Issuu on Google+

caffè

NUMERO 2 (80) ANNO XIX

23 giugno 2012

MACCHINE AGRICOLE

il

Gazzettino dello Sport di Molinella

Autorizzazione del Tribunale di Bologna n. 6262 del 16-3-1994 - Direttore Responsabile Antonio Michielon - Redazione: Via Bentivogli, 5 - Molinella (BO) - Distribuzione gratuita - Stampa Grafiche BIME s.r.l. - Molinella (BO)

Gelateria Ponti MOLINELLA

90°

1922 -2012

info@lacompagniadelcaffè.it

NUOTO

Una farfalla italiana

BASKET

Ai giovanili di Riccione (29 marzo-4 aprile), Lucia Martelli, da vera specialista della vasca corta, ha conquistato due titoli italiani: la quindicenne molinellese, allenata da Andrea Scalambra, ha vinto l’oro nei 50 farfalla (27”52) e nei 50 dorso (28”37) della categoria juniores. Sul gradino più alto del podio anche il fratello Francesco con la staffetta 4x200sl cadetti del CN Bologna (1’46”93 il suo tempo in quarta frazione). La manifestazione tricolore, che allineava ai blocchi di partenza tutto il meglio nel nuoto giovanile italiano, arricchisce il medagliere molinellese anche con l’oro conquistato da Riccardo Righini in staffetta (4x200sl); con i due argenti di Francesco Martelli (200 e 400sl); con l’argento (100do) e il bronzo (50sl) di Lucia Martelli; con i due bronzi (200 e 800sl) di Beatrice Magagnoli. Tutti i “giovani leoni” del nuoto molinellese (escluso Righini, ancora convalescente per un intervento chirurgico) saranno tra i protagonisti del 1° Meeting Nazionale Fiera di Molinella, in programma domani 24 giugno nella nostra piscina.

In luce anche a Montecarlo

Therese Alshammar (campionessa del mondo)

Lucia Martelli

Parocchi Mondiale

Nella terza tappa del circuito internazionale “Mare Nostrum” (Montecarlo, 9-10 giugno), che proponeva delle sfide di livello stellare, Lucia Martelli ha sfiorato l’impresa: 27”85 nei 50 delfino, un tempo che non è sufficiente a qualificarla per gli europei jr., ma che le regala comunque il primato nel ranking nazionale di categoria (8° stagionale assoluto) e due righe anche sulla Gazzetta dello Sport.

Record assoluto di medaglie d’oro per Molinella: 29 In 4^ tutti i podi conquistati a Portomaggiore dai ragazzi del nostro comune.

Il molinellese Alessio Tugnoli, classe 1994, si è laureato Campione d’Italia Under 19 con la Virtus Pallacanestro Bologna. Nella finale-scudetto di domenica 3 giugno al Palasport Primo Carnera di Udine, la squadra delle V nere ha battuto Siena per 69-62. Cresciuto nel Molinella Basket, Alessio è da 6 anni alla Virtus.

CICLISMO

Arriva il Giro d’Italia Donne

NUOTO MASTER

Dopo il primato europeo dei 200mx (2’30”99), conseguito il 14-15 aprile al Meeting Città di Molinella che vedeva in gara 702 atleti di 107 società provenienti perfino dalla Sicilia e dalla Sardegna, Silvia Parocchi ha conquistato anche il titolo mondiale nella stessa specialità. Non solo quello, ma molto di più. A Riccione, dove si sono conclusi domenica scorsa i mondiali master, la 46enne plurimedagliata della Molinella Nuoto ha vinto infatti l’oro nei 200mx (2’34”18), 200do (2’31”07) e 100fa (1’07”97), l’argento nei 100do e il bronzo nei 50fa. Alla competizione iridata (più di 10.000 gli iscritti) hanno preso parte anche altri tesserati della Molinella Nuoto (uomini: Draghetti, Vasta, Chiarelli, Pedrini, Nanni, Minarelli, Piola, Vanelli Coralli, Bassi; donne: Corsanego, Nalesso, Mussio, Docci e Bonvicini). g.m.

OLIMPIADI DEL RENO

Alessio tricolore Virtus

Molinella si prepara ad accogliere il 3 luglio prossimo le concorrenti del 23° Giro d’Italia Femminile, che vedrà alla partenza (Napoli, 29 giugno) almeno 18 squadre di 8 elementi l’una, in rappresentanza di 10 nazioni. La quinta tappa della corsa in rosa, PolesellaMolinella di 118 km, è in programma appunto martedì 3 luglio, con arrivo previsto sul traguardo di via Mazzini intorno alle 15.30. Tre le province attraversate durante il percorso (Rovigo, Ferrara, Bologna), 10 i comuni (Polesella, Frassinelle Polesine, Fiesso Umbertiano, Occhiobello, Ferrara, Tresigallo, Ostellato, Portomaggiore, Argenta e Molinella). La carovana del giro, come sempre coloratissima, si

compone di 80 automezzi e 40 moto. Per Molinella sportiva si tratta indubbiamente di un avvenimento. L’arrivo del Giro Donne, che si concluderà a Bergamo il giorno 7, ci riporta alla mente l’ultima (e finora unica) volta in cui passò da Molinella il Giro d’Italia dei più conosciuti e celebrati campioni-uomini. Era il 4 giugno 1993, quando il colombiano Rodriguez transitò dalla stazione con un leggero vantaggio sul gruppo dei migliori. La tappa, che portava i corridori da Dozza Imolese ad Asiago, fu poi vinta dal russo Konychev. Leali conservò la maglia rosa, in attesa che il grande Indurain sferrasse sulle Dolomiti il decisivo attacco per la vittoria del 76°Giro d’Italia.

BELLEZZE IN BICICLETTA La prima notizia di una corsa femminile in territorio molinellese la prendiamo da La Voce di Molinella (antenata della gloriosa e ormai scomparsa La Mulinela): il giornalino comunista, nel dar conto della gara per il titolo provinciale Uisp, che si disputò sulle strade del nostro comune il 9 settembre 1949, scriveva che ad aggiudicarsi la sezione femminile del campionato fu una tale Marzola, la quale “ebbe infine la meglio su altre due coraggiose cicliste locali”, probabilmente le uniche avversarie, di cui purtroppo non sappiamo il nome. Ma la prima molinellese a dedicarsi seriamente al ciclismo è stata Chiara Sangiorgi, classe ‘79, che tra il 1988 e il 1996 ha conquistato vari titoli regionali su strada e su pista, con un significativo 15° posto ai giovanili di Catania. Maddalena Dinato, in attività fino alla stagione scorsa, nell’agosto del 2007 ha vinto il titolo italiano juniores dei 500 metri con partenza da fermo. Una vittoria, questa, che vale un primato storico, in quanto la Dinato, fra tutte le atlete di ogni disciplina sportiva, è in assoluto la prima molinellese ad aggiudicarsi un titolo italiano. La plurititolata Nathasha Grillo, campionessa italiana in carica della pista juniores, e la sprinter Luisa Zenna, terza agli ultimi italiani, sono attualmente le capofila del nostro ciclismo femminile.


pag. 2

mail c@ffè

sport in tazzina

CICLOCROSS Luca Giliberto della Polisportiva è il nuovo campione regionale di ciclocross della categoria esordienti-1° anno. La gara valida per il titolo si è disputata a Molinella, in zona Frigette, il 7 aprile scorso. Jessica Raimondi (Polisportiva) si è classificata al 2° posto tra le femmine. (g.m.)

