Page 125

rubriche

Cinema

Luca Benni & Matteo Cesarini Cinema Metropolis Umbertide

LOTTO, MARZO E VADO AL CINEMA In Italia la mobilitazione è stata coordinata dalla rete “Non una di meno” e tra le rivendicazioni c’è anche il diverso trattamento riservato al genere femminile nei luoghi di lavoro. Per il cinema, uno studio pubblicato l’anno scorso dal The Center for the Study of Women in Television and Film sembrerebbe affermare il contrario. Nel 2016 le donne sono andate forte sul grande schermo e tra i 100 film che hanno incassato di più al cinema negli Stati Uniti nel 2016, le donne hanno guidato le storie per il 29% dei lungometraggi, con un aumento del 7% rispetto al 2015. Questa cifra segna un record storico nella storia del cinema mondiale, anche se la parità tra protagonisti resta ancora lontana.

la straordinaria Isabelle Huppert

Per il 2017 tale tendenza dovrebbe proseguire, grazie a pellicole di sicuro successo come "Wonder Woman" con Gal Gadot, "La Bella e la Bestia" con Emma Watson", "Resident Evil: The Final Chapter" con Milla Jovovich e "Star Wars: The Last Jedi" con Daisy Ridley. Insieme a questi, anche il cinema d’autore ci sta raccontando importanti storie di donne. È il caso di " Jackie" di Pablo Larrain con Natalie Portman, "Elle" di Paul Verhoeven con la straordinaria Isabelle Huppert e, soprattutto, "Hidden figures – Il diritto di contare" di Theodore Melfi, storia di tre scienziate della NASA capaci di mandare un uomo in orbita e poi sulla Luna che si battono contro le discriminazioni nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta. Il quadro è confortante, quindi? Non proprio. A Hollywood, per non parlare di Cinecittà, le registe sono ancora pochissime: solo il 7%. Del resto, alla cerimonia di assegnazione dei premi Oscar di due anni fa furono numerosi i discorsi, tra cui quello di Patricia Arquette, dedicati alla richiesta di uguali condizioni salariali tra uomini e donne. La strada è ancora lunga.

125

Profile for mokacomunicazione

The mag27 issuue  

Addio, o forse basta un ciao. La decisione è una: partire, poi si vedrà. Casomai si torna a casa. Anzi no. Cresce di anno in anno il numero...

The mag27 issuue  

Addio, o forse basta un ciao. La decisione è una: partire, poi si vedrà. Casomai si torna a casa. Anzi no. Cresce di anno in anno il numero...

Advertisement