Page 1

Mr

magazine

PaduanoEditore

aprile

04 anno VIII

2018


EDITORIALE

C

ari Lettori, in questo numero troverete articoli che sviluppano argomenti trattati nei mesi precedenti come quello sulla teoria della continuità aziendale con un passo avanti, l’articolo di medicina di precisione e personalizzata, la moda si mette in mostra da Yves Saint Laurent a Peter Lindbergh, passando per Jil Sander, Martin Margiela e perfino Frida Kahlo, il turismo, il lavoro, ma anche novità come la digitalizzazione degli assegni che segna un a rivoluzione nel settore bancario, il nuovo obbligo dei POS per esercenti e professionisti così da accettare dai consumatori i pagamenti con bancomat. L’articolo sul design che prende come riferimento la quotata fiera del mobile di Milano; abbiamo poi l’Università degli Studi di Salerno con il graduation day della V edizione del Master MEFIRM e l’inaugurazione della VI edizione che ci vede partner di questa importante attività formativa post lauream; abbiamo poi l’articolo che parla di nuove opportunità lavorative per i cittadini campani, per poi viaggiare nelle terre del Blues quali: Atlanta – Birmingham-Mem-

phis-Jackson-New OrleansMontgomery; l’articolo che parla dell’economia reale e quella virtuale come i Bitcoin, Litecoin, monero, ripple ed ethereum; altro articolo su come avviare un’attività di bed e breakfast; l’articolo sui campus estivi, abbiamo poi l’argomento di attualità sul tema dei “bamboccioni”, quello di tecnologia sull’intelligenza artificiale, a quello di cultura & benessere che parla di come non ci si può innamorare del borgo la Pietraia. Su costume e società poi si parla dell’assunzione bendata e di come in Italia è ancora tutto da costruire mentre oltre Manica ci sono realtà come Deloitte, HSBC, EY, Virgin Money, BBC che hanno adottato in pieno questi sistemi selettivi innovativi di reclutamento del personale, senza trascurare poi la sezione cucina & dintorni “cilento in cucina” e la sezione film a spasso con BOB. Non per ultimo una novità imprenditoriale che riguarda il Nostro Gruppo EFFePi, di riprendere il progetto “La Regina di Paestum” che per cinque anni ha visto consegnare la mozzarella di bufala tipica del Cilento direttamente alla Clientela, a breve

Mr

magazine

PaduanoEditore verrà aperto il primo punto vendita in quel di Battipaglia S.S. 18 per poi estenderlo su tutto il territorio nazionale nelle principali Città Metropolitane e Turistiche (Milano, Torino, Firenze, Verona, Trieste, Bologna, Venezia, ecc.) con la formula del franchising che ci vede in partnership con importanti player del settore. Entusiasticamente,

Dott. Francesco Paduano Direttore Editoriale info@mistermagazine.it


42

10

28 56


Mr.magazine ANNO VIII - n. 4 | aprile 2018

EDITORE Paduano S.r.l. Via Pio X, 72 84043 Agropoli (SA) Tel. 0974 827010 pbx info@mistermagazine.it DIRETTORE EDITORIALE Francesco Paduano REDAZIONE Ivan Maiorano Annalisa Botti Giorgio Imparato Luigi Romano Ciro Bello Elisa Brangi Roberto Siani Vincenzo Bottone Luciano Dente Nadia Romano Gabriele Paduano

SOMMARIO Digitalizzazione degli assegni..............................................................06 L'inizio di una rivoluzione? POS 2018.....................................................................................................08 Utilizzo e obblighi Università Lavoro.....................................................................................11 Economia reale.........................................................................................12 ed economia virtuale Come avviare un'attività.......................................................................14 di Bed & Breakfast Teoria della continuità aziendale:......................................................16 un passo avanti La medicina................................................................................................20 è uomo e donna Campus Estivi............................................................................................24 e A.I.D. Design Week..............................................................................................28 Fiera del mobile, Milano Graduation Day.........................................................................................30 V edizione del Master Mefirm Nuove opportunità di lavoro...............................................................32 per i cittadini campani

PUBBLICITÀ & MARKETING Ivan Maiorano

Un viaggio negli U.S.A............................................................................36 le terre del Blues

WEB & GRAFICA Danilo Perillo Olimpia Leccese

Arrivano i "Bamboccioni".......................................................................40

STAMPA Tipografia CGM srl www.tipografiacgm.com Testata Mr. Magazine Free Press Iscritta al registro della stampa periodica n. 21/2011 - 885/011 R c/o Tribunale di Salerno

Hai paura dell'intelligenza artificiale?...............................................42 Innamoriamoci..........................................................................................44 al "Borgo La Pietraia" La moda in mostra...................................................................................46 L'assunzione bendata.............................................................................50 Cilento in cucina.......................................................................................54 A spasso con "Bob"...................................................................................56

www.mistermagazine.it È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti. Questo periodico è aperto a quanti desiderano collaborarvi ai sensi dell’art.21 della Costituzione della Repubblica italiana che così dispone: “Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni mezzo di diffusione”. La pubblicazione degli scritti, articoli e note sono subordinata all’insidacabile giudizio della Redazione; in ogni caso, non costituisce alcun rapporto di collaborazione commerciale/professionale con la testata e, quindi, deve intendersi prestata a titolo esclusivamente gratuito. Ai sensi della legge 196/2003 e successive modi-fiche l’Editore garantisce la massima riservatezza nell’utilizzo della propria banca dati con finalità redazionali e/o di invio del presente periodico e/o di comunicazioni promozionali anche via web. Ai sensi degli artt. 7 e10 ai suddetti destinatari è data facoltà di esercitare il diritto di cancellazione o rettifica dei dati, mediante comunicazione all’Editore info@mistermagazine. it. Per eventuali rapporti di collaborazione convenuti si conviene il foro competente esclusivo è quello di Vallo della Lucania (SA).

Mr.magazine

05


economia & finanza attualità

digitalizzazione degli assegni ...l'inizio di una rivoluzione?

O

ggi, nell’era della digitalizzazione, anche gli assegni si adeguano ai processi più avanzati e alla evoluzione dei tempi. In virtù del decreto legge 70 del 13 maggio 2011 e successive modificazioni, le norme varate riconoscono pieno valore giuridico alle copie informatiche degli assegni. Tale sostanziale novità regolamentare ha impatto sull’ operatività di negoziazione degli assegni ed anche sull’ eventuale protesto dei titoli. Dal 29 gennaio 2018 è operativa la nuova procedura Check Image Truncation, che consente la presentazione al pagamento in forma elettronica degli assegni tra banche: cosa cambia con la CIT e quali nuove funzionalità incorpora? Quali i vantaggi attesi per le banche e la clientela? E quali le principali criticità rilevate durante questa prima fase di operatività? Gli assegni che i clienti presentano in banca per il versamento sul conto perdono il formato cartaceo e assumono il nuovo formato digitale. È quanto prevede la nuova

Mr. magazine 06

procedura che le banche italiane hanno definito per dare attuazione alle norme di legge sul pagamento in forma elettronica degli assegni, entrate in vigore il 29 gennaio 2018. D’ora in avanti, ogni volta che le banche negoziatrici ricevono l’assegno “cartaceo” del cliente realizzano una “copia informatica” che poi presentano per il pagamento alle banche trattarie o emittenti. L’assegno in formato elettronico, quindi, sostituisce a ogni effetto di legge il titolo originale. La nuova procedura non cambia fondamentalmente il modo di utilizzare gli assegni. È importante però compilare con cura gli assegni, per evitare eventuali irregolarità formali che non possono essere sanate dopo la loro presentazione in banca. L'irregolarità formale dell'assegno, infatti, lo rende definitivamente inutilizzabile e non accreditabile sul conto. Gli assegni nel nuovo formato elettronico garantiscono, però, una serie di vantaggi: da tempi più certi del ciclo di incasso, alla maggiore effica-

cia dei controlli di sicurezza e anti-frode. L’assegno cartaceo viene quindi conservato dall’ Istituto di credito per soli 6 mesi, dopo i quali viene distrutto. Dell’assegno così negoziato si può ottenere copia analogica solo una volta. Stessa regola vale per il protesto o la dichiarazione equivalente di impagato. Poichè la copia analogica ha valore legale, non ne può infatti consentire la duplicazione, rimanendo quell’unica copia il solo titolo valido. Il sistema porterà al progressivo esaurimento delle cosiddette stanze di compensazione, strumenti di scambio materiale dei titoli tra banche. Da settembre prossimo, infatti gli Istituti di Credito scambieranno assegni solo informaticamente con la sola differenza che per i titoli di importo al di sotto della soglia di 8000 euro verranno indicati i soli dati identificativi dell’assegno, mentre per i titoli compilati per importi superiori anche l’immagine dell’assegno firmata digitalmente. La norma vale indistintamente per assegni ban-


economia & finanza

cari, circolari e vaglia postali. Per il corretto funzionamento del sistema sono previsti dei tempi rigorosi entro i quali devono essere svolte le diverse fasi di scambio tra Istituti di credito. La presentazione per il pagamento elettronico deve avvenire entro il giorno lavorativo successivo a quello di girata per l’incasso alla banca negoziatrice. Anche il protesto seguirà le vie informatiche presso i notai o la Banca d’Italia.

