Page 1

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 1


SOMMARIO

DA DEALER AD AGENTI?

COME STA EVOLVENDO IL MERCATO IN RELAZIONE ALLA MOBILITY TRANSFORMATION? Pag. 4

Pag. 7

Pag. 10

YOYO ARRIVA IN SPAGNA

PERCHÉ GESTIRE EVENTI DERIVATI DA GRANDINE NON È PER TUTTI Pag. 14

MOBILITYhub Digital Paper è un mensile gratuito che raccoglie news, interviste e dati del mercato auto.

Scopri di più su www.mobility-hub.it, il nuovo portale dedicato alla Community Italiana Automotive. DIGITAL PAPER

2


ING

Proietta la tua concessionaria nel futuro grazie a funzionalità reinventate con il potere della flessibilità Un DMS mobile oriented, un sistema completo per la gestione della tua Concessionaria, disponibile ovunque e accessibile da qualsiasi dispositivo

UTILITY ACCOUNTING

WORKSHOP PA RTS

CRM VEHICLE

ADVISOR SALESMAN PLUS

SALESMAN STOCK D I A RY

www.esseitalia.it

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 3


COME STA EVOLVENDO IL MERCATO IN RELAZIONE ALLA MOBILITY TRANSFORMATION? Presidente AsConAuto, leader europea per la distribuzione dei

ricambi originali e di AsConAuto Logistica, che ne gestisce la consegna in tutto il Paese. Presidente, fin dalla fondazione nel 2008, del Consorzio DOC Ricambi Originali di Lucca, Massa Carrara, Pistoia e La Spezia. Da Maggio 2018, è stato chiamato a far parte del CdA di Federauto.

FABRIZIO GUIDI

Fabrizio Guidi entra nel ‘91 in Guidicar, l’azienda di famiglia che rappresenta da oltre 50 anni il marchio Mercedes-Benz. Con il fratello Marco crea il Gruppo Guidi che, da Lucca, apre le sedi di Pistoia, MassaCarrara e La Spezia. Guidicar Srl, di cui è vicepresidente, rappresenta, con società diverse: Mercedes-Benz, KIA, Volvo, Volkswagen. Abbiamo avuto il piacere di intervistarlo a MOBILITYhub On Track:

Presidente AsConAuto

Come sta evolvendo il mercato in relazione alla Mobility Transformation?

"Rispetto alla mobility trasformation bisogna oggettivamente

Scansione il qr code per vedere l'intervista completa

rapportare il mercato alle difficoltà del periodo, perché io credo che sia un mercato, che come nel resto dell'Europa, probabilmente in parte si concentrerà su un diverso traffico privato e un maggior traffico pubblico. Il mercato sta evolvendo limitatamente verso mezzi più ecologici perché anche le misure di incentivi e gli stimoli che vengono dati lo indirizzano verso l'elettrico, senza creare però le condizioni economiche e strutturali per cui questo mercato si possa effettivamente sviluppare in quella direzione. Ci troviamo di fronte a limiti di intelligenza pratica e amministrativa, politica relativamente alla direzione verso cui dovrebbe andare."

Quale sarà il futuro della mobilità a suo parere?

"Il futuro della mobilità certamente per ora non sarà quello che ci si aspetta, non credo che ci

dirigiamo verso una mobilità interamente elettrica per problemi strutturali, per problemi economici, ma anche per problemi di aggiornamento dei prodotti, eccetera. Credo che ci sarà ancora largo spazio per la mobilità privata, e che questa in grande parte si concentrerà ancora sui motori endotermici, magari con carburanti sintetici e meno inquinanti. Vedremo uno sviluppo importante delle celle di combustibile, che è tuttora il sistema migliore a cui possiamo aspirare, e forse un condizionamento fra trasporto privato e pubblico, con una valorizzazione del trasporto privato anche come trasporto da svago, da momento familiare, di conoscenza del territorio. Con gli anni vedremo come man mano che si evolverà il trasporto pubblico si condizionerà anche trasporto privato." DIGITAL PAPER

