Page 1

copia omaggio

ANNO 07 NUMERO 14 WWW.VERDELIBERATUTTI.ORG

In cucina VERDURE primaverili ALL’ITALIANA RICETTE per RISCOPRIRE LE NOSTRE TRADIZIONI Coltivare “al naturale” l’alfabeto del bio-orto dall’A alla zeta, verdure genuine nell’orto e in vaso Natura amica vero o falso? gioco-test per scoprire il nostro “lato verde”

In balcone e giardino

i colori ci aiutano

cromoterapia con i fiori di primavera Emozioni e benessere dai colori delle nostre piante

Verde libera tutti

l’orto a scuola più natura per i bambini

scopri come partecipare


ANNO

07

NUMERO

01 2015

04 Il bello del momento

L’orto a scuola con

IL BELLO & IL NUOVO

10 Curiosità e notizie

www.verdeliberatutti.org

Verde libera tutti

16 Il piacere dell’orto e del frutteto

L’ALFABETO DEL BIO-ORTO

VERDURE ALL’ITALIANA

24 Sapori & benessere

28 Atmosfere da vivere

la forza dei colori

36 Natura amica

VERO O FALSO: TRA LEGGENDA E VERITà

42 Il verde ci aiuta

COSA METTO QUI?

46 Progettazione

UN POSTICINO TUTTO MIO

50 Dalle aziende

IDEE E NOVITà

Attraverso la rivista Natù, Promogiardinaggio intende divulgare il concetto che l’amore per il verde può esprimersi ovunque, in casa, nell’orto, in giardino, nei piccoli spazi, coinvolgendo anche gli amici e facendo partecipare i bambini: perché il verde è indispensabile per socializzare, combattere lo stress e vivere meglio. Natù arriva nelle vostre mani per suggerire, aiutare, divertire. Con semplicità e passione, perché fiori e giardini, natura, animali e vita all’aria aperta sono parte della nostra vita, ci danno benessere e serenità e ci aiutano a guardare al futuro. Laura Galli, Presidente di Promogiardinaggio www.promogiardinaggio.org Responsabile Progetto Magazine Romina Tribi Redazione Progetto editoriale, testi, impaginazione: Garden di Lorena Lombroso lorena.lombroso@gardenpictures.it Ha collaborato Enzo Valenti Foto: Enzo Valenti - Garden Pictures, Ag. Shutterstock

52

Decorazione

56

L’ARTE DI VIVERE

Progetto grafico AD99 srl - www.ad99.it

La scelta naturale

Stampa Elcograf Spa

60

Turismo e giardini

BENESSERE & VITALITà VERDEUROPA

Natù è un magazine gratuito: vi aspetta nei punti vendita associati a Promogiardinaggio. L’elenco completo è disponibile su www.promogiardinaggio.org 2

Promogiardinaggio, associazione senza fini di lucro, ha scelto di proporre Natù per sostenere e divulgare i valori della tutela della natura e per contribuire a creare una cultura del verde, incoraggiando atteggiamenti di salvaguardia dell’ambiente.


IL BELLO DEL MOMENTO

L’ORTO A SCUOLA CON

Verde libera tutti

Verde libera tutti è la community del verde, lanciata da Promogiardinaggio, dove condividere le azioni verdi e contribuire con un semplice gesto a migliorare il mondo in cui viviamo. Nella primavera 2015, protagoniste sono le scuole: bambini e docenti sono invitati a progettare e realizzare un orto...

T

orna l’appuntamento con Verde Libera Tutti, l’iniziativa promossa da Promogiardinaggio che quest’anno vede il coinvolgimento di tutte le scuole primarie su un tema di grande interesse: l’orto. Promogiardinaggio, l’associazione nata nel 2008 e da sempre impegnata in progetti divulgativi per la cura del verde, oltre che coinvolgenti anche per i più giovani, dedica anche quest’anno una settimana, dal 13 al 19 aprile, alla sensibilizzazione, condivisione e attivazione collettiva con l’obiettivo di rendere la nostra vita più in sintonia con la natura. Per questa terza edizione, la “chiamata alle zappe” collettiva è rivolta in maniera particolare al mondo della scuola primaria per parlare di orto. Nell’anno di Expo 2015, che apre il 1° maggio,tutto il mondo guarda all’Italia e ai prodotti per “nutrire” il pianeta, è questo il tema della grande esposizione universale che si 44

tiene a Milano fino a ottobre 2105. Verde Libera Tutti coinvolge gli allievi e gli insegnanti, che sono chiamati a mandare le loro richieste per la realizzazione di un orto scolastico. Dal 13 al 19 aprile, i dieci progetti più significativi verranno premiati e le scuole riceveranno tutto il materiale necessario per realizzare il proprio orto. Il piacere di condividere la passione per la natura L’iniziativa è esortazione ma anche condivisione all’apprendimento e all’informazione: attraverso la progettazione di un orto scolastico, infatti, gli allievi possono compiere un affascinante percorso educativo di sensibilizzazione e di cura verso l’ambiente che li circonda, lavorano in gruppo con insegnanti e genitori per ottenere una piccola ma preziosa produzione di ortaggi e di erbe aromatiche, coltivati in modo sostenibile.

>>


un mini orto in classe • Praticamente di ogni tipo di ortaggio è oggi possibile trovare almeno una varietà nana o poco ingombrante; alcuni, come i cavoli, richiedono un certo spazio, ma si può decidere di tenerne anche solo uno o due, per un piccolo ma divertente raccolto di foglie saporite. • Per coltivare ortaggi come lattughe da cespo, cipolle e rape occorrono vasche di almeno 100 x 50 x 50 cm, in pieno sole, colme di buona terra nuova e fertile. In spazi più piccoli si possono sperimentare i rapanelli (di crescita rapidissima), qualche pianta di fagiolino, tutti i tipi di pomodorini e le erbe aromatiche di sviluppo veloce come il basilico, l’origano, la maggiorana e la salvia.

L’orto della nostra III B

Orgoglio di gruppo. L’orto realizzato dalla classe rafforza il rapporto di team, favorisce il coinvolgimento degli alunni più timidi o con difficoltà di relazione e migliora il senso di appartenenza alla comunità.

5


il bello del momento

Ciò consente di migliorare l’ambiente scolastico, conoscere le piante e i loro cicli vitali e godere infine dei risultati del lavoro svolto. Dal lavoro con le piante possono scaturire infinite possibilità di approfondimento interdisciplinare, a cui si aggiunge il valore di un’educazione alimentare che favorisca il consumo regolare di frutta e verdura fresca e di stagione, con vantaggi per la salute e per l’ambiente.

Anche in vaso. L’orto realizzato con i propri compagni, sotto la guida dei docenti e magari con l’aiuto di qualche genitore disponibile a impegnarsi nella ricerca dei materiali idonei, è una grande palestra di formazione e di educazione. E se la scuola non ha il giardino? Si rimedia bene con qualche vaso, meglio se piuttosto profondo, nel quale le verdure cresceranno generosamente.

toccare e assaggiare • La manipolazione dei materiali naturali come fiori, piante e ortaggi, ma anche insetti e piccoli animali, contribuisce a migliorare la capacità di saper toccare con delicatezza e rispetto per la vita. • Molto spesso oggi i ragazzi vivono in situazioni e ambienti dove i ritmi naturali sono praticamente assenti. Ci si chiede “che tempo fa” più che altro pensando al fastidio che ne può conseguire (il freddo, il caldo, la pioggia, la neve...); si acquistano i cibi senza neppure immaginare il loro reale collegamento con gli eventi naturali e il lavoro agricolo. • Tutti questi atteggiamenti si scontrano con la grande necessità di trovare un rapporto più in sintonia con la natura, a rischio a causa del sistema di vita contemporaneo. Invitare i bambini a lavorare nell’orto scolastico è una molla per riattivare una diversa sensibilità, perché il meccanismo alla sua base è legato a emozioni che in tutti sono spontanee: il gioco, il divertimento, la passione che si esprime attraverso la creatività.

6

Azioni verdi a favore della natura Il progetto lanciato da Verde Libera Tutti è supportato dagli strumenti web e social: attraverso il sito www.verdeliberatutti.org, che quest’anno è stato completamente rinnovato e ampliato, e la pagina Facebook di Verde Libera Tutti è possibile rendere l’iniziativa virale, un contagio positivo per coinvolgere quante più scuole possibile, ma non solo: una volta conclusa la settimana di premiazioni, tutti potranno continuare a condividere sul sito e sulla pagina Facebook le loro “azioni verdi”, gesti concreti, piccoli o grandi che siano, a favore della natura. Ampio spazio all’iniziativa dedicata alle scuole viene dato anche attraverso il network Okay! che si rivolge in modo specifico al mondo scolastico, dialogando in modo diretto e privilegiato con insegnanti e alunni di tutta Italia (www.okayscuola. wordpress.com).


valori positivi

gioco, divertimento e responsabilità

• Tra i fattori fondamentali che vengono trasmessi grazie alla cura dell’orto, delle aromatiche o delle piante da fiore e da frutto c’è quello della serietà dell’impegno. • Quando il piccolo giardiniere si appassiona al suo “lavoro”, sarà facilitato nel provare il senso di responsabilità, fondamentale per il suo percorso di crescita e per tutto ciò che deve affrontare, tanto nel lavoro scolastico come in quello delle relazioni con la famiglia e gli amici. • Gioco e divertimento nel curare le piante sono dunque strettamente correlati allo sviluppo dell’attenzione e della costanza, due aspetti che sono spesso carenti nei bambini che vivono poco il contatto con la natura e con i suoi ritmi più lenti rispetto al mondo della città o a quello virtuale dei videogiochi; tempi più silenziosi, più intensi, adatti a vivere e a comunicare meglio. • Il vasetto con le “sue” piante o il pezzettino di terra nel quale stanno crescendo fiori, ortaggi e frutti diventerà presto qualcosa con cui il piccolo giardiniere stabilisce un legame affettivo e protettivo, e nel quale saprà di poter essere protagonista con la sua creatività, con il risultato di rafforzare la fiducia in sé. • Tra le motivazioni di base per coinvolgere i piccoli nel piacere dell’orto c’è quella di stimolare la capacità espressiva, fondamentale allo scopo di rafforzare il senso di sicurezza. è l’espressività che induce i bimbi a inventare giochi nei quali vengono assorbiti per ore; la carenza di creatività e la perdita della capacità di inventare li spinge invece verso attività passive, come la televisione e i videogiochi. • Non a caso il giardinaggio e l’orticoltura sono già da tempo utilizzati dai docenti a scuola per la loro funzione di educazione ambientale; grazie alle attività “verdi” si aprono percorsi di apprendimento scientifico e di formazione del cittadino responsabile. Coinvogimento e scoperte affascinanti Il lavoro pratico nell’orto scolastico è utile per valorizzare le capacità di manipolazione e di osservazione, ma è anche un momento importante di socializzazione con il gruppo, con il quale condividere il prezioso raccolto.

7


Aromatiche in classe. Basta una cassetta per coltivare in aula erbe facilissime come il basilico e ortaggi rapidi come la lattuga da taglio.

“Se davvero vogliamo consegnare alle future generazioni un ambiente vivibile, nel senso più ampio del termine, - spiega Laura Galli presidente dell’associazione Promogiardinaggio non possiamo che cominciare a sensibilizzare il mondo della scuola sull’importanza della natura e del vivere in un contesto eco sostenibile, a partire da ciò che produciamo e mangiamo. Promogiardinaggio – prosegue Laura Galli - ha fatto svolgere una ricerca che ha evidenziato come la passione per l’orto e per la coltivazione domestica di frutta e verdura sia sostenuta e accompagnata da amore e rispetto per la natura e l’ambiente. Ed è proprio questo amore che vogliamo trasmettere alle giovani generazioni, attraverso un’iniziativa che lo trasformi in azione concreta”. Verde Libera Tutti si identifica attraverso un cuore verde; il cuore che batte per la natura, il cuore come fulcro dei nostri ambienti di vita nei quali vivere al meglio, il cuore di un impegno collettivo per l’ambiente.

COME PARTECIPARE • Basta cliccare su www.verdeliberatutti.org e andare alla sezione Un orto per le scuole, dove Ingrediente prezioso sono presentate tutte informazioni utili per L’olio essenziale di le rosa puro ha un costo insegnanti e per i genitori che desiderano altissimo perché occorrono, secondo ilproporre tipo di ai docenti questo affascinante progetto dipetali lavorodie concentrazione, da 2500 a 5000 kg di di partecipazione. rosa per produrre un solo kg di olio, richiesto dall’industria erboristerie. • Gli alunni, coneildalle supporto degli insegnanti, dovranno elaborare attraverso disegni e immagini l’orto ideale per la propria scuola. • A partire da lunedì 20 aprile, gli elaborati pubblicati su Verde Libera Tutti potranno essere votati dagli utenti cliccando su Mi piace. I primi dieci progetti più votati riceveranno a settembre un kit che contiene tutto quello che serve per la realizzazione dell’orto e per sperimentare l’impagabile piacere di veder crescere le verdure!

8


1

2

3

4

Dalla matematica alla geografia... fino al piatto in tavola • La realizzazione dell’orto ha molti risvolti multidisciplinari. Persino lo studio della matematica e della geometria trova elementi applicativi interessanti negli ortaggi: il cavolfiore romanesco (1), per esempio, è un esempio naturale di frattale, ossia di un oggetto geometrico che si ripete nella sua forma allo stesso modo su scale diverse. • La storia e la geografia possono partire da innumerevoli curiose storie di ortaggi, da quelli che, come il peperone e il peperoncino (2), erano sconosciuti prima dei viaggi di Colombo a quelli che hanno provocato indirettamente grandi sconvolgimenti sociali, come la patata la cui crisi di produzione, dovuta a una malattia fungina, provocò a metà ‘800 la morte di oltre un milione di persone in Irlanda, colpita da una carestia inimmaginabile per la quale c’erano anche serie responsabilità del governo britannico. • La scienza trova negli ortaggi una risorsa di interessi e di scoperte che portano ad analizzare i contenuti nutritivi e magari a scoprire che, come nel caso del celebre spinacio (3) di Braccio di Ferro, in realtà il contenuto di Ferro non è così elevato come si potrebbe pensare, pur essendo un vegetale molto utile per il nostro benessere. E portare in tavola le verdure coltivate dai bambini nel loro orto scolastico, magari composte in modo creativo (4), è un modo importante e facile per favorire le buone abitudini alimentari che talvolta mancano anche in famiglia e che gli adulti non di rado tendono a sottovalutare.

9


145 Paesi, un mondo intero di piante alimentari

Expo 2015, cacao protagonista • Cosa vedremo a Expo 2015? Le sorprese della grande Esposizione Universale a Milano saranno tante: i 145 Paesi partecipanti stanno costruendo le loro aree espositive; tutti i partecipanti sono stati invitati a interpretare il tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. L’alimentazione, tema vitale e quotidiano per l’intera popolazione mondiale, porta con sé profonde problematiche. Ogni Paese, partendo dalla propria cultura e dalle proprie tradizioni, è chiamato a interrogarsi e a proporre soluzioni rispetto alle grandi sfide legate alle prospettive dell’alimentazione. • Tra le produzioni alimentari che coinvolgono tutti i Paesi, come produttori e/o consumatori, c’è il cacao, al quale Expo 2015 dedica uno dei padiglioni collettivi, i “cluster”, che saranno su temi diversi. Entrando nel “cluster” del cacao e del cioccolato, il visitatore ha l’impressione di entrare in una giungla, che evoca i luoghi in cui il cacao viene coltivato: le piantagioni delle aree tropicali e subtropicali. Le facciate degli edifici sono realizzate in un tessuto leggero e chiaro che si apre lasciando in vista i rivestimenti interni: una metafora della necessità di proteggere un prodotto prezioso e aromatico come il cacao.

