Issuu on Google+

In Csmmlne verre ls Cemoniene PERIODICO DELL'UNITA PASIORALE DI VIGCHIO

DTGEMBRE

AVVENTO DI CHE COSA ? Sono giunti i giorni dell' avvento, si riferiscono al ricordo dell'avvento di Gesù Cristo (è bene ricordarlo, casomai qualcuno si fosse smarrito nella solita kermesse commerciale prenatalizia); e giusto chiedersi se davvero l'avvento si riferisce ancora a nostro Signore oppure no, ln un momento storico - ma ce ne sono stati anche altri di simili come quello dioggi attraversato da crisi economiche, so-

-

ciali e d'identità personale si corre davvero il rischio di perdere il senso vero di questo tempo liturgico, tempo "forte" perché purtroppo molti sono disorientati e affannati e del Natale v'ero si'iomincia a dimenticare.,,,sia mai. E pur vero che siamo sempre meno credenti e fedeli, degni di quel Bambino che nasce per salvarci tutti, abbiamo relegato questo ad una immagine e a un ricordo da bambini (che era pero sotteso da un vero sentimento) non ci interessano cose che sono già state, a noi interessa la novità quella della tecnologia, quella della medicina, quella dei numeri del superenalotto, perché in fondo oggi sappiamo tutto, siamo raggiunti da tante informazioni in tempo reale, questo è il nostro vivere sempre piu virtuale che reale dove anche le relazioni passano attraverso i bites di twitter e di facebook. Questo è il mondo di oggi senza molte attese, dal motto "tutto e subito" come i bambini arrabbiati che strillano per avere quel giocattolo esposto in vetrina, altro che aspettare, non c'è tempo per aspettare, se

aspetto mi annoio, non mi diverto, devo occupare tutto il mio tempo, magari vado a correre, vado a fare sport, forse il volontariato? No perche. anche lì c'è da aspettare che qualcuno abbia bisogno. E chiaro non siamo più abituati ad aspettare, ad attendere e come faccio ad inserirmi nelI'avvento, tempo di aitesa di nostro Signore? Forse un modo c'e, è quello di fermarsi, è quello di riflettere (ma non virtualmente), è quello di guardarsi anche dentro per capire I'essenziale bisogno della compagnia, dell'amore di Dio, della presenza del suo Spirito, Qualcuno che mi dia un forte pizzicotto per svegliarmi per aprire gli occhi, i miei occhi e susciti quel desiderio, quel fascino e quella ansia dell'attesa vera che mi coinvolga ogni giorno e non solo per quei pochi giorni vicini al 25 di dicembre; quel momento mi dia anche la consapevolezzache se potro regalare un dono a qualcuno o ricevere dei doni da qualcuno non dovro pensare solo ai doni materiali, dovro sapere che altri, moltiin questo mondo non sono affatto nelle mie condizioni e quindi dovro trovare un modo per vivere bene il vero Natale senza lo spreco, senza I'arroganza, senza l'egoismo, senza ipocrisie e le divisioni, ma soprattutto con la gioia di quel forte e caldo abbraccio che ci daremo in famiglia pensando a Colui, il dimenticato, che è nato da tempo per donarci anche il senso della sua attesa. DG.

"Attendere il Signore" Dammi, o Signore, un cuore così vigile che da te nessun vano pensiero distragga: un cuore nobile che nessuna indegna passione seduca; un cuore retto

che nessuna mala intenzione contamini; un cuore saldo che per la tribolazione non s'infranga; un cuore libero che a torbide correnti non ceda, Concedimi, o Signore Dio mio, intelligenza che ti conosca, amore che ti cerchi, sapienza che ti trovi, condotta che ti piaccia, perseveranza che, fiduciosa, ti attenda, speranza che finalmente ti abbracci.

(sAN TOMMASO D'AQUINO)

2OII


GLI AIUTI NAZIONALI ALLA CHIESA CATTOLICA proponiamo alla riflessione e alla conoscenza di tutti le informazioni riguardanti il sostegno ai sacerdoti da parte dei fedeli primo è conosciuto con la scelta dell'8 di tutta ltalia.sono due i canali che vengono utilizzati per sostenere i sacerdoti: il parte (360 milioni) costituiscono ìl buona per mille che porta aila Chiesa ltalianaóltre 1.ooO milioni dì euro dì cui una quello dell'offefta libera diretta per il soe rl secondo (580 milioni complessivi); 620/odellaremunerazione dei sacerdoti ll restante proviene da complessiva, remunerazione della il 3% (15 costituisce che milioni) stentamento dei sacerdoti diocesani' lstituti stessi dagli parrocchie, rendite proprie deisacerdoti (insegnamento, servizi ospedalieri, etc') e

Servizio per la

o"i

Promozione

r

éòstègno economico

ara

Chiesa Cattolica

\llN:ììNÈ:::::::ì:*N.\.