PESCA SPORTIVA

Il 1° maggio, come da lunga tradizione, si è disputato ai Laghetti di via Redenta il Campionato Comunale dei “Pierini Pescatori”, intitolato da quest’anno alla memoria di Alberto Bernardi, indimenticabile presidente della Società Pescatori Molinella. Detto che erano 23 gli iscritti della categoria ragazzi e 35 i pulcini, ecco le classifiche per categoria: ragazzi, 1° Sammarchi Andrea, 2° Gherardi Pietro, 3° Rocchi Ferenc; pulcini, 1° Ghelfi Mirco, 2° Frattini Marco, 3° Pozzetto Alessio e Tinti Lorenzo. Con il maggior peso di pescato, Sammarchi Andrea (1° assoluto) si è aggiudicato il 1° trofeo Memorial Bernardi. (p.d.)

FOOTBALL USA

Si è conclusa il 3 giugno a Bergamo la stagione non proprio esaltante dei Doves Bologna (13 partite, 0 vittorie). Ma la notizia che ci riguarda un po’ più da vicino è un’altra: nelle ultime partite, nonostante la vistosa pinguedine, è sceso in campo con le sue “colombe” anche il neo-presidente Davide Baroni, ex patròn della squadra molinellese di football americano. Avrebbe dovuto puntellare con la sua mole e la sua esperienza il reparto difensivo, decimato dagli infortuni, ma l’operazione non ha dato (a quanto pare) i risultati sperati. Invece, dopo un avvio molto stentato, chiudono bene il loro campionato di A2 le Aquile di Ferrara, con il runner molinellese Dario Mingozzi che nelle ultime tre vittoriose partite si è sempre distinto tra i migliori in campo. (g.b.)

BOXE / UNIVERSITARI

Ai Campionati Italiani Universitari, che si sono svolti in maggio a Messina, il mediomassimo molinellese Jacopo Calori (81kg) si è fermato alle semifinali. Un risultato comunque positivo, che conferma la qualità della scuola di Dante Lazzari e Mario Viola evidenziata anche nel 2011 dalla 98^ posizione (su 450 società) nella graduatoria nazionale stilata dalla Federazione. (a.m.)

RISULTATI MEMORIAL MANFRIN (Molinella - Torretta, 15 giugno)Vittoria di Gaglio su Sanfilippo (Budrio); match pari tra Matteucci e Mangani (Mugello), così pure tra Calori e Moretti (Riccione). Hyka Hyssen al debutto è stato sconfitto da Guidotti (Bologna) ed Antwi da Esteban (Mugello). Il Premio Manfrin è andato a Calamita (Pugilistica Cascinese), come miglior pugile della serata.

Per la pubblicazione di notizie brevi:

info@lacompagniadelcaffè.it

MOUNTAIN BIKE

Si è dsputata a Molinella l’8 giugno la prima prova del X Country di Pianura, manifestazione di MTB che si svolge tra parchi e piazze. Organizzato dal MTB di Molinella, la prova ha visto impegnati circa una cinquantina di atleti (compresi gli Under 14) lungo un inedito percorso cittadino. La vittoria è andata ad Andrea Borgogno, ex molinellese ora residente a Bolzano. Da segnalare che gli utili della manifestazione sono stati devoluti alle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna. (a.m.)

CICLISMO

KARATE INTERNAZIONALE Dopo la medaglia d’oro vinta nel 2011 in Irlanda col kata a squadre nel 1° Campionato Internazionale della JKA (Japan Karate Association), e dopo il bronzo conquistato il 25 marzo scorso a Milano nel Gran Prix Italia, l’A.I.KA.F. è volata a Minsk, in Bielorussia, per partecipare dal 4 al 7 maggio all’Euro Stars 2012. La squadra diretta dal maestro Pajello e dal coach Monia Atti è salita sul podio in tutte le gare del programma. Medaglie di bronzo: Campi Filippo e Sacchetti Matteo (kumite singolo over 80kg); Barchi Alessandro (kumite singolo under 80kg); TemporinBarchi-Campi (kumite a squadre open). Medaglie d’Argento: Lardone Elena (kata singolo e kumite singolo under 80kg); Temporin Davide (kata singolo interstile). Medaglia d’Oro: Temporin-Barchi-Campi (kata a squadre open). m.a.

EUROPEI JUDO

22 aprile - Agli Europei di Lisbona, Matteo Pirozzi della Polisportiva “La Ruota” di Molinella” si è classificato al 3° posto nella specialità Jitsu brasilian (categoria juvenile 2, 63 kg). ALTRE DI JUDO: Gianluca Boscolo 1° classificato Torino 12 maggio; 3°classificato Pistoia 5 maggio (jiu jitsu Challenge 2012, categoria master -70kg); Matteo Frabboni 3° classificato Torino 12 maggio (jiu jitsu Challenge 2012, categoria adulti). e.m.

Alberto Petitto è uscito dal gruppo e ha deciso di smettere. Dopo il trasferimento dalla Zalf di Treviso alla Firenze Petroli, l’ultima grande promessa del ciclismo molinellese è sceso dalla bicicletta. Pare si fosse stancato di un ruolo gregario. Speriamo che l’anno prossimo ci ripensi, ritrovi entusiasmo e monti di nuovo in sella. Per correre e possibilmente anche per tornare a vincere da under 23. (g.b.)

BASKET / PLAYOFF

Sono finite ai quarti di finale dei playoff le speranze di promozione in Serie D della Polisportiva Molinella. Gara 1, a Gallo, è finita 96-74 per i padroni di casa; la decisiva Gara 2 a Molinella si è conclusa sul punteggio di 85-93 in favore degli ospiti. (l.g.)

OPEN TENNIS

Tra il 18 e il 19 giugno è arrivato a conclusione l’Open di Molinella-21° Memorial Franceschetto. Questo il risultato della finale del tabellone principale: Alessandro Tombolini (TC Castellazzo), testa di serie n.1, batte Florian Allgauer (TC Brunico), vincitore della passata edizione, col punteggio di 7.6, 6.2. Nei 4^ categoria, Fabio Fuschini (Village TC Molinella) si è imposto a Samuele Belgioioso (CUS Bologna) in tre set (6.1, 3.6, 6.1). f.f.

Il passaggio davanti al Palazzo del Governatore

squadra (quasi tutte alla prima esperienza) che si sono imposte nella loro categoria portando a casa il trofeo Amatori. (g.c.)