• Dalle sperdute e ancora poverissime Isole Comore, che producono vaniglia, chiodi di garofano, copra ( polpa di noce di cocco essiccata), banane e cocco fuori dai lussuosi ed esclusivi resort turistici, fino al Togo con i suoi cereali e tuberi africani; e poi l’Oman, la Lituania, l’isola-stato di Vanutau nell’oceano Pacifico meridionale, con le sue spezie profumate... Expo 2015 introduce partecipazioni ufficiali di Paesi senz’altro a noi poco noti, ma che fanno parte del velocissimo processo globale di trasformazione del Pianeta. • Le piante a uso alimentare coltivate in lontani e sconosciuti Paesi spesso arrivano sulla nostra tavola in incognito: come l’olio di palma, che dalla Malesia, Indonesia e Africa arriva nei nostri grissini e biscotti, con conseguenze non da poco tanto per l’ambiente come per la nostra salute. • Conoscere e capire le piante alimentari e il loro impiego e diffusione nel mondo è una delle opportunità offerte da Expo 2015: vedremo se l’ evento, in apertura il 1° maggio, soddisferà le attese dei milioni di visitatori previsti.

Il Cluster del Cacao e del Cioccolato, cibo degli Dei, accoglie nello spazio comune una serie di pali di diverse altezze e forme, metafora degli alberi sotto i quali il cacao cresce. Sicuramente da non perdere! Info: expo2015.org

IL BELLO & IL NUOVO

www.verdeliberatutti.org

10


TULIPANI PROTAGONISTI: a caccia di meraviglie in fiore • Così facili, così adatti alla nuova idea del giardinaggio ecologico e sostenibile. E poi costano poco e brillano di luce primaverile: insomma, impossibile non impazzire per i tulipani! Numeri da capogiro: in base alle stime, in Olanda vengono prodotti ogni anno più di 12 miliardi di bulbi da fiore, per un valore indicativo di quasi 700 milioni di euro. Oltre 3000 aziende, decine di migliaia di posti di lavoro: insomma un grande business internazionale, il cui protagonista è il tulipano affiancato, a una certa distanza, dagli altri bulbi primaverili e, in misura minore, da quelli con fioritura estiva. Una bella carriera per un fiore arrivato dalle ingrate e povere terre degli altipiani turchi, tanto più sorprendente se si pensa che adesso il tulipano è fra i fiori più coltivati anche negli USA, dove non era presente prima che gli inglesi lo importassero per i loro giardini, al tempo in cui erano coloni e dominatori della costa orientale americana. • Il momento per ammirarli è adesso: nel tempio olandese dei tulipani, l’enorme parco di Keukenhof con oltre 7 milioni di bulbi in fiore, oppure nei nostri splendidi giardini italiani, come Villa Taranto sul lago Maggiore, Castello di Pralormo in Piemonte dove si tiene l’evento “Messer tulipano”, l’incantevole parco Sigurtà a Valeggio sul Mincio, a pochi minuti dalla costa del Garda. E se avete tempo e voglia di fare un viaggetto in Germania, anche sull’isola-giardino di Mainau, sul lago di Costanza, potrete ammirare una vera meraviglia di centinaia di migliaia di tulipani e altre bulbose da fiore.

Primavera tra paesaggi, fiori e vini nell’Alto Monferrato • Acqui Terme, graziosa e vivace cittadina dell’Alto Monferrato, ha scelto di valorizzare natura, fiori e ambiente del territorio, già noto per i suoi vini straordinari. • Dopo gli eventi di marzo, con presentazione di libri, mostra mercato ed esposizioni a tema, la stagione prosegue con una caccia al tesoro botanico per i bambini a Villa Ottolenghi (6 aprile, nella foto), mercato primaverile a Montaldo Bormida (12 aprile) e con Flowers & Food, mostra mercato di piante, fiori e ortaggi, incontri, laboratori e fiori anche nel piatto, prevista per il 30 e 31 maggio. Il 4 giugno a Morsasco si tiene “Vigne in festa a Villa Delfini”, con visita delle cantine e cena floreale, e il 6-7 giugno, a Montaldo Bormida,  “Flora&Bacco”, grande festa delle colline, dei giardini e della vite in fiore nelle vie e nei cortili del paese. Un bel progetto che fa giustizia a una zona incantevole, fatta di colline e vigneti che il mondo ci invidia.

Un tesoro di orti e giardini da scoprire • 101 giardini per l’Expo è lo straordinario percorso tra i più bei giardini e gli orti della Lombardia, del Canton Ticino e di altre 12 regioni italiane organizzato da Grandi Giardini Italiani in occasione di Expo 2015: oltre 100 giardini, orti e frutteti che fanno parte di una nuova rete turistica, nata per valorizzare i giardini all’’Italiana, una delle icone più importanti del made in Italy nel mondo. è già disponibile la guida tascabile per scoprire questo itinerario e per conoscere meglio gli oltre 120 giardini del network, con splendide foto a colori e una ricca informazione storico-culturale. Info: www.grandigiardini.it

11


Il Parco più bello 2015: Villa San Michele a Capri e Real Bosco di Capodimonte a Napoli • Un inizio di stagione davvero invidiabile per due splendidi parchi in campagna, vincitori della XII edizione del concorso “Il Parco Più Bello d’Italia”, che da oltre dieci anni è promotore di un turismo verde alla scoperta dei gioielli del patrimonio paesaggistico e botanico italiano. Villa San Michele a Capri (nella foto a sinistra) e Real Bosco di Capodimonte a Napoli (a destra) sono stati scelti dalla prestigiosa giuria del premio, che mira a valorizzare le eccellenze del patrimonio verde italiano. Info: www.ilparcopiùbello.it

Il momento DEL GLICINE • Con l’arrivo della primavera riapre Villa della Pergola ad Alassio, raro esempio di parco anglomediterraneo nel nostro paese. Le visite guidate offrono la possibilità di ammirare le splendide fioriture dei giardini, dove in primavera sbocciano meravigliosi glicini. • Inoltre, con il progetto “Giardini in Villa” vengono organizzate attività didattiche rivolti alle scuole dell’infanzia e alle scuole primarie: i bambini possono scoprire a splendida vegetazione della macchia mediterranea e della flora esotica che caratterizza i Giardini di Villa della Pergola: il glicine, il rosmarino, l’agapanto, l’eucalipto, l’alloro, la lavanda, la rosa e la palma e molto altro. Info: www.villadellapergola.com

www.verdeliberatutti.org, passioni verdi tutto l’anno

le portato tut o! nuov

• Nuovissimo, ricco di belle immagini, e soprattutto coinvolgente e virale: è il nuovo portale www.verdeliberatutti.org, la community voluta dall’associazione no profit Promogiardinaggio, che edita questa rivista, per promuovere e diffondere l’interesse e la cura degli spazi verdi in Italia. Trovate nelle prossime pagine le informazioni sulla grande iniziativa della primavera 2015, dedicata all’orto nelle scuole.

• www.verdeliberatutti.org eredita l’esperienza fatta con www.natuweb.it, i cui contenuti e il cui ruolo sono ora convogliati in questo nuovo portale di tipo responsivo, ideale per essere visualizzato ottimamente anche su tablet e smartphone e nato nella logica dei social: dal portale si raggiunge la pagina Facebook Verde libera tutti e si possono condividere le “azioni verdi”. Inoltre sono disponibili articoli, news e tutti i numeri finora prodotti del magazine Natù che state sfogliando. • Cliccate su www.verdeliberatutti.org e partecipate alla community!

12

Verde libera tutti


An idea from

www.facebook.com /blumenitalia


IL BELLO & il nuovo

Valli di Argenta, giardini sull’acqua • Straordinario ambiente naturale a due passi dalle belle città dell’Emilia e della Romagna, le valli di Argenta sono splendide in primavera, per escursioni in bici o a piedi: un vero giardino naturale sulle acque tranquille di questa oasi protetta. • Il comprensorio dell’Ecomuseo delle Valli di Argenta ha una ricca proposta di attività e di capanni fotografici, dove ammirare e immortalare poiane, martin pescatore e numerosi altri uccelli. La visita sulla silenziosa barca elettrica conduce nei meandri delle Valli; affascinanti anche il Museo della Bonifica di Salarino, la penisola di Boscoforte, all’interno delle Valli di Comacchio, l’Oasi delle Anse Vallive di Porto, a Bando, con le cicogne. Info: www.vallidiargenta.org

2015, l’anno dell’ORTO • Stanchi dei soliti fiori? Sostituiteli con piante da orto: sono le verdure ad essere protagoniste, sviluppando un interesse crescente che già nel 2014 le aveva portate ad essere per la prima volta protagoniste di fiere ed eventi. Anche quest’anno l’orto diventa star di appuntamenti, mostre ed eventi: “Ortomania” alla Valle dei Fiori di Mantova e “La via dell’orto” a Camaiore (LU) entrambe nei giorni 11-12 aprile, “Orti e Horti” a Lastra a Signa, Firenze, dal 13 al 15 aprile, “Horti tergestini” a Trieste nei giorni 18-19 aprile, “Ortinparco” a Levico Terme, sulle montagne trentine nei giorni dal 24 al 26 aprile, e molto altro ancora. • Numerosissime le novità e curiosità in fatto di orto, dalle strutture per fare l’orto sulla parete ai sacchi appositi che consentono di coltivare le piante senza bisogno del vaso. E poi tanti ortaggi nuovi o riscoperti, dal pomodoro nero al basilico che sa di limone, dalla minicarota da balcone all’anguria gialla.

Miracle garden, una meraviglia o un flop? • Il Miracle Garden a Dubai, promosso come il più grande giardino fiorito al mondo, nato sul deserto e arricchito da incredibili allestimenti un po’ stile Disneyland, stenta ancora a decollare: un po’ difficile da raggiungere, è anche forse lontano dal nuovo gusto paesaggistico europeo. Resta per ora una curiosità da scoprire: oltre 70mila mq di area, 4 km da fare a piedi per ammirare le realizzazioni stupefacenti, di un sapore un po’ naif ma sicuramente spettacolari. Info: www.dubaimiraclegarden.com

14

• Persino nel tempio mondiale del giardinaggio, la mostra Chelsea Flower Show di Londra, che vanta circa 300.000 visitatori ogni anno, l’orto è protagonista: per l’edizione del maggio 2015 sono previsti numerosi allestimenti di orto firmati da celebri designer internazionali.


Sogno floreale sul balcone Un autentico multitalento: con il terriccio universale Floragard e gli arbusti perenni si sentono a proprio agio nel vaso!

F

iori stagionali, come le primule in primavera, i classici estivi come i gerani e le petunie o i brughi richiesti in autunno, rientrano tra le specie con le quali si addobba e orna volentieri le cassette e i vasi. Mentre queste piante dopo un determinato periodo si congedano dal balcone per sempre, le piante perenni entusiasmano sempre di nuovo anno dopo anno. Alberi potabili come ligustri o bossi, forme a colonna o a nano, p. es. la mela ornamentale ‘Tina‘, creano uno sfondo permanente

per i suddetti alberi a breve durata. Una scelta ancora maggiore è offerta dal gruppo degli arbusti. Non c’è da meravigliarsi che soprattutto gli arbusti con foglie decorative, come la campanula rossa o la tiarella cordifolia vengano sempre di nuovo abbinati alle specie annuali. E non dovete rinunciare al colore, perché il fogliame si mostra spesso in sgargianti tonalità di arancione, rosso o giallo. Se preferite fiori colorati, consigliamo di scegliere piante perenni, come gerani, salvia, coreopsidi o nepete. Piantatele nel terriccio universale Floragard, in modo tale da alimentarle a lungo con tutte le sostanze nutritive necessarie. Aqua Plus® garantisce che le radici assorbono rapidamente acqua anche dopo periodi di siccità.

Suggerimento: Il terriccio universale Floragard è un terriccio completo pronto perl‘uso, soprattutto per piante nei vasi.

Ben fertilizzato nella stagione dei balconi Mettete i vostri fiori da balcone nelle mani migliori: il terriccio attivo per piante fiorite Floragard garantisce la realizzazione dei fiori da sogno – mentre voi vi rilassate e vi godete l’estate. Alimentazione con sostanze nutritive del terriccio attivo per piante Floragard con deposito di fertilizzante attivo Alimentazione con sostanze nutritive del terriccio per fiori tradizionale

Aprile

Maggio

Giugno

Luglio Agosto

Settembre

Vantaggi del terriccio attivo per piante fiorite Floragard con deposito di fertilizzante attivo: Migliore crescita delle piante Fioritura prolungata Manutenzione ridotta

Floragard Vertriebs-GmbH Gerhard-Stalling-Strasse 7 26135 Oldenburg GERMANY

Sostanze nutritive sufficienti per tutta la stagione!

Terriccio attivo per piante fiorite Floragard:

Il grafico dimostra quanto a lungo agisce effettivamente il deposito di fertilizzante attivo: se piantate le cassette del balcone all’inizio di aprile usando terriccio per fiori tradizionale, le sostanze nutritive durano solo fino alla fine di maggio. Con il terriccio attivo per piante fiorite Floragard i vostri fiori sono alimentati nel migliore dei modi fino a settembre, quindi per tutta la stagione!

Il terriccio pronto per l’uso con il deposito di fertilizzante attivo garantisce l’alimentazione con sostanze nutritive per una stagione completa!

Fon +49 (0) 4 41 / 20 92 - 0 Fax +49 (0) 4 41 / 20 92 - 292 www.floragard.de info@floragard.de

… e tutto fiorisce!


IL PIACERE DELL’ORTO e del frutteto 16

L’ALFABETO DEL BIO-ORTO

Verdure sane, genuine, a km 0 e a portata di mano: ecco le cose da sapere


Gli ortaggi crescono bene in vasche di legno, anche non profonde se coltivate lattughe, radicchi, bietole e aromatiche, o in vasi piuttosto profondi, se preferite ottenere un buon raccolto di pomodori da far salire su un grigliato fissato al muro.

.

A

llungare una mano e cogliere un ortaggio sano e genuino: un diritto da prendersi subito, in balcone, terrazzo, giardino. Realizzare un orto biologico anche in piccoli spazi, per ottenere un prezioso raccolto di verdure saporite, oppure coltivare qualche albero da frutto che al piacere del raccolto abbina la sua bellezza in ogni stagione, sono soluzioni che sempre piÚ spesso vengono a prendere il posto del giardino ornamentale. Anche in Italia si è accesa maggiore attenzione per le verdure e i frutti prodotti con metodi rispettosi dell’ambiente, colti e mangiati al momento o conservati con metodi casalinghi: sono alimenti piÚ sani e sicuri, ed evitano anche l’inquinamento dovuto al trasporto da terre lontane.

