Page 1

copia omaggio

ANNO 05 NUMERO 10 GIUGNO 2013 WWW.NATUWEB.IT

Verde facile

un’estate senza sprechi risparmiare acqua, concime, tempo, fatica

Soluzioni pratiche

l’orto per I ritardatari

verdure pronte in poco tempo, anche in vaso

In cucina

i frutti rossi: squisiti e benefici ricette con Lamponi, ribes, fragole...

Bambini e natura

piccoli chef con le aromatiche le buone erbe dal balcone al piatto

il giardinaggio per vivere meglio movimento, relax, colori e profumi...


ANNO

05

NUMERO

10 GIUGNO 2013

04 10 16

Il bello del momento

UN’ESTATE SENZA SPRECHI Curiosità e notizie

IL BELLO & IL NUOVO Il piacere dell’orto e del frutteto

L’ORTO PER I RITARDATARI

22

Sapori & benessere

26

Atmosfere da vivere

34

Il verde ci aiuta

FRUTTI ROSSI, SANI E GOLOSI

IL GIARDINAGGIO PER VIVERE IN SALUTE

12 PIANTE INTELLIGENTI

www.natuweb.it Promogiardinaggio, associazione senza fini di lucro, ha scelto di proporre Natù per sostenere e divulgare i valori della tutela della natura e per contribuire a creare una cultura del verde, incoraggiando atteggiamenti di salvaguardia dell’ambiente. Attraverso la rivista Natù, Promogiardinaggio intende divulgare il concetto che l’amore per il verde può esprimersi ovunque, in casa, nell’orto, in giardino, nei piccoli spazi, coinvolgendo anche gli amici e facendo partecipare i bambini: perché il verde è indispensabile per socializzare, combattere lo stress e vivere meglio. Natù arriva nelle vostre mani per suggerire, aiutare, divertire. Con semplicità e passione, perché fiori e giardini, natura, animali e vita all’aria aperta sono parte della nostra vita, ci danno benessere e serenità e ci aiutano a guardare al futuro. Luca Pelliciari, Presidente di Promogiardinaggio www.promogiardinaggio.org

38

Natura amica

42

Progettazione

46

Bambini e natura

50

Dalle aziende

52

Decorazione

56

La scelta naturale

60

Turismo e giardini

ZZZ... STOP! ADDIO ZANZARE

IL GIOCO DELLE FORME

PICCOLI CHEF CON LE AROMATICHE

IDEE E NOVITà

L’ARTE DI VIVERE

Responsabile Progetto Magazine Romina Tribi Redazione Progetto editoriale, testi, impaginazione: Garden Servizi Editoriali Lorena Lombroso e Simona Pareschi info@gardenpictures.it Hanno collaborato: Enzo Valenti, Matteo Zanfi/Tretigri Comunicazione visiva Foto: Enzo Valenti - Garden Pictures, Ag. Shutterstock Progetto grafico A.D.Trend srl - www.ad-trend.it Stampa Elcograf S.p.A.

BENESSERE & VITALITà

VERDEUROPA

Natù è un magazine gratuito: vi aspetta nei punti vendita associati a Promogiardinaggio. L’elenco completo è disponibile su www.natuweb.it e www.promogiardinaggio.org

Questo numero di Natù è stampato su carta FSC, marchio che identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici: è una scelta legata alla volontà di contribuire a un uso responsabile delle riserve naturali.


M

IL BELLO DEL MOMENTO

ettere d’accordo la passione per il verde con un budget ridotto può sembrare difficile: ma ci sono accorgimenti che rendono tutto più semplice. Gli sprechi (di acqua, energia, materiali, piante...) non sono solamente una perdita di denaro, ma prima di tutto un danno ecologico rilevante che si ripercuote sulle risorse a disposizione dell’uomo, oggi e nel futuro. Impegnarsi, a titolo personale o di comunità (il condominio, il quartiere, il gruppo di case, il Comune...) a evitare ogni spreco è una chiara dimostrazione che, unendo le forze e la volontà in un progetto comune, si possono ottenere risultati evidenti. La lotta agli sprechi è anche un modo per proteggere il pianeta dal riscaldamento globale.

Prima di tutto, un progetto ben fatto “Sta tutto nei dettagli. Tutto va pianificato bene prima, in sede progettuale, per ridurre spese e sprechi”. Parola di Anna Piussi, che quest’anno ha vinto la medaglia di bronzo al Chelsea Flower Show di Londra, con il giardino Sonic Pangea Garden. Vincere in questa manifestazione così snob e selettiva significa aver avuto un’idea “forte”: insieme a Stefano Passerotti ha realizzato questo allestimento che tiene conto della riduzione dei costi di gestione attraverso un razionale utilizzo di materiali e di fonti di illuminazione a basso consumo, che ne hanno fatto un piccolo miracolo di incanto notturno (foto sotto a sinistra). Ascoltate il consiglio di Anna e ragionate sul vostro

un’estate senza sprechi Il rispetto per la natura significa anche la scelta di tutti gli accorgimenti utili per ridurre al minimo ogni forma di spreco: acqua, energia, concime, piante... e anche tempo e fatica. Con il vantaggio di avere più tempo libero, anche per il recupero delle energie psicofisiche in un dolce e prezioso far niente. spazio verde: ove occorre, con qualche piccolo costo iniziale aggiuntivo avrete minori spese di gestione negli anni e decenni successivi. Non trascurate che la tecnologia può dare un grande aiuto: le applicazioni di domotica, oggi di facile realizzazione, consentono per esempio di scegliere se e come irrigare, accendere o spegnere luci e impianti di sicurezza e molto altro, semplicemente da una APP sullo smartphone o sul tablet.

Acqua: un costo da ridurre

Nel segno del risparmio “The Sonic Pangea Garden” ha ricevuto la medaglia di bronzo all’edizione 2013 del celebre Chelsea Flower Show: arte ed emozioni a risparmio energetico.

4

Un rubinetto che sgocciola, in un angolo dimenticato del terrazzo o del giardino, arriva a disperdere inutilmente più di 1000 litri di acqua in un anno. Ridurre i consumi significa prima di tutto spendere meno: oltre ai consigli riportati a pag. 7, non dimenticate che per bagnare le piante in vaso potere riutilizzare l’acqua di lavaggio delle verdure e che si possono installare dei semplici sistemi di raccolta e stivaggio delle acque piovane, ai quali


più tempo per il relax con l’aiuto della tecnologia • APP, domotica, web, elettronica “facile”: molti sono i sistemi grazie ai quali la cura del giardino e del terrazzo diventa semplificata e consente di avere un risparmio significativo non solo nei consumi (con riduzione di spese per l’energia elettrica, per l’acqua...) ma anche nei tempi di manutenzione. Ciò lascia più tempo libero da destinare al riposo e al recupero di energie: un valore da proteggere in una società che guarda continuamente alla corsa e alla competizione, anche nel giardinaggio...

5


il bello del momento

Grasse e tropicali super facili Risparmiare non significa rinunciare alla bellezza. Lo racconta bene “Piante grasse, succulente e tropicali”, ed. Gribaudo, che suggerisce cactus e specie facili come il banano: quello qui a destra cresce splendido, dimenticato da tutti e senza cure, nel giardino dell’ospedale di Casale Monferrato.

attingere con una pompa per attivare l’impianto di irrigazione. Quest’ultimo può essere dotato di sensori per rilevare se il terreno richiede acqua in base a un parametro scelto da voi, coerente con il tipo di piante (prato, alberi, siepi...). Un impianto automatizzato riduce costi, tempo e fatica. Combinatelo con l’utilizzo di una pacciamatura (protezione del terreno) tra le piante delle aiuole, sotto siepi e cespugli, nei vasi e nell’orto: corteccia sminuzzata, ghiaia, paglia e appositi teli traspiranti consentono di ridurre i consumi idrici, proteggere la fertilità ed evitare le erbacce (quindi meno lavoro e zero diserbanti). Non dimenticate di sfruttare la forza del sole: per produrre energia, per alimentare lampioni e tosaerba robotizzati...

Riciclare: un’arte utile Riciclare significa contribuire alla salvaguardia dell’ambiente, dal momento che riduce la quantità di rifiuti prodotti, riportandoli a nuova vita. Riciclare significa risparmiare: ciò che occorre non viene acquistato ma creato recuperando vecchi oggetti. Significa anche dare vita a spazi originali e personali, poiché il recupero di materiali dismessi impone una dose di creatività per trasformarli in qualcosa di nuovo, utile, bello. Al riciclaggio creativo abbinate quello utile: quello dei resti organici di origine vegetale, è una delle basi fondamentali di un rapporto etico con l’ambiente in cui viviamo. Possiamo portare gli scarti organici alla raccolta differenziata comunale oppure nel cumulo di compostaggio o nell’apposito contenitore (compostiera). Attraverso la trasformazione a opera di batteri invisibili a occhio nudo, i resti vegetali diventano un terriccio fertile per coltivare con metodi bio. Compostare è utile sia per garantire la fertilità del suolo che per ridurre il quantitativo di rifiuti da conferire nelle discariche: i residui vegetali si trasformano in risorsa, perché viene ridotta o azzerata la quantità di terriccio da acquistare ogni anno per i rinvasi e per l’orto.

6

Più natura = meno manutenzione • I risultati concreti di scelte a favore della fauna selvatica in giardino e in terrazzo si fanno vedere a breve. La naturalizzazione dello spazio verde comporta l’arrivo di una bellezza intensa e diversa, attraversata dai voli delle farfalle e dalla sonorità dei canti degli uccelli. • Il minore lavoro in termini di manutenzione si somma al vantaggio di rinunciare a costosi e inquinanti antiparassitari, scegliendo di coltivare piante non sensibili e di affidare alla natura il compito di trovare un equilibrio. • Un giardino o terrazzo che lascia spazio alle piante del territorio e alla piccola fauna utile vede diminuire drasticamente gli sprechi, la fatica, il lavoro e il tempo necessario per conservare la bellezza del luogo.


4 buone soluzioni per ridurre i consumi idrici • L’acqua costa, ce ne accorgiamo ogni anno di più, ed è una risorsa a rischio. La piovosa primavera 2013 rischia di farci dimenticare quanto sia essenziale il suo risparmio, in ogni parte del mondo. • Attualmente quasi un miliardo di persone nel mondo non ha accesso ad acqua potabilmente sicura e si stima che 2,6 miliardi di persone non abbiano la possibilità di assicurarsi un’igiene basilare. Anche in molte zone del nostro Paese, nel centro-sud e nelle zone di mare, in estate l’acqua viene razionata ed erogata soprattutto di notte nei mesi estivi. • In tutto il mondo occidentale lo sfruttamento e lo spreco dell’acqua, associato a periodi di siccità sempre più lunghi (avrete forse già dimenticato la tremenda, bollente e asciutta estate 2012...) sta

depauperando le risorse necessarie per l’agricoltura e per uno standard di vita di buona qualità. • è dunque corretto e indispensabile impegnarsi a ridurre gli sprechi di acqua in casa (rubinetti frangigetto, elettrodomestici di tipo moderno a basso consumo idrico...) e in giardino e terrazzo. • Il momento migliore per innaffiare non è il pomeriggio, quando la terra è calda e fa evaporare l’acqua, bensì la sera, la notte o la mattina presto. • La riduzione di sprechi idrici è favorita dall’uso di sistemi di irrigazione a goccia. La pacciamatura sul terreno di aiuole e vasi riduce l’evaporazione e conserva l’umidità nel suolo. Rinunciate al manto erboso classico e scegliete superfici verdi rustiche o altre soluzioni che non prevedano il prato all’inglese.

Quattro idee salva-acqua: 1. Il giardino senza prato, con “isole” di vegetazione rustica e poco sensibile alla siccità. 2. Piante subdesertiche, come la magnifica Agave filifera: richiede pochissime irrigazioni e resiste al caldo. 3. Irrigazione a goccia: evita ogni spreco idrico. 4. La pacciamatura: conserva umidità nel suolo.

1

2

3

4

7


fio

5 PIANTE FACILI E DUREVOLI: ANNI E ANNI DI BELLEZZA Un ruolo importante nell’ambito del risparmio è affidato a quelle che sanno vivere con noi per molti anni, riducendo lo spreco dovuto alla scelta di specie più effimere per loro natura o poco adatte al luogo e quindi non durevoli.

01

Garofanino: pianta perenne longeva, entra in parziale riposo a fine autunno, quando va potata a una ventina di cm da terra per conservare un aspetto compatto e ordinato e favorire una ricca fioritura. I vantaggi: pianta poco costosa, assicura una lunghissima fioritura. Richiede irrigazioni moderate; se fornite concime per piante da fiore ogni 15 giorni, la aiuterete ad essere generosa e instancabile.

02

Heuchera: graziosa piantina per aiuole e vasi, produce un bel cuscino di foglie colorate. Esistono varietà rosso porpora oppure a foglia dorata o di un caldo color arancione; in estate emergono steli alti con fiorellini rosa. I vantaggi: facilissima, non chiede quasi nulla se non acqua in piena estate. Dura diversi anni anche in vaso.

03

Hosta: ecco una soluzione per chi vuole avere un bel fogliame con poco impegno. In estate, tra le foglie (disponibili con variegature e forme diverse), appaiono steli che portano graziosi fiori di colore lilla-rosa. I vantaggi: ideale per le zone ombreggiate e fresche, con buona umidità, in inverno entra in riposo; le foglie vanno recise a fine ottobre, coprendo le radici con pacciamatura (protezione di paglia o corteccia tritata); non teme il freddo e in primavera riemette il suo bel fogliame variegato. Attenzione alle lumache: ne sono ghiotte.

04

Delphinium: noto anche come “speronella”, fiorisce a fine primavera (in estate in montagna) con alti steli carichi di fiori viola, azzurri, rosa o bianchi, che riappaiono puntuali per molti anni. I vantaggi: se trova l’ambiente giusto, fresco e soleggiato, richiede poche cure. Occorre un tutore per sostenere gli steli che in alcune varietà sono altissimi (fino a 2 m).

05

Calendula: bella, facile e buona (provate i petali nel risotto e nelle insalate miste). I vantaggi: nei climi con inverno mite regala qualche fiore tutto l’anno.

8


Quando la forma incontra la sostanza nasce l’armonia.

AMORE PER I VASI, PASSIONE PER IL VERDE ERBA S.R.L. - Via Bologna, 1 - Tel. +39 02.95039114 - Fax +39 02.95038908 - 20060 Bussero (MI) - Italia www.erbasrl.it


Basta con le solite piante: io coltivo incenso e caffè! • Siete a caccia di novità? Provate la pianta dell’incenso o quella del caffè. Fino a pochissimo tempo fa era praticamente impossibile trovarle, ma oggi i garden center più forniti le propongono, anche per la coltivazione nei vasi del balcone.

Sul DELTA del PO l’ARTE dialoga con l’AMBIENTE • La creatività giovanile sta per invadere il parco del Delta del Po: qui nasce DeltArte, rassegna annuale itinerante, dedicata al fluido dialogo tra creazione artistica under 35 e ambiente naturale. • Inaugurato nei giorni dal 24 al 26 maggio, questo inedito festival di arte contemporanea sarà visitabile fino al 29 settembre. Il programma prevede una serie di interventi (mostre, performance, installazioni, concerti, happening, escursioni, laboratori...) legati da un unico tema: “Luoghi comuni, storie di confine”, ovvero l’esplorazione di identità geografiche e umane ai margini rispetto alle grandi rotte della globalizzazione odierna. I 10 giovani artisti coinvolti saranno affiancati da un maestro di consolidata fama internazionale quale Alberto Biasi.

• Non sperate di produrre in proprio il vostro caffè, ma la piantina (Coffea arabica) è graziosa e ornamentale. Pur avendo origine tropicale, cresce bene anche in Italia, in vaso perché può stare all’aperto solo in primavera ed estate, al sole e al riparo dei venti. I fiori primaverili sono bianchi e odorosi. Non è facile, ma potreste vedere spuntare qualche frutto (drupa), prima verde, poi rosso e infine marrone, a fine estate. • Non è l’albero da cui si estrae il vero incenso (Boswellia sacra), ma il Plectranthus è noto come pianta dell’incenso per l’aroma molto simile che sprigiona strofinando le foglioline. è una perenne ricadente, con decorative foglie variegate a forma di cuore, veloce nella crescita e semplice da coltivare in vaso, in balcone al sole d’estate e in casa d’inverno.