Luigi Romano Risk Manager UniPoste S.p.A. l.romano@uniposte.it

Mr. magazine 07


economia & finanza

POS 2018 utilizzo e obblighi

L

’aumento delle transazioni con carta a livello nazionale e internazionale è in graduale aumento e abbraccia tutti i tipi di importo dal più piccolo come un caffè al bar a cifre nettamente più cospicue. Questa possibilità ha fatto scaturire l’obbligo da parte degli esercenti di dotarsi di apparecchiature pos e la legge è intervenuta per delinearne i criteri da rispettare e le relative sanzioni per il mancato utilizzo. Per maggiori dettagli è possibile esaminare la legge di bilancio 2018 che indica tutti i criteri da seguire e le conseguenze di un utilizzo errato o promiscuo. Tutto chiaro, dunque? No, in realtà sono ancora molti i soggetti interessati che non possiedono ancora il Pos. Tra i motivi principali troviamo i costi troppo alti di installazione e gestione e la scarsa attitudine all'uso delle tecnologie, inoltre, diverse professioni, hanno protestato più volte sottolineando una serie di criticità come, ad esempio, l'aver esteso l'obbligo a tutti senza fare adeguate distinzioni. Perché professionisti e commercianti dovrebbero affrettarsi a stipulare un contratto di noleggio per il dispositivo elettronico che permette di accettare pagamenti con bancomat? Semplice, perché se un cliente entra in un

Mr. magazine 08

negozio, vede un articolo che gli piace e alla cassa viene indicato che non è possibile pagare con il bancomat, potrebbe decidere di cambiare negozio. Diverso è il discorso per gli studi professionali, dove non è possibile lasciare la merce sulla cassa e uscire a mani vuote nel caso in cui non venga accettato il pagamento tramite Pos infatti in questo caso, il cliente dovrà pagare in contanti, ma non è detto che possieda la relativa somma di denaro. L' obbligo di accettare pagamenti con moneta elettronica è dunque un grande passo avanti in termini di tracciabilità dei pagamenti e lotta all'evasione, nonché un ampliamento e un'agevolazione a favore del cittadino, che disporrà di un ulteriore metodo di pagamento. I vantaggi del POS sono quindi: • di agevolare i clienti che possono pagare qualsiasi somma dovuta senza necessariamente portare denaro contante; • di aumentare la tracciabilità sui pagamenti grazie all'accettazione di bancomat, carte di credito e carte prepagate; • di far convogliare su un unico conto corrente, le somme pagate dai clienti. Per tali motivi, la società UniPoste S.p.A. mette a disposizione degli esercenti un prodotto ca-

pace di soddisfare tali bisogni: “myPOS”, una soluzione di pagamento che dà accesso facile ed economico ai pagamenti con carta via POS. Analizziamo gli aspetti principali di tale prodotto: è possibile azzerare i tempi di attesa di accredito denaro, effettuare trasferimenti fondi SEPA/ SWIFT su qualsiasi conto corrente, avere accesso immediato al credito, acquistare più carte ed associarle ad un unico conto, effettuare acquisti on line, prelevare denaro, accettare pagamenti con carte di credito/ debito ovunque ci si trovi grazie alla tecnologia BlueTooth, Wi-Fi o GPRS, usufruire della tecnologia contactless per pagamenti istantanei e non prevede canoni mensili o annuali. L’obbiettivo, quindi, è quello di rendere la soluzione di pagamento myPOS accessibile e conveniente per le aziende di qualsiasi tipo e dimensione. Per maggiori informazioni e dettagli è possibile visitare il sito www.uniposte.it

Luigi Fiasco Servizio Clienti UniPoste S.p.A. Filiale di Agropoli l.fiasco@uniposte.it


economia & finanza

Semplicemente in famiglia La polizza che tutela il nucleo familiare in caso di richieste di risarcimento per danni causati a terzi.

UniPoste Assicurazioni S.r.l. Trieste Airport - via Aquileia 46, 34077 Ronchi dei Legionari (GO) | C.F. e P.IVA 01186210314 | Ivass Sez. A del RUI n. A000587376 Numero Verde 800 242616 | airport.trieste@uniposte.it | PEC: uniposteassicurazionisrl@pec.it | www.uniposte.it

EePi H O L D I N G

Mr. magazine 09


economia & finanza

Mr. magazine 10


economia & finanza

università lavoro O

rmai da anni risulta sempre più stretta la collaborazione tra aziende e mondo universitario alla ricerca delle soluzioni migliori per dare un lavoro ai giovani. Il ruolo dell’università è centrale nell’innovazione e oggi la quasi totalità delle ricerche vengono sviluppate all’interno del mondo dell’università, da cui poi attingono sia le grandi che le piccole e medie imprese. Presso le università è anche il luogo dove maggiormente nascono imprese innovative, come start-up e spin-off e quindi per un mondo del lavoro in continuo cambiamento necessita un’università competitiva per un sistema industriale che sia competitivo e in grado di reggere la concorrenza sui mercati mondiali. L’ Università Federico II è l’ateneo più grande del Mezzogiorno, punto di riferimento per tutto il sud Italia sia nel rafforzamento delle imprese esistenti, ma soprattutto per attrarre nuovi investimenti e imprese globali come sottolinea Gaetano Manfredi rettore dell’Ateneo. In Campania sono molteplici le Università di spessore che hanno ormai un filo diretto con il sistema produttivo, dalla Parthenope alla Vanvitelli e fino al campus di Fisciano (solo per indicarne alcune). E’ necessario affrontare due

problemi per favorire lo sviluppo tecnologico: lo snellimento delle procedure burocratiche e il sostegno economico ai giovani studenti. Interesse dell’università è accrescere la ricerca e quindi molte università si sono attivate mettendo a disposizioni fondi per giovani imprenditori che abbiano idee da brevettare facilitando la partecipazione al mondo produttivo. Tutte le ricerche sono effettuate con l’obiettivo di produrre risultati utilizzabili nell’ambito della vita quotidiana. Per fare questo è necessario un sistema sinergico e un percorso condiviso tra istituzioni, centri di ricerca e sistema produttivo. Un meccanismo che deve essere ancora limato perché le difficoltà tra mondo della ricerca e sistema produttivo sono ancora evidenti. L’ università ha un ruolo cruciale per tutto il paese, per imparare a crescere e adattarsi al mutare degli strumenti di lavoro. “In quanto istituzione – afferma Danilo Iervolino, presidente dell’Università Telematica Pegaso – l’università deve svecchiarsi e smetterla di essere quel polveroso anfiteatro del sapere refrattario al nuovo. Deve dialogare con le imprese e aprirsi al territorio”. Molto c’è da fare affinché anche in Italia possano nascere all’interno delle nostre Università

iniziative tipo Google, (nata nel campus di Stanford) perché in Italia vale ancora il concetto di self-made man. E’ importante rimboccarsi le maniche, certo, ma anche avere le competenze giuste. Bisogna saper fare e un po’ tutte le università si stanno adeguando. La parola chiave resta la formazione. È questa la strada giusta per tenere lontano lo spettro del fallimento.

Dott. Giorgio Imparato Consulente Aziendale giorgio.imparato2@virgilio.it

Mr. magazine 11


economia & finanza

economia reale ed economia virtuale A

nno 2050 e di anni ne ho quasi 70, le auto sfrecciano tra una nuvola e l’altra, i semafori sono simulati da lampi e tuoni istantanei, la benzina non è più un problema e noi umani siamo solo pedine rassegnati allo scacco matto della vita! Tale visione di un mondo futuro degna di un film di fantascienza potrebbe sembrare lontana dalla realtà…, ma siamo sicuri che sia veramente così? Appena 30 anni fa nasceva il primo cellulare, pesava oltre un chilogrammo ed aveva una durata della batteria di appena 35 minuti dopo una ricarica completa di dieci ore…! La tecnologia digitale ha avuto in pochi anni un eccezionale evoluzione; con uno smartphone piccolo, leggero, che spesso rischiamo di far scivolare inavvertitamente dalle mani, riusciamo a fare videochiamate con una persona che si trova in un altro continente, a scrivere messaggi, leggere ed inviare mail in tutti i formati, guardare un film o la partita preferita e tanto altro ancora. Lo sviluppo economico evolve a velocità impressionante abbracciando tutti i settori in un mondo ormai sempre più globalizzato,

Mr. magazine 12

questa è l’economia reale che sta creando differenze sociali ed economiche tra i popoli sempre più marcate e il divario tra chi facilmente può accedere a cibo, farmaci, acqua e tanto altro di superfluo si fa sempre più grande. Accanto all’ economia reale negli ultimi decenni si sta imponendo un’economia virtuale che, pur partendo dall’ economia reale, la supera e la scompagina ogni momento di ogni giornata ed è costituita da quell’ enorme massa di denaro che spostano i mercati finanziari anch’ essi globalizzati grazie ad internet. I mercati finanziari suddivisi in mercato azionario, mercato delle valute anche detto forex, mercato delle commodities e così via, sono regolamentati dai vari stati e non hanno una sede fisica. Tali transazioni un tempo erano solo di pertinenza delle banche, delle finanziarie e dei grossi gruppi economici, negli ultimi decenni, invece, il trading on line ha di fatto aperto le porte dei mercati finanziari a tutti, basta, infatti, una sim, una piattaforma di trading e si può partecipare alla movimentazione di grosse, piccole e piccolissime

somme di danaro. È un mondo che ha di fatto scisso il concetto stesso di economia, tanto è che c’ è un’economia reale ed una virtuale con tutti i rischi che questo comporta. I mercati finanziari hanno bisogno di allargare sempre di più la platea dei partecipanti, quindi, come se fosse un supermarket, propongono prodotti nuovi ed ammiccanti. Tra questi prodotti ci sono i Bitcoin, litecoin, monero, ethereum, ripple. Cosa sono? Sono criptovalute. Che differenza c’è tra una valuta ed una criptovaluta? La differenza è sostanziale perchè la valuta è la moneta emessa da uno Stato avente, quindi, valore legale ed è regolata dalla Banca Centrale. La criptovaluta, invece, è qualcosa che viene inventato tra individui che ne stabiliscono la quotazione ma che non ha assolutamente valore legale quindi non è classificabile come moneta ma come mezzo di scambio altamente volatile il cui valore è determinato unicamente dalla leva di domanda e offerta. Sulle piattaforme di trading on line al momento vengono


economia & finanza

sempre più scambiate anche le criptovalute che possono essere acquistate e/o vendute proprio come se fossero materie prime ovvero petrolio, argento, ferro, etc. L’investitore, nel trattare questi prodotti, deve ben valutare l’enorme rischio a cui espone il proprio capitale. Il consiglio è quello di valutare sempre con molta attenzione la vasta offerta di opportunità di trading che offre il mercato, mantenendo sempre un approccio di estrema prudenza.