*

TORNEO DI BIBIONE - Brillante prestazione complessiva dell’Italia Csi nella “Molten Cup” che si è disputata a Bibione (VE) nel weekend del 9-10 giugno. La squadra maschile, dopo aver dominato le eliminatorie del sabato, si è piazzata al 9° posto nella classifica finale (su 120 squadre partecipanti). Brave anche le ragazze: 22° posto (su 34 formazioni in gara), eliminate agli ottavi da una squadra di Firenze che risulterà poi la vincitrice del torneo. (Guido Cavina)

Diego Cafagna si aggiudica in 42’32” la quinta prova del Gran Prix regionale di marcia, che si è disputata il 6 maggio a Selva Malvezzi sulla distanza dei 10km. Al secondo posto Giovanni Renò del Cus Parma (43’51”), terzo Luca Monteleone della Fratellanza Modena (48’19”). Il portacolori del Gruppo Sportivo Carabinieri (allenato da Michele Didoni), che ci auguriamo di vedere tra i protagonisti delle prossime Olimpiadi di Londra, vince dunque nel ricordo del grandissimo Abdon Pamich, che esattamente cinquant’anni fa, a metà strada tra il bronzo di Roma 60 e l’oro di Tokio 64, colse qui a Selva un memorabile successo. La manifestazione, organizzata dalla Nuova Atletica Molinella e dal Gruppo Podistico della Polisportiva con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, ha riservato qualche momento di gloria anche ad altri giovanissimi appassionati di questa difficile disciplina. Ecco i vincitori, divisi per categorie maschili e femminili: esordienti, m. 750: Maxim De Brasi (Bologna) e Letizia Tolino (Bologna); ragazzi, m. 1.000, Alessio Bonvento (Bologna) e Yosra Darouich (Bologna); cadetti, m. 2.000: Michele Discepola (Lugo) e Asia Corghi (Reggio Emilia); allievi m. 3.000: Simone Buscaroli (Imola) e Lisa Cani (Modena). Ad Alessio Bonvento e ad Asia Corghi è stato assegnato il Premio Pamich per il miglior stile di marcia. (a.m.)

Il volley torna in serie D

«Siamo D nuovo qui». Lo striscione comparso sulle gradinate del Palazzetto dello Sport di Molinella il 14 aprile riassume in poche parole la cavalcata trionfale delle ragazze del Volley. Con un ruolino di marcia impressionante (22 partite giocate, 21 vittorie e una sola sconfitta) la squadra del coach Nicola Rubini ha lasciato alle avversarie solo le briciole ed è stata promossa in serie D con quattro turni di anticipo. Dopo la dolorosa retrocessione dello scorso anno, il purgatorio è durato dunque una sola stagione e l’Impresa Edile Zerbini (il nome con cui il team ha giocato il campionato di prima divisione) è tornata ai livelli auspicati ad inizio stagione dal presidente Luciano Brunetti. Adesso l›obiettivo è la serie C, da raggiungere nel giro di qualche anno. Con 120 atlete tesserate e un settore giovanile di prim›ordine, il futuro del volley molinellese è davvero roseo.

L’EUROPEO DEL... RENO

CALCIO A 5 MASCHILE CSI: la squadra si è ben comportata nel campionato Merkur Win disputato tra Mezzolara e Molinella, aggiudicandosi il titolo della Second Division. Bella la finale disputata al centro Far Sport in cui i nostri ragazzi hanno battuto la compagine dell’ Italia del Sud per 6-4. Un successo che per i non più giovanni ragazzi del CSI mancava dal lontano 2003. FEMMINILE CSI: le ragazze hanno ottenuto un buon risultato piazzandosi quarte nel loro girone. Da segnalare inoltre il titolo ottenuto nel campionato sperimentale di Calcio a 7, battendo in finale le ragazze di Castel d’Argile per 3-2 dopo i tempi supplementari. FEMMINILE UISP: brave anche le atlete della seconda

Ai regionali di società (Imola, 26-27 maggio), la squadra cadette del Molinella si classifica all’8°posto. In fase di qualificazione, Melissa Monti conferma l’1,58 nel salto in alto e si cimenta con ottimi risultati anche negli 80 piani e 300 ostacoli; Himane Zouihr vince sia i 1.000 che i 2.000 metri; Maite Vanucci raggiunge m.2,50 con l’asta e 34,13 nel giavellotto, preceduta soltanto dalla detentrice del record regionale. Convocata nella rappresentativa regionale (insieme alla compagna di squadra Himane Zouihr), il 2 giugno a Campi Bisenzio (FI) la Vanucci si è imposta nel peso, ottenendo un provvisorio record regionale (11,34), che l’avvicina all’11,92 realizzato qualche anno fa da Stefania Strumillo nella stessa categoria e nello stesso stadio. Titolo italiano Uisp per la Monti, ottenuto il 2 giugno al Campo Baumann di Bologna con una misura però molto al di sotto del suo personale. Per quanto riguarda invece i provinciali di società (Imola, 21-22 aprile) dove la squadra ragazze di Molinella è arrivata prima a pari merito col CUS Bologna, da segnalare la vittoria di Camilla Biolcati nell’alto con 1,37 e il secondo posto di Hichame Jarine nei 1.000 metri in 3’ 10. Tra gli esordienti domina in tutte le specialità Leila Ambrosecchia: prima ai provinciali indoor nel salto in alto, prima in tutte le campestri e corse su strada, prima nei 600 (2’04) e nei 50 (7”93), trascina le compagne Valentina Carta, Carlotta Zucchini e Agata Argazzi sul gradino più alto del podio anche nella staffetta 4x200. Chiudiamo con una buona notizia riguardante Stefania Strumillo, che a Tarquinia, in attesa dei campionati italiani di luglio, si è migliorata nel disco (52,49, 2° posto). Tutti i risultati dell’Atletica Molinella li trovate sul sito www.lavallazzza.it (t.z.)

Cafagna vince la marcia di Pamich

KART

Nelle prime tre gare del campionato italiano X30, Giacomo Rossi ottiene due terzi posti (Pomposa e Cervia) ed un secondo ad Ala, dove pur avendo compiuto il giro più veloce e guadagnato la pole position, è stato preceduto di soli 3 millesimi di secondo dal campione in carica Augusto Di Braccio. Grazie a questi risultati, Rossi è momentaneamente al comando della classifica generale. Il pilota molinellese ha corso il 6 maggio anche ad Amping in Germania, con una condotta di gara molto aggressiva che (nonostante la pioggia e la presenza di un avversario come Ralf Schumacher) gli ha permesso di chiudere al 10° posto (su 35 concorrenti). g.b.

ATLETICA MOLINELLA / RISULTATI

TORNEI CALCIO

Questi i vincitori della 24^ edizione del Calcio alla Luna, che si è conclusa il 26 maggio allo Stadio: Bologna fc 1909 (Piccolissimi Amici 2005-2006 a 5; Piccoli Amici 2004-2005 a 5), Dribbling (Pulcini 2003 a 5), Centese (Pulcini 2002 a 6). Nella finale Esordienti, Bologna batte Reno 1-0. VI° Torneo “Barile” - Ecco i risultati delle finali (Stadio Comunale, 5 giugno): categoria giovanissimi, Giacomense-Malba Molinella 2-1; allievi dilettanti, Castel San Pietro-Mezzolara 3-1; allievi professionisti, ReggianaCarpi 3-2.