• La mostra tocca un articolato percorso tra il borgo di Santa Maria in Punta, il Giardino Botanico di Rosolina Mare, il Museo Regionale della Bonifica di Ca’ Vendramin, il Museo Archeologico Nazionale di Adria, il sito archeologico di San Basilio, la valle da pesca di Ca’ Pisani. Sarà il primo tassello di un più allargato progetto per rendere il Delta del Po una sorta di museo diffuso. Info: deltarte.com

IL BELLO & IL NUOVO www.natuweb.it

10


Ai giardini di Merano, una girandola di iniziative per grandi e piccini • Ai giardini botanici di Castel Trauttmansdorff sboccia l’estate, tra i profumi di rose e lavande in fiore, tra i colori dei tappeti di girasoli e delle ninfee. Uno spettacolo da ammirare con tutta la famiglia, perché questi Giardini sono un luogo privilegiato in cui portare i più piccoli: spettacolari e innovativi, sono ricchi di attrazioni che uniscono didattica e intrattenimento, dalla grande voliera al Giardino dei sensi, dalla Grotta sotterranea alle stazioni multisensoriali. • Un modo speciale per coglierne la poesia è “Trauttmansdorff di sera”: aperitivo con musica dal vivo nel Café delle palme, gustosi menu sulla terrazza del ristorante con vista sul giardino, visite guidate serali all’insegna dell’esaltazione dei sensi e molto altro, in programma nei venerdì di giugno, luglio e agosto. • Se più che nottambuli siete mattinieri, ogni domenica di giugno sulla Terrazza di Sissi, un luogo che fu molto amato dall’Imperatrice Elisabetta, dalle 9 alle 12 sarete viziati con una colazione imperiale. Il panorama da togliere il fiato e la musica dal vivo (suonano gli Ensemble Kassiopea e il Trio Bougainville) fanno della “Colazione da Sissi” una delizia per il palato, gli occhi e le orecchie. • Ogni mercoledì alle 10,30, il team di guide, appositamente preparato, proporrà le “Visite guidate per famiglie: un tour per grandi e piccini” , per osservare, stupirsi, capire, scoprire curiosità botaniche a misura di famiglia, presentate in veste accattivante e coinvolgente. • Tanti i pacchetti speciali! Per chi ama l’avventura c’è “Ghiacciai & Palme” , che permette di respirare l’atmosfera mediterranea dei Giardini di Castel Trauttmansdorff e poi di trovarsi in alta quota tra i ghiacciai della Val Senales grazie alla funivia più alta dell’Alto Adige, con ingresso libero all’Ötzi-Show-Gallery e all’esposizione sul mondo dei ghiacciai, e poi caffè e torta al ristorante sul ghiacciaio, con incantevole panorama sui Tremila. Per chi invece preferisce il relax, c’è il pacchetto “Giardini & Terme” , che include l’ingresso alle Terme Merano per goderne il benessere naturale. Info: tel. 0473/235730, www.trauttmansdorff.it

Una fragola tutta in rosa • Si chiama “Fragoo® Pink” ed è una fragola speciale: ha la particolarità di essere molto decorativa grazie ai fiori che non sono bianchi ma di un bel rosa vivo, che spiccano in gran numero sul fogliame verde scuro. Non è solo molto fiorifera, ma anche molto fruttifera: produce fragole deliziose, da giugno a fine settembre. Può essere coltivata in aiuole e bordure, in vasi, fioriere e cesti da appendere, al sole o in mezz’ombra luminosa. è una pianta a bassa manutenzione, molto facile da allevare, perfetta anche per chi è alle prime armi.

11


IL BELLO & il nuovo

in NORVEGIA, tra paesaggi e architettura • Dal 2 al 7 luglio, il viaggio “Paesaggio e Architettura in Norvegia” propone un itinerario alla scoperta dell’architettura del paesaggio norvegese e delle nuove architetture della città di Oslo, come l’Opera House, l’Astrup Fearnley Museum disegnato da Renzo Piano e il futuristico design del trampolino per il salto con gli sci di Holmenkollen. • In concomitanza con le celebrazioni dei 150 anni di Munch, si percorrono le più suggestive National Tourist Routes, attraverso i parchi nazionali e nei punti più panoramici degli incredibili scenari naturali dei fiordi. Il viaggio è promosso dall’associazione culturale MillePapaveriRossi. Info: www.millepapaverirossi.org, www.proviaggiarchitettura.com

ESTATE NEL VERDE per i BAMBINI • Nel magnifico Parco Giardino Sigurtà a Valeggio sul Mincio (VE), tre domeniche dedicate ai piccoli: il 9 giugno “Aquiloni nel verde”, per realizzare il proprio aquilone; il 16 giugno “FantaCartAnimali” per ricreare gli animali del parco con carta e cartoncino; il 30 giugno, “Tosatura delle pecore”, per imparare a cardare la lana, un’esperienza nuova! Info: www.sigurta.it • Nel meraviglioso giardino di Palazzo Corsini, a Firenze, dall’1 al 5 luglio, un’incredibile settimana di campo estivo alla scoperta del teatro, del combattimento di scena e della lingua inglese, attraverso i capolavori del Grande Bardo! Info: www.festatheatre.com/kids

Arte, natura e dolce vita SUI PEDALI in Pianura Padana • Chiamiamola mobilità dolce o sostenibile, comunque sia una nuova sensibilità porta ad abbandonare l’automobile a favore della bici, anche per le vacanze e il relax. E le città d’arte della Pianura Padana rispondono a quest’esigenza. • In collaborazione con FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), si terrà dal 19 al 23 giugno il cicloraduno nazionale nelle città del Circuito Città d’Arte. Piacenza, Cremona, Parma, Reggio Emilia e Modena saranno per 5 giorni le mete di ciclisti provenienti da tutta Italia. Per loro sono stati approntati percorsi che coniugano svago, arte e dolce vita: tra le colline e la bassa, pedalando in compagnia, si potranno visitare i tesori della pianura padana. Possibilità di prenotare un alloggio (www.cicloraduno.it). Info: www.fiab-onlus.it • Con BicItalia, un progetto Fiab, il Circuito Città d’Arte ha sviluppato una rete di itinerari a disposizione di chi desideri combinare turismo e sport (www.circuitocittadarte.it), con indicazione di dislivelli, tempi di percorrenza ecc.

WWW.NATUWEB.IT vi aspetta! • Non si ferma mai ed è sempre più ricco e aggiornato il portale www.natuweb.it, il sito per vivere le atmosfere delle diverse stagioni, capire e coltivare piante, ortaggi e frutti in vaso e in giardino, ricercare il benessere, contrastare stress e noia riportando la natura intorno a voi. • Su www.natuweb.it c’è il comodo calendario dei lavori del mese, ma ci sono anche spiegazioni dei termini e delle operazioni di giardinaggio, notizie, curiosità, segnalazioni su quanto succede nel mondo del verde, compresi eventi e mostre. Il Natù magazine che state sfogliando e www.natuweb.it sono espressioni del mondo Natù: essere più vicini alla natura, anche all’interno della propria casa, anche senza possedere un giardino, anche vivendo in città… non solo è possibile, ma è facile e divertente. www.natuweb.it aiuta a riscoprire il piacere di vivere con naturalezza, cercando il giusto ritmo, il benessere e l’equilibrio nei gesti quotidiani.

12

W


Fotografa il codice QR

La garanzia di un’irrigazione perfetta

®

NUOVA LINEA VERDEMAX PER IRRIGAZIONE Verdemax® ha progettato una nuova linea dedicata all’irrigazione dal seguici su

design innovativo, che garantisce la massima funzionalità di irrorazione. Irrigatori oscillanti, a turbina, pistole, lance soft, centraline (digitali e analogiche), tubi di irrigazione, avvolgitubi e raccordi portagomma sono realizzati in materiale plastico antiurto per una lunga durata e sono testati da tecnici qualificati per assicurare la migliore affidabilità.

WWW.V E R D E M A X . I T Via Provinciale per Poviglio, 109 42022 Boretto (Reggio Emilia) Tel. 0522 481111 Fax 0522 964577 verdemax@rama.it

foto: Michele Ercolani

per visualizzare il video


IL BELLO & il nuovo

Verde segreto in OLANDA: i giardini nascosti di Amsterdam aperti al pubblico • Ogni anno, nel terzo weekend di giugno, si tengono ad Amsterdam gli Open Garden Days. Il 14, 15 e 16 giugno, dalle 10 alle 17, trenta meravigliosi giardini lungo i canali saranno aperti al pubblico. • Nascosti dalle case affacciate sull’acqua, i giardini privati, solitamente inaccessibili rappresentano uno dei tesori segreti meglio custoditi di Amsterdam. Solo per tre giorni i portoni si aprono per permettere ai visitatori di accedere ad inaspettate oasi fiorite. • Quest’anno si celebra il 400° anniversario dei canali: molti giardini risalgono proprio a questa epoca e furono costruiti per decorare magnifiche residenze. Oggi la loro visita permette di avere un sorprendente panorama su 400 anni di storia dei giardini. è possibile acquistare i biglietti durante la manifestazione oppure ordinare un voucher sul sito www.iamsterdam.com. Un passe-partout (15 euro) permette di visitare tutti i giardini per i tre giorni dell’evento. Info: www.opentuinendagen.nl

Ai Giardini Hanbury, trekking e aperitivi • Arriva ai Giardini Botanici Hanbury (IM) il trekking Flora 2013, traversata della flora delle Alpi Liguri in 6 giorni, organizzata dal Parco Naturale del Marguareis Trekking, alla scoperta di piante rare e splendidi paesaggi. L’ultima giornata è prevista il 3 luglio nei grandiosi giardini di acclimatazione di Ventimiglia, che ospitano quasi 6000 specie di piante da tutto il mondo, in una scenario dal fascino straordinario. • Tutti i mercoledì estivi, alle 18, è in programma “I Giardini Hanbury all’imbrunire”, visita guidata con aperitivo. Info: www.giardinihanbury.com

fiori blu e vini a Palazzo Malingri • Le domeniche 23 e 30 giugno il Parco di Palazzo Malingri di Bagnolo (CN) sarà aperto al pubblico per una visita indimenticabile, un tuffo nel blu di ortensie e hosta. Il parco vanta infatti una collezione unica di Hydrangea, in tutte le tonalità dell’azzurro, più una collezione di ortensie bianche, poste all’ombra di alberi secolari, tra centinaia di hosta. • Fino al 22 giugno, inoltre, sono in programma le visite guidate al parco e alla cantina, in compagnia dei padroni di casa, con aperitivo e assaggio di prodotti locali. Info: www.castellodibagnolo.it, www.grandigiardini.it

Il ritorno degli gnomi • è il loro momento: gli gnomi tornano in giardino, liberi dall’etichetta del cattivo gusto. A decretarlo sono addirittura i membri ultraconservatori della britannica Royal Horticoltural Society. Banditi per cent’anni dal Chelsea Flower Show, infatti, i nanetti quest’anno sono stati “ingaggiati” dall’ente organizzatore: 100 gnomi, decorati da artisti e celebrità come Elton John e l’attrice Helen Mirren, hanno dato vita a un’eccentrica parata (inclusa la coppia reale “miniaturizzata”, Kate e Wiliam). Il tutto per una buona causa: venduti tramite eBay, finanzieranno la campagna della RHS per portare il giardinaggio nelle scuole come forma educativa. • Non è il primo periodo di gloria per le piccole creature: in seguito al successo del film Biancaneve di Disney, nel secolo scorso un’intera generazione di giardini è stata colonizzata da gnomi di plastica o gesso. I nanetti, in realtà, nacquero in Germania nell’800 come raffigurazioni di minatori e fattori, ma divennero decori da giardino in quanto si riteneva che portassero fortuna.

14


Estate...

Buone verdure anche in vaso Compo offre una risposta a chi ama coltivare ortaggi genuini con facilità e grandi risultati anche in balcone...

Informazione pubbliredazionale

Gli ortaggi sono parte della nostra vita: difficile immaginare un pranzo o una cena senza buone verdure. Gli ortaggi sono disponibili in mille forme e colori e con tanti sapori diversi. Possono crescere quasi ovunque, al sole ma è importante scegliere la specie e varietà adatti all’ambiente; coltivare ortaggi in giardino, magari insieme ai fiori, oppure in un orto ben curato, o ancora in vasche e cassette sul balcone, è un modo per ritrovare tutto il piacere dei prodotti a km zero. Ma per avere davvero soddisfazioni dagli ortaggi, occorre partire dal terriccio... “Chi ben comincia è a metà dell’opera”, perciò pensiamo a dare ai nostri ortaggi un substrato come Compo Sana® Terriccio Bio per Orto e Semina, ideale per chi sceglie i metodi biologici. è un substrato di alta qualità arricchito con concime organico che assicura nutrimento per le prime due-tre settimane. Compo Concime Bio per Orto e Aromatiche è il nutrimento indicato per chi preferisce i metodi di coltivazione biologici e, grazie alla sua formulazione liquida di facile dosaggio anche in piccoli vasi, è la scelta più adatta per la coltivazione di ortaggi ed erbe aromatiche in balcone. La sua composizione completamente organica e naturale assicura sviluppo vigoroso e raccolti generosi anche coltivando in vaso. Contiene un elevato tenore di azoto organico per il sano sviluppo delle piante e

potassio per migliorare il sapore e il colore di frutti (pomodori, peperoni) e fogliame (lattughe, radicchi, bietole ecc.). Nell’orto classico e nelle aiuole di ortaggi in giardino si può preferire il prodotto granulare Compo Natural Concime Universale, che migliora la struttura fisica e arricchisce la fertilità del terreno, attivando le funzioni della microflora utile.

Compo per aiutarti nel tuo mondo verde • Il team Compo ha preparato per gli hobbisti di giardinaggio un portale indispensabile: www.compo-hobby.it, nel quale trovare tante informazioni utili. • Nel portale c’è anche un servizio online per creare, in modo facile e divertente, dei giardini virtuali ed ottenere una scheda di Giardinaggio manutenzione per la loro cura: a Fai-da-te casa | balcone | giardino | orto | frutteto questa sezione si accede dal portale www.compo-hobby.it. • Nei punti vendita COMPO è disponibile la guida Giardinaggio Fai da te, 64 pagine ricche di informazioni pratiche e completate dal poster “Problemi e soluzioni”.

ile r staccab i Con poste lemi e soluzion ob Piante: pr

COMPO. Piante meravigliose con semplicità

Compo. Piante meravigliose con semplicità. COMPO Italia Srl www.compo-hobby.it


IL PIACERE DELL’ORTO e del frutteto

.

16

L’ORTO

PER I RITARDATARI Avete deciso solo ora che vi piacerebbe raccogliere verdure e frutta in giardino o in balcone? Ce la potete fare, scegliendo ortaggi veloci e piante da frutto che crescono bene senza grande impegno, anche in vaso.


.

I più veloci. Solo 20-30 giorni per raccogliere i rapanelli, che amano tanta acqua in piccole quantità.

I più facili. Un mese mezzo e saranno maturi i fagiolini, anche in vaso; sono poco sensibili ai parassiti.

Le più nutritive. Da un mese e mezzo a due mesi per avere pronte le carote, saporite e nutrienti.

I più dissetanti. Ideali per una dieta idratante, i cetrioli sono pronti in meno di 2 mesi.

I più diffusi. Non c’è orto senza pomodori: li raccogliete in 8-10 settimane dal trapianto.

La più generosa. Decorativa e buona, la lattuga cresce in fretta: circa un mese dal trapianto.

