Issuu on Google+

9 771594 183004

30111


focus | test Polaris Sportsman 570 EPS Forest

Moto4 || 18 ||


l’evoluzione della specie A distanza di alcuni anni dalla presentazione al pubblico e nonostante sia ancora uno dei quad più venduti della categoria, Polaris ha deciso di mettere mano al 500 e alzare nuovamente l’asticella per sottolineare quella differenza tra il partecipare o il vincere che caratterizza ogni best seller di Lagaibarex

L

a presentazione al pubblico del nuovo Sportsman 570 ha lasciato tutti a bocca aperta e ha spostato verso l’alto le aspettative del pubblico e del segmento che non hanno più nessun riferimento di paragone. Lo Sportsman 570 adotta un motore con caratteristiche di potenza, coppia e rispetto per l’ambiente ai vertici: parliamo infatti di un monocilindrico di 567 cc a 4 tempi, chiaramente raffreddato a liquido, con iniezione elettronica (EFI) che vanta oltre al doppio albero a camme, anche le 4 valvole per cilindro, caratteristiche queste che garantiscono a ogni regime di giri e in ogni occasione, anche la più critica, ottime performance e grande facilità di guida. Tra le caratteristiche che completano il mezzo un nuovo serbatoio carburante che vede aumentata la propria capacità del 13%, uno studio accurato dei vani portaoggetti anteriori e posteriori che rendono possibile il trasporto in sicurezza dei vostri oggetti, un nuovo statore che garantisce un buon 40% di potenza di carica in più con la conseguente possibilità di gestire in modo eccellente ogni eventuale optional di cui abbiate necessità durante le vostre operazioni lavorative. Non da meno il nuovo posizionamento della batteria che

Moto4 || 19 ||


focus | test Can-Am Outlander 400

Moto4 || 24 ||


L’orgoglio di casa BRP Un mezzo adatto al fuoristrada duro: confortevole, efficiente, con dotazioni di ottimo livello e un prezzo competitivo lo pongono ai vertici del segmento

di Giorgio Carletti, foto di Francesco Baldassarri

L

a faccia è sempre quella che in passato è stata la protagonista del cambio della filosofia Bombardier, ora Can-Am. Rimane la stessa anche la filosofia di contenimento dei costi alla base della progettazione di questo prodotto che dichiara una diminuzione dei costi generali di gestione e aggredisce il mercato con un prezzo di acquisto competitivo che lo rende appetibile rispetto a mezzi dello stesso segmento. A livello generale il veicolo ha mostrato doti di adattamento ai tracciati di fuoristrada estremo e ci ha pienamente convinti sulla bontà del progetto, impressione che qualche anno fa non era unanime soprattutto in riferimento al prezzo di allora. Queste sue

Moto4 || 25 ||


Moto4 || 30 ||


focus | test Polaris Brutus HD PTO

forza bruta Per chi ha necessità specificatamente lavorative e professionali Polaris lancia il nuovo Brutus HD PTO, veicolo idoneo per chi ha esigenze particolari e vuole il meglio in fatto di prestazioni, minimizzando la manutenzione e i consumi

è

TAGLIA ERBA La soluzione ideale per grandi parchi e grandi prati

PALA DA NEVE Spazzare la neve dai piazzali o creare percorsi sicuri per pedoni e automobilisti

di Giorgio Carletti

un veicolo concepito per il lavoro e per tutti coloro che necessitano della massima capacità di carico, di un comfort ottimale e di molti dettagli tecnici che lo rendono altamente funzionale e pratico a diverse esperienze e lo elevano a punto di riferimento per il proprio settore di competenza, a conferma dell’intenzione ferma di Polaris di conquistare lo scettro di leader anche in questo mercato in continua espansione. La linea Brutus è frutto dell’alleanza strategica tra Polaris e Bobcat, il risultato dell’unione dell’esperienza nell’ingegneria industriale della prima con l’innovazione senza pari di Bobcat nel campo della tecnologia delle macchine di movimento terra. La linea attuale di Brutus si compone di tre modelli ma nel caso specifico presentiamo la versione top costruita per offrire una versatilità superiore. Fra le numerose caratteristiche troviamo la pedaliera per il movimento del veicolo in avanti o in retromarcia, ideale appunto per le applicazioni commerciali. Qui tutto è pensato per offrire un mezzo all-in-one con tanti servizi su un’unica macchina. Grazie agli accessori disponibili, tra i quali spazzatrici, turbine, falciatrici, pulitrici, sollevatori e aratri, il mezzo si presta a un’ampia gamma di applicazioni e a tanti potenziali utenti e rappresenta di fatto un’innovazione nel campo dei veicoli utilitaristici a tutto terreno vista la superiore capacità di operare nelle più svariate condizioni meteorologiche e di terreno affrontando e superando ogni possibile inconveniente. Puntando sul concetto di massima produttività è ideale anche per coloro che hanno a che fare con attività connesse con spazi angusti (soprattutto nei piccoli paesi e nei borghi) perché grazie alle sue ridotte dimensioni è molto pratico per la manutenzioni delle strade, in inverno e in estate, e può inoltre essere arricchito di numerosi