17


Il piacere dell’orto e del frutteto

Aromatiche in vaso

Herb garden: sapori anche per chi non ha tempo • Nel vostro balcone o giardino le erbe possono essere protagoniste: la loro cura richiede poco tempo e in alcuni casi diventano del tutto autosufficienti. • Le cure per le erbe in vaso sono molto semplici. Basta tener presente che hanno esigenze idriche limitate e detestano avere acqua in eccesso (con l’eccezione di tutti i tipi di menta). Perciò il contenitore sarà preferibilmente in terracotta, che consente una rapida asciugatura del substrato. Il legno è un’ottima soluzione per arbusti come alloro e lavanda. Il drenaggio, ossia il deflusso dell’acqua dopo le irrigazioni, dovrà essere impeccabile: stendete sul fondo del vaso un letto di biglie d’argilla prima di versate il terriccio, meglio se del tipo specifico per aromatiche e ortaggi. Pur essendo specie amanti del caldo, al Sud è consigliabile un’esposizione a mezzo sole, perché le piante che vivono in vaso sono più sensibili alle temperature troppo elevate. Nel Nord, l’esposizione giusta è a sud-est o sud-ovest; se fa troppo caldo, conviene alzare i vasi dal pavimento del balcone, con un pezzo di legno.

18


Un amico che salva il raccolto Lo spaventapasseri con abiti svolazzanti di colori accesi è un aiuto per allontanare storni e altri uccelli selvatici dannosi per gli ortaggi ed è anche un amico allegro e decorativo.

Insomma, verdure a chilometri zero, in linea con l’esigenza di ritrovare sapori perduti e di limitare lo spreco energetico. E poi, c’è una ragione in più: l’orto può essere più bello di un giardino o balcone fiorito, ricco di fascino e di diversità. Per ottenere buoni risultati occorrono i prodotti idonei per la coltivazione, nutrizione e difesa con metodi bio; oggi nei garden center c’è una buona scelta, che va incontro alle esigenze di chi ha piccoli spazi. E poi, ci vuole informazione: ecco un rapido “memo” dell’orto biologico... Dall’A alla Z. • Ammendante: è una sostanza che alleggerisce la

ORTO E FIORI, SINERGIA POSITIVA • La consociazione di verdure e fiori ha un duplice ruolo: decorativo e funzionale. Molti tipi di fiori, infatti svolgono un’azione utile come repellenti per insetti o per migliorare il sapore e la salute degli ortaggi. • La calendula è un ottimo repellente per gli insetti e forma splendidi fiori arancioni, fino all’autunno. Il tagete va messo vicino ai pomodori, dei quali è un ottimo alleato. I bei nasturzi allontanano la mosca bianca degli ortaggi e, come la calendula, si possono usare a scopo alimentare nelle insalatine fresche e nelle omelettes. • La presenza di fiori attrattivi per le api favorisce il naturale processo di impollinazione: pisello odoroso, girasole, monarda e echinacea sono eccellenti “amici” dei nostri ortaggi e delle piante da frutto perché attirano insetti utili e farfalle.

struttura del terreno, favorendone l’aerazione e la permeabilità e, spesso, nutrendola. Per esempio: torba, humus, compost, sostanze consigliate per migliorare il terreno e per i substrati in vaso. • Analisi del terreno: serve per capire la quantità e

la qualità degli elementi utili alle piante presenti nella terra dell’orto, frutteto e giardino; va fatta presso un laboratorio specializzato. Bietole colorate: ottime anche crude Le bietole a costa colorata (gialla, arancione, rossa, violetta...) crescono con grande rapidità anche in vasi e cassette e hanno un sapore eccellente anche crude, nelle insalate miste. Durano a lungo tagliando i gambi esterni e lasciando germogliare quelli che si formano dal cuore delle piante.

19


il piacere dell’orto

• Compost: terriccio ammendante (migliorativo)

ottenuto dalla trasformazione dei resti vegetali, anche nella logica di evitare gli sprechi e rispettare i ritmi naturali. • Concime organico: nutrimento a base di sostanza

organica (letame bovino e/o equino, cornunghia, guano, pollina). Viene considerato la forma più importante di concime per l’orto bio, anche in vaso. • Diradamento: eliminazione manuale di una parte

delle pianticelle (in genere da un terzo a metà), per migliorare le dimensioni, il vigore e la salute di quelle rimanenti; viene praticato anche sulle piante da frutto per ottenere frutti più grossi. • Drenaggio: strato di ghiaia, pietrisco o biglie di

argilla espansa che favorisce il deflusso dell’acqua impedendone il ristagno. Indispensabile per l’orto in vaso, qualunque sia il tipo di contenitore scelto. • Gel di silice: sostanza impiegata nella lotta

biologica come protezione dalle malattie e barriera repellente contro afidi e coleotteri dannosi. • Humus: strato superficiale del suolo in cui Orto facilissimo. In alto: pomodorini e prezzemolo anche in un piccolo balcone. Sotto: un tunnel con telo antiinsetti per proteggere le piantine trapiantate da poco e la coccinella, che divora gli afidi: una vera alleata preziosa.

albergano i batteri utili, che interagiscono con le radici delle piante nelll’assorbimento dei principi nutritivi; nell’orto bio va tutelato evitando di vangare in profondità e di rivoltare il terreno portando in superficie gli strati profondi, meno o non fertili. • Insetticida biologico: prodotto di origine organica

o minerale per la lotta ai parassiti. Deve essere del tipo “ammesso in agricoltura biologica”, significa che non contiene sostanze chimiche di sintesi. Le stesse caratteristiche sono applicabili alla definizione di “fungicida biologico” per la lotta alle malattie crittogamiche (provocate da invisibili funghi, come il mal bianco o oidio). • Lupini (semi: impiegati come concime,

soprattutto per gli agrumi, hanno azione repellente contro gli insetti del terreno. • Orto biodinamico: metodo di coltivazione basato

sulla filosofia dell’austriaco Rudolf Steiner; mira a incrementare la vitalità e la fertilità del terreno in base alle leggi naturali. L’agricoltura biodinamica coinvolge gli allevamenti, i campi, i prati e i boschi; autoproduce i concimi, i preparati biodinamici, le sementi e il bestiame, in un perfetto ciclo chiuso. • Neem: albero esotico da cui si ricava una sostanza

insetticida ammessa in agricoltura biologica • Polvere di roccia: minerale (argilla) che contrasta

lumache e limacce

20


Antiparassitari fai da te

LA PREPARAZIONE DEGLI INSETTICIDI NATURALI

• Per la protezione delle piante ortive e aromatiche è consigliabile impiegare i pratici insetticidi e fungicidi ammessi in agricoltura biologica, oggi reperibili in confezioni idonee per l’uso amatoriale; ma se avete tempo e pazienza potete preparare in casa infusi e macerati che contrastano la presenza di insetti dannosi e proteggono da alcuni tipi di malattie fungine. • La comune ortica è un ottimo aiuto contro i parassiti, in particolare gli afidi ma anche il ragnetto rosso; inoltre ha una funzione preventiva contro le malattie ed è in grado di rivitalizzare le piante stressate dal trapianto. Come prevenzione si utilizza una miscela composta da una parte di macerato di ortica (circa 100 g di foglie per litro, in acqua calda, poi si lascia macerare per 5-6 giorni) e una parte di silicato di sodio (200 g) sciolto in acqua (10 l), da irrorare ogni cinque giorni bagnando bene tutta la vegetazione. Come curativo si utilizza il macerato di ortica fresco (100 g di foglie per litro, in acqua calda lasciato macerare per 36 ore), filtrato e usato puro senza diluizioni, spruzzato o nebulizzato direttamente sugli insetti nocivi. In alternativa alla pianta fresca potete usare le foglie essiccate, che si comprano in erboristeria. Agisce per contatto grazie all’acido formico contenuto nei suoi aghi fogliari;

va spruzzato sulle piante ogni 2-3 giorni per almeno due settimane, finché gli insetti non sono del tutto neutralizzati. Il macerato non va irrorato sui fiori e quindi si può usare solamente poco prima o poco dopo la fioritura. Esso risulta infatti leggermente tossico anche per le api in cerca di nettare. • L’equiseto, reperibile con facilità ai bordi delle strade e negli incolti, è una delle migliori piante utili contro le malattie fungine; come effetto secondario allontana gli afidi. Si utilizzano 150 g di pianta secca (reperibile anche in erboristeria) in un litro d’acqua o un kg di pianta fresca, da far macerare per 24 ore; l’indomani si pone il miscuglio di acqua e pianta a sobbollire per un’ora. Si lascia raffreddare e si filtra. Si utilizza diluito 1:5 spruzzandolo sulla vegetazione in caso di oidio (mal bianco) ogni cinque giorni per un mese; sempre alla stessa diluizione e unito a uguale quantità di silicato di sodio (200 g in 10 l d’acqua) si irrora una volta al mese contro muffa grigia e ruggini. • Anche il timo è utile: ponete qualche goccia di olio essenziale in acqua e spruzzatela sulle piante per una prevenzione dalle malattie. Il timo fresco bollito con salvia e rosmarino serve, quando l’acqua si è intiepidita, per lavare il cane contrastando la prezenza di pulci.

21


Il piacere dell’orto e del frutteto

• Propoli: sostanza naturale prodotta dalle api, trova

impiego per rinforzare e proteggere le piante dalle malattie fungine. • Sapone molle: sostanza impiegata per la lotta

biologica contro afidi e altri parassiti. • Sfemminellatura: eliminazione di tutti i getti

laterali che si formano all’ascella fra i rami e il fusto sulle piante di pomodoro per ottenere frutti più grossi e migliori. • Sovescio: interramento, nel suolo dell’orto, di

piante capaci di restituire azoto al terreno, come le leguminose (fagiolo, fava...), la senape e il crescione. Serve per nutrire il terreno in modo naturale. • Spinosad: principio attivo derivato da un batterio

innocuo per l’uomo e gli animali ma letale per un grande numero di insetti parassiti, tra cui la dorifora delle patate e i vermi delle mele (carpocapsa) • Zolfo: minerale usato in agricoltura biologica per

prevenire e combattere il mal bianco (oidio) su ortaggi, frutti e piante ornamentali.

Zucchine, veloci e generose Piantate in primavera, le zucchine occupano rapidamente molto spazio e producono generosamente frutti e fiori commestibili.

zucca: pensiamoci ora per un bel raccolto estivo e autunnale • Ortaggio autunnale da seminare o trapiantare adesso, la zucca è facile e generosa se ha sole e terreno fertile; in vaso potete coltivare le zucchette ornamentali oppure quelle rampicanti, anche di media dimensione, da far salire su grigliati o pergole. • Le zucche commestibili, oggi in migliaia di varietà, derivano tutte dalle specie Cucurbita maxima e C. moschata, di cui esistono numerose tipologie, dalle dimensioni ridotte o esagerate, di varia forma (allungata, rotonda, schiacciata, a turbante) e colore (dal giallo al rosso, dal verde al grigio, in tinta unita, bicolori o a strisce), dal rilievo a coste o a protuberanze, o con scorza perfettamente liscia. Quelle ornamentali appartengono al genere Lagenaria e ad altri generi di Cucurbitacee. Del gruppo di varietà derivate dal genere Lagenaria fa parte anche la zucca siciliana da pergola, rampicante con frutti molto lunghi e cilindrici e una ricca produzione di fiori commestibili fino al tardo autunno. • Nell’orto, le zucche di media e grande dimensione devono avere molto spazio: almeno 2 m di diametro o più. Pianta annuale, termina il ciclo con l’arrivo dell’autunno. L’irrigazione deve essere regolare e abbondante dalla semina o trapianto fino a

22

un paio di settimane prima del raccolto: se le zucche sono ricche d’acqua, si conservano meno a lungo. Non bagnate mai il fogliame, sensibile al mal bianco: l’umidità ne favorisce la diffusione. • Il terreno d’impianto deve essere molto ricco e fertile, e infatti spesso le zucche crescono generosamente sul cumulo del compost o, in campagna, nei pressi dei mucchi di letame. Pertanto, ogni mese non dimenticate di spargere sul terreno un concime per piante da orto, per soddisfare le sue esigenze nutritive di azoto. Se lo spazio è poco, cimate le piante alla lunghezza massima dei tralci ed eliminare i primi germogli basali: in questo modo la vegetazione rimane più contenuta. • I fiori maschili delle zucche sono ideali per l’uso in cucina, così come quelli delle zucchine, sia fritti in pastella che aggiunti a risotti e pasta. • Tra le varietà più note, “Butternut”, allungata, con buccia rosa e polpa gialla; “Marina di Chioggia”, schiacciata, con buccia verde rugosa; “Gigante Quintale”, tonda, arancione, commestibile ma anche ideale come decorazione, e l’ottima zucca grigia bolognese. La zucca matura manda un rumore sordo se si batte con le nocche.


“Cuore di Bio ” ®

per un orto e giardino nel segno della natura

Informazione pubbliredazionale

I nuovi substrati Vigorplant Cuore di Terriccio® Bio e l’innovativo Cuore di concime® Bio aiutano a ottenere verdure genuine e fiori splendidi, da amare.

La grande novità 2015 proposta da Vigorplant a tutti quelli che amano la natura è la linea 2015 Cuore di Terriccio® Bio, ora differenziata in tre versioni: Piante verdi e da fiore, Piante da orto e Piante da frutto, a cui si affianca l’innovativo Cuore di Concime® Bio, fertilizzante liquido per piane verdi, fiorite, frutta e ortaggi. Grazie a questi prodotti, il biologico diventa davvero alla portata di tutti, facilitando l’approccio ai metodi bio anche per chi finora non aveva ancora avuto modo di metterlo in pratica. Questa innovativa linea esprime il legame emozionale che si stabilisce fra la pianta e chi se ne prende cura: l’immagine sulla confezione parla di maternità come gesto di amore: lo stesso che abbiamo per le nostre piante, perché la loro vita è anche la nostra. Composti da materie prime naturali di altissima qualità e arricchiti con concime organico, i substrati Cuore di Terriccio® sono biologici, ideali per chi sceglie di portare in tavola frutti e ortaggi genuini e proteggere la natura.

Cuore di Concime® Bio è prodotto con gli stessi principi: alta qualità e profilo biologico. Arricchito di Boro, Manganese e Ferro, è un concime naturale, vegetale al 100%, formulato per garantire una crescita sana ed equilibrata a tutte le specie vegetali (piante verdi e fiorite, frutta e ortaggi). Cuore di Concime® Bio contiene un complesso di amminoacidi e bioattivatori naturali, come la Glicinbetaina, che favoriscono il rapido assorbimento degli elementi nutritivi e apportano azoto organico Sul retro del flacone è presente un’indicazione molto chiara dei dosaggi; la forma del flacone, su design esclusivo Vigorplant, per garantire un facile utilizzo tramite una comoda impugnatura. Innovazione, alta qualità bio, grande sicurezza perché assolutamente naturali e nuovo appeal, che colpisce il nostro spontaneo sentimento di “protezione” per le piante che vivono vicino a noi, sono le caratteristiche principali della linea Cuore di Bio® Vigorplant, da provare subito per amare e tutelare la bellezza della natura e per il piacere di avere un raccolto genuino. VIGORPLANT ITALIA S.r.l. Fombio (LO)

www.vigorplant.it

Seguici su


SAPORI & BENESSERE

VERDURE

ALL’ITALIANA Sapori e ricette di primavera per riscoprire la tradizione della nostra cucina, fatta di semplicità e ingredienti che possiamo coltivare nell’orto di casa

G

li ortaggi di stagione sono l’ingrediente ideale per i menu di primavera nel segno del benessere. La cucina italiana vanta innumerevoli ricette locali: riscoprite quelle della vostra regione, magari tramandate nella vostra tradizione familiare, oppure provate le ricette proposte in queste pagine, adatte anche per chi ha poco tempo da dedicare all’arte della cucina.