O

ggi che l’orto è finalmente entrato di diritto nell’immaginario degli Italiani, perdendo il suo legame esclusivo con le tradizioni contadine per allargarlo alla vita in città (in balcone, in terrazzo, in giardino, negli orti urbani condivisi...), è più facile trovare, nei buoni garden center, nelle rivendite agrarie e sulle bancarelle, un ricchissimo assortimento di piante da orto e di aromatiche classiche e insolite, praticamente tutto l’anno. Prodotte in serre ad alta tecnologia, queste piantine sono una risorsa preziosa per completare, arricchire o persino preparare “da zero” un orto ricco di sorprese interessanti. Se solo adesso, alle soglie dell’estate, prendete in considerazione la piacevole idea

UN LIMONE in vaso • Bello e utile, perfettamente coerente con le grandi tradizioni italiane, il limone è un frutto facile: coltivatelo in un bel vaso di terracotta, al pieno sole, concimando ogni 12-15 giorni con un prodotto specifico per agrumi. • Innaffiate quando il terriccio si è asciugato e controllate spesso il fogliame: in clima afoso può ammalarsi oppure ospitare parassiti quali la temibile cocciniglia.

L’orto bello e allegro A sinistra: una vasca in terrazzo o uno spazio rubato al giardino, ed ecco pronto un orticello che, con file di ortaggi in varietà diverse, è davvero spettacolare.

17


Il piacere dell’orto e del frutteto

Anche come idea regalo...

GLI ORTAGGI SUBITO PRONTI • Li trovate nei migliori garden center: sono gli ortaggi “quasi pronti”, in vaso. Spettacolari e già vicini al giusto punto di maturazione, sono una soluzione consigliabile a chi è davvero in ritardo sull’allestimento del balcone e del terrazzo e non vuole rinunciare al piacere di veder crescere qualcosa da “mangiare”. • Idea gradevole e nuova, queste piante si rivelano utili anche per un dono legato ai temi della natura: per esempio, se siete invitati a cena a casa di amici potete sostituire la classica bottiglia di vino con una bella pianta di pomodorini già formati, ancora verdi o già rossi, pronti da staccare e assaggiare. Oppure una pianta di melanzane con grossi frutti che in pochi giorni saranno completamente maturi, o ancora un bel cespo di lattuga, un ciuffo di decorative foglie di cavolo, una pianta di fragole con fiori e frutti in parte già pronti...

18


Anche in poco spazio Le lattughe crescono con rapidità e danno soddisfazione all’orticoltore impaziente, anche in vaso. Meglio mettere poche piantine ma di tante diverse varietà, per una sperimentazione di sapori.

di allungare una mano per staccare qualche pomodoro maturo al punto giusto, estirpare una carotina (il profumo di quelle appena raccolte è davvero speciale...) o assaggiare i “vostri rapanelli”, siete ancora in tempo per farlo!

Sapori nuovi e ortaggi dimenticati Tra le piantine pronte potrete farvi tentare da scoperte curiose, come il pomodoro giallo da appendere, che forma tralci ricadenti carichi di frutti, oppure la melanzana bianca innestata: costa di più delle normali piantine di melanzana perché è molto più robusta, più rapida nella crescita e resistente alle avversità. Vi piace l’ortogiardino, che concede spazio alla bellezza? Pensate a un allestimento che punti sui colori diversi della lattuga Lollo, velocissima e facilissima, bionda e rossa. Oppure sperimentate le zucche da appendere, lunghe e buonissime, e i cetrioli Burpless: un nome curioso che ricorda la loro caratteristica di essere molto digeribili. Sperimentate anche la riscoperta di ortaggi quasi perduti, praticamente assenti dai supermercati:

UNA MEDICINA PICCANTE E SAPORITA • Ortaggio facilissimo e rapido da ottenere partendo dai semi, è anche uno dei più diffusi in forma di piantina pronta, giovane (in vaschette e vasetti) o già sviluppata, con i piccoli frutti ancora verdi. Trapiantate subito i vostri peperoncini in un vaso abbastanza profondo oppure nell’orto. Pochissime le cure necessarie: acqua con regolarità ma senza eccessi, concime del tipo per pomodori, ogni 10-12 giorni se liquido, ogni 15-20 giorni se granulare, e soprattutto tanto sole. • Usateli in cucina, perché sono ottimi e legati alle nostre tradizioni gastronomiche, e anche perché sono antiossidanti: hanno la virtù di prevenire e combattere le malattie cardiovascolari. Hanno potere vasodilatatore e ostacolano le patologie dovute al colesterolo alto. In Messico si dice che il peperoncino combatta la perdita dei capelli; infine, una curiosità: in tutte le culture del Centro America, ma anche in Italia, il frutto è considerato prezioso per la sua rapida azione afrodisiaca.

Peperoncino: anche per l’orto dei bimbi Nelle varietà poco piccanti o decisamente dolci (per esempio il friariello, un ottimo peperoncino verde dolce del nostro Sud), è un ortaggio ideale per l’orticello curato dai bambini, perché cresce rapidamente, quasi sotto i loro occhi ed è molto bello.

19


Il piacere dell’orto e del frutteto

il cetriolo “Carosello” è uno di questi. Tipico del nostro Sud, cresce bene anche nelle pianure dell’Italia settentrionale in estate, perché ha tempi di sviluppo rapidi. Si mangia crudo, senza sbucciarlo, e produce frutti per un lungo periodo. Avete solo qualche vaso? Se c’è sole, piantate subito pomodori come il curioso “Canestrino di Lucca”, una varietà toscana a polpa soda, oppure il “Cuore di bue”, un classico degli orti piemontesi, o ancora il “Nero di Crimea” con buccia scurissima, particolarmente efficace anche come nutrimento antiossidante per la prevenzione di molte malattie. In vaso al sole anche i ritardatari possono piantare peperoncini dolci o piccanti, lattughine da cespo o da taglio o la lattuga detta “Lingua di canarino”, verde e rossa, lenta ad andare a seme. Non avete sole? Non disperate: in cucina potrete portare le foglie delle vostre aromatiche. Piante come il basilico e la maggiorana si accontentano anche di poco sole; la menta crescerà profumata e vigorosa, la melissa vi regalerà foglie con un aroma speciale, la cedrina o erba luigia vi chiederà sole alla mattina per offrire il suo sapore speciale...

Utile e decorativa: la struttura in salice intrecciato Piselli e fagioli sono ortaggi che crescono con rapidità. Fateli salire su una struttura formata da rami di salice o di altri arbusti flessibili e resistenti: si rivelerà utile e bella.

orto rapido con qualche accorgimento e con gli attrezzi adatti • IRRIGAZIONE: A GOCCIA O CON TUBO CAPILLARE Non innaffiate direttamente sugli ortaggi: la maggior parte di essi teme il ristagno di umidità sulle foglie, che risulterebbero più facili ad ammalarsi. Installate un semplice sistema con microerogatori a goccia oppure con tubo capillare (manichetta forata) che manterrà il terreno umido al punto giusto, senza inutili dispersioni. Con l’uso di una centralina, potrete anche assentarvi per qualche giorno senza grandi rischi di danni agli ortaggi causati da caldo e siccità. • LAVORAZIONE DEL TERRENO: CON LA MOTOZAPPA Elettrica nei piccoli spazi con terra morbida e friabile, con motore a scoppio se l’area è da media a grande e con terreno pesante: ecco un attrezzo salvafatica che riduce i tempi di lavorazione e che può zappare e fresare il terreno. Scegliete un modello con stegola ripiegabile e verificate il livello di rumorosità: se è di alta qualità, il rumore rimane entro limiti accettabili. • RESTI VEGETALI: NEL BIDONE DEL COMPOSTAGGIO Come suggerito nel servizio da pag. 4, evitate ogni spreco e portate i resti vegetali nei bidoni comunali

20

dei rifiuti umidi, o meglio ancora nella vostra compostiera: se avete poco spazio basta un modello da 250-280 litri. Un piccolo ed efficiente biotrituratore vi aiuterà a sminuzzare il materiale da compostare, riducendo il volume fino a un decimo (un solo sacco di rifiuti invece di 8-10 sacchi...) • TELI E PROTEZIONI Reti ombreggianti e antigrandine in estate, teli protettivi per l’orto autunnale e invernale: bastano gli appositi archetti per realizzare i tunnel nei quali coltivare in modo più efficiente e continuativo. I teli possono essere anche del tipo pacciamante, microforati: potrete coltivare gli ortaggi raccogliendoli puliti, evitando il contatto con il terreno e proteggendolo dalla perdita di umidità. • TUTORI: CLASSICI E INNOVATIVI Molti sono gli ortaggi che richiedono un supporto. Alle classiche cannucce di bambù affiancate anche quelle in materiale plastico o in metallo, a spirale, particolarmente adatti per i pomodori. Potete anche farne un elemento decorativo, utilizzando rami di salice intrecciato per formare graziose strutture dedicate a sostenere fagioli, piselli, zucchette, cetrioli e altri ortaggi rampicanti.


SAPORI & BENESSERE

FRUTTI ROSSI

SANI E GOLOSI Non solo dolcissime tentazioni, ma anche un concentrato di salute: benefici, energetici e antiossidanti, i frutti di bosco sono uno dei doni più preziosi della stagione estiva. Usiamoli così in cucina...

P

iccoli e saporiti, i frutti rossi o frutti di bosco sono un vero concentrato di benessere: nutrienti e rinfrescanti, sono poveri di calorie, ma ricchissimi di vitamine e minerali, utili a depurare e dare tono all’organismo, migliorare la circolazione, rafforzare le difese immunitarie. Contengono inoltre sostanze preziosissime: gli antiossidanti (polifenoli, tannini e antociani, dai quali deriva il caratteristico colore nero di mirtilli, ribes e more) che contrastano i radicali liberi rallentando il processo d’invecchiamento. Ecco alcune ricette per assaporare queste prelibatezze, dono dell’estate. Potete anche sperimentarne la coltivazione in giardino o in balcone, in vasi profondi, a condizione che ci sia un clima fresco e ventilato, non dissimile da quello che hanno nei loro ambienti naturali, i boschi delle nostre colline lungo l’arco alpino e appenninico.

22

Mini quiche ai lamponi Ingredienti. Per la pasta frolla: 200 g di farina, 100 g di burro, 50 g di zucchero a velo, 1 tuorlo, scorza di un limone. Per farcire: 250 g di latte, 70 g di zucchero, 3 tuorli, 15 g di maizena, 1 stecca di vaniglia, lamponi, ciuffetti di menta Preparazione: impastate gli ingredienti per la pasta frolla, formate una palla e fate riposare in frigo per 2 ore. In un pentolino, scaldate il latte con la vaniglia. Mescolate i tuorli con lo zucchero, unite la maizena e, con la frusta, incorporate un po’ del latte caldo. Portate il latte a ebollizione e versatevi il composto, mescolando sempre finché la crema non si addensa. Imburrate gli stampini, rivestiteli con la pasta frolla, bucherellatela con una forchetta, fate cuocere in forno a 180° C finché non risulta dorata poi lasciate raffreddare. Riempite le tortine con la crema, decorate con i lamponi e un ciuffetto di menta, spolverizzate di zucchero a velo.


Il lampone è un alleato della pelle sensibile: basta schiacciare i frutti freschi e applicarli sul viso per ottenere gli effetti di una maschera dalle proprietà emollienti e rivitalizzanti.

Marmellata di mirtilli Ingredienti: 500 g di mirtilli ben maturi, 350 g di zucchero, mezzo bicchiere d’acqua, succo di limone Preparazione: lavate i mirtilli e asciugateli. Formate uno sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in acqua (circa 2 dl) a fuoco basso. Versatevi i mirtilli e poche gocce di limone e fate cuocere dolcemente per un’ora circa, mescolando di tanto in tanto e schiumando quando necessario, finché la marmellata non avrà raggiunto una consistenza morbida e abbastanza densa. Preparate i vasetti di vetro, facendoli bollire in acqua per sterilizzarli. Versate la marmellata bollente nei vasetti, chiudeteli subito, capovolgeteli e lasciateli raffreddare avvolti in un panno. Torta della nonna con crema e ribes Ingredienti. Per la torta: 6 uova, 180 g di zucchero semolato, 150 g di farina, 50 g di burro, 1 bustina di lievito vanigliato. Per farcire: 250 ml di latte, 3 tuorli, 75 g di zucchero, 25 g di farina, mezza stecca di vaniglia, 4-5 grappolini di ribes Preparazione: lavorate con la frusta le uova e lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso, poi incorporate poco per volta la farina e il lievito. Unite il burro, fuso e intiepidito, mescolando con delicatezza. Versate l’impasto in uno stampo per torte (diametro 26-28 cm) e infornate a 180°C per circa 40 minuti. Preparate la crema: in un pentolino fate scaldare il latte a fuoco basso con la stecca di vaniglia tagliata a metà per il lungo; lavorate i tuorli con lo zucchero e la farina, aggiungete il composto al latte e fate cuocere a fuoco dolce, mescolando, finché la crema non si addensa. Lasciate raffreddare, poi tagliate a metà la torta e farcitela con la crema e una manciata di chicchi di ribes. Chiudete la torta, spalmatevi un sottile strato di crema e guarnite con il ribes. Il succo di mirtillo è un toccasana per la salute: dissetante e ricco di vitamina C, è utile per ritrovare energia e proteggersi dalle infezioni. Ma la sua caratteristica peculiare è l’elevato contenuto di tannini, potenti antiossidanti con effetto antinfiammatorio e antinvecchiamento. Migliora inoltre la salute dei reni e delle vie urinarie (combattendo cistite ai calcoli renali) e rafforza il sistema cardiovascolare. 23


sapori & benessere

FRUTTI DI BOSCO: CONSIGLI DI COLTIVAZIONE E PROPRIETà

Ribes

• Il ribes è un cespuglio da frutto che produce in estate grappolini di sfere rosse o bianche, dal sapore dolce-acidulo. Offre il meglio nei climi con estati fresche, a mezz’ombra, in suolo fertile e ben drenato. Il ribes ha proprietà depurative, protegge il sistema immunitario, è antiossidante e ricco di vitamina C. • Il ribes nero, arbusto amante dei luoghi umidi, freschi e ombreggiati, è particolarmente ricco di antociani, pigmenti che danno il colore violablu, dalle spiccate proprietà antiossidanti, che rallentano i processi di invecchiamento. Ribes nero

24

Lampone

• Il lampone è un cespuglio adatto a climi freschi, che tollera il gelo ma non l’aridità. In luglio e agosto produce i frutti rossi. Necessita di un terreno fresco e leggero, non argilloso né calcareo, fertile e ben drenato, e di una posizione ombreggiata. Ricco di vitamine, ha proprietà rinfrescanti, contribuisce a rinforzare le difese immunitarie ed è energetico. • La fragolina di bosco è una pianta erbacea spontanea nel sottobosco, ma che si può coltivare, anche in vaso. I suoi frutti sono piccole fragole molto profumate e aromatiche, ricche di magnesio e depurative. Fragolina di bosco

Mora

• La mora è il frutto del rovo, arbusto rustico, che apprezza i terreni fertili e profondi, ma si adatta anche a terreni poveri e pesanti; tollera benissimo il freddo. La mora è energetica ma povera di zuccheri, ricca di antiossidanti, minerali e vitamine tra cui la E, preziosa contro l’arteriosclerosi. • Il mirtillo è un piccolo arbusto che in estate produce frutti tondi viola e dolci. Ama i luoghi freschi e umidi, con terreno a pH acido e ben drenato, al sole o in mezz’ombra; non teme il freddo. Prezioso in caso di diabete, ipertensione, per rinforzare i capillari e proteggere la vista. Mirtillo


Frappé ai frutti rossi Ingredienti: una tazza di fragole e una tazza di frutti di bosco, 1 vasetto di yogurt naturale, 40 cl di latte, 50 g di zucchero, 1 banana (facoltativa) Preparazione: lavate le fragole e i frutti di bosco (lamponi, ribes, mirtilli...). Frullateli nel mixer con lo yogurt, il latte e lo zucchero, fino a ottenere un composto omogeneo. Unite la banana se volete un frappè più denso e cremoso. Servite subito.

