Issuu on Google+

IL MENSILE per chi ama i MOTORI da corsa

Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1 comma 1, LO/MI

Anno III - Numero 27

A I L L E N O ANT i d a r g 0 6 3

to Italiano a n io p m a C l a o lt a s s l’a Il team bolognese dà Porsche re lo o c ri T a rg Ta e p u C GT, Porsche Carrera

Audi conquista la 12 Ore di Sebring

Scatta la Ginetta G50 Cup Italia

Skoda domina nell’IRC


DRIVE THROUGH

IL PROBLEMA ITALIA NEL MOTORSPORT

www.motormedia.it motormediA 27 - MARZO 2012 DIRETTORE EDITORIALE Paolo Necchi paolo.necchi@motormedia.it REDAZIONE Via Antonio Stoppani 11, 23875 - Osnago (LC) tel/fax: +39 039 9289509 redazione@motormedia.it www.motormedia.it DIRETTORE VENDITE E FINANZA Raffaella Menegoni raffaella.menegoni@motormedia.it IN REDAZIONE Fabio Magnani fabio.magnani@motormedia.it Nicolò Rebughini nicolo.rebughini@motormedia.it Stefano Venosta stefano.venosta@motormedia.it HANNO COLLABORATO Mauro Musella, Salvo Sardina, Massimo Massarella FOTO Claudia Cavalleri (Sicché Ti Fo’ Le Foto), ACI Sport Ferrari, Elle Emme, PRS Media, FG Group, Auto GP, IRC Series, Ford, Citroën EDITORE PRS media s.a.s. di Paolo Necchi & C. Via Maroncelli 11, 20881 - Bernareggio (MB) STAMPA Pignani Printing Via degli Imprenditori, Settevene, 01036 - Nepi (VT) www.pignaniprinting.com motormedia Pubblicazione registrata al Tribunale di Monza il 02/10/2009 n. 1960 Spedizione in abbonamento Postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma1 DIRETTORE RESPONSABILE Andrea Di Marcantonio

Copyright PRS media s.a.s. di Paolo Necchi & C. PRS MEDIA s.a.s. è titolare esclusiva di tutti i diritti di pubblicazione e diffusione. L’utilizzo da parte di terzi di testi, fotografie e disegni, anche parziale, è vietato. L’Editore si dichiara pienamente disponibile a valutare - e se del caso regolare - le eventuali spettanze di terzi per la pubblicazione di immagini di cui non sia stato eventualmente possibile reperire la fonte. Informativa e Consenso in materia di trattamento dei dati personali (Codice Privacy d.lgs. 196/03) Nel vigore del D.Lgs 196/03 il Titolare del trattamento dei dati personali, ex art. 28 D.Lgs. 196/03, è PRS MEDIA s.a.s., con sede in via Maroncelli 11, Bernareggio. La stessa La informa che i Suoi dati, eventualmente da Lei trasmessi alla PRS MEDIA s.a.s., verranno raccolti, trattati e conservati nel rispetto del decreto legislativo ora enunciato anche per attività connesse all’azienda. La avvisiamo, inoltre, che i Suoi dati potranno essere comunicati e/o trattati (sempre nel rispetto della legge), anche all’estero, da società e/o persone che prestano servizi in favore della PRS MEDIA s.a.s.. In ogni momento Lei potrà chiedere la modifica, la correzione e/o la cancellazione dei Suoi dati ovvero esercitare tutti i diritti previsti dagli art. 7 e ss. del D.Lgs. 196/03 mediante comunicazione scritta alla PRS MEDIA s.a.s. e/o direttamente al personale Incaricato preposto al trattamento dei dati. La lettura della presente informativa deve intendersi quale presa visione dell’Informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/03 e l’invio dei Suoi dati personali alla PRS MEDIA s.a.s. varrà quale consenso espresso al trattamento dei dati personali secondo quanto sopra specificato.

C

i siamo. La stagione sta per cominciare e mai come quest’anno regna l’incertezza. Non quella legata ai risultati ma quella di un mondo, quello dell’automotive, stretto in una morsa che rischia di essergli letale. Le griglie dei molti campionati nazionali sembrano non godere di grande affluenza e l’indotto legato al settore soffre di questa carenza annunciata. Le motivazioni? Una fra tutte, la mancanza di denaro. Uno sport costoso come l’automobilismo vive solo attraverso economie importanti il periodo che stiamo attraversando di “importante” ha solo i problemi. Le aziende tagliano quasi tutti i budget pubblicitari e le spese “superflue” vengono azzerate come la neve al sole. Ora come ora non si tratta più di una problematica sportiva o di lacune organizzative gestionali del potere sportivo e di chi lo gestisce ma si tratta di uno scoglio ben più grosso: il problema Italia. Il 2012 sarà un anno durissimo per tutti con un forte ridimensionamento che costerà caro a molte realtà legate al settore e non verrà ricordato di sicuro come un anno d’oro. Qualcosa però bisogna fare, anche se le bacchette magiche non esistono e qualsiasi azione risolutiva potrà dare i suoi effetti non nell’immediato. Una cosa è certa: la situazione generale attuale è frutto di un mal costume che da anni si trascina sotto gli occhi di tutti e che, purtroppo, vede i colpevoli spesso ancora “a piede libero”. Se il nostro paese non farà definitivamente un cambio di rotta decidendo di essere una nazione seria e non un paese di “furbetti” non avremo futuro, non solo in questo settore. Mai come in questo momento è necessario un cambio radicale di mentalità ed è oramai imprescindibile fare piazza pulita delle “mele marce” che hanno contribuito a questo clamoroso tracollo nazionale. Da imprenditore che ha iniziato la sua attività negli anni di maggior crisi penso che si possa comunque fare bene il proprio lavoro ma occorre sapere scegliere la propria strada e lavorare duro senza cercare “scorciatoie” o agevolazioni che sono diventate il vero simbolo del “Made in Italy” in questi ultimi decenni. Vorrei vedere questo sport essere davvero una valvola di sfogo per i molti appassionati e un buon business per chi ci investe soldi spinto dalla con passione. Forse questo scenario da me auspicato rimarrà un sogno ma considero la mia azienda un sogno e forse, se molti avessero questa forma mentis nel proprio lavoro, le cose andrebbero meglio. Buona lettura e che vinca il migliore.

L’invio di materiale (testi, fotografie, disegni, etc.) alla PRS MEDIA s.a.s. deve intendersi quale espressa autorizzazione alla loro libera utilizzazione da parte di PRS MEDIA s.a.s. per qualsiasi fine e a titolo gratuito e comunque, a titolo di esempio, alla pubblicazione gratuita su qualsiasi supporto cartaceo e non, su qualsiasi pubblicazione (anche non della PRS MEDIA s.a.s.), in qualsiasi canale di vendita e Paese del mondo. Il materiale inviato alla redazione non sarà restituito.

MM3


sommario IN PISTA

IN PROVA SPECIALE

12. WEC, l’Audi sbanca Sebring 16. Auto GP, è sfida mondiale 20. Venti anni di emozioni 22. L’anno della consacrazione 24. Antonelli a 360 gradi 28. Ginetta Cup, ready to go 32. Attenti a quei due 36. 5 Hundred, c’è spazio per tutti 40. Caccia ai quattro anelli 42. Giovani dal piede pesante

44. Una spanna sopra tutti 48. No Skoda no party

03. 06. 08. 12. 56. 58. 60. 62.

DRIVE THROUGH PADDOCK SIM BOX motormedia team FOTO DEL MESE MOTORMEDIA TV RACING ON WEB fitness corner

IN FUORISTRADA 52. Italian Baja, è 1-2 Mitsubishi

L’editoriale del Direttore News dal mondo dei motori Le gare virtuali by GTItalia.org Notizie...fuori e dentro la redazione I migliori scatti dal motorsport Le novità della nostra web tv Il mondo delle corse nella rete Le cisti dorsali del polso

20

MM4

22


sommario

16

44

MM5

52


Paddock LUCA ROSSETTI SCEGLIE LA TURCHIA

Il pilota friulano al via del campionato locale con una Skoda Fabia S2000 Luca Rossetti sbarca in Turchia. Il pilota pordenonese ha firmato un accordo con Pegasus Racing, con la collaborazione di Skoda Turchia – Yuce Auto, per partecipare al Campionato Rally Turco 2012. La serie quest’anno si articolerà su sei gare più il Bosphorus Rally, valido anche per il Campionato Europeo Rally. Queste le parole di “Rox” dopo l’annuncio: “Sono davvero felice di prendere parte a questo campionato, per me è l’inizio di una nuova sfida. Sarà tutto nuovo ad esclusione dei miei amici della Pegasus Racing che supportano questa partecipazione e con cui ho già vinto il Bosphorus Rally nel 2010 e il Rally di Bulgaria nel 2011. Come pilota italiano, sono orgoglioso di rappresentare la Skoda Turchia – Yuce Auto in un programma ufficiale”. Cem Acar, Team Manager di Pegasus Racing, ha dichiarato: “Noi, come Pegasus Racing e come amici di Luca Rossetti, apprezziamo molto di poterlo supportare nel Campionato Rally Turco. La nostra squadra è fortemente convinta che gli spettatori dei rally turchi saranno anch’essi in fervente attesa per la sua presenza.” Il primo evento per Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi nel Campionato Rally Turco sarà il Rally Ege, una gara su asfalto che si disputerà nei dintorni di Izmir, con 138 km di prove speciali, nel weekend del 7-8 Aprile.

NOTIZIE E PILLOLE DAL MONDO DELLE CORSE IN PISTA, RALLY E FUORISTRADA... TRA PADDOCK E PARCHI ASSISTENZA PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATI SU PILOTI, GARE E VETTURE

A-STYLE E GIANDOMENICO BASSO NELL’IRC Dal Tour de Corse “Giando” sarà su una Ford Fiesta S2000

Giandomenico Basso ed il Team A-Style saranno al via di alcuni appuntamenti dell’Intercontinental Rally Challenge. Per il trentottenne pilota trevigiano, il quale avrà al suo fianco come navigatore il “fido” Mitia Dotta, sarà il debutto al volante della Ford Fiesta S2000 (dopo aver guidato la Punto Abarth, la Peugeot 207 e la Proton) e questo avverrà in un contesto tecnico quanto spettacolare quale è il Tour de Corse, in programma nel weekend dell’11-12 Maggio. “Credo che si possa parlare di un accordo importante - ha spiegato Fabio Butti, patron della squadra lombarda - perché rilancerà le speranze italiane in un contesto internazionale come l’IRC, una serie che seppure giovane vanta già grande visibilità e blasone.” Queste invece le parole di Basso: “Sono felice di questa opportunità e ringrazio il team A-Style per la fiducia accordata. Ho sempre preferito programmi internazionali e sono molto motivato nell’affrontare questa sfida molto affascinante. La Fiesta è tutta da scoprire per me e spero di poterla provare al più presto. Voglio lavorare con il team A-Style per avere la possibilità di confrontarmi ad armi pari con avversari di alto livello.”

MM6


Paddock INDYCAR PER LUCA FILIPPI

Il piemontese ha firmato per Rahal-Letterman Sarà un 2012 a stelle e strisce per Luca Filippi. Il forte pilota di Mondovì infatti, dopo numerose voci che lo davano in America per una prosecuzione della sua carriera sportiva, ha raggiunto l’accordo con il team Rahal-Letterman Lanigan Racing per debuttare nella IndyCar. A causa però di una tardiva pianificazione di budget da parte del team, Filippi salterà le prime gare di campionato debuttando solo in occasione della mitica 500 Miglia di Indianapolis al volante della Dallara-

D’ASTE AL TOP NEL WTCC

Honda. “Da grande appassionato di motorsport, è incredibile correre per una leggenda come Rahal. Sono sicuro che mi aiuterà tanto in

Il lecchese vince a Monza tra gli Indipendenti

questa esperienza, favorendo il mio percorso di comprensione di tutte le diverse dinamiche che dovrò affrontare qui in America” ha detto

Grande inizio di stagione per Stefano D’Aste! Il forte pilota lombardo, dopo la

Filippi, che nel 2011 è stato vice-campione in Auto GP e GP2.

vittoria ottenuta al Rally Ronde del Sebino a bordo della Lotus Exige schierata dalla PB Racing, ha sfoderato una prestazione maiuscola nel primo round del World Touring Car Championship corsosi a Monza nel weekend del 1011 Marzo al volante della BMW 320 TC. Dopo essere entrato nella Top 10 in qualifica, D’Aste ha corso una Gara 1 tutta in rimonta dopo un contatto iniziale con Nash concludendo 11° sotto la bandiera a scacchi. In Gara 2, grazie ad una splendida partenza, l’alfiere del Team Wiechers ha lottato a lungo con MacDowall, Michelisz e Coronel per la testa posizione assoluta prima di “soccombere” alle Chevrolet Cruze ufficiali, conquistando comunque la vittoria tra gli Indipendenti e la prima posizione provvisoria in classifica.

