Page 1

MITTELFEST: DOMANI DA 'MUTA IMAGO' A 'LOVE MACHINES' (ANSA) - CIVIDALE DEL FRIULI (UDINE), 22 LUG - Con ''Madeleine'' si conclude domani, venerdi' 23 luglio, la ''Trilogia della Memoria'' proposta a Mittelfest da ''Muta Imago'' (Teatro Verdi di Gorizia). La serata di domani si concludera' in piazza Duomo a Cividale del Friuli (Udine) con ''Love Machines'' di Giulia Staccioli. (ANSA). COM-DF/MST


(ARC) MITTELFEST: DA "MUTA IMAGO" AI KATAKLÓ DI "LOVE MACHINES" Cividale del Friuli, 22 lug - Con "Madeleine" si conclude domani, venerdì 23 luglio, la "Trilogia della Memoria" proposta a Mittelfest da "Muta Imago" (ore 20.00 nel Teatro Verdi di Gorizia). La regia è di Claudia Sorace, la drammaturgia e il suono di Riccardo Fazi, con Glenn Blackhall e Chiara Caimmi. "Madeleine" è la storia di un'attesa, di un lento avvistamento. Tutto all'inizio è sereno, tranquillo; una donna è sola, vive in una sua dimensione quasi rarefatta. Ma uno strano incanto viene a posarsi sulle cose e sul tempo, il tutto con piccoli segnali: la donna si rende conto che non resterà sola a lungo. La serata di domani si concluderà alle 22.15 in piazza Duomo a Cividale con "Love Machines" di Giulia Staccioli che firma anche la coreografia con Jessica Gandini, su musiche originali di Sabba D.J., una creazione di Kataklò Athletic Dance Theatre. "Love Machines" è un'opera di "visual" e "phisical theatre", che unisce varie forme di espressione, formulando in scena il proprio nuovo alfabeto spettacolare, fatto di danza, musica, teatro, acrobatica e arte visiva. ARC/NNa 221216 LUG 10


(ARC) MITTELFEST:CONTINUA MOSTRA "L'ANIMA E IL MONDO" AL MONASTERO Cividale del Friuli, 22 lug - Mittelfest non è fatto solo di spettacoli, ma anche di eventi collaterali. In questo caso si tratta di una mostra d'arte organizzata già mesi fa dal Comune di Cividale del Friuli e prorogata fino al 30 settembre in occasione sia del festival che di altre iniziative che si svolgono nella Città Ducale nel periodo estivo. Se già Cividale è di per sé scrigno di tesori artistici di età longobarda e bassomedievale e come tale meta meritevole di visita, quell'interesse aumenta grazie anche alla mostra d'arte antica "L'Anima e il Mondo", le cui opere raccontano di storie religiose del Vecchio e del Nuovo Testamento o rappresentano la cultura ecclesiastica e le varie forme della devozione privata tra il XIV e il XVIII secolo. Spaziando tra gli oltre settanta dipinti, sculture e arredi sacri nel bell'allestimento realizzato nella chiesa di San Giovanni all'interno del complesso Monastico di Santa Maria in Valle (acquisito dal Comune di Cividale e oggetto di un recupero che aumenta gli spazi culturali della città e dà nuova visibilità anche al celeberrimo Tempietto Longobardo con la riapertura dell'antico accesso dal Monastero), si possono ammirare capolavori inediti quasi tutti provenienti da collezioni private, sui quali per la prima volta vengono formulate interessanti ipotesi attributive. Il lavoro dei singoli studiosi, che prende corpo in un approfondito catalogo a cura di Roberta Costantini - anche curatrice della mostra -, ha così consentito di arricchire il corpus pittorico di artisti molto noti del Seicento veneto, Loth e Carpioni in primis, o del Settecento italiano, quali Magnasco, Pittoni, Lazzarini e Batoni, per citarne alcuni. L'impegno scientifico dei collaboratori ha inoltre messo in luce personalità artistiche meno conosciute ma altrettanto importanti, come il quattrocentesco Maestro di San Miniato, il belliniano Pietro degli Ingannati o il manierista Giovanni Brina, autore di una splendida Deposizione su tavola impostata su una gamma cromatica che risente ancora dello sperimentalismo anticlassico del primo Cinquecento toscano. Talora le proposte attributive cedono il campo alla semplice individuazione di possibili piste di studio, aprendo in tal modo una discussione tra gli studiosi


che possa in futuro condurre a perfezionare la ricerca e proporre nuovi risultati. È il caso, ad esempio, di una straordinaria tavola cinquecentesca raffigurante la Risurrezione di Cristo, dai toni caldi e accesi, ricca di guizzi stilistici e di invenzioni figurative, o di un'affascinante tela della fine del Seicento in cui campeggia un'intensa ed enigmatica figura di Profeta. Un piccolo tributo viene poi reso a Ercole Graziani il giovane, il bolognese autore della pala dell'altare maggiore della chiesa-sede espositiva e del quale in mostra figurano altre due opere inedite. "L'Anima e il Mondo" offre infatti l'occasione per presentare al pubblico la chiesa stessa di San Giovanni e i suoi dipinti, come pure una bella scultura lignea trecentesca di proprietà comunale raffigurante la Madonna col Bambino, proveniente dalla vecchia Casa per Anziani e recentemente restaurata. Il capitolo della scultura in mostra rappresenta anch'esso un elemento di grande attrattiva: autentici capolavori lignei, seppure privi di autori certi, campeggiano nella sala della meditazione delle monache, illuminata da fasci di luce che contribuiscono a creare un'atmosfera di intensa spiritualità. Si tratta quindi di un'occasione unica per ammirare opere di sicuro pregio non altrimenti fruibili e allo stesso tempo per approfondire la conoscenza del ricco patrimonio comunale. ARC/NNa 221115 LUG 10 (ARC) MITTELFEST: I "CANTI" DI CHOPIN E LA MEMORIA PERDUTA DI LEV Cividale del Friuli, 22 lug - Per tutta la vita Chopin compose dei "Canti", magari d'occasione o legati a stati d'animo. Spesso si trattava di abbozzi o comunque di opere incompiute. Sarebbe stato desiderio del compositore polacco riordinare quel materiale, ma non fece in tempo. Gli eredi trasgredirono, per fortuna, al desiderio di Chopin di eliminare tutto ciò che non fosse stato edito e così - sia pure senza indicazioni - si assunsero il compito di far riordinare quelle carte. Il risultato - presentato a Mittelfest ieri pomeriggio dal pianista Antonio Ballista e dal mezzosoprano Magdalena Aparta - è un "corpus" interessante e pieno di suggestioni, purtroppo raramente eseguito e il festival di Cividale ha così reso omaggio a Chopin nel bicentenario della nascita. Ai canti Ballista ha inframmezzato altre composizioni pianistiche di Chopin, anch'esse raramente eseguite, offrendo una visione


nuova e diversa dell'opera del grande polacco. Nel Teatro verdi di Gorizia è andato in scena il secondo momento della trilogia della Memoria" proposto da "Muta Imago": "Lev", ideazione di Glen Blackhall (anche interprete), Riccardo Fazi e Massimo Troncanetti, regia di Claudia Sorace. "Lev" è la storia di un soldato russo che perde la memoria, paziente del celebre neuropsichiatra Alexander Lurja, dalle cui cartelle cliniche è stato tratto il lavoro. L'elemento drammaturgico è proprio la mancanza di memoria e da lì si dipana un percorso che non è solo ricerca di quella memoria, ma con essa di un'identità che pare perduta e che dal soldato Lev diventa dimensione di ognuno di noi. Infine, in piazza Duomo a Cividale è andato in scena lo spettacolo di danza "Il processo", ispirato al romanzo di Kafka, con l'Orchestra e il Corpo di ballo dell'Opera Nazionale Croata di Rijeka, per la coreografia e regia di Stasa Zurovac su musica di Berislav Sipus. ARC/NNa 221116 LUG 10


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 15000 Periodicità : Quotidiano EPolisFriuli_100722_32_11.pdf Web Site: www.epolisfriuli.it

Pagina : 32 Dimens. : 100 % 197 cm2

Mittelfest Due atteseprime italiane firmano

Delitto castigo

"

per danza

"

e

e

la

la

sesta giornata delFestival per prosa pièce Berio movementballet Buren? :

la

"

"

in

il

.

la

Lucia

Sullascenacolpa deliho e

EPOLIS

uccide. Sentendosi sopra

al

lidoossessivo Raskolnikov unpretesto per scrittoreper tornare quel sottosuolo che inconscio affrontare un' di

di

delbene del e

a

è

male destinato aile pagine della storia.

'

Raskolnikov

l

e

,

analisiinteriore dove intervengono

Uccide per indigenza una vecchia

anche etica fede Ancora una .

e

usuraia Compie delitto .

volta nelle pagine tutta Europa perché sua opera uno scrigno che sostanza dellanostra raccoglie cultura unanarrativa

il

di

,

conticon perfetto Ma non unsentimento che nel suo

'

.

fa

Dostoevskij

i

onnipotenza nonha

di

.

la

e

.

I

"

di

il

,

,

"

,

'

Chiostro

.

"

«

-

,

,

'

di

,

il

sentimento

di

di

separazione dell egli haprovato subito dopo è

,

il

suo tormento

» .

Il

,

al

,

la

"

"

,

delitto

infime chequesta mattina caffèSanMarco avverra consegna delPremio Adelaide Ristori all attrice JitkaFrantova per La mia ,

aile 11.30

distacco umanità che e

'

.

Segnaliamo

a

:

in

scomparso nel 2003

scrive Dostevskij perchéanche costo morirenell ergastolo egli vuole ritornare agli uomini

a

"

prodotto

a

di

:

,

è

.

italiana

e

GledalikdiLubiana Raskolnikov costretto costituirsi

,

Ancorauna prima stasera alle22.15 nel San Francesco sempre Cividale Berio movement balletto-evento diretto da Saskia Heilbling su musiche del compositore Luciano Berio individuali

a

di

,

,

significato delleazioni

S.

"

,

e

,

la

,

;

"

,

,

e

,

di

di

di

condanna

a

,

il

e

,

è

al

la

,

,

,

quest'

l

popolare fatta mistero passione tradimento colpa espiazione aurore morte ma ancheangosce riflessioni esistenziali contraddittorie politica religione realistica

di

la

è

la

,

contemplato colpa Ancora Dostevskij nel programma Mittelfest non puô essere altrimenti visto cheproprio lui ispirata rassegna anno Dopo successode Karamazov Verdi Gorizia staseraalle20nellaChiesa Maria dei Battuti Cividale sarà volta Delitto castigo dall adattamento delregista sloveno DiegodeBrea dallaSlovenskoMladinsko :

c'

è

,

delirio

è

lo

'

"

il

de

"

FêdorMichajlovic Dostevskij

primavera

di

Praga

"

."

T

1/1 Copyright (E Polis Friuli) Riproduzione vietata


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 100 % MessaggVeneto_100722_15_16.pdf 165 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

nella suabreve

tormentata Chopin

Canti segreti

esistenza

genio

di

sempre

fu

I

criticoneipropri confronti tantodatrascurare ,

anche causadella a

verità tagliare eliminare perintero alcuni lavori evitandoanche proporli pubblico che pur adorava Sono Canti unaventina quelli rimasti malattia

in

)

,

,

pagine

,

,

di

al

.

lo

i

,

,

anche perché schiacciati

dall immortale '

monumento

.

:

di

di

e

di

(

in

,

,

di

)

corne moltidei

,

ingenuotta

e

loroautori tramontatada (

)

tempo nellaletteratura neigustidegli europei

rimane curiosità per la

dispiegamento robusto

,

Mittelfest intitolato Cadono morte foglie SanFrancesco dal ieri

a

e

le

,

presentata

in

mezzosoprano polacco course Magdalena Aparta assieme adunmaestro del )

pianofortecorneAntonio Ballista. Laformula quantomai indovinata integrale dei è

'

:

l

Canti conunpugno

di

(

preceduta seguita dagli eleganti saggi inediti

è

di

Ballista

destreggiarsi

.

Ci

.

Aparta dalcantosuo ha sfoggiato specialmente nella secondapartedel unavoce fortemente brunita orgogliosamente innamorata della propria patria ha cantato sempre polacco conferendo quelle sonoritàche solo musica lingua possonogarantire. Nellaprimaparte apprezzato braniCiô che mimanca canzone Magdalena

,

,

-

recital

-

di

e

.

anzitempo

,

la

originali

abbiamo

i

la

,

lituana Piosnkalitewska

morte foglie dall

e

nongiudizi Chopin!

che recitaMaipiù oh

olonia torneranno giorni

P

,

,

è

1/1 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata

è

Gliinterpretierano eccellenti stileche conesso estetica senso delcanto della sonoandatiavanti è

lo

è

,

'

cambiato

e

l

il

,

,

e

poesia

strade altre ritratto sofferto doloroso maautentico un' epoca cheha ungrandedellamusica corne Chopin n.c. prendendo

.

il

e

,

perte concessa cornebis. Nellaseconda emersoun )

:

,

a

tratti

le

felici

emozioni

Rimane '

,

Impressioni ed

ai

e

Bellissima nelfinale

anche Melodia.