BENNA Trasporta fino a 226 kg di materiale

FRESA DA NEVE Ideale in caso di abbondanti nevicate, sia per aree private che commerciali

SPAZZOLA Ideale per pulire foglie, detriti di ghiaia e altro da strade, parcheggi o qualsiasi altra superficie pavimentata

FORCHE DA SOLLEVAMENTO Ottima per spostare pallet, materiali sfusi, articoli imballati e molto altro


globetrotter | quaderni DI VIAGGIO Quad Ride Sardinia

“dall’alba al tramonto“ Un pallido sole che inizia a sorgere dal mare fa da contorno a un leggero profumo di mirto ed elicrisio che arriva dalle montagne dell’Ogliastra di Antonio Atzas

Moto4 || 34 ||


L

a nave che ci ha lasciati nel porto di Arbatax continua la sua navigazione sino a Cagliari mentre noi aspettiamo la nostra guida seduti nell’unico bar aperto alle 6 di mattina. Finalmente arriva, con pick-up, carrello e quad: si è svegliata alle 4 di mattina e percorso 250 k m di curve per essere con noi e accompagnarci in questa nuova avventura, dall’alba al tramonto. Infatti, partiremo dalla costa est della Sardegna, quella che guarda verso lo “stivale”, e arriveremo sulla costa ovest, dove tramonta il sole. Ci siamo tutti, qualcuno è già venuto con

noi in Sardegna, altri sono novizi carichi e consapevoli di dover affrontare una bella tappa in questa giornata. Un veloce briefing e siamo tutti pronti in sella ai quad, pochi km di asfalto e ci inoltriamo su una pista nelle montagne di Villagrande Strisaili, in un sottobosco fitto che ci porta nella vecchia stazione ferroviaria di Arzana dove le conifere, impiantate dalla vecchia Società Marsilva che serviva le cartiere della Sardegna, cominciano a farla da padrone. Seguiamo le piste dei Cantieri Forestali di Gairo e di Ussassai speranzosi di poter intravedere qualche muflone

Moto4 || 35 ||


burnout | Campionato Italiano QuadCross FMI Fermo

Moto4 || 48 ||


foto di Francesco Baldassarri

L’asso marchigiano mette il quarto sigillo consecutivo nella classe regina del campionato. Ad Andrea Cesari Jr va, per il secondo anno, il titolo di vice campione mentre Giovanelli sale sul terzo gradino del podio. Fabio Marchionni, nell’anno del suo esordio, si aggiudica la Sport mentre Sette impugna lo scettro nella Veteran. Tra i giovanissimi Papa chiude a punteggio pieno

I

l Campionato Italiano QuadCross è cambiato completamente dalle ultime edizioni tranne che in una cosa, e cioè che da quattro anni a questa parte la vetta della classe regina Elite (Ex QX1) è in mano allo stesso pilota. Montalbini firmando ancora un nuovo successo nel crossodromo di Fermo si porta a casa il quarto titolo. Eppure la gara per Nicola non era cominciata bene ma dalla settima posizione in cui si trovava relegato alla prima curva

montalbini

poker

Moto4 || 49 ||


burnout | Rally Poland Breslau

Moto4 || 56 ||


20 anni di storia

Il 2013 è un anno molto importante per il Rally Breslau (29 giugno – 6 luglio Germania-Polonia) che è entrato di diritto tra le gare leggendarie del mondo del fuoristrada internazionale testo e foto di Paolo Baraldi

q

uesta non è sicuramente una gara per tutti e nemmeno una gara facile; oltre alla necessità di avere un veicolo performante e affidabile è fondamentale la resistenza del pilota che è soggetto a un notevole stress mentale e fisico per un’intera settimana. La ventesima edizione è partita dall’Eurospeedway di Lausitzring (Germania) dove si è svolto il prologo, spettacolare, con la prima tappa nella foresta e un emozionante “warm up” nella pista asfaltata. Il campo successivo è stato installato a Drawsko (Polonia) nei pressi della vasta area militare dove per quattro giorni e una notte si è sviluppata la gara su di un terreno che ha offerto ai partecipanti tutte le tipologie di Moto4 || 57 ||


burnout | Serres Rally Race Grecia

fottutamente

dura

I rally low cost nascono cinque anni fa da un progetto di Edo Mossi: far assaggiare il rally nel deserto con una formula a basso costo che accontenta tutti i palati, dal professionista in allenamento al semplice appassionato

L

di Antonio Ammiragli foto di AP Photosport

ow cost non significa risparmio a tutti i costi, ma solo ottimizzazione di tutte le attività, senza risparmiare sulla sicurezza e miscelando comfort e divertimento per tutti. La ricetta è decisamente di successo, nulla manca allo spettacolo e all’agonismo e in piÚ consente di abbattere le spese che un rally itinerante inevitabilmente ha, quindi rally a margherita con partenza e arrivo sullo stesso punto e una sola struttura alberghiera per staff e partecipanti, soluzione questa che consente a chi lo desidera di poter affiancare alla gara una discreta vacanza per la famiglia.

Moto4 || 62 ||


Moto4 || 63 ||


Moto4 111