Page 1

Mr

magazine

PaduanoEditore

luglio

07 anno VIII

2018


EDITORIALE

C

ari Lettori, in questo numero troverete articoli che sviluppano argomenti trattati nei mesi precedenti come quello sul crowdfunding, sulla crisi d’impresa, sul core business di un’azienda, l’evoluzione del marketing in ambienti competitivi e il coaching. Nella sezione attualità troverete temi che riguardano il cyberbullismo e la difesa domiciliare, mentre in quella costume e società ci saranno articoli sulla diversificazione come strategia di crescita, su cosa mettere in valigia. La sezione del Travel parlerà invece delle mete più insolite per una vacanza fuori dagli schemi e welcome to paradise. Non per ultimo troverete una novità imprenditoriale che riguarda il Nostro Gruppo EFFePi, UP Academy: Il corso professionale per imparare un lavoro. UP Academy è presente nel mercato della Formazione Professionale Avanzata, con un’offerta innovativa altamente differenziata, in grado di rispondere a fabbisogni formativi mirati, grazie alla stretta interconnessione con il mondo aziendale e con i principali settori professionali. Attraverso percorsi efficaci di alta qualità dei contenuti, integrati con un network di eccellenza caratte-

rizzato da importanti partnership aziendali, finanziarie ed istituzionali è infatti in grado di proporre corsi di formazione professionali finalizzati allo sviluppo di capacità di orientamento autonomo, skill e competenze specifiche. Il Team di UP Accademy è composto da docenti di estrazione aziendale, manager, consulenti, operatori del settore, e da docenti universitari, esperti formatori nonché professionisti che vantano esperienze pluriennali nel loro settore di appartenenza e che adottano una metodologia formativa fortemente orientata alla gestione pratica dei processi e delle strategie aziendali. Vi ricordo inoltre l'appuntamento con il primo BootCAMP di FullStack Developer che inizierà il 23 settembre, le iscrizioni sono aperte e scadranno il 23 agosto, per tutte le info e le iscrizioni http:// cs.upacademy.it. Con la speranza che gradirete le nostre scelte non ci resta che augurarvi buona lettura. Entusiasticamente, Dott. Francesco Paduano

Dott. Francesco Paduano Direttore Editoriale info@mistermagazine.it

Mr

magazine

PaduanoEditore


46

12

40 36


Mr.magazine ANNO VIII - n. 7 | luglio 2018

EDITORE Paduano S.r.l. Via Pio X, 72 84043 Agropoli (SA) Tel. 0974 827010 pbx info@mistermagazine.it DIRETTORE EDITORIALE Francesco Paduano REDAZIONE Ivan Maiorano Annalisa Botti Giorgio Imparato Luigi Romano Ciro Bello Elisa Brangi Roberto Siani Vincenzo Bottone Nadia Romano Gabriele Paduano PUBBLICITÀ & MARKETING Ivan Maiorano WEB & GRAFICA Danilo Perillo Ilaria Cammarano

SOMMARIO È sempre più crowdfunding.................................................................06 Crisi d'impresa!..........................................................................................09 Come risolverla Core business di un'azienda................................................................10 Cyberbullismo...........................................................................................12 L'evoluzione del marketing..................................................................16 in ambienti competitivi Prevenire.....................................................................................................20 è meglio che curare Assemblea Soci.........................................................................................24 UniPoste S.p.a. La diversificazione....................................................................................28 come strategia di crescita Assopam......................................................................................................30 lancia il contratto del cambiamento Risorse Umane..........................................................................................32 Coaching Welcome to Paradise..............................................................................36 La difesa domiciliare...............................................................................40 è sempre leggittima Da Rossini a Paganini..............................................................................42 storie di amicizie senza tempo Dogman......................................................................................................44 Cosa mettere in valigia?.........................................................................46

STAMPA Tipografia CGM srl www.tipografiacgm.com

Le mete più insolite................................................................................50 per una vacanza fuori dagli schemi

Testata Mr. Magazine Free Press Iscritta al registro della stampa periodica n. 21/2011 - 885/011 R c/o Tribunale di Salerno

The Shining................................................................................................56

Cilento in cucina.......................................................................................54

www.mistermagazine.it È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti. Questo periodico è aperto a quanti desiderano collaborarvi ai sensi dell’art.21 della Costituzione della Repubblica italiana che così dispone: “Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni mezzo di diffusione”. La pubblicazione degli scritti, articoli e note sono subordinata all’insidacabile giudizio della Redazione; in ogni caso, non costituisce alcun rapporto di collaborazione commerciale/professionale con la testata e, quindi, deve intendersi prestata a titolo esclusivamente gratuito. Ai sensi della legge 196/2003 e successive modi-fiche l’Editore garantisce la massima riservatezza nell’utilizzo della propria banca dati con finalità redazionali e/o di invio del presente periodico e/o di comunicazioni promozionali anche via web. Ai sensi degli artt. 7 e10 ai suddetti destinatari è data facoltà di esercitare il diritto di cancellazione o rettifica dei dati, mediante comunicazione all’Editore info@mistermagazine. it. Per eventuali rapporti di collaborazione convenuti si conviene il foro competente esclusivo è quello di Vallo della Lucania (SA) e del regolamento UE n° 679/16 (GDPR).

Mr.magazine

05


economia & finanza attualità

è sempre più crowdfunding

N

ei primi sei mesi del 2018 sono notevolmente aumentate le richieste e i finanziamenti attraverso questo strumento per finanziare le pmi. Con i 2,5 milioni di euro erogati nel mese di Maggio, la piattaforma di P2P landing BorsadelCredito.it ha erogato complessivamente, dalla sua fondazione a fine 2015, più di 35 milioni di euro, distribuiti su 467 prestiti ad altrettante PMI italiane. Una crescita impetuosa, dal momento che a maggio 2017 il numero delle imprese finanziate attraverso il portale era di 315 e l’ammontare complessivo erogato di 12,27 milioni di euro. I prestiti concessi il mese scorso sono stati 18, con un taglio medio di oltre 194 mila euro. Al netto dell’effetto Fondo di protezione, il rendimento dei prestiti erogati da borsadelcredito.it, si attesta sul 5,00% circa. Il settore più attivo si conferma quello dei servizi, con il 27,6% del mercato complessivo, seguito dal commercio al dettaglio, industria e produzione si attestano a quota 19,1% e l’edilizia all’8,4%. Il confronto con le asset class che presentano caratteristiche di rischio/rendimento

Mr. magazine 06

simili a quelle del P2P landing, grazie anche alla nuova tassazione al 26% che dallo scorso gennaio ha equiparato il P2P lending agli altri strumenti di investimento, mostra la convenienza del P2P lending: I fondi bond corporate a 4 e 5 stelle Morningstar, considerando gli ultimi tre anni, hanno un rendimento al 1,2%, senza tenere conto delle commissioni di ingresso né di quelle di gestione dei fondi comuni. A maggio i Btp quinquennali, hanno staccato una cedola di 0,95%. I conti deposito vincolati, hanno offerto un rendimento medio dello 0,42%, corrispondente a un reddito che supera di poco i 30 euro al netto del 26% di ritenute, sul medesimo ticket di ingresso di 10 mila euro. La piattaforma di lending crowdfunding immobiliare Housers, ha scelto il sud e precisamente la città di Potenza, in Basilicata, per il lancio del primo progetto italiano di sviluppo immobiliare a tasso fisso. Questa modalità, infatti, era stata fino ad ora ad appannaggio di iniziative immobiliari in Spagna, terra d’origine di Housers. Il progetto, che consisteva nella concessione di un pre-

stito del valore di 450 mila euro per la realizzazione di una costruzione nel quartiere residenziale Macchia Romana, è stato interamente finanziato in dieci giorni dal lancio sulla piattaforma grazie a 623 investitori con un ritorno in termini di visibilità a livello internazionale potendo contare su una vasta platea di piccoli investitori potenzialmente sparsi in tutto il mondo. Nei giorni scorsi si è conclusa con grande successo l’iniziativa Fastweb4School, realizzata da Fastweb in collaborazione con il MIUR, che ha utilizzato il crowdfunding come forma di finanziamento per la realizzazione delle idee presentate dagli istituti scolastici selezionati attraverso un’apposita “call”. I progetti selezionati sono stati presentati sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso, e le scuole il cui progetto ha raccolto il 50% dell’obiettivo, hanno ottenuto il restante 50% da Fastweb, fino a un massimo di 10.000 euro. Iniziano a moltiplicarsi i convegni sull’Equity Crowdfunding sulla formazione attiva delle campagne per la raccolta di fondi considerando che ormai ci sono piattaforme per ogni tipologia di intervento e di importo.


economia & finanza

Lendix, piattaforma di peer to peer lending alle PMI nata in Francia tre anni fa e da un anno anche in Italia, ha deciso di usare il patrimonio informativo Cerved e la sua capacità di analizzare e interpretare i dati per valutare rapidamente ma accuratamente le aziende che chiedono un finanziamento. Attraverso il lending crowdfunding di Lendix, un mix di prestatori privati e investitori istituzionali sottoscrivono direttamente operazioni di finanziamento alle PMI senza passare dai canali bancari tradizionali. Ciò è possibile grazie all’applicazione delle tecnologie digitali alla finanza, che sta cominciando a prendere piede anche nel nostro Paese. Con Lendix l’istruttoria per il credito avviene in pochi giorni, senza doversi recare in filiale e con un processo totalmente paper-less. Da questa breve carrellata

si vede come il mercato del credito sta cambiando, si sta evolvendo, sta superando le classiche e ingessate logiche bancarie per coinvolgere direttamente gli investitori su singoli progetti e con rendimenti interessanti. Dal lato degli imprenditori diventa più interessante e veloce rivolgersi direttamente al mercato attuando in questo modo anche una politica di visibilità e un'azione di marketing efficace utile ai propri progetti di espansione.

Dott. Giorgio Imparato Consulente Aziendale giorgio.imparato2@virgilio.it

Mr. magazine 07


SCUDO AFFITTO RESIDENZIALE

PROTEZIONE Scudo affitto è una innovativa forma di tutela sull’eventuale insolvenza da locazione.

