Page 1

Amleto de Silva nasce a Napoli, cresce a Salerno e infine si trasferisce a Roma, dove vive; il risultato è che si perde in tutte e tre le città. Comincia a scrivere, con Sara Migneco, come vignettista, su Cuore, Smemoranda e altre testate. Nel 2000 vince il premio satira politica di Forte dei Marmi, anche se ultimamente sta pensando di restituirlo. Il suo famigerato blog è www.amlo.it. Collabora come autore con Enrico Montesano, poi scrive Statti attento da me e La nobile arte di misurarsi la palla, per Roundmidnight, e due saggi di costume, Stronzology e Degenerati, per Liberaria. Adesso è la volta de Il Dizionario Illustrato dei #giovanimerda (Magic Press Edizioni) con le illustrazioni di Boban Pesov, tra gli youtuber più seguiti in Italia. Scrive la rubrica Spoiler, che parla di serie tv inedite, per TvZap (gruppo Espresso) e Playlist e On Writing per ilmiolibro.it (gruppo Espresso). Porta in giro degli spettacoli, tra cui Amleto fa Cirano con l’Inglese (con Edoardo Inglese), I Dieci Peggio (stand up comedy) e Non muore nessuno, dal romanzo di Sergio Claudio Perroni (Bompiani). Sebbene i suoi amici lo sfottano per il suo look da attempato diggei, egli è molto fiero del fatto che sa indossare.

Tra overdose di politically correct e orride canzoncine indie suonate male, Il Dizionario Illustrato dei #giovanimerda cerca di tracciare una mappa alfabetica dei difetti delle nuove generazioni attraverso uno sguardo ironico, sarcastico e (quasi mai) rancoroso. Ne scaturisce un ritratto di una generazione che non è mai stata giovane. Per fortuna che si ride.

IL DIZIONARIO ILLUSTRATO DEI #GIOVANIMERDA

D

a che mondo è mondo, gli anziani hanno sempre redarguito e criticato le nuove generazioni: vuoi per consuetudine sociale, vuoi per semplice invidia, vuoi per pura cretinaggine; quasi sempre i giovani hanno avuto ragione, anche se qualche volta sul filo di lana. Oggi, invece, assistiamo a un evento epocale: per la prima volta nella storia, i giovani hanno torto marcio, e gli anziani hanno ragione. Indolenti, accidiosi, presuntuosi, reazionari (soprattutto quando si atteggiano a sinistra pura e dura), pressappochisti, cazzocanisti, i giovani d’oggi si sono trasformati negli anziani di ieri.

E 14,00

GiovaniMerda_COVER_DEF.indd 1

12/10/16 12:24


Ognuno si prenda le sue responsabilità: Luca Ippoliti che ha editato il tutto tra uno yogurt bio e una tisana detox alla calendula, Francesca per la pazienza, Mario Natangelo per essersi fatto fottere la copertina, Sergio Claudio Perroni per i consigli e i cazziatoni quotidiani e le mie talpe tra i #gm, Alice e Sofia. A Carolina, perché si ricordi come non deve diventare. Mai.

Direttore editoriale Pasquale Ruggiero

Ufficio stampa Luca Ippoliti

Editor Luca Ippoliti

Hanno collaborato Francesco Armini Federica Bello Ilenia Cicchetti Luca Di Salvatore Giulia Evangelisti Barbara Rosapane Roberto Rossetti

 rafica & Impaginazione G MP STUDIO  opertina e illustrazioni C Boban Pesov Amministrazione Laura Marinelli Tiziana Silvestri