AF CORSE CON 4 FERRARI NEL BLANCPAIN

La squadra piacentina schiererà quattro 458 Italia GT3 nella serie continentale endurance Cresce l’impegno di AF Corse nella Blancpain Endurance Series, prestigioso campionato continentale che ha nella 24 Ore di Spa il suo fiore all’occhiello. Nel 2012, il team italiano schiererà ben quattro Ferrari 458 Italia GT3, piazzandosi di netto tra i punti di riferimento del campionato. Gli equipaggi saranno formati da Gaetano Ardagna Perez/Giuseppe Cirò/Daniel Brown, Jack Gerber/Marco Cioci, Yannick Mallegol/Jean Marc Bachelier/Howard Blanc, Niek Hommerson/Louis Machiels e un terzo pilota che verrà comunicato a breve. La prima gara della Blancpain Endurance Series è prevista il 14-15 Aprile a Monza. Per l’occasione, nell’entry list figurano oltre 50 vetture in rappresentanza delle case costruttrici più prestigiose al mondo, che daranno vita ad un campionato interessante e molto combattuto. “La Ferrari 458 Italia GT3 è una vettura ottima, già molto performante nell’anno del debutto, il 2011 - sottolinea Amato Ferrari, team principal di AF Corse - Nel corso dei mesi invernali, è stata migliorata ulteriormente e sarà di certo una grande protagonista insieme ai nostri piloti ed al team”.

MM7


SIM BOX 8 ore del nordschleife: L’italia s’è desta! L’equipaggio Sardina-Gentile si aggiudica la temuta endurance sul vecchio Nürburgring

Parlare di gare endurance nel panorama del simracing italiano non è sempre facile. Tra il generale scetticismo per i limiti software/hardware e la mancanza di una vera e propria cultura delle gare di durata, molto spesso questo tipo di manifestazioni tendono a passare in secondo piano fallendo mestamente. GTItalia, andando controcorrente rispetto alla totalità dei portali nazionali, già da più di un anno ha invece deciso di puntare sugli eventi di durata diventando ormai un punto di riferimento per gli appassionati italiani, troppo spesso abituati a dover emigrare in Germania, Francia, Inghilterra e soprattutto Stati Uniti per soddisfare il proprio appetito di endurance. Così, con un successo sempre maggiore, si è passati nel 2011 dalla 6 Ore di Sebring alla 8 Ore del Paul Ricard fino ad arrivare alla temutissima 8 Ore del Nordschleife, andata in scena lo scorso 25 Febbraio. Particolarmente sorprendente è stata la partecipazione a questa manifestazione di diversi piloti stranieri: dei sedici equipaggi GT2 al via, uno era infatti costituito interamente da piloti francesi mentre addirittura cinque battevano bandiera polacca, per un totale di tredici drivers non italiani ai nastri di partenza sui 38 partecipanti totali. Ed è stato proprio all’insegna degli stranieri, molto forti, ben allenati e forse più abituati di noi italiani nel disputare questo genere di gare, che si è svolta l’intera 8 ore. Sin dalle pre-qualifiche infatti è risultato chiaro a tutti quanto fosse forte il rischio, come accaduto nella prova del Paul Ricard dove a trionfare in classe LMP1 furono i fratelli tedeschi Julian e Patrick Nenning, che gli equipaggi italiani dovessero lottare soltanto per le posizioni di rincalzo. La pole position realizzata dal duo polacco formato dai velocissimi Kaempf e Pasnicki su Aston Martin Vantage GT2, capaci di precedere di pochi centesimi i francesi Wafflard e Waslet (Porsche 997 RSR), aveva infatti già minato tutte le sicurezze dei nostri Sardina e Gentile, terzi in griglia ed unici che, a bordo della loro BMW M3 E92, sembravano poter sperare di inserirsi nella lotta per il podio oltre all’altro equipaggio polacco formato da Uszynski e Paruk su Porsche 996 RSR. Impressionante è stato, sin dalle prime battute, il ritmo che questi quattro equipaggi hanno saputo imprimere alla gara scavando un vero e proprio solco nei confronti del resto del gruppone. Il Nordschleife di certo non è un circuito banale e le insidie sono sempre dietro l’angolo, specialmente nelle gare di durata dove spessissimo sono gli episodi banali a determinare vincitori e vinti. Così, mentre Gentile andava in testacoda poco prima del pit-stop danneggiando lievemente lo splitter anteriore e perdendo contatto dal gruppetto di testa, Waslet, appena subentrato al compagno Wafflard, impattava con violenza contro le barriere di protezione all’inizio della seconda ora compromettendo gravemente la vettura prima di essere costretto al ritiro per un problema tecnico, il quale privava la corsa di uno dei suoi principali attori. Poco prima di metà gara anche l’equipaggio dei poleman e leader provvisori Pasnicki-Kaempf veniva attardato da un contatto con le barriere che lo costringeva ad una sosta non prevista, lasciando per strada ben 3’, che si rivelavano troppi per poter sperare di rimontare sulla vetta. Con quattro ore di gara ancora da correre, era quindi il quarto degli equipaggi in griglia, quello certamente meno quotato composto da Uszynski e Paruk (con quest’ultimo autore di una prestazione strabiliante) ad essere nettamente avvantaggiato per la vittoria finale di una gara che, in perfetto stile endurance, non ha mai lesinato emozioni. A due ore dalla bandiera a scacchi però la rimonta della BMW di Sardina-Gentile era completata con lo splendido sorpasso ad opera di quest’ultimo, bravo a sfruttare qualche sbavatura di Uszynski, incapace durante i propri turni sia di mantenere lo stesso passo indiavolato del compagno di equipaggio che quello dei loro principali antagonisti. Nonostante quindi gli sfavori del pronostico, Salvo Sardina e Federico Gentile hanno concluso la gara davanti a tutti conquistando una prestigiosa vittoria al Nordschleife dopo 8 ore di gara davanti alla Porsche 996 RSR di Uszynski-Paruk e all’Aston Martin Vantage GT2 condotta da PasnickiKaempf, sfortunati per aver pagato a carissimo prezzo l’unico errore della giornata. Quarto all’arrivo l’equipaggio di Jo Benevelli ed Umberto Re, entrambi un po’ in ombra rispetto al trio di testa e staccati di oltre un giro. L’Italia rialza quindi la testa dopo la delusione subìta nella 8 Ore del Paul Ricard, in attesa della rivincita che è già stata programmata per il 26 Maggio quando, sul tracciato belga di Spa-Francorchamps, si correrà un’altra gara di 8 ore da vivere intensamente dal primo all’ultimo minuto.

MM8


SIM BOX sardina è il campione 2011 di gtitalia.org Il palermitano vince la Race of Champions sul tracciato di Suzuka

L’inizio del nuovo anno è, come da tradizione, il periodo in cui si svolge la Race Of Champions di GTItalia, evento in cui tutti i simdriver che si sono messi in luce nel precedente anno solare si sfidano per ottenere lo scettro di miglior pilota. Il 19 Marzo ventidue partecipanti si sono contesi infatti lo speciale titolo del 2011 a bordo delle Lamborghini Murcielago R-GT di classe GT1 sullo splendido tracciato giapponese di Suzuka, vero e proprio tempio del motorsport nel continente asiatico, in una singola gara della durata di 120’. Dopo la pole position di Arnaud Wafflard, la vittoria è andata al ventitreenne pilota palermitano Salvo Sardina, in un vero e proprio stato di grazia viste le vittorie conquistate in ogni evento disputato da inizio anno e coronata proprio con la vittoria alla ROC. Podio completato da Spada, salito sul secondo gradino del podio, e Gentile, terzo al traguardo per il secondo anno consecutivo, bravi entrambi nel commettere meno errori degli avversari e a portare al traguardo le proprie vetture senza strafare. Tanta amarezza ancora una volta per Daniele Pizzo, già due volte vincitore della ROC e pilota sicuramente distintosi nel corso degli anni come uno dei più talentuosi in assoluto, che sta purtroppo attraversando un periodo in cui la cattiva sorte pare proprio non volerlo lasciare: ancora una volta un problema al rifornimento mentre si trovava secondo gli ha impedito di giungere sul podio, relegandolo ad comunque dignitoso sesto posto finale. Prestazione sottotono anche per il poleman Wafflard che, dopo una prima parte di gara interamente spesa a rintuzzare i continui attacchi di Sardina e Pizzo, si è perso per strada a causa di una strategia a due soste estremamente poco remunerativa a fronte del singolo pit operato dagli avversari chiudendo in quinta piazza. Da rimarcare infine la prestazione di Niky Lence, velocissimo pilota di origini finlandesi spesso piuttosto irruente, che è riuscito stavolta a centrare la medaglia di legno grazie ad una condotta di gara intelligente e priva di errori.

COsa bolle in pentolA? Le novità primaverili e i programmi di GTItalia.org

Mentre i campionati V8 SuperCars 2012, vero e proprio pezzo forte dell’inverno di GTItalia, e la Lion Cup sono in pieno corso di svolgimento, con l’arrivo della primavera è arrivato il momento di preparare gli eventi che proietteranno la comunità verso il caldo finale di stagione. Cosa bolle nel calderone di GTItalia.org? Ai ranghi di partenza c’è già la Vintage Cup 2012, le cui iscrizioni si sono aperte il 22 Marzo 2012, accolta con particolare fermento da parte degli utenti in quanto dopo alcuni mesi si ritorna ad organizzare un lungo campionato storico, stavolta con le vetture GT dei primi anni ’70 su circuiti come Nordschleife, Clermont Ferrand e Silverstone, tutti ovviamente in versione storica, che faranno da cornice a questo splendido tuffo negli anni d’oro dell’automobilismo. Le sei gare, da 120’ ciascuna, partiranno il 23 Aprile per finire il 2 Luglio, avranno ben trentotto partecipanti ammessi e le dirette streaming sulla GTItalia WEB TV (www.livestream.com/gtitaliaorg). Un’altra serie in via di preparazione è quella del GTItalia Formula 3 Masters, costituita da sei tappe su circuiti italiani (tra cui Imola, Vallelunga, Varano e Adria) con doppia manche di 45 minuti, che partirà il 3 Maggio per chiudersi il 28 Giugno. Anche in questo caso le dirette streaming e la presenza di 38 piloti dovrebbero costituire un motivo in più per non mancare. Infine, oltre agli innumerevoli Special Event che ci consentiranno come al solito di spaziare in lungo ed in largo (dalle Formula 1 1971 alle Radical SR3, fino ad arrivare al North American GT Series), non bisogna dimenticare che l’evento clou della primavera sarà la 8 Ore di SpaFrancorchamps, in programma Domenica 26 Maggio.

MM9


MOTORMEDIA TEAM il direttore SUBITO A PODIO NELL’ETCC Nel primo round dell’European Touring Car Cup è terzo posto per Paolo Necchi

Inizia nel migliore dei modi la stagione del pilota milanese Paolo Necchi nell’European Touring Car Cup grazie al podio ottenuto dopo un weekend costellato di problemi avuti sin dalle prove libere. Necchi, alla guida della Ford Fiesta S1600 del Team SAN Motorsport aveva infatti iniziato il fine settimana brianzolo con alcuni problemi al motore e al cambio che lo hanno condizionato sino alla sessione di qualifiche dove il milanese faceva segnare solo il sesto tempo di classe. Il duro lavoro svolto dal team e la determinazione del milanese hanno fatto si che venissero poi disputate due ottime manche di gara. In Gara 1 Necchi scattava bene andando a conquistare subito la quarta piazza e mantenendola sino alla bandiera a scacchi mentre in Gara 2 Necchi faceva ancora meglio giungendo terzo dopo avere tenuto per tutto la gara sotto pressione il rivale Bruckner che lo precedeva sul traguardo insieme al vincitore Krammes. Per Necchi dunque un ottimo debutto nel blasonato campionato ETCC il cui prossimo appuntamento sarà nel weekend del 28-29 Aprile sul neo tracciato dello Slovakiaring. Paolo Necchi: “Sono molto contento. Il fine settimana era in iniziato in maniera oscena con un motore rotto nella prima sessione di libere e un altro turno di prove svanito per un mio errore a cui ha fatto seguito un problema meccanico. Per tutto il weekend ho avuto malfunzionamenti del cambio che abbiamo risolto definitivamente con il team solo durante il warm-up. Sono stati davvero bravi e io ho cercato di ripagarli con due gare d’attacco. Purtroppo pagavamo un po’ troppo in termini di velocità massima perché il secondo motore non era quello top di cui disponevamo all’inizio. Il podio nella gara di casa è comunque una grande soddisfazione e di buon auspicio per il resto della stagione.”