Dott. Roberto Siani Sales Manager Uniposte Finance r.siani@uniposte.it

Mr. magazine 13


costume & società

come avviare un'attività

di bed & breakfast C

on il termine bed and breakfast, o con l'acronimo B&B, letteralmente "letto e colazione", s'intende il servizio di ospitalità turistica prestato presso la propria abitazione e costituito dal solo pernottamento e prima colazione. Si tratta di un'attività ricettiva extralberghiera che si differenzia da quella alberghiera sia per il ridotto numero di posti letto sia per l'attività di somministrazione limitata alla sola prima colazione e che, soprattutto in Italia, sta trovando nel corso degli ultimi anni sempre più spazio, assicurando consistenti profitti anche solo grazie alla disponibilità di poche camere. Il numero dei bed and breakfast è infatti risultato in costante aumento; tale incremento è stato determinato da fattori di carattere economico, sociale e culturale quali, per quanto attiene alla domanda: l'economicità del servizio, è la prima condizione richiesta dai potenziali ospiti, a parità di tariffe gli stessi indirizzerebbero, infatti, la domanda verso le strutture alberghiere che offrono maggiori servizi (ad esempio piscina, SPA, centri benessere, ecc.), la socialità, in quanto l'aspetto economico non costituisce il solo elemento che spinge il potenziale ospite a scegliere il bed and breakfast rispetto ad altre strutture ricettive; soprattutto i turisti stranieri prediligono

Mr. magazine 14

infatti il soggiorno presso famiglie in virtù di un più diretto contatto che consente loro di poter meglio approfondire le conoscenze, gli usi ed i costumi locali.

b) pulizia quotidiana dei locali;

Per quanto concerne l'offerta, l'incremento di tale tipologia di struttura turistica è dovuta invece essenzialmente a fattori di carattere economico legati all'esigenza per il nucleo familiare d'incrementare il reddito domestico e nel contempo di poter far fronte, con i proventi dell'attività, ai crescenti costi connessi alla proprietà immobiliare (spese di manutenzione, imposte e tasse, ecc.).

d) fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda, riscaldamento;

In base a quanto previsto dall'articolo 1 della legge regionale della Campania n. 5/2001, costituisce attività ricettiva di “bed and breakfast" l’offerta di alloggio e prima colazione esercitata con carattere saltuario e non professionale da un nucleo familiare che, ad integrazione del proprio reddito, utilizza parte della propria abitazione, fino ad un massimo di tre camere e per un massimo di sei ospiti. L’attività di cui trattasi deve assicurare i seguenti servizi minimi: a) fino a due ospiti un servizio bagno anche coincidente con quello dell’abitazione; oltre i due ospiti un ulteriore servizio bagno;

c) cambio della biancheria, compresa quella da bagno, due volte a settimana o comunque ad ogni cambio cliente;

e) cibi e bevande confezionate per la prima colazione; e possedere i requisiti dimensionali minimi per camera come segue: - 9,00 mq per un posto letto; - 12,00 mq per due posti letto; - 18,00 mq per tre posti letto; - 24,00 mq per quattro posti letto. Trattandosi di un'attività ricettiva, il soggiorno massimo consentito non potrà superare i trenta giorni consecutivi mentre dal punto di vista urbanistico l’esercizio dell’attività di cui trattasi non costituisce cambio di destinazione d’uso dell’immobile e comporta, per i proprietari o i possessori dell'abitazione, l'obbligo di residenza o di stabile domicilio nella stessa.

Dott. Luigi Mucciolo Dottore Commercialista info@bbmarle.it


economia & finanza

SceglCiHE

L’AUTO E! FA P E R T Anche per PARTITE IVA neo costituite!

lo sapevi che

puoi noleggiare un’auto al giorno?

a partire da

a tutto il resto pensiamo noi! • COPERTURA ASSICURATIVA • MANUTENZIONE STRAORDINARIA E ORDINARIA • BOLLO Chiedi un preventivo personalizzato e scopri i vantaggi del noleggio a lungo termine

www.uniposte.it

Mr. magazine 15


costume & societĂ

teoria della continuitĂ aziendale: un passo avanti

Mr. magazine 16


costume & società

S

ulla rivista di dicembre ho parlato del primo documento da me sviluppato sulla Teoria della Continuità aziendale, partendo dalla formula più famosa al mondo di Albert Einstein E=mc² dove E= energia aziendale M=risorse umane, tecnologiche, infrastrutture C= celeritas (ambiente, spazio, tempo, velocità). Sempre nel medesimo articolo, ho parlato di trovare delle variabili potenziali utili allo sviluppo del calcolo per arrivare all’obiettivo finale del numero di anni relativi di vita aziendale per poter così agire sulle singole variabili ed allungare così la vita dell’azienda analizzata. Oggi parlerò appunto di una di queste variabili: l’analisi premortem. Lo psicologo Gary Klein ha inventato l’analisi premortem, al contrario della più comune post mortem, una sorta di autopsia che segue qualunque disastro, insieme alla relativa girandola di accuse. L’economista Richard H. Thaler, premio nobel per l’economia 2017, ha dato due ragioni per cui tale analisi può contribuire ad evitare un disastro. In primo luogo compiere apertamente quest’operazione può vincere la naturale tendenza organizzativa al pensiero di gruppo e all’eccessiva fiducia di sé, in sintesi l’operazione consiste tutta nel farsi venire in mente possibili motivi per cui il progetto è fallito. In secondo luogo, partire dall’assunto che il progetto sia fallito, e poi cercare di capire perché sia andata così, crea un’illusione di certezza, almeno

dal punto di vista ipotetico. Ricerche di laboratorio dimostrano che domandarsi perché è andata male, anziché chiedersi perché potrebbe andare male, scatena le energie creative ( lo stesso principio può giovare alla ricerca di soluzioni a problemi spinosi: ipotizzate che il problema sia stato risolto e poi chiedetevi com’è successo). Un esempio di analisi aziendale premortem può essere quello di farsi questa domanda: “Ci troviamo a tre anni da oggi e siamo sull’orlo della bancarotta: com’è successo?” Perciò prima di prendere una decisione importante (creare una nuova impresa, lanciare un nuovo prodotto, scrivere un libro, iscriversi ad un corso universitario, ecc.), non si può non fare la seguente analisi: ”ipotizzate di trovarvi in un punto del futuro nel quale il progetto è stato attuato, e ha avuto un esito disastroso; poi scrivete una breve storia di quel disastro”. Questo tipo di analisi aziendale può trovare posto nella teoria della continuità aziendale, perché ha una potenzialità direttamente proporzionale alle spiegazioni ed argomentazioni trovate che saranno frutto di uno sforzo creativo comune di salvare l’azienda dal fallimento, così da allungare la vita aziendale.

Dott. Ivan Maiorano Dottore Commercialista e Revisore Legale Consulting & Development UniPoste S.p.A. i.maiorano@uniposte.it

Mr. magazine 17


rent

Mr. magazine 18

www.uniposte.it


cultura & benessere

la medicina è uomo e donna G ià dai tempi antichi le donne ma anche i bambini venivano considerati dalla medicina dei piccoli uomini come se la differenza fosse solo nel peso e nelle dimensioni.Solo negli ultimi secoli si è capito che il bambino non è un adulto in miniatura. Oggi la medicina, a parte poche malattie come osteoporosi e depressione, è uomo-centrata ovvero la maggioranza delle ricerche di patogenesi per comprendere le cause e lo sviluppo delle patologie, la sicurezza, i dosaggi e l'efficacia delle terapie sono condotti prevalentemente su uomini (bianchi di 70kg). Come anche la sperimentazione e le ricerche precliniche per lo più su animali maschi. Creando disuguaglianza in campo medico perchè oramai, anche se vi sono ancora pochi dati in letteratura, è chiaro che esistono enormi differenze biologiche, genetiche, epigenetiche, fisiologiche, fisiopatologiche, neurofisiologiche ma anche sociali, psicologiche, culturali, etniche e religiose che influiscono sulla prevenzione, sulla diagnosi e sulla clinica di molte malattie differenziando un appropriatezza diagnostico-terapeutica differente tra uomo e donna. Infatti nei due sessi abbiamo molte differenze farmacocinetiche e farmacodinamiche soprattutto dovute a fattori epigenetici e genetici.

maci influenzano gli ormoni anche nella stessa donna in diverse età e situazioni (menarca, fertilità, gravidanza, allattamento, menopausa). La donna ha una percentuale maggiore di grassi e minore di acqua, ciò crea un accumulo di farmaci liposolubili (solubili nei grassi) e minore distribuzione dei farmaci idrosolubili (solubili in acqua). A livello gastroenterico troviamo numerose differenze : la donna ha minore secrezione acida con maggiore acidità (PH), lo svuotamento gastrico è più breve mentre quello intestinale più lungo per questo un farmaco tenderà a sostare più a lungo.

Anche gli enzimi che metabolizzano i farmaci hanno azioni diverse nei due sessi, influenzandone la maggiore o minore efficacia e tollerabilità. Anche a livello renale l'eliminazione dei farmaci è più lenta nella donna circa del 10%. Le donne vivono più a lungo degli uomini, ma si ammalano di più ; nei paesi occidentali, a differenza di paesi in cui non possono accedere alle cure senza il permesso dei mariti, usano di più i servizi sanitari, consumano più farmaci ed hanno un maggior numero di anni di vita in cattiva salute rispetto agli uomini. Nonostante ciò paradossalmente sono sottostimate negli studi di ricerca e sperimentazione di ogni specialità medica. Voglio precisare che la medicina di genere non è la medicina delLe variabilità ormonali in- le donne come quella ginecofluenzano il metabolismo dei logo-riproduttiva ma di enfarmaci e a loro volta i far- trambi i sessi che tiene conto

Mr. magazine 20


cultura & benessere

nelle ricerche mediche e farmacologiche delle differenze biologiche e sociali nell'insorgenza, nell'andamento e nella prognosi delle malattie per garantire un’ equità nella prevenzione, nella cura e nella riabilitazione. Infatti a oggi gli ipotetici errori riguardano entrambi i sessi con le donne sicuramente più svantaggiate spesso con minore efficacia dei farmaci e maggiori e più gravi effetti collaterali. Negli ultimi anni la situazione è migliorata sensibilmente, ma ancora la donna è meno rappresentata dell'uomo soprattutto nella ricerca farmacologica. Il genere in medicina gioca un ruolo fondamentale perché, focalizzando l'attenzione su queste differenze, in un futuro si potrà raggiungere un traguardo con cure personalizzate su misura.

cettori bersaglio su cui vanno ad agire. L'ambizione della medicina sarebbe arrivare a cure farmacologiche di precisione che agiscano direttamente sull'epigenetica la quale non altera la sequenza del DNA ma potrebbe essere causa di molte malattie e sulla genetica, modulando l'espressione del DNA attivando o inattivando geni strettamente legati alla malattia. La medicina di genere, di precisione e personalizzata interessa tutte le branche specialistiche della medicina ed è un target per la medicina futura. La medicina di genere è ancora molta discussa e pochi studi sono stati fatti a riguardo. Ma sono sicuro che in futuro si arriverà ad uguaglianza di genere anche in medicina.