,

la

di

innamorati morti

)

brani

,

si

in

,

trainsidiose

,

,

(

(

,

in

,

,

albero

e

interventi

sfavillanti polacche

Cadono

e

)

,

avvicinarsi

e

,

appagatadalbel progetto cheabbiamo applaudito

sempre ungrande nel

il

Chopin

di

mazurche andantini

la

,

.

cristallini

e

.

Allora

queicanti per

di

scrittura chopinianaadessi indissolubilmente intrecciata Curiosità felicemente

of

pianistico Cosi queste

,

colore

(

brevi composizioni sono divenute patrimonio pochi Appassionati liederistica salottiera folclore polacco ceco lituano russo primis cultori poesia

vocale più piùlontano dalLieder dalfolclore per agli impervi territoridel melodramma sono piaciuti particolare Triste Fiume Ladoppiafine dove narra una madreche due piange sette figlie ,

"

e

troppo

(

maggiore lirismo un

"

e

,

di

espresso

.

(

)

RIPRODUZIONE RISERVATA


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 100 % MessaggVeneto_100722_15_14.pdf 210 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

concerto

Il

Cinq Nyman Ciaikovskij

:

e

,

giovanitalenticoreani svelanoglialtimondi

i

ci

NICOLA COSSAR

di

Oriente conquista Occidente Senoncon musica colta affascinante ma unpo'lontana Tan Dun propriocon pagine occidentali nostre grazie talentuoso entusiasmo deigiovani coreani guidatidal maestro Gum padre affettuoso conduttore insigne della Korean '

,

l

L

.

la

-

,

-

di

lo

,

fa

le

al

,

,

Nanse

e

,

Philarmonic Orchestra

questoliutocinese antico

e

,

che grazie elegante solista ShuYin ha condotto verso altri territori geografici folclorici unavisionemagica sciamanica della musica della sua formidabile potenza conaccenti ritmici moltoforti spezzati maun tutt' unochericonduce sempre adun preciso disegno una raffinatostrumento

,

'

all

ci

,

,

e

,

immergendoci

in

e

e

evocatrice

e

,

tonici

e

,

a

,

Gyeonggi.

Le conquiste vere fanno con cultura con arte corne hainsegnato questa

visione sonora

'

la

e

l

,

ci

formidabile

larghissima

compagine

parte

per

,

,

Mittelfest per grande

si

il

Mercelli hascritto un Concerto perjlauto archi. Nei seitempi questa nuova composizione Nymanesplora molteplici possibilità dellostrumento anche letteratura precedente daVan Bach dall Ottocento Eyck Debussy sempre ben traechi lirismiarcadici incedere ritmipiùmoderni bellissimo

,

,

e

di

Nyman che proprio per

Massimo

,

precisissima disciplinata chestudiamolto sente!

-gente

Michael

e

femminile fresca

al

delmondo.

Visione diversa quella

si

e

di

-

,

,

le

CLASSICA Movenzeinedite

timbriche

e

la

,

'

e

ai

a

,

,

Nanse Gum ShuYin Mercelli

equilibrato

di

e

'

di

l

di

e

,

ovviamente cinematografici. Tantigliapplausi per ,

e

per orchestra chepoi stupiscecon unalettura '

Mercelli

l

e

ci

,

ricca

colon.'

di

e

,

non ultimo

,

profondamenteinnamorata '

dell

Ciaikovskij

e

musicali

si

,

tratti Nyman dell opera italiana tanto di

,

'

Ciaikovskij

o

,

dacommuovercicon Intermezzo

e

,

rappresentare

,

,

,

capace arricchire entrambi. Cosi stato partiti da di

.

Si

è

conunaraffinata pagina del cinese TanDun Concerto per orchestra archi pipa scritto 15 anni dall autoredelle Latigre dragoneper

Oriente

,

il

,

'

d

e

,

'

fa

di

,

animaappassionata della Gyeonggi del suo eccellente direttore Gum maestro l

di

di

musiche

ci

tutta

,

».

è

e

'

e

di

unencore dedicato città ricca storia di

,

,

colori conarchi

a

,

Cividale arte cultura Laseratanelchiostro San Francesco voleva corne datitolo unponte tra duemondi unfecondo incontro «

di

.

e

svela

'

l

della Cavalleriarusticana

Mascagni

dellaQuinta Unmuroalto invalicabile permoltidirettori complessi asiatici cheinvece qui

smagliante

Occidente dei suoi tesori

e

agogica

e

di

,

moltoprecisi autorevoli e

e

equilibratissimi misurati tutti quattro movimenti. Applausimoltocalorosi poi dedica Cavalleria per dirci che amoreper musica non haetànéconfini Oriente come Occidente che talento universale che animadella musica grazieanche questi giovanicoreani sempre una. legni

e

in

e

i

e

la

di

'

l

la

a

,

a

il

è

,

'

e

l

a

,

è

,

Grande.

RIPRODUZIONE RISERVATA

il

1/1 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 100 % MessaggVeneto_100722_15_12.pdf 209 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

Show

Paolini sorpresa a

di

realtà? unanotte mezza luna questo luglio per vallidelNatisone aggira ZannaBianca! Nessunallarme per& di

estate sotto Sogno (o

di

)

:

implacabile

la

di

le

si

,

E'

,

soltanto

titolodelprossimospettacolo

il

.

"

regoladelsilenzio sulla seratacividalese hanno avuto possibilità assistere alle )

la

In

a

è

,

di

,

ospite

di

,

il

e

la

.

,

in

in

,

,

,

conferma

di

e

,

,

il

in

di

che verosimilmente andrà

,

fa

di

questo ZannaBianca spettacolo teatro prossima stagione cioè fra pochi mesi scena solosoletto Paolini hadatoulteriore dellesuesempre straordinariecapacità attore narratore affabulatore spengono luci ZannaBianca vallidelsogno delteatro sotto luna che specchia nelNatisone n.c.

prove

Il

di

"

(

di

Paolini quale Marco dopo grande successo castello Udine ha pochigiorni deciso non allontanarsi troppo daquel Friuli che ama dalquale riamato tanto cheierisera era unacorte Sorzento fidatissimi amici alcunideiquali organizzano festival Marionette burattini nelle vallidelNatisone Cosi uncentinaio fortu Marco

nati che hanno ubbidito eroicamente alla

di

e

,

intrattenitore

risale

le

,

.

Si

le

e

e

la

.

si

(

)

RIPRODUZIONE RISERVATA

.

di

,

EST

Sorzento Valli (

il

,

)

paese dove ieri

Paolini haprovato Zanna bianca

"

"

1/1 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata

Show sorpresa a

di

Marco Paolini


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 100 % MessaggVeneto_100722_15_15.pdf 171 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

Notesperimentali per danza la

1

eternobinomio

'

L

ancoraDostevskij nel

Troviamo programma che

di

sezioneprosa

la

Mittelfest 2010 direttadaFurio dedicaquest' anno adunofra più maggioriscrittori ognitempo

skoGledalike

i

,

di

,

indagatoredell animo umano artista del caos secondo alcuni Dopo Karamazov corposo antipasto del festival '

profondo

«

,

»

.

I

,

Verdi Gorizia oggi alle 20 nellachiesa SantaMaria dei proposto

al

di

,

,

di

,

sarà volta Delitto castigo kazen prima italiana Adattamento scenografia luci regia debbono regista sloveno DiegodeBrea Battuti -Zlocin

la

di

e

in

,

e

di

e

e

.

e

è

,

e

,

Si

italiana

,

,

,

'

danza

.

L

è

a

di

,

Francesco

.

il

in

è

,

in

linguaggitecnologici La in

,

avanguardistici

produzione

specie Lubiana NovaGorica La produzione delloSlovensko Mladin a

,

coreografi musicisti. passa poiadun' altraprima ma questavolta dedicata alla appuntamento sempreospitato Cividaleli nelChiostro San alle22.15 Berio movement titolodelballetto-evento diviso tre partituttobasato sumusiche del compositorecontemporaneo Berio chedeclinano nuovi registi

,

,

chedal1996 hadiretto importanti stimenti autori classici di

Lubiana ormai

il

Luciano

si

,

al

contemporanei

e

di

grande

.

in

,

Delitto castigo

"

piùimportante spazio sloveno ricerca formazioneperattori

considerato

,

Bordon

di

"

.

è

di

Dans.Kias Wiener e

collaborazionecon Austriaco Milano Laregia invece Saskia 11151bling.

Taschenoper

in

Forum

,

è

di

aile'

1/1 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata

,

Delitto castigo prima italiana oggi nellachiesa Santa Maria dei Battuti Cividale Una scena

"

"

in

di

e

di

a


e-mail: cultura.spettacoli@messaggeroveneto.it

GIOVEDÌ 22 LUGLIO 2010

Magistrati a Udine

IL FESTIVAL

L’unità d’Italia: processo a Cavour del pm Colombo Quattro ospiti tra i più attesi: da sinistra, Evgenij Evtushenko, Ildefonso Falcones e Michael Ondaatje. Qui a destra, Eugenio Scalfari

Colombo ieri sera al palamostre con lo spettacolo che celebra i 150 anni dell’unità d’Italia

Pordenonelegge rilancia, edizione all stars Dal 15 al 19 settembre torna una rassegna culturale tra le più brillanti d’Italia Attesi Eugenio Scalfari, Evgenij Evtushenko, Ildefonso Falcones e Michael Ondaatje di STEFANO POLZOT

N

on una fiera del libro o un festival monotematico, che poi inserisce al suo interno di tutto per racimolare pubblico, ma un evento dedicato al libro nelle sue molteplici espressioni, senza l’ansia di voler perquestoesserelavetrinadellenovità editoriali. Dal 15 al 19 settembre Pordenone tornerà a colorarsi di giallo per la festa del libro con gli autoripresentataieriapalazzoMonterealeManticadalcomitatoscientifico e dalle istituzioni che la sostengono: Camera di commercio, Regione, Comune, Provincia, Fiera, FriulAdria e Fondazione Crup. «Nell’undicesimaedizione–haanticipato il direttore artistico, Gian Mario Villalta, affiancato da ValentinaGasparetedaAlbertoGarlini–dedicheremo più spazio alla riflessione, rispetto ai temi di stretta attualità. E quando dialogheremo con giornalistidigrandefamachiederemolorodispaziare suunorizzonte più ampio». Non a caso, una delle stelle di prima grandezza sarà il fondatore di Repubblica, Eugenio Scalfari, figura chiavediquelgiornalismo–harimarcato Villalta – «che mai smette di interrogarsi,ancheattraversoisuggerimenti della filosofia, sui grandi temi del nostro tempo». L’apertura vedrà come protagonista un’altra firma del giornalismo, scritto e televisivo, qual è Corrado Augias, che taglierà il nastro dell’edizione 2010 con una lezionemagistralededicataallapassione per la lettura. Si aggiungono Ernesto Galli della Loggia, Francesco Alberoni, che presenterà il suo nuovo romanzo dedicato ai rischi dellemanipolazioni genetiche.Spazioanchealladivulgazionescientifica con Roberto Giacobbo, Telmo Pievani,filosofodellascienza,Danilo Mainardi e Federico Taddia. Nelpanoramadei150autorichecostituiranno l’ossatura del festival, Vil-

lalta e i suoi collaboratori hanno voluto prestare grande attenzione alla letteratura straniera, per dare un respiro internazionale all’evento. Si giustificainquesto modola presenzaditanti autori, a cominciare dalla scrittrice americana Cathleen Schine, che, con

LETTURA Le lezioni magistrali di Corrado Augias e di George Steiner una graffiantescrittura femminile, ha pubblicato romanzi divertenti e ricchidicolpidiscena,ironicieimprevedibili. In agenda anche Katie Hickman, acclamata autrice di best-sellers, a Pordenone con un romanzo denso di avventura e di esotismo che si snoda dai canali veneziani alle coste del-

la Dalmazia, Esther Freud, nipote di Sigmund e romanziera di successo, che ambineta una storia d’amore sulle colline toscane, e Rachel Kushner, che racconta una pagina brutale e spietata della rivoluzione cubana. Alle firme in rosa si aggiungono lo spagnolo Ildefonso Falcones, Yannick Haenel, per mesi al centro di discussioni e dibattiti in Francia per il suoromanzosuidrammidelNovecento, oltre allo scrittore in lingua slovena Boris Pahor. Torna a Pordenone Paco Ignazio Taibo II, mentre è la prima volta in città per Michel Le Bris, Victor Lodato, autore esordiente con ungiallocheèinsiemeromanzodiformazione e racconto delle scoperte del sesso e del mondo, e gli autori svedesi Anders Roslund e Börge Hellström, che svelano con la sapienza dei giallisti nordici, il lato più oscuro della societàquandoalzaunmuroimpenetrabile davanti a un uomo solo e alla sua paura. L’elenco è però più lungo e comprende Michael Ondaatje, autore

di un classico contemporaneo come il celebre Il paziente inglese, Mikhail Shishkin, Eric-Emmanuel Schmitt e TaharBenJelloun,scrittoreimpegnato nella lotta contro il razzismo e forte voce di mediazione culturale. Da non perderelalezionemagistralediGeor-