Bietole alle acciughe

Ingredienti per 4 persone: 800 gr di bietole da costa, 5 acciughe sott’olio, uno spicchio di aglio, peperoncino in polvere, olio e.v. di oliva, sale

24

Preparazione: lavate con cura le coste ed eliminate la maggior parte del verde Se volete potete tagliare la parte bianca in porzioni lunghe qualche centimetro. Lessatele in acqua bollente e salata per 5 minuti, scolatele e mettetele da parte. Fate scaldare in una padella larga un filo di olio, unite lo spicchio d’aglio affettato o schiacciato, aggiungete le acciughe sott’olio dopo averle diliscate e dissalate sotto l’acqua corrente. Dopo pochi minuti versate in padella le coste, aggiungete una spolverata di peperoncino se vi piace una punta di piccante, fate insaporite a fiamma alta, poi abbassate il fuoco e continuate la cottura per 5-10 minuti.


Gli spinaci sono importanti per il nostro organismo nella fase del cambiamento stagionale. Crescono velocemente anche in cassette sul balcone.

Spaghetti alla salvia e limone

Ingredienti per 4 persone: 360 gr di spaghetti, 12-15 foglie di salvia e, volendo altre erbe a piacere (rosmarino, basilico...), olio e.v. d’oliva, scorza di mezzo limone non trattato, parmigiano Preparazione: mentre cuocete gli spaghetti al dente, lavate le foglie di salvia e le altre erbe che avete a disposizione, sgocciolatele bene asciugandole in un canovaccio, staccatene le foglie e spezzettatele grossolanamente nella terrina di portata. Aggiungete 4 cucchiai di buon olio extravergine d’oliva, possibilmente fruttato. Tritate finemente la scorza di limone (attenzione a non staccare la parte bianca dell’agrume, che è amara) ben lavata e asciugata e aggiungetela al condimento. Scolate bene la pasta e versatela bollente nella terrina, mescolando subito con energia. Servite con una generosa grattugiata di parmigiano o pecorino.

Vellutata di carotine primaverili

Ingredienti per 4 persone: 500 gr di carotine, 250 gr di patate, 2 cipolle dorate medie, 50 gr di granella di noci, olio extravergine d’oliva, timo fresco, sale, pepe Preparazione: sbucciate e affettate sottilmente le cipolle, fatele dorare in un tegame con l’olio e spegnete. Lavate e tagliate a pezzetti le carote, pelate e tagliate a tocchetti le patate, ponetele in una pentola con 1 l d’acqua e lessatele a fuoco medio. Aggiungete le cipolle e frullate con il frullatore a immersione fino a ottenere una crema liscia e densa. Se fosse troppo liquida, ponete di nuovo sul fuoco per farla asciugare, mescolando di continuo perché non si attacchi; se risultasse invece troppo densa aggiungete un po’ di brodo di verdura. Salate, pepate se gradito, mescolate bene e rimettete per qualche minuto sul fuoco per servirla ben calda. Lavate i rametti di timo e staccate le foglioline, con cui guarnirete i singoli piatti insieme con la granella di noci. Foglie benefiche. La rucola, regina delle insalatine primaverili, ha molte virtù: è depurativa e disintossicante. Si coltiva con grande facilità anche in vaso.

25


sapori & benessere

LE VIRTù DI ERBE E ortaggi per una primavera di energia e ottimismo •  La carota è famosa per il contenuto in vitamina A, preziosissima per la salute: contiene un precursore, il betacarotene o provitamina A, che nell’organismo viene trasformato in vitamina A quando serve, oppure, se non ce n’è bisogno, viene espulso senza accumulo, senza rischio di tossicità. Il betacarotene rafforza tutto l’organismo; combatte i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento, e quindi ostacola la formazione di rughe, occhiaie, e la caduta di capelli e ciglia; è un emolliente delle mucose e della pelle, placa gli arrossamenti cutanei. • Da sapere: le radici non vanno raschiate col coltello né pelate (basta strofinarle con una spazzolina), e il taglio va effettuato appena prima del consumo: il betacarotene viene distrutto al contatto con l’aria, mentre resiste abbastanza al calore. •  La cicoria in tutte le sue varianti è un ottimo aiuto per il benessere. La famiglia d e l l e

26

cicorie comprende gli ortaggi noti come radicchi (anche quelli rossi) e altre verdure molto comuni e amate, come la catalogna e le puntarelle, tipiche del Sud. Tutte le cicorie sono caratterizzate da un sapore più o meno amaro, che deriva da un glucoside (la cicorina, un composto della caffeina) utilizzato anche nei liquori, in virtù delle sue proprietà toniche e digestive. Le cicorie sono ricche di ferro, calcio, vitamine (B, C, P, K) e svolgono un’eccellente funzione depurativa e riequilibrante delle funzioni digestive e intestinali.

volto o fare una maschera ristrutturante. Tra le sue virtù, il finocchietto ha anche quella di aiutare a prevenire l’acne giovanile e svolge un’azione dermopurificante e schiarente sulla pelle precocemente invecchiata o rovinata dall’azione del sole o del freddo invernale.

• Da sapere: le foglie della cicoria in insalata disintossicano, stimolando l’intestino, il fegato e i reni e agendo come diuretico; potete usarle anche come blando lassativo. L’infuso (30 g di foglie fresche in un litro d’acqua) ha un grande potere depurativo.

•  La menta è utile per regolare l’appetito, sia in eccesso che in difetto: preziosa per invogliare i convalescenti a mangiare e per i bambini inappetenti. Ha potere antispasmodico e funziona come un blando analgesico locale, combattendo il mal di stomaco di origine nervosa da stress.

•  IL FINOCCHIETTO, come molte erbe aromatiche, ha preziose proprietà antiossidanti, antibatteriche ed antifungine, viene utilizzato in fitocosmesi. Il suo olio essenziale può essere usato per massaggiare la pelle; la tisana fredda non dolcificata è utile per sciacquare il

• Da sapere: I semi, se masticati, combattono l’alito pesante; l’acqua del loro decotto, tamponata sulle palpebre, calma gli occhi arrossati. L’infuso aiuta a ritrovare l’appetito, è un sedativo dei gas intestinali.

• Da sapere: il profumo intenso della menta ha poteri stimolanti ed è particolarmente utile quando occorre sentire delle forti motivazioni per affrontare compiti complessi, per esempio preparare esami o gestire una fase del lavoro complicata, o anche trovare le energie per prendersi cura della famiglia in un momento difficile.


Involtini di lattuga e caprino Ingredienti per 4 persone: 350 g di formaggio caprino, un cespo di lattuga, un cucchiaio di prezzemolo tritato, uno spicchio d’aglio, pepe rosa, sale. Per decorare: capperi e olive Preparazione: mescolate il formaggio caprino fresco con l’olio, il prezzemolo tritato, sale, pepe e, se lo gradite, uno spicchio d’aglio pestato. Scegliete le foglie di lattuga più grandi, di dimensione simile; farcitele con il formaggio e posate gli involtini così ottenuti in un largo piatto. Decorate e completate con capperi e olive.

Insalata di fragole Ingredienti per 4 persone: 350 g di fragole mature, un cespo di lollo, 200 g di fontina o parmigiano, olio, sale, pepe, aceto balsamico di Modena DOP Preparazione: veloce e gustosa, questa insalatina è ideale in estate perché leggera e reidratante. Mescolate le foglie di lattuga lollo o di altre tipologie con la fontina tagliata a piccoli cubetti o con scaglie di parmigiano; aggiungete alcune fragole mature di media o piccola dimensione, pulite e tagliate a metà. Condite olio d’oliva e.v. e con aceto balsamico tradizionale di Modena DOP, il cui sapore delicato e dolce è perfetto per accompagnare questa preparazione.

Insalata di rucola, olive e formaggi Un’altra variante di insalatina fresca e appetitosa: rucola, olive verdi o nere, pezzetti di gorgonzola e di mozzarella o di qualsiasi altro formaggio a voi gradito, ottimo olio, sale, pepe... e buon appetito.

carciofo, benefico e saporito • Protagonista della primavera sia in cucina che in campo salutistico, il carciofo è ideale per i regimi dietetici leggeri in quanto unisce al sapore intenso le virtù di un modesto apporto calorico. • Le sue proprietà toniche, digestive e antiossidanti sono utili per la prevenzione delle malattie cardiovascolari; è ricco di ferro, ma soprattutto di cinarina, sostanza preziosa per il controllo del colesterolo, per la protezione e rigenerazione del fegato, per migliorare le funzioni dello stomaco e dell’intestino.

27


ATMOSFERE DA VIVERE

Il lilla per avere fiducia nel futuro Il primaverile fiore del lillà, con il suo tenero colore tra il viola e il rosa, esprime un cromatismo importante: è il colore della disciplina, della fiducia e dell’efficienza, sviluppa l’immaginazione e favorisce la concentrazione.

28

FIORI DI PRIMAVERA

LA FORZA DEI COLORI I colori ci aiutano a vivere meglio... La primavera è il momento migliore dell’anno per scoprire gli spettacolari effetti cromatici della natura, in balcone e giardino, e capire le emozioni importanti e positive che sanno trasmetterci.


Perché il verde fa davvero bene

L

o sapevamo già per istinto, ma oggi la scienza conferma che i fiori possono contribuire al nostro benessere: i loro colori e profumi hanno il potere di esercitare influenze positive sia a livello psichico che sul piano emotivo. La primavera ci invita a osservare la natura: un piacere, ma anche un modo per migliorare il nostro benessere interiore, che influisce direttamente sullo stato di salute e sulla reattività del nostro organismo alle malattie. Più benessere tra fiori e foglie Disciplina di origini molto antiche, ora supportata da autorevoli ricerche scientifiche, la cromoterapia utilizza la scala dei colori per scopi terapeutici, perché ognuno di essi esercita un effetto sulla psiche umana e sugli stati d’animo. Le vibrazioni (onde elettromagnetiche) emesse da ogni tonalità influiscono sul sistema nervoso >>>

• Lo studio degli effetti del colore verde ha portato alla luce le ragioni scientifiche che provocano il benessere psichico e fisico a contatto con prati, alberi e cespugli verdi e rigogoglosi. Alla Heriot-Watt University di Edinburgo gli scienziati hanno verificato che l’attività cerebrale è orientata a ciò che viene chiamata “attenzione involontaria”, una modalità di pensiero che consente di tenere alta l’attenzione mentre nel contempo si libera spazio per la riflessione. Una forma di impegno intellettivo che ha un effetto ristoratore, riduce la fatica e lo stress e reintegrare le capacità di concentrazione, con il risultato di favorire la creatività e la capacità di memorizzare. • Vivere e lavorare a contatto con la natura non solo non è improduttivo ma anzi vantaggioso: si lavora meglio, interagendo positivamente nel campo delle relazioni interpersonali. Insomma, si va più d’accordo e si rende di più!

Verde e fiori per vivere bene in coppia In alto, un giardino ricco di verde, che offre minori cause di stress e condivisione familiare di interessi comuni per la natura: tutto ciò si trasforma in una migliore intesa coniugale. Lo dice una ricerca effettuata dagli scienziati della Exeter University.

29


atmosfere da vivere

LA VIE EN ROSE Non c’è bisogno di essere scienziati per capire che il rosa è il colore dell’ottimismo e della vitalità: in primavera questo effetto cromatico ci regala molte meraviglie, come cantava la grande Edith Piaf con la sua immortale versione di La vie en rose. • Viole e giacinti. Da ottobre potete piantare i bulbi di giacinti profumati in vasi e ciotole, aggiungendo le viole già in autunno oppure a fine inverno; fioriscono fino a giugno. • La magnolia. Le varietà da fiore sbocciano a partire da fine inverno; sono piante poco esigenti che tollerano bene anche lo smog urbano e vivono per decenni. • L’aglio da fiore. Bulbosa da piantare in autunno, produce spettacolari fiori sferici rosa-lilla, ottimi anche come fiori recisi. • La rosa Olivia. Creata dal britannico David Austin, ha boccioli a forma di coppa che schiudendosi assumono poi una forma a rosetta, ed è molto resistente alle malattie. Rifiorisce da maggio ai geli. • I tulipani sono disponibili in tante varietà di rosa. I bulbi si piantano al sole, tra settembre e dicembre, e fioriscono per anni nel periodo compreso da fine marzo e maggio, secondo le varietà.

30


Arcobaleno di benessere. Un piccolo giardino ben curato o un balcone con una quantità di fiori di diversi colori ha una efficacia diretta sulla nostra salute psicofisica.

e immunitario, sul metabolismo e sull’umore attraverso le nostre percezioni. La scelta delle tinte per il giardino e il terrazzo va quindi valutata con particolare attenzione. Il colore è luce: lo spettro luminoso è scomponibile in diversi toni, i quali vibrano con lunghezze d’onda e frequenze diverse, che ne determinano le proprietà e gli effetti. Il rosso, l’arancio e il giallo sono l’estremo “magnetico” dello spettro visibile e hanno un’azione stimolante; il blu, l’azzurro e il viola stanno all’estremo “elettrico” e hanno un potere calmante; il verde si pone al centro ed è neutro. Ciascun colore ha un complementare: il blu compensa il rosso, il giallo bilancia il viola e l’arancione si equilibra con l’azzurro. In pratica, le tinte calde (rosso, arancio, giallo) sono eccitanti e vibranti, mentre quelle fredde (viola, blu, azzurro, verde) hanno un ruolo rilassante. Le scelte saranno quindi diverse in base ai propri obiettivi: se desiderate uno spazio aperto che sia un’oasi di pace e relax dovrete optare per le tinte fredde. Se lo immaginate come un luogo dove ritrovare energia e vitalità, aperto all’ospitalità di vivaci comitive di amici, potrete utilizzare tutte le gamme calde. Ecco qualche indicazione per meglio dosare i rapporti fra i colori in funzione dei loro effetti terapeutici.

EFFETTO ROSSO • Il rosso è il colore dell’estate: pochi sono, in primavera, le piante con fioriture di questo colore, con la sola esclusione delle primule. In estate, invece, i gerani sono protagonisti di questo effetto cromatico molto potente sulla nostra psiche. • Il rosso può essere gradito oppure no, ma in ogni caso non può lasciare indifferenti e agisce in modo efficace: osservare il rosso stimola il battito cardiaco e la produzione di adrenalina, favorisce la circolazione sanguigna e conseguentemente migliora la funzionalità renale. è un colore che invita alla respirazione più profonda ed è di incentivo l’attività muscolare.

31


notte, luce e profumo atmosfere da vivere

Il rosso, tonificante, rende attivi e dinamici e, a livello fisico, stimola la circolazione: è idea-le per chi in giardino fa sport. L’arancio è perfetto per accogliere ospiti e amici perché favorisce l’appetito e invita alla socievolezza, alla creatività, all’allegria. Il giallo suscita ottimismo, stimola la concentrazione e contribuisce a migliorare l’attenzione, la memoria e le funzioni intellettive in generale: è dunque di aiuto per chi in giardino o in terrazzo studia o lavora. Il blu è calmante e riposante, induce alla tranquillità e alla pace interiore; a livello psichico aiuta l’introspezione e sul piano fisico diminuisce i battiti cardiaci. Tutte le sue sfumature contribuiscono a generare un senso di armonia, a partire dall’azzurro, che rasserena, fino al viola, colore dell’intuito, della spiritualità e della contemplazione.

Colori di primavera. Il giallo, presente in tante fioriture primaverili ed estive, è il colore del sole, della luce e dell’ottimismo, che rivitalizza, riattiva e libera dalle paure.