Infatti siamo sempre più consapevoli che una stessa malattia non si sviluppi mai in maniera uguale in due persone differenti, ma in modi diversi in base a caratteristiche soggettive di genetica, epigenetica e stili di vita. Imparando a perfezionare queste conoscenze si potrà arrivare a una cura indivi- Francesco Di Lorenzo duale che ci calzi a pennello, Infermiere Professionale individuando un bersaglio francescodl1979@gmail.com molecolare ed un arma in grado di centrarla allo stesso modo della chiave nella serratura della porta. Soprattutto in oncologia si stanno classificando molte malattie in base a caratteristiche molecolari. Già dalla fine degli anni 90 sono stati approvati farmaci sulla base genetica, ovvero sulla presenza o meno dei re-

Mr. magazine 21


ENTRA NEI NOSTRI STORE

PROMO SUMMER RENT O NOLEGGI O OT AUTO + M

CANONE COMPLESSIVO

TOYOTA AYGO VVT-i x-business MMT • DURATA 36 MESI • KM TOTALI 20.000

€ 286,68 AL MESE I.E.

FINO AD ESAURIMENTO STOCK

PIAGGIO LIBERTY 125cc ABS • DURATA 24 MESI • KM TOTALI 10.000

*Previsto acconto di € 1.500,00 - Immagini puramente illustrative

Mr.S.p.A. magazine 22 35, ROMA - 00187 - www.uniposte.it - info@uniposte.it - N. Verde 800 242616 UniPoste - via Ludovisi


23


cultura & benessere

campus estivi e a.i.d. L

’Associazione Italiana Dislessia per l’estate 2018 organizza dei campus estivi in diverse città d’Italia per favorire l’autonomia attraverso giochi ed attività formative. Riporto qui di seguito l’articolo pubblicato sul sito www.aiditalia.org. I soci AID, la cui famiglia abbia un ISEE non superiore a 7.500,00 euro, potranno usufruire della riduzione del 50% della quota (da segnalare al momento dell'iscrizione con una mail all'indirizzo email della sezione di riferimento). “ Studiare può essere divertente? La maggior parte dei ragazzi storcerebbero il naso a questa domanda. Il campus è un’occasione molto importante, una vacanza in cui è possibile scoprire, scoprirsi e condividere importanti momenti che possono dare una carica diversa. Purtroppo capita che durante l’anno le cose a scuola non siano andate benissimo e i ragazzi sono stanchi, sfiduciati o possono portarsi dietro tanti sassetti che pesano come macigni.

va che insegna ad utilizzare metodi e strumenti compensativi per sviluppare una maggiore autonomia nello studio e rinforzare la propria autostima. I percorsi che vengono proposti sono in grado di stimolare l'autonomia dei ragazzi, attraverso l'utilizzo di tecniche e strumenti informatici, e favorire la motivazione, l'autostima e l’accettazione di sé grazie al lavoro di gruppo e alle attività ludico-ricreative.

o Campus Elementari e Medie (primaria e secondaria di I grado) - 8-14 luglio - iscriversi entro il 22 aprile 2018”. L'elenco è in continuo aggiornamento, per cui è preferibile visitare il sito dell’AID per scoprire in quali città saranno attivi i campus e come iscriversi.

Tramite le proprie sezioni, AID organizza diversi campus estivi sul territorio nazionale. Ecco le prime proposte per l'estate 2018, in via di aggiornamento: CAMPUS RESIDENZIALI 2018 • Como - Campus matematica e inglese - 18-23 giugno - Carate Urio (CO) - iscriversi entro 14 giugno 2018 • Bergamo e Varese - 21-29 luglio - Costa Serina (BG) - iscriversi entro 13 maggio 2018

I campus e i laboratori estivi sono un'occasione per toglierli, questi sassetti, scoprire nuove strategie per affrontare lo studio, confrontarsi con altri ragazzi e soprattutto: divertirsi!

• Roma - Campus Informatica - 8-14 luglio - Vetralla (VT) – iscriversi entro 15 maggio 2018

Un’esperienza formativa ed educati-

o

Mr. magazine 24

daria II grado) - 11-16 giugno - Bardolino (VR) - iscriversi entro 22 aprile 2018

• Verona Campus Adolescenti (secon-

Dott.ssa Rosa Gallo Logopedista/Spec. in Deglutologia gallorosa.log@gmail.com


cultura & benessere

Mr. magazine 25


Mr. magazine 26


Stanco del PESO della tua valigia? La spediamo Noi! IN TUTTA ITALIA (ISOLE ESCLUSE)

Fino a

10 kg

€ 13,00

RITIRO ANCHE PRESSO

ABITAZIONI E HOTEL

g k 0 3 Fino a 0 0 , 2 €2

55 x 40 x 20 cm

Valigia piccola Trolley -

UniPoste S.p.A. - via Ludovisi 35, 00187 - ROMA - www.uniposte.it

80x50x30 cm - Valigia Grande


design week

fiera del mobile, milano

S

i riaccendono i riflettori sulla città di Milano per la 57a edizione del Salone del Mobile, l’evento imperdibile per professionisti e appassionati del settore casa-arredo. Per il consueto evento di design saranno attesi più di 2.000 espositori e circa 300.000 visitatori provenienti da più di 165 Paesi del mondo. Numeri da capogiro che danno perfettamente l’idea della aria che si respirerà in quelle date a Milano. Lo scopo della fiera?

Mr. magazine 28

Presentare progetti di straordinario valore, capaci di intrecciare design, tecnologia, flessibilità e sostenibilità in prodotti e soluzioni, per un abitare contemporaneo che guarda, consapevolmente, al futuro. Una kermesse di protagonisti abituati a cercare soluzioni innovative e sempre diverse per coniugare qualità e creatività. La fiera di Rho ospiterà i padiglioni degli espositori, per una superficie di oltre 10.000 mq. All’interno della fiera, sarà presente l’at-


arte & design

tesissimo Padiglione Satellite, che ogni anno è dedicato ai giovani creativi, e che, dopo la sua prima comparsa nel 1998, è diventato il luogo di incontro per eccellenza tra imprenditoritalent scout e i più promettenti progettisti. L’importanza del padiglione è testimoniata dai successi delle passate edizioni; molti dei prototipi presentati nelle edizioni precedenti sono stati messi in produzione e molti dei designer che vi hanno partecipato, insieme alle 270 scuole internazionali di design, sono ora nomi importanti del panorama del design.

come oasi di relax. A scendere in campo ci sarà anche Edison per parlare di energia e di sostenibilità, attraverso una scenografia urbana fatta di luce, che partendo dalla sede della celebre azienda italiana, arriverà fino al quartiere di Porta Nuova/Porta Volta.

Fra le novità 2018, la SWISS DESIGN, una mostra a Palazzo Litta dedicata ai giovani talenti creativi italiani e svizzeri. Nel Brera Design District, si esplorerà il concetto BE HUMAN: PROGETTARE CON EMPATIA, un insieme di proposte e suggestioni che esplorerà l’aspetIl vero cuore della fiera sarà, to più emozionale del design e come ogni anno, il Fuori Salone. l’empatia che si crea tra gli ogPer gli appassionati sarà impos- getti, i luoghi e le persone. sibile lasciarsi sfuggire il tour per le vie della città, dove sa- Molto suggestivo risulterà ranno tantissime le mostre, gli anche il Diesel Living Lifesty, allestimenti, i progetti presen- messo in scena nello storico ditati, le aperture straordinarie stretto delle 5Vie, presso un ex ed i party esclusivi che ridise- laboratorio di arte orafa: sarà gneranno i quartieri di Milano e possibile rilassarsi sul fogliame che rappresentano l’altra faccia gigante in una serra, distenderdella fiera. Quella più colorata e si in una reale camera da letto e vivace, ma anche la più monda- passeggiare in un ambiente che na. I luoghi del Fuori Salone si vi porterà per qualche istante concentreranno principalmen- nella calda atmosfera del lontate in alcune zone della città: no Messico. Tortona, Brera, Lambrate, San Babila, Sarpi, Porta Venezia e Insomma, saranno tanti gli Sant’Ambrogio. eventi da non perdere. L’appuntamento è dunque a Milano. Attesissimo è l’arrivo di Google presso la galleria di Rossana Orlandi, per il suo debutto al Salone del Mobile con il progetto Softwear, curato da Lidewij Edelkoort in collaborazione con Kiki van Eijk; l’installazione esplorerà la perfetta integrazione dei prodotti hi-tech nella vita di tutti i giorni. Sarà inoltre declinato in diverse situazioni il concetto di green economy dedicato al tema del Arch. Giusy Pomposelli riciclo e del design sostenibile. g.pomposelli83@gmail.com Verrà esplorato il tema dello star bene all’aria aperta con installazioni, prototipi, concept e materiali, uniti sapientemente da artisti del settore, per dare forma all’idea di città intesa

Mr. magazine


costume & società

E

E NC a FIN ion NSURAmefirme DS ncome URANC Y I i E t m S E N T o N u IT G c O S N E g MO rib ED TGA ST in D B TERE IT I sin dist IN CR i MORINTERLEOAN C IN CRED i ANC h R c CE Y F ted tion BT E U N NE itu ribu DE NC NEYmy INS INSAAVINGS MO inmsetfirmditsetrmed FINA S MOecono EDIT

F

irm f e m

Master in Economics Finance & Risk Management

k k CK CR ban RM ban STOment e FI ed

erm

S n ING d i SAVterme in y E g COM Y om K iN ONE on isin h BAN OCK MNDS ec c ST BO ank DS CD ingb ion BON N D A l t LO rol ra T C EBT nt ist eS d D co mmin INTER Master in Economics Finance & Risk Management e a IT OME erm D C NEY N E i int CR BANK CK MO STO int

ME

g a n a

m sk

ri

e daliari n e i z n az fina

a ri i e omi intermediabancatrivi n o ec to izi ra

n v t iodni peagibaumzeionaerSi earmminis te z u ribistituti disiatrri finanzi nipos ne t e s i i r d u uzio ad rme ancativi inte b i z rib ing i r v t t s i Ser inis is e d ie car ban tivi vizi tra Ser minis am

h g zion isin anc u h b i c e g r t r distnchisinunipons dale ione f Mr fra ia azietribuz m s o i d on amm