LOTUS CUP ITALY, necchi è terzo a monza

Terzo gradino del podio per il milanese al volante della Lotus 2-Eleven della PB Racing Era la sua prima volta nella Lotus Cup ma non sembrava. Paolo Necchi è infatti riuscito sin dal turno di prove libere a sfruttare al 100% il potenziale della sua Lotus 2-Eleven messagli a disposizione per questa gara dalla PB Racing. Il milanese ha infatti occupato per tutto il weekend la prima posizione di classe insidiando spesso le più potenti vetture di classe GT4 presenti in pista. Dopo il problema al propulsore accusato nelle qualifiche Necchi è poi, in gara, scattato dalla quarta fila in griglia andando subito ad occupare la terza posizione assoluta, insidiando da vicino la piazza d’onore detenuta da Gianni Giudici. Dopo la sosta obbligatoria ai box, Necchi manteneva un passo veloce ma senza forzare oltremodo il ritmo di gara e andando così a chiudere in prima posizione di classe 2-Eleven e cogliendo un’ottima terza piazza assoluta. Per Necchi dunque un’esperienza molto positiva davanti al pubblico di casa e in un weekend prestigioso come quello che ha visto protagonista il WTCC (World Touring Car Championship). Per Necchi tra qualche settimana (7 Aprile) sarà la volta della prova tedesca del Nürburgring dove, nel secondo round stagionale, dovrà vedersela non solo con i rivali italiani ma anche con quelli della Lotus Cup Europe. Paolo Necchi: “È stata una bella gara e io più di così non potevo davvero fare. Nei primi giri ho cercato di tenere il passo della Evora GT4 di Giudici ma mi mancava velocità in rettilineo a causa dei rapporti corti del cambio. Ho così poi puntato a fare la mia gara e a portare a casa questa vittoria di classe e il podio Assoluto. La 2-Eleven è davvero entusiasmante e ora non vedo l’ora di tornare in pista in Germania e di confrontarmi con gli altri piloti europei. Grazie alla PB Racing per il supporto datomi.”

MM11


in pista

WEC, l’Audi sbanca sebring Paolo Necchi

MM12


in pista

A

udi su tutti. Con questo assunto

gan: la vettura motorizzata Judd e schierata

tura di Allan McNish, Dindo Capello e Tom

possiamo

l’edizione

dall’OAK Racing, con al volante Nicolet, Pla

Kristensen davanti ai compagni di squadra

2012 della 12 ore di Sebring, clas-

sintetizzare

e Lahaye, è riuscita in qualifica a precedere

Bernhard, Dumas e Duval. Questa sfida, che

sica endurance che ha aperto la neo serie

l’HPD di casa Starworks dimostrando di ave-

si è protratta per molte ore, è stata risolta a

World Endurance Championship. La vittoria

re un ottimo potenziale. Se nelle categorie

favore dei primi solo successivamente ad un

di Ingolstandt era abbastanza annunciata

riservate alle vetture sport prototipi la lotta

problema al cambio accusato da Bernahrd

ma, come tutti sanno, 12 ore di gara sono

non è stata super avvincente di tutt’altra

seguito poi decisivo da un contatto nelle

lunghe e qualsiasi pronostico, anche se an-

risma quella riservata dalle vetture GT. Ad

fasi conclusive con una vettura doppiata,

nunciato, può essere facilmente sovvertito.

emergere in qualifica è stata la bellissima

che ha portato a quattro giri il vantaggio

La splendida R18 TDI è stata protagonista

Ferrari 458 Italia del team AF Corse con al

dei vincitori. Sempre un problema alla tra-

sin dalle qualifiche dove l’equipaggio vin-

volante Fisichella- Bruni-Vilander, seguita

smissione ha tolto invece dalla lotta la terza

citore della 24 Ore di Le Mans 2011, com-

dalla vettura gemella del Team Luxury del

delle vetture di Ingolstadt che si è piazzata

posto da Andre Lotterer, Benoit Treluyer

trio Makowiecki-Melo- Vernay e dalla prima

solo sedicesima a 5 giri. Per le altre vettu-

e Marcel Fassler, faceva segnare il miglior

delle Corvette C6 ZR1 di Magnussen-Garcia-

re LMP1 private si è trattata di una pura

crono sul giro assoluto grazie al velocissimo

Taylor. Attardate a sorpresa invece le BMW,

gara da comparse con molte vetture che

pilota austriaco. Alle loro spalle, in seconda

lo scorso anno dominatrici dell’ALMS. Ferra-

sono state vittime di guai meccanici che ne

posizione la vettura gemella di McNish-Kri-

ri al vertice anche nella GTEAm con Francois

hanno ridotto ulteriormente le già esigue

stensen-Capello seguiti dalla terza R18 gui-

Jakubowski, Pierre Ehret e Dominik Farnba-

possibilità di lotta. Un esempio fra tutti è

data dal trio Bernhard-Dumas-Duval. Alle

cher. Nella classe riservata agli equipaggi

arrivato dalle due HPD dei team Cytosport

spalle delle dominanti Audi ad emergere è

Pro-Am sempre le Ferrari al vertice con il

e JRM che hanno subito rispettivamente

stato Klaus Graf con la prima delle vetture a

nostro Rugolo, in coppia con Jonsson-Krohn

un guaio alla pompa della benzina e ad una

benzina che, insieme a Lucas Luhr e Simon

capace di strappare la seconda piazza in

sospensione favorendo così l’equipaggio

Pagenaud, è riuscito a mantenersi non trop-

qualifica a bordo anche lui della 458 Italia.

composto da Bouchut, Tucker e Barbosa,

po distante dalla vetta con la HPD del Cyto-

Dopo un tale dominio Audi nelle qualifiche

che sono così riusciti a conquistare il terzo

sport. Solo una quinta fila in qualifica invece

era facile ipotizzare un monologo argento

gradino del podio assoluto ottenendo così

per la Lola del nostro Belicchi con qualche

in gara che in effetti si è confermato con

un risultato di prestigio per la loro barchet-

difficoltà di set up. Nella classe LMP2 la nota

la nota della lotta continua tra gli equipag-

ta Honda di classe LMP2. Alle loro spalle si è

interessante arriva dal debutto nella serie

gi della casa dei quattro anelli che ha visto

piazzata la sorprendente Pescarolo-Morgan

di un marchio storico inglese come Mor-

prevalare sotto la bandiera a scacchi la vet-

di Nicolet- Pla-Lahaye che ha concluso così

MM13

Le Audi R18 dominano nel tramonto di Sebring. Nella foto piccola, Kristensen-CapelloMcNish festeggiano sul podio.


in pista in modo ottimale questo suo ingresso nelle

BMW di Hand che riusciva comunque ad

Porsche 911 RSR del team Felbermayer gui-

competizioni grazie anche all’ottimo lavoro

ottenere la vittoria finale davanti alla Cor-

data magistralmente dagli italiani Ruberti e

fatto dall’esperto team francese. Molto av-

vette C6 ZR1 di Magnussen-Garcia-Taylor.

Roda affiancati da Christian Ried, che sono

vincente, come sempre in passato, la bat-

Sul terzo gradino del podio la prima delle

riusciti a regolare sulla distanza le due in-

taglia tra le vetture GT. Dopo l’ottima pole

Ferrari 458 Italia con il secondo equipag-

sidiose vetture del Team Corvette Larbre.

position ottenuta dalla Ferrari 458 Italia

gio della AF Corse composto da Beretta-

Solo quinto l’italiano Rugolo autore della

del Team AF Corse, l’equipaggio Bruni-Fisi-

Bertolini-Cioci, afflitti da un problema alla

pole di categoria nelle qualifiche. Prossimo

chella-Vilander, pur staccatissimo dai primi

frizione ma autori di una gran rimonta che

appuntamento per questo incredibile cam-

per un problema meccanico accusato dopo

ha visto il monegasco ex Corvette anda-

pionato mondiale endurance il 5 Maggio

solo un ora di gara, era protagonista delle

re in testacoda proprio nelle battute finali

sul tracciato di Spa Francorschamps dove si

fasi conclusive di gara con il romano Bruni

quando era in lotta per la possibile vittoria

assiterà anche alla prima sfida Audi-Toyota

che si rendeva protagonista di una furiosa

finale. Nella classe GTE-Am ha sventolato il

nella classe regina in ottica della prossima

lotta con tanto di contatto nel finale con la

tricolore grazie alla vittoria ottenuta dalla

24 Ore di Le Mans. MM

La Ferrari 458 Italia GT2 di Beretta-Bertolini-Cioci ha conquistato la vittoria di classe tra coloro che partecipano al WEC. Sopra, la Porsche 997 GT3 RSR di Lietz-Lieb-Pilet ed il trio Ruberti-Ried-Roda sul gradino più alto del podio.

MM14


in pista

MM15


in pista

AUTO GP, è sfida mondiale Fabio Magnani Auto GP

MM16


in pista

è

stato un avvio più che promettente

quinta e nona piazza. Dopo la pole position,

bandiera a scacchi, si è visto infliggere nel

quello a cui si è assistito a Monza nel

il favorito per la vittoria finale era Quaife-

dopo gara una penalizzazione di 1’ per so-

weekend del 10-11 Marzo per quel

Hobbs, il quale non ha smentito i pronostici

sta irregolare, che lo ha fatto precipitare

che riguarda la “nuova” Auto GP. Nuova

aggiudicandosi Gara 1 con grande autore-

in fondo alla classifica. Secondo ha chiuso

perchè da quest’anno la serie organizzata e

volezza, conducendo senza esitazioni dal

dunque Varhaug (Virtuosi UK) seguito da De

promossa da Enzo Coloni cresce e diventa

semaforo verde alla bandiera a scacchi. Il

Jong (Manor Motorsport), Regalia (Campos

mondiale, grazie anche alla sempre più soli-

pilota della Super Nova ha avuto un ottimo

Racing), Van Der Drift (Manor Motorsport

da partnership con il FIA World Touring Car

scatto al via a differenza di Sergey Sirotkin

e Ricci (Zele Racing). Menzione particolare

ed il promoter Eurosport. Il primo round

che partiva al suo fianco in prima fila: il rus-

per Sirotkin il quale, dopo aver effettuato

stagionale corsosi in terra brianzola ha vi-

so ha infatti fatto spegnere la propria vet-

una lunga sosta ai box, è tornato in pista

sto al via sedici monoposto destinate a cre-

tura ed è stato sfilato da tutti, per fortuna

con il coltello tra i denti girando con un pas-

scere già dalla successiva prova di Valencia

senza alcun contatto nel gruppo. Alle spalle

so velocissimo e facendo segnare il giro più

(Spagna) in programma l’1 Aprile. A domi-

di Quaife-Hobbs si è così accodato Sergio

veloce della gara in 1’36”389, tre decimi più

nare la prima parte del weekend monzese è

Campana, bravo a sorpassare Pål Varhaug

veloce della pole position di Quaife-Hobbs.

stato Adrian Quaife-Hobbs: il ventiduenne

e Chris Van der Drift alla prima staccata. Il

Ben più avvincente si è rivelata Gara 2 che,

inglese, in forza al team Super Nova dopo

gruppo di testa ha proseguito nell’ordine

dopo numerosi colpi di scena, ha visto sa-

un 2011 trascorso nella GP3 Series, è sta-

fino al quarto giro, quando Van der Drift si

lire sul gradino più alto del podio il norve-

to capace di adattarsi subito alla Lola-Zytek

è staccato per un errore in Parabolica che lo

gese Pål Varhaug. Al via era Max Snegirev a

staccando in qualifica il tempo di 1’36”603,

ha fatto scivolare in ottava piazza. La lotta

entrare per primo in Prima Variante seguito

precedendo di 41 millesimi il russo Sergey

per il podio si è così ridotta ai primi tre, con

da Giacomo Ricci, Chris Van der Drift, Facu

Sirotkin, un altro rookie da tenere d’occhio

Quaife-Hobbs che ha mantenuto un vantag-

Regalia e il poleman Antonio Spavone, au-

che nel 2011 aveva ben figurato in Formula

gio costante di circa 1”5 sull’italiano, che a

tore di una partenza poco felice. Duelli in-

Abarth. Ci si aspettava forse qualcosa di più

sua volta aveva un gap analogo sul norve-

candescenti hanno caratterizzato le prime

dai piloti con più esperienza come Varhaug,

gese della Virtuosi UK. Anche la fase delle

fasi con Varhaug che ha passato Spavone

Van Der Drift e Ricci, i quali non sono stati in

soste ai box non ha cambiato i fattori, se

per la quinta piazza e si è messo all’inse-

grado di inserirsi nelle primissime posizioni

non per Sergio Campana: il modenese, che

guimento dei quattro di testa, mentre da-

aggiudicandosi rispettivamente la quarta,

aveva terminato al secondo posto sotto la

vanti Ricci tentava di mettere pressione a

MM17

Il norvegese Pål Varhaug si è aggiudicato Gara 2 a Monza al termine di una corsa decisamente movimentata e ricca di colpi di scena.


in pista Snegirev. Dietro, intanto, Sergio Campana e

Varhaug e Van der Drift rispettivamente

vone, davanti a Max Snegirev, Adderly Fong

Sergey Sirotkin davano vita a un bellissimo

al primo e secondo posto. Al decimo giro

e Giancarlo Serenelli. Un avvio di stagione

testa a testa. La fase dei pit-stop però ha

Ricci tentava l’attacco ai danni di Spavone

interessante per l’Auto GP che ha ricevuto

rimescolato a fondo le carte con Snegirev,

con Campana che cercava di approfittarne:

pareri più che positivi anche da un’ospite

tra i primi a fermarsi, che ha perso terre-

l’alfiere della MLR71 però partiva da trop-

d’eccezione come Flavio Briatore, in visita

no facendo fatica a mandare gli pneuma-

po lontano e mancava la frenata, tagliando

nei box monzesi, che ha elogiato il lavoro

tici in temperatura, mentre Ricci ha perso

la chicane e colpendo il posteriore dell’in-

fatto da Coloni e ha promosso la serie come

qualche secondo prezioso nell’operazione

colpevole Ricci. Successivamente Guerin

vera rampa di lancio verso la Formula per

di cambio gomme. Nel frattempo, invece,

centrava Spavone qualche giro più tardi e

i giovani a costi più che abbordabili rispet-

Virtuosi UK e Manor MP sono state per-

ad approfittarne erano Quaife-Hobbs e Si-

to alla carissima GP2 o alla World Series by

fette nell’esecuzione della sosta, lanciando

rotkin. Quinta piazza finale quindi per Spa-

Renault. MM

Ottimo debutto per Adrian Quaife-Hobbs sulla monoposto della Super Nova. L’inglese, dopo aver conquistato la pole position, si è aggiudicato Gara 1 a Monza.

