Visite Guidate-La città di Brescia nel XX secolo tra vita quotidiana, lavoro e politica feb/may 2020

Page 1

7 FEBBRAIO 2020 - PRESENTAZIONE La città di Brescia nel XX secolo tra vita quotidiana, lavoro e politica VISITE GUIDATE PROSSIMA FERMATA 900

Prossima fermata 900


Castello lunedĂŹ

10

febbraio Da falcone d’Italia a Cidneon Simbolo della città , il Castello di Brescia passa nel corso degli anni da teatro di eventi del Risorgimento a luogo di svago. ritrovo.


Il Castello di Brescia domina sin dal medioevo la città , ospitando di volta in volta le diverse truppe di chi si è avvicendato al suo governo. Nel 1902 viene dichiarato monumento nazionale e dopo pochi anni viene acquisito dal Comune di Brescia, che comincia un lungo processo di integrazione con il resto della città : da luogo brullo e separato, scenario delle vicende risorgimentali, fino a divenire un grande parco dalla vegetazione rigogliosa, meta prediletta delle gite domenicali delle famiglie e delle coppiette in cerca di scenari romantici, ma anche luogo di divertimento e cultura


La memoria delle Due guerre lunedĂŹ

2

marzo La memoria e la cittĂ

Commemorazione e memoria da tramandare ai posteri per superare il trauma della guerra.


I conflitti mondiali furono un grande trauma per la popolazione bresciana, che a guerre concluse sentÏ la necessità di ricordare non solo in forma privata (personale e famigliare) coloro che si sacrificarono per la Patria. In questo percorso scopriremo quali furono le iniziative volte a consegnare alla memoria dei posteri fatti e uomini che avevano scritto la storia e quale fu il ruolo dei simboli e dell’arte


Correva l'anno lunedĂŹ

9

marzo Brescia Nel 900

I luoghi e la narrazione dei fatti salienti che hanno caratterizzato il XX secolo a Brescia.


Questo percorso si snoda tra le vie cittadine per ripercorrere attraverso i luoghi e la narrazione della guida, i fatti salienti che hanno caratterizzato il XX secolo a Brescia: dall’esposizione universale del 1904 alla strage di piazza della Loggia, dal recupero del Monastero di Santa Giulia come Museo della Città ai “progetto Carmine” e MO.CA., dalla nascita di Arturo Benedetti Michelangeli alla prima messa di Don Montini futuro papa Paolo VI.


Il gusto di Brescia lunedĂŹ

23

marzo Ovvero come Riscoprire la CittĂ dai suoi Negozi storici Le tradizioni e la capacitĂ di aggregazione del commercio cittadino prima delle grandi catene e dei centri commerciali


Il percorso intende tracciare una possibile mappa storica in grado di ricostruire la storia dei bar e dei ritrovi pubblici in città all’inizio del Novecento. Seguendo il filo di una dinamica in continua evoluzione, ci immergeremo con l’immaginazione nell’atmosfera del Caffè dell’Hotel Gallo all’angolo di piazzetta Paganora, che nel 1904 ospitò Giacomo Puccini, fino a scoprire che all’ultimo piano della torre INA di piazza Vittoria, un ristorante offriva una delle viste più belle della città.


Brescia: che musica! lunedĂŹ

6

aprile Da Benedetti Michelangeli alla Festa dell‘Opera

Il volto internazionale di Brescia nello storico teatro, fulcro della vita culturale e musicale della cittĂ .


Un itinerario che si snoda da piazzetta Arturo Benedetti Michelangeli per concludersi alla chiesa di San Giuseppe, via Gasparo da Salò ci porterĂ a scoprire il volto musicale della cittĂ di Brescia, culla del concorso pianistico intitolato a Benedetti Michelangeli fino ad arrivare allo spettacolo globale della Festa dell’Opera.


Percorsi di Memoria lunedĂŹ

4

maggio Luoghi e Persone dalla Resistenza Alla strage di Piazza loggia

Coraggio e orgoglio della leonessa nei momenti gloriosi e oscuri della storia del ‘900.


A Brescia esistono percorsi meno evidenti ma non per questo meno coinvolgenti, soprattutto se protagonista è la Memoria, sempre più difficile da conservare. Ripercorreremo le tracce di una storia spesso dimenticata, alla ricerca dei luoghi e della presenza degli ebrei in città, dall’epoca romana fino alla loro deportazione durate il secondo conflitto mondiale, come ricordano le Pietre di inciampo. Attraverseremo le successive “ferite” di Brescia lungo il Memoriale delle vittime del terrorismo e della violenza politica, avendo sempre come meta la Libertà, in nome della quale molti morirono e lottarono.


E oggi come mi muovo? lunedĂŹ

11

maggio Dal tram a Cavallo alla Metropolitana

Un viaggio attraverso l’evoluzione dei mezzi di trasporto cittadini per conoscere i mutamenti che hanno cambiato volto alla città .


L’itinerario che si snoda dalla fermata della metropolitana S. Faustino fino alla stazione ferroviaria sarà la linea del tempo lungo la quale ripercorrere la storia della mobilità in città, da quella ancora affidata alle carrozze nella seconda metà del Settecento, alla recente metropolitana leggera. Nel mezzo, la storia dello chalet nell’allora piazza Duomo, della prima biglietteria per le tranvie urbane e extraurbane; fino all’arrivo della filovia nel 1935, che 30 anni dopo lascerà il posto all’autobus giallo-arancio.


APPUNTAMENTI PROMOZIONALI 2020 • Febbraio 2020 – MILANO – Borsa del Turismo • Febbraio 2020 – FIRENZE – Workshop B2B • Febbraio 2020 – TORINO – Workshop B2B • Maggio 2002 – BRESCIA - Educational per Operatori e Giornalisti • Ottobre 2020 – RIMINI - TTG


PROSSIMA FERMATA ‘900 MISTRAL Soc. Cooperativa Sociale - onlus Via Nicolò Tommaseo 2/A - 25128 BRESCIA In collaborazione con Bresciatour Incoming by Youth Point e Guida Artistica www.pf900.it


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.