Macarons rosso lampone Ingredienti. Per la marmellata di lampone: 225 g di zucchero, 2 cucchiaini di gelificante, 375 g di lamponi, un limone. Per i macarons: 275 g di mandorle, 250 g di zucchero a velo, 6,5 albumi, 210 g di zucchero, 5 gocce di colorante alimentare rosso. Preparazione: Preparate la marmellata, facendo cuocere in una casseruola i lamponi, frullandoli, incorporando lo zucchero, il gelificante e il succo di mezzo limone e facendo bollire a fuoco medio per pochi minuti. Preparate i macarons, un tipo speciale di biscotto: polverizzate le mandorle e mescolatele allo zucchero a velo. Montate a neve 6 albumi poi incorporatevi gradualmente lo zucchero, continuando a lavorarli con la frusta, e infine la miscela di mandorle. Aggiungete il colorante e l’ultimo mezzo albume sbattuto e mescolate con cura. Su una teglia rivestita di carta da forno, formate i macarons con una tasca da pasticciere. Fate cuocere in forno preriscaldato a 150°C per circa 15 minuti, finché si forma una crosticina. Fate raffreddare, poi capovolgete metà dei macarons, farciteli con la marmellata di lamponi e sovrapponete i restanti macarons. Ponete per 12 ore in frigorifero prima di consumarli.

BUONISSIMI ANCHE IN INSALATA • Ingredienti: 250 g di lamponi, 150 g di caprino fresco, 100 g di insalatina, un mazzetto di ravanelli, 4 cucchiai di olio di semi, zucchero, sale e pepe • Come si fa: i frutti di bosco, leggermente aciduli, si prestano benissimo a preparazioni salate. Questa insalata è un raffinato contorno o antipasto, fresco ed estivo. Create un’emulsione con l’olio, un cucchiaino di zucchero, una presa di sale e di pepe. Schiacciate parte dei lamponi con una forchetta e amalgamateli alla salsina. In una ciotola ponete l’insalatina, i ravanelli affettati, il caprino spezzettato, i lamponi interi e condite con la salsa ai lamponi.

25


ATMOSFERE DA VIVERE

Lavorare fa bene. Prendersi cura della manutenzione e pulizia dello spazio verde è una vera e propria forma di preziosa terapia psicofisica.

26

IL GIARDINAGGIO

PER VIVERE IN SALUTE La cura delle piante, la vita nel verde, in giardino o in terrazzo, e la frequentazione regolare di parchi e ambienti naturali possono offrire terapie in tante forme diverse, tutte ugualmente piacevoli e benefiche tanto per il fisico quanto per la psiche.


Qui sopra: attività muscolare all’aperto, consumo di calorie e il piacere di vivere nel verde sono obiettivi raggiungibili anche in terrazzo, con grandi benefici psicofisici.

P

assiamo un po’ di tempo a curare e osservare con piacere le nostre piante, magari anche solo qualche minuto ogni mattina prima di andare al lavoro, o la sera, dopo aver messo a letto i figli e terminato i lavori in cucina, e subito ci sentiamo meglio. La percezione è chiara a tutti da sempre: non è un caso che, tanto nei conventi cattolici quanto nei templi buddisti, la ricerca della spiritualità sia passata attraverso le esperienze della cura di orti e giardini. Da qualche anno, sono arrivate anche le conferme dalla scienza: il giardinaggio fa bene in molti modi diversi, offre benessere fisico e psichico.

Uno sport piacevole e divertente

I SUONI NATURALI: UNA MEDICINA! • Sintomi della depressione, stato di stress, attacchi di ansia e di panico, limitata capacità di relazione: sono purtroppo problemi moto comuni, spesso causati dalla vita urbana frenetica e dai ritmi di vita e di lavoro del tutto innaturali. • L’ascolto dei suoni della natura, in giardino, in terrazzo, in un parco o camminando in ambienti naturali (campagna, collina e montagna, in spiaggia...) , è di grande aiuto per ritrovare equilibrio ed energia. • Per questo è indispensabile favorire, nel nostro ambiente di vita, la presenza della piccola fauna e degli uccelli, che ci regalano il loro canto. • Anche il suono del vento fra le fronde degli alberi è piacevole, e diventa musica con lo scacciaspiriti in metallo o in canne di bambù, antichissima “medicina” orientale. E l’acqua, che scorre con il suo rumore rilassante, è anche piacevole da osservare in fontanelle scintillanti nella luce del sole.

Il primo, il più evidente, che sentiamo nei muscoli un po’ affaticati al termine di una sessione di lavoro tra vasi, ortaggi e fiori, è l’utilizzo proficuo di energia muscolare: una terapia fisica da compiere con regolarità, senza eccessi e senza affaticamenti superiori alle personali capacità di recupero, ma anche con il piacere offerto da ogni pratica sportiva. 27


atmosfere da vivere

LA CURA DEI COLORI • La bellezza vitale dei fiori, unita all’effetto dei loro colori, ci aiuta a vivere meglio. • Il rosa, molto presente nei fiori, come nell’oleandro qui sopra, è un colore che induce una sensazione gioiosa e attiva. • Il rosso (a sinistra, la salvia da fiore) è tonificante ed eccitante, fornisce energia e vitalità, rende attivi e dinamici: è ideale per chi in giardino o in terrazzo fa ginnastica o yoga. • Il giallo (come lo splendido girasole qui a sinistra) è perfetto per accogliere ospiti e amici: stimola l’appetito e favorisce la socievolezza e la creatività, l’entusiasmo e l’allegria. Esprime ottimismo, stimola la concentrazione, l’attenzione e l’intelletto: è perfetto per chi in balcone e giardino legge, studia o lavora. • L’azzurro (sotto a sinistra, i fiori di plumbago) è calmante e rilassante: induce alla pace interiore, crea un’oasi di meditazione e contemplazione. • Il bianco candido, qui sotto nella dalia “Hillcrest Albino”, è il colore della luce, della rinascita e della nuova forza vitale. Ideale per recuperare le energie perdute.

28


A piedi scalzi. Liberarsi delle scarpe e passeggiare in libertà: benefico dal punto di vista fisico e psichico, il camminare a piedi scalzi sull’erba e su altri materiali naturali è un’esperienza sensoriale molto forte che trova impiego anche a fini terapeutici e riabilitativi.

Eliminare qualche chilo, conservare l’elasticità del corpo, muoversi nel verde: tutti ottimi motivi per considerare il giardinaggio una forma di sport moderato, adatta a tutti, non ultimi i bambini, gli anziani, le persone con disabilità, ovviamente in modi e misure correlati alle possibilità. Mentre scriviamo queste pagine, l’hospice di Casale Monferrato (AL) inaugura uno splendido giardino fiorito con tanto di orto e salotto all’aperto, concepito per offrire ai malati e alle loro famiglie una forma di intrattenimento che include anche l’attività concreta di cura delle piante, come forma di terapia fisica e psichica ormai accettata e praticata in molti importanti ospedali.

Gli effetti positivi di colori e profumi Nell’impiego del giardinaggio come terapia di benessere c’è anche un altro aspetto importante: colori e profumi di fiori e piante esercitano influenze positive a livello psico-emotivo. La tavolozza cromatica esercita influenze che vanno al di là delle pure valenze estetiche: ogni colore esercita un determinato effetto sulla psiche umana e induce verso uno stato d’animo piuttosto che un altro. Lo afferma la cromoterapia, una disciplina di origini antiche, oggi riconosciuta dagli scienziati, che utilizza la scala cromatica per scopi terapeutici. Ogni tonalità emette vibrazioni (o onde elettromagnetiche) che influiscono sui sistemi nervoso e immunitario,

A PROVA DI... ADOLESCENTI • Giardini e parchi sono il luogo ideale per muoversi, se dotati delle necessarie attrezzature. I tecnici svedesi dell’Hags, azienda di attrezzature per parchi, avevano però notato che dai 12 anni in su i ragazzi snobbavano i giochi per bambini, oppure li utilizzavano male, se non perfino con intenzioni vandalistiche. E quindi hanno inventato una linea di giochi per adolescenti, che tiene conto delle modalità associative tipiche di un’età difficile. • Per testare questi giochi ginnici predisponendoli alle esperienze più dure, li installano in parchi vicini a una discoteca... e hanno scoperto che vengono usati, perché hanno particolarità ludiche irresistibili per un adolescente; sono pensati per indurre a compiere movimenti muscolari utili e positivi. Oggi questo tipo di attrezzature, molto comune nei paesi nordici, si sta diffondendo anche in Italia in giardini di scuole superiori e licei e nei parchi pubblici. • E per gli adulti? In alcune città (Cervia, Parma e altre) sono apparse le prime attrezzature ludicoginniche per adulti e terza età. Una forma di giardino terapeutico per mantenersi in forma e godersi il bello della natura, in ogni stagione.

Ansia? Ci pensa la lavanda. è una delle erbe curative più note. Battericida e antisettica, digestiva e purificante, è un ottimo calmante naturale, è la pianta antiansia per eccellenza. Gli antichi Romani erano già soliti profumare l’acqua del bagno con i suoi fiori a tale scopo.

29


atmosfere da vivere

Un aiuto al giardiniere. In alto, nell’orto il macerato di malva protegge la salute delle verdure in modo naturale. Al centro e in basso a sinistra, il blu favorisce il rilassamento e crea un ambiente riposante. In basso a destra, armonia di verde e pietra in un giardino Feng Shui.

sul metabolismo e sugli stati d’animo attraverso le percezioni. Così le scelte cromatiche in giardino diventano anche un’opportunità di benessere. Delle virtù del profumo dei fiori era già consapevole Cleopatra, che per sedurre Marco Antonio riempiva le stanze di petali di rosa. È noto fin dai tempi antichi che alcune fragranze hanno effetti psicofisiologici benefici: sedativi, stimolanti, calmanti, antinfiammatori. I profumi dei fiori fanno bene alla salute: l’olfatto trasmette informazioni al cervello e influisce sul sistema nervoso e sulla psiche. Recentemente, uno studio condotto in Giappone dal team dello scienziato Akio Nakamura e pubblicato sulla rivista Journal of Agricoltural and Food chemistry ha mostrato come l’inalazione di alcune fragranze possa incidere sull’attività dei geni e sulle cellule del sangue, riducendo i livelli di stress. Uno dei fiori più utili è il gelsomino, dalla fragranza euforizzante perché stimola l’ipotalamo a produrre encefalina, un oppioide endogeno che inibisce il dolore, tranquillizza e dona ottimismo. E poi, le piante ci donano frutti e ortaggi curati con le nostre mani, carichi di sapore e di valori nutritivi; ci regalano l’azione terapeutica di erbe aromatiche e officinali e di alcuni frutti oggi divenuti di gran moda, come le bacche del goji, antiossidanti, e del cranberry, il benefico e ottimo mirtillo americano. L’elenco dei benefici sarebbe ancora molto lungo: completatelo voi, curando le vostre piante, coinvolgendo i figli, trasformando e migliorando le nostre città che, più ricche di verde nei giardini, nei parchi, nei terrazzi e nelle finestre, diventano più belle e vivibili.

FENG SHUI: PER TROVARE EQUILIBRIO E ARMONIA • Un approccio al benessere prevede l’uso degli spazi come strumento di ricerca dell’armonia. L’armonia dei giardini cinesi deriva da 5000 anni di progettazione secondo il Feng Shui, complessa disciplina che ha cominciato a incuriosire anche l’Occidente. Scopo del Feng Shui è di armonizzare un luogo con le energie naturali che lo circondano per trarne benessere. Feng Shui significa “vento” e “acqua”, che simboleggiano il movimento e la quiete, gli opposti dal cui equilibrio scaturisce l’armonia.

30

• Ed è proprio sull’equilibrio dinamico tra colori, materiali, forme, orientamenti che si deve giocare. Ogni elemento sarà sistemato secondo la sua forza energetica: l’acqua disperde le forze negative, le rocce catalizzano grandi quantità di energia, gli alberi sono protettivi, ma vanno situati ai lati o sul retro di casa per non disturbare il flusso di energia. Ciò che più conta sono i rapporti tra gli elementi, che daranno vita a un susseguirsi di ombra e luce, spazi pieni e vuoti, statici e mossi, nel giusto equilibrio.


La salute naturale

LE PIANTE CI AIUTANO A STAR BENE Tra le tante forme di giardinaggio terapeutico c’è anche quella dell’uso delle piante officinali, che trovano impiego per la salute. Ecco alcune ricette semplici ed efficaci. • Per la mamma che allatta: l’infuso di galega Mettete alcune foglie fresche o essiccate di Galega officinalis nell’acqua bollente per 10 minuti poi filtrate. Utile per aumentare la secrezione lattea e dare al latte un sapore gradito al bimbo. • Per ritrovare la forza: la crema di bacche di rosa Le bacche di rosa hanno un sapore piacevole; grazie all’alto contenuto di vitamina C sono ricostituenti, ideali per i bimbi e gli anziani colpiti dalle classiche influenze invernali. Raccogliete le bacche di rosa dopo la prima gelata autunnale, perché risultano più tenere. Pulitele con cura e liberatele dai semi, aggiungete due cucchiai di miele o zucchero e qualche goccia di limone, lasciando riposare per tutta la notte coperte da acqua. Il giorno successivo

bollite fino a che il composto non si è addensato e ammorbidito, mescolando e controllando la cottura affinché non si attacchi sul fondo. Ottima per crostate. • Per combattere i sintomi dell’influenza: la tisana di erbe miste Menta piperita, pimpinella, maggiorana, timo: da usare per un infuso caldo e con l’aggiunta di miele, utile per mitigare i sintomi delle malattie da raffreddamento. La pimpinella o erba noce aiuta a calmare la tosse, il timo libera le vie respiratorie, aiutato da menta e maggiorana. • Per combattere lo stress: il bagno al tiglio e lavanda Per dimenticare le tensioni accumulate sul lavoro o in famiglia, niente di meglio di un bagno con i fiori di tiglio (500 g in infusione in 2 l d’acqua) o di lavanda (un sacchetto di garza riempito con 100 g di fiori). Per ritrovare tono muscolare ma anche energia psichica, è prezioso l’alloro: versate nella vasca del bagno un decotto filtrato, preparato con 50 g di foglie, bollite per 15 minuti in 2 l d’acqua.

L’olio saporito Utilizzate olio d’oliva di alta qualità e insaporitelo con peperoncino, rosmarino, origano... Il sapore intenso appaga subito e ne basta pochissimo per condire: ideale per stare a dieta senza sentirsi limitati nel piacere.

31


Pro

atmosfere da vivere

Il benessere nei frutti

Sapori e salute da piante insolite In terrazzo e giardino potete coltivare alcune piante che racchiudono eccezionali virtù terapeutiche, da secoli utilizzate nella medicina tradizionale.

01

Cranberry. è un frutto di colore rosso intenso che cresce spontaneo in varie zone degli Stati Uniti e del Canada, dove viene anche coltivato per il consumo come frutto fresco e per l’industria alimentare che lo utilizza in forma di succo per le bevande. Il succo di cranberry è utile per contrastare i rischi di osteoporosi, perché è molto ricco di calcio.

02

Buffaloberry. Shepherdia argentea è un arbusto con bel fogliame coriaceo; non teme il freddo e produce frutti dal sapore asprigno e gradevole, un tempo usati per combattere ogni tipo di infiammazione. Tollera un certo grado di aridità e produce fiori in aprile-maggio.

03

Sambuco. Pianta molto comune e persino infestante, il sambuco trasforma i suoi fiori bianchi in bellissimi frutti a grappolo. è utilizzato in erboristeria per le sue proprietà rinfrescanti e come rimedio contro i malanni invernali.

04

Aronia. Di origine americana, è una bella pianta che resiste anche nell’Italia settentrionale e produce frutti gradevolmente amarognoli, ricchi di vitamine e di virtù terapeutiche; i nativi americani la utilizzavano per aiutare le donne in vista del parto, perché contribuisce a mantenere elastici i muscoli.

05

Goji. Lycium barbarum è conosciuto e utilizzato da secoli e secoli in Oriente. è eccezionale per il benessere dell’organismo e per sostenere le funzionalità visive. I frutti hanno una grande efficacia come antiossidanti, in grado di ostacolare e ritardare i processi di formazione delle patologie cardiovascolari.

