Page 1

sett. dal 24 aprile al 23 maggio 2010

Un "monachello" festoso di p. Corrado Mosna

Chi non ha la fortuna di godersi per qualche attimo la presenza simpatico dei passerotti? Sul balcone, sulla finestra, ai margini del cortile, in cima all’albero che sta di fronte a casa, ogni mattina, con il canto libero. Il passero é onnipresente, ma sempre di fretta, come se dovesse posarsi ogni giorno su mille balconi o su mille finestre dei paesi e delle città per portare un’inconfondibile nota di gioia e di leggerezza. Arriva sempre vispo e veloce, vestito come un fraticello francescano. Il colore del suo piumaggio lo trasforma in un minuscolo monaco volante. In francese si chiama moineau che deriva da moine, il monaco. Un monachello festoso che ogni giorno sta al gioco della vita, si diverte a bagnarsi nelle pozzanghere, a cogliere il filo d’erba primaverile o il granello d’orzo caduto ai margini della strada. Gesù cita la figura del passero per ricordarci l’intervento provvidenziale di Dio.”. Due passeri non si vendono solo per un soldo?

Anno 5/2010 N° 52

Eppure neanche uno di essi cadrá a terra senza che il Padre vostro lo voglia” (Mt 10,29). Il passerotto libero e gioioso può essere una lezione di vita anche all’uomo orgoglioso. Vivendo noi in un mondo dove gli sport preferiti sono la caccia ai soldi al potere, al predominio sugli altri, potremmo imparare dal suo stile di vita, la serenità, il distacco dai beni materiali, l’armonia con il prossimo e l’ambiente. Affettuosamente la scrittrice francese Sylvie Germain dedica al passero questa candida lode: “Il passero non appartiene certo all’assemblea dei grandi uccelli: pesa un nonnulla, il suo piumaggio é scialbo, il suo cinguettio modesto.

(l'editoriale continua all'interno)


(continua della pagina di copertina)

Le “aquile” abbondano sulle bandiere dei paesi conquistatori. Il passero invece non incute soggezione, é buffo e grazioso, magari un tantino insolente. Il suo corpo minuscolo esulta di leggerezza e di semplicità; é una strofa viva uscita dal poema del Creato e che modula gioiosamente l’aria della libertà”. Tutte qualità di cui non sappiamo più apprezzare il sapore, perché siamo come immersi in cose sofisticate, in possedimenti pesanti, in piaceri debilitanti, incupiti dalla noia quotidiana. E il passerotto ci sfida simpaticamente, insegnandoci “a modulare gioiosamente l’aria della libertà” e a scoprire le orme del nostro Padre.

Precisazione Nel numero precedente de “La Voce”, il Pfarrbrief della nostra Missione, sono state date notizie in conformità a voci che giravano fra la gente, le quali notizie non corrispondono a realtà. Due notizie in particolare ci preme precisare. Non era vera la notizia secondo cui il nostro Missionario, p. Corrado Mosna, é stato obbligato a dimettersi dalla diocesi di Mainz. Don Corrado si é dimesso di propria volontà, per raggiunti limiti d’età, dopo aver compiuto i 75 anni, secondo un regolamento che vale per tutti i sacerdoti della diocesi stessa. Non é vera neppure la supposizione che la diocesi di Mainz non voglia finanziare la presenza di un sacerdote italiano a fini di risparmio, nonostante l’oggettiva necessità di consolidare le proprie finanze per il futuro. Vero é invece che la conferenza episcopale italiana ha deciso di non mandare più sacerdoti per le missioni in Germania, per concentrare i suoi sforzi sulla cura pastorale dei tanti immigrati stranieri, arrivati in questi anni in Italia. “La Voce” si scusa con gli interessati e con i suoi lettori per queste imprecisioni che si sono verificate non intenzionalmente, bensì per paure infondate.