MM18


in pista

•

MM19

Weekend non propriamente positivo per Sergio Campana (a sinistra, mentre viene tamponato da Guerin). A destra, Enzo Coloni con Flavio Briatore ai box.


in pista

venti anni di emozioni Paolo Necchi Ferrari

C

on quello che sta per festeggiare nel

Cavallino a livello internazionale (Europa, Nord

piloti tricolori dovranno affrontare la prima sfi-

2012 sono 20. Tanti infatti sono i com-

America e Asia Pacifico) con il solito gran fina-

da con i loro avversari europei sul tracciato di

pleanni del Ferrari Challenge, la serie

le che vedrà i migliori rappresentanti sfidarsi

casa. Il programma sportivo dell’evento rimane

monomarca che Ferrari Corse Clienti organizza

nella prova unica che vale il titolo iridato di ca-

invariato rispetto al 2011 con una sessione di

per i suoi clienti sportivi. Congedata definiti-

tegoria. L’accorpamento della serie tricolore a

prove libere da 60 minuti a cui faranno seguito

vamente nella scorsa stagione la F430, la 458

quella europea metterà dunque in diretta com-

i due turni di qualifica (30 minuti ciascuno) che

Italia sarà quest’anno la protagonista assoluta

petizione i migliori rappresentanti di entrambe

andranno a definire la griglia delle rispettive

della stagione che segna tra le sue novità l’u-

le serie con il preannunciato vantaggio che ne

manche di gara. Queste saranno entrambe del-

scita della serie italiana a favore di una serie

deriverà per lo spettacolo. L’apertura stagio-

la durata di 30 minuti senza sosta obbligatoria

europea ancora più ricca ed interessante. Tre

nale della serie continentale sarà di scena il 1

ai box. Gli equipaggi di ciascuna vettura potran-

infatti saranno in questa stagione le serie del

Aprile a Monza, dove alcuni dei nostri migliori

no essere composti da singolo pilota o da una

MM20


in pista

coppia: nel secondo caso, ciascun pilota parte-

con l’aggiunta di due punti per la pole position,

riguarda il territorio nazionale, vede la confer-

ciperà ad una specifica e predefinita sessione di

uno per la partenza in ciascuna manche di gara

ma della diretta sui canali Sky Sport di ciascun

qualifica e ad una manche di gara. Per quanto

e uno per il giro più veloce in gara. In attesa

evento così come confermata la presenza del

riguarda l’assegnazione dei punteggi saranno

dello start del campionato si sono svolti, pro-

campionato sui principali quotidiani e periodici

ben cinque le classifiche stilate alla fine di cia-

prio sul tracciato brianzolo, i test collettivi che

nazionali. Per tutti coloro che vorranno seguire

scun appuntamento: Ferrari Challenge Trofeo

hanno visto scendere in pista oltre venticinque

poi il Ferrari Challenge sul web sarà possibile

Pirelli, Ferrari Challenge Coppa Giovani (Under

piloti: a prevalere su tutti Grossman che, sep-

consultare la specifica sezione del nuovo por-

25), Ferrari Challenge Trofeo Pirelli – Coppa

pur con uno scarto minimo, ha avuto ragione

tale riservato alle attività di Ferrari Corse Clienti

Shell, Ferrari Challenge Coppa Gentlemen e

di Jakubik, Basov e del nostro Gai, plurititolato

(www.corseclienti.ferrari.com) all’interno della

Ferrari Challenge Coppa Team. Verranno asse-

nella serie del Cavallino. Sempre di alto profilo

quale saranno consultabili, fotogallery, video

gnati punti ai primi dieci di ciascuna categoria

anche la copertura mediatica che, per quanto

speciali, comunicati stampa e news. MM

MM21


in pista

l’anno della consacrazione Paolo Necchi FG Group

A

fare da scenario per la “prima” stagio-

partnership con Hankook (monofornitore anche

butto l’Audi RS5, e del campione 2010 Thomas

nale della Superstars Series è stato un

del DTM) e la presenza di piloti di fama interna-

Biagi, che rimarrà al volante della BMW M3,

contesto di assoluto prestigio come

zionale molti dei quali con esperienze importan-

debutteranno grandi nomi internazionali come

quello del Museo della Scienza e della Tecnolo-

ti in Formula 1. Importante, come nelle scorse

Vitantonio Liuzzi, ultimo degli italiani insieme a

gia di Milano, all’interno del quale si è svolta la

stagioni, anche la copertura mediatica che farà

Jarno Trulli ad aver militato in F.1, che affronterà

presentazione ufficiale dell’edizione 2012 della

si che il grande spettacolo offerto dalle poten-

la stagione con la Mercedes C63 AMG della Caal

serie che la FG Group organizza oramai da molti

ti vetture Turismo V8 da oltre 500 cavalli, goda

Racing, al quale si aggiungono altri due ex-F.1

anni e che prenderà il via da Monza il weekend

della copertura televisiva di ben 66 nazioni che

come Christian Fittipaldi, che ha militato anche

del 1° Aprile. La stagione, come annunciato dal-

trasmetteranno “live” ogni evento con l’esclu-

in Indycar, Nascar e Grand-Am, e Mika Salo che

lo stesso patron Maurizio Flammini, rappresen-

siva concessa a RAI Sport per quanto riguarda

si alterneranno alla guida della Maserati Quat-

ta il lancio definitivo della categoria che intende

il territorio nazionale italiano. Come dicevamo

troporte dello Swiss Team. A completare poi il

sempre più avvalorare il suo famoso claim “The

prima, molti dei riflettori saranno puntati sui

parterre di grandi nomi ci saranno il riconferma-

State of the Art in World Car Racing”. Numerosi

piloti big che quest’anno lo schieramento della

to Johnny Herbert e la new entry indonesiana

infatti i punti forti che nel 2012 caratterizzeran-

Superstars Series avrà in griglia: al fianco di pilo-

Ananda Mikola. Proprio Liuzzi, tutt’ora sotto

no questa importante serie internazionale: un

ti di punta come il rientrante bicampione della

contratto con la HRT F.1, ha così commentato

rinnovato calendario internazionale, la nuova

categoria Gianni Morbidelli, che porterà al de-

il suo ingresso nella serie: “Sono convinto che

MM22


in pista •

la Superstars rappresenti un’ottima scelta per l’apertura verso altre categorie oltre la F.1, visto anche il mio spirito sempre molto versatile. Questo è un campionato importante con grandi piloti e team: sono certo che lo spettacolo non mancherà.” Il calendario vede quest’anno due importanti novità: il debutto del circuito indonesiano di Sentul e la tappa dell’Hungaroring, che si aggiungono alle trasferte europee di Spa-Francorchamps, Donington e Portimao e alle gare italiane di Monza, Mugello, Imola e Vallelunga. Un calendario destinato in futuro, come annunciato da Flammini, ad ampliarsi con la presenza in calendario di gare negli Stati Uniti nel 2013 e in Brasile nel 2014. MM

MM23

La “muta” delle Superstars lo scorso anno a Monza: quest’anno al via quattro ex piloti di F.1 e nove marchi differenti. Sotto, alcuni dei protagonisti durante la conferenza stampa di presentazione a Milano.


in pista

antonelli a 360 gradi Paolo Necchi

L

’esordio nelle corse di Marco Anto-

sputare, sul tracciato del Mugello, un test

da di vetture Turismo. Dopo aver ottenuto

nelli risale al lontano 1986, quando

con la bellissima Alfa Romeo 155 DTM. Il

molti successi con le Peugeot 106 e 306,

questo giovane bolognese di belle

test fu sorprendente ma presto, malgra-

Antonelli passa alle Alfa Romeo dove il suo

speranze sfida nelle classi Turismo i mi-

do i suoi risultati, Antonelli decide di fare

team si distingue per i titoli vinti nell’Alfa

gliori della categoria ponendo le basi per

il salto dietro il muretto box e passare da

Challenge 147 Cup (vinta con Alessandro

tutto quello che sarebbe stato poi il suo

protagonista in pista a team manager del

Balzan) e per gli ottimi risultati ottenuti

futuro approdo nel Superturismo. In que-

suo stesso team. Nasce così, nel 1993, l’An-

sempre con il pilota rodigino nel Campio-

gli anni di grandi successi Antonelli riceve

tonelli MotorSport che inizialmente lo sup-

nato Italiano SuperTurismo disputato con

anche la chiamata dall’Alfa Romeo per di-

porta nelle sue ultime apparizioni alla gui-

una Alfa Romeo 156 S2000. Arriva poi il

MM24


in pista

momento del grande salto con il passaggio

casa di Weissach, nel Campionato Italia-

tomobilistico sportivo Italiano ed europeo.

alle vetture GT e Antonelli decide di legare

no GT, nella Targa Tricolore Porsche, nella

Pur essendo totalmente assorbito dal suo

la sua struttura ad un marchio di prestigio

Mobil1 Porsche Supercup, nell’Italiano Su-

lavoro, Antonelli non disdegna di cimen-

come Porsche, partecipando in modo mas-

perturismo, nel Mondiale Turismo (WTCC),

tarsi ancora al volante delle sue vetture sia

sivo sia alla Targa Tricolore Porsche che alla

nell’Italiano Superproduzione, nell’Italiano

nell’ambito dei test di sviluppo che in alcu-

Porsche Carrera Cup Italia. In questi anni di

Velocità Turismo, nell’Alfa Challenge 147

ne gare: nel 2011 è infatti riuscito ad otte-

storia sportiva la squadra diretta dal pilota

Cup con risultati di rilievo anche nell’am-

nere quattro vittorie (a Spa-Francorcham-

bolognese ha ottenuto numerosi risultati

bito dei Rally e delle Salite, diventato così

ps e Mugello) nell’International GT Sprint

di prestigio nel monomarca italiano della

uno stabile protagonista del panorama au-

Series nonché la vittoria al Motor Show di

MM25


in pista •

Nella pagina precedente, Marco Antonelli al muretto box (con la camicia bianca), al volante della Porsche 997 GT3 Cup nel GT Sprint e sul podio di Spa-Francorchamps nel 2011.

Bologna nel Bomboogie GT Cup. Per la sta-

impegno e aspettative per il team bologne-

vetture nella serie promossa dal Porsche

gione 2012 il team Antonelli Motorsport

se anche nel Campionato Italiano GT dove

Club Italia e da Italia Motorsport: Venerosi-

sarà, come sempre negli ultimi anni, impe-

farà il debutto in classe GT3 l’inedita cop-

Baccani saranno impegnati nella categoria

gnato su molti fronti a partire dalla presti-

pia Monti-Passuti, già compagni di squadra

Open Cup affiancati dalla rinnovata coppia

giosa Porsche Carrera Cup Italia che vedrà

nelle passate edizioni della Porsche Carrera

Magli-Macori mentre Alessandri, impegna-

la compagine emiliana schierare ben cin-

Cup Italia. A loro si andranno ad affiancare

to in alcuni eventi anche nella Porsche Car-

que vetture in griglia con piloti di grandis-

un gruppetto di piloti che andranno a com-

rera Cup Iitalia, disputerà l’intera stagione

simo spessore come la new entry Matteo

battere per le classi GT Cup riservate alle

nella categoria GT3 Cup. Alla vigilia di una

Malucelli, ai quali si affiancheranno l’e-

vetture che arrivano dai campionati mono-

nuova ennesima stagione di grandi e am-

sperto e veloce Giraudi e ben quattro piloti

marca: Donativi, Baccani, Gaiotto, Magli,

biziosi impegni abbiamo incontrato Marco

nella Michelin Cup con la riconferma del

Giondi e Bellini sono i prescelti per dare la

Antonelli nella sede del team alle porte di

vincitore dell’edizione 2011 Angelo Proietti

caccia al titolo tricolore di categoria. Non

Bologna per farci raccontare le sue aspet-

affiancato da De Amicis e da Alessandri e

mancherà, come sempre, anche un forte

tative e i suoi obiettivi.

