Page 1

Realizzazione di Logo Personale e Immagine Coordinata Queste tavole illustrano un possibile iter per la realizzazione di un logo personale e una serie di prodotti marchiati e con grafica coordinata, nel caso specifico: carta intestata, busta per lettera, biglietto da visita e cartellina; Il logo deve essere semplice e rappresentativo allo stesso tempo, quindi originale, facilmente leggibile e riconoscibile, riproducibile su fondi di colore diverso e a diverse grandezze senza perdere proporzioni e tratti caratterizzanti; E’ bene prevedere fina da subito, inoltre, le versioni alternative possibili e quelle da evitare nel caso il logo andasse inserito in contesti diversi.

mordes

ign

mordesi

gn

Il Logo Mordesign Trattandosi di un logo personale, nella scelta del nome sono partito da “Morcar”, il mio nickname da diversi anni, e ho provato a comporlo con alcune parole che rimandano alle arti grafiche finchè non ho deciso di tenere solo la radice “Mor-”; dal momento che volevo qualcosa di incisivo e il composto Mor-design si prestava alla doppia lettura con Morde-sign ho recuperato uno schizzo che rappresentava un foglio ripiegato a mo’ di fauci, o di tagliola, insomma qualcosa che morde e ho iniziato a rielaborarlo, sintetizzarlo perchè si adattasse allo scopo. Mi sono accorto che lo spazio tra i denti poteva essere modellato a forma di “M” e ho deciso di lavorarci su...


Marchio e Logo Scelto un disegno a mano libera, l’ho acquisito come immagine e successivamente tracciato per ottenere un’immagine vettoriale, più comoda da manipolare; Rispetto allo schizzo iniziale ho optato per un riempimento in tinta unita, più facilmente riproducibile di un outline, soprattutto nei piccoli formati. Per il logo in senso stretto inizialmente avevo pensato a caratteri deformati, morsicati, in linea con il marchio; successivamente ho preferito rinunciarci, ripulire l’insieme perchè non fosse eccessivamente carico di elementi e per favorire la lettura; il marchio è già abbastanza caratterizzante di per sè, affiancare una scritta semplice, lineare, significava renderlo anche più fine, sobrio, e quindi potenzialmente più adatto anche ad una clientela più tradizionalista: colpire sì, ma senza spaventare! Per questo ho scelto il font Myriad Pro, equilibrato e senza grazie, leggibile anche a corpo molto piccolo. Rosso, bianco e nero sono i tre colori che preferisco ed essendo fortemente contrastanti soddisfano un’altro requisito. La scritta in due colori serve a far risaltare, ovviamente, la doppia lettura.

Prima Versione

Seconda Versione

Gettate le basi, ho iniziato a lavorare di lima sul marchio; la prima versione qui a lato mostra il tracciato del disegno a mano. Nella seconda ho alzato il cornetto superiore sinistro per dare l’impressione di una forma “corretta”, qualcosa di molto più vicino all’isometria di un solido regolare, e accorciato la coda, la parte sinistra diciamo. Nella Terza ho ricostruito completamente la “dentatura” mantenendo costanti le curvature e regolato i due segmenti che chiudono la figura a sinistra in modo che avessero una larghezza costante ed equilibrata: in questo modo la figura perde le imperfezioni del disegno al tratto di partenza senza diventare troppo geometrica. Infine ho accorciato ulteriormente la coda alzandone anche la punta per ottenere una forma più compatta che è poi quella definitiva che si può vedere nella tavola seguente, in basso. Terza Versione


Logo Standard

CMYK Red

Black

C M Y K

C M Y K

0% 100% 100% 0%

White 0% 0% 0% 100%

C M Y K

0% 0% 0% 0%


Utilizzo Logo Si consideri standard il logo con marchio rosso (CMYK Red) su campo nero di area quadrata, “mor” in rosso e “design” in bianco. Da utilizzare in quadricromia su fondi chiari o su fondo perfettamente Nero. Non utilizzare su fondo bianco o di colore scuro.

Una versione alternativa con marchio nero su campo bianco quadrato, “mor” in nero e “design” in rosso Da utilizzare in quadricromia su fondi scuri o su fondo perfettamente bianco. Non utilizzare su fondo chiaro o nero.

In monocromia realizzare marchio e logo in nero su materiali chiari mentre su materiali scuri stampare il campo quadrato in nero con il negativo di marchio e logo

Aa Myriad Pro CMYK Red

Black

C M Y K

C M Y K

0% 100% 100% 0%

White 0% 0% 0% 100%

C M Y K

0% 0% 0% 0%

ABCDEFGHIJKLM NOPQRSTUVXYZ abcdefghijklmno pqrstuvxyz


Carta Intestata Alla Cortese Attenzione Sig. Ventura Matteo, Via dei Batteristi Fabbri n. 666 11235 Gotham City (VM) Austrialia

