Issuu on Google+

Voi avete probabilmente un elenco di materie scolastiche che amate e forse ce ne sono alcune che non vi piacciono molto. Bene, che cosa succederebbe se esse venissero stimolate un po’ e combinate con la tecnologia? Questo è esattamente ciò che alcuni studenti italiani hanno fatto con un nuovo “insegnamento” chiamato Podclass. Sintonizzati per scoprire che cosa rende Podclass un tale successo. NATASHA THIELE, REPORTER: Internet è uno strumento divertente!Si possono trovare anche un sacco dei cosiddetti podcast, che sono file digitali La parola Podcast deriva dal termine ‘iPod’ e ‘broadcast’, combinate insieme. I file di podcast possono essere scaricati sui vostri players musicali, sui vostri computers o sui vostri cellulari così voi potete ascoltarli quando e dove volete. REPORTER: Ma c’è qualcosa che voi probabilmente non avete ancora conosciuto, questo qualcosa è chiamato Podclass. Potrebbe suonare un po’ buffo, ma poiché viviamo in un mondo tecnologicamente avanzato, alcuni studenti hanno trovato un modo per fare le loro lezioni in modo divertente. Ecco dove entra in gioco il podcasting!


La nuova tecnologia aiuta questi studenti italiani a trasformare in divertimento anche lezioni che magari amano meno. Il loro insegnante Luca era un DJ e crede di poter trasferire la sua esperienza in un miglior modo di insegnare. Il primo sito lanciato con questi studenti risale a tre anni fa. Essi si incontrano tuttora regolarmente per mettere insieme le loro idee. E noi con Skype abbiamo raggiunto Mattia, uno dei primi studenti di Luca. MATTIA, EX-STUDENTE: Noi avevamo un progetto di scienze, volevamo studiare i terremoti e i vulcani e abbiamo cercato di creare un programma TV su questi argomenti. Nel praticare il Podclass gli studenti imparano come lavorare insieme, interagiscono gli uni con gli altri e producono episodi televisivi o radiofonici. L’idea di Podclass è anche quella di condividere con gli insegnanti di altre scuole, così anch’essi possono pensare di trasformare i loro progetti di classe in prodotti multimediali. Per questa classe l’italiano è la loro prima lingua e imparare l’inglese può essere piuttosto difficile. Ma fare podcast è una buona pratica (anche per l’inglese). BAMBINI: What a wonderful world. I see them blue for me and you. And I think to myself. (Che mondo meraviglioso…Io vedo le rose sbocciare …e tra me e me penso…) Imparano le canzoni, si registrano e osservano l’operatore che monta il prodotto finale. Studenti di tutto il mondo possono poi scaricare liberamente il loro podcast da Internet. Ci sono scuole anche in Australia che stanno sperimentando il podcast. Questi studenti hanno preparato un podcast, come parte di un progetto di classe. Costruirne uno richiede certo un po’ di tempo e di lavoro. PRIMA RAGAZZA: Chi si incarica della voce? PRIMO RAGAZZO: Vediamo, vuoi farlo tu? SECONDO RAGAZZO: Sì, posso io. SECONDA RAGAZZA: Abbiamo bisogno di qualcuno che scriva la sceneggiatura. SECONDA RAGAZZA: e qualcuno che faccia la revisione. Io penso di poterla fare! PRIMO RAGAZZO: Chi prepara la musica di sottofondo? SECONDA RAGAZZA: dovremmo avere anche una canzone? PRIMO RAGAZZO: si’, penso di si’!


SECONDA RAGAZZA: Penso che abbiamo tutto ciò che ci serve, su allora costruiamo questo episodio podcast! PRIMO RAGAZZO: tre, due, uno, via! SECONDO RAGAZZO: Vedi, la TV è costituita da un insieme di linee differenti che si muovono su un modello orizzontale. PRIMA RAGAZZA: Mi sembra buono! Penso che abbiamo finito. Lo mettiamo online? SECONDA RAGAZZA: Sii, sembra veramente buono! Così grazie alla moderna tecnologia, come il podcast tu puoi vedere che cosa stanno imparando gli altri studenti in ogni parte del mondo!


Podclass