Page 1


INDICE 4

2

Lo spazio delle vignette

News del mese

7

8

12

Intervista a Michele Monestiroli

Posta FMP

16

883 Story

Significato canzoni

Max quiz

14

5

Max Calendario

11

Non solo Max

10

Pagina del mese


....Chi siamo? Le migliori frasi di Max Pezzali (883), chiamata anche FMP, nasce circa 3 anni fa ed è una Community dedicata al cantante pavese. La forte passione verso questo straordinario cantante e verso le sue favolose canzoni ha fatto si che nascesse rendendola la più frequentata dai fans dell’ex cantante degli 883. FMP è composta principalmente da sette amministratori dove ognuno, ogni giorno, svolge il proprio lavoro, suddividendolo in veri e propri turni pubblicando link, video e news. Inoltre ognuno ascoltando le richieste dei fans risponde costantemente ad essi pubblicando qualsiasi foto, frase o altro inerente alle canzoni del cantautore inserendole nei vari album creati, come per esempio: i fans creano Max. FMP non fa pubblicità per politica interna essendo una pagina pulita infatti qualunque link inserito da ogni fans non inerente al cantautore o inserita per fini commerciali verrà immediatamente eliminata. Giorno dopo giorno FMP è cresciuta così tanto da arrivare a 200. 000 fans! Questo traguardo ha inaugurato FMP magazine la prima rivista dedicata a Max Pezzali e agli 883 che raccoglie tutto ciò che riguarda il cantante di Pavia ma soprattutto tutte le News, Link più cliccati, Giochi e tanto altro della Community FMP! Ma FMP non finisce qui; infatti, vi invita a seguire la Community anche su Twitter Instangram, Google+ e su YouTube.

Articolisti del Numero 2: Muratore Mirco Camposano Maria Pia Alfieri Arianna Salogni Sara Damini Giulia Mandrà Valeria Zilli Giuseppe Simona De Luca Graphic Designer: Alessandra Gambazzi


NEWS DEL MESE 2 FMP

2015


E’ questo l’anno Ufficiale, quello possibile per un nuovo Album di Inediti! Max lo ha dichiarato su RSI (Radio Svizzera) nei giorni scorsi dopo un gran bella intervista che ci ha fatto ridere e gioire. Anche grazie ad un Max in splendida forma e pronto per il “tour de force” di Febbraio che lo ha portato in molti palazzetti Italiani per il Max 20 Live Tour. Un Tour sempre di successo visto i SOLD OUT di ogni tappa e con ospiti d’eccezione come, per esempio, Nek a Modena. Ma cosa ci possiamo aspettare in questo nuovo Album? E’ davvero molto presto per dirlo ma l’unica sicurezza è che non ci deluderà! Gli ultimi 5 Inediti scritti e che troviamo su Max 20 sono la dimostrazione che il nostro bel cantante di Pavia non ha perso lo spirito e la voglia di raccontarci le sue storie, i suoi pensieri e di descrivere la nostra vita. “L’universo tranne noi” è stato un successone e gli altri Singoli usciti hanno avuto un ottimo seguito. L’ultimo album (a meno che non rinnovi) targato Warner sarà di certo qualcosa di molto particolare, magari un vero taglio dal Max del passato, dai suoi 20 anni di carriera, a quello che ci sarà nel futuro, pronto ad affrontare nuove tematiche e nuove sfide. Noi fans ci siamo sempre e lo abbiamo dimostrato in questi anni di concerti e lui ci ha ricambiato l’affetto anche con grandi

comparse come ad esempio il Live su Radio Italia e la grande puntata al Roxy Bar di questo freddo mese di Febbraio. E proprio da Red Ronnie abbiamo notato come riesce non solo a farci sognare con le sue canzoni ma anche a farci ridere con le sue battute durante le interviste. Proprio su Roxy Bar volevo sottolineare anche la performance fatta con alcune canzoni del suo repertorio in versione acustica, una vera e propria “chicca” per gli appassionati (Come mai in questa versione Ë a dir poco favolosa!).