Master in Economics Finance & Risk Management

Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche

Mr

magazine

PaduanoEditore

inte

ec

ri

nzia

ina

ri f

dia rme

magazine

ie car ban tivi vizi tra Ser minis am

GRADUATION DAY

V EDIZIONE MASTER MEFIRM ED INAUGURAZIONE DELLA VI EDIZIONE

I

l 28 marzo 2018, presso l’aula delle Lauree G. De Rosa dell’Università degli Studi di Salerno, si è tenuto il Graduation Day della V edizione del Master MEFiRM, Master in Economics, Finance & Risk Management, Formula J ed Executive, con la rituale consegna dei diplomi. I lavori per l’esame finale della V edizione del Master, organizzato dal Dipartimento di scienze economiche e statistiche, hanno visto la partecipazione della professoressa Alessandra Amendola, in qualità di Direttore, e dei membri della Commissione, composta dai professori Pietro Coretto, Valeria D’Amato, Matteo Fragetta, Fausto Galli, Fernanda Mazzotta e Luca Sensini, e dei dottori Francesco Paduano, Ciro Bello, Luigi Marino e Remo Roscigno, in rappresentanza del mondo delle imprese e delle pro-

Mr. magazine 30

fessioni. L’aula era gremita di diplomandi emozionati i quali hanno esposto alla commissione le tesi frutto di ore di studio, analisi, confronti nonché di una importante esperienza di stage di circa 6 mesi. Gli argomenti trattati spaziavano dal settore terziario a quello industriale: revisione legale dei conti, bitcoin, intermediari finanziari, economia circolare, metodi di valutazione d’azienda, big data e business intelligence. Particolarmente apprezzati i lavori di tesi dei candidati executive, che hanno declinato le conoscenze sviluppate durante il percorso di studi alle specifiche esigenze della propria amministrazione, fornendo interessanti spunti di miglioramento dei processi aziendali. Erano presenti anche giornalisti, tv ed addetti stampa i quali hanno intervistato gli studenti e gli organizzatori del master subito dopo la discussione della tesi.

Al termine delle discussioni, la commissione si è riunita a porte chiuse per l’attribuzione dei voti, per poi procedere, in un contesto prima teso ed emozionato e poi festoso, alla proclamazione e alla consegna dei diplomi. Nel pomeriggio i lavori sono ripresi con l’inaugurazione della VI edizione del Master MEFIRM con gli interventi del dottor Francesco Paduano, Presidente del CDA e CEO di UniPoste S.p.A., dell’avv. Giuseppe Murino, Consigliere del CDA di UniPoste S.p.A., e del dottor Ciro Bello, Dottore Commercialista e Revisore Legale. La Prof. ssa Alessandra Amendola, direttore del Master Mefirm, ha ringraziato la società UniPoste S.p.A., nella veste di partner istituzionale di rilievo, ed ha poi esposto le caratteristiche e le finalità generali del corso. Il Prof. Luca Sensini ha sottoli-


costume & società

neato che uno dei punti di forza del Master, giunto ormai alla VI edizione, è la capacità di coniugare, grazie al lavoro del Comitato scientifico, delle aziende e delle istituzioni partner, i fabbisogni emergenti dal mercato del lavoro con il profili in uscita del Corso. Ciò, evidentemente, nell’interesse di colmare il gap formativo che spesso esiste tra il mondo accademico e quello del lavoro. Infine, il Prof. Sensini ha esposto anche alcune novità della prossima edizione, tra le quali ci sarà un business game finanziario che vedrà la partecipazione di primarie banche nazionali nonché una giornata finale con premiazione dei vincitori. Il dottor Francesco Paduano ha presentato l’azienda UniPoste S.p.A., relazionando, con il supporto di slides tratte dall’information memorandum (la versione completa è disponibile su www.studiopaduano.eu),

sulla storia, sullo sviluppo, sulla rete distributiva e sugli aspetti organizzativi e commerciali della società. L’Avvocato Giuseppe Murino ha intrattenuto i presenti sulle problematiche che l’ufficio legale si trova ad affrontare ogni giorno e, in sintesi, della formula di sviluppo della società tramite il contratto di franchising. Si è soffermato, infine, sul regolamento etico adottato dall’azienda, collegandosi qui al pensiero del grande filosofo Immanuel Kant mutuato nel documento aziendale. Il dottor Ciro Bello, in qualità di consulente, ha parlato degli aspetti amministrativi di UniPoste S.p.A., attraverso i temi della contabilità industriale e della finanza e controllo, in un excursus storico sull’evoluzione che l’azienda ha avuto dalla sua nascita fino ad oggi.

la tua pubblicità su mr.magazine?

Al termine delle relazioni, studenti e intervenuti hanno poi stuzzicato i relatori con domande e curiosità inerenti ai temi trattati, dando luogo a un interessante dibattito che ha reso ancor più vivace e stimolante l’intensa giornata.

Redazione redazione@mistermagazine.it

chiama subito 0974 82.70.10

www.mistermagazine.it

Mr. magazine 31


costume & società

NUOVE OPPORTUNITÀ LAVORATIVE PER I CITTADINI CAMPANI

N

uove opportunità lavorative si delineano per i cittadini campani. La Regione e l’ANPAL hanno di fatto approvato alcune interessanti misure che si pongono come obiettivo la riduzione del tasso di disoccupazione che da lungo tempo caratterizza la nostra regione. La prima di queste, denominata Garanzia Over - “Avviso ai Datori di Lavoro Privati per l'adesione al Programma e per l'attivazione dei percorsi di esperienze lavorative rivolti ai beneficiari di ammortizzatori in deroga disoccupati e attualmente privi di sostegno al reddito”, prevede la possibilità per

Mr. magazine 32

i datori di lavoro che assumano a tempo indeterminato lavoratori beneficiari di ammortizzatori in deroga disoccupati e attualmente privi di sostegno al reddito, di ottenere un incentivo pari a € 7.000. Sono destinatari delle azioni finanziabili con la presente misura i lavoratori percettori di AA.SS in deroga, negli anni 20122014 che alla data di adozione del presente provvedimento sono disoccupati e privi di sostegno al reddito (così come da elenco redatto dalla Regione Campania). La seconda, denominata Fila – “Piano di formazione/lavoro per ex percettori di ammortizzatori sociali ora


costume & società

privi di sostegno al reddito”, propone a chi ha già avuto una pregressa esperienza lavorativa, ma non è attualmente occupato, la possibilità di svolgere una work experience della durata di 6 mesi, presso un'azienda selezionata, con un rimborso mensile pari ad € 802,50 o, in alternativa, un corso di formazione, della durata massima di 600 ore, con un’indennità di frequenza pari ad € 5,00 l’ora. Per poter partecipare è necessario avere tutte le seguenti caratteristiche: essere ex percettori di ammortizzatori sociali dal 01/01/2014 e sino alla data di adesione, essere privi di sostegno al reddito; essere residenti o domiciliati in Regione Campania; essere iscritti ai competenti Centri per l’impiego; non essere beneficiari di altre misure di politica attiva alla data di adesione e non aver beneficiato di analoghe misure su altri programmi. Infine, l’ultima misura, resa operativa dall’ANPAL, prevede incentivi per le assunzioni a favore dei giovani Neet iscritti al programma garanzia giovani, operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018. L’incentivo è destinato ai datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumano giovani aderenti al programma “garanzia giovani” con un Contratto di lavoro a tempo indeterminato o un Contratto di apprendistato professionalizzante. L’incentivo prevede lo sgravio totale dei contributi a carico dei datori di lavoro, da fruire mediante conguaglio sui contributi INPS, per un periodo di dodici mesi, nel limite massimo di € 8.060 annui per lavoratore assunto. lo sgravio in esame può essere cumulato con l’incentivo per l’assunzione dei lavoratori under 35 previsto dalla legge di bilancio 2018.

misure di politica attiva varate negli ultimi anni. Per informazioni vi invitiamo a contattare la sede di Pontecagnano (SA) al numero 089 8424684 e all’indirizzo mail aplsalerno@gesforsrl.it, e a seguire il sito internet http://www. gesforsrl.it/apl/ , la pagina facebook fb.com/gesforsrl.it ed il gruppo facebook con le offerte di lavoro “Gesfor - Agenzia per il lavoro (Campania)”.

Valeria De Lise Gesfor Agenzia per il lavoro aplsalerno@gesforsrl.it

Per poter accedere a ciascuna delle summenzionate misure è possibile avvalersi del supporto delle Agenzie per il Lavoro operanti sul territorio, tra cui Gesfor S.r.l. che opera in tutta Italia, mettendo a disposizione degli utenti, siano essi cittadini o aziende, una notevole esperienza di gestione delle diverse

Mr. magazine 33


SPEDIZIONI • pacchi • raccomandate • posta massiva

PAGAMENTI • bollettini postali • mav • rav • money transfer

SPEDIZIONI E IMBALLAGGI A TARIFFE SPECIALI PER AZIENDE E PROFESSIONISTI

Scarica il catalogo offerte dal sito 34

www.u


uniposte.it

35


travel

ATLANTA 1 notte BIRMINGHAM 1 notte MEMPHIS 2 notti JACKSON 1 notte NEW ORLEANS 2 notte MONTGOMERY 1 notte