32


Progetto3_Layout 1 04/06/13 17:09 Pagina 1

Linea nessuna visita sgradita

Ital-Agro pensa a coloro che vogliono vivere la casa e il giardino in assoluta libertà e sicurezza al sicuro da qualsiasi ospite sgradito! La Linea "Protezione Casa" offre ogni tipo di soluzione (prodotti pronti all'uso, granuli, esche, aerosol, polvere e concentrati da diluire in acqua) contro tutti gli insetti volanti (mosche, zanzare, tafani, etc), striscianti (formiche, scarafaggi, pulci, ragni) e speciali prodotti contro i topi. In particolare la Linea Nexa formiche combatte rapidamente e a lungo ogni tipo di formiche che a partire da aprile visitano abitazioni, terrazzi, balconi e

giardini. La speciale formulazione granuli è utilizzabile tal quale per la distruzione dei formicai, o sciolta in acqua e spruzzata sulle file di formiche o sulle zone di passaggio abituali. Per uso anche preventivo è disponibile Nexa formiche Esca: insetticida gel in contenitore protetto, di sicuro e facile impiego che, grazie alla spiccata e persistente appetibilità attira ed elimina le formiche fin dentro al formicaio.

I principi attivi e i componenti rispondono a criteri di selezione che pongono ai primi posti la tutela dell'ambiente e della salute. Ital-Agro srl Via V. Veneto, 81 26857 Salerano sul Lambro (LO) Tel. 0371-71090 • Fax 0371-57320 info@ital-agro.it • www.ital-agro.it

Distributore ufficiale Italia del marchio KB


IL VERDE CI AIUTA

12 piante

INTELLIGENTI Condizioni problematiche rendono difficile la creazione di un angolo verde bello e rigoglioso? Per ogni situazione esiste qualche pianta adatta a risolverla. Cogliete la sfida e cercate le specie giuste.

U

na premessa è d’obbligo: le piante non sono più o meno intelligenti in quanto tali, ma in base a come vengono utilizzate. La pianta che merita la connotazione di “intelligente”, quindi, è più propriamente la “pianta giusta al posto giusto”. Esistono infatti condizioni ambientali assai diversificate, alcune difficili, come l’ombra totale o il terreno salmastro, che rendono imperativa la scelta di specie vegetali compatibili: le more, per quanto quasi indistruttibili, non potrebbero crescere in una palude. Il principio di collocare le piante nel luogo adatto, basato sulla buona conoscenza del posto e delle caratteristiche delle specie in questione, diventa lo strumento più adatto per risolvere situazioni problematiche.

1 2

Le buone scelte nei giardini di città Nel giardino moderno urbano una somma di circostanze contribuisce a rendere l’ambiente difficile: inquinamento, mancanza di luce, siccità estiva, scarsa circolazione d’aria o, al contrario, eccessiva esposizione al vento, sono spesso la norma. La loro azione complessiva costituisce talvolta un ostacolo alla prosperità dell’impianto verde: in mancanza di piogge regolari, per esempio, l’accumulo di polvere o inquinamento riduce la fotosintesi delle foglie, spesso già compromessa dall’insufficienza di luce. Nel contesto del giardino domestico, quindi, la qualifica di ‘piante intelligenti’ è da riservare alle specie che rispondono a criteri di resistenza allo smog, longevità ed elevato grado di adattabilità, accompagnati, naturalmente, da un buon effetto ornamentale, magari enfatizzato da aspetti stagionali, e se possibile da una bassa manutenzione.

34

Due rampicanti salvatempo La bignonia (1) è rapida e non chiede attenzioni: una volta adulta, basta qualche innaffiatura in estate e una potatura a fine inverno per governare la crescita impetuosa. La passiflora (2) a fronte di poche cure produce lunghi fusti dai curiosi fiori, seguiti da piccoli frutti asprigni ma commestibili. In inverno le foglie cadono, ma in primavera emette i nuovi germogli; resiste fino a –10 °C.


3

4

5

6

quattro belle piante che non temono la siccità Nel cuore dell’estate, il clima rovente mette a dura prova le piante del giardino. Ecco quattro specie a risparmio idrico, vere campionesse di resistenza al caldo torrido e alla siccità. 3. Callistemon citrinus: arbusto perenne semirustico, da proteggere d’inverno nel Nord Italia. Esige una posizione soleggiata e riparata dai venti freddi e tollera i terreni siccitosi; i fiori sono lunghe e vistose pannocchie piumose di colore rosso, prodotte in luglio. 4. Portulaca: è un bella succulenta, dal portamento tappezzante, a manutenzione zero: vuole solo il pieno sole (è anche detta “amante del sole”) e un terriccio ben drenato; per tutta l’estate produce numerosi fiori variopinti a rosellina con i petali stropicciati. 5. Convolvolo (Convolvolus mauritanicus): perenne strisciante, rampicante se viene guidata, teme il freddo

ma resiste benissimo al caldo, è ideale per terreni sabbiosi e resiste alla siccità. Produce una profusione di campanelle azzurro-viola da giugno a settembre. 6.Albizia julibrissin: è un graziosissimo alberello di origini asiatiche, dal fogliame leggero e delicato e dai curiosi fiori estivi simili a piumini rosati; cresce bene al sole e tollera bene la salsedine, mentre non ama i venti freddi. Resiste alla siccità e all’inquinamento. Altre piante che resistono ottimamente alla siccità: l’iperico, il mesembriantemo, la dimorfoteca e il papavero della California tra le erbacee; tra gli arbusti la ginestra e la rampicante bougainvillea. Nei vasi, dove la terra inaridisce in fretta, coltivate specie succulente, come una collezione di cactus, dei quali potete quasi dimenticarvi.

35


il verde ci aiuta

9

7

Tre piante in riva al mare L’aria carica di sale e le brezze calde delle aree costiere circoscrivono la scelta ad alcune specie resistenti, quali l’oleandro (7) dalla lunga e riccha fioritura, il corbezzolo (8) che regala bei frutti, il pittosforo (9) dai fiori profumatissimi.

Numerose rappresentanti di generi familiari come Berberis, Cotoneaster, Eleagnus, Forsythia, Mahonia, Lonicera, Pyracantha, Spiraea, Syringa, Viburnum hanno conquistato la reputazione di piante affidabili proprio perché ripagano le cure più semplici con generosità e consentono la formazione di una robusta struttura verde di lunga permanenza anche dove le circostanze non sono ottimali. Molto diffusa è la necessità di schermare il giardino o il terrazzo dagli spazi confinanti: serviranno rampicanti veloci e in grado di assicurare una copertura densa, come il rincospermo o l’edera (sempreverdi, per coperture permanenti) oppure il caprifoglio o la vite canadese (per una copertura stagionale). Se invece l’esigenza è quella di formare una siepe che delimiti lo spazio e lo protegga da intrusioni, vento e rumore, servono piante adattabili e rustiche, come lauroceraso(folto e veloce),

10

8

piracanta (difensivo e ornamentale), berberis (antintrusione, in quanto spinosa), viburno “Pallon di maggio” (splendida fioritura, resistente al freddo e allo smog), carpino (compatto ed elegante). Una considerazione importante riguarda il vigore delle specie: nei giardini molto piccoli, l’uso di piante troppo esuberanti, diffusa scorciatoia per ottenere un effetto verde in tempi rapidi, non è una scelta molto intelligente. L’impegno richiesto, infatti, aumenta quanto più una specie incontenibile è circoscritta in spazi limitati, come il rampicante Polygonum baldschuanicum (che rinverdisce rapidamente una struttura, ma avvolge ogni ostacolo sul suo cammino) o le rose “rambler” (che fioriscono splendidamente, ma soffocano la vegetazione circostante con i rami legnosi e spinosi). Tre piante per le esigenze del giardino urbano Da sinistra, per la protezione dei confini è ideale il piracanta (10), che si riempie di bacche rosse, arancioni o gialle; per una copertura veloce, Hedera colchica (11), a foglie grandi, è ottima su pergolati o come tappezzante; come coprisuolo, imbattibile Cotoneaster horizontalis (12) con le sue bacche colorate.

11

12

36


MADE IN ITALY

Arreda la tua casa con NICOLI SRL - Via del Lavoro 10 - 36070 BROGLIANO (VI) - Tel. 0445 947344 - Fax 0445 947239 - info@nicoli.com

www.nicoli.com


Spazi verdi senza nemiche ronzanti. Pensate che il laghetto attiri le zanzare? è il contrario: se popolato da pesci rossi e gambusie, le vedrete scomparire, divorate dai pesciolini. E se avete tanta lavanda, questo profumato fiore mediterraneo vi aiuterà a tenere a distanza le disturbatrici...

C

NATURA AMICA

hi ha una data di nascita precedente agli anni ‘70 forse ricorda con chiarezza il “flit”, uno dei marchi commerciali USA del famigerato DDT. Questo insetticida veniva ampiamente utilizzato nei terreni agricoli contro i parassiti delle piante, e in casa, spruzzato con la sua apposita curiosa pompetta, era il rimedio anti-zanzare e anti-mosche utilizzato da milioni di famiglie in Italia e nel mondo. Dopo molte proteste ambientaliste e dopo diversi disastri ambientali, tra cui un grave caso di inquinamento nelle acque del lago Maggiore, oggi questo pesticida lascia il posto a prodotti meno inquinanti ma ugualmente efficaci. Ma la lotta alle zanzare non può e non deve essere affidata solamente alla chimica: mettete in campo tutte le vostre energie per creare un sistema sinergico, basato principalmente sull’utilizzo di strategie naturali.

Lotta biologica: il Bacillus thuringiensis

Si chiama Bacillus thuringiensis il batterio, totalmente innocuo per l’uomo, gli animali e i pesci, che oggi trova ampia applicazione contro le zanzare nella loro forma larvale, ossia prima di trovarcele a ronzare intorno alle orecchie. Il suo impatto ambientale è pressoché nullo. Utilizzare questo batterio contro le zanzare è davvero semplice: è contenuto in diversi tipi di prodotti e in particolare in pastiglie o granuli da porre nei luoghi in cui c’è il rischio o la certezza di presenza di larve (tombini, acque basse stagnanti, grondaie con ristagno idrico...). Per una buona efficaciae per prolungare l’effetto del batterio occorre rinnovare le pastiglie o i granuli spesso, soprattutto dopo eventuali piogge, che asportano rapidamente il principio attivo.

zzz... stop! addio zanzare

Il fastidio estivo degli insetti molesti va combattuto su più fronti: solo in questo modo si ottengono buoni risultati riducendo o azzerando l’impiego di sostanze potenzialmente tossiche per l’ambiente. 38


Combattere le zanzare

e di emergenza, mentre è compito del Comune informare la cittadinanza e renderla consapevole del suo ruolo strategico nella lotta alla zanzara tigre. Alcuni Comuni mettono a disposizione un numero telefonico per fornire suggerimenti e consigli.

insieme, più forti contro la “tigre” Il compito delle Aziende USL: è importante 01 Il compito della Regione: informatevi presso 03 che venga effettuato a loro cura un monitoraggio l’Assessorato alle Politiche per la Salute della vostra Regione per conoscere le attività che vengono promosse e realizzate a livello istituzionale per rilevare i focolai e combattere in modo efficace la zanzara tigre in ambito urbano così come in quello agricolo, responsabile della crescita delle infestazioni se non viene monitorato e se non vengono poste in atto misure, anche di carattere legislativo, in grado di contenere il problema.

02 Il compito dei Comuni: informatevi presso il

vostro Comune in merito ai trattamenti con larvicidi nei tombini, caditoie e tutti i potenziali ristagni d’acqua nelle aree pubbliche, incluso i cimiteri (che sono spesso una delle sedi di maggiore infestazione a causa dell’acqua nei vasi dei fiori). La disinfestazione con trattamenti adulticidi dovrebbe essere fatta solo in casi straordinari

con ovitrappole; a volte, in collaborazione con i Comuni, offrono un servizio ai cittadini sulle modalità di prevenzione e disinfestazione negli spazi privati e attivano dei progetti educativi, anche presso le comunità (scuole, asili, ospedali...).

04 Il compito dei cittadini, di tutti noi, è quello

riportato nelle pagine precedenti: evitare ogni uso eccessivo o mal fatto di pesticidi chimici e favorire invece, nei nostri spazi verdi, un corretto equilibrio biologico e un controllo delle zone in cui le zanzare possano proliferare, per esempio: l’accumulo di copertoni e altri contenitori che possono raccogliere anche piccole quantità di acqua stagnante, come anche i ristagni sui teli utilizzati per coprire cumuli di materiale e legna; evitare di lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l’apertura verso l’alto, svuotare nei tombini i sottovasi o altri contenitori...

1

3

2

4

Risaie e acquitrini vanno monitorati e trattati grazie anche all’impegno delle Regioni (1) mentre in città è importante il trattamento ai tombini (2), da fare anche in giardino evitando il ristagno di acqua in sottovasi (3), copertoni (4) e altri contenitori in cui possa rimanere poca acqua ferma per diversi giorni.

39


natura amica

Qualche attenzione utile

Più natura, uguale meno zanzare

Ognuno di noi è tenuto a controllare che non vi siano aree in cui le zanzare possano mettere su casa: molti Comuni emanano ogni anno specifiche direttive e ordinanze municipali. Per prima cosa, eliminate i sottovasi e, ove non sia possibile, evitate il ristagno di acqua al loro interno, svuotandoli dopo un quarto d’ora se l’acqua non è stata assorbita. Non ci crederete, ma sono proprio queste piccole giacenze di acqua a favorire le infestazioni, molto di più, per esempio, di un laghetto con pesci (che le larve di zanzare se le mangiano...). Verificate che le grondaie siano pulite e non ostruite, coprite e sigillate le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie l’acqua piovana con coperchi ermetici, teli o zanzariere ben tese; tenete pulite fontane e vasche ornamentali, introducendo pesci rossi o gambusie che sono ottimi predatori delle larve di zanzara tigre.

A Bologna la lotta biologica ha recentemente visto l’impiego, ancora a livello sperimentale, di microscopici crostacei divoratori di larve di zanzara, da inserire nei bidoni d’acqua presenti nei numerosi orti urbani della città. Chiamate in causa i pipistrelli, mammiferi volanti che in una notte possono divorare oltre 2.000 zanzare a testa: i nidi (bat-box) vanno appesi ad almeno 4 m da terra, in luogo lontano dalle fonti di luce (lampioni, finestre di casa...). E fatevi aiutare dalla natura: rane, rospi, bisce e altri rettili innocui per l’uomo sono in realtà ottimi alleati contro le zanzare, così come tutti gli uccelli insettivori. Anche alcuni insetti sono nostri amici: la libellula si ciba di larve e il suo ronzio elegantissimo è segnale che c’è in corso una battaglia vincente contro le nemiche che ci impediscono di goderci lo spazio esterno nelle sere d’estate...

Tre piante utilissime contro le zanzare L’elicriso (1) ha un odore di liquirizia e un aspetto gradevole con il suo fogliame argenteo. Ottimi aiuti sono rappresentati dal geranio (2), e dal basilico (3), le cui foglie possono anche essere strofinate sulla pelle.

40

Tre amici alleati nella lotta I pesci da laghetto come carpe, pesci rossi, gambusie (4) mangiano le larve, lo stesso fanno anfibi e rettili (5). Gli uccelli selvatici sono divoratori di larve: insieme ai pipistrelli, vanno protetti e tutelati (6).

1

2

3

4

5

6


1

2

3

4

fiori e piante che aiutano ad allontanare le zanzare • Tutti i tipi di geranio a foglia profumata (1) sono un deterrente contro le zanzare. Esistono varietà con profumazioni diverse (al limone, all’incenso, persino con una nota di profumo di rosa...), sono molto decorativi e producono graziosi fiori rosa per tutta l’estate. Vanno tenuti al sole e irrigati con moderazione. • La citronella è una pianta erbacea che viene utilizzata per ricavare principi attivi utilizzati a livello industriale. In giardino o in balcone potete coltivarla se avete sole e se i vasi sono ampi e profondi. Presso i vivai è commercializzata con il suo corretto nome botanico, Cymbopogon nardus (2), oppure con il nome Lemon grass. Ha un piacevole odore di limone. • L’agerato dai fiori violetti o azzurri viene usato come pianta da bordura e da vaso (3) ed è piacevole

perché rimane fiorito molto a lungo. Schiacciate qualche foglia in un piattino per aumentare l’efficacia della fragranza, ma non usate direttamente le foglie sulla pelle. L’agerato ha bisogno di sole, acqua e concime per tutta l’estate. • Tutte le piante aromatiche hanno una discreta efficacia; le migliori come anti-zanzara sono rosmarino, menta, basilico, salvia; l’erba cedrina (Lippia citrodora, 4), detta anche “erba Luisa” e usata per fare un liquore digestivo, è particolarmente efficace. • ...e come dopo-puntura? crema alla lavanda e gel all’aloe vera, anche fresco, appena preso da una foglia tagliata: efficace per placare prurito e irritazioni della pelle.