SPETTACOLO Arrivano Dario Argento Franco Battiato e Michele Placido ge Steiner, uno dei critici letterari più celebri al mondo. Senza contare che la poesia potrà contare su un festival nel festival con Evgenij Evtushenko, forse il più conosciuto dei poeti di tutto il mondo, Michael Kruger, Douglas Dunn, Massimo Rizzante e il friulano Pierluigi Cappello. La letteratura tri-

Banca FriulAdria in partnership strategica di ANGELO SETTE*

L’

edizione2010diPordenoneleggesegnal’undicesimo anno di partnership tra la nostra banca e la rassegna letteraria. Sottolineo con orgoglio il ruolo di partner di FriulAdria perché, fin dalla prima edizione, il nostro è stato un approccio strategico che va oltre la tradizionale sponsorizzazione. Abenvedere,nell’ambitodiPordenonelegge,FriulAdriaèun’aziendaprivatacapacedifarsioperatore culturale,ovverodi fareculturaenon sololimitarsia sostenerla. Mi riferisco alla nostra veste di editore conlerecenti collaneI luoghi dellamodernità eSegni da un territorio; oppure all’organizzazione di mostre d’arte nella nostra sede di Palazzo Cossetti, che quest’annoresteràapertaoffrendoagliospitidiPordenonelegge anche la possibilità di visitare la retrospettiva dedicata a Cesare Laurenti; oppure ancora al nostro ruolo di trait d’union con l’altro festival letterario d’eccellenza del Friuli Venezia Giulia, èStoria, con il quale abbiamo dato vita a un importante premio letterario. Anche grazie a questo impegno di FriulAdria e al nostro coinvolgimento nel comitato

organizzatorediPordenoneleggeoggilamanifestazione è diventata un evento culturale di punta a livello nazionale e ha arricchito la programmazione estendendola nell’arco di una settimana. Come azienda vogliamo provare a dare un ulteriore contributo imprenditoriale per la crescita di Pordenonelegge.Il“pianoindustriale”dellarassegna per i prossimi anni, a nostro avviso, deve porsi l’obiettivo di promuovere il salto da “manifestazione” a “motore culturale”, ovvero una entità capace di produrre cultura di alto livello tutto l’anno e non solonellaterzasettimana disettembre.ComeFriulAdria abbiamo già incominciato a lavorare in tale direzione sostenendo iniziative idealmente collegate ma temporalmente lontane da Pordenonelegge, come La voce della poesia e i corsi di scrittura creativa. Si tratta di un percorso che per consolidarsi deve essere interiorizzato da tutti i soggetti coinvolti nell’ideazione, nell’organizzazione e nella promozione del festival.

colorealternalagenerazionediscrittori made in Friuli a quelli di altra estrazione. Quindi Pino Roveredo e Paolo Ruffilli,Silvia Avallonee Mauro Corona, che terrà un reading dedicato al dramma di una donna di Erto, Stefano Zecchi e Mauro Covacich, Gianfranco Manfredi e gli emergenti Massimiliano Santarossa ed Emanuele Tonon. E poi ancora Mary BarbaraTolusso, Antonio Pennacchi,reducedalpremioStrega,UmbertoGalimberti e Nuccio Ordine. Difficile non escludere qualche significativa presenza se si sfugge alla logica di evitare l’elencazione alfabetica delle presenze. I temi dell’economia saranno rappresentati da Serge Latouche, Pietro Ichino e Pierluigi Celli, autore della famosa lettera al figlio con la quale lo invitava ad andarsene dall’Italia che non dà opportunità alle nuove generazioni. Suggestivo il dialogo in programma tra Mino Martinazzoli, leader storico della Dc, e il giornalista Massimo Franco, che ricostruiranno la rivoluzione mancata di Tangentopoli, come pure le riflessioni sulla fede dell’Editrice Vaticana. In quest’ambito si inserisce il recital Cristo nella letteratura d’Italia, con protagonista Michele Placido. Un appuntamento che consente di alzare il sipario sulla prosa e il cabaret con le presenze di Dario Vergassola, David Riondino, NatalinoBalasso,I Papu,con sconfinamenti nella musica (Franco Battiato) e nel cinema (Dario Argento). Tornano Sms sentimenti, iniziativa realizzataassiemealMessaggeroVeneto e alla Bcc pordenonese, Scrivere di cinema, che ha già raggiunto mille 800 recensioni, e le anteprime di autori locali, da Gianni Di Fusco a Enrico Galiano, passando per Sergio Frigo, Giancarlo Ferron, don Chino Biscontin e Simone Marcuzzi. Un programma che conferma il festival pordenonesecomeunadellerassegnepiùbrillanti del panorama culturale italiano. © RIPRODUZIONE RISERVATA

* Presidente Banca Popolare FriulAdria

Caorle, di là dal fiume e tra gli alberi ed Hemingway s’invaghì di Adriana Ernest Hemingway, premio Nobel per la letteratura del 1954, a caccia nella laguna di Caorle

È

in un viaggio a Venezia del 1948 che Ernest Hemingway incontra le persone destinateadiventarelefigure-chiavedelromanzo Di là dal fiume e tra gli alberi: assieme alla moglie Mary ha programmato di andare a Portofino per passarvi l’inverno, ma l’insistenza del conte Federico Kechler lo induce a spostarsi in laguna.È il nobiluomo a sistemarlo al prestigioso Gritti e a introdurlo in società. Lo scrittore lega in particolare con i membri della famiglia Franchetti, ed è uno di loro, il barone Nanuk, a invitarlo a caccia nella riserva San Gaetano, chesitrovanellalagunadiCaorle.Durantequesto soggiorno Hemingway frequenta una ragazza diciottenne, appartenente a una vecchia famiglia aristocratica: si chiama Adriana Ivancich, ha trentun anni meno di lui. Sarà lei a ispirargli la figura di Renata, protagonista assieme al colonnello Cantwell del romanzo, ambientato tra Venezia e le battute di caccia a Caorle. AquestiluoghieaquestafasedellatumultuosavitadiHemingwayèdedicatoilsecondocapitolo del percorso veneto partito nel dicembre

l Centro Culturale Bafile di Caorle (piazza Matteotti) ospita da domani una mostra dedicata al Veneto di Ernest Hemingway, dal titolo Caorle: di là dal fiume e tra gli alberi, che riecheggia il romanzo scritto dal Nobel in occasione di uno dei suoi soggiorni veneti. La rassegna, curata da Gianni Moriani, Rosella Mamoli Zorzi e Graziano Arici, propone tra l’altro un ricco corredo di foto, alcune delle quali inedite.

Si tratta della seconda tappa di un percorso dedicato alla presenza dello scrittore nel Veneto: apertosi tra il dicembre 2009 e il gennaio 2010 a Cortina, località che lo vide più volte presente, ora prosegue a Caorle, sede di memorabili battute di caccia e luogo d’incontri con Adriana Ivancich, e nella primavera 2011 approderà a Venezia, dove Hemingway ebbe il suo quartier generale al Gritti, sul Canal Grande.

di FRANCESCO JORI scorso a Cortina, e che proseguirà a Venezia nella primavera del prossimo anno: un viaggio attraverso i luoghi cari allo scrittore, che in Venetoeragiàstatoa19anninonancoracompiuti, nell’ultimoannodellaGrandeGuerra,aFossalta di Piave, ricavandone una grave ferita alla gamba destra, ma anche due decorazioni al valor militare per aver salvato la vita a un soldato colpito da una granata austriaca. Ambientato tralasuggestionedeipaesaggilagunarieilfascino dei canali veneziani, il libro è in qualche modo lo specchio letterario del rapporto tra Hemingway e Adriana, riflesso nella vicenda del colonnelloCantwellediRenata,conun’identificazione fin troppo evidente. E forse è proprio per questo che l’opera, uscita negli Stati Uniti

nel1950,verràpubblicata nell’edizioneitaliana solonel 1965,rimanendobloccataquindicianni per espresso volere dello scrittore. Inquell’occasioneilsettimanaleEpocariportò con ampia evidenza un’intervista con la stessa Adriana, eloquente fin dal titolo: La Renata diHemingwaysonoio.La donnarivelòtral’altro un particolare riferitole dallo stesso Ernest: mentre aveva messo mano al romanzo, si era ammalato e non si era sentito più in condizione di scrivere; ma dopo averla incontrata aveva sentito nascere dentro di sé un’energia nuova e aveva ripreso la penna. Ad Adriana a quel punto aveva promesso: «Ora scriverò un altro libro per te, sarà il mio romanzo più bello. Parlerà di un vecchio e del mare». Edito nel settembre

ibro di storia, capitolo Risorgimento, in basso ritratto di un uomo, sguardo severo sotto gli occhiali tondi, leggi: Camillo Benso conte di Cavour. Quotidiano, articolo su Mani Pulite, in alto foto di un uomo, sguardo severo sotto gli occhiali tondi, leggi: Gherardo Colombo. La somiglianza è notevole, uno statista e un giudice, politica ed etica. Magari sono i mestieri che rendono simili gli sguardi, tant’è i due uomini sembrano appartenere alla stessa famiglia. Interessante quindi che l’ex magistrato del pool di Mani Pulite scelga di fare l’attore in Processo a Cavour, il nuovo spettacolo teatrale di Corrado Augias e Giorgio Ruffolo, nel ruolo, neanche a dirlo, di pm impegnato a processare uno degli artefici dell’Unità d’Italia. Il pubblico del Palamostre per UdinEstate è quindi quello delle grandi occasioni, lo spettacolo è in prima nazionale. In scena tre interpreti, due uomini e una giovane donna: l’accusa, Cavour e l’Italia (una brava Martina Galletta), che vestita del tricolore, interromperà di tanto in tanto i due contendenti per prendere lei la parola: «Voi state raccontando la mia vita, dovete ascoltare la mia versione della storia». Il conte, magistralmente interpretato da un intenso Ruggero Cara, che firma anche la regia, è messo alla sbarra per aver, con colpevole leggerezza, favorito, o quanto meno non impedito, l’unificazione di un paesechenonpossiedeirequisitipolitici,etnici,culturali per affrontare responsabilmente un tale irreversibile cambiamento. Perché Cavour è quello che con machiavellico distacco disse alla bellissima cugina, Virginia Oldoini, contessa di Castiglione, prima di inviarlaallacortefrancesediNapoleoneIIIaperorare la causa dell’alleanza franco-piemontese: «Cercate di riuscire, cara cugina, con il mezzo che più vi sembrerà più adatto, ma riuscite». E fu sempre lui chescrissein unaletteraaRattazzi: «L'unitàd'Italia? una corbelleria: ma ogni tanto la storia fa delle corbellerie». L’accusa concentra la sua requisitoria su tre punti portanti: Milano e Venezia, questione meridionale, questione romana. Cosa furono le Cinque Giornate di Milano, un «diavolezzo», come le definì Cattaneo? Colombo sostiene che aver riunito alla coronasabaudaun Mezzogiornodicuisiignoravatutto, fu gesto sconsiderato e produce a testimonianza le letteredegliufficialipiemontesisorpresidallecondizionidivitadiquellegenti,eirapportial Parlamento del Regno. Le accuse a Cavour sono pesanti, ma la sua difesa dispone di ottimi argomenti. I richiami sonoallastoriaculturale,allalingua,alleaspirazioni profonde quanto meno delle élites, al sogno lungamente delineato fin dal XIII secolo con Dante, Guicciardini e poi Machiavelli. Lo spettacolo è insolito e ha il ritmo incalzante della requisitoria: un’ora e passa, e alla fine, inevitabilmente, la sospensione del giudizio. Scelta centrata: non dare risposte, piuttosto suggerire domande, sollevare interrogativi, stimolare una riflessione critica su uno dei temi più caldi del dibattito politico attuale: fare in modo che gli uomini, in Italia, abbiano uguali comportamenti etici.