Importante cambiamento orari

SS. Messe a degli Langgöns, Lollar e Bad Vilbel

SS. Messe a Giessen Per ragioni di risparmio e di personale, la diocesi ha deciso che le ss. Messe domenicali in Maria Frieden in Giessen, vengono ridotte da 4/5 (quattro/cinque) a sole 2 (due). A partire da maggio 2010 dunque le ss. Messe domenicali, saranno celebrate solo la seconda e la quarta domenica del mese. E così continuerà anche nei mesi seguenti. do, do, do, do,

9 maggio - ore 09:30 23 maggio - ore 09:30 12 giugno - ore 09:30 27 giugno - ore 09:30

Bad Vilbel-Heilsberg La s. messa di sabato 15 maggio a Bad Vilbel, viene spostata a sabato 22 maggio, alla solita ora, ore 19:00

SS. Messe in Langgöns, Lollar e Bad Vilbel, di aprile, maggio e giugno saranno celebrate come di consueto (il primo, il secondo e il terzo sabato del mese). Dal momento che la nostra missione verrà fusionata con la comunità di St. Thomas Morus, i nuovi dirigenti dovranno decidere se conti-nueranno le ss. Messe in dette parrocchie. Cercheremo di informare al più presto possibile.


Il Consiglio pastorale informa Nella sua ultima riunione il Consiglio pastorale ha esaminato la situazione circa il futuro della nostra missione. Le preoccupazioni e le aspettative emerse da un lungo e serio dibattito sono state formulate in una lettera al Vicario generale Mons. Giebelmann e al Referent Bernd Kraemer. In detta lettera il Consiglio pastorale ha chiesto che l’attuale missionario don Corrado, possa accompagnare la comunità nel passaggio ad altre forme di presenza dentro le parrocchie tedesche. Il processo d’inserimento dovrà essere entro l’anno 2012. Le autorità della diocesi hanno risposto positivamente alla lettera e hanno organizzato un incontro fra tutti gli interessati e almeno una rappresentanza del Consiglio pastorale, giovedì 27 maggio, ore 17:30, presso i locali dell’Ordinariato vescovile, a Mainz. Ai Consiglieri sarà richiesto come loro prevedono la futura organizzazione della missione dentro le parrocchie tedesche, in relazione alle aspettative e ai bisogni della gente. 

Sarà quindi necessario che se ne parli in una seduta del Consiglio stesso. Nel frattempo ogni Consigliere é pregato di pensare come si potrebbero al meglio le missioni negli spazi delle parrocchie tedesche. Quali saranno i vantaggi? Quali saranno le difficoltà? Come potranno organizzarsi per far fronte elle specifiche richieste di gente emigrata? Come creare rapporti di collaborazione con le comunità tedesche che ospiteranno le missioni? Ci sarà la possibilità di scegliere per parrocchie meglio disposte a collaborare con i nuovi ospiti? È importante e nell’interesse di tutti riflettere sul modo di valorizzare quest’opportunità per comunità disposte ad arricchirsi reciprocamente e ad innovare le strutture esistenti

 Info im/su Internet:

www.missione-giessen.de


Pellegrinaggio a Lourdes

Appuntamenti in Missione

12 al 16 di maggio

Come di consueto: le nostre inziative mensili,

Il pellegrinaggio della missione a Lourdes: Ultime informazioni per i partecipanti: I punti di partenza: 1. Giessen stazione ferroviaria, ore 14:15 2. Bad Vilbel-Heilsberg alla chiesa di Verklärung Christi, Frankfurterstr. 208, ore 15:00 ca. 3. Darmstadt retrostazione ferroviaria, partenze degli autobus ore 15:30 ca. Si prega di seguire rigidamente gli orari per tenere i tempi di arrivo a Lourdes.

s. Messa Sacro Cuore 1° venerdì del mese in Missione, ore 18:00 Prove di canto 2° giovedì del mese in Missione, ore 18:00 Incontro Biblico 3° venerdì del mese in Missione, ore 18:00 Continueranno come di consueto nei mesi di maggio e giugno.


