Issuu on Google+

Scuola dell’ dell’infanzia “Andersen” Andersen” - I.C. Carpi 2 anno scolastico 2011 – 2012 SEZIONE 5 ANNI

Insegnanti:

Monica Battini – Angela Loschi 1


PRESENTAZIONE Con questo progetto si è inteso proseguire il percorso di lavoro iniziato lo scorso anno scolastico, che ha avuto come riferimento il mondo dell’arte (Progetto “I cinque colori del pittore”). A differenza dell’itinerario precedente – mirato principalmente sul “colore” – ora sono stati approfonditi concetti quali “forma”, “linea”, “spazio”. I pittori, a cui il titolo del progetto allude, sono

PAUL KLEE e VASSILY KANDINSKY scelti perché molte delle loro opere costituiscono una galleria ideale per l’l’esplorazione dei concetti geometrici. L’argomento è stato presentato attraverso una modalità che già in passato si è rivelata accattivante per i bambini: una storia, inventata dalle insegnanti, dal titolo “DUE PITTORI CON LA K” K”, con i due artisti come protagonisti e che, grazie alla presentazione a video, ha permesso una visione ottimale dei loro quadri. 2


OBIETTIVI Le opere di Klee e Kandinsky hanno rappresentato uno stimolo per scoprire e lavorare con concetti spaziali, quali : forme geometriche punti, linee, segni spazi aperti/chiusi, confinanti, sovrapposti successioni ritmiche orientamento e direzioni L’aspetto geometrico, tuttavia, ha costituito solo una delle dimensioni significative del progetto. Se ne evidenziano altre altrettanto importanti: - l’esercizio della motricità motricità fine e della coordinazione oculooculo-manuale, manuale, in quanto l’incentivazione di determinate modalità di lavoro (quali ad es. riprodurre, ricalcare, contornare, ritagliare, ecc. ), applicate alle opere d’arte prese in esame, ha fatto sì che queste siano diventate una sorta di palestra di “pre-grafismo” e “pre-scrittura”, sicuramente molto più divertente e stimolante di “schede” preconfezionate; - l’avvicinamento a rappresentazioni non convenzionali e non stereotipate quali quelle dei due artisti considerati, ha rappresentato una contesto ideale per lo sviluppo di capacità capacità di lettura / interpretazione, anche a livello immaginativo e, sul piano produttivo, uno stimolo per la rielaborazione creativa. 3


PERCORSO METODOLOGICO Il filo conduttore dell’intero itinerario di lavoro è stata la storia “I DUE PITTORI CON LA K” K”, Come già accennato nella presentazione del progetto, si tratta di un racconto appositamente inventato dalle insegnanti, accompagnato da immagini dei quadri dei due artisti, scelti in funzione delle attività che si intendevano proporre ai bambini. La storia infatti, presentata più volte a computer e suddivisa in brevi puntate, è stata intervallata da attività grafico-pittoriche che traevano spunto da quanto visto e narrato. Illustriamo il percorso metodologico suddividendolo in 3 parti, corrispondenti ai diversi “nuclei” della storia, di seguito riportata - alla cui lettura si rimanda per una miglior comprensione del lavoro. Si specifica inoltre che con il termine “tavola tavola” tavola si fa riferimento agli elaborati grafico - pittorici individuali realizzati da bambini, che costituiscono parte significativa della documentazione delle attività, qui presentata dopo la storia PRIMA PARTE della STORIA – PROVE ED ESPERIMENTI CON LE FORME Presentazione della storia (visione a computer): ascolto della storia, osservazione delle immagini (opere d’arte);, conversazione di gruppo. TAVOLA 1 - Rappresentazione grafica alla “maniera di Mondrian”: composizione con strisce di cartoncino nero incollate in orizzontale e verticale; coloritura con pennarelli degli spazi ottenuti utilizzando i colori primari TAVOLA 2 - Rappresentazione grafica alla “maniera di Mondrian”: collage con quadrati/rettangoli di carta velina e disegno delle linee orizzontali e verticali con il righello TAVOLA 3 - Rielaborazione dell’opera di Klee “Tre tempi, per quattro”: ricalco e coloritura con pastelli a cera applicando la “regola” di non colorare forme vicine con lo stesso colore TAVOLA 4 - Copia dell’opera di Klee “In fiore”: disegno con gessetti su sfondo nero TAVOLA 5 - Elaborato liberamente ispirato all’opera di Klee “New Harmony”: disegno delle linee verticali ed orizzontali (collegamento a punti definiti) e coloritura con tempera e pennelli 4


