Page 27

Servizio O.S.A.P. PUBBLICITA'

CITTÀ DI POMEZIA PROVINCIA DI ROMA SETTORE III SOSTEGNO ALLE IMPRESE E AREA VASTA ATTIVITA’ COMMERCIALI

5. Per il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio della pubblicità fonica è sufficiente che l’interessato indichi nella domanda i propri dati identificativi e quelli dell’automezzo, oltre al contenuto del messaggio pubblicitario da diffondere, l’esatto periodo e l’orario di svolgimento. 6. La pubblicità elettorale è autorizzata dal Sindaco ed è implicita nell’accettazione della dichiarazione di inizio pubblicità da effettuarsi presso l’Ufficio Elettorale. Nel caso in cui la stessa si svolga nel territorio di più Comuni, l’autorizzazione è rilasciata dal Prefetto della Provincia in cui ricadono i Comuni stessi. 7. Fatto salvo quanto previsto al comma 3, la competenza al rilascio delle autorizzazioni è attribuita al Servizio Tributario e Tariffario - Ufficio Pubblicità. 8. Il rilascio delle autorizzazioni nelle piazze di cui all’art. 38 comma 5, non collegate a manifestazioni o mostre, spetta ai servizi comunali competenti in base alla tipologia prevalente del messaggio pubblicitario. In caso di autorizzazioni comprendenti sia le piazze di cui all’art. 38, comma 5, sia altre ubicazioni, la competenza al rilascio delle stesse spetta ai servizi comunali competenti in base alla tipologia prevalente del messaggio pubblicitario. 9. Il rilascio dell’autorizzazione per i mezzi pubblicitari connessi con lo svolgimento delle manifestazioni o mostre autorizzate dal Comune sul proprio territorio spetta al responsabile del servizio SUAP che autorizza la manifestazione stessa. 10. Per i “contenitori/dispenser” di cui all’art. 36 a carattere commerciale l’utente non è tenuto ad effettuare la dichiarazione di inizio pubblicità, in quanto già autorizzato dal provvedimento concessorio di occupazione di suolo, è invece tenuto al pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità per il periodo indicato nel provvedimento di concessione.

Art. 46 - Presentazione della domanda 1. La richiesta di autorizzazione all’installazione di impianti pubblicitari temporanei, così composta: un originale, una copia, Pagamento diritti SUAP, deve essere presentata al SUAP del Comune, utilizzando l’apposito modulo disponibile presso l’ufficio di presentazione o reperibile sul sito internet del Comune. 2. Il richiedente è tenuto a produrre ulteriori documenti o dati ritenuti necessari dall’Ufficio ai fini istruttori.

Art. 47 - Istruttoria e rilascio dell’autorizzazione 1. L’ufficio competente al rilascio dell’autorizzazione, acquisita l’istanza per l’installazione degli impianti pubblicitari, effettuerà gli accertamenti necessari e propedeutici al rilascio del provvedimento autorizzatiorio. 2. L’autorizzazione sarà rilasciata entro 60 gg. dalla data di ricevimento della relativa domanda. Entro lo stesso termine, sarà comunicato l’eventuale provvedimento di diniego. L’utente, avvisato a mezzo fax, provvederà a ritirare l’autorizzazione e ad effettuare il pagamento relativo all’imposta sulla pubblicità entrambi prima dell’inizio del periodo espositivo. 3. Il termine sopra indicato viene sospeso nel caso in cui l’Amministrazione inviti il richiedente, a mezzo comunicazione scritta, a produrre ulteriore documentazione o a integrare quella depositata entro 10 gg. dal ricevimento della richiesta. Decorso infruttuosamente tale termine, l’ufficio competente procederà a comunicare per iscritto al richiedente i motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza. 4. Il mancato rispetto del termine dei 60 gg. Non comporta l’applicazione del principio del “silenzioassenso” (art. 2 0 L. 241/90 e artt. 3 e 4 D.P.R. 300/92), in quanto l’attività in argomento non rientra tra quelle individuate ai sensi degli articoli succitati ed elencate nella tabella allegata al D.P.R. summenzionato; né può applicarsi quanto previsto dall’art. 19 della L. 241/90 in quanto il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Amministrazione è comunque subordinato a valutazioni tecniche di carattere discrezionale. 5. L’autorizzazione è personale e non cedibile se non previo consenso scritto dell’Amministrazione comunale. 6. Il subentro è consentito solo se, con riferimento al pagamento dell’imposta sulla pubblicità, non sussistano morosità pregresse o il subentrante estingua interamente il debito. 7. L’esposizione di “striscioni” e “locandine esterne” può essere prenotata telefonicamente, prima della presentazione della relativa istanza, fermo restando l’obbligo di far pervenire all’Ufficio Pubblicità, nei 5gg. successivi alla prenotazione, sia la conferma scritta che l’attestazione di avvenuto pagamento dell’imposta. In caso di richieste per più postazioni o periodi, il pagamento deve intendersi complessivo. 8. In caso di mancato ritiro dell’autorizzazione, d i cui ai precedenti commi, l’Ufficio si riserva la facoltà di provvedere all’invio della stessa, a mezzo raccomandata A.R., all’indirizzo indicato dall’utente nella domanda, addebitando allo stesso i costi di spedizione.

Piazza Indipendenza, 11 00040 Pomezia (Roma) Tel. 06-91146545 06-91146559 Fax 06-91146509 osap@comune.pomezia.rm.it www.comune.pomezia.rm.it

Bozza regolamento comunale sulla pubblicità  

Bozza regolamento comunale sulla pubblicità