41


PROGETTAZIONE

IL GIOCO

DELLE FORME Cerchi, quadrati, sfere, piramidi: un uso attento delle geometrie degli elementi compositivi e delle forme delle piante è molto importante per dare personalità a un terrazzo o a un piccolo giardino.

42


S

e avete la fortuna di possedere uno spazio verde intorno a casa, per piccolo che sia, potete facilmente trasformarlo in un ambiente bello, oltre che funzionale. Perché non diventi solo un banale spazio all’aperto, è importante dargli un carattere, che rispecchi la vostra personalità e si accordi con lo stile della vostra abitazione. Questo è vero soprattutto se si tratta di un piccolo giardino, dove poche scelte ben fatte, giocando sulle forme, svoltano l’intero aspetto dello spazio. Tanto più le forme sono definite e nitide, quando più il giardino o cortile avrà personalità. Angoli e curve per effetti diversi Le forme circolari concentrano l’attenzione all’interno dello spazio e allo stesso tempo lo dilatano, oltre a comunicare una sensazione raccolta. Sono perfette per chi desidera privacy e intimità. La suddivisione dello spazio in aree circolari di diverse dimensioni e a diversi livelli introduce un’idea di movimento e di avventura anche in una superficie davvero limitata: può trattarsi di superfici diverse, per esempio un laghetto e un prato, oppure aree pavimentate collegate da una gradinata in materiale interessante (legno, pietra...).

Geometrie con le piante Qui sopra, il bosso plasmato in forme diverse: a sinistra, forma cuscinetti tondi che si replicano e si moltiplicano con un effetto lussureggiante; a destra, cubi e quadrati per un giardino che reinterpreta l’ordine e la simmetria del giardino all’italiana.

Scegliere un albero per la forma • Nella scelta di un albero gioca un ruolo essenziale la sua forma: le larghe chiome tondeggianti, ovali o arrotondate (tiglio, gelso, alcuni tipi di faggio, pittosforo...) ammorbidiscono il profilo del luogo; le chiome allargate sono le più indicate per creare oasi di ombra, gradite in estate. • Le forme fastigiate, colonnari o coniche (pioppi, alcuni tipi di querce e faggi, molte conifere) sono come punti esclamativi, preziosi da utilizzare per filari o ai lati di un cancello. • Le morbide ramature ondeggianti dei salici e di altre specie a portamento piangente sono perfette ai bordi di uno specchio d’acqua o ad accarezzare un prato, in attesa di diventare così ampie da poter ospitare panche e tavoli nella grotta vegetale che si formerà nel tempo.

Le rette e i cerchi. Nella pagina a fianco, a sinistra in alto, Photinia in forma di alberelli composti, molto eleganti ma da potare assiduamente; in basso, una moderna visione di aiuola formale con vistoso utilizzo delle geometrie. A destra in alto, cerchi d’acqua e di pietra per un giardino originale e ipnotico; in basso, linee ovali trasformano un comune cortile in un spazio raccolto, allegro, accogliente. 43


progettazione / terrazzo

Un PICCOLO SPAZIO topiario • L’arte topiaria è l’abilità di potare le piante in forme geometriche o figurative. Ad essa dobbiamo veri capolavori, giardini italiani famosi nel mondo, ma le sue potenzialità si esprimono anche in spazi piccolissimi: il senso di compostezza di una sfera di bosso in un bel vaso di terracotta può essere sufficiente a dare carattere a un terrazzino. • Le sculture vegetali possono essere semplici sfere, piramidi o coni che punteggiano le siepi, ma anche forme curiose, come quelle di animali, che aggiungono una nota ironica, anche se necessitano di una certa competenza in fatto di potatura. Per formare un esemplare occorrono tempo e pazienza, per mantenerlo in forma l’impegno è minimo: due o tre interventi di potatura nell’anno. Bosso tasso, evonimo, pittosforo, lauro, ligustro sono tra le specie più adatte.

Le forme angolari, come quadrati e rettangoli, con gli spazi organizzati su linee rette, danno vita a un giardino ordinato e regolare, come è tipico nello stile formale, con aiuole geometriche, siepi squadrate, piante scolpite in forme topiarie (sfere, coni, piramidi). Questa scelta si addice a chi vuole uno spazio architettonico, armonioso, che infonda calma e tranquillità, basato su un disegno essenziale e su una vegetazione non esuberante, dove assumono molta importanza i materiali (pavimentazioni, muretti, sculture...). Se questi sono orientativamente gli effetti ottenuti con le due geometrie di base, nulla vieta di creare un giardino “eclettico”, che contempli una varietà di forme e materiali. L’importante è fare attenzione al posizionamento e alle proporzioni reciproche degli elementi, che insieme devono concorrere a una composizione armonica, con un buon equilibrio tra spazi pieni e vuoti. In un piccolo giardino, per esempio, conviene disporre lungo i bordi gli alberi e i cespugli ingombranti, collocando davanti a casa l’area di sosta, un prato o aiuole di piante basse che diano aria, luce e apertura. Forme simboliche... e tecnologiche La spirale (a destra in alto) è simbolo di espansione, crescita e sviluppo; utilizzata su una pavimentazione, conferisce movimento all’area e la fa sembrare più ampia. La piramide rappresenta la perfezione e la stabilità; oltre a connotare lo spazio, queste piramidi vitree (a destra in basso), giocano con la luce con riflessi suggestivi e racchiudono dispositivi a energia solare. 44


PLAY YOUR GARDEN! Scopri la vasta gamma dei prodotti G.F. per l’irrigazione del giardino: inquadra il QR code e collegati con un semplice click al sito www.gfgarden.it

45 Via dell’Industria, 1 - 42015 Correggio (RE) - Tel. 0522.637348 - Fax 0522.691225 - www.gfgarden.it - info@g-f.it


O

BAMBINI & NATURA

gni bambino adora “mettere le mani in pasta”, mescolare ingredienti e vederne nascere, come in una misteriosa alchimia, qualche buona ricetta da portare con fierezza in tavola. è una predisposizione che va incoraggiata, perché stimola la creatività, la manualità e il desiderio di autonomia dei piccoli, che traggono grande soddisfazione non solo dal risultato, ma anche dal gesto di “pasticciare” e dall’apprendimento graduale di nuove abilità. Cucinare insieme a loro può essere un momento di condivisione divertente e stimolante, scegliendo, naturalmente, ricette e preparazioni alla loro portata e mantenendo una vigilanza discreta

ma costante. A questo scopo, le aromatiche sono un ingrediente imbattibile, soprattutto se raccolte in balcone o in giardino.

Erbe profumate per diventare cuochi Le erbe si prestano perfettanebte alla baby cucina perché sono facilissime, non solo da utilizzare ma anche da coltivare, in modo da avere l’ingrediente sempre fresco e a portata di mano. Prevedete quindi qualche bel vaso con le erbe preferite, che saranno i bambini stessi a curare e a far crescere. Impareranno in fretta a utilizzarle correttamente nelle loro preparazioni da piccoli chef.

PICCOLI CHEF CON LE AROMATICHE Profumate e gustose, facilissime da utilizzare in preparazioni veloci e creative, le erbe sono l’ingrediente ideale per avvicinare i bambini alla pratica in cucina e a un modo di nutrirsi genuino e salutare.

46


Allegre ricette aromatiche per baby cuochi Sorprese nel piatto. Ricette divertenti e a portata di bambino, da preparare insieme perché il momento della cena diventi una festa e, non secondario, per scoprire che anche le erbe e le verdure possono essere cibi gustosi e sorprendenti...basta saperle preparare con un po’ di fantasia!

Nel regno dei folletti. Metà cetriolo è il corpo dello gnomo, l’altra metà viene scavata a formare il cappellino, da cui spuntano ciuffi di finocchietto; la testa è una mousse ottenuta frullando ricotta e salmone e il sorriso è un pezzetto di oliva nera. Il re e la regina degli gnomi hanno una base di pane completata con fettine di prosciutto cotto, sottilette per la corona, zucchine, peperoni e ravanelli per il viso ed erba cipollina per i capelli.

Flora e fauna. Il gatto-panino è una merenda con i fiocchi: sul pane si spalma il formaggio preferito (ricotta, stracchino, fiocchi di latte...) e si decora con zucchina, pomodoro, erba cipollina per creare il musetto. L’uovo sodo, tagliato a spicchi, forma una margherita, con una corolla di zucchina, un gambo di sedano e foglioline di finocchietto; lasciato intero invece può diventare un topino, con orecchie di ravanello e baffi di cipollina.

Cheese... sorridi! La zuppa di piselli (una patata e 250 g di piselli cotti in 1/2 litro di brodo, insaporiti con basilico e prezzemolo e frullati) è più buona se sorride: fettine di mozzarella per occhi e bocca e prezzemolo per i capelli. Il toast più gustoso è guarnito con sottilette, occhi di olive e cetriolo, bocca di carota e ciuffetti di prezzemolo. 47


fio

Per il baby-0rto in terrazzo

LE PIù FACILI e curiose DA COLTIVARE E DA CUCINAre Facili da coltivare in vaso: basta allungare la mano per raccogliere qualche fogliolina per le proprie ricette. Ecco le erbe che non devono mancare, con qualche consiglio di cura e alcune ricettine express da fare con i bambini.

01 Salvia: bella aromatica perenne, le cui foglie si usano in cucina tutto l’anno. Oltre alla salvia classica esistono varietà con foglie variegate e con fragranze particolari, come la salvia ananas. Si coltiva nell’orto e in vaso al sole o mezz’ombra; resiste al freddo e al caldo. Nella cucina dei bambini. La salvia fritta è una croccante golosità, semplice da preparare: servono delle foglie sane e grandi, da intingere in una pastella fatta con farina, birra, un albume e olio. Una volta fritte (con l’aiuto dei genitori) saranno uno stuzzichino davvero speciale.

02 Il timo: arbusto nano dalle minuscole foglioline molto aromatiche, può avere anche aromi di limone e arancio. Cresce bene al sole, tollera il caldo e il freddo. Nella cucina dei bambini. Delle uova rapide e gustose si ottengono preparando 3 uova sode e tagliandole a metà. Con l’aiuto di un cucchiaino estraete i tuorli e frullateli con tonno sgocciolato e un paio di cucchiai di maionese; farcite le uova e decorate con qualche fogliolina di timo.

03

La menta: inconfondibile per il suo profumo fresco, è disponibile anche in varietà dagli aromi curiosi, come la menta banana. Vuole un vaso grande, a mezz’ombra, abbondante acqua in estate; resiste bene al freddo. Si usa sia in preparazioni dolci che salate, un ottimo abbinamento è con le melanzane e, tra i dolci, con quelli al cioccolato. Nella cucina dei bambini. . Le polpette di zucchine sono un modo accattivante di far amare le verdure ai bambini. Tritate 5 zucchine, strizzatele per far perdere acqua, poi mescolatele con 100 g di ricotta, 80 g di Parmigiano Reggiano grattugiato, un uovo, 5 foglie di menta tritata, 4 cucchiai di pangrattato, sale. Formate delle palline, infarinatele e friggetele. . Il prezzemolo: aromatica annuale, facile da coltivare in vaso, al sole. Salutare in quanto ricco di vitamine, ferro e calcio, aggiunge sapore a innumerevoli piatti, come carni in padella, pesci, patate lessate, insalate di mare, zuppe. Nella cucina dei bambini. Il prezzemolo è la base della salsa verde, ottima sulla carne: prendete una trentina di foglie di prezzemolo, spezzettate un filetto di acciuga, spremete mezzo limone e mettete nel frullatore insieme a un piccolo spicchio d’aglio e due cucchaiai d’olio d’oliva.

04

48


la notte delle erbe magiche • La notte di San Giovanni, fra il 23 e il 24 giugno, è stata per secoli considerata un momento carico di magia. Non ci sono fondamenti razionali: se presa con leggerezza e allegria, può diventare un’occasione di divertimento con i bambini.

Che chef! Perché i bambini si divertano a sperimentare in cucina conviene partire da ricette facili ma d’effetto, con una misticanza con insalatine e fiori (sotto).

In cucina, infatti, le erbe si fanno apprezzare da tutti perché aggiungono sapore e profumo a qualsiasi piatto, dalla semplice tartina alle minestre, dalle insalate alle frittate, fino alle macedonie di frutta (su cui è ottima la menta). Invitate i giovani cuochi a cimentarsi con semplici preparazioni: possono guarnire un toast, farcire un panino, lavorare le uova, mixare una vellutata, preparare un frullato, fare un impasto, creare un’insalata mista... Permettete loro di sperimentare aromi diversi per insaporire le loro creazioni. Impareranno in questo modo anche a nutrirsi bene, non solo perché le erbe aromatiche rendono più gradevoli e invitanti zuppe e verdure (che quasi mai sono il loro cibo preferito!), ma perché sono ricche di sali minerali e vitamine. Un’idea che piacerà moltissimo agli chef in erba riguarda i fiori commestibili: borragine, calendula, garofanini, rose, fiordalisi, nasturzi e viole (coltivati con metodi bio e ben puliti) sono una sorprendente aggiunta per insalate estive piene di colore e allegria.

• Una leggenda particolarmente famosa, per esempio, è quella dell’acqua di San Giovanni, ottenuta esponendo al cielo notturno del 24 giugno una bacinella d’acqua colma di lavanda, ruta, rosmarino e iperico, pozione che veniva considerata efficace persino contro la malasorte e utile per trovare marito. Forse non avrà questi effetti magici, ma certamente si ottiene un liquido efficace per curare le scottature solari, le irritazioni cutanee e le punture d’insetto, grazie ai poteri terapeutici delle piante di questa antichissima ricetta officinale. • La ragione per la quale sono nate queste leggende è dovuta al fatto che, in concomitanza con il solstizio d’estate, i raggi del sole raggiungono la massima inclinazione positiva: questa forza d’intensità straordinaria fa sì che le aromatiche e officinali raccolte nella notte di San Giovanni – ma anche un paio di giorni prima o dopo – abbiano virtù uniche grazie all’elevata concentrazione di oli essenziali. Se vi è possibile, quindi, approfittate di questa settimana d’estate per raccogliere e cucinare le erbe!

Misticanza con fiori

Che profumo... Le aromatiche accendono la curiosità dei più piccoli, con le intense fragranze che sprigionano quando ne strofinano le foglie.

49


DALLE AZIENDE

IDEE E NOVITà Prodotti, servizi e soluzioni che rendono più facile e piacevole vivere nel verde e curare le piante e i giardini In vacanza TRANQUILLI con il sistema VERVE PLUS! • Le piante rendono i nostri ambienti più rilassanti e sani. La linea di vasi Verve Plus di Nicoli, a riserva d’acqua, con la sua superficie liscia e brillante e i suoi sette colori, arricchisce di stile l’ambiente e semplifica la gestione delle piante. Verve Plus è un kit con vaso a riserva acqua e argilla espansa, in 3 misure diverse; i modelli con diametro 30 e 35 cm sono dotati di 4 rulli per facilitarne lo spostamento. Non resta che aggiungere la pianta, un po’ di terriccio, dell’acqua... e pochi minuti di tempo. • Chi ha già acquistato un vaso Nicoli della linea Verve o della linea Evolution, predisposto per auto-irrigazione, e vuole provare questo sistema, lo può acquistare separatamente: il kit è composto da una griglia forata da mettere sul fondo del vaso e da un tubino con l’indicatore del livello di acqua nella riserva. L’argilla espansa serve a creare il fondo drenante sopra al quale mettere la pianta. Il sistema è anche indicato per idrocoltura. • La linea Verve, la linea Evolution nonché le riserve d’acqua proposte da Nicoli sono progettati e prodotti in Italia con materiali atossici e riciclabili. Scopri la linea completa visitando www.nicoli.com

TERRICCI DI ALTA QUALITà per avere piante più belle • L’innovativa ricetta di COMPO SANA® Facile è uno dei segreti per avere piante sane e belle; è ideale per tutte le piante da balcone e da appartamento, per i fiori in aiuola e gli arbusti in giardino. Contiene concime a lenta cessione che garantisce 3-4 settimane di nutrimento. Grazie all’aggiunta di Perlite e all’attivatore radicale Agrosil®, le piante trovano le condizioni ideali per darci le migliori soddisfazioni. • E per l’orto, classico o in vaso? La risposta attesa da tutti gli amanti dei prodotti sani e genuini è COMPO Terriccio Bio per Orto e Semina, ideale per la coltivazione di ortaggi, frutta ed erbe aromatiche. Garantisce il miglior supporto per la loro crescita, per ogni modalità d’impiego: semina, messa a dimora, impianto e rinvaso. Gli elementi nutritivi equilibrati del concime organico contenuto in questo terriccio assicurano il giusto nutrimento per le prime 2-3 settimane, al fine di ottenere raccolti abbondanti dal sapore delizioso. Utilizzabile tutto l’anno, anche su piante ornamentali, è consentito in agricoltura biologica. Info: www.compo-hobby.it

50


Nuove idee con Urban Green Revolution! • Aqualab è una trappola innovativa in grado di interrompere il ciclo riproduttivo delle zanzare, riducendo così nel tempo il numero di adulti liberi e in grado di pungere. Si serve di un doppio compartimento a vasi comunicanti in cui larve ed adulti di zanzara, dopo la schiusa delle uova, rimarranno intrappolati senza possibilità di scampo. Efficace nei confronti di tutte le specie di zanzare stanziali come A. albopictus e C. pipiens. • Aqualab ha un pregio speciale: permette anche di vedere come si sviluppano le zanzare, facendoci comprendere meglio il ciclo vitale di questi insetti e, di conseguenza, ci aiuta a riconoscerle nell’ambiente che ci circonda.