Lavoro di gruppo: tassellazioni a pavimento (ricoprimento ad “incastro” con figure piane) TAVOLA 6 - Copia dell’opera di Klee “Con il quadrato verde”: riempimento dello superficie, partendo dal quadrato centrale, con il contorno di piastrelle quadrate / rettangolari applicando la regola di “non lasciare spazi vuoti”. Coloritura con acquerelli . TAVOLA 7 - Copia dell’opera di Kandinsky “Quadrati con cerchi concentrici”: disegno con acquerelli dei cerchi concentrici partendo da una struttura data (reticolo e punto al centro) TAVOLA 8 – Ampliamento dell’ immagine di “Primo studio per alcuni cerchi”: completamento dell’immagine in bianco e nero con il disegno libero di cerchi colorati con i pennarelli Presentazione del libro “Piccolo blu e piccolo giallo” giallo” che illustra attraverso “personaggi / macchie di colore” la differenza tra concetti topologici quali dentro/fuori, vicino/lontano spazi confinanti/sovrapposti TAVOLA 9 - Composizione libera ispirata all’opera di Kandinsky ”Cerchi”: collage su foglio trasparente di cerchi colorati trasparenti, sovrapposti e non, per evidenziare il cambio di colore nell’intersezione degli spazi TAVOLA 10 – Rappresentazione “alla maniera di Kandinsky”: composizione realizzata contornando oggetti circolari, ricercati e scelti tra quelle di uso comune, con la consegna di esplorare liberamente il concetti di dentro, fuori, vicino/confinante, sovrapposto. Coloritura con gessetti colorati TAVOLA 11 – Composizione “alla maniera di Kandinsky”: sperimentazione diretta del significato di “intersezione” attraverso la formazione del colore derivato (coloritura di cerchi sovrapposti con tempere di colore diverso e dello spazio in comune con il colore formato dall’unione dei due) Lavoro di gruppo: gruppo composizione di pannelli con i cerchi intersecati, intersecati precedentemente realizzati, decorati in “stile natalizio”. TAVOLA 12 - Copia dell’opera di Klee “La montagna blu”: collage con carta velina di triangoli, rettangoli, quadrati, con la consegna di utilizzare le forme per ricoprire tutta la superficie partendo dall’incrocio centrale Attività Attività di “origami” origami”: sperimentazione di come ottenere dal un foglio quadrato forme rettangolari e triangolari (piegature a metà, in orizzontale, verticale e diagonale) TAVOLA 13 - Copia dell’opera di Klee “La facciata di vetro”: collage/mosaico con quadrati rettangoli e triangoli di carta velina ritagliati dai bambini ed incollati su carta da lucido. Realizzazione del contorno delle forme con pennarello nero 5


TAVOLA 14 – Riproduzione dell’opera di Klee “Cote de Provence”: composizione con contorni di sagome (blocchi logici), con la consegna di intersecarli tra loro; riempimento dello sfondo con tratteggi TAVOLA 15 - Rappresentazione liberamente ispirata all’opera di Klee “Castello e sole”: composizione con forme geometriche, ritagliate dai bambini, in cartoncino colorato TAVOLA 16 - Rielaborazione dell’’opera di Kandinsky “Pacato”: ricalco delle forme e coloritura a piacere con acquerelli TAVOLA 17 - Composizione dell’albero di Natale con triangoli in cartoncino contornati e ritagliati dai bambini Decorazione a piacere (collage con forme e sagome predisposte e/o ritagliate dai bambini) Attività Attività di gruppo di discriminazione delle forme geometriche: geometriche nel corso delle suddette esperienze sono state più volte realizzate attività quali: associazione “forma” e oggetti di uso comune, giochi con i blocchi logici, raggruppamenti e classificazioni, ecc. SECONDA PARTE DELLA STORIA – “ESERCIZI CON PUNTI, SEGNI E LINEE” LINEE” Presentazione della storia (visione a computer): ascolto della storia, osservazione delle immagini (opere d’arte), conversazione di gruppo, Visione del filmato”“ filmato “La storia di punto e linea” linea”, ideato dalle insegnanti e presentato “in movimento” mediante un’animazione in powerpoint. La proiezione è stata ripetuta più volte nel corso dello svolgimento delle attività TAVOLA 18: 18 Riproduzione individuale a piacere di alcuni elementi presenti nel filmato. filmato, quali: punti, linee diritte, ondulate, a zig zag, Approfondimento di elementi e concetti presentati nel filmato “ad arco”; croci, incroci, asterischi, frecce, spirali; linee orizzontali, verticali, diagonali, linee aperte/chiuse; direzione delle frecce (verso l’alto/il basso, a destra/sinistra, in diagonale) esplorati attraverso diverse modalità modalità: manipolazione di materiali duttili (pongo, corde); percorsi tracciati sul pavimenti; giochi di rispecchiamento (direzione delle frecce); attività di ordinamento degli elementi in sequenza ritmica 6


Realizzazione di 2 RACCOLTE degli “esercizi” dei bambini, così denominate: “PROVE LIBERE alla maniera di KLEE” KLEE”: attività di produzione grafica di segni e linee, disegnati sulla base di un modello di riferimento dato, nello “spazio foglio” non strutturato “PROVE ORDINATE alla maniera di KANDINSKY” KANDINSKY”: attività di riproduzione di segni e forme, rispettando lo spazio dato (righe), l’ordine della scrittura (dall’alto al basso, da destra a sinistra) e la sequenza ritmica (successione degli elementi) TAVOLA 19: 19 Rielaborazione dell’opera di Klee “La bella giardiniera”: coloritura con i pennarelli degli “spazi chiusi” utilizzando la tecnica dei puntini TAVOLA 20: 20 Rielaborazione dell’opera di Klee” Il parco di Lucerna”: coloritura con acquerelli seguendo le linee tracciate nel quadro TERZA PARTE DELLA STORIA – “UNA GALLERIA DI QUADRI MATTI” MATTI” Presentazione della storia (visione a computer): ascolto della storia, osservazione delle immagini (opere d’arte), conversazione di gruppo. Attività Attività di gruppo: invenzione di titoli per i quadri della galleria: galleria lettura di immagine, confronto e discussione sull’interpretazione dell’opera, condivisione del significato. Realizzazione individuale di “QUADRI” QUADRI”- Rappresentazioni grafico.pittoriche secondo diverse modalità: TAVOLA 21: 21 composizione con materiali di recupero con forme, linee, segni già predisposti TAVOLA 22: composizione attraverso l’uso di strumenti (forbici, righelli, squadre, …) e materiali di recupero (cartoncino, stoffa, corde) TAVOLA 23: composizione attraverso il contorno di forme e/o disegno a mano libera. Coloritura con pastelli a cera Invenzione individuale di titoli per i quadri realizzati dai bambini bambini