4


Sergio Tumino classe 1962, comicia la sua attività nel 1979 a soli 17 anni, raccogliendo l’eredità del padre concessionario

Oggi ha in organico 180 collaboratori, opera in due territori, Ragusa e Siracusa, ed è Dealer di 8 marchi quali Ford, Suzuki, Jaguar, Land Rover, Audi, Volkswagen, APSP e DWA. Nell’anno 2020 ha venduto 2900 vetture nuove e 1800 vetture usate. Pensa che il suo patrimonio più grande siano i suoi clienti e le sue risorse umane, fautori oggi del suo successo. Abbiamo avuto il piacere di intervistarlo a MOBILITYhub On Track, a seguito del suo intervento al workshop idee per la mobility transformation:

SERGIO TUMINO

CEO ST Sergio Tumino Come sta evolvendo il mercato in relazione alla Mobility Transformation?

"Il mercato non sta vivendo una crisi, ma una rivoluzione.

Dobbiamo renderci conto che sta cambiando completamente il mercato e dobbiamo essere pronti a tale cambiamento come accade in ogni rivoluzione, perciò è importante che tutti quanti coinvolti in questo settore lo capiscano.

Quale sarà il futuro della mobilità a suo parere?

"Questa crisi oggi con l'avvento dello smart working ci ha fatto

perdere un po’ i rapporti personali. Io penso si tornerà in parte alle origini, e in un'organizzazione ci vuole quel valore aggiunto per cercare di capire quelli che oggi possono essere le esigenze dei nostri clienti.

Scansione il qr code per vedere l'intervista completa

Questo in tutti i reparti, dal service, al noleggio, al rent, al BDC, al back office, all'officina. Solamente capendo e analizzando i dati possiamo dare questo valore aggiunto, che non si limita ad una persona dell'azienda ma a tutta l'azienda, perciò dobbiamo coinvolgere tutti i collaboratori in questo cambiamento.

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 5


ANDREAS BARCHETTI

CEO Gruppo Barchetti Scansione il qr code per vedere l'intervista completa

Andreas Barchetti, dopo la formazione in Bocconi ed un periodo in Brasile presso Roland

Berger & Partner, dal 1996 dirige, insieme al fratello Ivo, Barchetti, gruppo di Concessionarie Auto fondato nel 1959 e presente oggi in tutto il Nord Italia con 18 brand e 550 dipendenti. Nel 2018 lancia CAYU, primo caso in Italia di Concessionaria all’interno di un Centro Commerciale, progetto pionieristico che evolve nel 2020 nella piattaforma e-commerce Hey Barchetti. Da aprile 2020 è anche Amministratore Delegato di Rent2Go, società di Noleggio a Lungo Termine a diretta emanazione di Dealer. In luglio 2020 è eletto Presidente dell’Associazione Europea dei concessionari Opel e Vauxhall. Abbiamo avuto il piacere di intervistarlo a MOBILITYhub On Track, a seguito del suo intervento al workshop idee per la mobility transformation:

Come sta evolvendo il mercato in relazione alla Mobility Transformation?

"Colui che dobbiamo ascoltare principalmente è il cliente perché prestiamo molta attenzione

agli esperti e alle ricerche ma è fondamentale prestare la giusta attenzione al consumatore. Oggi il cliente ha un dubbio principale che è quello legato alla tecnologia, con la pressione che riceve sull'elettrico, sul diesel, sull'ibrido, oggi si trova a compiere una scelta veramente difficile. In questo ambito di incertezza è importante stare vicino al cliente e capire come lo possiamo aiutare a superare questo periodo di passaggio o di “trasformation” vera e propria. Si tratta di consigliarlo bene nel processo di vendita, nella soluzione di un noleggio o di un finanziamento breve con una rata finale, dobbiamo quindi aiutarlo a trovare delle formule transitorie che permettano al cliente di approcciarsi nuovamente a uno scenario più sicuro in termini di tecnologia e di consumi."

