Issuu on Google+

Muditeca

Vignola I

N

F

O

R

M

A

Città di Vignola News - Periodico di informazione dell’Amministrazione comunale Anno XX - n. 3 - Settembre 2013

I progetti dei ragazzi delle Scuole Medie dell’Unione Originali e tecnologi. Chi pensa che i musei, in particolare i piccoli musei, siano “vecchi” e poco attraenti per i giovani, dovrà ricredersi dopo aver visto gli elaborati realizzati dalle ragazze e dai ragazzi delle Scuole Medie degli otto Comuni dell’Unione Terre di Castelli per la promozione e la valorizzazione dei Musei del territorio. Tra le proposte, a farla da padrone è il mondo del web, con la creazione di siti dedicati e interattivi e la condivisione di immagini, idee ed eventi tramite i social network, in particolare Facebook e Twitter. Tutti gli elaborati verranno stampati, riprodotti ed esposti il 7 e l’8 settembre nello stand dedicato a Muditeca a Bambinopoli. segue a pag. 4

Editoriale

MCM Museo del Cinema Antonio Marmi Inaugura venerdì 20 settembre presso il Teatro Ermanno Fabbri, nell’ambito di Poesia Festival, la prima sezione del MCM – Museo del Cinema Antonio Marmi. Si tratta della prima sezione - la seconda verrà allestita nel 2014 all’interno di Palazzo Barozzi - di un Museo interamente dedicato al cinema e fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale, dalla Fondazione di Vignola e dai familiari di Antonio Marmi che hanno messo a disposizione della città il loro “tesoro”. Un’impressionante raccolta di oggetti e documenti sulla storia e la tecnica del cinema e del precinema che Antonio Marmi ha cercato e collezionato per tutta la vita e che ora, a otto anni dalla sua scomparsa, diventeranno patrimonio comune della cittadinanza vignolese. Macchine grandi e piccole provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti, oggetti meravigliosi come lanterne magiche e teatrini delle ombre, proiezioni d’epoca e cortometraggi. Centinaia di oggetti raccolti seguendo un’unica grande passione: l’amore per il cinema e la volontà di condividere questo amore con altri, appassionati e non. Una collezione che negli anni si è arricchita di pezzi unici e preziosi, alcuni dei quali addirittura restaurati da Marmi con i pezzi originali, e che ha finito per affascinare anche molti esperti del settore e produttori di fama internazionale, desiderosi di accludere alle loro collezioni alcuni dei cimeli di Marmi. Ma il desiderio di Marmi prima e della sua famiglia ora è sempre stato un altro: poter condividere questo importante patrimonio con la città in cui Marmi è vissuto e ha svolto la propria attività, in cui ha fondato il Cineclub Vignolese e ne è stato l’anima per anni. Adesso questo desiderio, fortemente sostenuto da Comune e Fondazione, si realizza attraverso l’inaugurazione di questa mostra permanente presso il Teatro Fabbri e la futura realizzazione della seconda sezione presso Palazzo Barozzi. Il Museo, che è già stato inserito nel sistema Muditeca - il Museo Diffuso dell’Unione Terre di Castelli - arricchisce le occasioni culturali e turistiche per visitare Vignola e il territorio dell’Unione Terre di Castelli con una collezione di pezzi eccezionale per qualità e numero. Per concludere voglio rivolgere un particolare ringraziamento all’Associazione Mezaluna M. Menabue per la collaborazione. Il Sindaco Daria Denti

www.comune.vignola.mo.it Per saperne di più puoi collegarti al nuovo sito web della Città di Vignola. Oppure puoi rivolgerti allo Sportello 1 presso la sede comunale o telefonando al numero 059 777 550.

Bambinopoli e Poesia Festival Tornano anche quest’anno i due appuntamenti di settembre divenuti ormai una tradizione per Vignola e i Comuni dell’Unione Terre di Castelli: Bambinopoli e Poesia Festival. La grande festa dedicata a tutte le bambine e i bambini, giunta ormai alla sua tredicesima edizione, sabato 7 e domenica 8 settembre trasformerà l’intera città in tre regni incantati in cui i bambini di tutte le età potranno divertirsi, giocare, praticare sport, fare esperienze insolite e conoscere nuovi amici. Il tutto allietato da musica e spettacoli di intrattenimento e “condito” dalle gustose specialità locali. A farla da padrona dal 19 al 22 settembre sarà invece la poesia che ritorna nei sette comuni modenesi dell’Unione Terre di Castelli, di Castelfranco E. e Maranello. Grandi autori declameranno versi che hanno fatto la storia della poesia, persino nomi internazionali come Durs Grünbein, uno dei massimi poeti della Germania post-riunificazione e il famoso poeta inglese Tony Harrison. Insieme a loro saliranno sul palco anche Michele Placido, Simone Cristicchi, Massimo Bubola e tanti altri. Oltre 30 eventi in quattro giorni, tutti gratuiti. gli articoli a pag. 2 e 3

Museo del Cinema A. Marmi Inaugura venerdì 20 settembre il MCM - Museo del Cinema Marmi all’interno del Teatro Ermanno Fabbri. Una collezione eccezionale di macchine, oggetti e documenti che testimoniano la passione di una vita per il cinema e la sua storia. L’articolo è a pag. 5

McM

Museo del Cinema Antonio Marmi

Special Olympics Si svolge sabato 21 settembre presso l’ex Mercato Ortofrutticolo il lancio dei Giochi Regionali di Special Olympics, gare ed eventi per bambini e ragazzi con disabilità intellettive, che si terranno nella primavera del 2014. L’articolo è a pag. 3