• Una delle soddisfazioni che un coltivatore autosufficiente può prendersi è quella di produrre da sé il proprio fertilizzante naturale tramite il compostaggio. Chi ci ha provato però sa che non è un’operazione semplice né rapida: viene in aiuto Rapid Compost, prodotto della linea Bio Flower in grado di accelerare ed ottimizzare la fermentazione naturale dei resti vegetali grazie all’azione di microrganismi. Il risultato sarà un compost ad alto contenuto di humus, scuro, spugnoso, e con un buon odore di terra bagnata. Il miglior punto di partenza per il giardinaggio e l’orto biologico.

Distribuiti da Smart Garden, Milano, www.smartgarden.it

nasce URBAN GREEN REVOLUTION, il primo concept che consente a chi vive in una metropoli di realizzare e coltivare un orto nel proprio ambito abitativo. In modo facile e naturale. URBAN GREEN REVOLUTION: una svolta nel segno dell’ecosostenibilità, eleganza del design, dello sfruttamento intelligente dello spazio, e del biologico.

pensiamo sostenibile, pensiamo verde Smart Garden srl 20132 Milano - Italy - Via Feltre, 32 - Tel. +39 02 422 97 837 - Fax +39 02 477 15 281 - www.smartgarden.it - info@smartgarden.it


BUON RELAX in mezzo al verde • è il momento delle vacanze, del riposo, delle lunghe serate estive all’aria aperta. Il giardino diventa protagonista e bastano questi pochi dettagli per renderlo ancora più accogliente.

1

1. Circondarsi di profumi. Le erbe aromatiche in estate concentrano al massimo i loro oli essenziali. Coltivatele nei pressi della zona di soggiorno, per una piacevole immersione nelle loro fragranze benefiche e rilassanti. 2. Un’amaca per il riposo. Se ci sono due alberi o due pali robusti, srotolatevi in mezzo un’amaca, morbida e avvolgente, per cullarvi nei momenti di distensione. E se non ci sono, non sarà difficile trovare un modello autoportante. 3. Il tavolino sotto l’albero. Il fresco dell’erba, il ronzio delle api, il cinguettio degli uccelli, i profumi dei fiori: create un minuscolo angolo di paradiso privato proprio nel cuore del verde.

1 2

4. Suggestioni luminose. Le lanterne zen sono cariche di fascino e atmosfera: per la versione fai-da-te serve un vaso di vetro a base quadrata e una ventina di legnetti (dritti, lisci e uniformi nel diametro) per creare la struttura con cui rivestirlo.

3

4

L’ARTE DI VIVERE 52

www.natuweb.it


BONJOUR PROVENCE! • Lo stile provenzale, con quel suo sapore un po’ vintage e un po’ chic, sa dare fascino e carattere a qualsiasi spazio. Soprattutto se mescolato con garbo ad elementi estranei ma non dissonanti, come nella foto a destra: un patio con oggetti orientali e inglesi, lanterne, cestini di vimini, terrecotte e decori tipici del Sud della Francia. • Due elementi non possono mancare: qualche portavaso o innaffiatoio realizzato a decoupage con immagini retrò, da utilizzare come contenitore per i bouquet di fiori di campo; qualche orcio in terracotta, grezza o dipinta, per ospitare essenze mediterranee come ulivi, lavande, limoni.

L’innaffiatoio artistico • Il découpage (dal francese découper, ritagliare) è una tecnica decorativa facile e d’effetto, che utilizza immagini ritagliate da giornali e riviste o da fogli di carta speciale, reperibili nei negozi di bricolage, nei garden center e nei centri brico. • L’innaffiatoio di metallo deve essere sgrassato con un panno imbevuto di alcol, poi trattato con una mano di antiruggine e una di vernice acrilica (se invece è già laccato, si evitano queste fasi). Ritagliate e applicate le immagini scelte poi, con l’aiuto di un pennello piatto, stendete la colla vinilica diluita con acqua, spennellando dal centro verso l’esterno della figura, e fate asciugare bene in luogo ventilato e ombreggiato.

LAVANDA: i mazzolini essiccati Bella e fragrante, la pianta provenzale per eccellenza è preziosa per profumare la biancheria e allontanare i tarli. Per essiccare i fiori, che andranno poi riposti dentro un sacchetto di cotone leggero o conservati in mazzetti, occorre recidere gli steli, legarli in un mazzo e appenderli a testa in giù in un luogo asciutto e ventilato, non esposti al sole.

53


l’arte di vivere

Una luce in BOTTIGLIA • Graziosissima, è anche facile da realizzare: la bottiglia di vetro (a collo largo per farci passare la candelina) può essere quella del latte, intorno al cui collo vanno passati diversi giri di filo metallico a cui agganciare il manico, anch’esso in metallo.

Tempo di PARTY nel VERDE • Insieme all’estate arriva la voglia di stare insieme agli amici all’aperto. Ecco qualche idea per organizzare una piccola festa sul prato. • Il colore dell’estate è il giallo: utilizzatelo per decorare la tavola, è una tinta solare molto adatta all’accoglienza e alla socialità. Come centrotavola, niente è più allegro di un mazzo arruffato di semplici fiori di campo raccolti in vasi o bottiglie di vetro. Come contrappunto, decorate la tavola con frutti gialli, come limoni e pompelmi. • Oltre all’immancabile barbecue, sono tante le ricette veloci e fresche per deliziare gli ospiti senza fare troppa fatica: riso freddo con verdure, insalate miste, torte salate e mecedonie di frutta si possono preparare qualche ora prima. Non dimenticate le bevande dissetanti come la limonata fresca e il drink al cocomero (un’anguria tagliata a dadini, succo di un limone, vino frizzante bianco, zucchero di canna, qualche fogliolina di menta).

54

L’arte dentro la NATURA Due idee per una giornata estiva fuori porta, dedicate a chi ama l’espressione artistica e i bagni di natura. • Un incontro tra maestri: lo scultore italiano Novello Finotti e il coreano Kim Young-Won danno vita a una mostra che impreziosirà dall’1 giugno al 20 agosto i siti di maggior interesse culturale della città di Padova: sarà un percorso all’aperto tra le bellezze cittadine e le installazioni dei due artisti, in una sorta di dialogo virtuale tra le 40 opere, scolpite nel bronzo e nel marmo, e i luoghi che le ospitano. Info: “Novello Finotti e Kim Young-Won. Scultori a confronto nella città di Padova”, htt://padovacultura. padovanet.it -musei@comune.padova.it • Arte Sella è una manifestazione internazionale di arte contemporanea, che si svolge ogni anno nei prati e nei boschi della Val di Sella (Borgo Valsugana, TN), dove vengono create opere d’arte in rapporto con la natura. Per l’edizione 2013, gli artisti Sally Matthews, Roger Rigorth, Aeneas Wilder, Luca Petti, Gianandrea Gazzola e Luc Schuiten realizzeranno durante l’estate le loro opere sul percorso ArteNatura e presso l’area di Malga Costa. Da segnalare “Animals”, sculture dedicate al mondo animale dall’inglese Sally Matthews (dal 28 giugno), e “The Perfect Horse”, straordinarie opere in legno dell’artista Heather Jansch. Info: www.artesella.it


Vigorplant Completo®

Per avere il meglio dalle nostre piante Vigorplant Completo® è un substrato innovativo che risponde alle esigenze di chi ama avere fiori e piante sani, forti e generosi... • Il vero amante delle piante coltivate in vaso, sia verdi che fiorite, è esigente e vuole il meglio. Vuole un terriccio che abbia tutti i pregi dei substrati usati dai professionisti, calandoli nella realtà dell’uso amatoriale e tenendo conto delle capacità di un giardiniere hobbista, che cerca una risposta semplice e sicura. Per tutte queste esigenze c’è una risposta: VIGORPLANT COMPLETO®. • Perfetto per chi desidera coltivare le proprie piante nel modo migliore, Vigorplant Completo® è un substrato dalle caratteristiche innovative: viene ottenuto da una sapiente miscelazione di matrici organiche e minerali di particolare qualità. Ogni materia prima viene scelta e dosata nella quantità opportuna per esaltarne le peculiarità. Vigorplant Completo® contiene torba baltica del tipo 0-10 mm: permette di trattenere notevoli quantità di acqua, addirittura pari a 10 volte il proprio peso secco, migliorando così la disponibilità idrica per le radici. Contiene anche torba bionda da 20-30 m, indispensabile per assicurare una crescita radicale efficiente e sana. La pregiata torba irlandese mantiene una struttura del substrato stabile nel tempo, la percentuale di torba nera permette una riserva costante di elementi nutritivi. Vigorplant Completo® ha inoltre una parte di pomice in pezzatura da 3-8 mm, che garantisce un ottimo drenaggio dell’acqua somministrata in eccesso o caduta come pioggia.

E infine, contiene granuli a cessione programmata: è un concime con una quantità equilibrata di macro e microelementi utili per la crescita della pianta. • Vigorplant Completo® è adatto al rinvaso di tutte le piante da appartamento, verdi o fiorite, e di quelle da balcone; ideale per l’impianto di grandi fioriere in terrazzo, per le aiuole del giardino, per gli arbusti e le rose. Una risposta sicura per avere il meglio!

Il sacco: ideale anche per chi non è esperto • ...e le piante da orto, anche in balcone? La praticità della coltivazione nei sacchi rende l’orto in terrazzo un gioco da ragazzi. Anche chi affronta per la prima volta il piacere dell’orto, in giardino o in balcone, può sperimentare con successo i sacchi Il mio raccolto Vigorplant e avere soddisfazioni!

VIGORPLANT ITALIA S.r.l. Fombio (LO) www.vigorplant.it

Seguici su


Per gli amici A QUATTRO ZAMPE • Per chi vive in città, la vita della fattoria è una realtà molto lontana e sconosciuta. I bambini (e gli adulti) hanno sempre meno l’occasione per vedere dal vivo e toccare un animale da cortile, un cavallo, una pecora. Riavvicinarsi alla vita di campagna è quindi una scelta formativa.

La freschezza è verde • Avete mai fatto caso all’immediata sensazione di frescura che si prova entrando in un giardino quasi tutto verde (cioè con fogliami ed erba predominanti rispetto ai fiori)? Secondo la cromoterapia, questa percezione non dipende solo dalla presenza delle piante, ma anche dal loro colore. • Ogni colore emette vibrazioni (onde elettromagnetiche) che influiscono sull’organismo e sugli stati d’animo: le vibrazioni del verde raffreddano e riequilibrano. Al contrario dei colori caldi (rosso, arancio) che stimolano e agitano, il verde aumenta la sensibilità al freddo e diminuisce quella al calore.

• Si può scegliere una formula di vacanza in fattoria, selezionando un centro agrituristico o un B&B dotato di animali. Alcuni sono organizzati specificatamente per il turismo familiare e consentono quindi di trascorrere alcuni giorni a stretto contatto con gli animali da cortile e da campagna. Si possono seguire i contadini e gli allevatori per capire come vivono questi animali, di cosa si nutrono, dove e come dormono, come sono fatti i piccoli e quando nascono. • Un altro modo per avvicinarsi agli animali da cortile è quello di prevedere una giornata in fattorie didattiche o centri agrituristici con animali, con la famiglia o in forma di gita scolastica. Saranno presenti persone esperte, che conoscono gli animali e sanno dire quando e come toccarli e accarezzarli o dar loro da mangiare. Anche i più piccoli possono avvicinarsi a gabbie e recinti, per portare erba fresca o pezzetti di pane secco.

• è una tonalità neutra e rilassante, che promuove la rigenerazione psicofisica, allevia il nervosismo e lenisce lo stress, stimolando allo stesso tempo la nascita di energia nuova. Inoltre, accentua la sensazione di ordine e di stabilità. Se dunque è questo che chiedete a un giardino, via libera a un bel prato, a bordure di hosta, felci e altre piante da foglia, a siepi di sempreverdi e a pareti coperte da edere e viti americane.

BENESSERE & VITALITÀ

www.natuweb.it

56


Dimenticate le scarpe: TUTTI A PIEDI NUDI • Camminare scalzi: un gesto semplice e naturale, in particolare per i bambini, che amano avere i piedi liberi. Un gesto che è anche salutare, tanto che molti lo praticano come disciplina: è il “barefooting” (letteralmente camminare scalzi) o addirittura il jogging senza scarpe. • I benefici fisici riguardano l’attivazione della circolazione sanguigna e il rafforzamento dei muscoli e delle articolazioni. Il piede si irrobustisce ma al contempo diventa morbido, le caviglie si rinforzano, l’equilibrio migliora. Ma camminare scalzi regala anche nuove esperienze sensoriali, permettendo di “sentire” vari materiali, con le relative consistenze e temperature: superate le reticenze iniziali, è rilassante e divertente. • Aprofittiamo dell’estate: è un piacere muovere le dita e sentire il contatto con la sabbia o l’erba di un prato. I piedi vanno allenati gradualmente: inizialmente molte sensazioni vengono percepite come fastidiose, ma il piede si abitua in fretta. Praticate il barefooting solo su sabbia, erba pulita e ghiaia del giardino, mai sulla strada o sull’asfalto.

PESCA, la più amata dagli italiani (e la più salutare) • è il frutto più amato dagli italiani: secondo un recente sondaggio dell’Ibimet-Cnr di Bologna, la pesca vince in sapore accanto alla ciliegia ed è al primo posto per il profumo. • I Cinesi considerano il pesco l’albero dell’immortalità e non hanno tutti i torti. I suoi frutti, infatti, possiedono ottime proprietà nutritive, rivitalizzanti, energetiche e depurative. Durante i giorni di gran caldo estivo, la pesca è un toccasana in quanto sazia senza appesantire, è poco calorica (solo 25 kcal per 100 g), rinfrescante e dissetante. Contiene zuccheri facilmente assimilabili, vitamina A (il beta-carotene, che attiva la melanina che ci protegge dai raggi solari), B e C, acidi preziosi e sali minerali, soprattutto potassio. • La cosmesi deve molto alla pesca, ampiamente utilizzata in formule che ringiovaniscono la pelle del viso. Se amate il fai da te, schiacciate la polpa e avrete pronta in un attimo una maschera idratante per pelli secche e delicate; mettete in infusione le foglie in latte tiepido e otterrete una lozione che rende la pelle vellutata come il frutto; usate il succo fresco come tonico per rendere l’incarnato luminoso e combattere le macchie cutanee.