VANTAGGI Protegge il contratto di affitto per 4 anni L’affittuario non avrà l’onere del versamento della cauzione prevista per legge. Sostituisce la cauzione a garanzia dei danni eventualmente causati all’immobile.

SCUDO AFFITTO COMMERCIALE

PROTEZIONE

Nel pieno rispetto del proprio oggetto sociale, ITALCASSA S.C.M.S., intende mettere al riparo i suoi associati dal rischio di perdita del reddito da locazione.

VANTAGGI Protegge il contratto di affitto per 6 anni L’affittuario non avrà l’onere del versamento della cauzione prevista per legge. Sostituisce la cauzione a garanzia dei danni eventualmente causati all’immobile.

GARANTISCE IL MANCATO PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE SINO AD UN MASSIMO

GARANTISCE IL MANCATO PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE SINO AD UN MASSIMO

DI 12 MENSILITÀ

DI 8 MENSILITÀ

ENTRA IN UNA DELLE NOSTRE AGENZIE PER SCOPRIRE TUTTI I DETTAGLI UniPoste Assicurazioni S.r.l. Via Aquileia,46 34077 Ronchi dei Legionari (GO) | Direzione Generale Via Pio X,72 84043 Agropoli (SA) Unità Locale Via Ludovisi,35 00187 ROMA | C.F./P.IVA n. 01186210314 - REA GO- 201665 | PEC: uniposteassicurazionisrl@pec.it Tel. (+39) 0974 827010 | Numero Verde 800 24 26 16 | Iscr. Sezione A del RUI. n. 0210327/17

Mr. magazine

EffePi H O L D I N G


economia & finanza

crisi d'impresa: come risolverla

Fasi di incertezza o di crisi? L'ingresso di nuovi soci finanziari professionali garantisce l'apporto di capitali freschi ma soprattutto di competenze manageriali specializzate nella gestione di tali situazioni.

L

’analisi delle cause delle crisi aziendali può essere effettuata seguendo due diverse modalità: la prima atta ad individuare eventuali cause di natura soggettiva, cioè riconducibili al fattore umano, quale principale protagonista del successo o insuccesso di una realtà imprenditoriale. In primis viene messo sotto accusa il management, dalla cui incapacità dipende sempre il cattivo andamento dell'azienda. In seconda battuta le critiche potrebbero anche essere indirizzate nei confronti della compagine sociale incapace di procedere, se necessario, anche con la revoca dell’incarico all’Organo Amministrativo “affidando la macchina ad un autista più esperto”. Questo tipo di approccio al problema non si rivela però il più significativo ed adatto a descrivere la complessa realtà aziendale, ma è più opportuno adottare uno schema di tipo obiettivo nella descrizione e nell'analisi delle cause della crisi. In questa ottica possiamo distinguere diversi tipi di crisi, in funzione delle cause che le provocano: a) crisi da inefficienza, quando uno o più settori dell'attività aziendale operano con rendimenti non il linea con quelli del-

la concorrenza; b) crisi da sovracapacità/rigidità, in seguito ad una duratura riduzione del volume della domanda; c) crisi da decadimento dei prodotti, causate da riduzioni dei margini positivi tra prezzi e costi al di sotto del limite necessario per la copertura dei costi fissi; d) crisi da carenze di programmazione e innovazione; e) crisi da squilibrio finanziario/ patrimoniale. Recentemente si stanno presentando nuove possibilità offerte da operatori nazionali specializzati nell'attività di investimento in imprese in stato di tensione economico-finanziaria, se non di fallimento, con l'obiettivo di risanarle e rilanciarle sul mercato. Questi soggetti vengono comunque fatti rientrare nell'ampia categoria di investitori nel capitale di rischio la cui attività consiste nell'apportare risorse finanziarie sia sotto forma di partecipazione diretta al capitale azionario e/o di sottoscrizione di titoli obbligazionari, eventualmente convertibili in azioni e competenze tecnicomanageriali, per un arco temporale medio-lungo, in aziende

dotate di un progetto e di un potenziale di sviluppo. Con il nome di turnaround investors si indicano gli investitori che intervengono in operazioni di ristrutturazione o riconversione di imprese mature, prima che intervenga il declino. Agli investitori di fallimento vultureo, invece, viene ricondotta l'attività di investimento in imprese in stato di dissesto o vicine a situazioni di bancarotta e liquidazione. La differenza è più formale che sostanziale e trae origine da motivazioni storiche che associano a questi ultimi investitori una connotazione negativa, non del tutto edificante sotto il profilo morale, in quanto acquistano aziende decotte a prezzi pari ad una percentuale minima del valore degli assets, per poi rivendere gli assets stessi a prezzi di mercato e ricavarne un guadagno alquanto sostanziale! Forse sarebbe meglio “far fare a chi sa fare”!!!

Luigi Romano Presidente Assobusiness l.romano@uniposte.it

Mr. magazine 09


economia & finanza

core business di un'azienda

Mr. magazine 10


economia & finanza

L

’ economia ai nostri giorni obbliga gli imprenditori a cercare soluzioni sempre più innovative per non essere divorati dal mercato e ciò è reso ancor più difficile in quei settori già saturi o dove la domanda è calata perché il consumatore tende sempre più a risparmiare, focalizzando le proprie forze economiche su ciò che è necessario, lasciando sempre meno spazio per il superfluo. Questo spaccato ha portato alla chiusura di tanti esercizi commerciali medio piccoli che non hanno adeguato la propria offerta o non sono stati in grado di evolversi in qualcosa di più complesso per poter abbracciare una più ampia platea di clienti. Il core business di un’azienda diventa nodale per poter fronteggiare leggi sempre più restrittive, tasse che abbattono le marginalità e una concorrenza nazionale e internazionale non sempre leale. Essere in grado di poter rispondere a più esigenze di uno stesso cliente oggi rappresenta quel valore aggiunto di un’azienda sul quale l’imprenditore deve investire e professionalizzare la propria rete. Un campo che sicuramente non conosce crisi, perché risponde a un’esigenza reale dei clienti, è senz’altro quello legato al settore dei finanziamenti che però presenta una forte concorrenza sul territorio. Le esigenze quotidiane di ognuno di noi portano sempre ad avere la necessità di liquidità, basti pensare ad un matrimonio, ad una comunione, un viaggio oppure all’acquisto di un’auto per la famiglia. Questo esempio indica la possibilità di offrire al cliente contemporaneamente quattro differenti prodotti: •

finanziamento

tramite

cessione del quinto; • prestito personale; • noleggio auto e moto a lungo termine; • apertura di un conto corrente. Questi prodotti bene si intersecano tra di loro, risultando l’uno funzionale all’altro. Considerando il reddito percepito è possibile offrire un finanziamento tramite cessione del quinto per dipendenti, un prestito personale per lavoratori autonomi, un noleggio auto per chi non intende privarsi di liquidità nell’immediato per l’acquisto di una vettura, l’apertura di conto corrente per varie esigenze o magari per l’accredito del finanziamento richiesto.

bile consultare il sito www.uniposte.it e sfogliare il catalogo delle offerte promozionali, oppure chiamare il numero verde 800242616 o scrivere alla mail info@uniposte.it.

Dott. Roberto Siani Sales Manager Uniposte Finance r.siani@uniposte.it

La possibilità evidente di poter soddisfare più esigenze contemporaneamente per il cliente rappresenta quel surplus che fa la differenza rispetto alla concorrenza, permettendo di rimanere sul mercato in modo competitivo. Ad oggi le realtà che offrono questa possibilità sono poche e non abbracciano contemporaneamente tutti questi settori. Un’azienda che al momento offre tale possibilità è la società Uniposte S.p.A. che racchiude al suo interno quattro macro aree di business: servizi postali e spedizioni, servizi finanziari e noleggio, servizi assicurativi e viaggi. La forte correlazione tra queste aree di business e la loro singola competitività sul mercato permettono una crescita costante dell’azienda che porta ad uno sviluppo sempre più dettagliato e alla possibilità di espandersi in modo capillare sul territorio sia tramite i punti diretti sia con le partnership in franchising. Per maggiori dettagli è possi-

Mr. magazine 11


attualità

cyberbullismo I nternet e i social hanno aperto un mondo ampio e poco regolamentato, un mondo dove milioni di minori ogni giorno interagiscono e condividono le proprie vite ignari di eventuali pericoli che si possono nascondere dietro l’utilizzo inconsapevole della rete. Di fatto il cyberbullismo sfrutta l’utilizzo delle nuove tecnologie per svolgere opere di bullismo sul soggetto designato: si possono utilizzare chat, social network, giochi online, messaggi o anche forum ed immagini, fino alla più classica telefonata minatoria. In molti casi infatti la vittima viene vessata, insultata e derisa da uno o da un grup-

