Page 1

OPRESIÓN breaths after coma Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza


OPRESIÓN breaths after coma Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza


COPERTINA: “OPRESIÓN, breaths after coma” EDITORIALE, DISEGNO, LAYOUT, PRODUZIONE: MONICA MURA Italian Multimedia Artist & Designer CORRETTRICE TESTO ORIGINALE: Natalia Guedella Sebastián www.monicamura.com Lamas de Abade, 15702 Santiago de Compostela C. +34 637 918 093 - T. +34 981 307 046 Titolo: “OPRESIÓN, breaths after coma” Sottotitolo: Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza Artista: Monica Mura Tecnica: Collage multimediale (creatività, stilismo, trucco artistico, acconciatura, fotografia digitale, manipolazione e trattamento delle immagini).

© 2013. Tutti i diritti riservati.


“Alle donne... e in particolare a mia madre�


“Come quando ti svegli da un lungo coma, per ritornare a respirare nuovamente senza più sentire quell’oppressione al petto.”


EDIZIONE Monica Mura ARTISTA MULTIMEDIALE E DISEGNATRICE GRAFICA

“Questo progetto nasce in risposta alla sofferenza sociale che respiriamo ogni giorno per le strade, nei telegiornali e nelle reti sociali. La vediamo riflessa negli occhi delle persone. Si trasforma in paura, angoscia, stress, sino a diventare depressione, malattia e morte. Giorno dopo giorno, ciò che viviamo in prima persona o che vivono coloro che ci circondano ci segna indissolubilmente, rinfrescandoci la memoria. Ci porta a ricordare momenti storici che non abbiamo vissuto sulla nostra pelle, che però fanno riaffiorare, come vecchi tatuaggi, le cicatrici di ferite non abbastanza antiche per essere dimenticate. Non era da tanto tempo che ci sentivamo liberi però ci eravamo già abituati, ed ora, ci risulta difficile accettare la situazione che stiamo vivendo. È un argomento delicato, tanto attuale come primordiale. Fa parte della storia degli esseri umani. Da sempre. Pertanto, queste opere rappresentano la mia protesta contro tutto ciò che ci opprime, ci acceca, ci rompe le ali e ci proibisce di volare. Ma è nostro diritto e dovere opporre resistenza, provare, ognuno come può. Io lo faccio cosi. Creare queste opere è stato sin dal principio, e continua ad essere, un momento per sfogare la mia rabbia, per mostrare la mia indignazione. Piango sulla tela della pelle delle donne, e tremo ricordando e cercando di plasmare, in ognuna di loro, le emozioni che mi provocano successi e situazioni che risvegliano in me sentimenti di impotenza. Davanti a tanta apatia ho trovato l’azione. Un’azione che cerca una reazione, per non esplodere. Come quando ti svegli da un lungo coma, per ritornare a respirare nuovamente senza più sentire quell’oppressione al petto.”


MONICA MURA PROGETTO OPERE CONTATTO

10

15 19 39


indice

“Ogni immagine è un respiro, una luce fioca che compare dall’oscurità”


MONICA MURA PROGETTO OPERE CONTATTO


MONICA MURA

ARTISTA MULTIMEDIALE E DISEGNATRICE GRAFICA

Nasce nel 1979 a Cagliari, Sardegna. Nel 2004 presenta la sua tesi sulla videoarte ed ottiene il Titolo di Dottoressa magistrale in D.A.M.S., Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo indirizzo Linguaggi Multimediali, presso l’Università degli studi di Torino. Attualmente combina il suo lato artistico con un’intensa attività nel contesto del Disegno per la Comunicazione Visiva, applicata al Marketing ed alla Pubblicità. Nella sua attività artistica spicca la creazione ed elaborazione digitale dell’immagine. La sua opera innovatrice ed avanguardista combina risorse visive dell’arte con elementi propri dei nuovi mezzi di comunicazione. Nel suo lavoro di disegnatrice, utilizza il potenziale comunicativo delle distinte espressioni formali, visuali e grafiche, per plasmare un messaggio efficace che trasmetta l’idea iniziale, attraverso l’uso simbolico ed estetico di forme e colori, prestando particolare attenzione al fattore umano. Durante la sua carriera risalta il suo impegno sociale, in particolare con le donne: ha partecipato attivamente a progetti di lotta contro la violenza di genere (V-day 2006) ed eventi per promuovere la visibilità della donna nella produzione culturale (Que ves cando me Ves? 2011). Nel 2012 ha sviluppato insieme alla psicologa - sessuologa Martina Gonzalez , “Habla Pepitilla! Programa de Radio que promueve la salud y el bienestar sexual”, con il fine di favorire la tolleranza e responsabilizzare le persone attraverso la coscienza, sfruttando le nuove tecnologie ei social network per fornire informazione rigorosa e di qualità in modo divertente e prossimo. Nel 2013 ha collaborato e sponsorizzato “Startup Pirates Vigo, Social Entrepreneurship Edition”, un programma internazionale non-profit per generare cambiamento sociale ed economico. Fa parte del gruppo di artisti di “INCLUSIONES. Arte en acción”, un progetto che mira alla ricerca di nuovi scenari per la creazione. 11