Quale sarà il futuro della mobilità a suo parere?

"La mobilità rimane un'esigenza primaria dell'essere umano, quella di spostarsi da “A” a “B” e di farlo quando vuole e come vuole.

Io credo pertanto che continuerà ad essere un argomento centrale nella nostra vita ma dobbiamo trovare ovviamente l'economia e la modalità giusta per rendere la mobilità non solo sostenibile a livello ambientale ma anche a livello economico per i portafogli della famiglia media." DIGITAL PAPER

6


DA DEALER AD AGENTI? Transizione energetica e digitalizzazione, aggiunte all’attuale carenza di prodotto stanno modificando profondamente il lavoro dei dealer e il loro rapporto con le Case costruttrici. Ne parliamo assieme a Maurizio Brandini, presidente dell’omonima concessionaria fiorentina. Di Maria Francesca Moro

Tra elettrificazione del prodotto e digitalizzazione dei servizi,

il lavoro in concessionaria sta mutando profondamente. A ciò si aggiungono le nuove esigenze delle case auto che, per soddisfare gli standard ambientali imposti dalle istituzioni, chiedono aiuto alle proprie reti distributive, proponendo nuove forme di rapporto, più vicine ai concetti di agenti e commissari. Come sarà allora la concessionaria del futuro e quale il ruolo del dealer? Abbiamo provato a immaginarlo assieme a Maurizio Brandini, presidente del Gruppo Brandini (concessionaria fiorentina che rappresenta 15 brand).

In che modo l’elettrificazione sta modificando il lavoro in concessionaria?

"Era un lavoro difficile, quello del concessionario. Con

l’elettrificazione è diventato un lavoro difficilissimo. Noi titolari dobbiamo metabolizzare questa transizione e, allo stesso tempo, dobbiamo formare ogni giorno i nostri dipendenti su questo nuovo, ed estremamente complesso, mondo. Non si tratta più di vendere semplicemente un’auto, si tratta di offrire una consulenza a 360° su come utilizzare la vettura, su come ricaricarla e su tutto ciò che riguarda il mondo dell’elettrico.

MAURIZIO BRANDINI

Presidente Gruppo Brandini

Quanto l’elettrificazione è spinta dalle Case auto?

"Con le più recenti normative comunitarie, le Case vanno incontro a ingenti sanzioni se superano la soglia consentita di emissioni di CO2. Per questo motivo, i produttori stanno chiedendo alle proprie reti di vendita di vendere più prodotti alla spina possibili.

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 7


Non si vende più solo l’auto, si vende un servizio. Come saranno allora le concessionarie del futuro?

"Mi piacerebbe poter avere una risposta certa a questa domanda, ma al momento è molto

difficile immaginare la concessionaria del futuro e prevedere quale sarà il ruolo del dealer. Quel che mi chiedo è, il nostro mestiere esisterà ancora tra dieci anni? Di certo sarà diverso. Spinte anche dai nuovi regolamenti europei, le Case avanzando proposte che puntano a cambiare radicalmente il rapporto con i concessionari. Si parla di rapporti di agenzia, di contratti di commissionario.

Da concessionari ad agenti, dunque…

Qual è la sua opinione su questo possibile futuro?

Uno stravolgimento del lavoro così come

Sono preoccupato. La nostra funzione, oggi,

siamo abituati a farlo. Oggi, siamo noi a comprare le vetture e noi ad addossarci il rischio di impresa. Domani, come agenti, dovremmo parlare di costo fisso a cliente fatturato dalla casa. Uno scenario completamente diverso. Da imprenditori ci trasformeremmo in venditori di servizi.

Cosa ne pensa, invece, della situazione attuale?