3 FMP

Non conosciamo i prossimi impegni del dopo Tour di Max, molto probabilmente si riposerà un pÚ visto i continui appuntamenti avuti nei mesi scorsi, ma siamo sicuri che ha già qualcosa in serbo per tutti noi. La Pagina Ufficiale dell’Harley Davidson di Pavia (la concessionaria di sua proprietà) infatti non lascia dubbi con una frase: “Ci stiamo organizzando...Tenetevi liberi il 31 maggio e il primo giugno...Seguiteci e vi faremo sapere...” con tanto di foto di Max e Angelo...

Da quello che sappiamo l’idea è quella di fare un giro in moto con “TUTTO lo staff di HARLEY-DAVIDSON PAVIA” e il tutto verrà documentato con un video!

E voi che ne dite...ci state? Admin Mirko


LO SPAZIO DELLE VIGNETTE Un concerto di Max è proprio una bella cura! E voi a quale avete 4 FMP

assistito?

L’immagine che abbiamo scelto questo mese è

quella realizzata da Luka Petracchiola con un bellissimo primo piano di Max insieme a una frase presa dalla canzone ‘’ Torno subito ‘’


o

a

883 STORY “...Lo sappiamo tutti, dopo un concerto non si è più gli stessi, ci lascia degli strascichi che inevitabilmente incidono anche sul nostro modo di relazionarci.. di essere, di pensare! “

Un concerto può rappresentare per ognuno di noi sicuramente un’esperienza importante che in un certo qual modo ci segna profondamente. Lo sappiamo tutti, dopo un concerto non si è più gli stessi, ci lascia degli strascichi che inevitabilmente incidono anche sul nostro modo di relazionarci.. di essere, di pensare! Lo è per chi partecipa, ma lo è anche per chi si esiibisce. Gli 883 vivono negli anni 90, come abbiamo detto e ridetto più volte il periodo di massimo splendore, un periodo di gloria che tocca l’apice proprio la sera del 21 luglio 1998, quando oltre 100.000 persone si radunano in Piazza Duomo, a Milano, sotto una pioggia battente, per seguire il mega concerto della band.. Concerto che segue l’ uscita dell’ albumraccolta: “Gli Anni”. Non è errato dire che in effetti fu quella, una delle raccolte che enormemente venne (e lo è ancora tutt’oggi) maggiormente acclamata tanto da restare per settimane nelle classifiche degli album più venduti. Il primo di una lunga serie di successi che quasi per casualità coincidono con il seguito di quella sera, che ricordiamo, venne trasmessa anche il giorno seguente in prima serata su Italia 1, con oltre 3.500.000 di spettatori e più del 20% di share seguito inoltre da una moltitudine di premi: vincono infatti il Telegatto come miglior Tournè e al miglior album a Vota la voce. Il concerto dei concerti, lo definì qualcuno. Ebbene si, in quella giornata di una torrida estate, contro ogni previsione e contro

5 FMP


883 STORY ogni aspettativa Milano regala a Max e agli 883 uno degli spettacoli più incredibili della sua vita, regalando una freschezza e vitalità a quanti erano lì. Un successo sicuramente inaspettato che vede i giovani amici ritrovarsi a contatto realmente con quel clamore che avevano accumulato negli anni passati. Il calore della gente diventa reale, vivo non più immaginato ma per la prima volta si trovano a vivere il successo che li accerchiava in prima persona.

6 FMP

Di quel ricordo è testimone lo stesso Moretto che in una intervista rilasciata ad FMP con entusiasmo ci racconta qualche episodio: “Quel concerto per me ha avuto un significato particolare. Per un milanese Piazza Duomo è un po’ il centro del mondo. E’ il posto dove i miei genitori mi portavano da bambino a vedere le “Pubblicità Luminose” (che ora non ci sono più). Tipo Time Square a New York (insomma...quasi...) ma con una cattedrale gotica di fronte. Del concerto ricordo la forte emozione, la tensione palpabile di tutti e soprattutto il boato assordante quando siamo saliti sul palco. Centomila persone che, nonostante la pioggia, sono rimaste fino alla fine. “. Insomma fu uno spettacolo che certamente lasciÚ grande entusiasmo per chi lo seguì, testimoni i tantissimi fans che per casualità del destino si sono ritrovati a vivere la stessa emozione proprio il 18 novembre 2013, al concerto al MediolanumForum di Assago (Milano) sold out da mesi, una reunion che vede nuovamente il nostro Max e il grande Mauro Repetto insieme: gli 883 per una notte,sulle note di “Nord Sud Ovest Est” si sono presentati nella loro formazione storica regalando un sogno di poche ore ma che vale una vita intera..e perchè no anche la speranza di un nuovo incontro futuro.

