Page 1


7 Pubb ARCADIA_Pubb BIAGINI 08/09/11 11.17 Pagina 1


II cop, Pubb. Sapaf_Pubb. Parmeggiani 9-09 08/09/11 11.21 Pagina 10

www.sapaf54.it


SOMMARIO_MIP 6_08-SOMMARIO 03/01/12 13.52 Pagina 4

Rubriche ed eventi

Moda News e tendenze e fiere

Columns and events

Fashion trends

6

124

Editoriale Editorial Ottimi risultati per il 100mo Mipel Excellent results for the one-hundredth edition of Mipel

136

MIPELMAGAZINE

4

8

News and trade fairs

138 20

Contents

SOMMARIO

14

98

104

134

34 Mipel, cent’anni da festeggiare Mipel: celebrating 100 years Milano Moda Donna il sole splende sul made in Italy Milano Moda Donna sun shines on made in Italy

50 84

Festival della moda russa: nuovi designers alla ribalta The Russian Fashion Festival: new fashion designers in the limelight

70

Guangzhou un grande centro per la pelletteria mondiale Guangzhou a big center for the world leathergoods

112

88

128

Il meglio del made in Italy alla 36.ma Filo The Best of Made in Italy at the 36th edition of Filo Fashion Access sempre più attenzione alla moda Fashion Access: increasing focus on fashion Stile contemporaneo per Pitti Immagine Contemporary style for Pitti Immagine

La borsa è donna Feminine bags Tendenze: non c’è futuro senza passato Fashion trends: there’s no future without past Ghiaccio bollente Hot ica

140

Focus sulla Romania: moda e contenuti Focus on Romania: fashion and contents

142

Un ventaglio di proposte A wide range of proposals

143 Questione di dettagli A matter of details Le collezioni A/I 2012-2013 della pelle Leather Autumn/Winter collections 2012-13 Sintetici e minuterie: le novità The novelties about synthetics and small accessories

144

146

Première Class: aspettando i cambiamenti Première Class: waiting for changes Mi Milano: il made in Italy che conquista Mi Milano the made in Italy who wins Piena soddisfazione per International Leather Goods Fair Offenbach \A very satisfactory edition of International Leather Goods Fair Offenbach Le tendenze P-E 2013 di Moda In – Milano Unica Directions Spring-Summer 2013 by Moda In – Milano Unica È tornata Leatherzone Leatherzone is back


SOMMARIO_MIP 6_08-SOMMARIO 03/01/12 13.52 Pagina 5

Dalle aziende Si ringrazia per la foto di copertina Rachele Giangrande dell'Istituto Italiano di Fotografia.

From companies

32 44

46

Leu Locati: il lusso del ben fatto Leu Locati, the luxury of the well-done

5

30

Bric’s apre le porte del suo store al calcio Bric’s opens the doors of its store to Football

Gennaio 2012

Caleidos ispirazione mare Caleidos: inspiration from the sea Tosca Blu: un brand dinamico e femminile Tosca Blu, a dynamic and feminine brand Mood Indigo presenta Daidalos, ovvero il Labirinto Mood Indigo presents Daidals, or rather the Labyririnth

62 68 79

80 82 84

48 60

E Lancel creò la borsa B. Bardot And Lancel created the B. Bardot bag Furla: dalla candy-bag alla candy-brissima Furla: from the candy-bag to the candy- brissima

86 110

Cerruti 1881 tra Italia e Francia Cerruti 1881 from Italy and France Le proposte di Gilda Tonelli Proposals by Gilda Tonelli Ferruccio Vecchi, accessori di moda made in Italy Ferruccio Vecchi: fashion accessories made in italy Becatò, stile anni ’70 Becatò: 70’s style Fossil Italia giovane con esperienza Fossil Italia young with experience Ottavia Failla si ispira ai fiori Ottavia Failla, ispiration from flowers Pergolesi, classico con brio Pergloesi, whimsy and classical Le Pandorine, ricercati accostamenti Le Pandorine, refined combinations

EDITORIALE DI FOTO SHOE s.r.l. Via Leonardo da Vinci, 43 20090 Trezzano s/Naviglio (MI) Italy Tel. +39 02.4459091 r.a. Fax +39 02.48402959 www.fotoshoe.com info@fotoshoe.com Direttore responsabile: Carlo Alberto Molteni Direttore editoriale: Lorenzo Raggi Comitato Aimpes: Giorgio Cannara, Roberto Briccola, Roberto Sordini Responsabile redazione: Rino Panseri Art director: Eros Badin Redazione: Paola Palmieri, Barbara Solini Grafici e produzione: Pier Luigi Fasolin, Rosanna Villa Studio grafico: Elleci di Luigi Chiesa Fotografi: Roberto Broggi, Matteo Galuzzi Direttore commerciale: Carlo Alberto Molteni Responsabile promozione: Giuseppe Picco Coordinamento promozione: Elisa Trasi Promozione: Filippo Crepaldi, Luciano Di Marzo, Edoardo Sonzogni Public relations: Alberto Gatti, Pier Nicola Fascetto International Promotion: Enza Masotti, Gabriella Laino, Lucio Luiselli Stampa: Everprint - Carugate (MI) European Shoe Press Association

Sole Agent for Distribution Abroad: A.I.E. Agenzia Italiana di Esportazione S.p.A. Via Manzoni, 12 - 20089 Rozzano (MI) Italy Ph.: +39/02.57512575 - Fax +39/02.57512606 Socio USPI Aut. del trib. n. 374 del 3/7/1995 Associato allʼUnione Stampa Poste Italiane SpA Periodica Italiana Sped. in abb. post. -70% - DCB Milano È vietata la riproduzione senza autorizzazione dei testi e delle immagini Il trattamento dei dati personali dei destinatari di Mipel Magazine è svolto nel rispetto della Legge 675/96 sulla Provacy. È possibile chiedere la cancellazione o la modifica dei propri dati indirizzando la richiesta a: EDITORIALE DI FOTO SHOE s.r.l. sede di Via Leonardo da Vinci, 43 20090 Trezzano s/N- Milano - Italy o ai numeri di Fax e posta elettronica sopraindicati.

MIPELMAGAZINE

28


Editoriale_MIPEL 9-08 Indirizzi 03/01/12 13.42 Pagina 6

di Rino Panseri

MIPELMAGAZINE

6

Al Mipel per essere protagonisti Dopo la centesima edizione il Mipel guarda al futuro e pensa alle prossime edizioni con ottimismo. E su questo argomento riportiamo un intervento di Giorgio Cannara, Presidente di Aimpes e di Mipel. “Superato il traguardo delle cento edizioni, Il Mipel si appresta ad affrontare questa nuova avventura fieristica con lo spirito di sempre. Sono stati cinquanta anni che hanno fatto la storia della pelletteria italiana e internazionale mettendo sempre in primo piano l’eccellenza del prodotto. In tutto questo periodo la nostra fiera è cresciuta e si è consolidata sino a diventare l’appuntamento più importante al mondo. E proprio da queste solide basi ripartiamo con l’edizione 101 per le grandi sfide che ci aspettano, in futuro, su tutti i mercati. Oltre 400 espositori distribuiti in tre padiglioni su una superficie di 20 mila metri quadri proporranno il meglio della pelletteria e dell’accessorio ai 18 mila visitatori professionali attesi e ai 200 giornalisti accreditati. Numeri importanti di un’imperdibile vetrina per tutti gli operatori del settore dell’accessorio. Business e fashion si coniugheranno ancora una volta nei padiglioni della fiera di Milano, città che sarà nei giorni della manifestazione, l’indiscussa capitale della moda con appuntamenti e avvenimenti che coinvolgeranno l’intera città. Sulla scia del successo della scorsa

edizione, Mipel organizza una sfilata a testimonianza che la borsa, vero e proprio elemento di moda, non può essere confinata al semplice ruolo di accessorio ma merita tutta la ribalta che un défilé propone. Saranno due passerelle al

giorno all’interno del padiglione 8 con il meglio della pelletteria presente in fiera. Mipel sarà, come sempre in prima fila, indiscusso portavoce di quanto sa offrire il “Made in Italy” ed il meglio della pelletteria mondiale”.

At Mipel to be the protagonist! After its hundredth edition, Mipel fair looks to the future while thinking of the next editions with optimism. And on this matter we quote a statement by Mr Giorgio Cannara, President of Aimpes and Mipel. “After the goal of one hundred editions, Mipel is getting ready to face a new edition in the usual mood. We have been passing through fifty years that made the history of Italian and international leather goods, always trying to highlight the products’ excellence. During this period our fair has grown and consolidated until it has become the most important appointment in the world. And it is just from these solid bases that we leave again with the edition number 101 for new and harder challenges waiting for us, in the future, all over the markets. Beyond 400 exhibitors, distributed in three pavilions on a surface of 20 thousand square meters, will propose the best of the leather goods and

accessories to the 18 thousand professional visitors expected to come as well as to the 200 registered journalists. Important figures of a not-to-bemissed showcase for all the professionals working in the accessories sector. Business and fashion will be combined once again in the pavilions of the Fair in Milan, which will be the world’s undisputed fashion capital during the days of the fair, due to the number of appointments and events that will involve the entire city. After the great success of the latest edition, Mipel will organize fashion shows to prove that the bag, real fashion element, cannot be confined to the simple role of accessory but it deserves to step into the limelight of a catwalk show.There will be two fashion shows a day inside pavilion 8 featuring the best of the leather goods present at the fair. As always on the front-row, Mipel will be the acknowledged spokesman of the “Made in Italy” and the best of the world-wide leather goods”.


100 MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.46 Pagina 8

MIPELMAGAZINE

8

EVENTI

OTTIMI RISULTATI PER IL 100.MO MIPEL

VIVACITÀ DI SCAMBI Sono circa 17.630 (+9 per cento rispetto a settembre 2010) i visitatori intervenuti a Mipel, il 100.mo salone della pelletteria tenutasi a Fieramilano nello scorso mese di settembre. L’affluenza dall’estero è pari a circa 8.700 buyer (circa il 50 per cento del totale).

Dai dati emerge un cambiamento dei mercati di riferimento: se rimangono stabili le provenienze italiane e dall’Europa, si nota una certa vitalità di Francia e Germania, è apparso netto un incremento sul versante extra UE, con visitatori soprattutto da Giappone, Corea del Sud e Russia. La nuova classe media proviene soprattutto dalla Cina, ed è sempre più alla ricerca del prodotto di alta qualità e con il valore aggiunto del made in Italy. E se in territorio cinese il numero totale di questi potenziali compratori appare limitato, in relazione alla popolazione, gli stessi numeri si rivelano estremamente interessanti per i produt-

tori nazionali. Fra le corsie, da segnalare anche la presenza di delegazioni dagli Emirati Arabi. “Non posso che esprimere tutta la mia personale soddisfazione per l’andamento di un salone come Mipel – ha dichiarato Giorgio Cannara, presidente Aimpes/ Mipel - che, giunto alla centesima edizione, dimostra comunque la freschezza dei primi anni”. Le collezioni per l’estate 2012 sono all’insegna dell’azzardo con abbinamenti molto particolari, che vanno dagli accostamenti di colore esasperati alle sovrapposizioni fra materiali, apparentemente lontanissimi, dando origine a mescolanze insolite e inaspettate, come le frange metalli-

A cura di Paola Palmieri che o la sporta di paglia che si fa aristocratica, col dettaglio in pitone dalla tinta brillante. Anche la scelta dei vincitori dei concorsi si è mossa con la stessa tendenza premiando Desigual per Immagine e Comunicazione, Aleanto per Stile e Innovazione e Bianchi e Nardi per la Qualità. La Miglior Vetrina è stata quella di Fossil e la palma per i migliori accessori l’ha guadagnata Fly Stile Pelle. Appuntamento con la prossima edizione di Mipel, la centounesima, fissato a marzo 2012, dal 4 al 7, con le collezioni Autunno/ Inverno 2012/’13.


100 MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.46 Pagina 9

EVENTI

MIPELMAGAZINE

9

FROM 1 TO 1OO

EXCELLENT RESULTS FOR THE ONE-HUNDREDTH EDITION OF MIPEL

Lively trades Around 17,630 visitors (for a good +9% compared to September 2010) attended Mipel, the one-hundredth edition of the trade show dedicated to leather goods; which was held at Fieramilano this past September. Foreign buyers reached around 8,700 presences (close to 50% of the total number). The data recorded highlighted a change of the markets of reference; in fact, if the Italian and European attendance was stable, and France and Germany confirmed a good interest, a considerable increase of nonEU visitors was to mention; with presences coming mainly from Japan, South Korea and Russia. The new middle-class came mainly from China; looking for a top range product with the added value of Made in Italy. And if on the Chinese territory, the total number of these potential buyers might seem limited with regards to the whole population, the same number is extremely interesting for National producers. The aisles were also well attended by delegations from the Arab Emirates. “I cannot but be satisfied with the trend of a trade show such as Mipel – declared Giorgio Cannara, President of Aimpes/Mipel – which, at its one-hundredth edition, still confirms the freshness of the first years”.

The collections for Summer 2012 ventured very unusual combinations; shifting from extreme color matches to materials overlapping which seem have nothing in common; creating original and unexpected blends like metal fringes or the straw bag which turns

into aristocratic item featuring python details in a bright tone. The selection of the contests’ winners followed the same trend; and awarded Desigual for Image and Communication, Aleanto for Style and Innovation, and


100 MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.46 Pagina 10

EVENTI

TANTE INIZIATIVE

PREMIAZIONI

Mipel numero 100 è stato un evento fatto di eventi. Tanti sono stati gli appuntamenti in programma per celebrare i primi cinquant’anni di una manifestazione che ha visto muovere i primi passi dei grandi nomi della pelletteria italiana.

Ad esempio ricordiamo la sezione “From 1 to 100”: Mipel ha tenuto a battesimo alcuni dei più importanti nomi del settore. Griffe come Coccinelle, Delsey, I Santi, Mandarina Duck che hanno cominciato in fiera la loro avventura commerciale. È stato pertanto dedicato a questi big della borsa uno spazio speciale

DROPS

FOSSIL ITALIA

ALEANTO COLLEZIONI

BIANCHI E NARDI

CONTEMPORARY BAGS 6 ACCESSORIES

DESIGUAL

dove sono stati esposti pezzi che hanno fatto grande la pelletteria italiana nel mondo e consacrato la rassegna milanese come l’appuntamento di punta nel settore della pelletteria. Quest’area celebrativa è stata allestita con una serie di eleganti stand, con la sensazione di entrare in una serie di show-room: nel cuore è stata aperta una piazza all’insegna dell’arte. Si chiama “Settimo Grado”, un’opera monumentale dello scultore Dario Milana, in arte DTao, un’installazione tridimensionale che ha contemplato una verticalità caratterizzata da pieni e vuoti. Non poteva inoltre mancare una grande novità: è stata infatti allestita al padiglione 12 una vera e propria sala sfilate a testimonianza che la borsa, vero e proprio elemento di moda, non può essere confinata al semplice ruolo di accessorio. Le modelle in passerella hanno indossato le migliori creazioni dei pellettieri esposte a Mipel. Settanta i marchi presenti alle sfilate collettive, oltre agli appuntamenti dedicati alle singole griffe quali Bric’s, Bonfanti, Camomilla, Capoverso, Dsuk, Barcos, Marino Orlandi, Valentino Orlandi, Plinio Visonà, Ripani, Tuscan’s.


100 MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.46 Pagina 11

MIPELMAGAZINE

11

EVENTI

SFILATE

Bianchi & Nardi for Quality. Fossil was awarded for the Best Shop Window and the prize for “best accessories” was given to Fly Stile Pelle. The next date with Mipel, namely the one hundred and first, is scheduled in March 2012, 4th-7th, with the Fall/Winter 2012/13 collections.

Many initiatives Mipel number 100 was an event made of events. Many dates were scheduled, to celebrate fifty years of an event, which saw top names of the leather goods sector taking their first steps. We remember, for example, the section called “From 1 to 100”; dedicated to Mipel hosting some of the major names of the sector first appearing. In fact, fashion labels such as Coccinelle, Delsey, I Santi, Mandarina Duck started off their business adventure right at Mipel.Therefore a special space was dedicated to these top names producing bags; where items icon of the Italian leather goods industry throughout the world were displayed; and which strengthened the role of this Milanese event as venue of reference for the leather goods industry. This celebrative area was set up with several elegant booths conveying the sensation of entering into a series of showrooms; right in the centre, a square in the mark of art displayed “Settimo Grado”, the monumental work by the sculptor Dario Milana, stage name DTao; a tridimensional installation encompassing uprightness made of solids and voids. But there was also a great novelty; pavilion 12 hosted an out-and-out catwalk shows room as confirmation that the bag has become a real fashion item, and cannot be considered a mere accessory. Models on the runway wore the best creations prepared by leather goods manufacturers and exhibited at Mipel. Seventy brands attended the group fashion shows, in addition to dates with single fashion labels such as Bric’s, Bonfanti, Camomilla, Capoverso, Dsuk, Barcos, Marino Orlandi, Valentino Orlandi, Plinio Visonà, Ripani,Tuscan’s.


100 MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.46 Pagina 12

EVENTI

PREMIAZIONE

12

Mipel Shopping Delirio Interesse anche per Mipel Shopping Delirio, lo spazio di Mipel dedicato alla solidarietà: un vero e proprio negozio dove si sono acquistati gadget targati Mipel e alcuni prodotti messi a disposizione dagli associati Aimpes, il cui intero ricavato è stato devoluto alla Croce Rossa Giapponese.

Mipel Shopping Delirio registered a good interest as well; the Mipel’s space dedicated to solidarity, a real shop selling gadgets branded Mipel and products offered by some Aimpes’ associates; whose proceeds were entirely donated to the Japanese Red Cross.

LA CONSEGNA IN GIAPPONE DELL’ASSEGNO CON IL RICAVATO DI MIPEL SHOPPING DELIRIO E DELLA LOTTERIA BENEFICA DELLA SERATA DI GALA DEL 100.MO MIPEL DA PARTE DI GIORGIO CANNARA, PRESIDENTE AIMPES AL RAPPRESENTANTE UFFICIALE DELLA CROCE ROSSA GIAPPONESE, ALLA PRESENZA DEL L’AMBASCIATORE ITALIANO IN GIAPPONE VINCENZO PETRONE E DI MR. SAKAMOTO DELLA METI, MINISTERO ECONOMIA COMMERCIO E INDUSTRIA GIAPPONESE.

GIORGIO CANNARA, AIMPES PRESIDENT, HANDS OVER IN JAPAN A CHEQUE WITH THE PROCEEDS FROM MIPEL SHOPPING DELIRIO AND THE CHARITY LOTTERY HELD DURING THE 100TH MIPEL GALA DINNER TO THE OFFICIAL REPRESENTATIVE OF RED CROSS SOCIETY, IN THE PRESENCE OF THE ITALIAN AMBASSADOR IN JAPAN MR. VINCENZO PETRONE AND MR. SAKAMOTO OF METI (JAPANESE MINISTRY OF ECONOMY, TRADE AND INDUSTRY).


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 14

EVENTI

UN COMPLEANNO ALLA GRANDE

CENT’ANNI DA FESTEGGIARE

MIPELMAGAZINE

14

Si è tenuto nella serata di lunedì 19 settembre il clou dei festeggiamenti della 100.ma edizione del Mipel, con la cena di gala che si è svolta nell’incantevole cornice di Villa San Carlo Borromeo presso Senago.

A cura di Paola Palmieri

Un’aperitivo sotto le stelle nel cortile della villa storica ha accolto tutti i partecipanti, ovvero espositori, buyer selezionati e giornalisti. Ha fatto seguito la cena servita al tavolo per ben 750 ospiti, con alcuni momenti di premiazione introdotti dal presidente Aimpes Giorgio Cannara, che ha come di consueto svolto il suo ruolo di entertainer con professionalità e simpatia, coadiuvato dalla presentatrice, giornalista e showwoman Jo Squillo.

Giorgio Cannara ha esordito ricordando come”Mipel sia davvero la nostra casa. Mi fa molto piacere in questa occasione salutare amici che da tanto tempo non si vedevano”. Ha proseguito ricordando la catastrofe che negli scorsi mesi ha colpito il paese amico ovvero il Giappone, per cui in questa serata si è svolta una lotteria di beneficenza con ricchi premi offerti dagli sponsor, il cui ricavato è stato interamente devoluto alla Croce Rossa Giapponese.


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 15

EVENTI

A FANTASTIC BIRTHDAY

Celebrating 100 years ism and charisma, assisted by Jo Squillo, presenter, journalist and entertainer. Giorgio Cannara began by reminding everyone that “Mipel is truly our home. On this occasion, I am very happy to greet friends that I have not seen for a long time.� He continued by recalling the catastrophe which recently affected Japan and that a charity lottery was held

that evening with rich prizes offered by the sponsors and whose proceeds were donated entirely to the Japanese Red Cross. Beppe Modenese, guru of Italian Fashions who has offered Mipel his professional help for years, was the first to receive a prize. Although recovering from a recent fall, he did not want to miss a chance to see old friends of the exhibition.

MIPELMAGAZINE

All the participants, that is to say, exhibitors, select buyers and journalists were welcomed with aperitifs served in courtyard of this extraordinary villa. This was followed by a sit-down dinner for some 750 guests and prize-giving ceremonies presented by Aimpes Chairman, Giorgio Cannara, who filled his customary role of entertainer with professional-

15

Celebrations for the 100th Mipel reached their climax on Monday evening, 19 September, with a gala dinner held in the enchanting Villa San Carlo Borromeo in Senago.


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 16

MIPELMAGAZINE

16

EVENTI Beppe Modenese guru della moda italiana e che ha prestato la sua professionalità per tanti anni al Mipel, è stato il primo premiato. Pur reduce da una caduta non ha voluto mancare l’appuntamento con gli amici della manifestazione. Ha fatto seguito la premiazione delle uniche due aziende che non hanno mancato neppure un’edizione di Mipel ovvero Leu Locati e Pierina Borelli, che sono saliti sul palco con le nuove generazioni a testimonianza della continuità aziendale. E’ stata poi la volta dei “past-president”: a cominciare dal compianto Amato Santi, a cui è stato tributato un caloroso applauso di ricordo e il cui premio è stato ritirato dal figlio Massimo Santi che ne prosegue le orme con successo in azienda e con il Museo milanese a lui dedicato. Sono poi saliti sul palco in ordine Francesco Pellati, Andrea Calistri e Roberto Briccola, che hanno tutti ricordato l’importante significato che riveste il centesimo anniversario di Mipel. La premiazione non ha chiara-

mente dimenticato le “colonne” di Aimpes ovvero Mauro Muzzolon, segretario dell’associazione e punto di riferimento per l’intero settore, e Ornella Pasqualetto, responsabile della manifestazione nonché capace organizzatrice dell’intera serata. E’ stato infine consegnato un premio al giornalista e docente Gianluca Lo Vetro, simbolo di un cammino iniziato insieme a Mipel. Giorgio Cannara ha con emozione salutato e accolto il Console Giapponese e ha espresso il suo pensiero: “sono davvero orgoglioso e commosso di essere il presidente della 100.ma edizione”. La serata culminata con il taglio della torta ad opera di Giorgio

Cannara e dei past president tutti insieme, a cui è seguito un allegro brindisi collettivo, è stata naturalmente allietata da momenti musicali che hanno visto esibirsi sul palco Tony Dallara, Marcella Bella con un’inatteso fuori programma in cui la brava e simpatica cantante ha continuato una canzone pur con un’interruzione musicale, un’artista giapponese che ha colpito per bellezza, eleganza e stile, la scatenatissima Jo Squillo che ha dato il via alle danze e Cristiano Malgioglio. Insomma un compleanno festeggiato alla grande in un clima molto piacevole, elegante e accogliente , come del resto è l’atmosfera che si respira a Mipel.


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 17

cance of Mipel’s 100th birthday. Obviously the prize-giving ceremony did not forget about the “pillars” of Aimpes, i.e. Mauro Muzzolon, the association’s secretary and point of reference for the entire sector, and Ornella Pasqualetto, in charge of the exhibition and very capable organiser of the entire evening. In conclusion, a prize was awarded to journalist and lecturer Gianluca Lo Vetro, symbol of a journey undertaken along with Mipel. Giorgio Cannara gave the Japanese Consul an emotional welcome and expressed his thoughts: “I am really proud and touched to be Chairman of the 100th event.” The evening came to an end with

Giorgio Cannara and past presidents cutting the cake, after which everyone raised a toast. Music followed and the stage saw entertainers like Tony Dallara, Marcella Bella with an impromptu performance whereby the beautiful and talented singer continued to sing a song even without music, a Japanese artist much admired for her beauty, elegance and style, and bubbly Jo Squillo who opened the dances and Cristiano Malgioglio. In short, a birthday celebrated in style in a pleasant, elegant and cory atmosphere, just like the mood that hangs in the air at Mipel.