Vignola I

N

F

O

R

M

Cultura

A

19-22 settembre 2013: Poesia Festival Nei comuni dell’Unione e a Castelfranco Emilia e Maranello torna Poesia Festival per la sua nona edizione La poesia che racconta i grandi momenti della Storia, i poeti che si fanno testimoni delle svolte e dei drammi che cambiano il mondo. Questo il racconto della nona edizione di Poesia Festival, che si svolgerà nell’Unione Terre di Castelli e nei comuni di Castelfranco Emilia e Maranello dal 19 al 22 settembre. In continuità con l’idea di parlare di poesia attraverso le parole e le letture dei maggiori poeti contemporanei, assieme al contributo di noti musicisti, attori e personalità dello spettacolo. Alla kermesse di settembre interverranno artisti come Michele Placido, in scena con uno spettacolo dedicato a Pablo Neruda, poeta delle grandi passioni umane e politiche, e Simone Cristicchi con il toccante Li romani in Russia, dedicato alla tragedia della campagna di Russia. Non mancheranno momenti in musica, come l’appuntamento con il cantautore Massimo Bubola, autore raffinato e cantore delle tante sfumature della realtà, e altri dedicati alle sperimentazioni, come nella serata con Pierpaolo Capovilla dedicata a Pasolini, intellettuale tra

i più ricettivi verso i grandi cambiamenti della società e del costume. Come sempre, molti i poeti contemporanei protagonisti di letture in pubblico. Umberto Piersanti, poeta dei luoghi e della memoria, terrà la lezione introduttiva. Tra i protagonisti della poesia italiana di oggi saranno presenti tra gli altri Giuliano Scabia, Carlo Bordini, Stefano Dal Bianco e Pierluigi Bacchini. Continua inoltre il dialogo di Poesia Festival con i maggiori rappresentanti della poesia internazionale, dialogo che quest’anno si arricchisce di presenze di altissimo prestigio. Saranno infatti al festival di settembre il tedesco Durs Grünbein, tra i maggiori autori europei della sua generazione, nato nell’ex DDR e testimone della riunificazione, poeta “pensante” e dotato di uno stile elegante e vertiginoso; e Tony Harrison, apprezzato poeta inglese, da sempre esponente di una letteratura attenta ai disagi della società moderna e impegnato a svelare le contraddizioni della sua Inghilterra, autore per il teatro e protagonista di innovativi esperimenti, come il mediometraggio di poesia “V.” scritto e realizzato negli anni Ottanta, e le poesie dal fronte della Bosnia dilaniata dalla guerra pubblicate dal «Guardian» negli anni Novanta. Come sempre prestigiosi gli appuntamenti a Vignola, a partire dall’inaugurazione che si terrà presso il Teatro Ermanno Fabbri giovedì 19 settembre con la Lezione Magistrale di Umberto Piersanti dedicata a memoria, natura, biografia. La poesia per Piersanti è uno squarcio che apre rivelazioni nel tessuto uniforme della realtà. Una lezione all’inizio del festival per imparare ad aprire gli occhi

2

su altre dimensioni. A seguire poesia sul palcoscenico con Michele Placido con Todo el amor - Omaggio a Pablo Neruda. La passione amorosa raccontata dal suo cantore per eccellenza. Uno spettacolo in equilibrio tra la voce calda di un grande attore e una danza che mette in scena il magnetismo e l’attrazione di due corpi. Neruda come non lo avete mai visto, a quarant’anni dalla scomparsa. Venerdì 20 settembre la giornata si aprirà con l’Inaugurazione, dalle ore 16 alle ore 19 presso il Teatro Fabbri, della prima sezione del MCM - Museo del Cinema Antonio Marmi. Per tutta la vita Antonio Marmi, cittadino vignolese, ha raccolto oggetti e documenti sulla storia e la tecnica del cinema e del precinema, collezionando centinaia di macchine, piccole e grandi, provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti. La famiglia mette a disposizione di cittadini e visitatori la collezione attraverso una selezione di pezzi che viene ora esposta in modo permanente al Teatro Ermanno Fabbri e che costituisce la prima se-

zione del MCM, Museo del Cinema Antonio Marmi. L’esposizione è visitabile anche il 21 e il 22 settembre dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19 Sempre venerdì 20 alle 17.30 presso la Sala dei Contrari della Rocca Giuliano Scabia legge le sue poesie e dialoga con Alberto Bertoni offrendo al pubblico lo spettacolo dell’inesausto corteggiamento dell’oralità, la dimensione teatrale fuori dal teatro, l’attenzione alla poesia del marginale. Tutto questo in un percorso originale, congiungendo i punti di una galassia espressiva grande come il mondo. Alle 18.30 Alessandro Bergonzoni presenta il suo nuovo libro di poesie. Un funambolo della parola si misura con la forma della poesia nel suo ultimo lavoro. Originale, coinvolgente, spiazzante: anche in questa nuova veste non tradirà le attese. Sabato 21 settembre è la volta dei più giovani che alle 9.30 metteranno in scena al Teatro Fabbri Il viaggio di Odisseo, le avventure senza tempo di Odisseo e il suo viaggio tremendo sulla via di casa. Con una sola idea in testa: riabbracciare Penelope e il figlio Telemaco. Ma a Itaca sarà davvero tutto come un tempo? Uno spettacolo

di Teatro dell’Orsa con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado dell’Unione Terre di Castelli. Sempre sabato 21 alle 18.30 presso la Sala dei Contrari della Rocca Durs Grunbein e Tony Harrison leggono le loro poesie e dialogano con Roberto Galaverni. Due ospiti di altissimo profilo si incontrano, e incontrano il pubblico, per confrontarsi sulla memoria dei luoghi, sul mutare delle geografie e sull’esperienza della poesia. Un’idea di Europa, che nasce dalla penna, tra passato, presente e futuro.


Eventi per la Comunità

Vignola I

N

F

O

R

M

A

Bambinopoli, la festa delle bambine e dei bambini Sabato 7 e domenica 8 settembre Vignola si trasforma in tre paesi fantastici - dei Campanelli, delle Meraviglie, dei Balocchi e dello Sport - per la gioia di tutti i bambini. Torna infatti per la sua tredicesima edizione Bambinopoli, la festa dedicata alle bambine e ai bambini, ai loro genitori, zii, nonni e amici. Dal 2008 “Bambinopoli” è entrato a pieno diritto nel vocabolario Treccani come neologismo che significa: “Città dei bambini, spazio pubblico attrezzato per l’accoglienza e il divertimento dei bambini”. Ebbene, da ormai tredici anni, il primo week end di settembre Vignola si tramuta in una grande bambinopoli in cui i bambini, coi loro giochi, i loro sogni e le loro passioni, sono gli incon-

trastati protagonisti. E accanto a loro gli adulti, quelli che hanno contribuito a realizzare la festa e tutti quelli che, accompagnando figli e nipoti, tornano un po’ bambini per un intero fine settimana. Numerosissimi gli appuntamenti, resi possibili dalla collaborazione, ormai consolidata e che si rinnova ad ogni festa o evento, tra amministrazione, enti, associazioni e commercianti. Si va dalla musica allo sport, dai laboratori creativi ed espressivi alle letture animate, dall’incontro con le forze dell’ordine alle esercitazioni con i pompieri. Il tutto condito con specialità locali e leccornie di ogni tipo! Per il programma completo visionare www.comune.vignola.mo.ti oppure www.vignolagrandidee.it