Galbiati che si alterneranno alla guida della

impegno nella Targa Tricolore Porsche che

quinta vettura schierata dal team. Grande

vedrà il Team Antonelli schierare ben tre

MM26

Marco, anche nel 2012 il tuo team sarò


in pista •

La Porsche 997 GT3-R è l’arma scelta dalla Antonelli Motorsport per dare la caccia al Campionato Italiano GT 2012 con Massimo Monti e Christian Passuti.

impegnato su più fronti. Con quali obiet-

vincente. Anche nel Targa Tricolore partia-

vo e logistico che viene svolto egregiamente da mia moglie Veronica.”

tivi? “Per mentalità scendiamo sempre in

mo per fare bene e sono convinto che riu-

pista per fare del nostro meglio e poter

sciremo anche lì a toglierci qualche bella

puntare alla vittoria. Non è mai facile e

soddisfazione come è stato nella passata

Ti rivedremo qualche volta al volante an-

abbiamo sempre grossa considerazione dei

stagione.”

che in questa stagione?

nostri avversari senza però avere timori

“Sicuramente. Come minimo nei test dove

riverenziali. Nella Carrera Cup quest’anno

Come è organizzato il tuo team per questa

spesso mi occupo in prima persona di aiu-

possiamo contare su un gruppo di piloti

impegnativa serie di attività in pista?

tare i miei piloti nella ricerca del miglior

molto validi che ci dovrebbero consentire

“Lavoriamo tutti a tempo pieno con un

rendimento delle vetture. Per il resto vedre-

di lottare sia per la classifica assoluta che

unico obiettivo: la vittoria. Io e tutto il mio

mo, il mio impegno da team manager è già

per la riconferma nella Michelin Cup. Ab-

staff mettiamo anima e corpo in quello che

più che sufficiente a riempirmi le giornate

biamo grosse aspettative anche per la serie

facciamo e cerchiamo di far si che i nostri

e la noia non fa parte della mia vita per cui

tricolore GT dove debuttiamo nella classe

piloti abbiano sempre il massimo supporto

se avrò modo tornerò a fare qualche gara

“regina”, la GT3 con la bellissima Porsche

e il materiale tecnico per emergere. A mon-

diversamente festeggerò i risultati dei miei

997 GT3-R con un equipaggio sulla carta

te c’è però anche molto lavoro organizzati-

piloti dal muretto box.” MM

MM27


in pista

GINETTA CUP, READY TO GO Paolo Necchi Claudia Cavalleri

è

sicuramente la novità racing più interes-

del marchio inglese Nova Race, vedrà scendere in

Il format del weekend prevede due manche di

sante del 2012 a livello nazionale e sta, da

pista la Ginetta G50 e si presenta con un format

gara da 48 minuti + 1 giro precedute dalle pro-

alcune settimane, catalizzando l’attenzio-

sportivo e tecnico di potenziale grande succes-

ve libere e dalle qualifiche che vedranno anche

ne di team e piloti. Stiamo parlando della Ginetta

so. La vettura, già conosciuta nel corso del 2011

lo svolgimento della Superpole. Le prove ufficiali

G50 Cup che farà il suo debutto a metà di Aprile

quale protagonista del campionato tricolore

cronometrate saranno infatti divise in due turni

per la prima delle sei prove previste in calendario.

GT nella classe GT4, si presenta in pista in que-

da 20 minuti ciascuno (Q1-Q2) più una successi-

Il neo monomarca, organizzato dall’importatore

sta nuova stagione con la sua inedita veste Cup.

va Superpole da 10 minuti (SP). Q1 e Q2 saranno

MM28


in pista

intervallate tra loro da 5 minuti circa, mentre la

terminate sulla base dei risultati della Superpole,

fica. Così facendo la Q1 e la Q2 determineranno

Superpole sarà immediatamente successiva alla

senza tenere conto del miglior tempo registrato

lo schieramento di Gara 1 dalla nona posizione in

Q2. Q1 e Q2 andranno a determinare un’unica

nel corso della Q1 e Q2. In caso di equipaggio

poi, mentre la Superpole determinerà le posizioni

classifica per i primi otto equipaggi classificati e il

composto da due Conduttori, in sede di briefing

dalla prima alla ottava. Lo schieramento di Gara

conduttore che ha segnato il miglior tempo sarà

dovrà essere dichiarato chi parteciperà al Q1 e chi

2 sarà invece determinato dall’ordine di arrivo di

designato a partecipare alla SuperPole. Le prime

al Q2 e in nessun caso sarà possibile effettuare

Gara 1 con l’inversione delle prime otto posizioni.

otto posizioni in griglia saranno dunque poi de-

cambio pilota durante ognuno dei turni di quali-

Per ogni vettura, come detto, sarà possibile asso-

MM29


in pista

ciare un singolo pilota o una coppia di piloti dato

mento acquisiti. Il calendario del campionato si

Nova Race ha tenuto conto di questo importan-

che, in ciascuna gara, è prevista la sosta obbliga-

snoderà lungo sei appuntamenti che vedranno le

te aspetto cercando di ridurre al massimo il co-

toria ai box nella consueta finestra temporale di

G50 scendere in pista sui principali autodromi ita-

sto di iscrizione alla serie che resta definito in €

metà gara. Come ogni monomarca che si convie-

liani, con un’apparizione anche oltre confine sullo

5.000,00 (Cinquemila) + IVA ad equipaggio (1 o 2

ne, anche per la Ginetta G50 Cup 2012 è previsto

splendido tracciato austriaco di Zeltweg. La serie

piloti), grazie al cui pagamento ogni pilota guada-

un ricco montepremi, assegnato per i risultati di

partirà infatti il 15 Aprile dall’ “Enzo & Dino Fer-

gna il diritto di acquisire il punteggio in classifica,

ciascuna manche di gara, tra i primi tre equipaggi

rari” di Imola per poi proseguire il 6 Maggio sul

concorrere al montepremi e ricevere una tuta da

della classifica assoluta con l’aggiunta del migliore

tracciato di Vallelunga. Per la terza prova sarà la

gara ufficiale Ginetta G50 Cup. Chi intende parte-

della classifica Under 25 . Per garantire sempre la

volta del circuito salotto di Franciacorta (26 Giu-

cipare solo occasionalmente al campionato può

massima correttezza in pista e il giusto fair-play

gno) a cui seguirà la trasferta stiriana del 5 Agosto

versare di volta in volta la quota di 900 € + IVA

tra i piloti, l’organizzatore ha stabilito che il con-

sul tracciato del Red Bull Ring. Dopo la pausa esti-

che però non dà diritto a punteggio, montepremi

duttore o l’equipaggio che, per qualsiasi motivo,

va si tornerà in pista per le ultime due prove in

e tuta. Alla cifra di iscrizione al campionato vanno

dovesse subire una squalifica per motivi tecnico/

programma al Mugello (23 Settembre) e a Monza

successivamente aggiunte le quote di iscrizione ai

sportivi perderà il diritto ai premi sino a quel mo-

(21 Ottobre). Dati i momenti di crisi economica,

singoli eventi che sono quantificate in € 1.275,00

MM30


in pista

Matteo Cressoni è risultato il più veloce nei test ufficiali di Imola. Il giovane mantovano ha preceduto l’equipaggio Foglio-Lasagni.

+ IVA a manifestazione da pagare direttamente

per garantire un servizio di assistenza tecnica ai

Ampio spazio sarà dedicato anche sui principali

all’autodromo che ospita l’evento. Nova Race, al

team partecipanti attraverso la vendita di ricambi

magazine periodici di settore che andranno così a

fine di rendere interessante il suo campionato

in pista e un’attività di consulenza tecnica attra-

completare l’ampio piano mediatico predisposto

monomarca, ha inoltre previsto molte attività di

verso i membri del suo staff dedicato. Importante

per questa serie. A poche settimane dal via della

intrattenimento legate a ciascun evento: all’in-

anche il piano media predisposto da Nova Race

prima gara si sono svolti i test ufficiali sul trac-

terno dell’hospitality dedicata verranno infatti

che vedrà la Ginetta G50 Cup promossa su mul-

ciato di Imola che hanno visto impegnati cinque

organizzate iniziative per le famiglie, servizio di

tipiattaforma per tutta la durata della stagione.

team e ben quindici vetture. A prevalere è stato

ristoro e open bar, attività ricreative per ospiti e

Alla diretta televisiva di tutti gli appuntamenti

l’esperto Matteo Cressoni, seguito con uno scarto

piloti (PlayStation, Wii, Kids Make Up, Painting,

sul canale satellitare Nuvolari TV (SKY 144) e DTT

minimo dall’equipaggio composto da Piero Foglio

esibizioni di Car Wash, corner di gioco per bam-

(canale 222) farà seguito una importante attività

e Manuel Lasagni. Tra tutti i piloti scesi in pista

bini, proiezione filmati e gare, corner benessere e

sul web che vedrà la trasmissione degli highlights

i distacchi sono risultati minimi a conferma che

massaggi, etc..). Nova Race, in qualità di importa-

di ciascuna gara e la messa online del magazine

la stagione della Ginetta G50 Cup si preannuncia

tore del marchio Ginetta e di organizzatore della

Inside Ginetta Cup su MotorMedia TV (canale

quanto mai infuocata ed incerta nel suo risultato

serie, sarà presente in pista in ogni round anche

28 e 218 della piattaforma StreamIT - Smart TV).

finale. MM

MM31


in pista

ATTENTI A QUEI DUE Paolo Necchi Claudia Cavalleri

M

ancano pochi giorni al sema-

stagione. A partire dunque dalla prima pro-

Cosa ti ha spinto a rimanere nella GT Sprint?

foro verde che darà il via alla

va in programma il 1 Aprile sul tracciato di

“Ho scelto di rimanere in questa serie perché

stagione 2012 della Internatio-

Monza il pilota pugliese, supportato dalla

era l’unica categoria GT multimarca che mi

nal GTSprint Series e Roberto Delli Guanti

Blu Star, inizierà questa sua nuova avventura

consentiva di poter disputare una gara senza

è pronto per ritornare in pista con rinnovati

che lui stesso, in occasione dei test pre-cam-

dover effettuare il cambio pilota. Prediligo

propositi di ben figurare nella classe GT Cup

pionato svolti proprio a Monza, ci illustra in

l’idea di iniziare e terminare la gara in au-

che già lo ha visto protagonista nella passata

questa intervista.

tonomia risultando così l’unico elemento che

MM32


in pista

concorre ad ottenere il risultato finale. Questa

to stimolante.”

confermando il “pacchetto” anche nel 2012.

serie è promossa in modo eccellente e questo è

La scelta è stata sofferta e un po’ di rammarico

fondamentale per i partner che sostengono que-

Con che vettura e con che compagno sarai im-

rimane perché inizialmente l’idea era quella di

sto progetto sportivo curato dalla Blu Star. Per il

pegnato?

salire di categoria e di correre con la nuova 458

pubblico è sempre un grande spettacolo veder

“Dopo la buona prima esperienza da me fatta

Italia. Alla fine però ho valutato che fosse per me

correre vetture di alto livello come le nostre e

con il Team Kessel Racing e la Ferrari F430 GT

più utile fare un altro anno di esperienza nelle

fare parte di questo “circus” è sicuramente mol-

Cup ho deciso di consolidare questa esperienza

stesse condizioni proprio per migliorare ancora

MM33


in pista

e prepararsi al meglio per i futuri impegni. Per

zione sia sempre e comunque il modo miglio-

nostri avversari. Mi aspetto dunque una stagio-

questo è stato deciso di confermare l’accoppia-

re per creare volume d’affari per cui i nostri

ne di ulteriore esperienza nel mondo GT e di po-

ta con Gianfranco Bocellari che, oltre ad essere

partner, pur tenendo conto della congiuntura

ter essere un ottimo outsider soprattutto nelle

un amico, è un ottimo ed esperto compagno di

economica negativa, hanno confermato il loro

gare estere.”

squadra. Con lui sono sicuro che riusciremo a

apporto in quanto garantiti nel loro ritorno

fare una buona stagione.”

dall’alto livello mediatico che questo campiona-

Del calendario 2012 quali pensi potrebbero

to e un marchio come Ferrari possono fornire.”

essere i circuiti a te favorevoli? “Come dicevo nella precedente risposta penso

In un momento economico come quello attuale come si può far avvicinare nuovi partner

Cosa ti aspetti da questa stagione 2012?

che nelle gare estere si potrà fare meglio di

a questo sport?

“La Ferrari F430 non è sicuramente la favorita e

quelle nazionali. In alcuni casi ci saranno meno

“Il momento è indubbiamente molto difficile

contro Lamborghini e Porsche sarà molto dura.

avversari e in altri la non conoscenza dei circuiti

ma, grazie all’impegno profuso dalla Blu Star,

Il progetto 430 è terminato dal punto di vista

da parte di alcuni piloti potrebbe modificare gli

anche quest’anno siamo riusciti a mettere in

sportivo e per noi sarà importante soprattutto

equilibri in pista. è comunque indubbio che, in

piedi un programma di alto livello. Personal-

puntare a portare a casa piazzamenti in ogni

ogni circostanza, sarà dura emergere dal grup-

mente, da imprenditore, penso che la promo-

gara sperando anche in qualche passo falso dei

po, sempre molto competitivo.”

MM34


in pista

Roberto Delli Guanti impegnato al volante della Ferrari F430 GT Cup del team elvetico Kessel Racing. Nella pagina precedente, il pilota pugliese (a destra) scherza col compagno di squadra Bocellari.