Admin Mapy

“...il tempo passa per tutti lo sai nessuno indietro lo riporterà neppure noi Gli anni d’oro del grande Real gli anni di Happy days e di Ralph Malph gli anni delle immense compagnie gli anni in motorino sempre in due gli anni di che belli erano i film gli anni dei Roy Rogers come jeans gli anni di qualsiasi cosa fai gli anni del tranquillo siam qui noi siamo qui noi siamo qui noi”


SIGNIFICATO C SIGNIFICATO CANZONI “Nord, Sud, Ovest, Est”

Correva l’estate del 1993.. altra estate altro album targato 883 pieno di brani che sarebbero entrati a far parte della storia della musica italiana e che avrebbero accompagnato, fatto crescere e cantare migliaia di fans di intere generazioni. In quei mesi usciva Nord Sud Ovest Est, secondo album del gruppo, contenente brani che sarebbero diventati non solo dei tormentoni ma veri e propri inni generazionali.. perché ancora oggi a distanza di 20 anni sono i testi più conosciuti e cantati dell’ex duo Max e Mauro. Ogni brano sembra buttato lì come se nessuno avesse mai potuto prenderlo in considerazione e invece, al contrario di ogni aspettativa, ogni brano trova riscontro nella nostra vita reale; ci si ritrova come se quelle parole, quel testo descrivessero la vita e le esperienze di ognuno di noi come in “Sei un mito” e “Come mai”, scenari di vita quotidiana tipici dell’età adolescenziale e non solo. Apparenti semplici canzonette che trattano argomenti molto più profondi di ciò che possono sembrare, come in “Hanno ucciso l’uomo ragno” fu affrontato metaforicamente il tema della purezza adolescenziale ammazzata dal mondo degli adulti, in “Nord Sud Ovest Est” troviamo un testo e un significato più profondo rispetto ad altri brani contenuti nel medesimo album. Per chi come me all’epoca era semplicemente un’adolescente, un adolescente degli anni ’90, probabilmente non coglieva al primo ascolto il reale significato del brano. È una canzone dal ritmo latino-americano che coinvolge e fa ballare ma dal testo molto malinconico. Nel testo e nel rispettivo video viene raccontato il viaggio intrapreso da Max a seguito di una delusione amorosa, ma è solo l’incipit perché da ciò si parte per affrontare il tema della ricerca del senso della vita attraverso la metafora del viaggio e ciò può essere visto come il percorso che ognuno di noi farà nella propria vita. Si parla della ricerca del senso della vita in senso metaforico, del ritrovare interiormente se stessi, come se fosse un viaggio senza sapere quale sia la meta, né se l’obiettivo sarà mai raggiunto. “Nord Sud Ovest Est.. e forse quel che cerco neanche c’è.. Nord Sud Ovest Est starò cercando lei o forse me…” La tematica del viaggio e della ricerca verrà trattato in altre canzoni di Max ma solo dopo aver intrapreso la carriera da solista, ma questa è tutta un’altra storia che ancora oggi il nostro Mito continua a scrivere.

7 FMP


1

MAX QUIZ “CruciMax”

Quante canzoni di Max conosci? 8 FMP

ORIZZONTALE 1.Ti vorrei chiamare 3.Ha poche pagine ed è scritto male 9.Il ritmo che hai dentro nel petto e nel cuore 10.Di corsa sulle scale insieme

VERTICALE 2.Ribelle come Steve McQueen 4.Bella come non mai 5.Quanto mi sei mancata 6.Abitavo ancora in periferia 7.I fari delle auto che mi guardano 8.Convinti che il futuro era nostro


MAX QUIZ

2

“Indovina la parola”

Quanto conosci le canzoni di max? 1- La track num 10 del ‘il mondo insieme a te’ . 2- La track num 10 de ‘la donna il sogno e il grande incubo’ . 3 - La track num 4 di ‘hanno ucciso l’uomo ragno’ . 4 - La track num 5 di ‘terraferma’ .

