop interdisciplinari della durata di due settimane (una settimana a workshop), questi dovrebbero essere organizzati più spesso durante l’anno in modo di organizzare dei workshop interdisciplinari tra i vari corsi (es. marketing, fashionmarketing e pubblicità) così che si implementi un carattere interdisciplinare in contrapposizione con le altre offerte didattiche. Lo Ied deciderà il tema dei workshop, e ogni corso cercherà di portare a termine il proprio lavoro proponendo e attivando varie strategie. Il workshop deve essere coordinato e gestito da professionisti che, contattati direttamente dalla segreteria Ied, provvederanno a creare un corso intensivo di una settimana prefiggendosi degli scopi da portare a termine conseguendo ottimi risultati. Gli allievi potranno così avere un momento di interruzione dalle lezioni coltivando le loro passioni e mixando i loro studi alle passioni e rendendo la partecipazione al corso interattiva e divertente. Al fine di ogni workshop il docente e gli allievi presenteranno davanti a tutto l’istituto il lavoro finale e una giuria proclamerà il vincitore. Questa attività simula a pieno il team work e la competitività presente nel reale mondo del lavoro, facendo sì che gli allievi siano già pronti e consapevoli di ciò che sarà il loro compito non appena entreranno a far parte del mercato.

• Paper toy Realizzare dei gadget free da lasciare in vari posti di Roma che siano caratterizzanti di IED, che coinvolgano il target e lo interessino. Essi potrebbero essere distribuiti anche nelle aziende e in scuole, locali, eventi, discoteche e nei maggiori luoghi di ritrovo per i giovani. Questo potrebbe dare un’identità definita e una buona comunicazione offline. I paper toy che abbiamo concepito per quest’occasione sono dei piccoli fogli di cartoncino, ognuno raffigurante un tema diverso dei vari aspetti del marketing e con colori accattivanti che richiamano l’attenzione. Questi gadget di carta verranno distribuiti in varie occasioni da studenti dello Ied, che dovranno riuscire a far avvicinare agli stand Ied i giovani e spiegare loro quali sono le materie del corso di marketing e mostrando i progetti degli studenti ed infine regalando questi simpatici paper toy. Durante i vari eventi sponsorizzati da Ied ,come Talking Ied, saranno sempre presenti questi box e avverrà la distribuzione dei cartoncini al fine dell’evento.


• Creazione rivista design strategico (redazione) Creare una rivista di design di tutte le discipline dell’Istituto creato da studenti IED che sia un mensile di reportage per le attività esami e progetti da distribuire “free” in più parti del territorio su Roma. Riteniamo inoltre opportuno e quasi necessaria la pubblicazione del free press on line, relazionandolo attraverso ad un link alle pagine Facebook e Twitter, al blog, al canale you tube e al portale. Questa rivista così può coinvolgere studenti di tutti i corsi da comunicazione a arti visive. Instaurare una redazione supervisionata da un professore, ma gestita completamente dagli studenti, essa può essere una buona palestra di vita e di lavoro. Vorremmo anche pubblicare delle interviste fatte dai giovani ragazzi ad alcuni docenti dello Ied o a dei dirigenti aziendali, rendendo molto interessante ed interattivo il tutto. La redazione sarà formata da allievi e supervisionata da uno o due professionisti del settore di stampa e di marketing. La rivista sarà data in dotazione anche alle aziende partner, ai docenti e alle loro aziende e durante gli eventi di maggiore importanza.


Piano operativo


Budget finale Costi delle strategie ammortizzabili in 3 anni

Strategia

Ciò comporta

Costi

Note

social media manager

€ 18.000,00

mensile € 1500 x 12 mesi

€ 10.000,00

500 al giorno x 20 gg

web designer

€ 1.000,00

a progetto

4 persone per 4 gg, 4 ore per 15 docenti

€ 9.000,00

totale

€ 38.000,00

costi totali ammortizzabili in 3 anni

€ 12.666,67

quota annuale

Comunicazione on line Miglioramento dell' App Restyling del portale Riprogettazione contenuti formativi

Costi delle strategie ammortizzabili in 1 anno Strategia

Ciò comporta

Eventi progettati e organizzati dagli studenti

strumenti per l'evento

Pubblicità

affissioni, cartellonistica (su mezzi di trasporto), radio

Workshop

docenti esterni,eventi per presentare i vari progetti

Evento di riconoscimento marketing

catering, promozione dell'evento

* Previsione costi non comprensiva del progetto Ied Garden

Costi

Note € 10.000,00

1 anno cad. per 14 gg 2 campagne a gen e ago\set

€ 16.000,00 già compresa in attività ordinaria

€ 4.000,00

20 a persona x 200 persone circa

€ 30.000,00

costi totali ammortizzabili in 1 anno


Ritorni economici in previsione di 12 mesi

Conto economico

(ipotesi di partenza 0)

Anno 1

Importi

Incidenza sui ricavi

Importi

Incidenza sui ricavi

Ricavi

€ 541.200

100%

€ 869.200

100%

Cv

€ 270.600

50%

€ 434.600

50%

Margine

€ 270.600

50%

€ 434.600

50%

Cf

€ 189.420

35%

€ 227.466

35%

Utile

€ 81.180

15%

€ 207.134

24%


Communication_Strategy