In che cosa ti senti di essere migliorato e in che

attraverso l’ampia copertura mediatica tele-

Portimão (15/16 Settembre) e in conclusio-

cosa devi ancora migliorare?

visiva che contraddistingue l’Iinternational

ne di Vallelunga (6/7 Ottobre). Per quanto

“Quest’anno per fortuna conosco già macchina

GTSprint Series: la serie godrà infatti di una

riguarda il territorio nazionale confermata

e team. Vivere con più consapevolezza sia le fasi

copertura worldwide in oltre 175 nazioni con

la presenza di RAI Sport 2, che seguirà tutti

di guida che di box sarà per me molto utile e gio-

una diretta tv in ben 35 differenti paesi. In

e sette i doppi eventi del calendario. Gli ap-

verà di sicuro anche alle mie prestazioni. Duran-

perfetta sintonia con l’internazionalità del-

puntamenti, verranno proposti domenica 1

te le prove libere e le qualifiche l’anno scorso fa-

la serie anche il suo calendario che vedrà il

Aprile alle ore 9, con la partenza della Gara

cevo una sorta di test su vettura e mia capacità

pilota della Blu Star impegnato su sette di-

1, ed alle ore 15 “as live” con Gara 2. Da evi-

di guida mentre quest’anno potrò, sin dai primi

versi circuiti a livello europeo: dopo la tappa

denziare l’ingresso del monofornitore degli

giri, concentrarmi sulla prestazione pura. In que-

brianzola sarà infatti la volta di Imola (21/22

pneumatici Hankook nonché un sistema di

sto senso vedo il 2012 per me sicuramente più

Aprile) a cui faranno poi seguito le trasferte

zavorre modificato rispetto allo scorso anno,

ricco di soddisfazioni della passata stagione.”

del Mugello (2/3 Giugno), dell’Hungaroring

che prevede l’assegnazione del peso ai primi

(una novità per la categoria, in programma

due di ciascuna classe sulla base dell’ordine

Una sfida, quella che attende Delli Guanti

nel fine settimana del 29 Giugno/1 Luglio),

d’arrivo di entrambe le gare del precedente

che tutti gli appassionati potranno seguire

di Spa-Francorchamps (14/15 Luglio), di

evento. MM

MM35


in pista

5 HUNDRED, C’è spazio per tutti Raffaella Menegoni Elle Emme

è

stata una festa all’insegna dello sport e

scita: sano agonismo in pista e un ambiente di

sono mai risparmiate nei confronti in pista con

dell’amicizia quella organizzata presso il

grande fair play nel paddock. Nella corso della

i rivali maschi. Nel corso della serata è interve-

Park Hotel di Vallelunga per premiare i

serata, oltre a celebrare la conferma al vertice

nuto ance il Delegato CSAI della regione Lazio

partecipanti alla 5 Hundred edizione 2011. La

del bi-campione Emanuele Silvestri, si è dato

Francesco Loiacono che, in qualità di promoto-

serie, promossa dai piloti Andrea Argenti, An-

giusto merito e spazio al vincitore della catego-

re della categoria Racing Start di cui le 5 Hun-

drea Sellani e Giuseppe De Pasquale, è pronta

ria “Under 25” Tempesta, a quello della catego-

dred fanno parte, ha voluto portare l’apprezza-

oramai ad aprire le porte della sue quinta edi-

ria “Over 40” Bellucci e alle protagoniste della

mento ufficiale della federazione automobilista

zione e mantiene quanto mai inalterati i fonda-

categoria “Lady” con un giusto riconoscimento

per questo progetto volto a promuovere l’au-

menti che ne sono stati la base sin dalla sua na-

per Silvia Sellani e Carlotta Fedeli che non si

tomobilismo low cost in momenti di difficoltà

MM36


in pista

economica come quelli che si stanno vivendo in

re divertendosi senza spendere cifre proibitive.

su di un regolamento che mette sportivamente

questi ultimi anni. Lo stesso Loiacono, nel corso

Un plauso dunque agli organizzatori per l’impe-

e tecnicamente tutti i concorrenti sullo stesso

del suo intervento ha detto: “Il progetto Racing

gno profuso e per il contributo dato.”

piano. Proprio uno degli organizzatori Andrea

Start sta finalmente ricevendo il suo giusto ri-

Il concetto sportivo della 5 Hundred, per vo-

Sellani ci ha raccontato questa evoluzione del

conoscimento da parte dei piloti e preparatori

lontà specifica dei suoi organizzatori, è rimasto

progetto 5 Hundred: “Nel 2007 quando siamo

e nel 2012 saranno più di 100 le vetture di que-

negli anni inalterato puntando sempre più a far

partiti abbiamo deciso di seguire questo nuovo

sta categoria a disputare gare sul territorio na-

avvicinare all’automobilismo sportivo giovani

regolamento tecnico della Racing Start e di pun-

zionale. La 5 Hundred ha aperto questa nuova

e meno giovani senza la necessità di dover di-

tare su di un modello di auto di grande appeal

“strada” consentendo a molte persone di corre-

sporre di budget eccessivi e potendo contare

come la Fiat 500. Abbiamo inoltre da subito in-

MM37


in pista

Corinaldesi e Silvestri battagliano a Vallelunga. Sopra, lo stesso Silvestri esultante, Silvia Sellani e Carlotta Fedeli e il promoter della serie Andrea Sellani.

trodotto la figura di un tutor/coach che fosse di

ci possa essere un nuovo campione che sfrutti

un turno di prove ufficiali, anch’esso da 30 mi-

aiuto per i debuttanti impegnati ad inserirsi in

la 5 Hundred quale giusto trampolino di lancio

nuti che andrà a definire la griglia di partenza

questo sport. Il nostro obiettivo è sempre stato

verso categorie più importanti.”

della prima manche di gara della durata di 23

quello di portare i giovani a crescere e gli esem-

Il calendario della stagione 2012 vede l’ingres-

minuti + 1 giro. La seconda manche, della stes-

pi di Ferri, di Nicoli e di altri sono la testimonian-

so di un circuito importante come Pergusa e la

sa durata della prima, vedrà invece la sua gri-

za che chi ha prevalso nel nostro campionato ha

conferma di tutte le altre tappe nazionali già di-

glia definita sulla base dei risultati della prima

dimostrato poi il suo valore anche in categorie

sputate nel 2011 con l’esclusione della trasferta

manche. Confermata la partecipazione e il sup-

che vedono coinvolte vetture ben più prestazio-

austriaca del Red Bull Ring. Il programma dei

porto tecnico di Toyo quale fornitore unico dei

nali. La stagione 2012 parte ovviamente con lo

weekend di gara rimane invariato con un turno

pneumatici anche per la stagione 2012 in virtù

stesso scopo e ci auguriamo che tra gli iscritti

di prove libere da 30 minuti a cui farà seguito

delle ottime performance garantite durante

MM38


in pista

tutta la stagione e soprattutto durante la lunga

nel 2012 e auspichiamo che questa esperienza

sato in 3.000 euro. Confermata anche per la co-

maratona della 24 Ore del Telethon disputata

possa durare ancora a lungo e continuare ad

pertura mediatica che vedrà in primis la nostra

a fine 2011. Questa importante partnership è

essere per noi un ottimo veicolo promozionale

rivista e il nostro canale web tv MotorMedia TV

stata certificata anche dalle parole del rappre-

e di sviluppo.”

dedicare ampio spazio alla serie a cui si asso-

sentante del marchio nipponico, Roberto Galli:

Come dicevamo in apertura di servizio, uno

ceranno anche spazi sulle testate Autosprint e

“La 5 Hundred si è dimostrata per noi un’ottima

dei punti forti della 5 Hundred è sempre stato

Zona Rossa. A questo punto non resta dunque

vetrina commerciale, soprattutto verso il clien-

il budget limitato richiesto per l’intera stagione

che aspettare la prima gara in programma ad

te di età giovane che si riconosce nelle compe-

che per il 2012 rimane fissato in 20.000 euro

Adria il 15 Aprile e vivere, insieme a tutti i par-

tizioni e soprattutto ama vetture trendy come

“all inclusive” mentre per chi volesse semplice-

tecipanti, una nuova sana sfida sportiva tra i

la Fiat 500. La collaborazione proseguirà anche

mente disputare una singola gara il costo è fis-

partecipanti alla 5 Hundred 2012. MM

MM39


in pista

CACCIA AI QUATTRO ANELLI Fabio Magnani ACI Sport

R

isalita dal purgatorio. Dopo un anno

piedi pesanti, quelli di Christian

di transizione, il Campionato Italiano

Passuti e Massimo Monti. Ci sa-

GT nel 2012 torna ai massimi livelli e si

ranno anche le Ferrari 458 Italia

preannuncia come una sfida all’ultimo metro

GT3 al via e una sarà sicuramente

tra piloti e team di calibro internazionale. A sfi-

quella del Vita4One Team Italy: la

dare la campionessa in carica Audi, che sulla R8

squadra diretta da Matteo Bobbi

LMS GT3 schiererà al via il confermato Sonvico

dovrebbe svelare a breve i piloti

e un altro pilota da designare, ci saranno altre

che porteranno in pista la GT di

quattro GT3 tedesche, new entry nel panora-

Maranello anche se si fanno insi-

ma nazionale. Due saranno infatti le BMW Z4

stenti i nomi di Gai ed Amos. In

GT3 ufficiali schierate dalla Roal Motorsport per

GT2 avremo sicuramente al via

Thomas Biagi, Michela Cerruti, Edoardo Liberati

due Ferrari, una 458 Italia e una

e Stefano Colombo, una vettura che in ambito

F430 schierate dal Black Team, e una Porsche

997 targate Antonelli Motorsport con Gaiotto,

europeo ha già dimostrato tutto il suo poten-

997 RSR per i fratelli Coggiola. La classe GT Cup

Magli, Donativi, Baccani e Bellini mentre la Petri

ziale, così come la Porsche 997 GT3-R che scen-

vedrà ancora la sfida tra Lamborghini e Porsche:

Corse schiererà anche lei due GT di Stoccarda.

derà in pista con la Ebimotors e con la Antonelli

una Gallardo in pista sarà sicuramente quella

Diretta delle gare su SportItalia 2 (canale 61 DDT

Motorsport. La squadra di Enrico Borghi ha de-

schierata dalla Imperiale Racing per i campio-

e 226 su SKY) e in differita su Nuvolari TV (canale

ciso di “promuovere” Balzan (tre volte vincitore

ni in carica Sanna e Stancheris mentre la MIK

222 DDT e 144 della piattaforma SKY). Primo ap-

della Porsche Carrera Cup Italia) al quale si af-

Corse, che nel 2011 aveva sfiorato il titolo con

puntamento in calendario della stagione 2012

fiancherà Giacomo Barri. Sulla 997 GT3-R della

Piccini e Livio, non ha ancora svelato i suoi pro-

nel weekend del 5-6 Maggio sul tracciato roma-

squadra bolognese invece ci saranno altri due

grammi. Saranno della partita anche le Porsche

no di Vallelunga. MM

MM40


catalogo digitale L’applicazione sostituisce il vecchio e pesante catalogo cartaceo, abbattendo completamente i costi di gestione di modifica/aggiornamento e stampa dello stesso.

app show Sviluppiamo applicazioni per iPad che vengono utilizzate dai nostri Clienti durante congressi , fiere ed eventi: il Cliente ha la grande opportunità di mostrare tutti i Suoi prodotti attirando l’attenzione degli utenti grazie alla dinamicità ed alla grafica dell’applicazione.

app magazine E’ la soluzione ideale per pubblicare su iPad il tuo quotidiano, giornale, periodico o catalogo, ottenendo un minor impatto ambientale ed un’unica esperienza di lettura.


in pista

giovani dal piede pesante Fabio Magnani ACI Sport

L

a Formula Abarth è probabilmente la cate-

Urrutia (BVM), il quale continua

goria che ha visto un maggiore ricambio di

la sua avventura nella Formula

piloti dall’inizio della sua rinnovata storia.

