Page 30

Sofia e Manuel, dopo dieci anni di fidanzamento hanno coronato il loro sogno, sposandosi. E a settembre scorso si sono trasferiti nella loro bellissima casa, preparata apposta per le nozze. La posizione è mozzafiato, nella campagna urbinate. Era la casa della nonna di Manuel, costruita una decina di anni fa. L’hanno ristrutturata con cura seguendo le loro idee e i consigli di Marzia, il loro architetto di fiducia. La distribuzione degli spazi è partita dall’idea di Sofia, e cioè adibire a cucina la parte “tonda” della casa. Da lì poi si è distribuito tutto il resto, realizzando un unico spazio aperto insieme con il soggiorno. Per l’arredamento hanno scelto pochi pezzi, ma, oltre che funzionali, caratterizzati da minimalismo e leggerezza. Le linee nette e molto pratiche della cucina Modulnova sono spezzate dai colori eterei. I pensili e l’isola sono bianchissimi, mentre le colonne forno-frigo-dispensa, incorniciate dal muro concavo, sono grigio cenere come il tavolo. Qui ingentiliscono il tutto le sedie Eames originali Vitra con base cromata e la sinuosa seduta in grigio ghiaccio, insieme all’abbondante luce che entra dalle finestre. Per il soggiorno, molto ampio e luminosissimo, hanno scelto il divano Monopoli di Désirée, delle vere e proprie isole di benessere, con i cuscini modulabili per lasciare la stanza libera da ostacoli. Accanto, il bel tavolo Air di LAGO, scelto da Sofia e che dona matericità e leggerezza, è incorniciato dalle sedie All Plastic firmate da Jasper Morrison per Vitra, scelte da Manuel e dalle piante che tanto piacciono a Sofia. Sicuramente hanno scelto entrambi molto bene, stanno insieme benissimo creando un angolo fresco e accogliente, un po' alla “Jungalow” di Justina Blakeney. La leggerezza fa da padrona anche in camera da letto, con il letto Fluttua e i comodini sospesi firmati LAGO, incorniciati come delle edicole. E non è da meno nel bagno. Anche qui il lavabo è sospeso, con i cassetti in vetro. Il piacere di abitare la zona notte è esaltato anche dalla comoda cabina armadio attrezzata in due pareti, raccordate da una capiente isola contenitiva centrale.

30

Profile for mokacomunicazione

Shake it out!  

La luce in fondo al tunnel! Dove vai? Se lo chiede, con le sue foto, il giovane Matteo Bianchi. Il ragazzo che ha realizzato il progetto “Qu...

Shake it out!  

La luce in fondo al tunnel! Dove vai? Se lo chiede, con le sue foto, il giovane Matteo Bianchi. Il ragazzo che ha realizzato il progetto “Qu...

Advertisement