Special Olympics Giochi e competizioni per ragazzi con disabilità intellettiva Sabato 21 settembre presso l’ex Mercato Ortofrutticolo ci sarà il lancio dei Giochi Regionali delle Special Olympics che si terranno il 25 e il 26 aprile 2014. Special Olympics è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per ragazzi ed adulti con disabilità intellettiva attivo in più di 170 paesi e che coinvolge circa 4 milioni di ragazzi e adulti. Special Olympics Inc è riconosciuto dal Comitato Olimpico Internazionale, così come il Comitato Paralimpico. Le due organizzazioni sono però separate e distinte. Mentre il Comitato Paralimpico opera coerentemente con i criteri dei Giochi Olimpici con gare competitive riservate ai migliori, Special Olympics ovunque nel mondo e ad ogni livello (locale, nazionale ed internazionale), è un Programma educativo, che propone ed organizza allenamenti ed eventi solo per persone con disabilità intellettiva e per ogni livello di abilità. Le manifestazioni sportive sono aperte a tutti e premiano tutti. L’Associazione All Blacks Bowling per ragazzi disabili, l’Associazione Luci di Come Te di Castelvetro e l’ASP G. Gasparini di Vignola, in collaborazione con Special Olympics Italia organizzano per il 25 e il 26 aprile 2014 i Giochi Regionali in cui saranno presenti le delegazioni dell’Emilia Romagna di 4 o più discipline con l’obiettivo di offrire un momento ludico, educativo e sportivo a ragazzi con disabilità e al contempo sensibilizzare la comunità locale permettendole di vivere momenti di scambio, conoscenza e divertimento in assoluta gioia e serenità. A lanciare l’iniziativa, sabato 21 settembre presso l’ex Mercato Ortofrutticolo a Vignola, circa 80 atleti disabili si sfideranno in una gara di bowling. Previsti anche un punto informativo, un punto ristoro e tanta musica. Potranno partecipare tutti i ragazzi che vorranno e naturalmente tutti quei cittadini che vorranno offrire un contributo a favore della manifestazione, al fine di non dover rendere troppo onerosa la partecipazione degli atleti e dei loro familiari.

SORDITA’? PROBLEMI DI UDITO? BIOACUSTICA Serapini STUDIO SORDITA’

Gelati, Torte gelato e Semifreddi artigianali Novità:

consegna a domicilio dalle 17 alle 22 Tutta la freschezza e la bontà del nostro gelato direttamente a casa tua telefona al 059 765066

tel. 059 210289

Torte per ogni ricorrenza e cerimonia in pasta di zucchero

Il programma esclusivo per risolvere i problemi della sordità.

Ci trovate anche al Conad Marco Polo con i nostri gelati, i semifreddi e le torte (compreso sabato e domenica)

Con il nuovissimo sistema digitale automatico i nostri apparecchi acustici su misura Le consentiranno un ascolto ottimale.

Prove gratuite a VIGNOLA filiale Bioacustica Serapini via A. Plessi, 2 tutti i MERCOLEDÌ al mattino Convenzionato USL e INAIL

Assistenza capillare in tutta Modena e provincia

di Stilo Francesca & C. s.a.s.

Via N. Tavoni, 3 - 059 765066 - 41058 Vignola (Mo)

3


Vignola I

N

F

O

R

M

Cultura - Unione Terre di Castelli

A

Muditeca - I progetti dei ragazzi delle Scuole Medie Originali e hi-tech le proposte fatte dai ragazzi delle Scuole Medie degli 8 Comuni dell’Unione Terre di Castelli per la promozione e la migliore fruibilità dei Musei del territorio. Dopo aver fatto visita durante l’anno scolastico a un museo dell’Unione, non del proprio comune, gli studenti delle scuole medie hanno presentato un progetto, un elaborato di qualsiasi tipo, per la promozione e la valorizzazione di quel museo e dell’intera rete Muditeca. Gli elaborati, pervenuti quasi tutti, spaziano dal gioco del Memory con i minerali alla

creazione di segnalibri dedicati, dalla realizzazione di una mappa dettagliata all’invenzione di un logo accattivante che unisce due musei. Le proposte si rivolgono anzitutto verso il web e il mondo dei social network, ma non dimenticano neppure la musica e il buon cibo. Da non trascurare neppure l’aspetto economico, prevedendo l’apertura di bookshop con testi scientifici e non, immagini, gadget e souvenirs. Tra i suggerimenti, molti anche quelli rivolti a rendere i musei più fruibili e accattivanti, dal dipin-

Il Museo Civico A. Roffi di Vignola e la Scuola Media di Guiglia La Scuola Media dell’Istituto Comprensivo Montecuccoli di Guiglia abbinata al Museo Civico A. Roffi di Vignola. I ragazzi hanno realizzato il gioco del Memory, con 40 carte divise in gruppi di minerali. Oltre al Memory gli studenti hanno anche ideato un laboratorio per la costruzione di fossili con sale, farina, caffè freddo e fondi di caffè.

gere le pareti con colori pastello o vivaci, al trasmettere musica a basso volume e a mostrare immagini o gli artisti al lavoro attraverso video muti. Tutti gli elaborati verranno stampati, riprodotti ed esposti il 7 e l’8 settembre nello stand dedicato a Muditeca a Bambinopoli. Gli elaborati mancanti verranno consegnati a breve e stampati. Per maggiori informazioni visionate il sito www.comune.vignola.mo.it Ufficio Eventi Tel. 059 777587

I Musei Fili d’Oro e Musa di Castelvetro e la Scuola Media di Savignano La Scuola Media dell’Istituto Comprensivo G. Graziosi di Savignano abbinata al Museo dei Fili d’Oro e al Museo della Musa di Castelvetro. I ragazzi hanno realizzato una serie di segnalibri con immagini delle opere presenti in uno dei due musei.