TEMPI: indicativamente 3 mesi per 3 / 4 giorni alla settimana

7


8


Ideata da Angela e Monica per i bambini della scuola dell’ dell’infanzia “Andersen” Andersen”

9


La storia “I DUE PITTORI CON LA K” - prima parte

PROVE ed ESPERIMENTI con LE FORME C’erano una volta due pittori. Due pittori, proprio come Mirò e Vincent dell’’anno scorso ?...). (vi ricordate, bambini, i pittori dell Erano due pittori molto famosi, conosciuti e amati da tutti. Molte persone andavano a visitare le loro mostre e ne uscivano sempre soddisfatte. fanno!”” , “Che meraviglia! meraviglia!”” “Che bei quadri che fanno! piaciuti!”” dicevano i visitatori. “Mi sono proprio piaciuti! I due pittori erano molto amici, andavano spesso a passeggio insieme e talvolta anche al ristorante a gustarsi una buona cenetta in compagnia. Stavano sempre insieme e siccome i loro nomi iniziavano entrambi con la lettera K venivano chiamati K””! “I DUE PITTORI CON LA K Wassily Kandinsky and Paul Klee, Gué Guétary (France), 1929

KANDINSKY.. Si chiamavano infatti KLEE e KANDINSKY Klee e Kandinsky, pur essendo amici inseparabili, avevano due caratteri molto diversi. Come si vede anche dalle foto … 10


KLEE

KLEE un po po’’ svogliato e fannullone. Amava dipingere, ma non se ne preoccupava troppo: all’’arte con passione, quando ne aveva voglia si dedicava all ma quando non ne aveva si riposava nel suo atelier, pensava e sognava …. E spesso nel pomeriggio ci scappava pure un pisolino !

KANDINSKY era scrupoloso e preciso, lo si notava anche nei vestiti: più sempre in giacca e cravatta, pi ù che un artista sembrava un professore! E poi era spesso intento a ritoccare i suoi quadri, cc’’era sempre qualcosa che non andava, voleva che tutto fosse perfetto! Per non parlare poi del suo atelier: pulito e in ordine quasi fosse una sala operatoria! colori E lui sempre dietro a lavare i pennelli, a mettere in fila i col ori … insomma un vero perfezionista! Klee e Kandinsky erano molto diversi, ma avevano qualcosa in comune: ad entrambi piaceva cioèè provare a fare delle cose nuove! SPERIMENTARE, cio Come vi ho detto, non erano pittori alle prime armi, avevano già già dipinto moltissimi quadri, erano artisti apprezzati e affermati. po’’ come il nostro amico Bruno, Tuttavia erano dei giocherelloni, un po matti””, ve lo ricordate? ((n.d.r. quello dei “libri matti n.d.r. Bruno Munari) delle Non si accontentavano di fare dei quadri banali: dei paesaggi, d elle nature morte, dei ritratti …. Loro volevano fare delle cose diverse da tutti! E cosi sperimentavano: sperimentavano: colori, forme, materiali, tecniche. Spesso si scambiavano anche idee, suggerimenti, consigli. 11


Siccome Klee e Kandinsky erano in cerca di idee nuove per i loro quadri, andavano spesso a vistare le gallerie di altri pittori, conosciuti e sconosciuti … pubblicitàà di una mostra di un certo Un giorno videro sul giornale la pubblicit

MONDRIAN “Mai sentito nominare nominare… … “ disse Klee “Nemmeno io … ma forse vale la pena andare, che dici? “"“Vediamo … se domani non ho nulla di meglio da fare vengo, altrimenti chissà chissà … ” rispose Klee non troppo convinto. Alla fine andarono.

Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLE 11-2

La mostra era piena di quadri che sembravano tutti uguali … po’’ dubbiosi I due pittori rimasero un po davanti a quei quadri. “Bella quella forma, ma …. “ disse Klee po’’ monotona, non ti pare? pare?”” rispose Kandinsky “Si, bella, ma un po cosìì semplici che riescono a farli anche “Certo, quadri sono cos dell’’asilo! asilo!”” osservò Klee i bambini dell credi?”” “Secondo me con quella forma noi riusciamo a fare di meglio, non credi? disse Kandinsky lavoro”” rispose rassegnato Klee “E va beh, ho capito … mettiamoci al lavoro cosìì i due pittori si iniziarono a fare delle PROVE usando solo E cos quella forma …

12


Klee “Tre tempi, per quattro” quattro” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 3

Klee “In fiore” fiore” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 4

Klee “New Harmony” Harmony” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 5