Mr. magazine 36

UN VIAGGIO NEGLI USA: LE TERRE DEL BLUES

A

nche per il blues, come per le altre numerose esperienze fondamentali nella storia dell’umanità, sarebbe vano tentare di individuarne un’origine precisa e lineare. Il suo è un canto corale, affonda le radici nella vicenda tragica di un popolo intero. Ci si può solo mettere sulle sue tracce, attraversando un viaggio culturale e storico, per coglierne le tradizioni, i miti, ricordare i musicisti leggendari, tra locali malandati e opere d’arte miliari. Partiamo da Atlanta, culla di un’interessante scena blues negli anni ‘20 e ’30, dopo una visita al Museo di Gone with the Wind a Marietta, per uno spaccato sul sostrato sociale e culturale afroamericano da cui sorge il blues, ci dirigiamo verso l’Alabama. Il viaggio prosegue con una puntata a Gardendale, poco fuori da Birmingham, in modo da scoprire i luoghi di Hank Williams, il cosiddetto “Dio del Country”, genere variamente commisto alla musica nera, quindi a Florence, patria del “Father of the Blues”, il mitico W.C. Handy, senza rinunciare a un tour dell’Alabama Blues Hall of Fame della vicina Tuscumbia. Segue un breve tratto in Mississippi per recarci a Memphis, Tennessee, la grande fucina artistica e discografica dove negli anni 50-60 si sono incontrate e fuse le diverse anime etniche della musica southern. Lungo il tragitto risultano d’obbligo una sosta a Tupelo, con la casa


travel

natale di Elvis Presley, The King, “il bianco dalla voce nera”, e alla ricchissima collezione del Blues Archive dell’Università di Oxford, cittadina cruciale nell’evoluzione stilistica del blues. A Memphis non si possono perdere: i Sun Studio, “birthplace del Rock’n’Roll”, la casa museo di W.C. Handy su Beale Street, la strada madre del blues piena di locali storici, tra cui quello di B.B. King; lo Stax Museum, appartenente alla principale etichetta gospel del mondo; Graceland, la sontuosa dimora di Elvis; il National Civil Rights Museum, ospitato nel motel dove fu assassinato Martin Luther King, e poi a scelta la Memphis Music Hall of Fame e la Blues Hall of Fame. È ora di discendere il corso del Mississippi fino alla regione del Delta. Ci troviamo nel cuore del Mississippi Blues Trail, nel suo tratto più denso di memorie, voci, personaggi. Alcuni must che si incontrano: a Clarksdale, il Delta Blues Museum e il Ground Zero Blues Club di Morgan Freeman; i luoghi di Robert Johnson a Greenwood; la casa natale di B.B. King a Itta Bena e il museo dedicatogli a Indianola. Dopo una sosta a Jackson, importante polo musicale raccontato dalla Mississippi Musicians Hall of Fame Museum della contigua Clinton, si prosegue verso la splendida cornice coloniale di Natchez, dalla consolidata identità blues. Eccoci alle porte di New Orleans, la capitale creola in bilico tra tenebre e redenzione: nei locali del French Quarter al blues si aggiungono lo zydeco, le sonorità cajun e, ovviamente, il jazz. Il suo tempio è la Preservation Hall. Da vedere i cimiteri voodoo e le dimore storiche del centro. Ripartendo merita un pellegrinaggio il 100 Men D.B.A. Hall, epico juke joint di Bay St. Louis, sul tratto costiero del Mississippi. Si rientra in Alabama con una notte a Montgomery, capitale nella lotta per l’uguaglianza razziale grazie alle famose marce provenienti da Selma e all’autobus di Rosa Parks. Prima di chiudere il cerchio ad Atlanta l’ultima sosta è Macon, il “Vaticano della musica del Sud” che vanta la casa museo di una delle band principali del southern rock, gli Allman Brothers. Il Mississippi Blues Trail si è chiuso, ma non la sua carica di magia profonda, nera, americana.

Luciano Dente Sales Manager UniPoste Travel i l.dente@uniposte.it

PARTI con UniPoste Store

Prima d i passa da partire Mr. magazine 37


UniPoste travel è un prodotto UniPoste S.p.A.

Per tutti i dettagli, licenze ed informazioni utili, consultare il sito internet www.uniposte.it

UniPoste travel è un prodotto UniPoste S.p.A.

Il viaggi scelto per o perfetto, te!

38

www.uniposte.it


PRESTITO PERSONALE FINO A

€ 30.000

dai 18 ai 75 anni 101,79 euro

in

24 = € 2.000

rate

taeg 14,25% e tan 11,65%

168 in 36 = € 5.000

euro

rate

taeg 12,10% e tan 7,50%

268 in 48 = €10.000 euro

rate

taeg 10,87% e tan 8,00%

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali o per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al modulo denominato “Informazioni Europee sul Credito ai Consumatori” disponibile presso le filiali.

UniPoste Agenzia Finanziaria S.r.l. - C.F. e P.iva 05425070652 Iscr. OAM n.A10732 mandataria di MEDIOCREDITO EUROPEO S.p.A. via V. Lamaro 13, 00173 ROMA Iscr. albo intermediari ex art. 106 del T.U.B. - P. IVA e C.F. 08969851008.

www.uniposte.it

finance ESITI IN 2 4 ORE


attualità

arrivano i bamboccioni! B

amboccioni? Forse. Certo è che il numero dei giovani che restano a vivere con i genitori, stando alle statistiche, continua a crescere. Gli ultimi dati Eurostat hanno ribadito un fenomeno già noto: in Italia, la maggioranza dei giovani nella fascia dai 18 ai 34 anni vive ancora in casa dei genitori, con una percentuale del 67,3% (ben 7 su 10!) contro il 33,2% del 1993. Percentuale che fa impallidire la media europea di gran lunga al di sotto del 50 %. D'altronde la legge - la n. 54 del 2006 - obbliga i genitori a mantenere i figli anche se maggiorenni e fino a quando non si stabilizzano economicamente, senza fissare alcun limite di età né criteri particolari sul significato di “indipendenza economica”. Qualcosa però è cambiato. Mentre, infatti, vent'anni fa erano i genitori che spingevano a far studiare i figli per un lavoro migliore, salendo così un gradino più alto della scala sociale, ad oggi questo meccanismo non funziona e la maggior parte di loro resta a casa con i genitori non per scelta ma perché non ha un lavoro e non può mantenersi. Il guaio è che il momento del distacco si allontana sempre di più sfiorando, in alcuni casi, anche i 40 anni. Il paradosso si raggiunge poi

Mr. magazine 40


attualità

nei casi di separazione dei genitori: una buona parte dei contenziosi tra genitori e figli per questioni di mantenimento riguarda, infatti, figli di coppie separate o divorziate. Di solito vivono con la madre e portano in giudizio il padre, che a un certo punto ha cessato di pagare gli alimenti ritenendo i figli abbastanza adulti da badare a se stessi. I dati parlano chiaro: più della metà delle volte sono i figli maschi, il 60% circa, a citare in giudizio i genitori e nell' 80% dei casi di famiglie con coniugi separati ad essere portato in tribunale è il padre. Tuttavia, come spesso accade, agli evidenti limiti della legislazione nazionale si pone rimedio mediante le sentenze giurisprudenziali, quelle della Suprema Corte di Cassazione, capaci, per loro natura, di innovare il diritto attraverso l’enunciazione di principi interpretativi. È cosi, appena sfornata, è la sentenza nr. 5883 del 12 marzo 2018 con cui la VI sezione civile della Corte di Cassazione ha revocato l’assegno di mantenimento in favore di un figlio che ha compiuto un’età superiore ai trent'anni, “dovendosi presumere, - ad avviso della Corte - in assenza di specifiche deduzioni da parte del ricorrente, il raggiungimento di una situazione di indipendenza economica ovvero di una capacità lavora-

tiva potenziale cui non ha fatto riscontro una concreta ricerca del lavoro.” In altre parole, se hai 30 anni, sei abile al lavoro ma non ti attivi alla ricerca di un occupazione valida (o dai prova di averci almeno provato magari studiando con profitto all’università) non hai diritto al mantenimento da parte dei genitori. Tempi duri, quindi, per gli ultratrentenni che vivono ancora con mamma e papà. Ma attenzione! La Suprema Corte ha anche avuto l’occasione di precisare, infatti, come “ai fini del dell'obbligo di mantenimento dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente il giudice di merito è tenuto a valutare, con prudente apprezzamento, caso per caso e con criteri di rigore proporzionalmente crescenti in rapporto all'età dei beneficiari, le circostanze che giustificano il permanere del suddetto obbligo, fermo restando che tale obbligo non può essere protratto oltre ragionevoli limiti di tempo e di misura, poiché il diritto del figlio si giustifica nei limiti del perseguimento di un progetto educativo e di un percorso di formazione, nel rispetto delle sue capacità, inclinazioni e aspirazioni, purché compatibili con le condizioni economiche dei genitori”. Dunque una decisione più rigi-

la tua pubblicità su mr.magazine?

da rispetto al passato ma che comunque tiene in considerazione di ogni singolo caso; perché si sa, ogni situazione è diversa. Ma proviamo a capire come abbiamo fatto ad arrivare fino a questo punto (ultratrentenni che citano in giudizio i genitori per essere mantenuti anziché attivarsi per trovarsi un lavoro). C’è chi parla della crisi, chi dell’assenza di lavoro; c’è chi invece sostiene semplicemente che i giovani Italiani, a differenza dei colleghi europei, preferiscano non abbassare il tenore di vita che hanno vivendo a casa dei propri genitori. In pratica, si rinuncia a libertà e autonomia perché si sta troppo comodi a casa con mamma e papà. Sarà proprio cosi? Chissà! Ma come spesso accade la verità sta sempre nel mezzo.

Avv. Marco Nigro Studio Nigrolex marconigro@hotmail.it

chiama subito 0974 82.70.10 www.mistermagazine.it Mr. magazine 41


PAURA DELL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE?

I

mmaginare scenari apocalittici o attacchi di androidi, spesso è solo un esercizio della nostra mente per guardare al futuro con timore. Restare ancorati con l’immaginazione, ad una perla fumettistica degli anni ‘60/70 quando fra i manga giapponesi si iniziava a sognare eroi e supereroi di origine aliena dove l'intelligenza artificiale (I.A.) aveva sembianze umane, è ormai un cliché che dovremmo - un po’ tutti - far appartenere al passato. Va ricordato, Astro Boy, il primo fumetto giapponese dove un bambino meccanico “avendo