32

Il linguaggio dei colori I fiori devono essere abbinati con atteggiamento sensibile e creativo, perché l’espressione personale è di aiuto per migliore la propria autostima. Nel creare le associazioni di piante, ma anche di arredi e di dettagli architettonici, affidatevi ancora una volta ai messaggi dei colori. Per esempio, se sentite il bisogno di un effetto di armonia accostate i petali blu a fioriture rosa e viola, che rafforzano l’atmosfera di pace e serenità del luogo. I colori tono su tono, per esempio dal bianco all’azzurro al blu, creano effetti di armonia; i contrasti forti (giallo e viola o blu scuro e rosso pieno, come quello dei papaveri) tendono invece a comunicare energia e vivacità. Potrete creare con facilità qualche contrasto stimolante e tonificante collocando fiori dai toni energetici, come il rosso e l’arancio, intorno alle zone adibite al pranzo o nelle aree più vicine a casa: vi aiuteranno ad accogliere gli amici con un senso di allegria. Infine, ricordate che il verde del fogliame è un’ottimo intermediario tra diversi gruppi di colore, perché in natura è neutro ed equilibrato; non a caso viene utilizzato anche negli ospedali perché regala sensazioni di solidità, stabilità, forza e costanza. Aiuta a calmare l’aggressività e a ridurre lo stress, favorendo allo stesso tempo la rigenerazione e la nascita di energia positiva, fresca e nuova. Anche il bianco esprime un linguaggio analogo al verde. Le tonalità molto chiare e luminose aiutano a ottenere subito un’impressione positiva di ariosità e distensione.


GREEN IS THE NEW BLACK

www.erbasrl.it


atmosfere da vivere

Colori e benessere in balcone

Relax e calma in viola e blu Il blu è l’ideale in giardino o in terrazzo, luoghi votati al riposo e alla rigenerazione psicofisica. Un ambiente giocato su queste tonalità aiuta a ridurre l’impatto delle emozioni negative accumulate nel corso della giornata. Questo colore trasmette freschezza, fattore prezioso in estate: aumenta infatti la sensibilità al freddo e diminuisce quella al calore. Inoltre allarga la percezione dello spazio e accentua la sensazione di ordine; favorisce il rilassamento dei muscoli e predispone meglio a un sonno ristoratore. Il regno vegetale offre una varietà di fiori che sbocciano in questa tinta nelle diverse stagioni. Accostate piante a fioritura scalare, in modo che il giardino non sia mai privo di blu e di azzurro: muscari, anemoni e fiordalisi in primavera, iris, delphinium e clematidi in estate, astri in autunno, fino ai crochi invernali dal delicato azzurro-violetto. Ecco, dall’alto, qualche idea facile sui toni del blu e dell’azzurro.

01

La Bacopa “Scopia Vintage” ha fiori azzurroviola oppure bianchi e rosa, che spesso sbocciano ancora nel tardo autunno. Anche la bacopa “Sutera” è ottima per vasi e ciotole e fiorisce continuamente, non va tenuta in pieno sole.

02

Si chiama Scaveola questa pianta generosa dalla fioritura instancabile se ben irrigata e concimata. La varietà “Surdiva” è particolarmente bella. Viene chiamata anche “ventaglio australiano” per la curiosa forma dei suoi fiori.

03

“Sky Blue” è il nome di questa surfinia particolarmente generosa. Il colore intenso è favorito dall’esposizione in pieno sole.

04

Le margherite blu sono un regalo della pianta chiamata Felicia “Felicitara”, incantevole e perfetta in vasi, cassette e bordure; richiede qualche ora di sole.

05

Un azzurro intenso è offerto dai fiori della cicoria selvatica che in estate invade gli incolti: un regalo dei caldi giorni estivi. Seminatela adesso: le foglie sono commestibili, e anche i petali dei fiori.

34


Sapori genuini

a portata di mano Con i prodotti Compo BIO è facile coltivare verdure, erbe, frutti e fiori in sintonia con la natura!

i saporini geninugiardino

rto, nell'o

lcone e in ba

guida pratica

alla coltivazione bio

Da sempre c’è un concreto impegno di COMPO a favore dell’ambiente e di una qualità senza compromessi per offrire prodotti efficaci a bassi dosaggi, perfettamente e totalmente assimilabili dalle piante, unitamente a una politica attenta e responsabile di gestione delle materie prime.

Informazione pubbliredazionale

Ora COMPO offre una gamma di prodotti biologici, innovativi ed efficaci, a base di materie prime naturali, il cui utilizzo è consentito in agricoltura biologica. Questi prodotti sono concepiti per chi sceglie la strada del naturalmente bio. La linea comprende un innovativo concime a base di lana di pecora, fonte naturale e rinnovabile perfettamente inserita in una logica di ecosistema, e tre pratici concimi per le piante e l’orto in vaso: in bastoncini, liquido per ortaggi, liquido per aromatiche, insieme allo stallatico in pellet e al terriccio per orto e semina. La gamma è completata da tre prodotti per la difesa,

compo ti aiuta con la guida pratica alla coltivazione bio Per saperne di più su come realizzare un orto in giardino o in vaso com metodi bio, cerca nei punti vendita COMPO la guida omaggio “Sapori genuini nell’orto, in giardino e in balcone”

indispensabili per una lotta a parassiti e malattie nel segno del rispetto per la natura. Per conoscere meglio questi prodotti consultate la guida COMPO BIO reperibile nei punti vendita oppure visitate www.compo-hobby.it. www.compo-hobby.it: NUOVO E PIù RICCO • Cercare informazioni utili, capire quali prodotti usare per avere un verde più sano, bello e rigoglioso? Le risposte sono sul portale www.compo-hobby.it, completamente rinnovato, ricco di servizi, utile ma anche bello e piacevole. Nel portale c’è anche un servizio di risposte ai quesiti e una sezione per creare online il progetto, in modo facile e divertente, del proprio giardino virtuale la guida compo completa 2015 • Nei punti vendita COMPO è disponibile la guida Giardinaggio Fai da te - Nuova edizione 2015, ricca di informazioni e completata dal poster “Problemi e soluzioni”.

Giardinaggio Fai-da-te

casa | balcone | giardino | orto | frutteto

e r staccabil i Con poste blemi e soluzion Piante: pro

COMPO. Piante meravigliose con semplicità

Compo. Piante meravigliose con semplicità. COMPO Italia Srl www.compo-hobby.it

Edizione 2015


NATURA AMICA

VERO... O FALSO? TRA LEGGENDA E VERITà

Tra curiosità “vere” e falsità, realtà e credenze popolari, le piante ci regalano sempre conoscenza. Scoprite la verità su alcune leggende urbane e verificate il vostro livello: siete giardinieri informati e consapevoli?

M

FALSO. I petali dei gerani sono tossici: no. Se coltivati con metodi bio, sono commestibili. Tutte le salvie sono commestibili: no. Salvia farinacea, ottima in vaso, non è commestibile (foglie di cattivo sapore e non aromatiche).

Le piante non vanno tenute in camera da letto. Falso. Anche se di notte emettono anidride carbonica, la quantità è minima, irrilevante, mentre di giorno la produzione di prezioso ossigeno e di

umidità è abbondante e utilissima. Certe piante in casa hanno una funzione antismog. VERO. Alcune in particolare (anturio, spatifillo, ficus, aloe ecc..) riescono ad assorbire certe sostanze inquinanti, incamerandole senza subire danni e senza più rilasciarle nell’aria. Ci sono anche dei tipi di azalea da interno. FALSO. Anche se vengono vendute come piante da regalo, in primavera e dall’autunno all’inverno, non resistono negli ambienti domestici bui e caldi. La bignonia e la vite canadese non si possono coltivare in vaso. QUASI VERO. Hanno radici estese e profonde e possono vivere in contenitore solo per qualche anno.

olte sono le “leggende urbane” che circondano il mondo delle piante e che vengono tramandate fino a diventare “vere”. A volte si tratta di credenze innocue, ma in qualche altro caso possono indurre a rinunciare inutilmente a certe piante o a fare scelte sbagliate. Ecco una rapida guida al vero e al falso: se avete altre curiosità non fermatevi a ciò che leggete nel primo sito web. Piuttosto cercate le informazioni su un buon libro di giardinaggio o consultate gli esperti del vostro garden center. E se volete verificare quanto siete bravi, mettete alla prova le vostre conoscenze botaniche con il gioco-testo che trovate a pag 40.

36


1

2

3

4

5

6

7

8

9

9 piante che promettono miracoli... e li mantengono Le leggende circa piante instancabili trovano realtà nella carrellata di varietà che sono state messe a punto negli ultimi anni come soluzione concreta alla decorazione di vasi, cassette e ciotole. La condizione di base per ottenere il miracolo di una bellezza di lunghissima durata è legata posizione idonea, concimazione regolare e abbondante ogni 8-10 giorni circa e irrigazioni regolari, evitando il passaggio da terreno inaridito a suolo fradicio. 1. Bidens “Flair”: ottima pianta per il pieno sole, fiorisce dalla primavera all’autunno. 2. Sunsatia: varietà di nemesia dalla fioritura molto lunga e generosa, da coltivare in posizione soleggiata (o almeno con alcune ore di sole alla mattina). Dà il meglio in tarda primavera e da agosto a ottobre. 3. Euforbia “Diamond Frost”: forma una chioma leggera di innumerevoli fiorellini bianchi che si formano di continuo, al sole in primavera e autunno, anche mezz’ombra in piena estate. 4. La petunia ibrida Superbells Cherry Star è incredibile. Se ben nutrita e irrigata resiste al pieno sole e fiorisce fino a ottobre. 5. I gerani della gamma Top Champion Red hanno un rosso profondo: richiedono pieno sole e molto concime. 6. Si chiama “Snow Princess” questa incredibile varietà di iberis che non di rado è ancora in pieno fiore alle soglie dell’inverno. 7. La cleome “Senorita Rosalita” non teme il caldo intenso e fiorisce moltissimo anche in vaso. 8. La rosa “Ines Sastre” è rifiorente fino ai geli, per vasi profondi in pieno sole. 9. Le lantane nane sono instancabili, questa si chiama “Citrus” per i bei fiori color limone.

37


natura amica

VERO. Da sinistra: il rincospermo o falso gelsomino resiste al freddo (sì), le ninfee fioriscono anche in vaso (sì, se nane, in vaschette con acqua), la luna influisce sulle piante (sì, nelle fasi di semina e trapianto).

La farfallina dei gerani non si riesce ad eliminare. FALSO. Anche se molto tenace, questo parassita si riesce ad eliminare se agite anche in forma preventiva con insetticidi classici o biologici fin dal momento in cui trapiantate i gerani nelle vostre cassette, trattandoli ogni 15 giorni circa. I gerani a foglia profumata combattono le zanzare. QUASI VERO. Sono ottimi repellenti, come anche la lavanda, il timo e la menta, ma occorre anche attivare altre forme di lotta (uso delle compresse antizanzara nei tombini, no acqua stagnante nei sottovasi, impiego di insetticidi ecc.)

FALSO. Da sinistra: i tulipani si piantano in primavera (no, in autunno); la fucsia resiste al sole (no), salvia e rosmarino possono vivere insieme (no: è una consociazione sconsigliata).

38

Se uso insetticidi biologici, i miei ortaggi sono comunque sempre subito commestibili. FALSO. Anche per i prodotti bio c’è quasi sempre un breve tempo di carenza, indicato sulla confezione, che va rispettato. Inoltre, occorre somministrarli sulle piante al tramonto, quando le api sono andate in alveare,. Aglio e cipolla hanno funzione insetticida. VERO. Si utilizzano in infusi per combattere afidi e altri insetti e svolgono anche una funzione antifungina. In misura minore, anche le foglie di cavolo hanno questa funzione. Il sapone serve come insetticida. VERO, PERò... Se usate sapone di Marsiglia sciolto in acqua ottenete un buon insetticida, ma dopo 48 ore dalla somministrazione sciacquate le foglie con acqua pulita e attendete circa 7 giorni prima del consumo di piante ortive trattate con il sapone. Per abbronzarsi bene bisogna mangiare carote. VERO, PERò... Non sufficiente. Carote, pomodori, peperoni, sedano sono ortaggi che rinforzano la pelle ma occorre comunque proteggerla con creme di alta qualità ed evitare sempre una prolungata esposizione al sole nelle ore più calde, in estate.


La verità su 4 piante aromatiche

Efficaci per il nostro benessere 1

3

2

4

01 Erba cipollina per i problemi digestivi e respiratori. Per aiutare la digestione preparate un decotto facendo bollire 15 g di erba cipollina in una tazza d’acqua. Se lo consumate al mattino a digiuno, otterrete anche un effetto diuretico. Come espettorante e fluidificante in caso di raffreddori e sinusiti che riducono la capacità respiratoria, causando affaticamento, è utile l’infuso preparato con 20 g di foglioline lasciate in infusione per un quarto d’ora in una tazza d’acqua bollente.

02 Rosmarino per la circolazione, la debolezza e il mal di schiena. Il rosmarino favorisce il buon

funzionamento del sistema sanguigno e cardiovascolare. Includete un abbondante uso del rosmarino nella vostra dieta quotidiana se soffrite di anemia, ipertensione, capillari evidenti. La pianta contiene una percentuale elevata di ferro che ne fa un’ottimo alleato in caso di debolezza e carenza di ferro. Inoltre normalizza la pressione del sangue e ringiovanisce la struttura di vene e arterie, anche nella rete capillare. Tra le sue virtù c’è quella di contribuire a disintossicare il corpo dalle tossine che si accumulano nel fegato. Inoltre, avete tensioni muscolari, affaticamento di gambe e schiena? Fate dei massaggi con l’olio di rosmarino nelle zone dolenti per ottenere un effetto rilassante e nutriente sulla pelle.

03 Finocchietto contro il mal di mare e mal d’auto. Un tempo le nonne consigliavano di masticare le foglie di finocchio per combattere il mal di mare: funziona anche per il mal d’auto, prevenendo il fastidio della nausea.

04 Coriandolo contro il mal di testa. Una tisana al coriandolo (un cucchiaino di frutti in una tazza di acqua bollente) combatte l’emicrania, soprattutto se dovuta a stress. Funzionano bene anche le frizioni sulla zona dolorante con alcune gocce di olio essenziale, che riattiva la circolazione, rilassa e distende.

39


natura amica

Verificate le vostre conoscenze in materia di piante e giardini

IL GIOCO-TEST PER SAPERNE DI PIù L’entusiasmo non basta per ottenere soddisfazioni dal terrazzo, dall’orto o da un piccolo giardino, e a volte l’informazione può essere carente o superficiale, limitandosi a recepire “leggende urbane” prive di fondamento, come avete letto nelle pagine precedenti. Questo test può aiutarvi a capire qual è il vostro livello di competenza: se il risultato dovesse essere un po’ scoraggiante, sarà una ragione in più per dedicarsi alla lettura di libri e manuali, visitare garden center, parchi e giardini, frequentare lezioni, incontri e corsi di giardinaggio e praticare tutte le altre attività che contribuiscono ad arricchire piacevolmente la propria cultura, non solo botanica.