Il Dribbling Ferrara, abbinato alla Polonia, ha vinto l’Europeo del Reno. Il torneo, riservato alla categoria Pulcini 2003, si è svolto domenica 20 maggio allo stadio di Molinella (ancora scosso dal terremoto delle 4.05), con la partecipazione di 16 squadre abbinate alle nazionali di EURO 2012. Per la cronaca le 4 “nazionali “che si sono disputate la finale, oltre alla Polonia/Dribbling erano il Portogallo abbinato a Persiceto 85, la Francia abbinata a Idea Calcio e la Spagna abbinata a Mezzano.

Una vita agli Atti

E’ scomparso nei giorni scorsi Costante Atti (al centro della foto), per lungo tempo vice-sindaco del nostro comune. Innamorato del tennis, lo ricordiamo soprattutto per l’entusiasmo con cui si dedicò insieme ad altri all’organizzazione e alla promozione dei primi Giochi della Gioventù nel 1968.

CALCIO

Malba addio

E’ ormai ufficiale il divorzio tra Molinella e Malba. Matrimonio sportivo quanto mai contrastato, dal 1° luglio, come si dice,... ognuno balla con sua nonna. Molinella recupera la sua vecchia ragione sociale: tornerà infatti a chiamarsi Molinella Calcio 1911. Ai nastri di partenza del prossimo campionato di 2^ categoria non vedremo più l’Augusto Magli, terza classificata nella stagione appena conclusa. Cominciavamo ad affezionarci a quel nome e un po’ ci dispiace vederlo sparire dopo due anni soltanto. Si dice pure che da parte dei dirigenti del Molinella siano state avviate le pratiche per un eventuale ripescaggio. Con quale esito, lo sapremo però solo il 20 luglio. Per ora, l’unico dato di fatto è che il Molinella, superato anche dal Santa Maria Codifiume promosso in prima categoria, non era mai sceso così in basso dal 1948.

SCOMMESSE SPORTIVE

Rimessi Patrizia

associazione sportiva sport - eventi fitness benessere

Tel. 051 805484 www.palamezzolara.it

Atlanta S.r.l. Calderara di Reno (BO) www.atlantapackaging.com

Abbigliamento e attrezzature sportive Uomo Donna e Bambino

Via Circonvallazione Sud, 10 Tel. 051.6900391 - Fax 051.6903781

e-mail: info@master-sport.it

ALIMENTARI - PANE FRUTTA - VERDURA - EDICOLA

Via Zenzalino, 173 OSPITAL MONACALE (FE) Tel. 0532851131 - Cell. 3397217639


pag. 3 OLIMPIADI RAGAZZI 2012

Molinella in cima al medagliere

Molinella trionfa alle Olimpiadi di Portomaggiore (1-2-3 giugno). In 27 edizioni, nessun paese aveva mai vinto 29 medaglie d’oro, cinque in più dell’edizione scorsa. Il record precedente apparteneva a Voghiera, che dieci anni fa vinse 26 ori proprio a Portomaggiore. Per il terzo anno consecutivo, Molinella guadagna la vetta del medagliere. In tutto il comune, sono stati circa 170 i ragazzi iscritti alle gare, 103 solo di Molinella capoluogo, una delle rappresentative più numerose tra i 25 paesi partecipanti di 14 comuni. Con 3 medaglie d’oro individuali (velocità, giro di campo e mezzofondo) e 1 di squadra (staffetta 4x1Giro), Leila Ambrosecchia, categoria C/f, è in assoluto la più medagliata. Bene anche San Pietro Capofiume (che conquista 6 medaglie d’oro) e San Martino in Argine. Alla base di questi successi c’è sicuramente il progetto “Scuola di Sport”, ma anche il lavoro oscuro e appassionato di tanti, dalla coordinatrice dell’attività Gilberta Borghi al direttore tecnico Tobia Zucchini, da Michael Bertapelle, preziosissimo collaboratore, a Ezio Chiarini, l’uomo degli orari. In questo senso, possiamo dire che Molinella ha vinto anche una medaglia d’oro tutta speciale con Claudia Strazzari e Giovanni Lambertini: i due, con la supervisione di Marco Broccoli, hanno infatti curato il restyling del sito www.olimpiadidelreno.it che in appena due settimane ha già superato i 5.000 contatti. Lì potrete trovare tutti i podi e i risultati. Consegnata agli archivi la 27^ edizione, si guarda già a Baricella, che ha vinto il ballottaggio con Ostellato e ospiterà i Giochi del prossimo anno. Molinella, a quota 296 ori nel medagliere generale all time (1986-2012), avrà buone possibilità nel 2013 di raggiungere e superare il traguardo delle 300 medaglie d’oro. Del “Club 3 Stelle” (come la Juventus?! una stella ogni 100 ori), fanno parte soltanto due paesi: Voghiera (301) e San Bartolomeo/Ferrara (324).

MEDAGLIERE 2012 ORO ARG Molinella 29 24 Portomaggiore 23 24 Gambulaga 9 8 Consandolo 9 4 Voghiera 8 9 Gaibanella 7 4 Ospital Monacale 7 3 Copparo 6 10 Masi Torello 6 10 San Pietro C. 6 3 Cona 6 3 Mesola 6 3 Baricella 5 8 Santa Maria Cod. 3 6 San Nicolò 3 6 Argenta 3 5 San Bartolomeo 2 6 Ostellato 2 4 Jolanda di Savoia 2 3 Goro 2 0 San Martino in A. 1 3 Vigarano Mainarda 0 1 Migliaro 0 1 Baura 0 0 Migliarino 0 0

BR 13 31 3 4 14 9 4 17 10 5 5 4 6 6 6 4 0 7 5 2 4 1 1 1 0

DALLE OLIMPIADI DEL RENO A … QUELLE VERE

Le Olimpiadi perdute Nessun atleta molinellese ha mai preso parte ad una olimpiade. C’è chi ha disputato i mondiali di calcio (Magli, 1950) o di tiro a volo (Frascari, 1974), ma l’olimpiade è sempre rimasta per tutti un miraggio, un sogno sfuggito talvolta all’ultimo istante. Come raccontano le tre storie qui a fianco.

OLIMPIONICI VISTI DA VICINO

Partendo da Pietro Genovesi, che allenò il Molinella Calcio nel campionato di Serie B 1939-40, possiamo dire che è anche un po’ roba nostra la medaglia di bronzo che l’ex mediano del Bologna conquistò alle Olimpiadi di Amsterdam nel 1928. L’ex tecnico del Molinella Basket Corrado Pellanera aveva partecipato in gioventù a ben due olimpiadi, Tokio 64 e Città del Mexico 68. Dalla panchina del Molinella alla guida della nazionale russa a Pechino 2008: è stata questa, invece, la parabola sportiva di Giovanni Caprara, mito della pallavolo molinellese. Il nostro paese ha portato fortuna ad Abdon Pamich, che si impose qui nel 1962, prima di vincere a Tokio 64 l’oro della marcia, e a Stefano Baldini, l’eroe della maratona di Atene 2004 che era di casa alla Vallazza. Chiudiamo questa breve carellata olimpica con Vènuste Nyiongabo del Burundi, oro nei 5.000 ad Atlanta 1996, che nel 2006 è stato l’ospite d’onore delle Olimpiadi del Reno in calendaro quell’anno a Molinella.

