Page 71

partenza, vissuti come necessità di fuga del momento. Se questo è il quadro, diventa imprescindibile modificare il sistema dell’offerta turistica attraverso la progettazione di prodotti differenziati e l’organizzazione di vacanze a tema durante le quali praticare sport. Dedicarsi, insomma, al proprio benessere ed alla propria armonia all’interno di territori pensati come contenitori di storia, di alta cultura enogastronomica “a Km zero”: luoghi con cui confrontarsi ed arricchire il proprio saper fare. Da questo punto di vista, il resoconto del viaggio non riguarderà solo la parola, ma anche la rielaborazione casalinga di un piatto tipico che il turista avrà assaggiato durante un viaggio e del quale avrà appreso le origini, le tecniche di cottura, le curiosità ad esso legate. Sarà pure possibile recuperare in loco la ricetta, come pure godere della degustazione di un vino o assistere alla mostra di un manufatto locale come spunti per conoscere una storia di vita e per apprezzare la reale adozione di comportamenti eco sostenibili, attraverso la richiesta di prodotti agroalimentari che rispettino l’equilibrio, il territorio e la salute delle persone. Il ruolo delle comunità locali sarà sempre più importante nelle esperienze di vacanza, mentre d’altra parte il web, la disponibilità di connessione wi-fi

«Per andare incontro al futuro occorre unire l’innovazione nel servizio alla valorizzazione delle proprie peculiarità»» e l’utilizzo dei dispositivi mobili diverranno parte integrante di un individuo in costante movimento. Sarà perciò altrettanto fondamentale qualificare l’offerta unendo l’innovazione del servizio con una dimensione piccola e personale delle strutture ricettive; creare circuiti differenziati e specializzati per target di prodotto; adottare marchi di qualità che possano aiutare le imprese a sviluppare una capacità di risposta più rapida e ricercata alle richieste attuali e potenziali dei turisti. I servizi turistici dovranno essere maggiormente orientati alla soddisfazione del cliente: la formazione alle imprese su temi come le tecniche di commercializzazione online, l’utilizzo di internet come supporto alla vendita (prenotazioni via web; presenza nei portali di booking online rivolti a destinatari specifici ed a nicchie di turismo; utilizzo di smart phone per essere sempre reperibili) e la progettazione di nuove possibilità di turismo (prodotti e itinerari) possono rappresentare la giusta risposta. Per far questo sarà necessario coinvolgere gli attori pubblici, costruire un sistema di relazioni con i privati,

PAG 53 / C COME TERRITORIO

C come magazine n. 24  

E' uscito il nuovo C come magazine n. 24

Advertisement