Stampa FP-DESIGN Via delle Gondole, 38 00121 Roma

© 2016 Amleto de Silva e Magic Press Edizioni srl. Per la presente opera, tutti i diritti sono riservati compresi i testi, le illustrazioni e i redazionali. Storie, personaggi e avvenimenti sono frutto di fantasia e non hanno nessun riferimento reale (forse). Finito di stampare nel mese di ottobre 2016. 2016 per l’Italia Magic Press Edizioni srl Via Cancelliera, 60 - 00040 Ariccia (RM) tel. 06/9341045 fax 06/93494233

giovaniMerda_001-128_.indd 2

11/10/16 16:47


giovaniMerda_001-128_.indd 3

10/10/16 15:51


giovaniMerda_001-128_.indd 4

10/10/16 15:51


A Abasia s. f. (med.) Incapacità parziale o totale di camminare, spesso di origine psichica. Normale camminata del #giovanemerda, che quando lo incontri per strada nove volte su dieci ti crolla addosso come un idiota umbriaco senza nemmeno la scusa di aver bevuto. E in più ti dice pure guarda ndo’ vai ‘a zi’. Abbaio s. m. Un abbaiare insistente e prolungato. Se lamentoso e particolarmente molesto, tipico dei cantanti indie. Se anche stonato, tipico dei cantanti indie italiani. Abballare v. tr. (non com.) Avvolgere merci in balle; recarsi in un bar o in una discoteca per scatenarsi in danze cretine care ai #giovanimerda. Abbandonismo s. m. (psicol.) Tendenza a perdersi d’animo, ad abbandonarsi moralmente. Quando il #giovanemerda scopre che non basta che i genitori paghino le tasse all’Università per ottenere una laurea in Scienze della comunicazione. Abbarruffio s. m. Disordine tumultuoso che finché è in camera è normale, il problema è che ‘sto deficiente l’abbarruffio lo tiene in testa. Abbeveratoio s. m. Recipiente o vasca di notevoli dimensioni per abbeverarvi il bestiame. Ve lo potreste anche mettere in casa, ma è meglio se cacciate il #giovanemerda e vi pigliate il bestiame, che almeno due soldi poi ce li tirate fuori. Abbiadare v. tr. Assuefare i cavalli abituati al pascolo libero a pascersi di biada. Coi cavalli ci vuole un po’, con i #giovanimerda basta scrivere BIO e GLUTEN FREE e si mangiano pure l’intonaco.

5

giovaniMerda_001-128_.indd 5

10/10/16 15:51


Accollo s. m. Termine molto in voga tra i #giovanimerda. Letteralmente starebbe per impegno, obbligo, senonché la variante colloquiale del GM nun t’accollà può significare di tutto, da mi presteresti cento euro però sia chiaro che non te li restituirò mai fino a che me porti in macchina a Berlino a spese tue che ciò ‘na pischella che me piasce che fa la cameriera-slash-videomaker in Francia?. E sì, lo so che lo sapete che Berlino non è in Francia. Voi, lo sapete. Alcolismo s. m. Malattia di persona dipendente dall’alcol, che gli fa fare le meglio figure di merda in privato e pure in pubblico, che il #giovanemerda usa come alibi per le figure di merda che va facendo quando è sobrio. Alessandrinismo s. m. Arte ornata ma priva di ispirazione. Il #giovanemerda ha un vocabolario di dieci parole (tre sono varianti di daje) eppure riesce a risultare barocco e fastidioso uguale. Oltre che cretino.

6

giovaniMerda_001-128_.indd 6

10/10/16 15:51


Allampanato agg. Di persona alta e decisamente magra. Se lo dite a un #giovanemerda s’offende a morte o vi ringrazia con le lacrime agli occhi. Dite voi, ma non ha senso. Lo ha, invece, se sei semianalfabeta. Allergico agg. Che soffre di allergie. Nel #giovanemerda, l’allergia si manifesta in concomitanza di impegni, obblighi, incombenze, doveri vari e svanisce di colpo quando queste responsabilità vengono addossate a un altro. Alloggio s. m. Luogo adatto a dimora stabile o temporanea. Per il #giovanemerda, anche se guadagna ventimila euro al giorno, casa dei miei. Amadriade s. f. Scimmione africano dal muso canino; nel caso del #giovanemerda, rivolto al suo barbiere (detto Barber Shop, perché sulla Tuscolana e a piazza Bellini a Napoli, da sempre, la lingua ufficiale è l’inglese) aho’ così uguale me devi pettina’, capito? Ameba s. f. Protozoo rizopode unicellulare, praticamente la schifezza del mondo animale a tutti i livelli, che però, avendo una sua dignità, al #giovanemerda non gli rivolge manco la parola e se lo incontra per strada fa finta che sta parlando al cellulare per non salutarlo. Anabiosi s. f. (dal greco anabíōsis, ritorno alla vita). Capacità di organismi animali e vegetali di recuperare le funzioni vitali dopo un periodo di vita latente, talvolta molto lungo, che può durare un’intera sessione di esami all’Università. Anacoreta s. m. Eremita, o comunque persona che sceglie di vivere da sola, appartata; che scrive un post su Facebook dicendo adesso basta qua sopra c’è solo gente falsa adesso mi scancello e se mi volete mi venite a citofonare qua abbiamo perso i veri valori della vita che noi giovani dovremmo essere in grado di apprezzare antifa’ antifa’ e poi il giorno dopo stanno sempre su Facebook, però con la foto profilo nuova. Anafilassi s. f. Reazione patologica anormale dell’organismo del #giovanemerda quando vengono introdotte determinate sostanze, tipo la corretta sintassi. Analisi s. f. Esame accurato, indagine, dalla quale si evince che qualsiasi