I Musei della Venere e dell’Elefante di Savignano e la Scuola Media di Zocca

“Museo Diffuso: Museo del Castagno e del Borlengo”

I Musei del Castagno e del Borlengo di Zocca e la Scuola Media di Marano La Scuola Media dell’Istituto Comprensivo G. Graziosi di Marano abbinata al Museo del Castagno e al Museo del Borlengo di Zocca. I ragazzi hanno realizzato un depliant con da un lato la mappa del territorio e dall’altro una breve scheda informativa sulle attrazioni locali: il Museo del Castagno, il Museo del Borlengo, Exploraria, il Bosco delle Betulle e i Greppi della Ruzzola.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Zocca abbinato al Museo della Venere e al Museo dell’Elefante di Savignano. I ragazzi hanno realizzato un logo, il Venelante, che unisce in un’unica immagine la Venere e l’Elefante.

La Casa dell’Acqua di Vignola Aiuta l’Ambiente e risparmia ! in Piazza Maestri del Lavoro (Brodano) L’acqua arriva direttamente dal pubblico acquedotto ed è sottoposta ai seguenti trattamenti: • Prefiltrazione su tessuto antimicrobico pieghettato • Filtrazione su carbone attivo in modo da trattenere odori, sapori e cloro residuo • Post-filtrazione, con affinamento finale su tessuto da 1 micron • Debatterizzazione mediante irraggiamento ultravioletto.

4

Costo: Naturale 0,05 cent. / litro – Gassata 0,10 cent. / litro


Vignola

Cinema

I

N

F

O

R

M

A

MCM - Museo del Cinema Antonio Marmi Inaugura venerdì 20 settembre presso il Teatro Ermanno Fabbri la prima sezione del Museo del Cinema Antonio Marmi, costituito da centinaia di oggetti e documenti sul cinema e la sua storia raccolti nel corso di una vita dal vignolese Antonio Marmi, appassionato cineamatore e collezionista. Questo primo allestimento presenta un percorso incentrato soprattutto sul precinema, sul cammino creativo che dall’immagine fissa ha portato all’illusione del movimento, dalla visione individuale e di pochi alla possibilità di fruizione collettiva di immagini in movimento. Oggetti “meravigliosi” quali lanterne magiche, kinetoscopio, zootropio, taumatropio, fenachistiscopio e scatole ottiche, permettono un viaggio suggestivo all’origine della settima arte. Nella collezione di Marmi troviamo anche il Teatro delle Ombre, alcuni stereoscopi, innumerevoli vetrini illustrati a colori, meccanizzati e non, che

facevano la gioia di grandi e piccini quando venivano proiettati accompagnati da un commento parlato. Ci sono cineprese e proiettori dei primi anni del ‘900, fino ai grossi proiettori ad arco voltaico usati fino a qualche decennio fa nelle sale cinematografiche, anche vignolesi (tra le quali il Cinema Bagnoli e il Cinema Giardino). Moltissimi sono pure i manifesti e le locandine e i “cartelloni” di vecchi film muti e dei primi anni del sonoro. Selezioni della raccolta Marmi, i cui pezzi superano certamente il doppio migliaio, compresi gli spezzoni di importanti film muti (Charlot, Ridolini, Stanlio e Ollio), sono state esposte in significative occasioni: alla Fiera di Modena 1987 col titolo “I primi passi del cinema 1900-1940”, al XVI Settembre Formiginese 1987, alla Fiera Antiquaria “Città di Sestola” luglio 1988, alla Festa Nazionale dell’Amicizia di Arona 1991 col titolo “C’era una volta il cinema”, visitato da importan-

ti personalità della politica del tempo, a Vignola e a Barbezieux nel 1992 per le celebrazioni del decennale del gemellaggio dei due Comuni col titolo “Gli albori del cinema - L’aube du cinéma”, nel settembre-ottobre 1993 alla 1a Rassegna sul Cinema di Fanano e in diverse occasioni a Vignola.

Ora tutte queste meraviglie del cinema sono a disposizione di vignolesi e visitatori, in attesa della realizzazione della seconda sezione che inaugurerà nel corso dei prossimi mesi. Fin dalla sua nascita, infine, il Museo del Cinema Marmi è stato inserito all’interno di Muditeca, il Museo Diffuso dell’Unione

Terre di Castelli che riunisce le strutture museali presenti negli otto comuni dell’Unione, pronto ad essere valorizzato all’interno di un sistema sinergico in un’ottica di promozione culturale del territorio. Il tutto con il coinvolgimento delle scuole e delle realtà economiche locali.

McM

Museo del Cinema Antonio Marmi

ANMIL Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro È attiva la sede di Vignola di ANMIL, Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro, che assiste e tutela gli infortunati sul lavoro e le loro famiglie, promuove iniziative tese a migliorare la normativa sulla prevenzione e tutela del lavoro sicuro, offre alla categoria e ai soci sostenitori numerosi servizi di sostegno nei settori previdenziali ed assistenziali. Questi gli orari della sede vignolese: martedì e venerdì dalle 15.30 alle 18.30. Tel: 059/762350 e, solo per emergenze, 331/1932281 email vignola@anmic.mo.it

5


Vignola I

N

F

O

R

M

Bilancio

A

Un bilancio che guarda alle famiglie e alle imprese “Il nostro compito di guide delle città è pensare, è essenzialmente quello di meditare: se non meditiamo siamo soltanto dei direttori generali”. Giorgio La Pira In tempo di crisi, è facile scivolare nell’autocommiserazione, nella banale contrapposizione tra Stato e Comuni, nella difesa ad oltranza del localismo. Più difficile la scelta di rimboccarsi le maniche per trovare, insieme, soluzioni sostenibili e condivise. • Un bilancio, quindi, quello che Vignola ha approvato che attua delle scelte dolorose, ma che allo stesso tempo cerca strumenti di valorizzazione delle proprie risorse e che beneficia degli sforzi fatti in questi ultimi anni dai cittadini, dalle imprese, dai dipendenti comunali e dalle associazioni. • Un bilancio ridotto all’essenziale, al necessario, ma franco e chiaro nelle sue scelte strategiche. Alla sua base alcune consapevolezze: le difficoltà sempre crescenti delle famiglie, la crisi ormai permanente del tessuto economico, l’esigenza di una prospettiva migliore. Queste consapevolezze hanno, quindi, indirizzato il nostro cammino: nessun aumento della pressione fiscale, confermati i contributi per le attività produttive, stesso impegno per le politiche sociali e l’istruzione. Non sono state aumentate le aliquote imu, l’addizionale irpef e le tariffe per i servizi erogati. Inoltre è stato creato un fondo “salvatares” di 40 mila euro per mitigare gli effetti negativi su imprese e famiglie che l’introduzione della nuova tassa sui rifiuti potrà avere. Si è previsto un nuovo fondo di 100 mila euro per sostenere le imprese fortemente provate dalla crisi, dall’Imu e dalla rivalutazione dei coefficienti per il calcolo della rendita catastale. Infine, per migliorare la viabilità e per dare ossigeno all’economia locale, il capitolo per la manutenzione stradale è stato incrementato da 100 mila a 250 mila euro. • Un bilancio che promuove le eccellenze del territorio, che unisce a strumenti già consolidati, come il mercato contadino, spazi nuovi come il Mercato della Terra permanente con prodotti agroalimentari di qualità sotto la supervisione

