Page 49

Dalla Germania gli abiti di latte Dalla caseina una fibra naturale per vestiario fresco ed ecologico

U

na startup tedesca ha ricavato dal latte scaduto una fibra naturale in grado di sostituire il cotone e i

materiali sintetici per l'abbigliamento. È il risultato raggiunto dalla microbiologa e sitilista Anke Domaske, che si è posta una doppia sfida: quella di riutilizzare gli scarti industriali del latte e quella di risolvere il problema delle allergie causate da materiali sintetici utilizzati nell’abbigliamento. Per la nuova linea

si utilizza il brand “Qmilch”. Mescolando la proteina con altri materiali organici, si produce una sorta di pasta che viene

poi riscaldata a 80° gradi. Il risultato è una fibra liscia, morbida, fresca, ecologica e salutare per la pelle, in quanto, oltre ad essere un migliore isolante termico rispetto alla lana, è molto traspirante. La formula, ovviamente segreta, ha ricevuto un GreenTec Award, che riconosce le migliori iniziative nelle tecnologie verdi.

Mondo agricolo 6  

Il mensile di Confagricoltura

Mondo agricolo 6  

Il mensile di Confagricoltura

Advertisement