Tra la seconda metà del Settecento e i primi decenni dell’Ottocento nasce in Europa un movimento culturale denominato Neoclassicismo. Nell’ambito musicale questo movimento, chiamato Classicismo musicale, si colloca tra il 1760 e il 1830 circa. Le caratteristiche comuni dell’arte e della musica di questo periodo sono la linearità, l’equilibrio, la simmetria. Il Neoclassicismo è in contrasto con le stravaganze barocche e propone un’arte ordinata, simmetrica, che evidenzi l’armonia delle forme. Gli artisti tendono ad organizzare le proprie opere in modo più razionale, con strutture più semplici e lineari. Questo avviene anche in musica, nonostante siano passati solo pochi anni dalla morte di J. S. Bach, le sue vengono considerate composizioni superate perché troppo difficili e di non immediata comprensione. Infatti il pubblico vuole capire con facilità la musica, che deve essere orecchiabile e ispirata ai temi del quotidiano (motivo, quindi, per cui Mozart non ha molto successo nonostante la grandiosità delle sue opere). Anche nel melodramma si avvertono cambiamenti: il cantante è meno libero di improvvisare virtuosismi, c’è un maggior equilibrio tra testo e musica, la vicenda è narrata con più realismo e i personaggi sono descritti con più cura.

La carta intestata A4 è realizzata tenendo conto delle piegature cui sarà sottoposta per essere infilata in una busta finestrata e in modo che l’indirizzo sia sempre leggibile attraverso l’apertura della finestra indipendentemente dalla posizione della carta; la base è costituita da una textures in cui il logo in outline nero è ripetuto in posizioni e a dimensioni diverse per ottenere una tramatura sul fondo bianco. La textures è poi coperta da un’ampia colonna centrale bianca a opacità 92% destinata a ospitare il testo della comunicazione e sulla quale spiccano il logo in alto a sinistra e due segmenti (sempre in rosso CMYK Red) che evidenziano i recapiti in basso a destra. Sui due lati, a sinistra una colonna in nero 92% e a destra lo spazio non coperto dalla colonna centrale su cui si vede chiaramente la texture.

Nella musica strumentale le composizioni seguono uno schema, quello della forma sonata che da una struttura più razionale e simmetrica ai brani. Lo schema della forma sonata organizza il brano in tre momenti: nel primo (esposizione) vengono presentati i due temi principali; nel secondo (sviluppo) i due temi vengono rielaborati e sviluppati; nel terzo (ripresa) i due temi vengono riproposte danno un senso di chiusura al brano. Questo schema viene solitamente applicato al primo movimento do molte composizioni, come sonate per pianoforte, sinfonie, concerti e quartetti. Anche se nel periodo Classico tutto segue una linea rigida, per quanto riguarda lo schema appena trattato, ci sono le solite eccezioni; infatti ogni compositore lo adatta alla sue esigenze espressive.

www.mordesign.com

info@mordesign.com 347 349 34749 prato della valle, padova

CMYK Red

Black

C M Y K

C M Y K

0% 100% 100% 0%

White 0% 0% 0% 100%

C M Y K

0% 0% 0% 0%


www.mordesign.com

Busta per Lettera La busta per lettera è molto scura per risaltare di più in mezzo a molte altre, che di solito sono bianche. La base è costituita da una textures in cui il logo in outline nero è ripetuto in posizioni e a dimensioni diverse per ottenere una tramatura sul fondo nero a opacità 92%. Il logo in alto a sinistra è come nella versione standard ma senza quadrato nero, con il marchio che sembra emergere dalla texture dello sfondo, sul fronte della busta in alto a sinistra come nella crata intestata, sul retro in posizione centrale. I recapiti sono scritti in rosso CMYK Red, lo stesso usato per il marchio, in modo da risultare, a busta chiusa, tutti sul retro.

CMYK Red

Black

C M Y K

C M Y K

0% 100% 100% 0%

White 0% 0% 0% 100%

C M Y K

0% 0% 0% 0%

info@mordesign.com 347 349 34749 prato della valle, padova


Porta-documenti e Biglietto da visita La cartellina porta-documenti misura 297x423 mm in modo da poter contenere esattamente dei fogli A4: il lato lungo misura 3mm piÚ di un A3 per consentire la piegatura; l’angolo in alto a destra è sagomato sul marchio in versione macro per esporre leggermente i fogli contenuti. Per il biglietto da visita ho scelto una composizione semplice e chiara nei tre colori di base del logo.

Grafica

Web design Packaging

www.mordesign.com

info@mordesign.com 347 349 34749 prato della valle, padova

CMYK Red

Black

C M Y K

C M Y K

0% 100% 100% 0%

White 0% 0% 0% 100%

C M Y K

0% 0% 0% 0%


m ww

w.m

ord

na T s Ne ce in ra la l l E ’ a si c m uro seco n b de olloc ito m pa u da m lla n a Ne mu tra usic mov età d il 1 ale si im el u oc

All Sig a Cor Via . Ven tese A 11 dei B tura M tten 23 a Au 5 G tte atte zione r str iali otha isti Fa o, m a Cit bbri y( VM n. 66 6 )

esi

gn .co m

in pra to de

Personal Logo  

personal logo mordesign

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you