MONICA MURA

FORMAZIONE ARTISTICA FORMAZIONE ACCADEMICA 1999 · 2004 > Discipline dell’Arte della Musica e dello Spettacolo, indirizzo Linguaggi Multimediali presso l’Università degli studi di Torino. Italia. (Storia e critica del Cinema, Storia del Teatro e dello Spettacolo, Metodi e Tecniche di produzione Video, Economia e tecnica della Pubblicità, Storia e tecnica della Fotografia, Estetica, Forme della poesia per la musica, Informatica di base C, Letteratura teatrale italiana, Metodologia della ricerca storica, Semiologia del Cinema e della Televisione, Semiotica, Teorie e tecniche dei Nuovi Media, Organizzazione ed economia dello Spettacolo, Economia e tecnica della Pubblicità, Elaborazione digitale del suono e delle immagini, Istituzioni di Regia Cinematografica, Lingua Spagnola, Teoria e tecnica del Linguaggio Audiovisivo, Didattica della Lingua Spagnola, Linguistica Generale, Storia dell’Arte Contemporanea).

CORSI / LABORATORI / SEMINARI 2012 > Corso di fotografia digitale (livello intermedio) - Fuco Reyes. USC. Santiago. Spagna. 2009 > Laboratorio/ Seminario “Son e poder. Tecnoloxías sonoras de control social” - Chiu Longina. A Coruña. Spagna. 2009 > ”Creatividade e Intelixencia Emocional. Guía de Creatividade Persoal e Social para novos tempos e novos retos”

- Edan Xestión, Consultoría de Empresa. Santiago. Spagna.

2008 > Corso di fotografia digitale- Nbekworks. Santiago. Spagna. 2008 > Corso di produzione e distribuzione di documentari - Mr Misto Films. Santiago. Spagna. 2008 - 2007 > Corso di produzione e distribuzione di cortometraggi - Mr Misto Films. Santiago. Spagna. 2005 > Corso di lavorazione del metallo. Santiago. Spagna. 1998 > Pottery & Ceramics Course - Redbridge Institute Of Adult Education de Gants Hill. Ilford, Essex. UK.

RECONOSCIMENTI, PREMI, BORSE DI STUDIO, LINGUE 2007 > 1º Premio nel Concorso di Cartelloni FBSP, Comisión de la Fiesta del Barrio de San Pedro. Santiago. Spagna. 2002/2003 > BORSA DI STUDIO SOCRATES ERASMUS, UNITO (Università degli studi di Torino. Italia) per USC (Universidad de Santiago de Compostela. Spagna).

2002 > Certificato “Leo Burnett’s Cannes Predictions” 2002, predizione dello spot vincitore - 49º Festival Internazionale della Pubblicità. Italiano – Sardo, competenza nativa. / Spagnolo, competenza bilingue. Galiziano – Inglese, competenza professionale completa. / Francese– Portooghese, competenza di base. 12


ESPERIENZA ATTIVITÀ ARTISTICA 2012 > Performance “Vida”. Crash. Colisión de Performance. Galería Metro Arte Contemporánea. Santiago. Spagna. 2012 – 2013 > Esposizione Collettiva Itinerante “144 Cómplices = [12x12]” curata dall’artista Marta Prieto. 2011 > Illustratrice per l’evento “Que ves cando me Ves? Xornadas para a visibilidade da muller na producción

cultural galega actual e a reflexión crítica da cidadanía”. Creazione di differenti illustrazioni per stampa e diffusione. Santiago. Spagna. 2010 > Gruppo di produzione “Roteiro de Creación”.

