Page 53

LO SPOSALIZIO DELLA VERGINE ICONA MILANESE ‘THE MARRIAGE OF THE VIRGIN’ – A MILANESE ICON Certamente Raffaello, quando lo dipinse nel 1504 nella chiesa di San Francesco a Città di Castello, non si immaginava che cinque secoli più tardi "Lo sposalizio della Vergine" sarebbe diventato uno dei simboli della capitale della finanza, Milano. Eppure è andata così: tanto che nel semestre di Expo proprio il dipinto è finito in un ciclo di conferenze che Milano dedica alle sei opere più rappresentative. L’arco temporale della manifestazione è scandito ogni mese, (dal 6 maggio al primo ottobre), dagli incontri pubblici denominati "Milano: a place TO BE": sei icone, opere d’arte note in tutto il mondo e appartenenti alla realtà milanese sono state associate a sei concetti (BEginning, BEloved, BElong, BEside, BEyond, BElieve) che ne costituiscono l’impalcatura narrativa. L’obiettivo è raccontare le sei opere in un calendario che accompagna la vita culturale della città durante l’Esposizione Universale. Cosa si nasconde in alcune delle più belle opere di Milano?

When Raffaello painted "The marriage of the Virgin" in 1504 in the the church of San Francesco, Città di Castello, he couldn’t possibly have known that five centuries later it would become one of the symbols of the finance capital, Milan. And yet, the painting is now the subject of one of a series of seminars the Milan Expo has dedicated to six representative works of art. From 6th May to 1st October there will be monthly public events under the title 'Milan: a place TO BE', and will feature six internationally recognized, iconic works of art, which have been associated with the six concepts, Beginning, Beloved, Belong, Beside, Beyond, Believe, that make up the narrative’s foundation. The aim is to relate the six works to a schedule of the city’s cultural life during Expo. What’s hidden in some of the finest works in Milan? What are their connections to the host city? Multi-disciplinary anecdotes, stories and trivia relate the Milanese masterpieces to the ExpoinCittà symbol.

Quale il legame con la città che le ospita? Aneddoti, storie e curiosità che attraversano le discipline e i campi del sapere per raccontare i capolavori milanesi simbolo di ExpoinCittà. Lo "Sposalizio della Vergine" di Raffaello è al centro della conversazione del primo luglio tenuta, in 75 minuti, da Cristina Acidini, l’ex vicario alla Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Firenze e guida fino al 2014 del Polo Museale fiorentino che negli anni ha promosso, progettato e diretto campagne di restauro di grande importanza.

The ‘Marriage of the Virgin’ by Raffaello will be the focus of the 75 minute discussion to be held on 1st July by Cristina Acidini, former vicar to the Superintendence for Artistic and Historical Heritage of Florence and, until 2014, guide for the Museums of Florence. Over the years she has promoted, designed and directed important restoration campaigns.

«Quest’opera di Raffaello Sanzio è quella che segna l'inizio della fase della sua maturità artistica»: dipinta nel 1504 per la chiesa di San Francesco a Città di Castello, fu donata nel 1804 da Giacomo Sannazzari all'Ospedale Maggiore di Milano e poi acquisita e destinata con decreto vicereale di Eugenio di Beauharnais alla Pinacoteca di Brera dove si trova tutt’oggi. Le altre opere icone che saranno omaggiate nel ciclo di incontri sono: "Il quarto stato" di Giovanni Pellizza da Volpedo, "Il Bacio" di Francesco Hayez, la "Pietà Rondanini" di Michelangelo, il "Concetto Spaziale" di Lucio Fontana e "l’Ultima Cena" di Leonardo. Tutti gli incontri sono nella sala Alessi di Palazzo Marino.

«This work by Raffaello Sanzio is one that marks the beginning of a phase of artistic maturity in the artist». Painted in 1504 for the church of San Francesco in Citta di Castello, it was donated in 1804 by Giacomo Sannazzari to the Hospital Maggiore of in Milan and was later bought by Eugene de Beauharnais and destined for the Pinacoteca di Brera, where it is now displayed. Other works that will be honoured in the series of meetings are, "The fourth state" by Giovanni Pellizza da Volpedo, "The Kiss" by Francesco Hayez, Michelangelo’s "Pietà Rondanini", the "Spatial Concept" by Lucio Fontana and the "Last Supper" by Leonardo da Vinci. All events will be in the Sala Alessi in Palazzo Marino.

51

Profile for mokacomunicazione

The Mag 16  

Viaggio andata e ritorno, da Città di Castello a Milano, guardando attorno e cercando di raccontare le realtà che in questo periodo gravitan...

The Mag 16  

Viaggio andata e ritorno, da Città di Castello a Milano, guardando attorno e cercando di raccontare le realtà che in questo periodo gravitan...

Advertisement