7

giovaniMerda_001-128_.indd 7

10/10/16 15:51


stronzata faccia il #giovanemerda, tipo infilare le dita bagnate nelle prese elettriche, mangiare pietre acuminate o vestirsi da boscaiolo del Wyoming è colpa der Comune che so’ tutti fasci mortacci loro daje. Anarchia s. f. Dottrina sociale e politica che, partendo dal diritto dell’assoluta libertà dell’individuo da lacci e lacciuoli di qualsivoglia genere, autorizza i figli dei ricchi a chiederti i soldi per la birra in mezzo alla strada. Anarchico agg. Chi propugna l’anarchia; se figlio di persona facoltosa, ciò lo autorizza a chiederti l’elemosina in modo molesto. Anatema s. m. Maledizione scagliata con veemenza: il #giovanemerda ama infarcire i suoi anatemi con termini come ‘a fascio de merda, ‘a zecca, ‘a guardia, ‘a lazzziale, daje e che me dai ‘na sigaretta frate’. Anatocismo s. m. L’interesse dell’interesse, insomma una cosa per cui i soldi che devi diventano ogni giorno di più finché finisce che un #giovanemerda a caso può arrivare a pretendere dai genitori paghette che talvolta arrivano a venti milioni di euro settimanali. Andatura s. f. Il modo in cui ci si sposta camminando, più o meno velocemente, e che conferisce al #giovanemerda quel certo non so che a metà tra uno zoppo e un ubriaco semideficiente. Se dondolante, gli consente di elemosinare denaro e sigarette a quelli alla sua destra come a coloro alla sua sinistra. Aneto s. m. Pianta erbacea aromatica dal caratteristico odore di merda di uomo che il #giovanemerda compra in erboristerie biologiche ecumeniche a chilometro zero daje no racism emergency occupy tutto con la quale prepara gustosi infusi dal caratteristico retrogusto di merda, però a chilometro zero, eh. Angoscia s. f. Oppressione dello spirito che il #giovanemerda ti accusa di infliggergli ogni volta che gli chiedi, per cortesia e con calma, di levare quel cazzo di cd di Capossela se non vuole che glielo ficchi su per il culo, custodia di plastica e tutto. Animatore s. m. Tra i #giovanimerda, ispiratore e promotore della vita so-