MIPELMAGAZINE

The next prize went to the only two companies who have never missed a Mipel exhibition, that is to say, Leu Locati and Pierina Borelli. The new generations accepted the prize as proof of the companies’ continuity. It was then the turn of past presidents: beginning with the late Amato Santi, who was remembered with a warm applause and the pr ize was accepted by his son Massimo Santi who is successfully following in his father’s footsteps in the company and with a Milan museum dedicated to him. Francesco Pellati, Andrea Calistri and Roberto Briccola then took to the stage and all stressed the signifi-

17

EVENTI


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 18

MIPELMAGAZINE

18

EVENTI


FESTA MIPEL_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.48 Pagina 19

MIPELMAGAZINE

19

EVENTI


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 20

MIPELMAGAZINE

1

MAUVE


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 21

FEMMINILITÀ PROROMPENTE

La borsa è

donna

Non è un caso che la parola borsa si declini al femminile: essa esprime al meglio il concetto di femminilità, di bellezza, di accoglienza, di stile. Dimmi che borsa porti e spesso si capisce che donna sei: in questo caso la borsa esprime l’eterno femminino, diventando vera e propria icona espressiva. di Paola Palmieri

UNBRIDLED FEMININITY

Feminine bag It is not by chance that the word “bag” is female; it expresses the concept of femininity, beauty, warmth and style at best. Tell me what bag do you wear and I will understand what kind of woman you are; in this case, the bag expresses the eternal feminine, becoming out-and-out expressive icon.

Stola: Studio Your Image Dori Premiere Maglia: Sinequanone - Pantalone: V.D.P. - Via delle Perle

MIPELMAGAZINE

21

Credits: Photo: Roberto Broggi Art: Eros Badin Stylist: Anna Truden Trucco: Fiamma


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 22

MIPELMAGAZINE

3

MARCOROSSI

Pantaloni: V.D.P. - Via delle Perle Camicia: Paolo Gennoni Studio Your Image


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 23

MIPELMAGAZINE

4

MABI INTERNATIONAL

Stivali: Studio Your Image - Collana: Giulia V. Abito: Sinequanone - Foulard: V.D.P. - Via delle Perle


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 24

MIPELMAGAZINE

24

CASTELLARI

Abito: V.D.P. - Via delle Perle


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 25

SILVANO BIAGINI

Abito maglia: Daniele Fiesoli Studio Your Image


Modella_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.50 Pagina 26

MIPELMAGAZINE

26

GIRONACCI

Cintura: Studio Your Image Bijoux: Giulia V. Abito: V.D.P. - Via delle Perle


R

CHIARA srl Via Gandhi, 36/B - 41122 Modena Tel. +39 059.253635 - Fax +39 059.6134322 www.chiaraguias.com - info@chiaraguias.com


Bric's_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.52 Pagina 28

AZIENDE

MODA E SPORT INSIEME

MIPELMAGAZINE

28

BRIC’S APRE LE PORTE DEL SUO STORE AL CALCIO

Dopo il lancio dello scorso giugno, Bric’s ha celebrato il grande successo della linea Bric’s Official Football Team, nata a seguito di un accordo di licenza con le 3 squadre italiane più importanti per numero di tifosi: FC Internazionale, AC Milan, FC Juventus. A cura di Paola Palmieri È stato lo store monomarca di Galleria Vittorio Emanuele ad ospitare, nello scorso mese di novembre, un evento inedito, in cui viaggio e calcio sono stati protagonisti indiscussi della serata. I prodotti della linea sono stati esposti all’interno del Bric’s Store, sotto gli occhi di tifosi e non, che si sono ritrovati per l’occasione a festeggiare insieme fuori dal consueto contesto calcistico della domenica pomeriggio. Gli interisti Beppe Bergomi e Beppe Baresi e il campione mondiale di superbike Carlos Checa sono stati gli ospiti d’eccezione che hanno voluto brindare con Bric’s a questa nuova linea.

Beppe Baresi e Roberto Briccola

Beppe Bergomi e Roberto Briccola


Bric's_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.52 Pagina 29

Carlos Checa intervistato da Inter Channel

FASHION AND SPORT TOGETHER

Bric’s opens the doors of its store to Football After the launch of last June, Bric’s has celebrated the great success of the Bric’s Official Football Team line, born following up a license agreement signed with the three most important Italian football teams according to number of supporters: FC Internazionale, AC Milan, FC Juventus. The flagship store opened in Galleria Vittorio Emanuele hosted, last November, an original event, during which travels and football were undisputed protagonists of the evening. The line products were displayed within the Bric’s Store under the eyes of supporters and not, who met there on this special occasion to party together outside the usual football context of the Sunday afternoon. Beppe Bergomi and Beppe Baresi, two former players of FC Internazionale, and the superbike world champion, Carlos Checa, special guests of the evening, wanted to be there and drink with Bric’s to this new line. (P.P.)

MIPELMAGAZINE

29

AZIENDE


LEU LOCATI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.53 Pagina 30

AZIENDE

LEU LOCATI: UNA STORIA CHE CONTINUA CON SUCCESSO

MIPELMAGAZINE

30

IL LUSSO DEL BEN FATTO A cura di Paola Palmieri

Leu Locati è un nome che non ha bisogno di molte presentazioni e che ha tutte le ragioni per annoverarsi tra i grandi della pelletteria: un marchio con una grande tradizione alle spalle e con tante caratteristiche peculiari, tra cui una sede con annesso reparto produttivo nel centro di Milano, in una via elegante e che non lascerebbe sospettare questo “gioiello” di creatività made in Italy. Presente con orgoglio a tutte le cento edizioni del Mipel, l’azienda ha ricevuto un premio per la sua presenza nel corso della serata di gala di settembre 2011 ed è fiera di continuare un’opera che

non conosce rivali nel suo campo. Ci ha raccontato il titolare Paolo Amato: “Mipel rispetta la tendenza del momento e rimane un punto di immagine, una vetrina fondamentale per il settore. Sicuramente abbiamo assistito alla crisi del piccolo negozio a causa della concorrenza mondiale, che è stato in larga parte fagocitato dai grandi gruppi. Per continuare il proprio lavoro è importante essere un punto di riferimento, avere un marchio che possa

comunque imporsi. Nel nostro caso una grande storia alle spalle compensa la forte competizione dei paesi terzi”. Le creazioni Leu Locati sono preziose, sia in fatto di materiali che di lavorazioni e pertanto si situano in un’alta fascia del mercato: “Il lusso – riprende Paolo Amato – lo vediamo come cibo per lo spirito piuttosto che come espressione di benessere. Il piacere di possedere e creare cose belle è inestimabile”.


LEU LOCATI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.53 Pagina 31

AZIENDE

Leu Locati is a name that doesn’t need any presentation and can be, with no doubt, included among the top names in the leather industry; a brand which boasts a great tradition and many peculiar characteristics, amongst which the headquarter with adjoining production plant located right in the center of Milan, in an elegant way disclosing this “jewel” of creativity “made in Italy”. The company proudly attended all one-hundred editions of Mipel; and was awarded during the gala dinner of this last September 2011; proudly carrying on a work which is unrivalled in its segment. The owner, Paolo Amato, told us: “Mipel respects the trend of this moment and is a point of image, a fundamental

showcase for the sector. We witnessed the crisis of the small stores, which, because of the world competition, have been mainly absorbed by large groups. To carry on the own work, being a point of reference, having a brand capable of imposing itself, is of great importance. In our case, having a strong history compensates the harsh competition of third countries”. The creations branded Leu Locati are precious both as far as materials and finishes are concerned; therefore placing themselves in the high market range; “Luxury – goes on Paolo Amato – is food for the spirit rather than expression of well-being. The pleasure to have beautiful things is priceless”.

MIPELMAGAZINE

The luxury of the “well-done”

31

LEU LOCATI: A HISTORY WHICH SUCCESSFULLY GOES ON


Caleidos_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.53 Pagina 32

AZIENDE

LA COLLEZIONE CALEIDOS

ISPIRAZIONE MARE Mare, sole, isole del Mediterraneo…ecco l’ispirazione di Caleidos per la prossima Primavera/Estate.

MIPELMAGAZINE

32

A cura di Paola Palmieri Le proposte – in pelle, tessuto e panno sintetico – sono disponibili sia in colori accesi e vivaci, come il giallo, il fucsia, il verde e l’arancio, sia nelle tonalità neutre del ghiaccio, del bianco, del nero e del cioccolato. Maxi fiori su fondi dai colori brillanti e vivaci, piuttosto che fantasie batik o animalier si adattano bene al mood della stagione. Un fresco rigato in bianco, rosso e blu evoca subito un’atmosfera marina: borse, trousse e sacca da marinaio, sono perfetti per il weekend in barca. La collezione offre un’ampia scelta di modelli che vanno dalle forme più classiche e strutturate, a quelle più informali e disinvolte. Bauletti, shopping bag, kelly, tracolle, e pochette sono realizzati per soddisfare i gusti, sempre più esigenti, del pubblico femminile. Ogni borsa è rifinita con dettagli ricercati ed eleganti, applicazioni in vernice o pelle e mix accattivanti di materiali diversi. Non mancano gli accessori coordinabili, come portafogli, cinture, sciarpe e parei che arricchiscono e completano la collezione estiva.

THE NEW COLLECTION BY CALEIDOS

Inspirations from the sea The sea, the sun, the Mediterranean islands… have inspired Caleidos and its new collection for the upcoming Spring/Summer season. The proposals – in leather, fabric and synthetic cloth – are available both in bright and lively colors like yellow, fuchsia, green and orange; and in the neutral tones of cool white, white, black and chocolate. Maxi flowers applied on the bottom in brilliant and lively colors, or rather batik or animalier patterns, perfectly fit to the season’s mood. A fresh white-red-blue-striped pattern reminds of a marine atmosphere; bags, make-up bags and pea bag are perfect for a weekend on boat. The collection offers a wide range of models which shift from the most classic and structured lines to the most informal and casual ones. City bags, shoppers, kelly bags, shoulder bags and clutches satisfy the tastes, even the most demanding ones, of the feminine clientele. Each bag is finished with fine and elegant details, applications in patent leather or leather, and catchy combinations of different materials. There is also room for coordinated accessories like wallets, belts, scarves and beachrobe which enlarge and complete the Summer collection.


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.55 Pagina 34

MIPELMAGAZINE

34

TENDENZE

LE NUOVE TENDENZE DI ROBERTO RICCI

Non c’è futuro senza passato

Sembra una frase ovvia, “non c’è futuro senza passato”, ma a ripeterla e a pensarci bene non è così banale come sembra! Questo è uno dei concetti che si estrapolano dalle nuove tendenze dedicate al 101.mo Mipel presentate, create ed elaborate dal vulcanico e geniale Roberto Ricci. A cura di Paola Palmieri

Un book a disposizione esclusiva degli associati Aimpes, ricco di “perle” di saggezza stilistica e di nuove ispirazioni tutte da seguire con attenzione. Riprendendo il filo del discorso intessuto da Ricci, “tutto ci sfiorisce in mano, quello che era adesso è già passato. Ci siamo già

dimenticati dai capolavori, delle innovazioni, iper-sollecitati da nuove idee e non ci siamo resi conto che queste magie avvengono solo perché, precedentemente, qualcun altro ha gettato le basi perché ciò potesse accadere, qualcuno prima di noi ha lavorato a preparare questa evoluzione”.

Insomma pescando qui e lì per il prossimo inverno useremo pile economico per contrastare il gelo, il cotone bianco da camicia, le giacche a vento in leggerissimo pvc, i materiali shearling e i jeans omnipresenti in ogni stagione. Per le borse si punterà dunque sulle dimensioni medie, con tantissime


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 35

MIPELMAGAZINE

35

TENDENZE

NEW TRENDS BY ROBERTO RICCI

There’s no future without a past “There’s no future without a past” might seem an obvious statement, but if you think about its meaning, it is not as trivial as it might sound! This is one of the concepts which emerge from the new trends dedicated to the 101st edition of Mipel; which is presented, created, and elaborated by the explosive and genial Roberto Ricci. A book exclusively available to the associates of Aimpes, which is rich in stylish “pearls” of wisdom and new inspirations to be carefully followed. Returning to Ricci’s train of thought, “everything in our hands fades; what happened today has already passed. We have already forgotten about

masterpieces and innovations, because we are constantly surrounded by new ideas, and we no longer realize that the magic which takes place happens because somebody else has already laid the foundations for it; somebody before us worked to prepare this evolution”.


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 36

MIPELMAGAZINE

36

TENDENZE

tasche e ancora lampo e cerniere per la sicurezza, manici a braccio e qualche tracolla e pochette. Varie le tendenze: si parte dal glaciale, con borse moderatamente capaci al trend rugginoso, ove gli oggetti sono recuperati all’insegna del revival; poi si va al domestico un po’ rivitalizzato passando per il cittadino che esprime una quotidianità tra rispetto, necessità e trasgressione. Arriviamo al look “stradale”, con accessori di recupero, gioielli acciaio e pietre semipreziose e finiamo con il lavorativo, un po’ austero e connotato da dettagli decisi. E passando ai colori si va dal primo gruppo ovvero “reminiscenze” (bianco/ nero, verdi sobri, salvia e militare, oro e rosa) fino alla palette “tundra” (ruggine, malva, bruni e legno di rosa, paprika e ruggine); “sûreté” ovvero sicurezza denomina la terza cartella (cannella, mattone, verde classico, taupe e rosso) e “metropolitana” (blu, grigio, giallo pallido, nocciola) e “suddendly” (malachite, maionese, amaranto, prugna, ciliegia e blu lapislazzulo).


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 37

MIPELMAGAZINE

37

TENDENZE

So, for next winter, we take our cue from here and from there, using economical fleece to protect us from the cold weather; white cotton for our shirts; windbreakers in very light Pvc; and the ever present shearling and jeans, suitable for all seasons. The focus for bags is on a medium-size, with lots of pockets, security zippers, arm-handles, and some shoulder and clutch bags. Trends will be various; from the wintry-look, featuring moderately capacious bags with a rusty touch and recovered objects symbolic of revamping; to the revisited home and city look, which express daily life characterized by respect, necessity and transgression. We also find the “road” look, with recov-

ered items, steel jewels and semiprecious stones; finally arriving at the work look, which is slightly severe and characterized by decisive details. As far as colors are concerned, the first group is identified as “reminiscences” (white/black, sober greens, sage and military green, gold and pink), after which we pass to the “tundra” palette (rust, mauve, browns, rose wood and paprika). “Sûreté”, or rather, security identifies the third palette (cinnamon, brick red, classic green, taupe and red) along with “metropolitan” (blue, gray, pale yellow and light brown) and “suddenly” (malachite green, mayonnaise, reddish purple, plum, cherry red and lapis lazuli blue).


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 38

MIPELMAGAZINE

38

TENDENZE


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 39

MIPELMAGAZINE

39

TENDENZE


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 40

MIPELMAGAZINE

40

TENDENZE


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 41

MIPELMAGAZINE

41

TENDENZE


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 42

MIPELMAGAZINE

42

TENDENZE


Tendenze_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.56 Pagina 43

MIPELMAGAZINE

43

TENDENZE


TOSCA BLU_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.58 Pagina 44

AZIENDE

TOSCA BLU: UNA STORIA DI SUCCESSO

MIPELMAGAZINE

44

UN BRAND DINAMICO E FEMMINILE Tosca Blu ovvero colore, fantasia, femminilità: grazie agli investimenti attenti dell’azienda il marchio continua l’espanzione con successo in Italia e non solo. A cura di Paola Palmieri

Un marchio al femminile che presenta una vasta collezione di borse e anche calzature a ogni stagione, racchiuse in differenti linee per soddisfare ogni esigenza. Nato nel 1998 dall’esperienza dell’azienda Minoronzoni fondata vent’anni prima, che conta oggi oltre 200 dipendenti, Tosca Blu delinea un total look dinami-

TOSCA BLU: A HISTORY OF SUCCESSES

A dynamic and feminine brand Tosca Blu is synonym of color, fantasy, femininity; thanks to conscious investments carried out by the company, the brand goes on with its successful plan for growth not only in Italy. A feminine brand which presents a wide collection of bags and shoes for each season, which are divided into different lines to satisfy any need. Born in 1998 from the experience of the Minoronzoni company, which was founded twenty years before, Tosca Blu boasts today over 200 employees, and defines a dynamic total look; counting on a young management besides high quality standards; with boutiques in Italy, France, Rumania, Ukraine, Qatar, Kuwait, Croatia and Russia.In these pages, some of the new creations of different inspirations, which all present freshness of ideas and skillful manufacturing.

co, che si avvale di un management giovane e di alti standard qualitativi, con boutique in Italia, Francia, Romania, Ucraina, Qatar, Kuwait, Croazia e Russia. In queste pagine presentiamo alcune delle nuove creazioni tratte da diverse ispirazioni ma che presentano tutte una freschezza di idee e una sapiente realizzazione.


TOSCA BLU_MIP 9_08-Angi 28/12/11 14.58 Pagina 45

MIPELMAGAZINE

45

AZIENDE


Mood Indigo_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.01 Pagina 46

MIPELMAGAZINE

46

AZIENDE

DA UN’IDEA DI MOOD INDIGO

DAIDALOS OVVERO IL LABIRINTO

Da un’idea primordiale di sentieri mitologici, cunicolo antropologici nasce la borsa “labirinto” o “Daidalos” creata dalla fervida mente di Anna Bazzocchi ovvero Mood Indigo. È lei stessa a raccontarci la storia di questo pezzo unico, qualcosa a sé nel panorama della pelletteria, quasi una scultura, un archetipo.

FROM AN IDEA BY MOOD INDIGO

Daidalos or rather the labyrinth From a primordial idea of mythological paths and anthropological tunnels, the “labyrinth” bag or “Daidalos” comes into being; created by the lively imagination of Anna Bazzocchi or rather Mood Indigo. And she tells us about the story of this unique item, something different in the leather goods panorama, almost a sculpture, and archetype. The bag is equipped with a very particular opening system: “Who is making ready to enter its secret – explains Anna – to enter in the center of an item which should tell about functionality, realizes that it is not like that; the challenge becomes difficult and even a simple act turns into an venture. Simplest things become intricate but difficulties smooth out and unfold in a gesture. After all, sometimes it is pleasant to lose oneself …” Born from a project by Sebastiano Serlio

(1475-1554), elegant theorist of architecture from Bologna, here it is, the idea of a labyrinth in chased metal applied on the front side of the perfect bag which will open with a simple click. Precious leathers and golden metal create a primary representation of the human soul; the trip, the route bristled with difficulties and obstacles lies is the centre of the bag, and only for some it will disclose the secrets that only a woman can imagine being hidden inside it.

A cura di Paola Palmieri Dotata appunto di un sistema particolarissimo di apertura: “Chi si accinge ad entrare nel suo segreto – spiega Anna – nel centro di un oggetto che di per se stesso dovrebbe parlare di funzionalità, si accorge che in realtà non è così: la sfida si fa ardua e anche un semplice gesto si trasforma in un’impresa. Le cose più facili diventano intricate ma le difficoltà si appianano e si risolvono in un gesto. E del resto a volte è anche bello perdersi…” Nata da un progetto di Sebastiano Serlio, bolognese (1475-1554), elegante teorico dell’architettura, l’idea di un labirinto in metallo cesellato applicato sulla patta della borsa perfetta che si aprirà solamente con un… clic. Pelli preziose e metallo dorato creano dunque una rappresentazione primaria dell’animo umano: il viaggio, il cammino irto di difficoltà e impedimenti tende al centro della borsa che solo per alcuni si aprirà, rivelando i segreti che solo una donna può immaginarvi celati.


WINTER SESSION

LE CUBE IS THE NEW TRADE SHOW DEVOTED TO LEATHER GOODS AT PORTE DE VERSAILLES. LUGGAGE, SMALL LEATHER GOODS, SCHOOL AND BUSINESS BAGS FOR MEN, WOMEN AND KIDS.

21-24/ 01/2012 30/0603/07/ 2012 SUMMER SESSION

Porte de Versailles Paris www.whosnext.com

© RESEARCH STUDIOS PARIS

HALL 2.2

WSN12 CUBE MIPEL 212X285.indd 1

09/12/11 09:59


Lancel_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.02 Pagina 48

AZIENDE

DA UN’ICONA DI BELLEZZA UN MODELLO INEDITO

E LANCEL CREÒ... LA BORSA B.BARDOT

MIPELMAGAZINE

48

Nel 2010 la Maison Lancel, prima produttrice francese di pelletteria di lusso fondata nel 1876 da Angèle Lancel, ha creato in collaborazione con Brigitte Bardot, straordinaria icona di stile, la sua prima borsa ecologica. A cura di Paola Palmieri

Il risultato della collaborazione riflette la personalità di questa donna eccezionale: le linee della borsa B.Bardot prendono ispirazione dai suoi capelli, dalla sua silhouette, dalla sua grazia e dal suo spirito bohémien. Gli accessori di questa collezione celebrano lo spirito straordinario di questa artista lontana dalle convenzioni: il suo vestito da sposa ha ispirato il tessuto Vichy, la sua chitarra il ricamo della tracolla, le sue iniziali il pendente. Nel 2011 Lancel rivisita questo modello, un classico moderno, creando la borsa in paglia B.Bardot. Ancora una volta, que-

sta recente creazione è attenta alla natura, agli animali ed è prodotta con materiali totalmente riciclabili. Unendo la rafia e l’alcantara, la borsa in stile country reinventa la shopping bag per le vacanze. La B.Bardot in paglia è l’accessorio perfetto per vivere il look da città, da campagna o da spiaggia in maniera naturale ed elegante. Questa borsa richiama alla mente il profumo della Provenza, il canto delle cicale e il clima incantevole del sud della Francia. Libera e vivace, Brigitte Bardot promuove quei valori cari anche a Lancel e allo spirito di French Légèreté: joie de vivre, audacia e libertà.

FROM AN ICON OF BEAUTY, AN ORIGINAL MODEL

And Lancel created... the B.Bardot bag In 2010, Maison Lancel, first French producer of luxury leather goods founded in 1876 by Angèle Lancel, created, in collaboration with Brigitte Bardot, amazing icon of beauty, its first eco-friendly bag. The result of this cooperation reflected the personality of this extraordinary woman; the lines of the B.Bardot bag take inspiration from her hair, from her silhouette, from her grace and from her bohemian spirit.The accessories of this collection celebrate the extraordinary spirit of this artist, who was so distant from rules; her wedding dress inspired the Vichy fabric, her guitar the embroidery of the

shoulder bag; her initials the pendant. In 2011 Lancel refreshed this model, a modern classic, and created the B.Bardot straw bag. Once again, this recent creation pays attention to nature, animals and is produced with total recyclable materials. Combining rafia and Alcantara, this bag in country style reinvents the shopping bag for the holidays, The B.Bardot straw bag is the perfect accessory to

wear the city, country or beach look in a natural and elegant way. This bag reminds of the perfumes of Provence, the cicadas’ chirp and the fabulous climate of Southern France. Free and lively, Brigitte Bardot promotes those values that Lancel holds dear too, along with the spirit of French Légèreté: joie de vivre, audacity and freedom.


WINTER SESSION

THE INTERNATIONAL MEETING POINT FOR ACCESSORY DESIGNERS GATHERS 600 BRANDS THAT HAVE A HIGH BUSINESS AND CREATIVE POTENTIAL EACH SEASON

21-24/ 01/2012 30/0603/07/ 2012 SUMMER SESSION

HALL 2.2 / 3 / 4

Porte de Versailles Paris

© RESEARCH STUDIOS PARIS

www.whosnext.com

WSN12 PC MIPEL 212X285.indd 1

09/12/11 10:07


Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 50

MIPELMAGAZINE

50

GHOSTZIP

LO STILE SI RIFLETTE

GHIACCIO BOLLENTE Ghiaccio come immagine: pensiamo a “rinfrescare” il nostro guardaroba, oppure a dare sollievo nei momenti più caldi dell’estate, o ancora a evocare immagini di femminilità e di giochi amorosi. Ma in questo caso il ghiaccio appare come uno specchio magico ove si riflettono le borse, a ingrandire i loro particolari più interessanti, a giocare con l’immagine, come del resto vuole da sempre la moda. (P.P.)