S. Gottardo Hildesheim

di

Vescovo

5 maggio

Patronato: Etimologia: Gottardo - forte mediante Dio, dal tedesco Emblema: bastone pastorale Martirologio Romano: A Hildesheim nella Sassonia in Germania, san Gottardo, vescovo, che, dapprima abate del monastero di Niederaltaich, visitò e istituì altri monasteri; poi, succeduto a san Bernardo in questa sede episcopale, operò per il bene della sua Chiesa, ristabilì nel clero l’osservanza della disciplina religiosa

e aprì delle scuole La leggenda: Figlio di un vassallo del capitolo di S. Maurizio, Gottardo nasce nel 960 a Reichersdorf (Ritenbach) presso Niederaltaich nella diocesi di Passavia. Nella scuola capitolare locale si avvicina alle scienze umanistiche e alla teologia. Dopo diversi viaggi in Paesi lontani, tra cui l'Italia, studia nella scuola del duomo di Passavia, dove ha come insegnante il famoso maestro Liutfrido. Quando il duca Enrico II di Baviera decide di trasformare il capitolo in un monastero benedettino Gottardo diventa monaco. Risale poi al 993 l'ordinazione sacerdotale, dopo la quale diventa priore e rettore della scuola monastica e più tardi introduce una scuola di scrittura e pittura. Nel 996 viene eletto abate facendosi, anche a Tegernsee e a Hersfeld, fautore dell'ideale di Cluny. Nel 1022 viene nominato vescovo di Hildesheim. Si distingue per la sua cura pastorale, per l'attenzione nei confronti del clero e per le sue conferenze bibliche. In 15 anni consacra più di 30 chiese. Dopo una breve malattia muore il 5 maggio 1038. (Avvenire)  Info im/su Internet: http://www.heiligenlexikon.de/BiographienG/God ehard_von_Hildesheim.html


Biscotti

con l'uvetta

per ca. 8 persone 300 g di farina 150 g di burro 80 g di uvetta 3 tuorli 1 cucchiaino di lievito 1 pizzico di sale 1 bustina di vanillina 1 scorza grattugiata di limone 30 g di zucchero zucchero a velo

Mettete l’uvetta a bagno in poca acqua tiepida per 10 minuti, poi scolate e asciugate. Nel mixer ponete farina, lievito, burro a pezzi e sale. Poi aggiungete la vanillina e l’uvetta strizzata. Frullate a bassa velocità e date all’impasto ottenuto la forma di una sfera, avvolgendolo nella pellicola. Tenete in frigo per un’ora. Poi ricavatene una sfoglia abbastanza sottile e ritagliate i biscotti come volete. Metteteli su placca da forno lontani tra loro e cuocete 10 minuti a 160° C. Spolverizzate con zucchero a velo.

Ciambella

e al mascarpone

alla banana

350 g di farina 50 g di farina di cocco 100 g di zucchero 3 uova intere 80 g di burro 1 bustina di lievito 2 banane mature 250 ml di yogurt magro 500 g di mascarpone 2 cucchiai di nutella Mescolate uova, zucchero e burro, poi setacciate la farina 00 e lo lievito, infine aggiungete quella di cocco. Mescolate il tutto molto bene per un paio di minuti e lasciate da parte. Usate ora un frullatore in cui metterete le banane a fettine e lo yogurt. Formate una crema omogenea frullando due minuti, poi versate il tutto nell’impasto. Questo deve risultare molto soffice e morbido. Ora mettetelo in una forma per ciambelle imburrata ed infarinata, lasciate cuocere in forno già caldo per 45 minuti a 180°. Togliete dal forno, fate raffreddare, nel frattempo mescolate il mascarpone con la nutella. Quando la ciambella è fredda spalmatela completamente con questo composto.


Contro lo

Stress

Per ottenere il migliore effetto da erbe e preparati, seguire con attenzione le indicazioni fornite. In particolare attenersi alle dosi indicate ed evitare le autoprescrizioni. Si consiglia inoltre di non raccogliere erbe non ben identificate o conosciute, e in luoghi molto transitati o in terreni contaminati da sostanze inquinanti. Nell'incertezza, la cosa migliore è procurarsi le erbe in erboristeria.

Infuso di basilico

5 g di foglie di basilico, 250 g di acqua. Versare le foglie di basilico nell’acqua bollente. Lasciare in infusione per 10 minuti, quindi filtrare. Una tazza d’infuso, bevuta dopo i pasti principali, farà sì che le proprietà stimolanti della pianta giungano a tonificare l’organismo indebolito dall’ansia o dallo stress da superlavoro di tipo intellettuale. IL BASILICO (ocimum basilicum) famiglia: labiate habitat: zona mediterranea altitudine: fino a 500 m LA STORIA "Il Basilico ha da sempre alimentato credenze e leggende legate al tema dell’amore e del sesso. In Toscana era chiamato anche “Amorino” e in Sicilia era simbolo d’amore corrisposto. Ma non sempre, e ovunque, è stato così.