Abarth dopo aver disputato due

Sono infatti molti i giovani che nelle due stagioni

gare de Trofeo del Mediterraneo

scorse hanno scelto la serie addestrativa voluta

al termine della scorsa stagione.

da ACI e CSAI, alcuni attraverso una “toccata e

Con Euronova invece correranno

fuga” prima di emigrare in campionati di più alto

il sammarinese Emanuele Zon-

livello, a dimostrazione di quanto la Tatuus-FTP

zini, l’anno scorso tra i migliori

sia formativa e una buona base di partenza ver-

giovani della stagione, e il brasi-

so monoposto più performanti come Formula

liano Nicolas Costa, protagonista

3, World Series by Renault e Auto GP. Nel 2012,

di una buonissima stagione con

“persi” quasi tutti i protagonisti della stagione

Cram Competition nel 2011. New

scorsa come Sirotkin, Niederhauser, Piria, Spavo-

entry del campionato è il giovanissimo vene-

be schierare Gregor Ramsey, Kevin Jorg e Samin

ne, Visoiou e altri ancora, gli occhi degli addetti

zuelano del team JD Motorsport, Juan Branger,

Gomez. Sulle monoposto con i colori della JD

ai lavori saranno quest’anno puntati su confer-

che è arrivato in Italia dopo essersi distinto nella

Motorsport hanno provato nei test Juan Bran-

mati Luca Ghiotto e Giorgio Roda, entrambi al

stagione venezuelana di kart e aver vinto il pre-

ger e Yukio Duzanowski mentre Tomcat Racing

via con le monoposto della Prema Powerteam;

mio messo in palio dalla “Fundaciòn Johnny Ce-

ha provato il diciottenne Dimitri Cremonesini.

sulla terza vettura del team lombardo ci sarà il

cotto”. Il Team DieGi Motorsport sarà al via con

Ancora tanti i tasselli del puzzle da sistemare per

brasiliano Bruno Bonifacio, già a suo agio a bordo

due vetture, una per Javier Francisco Amado e

un campionato che prenderà il via da Valencia

della Tatuus FA010. Altri piloti confermati al via

mentre l’altra potrebbe essere ad appannaggio

il prossimo 1° Aprile, primo degli otto round in

di questa stagione saranno l’uruguiano Santiago

di Vinicius Alvarenga. La scuderi svizzera dovreb-

programma nel 2012. MM

MM42


in prova speciale

UNA SPANNA sopra tutti Fabio Magnani Ford - Citroën

L

’armata francese è nuovamente sugli

la Polo WRC), a guardare ancora una volta

si subito, l’alsaziano ha avuto una battuta

scudi. Nonostante il rimescolamento

tutti dall’alto in basso è ancora lui, Seba-

d’arresto sulle gelide strade svedesi quan-

di piloti e vetture, con il passaggio

stien Loeb. Il trentottene di Haguenau è

do è finito fuori strada alla seconda curva

di Mikko Hirvonen in seno alla Citroen, la

ripartito ancora una volta col piede giusto,

della breve speciale Kirkener ed è rimasto

promozione di Petter Soilberg sulla Ford

lo stesso che gli ha permesso di conquista-

bloccato per circa due minuti perdendo di

ufficiale e il “downgrade” di Sebastien

re otto titoli mondiali consecutivi dal 2004

fatto ogni chance di aggiudicarsi la gara,

Ogier (passato alla Volkswagen per un

ad oggi. Subito vincente a Montecarlo,

finita poi nelle mani del redivivo Latvala

anno sabbatico utilizzato per sviluppare

dopo che Latvala si è auto-eliminato qua-

alla guida della Ford Fiesta WRC, autenti-

MM44


in prova speciale •

Sebastien Loeb e Daniel Elena volano sugli sterrati di Guanajuato, in Messico. Grazie alla vittoria in America, l’alsaziano è in testa alla classifica con 16 punti di vantaggio su Hirvonen.

co dominatore della gara. Alle sue spalle il

quando era in odore di podio: nella P.S. 22

piazza assoluta, a prevalere è stato proprio

connazionale Mikko Hirvonen (Citroën DS3

infatti il norvegese di casa Ford è rimasto

Sebastien Ogier sulla Skoda Fabia S2000

WRC) mentre sul terzo gradino del podio è

vittima di una foratura che ne ha vanificato

ufficiale, anch’egli riscattatosi dopo la vio-

finito quel Mads Østberg che aveva già fat-

il potenziale risultato finale impedendogli

lenta botta tirata in quel di Montecarlo.

to bene sulle stesse strade nel 2011 e au-

di rientrare nei Top 3 . Opaca è stata invece

Dal ghiaccio scandinavo agli sterrati messi-

tore nuovamente di una prova maiuscola al

la prestazione della Mini che in Svezia non

cani la differenza è stata notevole e, come

volante della Word Rally Car dell’Ovale Blu.

è andata oltre l’ottavo posto di Patrick San-

a Montecarlo, Loeb è tornato a dettar leg-

La sfortuna ha invece colpito Petter Solberg

dell mentre tra le S2000, con l’undicesima

ge mentre Latvala ha accartocciato la sua

MM45


in prova speciale

Salto per Jari-Matti Latvala al Colin’s Crest, in Svezia, tappa poi vinta dal finlandese di casa Ford. In basso, Patrick Sandell (MINI JWC WRC) e Sebastien Ogier (Skoda Fabia S2000).

Ford carambolando più volte ad alta velo-

distacco di oltre 2’ da Loeb, il quale duran-

Sebastien Ogier, vincitore ancora una vol-

cità, per fortuna senza conseguenze fisiche

te la gara ha incrementato speciale dopo

ta in classe S2000. Dopo il Messico, i piloti

ma con un danno al rollbar della sua Fiesta

speciale il suo vantaggio sul compagno di

del WRC saranno di scena su sfondi sterrati

tale da essere fermato dai commissari pri-

squadra Mikko Hirvonen, giunto secondo

per altri cinque appuntamenti consecutivi

ma della partenza della prova speciale suc-

al termine e staccato di 42”. Nonostante

ad iniziare dal Rally del Portogallo, in pro-

cessiva costringendolo al definitivo ritiro.

il cambio radicale di clima, il Messico ha

gramma dal 29 Marzo al 1° Aprile. Nono-

Il dominio di Sebatien Loeb però non è sta-

sorriso a Mads Østberg, autore di una gara

stante il mondiale sia appena iniziato, l’im-

to assoluto, in quanto ha lasciato la vittoria

più che positiva culminata con il quarto po-

pressione è che anche quest’anno l’inno

della Power Stage nelle mani dell’altro al-

sto sul traguardo. La prima Mini JWC WRC

che riecheggerà a metà Novembre possa

fiere di casa Ford, Petter Solberg. Il norve-

ha chiuso in settima piazza con Armindo

essere, per la nona volta consecutiva, la

gese ha chiuso il round messicano con un

Arujo mentre alle sue spalle ha terminato

marsigliese. MM

MM46


in prova speciale

MM47


in prova speciale

NO SKODA NO PARTY Fabio Magnani IRC Series

Jan Kopecký si è aggiudicato il Rally Islas Canarias precedendo il compagno Andreas Mikkelsen, il quale aveva vinto il primo appuntamento della stagione (Rallye Açores, foto in alto a sinistra). In alto a destra, Bryan Bouffier.

D

ue su due. Per Škoda non poteva es-

Hänninen, il quale ha provato in tutti i modi

to di oltre 5 minuti dal trio del podio, ha chiu-

serci un avvio di campionato più bril-

a contrastare il norvegese limitando il distacco

so Sepp Wiegand che ha preceduto la vettura

lante di quello che si è consumato tra

ad ogni prova, senza però riuscire mai a fare

gemella (sempre una Škoda Fabia S2000) di

le isole Azzorre e le Canarie, prime due loca-

la differenza. Dietro ai due scandinavi ha ter-

Hermann Gassner Jr.

tion del calendario 2012 dell’Intercontinental

minato Bryan Bouffier con l’unica Peugeot 207

Cambio di fondo, da sterrato ad asfalto, ma

Rally Challenge. Sul piccolo arcipelago por-

S2000 al traguardo e con l’unica non Škoda tra

nessun cambio al vertice delle classifiche: il se-

toghese, a dettare legge è stato il norvegese

i primi cinque classificati. Il francese, vincitore

condo appuntamento della serie, disputatosi

Andreas Mikkelsen, il quale ha letteralmente

del Rally di Montecarlo nel 2011, ha disputato

sulle veloci ma quanto mai tecniche strade del-

dominato la gara dall’inizio alla fine al volante

un’ottima gara priva di errori, unico pilota in

le Isole Canarie, hanno visto ancora una volta

della Fabia S2000 vincendo dieci delle tredici

grado di rimanere a contatto con le due Fabia

un fenomenale Andreas Mikkelsen menare le

speciali disputate. Alle sue spalle, staccato di

S2000, riuscendo a distaccare tutto il resto del

danze. Il norvegese ha infatti iniziato fortissi-

25”, ha terminato il compagno di squadra Juho

gruppo. Al quarto posto della classifica, stacca-

mo, favorito da un assetto perfetto della sua

MM48


in prova speciale

Škoda Fabia S2000, riuscendo ad imprimere da

corso dell’ultima prova speciale. Il norvegese

il weekend abbiamo battagliato alla grande.

subito un ritmo indiavolato alla competizione.

ha lasciato negli ultimi chilometri 32” in favore

Vincere a causa di problemi tecnici altrui non

Alle sue spalle ancora una volta il compagno

di Kopecky ́ che riusciva così a portare a casa

mi rende felice.���

di squadra: se alle Azzorre era stato Juho Hän-

la vittoria: “Mancava potenza e avevo continui

Terzo sul gradino del podio alle Canarie è risul-

ninen a guidare la seconda Fabia S2000, nei

problemi di accensione - ha spiegato un abbat-

tato Luis Monzón (Peugeot 207 S2000), stac-

dintorni di Las Palmas le redini della vettura

tuto Mikkelsen a fine gara - Tutto questo è ve-

cato di oltre 3 minuti dai primi. Un avvio esal-

ceca erano nelle mani di Jan Kopecký. Proprio

ramente deludente perché ero vicino alla mia

tante per Škoda che dovrà dimostrare già dalle

quando Mikkelsen sembrava avviato ad una

prima vittoria su asfalto. È un peccato.”

prossime gare la competitività dimostrata dal-

doppietta più che meritata, il motore della

Una vittoria che non ha completamente sod-

la Fabia S2000 a partire dal Rally Northern

sua Fabia ha iniziato a fare le bizze, permet-

disfatto Kopecký, come ha spiegato lui stes-

Ireland (6-7 Aprile) e dal mitico Tour de Corse

tendo al compagno di squadra di rifarsi sotto

so: “Ho saputo che Andreas avuto problemi

(11-15 Maggio), che si disputeranno entrambi

e prendere il comando della gara proprio nel

con il motore. È un peccato perché per tutto

su fondo asfaltato. MM

MM49


IL MENSILE PER CHI AMA I MOTORI DA CORSA!

SCARICA E ARCHIVIA TUTTI I NUMERI DELLA RIVISTA NELLA TUA EDICOLA!

CONTENUTI VIDEO VISUALIZZAiBILI DIRETTAMENTE DALL’ARTICOLO!

grazie al segnalIibro puoi continuare la lettura da dove hai interrotto!

SFOGLIA LE PAGINE UNA DOPO L’ALTRA IN MEN CHE NON SI DICA!

SCARICA GRATIS L’APPLICAZIONE DALL’APPLE STORE


E’ ARRIVATA LA

NUOVA APPLICAZIONE PER

APPLE IPAD!


in fuoristrada

italian baja, è 1-2 mitsubishi Raffaella Menegoni ACI Sport

L

’Italian Baja è, come sempre, sinonimo

riservato sorprese e scombussolato i pronosti-

17-18 Marzo ha visto salire sul gradino più alto

di spettacolo ma anche di una prova

ci. Come nell’edizione 2011, ad aggiudicarsi la

del podio Vladimir Vasilyev (navigato da Vitalyi

selettiva per i mezzi e i partecipanti, un

gara valida per la FIA Cross Country World Cup

Yevtyekhov) su G-Force Proto che ha precedu-

ottimo banco di prova per la stagione agoni-

è stato è stato un pilota russo schierato dalla

to sul traguardo di soli 37” l’olandese Peter Van

stica offroad. Anche quest’anno i guadi e le

G-Force Motorsport: se lo scorso anno ad im-

Merkesteijn (in coppia con il belga Eddy Che-

impervie strade in riva al Tagliamento hanno

porsi era stato Boris Gadasin, il weekend del

vallier su Toyota Hilux Overdrive) e gli ucraini

MM52


in fuoristrada •

Pierpaolo Larini, in coppia con Pietro Musacchia, si sono aggiudicati il primo round del Campionato Italiano Cross Country Rally.