REFLECTIONS OF STYLE

HOT ICE Ice as image; just think about refreshing your wardrobe, or about having a little relief in the warmest Summer moments; or again about evoking images of femininity and loving games. But in this case ice is like a mirror reflecting bags and making the most interesting details bigger; a play of image as, after all, fashion always requests. (P.P.)


CAVALCANTI

MIPELMAGAZINE

51

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 51


MIPELMAGAZINE

52

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 52

LANZETTI BY LEXIAPEL


MANIA

MIPELMAGAZINE

53

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 53


MIPELMAGAZINE

54

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 54

PARMEGGIANI


Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.04 Pagina 55

MIPELMAGAZINE

55

PAOLO MASI


MIPELMAGAZINE

56

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.05 Pagina 56

GHIBLI


CAPOVERSO

MIPELMAGAZINE

57

Ghiaccio_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.05 Pagina 57


International Exhibition of Shoes and Leather Products Mеждународная выставка oбуви и гoтoвыx изделий из кожи Expocentre Fairgrounds Moscow, Russia ЦBK «Экспоцентр», Mocква, Pоссия

20-23 March/Mарта 2012 выставка итальянcкой oбуви

24-26 April/Aпреля 2012 16-19 October/Oктября 2012 Organized by / Opгaнизаторы:

Supported by: При поддержке:

For more information please contact: Для получения дополнительной информации обращаться:

Bologna, Italy • e-mail: fairsystem@fairsystem.it Tel/Tел. +39 051 282848 Fax/Факс +39 051 282895

Ad_Obuv'2012_212x285.indd 1

20/11/11 18.49


Furla_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.07 Pagina 60

MIPELMAGAZINE

60

AZIENDE

FURLA: VIAGGIO IN ITALIA

DALLA CANDY BAG ALLA “CANDY-BRISSIMA” Testo e foto di Paola Palmieri

La Candy Bag, il bauletto lanciato la scorsa stagione da Furla e da subito best seller e icona dell’innovazione e della creatività del marchio, è fulcro di nuove sperimentazioni: da una serie di special edition in materiali inediti, tra cui la versione super-trendy in gomma e vitello stampa pitone, all’interpretazione in esclusiva per la stampa dell’artista Sissi. Quest’ultima elabora il progetto

“Candy-brissima”, ovvero la moda come “ibrido” creativo, e mette in scena l’installazioneperformance “Changeable Identity”. I valori del brand prendono, così, forma: l’inconfondibile stile italiano, la passione per l’arte, lo stupore e l’ironia come fonti irrinunciabili di ispirazione. La collezione Furla per la prossima primavera-estate è un diario di viaggio ricco di appunti visivi

e tattili sul Mediterraneo e la tradizione italiana. I colori della natura: il blu del cielo, il nero e bianco di sassi e scogli, i toni caldi della terra, del miele, del rosso e del giallo, con note oro e argento. I materiali: pelle di toro, cuoio effetto vintage, tela grezza sale e pepe, insieme a rettile e materiali d’ispirazione high tech come il neoprene. Un’atmosfera naturale e luminosa


Furla_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.07 Pagina 61

AZIENDE

FURLA: TRAVELLING ALONG ITALY

onist is the Candy Bag with several special editions among which stands out the city bag in rubber and calf skin inserts with python prints, declined in a fresh and lively blue-green. A play of creativity of Italian taste which characterizes the other versions featuring bold combinations and techno-artisanal finishes; rubber and wicker in perfect “Dolce Vita” style; rubber and feather boa perfect for the Venice red carpet; rubber and ultra-light aluminum rivet together like the airplanes’ fuselages. The Candy Bag is also protagonist of the installation-perfor mance “Changeable Identity”. An initiative which expresses Furla’s desire to experiment new solutions and new artistic expressions. The bag, reinterpreted by the artist Sissi, becomes a hybrid of styles and suggestions: “Candy-brissima”, in tune with the artist’s philosophy, interprets fashion as continuous merging of personal emotions. In this performance, Sissi puts up a sort of hyper-creative production line; four people assemble different elements which she designed before. Each of them stands out for materials, colors, details which express a specific style, mood, which the artist classifies with fantastic names. Combining them, a gallery of stunning Candy-brissime takes form.

MIPELMAGAZINE

che vede protagonista la Candy Bag con una serie di special edition fra le quali spicca il bauletto in gomma e inserti in vitello stampa pitone declinato in un fresco e vivace turchese. Un gioco di creatività tutta italiana che prosegue nelle altre versioni caratterizzate da audaci accostamenti e lavorazioni tecno-artigianali: gomma e midollino in perfetto stile Dolce Vita, gomma e boa di struzzo da red carpet di Venezia, gomma e alluminio super leggero rivettati come le fusoliere degli aereoplani. La Candy Bag è anche al centro dell’installazione-performance “Changeable - Identity”. Un’iniziativa che esprime la voglia di Furla di sperimentare sempre nuove soluzioni e nuove espressioni artistiche. La borsa, reinterpretata dall’artista Sissi, diventa un ibrido di stili e suggestioni: “Candy-brissima”, in sintonia con la filosofia dell’artista, che concepisce la moda come mescolanza continua di emozioni personali. Nella performance, Sissi mette in scena una sorta di ipercreativa catena di montaggio: quattro persone assemblano fra loro diversi elementi da lei precedentemente progettati. Ciascuno si contraddistingue per materiali, colori, dettagli che esprimono uno specifico stile, stato d’animo che l’artista ha classificato con nomi fantastici. Combinandoli fra loro, prende vita una galleria di sorprendenti Candy-brissime.

The Candy Bag, the city bag launched last season by Furla, which became, since the very beginning, icon of the brand’s innovation and creativity, represents the core of new experimentations; from several special editions in unusual materials, among which the super-trendy model in rubber and calf leather with python prints, to the exclusive interpretation by the artist Sissi for the press. This last version develops the project “Candybrissima”, in other words, fashion as creative “hybrid”, and puts up the installation-performance “Changeable - Identity”. The brand’s values take then shape; the unmistakable Italian style, the passion for arts, the astonishment and the irony as unmissable sources of inspiration. Furla’s collection for next spring-summer is a travel book rich of visual and tactile notes on the Mediterranean area and the Italian tradition. The colors of nature. The blue of the sky, the black and white of stones and rocks, the warm tones of earth, honey, red and yellow, with golden and silver touches. The materials. Bull skin, leather in vintageeffect, salt-and-pepper raw canvas, along with reptile and materials of high-tech inspiration like neoprene. A natural and bright atmosphere whose protag-

61

From the Candy Bag to the “Candy-brissima”


Cerruti 1881_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.09 Pagina 62

AZIENDE

CERRUTI 1881: TRA ITALIA E FRANCIA

UN CONNUBIO DI ELEGANZA E STILE

MIPELMAGAZINE

62

Il marchio Cerruti 1881 è sinonimo di eleganza ed è caratterizzato da un concetto di lusso che pone le sue radici nella realtà produttiva italiana, legandosi a un gusto tipicamente francese. La collezione pelletteria prodotta dalla ditta varesina Principe è infatti ispirata alle linee di abbigliamento presentate a Parigi ed è contraddistinta da una costante ricerca sia sui materiali, sia nelle forme e nei dettagli. A cura di Paola Palmieri

In particolare la nuova collezione donna sceglie materiali e forme preziosi e ricercati. Per chi ama le linee geometriche le tracolle e le borse a mano sono in nappa di vitello (Caren) con manici tubolari arricchiti da inserti in metallo personalizzati o in nappa e vernice per le proposte più moderne (Eugenie). Eleganti e attuali sono le due manici semi rigide (Audrey) in vitello saffiano con profili a taglio a vivo e dettagli in metallo, che al loro interno racchiudono numerosi scomparti. Tra le tante proposte in evidenza anche le Tote Bags, quasi delle cartelle da ufficio con multi tasche interne realizzate in diversi materiali, dal tessuto logato Cerruti 1881 (Seline) al canvas unito alla pelle (Christy). E ancora una sacca (Jose-phine) anch’essa in vitello granato, destrutturato con manici intrecciati a mano, mentre per la sera si trovano dei piccoli scrigni, dedicati alle occasioni più importanti. Parliamo di micro borse semirigide a mano in vitello stampa pitone o granato (Tricia), con tracolla a catena realizzate in diversi materiali in vitello granato, in vernice e in vitello “chicco di riso”, impreziosite da chiusure a girello in metallo in stile retro’ anni ’50 (Britney).

La collezione sul versante maschile presenta invece linee attuali ed essenziali , in parte quasi unisex come nelle proposte in bilico tra viaggio e lavoro. Ritornano ad esempio le cartelle rigide a un manico (Bristol), caratterizzate da un particolare elemento frontale “a busta” e rese moderne dalle lavorazioni a taglio vivo e dal design del manico. La tracolla in vitello intrecciata a mano è preziosa e ricercata, ed esiste in versione anche la versione in nylon liscio con tracolla a nastro a due colori (Deauville). Tra i modelli più giovani le immancabili tracolle: le più attuali sono in vitello nero con dettagli del fianco e sottopatina in blu a contrasto (Austin), che si alterna-

no a quelle in nylon con chiusura a scatto frontale personalizzata (Bruges). E come novità citiamo anche il trolley bagaglio cabina a tre funzioni (Amsterdam): realizzato in morbido nylon liscio con dettagli in pelle di vitello granata; che a seconda delle necessità si può trasportare a mano, come trolley o a spalla grazie alla presenza di una tracolla. A completare entrambe le collezioni uomo e donna si trovano numerose proposte di piccola pelletteria, portafogli e cinture realizzate negli stessi pellami e arricchite dagli stessi dettagli delle borse.


Cerruti 1881_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.09 Pagina 63

A union of elegance and style The brand Cerruti 1881 is synonym of elegance and is characterized by a luxury concept which is rooted in the Italian tradition; but features references of typical French taste. The leather goods collection produced by the Varese company Principe, takes, in fact, inspiration from the clothing lines presented in Paris; and distinguishes itself for a constant research on materials, shapes and details. Specifically, the new women’s collection chooses precious and refined materials and shapes. For the lovers of geometric lines, shoulder bags and city bags are realized in calf nappa leather (Caren) with tubular handles embellished with personalized metal inserts; or in nappa and patent leather for the most modern proposals. (Eugenie). The two-handles half-rigid bags are elegant and modern (Audrey); are realized in textured leather with raw cut profiles and metal details; and have inside several pockets. Among the many proposals in the limelight we also find the Tote Bags, similar to briefcases with multipurpose inner pockets realized in different materials, from the fabric branded Cerruti 1881 (Seline) to canvas combined with leather (Christy). And again a big bag (Josephine) in textured calf skin too; which features a destructured line handinterwoven handles; whilst for the evening, we find little cases dedicated to the most important occasions. We are talking about half-rigid micro-bags in calf skin with python or textured prints (Tricia), featuring a metal chain shoulder strap and realized in different materials in textured calf skin, patent leather and “rice grain” calf skin, embellished with metal turn lock clasp closure recalling the retro style of the Fifties (Britney). On the front of men’s collection, we find modern and essential lines, partially unisex like the proposals hanging between travelling and work.There are again one-handle rigid briefcases (Bristol), charac-

terized by a special “envelope-like” frontal element with a modern touch conveyed by raw-cut finishes and handle design. The shoulder bag in hand-interwoven calf skin is precious and refined, and is available in smooth nylon with two-colored shoulder strap (Deauville). Among the youngest models, the unmissable shoulder bags; the most modern ones are proposed in black calf skin with details on one side and frontal flap inner side in contrasting blue (Austin), which alternate to the ones in nylon with personalized frontal lock closure (Bruges). As novelty, we must mention the cabin trolley, with three functions (Amsterdam); realized in smooth and soft nylon features details in textured calf skin; which, according to the need, can be hand-carried as trolley, or as shoulder bag, thanks to the presence of a shoulder strap. Several proposals of small leather goods, wallets and belts complete both men’s and women’s collections; which are realized in the same leathers and are embellished with the same bags’ details.

MIPELMAGAZINE

CERRUTI 1881: BETWEEN ITALY AND FRANCE

63

AZIENDE


Red. Romania_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.10 Pagina 64

AZIENDE

FOCUS SULLA ROMANIA

Moda e contenuti

MIPELMAGAZINE

64

In questi ultimi anni diverse aziende provenienti dalla Romania hanno presenziato al Mipel: qui presentiamo tre proposte viste in fiera che si fanno notare per l’attenta lavorazione, la selezione dei materiali spesso italiani e offrono comunque un ventaglio di stili differenti a mostrare la varietà della proposta. (P.P.) FOCUS ON RUMANIA

Fashion and contents In these last years, several companies from Rumania attended Mipel: hereafter, we present three proposals displayed at the trade show, which stand out for the careful finishing and the selection of materials, often Italian; and offer a wide option of different styles which show the variety of the proposal.

Tris


Red. Romania_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.10 Pagina 65

AZIENDE

MIPELMAGAZINE

65

Viole del Re


Red. Romania_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.10 Pagina 66

MIPELMAGAZINE

66

AZIENDE

Anna Fellini


GILDA TONELLI_MIP 9_08-Angi 03/01/12 11.19 Pagina 68

AZIENDE

LE PROPOSTE DI GILDA TONELLI

COORDINATI DI MODA Stampe in primo piano e coordinati di moda: ecco le proposte colorate e iper-femminili firmate Gilda Tonelli. PROPOSALS BY GILDA TONELLI

MIPELMAGAZINE

68

Fashion co-ordination Close-up on prints and fashion co-ordinates: here is colourful and hyper-feminine proposals signed Gilda Tonelli.


GILDA TONELLI_MIP 9_08-Angi 03/01/12 11.19 Pagina 69

MIPELMAGAZINE

69

AZIENDE


MIPELMAGAZINE

70

BO N FA N TI

POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.11 Pagina 70


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.11 Pagina 71

di Paola Palmieri

Le borse per la nuova stagione si vestono con fantasia: in evidenza le fantasie floreali, i dettagli o profili a contrasto, le frange cow-girl, le stampe su pelle con effetto vintage; e ancora immagini di viaggio colorate e allegre, lavorazioni a rilievo con effetti zig-zag oppure semplicemente nuove forme tutte da scoprire e colmare degli oggetti preferiti, da portare sempre con sĂŠ.

FINISHES, COLORS AND DETAILS

A wide range of proposals Fantasy characterizes the bags of the new season; in the limelight we find floral patterns, contrasting details or trims, cow-girl fringes, prints on leather with vintage effect; and again, colorful and cheerful travel images, makings in relief with zigzag effects or simply new shapes to discover and fill with your preferred things, to always carry with you.

MIPELMAGAZINE

Un ventaglio di proposte

71

LAVORAZIONI, COLORE E DETTAGLI


MIPELMAGAZINE

72

S. A. P. A. F.

POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.11 Pagina 72


MIPELMAGAZINE

73

TE D

BE NS ON

POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 73


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 74

MIPELMAGAZINE

74

RIPA NI


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 75

MIPELMAGAZINE

75

VAL E ORL NTINO AND I


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 76

MIPELMAGAZINE

76

SEA

STA

R


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 77

MIPELMAGAZINE

77

O IM S S I MA ULL TR


POUTPURRI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.12 Pagina 78

MIPELMAGAZINE

78

IA GN IO A G MP AG CO L VI DE


FERRUCCIO VECCHI_MIP 9_08-Angi 03/01/12 11.19 Pagina 79

MIPELMAGAZINE

79

AZIENDE

FERRUCCIO VECCHI

ACCESSORI MODA MADE IN ITALY La Ferruccio Vecchi da venticinque anni produce accessori moda: cappelli, borse, sciarpe e guanti caratterizzati da un’accurata ricerca dei materiali, design al passo con le indicazioni del mondo della moda, cura della qualità, pregio ed esclusività tipiche del prodotto made in Italy.

La specializzazione delle maestranze, l’accuratezza delle lavorazioni completamente effettuate in Italia e l’utilizzo di materiali pregiati consentono di ottenere prodotti qualitativamente elevati e contraddistinti da un inconfondibile gusto italiano.

FERRUCCIO VECCHI

Made in Italy fashion accessories

The Ferruccio Vecchi’s company has been producing fashion for twenty five years. Ferruccio Vecchi’s hats, handbags, scarves and gloves are characterized by the careful selection of the materials, the fashionable and always in the latest trend design, the high quality and by the value and exclusivity, which are typical of every “made in Italy” product. The high quality of the products and their unique Italian style are due to the work of skilled craftsmen, the high quality of the materials and the extreme attention to every single step of the working process, which is entirely made in Italy.

A cura di Paola Palmieri


BECATO_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.13 Pagina 80

AZIENDE

LA NUOVA COLLEZIONE BECATÒ

STILE ANNI SETTANTA

Testo e foto di Paola Palmieri

MIPELMAGAZINE

80

Ancora una volta è lo stile degli anni ‘70, con i suoi colori caldi e i suoi accesi contrasti bicolor, il protagonista della nuova collezione Becatò. Le nuove borse e accessori per la stagione estiva valorizzano una donna sofisticata e raffinata, che riesce a dosare sapientemente tutti gli elementi di forte impatto cromatico che hanno caratterizzato la moda seventy. Le stampe multicolor personalizzano la linea Cosmopolitan con i nomi delle nazioni, reinterpretate

con colori imprevedibili in nuove forme squadrate ancora più grandi. La reinterpretazione delle forme a sacca in camoscio traforato, viene riproposta, per questa stagione, in tutti i colori. Grandi e con inserti intrecciati di pelle nature, le borse in canvas diventeranno il must per le prossime vacanze: molto capienti e allo stesso tempo leggere, con quell’aria vissuta esaltata dalla tela, regalano un look sporty-chic, che la rendono l’accessorio ideale per i viaggi del week-end o per facilitare gli spostamenti dalla spiaggia prima di una passeggiata di shopping.

Il richiamo alla terra, leitmotiv di tutte le collezioni Becatò, è proposto su pellame di vacchetta naturale, più rigido nella forma ma particolarmente liscio al tatto. Spiccano inoltre i modelli in pelle saffiano, sempre ultra morbidi al tatto ma con sostegno che rendono questa linea la più seria e rigorosa. A impreziosirne le rifiniture, sono utilizzati nuovi materiali color oro nelle chiusure, nei dettagli e in alcune applicazioni, come sui modelli in stampa pitone su pellame di vitello. Tutti i prodotti Becatò sono realizzati a mano solo da artigiani italiani.


BECATO_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.14 Pagina 81

AZIENDE

THE NEW COLLECTION BY BECATÒ

The new bags and accessories for the Summer season enhance a sophisticated and refined woman, who is capable to wisely balance all elements of strong chromatic impact that have characterized fashion during the Seventies. Multi-colored pr ints customize the Cosmopolitan line, and features the names of nations; reinterpreted with unexpected colors and new and even bigger squared shapes. The reinterpretation of sacks in perforated suede is proposed again, for this season, in all colors. Bags in canvas will turn into a real must for the next holidays; and are proposed in big sizes

with interwoven inserts in nature leathers; really capacious but at the same time light, with that worn look that enhances the canvas and conveys a sporty-chic look making them a perfect accessory for a week-end trip or for easily leaving the beach before a shopping session. Earth recalls, which are the leitmotiv of all collections branded Becatò, are proposed on natural cowhide, which features a more rigid shape and a particularly smooth touch. Models in Saffiano leather are worth mentioning; ultra-soft to the touch but with a support that makes this line the most serious and rigorous one. Finishes are embellished with new materials in golden colors applied to closures, details and some applications, like on models featuring python pattern printed on calf leather. Exclusively Italian artisans realize all handmade products branded Becatò.

MIPELMAGAZINE

The 70’s style, with its warm colors and contrasting two colors, is again protagonist of the new collection branded Becatò.

81

70’s style


Fossil_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.14 Pagina 82

AZIENDE

FRANCESCA FABRIS UFFICIO STAMPA FOSSIL ITALIA CON FRANCESCO SETTE, LEATHER SALES MANAGER FOSSIL ITALIA.

MIPELMAGAZINE

82

FRANCESCA FABRIS, PRESS AGENCY OF FOSSIL ITALIA WITH FRANCESCO SETTE, LEATHER SALES MANAGER OF FOSSIL ITALIA

SUCCESSO PER LA PELLETTERIA FOSSIL ITALIA

GIOVANE CON ESPERIENZA A cura di Paola Palmieri

Già nota in Italia e nel mondo per la produzione e distribuzione di orologi e bijoux sia legati alle grandi griffe che con la propria linea, Fossil ha lanciato nel nostro paese un anno fa la prima collezione di pelletteria, che comprende borse da donna e da uomo, articoli per il tempo libero e piccola pelletteria. Un evento organizzato a Milano dall’azienda nel giorno della festa americana del Ringraziamento è stata l’occasione per conoscere meglio la realtà produttiva e commerciale di Fossil Italia. E l’atmosfera piacevole che si respira è quella di una azienda dinamica, giovane e competente, con un bagaglio di grande esperienza alle spalle. Ci ha spiegato Francesco Sette, Leather Sales Manager dell’azienda Fossil Italia (con sede a Vicenza): “In realtà Fossil negli Stati Uniti e in altri paesi già presentava una linea di accessori di pelletteria. Il salto in Italia è avvenuto invece l’anno scorso. Il

nostro paese infatti rappresenta una tipologia di mercato più difficile ed esigente. Diciamo che ciò che all’estero ha successo non è detto che in Italia piaccia. Mentre è vero in generale il contrario: ciò che si vende in Italia piace universalmente. Pertanto abbiamo compiuto diversi studi e apportato modifiche e aggiunto dettagli ad hoc.”. Fossil è già presente in molti negozi di orologi e bijoux di alta gamma, per la pelletteria sono stati prescelti naturalmente altri canali: “In realtà abbiamo considerato la situazione italiana, che si basa ancora molto sui negozi specializ-

zati al dettaglio e in linea di massima ci siamo introdotti in questo canale. Abbiamo anche in atto una distribuzione in alcuni magazzini Coin selezionati in diverse città italiane che sta andando molto bene. Non escludiamo una compresenza della linea orologi e bijoux con la pelletteria in aree di vasta superficie”. Tra le linee presentate per la prossima primavera-estate, già viste anche a Mipel con grande successo, in evidenza particolare la collezione Vintage Keyper, realizzate in canvas cerato con tracolle e manici in pelle in fantasie colorate sui toni pastello e vivaci.


Fossil_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.14 Pagina 83

AZIENDE

SUCCESS FOR THE LEATHER GOODS BRANCH OFFOSSIL ITALIA

Young and experienced But just last year we upped the quality. Our country, in fact, represents a more demanding and difficult kind of market. In other words, what is successful abroad, isn’t necessary successful in Italy too. On the contrary, the opposite is true; what is well-sold in Italy, is then universally successful. Therefore, we carried out various researches, improved our products and added tailored details”. Fossil is already present in several top-range shops of watches and bijoux jewels; for the leather goods line other channels have been selected; “Actually, we have considered the Italian reality, which still refers to specialized

retailers; and we entered this channel. We are also carrying out a distribution in some selected Coin department stores located in different Italian cities, which is very successful. We don’t exclude the combination of the watches and bijoux jewels lines with the leather items one in wider areas”. Among the lines presented for the upcoming Spring/Summer season, which were already displayed at Mipel and registered an excellent success, mentionable is the Vintage Keyper collection, realized in waxed canvas with shoulder straps and leather handles, featuring colorful patterns in pastel and bright tones.

83

offered the opportunity to see in detail the production and business reality of Fossil Italia; and conveyed the image of a dynamic, young and competent company boasting a huge expertise. Francesco Sette, Leather Sales Manager of Fossil Italia (with headquarter in Vicenza) explained: “Actually, Fossil was already present in the United States and in other countries with an own line of leather accessories.