incontro ad una rapida diffusione, che lnvitiamo alla lettura delle risposte alle domande l'Sxrnille è andato ben noto per sostenere la Chiesa mezzo un reso ha lo oggi frequenti ricavate dal sito nazionale della Cei' Cattolica, le Offerle sono uno strumento ancora poco usa-

io, Íorse anche perché richieclono un contributo personale ìn piÙr. Oggi le Offerte non arrivano a coprire il fabbisogno Le Offerte versate convogliano verso un unico luogo: I'lstitu- pei ii sosténtamento del clero. E I'Bxmille lo garantisce in

Dove vanno le Offerte raccolte in ltalia?

to Centrale per il Sostentamento del Clero (ICSC)' a Roma'

Come vengono distribuite e a chi sono destinate? Da Roma I'ICSC ripartisce le Offerte raccolte in forma di remunerazìone mensile ai 38'OOO sacerdotì diocesani: 35.OOO preti in attività nelle 25'600 parrocchie italiane; circa 3.OOO preti anziani o malati, venendo loro in aiuto clopo Lina vita cledtcata al servizio; circa 600 prett fidel donuim, cioé sacerdoti diocesani in missione nei Paesi del Terzo mondo.

nrocio cleterminante. Ma le Offerte sono un segno de!la vita ecciesiale e clell'unità dei fedeli. Per questo vale Ia pena

promuoverle, con ficlucia nella crescita di questa raccolta Íraterna, che rivela il volto della Chiesa-comunione'

Ferché le Offerte per i sacerdoti ven$ono dette anche

"Offerte deducibili"? Perché si possono ciedurre dalla dichiarazione dei reCditt ai finì clel caicolo dell'IRPEF fino ad un massimo di L'O32,9L euro (pari a clue milioni di vecchie lire) ogni anno'

Esiste tuttora una forma di sostentamento del prete Quanti sono oggi gli offerenti in ltalia? locale. Perché non basta? Sono circa 13O.OOO fedelr in tutta ltalia. Non è una cifra E la quota capitaria. Ogni sacerdote puo trattenere per sé dalla cassa parrocchiale O,O723 euro al mese per abitante' Metà delle crrca 25.600 parrocchie italìane sono molto po-

polate, e ai sacerdoti non manca il necessario' Ma ì'altra metà conta in meclia l-.000 abitanti, e i pastori ricevono 72,30 euro mensili, o anche meno' Per questo vengono in aiuîo le Offerte per i sacerdoti da tutti gli altrtfedeli ìtaliani. Così si fa perequazione, cioè parità di meat e trattamento' Perché le Offerte vanno a Roma e ogni parrocchia non

paragonabile ai milioni di italìani che firmano l'Sxmille destinanciolo aila Chiesa Cattolica. Ma e rì primo passo di un fronte sempre più vasto, composto da quanti vogiiono cre-

scere nella fede, esprimenclo in un dono consapevole ìa corresponsabilità verso la Chiesa' Li riunisce la rivista trime;'Sowe nire", rnviala ai sacercloti e agll offerenti' strale Perchè diventare un offerente? L'amore e concreto e compofia piccoli sacrifici' L'Offerta è un clono cire costa qualcosa in piu. Ma.è una scelta irrinunprowede direttamente al suo Prete? ciabile sul piano umano e della fede. E I'affetto verso I sache modo in ecclesiale, strumento come nata è L'Offerta cerdotichefa compiere questa scelta. E I'esempio diquanti tutti i fedeli sostenessero tutti i sacerdotl, specie quelli dt vediamo coi nostri occhi declicarsi agli altri, che fa la diffeparrocchie piccole o povere. L'Offerta, dal 1984, ha sostitu- renza. La testimonianza viva cambia la mentalità e ci rende ito lu .ongtuu (stipendio assegnato clallo Stato ai preti) non generosi. persolo nellolpirito dell'autonomia tra Stato e Chiesa' Ma Quando posso fare un'Offerta per i sacerdoti? disuper evitare ché fosse pìena la fraternità nella Chiesa' E Tutti igiorni dell'anno, e può essere ripetuta anche più volte guaglianze di possibilità tra parrocchie numerose e I'annol Ognuno dona quanto può e quanto desidera' comunità più svantaggiate. Con chi posso parlare nella mia diocesi per avere mag-