di Slow Food, con un occhio di riguardo per l’ambiente. Non solo, un bilancio che cercherà di incrementare quella che è la vocazione turistica e commerciale della nostra città, attraverso l’apertura del primo Punto d’Informazione Turistica (PIT) del Comune di Vignola, una sperimentazione nata da una collaborazione con l’associazione Mezaluna, al fine di condividere la creazione di una rete di persone stimolate all’accoglienza. • Un bilancio che non si lascia incantare dal “massimo ribasso”, consapevole che il lavoro nero e l’evasione contributiva rischiano di diventare elemento strutturale del mercato del lavoro, sempre attento al preoccupante fenomeno delle infiltrazioni mafiose e della criminalità organizzata nella costruzione di opere pubbliche. Un bilancio che sceglie di aderire al protocollo provinciale per gli appalti anche in un momento di tagli e ristrettezze. • Un bilancio che reinventa il rapporto con il proprio patrimonio, che sposta in un capannone “confiscato” il proprio magazzino, liberando oltre 70 mila euro all’anno; che dall’ex-Enel ricava 12 nuovi alloggi popolari; che inventa un Museo all’aperto del ciliegio in un’area altrimenti sottoutilizzata; che dall’invendibile Ex Toschi progetta la sede di associazioni locali. • Un bilancio che beneficia dello spazio finanziario concesso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che libera risorse pari a 1.100.000 euro per sostenere i pagamenti non estinti all’8 aprile 2013, ma che ribadisce la necessità di rivedere e di attenuare il Patto di Stabilità tra le priorità del governo e nel confronto con le autorità dell’Unione Europea”. • Un bilancio che valorizza le competenze interne, e ribadisce come l’anno passato che è possibile progettare, innovare e riorganizzare utilizzando oltre l’85% in meno delle consulenze e degli incarichi del 2009. • Un bilancio che sprona gli altri Enti con cui collabora e che determina ad attuare gli stessi sforzi organizzativi e di maggior efficienza, senza toccare la qualità dei servizi erogati: da qui un minor trasferimento di circa il 5% all’Unione Terre di Castelli e la proposta

al Cda dell’Asp Gasparini di ridurre ulteriormente, oltre al 10% da loro già deliberato, i costi diretti e indiretti della propria attività. • Un bilancio che a fronte di sempre minori risorse, intensifica i controlli sulle agevolazioni e sugli isee, riduce i tempi per l’attivazione del-

la riscossione delle morosità, potenzia le sinergie e il coordinamento tra sociale e rigore. • Un bilancio che emerge da un confronto franco tra le diverse sensibilità presenti in Consiglio comunale, che cerca di porre al centro della discussione la sostanza e non la forma, e che

prova a raccogliere alcune delle sollecitazioni emerse negli incontri preparatori aperti a tutti i consiglieri: tanti gli emendamenti presentati e accolti, con modifiche o integralmente. • Un bilancio che delle idee di ognuno di noi, ne fa risorsa per il territorio.

“ … È preferibile sforzarsi di accendere un lume, anziché inveire contro le forze oscure del male” Federico Caffè

