Page 115

I ragazzi dell'associazione JAM con il Pan del Diavolo e il loro staff - foto: Giorgia Fanelli

no le 10 tracce; l’aver registrato in presa diretta mi dicono sia“ la migliore esperienza da fare se un gruppo ha una certa chimica, attribuisce un valore aggiunto alle canzoni” che, soprattutto dal vivo, non sono mai uguali. Come in una jam session continua dicono di “cambiare e trasformare i pezzi ogni volta che suoniamo su un palco” in una continua sperimentazione. Fra una sigaretta e una birra bevuta dalla bottiglia domando se hanno un pezzo che li definisce al meglio o a cui sono particolarmente legati, mi risponde sorridendo Alessandro “ci appartengono e disobbediscono un po’ tutte le canzoni”. Li rivedo dopo qualche ora che in maniche di camicia imbracciano le chitarre mentre il pubblico intorno a loro sprofonda nei cappotti e nell’aria ancora più rigida, suonano i primi pezzi senza mai prender fiato, narrando il loro mondo, la loro passione “Da quando sono nato/ ho sempre viaggiato/stavo cercando/il mio posto nel mondo…”.

113

Profile for mokacomunicazione

The Mag 16  

Viaggio andata e ritorno, da Città di Castello a Milano, guardando attorno e cercando di raccontare le realtà che in questo periodo gravitan...

The Mag 16  

Viaggio andata e ritorno, da Città di Castello a Milano, guardando attorno e cercando di raccontare le realtà che in questo periodo gravitan...

Advertisement