Novytsky e Kandratiiev su di un altro G-Force

che l’Italian Baja è la prima prova in calenda-

navigatore palermitano, a bordo del Mitsubishi

Proto, terzi a 7’21”. Una gara, quella in terra

rio anche per quanto concerne il campionato

L200 RalliArt Italia, ha duellato per la top five

friulana, dove gli italiani fanno normalmente

tricolore. Sono stati infatti Pierpaolo Larini e

nelle prima tappa, subendo poi la rottura del

valere la loro esperienza e, a conferma di que-

Pietro Musacchia a primeggiare nella classifica

cambio che l´ha costretto a rallentare il ritmo,

sto, anche quest’anno i driver di casa nostra

riservata al campionato italiano (noni assoluti

permettendo al compagno di squadra Riccardo

non si sono risparmiati, anche in virtù del fatto

al traguardo): il pilota toscano, in coppia con il

Colombo di farsi sotto. Scivolato nelle retrovie

MM53


in fuoristrada

dopo il prologo di venerdì, per un salto di mar-

agevolmente l´esordiente Fabrizio Martinis.

bordo del Mitsubishi Pajero 3,2 DDiS RalliArt,

cia durante l´attraversamento di un profondo

Il rallista friulano ha affrontato la gara di casa

recuperando nel finale sul lombardo Valentino

guado, con Rudy Briani alle note il milanese

in ambito offroad in equipaggio con l´esperta

Bombelli, navigato da Daniele Fiorini, rallenta-

ha guidato forte il secondo L200 schierato dal

navigatrice Erika Pajer su Nissan Navara Ermol-

to nell´attraversamento di un guado che gli ha

team toscano portandosi sino all´undicesimo

li, soffrendo la rottura del radiatore per una

impedito di aggiudicarsi il gruppo, lungamente

posto assoluto e secondo della classifica trico-

pietra lanciata da un concorrente che lo prece-

condotto a bordo del suo Pajero 3.2, piazzan-

lore distaccato da Larini di soli 53”. Ha chiuso al

deva in partenza, classificandosi ottimamente

dosi al secondo posto di gruppo, davanti all’e-

terzo posto nell’italiano e tredicesimo assoluto

quarto assoluto nonostante la poca esperienza

quipaggio Trivini-Trivini su Pajero. Dalla nutrita

l´equipaggio ufficiale di Suzuki Italia, composto

in questo tipo di gare. Quinti e primi del Grup-

pattuglia dei trofeisti del Suzuki Challenge sono

dai campioni in carica Lorenzo Codecà e Bru-

po T2 si sono piazzati il trevigiano Elvis Borsoi

emersi i toscani Spinetti e Giusti, alla prima

no Fedullo su Grand Vitara 3.6 V6, precedendo

ed il navigatore mantovano Roberto Briani, a

gara con il Grand Vitara 1.9 DDiS della Tecnau-

MM54


in fuoristrada •

to, quinti di Gruppo T2 e primi del monomarca dopo la partenza a razzo ed il successivo rallentamento di Lolli-Forti e di Bertuzzi- Mirolo. L’equipaggio Biglieri-Catarsi si è aggiudicato la classe T3 davanti ai piemontesi Marengo-Verna, entrambi su Danisi Dust Devil mentre nel gruppo TH sono saliti sul gradino più alto del podio i friulani Bigot-Pasian su Suzuki Grand Vitara. I novaresi Salerno e Porzio, al volante del Polaris Razor 400 hanno invece trionfato in gruppo TM. Al traguardo di Pordenone è arrivato a fatica anche l´ex pilota di Formula 1 Alex Caffi, dopo aver patito una rottura meccanica sulla sua Fiat Panda 4x4, mentre tra i ritiri eccellenti si deve annoverare quello del veneto Giovanni Manfrinato, per rottura di un braccetto della sospensione del suo Renault Megane. MM

MM55

Il Suzuki Grand Vitara di Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo. Sotto, i l vincitore dell’Italian Baja 2012, il russo Vladimir Vasilyev (G-Force Proto) e Diego Salerno, vincitore di classe TM.


Intercontinental Rally Challenge - Rally Açores, Ponta Delgada (24/02/2012) Juho Hänninen - Mikko Markkula (Skoda Fabia S2000) Foto: IRC Series

MM56


LA FOTO DEL MESE

MM57


motormedia tv GINETTA G50 CUP ITALIA

Ampio spazio per il nuovo monomarca della casa inglese su MotorMedia TV! MotorMedia è media partner ufficiale della neonata Ginetta G50 Cup che nel 2012 debutterà in veste tricolore (dopo il successo riscontrato in Gran Bretagna e a livello europeo) con sei appuntamenti sui più importanti autodromi italiani, più una trasferta oltre confine al Red Bull Ring. MotorMedia TV trasmetterà gli highlights di ogni singolo appuntamento (con il commento di Fabio Magnani, già voce di MotorMedia al Motor Show di Bologna) che vedrà protagoniste le oltre quindici Ginetta G50 attese al via. Oltre alla diretta delle gare, verrà prodotto un magazine dedicato al neomonomarca con interviste, retroscena e curiosità per farvi vivere in prima persona il campionato più...arancione d’Italia!

in questa rubrica trovate i principali contenuti che saranno disponibili su motormedia tv nel corso del mese. gare, test auto, videoclip dalla rete e molto altro ancora vi attendono sulla nostra web-tv

MOTORMEDIA RACING SIMULATOR Sui circuiti (virtuali) più belli del mondo

A partire dalla seconda metà di Aprile, su MotorMedia TV potrete scoprire i più belli e importanti tracciati internazionali direttamente dall’abitacolo di uno dei simulatori di guida più avanzati in Europa, quello dell’italiana ARC_Team. Con il commento dell’esperto Fabio Magnani direttamente al volante della monoposto virtuale, un’occasione unica per conoscere i circuiti che meglio rappresentano il motorsport nel mondo, da Spa-Francorchamps al Nordschleife passando per Suzuka e Laguna Seca... da un nuovo punto di vista! Assolutamente da non perdere!

MM58


motormedia tv MOTORMEDIA SPEED

Ford Focus SW, Ginetta G50 e KIA Rio tra gli ultimi test Hanno riscosso un ottimo successo le prime puntate del nuovo magazine dedicato alle prove verità di vetture stradali e da corsa. Dopo la Renault Wind Gordini, la nuova Kia Picanto, la Chevrolet Orlando, Porsche Panamera Hybrid, Citroen DS4 e Mazda 6, Paolo Necchi ha messo sotto la sua lente d’ingrandimento la Ford Focus SW, la Kia Rio e una vettura da gara, la Ginetta G50 protagonista del nuovo monomarca tricolore. Un parere autorevole, oggettivo e approfondito che vi aiuterà a scegliere la vostra prossima auto nelle splendide immagini realizzate da PRS Media.

www.motormedia.tv SALONE DI GINEVRA 2012 Le novità auto dalla kermesse svizzera

Quello di Ginevra è uno dei più importanti Saloni dell’Auto al mondo. Numerose le novità anche quest’anno hanno contraddistinto l’evento svizzero dove le case hanno presentato diversi nuovi modelli nonostante il periodo di crisi economica che attanaglia il vecchio continente. Su MotorMedia TV il nostro reportage completo con le novità più succulente riprese in ogni stand.

RED PASSION

Un magazine tutto dedicato alla “rossa” Un nome, un mito: Ferrari. In questo doppio format dedicato, tutti i tifosi della “Rossa” potranno essere aggiornati su quel che riguarda il marchio del Cavallino. Nuovi modelli, gare, show, interviste, news dal mondo delle competizioni GT e dalla Formula 1 e molto altro in quella che si preannuncia un’altra stagione ricca di emozioni e tanti cavalli. Per appassionati veri, da non perdere!

MM59


racing on web GINETTA G50 CUP ITALIA www.ginettacars.it

Scatterà da Imola nel weekend del 14-15 Aprile la Ginetta G50 Cup 2012, monomarca che vedrà protagonista la “arancione” GT britannica in sei round dedicati (Imola, Vallelunga, Franciacorta, Zeltweg, Mugello e Monza). Con il debutto della serie è stato rinnovato anche il sito web dedicato: sul nuovo portale realizzato e curato da PRS Media sono disponibili, in italiano e inglese, tutte le informazioni relative al campionato (regolamento, iscrizioni, montepremi, copertura mediatica, etc...), al modello Ginetta G50, il calendario gare con tutti i dettagli round per round, un’ampia gallery fotografica e video, le classifiche, le news riguardanti il mondo Ginetta in Italia, la Fan Page della serie su Facebook e molto altro ancora. Per rimanere aggiornati su tutte le attività e le notizie legate alla nuova serie tricolore targata Ginetta.

uno sguardo ai siti web piu' importanti dedicati al motorsport e al mondo dell'auto, vetrine multimediali da non perdere. perche' le sfide non si vincono solo in pista ma anche sul web. in collaborazione con

CHIP GANASSI RACING www.chipganassiracing.com

Chip Ganassi è un nome che ha fatto la storia dell’automobilismo a stelle e strisce, prima come pilota e poi come team manager. Sotto le sue insegne sono passati piloti del calibro di Andretti, Zanardi, Vasser e Montoya nell’epoca d’oro della Formula Cart. Oggi il Chip Ganassi Racing è impegnato con successo in IndyCar, in Nascar e in Grand-Am e il sito web del team è un vero e proprio portale dedicato all’attività e ai risultati nei tre campionati con schede su piloti, i calendari gare, gallerie fotografiche e video suddivise per pilota o per evento e un’ampia sezione dedicata al merchandising.

MM60


racing on web FIA EUROPEAN TOURING CAR CUP www.fiaetcc.com

L’European Touring Car Cup è un campionato riservato alle vetture S2000, S1600 e Super Produzione che nel 2012 vedrà i partecipanti sfidarsi a Monza, Slovakiaring, Salzburgring e Imola in eventi caratterizzati sempre da moltissimo spettacolo, fuori e dentro la pista. Il sito web della serie, consultabile solo in lingua inglese, offre ai propri visitatori una completa panoramica sulla serie con tutte le informazioni aggiornate, le classifiche, i dettagli degli eventi, i regolamenti tecnici e sportivi, una sezione multimediale con la possibilità di scaricare le foto in alta risoluzione di ogni evento ed un archivio completo sulle passate edizioni.

BLU STAR

www.blustarsrl.it La Blu Star Srl, fondata nel 2009 da Maria Giovanna Cilenti, ha avuto come suo core businnes iniziale il noleggio di imbarcazioni sulla costa garganica. Spinta dalla passione per i motori, Maria Giovanna ha spostato successivamente la sua attenzione sulle competizioni automobilistiche occupandosi della promozione di marchi commerciali attraverso le competizioni automobilistiche nazionali ed internazionali. Il 2011 è stato l’anno della promozione in ambito internazionale attraverso la partecipazione al GT Sprint di Roberto Delli Guanti e quest’anno gli obiettivi della società pugliese sono ancora più ampi. Sul sito web news, informazioni su piloti, team, auto e campionati, il calendario gare, le foto di ogni evento, una sezione video e altro ancora.

YVAN MULLER

www.yvanmuller.com Molti se lo ricorderanno come protagonista di un celebre videogame chiamato TOCA che riproduceva virtualmente i fasti del Superturismo inglese dei primi anni ‘90, altri direttamente per i suoi splendidi risultati in pista. Lui è Yvan Muller, senza dubbio uno dei più forti piloti al mondo al volante di vetture Turismo. Campione del Mondo WTCC con la Chevrolet Cruze nel 2010 e 2011, in questa stagione ha già conquistato due vittorie nel round inaugurale di Monza e si candida nuovamente come pretendente al titolo. Sul suo sito web potete trovare il palmares, foto di gare e di eventi, un canale video e i link per seguire il pilota francese su Twitter e Facebook.

MM61


fitness corner Rubrica a cura del Dottor Massimo Massarella Chirurgia mano-polso presso la Casa di Cura “Villa Stuart” di Roma

LE CISTI DORSALI DEL POLSO

L

a cisti sinoviale è una tumefazione di natura non tumorale ripiena di liquido lubrificante, lo stesso che si trova all’interno delle articolazioni e delle guaine dei tendini. Le cisti sinoviali dorsali del polso rappresentano circa il 60% di tutte le neoformazioni dorsali e provengono direttamente dall’articolazione radiocarpica. La stima di queste neoformazioni, secondo la letteratura medica, è di circa 43 su 100.000 pazienti. Essa è una patologia che colpisce prevalentemente le persone giovani, dai 20 ai 40 anni, in particolar modo le donne. Le cisti, il più delle volte, si mettono in evidenza dopo un evento traumatico oppure compaiono lentamente fra i tendini estensori come una piccola tumefazione che con il tempo và ingrandendosi. L’evoluzione clinica e sintomatologica è varia e spazia dal dolore alla limitazione funzionale oppure si diagnostica senza alcuna sintomatologia a carico ma solo con la tumefazione visibile. Le cisti sottolegamentose piccole dorsali sono quelle più dolorose in quanto sono compresse sotto i legamenti e i tendini del polso. Le cisti voluminose, al contrario, non sono assoggettate a dolore ma evocano un senso di “impigment” dorsale ai movimenti delle dita e del polso. Se la cisti non provoca dolore o non

limita il movimento, è sufficiente controllare che essa non aumenti di volume. La diagnosi è clinica con la scoperta della tumefazione, strumentale con la diagnostica per immagini che si avvale della semplice ecografia sino alla risonanza magnetica in quelle cisti

grossolane che coinvolgono anche i tendini estensori delle dita. La terapia può essere minima, ovvero aspirare la cisti con l’introduzione di cortisonici, ma in questo caso non si elimina completamente l’insieme della cisti e il suo peduncolo che la collega all’articolazione, aumentando così la probabilità di una ricomparsa. La soluzione chirurgica con il

MM62

classico intervento di asportazione mediante apertura dorsale del polso e ricostruzione dei piani articolari è più completa e permette un’asportazione più precisa del tessuto interessato. L’intervento, della durata di 20/40 minuti, viene effettuato in Day Surgery con anestesia locale e l’applicazione di una stecca rigida e punti di sutura che saranno rimossi dopo una decina di giorni. Oggi come oggi, comunque, con l’avvento delle tecniche mini invasive artroscopiche �� possibile trattare queste patologie per via percutanea tramite l’utilizzo di strumenti di 2 mm di diametro che, mediante ottica e aspiratore motorizzato, possono eliminare la neoformazione senza cicatrici dorsali al polso consentendo un recupero funzionale precoce. Le complicanze post-operatorie sono generiche: infezioni, cicatrici esuberanti in caso di chirurgia aperta oppure artrofibrosi interna al polso. Le recidive sono possibili e vengono stimate attorno al 20%. La riabilitazione deve iniziare precocemente per evitare fibrosi interne e quindi una riduzione della flesso estensione con esercizi di stretching capsulare e ginnastica propriocettiva sino al completo recupero dei movimenti del polso. La completa ripresa avviene all’incirca un mese dopo l’intervento. MM


RIMINI 30 MARZO - 1 APRILE 2012

www.myspecialcar.it



MotorMedia 27 (Marzo 2012)