è quella di essere un cuscinetto tra il mercato e le fabbriche. Ma, mentre il mercato cambia – passando dai 2 milioni e mezzo di ieri al milione e mezzo di oggi – le fabbriche restano le stesse. E fino a quando ci sarà una simile sovracapacità produttiva, le reti continueranno a subire pressioni per acquistare le automobili e poi rivenderle. Ma se il concessionario si trasforma in agente e vende solo ciò che il cliente richiede a un prezzo fisso, chi gestisce il problema delle Case?

È un momento estremamente difficile per noi. Nei primi sei mesi dell’anno, il business era

andato discretamente, grazie agli incentivi statali e alla parziale fuoriuscita dall’emergenza Covid. Adesso, è un dramma. Perché non abbiamo prodotto e prevediamo, negli ultimi quattro, cinque mesi del 2021, una perdita pari al 40% del fatturato. E una perdita del genere, per un business come il nostro, significherebbe compromettere tutto ciò che si è fatto di buono nella prima metà dell’anno. Non solo manca il nuovo, ma anche l’usato. Perché non vendendo il nuovo, non si ritira l’usato; perché il Rac non ha rinnovato i propri parchi e si tiene strette le vetture usate che era solito vendere annualmente; e lo stesso vale per il noleggio a lungo termine che, non avendo a disposizione nuove auto da consegnare ai clienti, proroga i contratti già in essere.

Cosa dovrebbero fare le Case auto per aiutarvi?

Cercare di comprare quanti più semiconduttori possibile e ricominciare a produrre.

DIGITAL PAPER

8


MYEDENRED SHOPPING La soluzione ideale per incentivare e premiare in ambito welfare, trade e marketing I BUONI ACQUISTO IN FORMATO APP CHE POTRAI UTILIZZARE COME:

PREMIO

FRINGE BENEFIT

per concorsi ed operazioni a premi e per incentivare le reti di vendita.

per incentivare e premiare i collaboratori.

AZIENDA

UTENTI

I VANTAGGI

ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI CONTRATTUALI: ideale per rispondere agli obblighi del CCNL

CREDITO A SCALARE: nessun vincolo di taglio, è l’utente a scegliere il valore del voucher

TAX FREE: totalmente deducibile e fiscalmente vantaggioso

MASSIMA LIBERTÀ DI SCELTA: ampia rete di partner convenzionati, sia in store che online

GESTIONE SEMPLICE E VELOCE: ordini in pochi click e invii il benefit tramite email

TUTTO NELLO SMARTPHONE: gestione e utilizzo del credito da app e controllo dei movimenti in tempo reale

ALCUNI DEI BRAND DELLA RETE MYEDENRED SHOPPING

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI DIGITAL PAPER

incentive-IT@edenred.com

OTTOBRE 2021 | 9


YOYO ARRIVA IN SPAGNA La vettura elettrica ideata per essere fabbricata con tecnologia 3D. Promette di rivoluzionare la mobilità urbana offrendo un’alternativa conveniente, personalizzabile, sicura e facilmente ricaricabile, e in aggiunta è dotata di batterie estraibili. L’azienda spagnola Elecmobility è incaricata della commercializzazione di questo veicolo dal design italiano in Spagna e Portogallo.

Madrid, 21 ottobre 2021

Elecmobility,

distributore officiale del marchio italiano XEV in Spagna e Portogallo, ha presentato giovedì 21 ottobre YOYO: il primo veicolo elettrico disegnato per essere fabbricato con tecnologia 3D. YOYO nasce dall’idea di applicare le nuove tecnologie alla fabbricazione di automobili che permetteranno di creare un veicolo sostenibile, con elevata efficienza energetica, personalizzabile su misura dal cliente e a un prezzo competitivo sul mercato. Un veicolo che promette di rivoluzionare la mobilità urbana. Con design italiano, questo veicolo è commercializzato in esclusiva in Spagna e in Portogallo da Elecmobility, compagnia fondata alla fine del 2019 da un gruppo di imprenditori spagnoli con ampia esperienza nella distribuzione e commercializzazione di veicoli. “Abbiamo lavorato per anni a questo progetto che ci permetterà di introdurre nella regione iberica veicoli elettrici di alta qualità a un prezzo conveniente e con un elevato livello di servizio.