Mr. magazine 42

poteri e capacità superiori a quelli della media umana, diviene il difensore della giustizia contro la criminalità e i mali del mondo; la maggior parte dei suoi avversari sono esseri umani che odiano gli esseri meccanici, robot impazziti oppure invasori alieni. Finisce così con l'acquisire una famiglia di robot, frequentare la scuola come un bambino vero e lottare contro molti nemici per difendere la Terra.” [fonte Wikipedia] Siamo agli albori dell’umanità artificiale e il passo da fare per raggiungere “nuove galassie e nuovi mondi” e salvare l’umanità - per dirla alla Stephen Hawking - è davvero molto

lungo. Non bisognerebbe temere la scienza o realtà come la Boston Dynamics che sperimentano ogni giorno macchine iper evolute per portare gli “umanoidi” nel nostro sistema globale. Qui di seguito il link per capire meglio di cosa parliamo in termini di robotica, https://www.youtube. com/watch? v=fUyU3lKzoio Osservando il contenuto del video a questo link, https://w w w.youtube.com/ watch?v=qTxxwLWsMoA , possiamo, invece, capire cosa significa la ricerca scientifica in termini di evoluzione umana. L’evoluzione

della

Robotica


tecnologia

è da ammirare, in virtù di tutto ciò che comporterebbe in termini di miglioramento dello stile di vita e benessere degli essere umani. Il patto è, però, che vengano regolamentati alcuni aspetti etici e legali sull’uso della stessa. Tali problematiche sono state affrontate in Europa - che è agli antipodi dell’Intelligenza Artificiale - e solo da pochi giorni, l’UE ha deciso di investire miliardi di Euro per la ricerca in questo settore dando vita all’Alleanza Europea per l’Intelligenza Artificiale. In paesi come la Francia, la Germania e la Finlandia, l’Intelligenza Artificiale ha dato inizio ad un nuovo modo di vivere e concepire la realtà dando facile accesso, ad imprese e cittadini, ai vantaggi ad essa connessi. Nell’ultimo Digital Day tenutosi a Bruxelles, la conference ha focalizzato l’attenzione sugli sforzi fatti in Ricerca e Sviluppo nell’intera UE. I dati parlano chiaro! Tali sforzi non sono ancora sufficienti per stabilire una politica tecnologica congiunta; gli elementi chiave per le qualifiche su base digitale si potrebbero conoscere solo e quando ci sarà un Regolamento Europeo unico sugli investimenti tecnologici. È evidente che l’UE sta lavorando speditamente in tal senso e presto vedremo considerevoli cambiamenti nei settori dell’educational di tutti gli stati membri. Durante la reunion europea, Martina Dlabajová, membro del Parlamento europeo e Vicepresidente della commissione di controllo sugli investimenti ha dichiarato che:

in tal senso avremo - finalmente - dei veri Hub sull’innovazione digitale, che genereranno servizi combinati dando la possibilità agli stakeholder dell'Industria digitale di avere una politica digitale comune, al fine di creare un modello di specializzazione tecnologica virtuoso e sviluppare nuove forme di Intelligenza Artificiale. Pertanto, il timore che l’I.A. distruggerà il mondo, al momento, è solo frutto della nostra fantasia. Ogni qualvolta si fanno brutti sogni o le paure nei confronti della tecnologia ci assalgono, bisognerebbe ricordare le parole del più grande cosmologo contemporaneo recentemente scomparso, e pensare che un mondo fatto da terribili androidi non è al momento concepibile. “Non penso che la razza umana sopravviverà i prossimi mille anni, a meno che non viaggi nello spazio.” - Stephen Hawking.

Nicola Palma Immaginarti srl - digital&video production palmanicola@gmail.com

“Bisogna sostenere gli investimenti sulla preparazione digitale e far in modo che le skills acquisite siano abbastanza flessibili e in grado di adattarsi ai bisogni mutevoli del lavoro. E’ chiaro che per cambiare le logiche del sistema educativo europeo non c'è solo bisogno di infrastrutture o di programmi per la digitalizzazione ma di puntare ad un nuovo modo di pensare”. Le linee strategiche per la politica industriale Europea, quindi, saranno organizzate per incoraggiare la collaborazione e la cooperazione fra gli stati membri, e appena la Commissione Europea progetterà strumenti

Mr. magazine 43


cultura & benessere

B

orgo la Pietraia è una struttura che nasce completamente in collina e si estende per circa 20.000 mq, avvolta da fitta vegetazione tipica della macchia mediterranea con le spalle sul Monte Calpazio, già Parco Nazionale del Cilento e di fronte un incantevole panorama che spazia da Punta Campanella, parte della penisola sorrentina, alla Baia di Trentova, che segna l’inizio della costiera cilentana.

Innamoriamoci a "borgo la pietraia" foto: Gianni Grattacaso

Un angolo di Cilento, tra le montagne e il mare, perfettamente integrato con la natura circostante. Aperta nel 2011 questa Country House di charme, disegnata dalle mani di Nicola Pagliara, accoglie ogni anno numerosi viaggiatori stranieri, contribuendo a promuovere e a dar lustro al territorio di Capaccio Paestum. Ad aprile 2017 nasce il ristorante FOOD. In cucina lo chef Mario Stellato. Amante dei lievitati, della cucina di sostanza che dà piena soddisfazione al palato, utilizza i prodotti locali, ma li rende in chiave moderna con una mano giovane e creativa, talvolta con qualche leggera e gradita contaminazione. Se oggi chiedi allo chef perché ha scelto la ristorazione, lui risponde: per passione. Una passione che ha da sempre, appresa dalla nonna. Una passione che cerca di trasmettere agli ospiti valorizzando i prodotti locali, ma con un tono di contemporaneità. Questo è un lavoro che puoi fare solo per amore, non per professione. È da consigliare per alcuni piatti in particolare, tra cui: Carciofo alla brace, salsa verde, pecorino e pancetta.Candele spezzate alla genovese di manzo, pecorino e cacao criolloStracotto di guancia di manzo, patata morbida e cavolo viola. Cremoso al cioccolato fondente e cardamomo, corbezzolo e vaniglia. Buon appetito!

Rosa Chiara Vitolo Linguista rc.vitolo@gmail.com

Mr. magazine 44


Mozzarella Artigianale di Bufala #perpalatiraffinati

PROSSIMA APERTURA NUOVO PUNTO VENDITA BATTIPAGLIA - VIA S.S. 18

www.lareginadipaestum.it

EffePi H O L D I N G


costume & società

LA MODA IN MOSTRA C

hi ha detto che moda non fa rima con cultura? La moda si mette in mostra.

Otto mostre da non perdere durante questo 2018, moda e non solo…arte e fotografia. Tra approfondimenti inediti e ritratti cult. Da Yves Saint Laurent a Peter Lindbergh, passando per Jil Sander, Martin Margiela e perfino Frida Kahlo FRIDA KAHLO È da molti anni che su Frida Kahlo, l’iconica artista messicana, non viene organizzata una mostra completa come quella già in corso al MUDEC di Milano a partire dall’1 febbraio 2018. La retrospettiva, infatti, unisce opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni dell’artista al mondo. Frida – Oltre il mito sarà una mostra di rottura rispetto all’immagine tradizionalmente

Mr. magazine 46

tramandata dell’artista: nel 2007, infatti, è stato scoperto a Casa Azul (la bellissima dimora di Città del Messico in cui Frida ha vissuto e lavorato insieme al marito Diego Rivera) un archivio inedito, che ha consentito al curatore Diego Sileo, di dare nuove chiavi di lettura alla produzione dell’artista e alle opere scelte per la mostra al MUDEC. ANDRÉ KERTÉSZ Un grande maestro della fotografia del novecento, dal 24 febbraio al 16 giugno 2018, Palazzo Ducale, Genova Considerato da Henry Cartier-Bresson il padre della fotografia contemporanea, André Kertész è uno dei maggiori fotografi del XX secolo. Palazzo Ducale di Genova ne racconta il percorso artistico attraverso 180 fotografie che delineano i suoi cinquant’anni di carriera. Strumento di racconto della quotidianità e mezzo con cui mostrare la poesia delle cose semplici, per Kertész la fotografia negli anni è diventata un appendice della propria memoria. Il suo sguardo, indagatore e mai scontato, ha saputo ritrarre


costume & societĂ

Mr. magazine 47


costume & società

il quotidiano trasformandolo in arte attraverso le sue prospettive uniche e rivoluzionarie. Il suo habitat per eccellenza è sempre stata la strada: Kertész non era interessato alla mondanità, ma all’intimità di soggetti e luoghi. MARGIELA / GALLIERA, 1989-2009, dal 3 marzo al 15 luglio 2018, Palais Galliera, Parigi in mostra uno dei designer di moda più influenti della nostra epoca Il 3 marzo 2018 inaugura a Palais Galliera la prima retrospettiva parigina dedicata al designer belga più misterioso ed enigmatico Martin Margiela. Attraverso una selezione di più di 100 abiti, ma anche video, fotografie e materiali d’archivio ripercorre l’approccio concettuale, ricercato e pulito del grande stilista, dimostrando non solo come sia riuscito a dare uno sguardo nuovo al concetto di abito, ma anche a cambiare radicalmente la struttura della moda stessa. Nel mondo dei loghi onnipresenti, Margiela ha portato infatti l’assenza del marchio. Per Margiela l’immaginario di brand vive in un dettaglio, in un tocco o in un taglio particolare, che rendono un abito, una creazione. Anche l’immagine coordinata diventa quindi fondamentale per raccontare l’esperienza, la filosofia e i valori dietro alla marca. AZZEDINE ALAÏA: THE COUTURIER, dal 10 maggio al 7 ottobre 2018, The Design Museum, Londra A maggio 2018 inaugura al Design Museum di Londra una

Mr. magazine 48

grande retrospettiva dedicata allo stilista di origine tunisine Azzedine Alaïa, scomparso lo scorso 18 novembre. Oltre trent’anni di creazioni atte a esplorare e accentuare la bellezza femminile attraverso tagli, cuciture, forme innovative, materiali e colore, vengono raccontati con una selezione di 60 abiti, scelti dal designer stesso durante un lavoro di scambio con il museo, ultimato poco prima della sua morte. La mostra presenta il lavoro di Azzedine Alaïa sottolineando la valenza artistica dei suoi abiti, anche attraverso l’accostamento con pezzi d’architettura e statue appositamente create da lui e da designer che ammirava come Tatiana Trouvé, Kris Ruhs, Konstantin Grcic e Marc Newson. La mostra propone un racconto inedito del lavoro del grande stilista, che va da quello che era l’inizio del suo processo creativo allo sviluppo vero e proprio, per cui univa le più classiche lavorazioni artigianali a tecniche sperimentali. T-SHIRT: CULT | CULTURE | SUBVERSION, dal 9 febbraio al 6 maggio 2018, Fashion and Textile Museum, Londra

guardaroba. Impossibile trovare qualcuno che non ne abbia almeno un esemplare. Stretta o ampia, lunga fino al ginocchio o corta sopra l’ombelico, stirata o sgualcita, bucata o decorata, in tinta unita o manifesto: c’è una t-shirt per ogni gusto e ogni occasione, gruppo d’appartenenza o abbinamento. T-Shirt: Cult | Culture | Subversion inizia con un excursus nella storia della t-shirt, continua con un’analisi dei materiali e delle tecnologie utilizzate in diverse manifatture, per poi chiudersi con una mappa del suo utilizzo nel mondo della moda, in cui troverete anche la vasta collezione privata di Vivienne Westwood. Non fatevele raccontare, vivetele.