MIPELMAGAZINE

known in Italy and worldwide for the manufacturing and distribution of watches and bijoux jewels both for renowned fashion labels and for its own line; launched, one year ago in our country, its first collection of leather items; which included women’s and men’s bags, items for free time and small leather goods. An event organized by the company on the occasion of the American Thanksgiving Day

Covered by Paola Palmieri


OTTAVIA FAILLA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.15 Pagina 84

MIPELMAGAZINE

84

AZIENDE

OTTAVIA FAILLA SI ISPIRA AI FIORI

PREZIOSE E ARTIGIANALI Testo e foto di Paola Palmieri

Per la prossima primavera/estate, l’esuberante designer Ottavia Failla trae ispirazione dal vivace e colorato mondo dei fiori: tra le eleganti fantasie multicolore in stile giapponese e i disegni di rose rosse, o verdi e lilla, che caratterizzano le nuove borse e gli accessori più vanitosi della stagione. Oltre alle stampe “flower” ricreate sui tessuti più delicati e sulle pregiate sete comasche, questo romantico richiamo rivive soprattutto sui bracciali con origami di boccioli, e nelle decorazioni delle “coffe” di paglia e delle tote bag di fettuccia intrecciata, su cui spiccano petali laccati di rosso e piccoli bouquet modellati con le cerniere. Le forme di sempre sono impreziosite dall’originale sacchetto “svuota-borse”, che una volta riempito del contenuto necessario, può essere estratto e inserito a piacere all’interno dei diversi modelli permettendo di cambiare

l’accessorio in modo pratico e veloce secondo il look desiderato. Dal concetto di funzionalità e leggerezza dei mesi caldi, nasce anche la nuovissima Mamà Bag: una capiente maxi sacca, morbida e destrutturata, realizzata in tessuto trapuntato lurex, nelle tonalità oro o argento, costruita con molteplici scompartimenti e dedicata alle neo-mamme che desiderano essere sempre fashion. Il distintivo codice glamour di Ottavia Failla trova il suo massimo risalto nelle iconiche clutch e tracolline di micro paillettes satinate, lucide e opache, proposte

attraverso i diversi bagliori dell’oro, argento, bronzo, blu, verde smeraldo, beige, fucsia e lilla, spesso arricchite da grandi fiocchi romantici. Accanto ai caftani compaiono poi i nuovi copri-costume in seta trasparente o satin, dotati di piccole bretelline e modellati a incrocio per diventare abiti leggeri e sempre chic dal giorno alla sera; da accessoriare con le collane gioiello che uniscono fasce di seta a pendenti di pietre dure, e con i graziosi copricapo a cerchietto, ispirati ai macro origami floreali giapponesi o ai vezzosi baschi francesi.


OTTAVIA FAILLA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.16 Pagina 85

MIPELMAGAZINE

85

AZIENDE

OTTAVIA FAILLA, INSPIRATIONS FROM FLOWERS

Precious and handmade For the upcoming Spring/Summer season, the exuberant fashion designer Ottavia Failla takes inspiration from the lively and colorful world of flowers; and proposes elegant and multi-colored patterns in Japanese style, besides red roses, greens and lilacs, which characterize the vainest bags and accessories of the season. In addition to “flower” prints, which are applied on the most delicate fabrics and precious Como silks, this romantic look is above all proposed in bracelets with paper-folding of buds, in the decorations of straw “baskets” and of tote bags in interwoven binding, on which red petals in patent leather and small bouquets realized with zips stand out. Shapes are always embellished with the original “empty-bag” sack, which, once filled with the necessary content, can be removed and inserted into different models, allowing therefore the change of the accessory in a practical and rapid way according to the wished look. The brand new Mamà Bag comes into being from the concept of functionality and lightness of the warmest months; a capacious maxi-sized bag, soft and destructured, which is realized in

padded Lurex fabric in the tones of gold and silver, and equipped with several pockets, perfect for new mothers wanting to be always fashionable. The distinguishing Ottavia Failla’s glamour code finds its highest expression in the iconic clutches and small shoulder bags in glossed micro-sequins, with gloss or matt effect, which are proposed in different glares of gold, silver, bronze, blue, emerald green, beige, fuchsia and lilac, often enriched with big romantic bows. In addition to caftans, we also find the new beachrobe in transparent silk or satin, which is completed by shoulder straps in interwoven motif; to complete with jewel-necklaces combining silk bands and pendant stones, and with nice hairband-head cover ing inspired by Japanese floral macro paper-folding or charming French berets.


PERGOLESI_MIP 9_08-Angi 03/01/12 11.20 Pagina 86

AZIENDE

PERGOLESI: CLASSICO CON BRIO

BLU PROTAGONISTA PERGOLESI: WHIMSY AND CLASSICAL

MIPELMAGAZINE

86

Blue protagonist


WE-LOVE date2012-Mipel

9-09-2011

15:52

Pagina 15

4-7 marzo 2012


MIPELMAGAZINE

88

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 88


Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 89

QUANDO IL PARTICOLARE È TUTTO

Questione di dettagli che si tratti di occhielli metallici disposti ad hoc, di un marchio impresso a caldo, di tanti bottoni colorati sparsi con immaginazione, di un pendente con frange o di un originale logo sempre in metallo, la sostanza non cambia.

89

A volte più dell’insieme colpisce un dettaglio: questo è vero soprattutto nella moda. Quante volte più di una mise completa ci si ricorda di un colore, di un accessorio, di un tocco luccicante? Ecco in queste pagine la summa del concetto:

MIPELMAGAZINE

A cura di Paola Palmieri

URBANIKA B

WHEN DETAIL IS ALL

A matter of details Sometimes, a single detail strikes most than the whole; and this is true above all in fashion. How often do we remember a color, an accessory, a glittering touch rather than complete outfit? In these pages, we propose the substance of this

concept; whether we are talking about metal buttonholes wisely posed, a hot printed brand, many colorful buttons posed with imagination, a pendant with fringes or an original metal logo, the essence doesn’t change. (P.P.)


MIPELMAGAZINE

90

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 90

S.A.P.A.F.


MIPELMAGAZINE

91

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 91


MIPELMAGAZINE

92

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 92


MIPELMAGAZINE

93

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 93

BARBARA MILANO


MIPELMAGAZINE

94

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 94

CAPAF


MIPELMAGAZINE

95

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 95


MIPELMAGAZINE

96

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.17 Pagina 96


MIPELMAGAZINE

97

Particolari_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.18 Pagina 97

GC CASTELLARI


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.19 Pagina 98

MIPELMAGAZINE

98

SFILATE

ENTUSIASMO PER MILANO MODA DONNA

LORENZO RIVA

Il sole splende sul Made in Italy L’ultima edizione di Milano Moda Donna si è rivelata particolarmente ricca sia in termini di qualità delle collezioni che di quantità di eventi glamour. A cura di Paola Palmieri

Dopo un’inizio, che sembrava difficile a causa del cambio di location deciso all’ultimo minuto, la settimana della moda milanese organizzata e promossa dalla Camera Nazionale della Moda Italiana si è svolta al meglio e in armonia e tutto ha funzionato nel migliore dei modi. Anche il tempo insolitamente caldo e assolato ha reso la città di Milano ancora più piacevole da visitare in ogni sua meta. Gli stilisti hanno proposto collezioni particolarmente interessanti

e nuove, che hanno ottenuto grandi successi a detta di tutti, dalla stampa ai compratori, nazionali ed internazionali. “Un fattore importante che ha caratterizzato questa settimana dice il Presidente di CNMI Mario Boselli - è stato il clima. Non intendo quello meteorologico, anche se il sole e il bel tempo di questi giorni ci hanno sicuramente aiutato, ma quello economico che, pur rispecchiando il momento di difficoltà dei mercati finanziari, conferma però


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.19 Pagina 99

AN EXCITING MILANO MODA DONNA

Sun shines on Made in Italy The edition of Milano Moda Donna, which recently came to a conclusion, was particularly rich in terms of quality of the collections and number of glamorous events. After a start, which seemed to be uncertain because of the change of location which was decided at the last moment, the Milanese fashion week, organised and proposed by the National Chamber of Fashion, took place in perfect harmony; and everything went in the best possible way. Weather too, which was unusually warm and sunny, made visiting the beauties of the city of Milan

even more pleasant. Fashion designers proposed collections which were particularly interesting and new; and which were acclaimed by everybody, from the press to National and International buyers. “An important factor that characterized this week - says Mario Boselli, President of CNMI - was the climate. But I don’t mean the

meteorological one, even if sun and good weather of these days certainly helped us; I rather refer to the economic climate, which, though reflecting the difficult moments the financial markets are going through, confirms, however, a positive trend in our sector. I specifically refer to the outlooks which foresee an increase of +4% of the turnover in the fabricclothing-fashion segments“.

AIGNER

ENRICO COVERI

AIGNER

CRISTIANO BURANI

MIPELMAGAZINE

99

SFILATE


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.19 Pagina 100

KRIZIA

Visitors and operators could enjoy a bubbling and active Milan, which honoured fashion and Made in Italy. “The last date scheduled within Milano Moda Donna was dedicated to young talents - continued Boselli – the best way to look to the future and grant continuity to the excellent work carried out by our top designers of Made in Italy.”

GABRIELE COLANGELO

The city, along with the National Chamber of Fashion, hosted many moments of aggregation, above all in via Mercanti, where the sponsors of Cnmi created many initiatives attended by Milanese citizens, tourists, passer-by and onlookers. The whole fashion world enlivened the city which was permeated by an atmosphere of enthusiasm and collaboration, that wasn’t felt for a long time.

mente viva la città, donandole un’atmosfera di entusiasmo e collaborazione che non si percepiva da tempo. Visitatori e operatori hanno vissuto una Milano effervescente ed energica, che ha fatto onore alla moda e al Made in Italy. “L’ultimo appuntamento di Milano Moda Donna è stato quello con i giovani, - ha continuato Boselli - il modo migliore per guardare al futuro e dare continuità al lavoro eccellente dei nostri grandi stilisti del Made in Italy.”

ROCCOBAROCCO

un segno positivo per il nostro settore. Mi riferisco infatti alle prospettive che vedono una crescita del +4% del fatturato del tessile-abbigliamento-moda”. La città ha vissuto insieme alla Camera Nazionale della Moda Italiana molti momenti di aggregazione, soprattutto in via Mercanti dove gli Sponsor Cnmi hanno ideato numerose iniziative alle quali hanno partecipato cittadini milanesi, turisti, passanti, curiosi. Il mondo della moda all’unisono ha reso particolar-

ERMANNO SCERVINO

MIPELMAGAZINE

100

EVENTI


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.20 Pagina 101

L’AUTRE CHOSE

AIGNER

AIGNER

LANIFICIO COLOMBO

MIPELMAGAZINE

MARIELLA BURANI

AIGNER

ERMANNO SCERVINO

101

EVENTI


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.20 Pagina 102

EVENTI

BALDININI

CUSTO ACCESSORIES

BALDININI

MIPELMAGAZINE

102

CUSTO ACCESSORIES

CUSTO ACCESSORIES

BALDININI

MARIA BIANDR

Cnmi si rinnova online Contemporaneo, completo, user-friendly, accessibile e affidabile. Ecco il nuovo sito Web di Camera Nazionale della Moda Italiana, progetto diretto da Carlo Capasa, Consigliere CNMI delegato a Internet. Il desiderio di rinnovare il sito www.cameramoda.it nasce dalla necessità di essere al passo con i tempi della comunicazione globale, di dare sempre più spazio alle nuove generazioni e di essere accessibile facilmente sempre utilizzando ogni diverso device tecnologico. Lo studio fatto in questi mesi ci ha portato alla creazione di un sito ufficiale di rappresentanza che è anche un portale editoriale: un vero e proprio hub della moda. Il linguaggio utilizzato è nuovo e contemporaneo, l’estetica è legata alla grafica delle diverse manifestazioni, l’interazione con gli utenti è semplificata al massimo e garantisce facilità d’uso e velocità di navigazione. I servizi che erano presenti nel vecchio sito vengono potenziati e affiancati da novità come la possibilità di crearsi una propria agenda con gli eventi in calendario, la possibilità, a poche ore dalla fine di ogni sfilata, di vedere online le foto di ogni capo presentato in passerella, la possibilità per i giovani in cerca di opportunità lavorative di inserire il proprio curriculum direttamente sul sito perché sia visionato e valutato dalle aziende associate a Cnmi. Dato il successo riscosso dalla trasmissione delle sfilate in Live Streaming, la qualità e la velocità di trasmissione delle immagini ora sarà ancora più alta. Sul nuovo sito si troveranno anche i video delle sfilate che Cnmi ha nel suo archivio e gli showroom avranno la possibilità di mettere online il look-book delle proprie collezioni. Questo progetto è in continuo sviluppo e trasformerà Milano Moda Showroom, l’appuntamento organizzato 2 volte all’anno da Cnmi, in una vetrina commerciale telematica, sempre più internazionale.


SFILATE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.20 Pagina 103

Cnmi renews its online site Contemporary, exhaustive, user-friendly, accessible and reliable. This is the new website of the National Chamber of Italian Fashion; a project covered by Carlo Capasa, CNMI Councillor in charge of the Internet universe. The drive to renew the site, www.cameramoda.it, came from the need to always keep up with the pace of global communication; to leave increasing room to young generations and to be easily accessible with any kind of technological device. The research we carried out during these last months led us to the creation of a representative official website; which is at the same time a publishing portal; an out and out fashion hub. The language we used is new and contemporary, the look is linked to the graphics of the different events, interaction with users is oversimplified and grants easy use and surfing speed. The services already available on the old website have been developed and completed by novelties such as the possibility of creating an own agenda with the events scheduled; the opportunity, just few hours before the end of each runway show, to see online the pictures of the items presented on the catwalk; and, for young people looking for job opportunities, the possibility to load the own curriculum vitae directly on the site, and make it available to the companies associated to Cnmi. After the success of the runway shows broadcasting in Live Streaming, quality and speed of images transmission will be further improved. On the new site, videos of the runway shows belonging to Cnmi’s records will be available; and showrooms will have the possibility to launch online the look-book of their collections. This ever-developing project will turn Milano Moda Showroom, the date organized twice a year by Cnmi, into a telematic sales window with an increasing international spirit.

MIPELMAGAZINE

KRIZIA

MASSIMO REBECCHI

ROCCOBAROCCO

103

EVENTI


FESTIVAL MODA RUSSA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.21 Pagina 104

EVENTI

OTTIMI RISULTATI PER IL FESTIVAL DELLA MODA RUSSA

MIPELMAGAZINE

104

NUOVI DESIGNER ALLA RIBALTA Si è conclusa nello scorso mese di novembre la Quinta Edizione del Festival della Moda Russa, promosso da Società Italia negli spazi di via Cerva nel pieno centro di Milano. A cura di Paola Palmieri

Una tre giorni che ha visto protagonisti 12 designer provenienti da Russia, Ucraina e Kazakistan. Giovedì sera si è tenuto un grande cocktail party con numerosi personaggi del mondo della moda come Beppe Modenese, Fabiana Giacomotti, Michela Zio, Elena Salvaneschi di Mifur e la top model Katia Kokoreva, e dello spettacolo come Filippa Lagerback, Jo Squillo, Debora Villa, Ludmilla Radchenko, Natalie Kriz. Nel corso della serata il Comitato d’Onore del Festival, composto da importanti nomi della moda, del mondo imprenditoriale e del giornalismo, ha assegnato un attestato di partecipazione a tutti i designer e a 4 di loro una speciale targa di riconoscimento. La targa di riconoscimento nella categoria “Original Design Award ” è stata assegnata ex aequo a Stella Ndombi (per Stella Ndombi) e a Sergey Shabunin (per SS). Stella Ndombi, da Mosca, giovanissima ex top model di origini congolesi e figlia di diplomatici francesi, ha fatto della doppia formazione culturale la cifra stilistica delle sue creazioni, così ricche di contrasti quanto vitali e raffinate. Alla sua terza

collezione è già fra le designer preferite di molte celebrities russe, come l’attrice Ravshan Kurkova, la conduttrice televisiva Oxana Fedorova e la modella Catherine Vilkova. “Intrigue” è il nome della sua collezione primavera/estate 2012. L’arte Impressionista come punto di riferimento per la ricerca di tessuti, forme e colori. Pizzi e sete pregiate definiscono silhouette fresche e sensuali, mai volgari, a volte trasparenti e ornate di fiocchi, piume, merletti e colli da scolaretta. Dal Kazakistan invece il poliedrico Sergey Shabunin (per SS), affianca il lavoro di fashion designer a collaborazioni per la produzione di spot, campagne e videoclip, e all’attività di stylist per alcune fra le più celebri star kazake. L’idea alla base della sua collezione è l’opera del fondatore della danza Butoh, Kazuo Ohno, e la voce inimitabile di Sainkho Namtchylak. L’ispirazione viene tradotta in capi realizzati con materiali quali seta naturale, cotone combinato con fibre di lino e alluminio, viscosa, pelle e pizzo, lavorati in multistrato e declinati nei toni di giallo chiaro, tabacco e bianco.

Completano il look berretti, cerniere in metallo e ciondoli a forma di grandi sfere, tutti dipinti a mano. La targa di riconoscimento nella categoria “Tailoring Quality Award” è stata assegnata a Dmitry Loginov (per Arsenicum). Dmitry Loginov è fra i più acclamati designer moscoviti per le sue sfilate-performance, per gli abiti dalla sartorialità impeccabile e per gli accessori decisamente scenografici. Ha vinto nel 2006 l’Astra Fashion and Style Award ed è stato eletto per ben due volte dal magazine GQ “designer dell’anno”. Per la prossima stagione manda in scena la collezione “Hitch York”: un tributo alla tanto amata città di New York, mixato con la sua grande passione per il cinema oscuro di Alfred Hitchcock e per la caratteristica impennatura dei volatili. Una New York dei primi anni ’50, che rivive attraverso i colori metropolitani che da sempre la caratterizzano: la terracotta delle case di mattoni, il grigio dell’asfalto, il celeste del cielo a luglio e il giallo dei taxi. La targa come miglior “International Promise Award ” è stata asse-


FESTIVAL MODA RUSSA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.21 Pagina 105

EVENTI

EXCELLENT RESULTS FOR THE RUSSIAN FASHION FESTIVAL

This past November, the Fifth Edition of the Russian Fashion Festival, promoted by the Società Italia in the spaces at via Cerva in downtown Milan, came to a conclusion. A three-day event with protagonists 12 fashion designers coming from Russia, Ukraine and Kazakhstan. On Thursday evening, a cocktail party hosted several names from the fashion world, such as Beppe Modenese, Fabiana Giacomotti, Michela Zio, Elena Salvaneschi of Mifur and the top model Katia Kokoreva; in addition to personalities from the showbiz such as Filippa Lagerback, Jo Squillo, Debora Villa, Ludmilla Radchenko, Natalie Kriz. During the evening, the Honorary Committee of the Festival, consisting of important names from the fashion, industry and press worlds awarded a certificate of participation to all designers, besides awarding a special acknowledgement plate to four of them. The acknowledgement plate regarding the category “Original Design Award ” was equally awarded to Stella Ndombi (for Stella Ndombi) and to Sergey Shabunin (for SS). The Moscow Stella Ndombi, former top model of Congolese origins and daughter of French diplomats, has made the most of her double cultural education, so rich in contrasts and lively and refined facets. After only three collections, she has become one of the fashion designers most acclaimed by Russian celebrities, such as the Russian actress Ravshan Kurkova, the anchorwoman Oxana Fedorova and the model Catherine Vilkova. “Intrigue” is the name of her Spring/ Summer 2012 collection. Impressionism is

the point of reference for the research of fabrics, shapes and colors. Laces and precious silks define fresh and sensual silhouettes, which never result vulgar; sometimes transparent and embellished with bows, feathers, lace and schoolgirl collars. On the contrary, the eclectic Kazak Sergey Shabunin (for SS) has combined his work as fashion designer with the production of commercials, advert campaigns and music videos and with the activity of stylist for some of the most famous Kazak celebrities. The idea at the base of his collection is the work of the founder of the Butoh dance, Kazuo Ohno, and the incomparable voice of Sainkho Namtchylak. The inspiration is declined in items realized with materials such as natural silk, cotton combined with linen and aluminum fibers, viscose, leather and lace; which are matched in several layers and proposed in the tones of pale yellow, tobacco brown and white. Hats, metal chains and sphere-shaped pendants, all hand-painted, complete the range. The acknowledgement plate regarding the category “Tailoring Quality Award ” was assigned to Dmitry Loginov (for Arsenicum). Dmitry Loginov is one of the most acclaimed fashion designers from Moscow for his runways-performances, for his clothes of impeccable tailoring and for his definitely scenographic accessories. In 2006, he won the Astra Fashion and Style Award and was elected twice as “fashion designer of the year” by the magazine GQ.

For the next season, he has proposed the “Hitch York” collection: a tribute to the so loved city of New York combined with his great passion for the dark movies by Alfred Hitchcock and the typical plumage of birds. A New York of the early Fifties which lives again in the metropolitan colors that have always distinguished it; the terracotta of the brick houses, the gray of the asphalt, the light blue of the sky in July and the yellow of the taxis. The plate as best “International Promise Award ” was awarded to Viktor Anisimov (for 9,5). The Ukrainian fashion designer has proposed clothes that he himself has defined “user friendly”, and which are contemporary and practical. Capable of turning from menswear into womenswear and vice versa and of expressing the spirit of who wears them. All features distinguishing a refined simplicity and realized with the attention to quality materials and contents, but proposed at very competitive prices. 9,5 turns to all those people who think about fashion not only in terms of practicality and being contemporary, but also in terms of expression of art. The protagonist of the men’s collection by 9,5 prepared by Viktor Anisimov for the upcoming Spring/Summer 2012 is a first-year student. An evocative title, “Rock’n’ Roll”, underlines an achieved new freedom and new interests deriving from it. Furthermore, at this edition the special prize “Mi Milano prêt-à-porter award” was also

MIPELMAGAZINE

105

New fashion designers in the limelight


FESTIVAL MODA RUSSA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.21 Pagina 106

MIPELMAGAZINE

106

EVENTI

gnata a Viktor Anisimov (per 9,5). Il designer ucraino disegna abiti da lui definiti “user friendly”, contemporanei e funzionali. Capaci di trasformarsi da maschile a femminile e viceversa e di esprimere la personalità di chi li indossa. Tutti connotati per la raffinata semplicità e realizzati con l’attenzione alla qualità nei materiali e nei contenuti, ma proposti a prezzi decisamente competitivi. 9,5 si rivolge a tutte le persone che pensano alla moda non solo in termini di praticità e contemporaneità, ma anche come forma d’arte. È al primo anno di università il protagonista della collezione uomo 9,5 pensata da Viktor Anisimov per la prossima primavera/estate 2012. Un titolo evocativo, “Rock ’n’ Roll”, a sottolineare la nuova libertà conquistata e i nuovi interessi che da essa derivano. Inoltre a questa edizione è stato assegnato il premio speciale “Mi Milano prêt-à-porter award” che permetterà ai due designer che se lo sono aggiudicato di esporre le proprie creazioni alla prossima edizione della prestigiosa manifestazione espositiva milanese. Dmitry Loginov (per Arsenicum) si è aggiudicato anche il premio speciale “Mi Milano Prêt-ÀPorter Award” in ex aequo con Katerina Evmenyeva (per Succub). Katerina Evmenyeva da

Vladivostok, dopo diverse esperienze come stylist, come costumista per importanti produzioni televisive e come designer per altri brand, nel 2010 crea il suo marchio e lo chiama Succub, come i demoni femminili medioevali dall’estremo potere incantatore e seducente. “Mimicry” (mimetismo) è una forma di protezione, molto vicina alla negazione, nonché il tema della nuova collezione di Katerina Evmenyeva. Una donna vamp e ninfa al contempo, creatura che veste abiti ispirati alla natura e alle sue specie. Nel corso di questa tre giorni gli ospiti e i visitatori hanno avuto la possibilità di ammirare le nuove collezioni PE 2012 di tutti i designer presenti oltre a quelle dei vincitori e che ricordiamo essere Marina Muravieva & Svetlana Kharskaya (per French Fries),

vincitrici del concorso di Collezioni Russian ED, danno vita a creazioni fresche e dal piglio giovane, dal 2011 anche per uomo; Vitaliya Bykova (per Vitaliya Bykova), famosa per i suoi abiti trasformabili e le sue geometrie inedite, ha in attivo ben quattro collezioni, una di accessori, due da donna e una business da uomo; Pavel Yerokin (per Doctor E), ex medico e neurologo, è molto apprezzato per le sue creazioni al confine tra stravaganza e funzionalità, capacità di osare e praticità; da Novosibirsk, nel cuore della Siberia, arriva la giovanissima e pluripremiata Alexandra Bazhenova (per Alexandra Bazhenova), una costumista di talento e vera enfant prodige della moda russa; Evgeniy Lepustin (per Evgeniy Lepustin), anche lui da Novosibirsk, le sue collezioni fresche e giovani si caratterizzano per la portabilità e la facile abbinabilità dei pezzi; Arrivavano invece dal Kazakistan Kamila Kurbani (per Kamila Kurbani), le cui creazioni s’ispirano alla musica e ai viaggi che compie in giro per il mondo. Dall’Ucraina si è presentata anche Christina Bobkova (per Bobkova) , affermata designer ucraina nota per le sue collezioni dalle silhouette estremamente femminili e per la purezza delle monocromie, che a settembre


FESTIVAL MODA RUSSA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.21 Pagina 107

Tre eventi collaterali Nella giornata di giovedì 17 Novembre, si sono inoltre tenuti tre eventi importanti sempre nella sede dello showroom di Società Italia. Per iniziare si è tenuto il workshop su “I criteri di scelta di una collezione e la loro immissione nel mercato. Nuove opportunità di collaborazione fra i designer russi, gli showroom, gli enti e le manifestazioni fieristiche”, moderato da Elena Salvaneschi, Segretario Generale di Mifur e con la partecipazione di showroom milanesi, e i rappresentanti della fiere Mifur e MiPap; il secondo workshop dal titolo “Etichetta Made in Italy per il design russo: è possibile?, il punto di vista delle aziende associate a CNA Federmoda” con Antonio Franceschini, Responsabile Nazionale di Cna Federmoda, e Tatiana Souchtcheva, CEO Società Italia; a seguire speech e incontri one to one con le aziende di fornitura e accessori che hanno potuto toccare con mano e visionare le creazioni dei talentuosi 12 finalisti, un modo in più per sottolineare la grande importanza che la manifestazione ripone nel rapporto e nel dialogo biunivoco fra creatività e consumatore finale. Una parte che ha avuto un inaspettato e grandissimo successo tanto che i designer russi apprezzando l’abilità manifatturiera italiana hanno già concretizzato degli ordini di una certa importanza in loco, a dimostrazione di quanto i designer abbiano veramente capito il valore aggiunto dell’etichetta Made in Italy per le loro creazioni. Uno scambio fra Italia e Russia, sottoforma di dialogo creativo e

given; which will allow the two winning fashion designers to display their creations at the next edition of the prestigious Milanese trade show. Dmitry Loginov (for Arsenicum) and Katerina Evmenyeva (for Succub) were equally awarded the special prize “Mi Milano Prêt-À-Porter Award”. Katerina Evmenyeva from Vladivostok, after several experiences as stylist and costume designer for important television productions and as fashion designer for other brands, in 2010 has created her own brand under the name of Succub, like the female Medieval demons with the extreme bewitching and seductive power. “Mimicry” (or the art of mimicking) is a sort of protection, very close to denial; besides being the theme of the new collection by Katerina Evmenyeva. A woman who is vamp and nymph at the same time, creature wearing clothes inspired by nature and its species. Over the course of these three days, guests and visitors had the opportunity to admire the new Spring/Summer 2012 collections prepared by all designers present in addition to those of the winners, who were namely Marina Muravieva & Svetlana Kharskaya (for French Fries), the winners of the collection contest Russian ED which gave life to fresh and young creations (since 2011 for men too); Vitaliya Bykova (for Vitaliya Bykova), famous for her convertible clothes and her unusual geometries, has realized four collections, one of accessories, two women’s collections and one men’s business collection; Pavel Yerokin (for Doctor E), former doctor and neurologist, is acclaimed for his creations hanging between eccentricity and practicality; the very young and award-winning Alexandra Bazhenova (for Alexandra Bazhenova), from Novosibirsk in the heart of Siberia, a talented costume designer and real enfant-prodige of the Russian fashion; Evgeniy Lepustin (for Evgeniy Lepustin), coming as well from Novosibirsk; his fresh and young collections stand out for their wearing ease and the easy combination of items; on the contrary, Kamila Kurbani (for Kamila Kurbani) from Kazakhstan, has presented her creations inspired by music and the travels she made around the world. From Ukraine came also Christina Bobkova (for Bobkova), fashion designer renowned for her collections with extremely feminine silhouettes and pureness of solid tones; who, in September 2011, displayed her creations at the White in Milan and at the Fashion Coterie in New York.