1. Una specie acidofila… a- non sopporta il terreno acido b- esige un terreno con pH inferiore a 7 c- va nutrita con concime acido

❑ ❑ ❑

2. Si parla di giardino informale quando… a- ha una forma rigidamente geometrica ❑ b- ha un disegno libero e fantasioso ❑ c- ha una forma sbagliata ❑ 3. Le piante topiarie sono… a- potate in forme geometriche o figurative ❑ b- usate nell’orto per allontanare topi e talpe ❑ c- specie utilizzate nei giardini del passato per i loro significati simbolici ❑ 4. Le ninfee in un laghetto non amano... a- vivere in acqua bassa e ferma b- stare vicine a zampilli e giochi d’acqua c- restare esposte al pieno sole

❑ ❑ ❑

5. Una pianta sarmentosa è… a- rampicante, se trova un sopporto adatto ❑ b- tappezzante, perché sviluppa rami corti e compatti ❑ c- invadente, perché si riproduce da sola con estrema facilità ❑ 6. Le piante perenni sono caratterizzate… a- dalle foglie sempreverdi ❑ b- dalla capacità di andare in riposo in inverno, rinascendo a primavera ❑ c- dalla capacità di vivere anche decenni, come gli alberi ❑

40

7. Le piante officinali sono… a- specie decorative adatte per ambienti chiusi (uffici, appartamenti) b- specie destinate ad usi industriali, per ricavare fibre o altro c- specie aromatiche o medicinali per uso fitoterapico

❑ ❑ ❑

8. Un terreno dal quale sono state estirpate di recente vecchie rose… a- è perfetto per piante da fiore esigenti b- è perfetto per le piante acidofile c- è impoverito, va cambiato o arricchito

❑ ❑ ❑

9. Gli alberi autoctoni… a- sono un tipo di alberi esotici b- sono specie originariedel luogo c- sono frutto di modificazioni genetiche

❑ ❑ ❑

10. Per modificare il pH di un terreno… a- si mescola alla terra un po’ di sabbia o ghiaia fine b- si aggiungono ammendanti (calce per renderlo più alcalino, torba acida per renderlo più acido) c- si copre il terreno con uno strato di paglia e foglie secche per alcuni giorni 11. La pacciamatura è… a- il trattamento del manto erboso con la macchina aeratrice b- la protezione del suolo con uno strato di materiale organico o sintetico c- la protezione con mastice delle ferite da potatura su alberi e arbusti

❑ ❑

❑ ❑ ❑


12. Le piante decidue… a- sono le stagionali di durata breve b- vivono solo in clima mediterraneo c- perdono le foglie durante l’inverno e le riemettono al ritorno della primavera

❑ ❑ ❑

13. Hydrangea è il genere botanico a cui appartiene una pianta molto nota… a- la stella di Natale ❑ b- l’ortensia ❑ c- l’edera ❑ 14. Le piante dioiche… a- sono sempreverdi pur non essendo conifere, come il leccio b- fioriscono solo se si trovano in prossimità esemplari maschili e femminili, come l’agrifoglio c- hanno fusto legnoso, come la lavanda

❑ ❑ ❑

15. Le rose inglesi… a- sono varietà antiche di origine inglese ❑ b- sono quelle idonee solo per climi freschi ❑ c- sono varietà moderne facili, robuste e di lunga fioritura, fino all’autunno ❑ 16. Il compostaggio… a- è una moderna tecnica di cura degli alberi, come la dendrochirugia b- è una pratica di riciclaggio degli scarti organici del giardino c- è una tecnica di cura del prato

❑ ❑ ❑

17. La torba è… a- un fertilizzante artificiale ottenuto dagli scarti della lavorazione del carbone b- un terreno che si forma più facilmente dove si coltivato azalee e rododendri c- un prodotto naturale utilizzato per migliorare e alleggerire i terreni 18. Le bulbose primaverili come giacinti, tulipani e narcisi vanno piantate… a- alla fine della primavera, quando il clima diventa più caldo e asciutto b- a metà autunno, quando il clima tende ad essere fresco e umido c- al riparo perché non tollerano il gelo 19. Un angolo ombreggiato, fresco e umido è indicato per coltivare… a- clematidi, papaveri e peonie b- agapanto, dimorfoteca ed euforbia c- Hosta, Geranium e Astilbe 20. L’opus incertum è… a- un stile di posa di pavimentazioni (mosaico di lastre in forma irregolare) b- un tipico elemento dei giardini classici (piccola costruzione di stile informale) c- un orto-giardino di piante aromatiche, tipico dei chiostri medievali

❑ ❑ ❑

❑ ❑ ❑

❑ ❑ ❑

❑ ❑ ❑

Le risposte giuste: 1b, 2b, 3a, 4b, 5a, 6b, 7c, 8c, 9b, 10b, 11b, 12c, 13b, 14b, 15c, 16b, 17c, 18b, 19c, 20a

Fino a 5 risposte giuste

Da 6 a 10 risposte giuste

Da 11 a 15 risposte giuste

Oltre 16 risposte giuste

La conoscenza delle piante e delle tecniche di giardinaggio è a un livello elementare e richiede di essere migliorato: per ora scegliere piante decisamente facili e poco esigenti, il che non esclude di avere comunque grandi soddisfazioni.

Manca ancora un'autentica competenza in materia di giardinaggio, ma ci sono i segni evidenti di interesse e curiosità, basta poco per fare un salto di qualità e realizzare un giardino con piante interessanti e insolite, ma cercate di migliorare ancora!

Il vostro livello di conoscenza è decisamente buono: siete pronti per affrontare esperienze con piante delicate e un po’ capricciose, in casa o all’aperto, e per sperimentare la coltivazione di ortaggi rari o difficili anche in terrazzo.

Bravi! Il vostro profilo è quello di un giardiniere entusiasta e avventuroso che ama sperimentare nuove piante e non si scoraggia facilmente per gli inevitabili insuccessi. Il giardinaggio è per voi una passione che vi aiuta a vivere meglio.

41


LE PIANTE CI AIUTANO 42

...COSA METTO QUI? Guida pratica alla soluzione del problemi con una serie di piante ideali per risolvere alcuni classici dubbi e problemi in casa, balcone, terrazzo e giardino e avere un bel verde di lunga durata.


C

i sono piante di buona volontà che sembrano davvero voler accontentare il giardiniere più distratto e occasionale. Fatene tesoro perché sono utili sia per risparmiare tempo, soldi e fatica che per conservare la bellezza di uno spazio verde anche nei suoi angoli meno generosi. Ecco una rapida guida alle piante che offrono risposte efficaci alla classica domanda: “...e qui, che cosa ci metto?”

In piena ombra Oltre all’edera, che è un classico e cresce con vigore, in vaso provate aucuba e skimmia, arbusti molto generosi. Ombra anche per la bella hosta che forma steli con fiori rosa o bianchi in primavera e per la gardenia da coltivare in una situazione ariosa e con buona umidità. Il tasso in vasi profondi o in giardino è una di quelle piante che tollerano bene l’assenza di sole; se volete fiori e colori affidatevi a viole del pensiero, fucsie, begonie, elleboro e impatiens che rimane fiorito fino ai geli. E naturalmente ci sono le felci, regine dell’ombra umida, come la splendida Nephrolepis o felce di Boston dal flessuoso fogliame.

Nelle zone molto calde e soleggiate Melograno da fiore, callistemon dai curiosi fiori rossi a spazzolino, limone, cycas (simile a una palma), banano ornamentale: sono tutte specie idonee per terrazzi e giardini con molto sole. I fiori stagionali estivi che rendono bene dove fa molto caldo sono le surfinie, la portulaca, la lantana e tutti i tipi di lavanda, che resiste bene in terreno reso bollente dal sole. Ottime anche le erbe aromatiche mediterranee come rosmarino, timo, origano. La gazania fiorisce instancabile e, fra gli arbusti o alberi, tenete presenti la lagestroemia dalla ricca fioritura e l’oleandro.

Fiori per i climi freschi Scegliete piante che resistono agli sbalzi di temperatura tipici della collina e montagna, e ai geli invernali; bergenia, aquilegia, delphinium, digitale, lupino. Alberi e arbusti come il maggiociondolo, il faggio (di tanti tipi, anche con foglia rossa) e la betulla sono ottime soluzioni durevoli.

Fiori velocissimi IN VERTICALE • Siete alla ricerca di una pianta che possa coprire rapidamente una parete, e fiorire? La scelta è molto ampia. Se avete contenitori profondi, e l’esposizione è soleggiata, scegliete il caprifoglio. Quello con fiori arancioni o rosa è molto decorativo, ma non profumato; il caprifoglio classico a fiori bianchi è invece molto profumato. Tenete presente che tende ad accumulare in alto una massa di fogliame ricadente, spogliandosi alla base. • La parete o il grigliato sono in ombra? Provate l’ottima e durevole ortensia rampicante, che ha bellissimo fogliame verde brillante e fiorellini in larghe ombrelle rade, tra maggio e giugno. Vive per molti anni. • In vasi di media dimensione dà soddisfazione la dipladenia (sotto), oggi facilmente reperibile e dalla lunga fioritura se viene concimata con regolarità.

Soluzioni per chi ha poco tempo A sinistra, foto grande: mettete i tuberi di canna d’India in vasi profondi o in aiuola, per avere fioriture tropicali senza alcuna fatica. Foto piccole a destra dall’alto: il melograno da fiore tollera l’aridià. Il senecio dalle belle foglie grigie è ideale al sole, con vento salmastro. La photinia forma rapidamente una siepe che ha foglie rosse in primavera e fiori bianchi in maggio-giugno.

43


natura amica

In ombra e con cure zero La bergenia è una pianta perenne straordinaria: non chiede cure, non si ammala, vive per molti anni e fiorisce nel cuore dell’inverno; le larghe foglie sono presenti tutto l’anno. Ideale per angoli ombreggiati in giardino o vasi profondi.

Ombra e Mezz’ombra • Se terrazzo e giardino sono in ombra rallegrate lo spazio con vasi e ciotole di coleus, pianta stagionale dal fogliame splendido, disponibile in tante sfumature e screziature dal verde, al rosso, giallo, arancione e violetto. Non appena si formano i fiorellini centrali, in spighe bianche, toglieteli; in questo modo l’esemplare produrrà altre foglie. Concimate con un prodotto liquido ogni 8-10 giorni e preferite contenitori profondi per ridurre il rischio di rapida disidratazione del terriccio: se appassisce, difficilmente si riprende. • Tutti i tipi di fucsia apprezzano le posizioni con poco sole, dove fioriscono bene se viene mantenuta un’elevata umidità. In estate, attenzione al ragnetto rosso che si installa nella pagina inferiore del fogliame; se ciò avviene utilizzate un insetticidaacaricida. • Anche gli strani ed esotici fiori della Gloriosa, una pianta tuberosa di origine tropicale, apprezzano le posizioni parzialmente ombreggiate dove sbocciano di continuo fino ai geli.

Per un balcone in pieno sole In pianura Padana i gerani al pieno sole non sempre danno buon risultato: sostituiteli con la portulaca (qui la generosa varietà Duna®) che fiorisce fino ai geli.

44

In suolo argilloso e pesante Puntate su piante che tollerano queste condizioni: piracanta, cotogno da fiore, glicine, rincospermo (falso gelsomino), kerria dalla fioritura gialla in primavera. la maggior parte delle rose. Anche le peonie erbacee tollerano il suolo argilloso, se fertile. Tra le piante da frutto, il pero è quello che mostra di tollerare meglio il suolo pesante. Dove la terra è molto umida Avete angoli dove il suolo rimane a lungo bagnato? Piantate il bellissimo ibisco di palude che in estate apre i suoi enormi fiori rossi. Ontano, salice e pioppo crescono bene; se il suolo è umido ma anche leggero, coltivate la spettacolare gunnera dall’enorme fogliame e fate fiorire l’iris d’acqua, idoneo anche per i bordi di stagni e ruscelli.


a u t a l a t e l Comp o s a v n u n casa co

. e v r e V

Verve Cassetta 30cm Tortora

AQ

B

BO

N

RU

T

Via del Lavoro, 10 - 36070 Brogliano (VI) - Italia Tel. +39 0445 947344 - Fax +39 0445 947239 info@nicoli.com - www.nicoli.com


PROGETTAZIONE

UN POSTICINO

TUTTO MIO

Angoli “privati� e incantevoli in cui sedersi da soli o insieme a qualcuno che si sta a cuore, per assaporare un momento speciale di contatto con la natura del balcone, terrazzo e giardino.

46


Interpretazioni d’artista. Qui sopra: un salotto all’aperto immerso nei profumi delle aromatiche. A sinistra dall’alto: muretti sinuosi in riposanti toni dell’azzurro e un gazebo in tubi di acciaio rosso.

A letto IN GIARDINO E IN TERRAZZO • Un’interpretazione moderna dello stile orientale propone la pergola-gazebo sostenuta da colonne in cemento lavorate a effetto bambù e un rivestimento in legno tropicale lucidato, sul quale stendere una stuoia con cuscini: per riposare, meditare, fare yoga all’aperto, accolti dal verde e dai suoni della natura. è uno dei giardini premiati lo scorso anno al Bloom, grande mostra di progetti creativi che si tiene a Dublino dal 28 maggio al 2° giugno 2015.

N

el pensare lo spazio verde, non bisognerebbe mai trascurare la progettazione di qualche angolo riparato, intimo, magari un po’ solitario e appartato. Un angolo in cui ritirarsi anche solo pochi minuti ogni giorno, per recuperare le energie mentali, riflettere con lucida calma sui problemi da affrontare o semplicemente farsi un pisolino... Trucchi e suggerimenti per piccoli spazi

Terrazzi e giardini di piccola dimensione sembrano rendere più difficile la possibilità di creare un angolo intimo, perché i confini sono molto evidenti, talvolta incombenti, come nel caso di uno spazio verde chiuso tra alte pareti, tipico dei contesti urbani. Un’eccellente soluzione per dissimulare muri e recinzioni è creare siepi e bordure con una buona scelta di fiori e fogliame. Una serie di grigliati o paraventi di legno, meglio se originali e insoliti (vedere a pag. 49) può celare la visione sconfortante di un muro grigio, sfruttando la dimensione verticale 47


progettazione

per farvi crescere un arazzo di rampicanti da fiore, mescolati a specie sempreverdi che garantiscano una schermatura vegetale anche in inverno. Cancellare la visione dei confini, aprendo il giardino verso l’esterno, è ancora più utile se il giardino è inserito in un contesto naturale o di valore estetico, che in questo modo sarà integrato dallo sguardo nello spazio verde. Pochi metri quadrati sul retro di casa, un cortiletto, un terrazzo un po’ trascurato: anche lo spazio più minuscolo può diventare una stanza verde piacevole e fruibile. Le piante sono necessarie per dare vita all’area esterna: quando lo spazio è minuscolo, meglio lasciare libero il centro e sfruttare al massimo il perimetro. Valutate anche la possibilità di creare un punto d’acqua che fornisca freschezza e rifletta la luce in modo da ampliare lo spazio percepito: basta una fontanella o una minivasca in cui potrete ospitare anche un paio di ninfee. Oggetti trasparenti e superfici specchianti moltiplicano le immagini, creando l’illusione che lo spazio sia più grande. Chi preferisce rilassarsi può rendere protagonista una chaise longue, una poltroncina o un dondolo, dal quale cullarsi mentre la mente trova finalmente libertà e riposo. Da soli o in compagnia In alto: un salotto all’aperto in prossimità dell’aiuola parzialmente interrata, con enormi “cuscini” di bosso e lonicera potata. Sotto: la semplicità del legno in linee contemporanee e il tonico color lilla del lettino da sole di design. 48


Idee da copiare

Muri e protezioni La creazione di zone protette e intime avviene anche grazie a idonei sistemi di separazione fra le diverse aree di un giardino o terrazzo. Potete creare queste separazioni con siepi o arbusti, anche in grandi vasi, oppure utilizzare formule inconsuete che danno forza e carattere all’ambiente. 1. Una bordura di separazione e di decorazione ottenuta con l’impiego di moduli metallici in acciaio corten, un materiale che ha ottima resistenza alle condizioni atmosferiche anche nello stato non dipinto, con la sua naturale patina brunastra, uniforme e gradevole, con suggestive variazioni di tonalità cangianti negli anni. 2. Uno schermo in pali di legno impregnato e lucidato, disposti a ellisse con spaziatura uniforme per ottenere un angolo intimo e accogliente. 3. La parete a sbalzo, dipinta in color terracotta, è in gesso lavorato a mano. 4. Pietre irregolari si intrecciano obliquamente nel muro di recinzione. 1. Un doppio schermo in mosaico di granito grigio.