Nell’isola di Creta indica lutto, dolore per una dipartita. Anche Giovanni Boccaccio, in una famosa novella del suo Decamerone intitolata “Isabetta da Messina”, colloca Basilico al centro di una tenebrosa vicenda d’amore e di morte. Ciò rimanda alla natura di Basilico, che al meglio si esprime dove c’è calore, ovvero amore; imbruttendo e morendo poi, quando fa freddo, ovvero con l’indifferenza e il rigore." USO CURATIVO Già conosciuto nell’antica Grecia, è tonico, sedativo, digestivo, carminativo, dà vitalità attenuando la debolezza. Efficace nell’uso interno per vertigini, torpore, sonnolenza e stipsi, come rimedio esterno agisce contro alito cattivo, mal di testa, raffreddore, mal di gola. ALTRI USI • Alimentare Il basilico regna sovrano nell’alimentazione mediterranea. Il pesto genovese, lo vede protagonista indiscusso: oltre a 3 hg di foglie di basilico (i puristi ne esigono 500 g) pestate in un mortaio di marmo, devono essere aggiunti pinoli, parmigiano, aglio ed olio. • Decorativo È senz’altro una delle piante più diffuse ed utilizzate per ornare i balconi e le finestre delle abitazioni. • In casa Il suo odore è insopportabile per mosche, moscerini e zanzare. Specie in estate, durante la notte, un vaso di basilico sul davanzale della camera da letto farà buona guardia alle finestre spalancate. 


Festa della Mamma 2010

A mia madre De Amicis

Non sempre il tempo la beltà La Missione ha programmato con il cancella Consiglio pastorale l’annuale festa o la sfioran le lacrime e gli affanni della mamma. Domenica, 9 mia madre ha sessant'anni e più la maggio, dalle ore 15:00 nella sala guardo parrocchiale di St. Bonifatius. Come di e più mi sembra bella. consueto la Missione provvederà le Non ha un accento, un guardo, un bevande e qualche presente per le riso mamme. I/le partecipanti sono invitati che non mi tocchi dolcemente il a portare qualche dolce da casa per il cuore. “Kaffee und Kuchen”. Il comitato feste Ah se fossi pittore, farei tutta la vita é chiamato a predisporre la logistica, il suo ritratto. gli ornamenti e qualche suo progetto Vorrei ritrarla quando inchina il viso originale. perch'io le baci la sua treccia bianca e quando inferma e stanca, nasconde il suo dolor sotto un sorriso. Ah se fosse un mio prego in cielo accolto non chiederei al gran pittore d'Urbino il pennello divino per coronar di gloria il suo bel volto. Vorrei poter cangiar vita con vita, darle tutto il vigor degli anni miei Vorrei veder me vecchio e lei... dal sacrificio mio ringiovanita!




domenica, 25 aprile S. Marco ev. - Festa della Liberazione ore 09:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ore 10:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ted.



venerdì, 7 maggio S. Flavia martire ore 18:00 S. Messa del Sacro Cuore in Missione (Giessen)



sabato, 8 maggio S. Vittore martire ore 16:00 S. Messa Lollar - Buseck in St. Josef a Lollar



domenica, 9 maggio S. Gregorio ore 09:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ore 15:00 Festa della Mamma in Sala St. Bonifatius (Giessen)



mercoledì, 12 maggio SS. Nereo e Achille ore 14:15 Pellegrinaggio a Lourdes Partenze da Giessen, Bad Vilbel e Darmstadt



giovedì, 13 maggio Ascensione del Signore ore 10:00 S. Messa in St. Bonifatius (Giessen) ore 10:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ted.

bloc notes

bloc notes



bloc notes



sabato, 15 maggio S. Mattia ap. S. Messa Bad Vilbel - Karben in Verklärung Christi a Bad Vilbel-Heilsberg domenica, 16 maggio S. Ubaldo di Gubbio ore 10:00 S. Messa in St. Bonifatius (Giessen) ore 10:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ted.