Three collateral events On Thursday November 17th, three important events took place again in the headquarter of Società Italia’s showroom. First, the workshop focused on “The criteria of selection of a collection and their launch on the market. New opportunities of cooperation between Russian designers, showrooms and trade shows”, moderated by Elena Salvaneschi, Secretary General of Mifur with the attendance of Milanese showrooms, and representatives of the trade shows Mifur and MiPap; the second workshop entitled “The Made in Italy label for the Russian design: is it possible? The point of view of the companies associated to CNA Federmoda” with Antonio Franceschini, National Manager of Cna Federmoda, and Tatiana Souchtcheva, CEO of Società Italia; speeches and one-to-one meetings with supplying companies and accessories manufacturers followed; which could examine and view the collections by 12 talented finalists; another way to underline the great importance the event attributes to the relation and the one-to-one dialogue between creativity and end-consumer.

MIPELMAGAZINE

2011 ha esposto le sue creazioni al White di Milano e al Fashion Coterie di New York.

107

EVENTI


FESTIVAL MODA RUSSA_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.21 Pagina 108

MIPELMAGAZINE

108

EVENTI

produttivo, che dà vita a un terreno di incontro fra le visioni cutting edge degli stilisti russi e il tanto decantato pragmatismo artigianale del Made in Italy. Un’occasione proficua anche per la capitale meneghina, che ha avuto l’opportunità di conoscere da vicino l’autentica interpretazione della moda da parte dei designer dell’Est Europa, offrendo loro l’opportunità di proseguire nella culla del fashion system internazionale. Gli ideatori e organizzatori del Festival della Moda Russa, Tatiana Souchtcheva e Roberto Chi-nello, titolari di Società Italia, confermano ancora una volta il loro impegno nell’incentivare le relazioni economiche e culturali fra Italia e mercati dell’ex-Unione Sovietica. Un ruolo che Società Italia svolge sulla base della lunga esperienza consolidata attraverso la promozione e distribuzione, a partire dal 1993, dei marchi più affermati della moda internazionale nei mercati ex-Urss. Questa 5a edizione del Festival della Moda Russa ha potuto contare sull’appoggio di istituzioni quali: la Provincia di Milano, il Comune di Milano, il Consolato Generale d’Italia a San Pietroburgo, l’Ente Moda Italia e altre realtà commerciali di grande rilievo come la Camera di Commercio Italo-Russa.

An aspect which registered an unexpected and great success; so much that the Russian fashion designers acclaiming the Italian artisanal skillfulness, secured quite important orders in situ, as demonstration of how fashion designers acknowledge the added value of the Made in Italy label for their creations. An Exchange between Italy and Russia as creative and productive exchange of ideas, which gives life to a meeting ground of cutting edge visions of Russian stylists and the so much praised artisanal pragmatism of Made in Italy. A very profitable chance for the Milanese capital, which had the opportunity to closely view the authentic interpretation of fashion proposed by fashion designers from Eastern Europe; offering them the occasion to carry on in the cradle of the international fashion system. The creators and organizers of the Russian Fashion Festival, Tatiana Souchtcheva and Roberto Chinello, owners of Società Italia, confirm once again their commitment in boosting economic and cultural relations between Italy and the markets of the former Soviet Union. A role that Società Italia has played basing itself on the long experience matured since 1993 through the promotion and distribution of the most renowned international fashion brands in the former USSR markets. This fifth edition of the Russian Fashion Festival could count on the support of institutions such as the Province of Milan, the Municipality of Milan, the Italian General Consulate in Saint Petersburg, the Italian Fashion Body and other realities of great importance such as the ItalianRussian Chamber of Commerce.


Le nostre riviste a portata di click Fashion magazines just a click away

Fashion World with Foto Shoe, Bags & Accessories

www.fotoshoe.com


PANDORINE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.22 Pagina 110

MIPELMAGAZINE

110

AZIENDE

LE PANDORINE ALLA RIBALTA

RICERCATI ACCOSTAMENTI A cura di Paola Palmieri

Con la nuova collezione primavera/ estate 2012 Le Pandorine sperimentano nuovi stili, che si alternano alle linee caratteristiche del brand.

L’universo femminile interpretato con ironia, fonte primaria di ispirazione delle due stiliste, trova la sua espressione attraverso la rivisitazione delle classiche shopping bag, lo studio di modelli inediti, la ricerca e scelta di nuovi materiali. La donna è il tema dominante anche dello speciale progetto “Mad”, tributo ed omaggio ai disegni della famosa Maddalena Sisto, architetto, giornalista e illustratrice di importanti testate di moda. Le stiliste Chiara e Manuela giocano con colori vivaci e allegri come il fucsia, l’arancio e il turchese, accostati ai più tenui ed eleganti come il grigio, il panna e il nero. La collezione è dominata da borse a mano, tracolle e sacche morbide, arricchite da preziosi dettagli: doppi manici, frange, lucchetti in gomma che diventano portachiavi. Ogni modello, in base al tipo di linea, si veste di nuovi tessuti, dal canvas sfrangiato al denim, dal tessuto vela plastificato agli intramontabili pvc ed ecopelle. “Yes weekend”, “Se non sei pronta a mordere … è inutile che ringhi”, “Ero come Biancaneve … poi mi sono lasciata andare” sono solo alcune

delle numerose, divertenti e anche un po’ irriverenti citazioni che rendono le borse di Le Pandorine così speciali da regalare un sorriso a chi le indossa. La versione Mini si riscopre pratica e sportiva con l’accostamento di ecopelle e jeans, manico corto e tracolla lunga in metallo silver.

Tra gli accessori in primo piano il portafoglio in pvc con zip esterna, comodo e pratico con le tasche interne, mentre il secchiello in pvc e manici in metallo silver è la novità per la spiaggia: la sua forma tonda e capiente richiama quella del classico secchiello per giocare con la sabbia.


PANDORINE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.22 Pagina 111

LE PANDORINE IN THE LIMELIGHT

Refined combinations The new Spring/Summer 2012 collection branded Le Pandorine experiments new styles which alternate with the distinguishing brand’s lines. The female universe is interpreted with irony, primary source of inspiration of the two fashion stylists; and finds its highest expression in the revamping of the classic shoppers, in the design of new and unusual models and in the research and selection of new materials. Woman is also the main theme of the “Mad” project, a tribute to the drawings of the famous Maddalena Sisto; architect, journalist and illustrator of important newspapers. The fashion stylists Chiara and Manuela play with bright and lively colors, such as fuchsia, orange and blue-green; which they combine with the most classic and elegant gray, cream and black tones. The collection is dominated by handbags, shoulder bags and soft bags, embellished with precious details such as double handles, fringes, rubber locks which turn into key-rings. Each model, according to the kind of line, proposes new fabrics, from fringed canvas to denim; from the plastic-coated sail fabric to the evergreen PVC and faux leather. “Yes weekend”, “Don’t snarl… if you are not ready to bite”, “I was like Snow White … then I let me go” are just some of the several, funny and a little bit irreverent quotes that make the bags branded Le Pandorine a so special gift for anybody wearing them. The “Mini” version is practical and sporty, and features a combination of faux leather and jeans, short handle and long shoulder strap in silver metal. Amongst the close-up accessories we find the PVC wallet with outer zipper, comfortable and practical with inner pockets, whilst the PVC bucket bag with silver metal handles is the new item for the beach; its rounded and capacious shape recalls the one of the classic bucket used to play with the sand.

MIPELMAGAZINE

111

AZIENDE


MIPELMAGAZINE

112

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 112

LE COLLEZIONI A/I 2012-13 DELLA PELLE

Spunti creativi in tutta naturalezza I look naturali caratterizzano le nuove collezioni della pelle per il prossimo AutunnoInverno 2012-13: spazzolati, tamponati, effetti anticanti, pull up, scamosciati, nabuk… Le tendenze comprendono sia aspetti opachi, sia lucidi, dalla patina vintage oppure vernici, non di rado accompagnate da effetti glitter. Le stampe rinnovano l’attenzione alle fantasie animalier, con predilezione per i rettili, i temi floreali di matrice esotica. Innovativi, gli effetti pizzo e gli arabeschi laserati, rubati alla stagione estiva, invece, i forati geometrici trovano una nuova applicazione per l’inverno. Continua la ricerca sugli intrecciati, ai quali si affianca l’affascinante proposta della

antiba

pelle tricottata, per una inedita morbidezza. Trendissimo anche l’effetto pelo studiato con rasature superficiali e accompagnato spesso da temi animalier. Gli esotici alligatore e coccodrillo, pitone e lucertola, sono colorati a mano, lucidi e opachi, spesso arricchiti di bagliori metallici e perlati. Lo struzzo si presta ad una ampissima palette di colori, il cavallino è rasato e colorato a mano, ancora a stampe animalier e floreali, oppure forato laserato a comporre bellissimi pizzi. La stagione impone una gamma

antiba

cromatica bipolare. Da una parte le tonalità naturali calde: cammello, rosa carmine, rosso veneziano, bordeaux, ruggine, verde scurissimo e i quasi neri, dall’altra le tonalità neutre, dai chiari toni biondi alle sfumature più asciutte e grigie delle erbe secche, l’ematite, i bru grafite, inchiostro e nero. Occasionali e divertenti, spunti fluo. Qui e nelle pagine a seguire, le migliori proposte stagionali dalle nuove collezioni come fonte di ispirazione creativa.

stefania


Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 113

LEATHER AUTUMN/WINTER COLLECTIONS 2012-13

113

Emerging creativity with a natural mindset

falco pellami

MIPELMAGAZINE

A natural look is what characterizes the new leather collections for Autumn-Winter 2012-13: brushed, buffed, vintage effects, pull up, suede, nubuck‌ The fashion trends include both opaque and bright effects, and vintage or patent leather looks, often accompanied by glitter enhancements. The printed designs are focused on animal themes, and lean towards reptiles and floral themes with exotic origins. The lace and arabesque laser engraved details refer to the summer season while, instead, the geometric holes find a new expression in the winter season. The interest in interweaving continues, and is joined by the intriguing proposal of tricot tata leather for an original softness. Also very trendy, is the studied effect of fur exterior trimmings which are often associated with the animal themes of the collection. The exotic alligators and crocodiles; and pythons and lizards are colored by hand, are shiny and opaque, and are often enriched by flashes of metal and pearl. The ostrich is depicted through a wide range of colors, the pony is close-cropped and hand-colored, with yet other animal and floral prints, or with laser engraved holes which result in beautiful lace compostions. The season calls for a wide range of bipolar chromatic colors. On one hand, there are the natural warm tones: camel, Carmine pink, Venice red, Bordeaux, rust, dark green and the almost blacks. On the other hand are the neutral tones; from clear blond colors to dryer shades and grays representative of dried herbs, hematite, graphite blue, ink and black. For special occasions and fun fluorescent points are added. The best proposals of the upcoming seasons and new collections as a source of creative inspiration can be found here and in the following pages.

stefania

gruppo dani


MIPELMAGAZINE

114

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 114

dallas

sciarada

dallas

il ponte

faeda

dallas


f.lli bettega e priante

dallas

MIPELMAGAZINE

115

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 115

f.lli bettega e priante

f.lli bettega e priante

dallas

conceria tollio


MIPELMAGAZINE

116

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 116

stefania

madera

montebello

sciarada

sciarada

abip


adige

abip

MIPELMAGAZINE

117

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 117

abip

tibet

faeda

rino mastrotto group


MIPELMAGAZINE

118

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 118

montebello

falco pellami

conceria giamaica

madera

montebello

rivadavia


conceria mastrotto

conceria mastrotto

MIPELMAGAZINE

119

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 119

carbipel

rivadavia

conceria mastrotto

meridiana


MIPELMAGAZINE

120

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 120

area 51

falco pellami

bizzarro leather

dallas

il ponte

dallas


conceria ferrero

montana

MIPELMAGAZINE

121

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 121

bizzarro leather

vicenza pelli

vicenza pelli

bizzarro leather


MIPELMAGAZINE

122

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 122

area antiba 51

new entry

scot

caravel

montana

meridiana


conceria mastrotto

meridiana

MIPELMAGAZINE

123

Concerie_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.24 Pagina 123

caravel

meridiana

meridiana

caravel


Filo_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.26 Pagina 124

IL MEGLIO DEL MADE IN ITALY ALLA 36.MA FILO

Un bilancio positivo

MIPELMAGAZINE

124

Si è conclusa nello scorso mese di ottobre la 36.ma edizione di Filo, salone internazionale dei filati e delle fibre per tessitura ortogonale e circolare e per tessili tecnici, organizzato da AssoServizi Biella. Positivo il bilancio della manifestazione: stabile il numero degli espositori e dei visitatori – attestati a 2.500 – che riflette una tendenza ormai consolidata negli anni. Filo si è confermato così una rassegna imprescindibile per la sua caratteristica di unica fiera business-to-business dedicata all’alta gamma di prodotto. L’eccellenza dei filati per una filiera tessile-abbigliamento “a regola d’arte” è stato il tema conduttore di questa 36ª edizione di Filo, dalle proposte prodotto presentate nell’area tendenze al dibattito nella tavola rotonda di inaugurazione,

moderata da Marilena Bolli, presidente dell’Unione Industriale Biellese e, come titolare di un’azienda meccano-tessile, rappresentante di un ideale primo anello della lunga catena che costituisce il sistema moda. Spiega Paolo Monfermoso, responsabile di Filo: “L’alta qualità del prodotto è oggi un’arma vincente, che permette ai nostri espositori di guardare con maggiore ottimismo al futuro, pur in un contesto economico internazionale non certo semplice. Proporre solo l’eccellenza dei filati è una scelta che Filo ha fatto fin dalla sua prima edizione, nel 1994, ripagata

negli anni da un numero di espositori e di buyer in costante aumento, con quella che abbiamo definito la “crescita controllata” di Filo. Per quanto riguarda in particolare la 36.ma edizione di Filo, siamo molto soddisfatti: dagli espositori abbiamo ricevuto conferma di un flusso di visitatori che si è mantenuto continuo nei due giorni di manifestazione e con buyer giudicati molto qualificati e determinati. Come organizzatori, intendiamo poi rafforzare quelle che ci hanno sempre guidato e che consideriamo le caratteristiche essenziali di una fiera fatta ad arte: concretezza,

Testo e foto di Paola Palmieri

professionalità, efficacia”. A regola d’arte: una tavola rotonda “A regola d’arte”: è il tema che percorre tutta la 36.ma edizione di Filo, salone internazionale dei filati e delle fibre per tessitura ortogonale e circolare e per tessili tecnici. Con i prodotti di qualità esposti negli stand, con l’area tendenze dove si celebra, finalmente, il ritorno dell’eleganza e della misura, con l’allestimento della lounge di Filo affidato ai capi di Camo che sono un omaggio alla cultura del territorio e con la tavola rotonda di inaugurazione dove si è


Filo_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.26 Pagina 125

THE BEST OF MADE IN ITALY AT THE 36TH EDITION OF FILO

A Positive Outcome

both President of the Unione Industriale Biellese, and owner of a mechanical textile company, making him the ideal representative as the first link in the long chain which constitutes the fashion system. Paolo Monfermoso, manager of Filo, explains: “Today, high quality in products is a winning move which allows our exhibitors to look towards the future with more optimism, even in an international economical context that is not always easy to face. Since its first edition in 1994, Filo’s philosophy has been geared towards proposing only the best in yarns, and this choice has paid off over

the years through a constant increase in the presence of both exhibitors and buyers, in what we have defined as a ‘controlled growth’ for Filo. As far as the 36th edition of Filo is concerned, we are very satisfied: exhibitors confirm that the presence of visitors was steady during the two days of the exhibition, and that the buyers present were both very qualified and resolute. As organizers, we intend to give support to those who have always led us and to that which we consider to be the essential characteristics of a state of the art trade fair: substance, professionalism, and efficiency”.

State of the art: a round table “State of the art” is the theme which resonates throughout the entire 36th edition of Filo, international exhibition of yarns and fibers for orthogonal and circular weaving and technical textiles. Quality products present at the stands; a trend area where, finally, the return of elegance and form is celebrated; the set up of the Filo lounge by the founders of Camo, paying homage to the territory’s culture; and the inaugural round table where “state of the art manufacturing, from yarn to the finished product” is discussed; are all defining elements for Filo. Filo, thereby, becomes

MIPELMAGAZINE

The outcome of the exhibition was successful: a steady number of exhibitors and visitors – estimated at around 2500 in number – represented a trend that continues to reaffirm itself over time. Filo thereby confirms itself as an essential event, characterized by its unique business-to-business organization dedicated to highend products. Excellence in yarn for a “state of the art” textileclothing supply chain was the leading theme of this 36th edition of Filo; from the latest in product proposals presented in the trend area; to the debate at the round inaugural table presided over by Marilena Bolli,

125

In October, the 36th edition of Filo, international exhibition of yarns and fibers for orthogonal and circular weaving and technical textiles organized by AssoServizi Biella, came to a conclusion.


MIPELMAGAZINE

126

Filo_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.26 Pagina 126

discusso di “fatto a regola d‘arte, dal filato al prodotto finito”, Filo si fa portavoce del trend che più di ogni altro è destinato a caratterizzare i prossimi anni, nel sistema moda come nella società: la rinnovata ricerca di qualità e di misura. Come ha ricordato Marilena Bolli, presidente dell’Unione Industriale Biellese, nella sua introduzione al dibattito: “Fin dai suoi esordi nel 1994, Filo ha dato spazio solo all’eccellenza dei filatori italiani ed europei. Così come qualità, creatività e innovazione sono stati i valori che da sempre hanno guidato gli organizzatori nella ricerca delle soluzioni migliori per espositori e buyer, nel processo continuo di rinnovamento che caratterizza la rassegna e che l’hanno resa l’unica fiera business-to-business concentrata sull’alta gamma di prodotto nel panorama internazionale”. Oggi Filo, che rappresenta uno dei primi anelli della lunga catena tessileabbigliamento, vuole farsi promotore di una ritrovata collaborazione lungo tutto il percorso della filiera. “Perché –

ha proseguito Bolli - proprio l’integrità della filiera, mantenuta con caparbietà imprenditoriale pur tra le difficoltà e le ristrutturazioni necessarie, è un vantaggio competitivo di grande importanza per il made in Italy, per ciò che rappresenta nell’economia italiana e per le possibilità di sviluppo del nostro paese. Questa dedicata al “fatto ad arte” è dunque la prima di una serie di tavole rotonde, con le quali vogliamo offrire agli operatori di tutta la filiera nuovi strumenti di riflessione” - ha concluso Bolli. A valle di questa stessa filiera, lo stilista Martino Midali ha spiegato come la creatività del designer si trasforma in un capo di abbigliamento fatto “a regola d’arte”. “Ho iniziato a disegnare Tshirt perché cercavo un’attività che mi rendesse felice. E ancora oggi è la passione, il desiderio di rendere felice una donna attraverso un capo di abbigliamento che mi guida nella creazione delle mie collezioni. Ho un grande rispetto per l’individualità delle donne, cerco un confronto dialettico con loro,

cerco di percepirne le esigenze, i desideri, la voglia di allegria. Il fatto a regola d’arte per me inizia da qui. Sotto il profilo organizzativo, invece, abbiamo saputo mantenere le virtù della dimensione artigianale, da cui sono partito negli anni Ottanta, anche nel passaggio alla attuale dimensione della piccola-media impresa. Perché i miei capi sono comunque creazioni sartoriali da mettere a punto secondo precise regole tecniche. Insomma, tra immagine e prodotto, la mia scelta è chiara ormai da anni: tutta la mia attenzione è concentrata sul prodotto, le mie collezioni si compongono di un numero non esagerato di pezzi proprio perché a ciascun capo voglio riservare il massimo della cura, compreso un buon rapporto tra qualità e prezzo”. Gli hanno fatto eco le parole di Stefano Ughetti, che ha curato l’allestimento della lounge per la 36ª edizione di Filo: “la rete da pesca simboleggia il legame tra filo-tessuto-abito. E la rete è sospesa in alto proprio a significare l’eccellenza dei filati in mostra come dei capi di

abbigliamento nei quali si trasformeranno domani. La qualità dei materiali è un elemento imprescindibile per uno stilista, soprattutto quando come nel mio progetto Camo, abbreviazione di Camouflage, lo scopo dei miei capi non è vestire le persone, ma farle comunicare attraverso ciò che indossano. Così come in una moda sempre più cosmopolita è fondamentale mantenere il legame con le proprie radici. Per questo la mia ultima collezione, River, è interamente ispirata al torrente Cervo di Biella”.