49


DALLE AZIENDE

IDEE E NOVITà

Prodotti, servizi e soluzioni che rendono più facile e piacevole vivere nel verde e curare le piante e i giardini

Per un verde splendido, COMPO consiglia...

• COMPO SANA® Terriccio per Gerani

Contiene tutti gli elementi nutritivi richiesti dai gerani e dalle piante a grande fioritura e garantisce una crescita sana e rigogliosa grazie al Guano, concime naturale ricco di elementi nutritivi. La struttura del terriccio è leggera e porosa, grazie alla presenza di torba neutra di sfagno a fibra sottile e fiocchi di perlite; assicura lo sviluppo in profondità delle radici, attivato dall’Agrosil®.

• COMPO Blu Concime Universale

è ricco di mesoelementi e microelementi quali Magnesio, Boro, Zolfo e Zinco, per una sana crescita di tutte le piante.

COMPO Concime Idrosolubile Universale è ideale per tutte le piante dell’orto, giardino, balcone e tappeti erbosi. Prontamente assorbibile, favorisce fruttificazioni abbondanti e dona alle piante maggiore resistenza alle malattie. Può essere somministrato con annaffiatoio, nebulizzatore o sul terreno.

• COMPO Fazilo Pronto Uso

è un insetticida-acaricida pronto all’uso ad ampio spettro d’azione, costituito da principi attivi di origine naturale. Utile per tutti i comuni parassiti delle piante ornamentali: Cacyreus marshalli (farfallina del geranio), afidi, acari, tripidi, aleurodidi, cicaline e cocciniglie Nei punti vendita COMPO è disponibile la guida Giardinaggio Fai da te 2015 Per saperne di più: www.compo-hobby.it

50

STOP ALLE ZANZARE... e una tutela per gli amici a quattro zampe! • ZAPI ZANZARE INSETTICIDA CONCENTRATO B.I.A. PLUS è la soluzione ideale per difendersi dalle zanzare e pappataci (flebotomi), che possono causare anche febbre nell’uomo, sono fastidiosissimi e responsabili della Leishmaniosi canina, molto pericolosa per i cani. • Formulato con tecnologia B.I.A., solvente a Basso Impatto Ambientale • Nessuna fitotossicità per l’uso nel verde • Azione abbattente e prolungata nel tempo • Assenza di odori sgradevoli post-trattamento • Facile dosaggio grazie al flacone “giusta dose” Ha una lunga azione residuale e da un elevato potere abbattente, è inodore e non macchia le superfici. Può essere impiegato nelle aree esterne e verdi per il controllo di zanzare comuni, zanzara tigre, pappataci (flebotomi), mosche, zecche in prossimità di allevamenti, vespe, pulci, cimici, ecc. • Conviene anche, da subito, impiegate ZAPI ZANZARE INSETTICIDA LARVICIDA COMPRESSE pronte all’uso contro le larve di zanzara tigre e comune che si trovano nei tombini e ristagni d’acqua; agisce dopo poche ore e mantiene un’azione larvicida per 3-4 settimane. info: www.zapigarden.it, www.zapizanzare.it


cifo: dalle piante la soluzione naturale alla protezione delle piante • Cifo Linea Barriera Naturale è la soluzione ideale per proteggere le piante in maniera salutare ed efficace. Dai laboratori Cifo due innovativi formulati, Propoli Cifo e Cifoblok, in grado di intensificare le naturali difese delle piante, attivando il loro sistema Immunitario. • Cifoblok è un prodotto naturale, di nuova concezione, contenente estratti vegetali (Echinacea, Tormentilla, Aloe) e sali minerali. stimola la biosintesi di sostanze endogene che fortificano i tessuti della pianta rendendoli più resistenti ed inibendo lo sviluppo di patogeni (oidio e peronospora) particolarmente diffusi sia su piante ornamentali che su quelle da orto e giardino. Propoli Cifo è completamente naturale a base di propoli, in grado di stimolare nella pianta le difese naturali. L’elevato contenuto di “galangine” contenute in Propoli CIFO attiva le resistenze delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus. • L’utilizzo regolare su orticole, frutticole e ornamentali irrobustisce le piante e crea un ambiente sfavorevole al proliferare dei patogeni, consentendo di prevenire molte delle cause più comuni di stress, le piante saranno così più vitali e rigogliose. I prodotti sono a base di estratti vegetali o minerali presenti in natura, ricchi di composti in grado di proteggere e fortificare le piante donandogli maggiore splendore nel massimo rispetto dell’uomo e dell’ambiente. Info: info@cifo.it - www.cifo.it

IL MIO RACCOLTO, le tue piante da orto... nel sacco! • Coltivare le piante da orto, in vaso o direttamente nel sacco, è un piacere a cui non rinunciare. L’innovativa gamma di substrati Vigorplant concepiti per queste esigenze comprende anche un prodotto specifico per i peperoncini alimentari e ornamentali, passione di tanti Italiani. Indispensabili in cucina per chi ama la tradizione italiana così come la ricerca di sapori esotici, i peperoncini sono oggi ancora più facili da far crescere sotto i nostri occhi: in un vaso, cassetta o balconiera, o direttamente nel sacco, grazie a Il mio raccolto - Peperoncini alimentari e ornamentali, nella linea biologica Il Mio Raccolto. Si tratta di un prodotto che nasce da un’attenta miscelazione di torbe selezionate e materie prime rinnovabili, come il cocco e l’humus di corteccia. • La linea comprende altri tre prodotti specifici, utilizzabili sia in vasi e cassette che direttamente nel sacco: Il Mio Raccolto - Pomodori-melanzane-peperoni Il Mio Raccolto - Lattuga e ortaggi da foglia Il Mio Raccolto - Fragole-lamponi-frutti di bosco • L’innovazione di questi prodotti consiste nella possibilità di coltivare direttamente nel sacco, forandolo sul fondo per sgrondare l’acqua in eccesso e ritagliando lungo le linee tratteggiate per creare i fori nei quali seminare o trapiantare i diversi tipi di piante da orto, le fragole e i frutti di bosco. Vigorplant ha scelto, per questa gamma, un profilo di alta qualità di materie prime e una formulazione innovativa che va incontro alle nuove passioni dei milioni di italiani che coltivano ortaggi in vaso, per il piacere di raccogliere “a km zero” e di ritrovare sapori genuini. Info: www.vigorplant.it

51


La stagione del CUORE • Il cuore è di moda. La sagoma del cuore è protagonista della stagione primaverile-estiva 2015 anche in terrazzo e in giardino, dove può essere presente in molti modi diversi, tutti ugualmente attraenti e decorativi.

• Il cuore è simbolo di spiritualità, emozione, affetto e amore; un tempo si riteneva che fosse il cuore, e non il cervello, la sede della mente e dell’intelligenza. E se il cuore rosso, in molte culture, esprime la passione e la vitalità sanguigna dell’amore fisico, nella decorazione floreale esso rappresenta anche l’amicizia e la volontà di vivere in pace e serenità con il mondo naturale. • Interpretate il cuore secondo le vostre ispirazioni creative: in forma di ghirlanda da appendere alla porta o da porre sul tavolo, con fiori freschi o essiccati; come decorazione in tessuto, da utilizzare come segnaposto e da regalare ai commensali; come candelina profumata. • E se avete una vecchia panchina in legno, scarteggiate e ripulite bene la sua superficie e poi mano al pennello: con gli smalti ad acqua, facilissimi da stendere, potete disegnare uno splendido cuore che aspetta chi vorrà sedersi a osservare il giardino o i fiori in terrazzo.

L’ARTE DI VIVERE 52

www.verdeliberatutti.org


Quando i FIORI sono nel piatto • Il menu a base di fiori è una proposta elegante e gradevole da condividere con gli amici: dall’antipasto al dolce, tutto è floreale. • Per antipasto, insalatina con viole e petali di rosa fritti in pastella. Poi riso con calendula e nasturzi, pesce al vapore con carciofi (che sono i boccioli del fiore...) e cavolfiore gratinato. Il dessert? Omelette dolce con borragine, torta ai fiori di gelsomino e caffé con biscottini alla lavanda.

Uncinetto che passione • Torna di gran moda l’hobby dell’uncinetto creativo, attività che non richiede molta pazienza: se lavorate con un filo di cotone o di lana non troppo sottile, i risultati si vedono in brevissimo tempo. • Abiti, cappelli, borse, costumi da bagno: con l’uncinetto e un po’ di pazienza si può fare di tutto. Riservato a chi ha precisione e mano ferma il lavoro di preparazione delle bomboniere: piccoli sacchetti in filo di cotone, da colmare con lavanda profumata.

Niente mimose per Madonna • La superstar italoamericana, ospite di Fabio Fazio in marzo, non ha gradito il mazzo di mimose offerto dal conduttore e non appena la trasmissione è terminata ha gettato il mazzo, sprezzante e infastidita. Eppure Madonna ha il pallino dei fiori: nel suo camerino esige sempre la presenza di mazzi di rose e ben tre persone del suo staff di oltre 200 assistenti sono incaricate di controllare che i vasi di fiori freschi siano disposti secondo le sue preferenze. E la sua villa di Beverly Hills ha un giardino enorme con piante tropicali rare, scelte da lei personalmente.

53


l’arte di vivere

L’anno della LAVANDA • Profumata e virtuosa, la mediterranea lavanda trova quest’anno grande spazio negli assortimenti dei vivaisti: coltivatela in vaso o in bordura, al sole, scegliendo le varietà classiche o quelle meno note, come la lavanda bianca. • I rametti di lavanda, si dice, portano fortuna e salute: raccoglieteli e fateli essiccare per creare mazzolini da regalare. • I rametti di lavanda, si dice, portano fortuna e salute: raccoglieteli e fateli essiccare per creare mazzolini da regalare. In infuso, sono sedativi, calmano il mal di testa e lo stress. • Provate anche i muffin alla lavanda: basta aggiungere a un normale impasto da muffin un cucchiaino di fiori di lavanda essiccati e ben conservati (devono essere intensamente profumati): il sapore dei dolcetti è gradevolissimo.

54

Una primavera a quadretti • Torna in voga il tessuto a quadretti, quello tipico della tovaglia da picnic, magari rivisitato in colori diversi: dal viola intenso, in armonia con decorazioni come le lanterne, le candele e i fiori da porre al centro della tavola, fino al lilla gentile e delicato da utilizzare per i cuscini da giardino. Oppure nella classica versione bianca e rossa, ma a forma di cuore. •

E magari, perché no, anche per una borsa chic: disegnata da Prada, è ispirata proprio ai tessuti da tovaglia.


zapi


Per gli amici A QUATTRO ZAMPE

BIANCOSPINO... e sai cosa bevi

• Uno dei maggiori divertimenti dei bimbi è quello di giocare con ciò che la natura, nella sua semplicità, mette a disposizione. Giardino e terrazzo devono quindi necessariamente diventare uno spazio da vivere insieme agli animali, con esiti molto positivi sullo sviluppo delle conoscenze e competenze e con vantaggi consistenti nell’ambito neuropsichiatrico. Trascorrere del tempo all’aperto con il cane, divertirsi con il gatto o con gli altri pet è un sistema efficace per distrarsi dallo stress dei momenti scolastici e per imparare a osservare il mondo naturale anche attraverso le reazioni e le curiosità degli amici a quattro zampe.

• Sia i fiori che le bacche hanno efficaci proprietà ipotensive (abbassano la pressione) e cardiotoniche. è una pianta cosiddetta “adattogena”, che cioè esplica gli effetti solo in caso di bisogno. Questo significa che chi ha già la pressione bassa non sarà danneggiato dalle tisane di biancospino: la pressione rimarrà invariata, mentre sugli ipertesi normalizza i livelli di pressione e corrobora il cuore, se è affaticato.

• La presenza di un balcone o terrazzo aiuta a stimolare la convivenza e la relazione fra bambini e animali domestici. Persino in città c’è chi tiene in terrazzo non solo cani e gatti, ma anche piccoli recinti per i conigli nani, furetti e gabbie per roditori quali cavie e cincillà, animali da affezione che si relazionano bene con i bambini. Occorrerà tenere sotto controllo i cani di piccola taglia. I balconi andrebbero recintati con una rete a maglie abbastanza fitte alta circa 1,8 m, con 20 cm di rientranza verso l’interno in orizzontale per impedire all’animale di arrampicarsi.

• Si usano i fiori in boccio (da raccogliere in aprilemaggio), le foglie (in giugno) e i frutti rossi (pronti a settembre). Si seccano su graticci in luogo aerato e ombroso; le bacche si possono seccare in forno a 60° per 15 minuti e si conservano in barattoli di vetro ben chiusi, al buio.

• Quanto ai gatti, alcuni arrivano a camminare indisturbati sull’orlo del parapetto del balcone: in questo caso è importante che i bambini siano consapevoli del rischio e che quindi adottino un comportamento che non provochi un “volo” indesiderato e pericoloso.

• Arbusto spontaneo italiano, rustico e poco esigente, il biancospino (Crataegus monogyna, C. oxyacantha) cresce bene in quasi tutti i terreni, purché soleggiati: all’ombra non fiorisce. I rami spinosi si popolano di fiori bianchi in primavera e bacche rosse in autunno, e ha il vantaggio di essere davvero resistente: va annaffiato solo nella prima estate dopo l’impianto, poi non richiede altre cure.

BENESSERE & VITALITÀ

www.verdeliberatutti.org

56


Un naso IN SALUTE • I pollini sono nell’aria... e molte persone soffrono in questo periodo di fastidiosi fenomeni di allergia nasale, che possono scatenare la sinusite: in questo caso è necessario tenere sotto controllo l’allergia, mediante prevenzione omeopatica o evitando le fonti d’allergia e l’esposizione prolungata all’aperto vicino a piante che emettono polline allergenico. Per scongiurare la sinusite, si possono utilizzare una quindicina di gocce di essenze come pino, menta, eucalipto e rosmarino, che sono balsamici ed espettoranti; basilico e arancio amaro che hanno ruolo antinfiammatorio. L’operazione dei suffumigi si fa versando le gocce una pentola d’acqua bollente e inalando i vapori (non troppo bollenti, ovviamente) per 10 minuti, coprendo la testa con un panno. • Rinforzare le difese immunitarie aiuta a prevenire e combattere la sinusite. Consumate abbondanti porzioni di frutta e verdura, in quanto sono alimenti ricchi di antiossidanti (specialmente vitamine C ed E). Bevete in abbondanza liquidi caldi, come brodo, latte e tè verde, evitate alcool e fumo.