Mr. magazine 12

po di coetanei e presa di mira con tutti gli strumenti social che si hanno a disposizione. A volte questa vessazione può sfociare in vere e proprie minacce di morte atte a terrorizzare la vittima; si sono verificati casi di cyberbullismo che si sono trasformati poi in azioni violente nella vita reale. Contrariamente al bullismo “tradizionale” il Cyberbullismo non conosce pause in quanto il fenomeno viene appunto amplificato in una rete (web, messaggi, chat, ecc.), di fatto la vittima non ha un luogo sicuro in cui rifugiarsi, come lontano da scuola o a casa, perché la vessazione continua online senza avere bisogno di un luogo


attualità

o di un tempo. Riconoscere una vittima di Cyberbullismo non è sempre facile, vi sono però dei marcatori comportamentali comuni nelle vittime che spesso vivono isolate dal resto del gruppo o presentano stati di ansia se messi in condizione di parlare in pubblico; il rendimento scolastico può peggiorare notevolmente, si possono presentare casi di depressione con disturbi del sonno fino a problemi dermatologici o dolori addominali. Nei casi più estremi purtroppo la depressione innescata dalla vessazione ha causato in alcune vittime comportamenti di autolesionismo fino a sfociare nel suicidio; per questo è molto importante riconoscere il fenomeno in tempo per aiutare la vittima. Alcuni fatti di cronaca recente dimostrano come il Cyberbullismo, nelle sue più estreme forme, possa effettivamente derubare la vittima della propria identità rendendo accessibile a chiunque la propria intimità; ricordiamo il caso di Tiziana, morta suicida all’età di 31 anni; dopo la pubblicazione di un video divenuto virale in pochissimi giorni. La prevenzione diventa quindi un’opera imprescindibile, al contrario di quanto si possa pensare occorre evitare la demonizzazione degli strumenti tecnologici, incoraggiandone invece un utilizzo consapevole e condiviso con gli altri membri della famiglia. Bisogna contrastare per quanto possibile l’isolamento dei ragazzi; ascoltare, discutere e condividere esperienze aiuta a amplificare la sfera emotiva. Anche

l’ambito scolastico, oltre a quello famigliare, può aiutare nella prevenzione; docenti ed educatori sono spesso considerati come punto di riferimento e sono chiamati ad intervenire e a denunciare eventuali episodi. Il Cyberbullismo è considerato ad oggi come una nuova piaga sociale, ecco perché la legislatura italiana ed europea si stanno interessando al problema con l’introduzione di nuove norme atte ad arginare il problema. Una data che ha segnato un primo passo importante verso il contrasto del fenomeno è stata quella del 15 maggio 2017, data in cui è arrivato il sì definitivo dell’Aula della Camera alla legge sul contrasto dei cyberbullismo in Italia. Tra i molteplici provvedimenti vi sono il “diritto all'oscuramento del web”, ossia la possibilità da parte di un minore e/o Tutore di richiedere la cancellazione e la rimozione di dati sensibili ai gestori dei siti ed il programma "Scuola anti-cyberbullismo"; un progetto in più fasi che prevede tra l’altro corsi di prevenzione ai ragazzi e professori “sentinelle”. Un ulteriore passo in avanti è stato fatto quest’anno, il 25 maggio 2018 infatti è entrato in vigore il nuovo regolamento

generale UE sulla protezione dei dati o GDPR che garantisce tra l’altro una maggior tutela gli internauti minori di 16 anni, i quali potranno interagire in materia di protezione della privacy sotto autorizzazione del genitore o di chi ne abbia la potestà. Nel detaglio quindi questo provvedimento limita le iscrizioni di veri servizi social ai minori richiedendo ai genitori eventuali autorizzazioni per l’accesso o la creazione di profili virtuali. Il fenomeno del Cyberbullismo è in continua evoluzione ed è solo con una costante informazione che lo si potrà combattere ed arginare nel tempo; la strada è lunga e complessa ma i primi passi sono già stati mossi. Un caro saluto da Konsumer Italia.

Cristiano Taloni Responsabile settore informatico-digitale c.taloni@konsumer.it

Mr. magazine 13


www.unipostetravel.it PELLEGRINAGGIO

Quota singo

6 GIORNI E 5 NOTTI

Medjugorje

PERIODO :

Dal 11 al 16 Settembre 2018 PARTENZA IN BUS DA :

Salerno, Napoli Caserta e Roma

Quote e disponibilità soggette a riconferma prima della prenotazione. Per info e prenotazioni: booking@unipostetravel.it

UniPoste S.p.A. - via Ludovisi 35, 00187 - ROMA - www.uniposte.it

I servizi turistici vengono venduti con l’organizzazione tecnica di Uniposte Travel by Uniposte S.p.A. – Licenza Regione Campania n. 015224 del 08/06/2016 Polizza R.C. n.1505001698/S.

la


L’ INSTALLAZIONE È INCLUSA NEL PREZZO COME LA NOSTRA AFFIDABILITÀ. economia & finanza

Scegli il Clima LG Libero a soli 790 €, installazione inclusa.

What’s your power?

Ti aspettiamo nel nostro negozio per scoprire la gamma Clima Enel X.

UNIPOSTE S.P.A. Business Partner Nazionale Enel X

N.Verde: 800 242616 - www.uniposte.it enelx.com

CLIMA LG LIBERO 9000 BTU (EDIZIONE 2018)

L’installazione prevede che l’unità esterna ed interna del climatizzatore siano montate ad una distanza massima di 3 metri (mono split) o che almeno un’unità interna sia in adiacenza (multi split). Qualora si rendesse necessario aumentare le distanze, sono previsti degli extra costi dovuti all’ulteriore canalizzazione da realizzare, i cui importi dovranno essere pagati direttamente al tecnico presso il luogo d’intervento. Sono previsti altresì degli extra costi in caso di disinstallazione di un vecchio climatizzatore.

15


costume & società

l'evoluzione del marketing in ambienti competitivi Mr. magazine 16

U

n’impresa che decide di operare in un certo mercato – sia questo un mercato di consumatori, di rivenditori, industriale o pubblico – deve di solito riconoscere di non essere in grado di servire tutti gli acquirenti che di quel mercato fanno parte. Questi, infatti, sono spesso troppo numerosi, dispersi geograficamente ed eterogenei nelle loro esigenze d’acquisto. Alcuni concorrenti potrebbero inoltre, trovarsi in una posizione più favorevole per servire segmenti particolari del mercato.


costume & società

Le imprese, quindi, invece che mirare a essere competitive ovunque, spesso lottando contro ostacoli eccessivi, dovrebbero cercare di individuare i settori del mercato più interessanti e prepararsi a operare in modo efficace esclusivamente nei confronti di questi ultimi. Tuttavia, le imprese non sempre hanno proprio questo punto di vista. E’ infatti possibile individuare tre distinte fasi nell’evoluzione del loro rapporto con il mercato (tratto da “marketing management”, P.Kotler, Isedi): • Marketing di massa. • Marketing differenziato. • Marketing concentrato. Nel marketing di massa, l’impresa produce a livello di massa, e a livello di massa cura la promozione di ogni prodotto per tutti gli acquirenti del mercato. Per un certo periodo, la Coca-Cola ha prodotto un solo tipo di bibita per l’intero mercato, puntando sul fatto che potesse piacere a tutti. La tesi a sostegno di un marketing di massa è che questo permette di ridurre al minimo i costi, e di conseguenza, i prezzi, dando così luogo allo sviluppo di un vasto mercato. Nel caso del marketing differenziato, chi vende produce due o più prodotti, ognuno con caratteristiche, stile, livelli di qualità, dimensioni particolari. Oggi la Coca-Cola produce bibite diverse, in molti formati e contenitori. In questa prospettiva, la varietà è soprattutto finalizzata a offrire alternative di scelta alla clientela, piuttosto che a interessare segmenti di mercato distinti. Nel marketing concentrato, l’impresa individua numerosi segmenti di mercato distinti, ne sceglie uno o più e sviluppa prodotti e marketing mix cor-

rispondenti alle caratteristiche di ciascuno di essi. Per esempio, la Coca-Cola ha creato la DietCoke (bibita ipocalorica) specificatamente per soddisfare i desideri di chi vuole una bibita senza trascurare le esigenze di una dieta corretta. Il marketing concentrato sta progressivamente evolvendo verso forme di micro marketing, basate sulla definizione di programmi di marketing adattati ai bisogni e ai desideri di gruppi di consumatori individuati in funzione della loro localizzazione (area commerciale, quartiere o, al limite, punto di vendita specifico). Secondo quanto afferma Arbeit: “ Tutte le imprese utenti di pubblicità saranno costrette a progettare prodotti che si adattino a una molteplicità di canali, con una molteplicità di punti vendita e, infine, con una molteplicità di distinti gruppi di consumatori obiettivo……….La McDonald’s ha perfettamente capito la grande lezione degli anni Ottanta e Novanta, ossia che il marketing di questi decenni è una guerriglia più che una guerra. Non è più possibile volare con un B-52 e lanciare messaggi decisi, univoci, che dicono a tutti le stesse cose, aspettandosi poi una risposta positiva. La guerriglia di marketing di questi anni significa che la battaglia per conquistare il cuore e la mente dei consumatori si vince combattendo quartiere per quartiere, negozio per negozio, vendita dopo vendita”.

sforzo di marketing, le imprese possono così concentrarsi su quegli acquirenti che hanno il massimo interesse all’acquisto. Il criterio del mercato obiettivo presuppone lo sviluppo di tre fasi principali. La prima fase è la segmentazione del mercato, consistente nel suddividere il mercato in gruppi distinti di acquirenti che potrebbero richiedere prodotti e marketing mix specifici. L’impresa identifica le varie modalità di segmentazione del mercato, sviluppa i profili dei vari segmenti e valuta l’attrattività dei medesimi. La seconda fase consiste nella definizione del mercato obiettivo, il processo mediante il quale viene effettuata la scelta di uno o più segmenti obiettivo in cui operare. La terza fase prevede il posizionamento del prodotto, l’atto mediante il quale viene formulata una posizione competitiva per il prodotto, nonché un dettagliato marketing mix.