QUADRATO - RETTANGOLO Klee e Kandinsly passarono giorni e giorni a sperimentare. A un certo punto Kandinsky si stufò: decise che ne aveva abbastanza di fare quadri con forme tutte uguali! cosìì iniziò ad inserire nei E cos un’’altra forma. suoi quadri un

Klee “Con il quadrato verde” verde” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 6

Per Kandinsky quella forma diventò una vera e propria mania … 13


Kandinsky ““Cerchi ““Cerchi ” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLE 9 – 10 -11

Kandinsky “Primo studio per alcuni cerchi” cerchi” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 8

Kandinsky “ “Quadrati con cerchi concentrici” concentrici” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 7

(CERCHIO)

Klee osservava in silenzio le opere del suo amico po’’ invidioso “Non male “ pensava, un po dei risultati di Kandinsky. Forse fu proprio quel pizzico di invidia nei dell’’amico che gli fece decidere di superare confronti dell la sua pigrizia e lo portò ad inserire una piccola variante nei suoi quadri tutti a quadretti. Anche in questo caso si trattava di una forma 14 nuova …


Klee “La facciata di vetro” vetro” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 13

Klee “Cote de Provence” Provence” Cfr. attività attività dei bambini:TAVOLA 14

Klee “Castello e sole” sole” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 15

(TRIANGOLO) Vi pare che Kandinsky potesse starsene con le mani in mano a guardare? Poteva forse Kandinsky resistere a quella nuova tentazione? Certo che no! Figuriamoci!!!

Klee “La montagna blu” blu” Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 12

Appena vide quello Klee,, che aveva dipinto Klee subito volle provarci anche lui. po’’ timidamente, Prima un po più ma poi non ebbe pi ù freni!

Kandinsky “Pacato” Pacato” 15 Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLA 16


La storia “I DUE PITTORI CON LA K” K” - seconda parte

ESERCIZI CON PUNTI, SEGNI, LINEE Un giorno Kandinsky e Klee, sempre alla ricerca di idee nuove, videro un cartellone pubblicitario di un nuovo film in programmazione nelle sale della loro città. Incuriositi entrarono e rimasero mezz’ora a bocca aperta estasiati dalla visione di quella incredibile storia. Si chiamava …

“filmato” animato in powerpoint C’era una volta un mondo popolato di tanti punti. Il punto è come una pallina, solo che è molto molto piccola, a volte si fa persino fatica a vederlo. I punti erano tristi perché, oltre ad essere molto piccoli, erano isolati Per questo si muovano nello spazio alla ricerca di compagnia Un bel giorno i punti decisero di darsi la mano e….. formarono una linea! Ora erano felici perché erano un gruppo e tutti li ammiravano mentre si muovevano nello spazio. Le linee si muovevano verso destra,verso sinistra, 16 verso l’alto,verso il basso, anche obliquamente


Quando le linee si fermavano formavano delle strane combinazioni …. Così pure quando andavano a dare la mano ai punti che erano rimasti soli … .

Normalmente le linee se ne andavano in giro belle rigide, sembravano dei bastoni. Ma volte si ammorbidivano …. diventavano ondulate Oppure si mettevano a saltellare … a testa in giù o a testa in su. Altre volte, quando erano arrabbiate, diventavano tutte spigolose appuntite. Capitava anche che i punti in prima fila si riunissero con gli ultimi, dandosi la mano. Nascevano così le linee chiuse. Ma a volte quando c’erano dei bisticci in giro, i primi della fila si rifiutavano di dare la mano agli ultimi Nascevano così le linee aperte Quando i bisticci erano davvero grandi, e così pure i capricci, le linee si spezzavano, alcune di arricciavano, altre scappavano e … ritornavano anche i puntini In quei momenti c’’era una confusione che non si capiva più nulla!

17


Per Kandinsky e Klee la visione di quel filmato fu una vera illuminazione! Non appena uscirono dal cinema, si misero subito al lavoro più e per una settimana non si videro pi ù in giro riprodurre Si rintanarono nei loro atelier e provarono e riprovarono a ripr odurre quei segni e quelle linee viste al cinema. Ognuno lavorò secondo il suo temperamento temperamento …

KLEE da disordinato quale era, fece delle “PROVE LIBERE” LIBERE”: prese i primi foglietti che gli capitarono tra le mani e, senza troppo sforzarsi di dare un senso a quello che faceva, si lasciò andare in numerosi tentativi di riprodurre quanto osservato nel filmato Klee “Sonata eroica”” eroica”” Cfr. attività attività dei bambini: “Prove libere alla maniera di Klee” Klee”

KANDINSKY invece, pignolo e precisino, andò a comprare dei fogli a righe (che assomigliavano un po’ po’ a quelli che usano i bambini alla scuola primaria) e decise di fare delle “PROVE ORDINATE” ORDINATE”: con tanta pazienza provò a rimanere dentro agli spazi, a rispettare la direzione, a mettere in fila segni e forme secondo un ordine che lui stesso inventava … Kandinsky “Successione”” Successione”” Cfr. attività attività dei bambini: “Prove ordinate alla maniera di Kandinsky” Kandinsky”

18


A fine settimana si ritrovarono una sera fuori a cena al ristorante. ristorante. Mangiarono scambiandosi le loro impressioni sul lavoro svolto ciascuno per contro proprio. d’’accordo sul fatto che punti, linee, forme Si trovarono d erano davvero elementi interessanti, da cui potevano nascere dei capolavori!