Fabiana Dallavalle © RIPRODUZIONE RISERVATA

Mastelloni: «Il mio noir fra Udine e Trieste» Mastelloni (a sinistra), Fiorentino e Heiniken in corte Morpurgo (Foto Anteprima)

Una mostra nella cittadina sul litorale veneto

I

L

È

Adriana Ivancich (a sinistra) con Linda Christian, moglie di Tyrone Power, alla Fenice di Venezia 1952,Ilvecchioeilmaresarebbedivenutoillavoro più conosciuto di Hemingway, determinante per l’assegnazione del premio Nobel. Non altrettanta fortuna ebbe Di là dal fiume e tra gli alberi,anzi:alsuoappariremolteepesantifurono le stroncature, probabilmente anche per le aspettative che si erano create dopo dieci anni di black-out. «Non è facile recensire un libro sfortunatoe spiacevolecome questo,il più bruttodiHemingway»,scrisseMaxwellGeismarsulla Saturday Review of Literature. Ma dei critici, lui non si dette mai soverchio affanno. Soprattutto perché aveva netta e ferma, dentro di sé, una convinzione espressa una volta a un amico: «Tutti i buoni libri hanno in comune una cosa: quando ne leggi uno, senti che tutto quello che c’è scritto è accaduto, che è accaduto a te, e che appartiene a te per sempre. La felicità e l’infelicità, il bene e il male, l’estasi e il dolore. Se sai dare questo al lettore, allora vuol dire che sei uno scrittore». In questo senso, Di là dal fiume e tra gli alberi è sicuramente un buon libro, opera di uno scrittore vero. © RIPRODUZIONE RISERVATA

ambientato a Trieste, ma Udine gli fa da cornice. Per il giudice Carlo Mastelloni, autore del libro Il filo del male (Marsilio), scritto assieme al docenteFrancescoFiorentino,«Udineècomplementare a Trieste». Non solo. «È anche caratterizzata dal confine comunque vicino, che una volta significava vivere in una terra che poteva essere strappata dagli altri da un momento all’altro». Lo dice al secondo appuntamento, in corte Morpurgo, di Misteri a NordEst, la rassegna sul giallo curata dallo scrittore tedesco Veit Heinichen. Un genere attualmente di largo successo. «In un momento in cui il giornalismo d’inchiesta è in crisi perché gli editori non finanziano più i reportages – dice Fiorentino –, il romanzo noir è l’unico in grado di analizzare la società e indagare quei misfatti e quei misteri italiani non ancora risolti». Il giallo è una droga, secondo francesista all’ateneo di Bari, ed è indispensabile all’Italia. Protagonista del libro, secondo gli autori, non è solo il militare AugustoTrani,maèancheilportodiTriesteesoprattutto il confine. «Volevamo un soldato – raccontano –, perché il soldato spera ancora in qualcosa, combatte per la pace, mentre il poliziotto sa che la guerra contro il crimine non finirà mai». Fondamentale la sceltadel protagonista ne Il filo del male, come in qualsiasialtrogiallo.«Costruireilpersonaggioinvestigatore è la discriminante per scrivere un poliziesco – dice Fiorentino–,chefunzionasolosefunzionailprotagonista, oltre che la storia». (i.g.) © RIPRODUZIONE RISERVATA


MessaggeroVeneto

ALBUM

GIOVEDÌ 22 LUGLIO 2010

15

Show di Paolini a sorpresa S

ogno (o realtà?) di una notte di mezza estate:sottolalunadiquestoimplacabile luglio, per le valli del Natisone si aggira Zanna Bianca! Nessun allarme, però. E’ soltanto il titolo del prossimo spettacolo di Marco Paolini. Il quale Marco, dopo il grande successo di pochi giorni fa in castello a Udine, ha deciso di non allontanarsi troppo da quel Friuli che ama e dal quale è riamato, tanto cheieriseraerainunacortediSorzento,ospite di fidatissimi amici, alcuni dei quali organizzano il festival Marionette e burattini nelle valli del Natisone. Cosí, un centinaio di fortu-

Sorzento (Valli), il paese dove ieri Paolini ha provato “Zanna bianca”

nati (che hanno ubbidito “eroicamente” alla regola del silenzio sulla serata cividalese) hanno avuto la possibilità di assistere alle prove di questo Zanna Bianca, spettacolo che, verosimilmente, andrà in teatro la prossima stagione, cioè fra pochi mesi. In scena solo soletto, Paolini ha dato ulteriore conferma delle sue sempre straordinarie capacità diattore,narratore,affabulatoreeintrattenitore.Si spengonole lucieZanna Biancarisale le valli del sogno e del teatro sotto la luna che si specchia nel Natisone. (n.c.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

Nuovo capitolo della Trilogia ieri sera al teatro Verdi di Gorizia con il gruppo sperimentale Muta Imago. Poco pubblico in sala

Show a sorpresa di Marco Paolini

Il concerto

Nyman e Ciaikovskij: Il Mittelfest e l’Europa senza più memoria Cina, i giovani talenti coreani In scena il dramma di “Lev”, il soldato russo travolto dai fantasmi della guerra Il programma

Un’altra giornata con Dostoevskij e la musica di Berio

Giovedí 22 luglio ore 20 – Chiesa Santa Maria dei Battuti C DELITTO E CASTIGO - ZLOCIN IN KAZEN dal romanzo di Fëdor M. Dostoevskij adattamento,scenografia,lucieregia Diego de Brea drammaturgia Tomaž Toporišic costumi Marita Copo con Matija Vastl, Sandi Pavlin, Romana Šalehar, Olga Grad, Olga Kacjan/Draga Potocnjak, Daša Doberšek/Nataša Živkovic, Željko Hrs, Marinka Štern, Boris Kos, Uroš Macek, Ivan Godnic, Dario Varga Produzione SMG Slovensko mladinsko gledališce, Ljubljana in collaborazione con Ministry of culture of the Republic of Slovenia, Municipality of Ljubljana SLOVENIA PRIMA NAZIONALE ore 22.15 – Chiostro San Francesco C BERIO IN MOVEMENT Naturale, Visage e Sequenza V di Luciano Berio coreografiaSaskiaHölbling,Moravia Naranjo, Stephen Thompson Dans Kias e Wiener Taschenoper

L

ev,secondapuntatadella Trilogia della memoria proposta al Teatro Verdi di Gorizia dai Muta Imago, apreunafinestrasullavoragine del disagio mentale. Gli spettatorivengonorisucchiati nella mente del protagonista, Lev Zasetsky, paziente del celebre neuropsichiatra russo Alexander Lurja. Proprio il diario di Lev, scritto fra il 1943 e il 1958, è stato la fonte di ispirazione di questa rappresentazione, che con il linguaggioinnovativodeiMutaImagoindagagliabissidellasofferenzamaanchelabattagliaperlafelicitàchequotidianamente l’uomo ingaggia, come Sisifo per Camus. Una lotta che costituisce l’essenza stessa della tensione vitale dell’umanità e che lascia intravedere, anche quandononconquistailrisultato, una speranza. Lo scrive anche nel suo diario lo stesso Lev,alqualeunaferitadiproiettile alla testa, rimediata in guerra, ha fatto perdere la memoria: «Sí la guerra, la guerra, quanti disastri ha fatto all’umanità, quanti morti ha provocato, quanta gente hamutilato,quantaaltragenteha inchiodato ad un letto, a quantagentehatoltolapossibilità di fare del bene. Ma nel prossimofuturocominceranno i voli nello spazio e in primo luogo i voli sulla luna e sui pianeti vicini, voli che ci daranno maggiori possibilità di fare delle scoperte e di arricchirci di sostanze ed elementi poco diffusi, forse sulla terra, e che si trovano invece sugli altri pianeti». Lev (magistrale interpretazione di Glen Blackhall difronte, purtroppo, a una platea con molti posti vuoti) non si ritroverà mai più. Noi però abbiamoil privilegio dientrare nel

Gli attori di Muta Imago e il pubblico di ieri sera al Verdi di Gorizia per lo spettacolo “Lev”, il secondo della Trilogia della memoria allestito per il Mittelfest

suo mondo, da spettatori. Ci staaspettando,immobile,sul palcoscenico, prima dell’inizio dello spettacolo. Poi all’improvviso,ilvorticedisuoni e luci: una voce femminile che invoca il suo nome, la ra-

dio che gracchia mentre trasmette la radiocronaca del lanciodelloSputnik,unabanda suona una marcia allegra, uno sciame di api lo assalta. La realtà penetra nel delirio attraverso i suoni ospedalie-

Udine entra nel festival con Nekrosius E

ancheUdineentra nelMittelfest. Domani, alle 11.30, al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, Tarcisio Mizzau, presidente della Fondazione Teatro Nuovo, Antonio Devetag, presidente dell’associazione Mittelfest, Furio Bordon, direttore artistico del settore prosa e ClaudioMansutti,direttoreartisticodel settore

musica interverranno insieme con la compagniadellospettacolo Idiotas(gli attoriDaumantas Ciunis, Salvijus Trepulis, Elzbieta Latenaite, Tauras Cizas anche aiuto regista e il general managerAudriosJankauskas),firmatodalgrande regista lituano Eimuntas Nekrosius, che andrà in scena al Giovanni da Udine sabato 24.

L’eterno binomio di “Delitto e castigo” roviamo ancora Dostevskij nel programma che la sezione prosa di Mittelfest 2010, diretta da Furio Bordon, dedica quest’anno ad uno fra i più maggioriscrittoridiognitempo,profondo indagatore dell’animo umano, «artistadelcaos»secondoalcuni.DopoIKaramazov, corposo antipasto del festival proposto al Verdi di Gorizia, oggi, alle 20, nella chiesa di Santa Maria dei Battuti sarà la volta di Delitto e castigo – Zlocin in kazen, in prima italiana. Adattamento, scenografia, luci e regia si debbono al regista sloveno Diego de Brea, che dal 1996 ha diretto importanti allestimentidiautoriclassiciecontemporanei specie a Lubiana e Nova Gorica. La produzione è dello Slovensko Mladin-

C

hopin nella sua breve e tormentata esistenza di genio fu sempre troppo critico nei propri confronti, tanto da trascurare (anche a causa della malattia, in verità) , tagliare pagine, eliminare per intero alcuni lavori, evitando anche di proporli al pubblico che purloadorava.SonoiCanti, una ventina quelli rimasti, anche perché schiacciati dall’immortale monumento pianistico. Così queste brevi composizioni sono divenutepatrimoniodipochi: Appassionati di liederistica salottiera e di folclore (polacco, ceco, lituano, russo in primis), cultori di poesia ingenuotta e (come molti dei loro autori) tramontata da tempo nella letteratura e neigustideglieuropei.Allora rimane la curiosità per il

skoGledališcedi Lubiana, ormai considerato il più importante spazio sloveno di ricerca e formazione per attori, registi, coreografi e musicisti. Si passa poi ad un’altra prima italiana, ma, questa volta, dedicata alla danza. L’appuntamento è sempre ospitato aCividaleli,nelChiostrodiSanFrancesco, alle 22.15. Berio in movement è il titolo del balletto-evento diviso in tre parti tutto basato su musiche del grande compositore contemporaneo Luciano Berio, che declinano in nuovi, avanguardistici linguaggi tecnologici. La produzioneèdiDans.KiaseWienerTaschenoper in collaborazione con Forum AustriacoMilano. La regia, invece, è di Saskia Hölbling.

Una scena di “Delitto e castigo” in prima italiana oggi nella chiesa di Santa Maria dei Battuti a Cividale

I Canti “segreti” di Chopin colore di quei canti, per la scritturachopiniana ad essi indissolubilmente intrecciata. Curiosità felicemente appagata dal bel progetto che abbiamo applaudito ieriaMittelfesteintitolatoCadono morte le foglie, presentata in San Francesco dal mezzosoprano (polacco of course) Magdalena Aparta assieme ad un maestro del pianoforte come Antonio Ballista. La formula è quanto mai indovinata: l’integrale dei Canti(conunpugnodiinediti) è preceduta e seguita dagli eleganti, saggi e cristallini interventi di Ballista, sempre un grande nel destreggiarsi tra insidiose

Ilaria Purassanta © RIPRODUZIONE RISERVATA

Note sperimentali per la danza

T

ri (l’elettrocardiogramma, il rumore dell’elettroshock, le visite mediche). Siamo nel cervello di Lev. Tre pannelli coperti di sabbia dividono la realtà dal labirinto mentale. Trelampade,mossedall’atto-

re, li illuminano via a via. Ricordi confusi emergono dal passato, il volto di una donna affiora dalla sabbia del pavimento, proiettato su unpannello.Levbarcollasotto il peso degli incubi, materializzati da giochi di luce, suoni, dalle immagini che si creano sui pannelli, rifrazioni e trasparenze. Vediamoilsuodiarioprendere corpo sotto i nostri occhi. Sogna di un viaggio nello spazio,poidanzaconunaballerina di sabbia che esce dalletenebre(unatrovatageniale). È Anna: balena un istante di lucidità sul volto del paziente, per poi scomparire di nuovo. La voce dello psichiatra lo chiama ancora. La sentiamo in lontananza ma noi siamo insieme al paziente. Non si vede nessuno in questouniversoirreale.«Cosavedidallafinestra?»chiedeLurja. Lev guarda. E ci fa vedere ciò che vede. Una fila di fari arancioni acceca la platea mentre Lev, appeso a due ganci, lievita, camminando al rallentie, volando a tratti, pare passeggiare sulla luna. La luce è talmente forte che gli spettatori sono costretti a schermarsi il volto con le mani,quasinonpotesseroreggere lo sguardo di Lev. È una rappresentazione straordinaria, intensa e suggestiva dellafollia.Ilgrupporomano si conferma come una delle proposte più interessanti del teatro contemporaneo. Lev nasce da un’idea di Glen Blackhall, Riccardo Fazi e Massimo Troncanetti, per la regia di Claudia Sorace e la drammaturgia e il suono dello stesso Fazi.