Dott. Ivan Maiorano Dottore Commercialista e Revisore Legale Consulting & Development UniPoste S.p.A. i.maiorano@uniposte.it

Le imprese adottano in modo sempre più ampio e diffuso il criterio del mercato obiettivo, il che consente loro di meglio identificare le opportunità di marketing. In tal modo, è inoltre possibile mettere a punto prodotti corrispondenti alle esigenze di ogni mercato, coordinando nel contempo le decisioni in materia di prezzi, canali di distribuzione e pubblicità. Invece di disperdere lo

Mr. magazine 17


Offerte valide dal 2 Luglio 2018 al 10 Settembre 2018 in tutti i punti vendita aderenti  SCARICA il catalogo promozionale dal nostro sito

Mr. magazine 18 S.p.A. - via Ludovisi 35, 00187 - ROMA - www.uniposte.it UniPoste


Un aiuto concreto per gestire piccoli e grandi problemi di salute

UniPoste Assicurazioni. S.r.l. Via Aquileia,46 34077, Ronchi dei Legionari (GO) | Direzione Generale Via Pio X, 72 84043 Agropoli SA Unità Locale Via Ludovisi,35 00187 Roma | C.F./P.IVA n. 01186210314 - REA GO - 201665 | PEC: uniposteassicurazionisrl@pec.it Tel. (+39) 0974 827010 | Numero Verde 800 24 26 16 | Iscr. Sezione A del RUI. n. 0210327/17

EffePi H O L D I N G


cultura & benessere

prevenire è meglio che curare

L

a prevenzione è qualsiasi atto finalizzato a ridurre la possibilità che un evento, generalmente indesiderato, si verifichi. In medicina quando si parla di prevenzione si fa riferimento alle attività che riducono la morbosità e la mortalità. Possiamo distinguere la prevenzione in: primaria che comprende tutte le azioni finalizzate alla riduzione dell’insorgenza di una condizione o malattia. Esempio: i vaccini, campagne di sensibilizzazione antifumo, antidroga, sull’abuso di alcool, di prevenzione degli incidenti (stradali, domestici, ecc.), delle malattie sessualmente trasmesse e della prevenzione di gravidanze indesiderate, di informazione sull’educazione alimentare e corretti stili di vita per ridurre l’incidenza di alcune malattie cardiovascolari, endocrine, oncologiche, ecc.,

Mr. magazine 20


cultura & benessere

sulle nuove dipendenze (gioco, nuova tecnologia, shopping convulsivo ecc.), sui disturbi dell’alimentazione, sulla corretta conservazione e uso appropriato di farmaci, sulla farmacovigilanza, sulla prevenzione occupazionale ed ambientale, sulla prevenzione psichiatrica che può abbassare l’incidenza di omicidi, suicidi, violenze sessuali, ecc. I media hanno un ruolo importante nella prevenzione primaria attraverso l’informazione di sensibilizzazione.

ad esempio una appropriata dieta per un diabetico. La prevenzione è la miglior arma a disposizione dell’uomo. Quindi un consiglio per tutti è di tenersi sempre aggiornati anche sulle ultime tecniche per fare prevenzione. Tantissime altre attività molto importanti di prevenzione sono la corretta informazione e l’invogliare le donazioni di sangue ed organi. Infine ritengo importante anche la promozione di corsi di primo soccorso anche ai laici (BLS, BLSD, PTC e PBLSD) e la diffusione strategica di defibrillatori automatici (autobus, treni, campi sportivi, palestra, cinema, centri commerciali, aereoporti, stazioni ecc.)

La prevenzione secondaria, invece, sono le azioni finalizzate a consentire la diagnosi precoce di una malattia, permettendo così di intervenire negli stadi iniziali. L’esempio più classico è quello degli screening oncologici come il Come dicono tante campapap test per la prevenzione gne comunicative meglio dei tumori del collo dell’u- prevenire che curare. tero; la mammografia per la prevenzione dei tumori della mammella; l’esame del sangue occulto nelle feci e la coloscopia per tumori gastrointestinali; esami di laboratorio e di genetica in determinati casi di familiarità di molte patologie. Francesco Di Lorenzo Le Regioni e le ASL promuovendo questi screening di massa, ma anche screening soggettivi in base ai fattori di rischi individuali avrebbero senz’altro un tornaconto in termini di salute e di risparmio sanitario. La prevenzione terziaria, infine, cerca di ridurre la gravità di una malattia inguaribile e di migliorare l’aspettativa e la qualità di vita attraverso la prevenzione delle recidive, la riabilitazione, la finalità del miglior reinserimento del malato nel contesto familiare e sociale.

Infermiere Professionale

francescodl1979@gmail.com

la tua pubblicità su mr.magazine?

chiama subito 0974 82.70.10 www.mistermagazine.it

Questa prevenzione sconfina spesso nella terapia:

Mr. magazine 21


Mr. magazine 22


economia & finanza

Asseblea soci uniposte s.p.a.

Intervista al Presidente Paduano

D

ottor Paduano sappiamo che il 28 giugno 2018 si è svolta presso la direzione generale della UniPoste S.p.A. in Agropoli l’assemblea dei soci. Quali erano gli argomenti principali all’O.D.G.? l'approvazione del bilancio al 31.12.2017 e per le conseguenti deliberazioni in merito alla destinazione del risultato economico. Come è andata l’assise? Durante l'assemblea i soci hanno ascoltato le relazioni del Presidente del Consiglio di Amministrazione, Dott. Francesco Paduano, e del Presidente del Collegio Sindacale, Dott. Prof. Luca Sensini. Al termine della lettura e del commento dei documenti di bilancio, presente l’86,77% del capitale sociale, gli argomenti posti all'ordine del giorno sono stati approvati a maggioranza assoluta.

Mr. magazine 24

Abbiamo saputo della presenza d’eccezione di una persona molto conosciuta in Italia, ci può dire qualcosa in più? È intervenuta in assemblea anche l’On. Irene Pivetti, socio d'eccezione del sodalizio di Uniposte SpA. giunta in chiusura dei lavori a causa di ritardi dei mezzi di trasporto, ha partecipato alle ultime operazioni dell’adunanza e all’approvazione del bilancio dell'esercizio 2017. Presidente quali sono stati gli eventi importanti in questo primo semestre? E alcuni del secondo semestre? Abbiamo iniziato l’anno col il taglio del nastro dell’agenzia di Frosinone avvenuto il 9 gennaio, poi abbiamo avuto l’apertura di Paderno Dugnano (MI), Salerno, Brescia, Sora (trasferimento sede), terminando con l’assemblea dei soci. Eventi importanti in programma?

Come prossime aperture ci sono in programma: Napoli 1, Gallipoli 1, Tropea 1, Torino 1 e Torino 2, Milano 4, Verona 1, Lamezia Terme 1 e Messina 1; poi abbiamo tante partecipazioni in fiere, convegni, seminari, dove siamo presenti come partners d’eccezione. Ma abbiamo anche altri progetti come gruppo già avviati come il franchising della Regina di Paestum dove da poco è stato aperto il primo punto pilota in quel di Battipaglia (S.S.18 n.138 www.lareginadipaestum.it) ed altri in corso di attivazione. Per la serie chi si ferma è perduto... Redazione Mr.magazine www.mistermagazine.it


cultura & benessere

Mr. magazine 25


POS per incassi e pagamenti carte di credito €

199,00*

myPOS D210 C €

139,00*

Senza canone

• Accredito incassi immediato e soldi subito disponibili 24 ore su 24 domenica inclusa. • Attivazione immediata per tutte le aziende anche per clienti con pregiudizievoli. • Nessuna burocrazia e vincoli bancari • Conto IBAN + carta business collegati a My-Pos. • Sicuro come un terminale tradizionale con speciale protezione anti frode e i più alti standard di sicurezza.

«per RIVENDITORI e p. iva»

POS & WEB POS per ricariche e pagamento bollettini

Per VENDERE E guadagnare su ogni cliente che “ti sceglie”

ricariche telefoniche e conti gioco, pagamento bollettini e altro ancora

tanti servizi attraverso la piattaforma gestionale UniMan, ideata per i RIVENDITORI

p.o.s. vx 520 €

200,00*

Entra in agenzia o chiamaci per richiedere informazioni Mr. magazine 26

99,00*


Per tutti i dettagli, licenze ed informazioni utili, consultare il sito internet www.uniposte.it UniPoste Agenzia Finanziaria S.r.l. - OAM n. A10732. - Il prodotto "Mutui” è in fase di attivazione con gli istituti di credito nostri partner, per individuare la migliore formula da utilizzare sul mercato.

Il futuro è più semplice con un finanziamento UniPoste

• • • •

Prestito personale Mutuo ipotecario* Cessione del quinto Carte di credito

www.uniposte.it


costume & società

la diversificazione come strategia di crescita Q

uando l'impresa decide di crescere sviluppando nuovi prodotti, quindi espandendosi in altri settori più o meno affini a quello in cui già opera, intraprende una strategia di diversificazione. Una realtà aziendale che decide di intraprendere tale strategia può attuare due tipologie di diversificazione, quella definita correlata oppure la diversificazione conglomerale. Si ha una diversificazione correlata quando l'impresa, sfruttando le conoscenze già possedute entra in nuovi mercati attraverso sinergie di ricerca, progettazione, sviluppo del prodotto, gestione della produzione e del rapporto con il mercato. La diversificazione conglomerale si fonda, invece, sull'estensione dell'attività verso settori completamente nuovi, senza alcuna corrispondenza con le conoscenze già possedute, rivolte ad una clientela completamente diversa, per cui la sua concreta realizzazione richiede tempi lunghi e ciò determina una minore possibilità di valutazione dei rischi gestionali. Tale strategia pre-

Mr. magazine 28

senta da un lato i più alti rischi di gestione, dall’ altro presenta anche rischi di mercato più bassi, in quanto i mercati in cui ha deciso di operare non hanno legami ed in caso di perdita di uno di essi, non seguono tutti la stessa sorte. Solitamente la gran parte delle aziende in crescita che decidono di attuare una strategia di diversificazione, seguono un percorso di sviluppo ben preciso che parte dall’espansione all’interno delle settore principale, allo scopo di mantenere o migliorare la propria posizione, e proseguono attraverso una serie di tentativi all’esterno, fino all’ ampliamento della propria attività a più settori distinti tra loro. I principali fattori da considerare sono: - Clienti: sono gli stessi di quelli serviti? - Competitor: sono gli stessi? - Struttura dei costi: è la stessa? - Canali distributivi: sono gli stessi?


costume & società

biente esterno all’impresa. Gli incentivi esterni di tipo difensivo si presentano nel caso in cui invece sussista una minaccia per la sopravvivenza dell’impresa stessa, così se si verifica una sensibile flessione nella domanda dei prodotti/servizi principali essa sarà incentivata a rivolgersi ad altri settori.Gli incentivi interni sono condizioni favorevoli all’espansione diversificata presenti all’interno dell’impresa e, sono di carattere difensivo nel caso in cui, ad esempio l’azienda si rende conto che le proprie capacità non sono adatte alle richieste del mercato in cui opera.

- Risorse/competenze: sono le stesse?

Gli incentivi interni di tipo offensivo sono spesso legati alla volontà dell’azienda di impiegare al massimo le proprie risorse fondamentali al fine di evitare che diventino sottoutilizzate. Vi possono essere ostacoli al processo di diversificazione, di tipo interno, ad esempio nel caso in cui il CDA ritiene il progetto troppo rischioso, o di tipo esterno, nel caso in cui vi possano essere ritorsioni da parte di incumbents, ex monopolisti di un settore liberalizzato da poco tempo.