Appuntamento che permette ai cittadini di visitare gli spazi di lavoro degli artisti ed i locali di diffusione dell’arte in cittá.

2009 > Azione “Atención, dispositivo de control social sonoro mosquito”.

Azione per denunciare il possibile uso del suono come arma e meccanismo di controllo sociale. A Coruña. Spagna.

2008 > Direttrice artistica cortometraggio “Cidade europea de oito letras”. Mr Misto film. 2007 > Direttrice di Casting, Direttrice artistica e di scena cortometraggio “Cadeas”. Mr Misto film. 2006 > Attrice nell’Opera teatrale “Os monólogos da Vaxina” de Eve Ensler, dirigida por Martina Martínez. Teatro Principal, Santiago. Spagna. 2005 > Aiuto Regista del gruppo teatrale DITEA. “Melocotón en Xarope”. Santiago. Spagna. 2004 > Proiezione di “Faccia a faccia” – “El Alma”. Video digitali. 1º Festival Internacional de Cortometrajes Curtocircuíto. Santiago. Spagna. 2003 > Attrice nell’Opera teatrale “7 pecados… capitales” Papel protagonista. Salón Teatro. Santiago. Spagna. 2002 > Esposizione “Personale Pittorica” Centro per la Cooperazione Popolare Murazzi + Circolo ARCI, Torino. 2000 > Realizzazione “Maschere e Sovvenzioni” Videoarte sperimentale. Registrato in analogico e montato artigianalmente. Torino, Italia. 1999 > Esposizione Individuale di Pittura organizzata presso la Fiera Regionale di Macomer. Italia. 1998 > Esposizione Collettiva di Pittura “Esposizione Europea di Pittura U.M.C.”, Udine, Italia.

LAVORO PROFESSIONALE 2008 / Attualità > MONICA MURA Italian Multimedia Artist & Designer. Servizi di consulenza completa, disegno e comunicazione. Spagna. 2009 > Assistente Direttore Creativo e Art Director. Studio di Disegno Grafico e Comunicazione. A Coruña. Spagna. 2006 – 2008 > Responsabile del dipartimento Multimedia. Agenzia di pubblicità. Santiago. Spagna. 2002 > Miembro del Jurado “Leo Burnett’s Cannes Predictions”.

Festival internazionale della pubblicità di Cannes. Torino, Italia.

13


MONICA MURA PROGETTO OPERE CONTATTO


PROGETTO “OPRESIÓN, breaths after coma” Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza

Artista: Monica Mura Tecnica: COLLAGE MULTIMEDIALE (creatività, stilismo, trucco artistico, acconciatura, fotografia digitale, manipolazione e trattamento delle immagini).

“OPRESIÓN, breaths after coma” è un progetto in corso che vuole aprire un dialogo sull’oppressione sociale come una forma di violenza in risposta al disagio che da tempo si respira per le strade, si vede nei telegiornali, e si muove attraverso le reti sociali. Attualmente si compone di 9 collage multimediali realizzati da Monica Mura dall’ottobre del 2012. 15


PROGETTO

Un’opera multimediale:

Consapevole del fatto che la realtà attuale è stimolata dalla onnipresenza

delle tecnologie dell’informazione e della Comunicazione, Mura cerca di esprimere i processi di cambiamento socioculturale, in continua evoluzione, influenzati dalla cultura digitale e dalla liberazione dell’informazione grazie ad Internet. Con il collage multimediale, usa la forza della natura ibrida dei nuovi media digitali che rompono i limiti intrinseci della produzione dei mezzi di comunicazione tradizionali. In questo modo è libera di spaziare senza limiti durante il processo di creazione, privilegiando l’intenzione con cui articola il risultato piuttosto che la natura delle procedure impiegate.