mazurche, andantini e sfavillanti polacche. Magdalena Aparta, dal canto suo, ha sfoggiato – specialmente nellasecondapartedelrecital - una voce fortemente brunita,orgogliosamenteinnamorata della propria patria (ha cantato sempre in polacco),conferendo ai brani quelle sonorità che solo lalinguaelamusicaoriginali possono garantire. Nella prima parte abbiamo apprezzato i brani Ciò che mi manca, la canzone lituanaPiosnkalitewskaeCadonomortelefogliedall’albero (che recita Mai piú, oh Polonia, torneranno giorni felici per te), concessa come bis. Nella seconda è emerso un

maggiorelirismo,undispiegamento vocale più robusto, più lontano dal Lieder e dal folclore per avvicinarsi agli impervi territori del melodramma. Ci sono piaciuti, in particolare, Triste fiume, La doppia fine, dove si narra di una madre che piange sette figlie e di due innamorati morti anzitempo. Bellissima, nel finale, anche Melodia. Impressioni ed emozioni, non giudizi: è Chopin! Gli interpreti erano eccellenti,èlostilecheècambiato, e con esso l’estetica, il senso del canto e della poesiasonoandatiavantiprendendo strade altre. Rimaneilritrattosoffertoeatratti doloroso, ma autentico, di un’epoca che ha espresso un grande della musica come Chopin. (n.c.) © RIPRODUZIONE RISERVATA

ci svelano gli altri mondi di NICOLA COSSAR

L’

Oriente conquista l’Occidente. Se non con la musica – colta, affascinante ma un po’ lontana – di Tan Dun, lo fa proprio con le pagine occidentali, nostre, grazie al talentuosoentusiasmodeigiovanicoreani guidati dal maestro Nanse Gum, padre affettuoso e conduttore insigne della Korean PhilarmonicOrchestraGyeonggi. Le conquiste vere si fanno con la cultura e con l’arte, come ci ha insegnato questa formidabile compagine, per larghissima parte al femminile, fresca, precisissima,disciplinata–gente che studia molto, e si sente! –,

CLASSICA Movenze inedite di Nanse Gum Shu Yin e Mercelli riccadicolorie,nonultimo,profondamente innamorata dell’Occidenteedeisuoitesorimusicali,sitrattidiNyman,Ciaikovskij o dell’opera italiana, tanto dacommuoverciconl’Intermezzo della Cavalleria rusticana di Mascagni, un encore dedicato a Cividale, «città ricca di storia, arte e cultura». La serata nel chiostro di San Francesco voleva rappresentare, come da titolo, un ponte tra duemondi,unfecondoincontro capace di arricchire entrambi. Cosìèstato.SièpartitidaOriente, con una raffinata pagina del cinese Tan Dun, il Concerto per orchestra d’archi e pipa, scritto 15annifadall’autoredellemusiche di La tigre e il dragone per

questo liuto cinese, antico e raffinato strumento che, grazie all’elegante solista Shu Yin, ci ha condottoversoaltriterritori,geografici e folclorici, immergendoci in una visione magica e sciamanicadellamusicaedella sua formidabile potenza evocatrice, con accenti ritmici e tonici molto forti e spezzati, ma un tutt’uno che riconduce sempre ad un preciso disegno, a una visione sonora del mondo. Visione diversa quella di Michael Nyman, che proprio per Mittelfest e per il grande Massimo Mercelli ha scritto un bellissimo Concerto per flauto e archi. Nei sei tempi di questa nuova composizione Nyman esplora le molteplici possibilità timbriche dello strumento e anche la letteratura precedente, da Van Eyck e ai Bach, dall’Ottocento a Debussy,sempreben equilibrato tra echi di lirismi arcadici e l’incedere di ritmi più moderni e, ovviamente, cinematografici. TantigliapplausiperMercelli e per l’orchestra, che poi ci stupisce con una lettura smagliante della Quinta di Ciaikovskij.Un muroalto,invalicabile per molti direttori e complessi asiatici e che invece, qui ci svela tutta l’anima appassionata della Gyeonggi e del suo eccellente direttore Gum, maestro di agogica e di colori, con archi molto precisi e autorevoli e legni equilibratissimi e misurati in tutti e quattro i movimenti. Applausimolto calorosi e poi la dedica di Cavalleria per dirci che l’amore per la musica non ha età né confini, a Oriente come a Occidente, che il talento è universale e che l’anima della musica, grazie anche a questi giovani coreani, è sempre una. Grande. © RIPRODUZIONE RISERVATA


MessaggeroVeneto

SPETTACOLI & TV

16

GIOVEDÌ 22 LUGLIO 2010

Appuntamento ieri per il gala dei “Nostri angeli”. Sposini il conduttore, Ranieri e la Fornaciari le star ospiti Oggi in tv

Il sogno del Luchetta: una prima serata Rai L’appello di Marzini e Tondo ai vertici tv: il premio lo merita Premio Amidei

Alba Rohrwacher stasera a Gorizia

A sinistra la serata “I nostri angeli”, con Gianni Marzini; il presidente Tondo con i vincitori del premio Luchetta; sotto Massimo Ranieri

L’incontro con i vincitori

È sempre più dura fare il reporter «ma bisogna svegliare le coscienze» TRIESTE. Diretta su Caterpillar, la trasmissione di Radio2 Rai condotta da Massimo Cirri e Filippo Solibello per questa 5˚ edizione di Antepremio, il talk show del Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta dedicato ai linguaggi dell’informazione che, come partner privilegiato, ha Friuladria Crédit Agricole. Tema del dibattito, Professione reporter, ovvero quanto è difficile ottenere le informazioni per un reportage e quanto è difficile avere il tempo e i fondi per un’inchiesta. Appuntamento quindi ieri pomeriggio a Trieste nellasaladelRidottodelTeatroVerdi.Sul palco Giovanni Marzini, caporedattore del Tgr del Friuli Venezia Giulia che ha fattoglionori dicasa.Protagonisti assoluti i vincitori del Premio Luchetta, Alfredo Macchi,VivianaMazza,NinaLakhani,Roberto Carulli,il freelance Armando Dadi e Dorothee Ollieric chiamati uno alla volta per una mini intervista; e l’inviato di Repubblica Daniele Mastrogiacomo, subito arpionato da Cirri, in una redazione improvvisata.Ecosí,daunoschermoposizionato nel ridotto, Mastrogiacomo, l’inviato che tre anni fa fu oggetto di un rapimento in Afghanistan, ha affermato che questo del reporter «è un bellissimo mestiere. Raccontare i suoni, le immagini, le persone, tutto ciò che gli altri non possono vedere è emozionante e utile». Desiderio nel cassetto: ritornare nei paesi dell’Africa centrale.

Rai 1 6.00 EURONEWS 6.10 QUARK ATLANTE IMMAGINI DAL PIANETA 6.30 TG 1 6.45 UNOMATTINA ESTATE. 7.00 TG 1 7.30 TG 1 L.I.S. 7.35 TG PARLAMENTO 8.00 TG 1 9.30 TG 1 FLASH 10.40 VERDETTO FINALE.

Con Angela Lansbury. 13.30 TELEGIORNALE 14.00 TG 1 ECONOMIA 14.10 DON MATTEO 2.

Con Terence Hill, Nino Frassica, Flavio Insinna. 15.00 16.50 17.00 17.10 17.15 17.55 18.50

CAPRI TG PARLAMENTO TG 1 CHE TEMPO FA LE SORELLE MCLEOD IL COMMISSARIO REX. REAZIONE A CATENA.

Con Pino Insegno.

SERA

6.00 6.15 6.20 6.30 6.40 7.00 9.55 10.15 10.30 10.45

Con Piero Angela.

1.40 2.10 2.40 3.15

TG 1 LA NOTTE DEGLI ANGELI TG 1 NOTTE CHE TEMPO FA APPUNTAMENTO AL CINEMA SOTTOVOCE. RAI EDUCATIONAL FUORICLASSE CANALE SCUOLA - LAVORO. RAINOTTE SAW 3 - L’ENIGMA SENZA FINE. Film (Thriller, USA 06).

Regia di D. Lynn Bousman. Con Tobin Bell.

Free 6.30 6.45 8.05 8.30 8.55 12.00 12.15 12.45 13.30 18.55 19.00 19.15 19.30 20.05 20.20 20.45 21.00 21.20 21.50 22.05 22.30 23.00 23.20 23.55

11.00 11.15 12.05 13.00 13.30 13.50 14.00 14.50 15.35 16.20 17.10 17.50 18.00 18.10 18.30 19.00 19.30

RICOMINCIARE SCANZONATISSIMA MAX E TUX TG 2 E...STATE CON COSTUME TG2 SI VIAGGIARE CARTOON FLAKES TUTTI ODIANO CHRIS. TRACY E POLPETTA. TG2 MATTINA TG 2 E...STATE CON COSTUME MEDICINA 33 THE LOVE BOAT. IL NOSTRO AMICO CHARLY TG 2 GIORNO E...STATE CON COSTUME TG2 SI VIAGGIARE GHOST WISPERER. ARMY WIVES. SQUADRA SPECIALE COLONIA. LA SIGNORA DEL WEST. LAS VEGAS. TOM & JERRY TALES TG 2 FLASH L.I.S. RAI TG SPORT TG 2 A COME AVVENTURA. SQUADRA SPECIALE COBRA 11

SERA

20.00 TELEGIORNALE 20.30 DA DA DA 21.20 SUPERQUARK. 23.35 23.40 1.00 1.30 1.35

Erica Culiat © RIPRODUZIONE RISERVATA

Rai 2

Con Veronica Maya. 11.30 APPUNTAMENTO AL CINEMA 11.35 TG 1 11.45 LA SIGNORA IN GIALLO.

La prima giornalista intervistata da Marzini è stata Nina Lakhani, - l’Espresso ha dedicato 6 pagine alla sua inchiesta sui 40 milioni di bambini non censiti e quindi sconosciuti al mondo -. «Ho voluto presentare una situazione quotidiana che si è deteriorata e che tutti hanno ignorato. Interessareil mercatoconquesto tipodi storie è una sfida. Bisogna svegliare la coscienza di chi legge». LagiornalistadiFrance2,Dorothee Ollieric ha invece osservato che pur facendo questo lavoro da 20 anni non si abituerà mai a tragedie come quella di Haiti: «Voglio ritornare, la situazione lí è cambiata benpoco,vogliorendermiutile,voglioraccontare le storie che stanno dietro». Il giornalismo d’inchiesta, pur avendo utenti,nonfapropriolapartedaleone.Un esempio è quello di Password di Rete4 che,nonostantenumerosiriconoscimenti, è stato cancellato dal palinsesto. Alfredo Macchi, che ha vinto la sezione tv per il migliorserviziotelevisivoproprioperPassword, ha ribadito - ma su questo si sono detti d’accordo tutti i colleghi -, la necessitàdi«andaresuiluoghi,testimoniare,perché il lavoro fatto attraverso le agenzie è freddo». E Viviana Mazza, vincitrice del Luchetta per la sezione quotidani ha lamentato la carenza endemica di fondi per fare attività di inchiesta.

TG TRIESTE TG UDINE TG TRIESTE TG UDINE OROSCOPO TG TRIESTE TG UDINE VIAGGIANDO IL FRIULI FREE SHOPPING METEO TG TRIESTE NOTES TG UDINE TG TRIESTE TG UDINE SOCIAL TV TG TRIESTE TG UDINE TG TRIESTE TG UDINE FESTIVAL SHOW TG TRIESTE TG UDINE OROSCOPO

20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO 20.30 TG 2 20.30 21.05 SQUADRA SPECIALE COBRA 11.

Con Erdgan Atalay, Tom Beck, Charlotte Schwab. 22.45 ANNA WINTER - IN NOME DELLA GIUSTIZIA.

Con Alexandra Neldel, Clemens Schick, Erhan Emre. 23.35 TG2 23.50 LA STORIA SIAMO NOI.

Con Giovanni Minoli. 0.50 TG PARLAMENTO 1.00 BIG - LA VIA DEL CUORE.

La via della ragione. Con Giovanni Minoli. 1.30 ALMANACCO

Rai 3 6.00 RAI NEWS 24 - MORNING NEWS 6.30 IL CAFFÈ DI CORRADINO MINEO 6.45 ITALIA, ISTRUZIONI PER L’USO. 8.00 CULT BOOK 8.05 LA STORIA SIAMO NOI. 9.00 JERRY 8 E 3/4. Film

(Commedia, USA 1964). Regia di Jerry Lewis. Con Jerry Lewis, Peter Lorre, Everett Sloane. 10.40 COMINCIAMO BENE ESTATE 12.00 TG 3 13.00 COMINCIAMO BENE ESTATE

Condominio Terra.... 13.10 TOUR DE FRANCE

17a tappa: Pau - Col du Tourmalet 14.00 14.20 14.45 14.46

Tg R F.V.G.. 14.20 14.30 15.30 16.00 16.30 17.05 18.00

EURONEWS MI GIOCO LA TV MAPPAMONDO SLOVENIA MAGAZINE FOLKEST 2008 SPEZZONI D’ ARCHIVIO PROGRAMMA IN LINGUA SLOVENA.

Pomagajmo si.... 18.35 18.40 19.00 19.25 19.30 20.00 20.30 21.00 21.30 21.45 22.15 22.35

VREME PRIMORSKA KRONIKA TUTTOGGI. I edizione. TG SPORT IN ORBITA L’ UNIVERSO È... ARTEVISIONE STUDIO SEMPLICEMENTE GIRO VIDEOMOTORI CITY FOLK TUTTOGGI. II edizione. PROGRAMMA IN LINGUA SLOVENA.