MIPELMAGAZINE

127

Filo_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.26 Pagina 127

the official spokesman for trends which, more than anything else, are destined to define the next few years, both in the fashion system and in society; through the renewed pursuit of quality and form. As recalled by Marilena Bolli, President of the Unione Industriale Biellese, in his introduction at the debate: “Since its beginnings in 1994, Filo has hosted only the best in Italian and European yarn spinners. And so, quality, creativity, and innovation have always been the values which convey the organizers of this event to the best solutions for exhibitors and buyers in a continuous process of renewal which characterizes the event, and which has made it the only business-to-business exhibition focused on high-end products in the international setting”. Today, Filo, which is representative of one of the fist links in the long textile-clothing chain, would like to become the organizer of a renewed collaboration among the various components of the supply chain. “Because—continued Bolli—

the integrity of the supply chain, maintained with an entrepreneurial determination, even in the midst of difficulties and necessary restructuring; is a competitive advantage of great importance for Made in Italy, for that which it represents in the Italian economy, and for the possibilities of development in our country. This dedication to the “artfully made” is therefore the first in a series of round table gatherings, in which we would like to offer operators from the entire supply chain new possibilities to ponder” – concluded Bolli. Along the same supply chain, stylist Martino Midali explained how a designer’s creativity transforms itself into a “state of the art” clothing item. “I began designing T-shirts because I was looking to do something that makes me happy. And to this day, it is passion and the desire to make a woman happy through an item of clothing that influences me in the creation of my collections. I have a great respect for the individuality of women, and try to create a direct dialogue with them, to

understand their needs, their desires, and wishes for happiness. This is how the practice of state of the art begins for me. Instead, from an organizational standpoint, we have been able to maintain the virtues of the craftsmanship that the company first started up with in the Eighties, even with the transformation of the company into a company of small-medium dimensions. This is because my outfits are, in any case, tailormade creations which are finely tuned according to precise technical implementations. Therefore, between image and product, my choice has been clear for a number of years: all my attention is concentrated on the product, my collections are limited in number because I want to give the maximum amount of attention possible to each item, including a good price/quality ratio”. The words of Stefano Ughetti, who set up the lounge arrangement for the 36th edition of Filo, echo this sentiment: “the fish net symbolizes the connection between yarn-fabric-outfit. The fact that the net is hung at

a high point, stands for the excellence of the yarn exhibited, along with the excellence that will result in the clothing items of tomorrow. The quality of the materials is an essential element for a stylist, above all when dealing with projects like my project called Camo, which is short for Camouflage, in which the goal is to not only dress the person, but to allow the person to communicate through the clothing they wear. In a world that is always more cosmopolitan, it is fundamental to maintain a connection with your own roots. For this reason, my latest collection, River, has been completely inspired by the stream Cervo di Biella”.


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 128

TENDENZE

SINTETICI E MINUTERIE: LE NOVITÀ

Effetti variegati

MIPELMAGAZINE

128

A cura di Paola Palmieri

Due sono le famiglie cromatiche e due i diversi approcci all’autunno-inverno 2012-2013 proposti da Trend Selection, che si ritrovano anche nelle proposte delle aziende leader in fatto di sintetici e accessori. I toni di colori nascono dal classico e comprendono una famiglia di naturali caldi che sfuma nei quasi neri dell’inverno: caramello, rosa cammeo, rosso veneziano, toni ruggine fino al bordeaux, al verde intenso e ai marroni più scuri. Troviamo poi i neutri chiari, che arrivano fino ai

grigi, al sempre amato viola fino ai toni freddi del blu, del glicine arrivando al nero totale. Tante le fantasie e le lavorazioni con effetti speciali nella mano che vanno dai naturali ai pienamente artificiali. Molti stampati cocco, accoppiati con pelo, laminati, lane fiammate e jacquard, trapun-

tati di vario peso e spessore. Per quanto riguarda la minuteria metallica e gli accessori in rilievo lavorazioni come le diamantature ovvero le sfaccettature a rilievo, linee in generali semplici e raffinate, e ancora articoli adatti sia al settore sicurezza che tempo libero.

THE NOVELTIES ABOUT SYNTHETICS AND SMALL ACCESSORIES

Variegated effects Trend Selection proposes two different chromatic ranges and two different approaches to the Fall/Winter 2012-2013; which we also find in the proposals by leading companies in the fields of synthetics and accessories. Colors take inspiration from the classic and encompass a range of natural and warm nuances that shade off into almost black winter tones; caramel, cameo rose, Venetian red, rusty tones up to burgundy, intense green, finally and including the darkest browns. We also find bright tones up to grays; the always beloved violet up t the cold tones of blue, wisteria and total black. There is also room for many patterns and finishes with

special effects shifting from natural up to artificial effects. Crocodile prints combined with fur, laminated fabrics, blaze wool and jacquard, padded fabrics of different thicknesses and weight. Concerning small metal accessories and relief accessories, diamond-like finishes or rather the facets in relief features simple and refined lines; and again items suitable both to the safety and leisure time sectors.


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 129

TENDENZE

MIPELMAGAZINE

129

PIZZO MINUTERIE

MIGNONFIL


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 130

TENDENZE

MIPELMAGAZINE

130

HAWAI

ANTONIANA MINUTERIE


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 131

TENDENZE

PIETROFONTANA

131

GIARDINI

MIPELMAGAZINE

SCHMID ITALY


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 132

TENDENZE

MIPELMAGAZINE

132

SIRETESSILE

OMNIPEL


Sintetici_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.27 Pagina 133

TENDENZE

MIPELMAGAZINE

133

GIOVANNI CRESPI

CORONET


CINA_MIP 9_08-Angi 04/01/12 10.18 Pagina 134

EVENTI

INAUGURATO IL 9 DICEMBRE A GUANGZHOU

MIPELMAGAZINE

134

UN GRANDE CENTRO PER LA PELLETTERIA MONDIALE Il 9 dicembre a Guangzhou è stato inaugurato “Baizhuang Intarnational Leather Exposition Center”, un’esposizione permanente per i produttori di pelletteria. Nell’occasione si è tenuto “China & Italy Leather International Event” con la presenza della delegazione italiana formata da Giorgio Cannara Presidente Aimpes, Mauro Muzzolon direttore Aimpes, Roberto Ricci stilista, Roberto Briccola della Bric’s, Carlo Alberto Molteni direttore di Foto Shoe. Il progetto è stato illustrato dal Presidente mister Song, dal Vicepresidente mister Fang e dall’uomo marketing dell’organizzazione cinese mister Li. Il palazzo che si trova nel cuore di Guangzhou ha un’area espositiva di 60 mila metri quadri e vi esporranno circa 600 aziende di pelletteria e 200 uffici commerciali. Gli spazi espositivi variano da 20 a 100 metri. I cento marchi più famosi in Cina hanno già aderito all’iniziativa opzionando un proprio spazio in quello che sarà una vera e propria vetrina internazionale utile per vendere i propri prodotti sia nel mercato interno sia in quello estero. Il progetto prevede spazi anche per le aziende inter-

nazionali interessate a vendere in Cina. A tale proposito è allo studio da parte della pelletteria italiana la realizzazione di uno spazio espositivo per una decina di aziende. Per le aziende presenti verranno organizzati corsi di design e incontri marketing. Nell’ambito di “China & Leather International Event” sono intervenuti gli ospiti italiani. Giorgio Cannara ha illustrato l’importanza del Mipel, che cosa rappresenta per le imprese, il ruolo centrale che riveste sui mercati occidentali e la sua insostituibilità come momento di scambio primario. “Il Mipel – ha sottolineato Giorgio Cannara – non è solo un momento di presentazione dei

propri prodotti, ma è anche un momento di confronto fra gli operatori”. Mauro Muzzolon ha parlato del mercato europeo della pelletteria e delle sue potenzialità. “Ci troviamo di fronte ad un mercato maturo – ha detto il direttore dell’Aimpes – che va affrontato in maniera aggressiva. Occorrono prodotti moda o altamente innovativi con un ottimo rapporto qualità-prezzo”. Roberto Briccola ha illustrato la storia di Bric’s e il passaggio dal prodotto al brand, ha evidenziato la necessità di fare in continuazione ricerca e di creare interesse con l’ausilio di nomi affermati. “La nostra strategia – ha spiegato – ha puntato e punta sull’affermazione del prodotto attraverso l’apertura di negozi monomarca in tutto il mondo”. Roberto Ricci ha successivamente tracciato le linee moda della prossima stagione e ha dato molti spunti interessanti per quanto riguarda lo stilismo. Carlo Alberto Molteni ha infine spiegato la necessità, per chi vuole penetrare nel mercato europeo della pelletteria, di puntare molto su campagne promozionali e mirate su riviste internazionali di prestigio come Mipel Magazine, organo ufficiale dell’Aimpes.


CINA_MIP 9_08-Angi 04/01/12 10.18 Pagina 135

EVENTI

MIPELMAGAZINE

135

DA SINISTRA: GIORGIO CANNARA, ROBERTO BRICCOLA, MAURO MUZZOLON, ROBERTO RICCI E CARLO ALBERTO MOLTENI.

OPENING IN GUANGZHOU ON 9TH DECEMBER

A large center for the International leathergoods industry It was opened on 9th December in Guangzhou "Baizhuang International leather Exposition Center", the permanent exhibition hall for leathergoods manufacturers. The event took place during "China & Italy Leather International Event" and it was attended by an Italian delegation of Aimpes, leaded by President Giorgio Cannara, Chairman Mauro Muzzolon, stylist Roberto Ricci, General Manager of Bric's Roberto Briccola and by Foto Shoe Marketing Manager Carlo Alberto Molteni. The project has been explained by President Song together with Vice-president Fang and by the manager leader of the Chinese organization mister Li. The palace based in the hearth of Guangzhou covers an exhibition area of 60 thousand square metres and it is dedicated to around 600 leathergoods enterprises and to 200 commercial offices with exhibitions spaces going from 20 to 100 metres. The hundred leading Chines brands have already joined the project and they have chosen their space inside the International loca-

tion to promote their products both in the domestic and in the foreign market. The exhibition reserves space also for those International enterprises interested in selling in China (the organizers are carrying out a place for ten Italian leathergoods companies and they are working to start design courses and marketing meetings). Italian guests also attended China & Leather International Event. Giorgio Cannara spoke about the importance of Mipel, the rule of the fair for the companies and he stated what the exhibition means

for West markets; then he underlined how the fair cannot be renounced as a moment of primary exchange of view". "Mipel - Mister Cannara said - is not only a moment for the exhibition of leathergoods but also the one to compare each others" Mauro Muzzolon talked about European market and about its potential: "We are dealing with a mature market - Aimpes Chairman said - and we have to face it with aggression. It means that we have to propose really innovative fashion items in a good ratio between quality and price".


Fashion Access_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.28 Pagina 136

DAL 28 AL 30 SETTEMBRE 2011 A HONG KONG

MIPELMAGAZINE

136

Fashion Access: sempre più attenzione al fashion L’evento biennale dedicato alla “moda dalla testa ai piedi”, che si è concluso il 30 settembre scorso all’Hong Kong Convention Exhibition Center, ha registrato un buon successo di pubblico, soprattutto il primo e il terzo giorno, mentre il secondo giorno è stato purtroppo penalizzato a causa del tifone forza 8 ‘Nesat’ che ha funestato la zona. Protagoniste sono state le collezioni per la Primavera Estate 2012 di pelletteria, calzature, piccola pelletteria, accessori moda, valigeria, abbigliamento in pelle, prodotti lifestyle. Perrine Ardouin, Direttore Eventi, Fashion Team e organizzatore di APLF ha così commentato: “È sempre stata la qualità dei compratori e non la quantità al centro dell’interesse di Fashion Access”. Il padiglione 5 era

completamente dedicato alle borse e alla valigeria, con primarie aziende cinesi che esponevano i loro prodotti. Il padiglione 3 invece era dedicato al prodotto dal forte contenuto fashion: questo spazio ha riscosso un successo particolare, tanto che gli organizzatori hanno annunciato la volontà di potenziarlo nella prossima edizione includendo, oltre alla calzatura, anche pelletteria di

alto livello, guanti, sciarpe, foulard e accessori moda. Il prossimo appuntamento con Fashion Access e con la presentazione della collezione Autunno Inverno 2012-2013 è dal 28 al 30 marzo 2012. Per l’edizione di marzo 2012 l’obiettivo è di aumentare il numero di marchi che espongono nell’area ‘Fashion Avenue’, per attrarre un maggior numero di buyer interessati alle

piccole quantità e all’alto prezzo destinate ai negozi più esclusivi e di alta fascia. L’altra novità riguarderà il settimo Prime Source Forum, che si svolgerà in concomitanza con Fashion Access e APLF Materials, Manufacturing and Technology: la nuova sessione di forum e workshop riguarderà infatti non solo il settore dell’abbigliamento, ma anche la calzatura. Info su: www.aplf.com

FROM SEPTEMBER 28TH -30TH 2011 IN HONG KONG

Fashion Access: increasing focus on fashion The biennial event dedicated to a “total look” fashion, which closed its doors this past September 30th at the Hong Kong Convention Exhibition Center, registered a quite good attendance, above all on the first and third day, whilst the second day was unfortunately penalized by a strong force 8 typhoon, called “Nesat”, which ravaged the whole area. Protagonists were the collections for the Spring/Summer 2012 of leather goods, shoes, small leather items, suitcases, leather clothes, lifestyle products. Perrine Ardouin, Event and Fashion Team Director and organizer of APLF commented with these words: “Focus of Fashion Access has always been the quality rather the quantity of buyers”. Pavilion 5 was entirely dedicated

to bags and suitcases, which hosted top Chinese companies exhibiting their products. Whilst pavilion 3 was dedicated to products of strong fashion content, this space was particularly successful, and the organizers announced their intention to enlarge it at the next edition, encompassing not only shoes but also top range leather goods, gloves, scarves, foulards

and fashion accessories. The next date with Fashion Access and with the presentation of the Fall/Winter 2012-2013 collections is scheduled from March 28th -30th 2012. The aim of the March 2012 edition is to increase the number of brands exhibiting in the ‘Fashion Avenue’ area, and to attract a higher number of buyers interested in small quantities and

high price, items dedicated to the most exclusive top-range shops. The other novelty will concern the seventh Prime Source Forum, which will be held in conjunction with Fashion Access and APLF Materials, Manufacturing and Technology, the new session of forum and workshop will concern not only the clothing sector but also shoes. For further information: www.aplf.com


www.fotoshoe.com

The largest selling

magazines on the

Leather Industry in the world FOTOSHOE GROUP China Representative Tel. 86 - 10 - 68997989 Fax 86 - 10 - 68997989 e-mail: lfq@fotoshoe.com FOTOSHOE GROUP Tel. +39 02.4459091 Fax +39 02.48402959 e-mail: info@fotoshoe.com


PITTI MI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.29 Pagina 138

STILE CONTEMPORANEO PER PITTI IMMAGINE

Buyer esteri: +20 per cento Touch Neozone e Cloudnine

a cura di Paola Palmieri

MIPELMAGAZINE

138

I compratori dal Giappone in aumento del 56 per cento, i buyer dalla Germania a quota +47 per cento, dalla Russia a +56 per cento, raddoppiati i numeri delle presenze da Corea del Sud, Cina e Turchia, molto bene anche le performance da Francia, Gran Bretagna e Olanda. Touch! Neozone e cloudnine, i tre saloni organizzati da Pitti Immagine in Via Tortona (24-26 settembre2011), si sono chiusi nello scorso mese di settembre facendo registrare un +15 per cento nel numero delle presenze complessive, con 8.075 buyer intervenuti e un pubblico di oltre 9.400 visitatori in totale. In netta crescita sia i numeri dall’estero (+20 per cento rispetto all’edizione del settembre 2010), sia i compratori dall’Italia, aumentati del 14 per cento rispetto a un anno fa. Nella classifica dei primi 15 paesi in testa il Giappone, seguito da

Francia, Svizzera, Germania, Spagna, Austria, Grecia, Cina, Corea del Sud, Russia, Belgio, Gran Bretagna, Stati Uniti, Hong Kong, Olanda. “I risultati di questa edizione sono ottimi – ha commentato Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – la crescita dei buyer esteri conferma che i nostri saloni sono una piattaforma internazionale di riferimento, per i compratori più attenti, per fare ricerca sul prodotto e sulle novità. Abbiamo investito molto sullo scouting internazionale – oltre il 40% dei marchi a questa

edizione, su un totale di 182 brand, erano nomi nuovi – su una proposta forte di collezioni capsule, sulla ricerca degli accessori più creativi. E come sempre abbiamo messo grande attenzione ai brand emergenti, ai giovani designer alle prime collezioni, a cui cerchiamo di dare grande visibilità con progetti specifici”. Commenti molto positivi da parte di giornalisti e buyer si sono registrati anche per il progetto dedicato alle collezioni degli 8 emergenti di Not Just A Label, la piattaforma online dedicata al supporto dei nuovi

pionieri della moda, che presenta oltre 6.000 brand emergenti internazionali, e che per la prima volta ha partecipato a un evento fieristico. E inoltre, ricordiamo che la presentazione delle collezioni di 50 delle aziende che hanno partecipato a questa edizione proseguirà su e-Pitti.com, la piattaforma di fiera online e marketplace lanciata da Pitti Immagine e FieraDigitale, attraverso il nuovo servizio di showroom, che permetterà alle aziende e ai buyer di avviare trattative e chiudere ordini per il successivo semestre.


CONTEMPORARY STYLE FOR PITTI IMMAGINE

The number of foreign Buyers is on the rise: Touch Neozone and Cloudnine registered +20% Japanese buyers increased by 56 percent; German buyers reached +47 percent and Russian ones +56 percent; South Korea, China and Turkey doubled their numbers, along with good performances of France, Great Britain and Holland. Touch! Neozone and cloudnine, the three shows organized by Pitti Immagine in Via Tortona (September 24th -26th 2011), closed their doors this past September recording +15 percent of the total number of presences, with over 8,075 buyers and over 9,400 visitors. Both numbers concerning foreign presences (+20 percent compared to the edition of September 2010), and Italian buyers (+14 percent compared to last year) increased. Among the first 15 top performers, we find Japan placed first, followed by France, Switzerland, Germany, Spain, Austria, Greece, China, South Korea, Russia, Belgium, Great Britain, the United States, Hong Kong, and Holland. “The results of this edition are

excellent – commented Agostino Poletto, Vice-Director General of Pitti Immagine – the increase of foreign buyers confirms that our shows are an international platform of reference for the most attentive buyers; where they can view products and novelties. We invested a lot on international scouting – over 40% of the brands attending this edition on a total number of 182 brands were first appearing – on a rich proposal of capsule collections, on the research of the most creative accessories. And, as usual, we paid much attention to emerging brands, young fashion designers introducing their first collections, whom we try to enhance and give visibility by means of specific projects”. Journalists and buyers also

positively commented the project dedicated to the collections of the 8 emerging names of Not Just A Label, the online platform dedicated to the support of new pioneers of fashion; which introduces over 6,000 international brands; and which, for the first time, participated to a trade show. Furthermore, we remember that the presentation of the collections prepared by the 50 companies that attended this edition will continue on e-Pitti.com, the online fair platform and marketplace launched by Pitti Immagine and FieraDigitale; thanks to the new showroom service, it will be possible for companies and buyers to start up negotiations and place orders for the upcoming semester.

MIPELMAGAZINE

139

PITTI MI_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.29 Pagina 139


PREMIERE CLASS_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.31 Pagina 140

A PARIGI NELLO SCORSO SETTEMBRE

Première Classe: aspettando i cambiamenti Svoltasi dal 3 al 6 settembre, contemporaneamente a Who’s Next, nel quartiere fieristico “Paris Expo” alla Porte de Versailles a Parigi, Première Classe ha confermato la sua notevole importanza per il mondo dell’accessorio di moda, con calzature e pelletteria in grande evidenza.

BONFANTI

ALEANTO

MIPELMAGAZINE

140

Si è trattato di un’edizione che ha visto un’affluenza importante di visitatori provenienti da tutto il mondo che hanno veramente affollato i 4 giorni della manifestazione che presentava le novità per l’autunno-inverno 2011-2012. In totale quasi 50.000 presenze – per il 32% non francesi - per i 548 espositori di Première Classe (720 quelli di

Who’s Next). Se quasi il 50% degli espositori era francese, non bisogna dimenticare il ruolo di Spagna e Italia (quasi il 10% a testa), ma anche Inghilterra, Danimarca, Belgio, Germania, Giappone, Portogallo e Brasile. Molti i nomi di rilievo da segnalare: Roberta Gandolfi, Saldarini 1882, Punto Très, Braccialini,tra i pellettieri, mentre

tra i calzaturieri non possiamo non citare Melissa, Fly London, Timberland, Manas, Boemos, Attilio Giusti Leombruni, Puma ecc. Ma il fatto più importante è che –a partire da gennaio 2012assisteremo a una vera e propria rivoluzione: 4 mesi dopo aver annunciato il raggruppamento dei saloni professionali di moda sotto una nuova insegna, in seguito all’acquisto dell’insieme delle manifestazioni organizzate dalla Sodes, tra cui Prêt-à-Porter Paris - PAPP, da Comexposium e la ripresa operativa di WSN développement (Who’s Next, Première Classe e Messe Around), il cambiamento sarà totale. Secondo Bertrand Foäche, socio di WSN développement con Xavier Clergerie, questa ristrutturazione, che avrà effetto da gennaio 2012, ha lo scopo di “porre fine alla rivalità tra i saloni e di aumentare i visitatori per raggiungere il 50% di visitatori internazionali contro il 35-40% di oggi. Gestendo la totalità dei mercati della moda, nello specifico della moda femminile, degli accessori e della moda maschile, il nostro approccio offrirà maggiore coerenza”. Saranno circa 2.500 gli espositori per un’area espositiva di 120.000 mq. e il salone avrà un unico nome: Who’s Next, sottotitolato Prêt-à-porter Paris. Gli spazi situati alla Porte de Versailles beneficeranno di una segmentazione netta che valorizzerà diversi mercati chiave, oltre all’abbigliamento femminile.

L’universo ‘Fame’ che riunisce le marche creative del salone Who’s Next e Face (che diventa ‘Mr.Brown’) dedicato all’uomo e allo stile urban (marchi specializzati nei settori Denim, Sport Lifestyle e dello Streetwear). Altri cambiamenti previsti all’ordine del giorno: in contemporanea a Mess Around, il salone della calzatura, lo spazio del padiglione 7.2 accoglierà un nuovo universo battezzato ‘le Cube’ dove il cuoio e la valigeria saranno i protagonisti. Première Classe si sposterà anch’essa al padiglione 7 del Parc des Expositions di Porte de Versaillles. Afferma Xavier Clergerie: “Di fronte alla rapida ascesa di manifestazioni come Bread & Butter o Premium a Berlino o ancora Pitti Uomo a Firenze, non c’è ovviamente l’intenzione di lasciare che la Germania o l’Italia vincano tutto: per questo l’edizione di settembre del grande evento “moda” parigino sarà anticipata a fine giugnoprimi di luglio 2012. Una decisione che porta mobilità nell’adattarsi e integrarsi all’interno di un calendario internazionale, in contemporanea con la settimana della moda maschile di Parigi e con le sfilate haute couture”. L’appuntamento, quindi, è dal 21 al 24 gennaio 2012. Si replica poi dal 30 giugno al 3 luglio. Per maggiori informazioni: www.premiereclasse.com


PREMIERE CLASS_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.31 Pagina 141

IN PARIS THIS PAST SEPTEMBER

This edition had a very important turnout of visitors coming from all over the world, who, in their numbers, really packed the 4 days of the show dedicated to the latest trends in Autumn-Winter 20112012. A total of almost 50,000 presences—with 32% foreign in number—were present for the 548 exhibitors of Première Classe (and for the 720 present at Who’s Next). If 50% of the exhibitors were French, it’s important to not forget the role of Spain and Italy (almost 10% each); and not overlook England, Denmark, Belgium, Germany, Japan, Portugal, and Brazil. Numerous the important names in fashion which participated: Roberta Gandolfi, Saldarini 1882, Punto Très, Braccialini, among the leather goods manufacturers; while in footwear we can’t help but mention Melissa, Fly London, Timberland, Manas, Boemos, Attilio Giusti Leombruni, Puma.

