Page 110

GENERAZIONI BATACLAN BATACLAN GENARATIONS È il 29 gennaio 1972: si riuniscono per la prima volta insieme su un palco, dopo lo scioglimento dei «Velvet Underground» Lou Reed, John Cale e Nico. Il risultato è uno schietto e bellissimo live acustico in cui, oltre a proporre ognuno le proprie canzoni, viene rispolverato il meglio del repertorio dei Velvet per un totale di 16 emozionantissime ed intense interpretazioni. Una piccola gemma di concerto per appassionati. Con alle spalle un solo album all'attivo ed un secondo pronto per l'uscita, a salire sul palco il 17 dicembre 1979 sono gli allora giovanissimi The Cure. Robert Smith non è ancora il personaggio che tutti conosciamo, ma la sua personalità e le potenzialità del gruppo sono ben chiare. Una dozzina di brani, dei quali molti destinati a diventare pietre miliari, dove il sound e l'inconfondibile voce fanno capire nitidamente che i ragazzi arriveranno molto lontano. L'11 febbraio 1995 è un angelo a salire su quel palco con un solo album che purtroppo resterà l'unico; poche canzoni delle quali molte cover reinterpretate in maniera unica ed intimista. Basta poco più di mezz'ora per regalare una performance eterna: Jeff Buckley, una delle più belle voci mai sentite sulla terra, lascia la sua indelebile impronta di struggente e grandiosa bravura. Un live che cristallizza attimi d'intensità e leggerezza per diventare una meravigliosa perla nella polpa dell'ostrica. Ciò che lega i tre eventi, le tre date e le tre generazioni non è un elemento secondario, ma è parte integrante di questa magica bellezza. Il luogo dove tale energia si è sprigionata: il Bataclan. Già, perchè sono 150 anni che al 50 boulevard Voltaire nell' 11mo arrondissement di Parigi batte un cuore di arte, musica e cultura. Il Bataclan dagli anni Settanta è un piccolo-grande tempio della musica rock e alternativa, dove generazioni di appassionati sono passate per vedere ed ascoltare alcuni tra i più grandi protagonisti della scena musicale di ogni tempo: Jerry Lee Lewis, The Velvet Underground, The Clash, The Ramones, Beck, My Bloody Valentine, Manic Street Preachers, Suede, Motörhead, Franz Ferdinand, The Police, Prince, Genesis, Jeff Buckley, The Black Keys, Foo Fighters, Oasis, The Cure, Alice Cooper, Metallica, The Smashing Pumpkins, Iron Maiden e molti altri. Tante persone hanno ascoltato queste performance dal vivo, molte altre sono state raggiunte dalle loro note attraverso i memorabili album registrati lì dentro. Generazioni che sono cresciute, altre che non ci sono mai state, ma una cosa è certa: l'anima e lo spirito del Bataclan non si fermeranno mai e la sua musica continuerà a suonare. Per tutti.

110

It was January 29th, 1972: Lou Reed, John Cale and Nico met for the first time together on a stage, after The Velvet Underground had been dissolved. The result was a beautiful and candid acoustic live in which, besides each of the offering his own songs, they also played the best of the Velvet repertoire for a total of 16 very emotional and intense interpretations. A small gem of a concert for the enthusiasts. With only one active album behind them and a second one ready to come out, The Cure, very young at the time, were ready to go on stage December 17th 1979. Robert Smith wasn’t yet the character that we all know him to be, but his personality and the potential of the group were quite clear. A dozen pieces, many of which would become milestones, where the sound and the unmistakable voice made us aware that these guys were going to go far. On February 11, 1995 an angel went up on stage with one album only, which unfortunately would remain his only one; few songs from this album, many covers reinterpreted in a unique an intimate way. In just a little under a half an hour we were given an eternal performance: Jeff Buckley, one of the most beautiful voices ever heard on earth, leaving his unforgettable touch with heart-wrenching and magnificent skill. A live performance that crystallizes moments of intensity and lightness becoming a marvelous pearl in the essence of the oyster. The thing that unites these three events, the three dates and the three generations isn’t a secondary element, but an essential part of this magical beauty. The place where this energy was released: the Bataclan. Indeed, because at 59 Boulevard Voltaire at the 11th arrondissement Paris’ heart has been beating art, music and culture for 150 years. The Bataclan has been a little-big temple of rock and alternative music since the seventies, where generations of enthusiasts have come to see and hear some of the biggest leaders on the music scene from all times: Jerry Lee Lewis, The Velvet Underground, The Clash, The Ramones, Beck, My Bloody Valentine, Manic Street Preachers, Suede, Motorhead, Franz Ferdinand, The Police, Prince, Genesis, Jeff Buckley, The Black Keys, Foo Fighters, Oasis, The Cure, Alice Cooper, Metallica, The Smashing Pumpkins, Iron Maiden and many others. Many people have listened to these live performances, many others have been reached by their notes through the memorable albums recorded inside there. Generations have grown, others have never been there, but one thing is certain: the soul and the spirit of the Bataclan won’t ever be stopped and its music will continue to play. For everyone.

Profile for mokacomunicazione

The Mag 19  

In periodi difficili come questi in cui il clima internazionale torna a minare il già poco quieto vivere, alimenta isterismi su isterismi, p...

The Mag 19  

In periodi difficili come questi in cui il clima internazionale torna a minare il già poco quieto vivere, alimenta isterismi su isterismi, p...