Le motivazioni che spingono un‘impresa ad adottare strategie di diversificazione, posso essere molteplici, ad esempio quando l'azienda non ha possibilità di espandersi nel settore in cui opera perchè obsoleto, caratterizzato da una domanda costantemente decrescente, oppure quando possiede risorse in eccesso che non desidera reinvestire nelle attività presiedute, ma intravede promettenti evoluzioni nelle acquisizioni di altre attività. In particolare i motivi per cui un’azienda decide di diversificare possono essere interni ed esterni, entrambi di tipo offensivo e difensivo. Gli incentivi esterni di tipo offensivo sono condizioni o opportunità ideali per intraprendere una nuova attività nell’am-

Incentivi ed ostacoli insieme determinano la decisione di espansione, (crescere?), la direzione (dove crescere?) e il metodo dell’espansione (e in che modo?). Chiaramente deve esserci coesione tra le risorse e le combinazioni prodotto/mercato in cui l’azienda opera, infatti per poter mettere in atto un’efficace strategia di diversificazione è necessaria la coerenza tra risorse e business, tali che le risorse contribuiscano in modo efficiente ed efficace al vantaggio competitivo. Ricerche sul campo rivelano che gli errori più comuni commessi dalle aziende che intraprendono strategie di diversificazione, consistono nel sovrastimare la trasferibilità in nuovi mercati di risorse sia specifiche sia ge-

neriche, nella creazione di un vantaggio competitivo. Al fine di evitare tali errori, i dirigenti di un’impresa diversificata devono sviluppare una strategia corporate (centrale), per l’intera organizzazione, allo scopo di renderla più attraente, di potenziare la performance lungo l’intera linea di business e di coordinare in modo razionale le singole aree di attività. La diversificazione di un'impresa può considerarsi riuscita solo se genera un aumento del valore per gli azionisti e se crea un valore che gli azionisti non potrebbero ottenere autonomamente con il semplice acquisto di azioni di imprese operanti in vari settori, oppure investendo in fondi comuni per la ripartizione degli investimenti in più settori.

Dott.ssa Nadia Romano Responsabile Qualità & Formazione UniPoste S.p.A. n.romano@uniposte.it

Mr. magazine


costume & società

promuove il contratto del cambiamento Cari lettori vi riporto in seguito l'iniziativa promossa dall'associazione per il contratto del cambiamento. "Presidenti delle Associazioni di Categoria, desidero comunicarVi una serie di iniziative che ASSOPAM - Associazione Per Agenti e Mediatori - intende perseguire, possibilmente in stretta collaborazione con chi ritiene di poter condividere i nostri programmi. ASSOPAM, in linea con lo stile dell'attuale Governo, prende l'iniziativa per proporVi il Primo Contratto del Cambiamento riservato alle Associazioni di Categoria che rappresentano gli Agenti in Attività Finanziaria ed i Mediatori Creditizi. A tal fine ASSOPAM ha deliberato e stanziato la somma di euro 15.000,00 necessaria per l'iscrizione all'OAM (che ci legge in copia), al fine di determinarne dall'interno - di concerto con le Vs. Spettabili Associazione - scelte e decisioni che riguardano il futuro dell'intera

Mr. magazine 30

categoria, con implicazioni dirette sul bene dei consumatori. Mi preme altresì informarVi che nei prossimi giorni ASSOPAM avanzerà richiesta di audizione presso le Commissioni Finanza della Camera e del Senato, dove intendiamo proporre - auspicabilmente col Vostro sostegno - urgenti modifiche al dlgs. 141/2010. In qualità di Presidente, ho l'onere e l'onore di tutelare gli interessi dei 350 aderenti ASSOPAM, i loro ideali, i loro obiettivi e soprattutto la loro speranza, assolutamente coincidente con la mia volontà, di poter trovare soluzioni strutturali a problemi divenuti ormai cronici. Ed è stata proprio la nostra base ad incitarmi a cercare alleanze, collaborazione e sostegno nelle altre Associazioni di Categoria. Appello che ho accolto con piacere, con la certezza che la futura, necessaria ed armoniosa collaborazione, possa dare a tutti noi quel vigore indispensabile per il raggiungimento degli obiettivi condivisi.

Di seguito riporto i punti del Contratto del Cambiamento, quale documento programmatico da portare in Parlamento, per addivenire ai dovuti correttivi al dlgs. 141/2010..." Sono certo che la sinergia fra le nostre Associazioni porterà grandi benefici a tutti e il contestuale aumento del numero di iscritti OAM. Nell’attesa di un Vs. pregiato riscontro, porgo i miei più fervidi saluti.

Dott. Raffaele Tafuro Presidente Assopam www.assopam.it


costume & società

PRESTITO PERSONALE FINO A

€ 30.000

ESITI IN 24 ORE

dai 18 ai 75 anni 101,90 in 24 = € 2.000 euro

rate

taeg 14,48% e tan 11,85%

168 in 36 = € 5.000 euro

rate

taeg 12,10% e tan 7,50%

268 in 48 = €10.000 euro

rate

taeg 10,87% e tan 8,00%

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali o per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al modulo denominato “Informazioni Europee sul Credito ai Consumatori” disponibile presso le filiali.

UniPoste Agenzia Finanziaria S.r.l. C.F. e P.iva 05425070652 - Iscr. OAM n.A10732 finanziamenti@uniposte.it - http://www.uniposte.it/finanziari/prestiti-personali.html

www.uniposte.it

Mr. magazine 31


costume & societĂ

risorse umane coaching

Mr. magazine 32


costume & società

L

a capacità di un’azienda di investire sul proprio personale si esprime nella possibilità di offrire sviluppo e crescita continua, soprattutto nei momenti di maggiore vulnerabilità dei mercati e di maggiore incertezza. Le organizzazioni con una forza lavoro florida godono di una contribuzione volontaria energica e creativa. Secondo Gretchen Spreitzen e Chrstine Porath, la capacità di essere rigogliosi e prosperi dipende da due principali componenti che agiscono in modo sincrono al lavoro. La prima è la vitalità intesa come il sentirsi vivi al lavoro, appassionati ed eccitati per le proprie attività e per i propri obiettivi. La seconda è l’apprendimento, che genera la crescita attraverso l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze. Il circuito virtuoso che ne consegue – i collaboratori che sviluppano le proprie potenzialità credono verosimilmente nel successivo sviluppo di sé e dei propri talenti – rassicura l’azienda dell’investimento per mezzo di risultati di performance crescenti. Le pianificazioni annuali delle corporate e, finalmente, anche nelle PMI italiane ed estere tengono sempre più conto di questi elementi, incoraggiando leader e managers ad incentivare la cultura

rigogliosa del proprio luogo di lavoro. Secondo tali coordinate l’utilizzo del coaching assicura la piena realizzazione del mandato organizzativo - culturale. La filosofia del coaching si basa sull’idea di riuscire a disancorare le qualità e le potenzialità inespresse della persona per mezzo di un approccio fondamentalmente maieutico in cui il coachee (il destinatario) è il gestore del proprio percorso, generatore della propria evoluzione, e responsabile del cammino che intende realizzare. Sempre più spesso i managers coach si muovono in una danza che si poggia sulle gambe dei risultati da portare e delle persone da curare e coltivare. Le qualità del manger coach si traducono in un interesse genuino e autentico per lo sviluppo delle potenzialità dei propri collaboratori, coerentemente con il sistema di riferimento. Il risultato finale è l’innalzamento nel proprio tema della motivazione nei confronti del lavoro, di un incremento del coinvolgimento nelle attività ed una auto –responsabilizzazione verso il risultato atteso. In molti casi i manager decidono di promuovere al contempo percorsi di coaching con coach esterni, sia individuali che di gruppo, volti alla valorizzazione delle risorse esistenti e allo sviluppo di qualità latenti ma pre-

ziose per l’azienda. La pratica del coaching si configura come la metodologia di successo nelle aziende, sia per l’ancoraggio ad obiettivi condivisi che per la traduzione immediata nel reale di nuovi comportamenti.

Dott.ssa Mariarosaria Izzo

HR Consultant - Organizational Psychologist ISCP- SCP Accredited Coach lect President SCP Italy mariarosaria.izzo@gmail.com

Mr. magazine 33


SPEDIZIONI • pacchi • raccomandate • posta massiva

PAGAMENTI • bollettini postali • mav • rav • money transfer

SPEDIZIONI E IMBALLAGGI A TARIFFE SPECIALI PER AZIENDE E PROFESSIONISTI

Scarica il catalogo promozionale dal sito

34

www.u


uniposte.it

35


travel

WELCOME TO

PARADISE C hi non ha pensato almeno una volta nella vita di trascorrere una vacanza a Ibiza? La Isla Blanca è da sempre una delle mete estive più gettonate, soprattutto fra gli italiani. Vita notturna, divertimento, locali e discoteche dove scatenarsi fino all’alba. Non a caso, in spagnolo antico, Ibiza significa “divertiti fino allo sfinimento". Chi ha avuto modo di visitare questa affascinante isola in bassa stagione, quando i locali sono ancora chiusi, e le spiagge deserte, avrà notato che esiste un’altra Ibiza, più selvaggia e incontaminata, fatta di piccole

Mr. magazine 36

cale, tramonti mozzafiato, paesini in cui il tempo sembra essersi fermato e in cui sperimentare il lento stile di vita ibizenco. Questa Ibiza meno conosciuta merita di essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno. Con un’ottantina di spiagge tra cui scegliere potrete trovare quella più adatta a voi, affollata e trendy o remota e selvaggia. Nelle città e nei villaggi dell’isola, come Ibiza, Sant Josep e Santa Eularia troverete interessanti musei, monumenti e testimonianze storiche, mentre per i migliori tramonti dell’isola non perdetevi il Sunset Strip di Sant Antoni. Un’esperienza originale durante una vacanza

a Ibiza è quella del mercatino hippy, dove potrete acquistare prodotti di artigianato in un’atmosfera rilassata all’ombra degli alberi, molto più autentica di quella dei nostri centri commerciali resi gelidi dall’aria condizionata. Per qualcosa di diverso esplorate a piedi o in bicicletta il Parco naturale di Ses Salines o prendete il traghetto per la vicina isola di Formentera. CITTÀ DI IBIZA chiamatela Ibiza, Vila o Eivissa, la capitale della più trasgressiva delle Baleari è una città unica, capace di accontentare il più scatenato "animale" notturno tanto quanto gli amanti di storia e cultura.