Aristide Facchini 1940-44

E’ stata la guerra a fermare Aristide Facchini. Tra il 1940 e il 1942 è indubbiamente l’atleta più veloce nei 110 ostacoli, con un tempo (14”4, record italiano e quinta prestazione europea) che varrebbe la finale olimpica. Il fatto è che, per la guerra in corso, non si disputano le Olimpiadi. Quando lo sport rinasce a Londra nel 1948, la carriera del campione molinellese si è già conclusa da tempo, anche per le conseguenze di un brutto lancio col paracadute. Molti anni dopo, però, avrà modo di prendersi una clamorosa rivincita sul destino che gli ha negato la possibilità di partecipare ad una olimpiade: da allenatore, il professor Facchini guiderà infatti Livio Berruti alla vittoria nei 200 metri a Roma ‘60.

Dante Lazzari 1968

Anche Dante Lazzari appartiene a quella esigua schiera di atleti molinellesi che hanno sfiorato la qualificazione olimpica. E’ il 1968 quando viene inserito nella selezione pre-olimpica per Città del Mexico. In canotta azzurra, affronta così i migliori pugili di Danimarca, Spagna e Svizzera. Dopo il raduno collegiale di Orvieto, gli dicono che la squadra uscirà dal quadrangolare di Rimini. Chi vince va alle olimpiadi. Ma per il pugile molinellese non sarà sufficiente battere prima Menghi e poi Romersi e pareggiare infine con il milanese Casati. A staccare il biglietto per Città del Mexico sarà proprio quest’ultimo. Non il migliore sul ring, ma certamente il più forte nelle pubbliche relazioni. a cura di Antonio Michielon

MOLINELLA

Medaglie d’Oro 29: Ambrosecchia Anoire (corsa piana, corsa ostacoli A/m), Curatolo Sara (corsa veloce, giro di campo A/f), Frabetti Ambra (nuoto A/f), Carta Valentina (giro di campo B/f), Bellavia Cristian (vortex B/m), Grossi Domenico (gimkana B/m), Vincenti Sara (pesca B/f), Jarine Hichame (maratona, mezzofondo, C/m), Hossain Mohammed Rezuyan (giro di campo C/m), Morelli Riccardo (mountain bike C/m), Zanarella Federico (nuoto C/m), Ambrosecchia Leila (corsa piana, giro di campo, mezzofondo C/f), Gatti Vittoria (nuoto C/f),), Grassi Mattia (tennis D/m), Biolcati Camilla (corsa piana, giro di campo D/f), Monti Melissa (salto in alto D/f); Gare a Squadre: Staffetta nuoto B/mf (Bellavia Cristian-Dall’Olio PietroChendi Martina-Vaccari Elisa), Staffetta Veloce C/m (Ansaloni Emanuele-Hossain Mohammed Rezuyan-Mastromarino Nicolò-Tinarelli Lorenzo.), Staffetta nuoto C/mf (Brusa Francesco-Zanarella Federico-Gatti Vittoria-Zoni Anna), Staffetta Veloce D/m (Bertacchi Erik-Civale Leonardo-Franceschetto Riccardo-Volpe Davide), Staffetta Veloce D/f (Biolcati Camilla/Macchia Eugenia-Gnudi Valentina-Monti MelissaSimoni Anna), Staffetta 4x1 Giro M (Ambrosecchia Anoire-Grossi Domenico-Jarine Hichame/Hossain Mohammed Rezuyan-Civale Leonardo), Staffetta 4x1 Giro F (Curatolo Sara-Carta Valentina-Ambrosecchia Leila-Monti Melissa). Medaglie d’Argento 24: Bertacchi Alex (pentathlon A/m), Mezzogori Nadir (tiro al bersaglio A/m), Curatola Sara (maratona A/f), Vincenti Sara (duathlon A/f), Bellavia Cristian (giro di campo B/m), Carta Valentina (maratona B/f), Tinti Lorenzo (pentathlon B/m), Jarine Hichame (salto in alto C/m), Montanari Luca (pentathlon C/m), Ambrosecchia Leila (maratona C/f), Ansaloni Eleonora (freccette C/f), Foschi Asia (pentathlon C/f),Russo Laura (vortex C/f), Civale Leonardo (lancio del peso D/m), Grillini Matteo (freccette D/m),Righetti Riccardo (tennis D/m), Gnudi Valentina (pattinaggio D/f), Lobina Manuela (mezzofondo D/f); Gare a Squadre: Staffetta Veloce A/m (Ambrosecchia Anoire-Bertacchi Alex-Cavallini Mario-Guerra Tommaso), Staffetta Veloce A/f (Curatolo Sara-Foschi Anna-Galli Federica-Jarine Basma), Staffetta Nuoto A/mf (Cavallini Mario-Costa Federico-Frabetti Ambra-Galli Federica), Staffetta Veloce B/m (Bellavia Cristian-Grossi Domenico-Odiazor Gibson-Tinti Lorenzo), Staffetta Veloce B/f (Carta Valentina-Chendi Martina-Tarozzi DemetraTerranova Emma), Staffetta Ostacoli B/mst (Bellavia Cristian-Grossi DomenicoCarta Valentina-Terranova Emma). Medaglie di Bronzo 13: Ambrosecchia Anoire (maratona A/m), Curatolo Sara (pattinaggio A/f), Grossi Domenico (triathlon B/m), Hossain Mohammed Rezuyan (corsa piana, corsa ostacoli C/m),Jarine Hichame (giro di campo C/m), Morelli Riccardo (nuoto C/m), Sunaric Nicola (freccette C/m), Bertacchi Erik (tiro con l’arco D/m), Franceschetto Riccardo (mezzofondo D/m); Gare a Squadre: Calcio A/m (Ambrosecchia Anoire-Ansaloni Emiliano-Bertacchi Alex-Cavallini Mario-Franceschetto Emanuel-Grillini Eugenio-Guerra TommasoMezzogori Nadir-Pivanti Matteo), Staffetta Ostacoli A/mst (Ambrosecchia AnoireCavallini Mario-Curatolo Sara-Jarine Basma), Rubabandiera (Pesci Sofia-Afonkina Olga-Galli Federica-Foschi Asia-Russo Laura-Terranova Emma)

SAN PIETRO CAPOFIUME Medaglie d’Oro 6: Ornofoli Luca (monopattino, pattinaggio B/m), Masotti Andrea(lancio del peso C/m), Casoni Alice (tiro con l’arco C/f), Serrago Marianna (pattinaggio D/f);Gare a Squadre: Basket C/m (Arcadipane Alessandro-Cremonini Filippo-Dell’Elce Giulio-Foschi Andrea-Galli Davide-Masotti Andrea-Ottone Samuele) . Medaglie d’Argento 3: Adonelli Beamlak (vortex B/f), Argazzi Agata (tiro con l’arco C/f), Veronesi Francesco (tiro con l’arco D/m. Medaglie di Bronzo 5: Rambaldi Alessandro (gimkana A/m),Ben Zidane Dhia (corsa piana B/m), Nicoletti Ilenia (freccette D/f),Simoni Francesca (ping pong D/f); Gare a Squadre: Tiro alla fune A/B/C/m(Dell’Elce Giulio-Masotti Andrea-Ornofoli Luca-Rambaldi AlessandroPizzirano Marco- Valmaggi Filippo).