Primorska kronika. 22.55 PRIMORSKI MOZAIK

TG REGIONE TG 3 RAI SPORT TOUR DE FRANCE

17a tappa: Pau - Col du Tourmalet 15.00 18.00 18.55 19.00 19.30

TG3 FLASH L.I.S. GEOMAGAZINE 2010. METEO 3 TG 3 TG REGIONE

SERA Caroline Veyt, Sebastien Courivaud, Isabelle Vitari. 21.05 21.10 22.55 23.00 23.35

Canale 5 6.00 7.55 7.57 7.58 8.00 8.40 9.11

PRIMA PAGINA TRAFFICO METEO 5 BORSE E MONETE TG5 - MATTINA IL SUPERMERCATO. È ARRIVATO ZACHARY.

Film Tv (Drammatico, 2003). Regia di John Schultz. Con Jonathan Lipnicki, Cody Linley, Jesse Pennington. 11.00 13.00 13.40 13.45 14.10 14.45

FORUM. TG5 / METEO 5 GIFFONI FESTIVAL BEAUTIFUL. CENTOVETRINE. ALISA - SEGUI IL TUO CUORE. 15.42 ROSAMUNDE PILCHER: LA NEBBIA D’IRLANDA.

Film Tv (Drammatico, 07). Regia di Andi Niessner. Con Reiner Schone, Hendrik Duryn.

TG 3 ALICE NEVERS. Telefilm TG REGIONE TG3 LINEA NOTTE ESTATE MEDIUM.

Con Patricia Arquette, Jack Weber. 0.15 APPUNTAMENTO AL CINEMA 0.25 MAGAZZINI EINSTEIN. 0.50 LA MUSICA DI RAITRE.

20.00 TG5 20.30 METEO 5 20.31 VELONE.

Con Enzo Iacchetti. 21.11 WOMEN’S MURDER CLUB. 0.30 TG5 NOTTE 0.58 METEO 5 0.59 VELONE 1.31 SQUADRA EMERGENZA 3.25 TG5 3.54 METEO 5 3.55 SQUADRA EMERGENZA 5.31 TG5-NOTTE-REPLICA 5.59 METEO 5 NOTTE

1.35 FUORI ORARIO. COSE MAI VISTE. Fuoriorario.

Telefriuli TELEGIORNALE F.V.G. SPORT SERA START TELEGIORNALE F.V.G. SCONFINANDO LO SCRIGNO. Ai confini

delle tradizioni popolari. 11.45 MUSICA & SPETTACOLO 12.15 I NESTRIS VECJOS.

Contis des ueris de Grece e de Russie. 13.10 APPUNTAMENTI IN F.V.G. 14.10 IL SEGNO E IL COLORE 18.15 SETTIMANA FRIULI VENEZIA GIULIA 18.45 APPUNTAMENTI IN F.V.G. 19.00 TELEGIORNALE F.V.G. 19.45 SPORT SERA 20.00 RUGBY MAGAZINE 20.30 TELEGIORNALE F.V.G. 21.00 SPECIALE DEL TELEGIORNALE 22.30 TELEGIORNALE F.V.G. 23.00 APPUNTAMENTI IN F.G.V. 23.15 GORIZIA MAGAZINE 0.15 TELEGIORNALE F.V.G.

6.40 7.10 8.15 9.10 10.30 11.30 12.00 12.02 13.05 14.05

MEDIA SHOPPING KOJAK. T.J. HOOKER BALKO. AGENTE SPECIALE SUE THOMAS. TG4 - TELEGIORNALE VIE D’ITALIA - NOTIZIE SUL TRAFFICO CARABINIERI. DISTRETTO DI POLIZIA. FORUM-IL MEGLIO DI.

Con Rita Dalla Chiesa. 15.10 NIKITA. 16.15 IERI E OGGI IN TV 16.27 GIOVENTU’ BRUCIATA.

Film (Drammatico, 1955). Regia di Nicholas Ray. Con James Dean, Natalie Wood, Sal Mineo, Jim Backus. 18.55 TG4 - TELEGIORNALE 19.35 TEMPESTA D’AMORE

20.30 RENEGADE. 21.10 ROBIN HOOD. 23.15 LO SQUALO 2.

Film (USA 1978). Regia di Jeannot Szwarc. Con Roy Scheider, Lorraine Gary, Murray Hamilton. 1.36 TG4 - RASSEGNA STAMPA 2.03 AFRICA ADDIO.

Film (Documentario, Italia 1965). Regia di Gualtiero Jacopetti 4.10 MEDIA SHOPPING 4.25 LAW & ORDER: UNITA’ SPECIALE 5.10 COME ERAVAMO

Tpn 7.05 TELEGIORNALE DEL NORD EST 9.30 TELEVENDITA 12.30 DI COMUNE UTILITÀ: NOTIZIE UTILI PER I CITTADINI 12.35 TELEVENDITA 13.00 L’ARCOBALENO VENETO 15.30 TELEVENDITA 17.00 VIDEO BOOK 18.15 TELEVENDITA 18.35 L’OCCHIO. Cinema, teatro,

concerti nel Triveneto. 19.15 IL TELEGIORNALE DEL NORD EST 21.10 SQUARCIO AZZURRO.

La controinformazione su leggi e leggine del F.V.G. 22.00 DUE RUOTE DI PASSIONE 23.15 L’OCCHIO. Cinema, teatro,

concerti nel Triveneto. 0.10 TELEGIORNALE DEL NORD EST 2.10 SQUARCIO AZZURRO.

La controinformazione su leggi e leggine del F.V.G.

Mtv 7.00 NEWS 7.05 BIORHYTM 8.00 TRL ON THE ROAD.

Tappa Latina. 9.00 10.00 12.30 13.00 13.05 14.00 14.05 15.00 15.05 15.30 16.00 16.30 18.00 19.00 19.05 20.00 20.05 21.00 22.00

Protagonista de “L’uomo che verrà” GORIZIA. Primo ciak oggi per l’Amidei,29ª edizionedel PremioallaMigliore Sceneggiatura Internazionale, alla presenza del sindaco Ettore Romoli, dell’assessorealParcoculturaledelComune Antonio Devetag e della vicepresidentedellaProvinciaallaCulturaRoberta Demartin. Il primo appuntamentoèperle21nelParcodivillaCoroniniCronberg con l’attrice Alba Rohrwacher, protagonista assieme a Maya Sansa, Claudio Casadio e altri interpreti dellapellicola L’uomocheverràdiGiorgio Diritti, primo film in concorso. Selezionata dalla giuria del Premio composta dagli sceneggiatori Suso Cecchi D’Amico e Francesco Bruni, dai registi Franco Giraldi, Giuseppe Piccioni, Ettore Scola e Mario Monicelli, Giovanna Ralli, Silvia D’Amico e Marco Risi, la pellicola rientra nella rosa dei dieci finalisti che si contenderanno la vittoria il 31 luglio. Incentrato sulla strage di Marzabotto (29 settembre-5 ottobre 1944) nel corso della quale le SS rastrellarono e giustiziarono 780 civili nell’intera area collinosa che sovrasta Bologna, L’uomo che verrà di Diritti - per la sceneggiatura dello stesso Diritti, GiovanniGalavottieTaniaPedroni-siinserisce perfettamente nel filone tematico individuato dalla direzione artistica del festival identificabile nel macro-tema “Il Cinema e il Testimone”.

Italia 1 6.10 I ROBINSON. 6.45 BEVERLY HILLS, 90210. 7.30 LA STELLA DI LAURA

Film (Animazione 2004). 9.10 9.40 9.45 10.20 11.25 12.20 12.25 12.58 13.00 13.37 13.40

SCOOBY DOO. DUFFY DUCK. RAVEN. SUMMER DREAMS. SUMMER CRUSH. GIFFONI IL SOGNO CONTINUA STUDIO APERTO METEO STUDIO SPORT MOTOGP-QUIZ CAMERA CAFE’.

Con Luca E Paolo. 14.05 ONE PIECE TUTTI ALL’ARREMBAGGIO. 14.35 FUTURAMA. 15.00 H20. 15.30 CHAMPS 12. 16.30 BLUE WATER HIGH. 17.00 CHANTE!. 17.30 CAPOGIRO JUNIOR 18.30 STUDIO APERTO 18.58 METEO 19.00 STUDIO SPORT 19.28 SPORT MEDIASET WEB 19.30 TUTTO IN FAMIGLIA.

Con Damon Wayans SERA

SERA

Accademia Nazionale di Santa Cecilia.

6.10 6.40 6.55 7.10 7.35 8.00

Rete4

17.40 TG5 - 5 MINUTI 17.45 INSIEME APPASSIONATAMENTE. 18.50 UNO CONTRO 100

SERA

20.00 BLOB 20.15 SECONDE CHANCE. Con

Koper-Capodistria 14.00 TV TRANSFRONTALIERA.

TRIESTE. Una dall’inviato GIAN PAOLO POLESINI Magari una seconda serata? stretta di mano che È ancora Lamberto Sposini, che ritroglissa il solito significato di buongiorno, piacere. Diciamo una promessa, un veremonuovamenteaLa vitaindiretta,a buon proposito, una speranza, soprattut- prendere per mano una miscellanea to. Tra galantuomini. E la cosa, allora, emozionale, che può diventare varietà o suona seria. A un niente dalla serata I altruismo nell’attimo di una folata di nostri angeli, ieri sera in piazza Unità - brezza. Massimo Ranieri sale subito in premiazione show per spargere allori resta, il primo piano è per lui. Perdere sul giornalismo coraggioso e sull’opera l’amore gli ha cambiato la vita, dice lui, unica della Fondazione Luchetta - il go- manonperibambinicongliocchisgranavernatore della Regione Renzo Tondo e ti e terrorizzati, che dell’amore ne hanno il direttore Raiuno Mauro bisogno come il pane. RanieMazza, hanno immaginato ri è stato in Fondazione, racnuovi scenari televisivi, secogliendo «commozione e guendoloslanciodelcaporestrazio, come è giusto che sia. dattore Tgr Fvg Giovanni Hanno una tale forza questi Marzini, per togliere dai fonbambini,chetimettonoinimdali nella notte televisiva un barazzo e ti senti davvero picpremio unico in Italia. «Si colo».Nellasuapiazza,unappuò sperare – ci prova Marziplauso sincero ha raggiunto ni–doposetteedizioniincrelassù, dalle parti della Luna, scita in una prima serata Rail maestro Lelio Luttazzi, lo iuno?». Tondo approva amscorso anno in prima fila qui, mettendo l’esistenza di precon le spalle al mare, un triesupposti concreti, «per dare stino che con la musica e la lustroevisibilitàalFriuliVeverveha scritto lastoria della nezia Giulia, onorando nel contempo tv e il ritmo jazzato del sound italiano. una macchina organizzativa, che proUnaseratadedicataancheesoprattutmuove la qualità dell’informazione, con to a loro, i vincitori del Luchetta 2010, ovuno sguardo concreto sulla sofferenza vero Alfredo Macchi, Viviana Mazza, Dodei tanti bimbi vittime di guerra». A que- rothèe Ollieric, Roberto Carulli, Nina sto punto manca il sì o il nì di Mazza. Lakhani e Armando Dadi. Irene Forna«Una diretta Raiuno è molto impegnati- ciari ci riporta alle atmosfere sanremesi, va – dice Mazza – e da quel punto, poi, è mentreRanieri vadi primiziacon La mia impossibile tornare indietro semmai il leggerezza, testo inedito scovato in qualsuccesso nonfosse pieno». Non sisbilan- che cassetto. Davanti alla tv sabato, alle cia il direttore, ma promette di togliere 23.30, per vedere o rivedere tutto questo. dall’ora dei vampiri il premio Luchetta. © RIPRODUZIONE RISERVATA

BROOKE KNOWS BEST SUMMER HITS MTV THE SUMMER SONG MTV NEWS THE HILLS MTV NEWS TEEN MOM MTV NEWS NANA NABARI MTV THE SUMMER SONG SUMMER HITS LOVE TEST MTV NEWS TAKING THE STAGE MTV NEWS THE HILLS MTV THE SUMMER SONG JESSICA SIMPSON’S THE PRICE OF BEAUTY 22.30 EXILED 23.00 MY SUPER SWEET 16

20.05 I SIMPSON. 20.30 MERCANTE IN FIERA. 21.10 MITICI ‘80.

Con Sabrina Salerno. 0.00 PASSION.

Con Rachele Restivo. 1.05 BUFFY, L’AMMAZZA VAMPIRI. 2.40 STUDIO APERTO LA GIORNATA 2.50 GIFFONI IL SOGNO CONTINUA 3.00 BUFFY, L’AMMAZZA VAMPIRI. 3.40 MEDIA SHOPPING 3.55 APOCALYPSE DOMANI.

Film (Horror, Italia 1980). Regia di A. M. Dawson. Con John Saxon.