travel

Se la trendy Marina Botafoch è la zona della vita notturna, il cuore della città storica è Dalt Vila, un museo a cielo aperto che testimonia la diversità di popoli e culture che hanno invaso l’isola nel corso dei secoli: fenici, cartaginesi, romani, musulmani e infine catalani. Attraversate il rastrillo, ovvero il ponte levatoio, e il Portal de ses Taules per raggiungere la piazza principale, da cui poi potrete esplorare il labirinto di viuzze progettato dall’italiano Giovan Battista Calvi. Di giorno si viene qui per catturare con la macchina fotografica la bellezza degli scorci panoramici; di sera si sale alla Città Alta per cenare in uno dei suoi ristoranti chic. SANT JOSEP Il comune di Sant Josep, a soli 15 km dalla capitale, è un mix di montagna e mare: deve il suo nome al monte Sant Josep che si trova nel suo territorio, ma è noto per avere il maggior numero di spiagge e calette dell’isola. Non limitatevi alle spiagge, Sant Josep ha molto da offrire in quanto ha arte e cultura: nel villaggio e nei suoi dintorni potrete visitare le rovine di un insediamento fenicio e di uno punico-romano, torri difensive del XVII e XVIII secolo e il Museo Etnologico di Ibiza e Formentera. La vista più suggestiva di Sant Josep è però il Puig de Missa, una collina che domina una valle attraversata dall’unico fiume dell’isola alla cui sommità sorge una chiesetta del Seicento. Parco naturale di Ses Salines Paesaggi straordinari vi attendono al Parco naturale di Ses Salines, un’area protetta che comprende parte del sud di Ibiza e del nord di Formentera, creata per proteggere una grande varietà di ambienti con caratteristiche ecologiche differenti. All’interno del parco potrete fare indimenticabili

escursioni a piedi o in bicicletta, ammirando il romantico paesaggio degli stagni delle saline, i selvaggi cordoni dunosi con ginepri centenari, le spaventose scogliere e le coste rocciose dove, se siete fortunati, potrete avvistare falchi pellegrini e aquile pescatrici. Il parco comprende anche una zona marina, con spiagge incantevoli come Ses Salinas, Sa Caleta e Es Cavallet, e gli isolotti des Freus (s’Espalmador, s’Espardell, l’isolotto des Penjats). Per info e prenotazioni contattaci a: booking@unipostetravel.it oppure su www.unipostetravel.it

PARTI con UniPoste Store

Dott.ssa Severina Miele UniPoste Travel Booking & Sales Agent s.miele@uniposte.it

Prima d passa dai partire

Mr. magazine 37


38


GLI ESAMI SONO FINITI?

E ’ A R R I VAT O I L M O M E N TO D I PA R T I R E ! FA L L O C O N

Q U OT E A P E R S O N A A PA R T I R E D A

€ 450,00

4 N OT T I + V O L O + S O G G I O R N O + TA S S E E O N E R I

DAL 4 AL 8 SETTEMBRE 2018 PER MAGGIORI INFORMAZIONI:

B O O K I N G @ U N I P O S T E T R AV E L . I T W W W . U N I P O S T E T R AV E L . I T

UniPoste S.p.A. - via Ludovisi 35, 00187 - ROMA - www.uniposte.it


attualità

S

la difesa domiciliare è sempre legittima. proposta di modifica dell'art 52 c.p.

Mr. magazine 40

parò al ladro: condannato a risarcirlo! È uno degli innumerevoli casi balzati agli onori della cronaca giudiziaria per l’assurdità del suo epilogo: la vittima improvvisamente si trasforma in carnefice, complice una legge scritta male e, forse, una magistratura che potrebbe, dove possibile, interpretarla diversamente. Il copione è più o meno sempre lo stesso: ladri che vengono a rubarti in casa e poi, per uno strano scherzo del destino, ad essere messi sotto processo sono le vittime, colpevoli loro malgrado di aver avuto una reazione esagerata o meglio ancora “sproporzionata” rispetto all’offesa ricevuta. Ed è proprio sul terreno della legittima difesa che la Lega di Matteo Salvini spinge dopo il fronte aperto dei migranti e quello successivo del censimento dei rom. Per il ministro dell'Interno “una nuova legge che permetta la legittima difesa delle persone perbene nelle proprie case è una nostra priorità”. Più prudente, invece, il ministro della Giustizia pentastellato, Alfonso Bonafede, il quale si è mostrato possibilista, ma ha ribadito che le priorità sono altre, anche perché a proteggere i cittadini, dice, dovrebbe essere lo Stato. Attualmente il primo comma dell’art. 52 c.p. dichiara non punibile “chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di un'offesa ingiusta, sempre che la difesa sia


attualità

proporzionata all'offesa.” Complicatissima è la valutazione proprio relativa alla proporzionalità della reazione difensiva dovendosi tener conto, infatti, di una molteplicità di fattori come ad esempio i mezzi utilizzati da entrambe le parti, i beni giuridici contrapposti, il livello di ingiustizia perpetrato, l'effettiva inevitabilità della reazione, l'incolpevolezza dell'aggredito (che non deve aver provocato la minaccia), il tempo ed il luogo dell'azione e non da ultimo il valore esistenziale che il bene minacciato assume per l'aggredito. Per quanto concerne la legittima difesa domiciliare, al fine dell'operatività della scriminante, il comma 2 della norma sancisce la sussistenza della proporzionalità (di cui al primo comma) qualora la persona legittimamente presente nel domicilio privato utilizzi un'arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere la propria o altrui incolumità ovvero i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione. Tuttavia, il nodo cruciale è proprio il fatto che dottrina e giurisprudenza escludono la sussistenza automatica del requisito della proporzionalità nell’ipotesi di violazione di domicilio; sarà quindi sempre il giudice ad affidarsi ai parametri so-

pra delineati al fine di valutare se l'aggredito abbia reagito in maniera legittima o meno, con i risultati (non favorevoli) che conosciamo. La principale critica che si muove all’attuale contesto normativo è la seguente: non è possibile pretendere che la vittima, una volta sorpreso un malfattore nella propria abitazione, si metta con la “bilancia in mano” e valuti una reazione adeguata, o meglio ancora “proporzionata”, all’offesa ricevuta o all’offesa potenziale. È infatti certamente sempre scusabile, secondo l’opinione diffusa, l’atteggiamento di chi, trovandosi nella predetta situazione, reagisca un po’ come può non avendo alcuna possibilità di fare valutazioni di merito vista la concitazione del momento. Da qui, il punto cardine della riforma: licenza di sparare a chiunque si introduca in un'abitazione privata, annullando la valutazione oggi prevista per legge di proporzionalità fra offesa e difesa. Ovviamente, solo nel caso in cui si sia in possesso del porto d’armi. In particolare la proposta - introduce una sorta di "presunzione di legittima difesa" a cui si può appellare "colui che compie un atto per respingere l'ingresso o l'intrusione mediante effrazione o contro la volontà del proprietario o di chi ha la legittima disponibilità dell'immo-

la tua pubblicità su mr.magazine?

bile, con violenza o minaccia di uso di armi di una o più persone, con violazione di domicilio" (articolo 1 del testo già presentato a marzo 2018). In definitiva, cade la necessità di dimostrare la proporzionalità tra difesa e offesa ma resta l'obbligo - per poter reagire/ sparare - di detenere un'arma regolarmente denunciata e, ovviamente, il porto d'armi. Parallelamente, verranno inasprite le pene per i ladri d'appartamento, con la reclusione da 5 a 8 anni (dai 6 ai 10 con le aggravanti) e la multa dai 10mila ai 20mila euro (che salgono a 20-30mila euro in caso di aggravanti). Insomma, la riforma della legge sulla legittima difesa è nel contratto di governo, si farà, ma i tempi sono tutt'altro che prossimi e non sono esclusi emendamenti dell’ultima ora.

Avv. Marco Nigro marconigro@hotmail.it

chiama subito 0974 82.70.10 www.mistermagazine.it Mr. magazine 41


DA ROSSINI A PAGANINI STORIE DI AMICIZIE SENZA TEMPO

A

micizia e condivisione sono valori preziosi all’interno di una società che troppo spesso sembra costituita da miriade di singoli, di esseri chiusi in sé stessi, apparentemente indipendenti, che si ritrovano a condurre una vita di affollata solitudine. Al contrario, qui si racconterà la storia di due amicizie, di due collaborazioni senza le quali un frammento di storia non sarebbe mai esistito o sarebbe rimasto sommerso nell’oblìo. I primi protagonisti sono due giovani e brillanti musicisti degli anni Duemila, il pianista italiano Simone Di Crescenzo e il violinista russo Yury Revich. Simone Di Crescenzo, formatosi tra l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e il Centro Universale del Belcanto di Modena, è impegnato da più di dieci anni come pianista e come studioso nella riscoperta del repertorio vocale e strumentale del primo Ottocento, vantando collaborazioni con alcune star dell’opera (tra le quali Sumi Jo, Daniela Dessì e Vittorio Grigolo) e con diverse formazioni cameristiche. Yury Re-