Metti l’OLIO D’OLIVA nell’insalata • Non c’è dubbio: la scelta migliore per condire è con olio d’oliva. Purché sia extravergine, garanzia di qualità organolettica superiore e di estrazione meccanica, senza trattamenti industriali. Questo olio contiene antiossidanti, vitamina E e acidi grassi insaturi, tutte sostanze che lo rendono prezioso per la cura e la prevenzione di diverse patologie. Per esempio, riduce il “colesterolo cattivo” nel sangue, diminuisce la possibilità di infarto e abbassa la pressione, previene l’arteriosclerosi e rallenta l’invecchiamento delle cellule. Benvenuta quindi alla dieta mediterranea, di cui l’olio extravergine d’oliva è l’ingrediente base.

57


benessere & vitalità

NATURA a KM ZERO nei nuovi trattamenti benessere

NUOTO: ogni stile ha i suoi vantaggi • La pratica regolare del nuoto comporta molti benefici: è uno sport completo e salutare, che promuove il benessere fisico e psicologico. Inoltre, coinvolge quasi tutti i muscoli. Ma da questo punto di vista non tutti gli stili sono uguali!

• Frutta, verdura, erbe, latte: i nuovi trattamenti utilizzano ingredienti naturali e locali, che donano maggiori benefici alla pelle. Dall’Alto Adige alla Sardegna passando per l’Emilia Romagna, il benessere viene dal territorio. • L’Alto Adige mette a frutto le conoscenze degli avi, riproponendo le proprietà benefiche dei tradizionali bagni di fieno e delle erbe di montagna. E poi ci sono altre specialità, come il latte di cavalla, per peeling, massaggi, bagni e impacchi: il Romantik Hotel Post (www.romantikhotelpost. com), vicino al Lago di Carezza (BZ) ha addirittura una sua linea cosmetica prodotta con il latte delle cavalle del proprio allevamento. • In Sardegna, il benessere viene dalle essenze mediterranee come mirto, ginepro, rosmarino ed elicriso; all’Hotel Aquadulci (www.aquadulci. com), sulla laguna di Chia (CA), per esempio, sono offerti benefici massaggi con oli essenziali vegetali biologici estratti dalle piante autoctone. • L’Emilia Romagna non poteva che valorizzare la sua celebre ciliegia di Vignola: alle Terme della Salvarola (www.termesalvarola.it/balnea), sulle colline di Modena, la pelle ringiovanisce grazie alle virtù del frutto catturate nei trattamenti di bellezza per viso e corpo.

• Lo stile libero sviluppa particolarmente i bicipiti, i pettorali, gli addominali e i glutei. Ma è importante soprattutto perché migliora il coordinamento e la respirazione. • Il dorso fa molto bene alla schiena: distende la colonna vertebrale e tonifica i muscoli del dorso, delle spalle, delle braccia e i glutei; richiede un po’ di tempo per imparare a nuotare in linea retta. • La rana è perfetta per rassodare i muscoli delle cosce, mentre può affaticare la cervicale, i lombari e l’articolazione del ginocchio; è adatta ai principianti perché semplifica la respirazione.

ERBE in FESTA in Liguria e in Romagna • Il 22 e 23 giugno, nel borgo di Rollo, frazione di Andora, arroccato tra le province di Savona e Imperia, la Festa delle Erbe celebra la storica cultura delle piante aromatiche e officinali in questo territorio. La manifestazione vuol far conoscere la particolarità delle erbe spontanee di questi luoghi con una ricca esposizione di piante e prodotti derivati. Info: festaerberollo@hotmail.it • Il 29 giugno, Giornata della Lavanda al Giardino delle Erbe di Casola Valsenio (RA): con visita guidata ai lavandeti la mattina, laboratorio di preparazione di cosmetici alla lavanda nel pomeriggio, concerto la sera. Tutti i venerdì sera di luglio e agosto, inoltre, si svolge nel centro storico di Casola Valsenio il mercatino serale delle erbe. Info: www.ilgiardinodelleerbe.it

RIMEDI NATURALI 58


Abitare TRA GLI ALBERI

Fiori e sport in ALTA BADIA 2013 • L’altipiano che collega San Cassiano, La Villa e Corvara, nel cuore della meravigliosa Alta Badia (BZ), quest’anno è ancora più attraente e divertente. A monte dell’impianto Piz Sorega, sopra San Cassiano, l’attore principale è l’orso. Attraverso un percorso di altalene a rete, uno scivolo che parte da un enorme albero e ponti soprelevati si raggiunge la grotta dove è situato l’orso... • Al Piz La Ila viene invece allestito l’Activ Camp: corsa ad ostacoli, flessioni e addominali sono solo alcuni esercizi che si possono fare prima di provare il tracciato con tanto di postazione di partenza, porte e rilevamento cronometrico. Fanno parte della vasta offerta anche altre attività, quali il noleggio di bici elettriche, la slack line, i voli in tandem, il tiro con l’arco e lo speed hiking, novità 2013. Il tutto, immersi in un paesaggio incantevole e fiorito...

• Sentirsi come Tarzan, a stretto contatto con la natura, ma senza rinunciare al comfort… A Merano, sospesa tra enormi pini, è nata la “suite sull’albero” del Meister’s Hotel Irma, con vista mozzafiato. • Si sale a 4 metri dal suolo per trovare il benessere: è il “bagno sull’albero” al Caravan Park (www. caravanparksexten.com) di Sesto Pusteria. Sauna rustica, idromassaggio, cucina e un comodo soggiorno in una costruzione unica ed ecologica. • Assomiglia ad un villaggio di baite il centro benessere dell’Hotel Verdinserhof a Scena sopra Merano: in una di esse si possono fare i benefici bagni di fieno, altre sono per diverse forme di benessere. • Una baita in cirmolo e al suo interno la biosauna con una temperatura di 65° C e un’umidità di 45%. Questa particolare sauna all’aperto si trova nel nuovo reparto benessere dell’Hotel Quelle a Santa Maddalena in Val Casies, che ha anche un grande giardino concepito per il wellness. Info: www.suedtirol.info

Info: www.altabadia.org

VERDEUROPA TURISMO & GIARDINI www.natuweb.it

60


Verdeuropa

Natura, sport e cultura nel Parco del Mincio • Il fiume Mincio e il suo ambiente circostante: un territorio che offre molteplici e inedite chiavi di lettura. Turismo in bicicletta, navigazione fluviale, enogastronomia, scrigni di natura, alberi e fioriture, cultura e storia... Dal Garda al Po, passando per le colline moreniche, il fiume Mincio non solo è la naturale congiunzione tra le due maggiori risorse d’acqua dolce del Bel Paese, ma è anche un tracciato di scoperta di paesaggi forgiati dal binomio terra e acqua, e di storie piene di suggestione, legate alle comunità fiorite lungo i suoi fronti fluviali. • La spettacolare natura delle Valli del Mincio, i siti archeologici Unesco e le vestigia dei Gonzaga, la prelibata enogastronomia sono le ricchezze di un territorio tutto da scoprire, perché è inedito il punto di osservazione: il fiume. Il Parco del Mincio oggi propone un importante progetto di valorizzazione delle “nuove” Terre del Mincio, a partire dal patrimonio naturale fino a quello culturale, reso possibile dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e di cui il Parco del Mincio è capofila. In estate il territorio del parco e dintorni offre molte splendide occasioni di benessere e di cultura, fino all’appuntamento più atteso, Festivaletteratura (Mantova, 4-8 settembre 2013), con un ricchissimo programma e ospiti straordinari. Info: www.parcodelmincio.it, www.facebook.com/parcodelmincio

LOSANNA, lo sviluppo verde ed ecosostenibile è una strada possibile • Si terrà nel 2014 “Lausanne Jardin”, grande evento quinquennale che per diversi mesi trasforma la bella città svizzera in un palcoscenico di spettacolo fiorito, ma già quest’anno molte sono le novità e le bellezze di natura urbana. Complessivamente vanta un “polmone verde” di 350 ettari tra parchi e giardini pubblici che invitano a rilassarsi, passeggiare a piedi o fruendo di una flotta Vallèe de la jeunesse di mezzi ecologici per tutti i gusti: bici a noleggio, bus elettrici o a gas naturale, battelli Allée St. Francois elettrici e solari...Da anni, Losanna è paladina dello sviluppo sostenibile, punto di forza della sua politica comunale. In particolare, si distingue nella gestione dell’energia prodotta dai rifiuti urbani, nello sviluppo delle forze rinnovabili, oltre che nella sensibilizzazione degli stessi abitanti: una bella meta per l’estate. Info: www.lausanne-tourisme.ch

Basilicata da scoprire • È da poco disponibile in libreria la nuova Guida Verde “Basilicata”, scritta per Touring Editore dal giornalista Vincenzo Petraglia e dedicata alle bellezze di una regione fra le più interessanti e per molti versi ancora da scoprire del Belpaese, indubbiamente una delle mete emergenti del turismo italiano. Con i suoi paesaggi lunari tormentati dai calanchi, le foreste e le gialle distese di grano, con il mare che profuma l’aria anche quando non si vede, questa «Palestina nel cuore del Mezzogiorno» è una meravigliosa frontiera dove riappropriarsi di pensieri e ritmi naturali e scoprire un paesaggiogiardino di rara bellezza. 29 gli itinerari di visita proposti, accompagnati da accurate introduzioni paesaggistiche e culturali. Info: Touring Editore, www.touringclub.com/libro/basilicata.aspx, www.basilicatanet.it

61


I SOCI DI PROMOGIARDINAGGIO / produzione

SCELTA NATURALE

ALCE SRL 42045 Luzzara RE Tel. 0522 976798 info@alceweb.com www.alceweb.com

AZ. AGR. ORTO MIO 47100 Forlì FC Tel. 0543 799097 info@ortomio.it www.ortomio.it

BLUMEN SRL 29100 Località Le Mose PC Tel. 0523 573260 blumen.info@blumen.it www.blumen.it

CIFO SPA 40016 San Giorgio di Piano BO Tel. 051 6655511 info@cifo.it www.cifo.it

CLABER SPA 33080 Fiume Veneto PN Tel. 0434 958836 info@claber.com www.claber.com

COMPO Agro Specialities Srl 20811 Cesano Maderno MB Tel. 0362 512.1 www.compo-hobby.it info.compo@compo.com

DEROMA SPA 36034 Malo VI Tel. 0445 595311 info@deromagroup.com www.deromagroup.com

DI MARTINO SPA 36065 Mussolente VI Tel. 0424 8788 dimartino@dimartino.it www.dimartino.it

ERBA SRL 20060 Bussero MI Tel. 02 95039114 erba@erbasrl.it www.erbasrl.it

Escher srl 20873 Cavenago Brianza (MB) Tel. 02 95339216 info@escher.it www.escher.it

EUROEQUIPE SRL 40056 Crespellano BO Tel. 051 734808 hidroself@hidroself.it www.hidroself.com - www.sandokan.com

EURO3PLAST SPA 36021 Ponte di Barbarano VI Tel. 0444 788200 info@euro3plast.com www.euro3plast.com

EXEL GSA 69653 Villefranche Cedex - Francia Tel. 0033 4 74624848 exelgsa@exelgsa.com www.exelgsa.com

FERRARI GROUP SRL 43022 Basilicagoiano PR Tel. 0521 687125 info@ferrarigroup.com www.ferrarigroup.com

FERTIL SRL 24050 Calcinate BG Tel. 035 4423299 info@fertil.it www.fertil.it

FISKARS ITALY SRL 23862 Civate LC Tel. 0341 215111 info@fiskars.it www.fiskars.it

FLORAGARD VERTRIEBS GMBH 26135 Oldenburg - Germania Tel. 0049 441 2092187 sassi@floragard.de www.floragard.com

FRANCHI SEMENTI SPA 20123 Milano MI Tel. 035 526575 info@franchisementi.it www.franchisementi.it

GF SRL 42015 Correggio RE Tel. 0522 637301 info@g-f.it www.g-f.it

GUABER SRL 40033 Casalecchio di Reno BO Tel. 051 9961111 info@guaber.com www.guaber.com

HUSQVARNA ITALIA SPA 23868 Valmadrera LC Tel. 034 1203111 www.gardena.com www.mcculloch.com

ITAL-AGRO SRL 26857 Salerano sul Lambro LO Tel. 0371 71090 ital-agro@ital-agro.it www.ital-agro.it

NICOLI SRL 36070 Brogliano VI Tel. 0445 947344 info@nicoli.com www.nicoli.com

ORVITAL SPA 20019 Settimo Milanese MI Tel. 02 3355591 info.orvital@orvital.it www.orvital.it

OXADIS SA 26100 Cremona CR Tel. 0372 41279 oxadis@tin.it www.vilmorin-jardin.fr

PLASTECNIC SPA 23888 Perego LC Tel. 039 5311271 plastecnic@plastecnic.it www.plastecnic.it

PROMOSEEDS ITALIA SRL 47023 Pievesestina di Cesena FC Tel. 0547 313796 info@promoseedsitalia.com www.promoseedsitalia.com

RAMA MOTORI SPA 42100 Reggio Emilia RE Tel. 0522 481111 verdemax@rama.it www.verdemax.it


www.promogiardinaggio.org

produzione

Dom Sementi

SDD SPA 33050 Mortegliano UD Tel. 0432 760442 F info@sementidotto.it www.sementidotto.it

servizi

I SOCI DI PROMOGIARDINAGGIO / distribuzione

TERCOMPOSTI SPA 25012 Calvisano BS Tel. 030 9968101 (r.a.) informazioni@tercomposti.com www.tercomposti.com

SONAFLOR GROUP 37060 Sona VR Tel. 045 6081462 info@sonaflor.com www.sonaflor.com

SmartGarden Srl 20132 Milano (MI) Tel. 02 422 97 837 info@smartgarden.it www.smartgarden.it

TERFLOR SRL 25031 CAPRIOLO BS Tel. 030 7364325 info@terflor.it www.terflor.it

CENTRO DEL VERDE TOPPI SRL 21040 Origgio VA Tel. 02 96732323 market@toppi.com www.toppi.com

CENTRO VERDE GIOVANNELLI SRL 54100 Massa MS Tel. 0585 250318 massa@centroverdegiovannelli.it www.centroverdegiovannelli.it

GIARDINIA SCARL 20049 Concorezzo MB Tel. 039 6042136 info@giardinia.it www.giardinia.it

Self srl 10040 Rivalta di Torino TO Tel. 011 3996200 info@selfitalia.it www.selfitalia.it

VALAGRO SPA 66041 Atessa CH Tel. 0872 8811 info@valagro.com www.valagro.com

TELCOM SPA 72017 Ostuni BR Tel. 0831 348111 telcom@telcomitalia.it www.telcomitalia.it

VIGORPLANT ITALIA SRL 26861 Fombio LO Tel. 0377 430345 info@vigorplant.it www.vigorplant.it

Centro Giardinaggio San Fruttuoso SAS 20052 Monza MB Tel. 039 742102 info@giardinaggiosanfruttuoso.it www.giardinaggiosanfruttuoso.it

Peraga Srl 10010 Mercenasco (TO) Tel. 030 9968101 (r.a.) web@peraga.it www.peraga.it

TENAX SPA 23897 Viganò LC Tel. 039 92191 customer.service@tenax.net www.tenax.net

ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE SPA 35026 Conselve PD Tel. 049 9597777 dottorzapi@zapi.it www.zapigarden.it

GARDEN TEAM 37010 Pastrengo VR Tel. 045 6770551 info@gardenteam.biz www.gardenteam.biz

SOCIETà agricola del lago SRL 21100 varese VA Tel. 0332 320788 giacomo@agricoladellago.it www.agricoladellago.it

VIRIDEA SRL SOCIETà AGR. 20090 Cusago MI Tel. 02 90390787 info@viridea.it www.viridea.it

GRUPPO EDITORIALE COLLINS SRL 20141 Milano MI Tel. 02 8372897 greenline@netcollins.com www.netcollins.com www.mondopratico.it

ESPRITHB 20123 Milano MI Tel. 02 43982872 info@esprithb.it www.esprithb.it

FLOWERPASSION 21046 Malnate VA Tel. 0332 860499 lansdorp@libero.it

MNCG SRL 20156 Milano MI Tel. 02 48518630 info@mncg.it www.mncg.it

UNACOMA - COMAGARDEN 00159 Roma RM Tel. 06 432981 comagarden@unacoma.it www.unacoma.it


Natù Giugno 2013  

Natù Il magazine che accompagna la voglia di natura e di benessere.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you