postecipata



venerdì, 21 maggio S. Vittorio ore 18:00 Incontro biblico in Missione (Giessen)



sabato, 22 maggio S. Mattia ap. ore 19:00 S. Messa Bad Vilbel - Karben in Verklärung Christi a Bad Vilbel-Heilsberg domenica, 23 maggio Pentecoste ore 09:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ore 10:30 S. Messa in Maria Frieden (Caritas) Giessen ted. per ulteriori informazioni: www.missione-giessen.de für weitere Informationen:

 


La Gioia

(parte 4a)

Un attimo di paradiso cosi naturale, cosi fuori mercato di Vittorino Andreoli

... La gioia libera dal nemico, dalla paura. Ma non può durare molto perché senti quello che soffre vicino a te, perché ci sono bambini che saltano in aria bombardati. Quando il botto del nuovo anno riempie l'atmosfera della festa, tu pensi che quel rumore in altre parti del mondo è segno di una guerra, e che un bambino è morto senza sapere che cosa sia la gioia, dal momento che sua madre è già morta dai botti degli eserciti di pace. Ascolto sempre i miei amici teologi e anche un po' poeti, quando mi parlano del Paradiso come luogo di gioia perpetua. Dico sempre loro: è la prova che non esiste l'Inferno, poiché io sarei angustiato da questo dolore. Da non credente ritengo che il Paradiso, se c'è, sia luogo di gioia per tutti, anche per i non credenti e so che i cattolici allora non saranno nemmeno sfiorati da questa specie di diritto esclusivo e saranno felici nel vedere tutti pieni di gioia. La gioia è diffusiva, vale per tutti, anche per chi è stato nemico. La gioia è quella della pace senza nemici. Noi ne possiamo gustare qualche momento. Ma è meraviglioso. 

Io provo la gioia di questo mondo, ma posso immaginare cosa debba aver provato santa Teresa di Avila che nella sua cella di preghiera si univa al Signore vivendo attimi di Paradiso su questa terra. Credo che sia una gioia straordinaria unirsi al cielo, e la preghiera è questo. Io provo gioia già a unirmi con qualche persona cara, qui nella “valle di lacrime”. Sono gioioso dentro una botticella, piena. C'è gente che non sa cosa sia la gioia. Se la provasse una volta, se sapesse che non è legata al censo o alle fortune del mondo, ma all'essere persona in mezzo ad altre persone, all'avere un senso per qualcuno, se provasse gioia, scoprirebbe la grandezza dell'uomo. Però bisogna sapere che c'è gente nascosta, lontana dal mondo o senza significato all'apparire di questo mondo, che prova la gioia e non invidia gli uomini di successo, ma semmai prova dolore per il dramma di una vita spesa per non essere, sembrando di essere. Conosco moltissime persone di successo: che pena! Molti uomini di potere, ladri di successo, impresari del proprio successo.  Noi, il futuro oggi continua nel prossimo numero con "La Gioia" (parte quinta)


"Buon compleanno"

28 aprile - Francesco Capalbo 29 aprile - Patrizia Lobella 6 maggio - Antonella Cassese 9 maggio - Morena Sisca 14 maggio - Ivana Quattrocchi 14 maggio - Ivana Di Lena 15 maggio - Maria Elena Alfano 16 maggio - don Corradino Mosna

La vita è come un libro, ogni giorno una nuova pagina e

ogni anno un nuovo capitolo nel quale immergersi per vivere a fondo ogni

*** *** *** *** *** *** *** *** Dimenticato qualcuno? Facci sapere, lo mettiamo nel prossimo bollettino!

Missione Cattolica Italiana Gießen Schützenstrasse 7 35398 Gießen

(06 41) 8 47 47  (06 41) 8 77 33 15  info@missione-giessen.de www.missione-giessen.de Orari Missione aperta alla comunità: martedì, dalle 11 alle 13 martedì, mercoledì venerdì dalle 15 alle 18 e su appuntamento

Orari per i servizi consolari: martedì, dalle 11 alle 13, dalle 15 alle 18

nuova emozione, lasciando i momenti brutti nelle pagine precedenti e portare nel

proprio cuore solo i momenti più belli ed accattivanti! Tantissimi auguri.

Auguri don Corrado

La Voce - Nr. 52  

Bollettino mensile della Missione Cattolica Italiana Giessen - Pfarrblatt der ital.-kath. Gemeinde in Giessen

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you