9 FMP

LE INIZIALI DELLE RISPOSTE DARANNO IL NOME DI UNA DELLE PIU’ GRANDI PASSIONI DI MAX. (moto) Soluzioni Primo gioco: Secondo gioco: 1- Mai uguali, 2- O me o quei due def lì, 3- Te la tiri, 4. Ogni estate c’è, -- MOTO


LA PAGINA DEL MESE

TUTTO MAX PEZZALI & 883 Tutto ebbe inizio nel 2007 , anno in cui nacque il forum “Tutto Max”. Questa piccola “creatura” appena nata è gestita da Roberta che lo accudisce con passione e pazienza fino a farlo diventare uno dei migliori, nonché aggiornato, del circuito dei forum. Poi nel mondo del web arriva Facebook e così nasce il gruppo “Tutto Max Pezzali & 883” (non lo conoscete? Vergogna!). Passa il tempo e Roberta vorrebbe creare una pagina su Max Pezzali ricca di news, immagini e canzoni ma non trova il socio adatto finché non arriva Gianluca e così il 3 gennaio 2013 danno vita alla pagina “Tutto

Max Pezzali e 883” una fanpage che possiamo definire la pagina rivelazione del 2013! L’obiettivo è di fornire news sempre aggiornate, raccontare aneddoti, rivivere ricordi e canzoni con immagini, video e articoli che riguardano l’intera carriera di Max dagli esordi ad oggi in altre parole uno spazio a misura di fan. Pochi mesi dopo lo staff si amplia con Federica e il Tutto Max ormai sta acquisendo un’identità propria con nuove rubriche, iniziative per i fans e l’iscrizione ai diversi social come Twitter, Ask, Youtube e Tumblr.

La tabella di marcia è molto fitta e varia: il primo giorno della settimana si riscalda con il “NonSoloMax” rubrica in cui si parla di un altro artista che ha o ha avuto a che fare con il cantante pavese; si prosegue il martedì con la “MaxCollection” ovvero si propone ai fans un cd o un oggetto ufficiale 883 e questi sono invitati a inviare la foto del loro. Mercoledì è la giornata del “Max magazine” cioè vengono pubblicati vecchi articoli cartacei mentre il 10 giovedì è la giornata del “MaxQuiz” una gara interattiva FMP che in questo periodo prende la forma del “MaxCocktail “ il viso di Max viene mixato con quello di un altro personaggio celebre e ai fans l’arduo compito di indovinare di chi si tratta per vincere i premi targati TMP&883 (portachiavi, cappellino e T-shirt)! Il weekend viene inaugurato con la rubrica “LoSapevateChe” la rubrica che tratta di info e curiosità “sconosciute” di Max e prosegue il sabato con il “DisegnaMax” la raccolta che accoglie tutti i disegni fatti dai fans e inviati alla pagina. Settimo e ultimo giorno della settimana gli album “Essenziale” (foto dei tatuaggi ), “Le vostre chicche pezzaliane” (foto dei vari cd e gadget ufficiali 883 e Max Pezzali inviati dai fans) e “Siamo io e te” (le foto dei fans con Max). GIUDIZIO PERSONALE: Il “Tutto Max Pezzali e 883” è decisamente l’ideale per ogni fan, ricca di news, rubriche e attività interattive, una pagina che in poco tempo è riuscita a raggiungere buoni risultati e a spiccare rispetto agli altri. Inoltre si contraddistingue per la spiccata capacità di collaborare con tutte le altre fanpage di Max. Tra le cose da vedere assolutamente ci sono i “MaxCoktail”e la Timeline della vita di Max Pezzali ovvero una barra del tempo super dettagliata e aggiornata sulle tappe fondamentali della sua carriera (merita davvero perché si possono ripercorrere i vari passi lavorativi di Max e anche scoprire dettagli nuovi!). In conclusione,sebbene sia una delle più recenti fanpage, è decisamente una delle più attive ed aggiornate, in con-

tinuo cambiamento e con decisamente un potenziale enorme!