Avocado: un frutto da conoscere e da usare • Viene dal Messico, dall’Indonesia e dai Caraibi questo frutto dal sapore eccellente e dalle ottime proprietà terapeutiche. • Il suo consumo regolare è di aiuto per diminuire la presenza di colesterolo “cattivo” nel sangue, e quindi aiuta a prevenire l’arteriosclerosi e le patologie causate dall’ostruzione del cuore e delle arterie. Inoltre è ricco di fitonutrienti, elementi antiossidanti che aiutano a liberare la cellula dai radicali liberi. L’Università dello stato dell’Ohio, in USA, ha dimostrato che il consumo di avocado ha una funzione di deterrente nella formazione delle infezioni e malattie della bocca. • Provatelo anche per mantenere la salute e la bellezza della pelle delle mani, miscelando un avocado maturo, un tuorlo d’uovo, un cucchiaino di olio e.v. di oliva e un limone. Tagliate a metà l’avocado e prelevate la polpa con un cucchiaio, schiacciandola finemente con una forchetta. Incorporate il tuorlo e l’olio. Spremete qualche goccia di succo di limone e mescoliamo con cura. Applicate sulle mani il composto e lasciamo in posa per 15 minuti, poi sciacquate le mani con acqua tiepida e un sapone neutro: le mani saranno ben nutrite, liscie e vellutate

Pulizie di primavera? Con il BASILICO, ottimo disinfettante • Non solo nel celebre pesto genovese: il basilico, come molte altre erbe aromatiche, ha anche un’azione disinfettante e detergente. Provate questa semplice ricetta per le disinfestazioni stagionali della dispensa e della cucina. Miscelate 10 gocce di essenza di basilico, reperibile nelle erboristerie, con 20 g di foglie secche d’alloro spezzettate, 20 g di frutti secchi di ginepro, 20 g di foglie secche di rosmarino. Lasciate questo pot pourri in una ciotola da mettere in cucina o nei mobili della dispensa: sarà efficace per un mese, poi bisognerà aggiungere di nuovo l’essenza di basilico la cui fragranza, insieme alle altre aromatiche impiegate, scoraggia la presenza delle farfalline che a volte infestano farine, pasta e riso.

57


benessere & vitalità

Camminare FA PROPRIO BENE

• La camminata sportiva nota come “nordic walking” è un’attività motoria facile, poco costosa e divertente, alla portata di tutti. Fa bene al cuore e circolazione, rafforza braccia e spalle, migliora la postura della schiena e tonifica glutei e addominali. Nato nei Paesi Scandinavi tanti anni fa, questo sport era inizialmente praticato dagli atleti dello sci di fondo durante la preparazione estiva e autunnale. Solo in anni recenti è stato perfezionato e sviluppato in un vero e proprio esercizio di fitness, rendendo subito evidenti i suoi benefici. • Consiste in una camminata con i bastoncini (racchette), usate per spingere e non come appoggio: lo scopo è quello di coinvolgere il maggior numero possibile di muscoli per ottenere un buon consumo energetico e migliorare la forma fisica. • Tra i numerosi vantaggi c’è quello che è facile da praticare anche in città come sui sentieri di montagna, sulla spiaggia, nei parchi e persino indoor, nelle palestre. Va bene per tutti, ovviamente con il consiglio del medico nel caso di anziani o persone con difficoltà psicofisiche, perché camminare è il movimento naturale per eccellenza e camminare con i bastoncini è qualche cosa in più. Con poco tempo a disposizione si riesce a fare molto, basta uscire di casa e via subito in movimento!

Il sonno “buono” con l’’aiuto DELLE PIANTE • L’insonnia è un disturbo molto comune in primavera, legata al cambio di stagione. Si manifesta attraverso l’impossibilità di addormentarsi entro una mezz’ora, o di riaddormentarsi se svegliati nel cuore della notte. Fanno parte dei disturbi del sonno anche i risvegli frequenti o anticipati rispetto all’orario della sveglia. Costituisce un problema che non permette di sentirsi riposati al mattino e che genera ansia. • La prima regola per evitarla è la prevenzione, ossia evitare, nelle ore serali, sostanze e comportamenti nemici del sonno: cibi pesanti e grassi, sostanze eccitanti (caffè, tè, cioccolato, alcolici, nicotina), attività sportive intense, discoteca con luci forti e musica ad alto volume. Occorre anche evitare di stare a lungo davanti a pc, smartphone e tablet ed è molto utile non tenere temperature troppo alte in stanza da letto. • Per facilitare l’arrivo e il mantenimento del riposo, oltre alla camomilla, rimedio d’elezione per calmare i nervi, placare gli stati d’ansia e, di conseguenza, favorire un buon sonno continuativo, ci sono altre piante che svolgono una funzione analoga, come il tiglio, la lavanda, l’arancio amaro, la melissa e la noce moscata. Il papavero esercita un’efficace azione sedativa del sistema nervoso, ampiamente utilizzata nei secolo passati addirittura per fare addormentare i bambini; oggi si utilizza con molta moderazione, in infusi e tisane.

58

SPORT E SALUTE


ital agro


Spettacolo a MERANO • I Giardini di Castel Trauttmansdorff a Merano riuniscono in un anfiteatro naturale paesaggi esotici e mediterranei, vedute mozzafiato sugli scenari montani circostanti e su Merano baciata dal sole.

BUGA, il grande show in Germania • Dal 1951, ogni due anni in Germania si tiene l’evento BUGA, qualcosa di più di una mega-mostra di giardinaggio; per 6 mesi lo show propone giardini, cultura, intrattenimento, valorizzazione turistica e ambientale, attraverso la riqualificazione di un territorio che si trasforma poi in parco permanente, come accadde nel 2005 all’aeroporto dismesso di Monaco, in Baviera. Quest’anno l’evento, che dura sei mesi (dal 18 aprile al 31 ottobre) si tiene nella regione dell’Havel, ed è realizzata in diverse città: Brandeburgo, Premnitz, Rathenow, Havelberg (tutte a poco più di un’ora di auto da Berlino).

• In più di 80 ambienti botanici prosperano e fioriscono piante da tutto il mondo con stazioni multisensoriali, suggestivi giardini a tema, padiglioni artistici. Quest’anno sono protagoniste le piante tropicali di grande importanza economica, sociale e culturale: la nuova stagione 2015 presenta la mostra “Cacao, Vaniglia & Co.” Quest’anno, oltre alla fioritura dei 350.000 bulbi primaverili ci sarà anche un’altra sorpresa: nell’ambito del progetto “Merano Nature Art – Primavera 2015” e del festival “Primavera Meranese”, l’artista giapponese Ichi Ikeda realizzerà un’installazione di Land Art nel Laghetto delle Ninfee. Info: www.trauttmansdorff.it, www.meranerland.com

• Innumerevoli i motivi di interesse, dai giardini dimostrativi allestiti per queste occasioni alle mostre temporanee che si succedono nei 6 mesi e agli eventi culturali previsti: da non perdere. Info: www.buga-2015-havelregion.de

VERDEUROPA TURISMO & GIARDINI www.natuweb.it

60


Verdeuropa

I giardini e le spiagge del poeta Yeats

• Questo è l’anno di Yeats, poeta, drammaturgo e scrittore e mistico irlandese, nato a Dublino ma lungamente vissuto nel selvaggio Nord-Ovest dell’isola, nella cittadina di Sligo, e nel castello di Coole a Gort, a poca distanza dalle coste dell’Atlantico. Oggi Coole Park è parco nazionale, per proteggere la sua pregiata collezione di alberi e gli incantevoli giardini ai quali Yeats dedicò i suoi versi (www.coolepark.ie) • Gort e Sligo sono sulla rotta della Wild Atlantic Way, percorso turistico ed escursionistico di oltre 2400 km lungo la costa irlandese. Info: www.irlanda.com

EMOZIONI IN FIORE nei giardini e nelle campagne olandesi • Non solo tulipani, che fioriscono a milioni nell’enorme parco di Keukenhof a poca distanza da Amsterdam e ora collegato con un comodo servizio bus anche alla bella cittadina di Harlem. In questo periodo tutti i fiori da bulbo sono protagonisti, e fino alla fine di maggio è possibile ammirare i chilometri di campagna in fiore e gli innumerevoli giardini che l’Olanda offre agli appassionati. Al Frans Hals Museum e a Keukenhof i visitatori conoscere meglio la “febbre dei tulipani” nel XVII secolo, ascoltando affascinanti racconti sulla speculazione del tulipano. Quest’anno si potrà assaggiare anche un nuovo tipo di birra dal nome “Tulpomaniabier”, dedicata al tulipano! Info: http://www.holland.com, www.keukenhof.nl

Parco Sigurtà: un progetto di arte e fiori

• Il meraviglioso Parco Sigurtà a Valeggio sul Mincio (MN) apre la stagione con un evento dedicato all’arte e ai fiori: la premiazione del progetto artistico “Parco Sigurtà e le sue fioriture” realizzato in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia. • Incantevole in tutte le stagioni, a primavera il Parco offre spettacolo con le fioriture di azalee, gli aceri che emettono il nuovo fogliame e i prati verdissimi; un contesto paesaggistico da assaporare a piedi o in bici, nel silenzio, a poca distanza dal lago di Garda. Info: www.sigurta.it

61


SCELTA NATURALE

I SOCI DI PROMOGIARDINAGGIO / produzione

ALCE SRL 42045 Luzzara RE Tel. 0522 976798 info@alceweb.com www.alceweb.com

AZ. AGR. ORTO MIO 47100 Forlì FC Tel. 0543 799097 info@ortomio.it www.ortomio.it

BLUMEN SRL 29100 Località Le Mose PC Tel. 0523 573260 blumen.info@blumen.it www.blumen.it

CIFO SPA 40016 San Giorgio di Piano BO Tel. 051 6655511 info@cifo.it www.cifo.it

CLABER SPA 33080 Fiume Veneto PN Tel. 0434 958836 info@claber.com www.claber.com

COMPO Agro Specialities Srl 20811 Cesano Maderno MB Tel. 0362 512.1 info.compo@compo.com www.compo-hobby.it

COPYR SPA COMPAGNIA DEL PIRETRO 20157 Milano MI Tel. 02 3903681 copyr@copyr.it www.copyrgiardinaggio.it www.copyr.eu

ERBA SRL 20060 Bussero MI Tel. 02 95039114 erba@erbasrl.it www.erbasrl.it

EUROEQUIPE SRL 40056 Crespellano BO Tel. 051 734808 hidroself@hidroself.it www.hidroself.com - www.sandokan.com

EURO3PLAST SPA 36021 Ponte di Barbarano VI Tel. 0444 788200 info@euro3plast.com www.euro3plast.com

EXEL GSA 69653 Villefranche Cedex - Francia Tel. 0033 4 74624848 exelgsa@exelgsa.com www.exelgsa.com

FERRARI GROUP SRL 43022 Basilicagoiano PR Tel. 0521 687125 info@ferrarigroup.com www.ferrarigroup.com

FERTIL SRL 24050 Calcinate BG Tel. 035 4423299 info@fertil.it www.fertil.it

FLORAGARD VERTRIEBS GMBH 26135 Oldenburg - Germania Tel. 0049 441 2092187 sassi@floragard.de www.floragard.com

GF SRL 42015 Correggio RE Tel. 0522 637301 info@g-f.it www.g-f.it

GUABER SRL 40033 Casalecchio di Reno BO Tel. 051 9961111 info@guaber.com www.guaber.com

HUSQVARNA ITALIA SPA 23868 Valmadrera LC Tel. 034 1203111 www.gardena.com www.mcculloch.com

OZ PLANTEN B.V. 1430 BB - Aalsmeer (Olanda) Tel. +31 297 380780 info@ozplanten.nl www.ozplanten.nl

ITAL-AGRO SRL 26857 Salerano sul Lambro LO Tel. 0371 71090 ital-agro@ital-agro.it www.ital-agro.it

NICOLI SRL 36070 Brogliano VI Tel. 0445 947344 info@nicoli.com www.nicoli.com

ORVITAL SPA 20019 Settimo Milanese MI Tel. 02 3355591 info.orvital@orvital.it www.orvital.it

Kollant Srl 30030 Vigonovo (VE) Tel. 049 9983000 info@kollant.it www.kollant.it

FRANCHI SEMENTI SPA 20123 Milano MI Tel. 035 526575 info@franchisementi.it www.franchisementi.it


produzione

www.promogiardinaggio.org

PLASTECNIC SPA 23888 Perego LC Tel. 039 5311271 plastecnic@plastecnic.it www.plastecnic.it

RAMA MOTORI SPA 42100 Reggio Emilia RE Tel. 0522 481111 verdemax@rama.it www.verdemax.it

servizi

I SOCI DI PROMOGIARDINAGGIO / distribuzione

TERCOMPOSTI SPA 25012 Calvisano BS Tel. 030 9968101 (r.a.) informazioni@tercomposti.com www.tercomposti.com

Dom Sementi

SDD SPA 33050 Mortegliano UD Tel. 0432 760442 F info@sementidotto.it www.sementidotto.it

STOCKER SRL 39011 Lana (BZ) Tel. 0473 563277 info@stockergarden.com www.stockergarden.com

VALAGRO SPA 66041 Atessa CH Tel. 0872 8811 info@valagro.com www.valagro.com

TERFLOR SRL 25031 Capriolo BS Tel. 030 7364325 info@terflor.it www.terflor.it

VIGORPLANT ITALIA SRL 26861 Fombio LO Tel. 0377 430345 info@vigorplant.it www.vigorplant.it

ZAPI INDUSTRIE CHIMICHE SPA 35026 Conselve PD Tel. 049 9597777 dottorzapi@zapi.it www.zapigarden.it

CENTRO DEL VERDE TOPPI SRL 21040 Origgio VA Tel. 02 96732323 market@toppi.com www.toppi.com

Centro Giardinaggio San Fruttuoso SAS 20052 Monza MB Tel. 039 742102 info@giardinaggiosanfruttuoso.it www.giardinaggiosanfruttuoso.it

GARDEN TEAM 37010 Pastrengo VR Tel. 045 6770551 info@gardenteam.biz www.gardenteam.biz

Self srl 10040 Rivalta di Torino TO Tel. 011 3996200 info@selfitalia.it www.selfitalia.it

SOCIETà agricola del lago SRL 21100 varese VA Tel. 0332 320788 giacomo@agricoladellago.it www.agricoladellago.it

VIRIDEA SRL SOCIETà AGR. 20090 Cusago MI Tel. 02 90390787 info@viridea.it www.viridea.it

GIARDINIA SCARL 20049 Concorezzo MB Tel. 039 6042136 info@giardinia.it www.giardinia.it

GRUPPO EDITORIALE COLLINS SRL 20141 Milano MI Tel. 02 8372897 greenline@netcollins.com www.netcollins.com www.mondopratico.it

ESPRITHB 20123 Milano MI Tel. 02 43982872 info@esprithb.it www.esprithb.it

EDIZIONI BARZANTI 47023 Cesena FC Tel. 0547 317055 info@grafichebarzanti.com www.grafichebarzanti.com

MNCG SRL 20156 Milano MI Tel. 02 48518630 info@mncg.it www.mncg.it

FEDERUNACOMA 00159 Roma RM Tel. 06 432981 comagarden@unacoma.it www.unacoma.it


È nata Cuore di Bio, una linea di prodotti di massima qualità, biologici e 100% naturali. La gamma è composta da 3 terricci che ricoprono tre importanti impieghi: per piante verdi e fiorite, per orto e per piante da frutto, e da un concime, anch’esso biologico, ideale per il nutrimento di piante verdi, fiorite, frutta e ortaggi. Usati insieme si raddoppia l’efficacia e si otterranno piante ancora più sane e rigogliose, ortaggi più sani e abbondanti e frutti ancora più sani e numerosi. Le formulazioni dei prodotti Cuore di Bio sono state studiate dai laboratori Vigorplant nel massimo rispetto dell’ambiente e della salute.

VIGORPLANT ITALIA srl - Tel. 0377.430345 www.vigorplant.it

info@vigorplant.it

Seguici su:

Natù Aprile 2015  

Natù Il magazine che accompagna la voglia di natura e di benessere.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you