Klee “La bella giardiniera ” Cfr. attività attività de bambini: TAVOLA 19

Discussero tanto e alla fine, quando ormai caffèè, erano al caff Kandinsky lanciò una sfida: Perchéé non proviamo a fare dei “Perch QUADRI solo con PUNTI e LINEE ? un’’ottima idea idea”” rispose Klee “Ok, è un sfida!!”” “accetto la sfida!! cosìì il giorno dopo furono E cos di nuovo al lavoro! 19 Klee “il parco di Lucerna Cfr. attività attività dei bambini:TAVOLA 20


La storia “I DUE PITTORI CON LA K” K” - terza parte

UNA GALLERIA DI QUADRI MATTI

Kandinsky “Linee radianti” radianti”

Klee,, dopo fatto tante prove con forme, linee, segni, spazi aperti Kandinsky e Klee e chiusi, ordine e disordine … decisero che era giunto il momento di realizzare cioèè messo in pratica quello che dei veri e propri quadri. Avrebbero cio avevano imparato per rappresentare delle cose. (Cfr. attività attività dei bambini: TAVOLE 21 – 22 – 23

cosìì fecero. Alla fine però, guardando le loro opere, subito si resero E cos resero conto che non era facile capire quello che avevano voluto disegnate. disegnate. Poi cc’’era anche un altro problema da risolvere: quadri?”” domandò Kandinsky a Klee Klee.. “ Cosa ce ne facciamo di tutti questi quadri? e!”” “Io ho ormai ll’’atelier pieno e lo sai che a me il disordine non piace per niente! niente! Perchéé non organizziamo una mostra insieme? “Perch fatto”” propose Klee Klee.. E’ da tanto tempo che ci conosciamo ma non ll’’abbiamo mai fatto te”” - obiettò Kandinsky un po po’’ perplesso – possiamo esporre dei ”Ma secondo te cosìì strani? Non è che ci scambieranno per matti? Sai io ci tengo alla mia quadri cos reputazione”” Klee scoppio a ridere: “Ma che matti e matti!! Noi siamo degli artisti! reputazione un’’idea: la chiameremo “LA GALLERIA DEI QUADRI MATTI MATTI”” Però mi hai dato un ”” E poi, sai che cosa ti dico? Non ho proprio voglia di dare un tititolo tolo ai miei pensino capolavori, ho deciso che li esporro senza titolo, che ci pensin o i visitatori a scoprire quello che c’è c’è disegnato … io mi sono già già impegnato abbastanza a farli! matti”” Kandinsky replicò: “Ma no, non si può! Esporre dei quadri “matti educato!”” e per giunta senza titolo?! Non è educato! Ma poi si lasciò convincere dal suo amico.. Perchéé, in fondo in fondo, anche Kandinsky era un mattacchione come Klee Klee!! Perch

Kandinsky “Struttura allegra” allegra”

20


Klee – “Uccelli picchiata e frecce” frecce” Klee – “Composizione” Composizione”

Kandinsky “Triangolo nero” nero”

Klee – “Gioco di bambini” bambini”

Kandinsky – “Intrecci dall’ dall’alto” alto”

Kandinsky – “Evento piacevole” piacevole”

Klee – “industria antiquata” antiquata”

Kandinsky – “Rotondo ed appuntito” appuntito”

21


22


Documentazione delle

ATTIVITA’ del progetto “I DUE PITTORI CON LA K E UNA GALLERIA CHE FA RIMA CON … GEOMETRIA” Sezione 5 anni scuola dell’infanzia “Andersen” – Carpi

23


Attività Attività individuale – Tavola 1

Rappresentazione grafica “alla maniera di Mondrian” Mondrian” Composizione con strisce di cartoncino nero Incollate in orizzontale e verticale; coloritura con pennarelli degli spazi ottenuti

24


Attività Attività individuale – Tavola 2

Rappresentazione grafica “alla maniera di Mondrian” Mondrian” Collage con quadrati/rettangoli di carta velina; disegno delle linee orizzontali e verticali con il righello

25


Attività Attività individuale – Tavola 3

Rielaborazione dell’ dell’opera di Klee “Tre tempi, per quattro” quattro” Ricalco dell’ dell’opera su carta da lucido. Coloritura con pastelli a cera; applicazione della regola: “non colorare spazi vicini con lo stesso colore” colore”

26


Attività Attività individuale – Tavola 4

Copia dell’ dell’opera di Klee “In fiore” fiore” Disegno con gessetti colorati su cartoncino nero

27


Attività Attività individuale – Tavola 5

Rappresentazione liberamente ispirata all’ all’opera di Klee “New Harmony” Harmony” Disegno delle linee verticali ed orizzontali (collegamento a punti punti definiti). Coloritura con tempera e pennelli; applicazione della regola: “non colorare spazi vicini con lo stesso colore” colore”

28


Attività Attività individuale – Tavola 6

Rielaborazione dell’ dell’opera di Klee “Con il quadrato verde” verde” Riempimento dello superficie, partendo dal quadrato centrale, con il contorno di piastrelle quadrate / rettangolari; applicazione della regola “non lasciare spazi vuoti” vuoti”. Coloritura con acquerelli