VOTI: Contenuti: 5/5 Rapporto con i Fans: 5/5 Multimedialità: 4/5 Totale: 14/15

Admin Giuly


NON SOLO MAX

- MIKA -

Mika, artista particolare, simpatico, e anche un pizzico eccentrico, ha conquistato il territorio italiano soprattutto nell’ultimo periodo grazie alla sua presenza al talent show “X-Factor”; ma vediamo com’è iniziata la sua strada in continua ascesa nel mondo della musica. Nasce a Beirut, in Libano, da padre statunitense e da madre libanese, per trasferirsi dapprima a Parigi e successivamente a Londra all’età di nove anni. Studia al Royal College of Music e, in questo periodo inizia, a comporre le sue prime canzoni e jingle per le pubblicità.

11 FMP

Grazie alla sua pagina su Myspace viene scoperto da un discografico e nel 2007 pubblica il suo primo grande successo: “Grace Kelly”. Sempre in questo fortunato anno viene ospitato alla serata finale del Festival di Sanremo e svela il suo nuovo singolo, “Relax, take i easy”. Insieme ad altri numerosi successi Mika in questi ultimi anni affronta anche svariati ed importanti tour in giro per l’Europa. Nel 2013 ha partecipato come giudice a “X-Factor Italia”, colpendo molto gli italiani grazie soprattutto al suo italiano “particolare”, facendo risaltare la frase che è quasi diventata un tormentone: ho choosato! Mika racchiude in se un mix di fantasia, follia e bellezza che affascina tutti, uomini e donne, grandi e piccini, e speriamo che il futuro per lui riservi ancora qualche bella sorpresa in modo che anche noi possiamo continuare ad ascoltare le sue belle canzoni. ìEro il soggetto preferito dei bulli. Vestivo bizzarro, ero dislessico e molto timido. Facevo di tutto per essere popolare, ma non funzionava. Allora mi sono detto: “Devo trovare un modo perchè la mia stranezza lavori per me, invece di distruggermi”. Mia madre era molto preoccupata in quel periodo, mi diceva: “Tu, o finisci in galera o diventi molto speciale” e speciale questo ragazzo lo Ë diventato davvero!

Admin Sara


I N T E R V I S T A A INTERVISTA A M I C H E L E M O N E S T I R O MICHELE MONESTIROLI Dal 1995 al 2001 Ë stato uno dei Membri più importanti del gruppo che ha fatto la storia della musica Italiana anni ‘90: Gli 883! Dopo la fine di quel fantastico periodo ha lavorato per Paola&Chiara e Paolo Jannacci ed ora lascia un intervista per FMP, un modo per rivivere e ricordare quei periodi con Max Pezzali. 1. Come sei entrato a far parte della Band 883? Beh, Ë stato un appuntamento con la storia. Ognuno di noi ne ha uno o più. Si tratta di quelle cose che sarebbero accadute anche senza di te, ma sono accadute con te. Dovevano succedere, punto. E tu eri li. Suonavo in un gruppo funk, gli Elefunky, credevo nella musica e la amavo all’infinito, non vedevo altro che la musica e gli strumenti. E una sera, durante una serata con il gruppo, arrivano Loro: Claudio, Pierpa e Marco. Cecchetto, Peroni e Guarnerio. Beh, siamo piaciuti a chi cercava qualcuno per un appuntamento con la storia...Fu uno di quei giorni a cui vai a ripensare quando ti sembra che le cose e la vita non abbiano più nulla di interessante e allora ricordi che dietro ad ogni angolo ci può essere una splendida novità. 2. Prima di ogni concerto avevate un rito preparatorio o scaramantico?

Mah, a parte lo sparar cazzate carichi di voglia di suonare e gasati dalle urla dei fans che arrivavano fino ai camerini, io ricordo solo la camminata in fila indiana per arrivare dietro al palco. In quel posto si sarebbero spente le luci, il pubblico avrebbe capito che stavamo per iniziare e gridava ancora pi˘ forte. Ed era allora che ti veniva il brividone nella pancia, la pelle d’oca, il formicolio alle mani. Diventavamo tutti seri, come se dovessimo iniziare una missione delicatissima. La concentrazione di ognuno di noi toccava livelli pazzeschi. Un turbine che ti portava via. Bellissimo. 3. Tu hai fatto parte del gruppo che suonÚ in quel famoso concerto a Piazza Duomo...Che emozioni hai provato salendo sul Palco? Paura, gioia, panico, onnipotenza, incapacità, pace, allegria...Non lo so, tutto e niente. Per