Viviana Imparato Collaboratrice Mr.magazine vivianaimparato@virgilio.it

Un sogno che si avvera: il Fashion and Textile Museum di Londra inaugura il suo 2018 con una mostra dedicata alla tshirt e al ruolo che ha avuto nella moda del ventesimo secolo. Da indumento intimo maschile a simbolo della ribellione rock, la t-shirt è il capo d’abbigliamento più popolare e versatile – insieme al jeans – di qualsiasi

Via Pio X, Agropoli (SA) cell. 389 7852130


assicurazioni

Nuovo modo di fare assicurazione, comodo, semplice e veloce.

Passa da UniPoste

Tanti vantaggi per il cliente. Prezzi contenuti.

UniPoste Assicurazioni S.r.l. Trieste Airport - via Aquileia 46, 34077 Ronchi dei Legionari (GO) | C.F. e P.I. 01186210314 | Ivass Sez. A del RUI n. A000587376 Numero Verde 800 242616 | airport.trieste@uniposte.it | PEC: uniposteassicurazionisrl@pec.it | www.uniposte.it

EePi H O L D I N G


costume & società

l'assunzione bendata

L

’Europa negli ultimi 20-25 anni ha vissuto una trasformazione demografica di rilievo. L’unione degli Stati e la globalizzazione hanno determinato l’incontro di culture e popoli diversi per etnia, credo e tradizioni. Nelle aziende italiane, sempre più spesso, si candidano stranieri o figli di stranieri che hanno scelto lo stivale per il proprio futuro, come è già accaduto in precedenza in altre nazioni. In ambito HR così, per rispettare la diversità ed abolire ogni possibile pregiudizio inconscio legato

Mr. magazine 50

all’esaminatore, viene utilizzata frequentemente una tecnica di selezione - blind recruitment - nella quale il recruiter cancella alcune informazioni dei candidati come nome, genere, età, educazione, razza. Il primo esempio di selezione bendata risale al 1980 nella Toronto Symphony Orchestra, quando i responsabili si accorsero che i componenti erano solo ed esclusivamente uomini bianchi, ritenuti più preparati dai vari direttori. A causa di questa mancanza di differenziazione, decisero così di indire audizioni musicali collocando i selezio-

natori dietro ad uno schermo, in modo che non si potesse vedere il candidato e concentrando l’attenzione sull’esecuzione musicale. Il risultato fu strepitoso: un’orchestra rinnovata, composta al 50% da uomini e al 50% da donne, maggiormente diversificata e con una capacità musicale decisamente migliorata. In teoria, questo processo permette alle aziende di spostare il proprio focus dal resume, ovvero dalla presentazione della persona alle abilità realmente possedute. I managers che adottano questa tecnica sono così facilitati nel ricono-


costume & società

scere e superare i propri pregiudizi consci e inconsci, assicurandosi solo le persone migliori nel proprio team per vincere le sfide future. In tempi odierni avere un team di professionisti eterogeneo e un ambiente lavorativo che favorisce l’inclusione è una garanzia per ottenere performance di business migliori. Recenti studi, infatti, dimostrano che la diversità (non solo di genere), se applicata anche alle alte sfere aziendali, favorisce il raggiungimento di risultati fino al 35% superiori in termini finanziari. Ma come si formano i pregiudizi e gli stereotipi? Alla base vi è la formazione di una rappresentazione sociale, ovvero la rappresentazione mentale di un oggetto, di una persona, di un avvenimento o di una idea, attraverso la quale si cataloga e legge la realtà. La prima funzione delle rappresentazioni sociali è quella di rendere familiare ciò che è estraneo, creando un modello condiviso tra persone simili. La seconda funzione è quella di favorire gli scambi interpersonali e sociali, tramandando di generazione in generazione una cultura comune. L'obiettivo del blind recruitment è proprio quello di superare l’involontaria classificazione, ad opera delle rappresentazioni sociali del selezionatore durante il processo di reclutamento, che può essere controproducente per la creazione di un ambiente di lavoro variegato. Questa tecnica è molto utile per aiutare, così, i candidati a mettere in evidenza al meglio i propri punti di forza durante il colloquio. Un ulteriore punto di forza della tecnica consta nell’abbassamento del livello di ansia, che spesso si manifesta nei candidati, impedendo loro di dare il meglio e di evidenziare i le qualità vincenti. Il risultato finale è un processo selettivo orientato alla diversificazione, alla qualità delle competenza, all’apertura verso un ritratto delle soft skills più realistico ed una maggiore oggettività nella valutazione finale. Implementare un sistema selettivo di questo tipo richiede un investimento in termini di strategie e strumenti tarati sulla specifica azienda, con vantaggi più che certi. In Italia ancora è tutto da costruire, seppur con i primi segnali di interesse e attenzione, mentre oltre Manica ci sono realtà come Deloitte e HSBC che adottano questo criterio nella selezione; così come EY, Virgin Money, la BBC e il Servizio sanitario britannico che hanno scelto di cancellare il nome dai CV ricevuti.

Dott.ssa Maria Rosaria Izzo HR Consultant - Organizational Psychologist ISCP- SCP Accredited Coach lect President SCP Italy mariarosaria.izzo@gmail.com

Mr. magazine 51


europecard

europecard

fai la tua SCELTA! europecard

52 35, 00187 - ROMA | Numero Verde: 800 242616 | www.uniposte.it UniPoste S.p.A. | via Ludovisi

Per tutti i dettagli, licenze ed informazioni utili, consultare il sito internet www.uniposte.it - UniPoste Agenzia Finanziaria S.r.l. - OAM n. A10732.

CARTE UNIPOSTE hai sempre un asso nella manica!


wedding planner & eventi accessori casa e sposa confetteria e bomboniere lista nozze partecipazioni decorazione di interni mobili e complementi

AGROPOLI via Pio X, 31 tel.0974.1935223 camelothouse@libero.it

53


cucina & dintorni

"CILENTO

CUCIN

di Federica Scandu

Mr. magazine 54


O IN

NA"

urra

cucina & dintorni

MEDAGLIONI DI MELANZANE FRITTI CON PROSCIUTTO COTTO MOZZARELLA E BASILICO Ingredienti Antipasto/secondo: 2 melanzane 200g di prosciutto cotto 200g di mozzarella Basilico q.b. 3 uova Farina q.b. Pangrattato q.b. Sale q.b. DifficoltĂ media Preparazione Totale 60 minuti

P

er preparare questa ricetta per prima cosa lavate accuratamente le melanzane, privandole del peduncolo (che a volte risulta spinoso) e anche della base. Tagliate le melanzane a fette di circa mezzo centimetro. Mettete le fette in un recipiente, ricopritele con del sale e lasciatele riposare per una trentina di minuti per far sÏ che le melanzane perdano l'acqua di vegetazione. Scolatele, sciacquatele ed asciugatele. Dopodichè, posizionate le melanzane sul piano di cucina, sopra ogni fetta mettete una fetta di prosciutto cotto, una di mozzarella e una foglia di basilico. Richiudete ogni medaglione con un'altra fetta di melanzane della stessa dimensione di quella al di sotto. Prendete il medaglione e passatelo prima nella farina, poi nelle uova sbattute ed infine nel pangrattato. Ripetete la procedura con gli altri medaglioni e friggete in abbondante olio bollente fino a che non risulteranno dorati. A fine cottura, disponete i medaglioni su della carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Salate a piacere e serviteli caldi. Se vi piace, potete aggiungere sopra ogni medaglione un po' di salsa di pomodoro. Federica Scandurra federicascan@hotmail.it

Mr. magazine 55


film

A SPASSO CON BOB A STREET CAT NAMED BOB GBR 2016 Drammatico 103' Roger Spottiswoode Cast: Luke Treadaway Ruta Gedmintas Joanne Froggatt

Mr. magazine 56

È una storia di solitudine, speranza, amicizia, unione, amore, perdono e di rinascita, quella diretta con mano da Spottiswoode. Il romanzo biografico di Bowen, non a caso, colpì nel segno anche, se non soprattutto, per il modo franco con cui l'autore descrisse la complicata vita dei senzatetto britannici, nel suo caso persino eroinomani. La totale disperazione figlia della dipendenza che si scontra con il benevolo destino, qui raffigurato da un dolce gatto rosso, dal quale ripartire. Perché una seconda possibilità, se non un'ottava vita, è sempre lì, a portata di mano. Basta crederci, farsi forza e trovare il coraggio di rialzarsi.

Danilo Perillo daniwara.4@gmail.com


PRESTITO FINO A

FINO A

86 ANNI E SENZA GARANTE

AN P R E SC H E I N PREG ENZ A IUDI Z I E VD I OLI

COME RICHIEDERLO

CHI PUÒ RICHIEDERLO DIPENDENTI STATALI, PUBBLICI E PARAPUBBLICI, PENSIONATI, DIPENDENTI PRIVATI, ALCUNI LAVORATORI AUTONOMI.

CONVENZIONATO CON INPS E INPDAP

APPUNTAMENTO

VALUTAZIONE

ESITO in 24/48h

Esempi con <Cessione del Quinto>:

20.000 120 da219 € €10.000 120 da113€ €

IN

IN

RATE

con Tan 4,98% e Taeg* 5,80 %

RATE

con Tan 4,98 % e Taeg* 6,48%

*Esempio di prestito tramite CQS relativo a dipendente statale con età anagrafica alla decorrenza inferiore a 40 anni. Il Taeg si riferisce esclusivamente all’esempio sopra riportato ed è comprensivo di tutte le condizioni economiche: interessi, commissioni di istruttoria, costi assicurativi e oneri erariali.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali o per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al modulo denominato “Informazioni Europee sul Credito ai Consumatori” disponibile presso le filiali.

UniPoste Agenzia Finanziaria S.r.l. - C.F. e P.iva 05425070652 - Iscr. OAM n.A10732 mandataria di MEDIOCREDITO EUROPEO S.p.A. via V. Lamaro 13, 00173 ROMA - Iscr. albo intermediari ex art. 106 del T.U.B. - P. IVA e C.F. 08969851008.

Mr.www.uniposte.it magazine 57


Apri U N O STO R E

IN FRANCHISING NELLA TUA CITTÃ&#x20AC; www.uniposte.it


PaduanoEditore

La Regina di Paestum


Mr

magazine PaduanoEditore

w w w. m i s t e r m a g a z i n e . i t ANNO VIII - n. 4 | aprile 2018

in copertina: vista di case colorate a Capri

Mr.magazine | Aprile 2018  

PaduanoEditore

Mr.magazine | Aprile 2018  

PaduanoEditore

Advertisement