Sky Cinema 1 13.20 GHOST TOWN. Film (Commedia, USA 2008). Con R. Gervais T. Leoni. 15.10 DRAGONBALL: EVOLUTION. Film

(Azione, USA/HKG 2009). Con J. Chatwin J. Park. 16.40 CA$H.

Film (Azione, FRA 2008). Con J. Dujardin J. Reno. 18.30 STAR TREK IL FUTURO HA INIZIO.

Film (Fantascienza, USA/DEU 2009). Con C. Pine Z. Quinto. 21.00 IL GRANDE SOGNO.

Film (Drammatico, ITA/FRA 2009). Con R. Scamarcio 22.55 HOUDINI - L’ULTIMO MAGO. Film (Drammatico,

GBR/AUS 2007). Con G. Pearce 0.40 GHOST TOWN. Film (Commedia, USA 2008). Con R. Gervais T. Leoni.

La7 6.00 TG LA 7 / METEO / OROSCOPO / TRAFFICO 7.00 OMNIBUS - ESTATE 9.15 OMNIBUS LIFE - ESTATE 10.10 PUNTO TG 10.15 DUE MINUTI UN LIBRO 10.20 MOVIE FLASH 10.25 LA7 DOC. 11.25 MOVIE FLASH 11.30 ISPETTORE TIBBS. 12.30 TG LA7 12.55 SPORT 7 13.00 HARDCASTLE & MCCORMICK. I giustizieri. 14.00 MOVIE FLASH 14.05 SAFARI EXPRESS. Film

(Commedia, Italia 1976). Regia di Duccio Tessari. Con Giuliano Gemma, Ursula Andress, Jack Palance. 16.05 STAR TREK. 18.00 RELIC HUNTER. 19.00 NYPD BLUE.

SERIE

Donne detective Un amarcord a caccia di killer degli anni 80 Nel primo episodio il club indaga sull’omicidio di un giovane e sulla scomparsa della moglie incinta. Jill (Laura Harris, foto), proprio a causa di questo casa dice di non volere mai figli. Nel secondo Suicidio o omicidio Jill e amiche sono alle prese con l’assassinio di un campione della Nfl, pianificato per sembrare un suicidio. Nel frattempo Lindsay, incontra Heather, che ha appena passato la notte con Tom. Women’s murder club Canale 5, alle 21.10

20.00 TG LA7 20.30 IN ONDA. Con Luisella

Costamagna, Luca Telese. 21.10 MEDICAL INVESTIGATION. 23.05 LEVERAGE. 0.00 CUORK. Viaggio al centro

della coppia. 1.15 TG LA7 1.35 MOVIE FLASH 1.40 PROIBITO.

Film (Drammatico, Italia / Francia 1954). Regia di Mario Monicelli. Con Mel Ferrer, Amedeo Nazzari, Henri Vilbert. 3.40 IN ONDA. Con Luisella Costamagna, Luca Telese. 4.20 DUE MINUTI UN LIBRO.

Con Alain Elkann.

Sky Sport 1 11.00 BEACH SOCCER: UNA PARTITA 12.00 MAGAZINE 12.30 BEACH SOCCER: UNA PARTITA 13.30 SPECIALE CALCIOMERCATO 14.30 MAGAZINE 15.00 FAN CLUB ROMA 15.30 FAN CLUB NAPOLI 16.00 FAN CLUB FIORENTINA 16.30 FAN CLUB JUVENTUS 17.00 FAN CLUB MILAN 17.30 FAN CLUB INTER 18.00 MAGAZINE 18.30 PREMIER LEAGUE WORLD 19.00 FIFA WORLD CUP 19.30 BEACH SOCCER: UNA PARTITA 20.30 LIGA 22.30 MAGAZINE 23.00 SPECIALE CALCIOMERCATO (LIVE) 0.00 BEACH SOCCER: UNA PARTITA

Sabrina Salerno (nella foto) conduce il programma fasciata da un costume molto luccicante. L’abito di scena richiama alla memoria il dj Super X della indimenticata Superclassifica show, che furoreggiava su svariate emittenti locali, proprio negli anni Ottanta. L’inviata Raffaella Fico (un ex gieffina) prosegue l’esplorazione delle discoteche italiane, per cercare le differenze con quelle di alcuni decenni fa. Mitici ’80 Italia 1, alle 21.10

I film x LA NEBBIA D’IRLANDA con Reiner Schöne, Hendrik Duryn, Kerstin Gahte, Luise Deschauer,LaraJoiyKorner; di Andi Niesser Sentimentale (2007)

Keira vive in una tenuta in Irlanda. La morte del fidanzato–disarcionatodauncavallo che da allora nessuno ha potuto domare – le ha provocato un trauma... Alle 15.40. Canale 5

x LO SQUALO 2 conRoyScheider,LorraineGary,MurrayHamilton; di Jeannot Szwarc Avventura (1978)

Nello stesso luogo dove avvenne il primo avvistamento, compare un altro squalo, ancora più pericoloso. L’unicoche sembra rendersi conto del reale pericolo... Alle 23.15. Rete 4

x IL GRANDE SOGNO con R. Scamarcio, J. Trinca, M. Iermanò, L. Argentero, L. Morante, T. Sanghineti;diMichelePlacido Drammatico (2009)

1968. Nicola è un giovane poliziotto con la passione per il teatro. Infiltrato dai suoi superiori all’Università La Sapienza, occupata... Alle 21.00. Sky 1 Hd

RADIO NAZIONALI RADIO 1 Onda Verde 5.27, 6.12, 6.53, 7.53, 8.55, 9.54, 10.55, 11.25, 12.25, 12.54, 13.54, 14.25, 14.54, 15.54, 16.25, 16.57, 17.56, 18.27, 22.55, 23.55, 24.30; Radiogiornali: 6, 7, 8, 13, 19, 21.35, 23, 24 14.08 CON PAROLE MIE 14.48 HO PERSO IL TREND 15.38 BAOBAB. L’ ALBERO DELLE NOTIZIE 16.00 GR 1 - AFFARI 17.03 SPECIALE TOUR DE FRANCE 17.30 GR 1 TITOLI - AFFARI BORSA 17.41 IL COMUNICATTIVO 17.51 SUONI D’ESTATE 18.08 LIDO LORENA 19.20 RADIO1 SPORT 19.30 ASCOLTA, SI FA SERA 19.36 ZAPPING 21.09 SUONI D’ESTATE 22.00 GR 1 - AFFARI 23.05 GR 1 PARLAMENTO 23.09 DEMO 23.27 UOMINI E CAMION 23.40 PRIMA DI DOMANI

RADIO 2 GR2 (07.30, 08.30, 10.30, 13.30, 15.30, 17.30, 19.30, 21.30) 15.00 COSí PARLO ZAP MANGUSTA 15.15 OTTOVOLANTE 16.00 TRAFFIC 17.00 610 (SEI UNO ZERO) 18.00 CATERPILLAR 19.44 GR SPORT 19.50 DECANTER 21.00 MOBY DICK 23.00 DISPENSER

RADIO 3

SERA

SHOW

GR3 (13.45 - 16.45 - 18.50) 14.00 ALZA IL VOLUME 15.00 FAHRENHEIT 16.00 AD ALTA VOCE 18.00 SEI GRADI. UNA MUSICA DOPO L’ALTRA 19.00 HOLLYWOOD PARTY 19.50 RADIO3 SUITE FESTIVAL DEI FESTIVAL 20.00 IL CARTELLONE 22.30 IL CARTELLONE

RADIO DEEJAY NOTIZIARI: 7,00, 8,00, 9,00, 10,00, 18,00, 19,00 7.00 CHIAMATE ROMA TRE ORE TRE ORE; 10.00 DEEJAY CHIAMA ESTATE; 12.00 COLLEZIONE SOLARE; 13.00 CIAO BELLI; 14.00 50 SONGS (EVERYDAY); 16.00 SENZA SPIAGGIA; 18.00 PINOCCHIO; 20.00 CIAO BELLI; 21.00 VIC E DOMENICO NESCI; 23.00 DEEJAY CHIAMA ESTATE;

RADIO CAPITAL NOTIZIARI: 6,30, 10,30, 13,30, 15,30, 17,30, 20,30 6.00 RE-SUMMER; 7.00 IL CAFFÉ DELLA MATTINA; 9.00 HOT HOT SUMMER; 12.00 RE-SUMMER; 13.00 SOUL TRACKS; 14.00 HOT HOT SUMMER; 17.00 HOT HOT SUMMER; 20.00 VIBE; 22.00 CAPITAL GOLD;

RADIO ITALIA 7.15 DISCO ITALIA; 9.00 OROSCOPO DI LUCA WARD; 9.05 IN COMPAGNIA DI; 9.10 VIABILITË; 10.00 NOTIZIARIO; 10.05 IL METEO; 10.16 DISCO ITALIA; 10.30 CLASSIFICA ITALIANA; 12.00 IN COMPAGNIA DI; 13.00 NOTIZIARIO; 13.05 IL METEO; 13.16 DISCO ITALIA; 13.30 LE PAROLE; 14.00 IN COMPAGNIA DI; 16.00 IN COMPAGNIA DI; 16.05 L’INTERVISTA; 16.16 DISCO ITALIA; 17.30 VIABILITË; 18.20 IN COMPAGNIA DI; 19.16 DISCO ITALIA; 19.59 VIABILITË; 20.00 IN COMPAGNIA DI; 23.16 DISCO ITALIA; 0.00 NOTIZIARIO; 0.05 IL METEO;

RADIO LATTEMIELE GR (m= con meteo, t= con traffico, e= con economia) 6m - 6.30 - 7m - 8t - 8.30 - 9m 10.30 - 12.30 - 13e - 14.30 - 15 - 15.30 - 16 - 16.30 - 17 - 18m - 18.30 - 19t - 19.30 - 20m LATTEMIELE PER TE: 9.30 - 11.30 - 12.33 15.33 - 17.30 - 19.30 7.20 IL SOLE IL SANTO E COSE MAI VISTE; 7.30 GR SPORT; 7.40 OROSCOPO; 9.20 USI E CONSUMI; 10.00 GR SPETTACOLO; 11.00 GR SALUTE E BENESSERE; 11.20 TUTTI A POSTO; 12.00 GR L'OPINIONE; 13.10 4x4 DISCHI A RICHIESTA; 14.00 GR SPORT; 14.20 FUORI BANDA; 16.10 APPUNTAMENTO AL BUIO; 19.40 OROSCOPO.

RADIO FVG FRIULI-VENEZIA GIULIA 7.20(Ondaverde),12.30,15,18.30Notiziariregionali; 11.03-13.34 La radio ad occhi aperti; 12.20-15.15 Sperimentazione friulano; 18.30 Incontri con la Bibbia. RADIO METRÒ Dalle 0.00 alle 23.59 non stop music anni 70-80-90; News dalle 7 alle 20 più edizione flash dalle 7.30 alle 19.30; 7.55 Most music in the morning con Davide Bonini; 8.45, 9.45, 12.45, 13.45, 14.45, 15.45, 16.45 Metrò box richieste; 11, 18 Metrò for you richieste al numero verde 800123512; 19 Disco workout sonorità funky 70/80; 21 Metropolis musica in tutte le sue forme e in tutte le sue colorazioni, selezionate da Diego Costelli; 22 In the mix selezioni mixate; 23 Slow motionpergli amanti della musicaslow/soft; 1.00 Boogie Nights una raffinata selezione dei migliori brani della musica soul, funky, disco e dance degli anni 70 e 80. STUDIO NORD HIT STATION Notiziariogniora,dalle8alle19;Meteoalle8.05, 15.30, 19.17; Locandina 7.30, 13.30; Block notes sport 13, 18.30; Magazine spettacoli 7, 15, 21; Parliamo di Carnico 19.20; dalle 6 alle 14 Studio Nordbuongiorno musicae informazione; dalle 14 alle 15 e dalle 21 alle 24 Young generation - i dischipiùfortidelmomento; dalle21alle 22Rock cafè con Paolo De Contis; 6.20, 8.40, 10.20, 12.20, 15, 16.20, 19.40, 22 Old gold collection - i successi degli ultimi 30 anni; dalle 0.00 Music douce la nuit de Studio Nord. RADIO FANTASY Notiziariogniora,dalle 7alle 19,i regionalialle 9, 12, 14 e 19; ogni ora, collegamento con S.U.S. per le informazioni sul traffico; alle 9 e alle 19 collegamento con l’Arpa il meteo regionale. 8-10 Di primo mattino con Carla Lugli e Sabrina Vidon; 10-14 Mattinata Fantasy con Mauro Baldan; 14-16Mega...hits;16-19OutingconMartaDaneluzzi; 19-21 Lounge factory in diretta da Ibiza. RADIO SPAZIO 103 6.59 ...Buongiorno da Radio Spazio 103; 7.10, 8.15, 10.03, 12.15, 16.03, 18.15, 21.30 Gr Spazio flash; 7, 10, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20 Gr 2000; 8, 14, 21 Gr vaticana; 7.03 Rassegna stampa; 7.20Lasvearine; 7.42Oggiinedicola; 8.30-19.03 Sotto la lente; 9.30-10.05-16.05-17.30 Oblò, sguardo su gente, storie, tesori del Friuli e non solo;10.30-21.50Gjalecopasse;11.30Suilsipario; 12.30 La musica senza tempo; 13.15 Gr furlan; 13.30 Gr storia; 14.03 Buongiorno Europa; 14.30-15.03-22.45 Musica scelta e commentata; 15.30 Ciak cultura; 17.30 Spazio sport; 18.30-22.45 Glesie e int; 20.03 Cultura e musica in lingua slovena; 0.05 Notturno. RADIO ONDE FURLANE 7-7.45 Friuli in gol con Franco Poiana; 7.45 Di par di; 8 Gr buinore; 8.25 Il cil parsore il Friùl; 8.28 Planc pai svolts; 8.30 Un blanc e un neri; 9 Scartòs; 9.30 Ator ator; 10 Choreis et Marculis; 11 Da est a sud: le voci del mondo; 11.30-18.30 Ce fà?; 123-14.30-18IlGjornàldiOf;12.40-15-17.20Musiche cence cunfins. RADIO GORIZIA UNO 7 GionBomo; 8.40 Parliamone; 9 Pap-Show; 10 Mai fuori onda; 11 Undici in compagnia; 11.40 Parliamone; 13 Sel. musicale; 13.30 Sel. musicale; 14Bazaar; 15Gino latino;16 Pap-Show (repl.); 17 Gsm Merlino; 19 Sel. musicale; 19.30 Bazaar. FRIULI-VENEZIA GIULIA 7.20(Ondaverde),12.30,15,18.30Notiziariregionali; 11.03-11.30-13.33 A più voci; 18.30 Incontri con la Bibbia.