12 FMP


INTERVISTA A C H E L EI N MT EORNVE ISSTTI AR OAL I MICHELE MONESTIROLI quello che ricordo il concerto è durato circa sei o sette minuti. La percezione del tempo era mutata, cambiata. Per quel che ne so, potrebbero anche avermi rapito gli alieni, quella sera... troppa concentrazione, ma anche troppo istinto, troppa bellezza e troppo star bene. E quando stai bene, il tempo vola. Oltretutto, un altro bel ricordo è che quella sera, dopo il concerto ho conosciuto Sara! Ciao amica mia!

13 FMP

4. Sei stato anche protagonista di alcuni video degli 883...qual’è quello che ti è rimasto più in mente? Direi “O me o...” e “la radio a 1000 watt”, tre ore di sonno a notte e 21 ore a girare sui set... stancante, ma stupendo. E poi...il Giappone: Viaggio al centro del mondo!!! Ragazzi, fuso orario mostruoso al quale non mi sono adattato per tutto il tempo...lo ricordo come un sogno confuso, ero sempre stravolto dal sonno!!! Ma ci siamo divertiti un casino...mangiavamo sempre delle strane cipolle impanate e fritte che avevamo soprannominato “il cipollones”. Ottime! 5. Tu sei rimasto fino a quando gli 883 si sono sciolti…come è avvenuta la separazione? avvenendo più o meno a tutti nello stesso momento. Ci trovammo a parlare e fu bello vedere che la pensavamo tutti più o meno uguale. Certo, dopo anni è stato come un lutto...la fine di un’epoca. E mentre lo fai, lo sai che la stai facendo finire. Ma è inevitabile, anche se il futuro è incerto e fare il musicista non Ë sempre facile... 6. Con chi sei rimasto più a contatto con i ragazzi della Band? Daniele (ciao Fratello), Paola (tvb), Eugenio (vecchio lupo) e Max (Grandissimo!). 7. Parlaci del tuo rapporto con Max. Con Max è tutto semplice. Lui è semplice, ti mette a tuo agio in tre secondi. Siamo diventati amici in pochissimo tempo e ho dei ricordi meravigliosi con lui, tipo una notte di San Valentino dopo il primo tour, eravamo tutti e due in situazioni sentimentali complicate, o finite, e abbiamo deciso di passare la serata in un bar di Pavia per “dimenticare” le donne che ci stavano

facendo soffrire. Ricordo che io mi son preso una discreta sbronza, tanto eravamo li con la moto di Max, e lui fortunatamente era il guidatore ed era sobrio. Era un Febbraio freddissimo, e ricordo che durante il viaggio di ritorno ci siamo ritrovati con pizzetti e sopracciglia completamente ghiacciati, bianchi che sembravamo due nonnetti canuti!!! Che bei ricordi...Max era ed Ë un grande. L’ho sempre guardato come un esempio di talento e umiltà. Ho sempre provato un grande senso di rispetto. Autorevole, gentile, altruista e sa tutto di qualunque argomento, un grande conversatore. Ora ci vediamo di rado, ma siamo in costante contatto sui social. 8. Sappiamo che hai un progetto chiamato Cat Paradox. Vuoi parlarne? Certo! E’ un progetto al quale sto dedicando moltissime energie, Ë il disco che vorrei comprare ma che nessuno ha mai fatto, e allora me lo sto facendo io. Adoro la musica elettronica, il funk, gli anni 70 e 80. Ma amo alla follia le grandi orchestre sinfoniche. Mettere tutto insieme è davvero complicato, ma ci sto riuscendo. Sarà pop, dance, classica, cinema...saranno due universi paralleli e opposti, un paradosso tipo il paradosso del gatto di Schroedinger. Con me stanno collaborando Livio Magnini (ex Bluvertigo), la mitica Paola Iezzi, e due musicisti di vecchia data: Nartan Savona e Elio Marchesini, con cui ho fatto il conservatorio. Il tutto sar‡ accompagnato da un’orchestra sinfonica di circa 40 elementi! In sostanza Ë il mio sogno musicale pi˘ proibito!   9. Vuoi salutare i fans di FMP? Certamente! Ciao ragazzi, continuate sempre ad amare la musica, ricordate che non c’è musica migliore o musica peggiore, la musica è bella tutta. Certamente c’è quella che preferiamo, ma non bisogna mai chiudersi. Mente aperta e cuore aperto. E intanto continuate a seguire FMP e il percorso di Max, che continua a stupirci coi suoi capolavori! Ciao a tutti!!!