8

giovaniMerda_001-128_.indd 8

10/10/16 15:51


ciale del gruppo (quello che sa leggere quasi bene, insomma); in campo lavorativo, è il #giovanemerda che quando sei in vacanza e ti vuoi leggere un libro, viene pagato per molestarti chiedendoti di partecipare alla vita sociale alla quale cerchi di sfuggire quotidianamente, essendo l’animatore in genere animato quasi esclusivamente dal desiderio di avvelenarti l’esistenza. Anno s. m. Il tempo impiegato dalla Terra in un giro intorno al Sole e durante il quale il #giovanemerda riesce a malapena a capire quale esame sostenere l’anno successivo all’Università. Anoressia s. f. Malattia che il #giovanemerda si fa venire al solo scopo di scassare il cazzo alle genti tutte. Antagonismo s. m. Stato perenne di opposizione tra forze; il #giovanemerda si dichiara antagonista praticamente a tutto, più che altro perché lo confonde con protagonista. Non è infatti raro che il #giovanemerda abbia immotivate velleità attoriali. Antico agg. Tutto ciò che precede la creazione dell’Universo, che il #giovanemerda fa coincidere (curiosamente) con la propria data di nascita e che pensa lo autorizzi a ignorare qualsiasi libro, quadro, scultura, sinfonia, disco subdolamente partorito prima del suo genetliaco. Anticristo s. m. Il #giovanemerda si professa fieramente ateo, arrivando addirittura a definirsi, appunto, un Anticristo, finché non gli spiegano quanti soldi è disposta a regalargli la vecchia zia di Avellino se si decide a fare quella benedetta cresima. Anziano s. m. Che conosce la grammatica e ha letto più di due libri. Assemblea s. f. Riunione di persone indetta allo scopo di non fare un cazzo, di non decidere un cazzo e infastidire la maggior quantità di persone possibile. Astrologia s. f. Giuoco di società particolarmente fesso; sebbene chiaramente privo di qualsiasi fondamento scientifico o logico, il #giovanemerda lo ritiene comunque più attendibile della scienza ufficiale, che, si sa, è finanziata dai poteri occulti.

9

giovaniMerda_001-128_.indd 9

10/10/16 15:51


Amleto de Silva nasce a Napoli, cresce a Salerno e infine si trasferisce a Roma, dove vive; il risultato è che si perde in tutte e tre le città. Comincia a scrivere, con Sara Migneco, come vignettista, su Cuore, Smemoranda e altre testate. Nel 2000 vince il premio satira politica di Forte dei Marmi, anche se ultimamente sta pensando di restituirlo. Il suo famigerato blog è www.amlo.it. Collabora come autore con Enrico Montesano, poi scrive Statti attento da me e La nobile arte di misurarsi la palla, per Roundmidnight, e due saggi di costume, Stronzology e Degenerati, per Liberaria. Adesso è la volta de Il Dizionario Illustrato dei #giovanimerda (Magic Press Edizioni) con le illustrazioni di Boban Pesov, tra gli youtuber più seguiti in Italia. Scrive la rubrica Spoiler, che parla di serie tv inedite, per TvZap (gruppo Espresso) e Playlist e On Writing per ilmiolibro.it (gruppo Espresso). Porta in giro degli spettacoli, tra cui Amleto fa Cirano con l’Inglese (con Edoardo Inglese), I Dieci Peggio (stand up comedy) e Non muore nessuno, dal romanzo di Sergio Claudio Perroni (Bompiani). Sebbene i suoi amici lo sfottano per il suo look da attempato diggei, egli è molto fiero del fatto che sa indossare.

Tra overdose di politically correct e orride canzoncine indie suonate male, Il Dizionario Illustrato dei #giovanimerda cerca di tracciare una mappa alfabetica dei difetti delle nuove generazioni attraverso uno sguardo ironico, sarcastico e (quasi mai) rancoroso. Ne scaturisce un ritratto di una generazione che non è mai stata giovane. Per fortuna che si ride.

IL DIZIONARIO ILLUSTRATO DEI #GIOVANIMERDA

D

a che mondo è mondo, gli anziani hanno sempre redarguito e criticato le nuove generazioni: vuoi per consuetudine sociale, vuoi per semplice invidia, vuoi per pura cretinaggine; quasi sempre i giovani hanno avuto ragione, anche se qualche volta sul filo di lana. Oggi, invece, assistiamo a un evento epocale: per la prima volta nella storia, i giovani hanno torto marcio, e gli anziani hanno ragione. Indolenti, accidiosi, presuntuosi, reazionari (soprattutto quando si atteggiano a sinistra pura e dura), pressappochisti, cazzocanisti, i giovani d’oggi si sono trasformati negli anziani di ieri.

E 14,00

GiovaniMerda_COVER_DEF.indd 1

12/10/16 12:24

Il dizionario illustrato dei #giovanimerda  

Amleto de Silva e Boban Peso ritraggono una generazione che non è mai stata giovane. Per fortuna che si ride.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you