Mr. magazine 42

vich, invece, è considerato uno dei più straordinari violinisti della nuova generazione: dopo aver debuttato giovanissimo alla Canergie Hall e a La Scala, è stato nominato “Giovane artista dell’anno” nel 2015 all’International Classical Music Awards ed è vincitore del prestigioso ECHO Klassik 2016. È un musicista eclettico e raffinato e la Goh Family Foundation di Singapore ha scelto di mettere a sua disposizione il violino “Principessa Aurora”, uno Stradivari del 1709 col quale si esibisce nelle più importanti sale del mondo e che tra pochi giorni risuonerà anche in Italia, a Martina Franca (TA), ove Revich sarà solista del Secondo Concerto per violino di Nicolò Paganini insieme all’Orchestra Accademia del Teatro alla Scala. Un pianista amante del Belcanto e un virtuoso violinista, che da alcuni mesi lavorano per gettare una nuova luce su due delle figure più straordinarie del panorama musicale italiano ed Europeo del primo Ottocento: parliamo di Gioachino Rossini e Nicolò Paganini. Rossini fu il massimo esponente

del più alto virtuosismo vocale e strumentale, di quella liricità fiorita volta a scomporre frasi e parole per trasmettere emozioni, dramma e pathos. Paganini è considerato il più grande violinista di tutti i tempi, la personificazione di un virtuosismo eccitante e diabolico capace di far emozionare un pubblico strabiliato dalla sua capacità espressiva. Due personaggi singolari, che resero grande la musica italiana in tutt’Europa facendo ‘parlare di sé’ e finendo tra le memorie di numerosi intellettuali e viaggiatori (è noto il racconto di un Carnevale romano, in cui i due improvvisarono un’esilarante mascherata musicale); due artisti che non ebbero il timore di rileggere le opere dell’amico dandone nuove personalissime visioni, in cui è la musica a far da collante tra le diverse personalità. Questa duratura amicizia d’altri tempi è la chiave del progetto proposto da Revich e Di Crescenzo nel corso della loro attuale collaborazione artistica. Un progetto inaugurato al Museo del Duomo di Firenze


costume & società

nel marzo di quest’anno e che proseguirà il 18 luglio prossimo a Martina Franca (TA) con la Soirée Rossini, evento che il Festival della Valle d’Itria ha dedicato al ‘Cigno di Pesaro’ in occasione del 150° anniversario della sua morte. Tra i fili conduttori del concerto vi sono le trascrizioni dedicate da Nicolò Paganini, e da altri compositori e virtuosi coevi, alle opere più note di Gioachino Rossini. Pertanto, accanto alle trascrizioni rossiniane di Charles-Auguste De Bériot, Ivan Müller e Andreas Tarkmann, si darà voce a due serie di variazioni elaborate da Paganini a partire dai temi della famosissima cabaletta “Non più mesta”, che determina il lieto fine ne La Cenerentola, e dall’aria di sortita “Di tanti palpiti”, cantata dal protagonista del Tancredi. Non manca il segno di riconoscenza dell’anziano Rossini per l’interesse del giovane amico, Un mot à Paganini che il ‘Cigno di Pesaro’ raccolse tra i suoi “Peccati di vecchiaia”. Proprio i Pechés de vieillesse rappresentano il secondo fils rouges della Soirée Rossini, che affianca alle trascrizioni alcune Arie da camera sulle quali si concentrò il compositore pesarese dopo il precoce abbandono alle scene. Accanto ai Maestri Revich e Di Crescenzo, gli interpreti della Soirée saranno il soprano Maria Aleida, il clarinettista Nicolai Pfeffer e – ospite d’onore – il basso Michele Pertusi. Per ulteriori informazioni: https:// www.festivaldellavalleditria.it/ spettacolo/soiree-rossini

la tua pubblicità su mr.magazine?

chiama subito 0974 82.70.10 www.mistermagazine.it

Maria Borghesi Artistic Secretary & Press Office office.simonedicre@gmail.com

Mr. magazine 43


cultura & benessere

dogman L

a pellicola si ispira al cosiddetto delitto del Canaro, l'omicidio del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci, avvenuto nel 1988 a Roma per mano di Pietro De Negri, detto ‘er canaro’. Tuttavia Garrone mescola sapientemente i particolari di cronaca con le sue fantasie e plasma personaggi ancora più archetipici.

della minima percentuale che Simone gli rende. I due si muovono in un paesaggio squallido di periferia. Tutto è fermo, tutto è grigio e giallo ocra, come la pelle dei malati, come l’oro finto, come il deserto dei cammelli, come i limoni morti.

Marcello è un uomo piccolo e mite che vive nella periferia della città; ha un viso gentile e antico; possiede un locale di tolettatura per cani e divide le sue giornate tra il modesto lavoro, l'amore per la figlia Alida e un pacifico rapporto con i suoi vicini. Per arrotondare spaccia cocaina: questo lo porta a instaurare una torbida amicizia con Simone, un delinquente locale che con piccoli crimini e atti di violenza terrorizza gli abitanti del posto, senza che nessuno abbia il coraggio di intervenire. Simone ha una stazza imponente, è alto e corpulento e fa paura quando si avvicina con il fiato sul collo di chi, ovviamente, non riesce ad arrivargli nemmeno alle spalle.

La dinamica degli eventi è semplice: Simone decide di svaligiare il negozio di Compro Oro che comunica con quello di Marcello e per portare a termine il colpo coinvolge Marcello, incapace di dire di no, sottomesso e remissivo. La cosa finisce male con Marcello in carcere per un anno. Al ritorno un pareggio di conti solo a parole. Simone è troppo grande e ingombrante per essere ‘sistemato’ da uomo a uomo. Arriva allora il raggiro e lo strumento della gabbia. Davanti ai suoi amati cani, Marcello vi rinchiude il compagno criminale in una gabbia e svela, con sarcasmo crescente, la trappola al suo avversario. Vuole le scuse, vuole essere rispettato per la prima volta nella sua vita. La situazione precipita in un finale raccapricciante e violento. I cani guardano il loro padrone uccidere una Bestia umana.

Marcello dal canto suo gli procura la droga, lo aiuta in alcune rapine e subisce passivamente i suoi soprusi, accontentandosi

Lo consigliamo perché non è il solito reenactment di un fatto di cronaca nera e non nasce dall’intenzione di raccontare la

Mr. magazine 44

storia del Canaro così come tg, giornali e reportage televisivi l’hanno ripercorsa e messa in scena già molte volte nel corso degli anni. Il cinema del regista romano si concentra sulle sfumature, sulla genesi della vendetta e di come essa diventi non tanto una catarsi inevitabile o necessaria, quanto più un tentativo di redenzione (per quanto illusorio). Vale la pena vederlo perché racconta del tormento interiore delle vittime quotidiane di soprusi, del loro meditare vendetta, del loro voler dimostrare al mondo una qualsivoglia superiorità, se non quella fisica. Il giallo spento attraversa la duna di sabbia, il mare lontano, gli occhi dei cani, spettatori della bestialità umana e la tuta di Simone, divisa unica di personaggi ‘piccoli’, bulli, nel cuore nullatenenti, dimenticati da quel Dio che è anche Dio degli uomini-cani. Dogman.

Rosa Chiara Vitolo Linguista rc.vitolo@gmail.com


Mozzarella Artigianale di Bufala

#PERPALATIRAFFINATI Vi aspettiamo!!!

PUNTO VENDITA

BATTIPAGLIA - VIA S.S. 18 Adiacente Bar Pierino Tel. 340 7322192 info@lareginadipaestum.it

www.lareginadipaestum.it

EffePi H O L D I N G


costume & società

COSA METTERE IN VALIGIA? D

al cappello in rafia alle ciabatte comode in sughero: ecco cosa non dimenticare per i tuoi viaggi al mare, in montagna e in città! Che voi andiate su un'isola oppure in riviera, che la vostra destinazione sia la Grecia oppure Ibiza, che scegliate le spiagge italiane o un atollo sperduto nell'oceano, fare la valigia per le vacanze al mare sarà un gioco da ragazze. Il dilemma di ogni estate, la domanda da un milione di dollari: cosa mettere in valigia quando si parte per le vacanze? Nessuna sa bene come, ma anche per una partenza di quattro giorni riusciamo a portare via metà armadio, molto più di quello che ci serve realmente. Che poi al mare, tra costumi da bagno e pantaloncini, non c'è poi così tanto da indossare. Perciò, per gli ansiosi e per chi non sa mai cosa mettere, ecco i must have per sopravvivere senza l'armadio e la scarpiera a portata di mano. È importante scegliere il tono dominante di ciò che metti in valigia, per poter fare i giusti abbinamenti. Scegli un colore moda e abbinaci nuance più neutre e sfumature più o meno accese.

Mr. magazine 46


costume & societĂ

Mr. magazine 47


costume & società

Le fantasie? Consigliamo di non esagerare, perché poi sarà difficile abbinarle tra di loro. Righe, pois o motivi floreali. I bikini, non possiamo partire senza di loro, dall’appariscente lurex brillantinato al raffinato uncinetto agli immancabili costumi interi con stampe da usare anche come body. -Mai senza almeno un capo bianco. Nella valigia per il mare non può assolutamente mancare almeno un capo bianco. Il motivo? Risalta sull’abbronzatura ed è adatto a qualsiasi occasione. Non dimenticare un abito maxi in cotone leggero, in pizzo o a motivo crochet, oltre all’immancabile camicia bianca maschile o incrociata, passepourt che si può abbinare facilmente a short, gonne e costumi. -I short immancabili per ogni stagione estiva quest’anno oltre al solito denim si spazia dal lino alla seta. -Crop Top, fuori la pancia con il top dal taglio corto, perfetto soprattutto su gonne o pantaloni a vita alta per creare un sensuale e misterioso effetto vedo-non-vedo. Il Pyjamas, di giorno come di notte! Comodo come un pigiama, elegante come un ensemble di seta, il completo pigiama è uno dei must have di stagione a cui non potrete rinunciare in vacanza. Le linee scivolate, i vestiti dai tagli in sbieco che danno movimento, balze, arricciature. Anche i tessuti aiutano: sono lucidi rasi di cotone e di seta, anche glitterati, che riflettono la luce

e danno dinamismo ai tagli. - Punta sempre sulla leggerezza se ti rimane ancora un po’ di spazio, riempilo con abiti leggeri e bluse morbide, che ti regaleranno qualche variante di look nei momenti di confusione. Un vestito floreale o un kimono sono i capi perfetti adatti per qualsiasi occasione sia di giorno che di notte. - Non partire senza almeno un pantalone palazzo in valigia: comodi e freschi, dal taglio largo sono l’unica soluzione d’estate se si vuole indossare il pantalone, essendo ampi e solitamente di tessuti leggeri e svolazzanti, ci salvano la vita! Dedicato a viaggiatori smart che non vogliono rinunciare allo stile nemmeno in viaggio. -Il foulard, l’immancabile dai mille usi potete usarlo come fascia per i capelli, come cintura, per coprivi dal vento o come accessorio per la sera. Prendetene di diverse fantasie e sbizzarritevi con i colori. - La borsa in rafia sarà la tua migliore alleata, di medie dimensioni da sfoggiare sul bagnasciuga, ma anche con un outfit serale per non passare inosservata. -Un paio di sandali bassi, in cuoio da indossare sempre e con tutto. Per un Po’ di giorni dimenticate i tacchi, sarà una gioia! E nella moltitudine di proposte se hai qualche dubbio, scegli il rosso. Lacca, papavero, fuoco, ciliegia. Lungo, corto, da giorno e da sera. Da capo a piedi o per un abito, una giacca, una borsa, un paio di sandali. Se il total

look ti affatica (ci vuole energia per indossare questa tinta vitale), sei libera di diluirlo e usarne solo una pennellata. Romantica se la combini con il rosa, pop con il viola, classica con il sabbia, creativa con l’azzurro o con il verde. Ora allacciamo le cinture che si parte….