SAN MARTINO IN ARGINE

Medaglie d’Oro 1: Vanucci Maite (vortex, D/f). Medaglie d’Argento 3: Lombardo Lucio (tiro con l’arco C/m), Ferrazzi Lisa (mountain bike C/f), Vanucci Maite (salto in alto D/f), Medaglie di Bronzo 4: Allaira Federico (braccio di ferro A/m), Pinardi Gregorio (scacchi AB/m), Ambrosecchia Luca (ping pong D/m), Sisto Giuseppe (tennis D/m).

Mario Lega 1980

Morirono tra le montagne dell’Afganistan le speranze olimpiche di Mario Lega. Il suo primato italiano nel lungo (m. 7,95) arrivò il 30 aprile 1980, proprio alla vigilia delle Olimpiadi di Mosca. Per ritorsione contro l’Unione Sovietica che aveva invaso l’Afganistan, gli Stati Uniti e i Paesi NATO dichiararono il boicottaggio delle Olimpiadi di Mosca, volendo in questo modo colpire gli interessi turistici e commerciali della grande potenza dell’Est. Gli americani disertarono completamente i Giochi. In Italia si scelse, come sempre, una via di mezzo e a pagare il prezzo della Guerra Fredda furono soltanto gli atleti militari. Come Mario Lega, tesserato per il Gruppo Carabinieri. Niente Olimpiadi, per lui. Una decisione politica, che egli avvertì come una grande ingiustizia. Una delusione dalla quale il 23enne campione molinellese non si riprese mai più e che condizionò poi per sempre il resto della sua carriera.

La prima di Reja

L’allenatore (ormai ex) della Lazio Edy Reja ha felicemente festeggiato il 7 aprile contro il Napoli le sue 900 panchine tra i professionisti. Ed è bastata la telefonata di un redattore della Gazzetta, curioso di sapere quando e con chi era cominciata la carriera del tecnico a Molinella, perché si avviasse spontaneamente una specie di catena di sant’antonio, un nostalgico passaparola che ha finito col coinvolgere tante persone. Da Maurizio Rizzi a Michielon, da Michielon a Martelli, da Martelli a Bertocchi, a Bertacchini, a Gaiani e da questi a Calori. Tutti avevano una data e una partita da giocarsi alla roulette della memoria. E’ sembrato, ad un certo punto, che la risposta definitiva al domandone potesse darla solo l’ex vice presidente Sergio Calori, che visse al fianco di Reja il campionato 1979-80, l’ultimo di Serie D del Molinella. Fine ottobre-primi di novembre 1979, MolinellaFalconara 1-0: è stata questa la risposta oracolare che ha posto fine ad ogni controversia, subito comunicata alla Gazzetta che l’ha pubblicata sulla cronaca romana del lunedì. Ma la memoria aveva tradito il buon Calori. Interpellato dal caffè, ecco cosa scrive a riguardo Daniele Cacozza, grande statistico del calcio dilettanti: “Mi sono documentato sul Resto del Carlino dell’epoca. Il giornalista che seguiva il Molinella era Giuseppe Tassi, oggi notissima firma del Carlino e direttore responsabile della testata on-line del giornale. Risulta che la prima partita di Reja alla guida del Molinella fu Molinella – Audace (VR) dell’11 novembre 1979, nona giornata del girone di andata. Le cronache riportano che l’allenatore precedente, Patregnani, aveva dato le dimissioni in settimana dopo la brutta sconfitta subita a Legnago (4 novembre, 1-0) che aveva lasciato la squadra ultima in classifica. Reja aveva allenato fino a quel momento le squadre giovanili del Molinella e per questo non poteva sedere in panchina, in attesa che la FIGC desse l’autorizzazione anche per la prima squadra. Il giornale dice che Reja segui’ la gara dalla tribuna, passeggiando nervosamente lungo la recinzione e dando istruzioni ai giocatori attraverso l’inferriata. Particolare curioso: Reja era accompagnato in quella sua prima partita dalla moglie. Seduta in tribuna, il giornale la descrive come “una donna bellissima”.(…) Reja cambiò volto al Molinella, portandolo in zona salvezza ad un mese dalla fine del campionato. Purtroppo pero’ nelle ultime 5 gare raccolse un solo punto e dovette retrocedere, tornando cosi’ nei dilettanti emiliani”. Purtroppo la Versione-Cacozza è arrivata fuori tempo massimo, troppo tardi per rettificare quanto già pubblicato dalla Gazzetta dello Sport. Può darsi, come dice qualcuno, che rivangare il passato serva a poco. Ma qualche volta fa bene ricordare come eravamo. Specialmente quando il cuore rossoblù è gravato dalla infinita tristezza del presente. (il caffè) (P.S. E per finire, un’ultima domanda: il Molinella di Reja salutò quell’anno la Serie D, perdendo in casa 2-0 da chi? Dal Chievo, pensate un po’!)


pag. 4 MEDAGLIE CONI

CONFERENZA DI

ITALO CUCCI

“Lo sport italiano alla vigilia delle Olimpiadi di Londra” PISCINA COMUNALE VENERDI’ 20 LUGLIO ore 21 (org. La Compagnia del Caffè)

SCUOLA DI SPORT

A lezione da Sørensen

Molinella, 8 maggio: il giocatore del Bologna Frederik Sørensen ha incontrato gli alunni delle Scuole Elementari.

Con il torneo delle Quinte Elementari, si è chiusa l’8 giugno l’attività annuale di Scuola di Sport. A sorpresa, ma con pieno merito, si aggiudica l’ambita coppa la 5^ di San Martino. Seconda la 5^A di Molinella, terza la 5^ di San Pietro. Nei giorni precedenti, le classi dell’istituto comprensivo avevano partecipato alla festa finale, provando per 2 ore tutti gli sport praticati durante l’anno.

