Issuu on Google+

Consacrazione di se stesso a Gesù Cristo Sapienza incarnata per le mani di Maria O Sapienza eterna ed incarnata, Gesù, degno d’immenso amore e di adorazione, vero Dio e vero uomo, Figlio unigenito dell’Eterno Padre e di Maria sempre vergine. Ti adoro profondamente nel seno e nella gloria del Padre durante l’eternità, e nel seno della Vergine Maria, tua degnissima Madre, nel tempo dell’Incarnazione. Ti ringraz˙io di esserti spogliato della gloria e di avere assunto la condizione di servo per liberarmi dalla spietata schiavitù del demonio. Ti rendo lode e gloria perché hai voluto obbedire in tutto a Maria, tua santa Madre per rendermi, mediante lei, tuo fedele schiavo d’amore. Purtroppo, io sono ingrato e infedele. Non ho mantenuto le promesse solennemente fatte nel Battesimo. Non sono stato fedele ai miei impegni. Ormai non sono degno di essere chiamato tuo figlio o servo. Merito il tuo rifiuto e la tua indignazione e non oso più avvicinarmi da solo alla tua santa e augusta maestà. Mi rivolgo quindi all’intercessione misericordiosa della tua santa Madre, che mi hai dato per mediatrice presso di te. Per suo mezzo spero di ottenere da te il pentimento e il perdono dei miei peccati e di conseguire la Sapienza per sempre. Ti saluto, dunque, Maria Immacolata, vivo tempio di Dio. In te l’eterna Sapienza si nasconde per essere adorata dagli angeli e dagli uomini. Ti saluto, Regina dell’universo. Tu governi tutto quanto è sottomesso alla sovranità di Dio. Ti saluto, sicuro rifugio dei peccatori. Tu sei per tutti asilo di misericordia. Ascolta i miei desideri di ricevere la divina Sapienza e accogli a tal fine le promesse e i doni che la mia pochezza ti offre.

Io (nome) peccatore infedele, rinnovo e riaffermo oggi nelle tue mani le promesse del mio Battesimo. Rinuncio per sempre a satana, alle sue seduzioni e alle sue opere, e mi dono interamente a Gesù Cristo, Sapienza incarnata, per portare ogni giorno la mia croce ed essergli più fedele per l’avvenire. Ti affido e consacro come schiavo d’amore corpo e anima, beni spirituali e materiali e il valore stesso delle mie buone opere passate, presenti e future. Ti lascio pieno diritto di disporre di me e di tutto quanto possiedo, senza eccezioni, alla maggior gloria di Dio per il tempo e per l’eternità. Accogli, Vergine benigna, questa umile offerta della mia schiavitù. Con essa intendo onorare e imitare la volontaria sottomissione di Cristo alla tua maternità. Intendo ancora rendere omaggio al potere che l’uno e l’altra avete su di me, povera creatura e misero peccatore. E ringrazio l’augusta Trinità dei doni che ti ha elargito. Prendo il deciso impegno di lavorare d’ora in poi, come tuo vero schiavo, per il tuo onore e di obbedirti in tutto. O Madre mirabile, presentami tu stessa al tuo amatissimo Figlio come suo eterno schiavo. Egli, che mi ha redento per tuo mezzo, ancora mediante te mi riceva. Madre misericordiosa, ottienimi la grazia della vera Sapienza di Dio. Mettimi pertanto tra coloro che tu ami, istruisci, guidi, nutri e proteggi come tuoi figli e schiavi d’amore. Vergine fedele, rendimi in ogni cosa un perfetto discepolo, imitatore e schiavo della Sapienza incarnata, Gesù Cristo, tuo Figlio. Per la tua intercessione e a tuo esempio, giungerò alla pienezza della sua età in terra e della sua gloria in cielo. Amen.

Le più belle preghiere alla Vergine La prima e più universale di tutte le preghiere a Maria è composta dalle parole: - dell’Angelo all’Annunciazione, - di Elisabetta alla Visitazione, - della Chiesa che implora per noi:

Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù. Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen. Movimento Domenicano del Rosario Via IV Novembre 19/e 43012 Fontanellato (PR) tel. 335 5938327 fax 0521 824056 e-mail: info@sulrosario.org www.sulrosario.org


Magnificat

Salve, Regina

Angelus

L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e santo è il suo nome: di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; ha ricolmato di beni gli affamati, ha rimandato i ricchi a mani vuote. ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia, come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Salve, Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva; a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù, dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo Seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria - Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo. Eccomi, sono la serva del Signore. - Si compia in me la tua parola. E il Verbo si fece carne. - E venne ad abitare in mezzo a noi. Prega per noi, santa Madre di Dio. - Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Sub tuum praesidium Sotto la tua protezione troviamo rifugio, santa Madre di Dio: non disprezzare le suppliche di noi che siamo nella prova, e liberaci da ogni pericolo, o Vergine gloriosa e benedetta.

Ricordati, o Vergine Maria Ricordati, o vergine Maria, che non si è mai udito al mondo che alcuno, ricorrendo al tuo patrocinio, implorando il tuo aiuto e invocando la tua protezione, sia stato da te abbandonato. Animato da tale confidenza, a te ricorro, o Madre, vergine delle vergini, a te mi presento, pentito e consapevole dei tanti peccati. Accogli, o Madre, le mie preghiere e propizia esaudiscimi.

Regina Coeli Preghiera di san Massimiliano Kolbe O Immacolata, Regina del cielo e della terra, rifugio dei peccatori e Madre nostra amorosissima, cui Dio volle affidare l’intera economia della misericordia, io, indegno peccatore, mi prostro ai tuoi piedi supplicandoti umilmente di volermi accettare tutto e completamente come cosa e proprietà tua, e di fare ciò che ti piace di me e di tutte le facoltà della mia anima e del mio corpo, di tutta la mia vita, morte ed eternità.

Preghiera di Fatima Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra, al Tuo Cuore Immacolato noi ci consacriamo, in atto di totale abbandono al Signore. Da Te saremo condotti a Cristo. Da Lui e con Lui saremo condotti al Padre. Cammineremo alla luce della fede e tutto faremo perché il mondo creda che Gesù Cristo è inviato dal Padre. Con Lui noi vogliamo portare l’Amore e la Salvezza fino ai confini del mondo.

Regina dei cieli, rallegrati, alleluia: - Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia, è risorto, come aveva promesso, alleluia. - Prega il Signore per noi, alleluia. Rallegrati, Vergine Maria, alleluia. - Il Signore è veramente risorto, alleluia.

Supplica del Beato Bartolo Longo O Rosario benedetto di Maria, catena dolce che ci rannodi a Dio, vincolo di amore che ci unisce agli Angeli, torre di salvezza negli assalti dell’inferno, porto sicuro nel comune naufragio, noi non ti lasceremo mai più. Tu ci sarai conforto nell’ora di agonia: a te l’ultimo bacio della vita che si spegne. E l’ultimo accento delle nostre labbra sarà il nome tuo soave, o Regina del Rosario, o Madre nostra cara, o Rifugio dei peccatori, o Sovrana consolatrice dei mesti. Sii ovunque benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. Amen.


/depliant-piu-belle-preghiere-alla-vergine