29


Attività Attività individuale – Tavola 6

Rielaborazione dell’ dell’opera di Klee “Con il quadrato verde” verde” Riempimento dello superficie, partendo dal quadrato centrale, con il contorno di piastrelle quadrate / rettangolari; applicazione della regola “non lasciare spazi vuoti” vuoti”. Coloritura con acquerelli

Lavoro di gruppo (antecedente all’ all’elaborato):

tassellazioni a pavimento (ricoprimento ad “incastro” incastro” con figure piane)

30


Attività Attività individuale – Tavola 7

Rielaborazione dell’ dell’opera di Kandinsky “Quadrati con cerchi concentrici” concentrici” Disegno con acquerelli dei cerchi concentrici partendo da una struttura data (reticolo e punto al centro)

31


Attività Attività individuale – Tavola 8

Ampliamento dell’ dell’opera di Kandinsky “Primo studio per alcuni cerchi” cerchi” Completamento dell’ dell’immagine in bianco e nero. Ricalco e disegno libero con pennarelli di cerchi colorati

32


Attività Attività di gruppo

Presentazione del libro “Piccolo blu e piccolo giallo” giallo” Il libro di Leo Lionni è stato proposto per mostrare ai bambini, attraverso i “personaggi / macchie di colore” colore” della storia, la differenza tra concetti topologici quali dentro/fuori, vicino/lontano, spazi confinanti/sovrapposti

33


Attività Attività individuale – Tavola 9

Composizione libera ispirata all’ all’opera di Kandinsky “Cerchi” Cerchi” Collage di cerchi trasparenti colorati, sovrapposti e non, per sperimentare il concetto di intersezione degli spazi

34


Attività Attività individuale – Tavola 10

Rappresentazione ”alla maniera di Kandinsky “ Composizione realizzata contornando oggetti circolari, ricercati e scelti dai bambini tra quelli di uso comune. Consegna data: esplorare liberamente i concetti di dentro, fuori, vicino, confinante, sovrapposto. Coloritura con gessetti colorati

35


Attività Attività individuale – Tavola 11 - Lavoro di gruppo

Composizione con cerchi intersecati ”alla maniera di Kandinsky “ Sperimentazione del significato di “intersezione” intersezione” attraverso la formazione del colore derivato (coloritura di cerchi sovrapposti con tempere di colore diverso e dello spazio in comune con il colore formato dall’ dall’unione dei due). Utilizzo dei cerchi per la realizzazione in gruppo di pannelli espositivi, espositivi, decorati in “stile natalizio” natalizio”

36


Attività Attività individuale – Tavola 12

Riproduzione dell’ dell’opera di Klee “La montagna blu” blu” Collage con forme geometriche di carta velina; consegna data: utilizzare le forme per ricoprire tutta la superficie partendo dall’ dall’incrocio centrale

37


Attività Attività individuale – Tavola 13

Riproduzione dell’ dell’opera di Klee “La facciata di vetro” vetro” Collage / mosaico con forme geometriche di carta velina ritagliate dai bambini e incollate su carta da lucido. Realizzazione del contorno delle forme con pennarello nero

38


Attività Attività individuale – Tavola 14

Riproduzione dell’ dell’opera di Klee “Cote de Provence” Provence Composizione realizzata con contorni di sagome (blocchi logici), intersecati tra loro; riempimento dello sfondo con tratteggi

39


Attività Attività individuale – Tavola 15

Rappresentazione liberamente ispirata all’ all’opera di Klee “Castello e sole” sole” Composizione con forme geometriche, ritagliate dai bambini, in cartoncino colorato

40


Attività Attività individuale – Tavola 16

Rielaborazione dell’ dell’opera di Kandinsky “Pacato” Pacato” Ricalco delle forme; coloritura a piacere con acquerelli

41


Attività Attività individuale – Tavola 17

Composizione alberi di Natale con triangoli Contorno e ritaglio dei triangoli su cartoncino. Composizione e decorazione a piacere (collage con forme e sagome predisposte e/o ritagliate dai bambini)

42


Attività Attività individuale – Tavola 18

Rappresentazione grafica di punti, linee, segni Libera riproduzione di quanto visto nel filmato “Storia di Punto e Linea” Linea”

Rappresentazione degli elementi della storia:: punti, linee orizzontali, verticali, diagonali; zag,, ad arco; diritte, ondulate, a zig zag linee aperte, chiuse; croci, incroci, asterischi, spirali

43


Attività Attività di gruppo

percorsi tracciati sul pavimento

Esperienze con segni e linee Esplorazione di elementi e concetti presenti nella “Storia di Punto e Linea” Linea”, attraverso: manipolazione del pongo

giochi con le corde

44


Attività Attività individuale

Prove libere “alla maniera di Klee” Klee” Attività Attività di produzione grafica di punti, linee, segni nello spazio foglio “non strutturato” strutturato”, disegnati sulla base di un modello di riferimento dato

45


Attività Attività di gruppo

Esperienze con direzioni ed ordine Esplorazione di concetti di orientamento spaziale e successione ritmica, attraverso:

giochi di rispecchiamento con le direzioni delle frecce

percorsi e tracciati con cerchi a terra

attività attività di ordinamento di elementi in sequenza ritmica

46


Attività Attività individuale

Prove ordinate “alla maniera di Kandinsky “ Attività Attività di riproduzione grafica di segni e forme, all’ all’interno di righe, rispettando l’l’ordine della scrittura, la direzione indicata e la sequenza ritmica degli elementi direzione delle frecce

forme geometriche

successioni di elementi dati

successioni di elementi disegnati

47


Attività Attività individuale – Tavola 19

Rielaborazione dell’ dell’opera di Klee “La bella giardiniera” giardiniera” Coloritura con i pennarelli degli “spazi chiusi” chiusi” utilizzando la tecnica dei puntini