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 65 % MessaggVeneto_100722_15_13.pdf 531 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

Nuovo capitolodella Trilogia ierisera

Mittelfest scena dramma il

In

teatro Verdi

al

'

e

l

"

Lev

di

Gorizia con gruppo sperimentale Muta Imago Poco pubblico .

di

il

soldat? russotravolto daifantasmidellaguerra

"

il

,

,

Trilogia della Teatro Verdi Gorizia dai MutaImago apre unafinestra sulla del disagio mentale Gli della

proposta

al

di

,

voragine

.

spettatorivengono nella mente del Lev Zasetsky paziente delcelebre neuropsichiatra

risucchiati

protagonista

,

,

russoAlexander Lurja Proprio

diario

il

,

il

è

la

,

di

sera

di

il

,

e

il

ieri

di

Verdi

al

Gorizia per

di

lo

spettacolo Lev

"

Lev scritto

di

di

pubblico

.

fra 1943 i11958 stato fonte ispirazione questa rappresentazione che con linguaggio innovativo dei Imagoindaga gli abissi sofferenza maanche battaglia per felicità che quotidianamente uomo ingaggia corne Sisifoper Camus. Unalottachecostituisce essenza stessa della vitale dell umanità che lasciaintravedere anche quando non conquista risultato una speranza Lo scrive anche nel suo diario stesso Lev quale una ferita proiettile alla testa rimediata guerra ha fatto perdere memoria guerra guerra quantidisastri ha all umanità quanti morti haprovocato quanta gente hamutilato quanta altra hainchiodatoad unletto quantagente ha tolto possibilità fare del bene Ma nel prossimofuturo voli nello spazio e

Gli attori Muta Imago

"

il ,

secondo della

Trilogia della memoria allestito per Mittelfest il

Muta

della

la

la

'

l

,

'

l

'

tensione

e

,

il

.

,

lo

al

di

,

in

,

la

,

:

«

Si

la

la

,

,

'

fatto

,

,

,

gente

a

,

la

.

di

cominceranno

i

primo

in

e

luogo voli sulla luna i

suo mondo da spettatori staaspettando immobile sul .

Ci

,

,

palcoscenico inizio

,

prima dell

,

'

suoni

e

il

la

:

la

,

di

elettrocardiogramma rumore dell elettroshock visitemediche Siamo nel cervello Lev Tre pannelli coperti sabbia dividono realtà dallabirinto mentale. Tre lampade mosse dall atto '

ri

radiocronaca del

lancio dello Sputnik una suona unamarcia allegra unosciame api assalta. Larealtà penetra neldelirio attraverso suoni ospedalie,

di

,

il

trasmette banda

.

improvviso

dioche gracchia mentre ,

dello spettacolo Poi

vortice luci unavocefemminile cheinvoca suo nome ra'

all

lo

i

l

il

(

,

'

le

,

.

)

.

di

di

la

'

,

e

suipianeti vicini voli che daranno maggiori possibilità fare delle scoperte arricchirci sostanze ed ci

,

di

e

di

di

poco diffusi forse terra che trovano

elementi sulla

(

di

e

si

sugli altripianeti Lev »

.

magistrale interpretazione

GlenBlackhall difronte

,

purtroppo una platea con molti posti vuoti non ritroverà mai più Noi perà privilegio entrare nel a

,

si

)

.

abbiamo

Udine entra nelfestival conNekrosius

,

,

invece

Eanche

UdineentranelMittelfest Doma.

alle 11.30 Teatro NuovoGiovanni da Udine Tarcisio Mizzau presidente della Fondazione Teatro Nuovo Antonio Devetag presidente dell associazione Mittelfest Furio ni

al

,

,

,

,

,

,

'

,

Bordon direttore artistico delsettore prosa ClaudioMansutti direttoreartistico del settore e

,

,

sala

Europasenzapiùmemoria

ev seconda puntata

memoria

in

musica interverrannoinsieme con dello spettacolo Idiotas gli attori la

compagnia

(

Ciunis Salvijus Trepulis Elzbieta Tauras Cizas anche aiuto regista general managerAudriosJankauskas firmato dal regista lituano EimuntasNekrosius che scena Giovanni da Udinesabato24. andrà Daumantas

,

,

Latenaite

e

il

,

)

,

grande

,

in

al

il

di

1/2 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 50089 Pagina : 15 Periodicità : Quotidiano Dimens. : 65 % MessaggVeneto_100722_15_13.pdf 531 cm2 Web Site: www.messaggeroveneto.it

illuminano via via.

li

a

re ,

Ricordiconfusi emergono dalpassato volto una donnaaffioradalla sabbia delpavimento proiettato su unpannello Lev barcolla peso degliincubi il

di

,

,

.

sotto

il

materializzati

dagiochi

,

luce

di

suoni dalleimmagini che creano sui pannelli

,

si

,

,

rifrazioni

trasparenze. Vediamo suo diario

e

il

corpo sotto nostri occhi Sogna un viaggio nello spazio poidanza conuna prendere

i

.

di

,

sabbia cheesce tenebre unatrovata Anna balena un istante

ballerina dalle

di

(

geniale

.

:

È

)

luciditàsul volto del paziente per poi scomparire nuovo Lavoce dello chiama ancora La sentiamo lontananza ma noi di

di

,

.

psichiatra

.

lo

in

siamo insieme

paziente.

al

Non vede nessuno universo irreale Cosa vedi dalla finestra? chiede Lurja Lev guarda si

in

questo

.

«

»

.

.

E

vedere

ci

fa

cià che vede Una fila .

di

fariarancioni acceca mentre Lev appeso due ganci lievita camminando rallentie volando tratti parepasseggiare sulla luna. Laluce talmente forte che gli spettatori sono costretti schermarsi voltocon quasi non potessero sguardo Lev una la

platea

a

,

,

,

al

a

,

,

è

a

il

le

mani

,

reggere

.

lo

di

È

rappresentazione intensa suggestiva dellafollia gruppo romano straordinaria

e

,

.

Il

conferma come unadelle propostepiù interessanti del teatro contemporaneo Lev si

.

daun' idea Glen Blackhall Riccardo Fazi Massimo Troncanetti per regia Claudia Sorace drammaturgia suono stesso Fazi. IlariaPurassanta nasce

di

e

,

la

,

di

e

la

e

il

dello

RIPRODUZIONE RISERVATA

2/2 Copyright (Messaggero Veneto) Riproduzione vietata


N° e data : 100722 - 22/07/2010 Diffusione : 38093 Periodicità : Quotidiano IlPiccol_100722_27_19.pdf Web Site: http://www.ilpiccolo.it

Pagina : 27 Dimens. : 80 % 388 cm2

RASSEGNA GLI APPUNTAMENTI CIVIDALE .

A

Mittelfest Oggi

al

punta

genio Luciano Berio

di

zen

Dostoevskij genio ispiratore della sezione

Il

riprenderecorpo

a

e

"

fa

di

che va

,

e

,

in

di

oggi prima italiana Mittelfest Cividale ore scena

,

Brea drammaturgia Toporrgic.

in

al

e

di

(

22.15

chiostroSan

,

la

scena nei giorniscorsi Cividale omaggio

Saskia

di

)

,

di

l

,

"

Fryderyk

,

a

Berio sono unassolo

un' installazione singolare tra untrombonista

danza video interazione

.

,

la

e

Sempre oggi

"

il

A

"

,

alle 20 "

in

"

la

/

;

a

,

è

"

di

simbolo dell contemporanea frammentata che '

attore-personaggio umanità

nevrotica

confrontarsicon paure tic manie proprio mezzo davanti pubblico una e

,

decide

il

di

suo mondo

di

e

,

in

e

,

sorta

e

a

d

in

et

,

E

.

di

Elio Germano scena Mittelfest prima

nunc

"

la

Kafka

di

Luciano Berio

di

al

di

"

.

Ancora

in

,

)

,

in

,

di

musiche Berislav Sipu? coreografia regia Staà' Zurovac.

'

,

e

Nazionale

Palma

al

,

'

diretto

,

di

'

(

"

ha

di

"

e

storia hic

Thom Pain

'

all

"

"

chiesa Santa Maria dei Battuti arriva Delitto Ka castigo Zlocin nella

Canti

"

e

suo strumento.

a

la

"

,

e

Chopin con Magdalena Aparta

dei

Proces

a

del genio polacco Gorizia Muta Imago presentato Lev seconda opera della della memoria Trilogia che festivalviene per primavolta rappresentata versioneintegrale Cividale stato ap immortali

di

balletto ispirato omonimo romanzo Franz Kafkacon musiche eseguite dalvivo dall Orchestra dell Opera Croata Fiume con -

di

al

la

Il

"

Moltiapplausi chiesa SanFrancesco gremita per Thom Pain basato sul niente WillEno interpretato dalla oro Cannes 2010

in

a

Antonio Ballista pianoforte sulle pagine

A

"

la

"

in

e

mezzosoprano

di

.

"

di

'

Dans.Kias unadelle più affermate compagnie danza austriache dedica tripartita comporre "

plaudito per prima volta Italia processo

di

Mittelfest ha visto

Il

per regia Hôbling coreografa Francesco

)

"

,

al

(

"

in

"

di

nella versione teatrale prodotta dallo Slovensko Mladinsko Gledalike Lubiana con adattamento regia scenografia Diego de

"

"

"

prosa

a

farsi immaginenello spettacolo Berio movement omaggio plurale compositore scomparso sette anni

il

primaitalianaspettacolodedicato geniomusicale

in

CIVIDALE musicale

danzareanche Processo

fa

al

stream

"

di

coscienza

"

di

confessione sforzo titanico in

o

presa diretta dove

si

,

consuma

lo

una specie personale

outing

"

di

collettivo

e

frustrazioni che

di

"

di

ripetono

loop tra amore morte tempochefugge graffiti infanzia adolescenza secondo storia crudele piano unbambino vestito daTex "

si

in

"

e

,

,

e

,

'

solitudine

in

d

e

,

'

nationale.

.

d

Buona prova

'

d

attore per

Elio che muove con abilità da funambolo sulla si

,

sull onda un scenanuda testo caustico zig-zig giocato suduepiani '

e

di

e

a

,

intrecciati

.

Il

primo

è

quello del

Il

è

la

di

una

Willer chescrive pozzanghera quale fulminato cane che ritrova solo in

al

,

muore

si

abbandonato

datutti

il

e

e

. Il

bimbo che ,

poi diventa ragazzo aile

prese con primitormenti amorosi ovviamente stesso ThomPain che alla i

è

lo

,

fine dopo numerosi

provocazioni scherzi ,

trucchi

anche con pubblico sala continua ,

,

in

il

(

e

)

mascheramenti

seguiti dafalse

rivelazioni platea

consegna alla

mo'

a

,

monito quello

un

di

che sembra lacerto verità Siatesempre stessi tenete bene ,

,

voi

:

«

e

a

quanto poco tempo. cercate essere altro qualcuno Finale retorico? No

mente

E

di

è

il

di

qualcun

,

migliore

»

.

a

,

proprio del testo gioco della finzioneteatrale che salvarlo

'

l

è

ambiguità

e

il

resta per fortuna presente ,

viva pronta seminare a

e

incertezze

,

dubbi è

e

le

di

gravida suanatura anfibolica.

mutante

cui i

la

e

Alberto Rochira

Unascena de

"

processo-Proces ballettoispirato "

II

,

al

romanzo

di

Kafka

1/1 Copyright (Il Piccolo) Riproduzione vietata

rassegna 22 luglio, Mittelfest 2010  

rassegna 22 luglio, Mittelfest 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you