Per un amico

Ciao Regiui… All’ultimo secondo il tiro da tre ha colpito il ferro, il

male ha vinto e noi (ad appena un anno dalla scomparsa di Pierluigi Gaiba), siamo di nuovo qui, sgomenti, increduli, con le lacrime agli occhi a piangere Andrea Ragazzini, un amico, un compagno, senza parole a chiederci, se mai ci fosse, il perché di un addio tanto prematuro. Noi del Caffe, caro Andrea, ti ricordiamo così, con poche semplici righe. I tuoi amici di sempre ti hanno già ricordato, e continueranno a farlo ogni 4 giugno, il giorno del tuo compleanno, con un torneo di basket, un playground di quelli che giocavamo nelle sere d’estate. Non potrà più essere come una volta, ma così almeno resterai sempre vivo nei nostri cuori. (deca)

Alla presenza del ministro dello sport Pietro Gnudi, si è tenuta il 21 maggio, nella Sala Farnese di Palazzo d’Accursio a Bologna, la cerimonia di consegna delle medaglie al Valore Atletico del CONI. Tra i premiati con la medaglia di bronzo anche il calciatore molinellese Andrea Zaffagnini, che ha giocato quest’anno nell’Andria in Prima Divisione (ex C1), e il campione di danza sportiva del Team Diablo Aniello Langella. (p.c.)

LETTERA

CICLOAMATORI

Ferrari Club, storia e beneficenza Spett.le Redazione, questa lette-

FESTA IN CASA FERRANTI

Pietro Ferranti, l’ex stopper di Molinella e Traghetto, da qualche anno presidente della squadra di basket femminile di Ferrara, festeggia la promozione in A3 della sua Bonfiglioli. Il 3 giugno, nella finale playoff di Pisa, le ferraresi hanno sconfitto Novara 49-41.

STRABOLOGNA

Presso il Centro Sportivo Arcoveggio si è disputata il 19 maggio la finalissima di “StraBologna Scuole-Trofeo Emilbanca”, che a partire dal mese di gennaio ha coinvolto centinaia di classi della provincia.L’Istituto Comprensivo di Molinella l’ha fatta da padrone, vincendo un premio di 250 euro per l’acquisto di materiale sportivo. Una particolare menzione per la 2^A di Molinella e la 2^ di San Martino per quanto riguarda la scuola elementare, rispettivamente prima e seconda, mentre il podio delle terze medie era tutto per Molinella (3^F, 3^C, 3^A).

Un caffè in Piazza della Signoria

Bersi un caffè in Piazza della Signoria a Firenze per poi tornare subito a casa può essere normale per un turista, ma se lo bevi dopo aver pedalato per i 130 km che separano Molinella dalla città toscana, allora ha tutto un altro sapore. Così Cristian Foschi e Riccardo Bonetti hanno deciso sabato 26 maggio di fare un’impresa: 260 Km totali, scalando Raticosa e Futa e passando dalla diga del lago di Bilancino, dal parco di Pratolino e dal castello di Cafaggiolo. I ragazzi però non si sentono appagati e pensano già ad un nuovo percorso: destinazione Verona. Chi volesse aggregarsi, può contattarli direttamente. (Antonio Michielon)

Anche lo sport in campo contro il terremoto Caro Terremoto,

Punto di raccolta al Fondo Farinello

SOLIDARIETÀ

A seguito del sisma che ha colpito le nostre terre, si è costituito un gruppo di volontari tra Molinella e Pieve di Budrio, che ha operato in collaborazione con Italia CSI Molinella, AVPCM Molinella e Caritas Budrio. Le donazioni di denaro, unitamente alla raccolta di medicinali da banco e generi alimentari effettuata al Fondo Farinello nelle giornate del 12 e 14 giugno hanno permesso di consegnare alle popolazioni colpite beni per un valore di circca 20.000 €. In particolare gli aiuti sono stati destinati alla Croce Rossa di Finale Emilia, Parrocchia di S. Agostino, Comune di Medolla e campi della Protezione Civile di San Prospero e Camposanto. Si ricorda inoltre che durante le Olimpiadi di Portomaggiore sono state raccolte offerte per più di 2.000 €, destinati alla ricostruzione delle scuole di Vigarano Mainarda, paese membro del Comitato del Reno. (c.d.)

SOTTO IL CROLLO Il 20 e il 29 maggio la pianura padana ha tremato (e trema ancora) sotto i colpi devastanti del terremoto, che tuttavia ha risparmiato il nostro comune. Ha risparmiato le case, ma non le persone. A Marmorta piangono infatti la morte di Gerardo Cesaro, l’operaio di origine napoletana, rimasto schiacciato sotto il crollo del capannone della Tecopress di Dosso, comune di S. Agostino. I giornali di questi giorni descrivono la vittima come un grande tifoso del Napoli. Noi preferiamo ricordarlo come il papà di Andrea e Nicola, che si distinsero sui campi di calcio con la maglia dell’US Reno.

c’è una cosa che non hai capito della nostra terra: ora te la racconto. Per chiamarci non basta una parola sola: EmiliaRomagna, Emiliano-Romagnoli, ce ne vogliono almeno due; e anche un trattino per unirle, e poi non bastano neanche quelle. Perché siamo tante cose, tutte insieme e tutte diverse, un inverno continentale, con un freddo che ti ghiaccia il respiro, e un’estate tropicale che ti scioglie la testa, e a volte tutto insieme come diceva Pierpaolo Pasolini, capaci di avere un inverno con il sole e la neve, pianure che si perdono piatte all’orizzonte, la terra e l’acqua che si fondono in un paesaggio che sembra di essere alla fine del mondo. Città d’arte e distretti industriali, le spiagge delle riviere che pulsano sia di giorno che di notte, e spesso soltanto una strada o una ferrovia a separare tutto questo; e noi le viviamo tutte queste cose, nello stesso momento, perché siamo gente che lavora a Bologna, dorme a Modena, e va a ballare a Rimini come diceva Pier Vittorio Tondelli, e tutto ci sembra comunque la stessa città che si chiama Emilia Romagna. Siamo tante cose, tutte diverse e tutte insieme, per esempio siamo una regione nel cuore dell’Italia, quasi al centro dell’Italia, eppure siamo una regione di frontiera, siamo anche noi un trattino, una

cerniera fra il nord e il sud, e se dal nord al sud vuoi andare e viceversa devi passare per forza da qui, dall’Emilia Romagna, e come tutti i posti di frontiera, qualcosa dà ma qualcosa prende a chi passa, e soprattutto a chi resta, ad esempio a chi è venuto qui per studiare a lavorare oppure a divertirsi e poi ha deciso di rimanerci tutta la vita… in questa terra che non è soltanto un luogo, un posto fisico dove stare, ma è soprattutto un modo di fare e vedere le cose. Perché ad esempio qui la terra prende forma e diventa vasi e piastrelle di ceramica, la campagna diventa prodotto, e anche la notte e il mare diventano divertimento, diventano industria, qui si va, veloci come le strade che attraversano la regione, così dritte che sembrano tirate con il righello. E si fa per avere certo, anche per essere, ma si fa soprattutto per stare, per stare meglio, gli asili, le biblioteche, gli ospedali, le macchine e le moto più belle del mondo. In nessun altro posto al mondo la gente parla così tanto a tavola di quello che mangia, lo racconta, ci litiga, l’aceto balsamico, il ripieno dei tortellini, la cottura dei gnocchini fritti e della piadina e mica solo questo, sono più di 4000 le ricette depositate in emilia romagna; ecco, la gente studia quello che mangia, perché