Quant'è il fabbiso$no annuale della Chiesa Cattolica

giori informazioni sul sowenire? italiana per i sacerdoti? Quant'è il mensile di preti e Le prime fonti sono il parroco, i componenti del Consiglio vescovi? per gli affari economici e, se presenti, gli incadel ll fabbisogno annuale della Chiesa per il sostentamento

parroccfriate

licati parrocchialiper il sowenire, volontari impegnati nella clero è di"s7\,2milioni di euro (anno 2009)' sut temi della corresponsabilità economica verformazìone sicurare ai 39 mila preti diocesani un minimo di 833 euro so la Chresa. ll parroco potrà mettervi in contatto con I'incanetti al mese, destinato ad un sacerdote appena ordìnato' ricato diocesano per il sowenire. ll parroco può contattare che arrivano a L.376 euro netti per un vescovo ai limiti della l'incaricato diocesano per organizzare in parrocchia un inpensione. controsulsowenire,echiederetestiematerialidisensibiSi tratta di as-

Perché donare I'Offerta per i sacerdoti, se c'è l'8xmil- lizzazione. le? Le Offerte per i sacercloti e l'Sxmille sono

natil|ffiIfiirt::

gli Accordi di revisione del Concordato nel I

(Dat sito nazionate della Conferenza Episcopale ltaliana)


LA NUOVA PAVI MENTAZIONE DELLA CHIESA DELLA MADONNA DI MELETO A VILLORE Come tutti sanno la parrocchia di san Lorenzo a Villore ha due chiese: la Pieve di San Lorenzo con annessa la canonica destinata al servizio pastorale della Comunità delle Piagge e in basso accanto al cimitero la Cappella dellà Madonna di Meleto che da molti annifúnge da Chiesa "parrocchiale" vista la comodità della sua collocazione al centro della frazione lungo il torrente Botena.

lavori affidata all'Arch. Bugatti e con il coordinamento per la Sicurezza seguito dallo studio Edilsicura di Borgo San Lorenzo. L'opèra di restauro e consistita in: demolizione dei vecchi pavimenti costruiti uno sopra all' altro, scavo fino a una profondità di 50 cm, formazione divespaio areaio ion elementi modularì a cupola semisferica posati su magrone di calcestruzzo con sottofondo in ghiaione e rifinito con massetto armato con rete elettrosaidata. lnoltre: realizzazione del pavimento con cotto dell'lmpruneta posato a spina e trattato; t-isanamento degli intonaci deile pareti interni ed esterni, restauro della parte bassa della facciata con utiiizzo di pietra serena, formazione di scannafosso lungo la facciata princiPale, integrazic;ne dell'impianto elettrico iungb le pareti basse della Chiesa eseguito dalla ditta Nenti Francesco. Le opere di restauro e di recupero della Chiesa di "Meleto" hanno avuto uno stupendo ePiiogo con la Benedizione del Cardinale Piovanelli, la domenica 15 maggio, in occasione della celebrazione della Cresima amministrata a 5 raoazzt. éueste opere hanno ilsignificato di

sempre: mantenere, custodire

Sin dal 1652, anno in cui risale l'origine della Chiesa di Meleto, la Cappella e stata custodita q.empre oai viiloresiche da númeri altidi circa un migliaio di per-

sone all'inizio oello scorso secolo sono attualmente circa 150 di cui la magglor parte non autoctona. Ebbene questa Chiesa hà avúto negli ultimi 30 anni diversi rebtauri: restauro oel tetto, siètemazione dell'abside con rifacimento del pavimento in cotto, so-

siituzione del vecchto altare con uno nuovo

In

oietra. realizzazione di affresco che riempie l'abside bne ospita I'immagine della Madonna (copia simile a quell'a rubata nét lOlZ1, coloritura e verniciatura del'soffitto in legno e cotto "a vista", imbiancatura qnÌr:r:'*ri "i\\ììr' "iìrrÌ delle pareti interne e esterne la Òtriesa, realizzazione di nuovi @6:'''l'riiir l"ii,l impianti, elettrico, voce e di ri.^lt;o-o^fn olatlrìnn

usurato e non armonlco con l'architettura della Chiesa, e che anche intaccava Per caPillarità anche le pareti deteriorandole. Così e stato necessario mettere

a punto un intervento di restauro'che e stato autorizzato dalla Curia e dalla SoPrindendenza dei Beni Architettonicr di Firenze all'inizio del 201'1, affidati alI'imoresa Fezzi Romano s.r.l. di Dicbmano con la Direzione dei

e

sopr'attutto vivere le nostre Chiese per il semplice motivo di essere attaccati alle tradi2ioni, essére affezionati ai nostri luoghi, i"iconoscere ouei luoqhi come credenti identificativi delle nostre r-àdici e-della nostra identità, luoghi sacri, luoghi della Comunita con la "C" maiuscola. L' intervento ha avuto il costo compiessivo (lavori edili, impianto elettrico, progetto, direzione dei iavori, sicurezza, i.v.a.) di circa 42.000 € sostenuto interamente dai Viiloresi, approvato dal proprio Consiglio Pastorale il4 ottobre 2011. Adesso quando la Òomunità diVillore v'invita a pregare...andateci, ammirate e ... ..camminaieci sopra.


