Page 1

Progetto accoglienza bambini disabili provenienti da istituti della Bosnia

Indice

Modulo A: scheda progetti Modulo B: descrizioni varie


Modulo A: scheda progetto Nome del progetto: Progetto accoglienza bambini disabili provenienti da istituti della Bosnia

Tempi di realizzazione : anno 2011 Luogo di realizzazione del progetto: Provincia di Campobasso

Nome dell’organizzazione richiedente:

MOLISESORRISO – ONLUS – solidarietà e cooperazione internazionale

Dati dei responsabili dei progetti: Nome: Giannantonio Cognome: Fabris ; Nome: Raffaele Cognome: Tucci Telefono : - 320-6620664 – 347 6429345 E-mail: info@molisesorriso.it

Descrizione dell'intervento:

L’IDEA La conoscenza delle attuali emergenze sociali della Bosnia, nonché l’esperienza sviluppata da MOLISESORRISO ha messo in luce la condizione ancora più drammatica dei bambini bosniaci disabili. L’Associazione “Molisesorriso onlus” auspica di poter mettere in pratica percorsi di sostegno rivolti ai minori stranieri che sono a rischio di emarginazione ed esclusione sociale che li caratterizzerà anche quando diverranno uomini e donne adulti. Si intende realizzare tale obiettivo attraverso una rete di volontariato in modo che si possano sommare tante volontà, professionalità e competenze che, unite insieme su specifici obiettivi, potrebbero dare un valido contributo ai bambini disabili direttamente coinvolti nel progetto, e, nello stesso tempo,

avviare negli altri ragazzi bosniaci “non affetti da disabilità” un percorso di

accettazione e di reciproca convivenza nel rispetto della diversità.

Obiettivo generale del progetto è l’accoglienza temporanea di bambini disabili provenienti da orfanotrofi della Bosnia insieme ai bambini che ogni anno vengono accolti da famiglie molisane. L’accoglienza dei disabili, almeno nella fase iniziale, non potrà avvenire all’interno di un nucleo


familiare molisano a causa delle difficoltà ad individuare famiglie non solo disposte ma anche idonee ad occuparsi di un bambino straniero disabile. Per tali ragioni, il progetto prevede l’inserimento di tali bambini in idonea struttura all’interno della quale gli stessi potranno essere seguiti da personale volontario rappresentato da: responsabili dell’Associazione Molisesorriso (all’interno della quale si registrano figure specializzate, quali insegnanti di sostegno, assistenti sociali, psicologi, infermieri e volontari disposti a prendersi cura con i mezzi a loro disposizione di questi bambini); studenti universitari e studenti della scuole medie superiori della provincia di Campobasso; volontari di altre associazioni di volontariato che fanno parte della rete della provincia.

Modulo B: descrizioni varie Beneficiari diretti ed indiretti del progetto:

bambini disabili provenienti da istituti della Bosnia

studenti dell’Università del Molise e delle Scuole medie superiori della Provincia di Campobasso

15-20 volontari delle associazioni di volontariato presenti sul territorio della provincia di Campobasso.

L’associazione Molisesorriso si farà comunque carico della scelta delle persone che saranno parte attiva del progetto e che avranno contatti diretti con i bambini.

PREPARAZIONE PER OPERATORI STUDENTI / VOLONTARI: - si organizzeranno degli incontri- seminari di preparazione per i volontari che parteciperanno al progetto (tenuti da esperti nel settore, dai responsabili del progetto e dal Centro di competenza dell’Associazione Molisesorriso). ATTUAZIONE:Giunti in Italia, i bambini disabili saranno ospitati presso una struttura idonea (casa famiglia) e seguiti costantemente dai responsabili del progetto. Gli studenti e gli altri volontari, a turno, vivranno con gli stessi minori inserendo questi bambini in tutte le normali attività quotidiane dentro e soprattutto fuori le mura di casa. Insieme ai bambini saranno sempre presenti due collaboratrici bosniache in modo tale da ridurre al minimo le difficoltà della non conoscenza della lingua italiana. Il gruppo dei bambini disabili, ovviamente, sarà inserito in tutti gli incontri


programmati e non dei bambini che faranno parte dell’accoglienza molisana dell’anno 2011. Nell’ambito affettivo relazionale i disabili bosniaci saranno stimolati per far crescere l’ autostima e diminuire sempre di più l’insicurezza che insieme alle difficoltà cognitive condizionano il rapporto con gli altri. Si cercherà inoltre di aumentare l’autonomia personale

pianificando anche laboratori

espressivo-manipolativi finalizzati a guidare il minore a stimolare lo sviluppo del “Se’” e a ridurre le dinamiche oppositive a favore di quelle collaborative. Si pianificherà inoltre lo svolgimento,da parte dei disabili, di semplici operazioni quotidiane. Tale attività servirà a creare dei punti di riferimento spazio- temporali e a sviluppare l’autonomia . Si organizzeranno vari laboratori per offrire stimolazioni adeguate alle potenzialità di tutti i disabili bosniaci. CONCLUSIONE.- Verranno redatte delle schede informative per ciascun bambino ospitato. Le stesse saranno oggetto di attenta analisi e discussione tra gli studenti ed il Centro di Competenza dell’Associazione Molisesorriso onlus. Le stesse verranno anche inviate agli istituti di provenienza dei minori al fine di verificare, con opportuna metodologia, se l’intervento effettuato ha avuto degli esiti positivi o se, a seguito di stimoli diversi, sono emersi nuovi elementi che potrebbero essere utili per un più adeguato sostegno ai bambini.

Partners che partecipano alla realizzazione dei progetti:

ASSOCIAZIONE BIHOTA – ZENICA (BiH) - Associazione di Analisti e Psicoterapeuti, fondata nel 2006 e registrata presso l’Associazione Europea di Analisti Transazionali. La stessa è nata con l’obiettivo principale di aiutare i bambini che vivono negli orfanotrofi dalla Bosnia Campobasso, 8 ottobre 2010

I RESPONSABILI DEL

IL PRESIDENTE

PROGETTO Giannantonio Fabris Raffaele Tucci

Raffaele Lucci

accoglienza bambini bosniaci disabili  

L'associazione MOLISESORRISO organizza per la prossima estate(2011) il primo progetto di accoglienza di bambini bosniaci disabili.