Viviana Imparato Collaboratrice Mr.magazine vivianaimparato@virgilio.it

Via Pio X, Agropoli (SA) cell. 389 7852130

Mr. magazine 48


ASSICURAZIONI

Nuovo modo di fare assicurazione, comodo, semplice e veloce.

Passa da UniPoste

Tanti vantaggi per il cliente. Prezzi contenuti.

UniPoste Assicurazioni. S.r.l. Via Aquileia,46 34077, Ronchi dei Legionari (GO) | Direzione Generale Via Pio X, 72 84043 Agropoli SA Unità Locale Via Ludovisi,35 00187 Roma | C.F./P.IVA n. 01186210314 - REA GO - 201665 | PEC: uniposteassicurazionisrl@pec.it Tel. (+39) 0974 827010 | Numero Verde 800 24 26 16 | Iscr. Sezione A del RUI. n. 0210327/17

EffePi H O L D I N G


travel

L

e vacanze si avvicinano e non avete ancora idea di dove trascorrerle? Se il mare, i monti o i laghi vi sembrano troppo scontati e siete stufi della “stessa spiaggia stesso mare” vi suggeriamo dei luoghi insoliti tutti da provare.

le mete più insolite per una vacanza fuori dagli schemi foto di Laura Penna

Mr. magazine 50

Esiste, infatti, un’infinità di luoghi dove trascorrere una vacanza fuori dal comune. Igloo, chiese sconsacrate, fari, case sull’albero sono solo alcuni degli esempi di posti insoliti dove vivere un’esperienza speciale, lontano dalla confusione delle mete più gettonate. Un noto portale online di gestione affitti ha stilato una divertente classifica sugli alloggi più sognati e al primo posto c’è la casa sull’albero. Forse perché incarna nell’immaginario collettivo il sogno, spesso mai realizzato, di ogni bambino. A quanto pare dormire sugli alberi oggi non è un sogno così difficile da realizzare. Non occorre, infatti, andare molto lontano per trovare strutture attrezzate per trascorrere una notte in un’abitazione sospesa tra i rami. Non è difficile immaginare la bellezza di addormentarsi e svegliarsi letteralmente immersi nel verde: un’esperienza rilassante ed estremamente romantica. Molte di queste case


travel

sull’albero, infatti, sono anche dotate di ogni confort degno di un resort. Se non soffrite di vertigini potreste anche prendere in considerazione l’idea di dormire su una gru. In Olanda, c’è un hotel di lusso composto da tre suite posizionate sui tralicci di una gru, proprio sul porto di Amsterdam. Sempre in Olanda si può pernottare in un altro posto particolare: un mulino a vento. Si possono trovare nei pressi da Amsterdam, circondati da prati e tranquillità, ma anche nelle pittoresche isole greche, tra il blu del cielo e il blu del mare. Altro luogo ricco di fascino dove soggiornare è sicuramente un faro. Chi non ha mai sognato almeno una volta di viverci per qualche giorno? Simbolo della solitudine e protagonista di tanti film, libri e dipinti, è sempre collocato in posti meravigliosi a picco sul mare, luoghi a volte impervi e difficili da raggiungere che regalano emozioni a chi vuole allontanarsi un po' dalla folla e dalla confusione. Si tratta spesso di costruzioni antichissime, che una volta dismesse sono state riconvertite in strutture ricettive. Ce ne sono tantissimi in giro per il mondo, ma anche senza varcare i confini nazionali ne troviamo alcuni famosissimi e bellissimi, soprattutto nelle isole. Pensate che all’Isola del Gi-

glio, esiste persino un faro dedicato agli innamorati. Si tratta del faro più antico dell’isola, ma venne abbandonato poco dopo la sua costruzione perché situato troppo in alto, spesso avvolto dalle nubi e quindi poco adatto a dare aiuto ai marinai. Oggi, invece, immerso in una pineta, si presta perfettamente per ammirare il tramonto con il rumore delle onde come sottofondo.

tico: il freddo sarà tanto, ma si potrà ammirare l’aurora boreale, con tazza di tè bollente tra le mani.

Se invece il vostro sogno è sempre stato quello di essere una principessa o un principe potrebbe avverarsi. Basta un biglietto per l’Irlanda dove vi aspetta un castello del 1400 immerso tra il verde delle colline per un soggiorno davvero da favola...ma attenzione ai fantasmi! Sempre in Irlanda si può soggiornare anche in una chiesa sconsacrata vicino la città di Galway, riadattata ad alloggio.

E se invece qualcuno vuole partire in compagnia della comitiva di amici l’idea giusta potrebbe essere non limitarsi ad affittare un alloggio, ma un’isola intera. Cercando sul web potreste scoprire che non si tratta di un sogno impossibile e alla portata solo dei vip.

Di sicuro molte meno persone avranno sognato di trascorrere una notte in cella, ma per chi volesse provare questa esperienza, a Lucerna in Svizzera, c’è un hotel ricavato nella vecchia prigione. Al posto delle camere ci sono le celle con arredi spartani che si ispirano a quelli originali del penitenziario.

Infine, per i più temerari si può dormire sotto il livello del mare, circondati da acque cristalline e pesci tropicali. Tutto questo è possibile in un resort alle Maldive, dove c’è una camera sott’acqua con le vetrate trasparenti.

Avete scelto la vostra meta? Adesso non resta che augurarvi buon viaggio…

Michela Petti petti.michela@gmail.com

Per chi vuole fuggire dal caldo estivo c’è anche l’opzione igloo, un’idea romantica e sicuramente originale. In Lapponia c’è un caratteristico villaggio igloo al confine con il circolo polare ar-

la tua pubblicità su mr.magazine?

chiama subito 0974 82.70.10

www.mistermagazine.it

Mr. magazine 51


52


BootCAMP

FullStack Developer nel CILENTO il primo campo di addestramento per la programmazione professionale RELAX COMPRESO dal

23 al 30

settembre

Iscrizioni APERTE fino al 23 agosto 2018

http://cs.upacademy.it

Possibilità di finanziare il corso a tasso 0 grazie a convenzione con primaria Banca.

systems engineering

UP Master in Economics Finance & Risk Management

Academy UP Academy è una divisione commerciale UP Express Società Cooperativa appartenente al Gruppo EffePI Via Gian Battista Vico, 2 – 84043 Agropoli (SA) P.IVA 05519730658 Numero Verde 800 24.26.16 | www.upexpress.it

Mr

magazine PaduanoEditore

53EffePi H O L D I N G


cucina & dintorni

"CILENTO

CUCIN

di Federica Scandu

Mr. magazine 54


O IN

NA"

urra

cucina & dintorni

PLUMCAKE AL SALMONE Ingredienti per 4 persone

S

Difficoltà bassa

battete le uova insieme all’olio e la panna. Dopodiché, aggiungete il lievito, la farina e il salmone tagliato a pezzetti. Mescolate per bene e insaporite aggiungendo un po’ di sale e pepe. Infine, foderate con la carta forno uno stampo da plum cake. Versate il composto all’interno e infornate a 180° per circa 40 minuti. Prima di sfornare il plum cake lasciatelo raffreddare. N.b.: potete aggiungere all’impasto un po’ di piccante se lo gradite.

Preparazione Totale 50 minuti

Federica Scandurra

100g di salmone affumicato 180g di farina 00 3 uova 100ml di olio di semi 100ml di panna fresca 1bustina di lievito in polvere per torte salate sale e pepe Q.b.

federicascan@hotmail.it

Mr. magazine 55


film & serie

THE SHINING U.S.A. 1980 Horror, thriller S. Kubrick Stephen King Cast: Jack Nicholson Shelley Duvall Danny Lloyd Scatman Crothers

Mr. magazine 56

"Shining" ha la capacità di esemplificare tre condizioni di squilibrio mentale: un uomo paranoico, una donna isterica e un bambino telepatico, circondati da un elemento soprannaturale quasi metaforico e dalla claustrofobica presenza di luoghi in cui sembra non esserci alcuna via d’uscita. Quella che Kubrick ci ha regalato è una pellicola enigmatica, a tratti incomprensibile, che gioca sadicamente con chi cerca di trarne interpretazioni, offrendogli spiegazioni solo parziali e confondendolo con diabolici stratagemmi. Non si può non citare colui che ispira tutto il film, il maestro del brivido Stephen King.

Danilo Perillo daniwara.4@gmail.com


Mr. magazine 57


Apri U N O STO R E

IN FRANCHISING NELLA TUA CITTÀ www.uniposte.it


EePi

www.unipostefranchising.it

H O L D I N G

PaduanoEditore

La Regina di Paestum


Mr

magazine PaduanoEditore

w w w. m i s t e r m a g a z i n e . i t ANNO VIII - n. 7 | luglio 2018

in copertina: festa di San Pietro e Paolo, Agropoli foto di: Angelo GasparroŠ

Mr. Magazine | Luglio 2018  

PaduanoEditore

Mr. Magazine | Luglio 2018  

PaduanoEditore

Advertisement