DIGITAL PAPER

Con YOYO lo abbiamo compiuto, è un veicolo elettrico e urbano a 0 emissioni, sicuro, efficiente e che elimina le barriere prezzoautonomia-ricarica che sono esistite finora”, lo ha dichiarato Juan Ballesteros Sevilla, cofondatore e CEO di Elecmobility durante la presentazione della vettura realizzata questo giovedì presso la sede della Fundación Pons a Madrid. YOYO è fabbricato dall’impresa italiana XEV, fondata a Torino nel 2017 da Lou Tik, precedentemente Global Design Director di Jac Motors, e Andrea Campello, fondatore di Campello Motors e CEO di XEV Trade, anch’egli presente all’evento. In questa sede. Campello ha qualificato YOYO come un “veicolo completamente rivoluzionario, risultato di una combinazione di ricerca, sviluppo e stile italiano. È una vettura trasversale, adatta sia per il privato, che per le imprese che per il carsharing”.

10


Una vettura ideata con tecnologia 3D

YOYO si differenzia per essere una vettura sicura, leggera e a bassi consumi, ideale per

spostarsi nelle grandi città. È stato ideato per essere realizzato con tecnologia 3D. Tra i vantaggi della tecnologia 3D c’è quello di offrire una maggiore personalizzazione, offrendo una varietà di forme e colori in modo rapido e con minori emissioni; creando inoltre strutture maggiormente leggere e robuste. La produzione attraverso la tecnologia 3D riduce anche l'inquinamento alla fonte che normalmente si verifica con la produzione di massa delle auto tradizionali. A differenza degli altri veicoli elettrici dove si prende una piattaforma già esistente e le si adattano motori e batterie, YOYO è stata disegnata da zero per essere elettrica. Ha un consumo approvato di soli 74Wh/km, la metà del consumo di un veicolo elettrico convenzionale grazie alla struttura leggera di soli 522Kg comprese le batterie, al suo design compatto di 2,5 metri di lunghezza x 1,5 metri di larghezza e al suo efficiente motore elettrico.

Batterie estraibili che ne facilitano la ricarica

Malgrado le vetture siano equipaggiate con una presa di ricarica che è compatibile con

la maggior parte delle ricariche pubbliche, una delle grandi novità che preseta YOYO è che la vettura è dotata di un semplice sistema di 3 batterie (24kg a unità) che possono essere sostituite in meno di 3 minuti in qualsiasi luogo. Il produttore XEV ha realizzato un caricatore simultaneo per le batterie di 3 veicoli che possono essere posizionati nelle stazioni di servizio o nei centri logistici per cambiare il pacco di batterie scariche con uno carico sul posto come a casa. Recentemente XEV ha firmato un accordo con la impresa energetica italiana ENI attraverso cui nelle stazioni di servizio ENI italiane sarà possibile effettuare il cambio di batterie in pochissimi minuti. L‘intenzione è quella di replicare la strategia in Spagna. YOYO arriva nel mercato spagnolo con un prezzo a partire da € 10.690, inclusi incentivi e finanziamenti.

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 11


Su Elecmobility

Elecmobility è un distributore di veicoli elettrici fondato alla fine del 2019 da un gruppo di impresari spagoli con ampia esperienza nel settore automotiveil cui obiettivo principale è quello di offrire veicoli 100% elettrici a un prezzo conveniente e con un alto livello di servizio.

L'azienda si pone per i suoi partner e collaboratori come una proficua alternativa ai marchi tradizionali. È distributore ufficiale del marchio italiano XEV, azienda manifatturiera YOYO, in Spagna e Portogallo.