48


Attività Attività individuale – Tavola 20

Rielaborazione dell’ dell’opera di Klee “Il parco di Lucerna” Lucerna” Coloritura con acquerelli seguendo le linee presenti nel quadro,

49


Attività Attività di gruppo

Interpretazioni della “GALLERIA di QUADRI MATTI” MATTI” Lettura di immagini di alcune opere di Klee e Kandinsky. Invenzione dei titoli. Kandinsky – “Struttura allegra” allegra” Kandinsky “Triangolo nero” nero” Ilenia: sembra … sai quelli lìlì, quelli che esistevano tanto tempo fa, quelli che portavano un cappello un po’ po’ strano … Sembra proprio uno di quelli! Tommaso: sembra un cavaliere! Federico: sembra il mago dei mari. Gabriel: anche a me sembra un cavaliere. Titolo: Tommaso: “Il cavaliere” cavaliere” Federico: ”Il mago dei mari” mari” Jacopo: “Il contadino nella foresta” foresta”

Giulio: sembra una casa in costruzione. Alexandru: Alexandru: sembra … è difficile … sembrano delle scale. Giulia: vedi quelle stanghe, sembrano due omini che salgono lìlì, salgono sul treno. Sara: sembrano delle carote.

Titolo Jacopo: “Una città città di fantasia” fantasia” Gabriel: “Un laboratorio” laboratorio” Alexandru: Alexandru: “Un rombo” rombo” Giulia: “Scale” Scale” Sara: “Carote” Carote”

50


Kandinsky – “Intrecci dall’ dall’alto” alto”

Kandinsky – “Rotondo ed appuntito” appuntito”

Andrea: mi sembrano delle lune con delle palle. Gabriel: sembra un cielo dello spazio. Alice: un parco giochi. Tommaso: mi sembra un parco giochi anche a me. Teresa: mi sembra un cosino dove i bambini si arrampicano. Sara: sembrano delle ragnatele.

Happiness: Happiness: sembra un cielo. Andrea: quella sembra una bandiera di quelli che fanno le gare, quell’ quell’altra li sembra una cannuccia. Alexandru: Alexandru: mi sembra una palla, le bandiere sono tre. Mariachiara: Mariachiara: quello lìlì azzurro e nero sai cosa sembra: un ombrello! Sembra un fungo.

Titolo Alice: “Parco giochi” giochi” Gabriel: “Cielo dello spazio” spazio” Sara: “Ragnatele” Ragnatele”

Titolo Teresa: “Il mare” mare” Federico: “Coprimozzo dei mari” mari” Jacopo: “Una casa di vetro” vetro” Francesca: “Luna a triangolo” triangolo” Federico: “Il veliero felice” felice”

51


Kandinsky – “Linee radianti” radianti”

Titolo Federico: “Un sogno di felicità” felicità” Sara: “Musica” Musica” Teresa: “Spazio” Spazio”

Tommaso: sembra un asterisco. Sara: secondo me… me… sembra le cose che ci sono dentro alla musica, che escono fuori dalla radio. Giulio: quello piccolo nel quadro sembra un razzo. Teresa: un cosino che è nello spazio. Andrea: uno sembra un signore, quello sopra sembra un occhio! Mariachiara: Mariachiara: quello lìlì grosso sembra un signore che pesta i piedi.

Tommaso: sembra una casa. Happyness: Happyness: sembra tutto di monete. Giulio: sembra un sottomarino con il mare. Mariachiara: Mariachiara: sai cosa mi sembra quella cosa “rettangolo” rettangolo” … mi sembra un gioco da dama. Federico: sembra una sala giochi di fantasia. Gabriel: il quadrato sembra una statua della mummia. Jacopo: a me mi sembra una sala giochi sottomarina con tutti i segni egiziani. Kandinsky – “Evento piacevole” piacevole”

Titolo Gabriel: “Il sarcofago della mummia” mummia” Tatiana: “Carote” Carote” Jacopo: “Giochi sottomarini” sottomarini” Giulia: “La barca sottomarina egiziana” ” egiziana 52 Federico: “Sala giochi di fantasia” fantasia”


Klee – “Uccelli picchiata e frecce” frecce”

Teresa: sembra una città città. Giulia: un razzo dove ci sono i treni e i poliziotti. Camilla: una freccia. Gabriel: sembra un faro. Alexandru: Alexandru: sembra cinque frecce. Alice: quel triangolo sembra una freccia. Sara: una città città. Jacopo: l’l’Egitto. Anna: un parco giochi. Tommaso: un castello. Giulio: una casa. TITOLO: Gabriel: “Il razzo fulminante” fulminante” Federico: “Il razzo che risplende” risplende” Tatiana: “La città città sottomarina” sottomarina” Ester: “La freccia impazzita” impazzita” Tommaso: “La freccia “infulminata”” infulminata”” Giulio: “Le tre frecce che vanno velocissime” velocissime” Giulia: “La stanza del castello” castello” Jacopo: “L’Egitto dentro una freccia” freccia” Anna: “Che bello giocare” giocare” Mattia: “Fuoco” Fuoco” Alexandru: Alexandru: “Il castello con la freccia che cammina nella parte nuova” nuova” 53


