Page 75

c come ricette

A CURA DELL’UNIONE CUOCHI ABRUZZESI / FOTO_MODIV_NINO DI FELICE

Lu Carrature d’ore Un concorso Tutto da mangiare

La 22esima edizione de “Lu Carrature d’Ore” si è conclusa premiando 3 donne tra le 4 partecipanti allo storico concorso gastronomico regionale, per un totale di 21 professionisti. Quasi 200 ospiti nella cena di gala che si è svolta il 21 marzo all’hotel Michelangelo di Città Sant’Angelo hanno gustato una cena sofisticata di ben sette portate, preparata dal neonato Team cuochi abruzzesi, guidato da Michele Ottalevi. Alla serata hanno preso parte i dirigenti dell’Unione Cuochi Abruzzesi e, in rappresentanza dei tre enti che hanno collaborato con l’Associazione Cuochi di Pescara nell’organizzazione dell’evento, il presidente della Camera di Commercio di Pescara Daniele Becci, il sindaco di Città Sant’Angelo Gabriele Florindi e il direttore della Fondazione Victoriis Medori Giampietro Luciani.

Sono stati premiati in diretta i vincitori selezionati dalle giurie presiedute dal giornalista enogastronomico Massimo Di Cintio, e composte da nomi di eccellenza come Fabrizio Camplone, titolare della pasticceria Caprice e membro dell’Accademia maestri pasticceri italiani; Andrea Di Felice, presidente Unione Cuochi Abruzzesi; e dagli chef Gianluca Sergiacomo (“Il Giardino degli Ulivi”, Rosciano); Marcello Spadone (ristorante “La Bandiera”, Civitella Casanova); Peppino Tinari (ristorante “Villa Maiella”, Guardiagrele); Domenica Vagnarelli (ristorante “Mediterraneo”, Alba Adriatica”) e Pino Finamore (chef della Camera dei Deputati). Per l’occasione è stato anche festeggiato l’ottantesimo compleanno del presidente onorario Leo Giacomucci, ideatore del concorso nel 1988.

C come magazine n. 24  

E' uscito il nuovo C come magazine n. 24

Advertisement