Scec: Buoni Locali di Solidarietà Il Comune di Vignola ha aderito all’iniziativa dell’Associazione ArcipelagoScec introducendo anche sul nostro territorio gli Scec, ovvero uno strumento che permette di acquistare a prezzi scontati senza intaccare il guadagno di chi vende. Propriamente lo Scec non è una moneta ed è nella forma più simile ad un buono sconto anche se in realtà è molto di più, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista sociale. Gli Scec, infatti, sono la rappresentazione di un atto di fiducia circolare, buoni distribuiti gratuitamente che vengono usati in percentuale con gli euro determinando un minor costo quando acquistiamo. Gli Scec sono un mezzo per sviluppare fiducia e coesione sociale, un patto tra famiglie e imprese per trattenere e far circolare la ricchezza nei propri territori. Un atto di solidarietà concreta per ridurre i prezzi senza diminuire i redditi. L’utilizzo dello Scec aiuta le aziende, restituisce maggiore potere di acquisto alle famiglie, riconsegna benessere e sovranità ai territori. Ma esattamente cosa sono e come funzionano gli Scec? Gli Scec, il cui nome esatto è Buoni Locali di Solidarietà Scec sono un patto stretto fra persone, imprese commerciali, artigiane, agricole, professionisti ed Enti Locali, al fine di promuovere localmente lo scambio di beni e servizi accettando in cambio una percentuale del prezzo in Buoni (minimo 5%). Si utilizzano presso commercianti, artigiani, professionisti, aziende iscritte ad Arcipelago che li accettano in una percentuale dal 5 al 30% come riduzione del prezzo in Euro. Si ottengono in vari modi: iscrivendosi gratuitamente all’Associazione si ricevono 100 Buoni Locali Scec, oppure svolgendo attività di volontariato presso associazioni che riconoscono come rimborso del lavoro fatto un controvalore in Scec. I Buoni sono sia cartacei che elettronici: al momento dell’iscrizione viene aperto il ContoScec (totalmente gratuito) dove vengono caricati i 100 Scec iniziali, il nuovo Socio può spenderli per via elettronica, oppure trasformarli in forma cartacea; per questa operazione basta recarsi al PuntoScec più vicino. Il Buono Locale ha un rapporto 1:1 con l’euro (1 Scec = 1 Euro), non è convertibile e si utilizza insieme agli euro. Un progetto, in breve, fatto dalla gente per la gente, che non ha alcuno scopo di lucro. I soli costi a carico degli associati saranno il rimborso delle spese di stampa dei Buoni Locali ŠCEC e altri piccoli costi per la gestione degli strumenti informatici. La quota associativa è quindi invero simbolica, 10,00 Euro + 10,00 ŠCEC annui per i Soci Ordinari ed una donazione libera per i Soci Fruitori ad ogni distribuzione. Per comprenderne il meccanismo, basterà fare un semplice esempio: chi vende, negoziante o imprenditore (soci accettatori), dopo aver aderito alla rete, fissa per i suoi prodotti uno sconto compreso tra il 5% e il 30% relativo ai “soldi veri” - gli euro - mentre al prezzo base si arriverà con l’adeguata aggiunta di scec. Esempio: se l’articolo o la prestazione costano 50 euro e l’esercente ha deciso uno sconto del 20%, allora il cliente potrà pagare con 40 euro e 10 scec. E il venditore, a sua volta, dopo aver incassato gli scec potrà trasformarsi in acquirente (socio fruitore) in qualsiasi momento, spendendoli in altre attività iscritte all’Arcipelago, sempre col cambio 1 euro -1 scec. Lo scopo, condiviso dal Comune di Vignola che ha investito la Vignola Patrimonio della realizzazione del progetto sul territorio, è quello di ridare slancio ai territori poiché ancorando la spesa al circuito locale si favoriscono gli investimenti nell’economia reale e, quindi, si genera benessere nello stesso territorio. Inoltre il beneficio è duplice, traendone vantaggio sia il consumatore che il venditore: per i consumatori è una reale diminuzione dei prezzi ed un equivalente aumento del proprio potere d’acquisto; per gli operatori economici è un’opportunità per aumentare il giro di affari incrementando il numero e la fedeltà dei clienti. Lo Scec, infatti, misurando la riduzione del prezzo, di fatto misura un atto di reciprocità, una misura concreta della solidarietà all’interno della comunità. Per garantire il decollo di questo progetto, il Comune introdurrà lo Scec nella Farmacia Comunale, organizzerà due banchetti informativi in occasione della Biciclettata popolare e di Bambinopoli, dove ci si potrà anche iscrivere all’Associazione e “guadagnare i primi Scec”, e attraverso la Vignola Patrimonio sta promuovendo incontri con le diverse associazioni di categoria al fine di incentivare da parte di imprese e liberi professionisti la propria iscrizione come soci “accettatori”. Questo strumento reintroduce nel commercio quel plusvalore umano che la globalizzazione selvaggia aveva progressivamente messo ai margini, tramutando l’uomo in puro consumatore.

Città di Vignola News

Service partner NUOVA POLO AUTO DELL’ANNO 2010

Vendita e assistenza dal 1965

6

Vignola (MO) - Via dell’Artigianato, 180 Tel. 059 771208 - Fax 059 7702840 info@galliautoservice.volkswagengroup.it

periodico di informazione dell’Amministrazione Comunale Proprietario: Comune di Vignola Ufficio Stampa e Comunicazione via Bellucci, 1 - Tel. 059/777508 Direttore responsabile: Carla Tassi Aut. Tribunale di Modena n.1164 del 30/06/1993 anno XX n. 3 Settembre 2013 Chiuso il 29/8/2013 - Copie 10.000 Progetto grafico, fotocomposizione, stampa e raccolta pubblicitaria: Visual Project Soc. Coop. Via G. Benini, 2 Zola Predosa (Bo) Unità locale di Vignola Via Primo Levi 46/66 - Vignola (Mo) Tel. 059.772.653 - Fax 059.761.742 www.tipart.com - editoria@tipart.com


Vignola

Consiglio

I

N

F

O

R

M

A

Dal Consiglio Comunale Bilancio 2013 Un Bilancio che non scarica sui cittadini le difficoltà della finanza locale e mantiene un buon livello dei servizi è un risultato positivo, data l’attuale incertezza del quadro normativo e il blocco provocato dal Patto di stabilità interno (che “congela” circa 2 Milioni di euro). Il Bilancio 2013 è frutto anche di un utile dialogo tra le forze politiche in Consiglio: ognuno ha presentato idee e proposte utili a migliorarlo già in una serie di incontri pre-bilancio, con buone integrazioni. Afferma il Sindaco: “Questa condivisione sui temi del bilancio deriva da 4 anni di costanti e progressivi tentativi di dialogo. E’ un punto di partenza, non di arrivo, ma non dimentichiamo che la riduzione delle spese

per consulenze e stipendi fa parte del DNA di questa giunta fin dal 2009”. In concreto, sono ora previsti, ad esempio: fondi da stanziare per ridurre il fisco sulle imprese; manutenzione straordinaria delle strade, malridotte da un inverno “feroce”; trasloco della Consulta delle Associazioni di Volontariato da via Bontempelli alla sede Avis con un risparmio di 12mila euro annui d’affitto; conferma dei primi stralci della costruzione Polo Scolastico e della sistemazione di via Libertà; lavori di risistemazione della Sala Consiliare. Ridotti i trasferimenti all’Unione Terre di Castelli, che razionalizzerà ulteriormente le spese di funzionamento e gestione. Stretta sugli indici Isee, con controlli più severi su mense e trasporti scolastici. Esiste già un protocollo di intesa con la

se non ce ne fossero abbastanza già costruiti e inutilizzati, in attesa di essere venduti o affittati. Ma ovviamente nessuno si è preoccupato di fare un censimento dell’invenduto o di quanto si è reso disponibile a seguito della crisi economica. Quella di consumare ancora territorio agricolo non era affatto una scelta obbligata. Tanto che 2 dei 5 comuni coinvolti dal PSC (Savignano e Castelvetro) hanno previsto davvero lo “stop al consumo di territorio non compromesso”. Vignola avrebbe dovuto fare altrettanto. Non solo perché quella era una promessa fatta in campagna elettorale! Ma anche e soprattutto perché Vignola è già oggi il comune con la più alta densità abitativa di tutta la provincia di Modena: 1.063 abitanti per kmq! Non ha senso spingere per fare crescere ancora la città! Significa aumen-

tare ancora la densità abitativa, la congestione delle strade, far peggiorare la qualità della vita degli abitanti. Invece il PSC ritiene normale uno scenario che vede gli abitanti di Vignola raggiungere i 28.000 abitanti tra quindici anni. Con una crescita della popolazione che è solo di pochissimo inferiore a quella avvenuta negli ultimi dieci anni, quando c’è stato il più grande boom di “immigrati” della storia vignolese. E tutto questo per poter dire che servono ancora più case e che dunque un altro pezzo di campagna deve essere cementificato. La lista di cittadini Vignola Cambia non ci sta e invita tutti i vignolesi a dire: basta “mangiare” la campagna con il cemento! Gruppo Consilliare Vignola Cambia

Teatro Ermanno Fabbri: la stagione 2013-2014

cità, improvvisazione e riflessione si fondono mirabilmente.