Klee – “Industria antiquata” antiquata”

Titolo : Jacopo: “Parco giochi colorato” colorato” Ilenia: “Un principe” principe” Anna: “Che bello salire in macchina” macchina” Alice: “Tris colorato” colorato” Federico: “La piattaforma petrolifera in disordine” disordine” Tommaso: “Quadro colorato” colorato” Ester: “La gabbia triste” triste” Alexandru: Alexandru: “La mamma che prepara la cucina” cucina” Giulio: “Il pesce rombo” rombo”

Anna: sembra una persona in macchina. Jacopo: un parco giochi tutto colorato. Sara H.: tutti i colori. Rafaih: Rafaih: una casa del pittore. Ashba: Ashba: sembra un tris. Giulio: allora … sembra il quadro del parco giochi. Ester: sembrano delle gabbie. Tommaso: sembra la gabbia infiammata. Giulia: la casa del colore. Gabriel: la casa con il sole basso. Federico: quel quadrato sembra una fornace che sta dentro in una casa. Alexandru: Alexandru: ci sono dei quadrati tutti colorati.

54


Klee – “Gioco di bambini” bambini”

Giulio: le tre punte sembrano tre mani, tre artigli. Anna: sembra un mostro con tutte le forme di animali. Jacopo: quella gialla sembra una scarpa. Alexandru: Alexandru: un naso da spirale. Gabriel: in alto sembra una “L”. Federico: sembra un passaggio segreto. Tommaso: sembra un mostro con una mano con gli artigli. Ester: ci sembra una faccina. Giulia: sembrano dei geroglifici. TIitolo: TIitolo: Mariachiara: Mariachiara: “Casa di macchine” macchine” Teresa: “Forma di tutto” tutto” Ester: “Strada del mondo” mondo” Giulia: “Geroglifici sottomarini” sottomarini” Federico: “Il passaggio segreto che tutti possono andare” andare” Giulio: “La strada del treno rotta” rotta” Jacopo: ”Il quadro dei geroglifici” geroglifici” Anna: “Gli animali mischiati” mischiati” Ilenia: “La gallina spennata” spennata” Mattia: “Il passaggio segreto” segreto” 55


Klee – “Composizione” Composizione”

Sara H.: una x Jacopo: sembra una casa con dentro un frigo con tutte le forme. Anna: sembra una lumaca. Ilenia: un cerchio grandissimo con tutte le forme del mondo. Ashba: Ashba: un triangolo. Giulia: uno che è cascato in un porto ed è annegato. Gabriel: una pizza sulla tavola. Federico: la tavola dei colori. Tommaso: la x infuocata, le due palle infuocate, le due palle bagnate. Ester: sembra un albero. Giulio: sembra una scarpa gigante. Alexandru: Alexandru: sembra tutte le forme delle patate con una x. Titolo : Teresa: “Il frigo delle magie” magie” Federico: “Il mondo luccicante” luccicante” Alice: “Le forme impazzite” impazzite” Sara H.: “Forme di triangoli” triangoli” Mattia: “Frigo con le forme” forme” Jacopo: “La tavola delle forme” forme” Anna: “La lumaca più più veloce di un ragazzo” ragazzo” Alexandru: Alexandru: “Tante x, colore x” x” Tommaso: “La pizza infiammata” infiammata” Ester: “L’albero magico” magico” Giulio: “La trappola mortale” mortale” Rafaih: Rafaih: “Tutti i colori e x colorate” colorate”

56


Attività Attività individuale - Tavola 21

Realizzazione di un “quadro” quadro” con materiale di recupero Composizione / collage con forme, linee, segni già già predisposti.

57


58


Attività Attività individuale - Tavola 22

Realizzazione di un “quadro” quadro” con strumenti e materiali Composizione / “costruzione” costruzione” attraverso l’l’uso di strumenti (righelli, squadre, forbici, …) e materiali messi a disposizione (cartoncino, stoffa, corde). Invenzione del titolo. materiali e strumenti

59


“La terra del sole appena sbocciata” sbocciata”

“Il castello delle meraviglie” meraviglie” “I fiori del sole” sole”

“La natura in casa” casa” “Che buono il pesce” pesce”

“Gatto” Gatto”

60


Attività Attività individuale - Tavola 23

Realizzazione di un “quadro” quadro” con il disegno Composizione / rappresentazione attraverso il contorno di forme e/o disegno a mano libera. Coloritura con pastelli a cera. Invenzione del titolo.

61


“LA CASA CON LA PISCINA” PISCINA”

“L’ALIENO RINVENUTO” RINVENUTO”

“IL NATALE IN ARRIVO” ARRIVO”

“CUORE DIAMANTE” DIAMANTE”

“BAMBINO CADUTO ”

“LA CAVERNA DEI DIAMANTI LUCCICANTI I”

“IL PIC NIC” NIC”

“LA FARFALLA D’ORO

“LA CAVERNA DEGLI SMERALDI” SMERALDI”

62


63


Progetto "Due pittori con la K e una galleria che fa rima con geometria"