ogni cosa, anche la più terrena, anche il cibo, anche il maiale diventa filosofia, ma non resta lassù per aria, poi la si mangia. se in tutti i posti del mondo i cervelli si incontrano e dialogano nei salotti, da noi invece lo si fa in cucina, perché siamo gente che parla, che discute, che litiga, gente che a stare zitta proprio non ci sa stare, allora ci mettiamo insieme per farci sentire, fondiamo associazioni, comitati, cooperative, consorzi, movimenti, per fare le cose insieme, spesso come un motore che batte a quattro tempi, con una testa che sogna cose fantastiche, però con le mani che davvero ci arrivano a fare quelle cose li, e quello che resta da fare va bene, diventa un altro sogno. A volte ci riusciamo a volte no, perché tante cose spesso vogliono dire tante contraddizioni. Che spesso non si fondono per niente, al contrario non ci stanno proprio, però convivono sempre. Tante cose tutte diverse, tutte insieme, perché questa è una regione che per raccontarla un nome solo non basta. Ora ti ho raccontato quello che siamo: non credere di farci paura con due giri di mazurca, facendo ballare la terra sotto i nostri piedi. Noi non abbiamo paura di cadere e se cadiamo ci rialziamo... (testo tv di Carlo Lucarelli)

ra vuole essere una breve carellata sulla storia del Ferrari Club Molinella, ma soprattutto un saluto e un ringraziamento ai Soci del nostro Club, che nasce nel 1985 per iniziativa di un gruppo di appassionati e continua la attività fino al 2005, quando purtroppo la Ferrari S.p.A. decide di cambiare le regole dei Club e molti, come il nostro, sono costretti a malincuore a chiudere i battenti con la Cena Sociale del 2006.In questi anni siamo andati spesso a Maranello, visitando sia lo stabilimento che la pista di Fiorano, dove a volte abbiamo girato con le nostre vetture, e alcune volte il Reparto Corse, siamo stati al Muggello al primo Ferrari day, nel 2002 abbiamo trascorso una giornata a Rivolto ospiti delle Frecce Tricolori e ammirato dal vivo le loro fantastiche evoluzioni, abbiamo visitato la Ducati e la Maserati, serie e Reparto Corse. All’inaugurazione e alle nostre Cene Sociali, abbiamo spesso esposto vetture di Formula 1 e di serie, e ospitato sempre personaggi importanti della Ferrari, da Stradi, per quarant’anni segretario di Enzo Ferrari, a Tagliazucchi autista personale del Drake, a Ferri responsabile della pista di Fiorano, e tanti tecnici di primissimo piano: Bellentani, Renzetti, Postlhet Waite, His, Castelli, Massai, Lombardi, Martinelli, Mazzola, D’ Agostino, Bianchi, Govoni, Mezzetti, Ascanelli. Baldisserri, lo stesso Stefano Domenicali, oggi responsabile del Gruppo Corse, fino ai nostri concittadini Bariselli e Selva. Abbiamo ospitato numerose volte Giancarlo Minardi, organizzato serate con l’ ing. Mauro Forghieri, con l’ing. Paolo Dallara, ospitato piloti come Agostini, Munari, Morbidelli, Letho, Pirro, Chili, Zanardi e giornalisti di Autosprint (Cavicchi, Guglielmi, Boccafogli, Nugnes, Forti), di Rombo Sabatini) e del Resto del Carlino (Pirazzini). Poiché il nostro Club non aveva assolutamente scopo di lucro, abbiamo donato in beneficenza, nel limite delle nostre possibilità, tutti i nostri utili: nel 1993 abbiamo offerto 300.000 lire al Progetto Margherita, alle Case di riposo Fabbri e Federici; nel 2004, 300,00 € ancora alla Casa di riposo comunale e a quella parrocchiale; nel 2005 abbiamo donato 300,00 € alla Pubblica Assistenza, nel 2006 abbiamo aderito ad una iniziativa del dott. Tura donando ai medici dell’ex ospedale di Molinella un defibrillatore per un valore di 1.450,00 €, mentre nel 2008, avendo cessato ogni attività, abbiamo contribuito con 2.500,00 € alla realizzazione di un veicolo per disabili, e infine abbiamo donato i rimanenti 220,00 € alla sottoscrizione pro Terremotati, e così abbiamo chiuso definitivamente. Siamo dispiaciuti di aver dovuto anche noi, come tanti altri Club, chiudere i battenti, ma al tempo stesso siamo contenti e orgogliosi di avere donato alla nostra comunità, una somma significativa, circa 5500 €. Pertanto un doveroso ringraziamento a tutti i Collaboratori, i Soci, gli Amici e i Sostenitori del Ferrari Club, che in tutti questi anni, dal 1985 ad oggi, ci hanno sempre seguito, sostenuto e consentito tutto questo. Gianni Passerini

il è caff Supercarni Golinelli s.r.l.

impresa, ambiente, territorio

Allevamenti Bovini propri Produzione salumi tipici naturali Produzione e lavorazione di tutti i tipi di carne Gastronomia con punto ristoro

Via Cartiera, 120 40037 SASSO MARCONI (BO) Tel. 051.6781325 Fax 051.6783082 www.galileo-ingegneria.it e-mail: info@galileo-ingegneria.it

Molinella (BO) - Via Prov. Inferiore, 69 Tel. 051.881211 - www.supercarnigolinelli.it

Via Filippo Turati - Tel. 051.880818 MOLINELLA

Marco Mazzoni

SOC. COOP. a R.L.

Coop. Autotrasportatori Autonomi Molinella

AUTOSPURGO

40062 Molinella (BO) - Via Aldo Moro, 20 Tel. 051.881127 - Fax 051.887243 Cellulari: 335.6154060 - 335.7385485

Costruisce e vende villette e appartamenti in Molinella

Trasporto merci c/terzi Forniture di materiali inerti Lavori di escavazione, sbancamento e ruspatura Servizio autogru

MOLINELLA (BO) - VIA E. FORTI, 14 TEL. 051.6900317 - FAX 051.887150 E-mail: cam@consorzio-cam.it www.consorzio-cam.it

S. Pietro Capofiume (Molinella) BO Tel. 051.6908590 Cell. 348.2613361 Fax 051.6908336

• Spurgo vasche settiche • Spurgo pozzi neri • Smunitura colonne di scarico e reti fognarie • Lavaggio strade e piazzali • Trasporto rifiuti speciali • Servizio con pompe ad alta e bassa pressione

Commercio all’ingrosso e al dettaglio Via G. Reni, 38 - 40062 Molinella (BO) Tel. 051.6900311 - Fax 051.6905133 E-mail: agrifruit@agrifruit.com - www.agrifruit.com

Via C. Battisti 44 40062 Molinella (BO) Tel. 051.887382

tornerà in edicola il 22 settembre

COMPUTER e WEB VIA MAZZINI, 116 40062 MOLINELLA (BO) TEL/FAX 051.887424 www.flydata.it


Il caffe 2.80.2012