INCONTRI PER FIDANZATI

AGENDA DI DICEMBRE PROSEGUE LA NOVENA DELL'IMMACOLATA FINO AL 7 DI DICEMBRE ALLE ORE 21.00 NELLA PIEVE DIVICCHIO

evstriÌTNsl-YlW \&;"

PRANZO SOCIALE DEGLI ALPINI A RONTA GIOVEDì 8 IMMACOLATA CONCEZIONE DI MARIA CELEBRAZIONICOME IN ORARIO DOMENICALE IN TUTTE LE PARROCCHIE - ORE 17.30 A VICCHIO CELEBRAZIONE DEGLI ANNIVERSARI DI MATRIMONIO SABATO 1O ORE 15,30 S MESSA A GATTAIA MARTEDì 13 E GtovEDi ts oRr 21 00 INCoNTRI Dl PREPARAZIoNE AL SACRAMENTO DEL BATTESIMO PER IL MESE DI DICEMBRE DOMENICA 4 ORE 13

A

vlccHl0 PRESENTAZIoNE-lNlzlo 21 00 INCONTRI BIBLICIA CURA DI DON MARTINO

uEncoleoì 14 oRE

;!w"

.l

OO

I

GIOVEDI 26 GENNAIO DOMENICA 29 GENNAIO GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO

15 tN oRARto Dt cATECHtSMo coNFESSIoNl 5E veruERoi 16 oRE '16.30 cATECHISMo MENSILE PER LE SECoNDE

ctovEoì

GIOVEDì 16 FEBBRAIO GIOVEDi 23 FEBBRAIO DOMENICA 26 FEBBRAIO

ELEMENTARI

SABATO 17 IN ORARIO DI CATECHISMO CONFESSIONI 2M ORE 21 OO CONCERTO NATALIZIO IN PIEVE A VICCHIO CON LA PARTECIPAZIONE DEL GRUPPO DEGLI ARMONAUTI DOMENICA 18 ORE 15 INCONTRO DELLE GIOVANI FAMIGLIE CON

Gli incontri si svolgono i giovedì presso la Par-

SUOR COSTANZA PAGLIAI

IrezzaIi,

rocchia di Vicchio alle ore 21.00 e alle ore 10.00 la domenica presso le Parrocchìe con locali at-

ORE 19.00 INCONTRO DI PREGHIERA CON I CATECHISTI DIVICCHIO SEGUE PIZZA INSIEME

lurueoi 19 tN oRARlo Dt cATEcHlsMo coNFESSloNl 1M ruencoleoi2l tN oRARto Dl cATECHISMo coNFESSloNl 5E ctoveoi 22 oRE 1800 RECITA Dl NATALE A cuRA DEL NlDo DELL'ASILO BEATO ANGELICO PRESSO

IL

TEATRO GIOTTO

E DI

VICCHIO

CONCORSO DEI PRESEPI

DOMENIC A 25 CELEBRAZIONI DEL SANTO NATALE ol cesÙ cRtsro SALVAToRE

31

ORE 9 OO S MESSA NELLA CAPPELLA DELLA MISERICORDIA PER I DEFUNTI DEL MESE DI DICEMBRE

SABATO ORE

1730

CELEBRAZIONE CONCLUSIVA DELL'ANNO 2011 CON

CANTO DEL TE DEUM

AWENTO DI FRATERNITA 2011 EMERGENZA TERREMOTO IN TURCHIA

Raccolta di fondi per il terremoto a Van in Turchia Pro$etto del Centro Missionario Diocesano di Firenze ll progetto ha I'obiettivo di risponclere alla disastrosa situazione creata dai due terremoti che hanno colpito in novembre la città di Van'La edifici sono crollati o inagibili, nessuno dorme prù maggior parle clegli -cercano rifugio nelle tencie. La temperatura quenetléìase e lutti 1-5 $radi. La neve ghiaccio rendono durissime le conciizioni di vita delle

st'anno ha grà raggiunto di notteanche meno

e il

persone. ll problema maggiore è I'emergenza alimentare: sostenere la distribuzione di pacchi alimentari e aiutare a far ricominciare a lavorare le persone che avevano piccole attività commerciali'

lnformazioni Centro Missionario Diocesano p.zza S' Giovanni, 3

lel. 055/27 63 730 oppu re

mì ssi on i @d

i

ocesifi renze' it

Tutti i bambini che desiderano pafecìpare al Concorso dei Presepi sono inviiati a: 'l) Comunicare la loro partecipazione iscri-

vendosi in Parrocchia 2) Al momenio dell'iscrizione decidere la oropria partecipazione all'incontro con i'Arcivescovo Mons. Betori nella Chiesa di San Gaeiano a Firenze (Via Tornabuoni) giovedi 5 gennaio 2012alle ore 16.0C.


In Cammino - Dicembre 2011