GALLETTI FIRENZE

The most important news, however, is that—as of January 2012—we will witness a real and genuine revolution: 4 months after announcing the merger of the professional fashion showrooms under a new headline; and following the purchase of all the events organized by Sodes, including Prêt-à-Porter Paris – PAPP, from Comexposium to the comeback of WSN développement (Who’s Next, Première Classe and Mess Around), an absolute change will take place. According to Bertrand Foäche, partner of WSN développement with Xavier Clergerie, this reorganization, which will be effective as of January 2012, has the goal of “putting an end to the rivalry among fashion shows and increasing visitor presence to 50% international participation, instead of today’s 35-40% participation. Our approach of

managing all the fashion markets; and in particular women’s fashion, accessories, and men’s fashion, will offer more cohesion”. Around 2500 exhibitors will be present in an exhibition space of 120,000 sq mtr and the show will have only one name: Who’s Next, subtitled Prêt-à-porter Paris. The spaces located at Porte de Versailles will benefit from a segment division, enhancing the value of each of the different key markets, in addition to women’s wear. The “Fame” universe will reunite the creative brands of the shows Who’s Next and Face (which will become ‘Mr. Brown’) dedicated to men and urban style (brands specialized in the sectors of Denim, Sport, Lifestyle, and Streetwear). Other changes which are on the agenda: in conjunction with Mess Around, the show dedicated to footwear, the space of hall 7.2 will host a new universe baptized as “le Cube”, where leather and suitcases

KONTESSA

ROBERTA GANDOLFI

will be the protagonists. Also Première Classe will be moved to hall 7 of the Parc des Expositions in Porte de Versailles. Xavier Clergerie confirms: “In view of the rapid rise of shows like Bread & Butter, or Premium in Berlin, or even Pitti Uomo in Florence; we of course have no intention of allowing Germany or Italy to win them all: for this reason, the September edition of the big Parisian “fashion” event will be held ahead of time at the end of June/beginning of July 2012. A decision which allows for mobility in adapting and rounding out the already scheduled events in the international calendar, including the week of men’s fashion in Paris, and the haute couture fashion shows”. The event is therefore set to take place from January 21st to the 24th 2012, with a repeat show from June 30th to July 3rd. For more information: www.premiereclasse.com

MIPELMAGAZINE

Première Classe took place this past September 3rd - 6th, in conjunction with Who’s Next, on the fairgrounds of “Paris Expo” at Porte de Versailles in Paris; confirming its considerable importance in the world of fashion accessories, with footwear and leather goods on prominent display.

141

Première Classe: Waiting for change


Mi-Milano_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.32 Pagina 142

VISITATORI ESTERI IN AUMENTO A MI MILANO

Il made in Italy che conquista

MIPELMAGAZINE

142

Si è chiusa il 26 settembre scorso con 8.196 operatori (+ 6 % rispetto all’edizione settembre 2010), MI Milano pret-à-porter, tenutasi a fieramilanocity dal 23 settembre. a cura di Paola Palmieri

In netta crescita gli operatori internazionali con incrementi a due cifre per gli operatori provenienti dal bacino delle ex repubbliche baltiche, Estremo Oriente con in testa Corea e Giappone e una sostanziale tenuta del mercato europeo con il ritorno dei compratori inglesi e tedeschi. In calo gli operatori italiani che hanno concentrato la loro presenza nella giornata di domenica. “I numeri hanno la loro importanza – afferma Marco Serioli, direttore divisione exhibitions Fiera Milano Spa – le nostre aziende hanno sempre più bisogno di concentrarsi sull’export per compensare il calo dei fatturati in Italia ed è per noi significativo l’aver sfiorato il 30% di operatori esteri. Quello

che più ci ha premiato è stata la qualità del prodotto: per un capo veramente Made in Italy i buyer sono disposti a spendere di più e qui a MI Milano pret-aporter hanno trovato collezioni di alto profilo interamente prodotte in Italia”. MI Milano pret-à-porter ha presentato 240 collezioni per la prossima primavera estate 2012 riservando particolare attenzione ai marchi emergenti che si caratterizzano per ricerca e creatività, protagonisti dell’area The Hothouse. Tra le novità di quest’anno il progetto dedicato ai nuovi talenti MI Pap+ che ha esordito con Kiton, storico brand italiano e la presenza dello special project di Victoria Bartlett,VPL. Si confermano molto apprezzate anche l’area dedicata al beachwear e l’evento Collisions, giunto alla sua terza edizione.

FOREIGN VISITORS INCREASE AT MI MILANO

Made in Italy who wins Started on September 23rd, MI Milano pret-à-porter, which was held at fieramilanocity, closed its doors this past September 27th registering 8,196 operators (+ 6 % compared to the September edition of 2010). The number of International operators considerably rose; and registered a double digit increase for operators coming from the former Baltic area and the Far East with Korea and Japan as best performers. Mentionable is also the European presence with the return of English and German buyers. The number of Italian operators decreased, who concentrated their presence on Sunday. “Numbers are very important – says Marco Serioli, director of the exhibition division of Fiera Milano Spa – our companies must concentrate on export to balance the turnover decrease in Italy, and it is very important for us to get closer to 30% of foreign operators. But the quality of our products really rewarded us; for a genuine

“Made in Italy” item, buyers are ready to spend more and here at MI Milano pret-à-porter they found top level collections, which are produced exclusively in Italy”. MI Milano pret-à-porter introduced 240 collections for the upcoming Spring-Summer 2012, and paid much attention to emerging brands protagonist of The Hothouse area which stand out for research and creativity. Amongst the novelties of this year, there was the project MI Pap+ dedicated to new talents which made its debut with Kiton, historic Italian brand, and the presence of the special project of Victoria Bartlett, VPL. The area dedicated to beachwear and the event Collisions, at its third edition, were also acclaimed. Mi milano


Offenbach_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.33 Pagina 143

NOTIZIE DA INTERNATIONAL LEATHER GOODS FAIR OFFENBACH

Piena soddisfazione

MIPELMAGAZINE

143

International Leather Goods Fair I.L.M. si è svolta presso il quartiere fieristico di Offenbach dal 24 al 26 settembre scorso con buoni risultati e generale soddisfazione da parte degli espositori e dei visitatori. 249 aziende provenienti da 16 nazioni hanno mostrato le nuove tendenze della pelletteria dedicate alla primavera-estate 2012. Ogni settore della merceologia era presente, dalle borse da donna alla piccola pelletteria, dalle valigie e articoli da viaggio, dagli ombrelli ai guanti, alle cinture e altri accessori moda. Secondo i dati forniti dagli

organizzatori ben 5800 visitatori da 44 diversi paesi hanno segnalato la loro presenza alla rassegna fieristica, per la prima volta svoltasi in tre giorni. Soddisfazione è stata espressa da Ursula A. Diehl, direttore di Messe Offenbach. Una risposta positiva è arrivata anche dagli operatori specializzati che hanno apprezzato le tendenze e le

ispirazioni moda fornite dalle aziende espositrici. Ogni giorno si sono svolte due sfilate di tendenze denominate Expressive e Impressive, oltre a una serie di interessanti seminari dedicati all’estate 2012 e all’autunno-inverno 2012-2013. Il prossimo appuntamento con I.L.M. Winter Styles è fissato dal 10 al 12 marzo 2012.

NEWS FROM INTERNATIONAL LEATHER GOODS FAIR OFFENBACH

A very satisfactory edition International Leather Goods Fair I.L.M. was held at the fairground in Offenbach from September 24th -26th 2011 and registered good results besides a general satisfaction both of exhibitors and visitors. 249 companies coming from 16 nations displayed the new trends of leather goods dedicated to Spring/Summer 2012. Each product segment was present, from women’s bags to small leather goods; from suitcases and travel items to umbrellas and gloves; finally and including belts and fashion accessories.

According to the data recorded by the organizers, a good 5,800 visitors coming from 44 different countries registered to the event; which lasted, for the first time, three days. Ursula A. Diehl, Messe Offenbach director, expressed her satisfaction. A positive feedback came also from specialized operators; who acclaimed the trends and fashion inspirations

presented by the exhibiting companies. There were two catwalk shows a day dedicated to trends, called Expressive and Impressive, in addition to several interesting seminars focused on Summer 2012 and Fall/Winter 2012-2013. The next date with I.L.M. Winter Styles is scheduled for March 10th -12th 2012.


Mi-Unica_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.34 Pagina 144

LE DIRECTIONS P-E 2013 DI MODA IN – MILANO UNICA

Suggestioni in anteprima Moda In - Milano Unica ha presentato in anteprima le Directions al teatro Paolo Grassi di Milano per la primavera-estate 2013 all’insegna della contaminazione.

MIPELMAGAZINE

144

a cura di Paola Palmieri Una contaminazione sana naturalmente, un’alleanza di aspetti, di stili, di colori, di fibre, di lucentezze. Una globalizzazione tessile in cui la “trasversalità di idee e progetti è la strategia più adatta per conseguire risultati positivi e concreti” ha affermato Angelo Uslenghi, coordinatore della Commissione Stile di Moda In – Milano Unica. Un mondo capace di dosare e di fondere, dal sociale all’arte, dalla moda alla cultura, dallo sport alla scuola, può solamente diventare più ricco e creativo a dispetto della cappa di fumo nero proveniente dal mondo della finanza, costretto dai numeri e da logiche austere, alla triste

sorte di non poter giocare con la materia e inventare nuovi orizzonti. E se la trasversalità è il concetto chiave delle Directions P/E 2013, trasversali sono i 4 temi proposti dalla Commissione Stile: insieme si percorre un viaggio che procede partendo dall’energia nel quotidiano, ai ritmi lenti di un gusto della vita assaporato a pieno, dalla capacità di influenzare insita in un carattere incisivo all’esclusività dell’individualità aperta alle contaminazioni. La tavolozza dei colori è dominata, nella descrizione verbale, da parole dinamiche, delicate, esotiche, luminose che portano a stati di energia

vitaminica, a seduzioni malinconiche, a magnetismi del glamour, a stili agresti e suggestioni etniche per un insieme armonico. Vogliamo un mondo armonico: pare essere il messaggio delle nuove generazioni che esprimono pulsioni e tensioni anche tramite il look, come fece l’eskimo tanti anni fa. Il tema active è dominato da una vitalità vacanziera, dal dinamismo urbano e da una voglia di sport che creano leggerezze da sovrapporre, materiali vissuti e pratici, sensazioni tattili inusuali. Ma c’è chi vuole che il languid, il languore, domini la sua P/E 2013, tramite ritmi lenti, dissolvenze, senso di libertà che si concretizza nel look tramite materiali impalpabili, disegni che l’impalpabilità rendono visibile tramite la dissolvenza, tramite il dolce relax. Per le personalità incisive, sharp è il tema che si palesa attraverso blocchi di colore, anche di ambientazioni notturne ricche di energia, di stampe spesse e inchiostri rigonfianti che richiamano messaggi esoterici,

spazi in cui la tridimensionalità illusoria diventa reale. Il tema melded, fonde usi e tradizioni e scopre la voglia di look esclusivi. “Chi perde la propria individualità perde tutto” diceva Gandhi, ed ecco la voglia di inventiva e manipolazioni, digitali, farsi interpretazione libera e assemblaggio di culture e storie. I punti forti della stagione materica sono le fibre artificiali e sintetiche eco-compatibili e traspiranti al fianco di quelle naturali e tradizionali, sia in mischia che al 100%. Dalle leggerezze, alle lucentezze, alle stampe le tecniche digitali e le realizzazioni artigianali caratterizzano la produzione tessile e accessori. Moda In – Milano Unica ha anche presentato i quattro pannelli artistico-artigianali, prodotti dalla Commissione Stile, nel bellissimo Chiostro del ‘400 di Palazzo Carmagnola che contiene il Teatro Grassi. I quattro lavori sono il frutto e l’origine al tempo stesso del percorso creativo che dà anima alle Directions, soprattutto al video che da essi trae ispirazione iconografica.


Mi-Unica_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.34 Pagina 145

DIRECTIONS SPRING-SUMMER 2013 BY MODA IN – MILANO UNICA

Preview suggestions

4 themes of the Style commission are transversal: together one goes on a journey beginning from dayto-day Energy, to the slow rhythms of a taste for life relished to the full, from the capacity to influence anchored in an incisive character to the exclusivity of an individuality which is open to contaminations. The palette of colours is dominated, in the verbal description, by dynamic, delicate, exotic, bright words, that bring you to high states of Energy, melancholic seductions, glamour magnetisms, rustic styles and ethnic suggestions for a harmonious whole. We want a harmonious world: this seems to be the message of new generations who express impulses and tensions through their look, as the Eskimos did

is the desire to invent and manipulate with one’s hands, to make one’s own free interpretation and amalgamate cultures and stories. The strong points of the material season are fake fibres and breathable eco-friendly synthetics beside the natural and traditional ones, both in combined version and 100%. From the lightness to the brightness, to the patterns, the digital techniques and crafts work characterise the textile and accessories production. Moda In – Milano Unica also presented the four handicraftartistic panels, made by the Style commission, in the beautiful 1400s cloister of the Palazzo Carmagnola which houses the Grassi Theatre. The four pieces of work are both the fruit and the origin of the creative journey which gives life to Directions, and particularly to the video which takes iconographic inspiration from them.

145

Healthy contamination naturally, an alliance of aspects, styles, colours, fibers and lights. A textile globalisation in which the “transversal quality of ideas and projects is the best strategy to achieve positive and concrete results” stated Angelo Uslenghi, the coordinator of the Stile di Moda In – Milano Unica Commission. A world capable of weighing out and fusing, from the social to art, from fashion to culture, from sports to education, it can only become richer and more creative despite the hood of black smoke coming from the world of finance, which numbers and austere logics confine to the sad fate of not being able to play with materials or invent new horizons. And if being transversal is the key concept of Directions S/S 2013, the

many years ago. The active theme dominated by a festive vitality, urban dynamism and a desire for sports that create lightness to wear, lived and practical materials, unusual tactile sensations. But for those who want the languid, the languor to dominate their S/S 2013, through slow rhythms, fade-outs, a sense of freedom materialising in the look through impalpable materials, designs whose impalpability make them visible through the fading-out, through soft relax. For incisive personalities, sharp is the theme which is revealed through blocks of colour, nocturnal settings and inflated ink evoking esoteric messages, areas where the illusory tridimensionality becomes real. The melded theme, merges uses and traditions and discovers the desire for exclusive looks. “He who loses his own individuality, loses everything” Gandhi said, and here

MIPELMAGAZINE

Moda In - Milano Unica gave a preview of Directions at the Paolo Grassi theatre in Milan for a Spring-Summer 2013 dedicated to contamination.

By Paola Palmieri


LEATHERZONE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.35 Pagina 146

“PELLE” AL CENTRO

MIPELMAGAZINE

146

È tornata Leatherzone Con un fitto programma di incontri dedicati  all’approfondimento del rapporto tra impresa, innovazione, ambiente, territorio e formazione è tornata la seconda edizione Leatherzone, il secondo Salone di tecnologia e ricerca per il futuro della pelletteria e la calzatura di lusso. Organizzata tra il 5 e il 7 ottobre dal Consorzio Centopercento Italiano, la fiera è stata l’eventocatalizzatore di tutti i soggetti economici e istituzionali – esponenti delle istituzioni, manager del settore della pelletteria e della calzatura, esperti e studiosi del mondo della moda – coinvolti in questo settore strategico dell’economia toscana e nazionale, che trova in terra fiorentina il suo storico fulcro. Il salone prevedeva infatti un fitto calendario di incontri e workshop mirati, che hanno trattato i molteplici aspetti legati ai temi “caldi” dell’innovazione di prodotto e di processo nei settori pellettiero e calzaturiero, focalizzandosi in particolare sullo stretto rapporto esistente tra mondo produttivo e territorio, le relazioni tra le esigenze di salvaguardia ambientale e l’attività economica, il ruolo centrale

svolto, nella filiera, dalla formazione specialistica, vero motore trainante dell’innovazione e dell’occupazione nel comparto del lusso. Un unico comune denominatore, insomma, alla ricerca di un connubio virtuoso tra tradizione, innovazione, etica e ambiente. La seconda edizione di Leatherzone ha ospitato circa sessanta aziende espositrici, tra produttori di accessori e componenti, macchinari e attrezzature, pellami, tessuti e prodotti chimici. L’annuncio a Leatherzone: è nata la “santa” alleanza tra grandi imprese, piccole aziende, istituzioni e associazioni di categoria per sostenere la pelletteria di lusso, cuore economico della Firenze metropolitana. Ufficializzata al Salone in corso alla Fortezza da Basso la “svolta”

nelle strategie industriali a sostegno del distretto circumfiorentino, ove si produce il 90% del pellettiero nazionale di alta gamma. Nasce un progetto di politica integrata, che per la prima volta coinvolge tutti i soggetti della filiera, dalle imprese globalizzate alle microimprese, i comuni, gli istituti di formazione e le associazioni dei produttori, e Confindustria. Che il settore, nonostante la crisi, sia vitale, lo dicono i numeri: con un + 30% nel primo semestre del 2011, il distretto pellettiero fiorentino è in vetta, pur con tutte le cautele del caso, alle graduatorie nazionali della crescita. Ma quello messo a punto e annunciato a sorpresa a Firenze, durante l’inaugurazione di Leatherzone, il salone dedicato alla tecnologia e alla ricerca per il

comparto della pelletteria di lusso, è ben più di un passo avanti nelle strategie di sostegno a questa realtà strategica per l’occupazione e l’economia del territorio. “Questo salone – ha esordito Andrea Calistri, presidente del Consorzio Centopercento Italiano, organizzatore della fiera – si apre nel segno del dialogo e di un nuovo modello di relazioni industriali, che coinvolge tanto le imprese che fino a ieri potevano avere interessi diversi o addirittura contrastanti, come i grandi marchi globalizzati da un lato e le medie/piccole imprese dall’altro, quanto le istituzioni e tutti i soggetti cointeressati al futuro della pelletteria di lusso nell’area fiorentina. E il messaggio è finalmente incoraggiante: gli spigoli sono messi da parte, la globalizzazione è un dato acquisito, il domani consiste nel


di prodotto e di processo”, ha concluso Calistri. “Il nostro distretto – gli ha fatto eco Karlheinz Hofer, presidente dell’Alta Scuola di Pelletteria Italiana di Scandicci – racchiude qualcosa come 2.500 imprese e 10.000 occupati. Una risorsa e un know how enormi, alle prese però con le esigenze di un imponente ricambio generazionale, capace da un lato di trasferire il “saper fare” dai più anziani ai più giovani, dall’altro di ridare alle sue professionalità un appeal in grado di fare presa sulle nuove generazioni, dando loro forti motivazioni. I rapporti della McKinsey dimostrano del resto

che, dal 1995 ad oggi, il settore della moda è cresciuto a tassi doppi rispetto a quelli del pil mondiale: dunque i margini di sviluppo ci sono, ora occorre ridargli il prestigio. Qualche piccolo risultato già si vede: nel 2011 sono “usciti” dalla nostra scuola 50 addetti con assunzione a tempo indeterminato e 20 a tempo determinato”. “Se non ora, quando?”, si è

chiesto il presidente di Confindustria Firenze, Simone Bettini, riferendosi alla nuova alleanza presentata in fiera. “Leatherzone è il punto di arrivo di una nuova logica nel concepire le strategie a sostegno del comparto pellettiero”, ha detto”, nel momento in cui nuovi consumatori si affacciano sul mercato e nuove generazioni si affacciano alla produzione”.

“LEATHER” AT THE CENTER OF ATTENTION

The Leatherzone is back The second edition of Leatherzone, the second showroom for technology and innovative research in the sector of leather goods and luxury footwear, returned with a jam-packed program of events dedicated to increasing the connection between business, innovation, environment, territory and education This event, which took place from October 5th to the 7th, and organized by the Consorzio Centopercento Italiano, was a catalytic event for all economic and institutional parties concerned—including representatives from institutions, managers in the sectors of leather

goods and footwear, and experts and intellectuals from around the fashion world. All of whom are key players in this strategic sector for the Tuscan and National economy, with its historical hub present in the Florentine territory. The showroom, in fact, called for a calendar full of dedicated

meetings and workshops, which dealt with the many facets of the “hot” themes regarding product innovation and manufacturing processes in the sectors of leather goods and footwear. Particular focus was given to the close connection between the productive world and the territory; the relationship between environmental protection requirements and economic activity; and the central role of specialized education in the supply chain, which is the real driving force behind innovation and employment in the luxury segment. In other words, a common denominator exists which requires an effective merger between tradition, innovation, ethics, and environment. The second edition of Leatherzone hosted around sixty exhibitors,

including manufacturers of accessories and components, machinery and equipment, leather hides, and fabrics and chemical products. An important announcement at Leatherzone: the foundation of a “sacred” alliance between big businesses, small companies, institutions and trade associations; all in support of the segment of luxury leather goods, which is the heart of the Florentine metropolitan economy. During the on-going Exhibition at the Fortezza da Basso, the “change” in industrial strategies to give more support to the surrounding Florentine district, where 90% of the national highend leather goods are produced, was made official. And so, an integrated policy, “If not now when” which for the first time involves all elements of the supply

MIPELMAGAZINE

saper cogliere le opportunità che essa ci pone di fronte”. Tra queste, ad esempio, l’inversione dei ruoli che in pochi anni ha interessato alcuni paesi-chiave dello scenario economico mondiale: quelli che fino a poco fa – Cina, India, Brasile – erano concorrenti del Made in Italy, ora, grazie alle nuove classi emergenti, ne stanno diventando i migliori acquirenti. Un cambio di scenario drastico, insomma, di fronte al quale il polo fiorentino della pelletteria offre il modelloLeatherzone: “Tutti insieme, nella trasparenza, a sostegno di un sistema produttivo aperto, grazie alla sua duttilità, all’innovazione

147

LEATHERZONE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.35 Pagina 147


MIPELMAGAZINE

148

LEATHERZONE_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.35 Pagina 148

È per questo che Confindustria illustrerà presto alla Regione un proprio progetto strategico annuale riservato al settore della pelletteria di lusso. Un progetto in cui innovazione, formazione e promozione viaggeranno di pari passo: “Lo scopo – ha concluso – è creare un sistema territoriale a

rete, che sappia intercettare la domanda attraverso la saldatura tra grandi griffe e piccole aziende”. “L’eccellenza del polo pellettiero e l’esigenza di sostenerlo nella sua globalità sono la dimostrazione della necessità di “pensare” in

termini di distretto e non di confini amministrativi”, ha sottolineato da parte sua Simone Gheri, sindaco di Scandicci, la città che con oltre 1000 imprese attive è il capoluogo virtuale del settore.- “Occorre quindi concepire in chiave

“metropolitana” anche tutti i servizi, diretti e indiretti, necessari al suo sviluppo: dall’aeroporto all’università. Ed è necessario che il Piano di Sviluppo Regionale non dedichi al comparto poche righe, ma uno spazio proporzionale al suo peso economico”.

chain, was founded; including multinational enterprises and small companies; municipalities, educational institutes, trade associations and Confindustria. This sector, notwithstanding the economic crisis, is essential; a fact which is clearly shown by the numbers: with a +30% increase registered during the first half of 2011, the Florentine leather goods district is at the top of the national rankings for growth, even with all the precautions that have had to be taken. However, that which was developed and announced by surprise in Florence, during the inauguration of Leatherzone, the showroom dedicated to technology and research for the segment of luxury leather goods; was much more than just a step forward in the strategies which help support this key reality for employment and the territory’s economy. “This showroom – explained Andrea Calistri, President of the Consorzio Centopercento Italiano, and organizer of the event – begins in the spirit of open dialogue and a new example of industrial relations. This concerns both the companies, which up until a short while ago could have differing or even conflicting interests; like the big multinational brands on one side and the small/medium companies on the other; as well as the institutions and other parties with similar interests in the future of luxury leather goods

in the Florentine area. And the message is finally encouraging: differences have been put aside, globalization is an established fact, and tomorrow is determined by knowing how to seize the opportunities we are given today”. Among these, for example, is the reversal in roles, experienced by different countries which became key players in the scenario of world economics in just a few years time: up until a short while ago countries such as China, India and Brazil, were competitors of Made in Italy. Now, thanks to the new emerging classes, they are becoming the best consumers. In short, a drastic change in scene, against which the Florentine hub of leather goods offers its solutionLeatherzone: “All together, with complete transparency, and in support of an open productive system, which is possible thanks to its adaptability, product innovation and processes”, concluded Calistri. Karlheinz Hofer, President of the Alta Scuola di Pelletteria Italiana di Scandicci [Scandicci’s School for Professional Training in Leather Goods] echoed this sentiment, “Our district encompasses almost 2500 businesses and 10,000 employees. It is an enormous well of resources and know-how which is, however, up against the needs of a large generational change. From one end, it must transfer the ‘know how’ from the older generation to the younger one; and from the other end, it must

give the profession sufficient appeal to motivate the newer generations. After all, the McKinsey reports show that from 1995 to today, the sector of fashion has grown at a rate which is double that of the worldwide GDP: therefore, the room for development exists; now it’s only necessary to give fashion back its prestige. Some small results are already apparent: in 2011, 50 professionals who “left” our school were hired with permanent employment contracts, and another 20 professionals were hired with fixed-term employment contracts”. “If not now, when?”, is what the President of Confindustria Florence, Simone Bettini, asked himself in reference to the new alliances presented during the event. “Leatherzone is the result of a new way of conceiving the strategies which help support the segment of leather goods”, he said“ during a time in which new consumers are emerging in the market and new generations are arising in production”. For this reason, Confindustria will soon present to the Territory its own

strategic annual project dedicated to the sector of luxury leather goods. A project in which innovation, educational training, and promotion go hand in hand: “The goal—he concluded—is to create a territorial network which knows how to head off customer demand through a consolidated effort between big designer labels and small companies”. “The excellence of the leather goods division and the need to support it on a global level show that it is necessary to ‘think’ in terms of district and not in terms of administrative boundaries”, underlined Simone Gheri, Mayor of Scandicci, a city which can count more than 1000 active businesses and which is also the virtual capital of the sector. “Therefore it is necessary to conceive in a ‘metropolitan’ context all the services, direct and indirect, necessary for development: from the airport to the university. It is also important for the Regional Development Plan to dedicate not only a few lines to this division, but a space proportional to its economic importance”.