Emilia Romagna Teatri, con il sostegno del Comune e della Fondazione di Vignola, propone per la stagione 2013/2014 del Teatro Ermanno Fabbri un cartellone di qualità tra teatro, danza e musica, che vedrà ospiti alcuni fra i protagonisti più importanti della scena italiana tra i quali Filippo Timi, Franco Branciaroli, Stefano Accorsi, Paolo Rossi, Elio De Capitani. Il programma dedica, come nelle passate Stagioni, dieci appuntamenti alla prosa, tre alla danza e uno, fuori abbonamento, al teatro musicale. La rassegna di prosa aprirà con Hedda Gabler di Henrik Ibsen, per la regia di Antonio Calenda, opera che rappresenta un vertice assoluto nella letteratura teatrale ottocentesca. Nel ruolo di protagonista Manuela Mandracchia, una fra le più affermate e ammirate interpreti del teatro italiano. Il Don Giovanni, di e con Filippo Timi, vedrà quest’ultimo protagonista assoluto della scena, in uno spettacolo che unisce momenti lirici e Kitsch. Salutato con ovazioni

La rassegna di danza, si aprirà con Battito, una celebrazione delle culture del Sud interpretata dalla compagnia FlamenQueVive, che ha saputo dare vita a un coinvolgente spettacolo dedicato alle commistioni fra danza andalusa, africana e danze del Sud Italia. Il secondo spettacolo è dedicato al balletto neoclassico, con una reinterpretazione di Giselle firmata da Enzo Scigliano e portata in scena da una delle compagnia più interessanti nel panorama nazionale, lo Junior Balletto di Toscana. La chiusura è affidata ad un imperdibile gala, che vedrà protagonisti con coreografie di repertorio Giuseppe Picone e altre grandi étoile della danza provenienti dai più importanti teatri europei.

a scena aperta in occasione del debutto milanese, lo spettacolo vive di un continuo rapporto diretto con il pubblico, che rende ancora più intensa l’interpretazione di Timi. Pantani, della compagnia ravennate del Teatro delle Albe, è dedicato al più controverso protagonista del ciclismo italiano. La regia di Marco Martinelli ci offre uno spettacolo complesso, che racconta un atto d’amore verso il ciclismo attraverso la storia di coloro che amarono e stimarono l’atleta di Cesenatico: la madre Tonina, il padre Paolo, la sorella Manola. A fare da contraltare, il coro dei gregari, dei politici, degli amici, dei cronisti, dei maneggioni, dei medici, dei responsabili dell’antidoping e molti altri. Dopo il grande successo di Servo di scena  nella passata stagione, Franco Branciaroli sceglie di portare in scena Il Teatrante di Thomas Bernhard, testo raramente presentato in Italia. Un attore-autore megalomane, stretto tra la propria ambizione e la necessità della compagnia, composta dalla sua stessa famiglia impegnata a sbarcare il lunario, si trova

Guardia di Finanza per svolgere le verifiche del caso, ma occorre incrementare gli strumenti di controllo: è una nostra priorità! Gruppo Consiliare Partito Democratico Stop al consumo di territorio non compromesso Ricordate? E’ quanto dichiarato durante la campagna elettorale per le elezioni comunali del 2009 dall’allora candidato a sindaco, Daria Denti. Una promessa da marinaio. I documenti del PSC (Piano Strutturale Comunale) appena approvati dalla giunta dell’Unione e dalla giunta del comune di Vignola prevedono invece 189.000 mq di “nuovo territorio rurale urbanizzabile”. Ovvero campagna che potrà essere cementificata e trasformata in città. Nuove case, nuovi palazzi, nuovi capannoni. Come

alle prese con uno spettacolo impossibile. Elio De Capitani, che firma anche la regia e Ferdinando Bruni del Teatro dell’Elfo, portano al Fabbri Frost/Nixon. Scritto dal drammaturgo e sceneggiatore Peter Morgan, il testo ci offre uno sguardo sulla nostra società, sulla discussione sulla moralità pubblica, sul ruolo culturale dei mass media e sulla responsabilità del potere. Con Giocando con Orlando, il regista Marco Baliani rovescia il titolo dell’opera di Ariosto mettendo in primo piano la furia dell’amore non corrisposto. Stefano Accorsi, nei panni dell’eroe del poema, incarna attraverso il cambio di registro interpretativo, vocale o ritmico, molti volti, cuori, voci e corpi, restituendo il gioco ariostesco, tra sospensioni, flasback, corto circuiti. Familie Flöz, formatosi nel 1996, è una compagnia tedesca che ha sviluppato un proprio peculiare linguaggio scenico composto da commistioni fra il teatro di figura, il teatro di maschera, la danza, la clownerie, l’acrobazia, la magia, l’improv-

visazione. Presenterà il più noto fra i suoi spettacoli, Hotel Paradiso: un giallo ambientato in un hotel sulle Alpi pieno di umorismo, sentimenti travolgenti e un tocco di melanconia. In Non si sa come di Luigi Pirandello, la compagnia Lombardi-Tiezzi porta in scena un testo straordinariamente moderno che incrociando coscienza e inconscio, realtà e sogno, memoria e oblio, mostra le forze oscure dell’uomo rivelando, all’interno di una vera e propria seduta di analisi di gruppo, la presenza di temi freudiani. Valerio Binasco, pluripremiato regista e attore, con una carriera che spazia dal cinema al teatro, affronta con La Tempesta, uno dei testi più misteriosi e affascinanti del teatro shakespeariano. Paolo Rossi in L’amore è un cane blu – la conquista dell’est, racconta il tragico smarrimento e la comica rinascita tra le ungarettiane rocce del Carso del Friuli, accompagnato dal liscio balcanico di Emanuele Dall’Aquila e la sua band, I Virtuosi del Carso. Uno spettacolo nel quale comi-

Si rinnova infine l’appuntamento con il teatro musicale: dopo il successo di Bulli e pupe, la Compagnia Corrado Abbati porterà sul palco del Teatro Fabbri uno dei musical più rappresentati al mondo: Cantando sotto la pioggia, di Nacio Herb Brown.