Con tutti i sensi:

Questo progetto rivendica la libertà. Vuole rompere barriere, incluse le intrinseche

nell’opera visiva. Pertanto Mura vuole acquisire le abilità necessarie per rendere accessibile la sua opera alle persone con qualsiasi grado di capacità visiva. Attualmente sta studiando la possibilità di tradurre le immagini attraverso le tecniche di audiodescrizione. Oltre a facilitare l’inclusione di gruppi che a volte sono esclusi per la loro diversità, “OPRESIÓN, breaths after coma” vuol essere uno spazio di riflessione, apprendimento, crescita e sviluppo , sia a livello individuale che a livello collettivo.

La metamorfosi dell’immagine: Durante la creazione, Mura ribalta il concetto di fotomontaggio e invece di far si che la fotografia sembri più reale, manipola l’immagine in senso contrario, proprio per farle perdere l’ apparenza di fotografia pura, ottenendo finalmente un’immagine che abbandona deliberatamente la sua condizione fotografica per trasformarsi in un’altra cosa.

16


Una tela effimera: La pelle riveste dei ruoli molto importanti per l’essere umano. Oltre ad essere l’organo più grande del corpo, agisce tanto da barriera prottetrice, come da sistema di comunicazione con ciò che ci sta attorno. Per questo motivo, man mano che invecchia, conserva i segni delle esperienze e delle lotte delle persone: rughe, cicatrici, macchie, nei, pori marcati... che solitamente si cerca di combattere e nascondere con creme e trucchi. In “OPRESIÓN, breaths after coma” la mappa corporale e le imperfezioni di ogni persona si trasformano in trama per creare una tela perfetta. Mura le risalta ed evidenzia come segni di esperienze e simboli di forza e saggezza. Infine la pelle quale rigenerazione costante, riflette lo spirito delle opere: le sue cellule realizzano un lavoro straordinario di rinnovamento, lo stesso lavoro che implica il rinnovamento dell’individuo.

Il corpo femminile: La violenza contro le donne continua ad essere un grave problema sociale. In “OPRESIÓN, breaths after coma” la donna mostra il proprio corpo cosciente della reale armonia e bellezza dell’imperfezione, lottando in questo modo contro i pregiudizi, la censura e i silenzi. Questa scelta è un omaggio a tutte le donne che rivendicano il diritto al proprio corpo.

Una mappa emozionale: Le opere, oltre ad essere pubblicate nella web personale dell’artista, viaggeranno per le reti sociali. Chi lo desidera può partecipare alla creazione di una Mappa Emozionale condividendo le sue emozioni con un testo, una frase, una poesia, un haiku, o solo una parola. L’idea è di tenere traccia delle emozioni suscitate dalle opere nel pubblico durante le varie fasi di presentazione del progetto catturando dai sentimenti iniziali, risultanti da un livello di lettura più superficiale, per raggiungere le emozioni evocate da un’analisi più profonda dei dettagli di ogni collage per avere finalmente una visione globale e congiunta del progetto. 17


MONICA MURA PROGETTO OPERE CONTATTO


OPERE

Durante la prima fase di presentazione del progetto si vuole creare uno spazio neutrale dove chi guarda le opere può sentire, vivere ed emozionarsi con totale libertà, senza condizionamenti. Per questa ragione non saranno pubblicati i nomi delle donne che posano per il progetto, ne i titoli, i temi, nemmeno le spiegazioni di ogni collage. Inoltre sarà possibile apprezzare solo qualche dettaglio a grandezza completa. Chi voglia partecipare nella creazione della “Mappa Emozionale”, può utilizzare la pagina per le note. 19


21


23


25


27


29


31


33


35


37


MONICA MURA PROGETTO OPERE CONTATTO


T. (+34) 981 30 70 46 M. (+34) 637 91 80 93 info@monicamura.com

monicamura.com


Profile for MONICA MURA Italian Multimedia Artist & Designer

"OPRESIÓN breaths after coma". Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza  

http://www.monicamura.com/opresion/ “Questo progetto nasce in risposta alla sofferenza sociale che respiriamo ogni giorno per le strade, nei...

"OPRESIÓN breaths after coma". Dialogo sull’oppressione sociale come forma di violenza  

http://www.monicamura.com/opresion/ “Questo progetto nasce in risposta alla sofferenza sociale che respiriamo ogni giorno per le strade, nei...

Advertisement