DIGITAL PAPER

12


DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 13


PERCHÉ GESTIRE EVENTI DERIVATI DA GRANDINE NON È PER TUTTI Irontech

è leader nella rimozione delle ammaccature, senza interventi di carrozzeria tradizionale, mantenendo la vernice originale dell’auto. La grandine è un evento atmosferico imprevedibile e per queste sue caratteristiche spesso è inevitabile. Entro 24 ore dall’evento atmosferico, il team grandine interviene sul tuo parco per determinarne i danni, stimarne i costi, le modalità ed i tempi di ripristino. Un’efficiente logistica mobilita le squadre tecniche per intervenire in breve tempo presso il cliente, garantendo un supporto peritale, organizzativo e logistico ad alti livelli. L’esperienza maturata da oltre 20 anni ci permette di gestire situazioni di molteplici emergenze e complessità con competenze nella gestione di progetti e processi di qualsiasi dimensione (400 progetti in oltre 20 paesi). Ogni intervento ha una progettazione a monte ed a valle, fattor comune per i nostri risultati sono i nostri tecnici specializzati, formati dalla nostra Irontech Master Class, per garantire a tutti i livelli di complessità una qualità uniforme (162.000 auto riparate). L’intervento della riparazione dei danni causati dalla grandine è gestito mediante la tecnica PDR la quale non prevede l’impiego di stucchi e vernici a tutela del parco della clientela. Se necessario uniamo alle tecniche PDR anche le competenze nella riparazione totale delle auto, con il tradizionale metodo a caldo.

DIGITAL PAPER

14


Condivisione costante delle procedure di riparazione con tutti gli attori coinvolti nell’andamento del progetto con l’esclusivo IGS, registrazione e gestione di tutte le fasi di riparazione per ogni singola vettura, controlli di qualità semplici, tempi ottimizzati degli operatori con indici di performance per la completa soddisfazione del cliente. L’efficacia dell’intervento e la soddisfazione del cliente è garantita anche attraverso i nostri sistemi informativi che permettono di monitorare tutte le fasi di lavorazione e di tracciare le auto lavorate. La gestione del dato, la tempestività d’intervento, la flessibilità nel costruire unità e strategie di intervento miste, frutto di oltre 20 anni di sperimentazione concreta sul campo, ci permette di offrire un servizio completo dall’evento grandinigeno fino alla chiusura della pratica assicurativa, come agente di collegamento tra il cliente e gli attori coinvolti.

Sempre nella logica dell’innovazione continua, abbiamo ideato una soluzione studiata per le concessionarie d’auto, salonisti e rivenditori d’auto che necessitano di un tecnico specializzato, presso le proprie sedi con una pianificazione settimanale creata su misura per tutte le esigenze, per ripristinare velocemente i danni delle auto usate, ottenendo risultati straordinari e senza movimentare le automobili. Auto in carrozzeria solo se serve, auto usate in salone pronte per essere vendute e consegnate, parco auto sempre perfettamente ripristinato.

Il service di zona LA NOSTRA SOLUZIONE TI CONSENTE DI GENERARE RICAVI DIRETTAMENTE DAL SERVICE.

Maggiori info su www.irontechitalia.com

DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 15


MIGLIORA LE FOTO DEL TUO STOCK E AUMENTA LE PERFORMANCE DI VENDITA PHOTO CAR è un set fotografico che risponde alla necessità della concessionaria di standardizzare il processo di shooting delle automobili, al fine di migliorare il livello qualitativo dell’annuncio online.

ACQUISTO O NOLEGGIO OPERATIVO? SCEGLI LA FORMULA CHE FA PER TE! CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

www.btheone.it/i-nostri-servizi/photo-car/ photocar@btheone.it

DIGITAL PAPER

16


Copyright © - BtheOne Automotive Edizione di ottobre 2021

www.mobility-hub.it DIGITAL PAPER

OTTOBRE 2021 | 17


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.