FA R M A C I A C O M U N A L E Attilio Neri

Misurare per Sapere AUTO ANALISI DEL SANGUE

Glicemia

Ematocrito

Colesterolo totale

Emoglobina

Colesterolo HDL

Eritociti

Glicosuria

Colesterolo LDL

Acido lattico

Stress ossidativo

Trigliceridi

Acido urico

Capacità antiossidante

Via E. Caruso, 85/e (Centro Marco Polo) Vignola (Mo) Tel. 059 767440 Fax 059 767800 e-mail: farmacia@comunale.vignola.modena.it

7


Vignola I

N

F

O

R

M

Comunità

A

Incubatore diffuso del Centro Storico Per promuovere e facilitare nuove attività imprenditoriali in Centro Storico Il Comune di Vignola ha predisposto il progetto di “Incubatore diffuso del Centro Storico” per promuovere e per facilitare l’insediamento di nuove attività imprenditoriali qualificate e l’ampliamento di quelle esistenti, al fine di difendere e potenziare la competitività complessiva della rete commerciale di prossimità e dei servizi. Al progetto il Comune di Vignola ha assegnato (con risorse proprie di cui ai Programmi d’intervento locale per i Centri Commerciali Naturali - Art. 10/bis L.R. 41/97 e previste dai bilanci comunali di competenza) l’importo complessivo di euro 160.000 per la gestione 2013. Da giovedì 4 luglio è disponibile on line sul sito www.comune.vignola.it alla sezione Bandi la modulistica per le imprese che intendono aderire al progetto. La selezione delle imprese ammesse all’Incubatore avverrà attraverso procedure di evidenza pubblica mirate a valutare la validità del progetto imprenditoriale, la capacità di inserimento nel contesto urbano individuato e le ricadute per la valorizzazione del Centro Commerciale Naturale.

Benefici Numerosi sono i benefici a cui potranno accedere le imprese e le altre attività ammesse nel sistema di incubazione: · contributi economici e finanziamenti; · disponibilità di locali in cui avviare la propria attività con un canone di locazione concordato; · supporto alle elaborazioni di idee e progetti; · punto informativo e promozionale; · forniture di servizi comuni e coordinati per le aziende (comunicazione, logistica, marketing); · collegamento con gli uffici comunali; · punto di riferimento per lo sviluppo di azioni integrate con gli altri soggetti presenti nel Centro storico, quali: istituzioni religiose, associazioni, espressioni della residenza, attività economiche preesistenti.

L’Amministrazione ha già realizzato un’attività ricognitiva del patrimonio immobiliare a destinazione commerciale, attraverso opportuni rilievi tecnico-urbanistici, in una prima porzione del Centro storico compresa tra Via Soli, Via Barozzi, Via Bonesi e Via Cantelli, individuando un primo lotto di locali dismessi e da riqualificare ed i relativi proprietari. Tale azione di ricognizione proseguirà nel corso dell’intero periodo vitale dell’Incubatore, ai fini della estensione dell’attività di monitoraggio all’intero Centro storico e ai fini dell’aggiornamento costante del quadro relativo al patrimonio di locali disponibile. Il sistema di governance sul patrimonio immobiliare prevede la stipula di accordi convenzionali con la proprietà che comprendano il riconoscimento di agevolazioni urbanistiche sugli interventi edilizi e di recupero, per ciascuno degli immobili inseriti nell’incubatore, incentivi a favore dell’offerta e regimi di agevolazione per la locazione convenzionata.

Tipologie commerciali Dopo attenta analisi di mercato, l’Amministrazione comunale di Vignola, di concerto con le Associazioni di categoria e con la consulenza della Fondazione Democenter-Sipe, ha individuato le seguenti tipologie commerciali, artigianali e di servizio quali settori più idonei a completare il mix merceologico dell’offerta del centro storico: Artigianato • Produzione, vendita ed erogazione di servizi nel settore dell’artigianato artistico e tradizionale. • Artigianato di servizio alla persona. • Laboratori di riparazione di beni ad uso domestico e personale. • Artigianato alimentare, con possibilità di consumo sul posto. Negozi di Vicinato • Negozi di vicinato specializzati nella vendita di prodotti tipici locali e regionali, di prodotti di alta qualità a marchio DOP, IGP o tutelati da marchi collettivi, di prodotti dell’agricoltura biologica, con possibilità di consumo sul posto e con preferenza ad attività integrate dall’erogazione di servizi complementari e informativi (es.: PIT diffuso). • Negozi di vicinato specializzati nella vendita di prodotti culturali (con particolare riguardo a beni attinenti il settore musicale).

Pubblici Esercizi • Pubblici esercizi orientati in particolare al format di Caffè letterario o Caffè degli artisti o integrati dalla vendita di prodotti di tipici locali e regionali. Attività Pre-Esistenti • Progetti di riconversione aziendale, ampliamento o trasferimento che prevedano l’adesione delle attività pre-esistenti alle azioni gestionali qualificanti sopra previste. Associazioni • Sedi di associazioni culturali o di altri soggetti orientati all’erogazioni di servizi didattici, formativi e di laboratorio e all’offerta di prodotti culturali. Altre Attività e Servizi (ad alto contenuto di innovazione) • Web agencies /consulenze specialistiche ad alto contenuto tecnologico, agenzie di comunicazione. • Spazi commerciali multifunzionali (es. boutique + galleria + sala concerti; libreria + caffè + sala proiezioni; temporary shop, vintage, usato, riciclo, ecc.). • Co-working, vetrine high tech, servizi per l’autonomia energetica, l’edilizia sostenibile e la domotica.

New Season

Nuova Stagione

New Brands Nuovi Marchi

New Collections Nuove Collezioni

New Prices Nuovi Prezzi

Via Paradisi, 1 - Vignola Facebook.com/Class 115

8


Vignola settembre 2013