Admin Mirko


POSTA FMP Questo mese, volevamo ringraziarvi per la vostra presenza e la vostra costanza dimostrataci nei vari messaggi che non solo ci riempiono di complimenti e gratificano ma ci riempiono di domande interessanti. A chi si riferiscono i Two Fingers quando nella canzone “sei uno sfigato” citano una certa persona con un gilet di pelle?

Si rifanno a una canzone degli articolo 31: “Mrs gilet di 14 pelle”. Ne riprendono anche il ritornello. FMP

La canzone “Ci sono anch’io” è un testo propriamente scritto da Max o è una traduzione della canzone originale del film d’animazione?

...Io di risposte non ne La canzone “Ci sono anch’io” di Max è il riadattamento italiano di “I’m still here” dei Goo goo dolls scritta per il ho mai avute e mai ne avrò..film d’animazione “Il pianeta del tesoro”. Max non l’ha tradotta letteralmente ma l’ha riadattata in italiano moddi domande.. ne ho quante ne vuoi.. ificandola anche se rimane sempre inerente al tema del film. e tu neanche tu mi fermerai.. neanche tu ci riuscirai.. io non sono quel tipo di uomo e non lo sarà mai..


A che cos’è dovuto il dimagrimento di Max Pezzali?

Il cantante Pavese ha dichiarato che ha fatto una super dieta da un bravo dietologo (lo stesso di Fiorello). Inoltre dobbiamo tener conto dei suoi problemi personali con suo figlio Hilo (ha avuto la sindrome di Kawasaki) e il divorzio con sua moglie avvenuto pochi mesi fa...credo sia normale per tutti avere qualche reazione fisica per attutire i colpi!

15 FMP

Max nei suoi concerti parla spesso di un associazione: “Gli amici di Lapo”. Di cosa si tratta? “Gli amici di Lapo” un associazione nata nel ricordo di Lapo Quadalti, sostiene le famiglie che affrontano la sindrome di Kawasaki, una grave infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni che può, in alcuni casi, causare un aneurisma o una stenosi dei vasi colpiti, con esiti anche letali. Colpisce per lo più bambini sotto i 5 anni. I sintomi sono febbre alta che non si abbassa neanche con la tachipirina, labbra e lingua color rosso fragola, congiuntivite bilaterale, desquamazione dei palmi delle mani e dei piedi, pianto inconsolabile. Hilo Pezzali l’ha avuta. I medici, riconoscendola in tempo, lo hanno guarito senza conseguenze permanenti. I bimbi che hanno la sua fortuna, con una terapia da seguire per qualche anno possono lasciarsi alle spalle questa brutta esperienza. Ma non a tutti capita cosÏ. In alcuni casi ci sono danni permanenti o addirittura la morte.

Admin Ary


MAX CALENDARIO ...E segui Max ovunque! • 14 Febbraio Max Pezzali al “Max 20 Live Tour” - Lugano (Svizzera) • 15 Febbraio Max Pezzali al Conza - Lugano (Svizzera) - ore 00.00 circa • 16 Febbraio Max Pezzali al “Max 20 Live Tour” - Assago (Mi) • 18 Febbraio Max Pezzali al “Max 20 Live Tour” - Jesolo (Ve) • 20 Febbraio Max Pezzali al “Max 20 Live Tour” - Roma • 22 Febbraio Max Pezzali al “Max 20 Live Tour” - Mantova

16 FMP

FMP Magazine Numero 2  

FMP Magazine è la prima rivista On-line dedicata interamente al mondo di Max Pezzali e degli 883. Il suo contenuto raccoglie a 360° tutto c...