Pubb. PAOLO MASI_JAP 10-08 Pubb. PAOLO MASI 19/09/11 10.48 Pagina 1

Pelletterie

50143 FIRENZE (Italy) - Via di Soffiano, 166/A Tel. +39/055.710108 - Fax +39/055.711073 paolomasi.firenze@virgilio.it


News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 150

NEWS DAL SETTORE - NEWS FROM THE SECTOR

NOVITÀ E CURIOSITÀ

A CURA DI PAOLA PALMIERI

News and wonders

MIPELMAGAZINE

150

Una nuova boutique Krizia apre a New York Nel cuore del Meatpacking District, il quartiere più trendy di New York, nasce una nuova prestigiosa boutique firmata Krizia. Dopo tantissimi anni in Madison Avenue, Mariuccia Mandelli, precursore da sempre in tutte le sue attività (prima ad inaugurare un teatro nel quale si incontrano intellettuali e artisti di fama mondiale e prima ad aprire un prestigioso resort nel cuore dei Caraibi), decide di trasferire il suo headquarter americano. Più di 500 metri quadrati per accogliere il mondo Krizia sempre in continua espansione e sempre corteggiatissimo dai

nuovi mercati in espansione. La boutique sorge sulla 14th strada, punto nevralgico del Meatpacking District, scelto personalmente da Mariuccia Mandelli quando nessuno credeva nelle potenzialità della zona. In perfetta linea con lo stile Krizia, la boutique si distribuisce su un unico spazio con al centro una parete divisoria dove è posizionato un elegante divano rosso adagiato su una preziosa pavimentazione di resina laccata nera. L’illuminazione è affidata all’arte di Ingo Maurer. Importanti sospensioni del designer tedesco illuminano e

valorizzano i dettagli della boutique che vede la nuance rossa come colore che completa e arricchisce l’alternarsi del bianco e del nero. La nuova boutique accoglie tutte le collezioni Krizia: Krizia Top, Krizia Poi, Krizia Jeans, Krizia Maglia, Krizia Underwear oltre

all’intera linea di accessori donna, dagli anelli alle collane, dagli orecchini agli storici bracciali. Le stampe realizzate da Andy Warhol che ritraggono il noto volto di Mariuccia Mandelli polarizzano l’attenzione e completano il raffinato arredamento.

A new Krizia boutique opens in New York A new prestigious boutique by Krizia sees the light in the heart of the Meatpacking District, New York’s trendiest district. After many years in Madison Avenue, Mariuccia Mandelli, who has always been a pioneer in all her activities ( before inaugurating a theatre where intellectuals and world-famous artists meet and

before opening a prestigious resort in the heart of the Caribbean), decides to transfer her American headquarter. Over 500 square metres to welcome the Krizia world in permanent expansion, and always very pursued by new expanding markets. The boutique arises on 14th

street, the neuralgic point of the Meatpacking District, personally chosen by Mariuccia Mandelli when no one believed in the potential of the area. In perfect line with the Krizia style, the boutique covers one unique space with at the centre a partition screen where an elegant red sofa is placed, lounging on a

precious black lacquered resin flooring. Lighting is entrusted to the art of Ingo Maurer. Important swing lamps by the German designer enlighten and enhance the details of the boutique, which uses the red nuance to complete and enrich the shift of black and white. The new boutique holds all Krizia collections: Krizia Top, Krizia Poi, Krizia Jeans, Krizia Maglia, Krizia Underwear besides the entire line of women’s accessories, from rings to necklaces, from earrings to the historical bracelets. Prints by Andy Warhol portraying Mariuccia Mandelli’s known face polarize the attention and complete the refined decor.


Il colore di Mywalit

The Mywalit colour

Per la prossima stagione Mywalit presenta i suoi nuovi e colorati accessori di pelletteria, che si inseriscono all’interno della ricca e briosa gamma di articoli già esistente. La scelta di mescolare colori e forme rimane l’elemento distintivo del marchio. Alcuni dei prodotti tradizionali vengono sottoposti ad un accurato restyling, altri, invece, inseriti ex novo all’interno della collezione: il portafoglio da donna, disponibile nella nuova

For next season Mywalit presents its new and colourful leather accessories, which enter the rich and lively range of existing items. The mix of colours and shapes remains the brand’s distinctive element. Some of the traditional products have been submitted to a thorough restyling, while others have been inserted ex-novo inside the collection: the women’s wallet,

available in the Chocolate Mousse new tone, the Flag line items, now also made in Blue Britannia combination, the wallet which is also a mobile phone holder or an iphone case, the reversible belts, suede gloves and the three key rings. The renovated small leather items are joined by numerous handbags ordered by shape, model and material.

MIPELMAGAZINE

tonalità Chocolate Mousse, gli articoli della linea Flag, ora realizzati anche nella combinazione del Blue Britannia, il portafoglio che fa anche da portacellulare, il porta iphone, le cinture reversibili, i guanti in camoscio e i tre portachiavi. Ai rinnovati articoli di piccola pelletteria si aggiungono le numerose borse che Mywalit classifica secondo forma, modello e materiale.

Malìparmi presenta Laptop Capsule

Malìparmi presents Laptop Capsule

Malìparmi presenta la “Laptop Capsule”: un porta-iPad e una custodia per il laptop nei formati 13” e 15”-17” declinati in una gamma di sei diversi mix di stampe, materiali e colori, ottenuti riutilizzando tessuti dell’archivio Maliparmi. Inseriti nel progetto Tessuto della Memoria, nato due anni fa per dare una nuova vita al patrimonio vintage di Malìparmi, porta-iPad e porta-PC legano l’idea della memoria alla modernità della tecnologia e permettono, grazie ad una solida ma morbida imbottitura, di proteggere in modo femminile e

Malìparmi presents the “Laptop Capsule”: an i-Pad holder and laptop case in 13” and 15”-17” formats available in a range of six different combinations of patterns, materials and colours,

speciale i portatili. La collezione è come sempre ‘limited edition’. Il packaging, realizzato senza plastiche, utilizza solo carte e cartone riciclati nel rispetto dell’ambiente.

151

News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 151

obtained by re-using fabrics from the Maliparmi archive. Inserted in the Memory Fabric project, which was born two years ago to give a new life to Malìparmi’s vintage heritage, the i-Pad holder and PC-case connect the idea of memory to the modernity of technology and make it possible, thanks to a solid yet soft padding,to protect one’s laptop in a feminine and special way. The collection is, as usual, a ‘limited edition’. The packaging is plastic free, and only uses recycled paper and carton, in respect of the environment.


News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 152

MIPELMAGAZINE

152

Coccinelle inaugura a Kiev Dopo le recenti aperture di Bratislava, Lods e Odessa, Coccinelle, l’azienda italiana leader nella produzione di borse, scarpe e accessori, continua l’espansione nell’Est europeo inaugurando la nuova boutique monomarca a Kiev. Situato di fronte all’importante centro commerciale Mandarin Plaza, in Basseynaya Str. 5°, una delle vie più movimentate del quartiere storico della città, dove sono concentrati diversi marchi del lusso internazionali, lo store di Kiev si sviluppa su di una superficie di 45 metri quadrati. Il negozio offre alla clientela

della capitale un’atmosfera “calda” e accogliente grazie ad un ambiente luminoso e sofisticato, in cui ogni dettaglio valorizza i prodotti esposti. Pareti, mensole e pannelli retro-illuminati laccati di bianco caldo. Nero per tavoli, display vetrine e accessori. Dettagli fumé specchio donano all’ambiente un’eleganza “easy-chic” e una shopping experience contemporanea. Importante capitale della moda, dove si tengono i Kiev Fashion Days che vedono sfilare alcuni tra i più influenti nomi della moda ucraina e internazionale insieme ai designer emergenti,

Coccinelle inaugurates in Kiev After recent openings in Bratislava, Lods and Odessa, Coccinelle, the Italian leader in the production of handbags, shoes and accessories continues its expansion in eastern Europe, inaugurating a new mono-brand boutique in Kiev. Located opposite the Mandarin Plaza department store, in Basseynaya Str. 5°, one of the most lively streets of the city’s historical area, where various International luxury brands are clustered, the Kiev store stretches out on a 45 sq. metre area. The shop offers the capital’s clientele a “hot” and welcoming atmosphere thanks to a bright and sophisticated setting, where every detail enhances displayed products. Walls, shelves and retroilluminated panels lacquered with warm white. Black for tables, shop-windows and accessories. Fumé details give the setting an “easy-chic” elegance and make it a modern shopping experience. As an important fashion capital,

hosting the Kiev Fashion days featuring shows by some of the most influential names of Ukrainian and international fashion together with emerging designers, the opening in Kiev represents an important step, for Coccinelle’s expansion strategy abroad. “Ukraine, like other countries in Eastern Europe, are markets with high growth rate, young and dynamic, perfectly in line with the values and identity of our brand” – explains Angelo Mazzieri, President of Coccinelle.  At the inauguration ceremony, held yesterday, were the Italian Vice-ambassador in Kiev, Pierluigi Schettino and the Business Development Director of Coccinelle, Antonio Sottile, who was recently appointed Honorary Consul of Byelorussia for Emilia Romagna. Thanks to the inauguration of the Kiev store, the number of Coccinelle monobrand retail points in the world comes up to 78 .

l’apertura a Kiev rappresenta una tappa importante, per la strategia di espansione all’estero di Coccinelle. “L’Ucraina così come gli altri Paesi dell’Europa dell’Est sono mercati ad alto tasso di crescita, giovani e dinamici, perfettamente in linea con i valori e l’identità del nostro brand” – spiega Angelo Mazzieri, Ad e Presidente di Coccinelle.  Alla cerimonia inaugurale,

tenutasi ieri, erano presenti il Vice Ambasciatore d’Italia a Kiev Pierluigi Schettino e il Business Development Director di Coccinelle, Antonio Sottile, che recentemente è stato insignito della carica di Console Onorario della Bielorussia per l’ Emilia Romagna. Grazie all’inaugurazione dello store di Kiev, è salito così 78 il numero dei punti vendita monomarca Coccinelle nel mondo.

Ladychic di Maclè Ladychic di Maclè rappresenta al meglio l’esclusività: un lusso bisbigliato, elegante e sportivo allo stesso tempo, realizzato in pelle con stampa rettile. Maclè ha creato una piccola collezione fatta di tre modelli, realizzata con pellami della miglior qualità, molte varianti di colori e cura del dettaglio come nella miglior tradizione dell’artigianato fiorentino.  Il modello Ladychic, è realizzato da Maclè  interamente in Italia, con lavorazioni manuali che richiedono molte ore di lavoro. L’accento, logo del nuovo brand Maclè, diventa accessorio nella cerniera dando un tocco chic esclusivo.

Ladychic by Maclè Ladychic by Maclè best represents exclusivity: a whispered luxury, elegant and sporty at the same time, made in leather with a reptile pattern. Maclè has created a small collection composed of three models, made with top quality leathers, many colour variations and attention to detail as in the best tradition of Florentine crafts. The Ladychic model is entirely made in Italy by Maclè, with handiwork requiring many hours of work. The accent, the new Maclè brand’s logo, becomes an perk in the zip, giving an exclusive chic touch.


News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 153

Tavecchi: a Milano il primo negozio monomarca nelle grandi capitali europee, in estremo oriente e sul mercato americano, l’apertura del primo monomarca italiano è il passaggio fondamentale per

imporsi con convinzione anche sul mercato interno e diventare così uno dei brand di riferimento nel mondo della pelletteria business di classe.

153

dedicati alla vendita e gli altri 40 mq sono invece destinati all’esposizione e utilizzati come showroom commerciale. Ambiente raffinato dal design ricercato con arredi e illuminazione che rispecchiano la filosofia del marchio i colori scelti per caratterizzare l’atmosfera dello store sono il bianco e il nero ma non mancano dettagli e particolari in verde acido, colore ormai identificativo del brand, che donano brio e dinamismo. Il negozio milanese rappresenta per Tavecchi un importante traguardo; dopo aver infatti consolidato la propria presenza

MIPELMAGAZINE

Debutto milanese di gran classe per Tavecchi che ha inaugurato a Milano il suo primo negozio monomarca, dove ha presentato tutti i suoi prodotti: cartelle da lavoro, valigeria, borse per signora, piccola pelletteria, agende e accessori da scrivania. In Via Borgospesso 25, angolo Via della Spiga, proprio nel cuore del quadrilatero della moda, in una delle strade commerciali più famose del mondo fashion, Tavecchi ha aperto il suo primo punto vendita in città con una superficie espositiva di 120 mq distribuiti su due livelli. Nel nuovo spazio 80 mq sono

Tavecchi: First mono-brand store in Milan Milanese high-class début for Tavecchi who inaugurated his first mono-brand store in Milan, where he presented all his products: work cases, suitcases, ladies’ handbags, small leather goods, agendas and desk accessories. In Via Borgospesso 25, at the corner of Via della Spiga, right in the heart of the fashion quadrilateral, in one of the most

famous commercial streets in the fashion world, Tavecchi opened his first retail store in town with a 120 square metre exhibiting area divided into two levels. In the new area, 80 square metres are dedicated to sales and the other 40 square meters are intended for exhibition and used as a commercial showroom. A refined setting with a

La linea business di Delsey Massimo comfort d’utilizzo, estrema leggerezza e colori fashion sono i plus di questa nuovissima gamma business, DLC, studiata appositamente da Delsey per soddisfare le esigenze pratiche degli uomini d’affari dei nostri giorni, ma anche delle donne, sempre alla ricerca di prodotti leggeri e alla moda. I prodotti della linea DLC sono caratterizzati da una particolare struttura ultra-morbida, che li rende comodissimi da trasportare e da interni “intelligenti”, studiati fin nei minimi dettagli per ottimizzare l’organizzazione di PC e documenti, con particolare attenzione alla protezione del laptop. Un look casual ma elegante caratterizza questa linea dai colori satinati, ideale per tutti coloro che non vogliono rinunciare ad essere trendy anche nelle situazioni lavorative del quotidiano.

sophisticated design with furnishings and lighting reflecting the brand’s philosophy ; the colours chosen to characterise the atmosphere of the store are white and black but there are plenty of minute details in acid green, by long the brand’s symbolic colour, to give it brio and dynamism. The Milanese retail store represents an important finishing

line for Tavecchi; in fact after having consolidated his own presence in the big European capitals, in the far-east and on the American market, the opening of the first Italian mono-brand is the fundamental passage to impose his brand assertively on the home market and in so doing, become one of the hallmark brands in the high-class leather business.

Delsey’s business line Maximum comfort, extreme lightness and fashion colours are the pluses of this new business range, DLC, conceived specially by Delsey to satisfy the practical demands of today’s businessmen, but also the demands of women, who are always searching for light and fashionable products. DLC line products are characterised by a particular ultra-soft structure, which makes them comfortable to carry and with an “intelligent” inside, studied to the finest details in order to optimize the organisation of the PC and documents, with particular attention to laptop protection. A casual but elegant look characterises this line of satin-finished colours, ideal for those who won’t give up on being trendy even in every day work situations.


News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 154

MIPELMAGAZINE

154

Mango prosegue l’espansione Mango prosegue il suo processo di espansione internazionale con l’apertura del suo primo negozio nel Principato di Monaco. Il nuovo punto vendita, con una superficie di 133 m2, sarà aperto in una delle vie dello shopping tra le più importanti di Monaco. L’arredamento di questo nuovo negozio mixa la funzionalità con l’estetica wabi, termine giapponese che descrive oggetti o ambienti che si caratterizzano per la loro autentica semplicità. In sintesi, sono spazi che combinano la decorazione minimalista con il calore di componenti naturali per rendere ancora più protagoniste le collezioni di abbigliamento ed accessori. Mango, che ha iniziato la sua espansione internazionale nel 1992 con l’apertura di due franchising in Portogallo, attualmente vanta oltre 2.200 negozi in 105 paesi e continua ad essere il brand di abbigliamento

spagnolo più internazionale. L’azienda ha chiuso l’esercizio 2010 con un fatturato di 1.270 milioni di euro del Gruppo Consolidato Mango Mng Holding S.L. e società dipendenti. Vista l’importante presenza internazionale del marchio, l’81% del fatturato corrisponde a mercati esteri e il 19% restante al mercato nazionale. Mango è la seconda azienda esportatrice di abbigliamento donna in Spagna. Il concetto Mango nasce dall’alleanza tra un prodotto dal design originale, di qualità e  un’immagine coerente e unificata.

Accordo Manas-Coccinelle per la linea calzature Manas di Montecosaro (MC) e Coccinelle hanno siglato un accordo di licenza in base al quale, a partire dall’Autunno Inverno 2012, l’azienda marchigiana si occuperà del design, della produzione e della distribuzione delle collezioni di calzature Coccinelle. Il contratto di licenza avrà una durata di 3 anni rinnovabili e si pone l’obiettivo di espandere ulteriormente il segmento calzature di Coccinelle, business

che attualmente rappresenta circa il 3% del fatturato, per portarlo al 7-8 % entro il prossimo triennio. Attraverso questa partnership, Manas si occuperà infatti del design con un team ‘dedicato’, della produzione e della distribuzione delle scarpe Coccinelle, coprendo oltre ai negozi monomarca e ai mercati storici del brand, il canale dei negozi multimarca in tutto il mondo.

Mango continues its expansion Mango continues its process of International expansion with the opening of its first store in the Principality of Monaco. The new retail store, covering a 133 square metre area, will open in one of the most important shopping streets in Monaco. The furnishings of this new store mixes functionality with wabi aesthetics , a Japanese word to describe objects or settings which distinguish themselves by their authentic simplicity. In a word, they are areas combining minimalist decoration with the warmth of natural components to make clothing and accessories collections even more striking . Mango, which started its International expansion in 1992

with the opening of two franchises in Portugal, now claims over 2,200 stores in 105 countries and remains the most International Spanish clothing brand. The company closed the 2010 fiscal year with a 1,270 million euro turnover for the Consolidated Group Mango Mng Holding S.L. and dependent companies. Given the important international presence of the brand, 81% of the turnover corresponds to foreign markets and the remaining 19% to the national market. Mango is the second women’s clothing exporting company in Spain. The Mango concept was born of the alliance of quality product with an original design, and a coherent and unified image.

Agreement between Manas and Coccinelle for the new line of shoes Manas from Montecosaro (Macerata) and Coccinelle have signed a license agreement according to which, starting from Fall/Winter 2012, the company from the Marches will cover design, production and distribution of Coccinelle’s collections of shoes. The license agreement will last 3 years, and can be then renewed; it aims at further expanding the shoes segment branded Coccinelle; a business which currently represents around 3% of the turnover. Aim is to bring it up to 7-8 % within the next three-year period. Through this partnership, Manas will deal with the design supported by a “dedicated” team, with the production and distribution of Coccinelle’s shoes, targeting not only flagship stores and consolidated markets of the brand, but also multi-brand stores all over the world.


News_MIP 9_08-Angi 28/12/11 15.38 Pagina 155

Rimowa, azienda tedesca leader nella produzione di valigie in alluminio e policarbonato, è un marchio noto a livello internazionale, un brand globale proiettato nel futuro e in forte crescita, ma che non dimentica la sua storia di oltre 110 anni di qualità, rigorosamente made in Germany. Rimowa lancia la sua nuova collezione di piccola pelletteria e accessori sempre in pelle, caratterizzati dall’inconfondibile e riconoscibile “design a righe” del marchio. Tutti gli articoli della collezione sono realizzati in pelle di vitello europea particolarmente

resistente e morbida. Questo materiale naturale viene conciato, tagliato e trattato nuovamente in numerose fasi di minuzioso lavoro. La collezione caratterizzata da design, funzionalità e dettagli intelligenti offre la giusta dimensione per ogni occasione. Alla pelle della collezione di piccola pelletteria donna viene conferito un effetto perlato attraverso un trattamento di finitura supplementare. Tutti i prodotti sono disponibili in una gamma di sei colori con effetto lucido: rosso, marrone, bianco grigio, blu, taupe e nero.

Rimowa launches the small leather items range Rimowa, the German leader in the production of aluminium and polycarbonate suitcases, is a wellknown brand at the International level, a global brand projected in the future, with a strong growth, who doesn’t forget its 110 year history of quality, rigorously Made in Germany. Rimowa launches its new collection of small leather goods and accessories, characterised by brand’s unmistakable and recognisable “design with stripes”. All items of the collection are made in particularly resistant and

soft European calf leather. This material is tanned, cut and treated again in numerous phases of meticulous work. The collection, characterised by design, functionality and clever details, offers the right dimension for every occasion. The collection of small leather goods for women is given a pearled effect through an extra finishing treatment . All products are available in a range of six colours with polished effect: red, brown, white, grey, blue, taupe and black.

molti infatti i nomi di cantanti, attori e stilisti, divenuti clienti fissi degli occhiali dal carattere vintage ma attualissimi. Oggi, seguendo la sua vocazione creativa, prosegue la produzione dei suoi modelli utilizzando esclusivamente celluloide in lastra da blocco, spazzolati a mano e non verniciati, corredando gli occhiali con astucci in vera pelle. Gli occhiali Mito sono reperibili nelle più belle vetrine, in selezionati ed esclusivi negozi di ottica sul territorio italiano, francese, americano, inglese, brasiliano, svizzero e giapponese.

Mito: VIP Sunglasses Mito comes into being in 1993, when Piero Ciocari, the founder and current president of the company, after many years of experience as an optician in one of Rome’s most prestigious retail stores, decides to pursue what had always been his passion: glasses design. After working with some of the industry’s biggest companies, he decides to produce his own line, which is used by Gattinoni maison for their fashion shows, followed by other collections which are very much enjoyed by fashion and show-business people

in particular. In fact many singers, actors and stylists have become regular customers of these vintage type yet very modern glasses Today, following his creative vocation, he continues the production of his models using exclusively celluloid in handbrushed, unpolished slab blocks, supplying the glasses with cases in real leather. Mito glasses are available in the most beautiful shop-windows, in selected and exclusive optical shops in Italian, French, American, English, Brazilian, Swiss and Japanese land.

MIPELMAGAZINE

Rimowa lancia la piccola pelletteria

Mito nasce nel 1993, quando Piero Ciocari, fondatore e attuale Presidente della società, dopo lunghi anni di esperienza come ottico presso uno dei negozi più prestigiosi di Roma, decide di dare corso a quella che fino ad allora era stata la sua passione: il design degli occhiali. Dopo avere collaborato con alcune delle più grandi aziende del settore, decide di produrre una linea propria, utilizzata dalla maison Gattinoni nelle sue sfilate di moda, a cui seguirono altre collezioni molto apprezzate in particolare dai personaggi della moda e dello spettacolo. Sono

155

Mito: occhiali per vip


Indirizzi_MIPEL 9-08 Indirizzi 03/01/12 11.21 Pagina 156

A

CAPOVERSO by PELLETTERIA L’EUROPEA Via C.Battisti, 120 64011 Alba Adriatica (TE) Tel. +39 0861 710807 Fax +39 0861 714444 info@leuropea.it www.leuropea.it Pag. III cop., 57

AIMPES MIPEL V.le Beatrice d’Este, 43 20122 Milano Tel. 02.58451.1 Fax 02.58451.320 www.mipel.it www.aimpes.com segreteria@mipel.com Pag. 8, 33

MIPELMAGAZINE

156

ARCADIA SRL Via Delle Industrie, 13 64013 Corropoli (TE) Tel. +39 0861 83275 Fax +39 0861 83276 info@arcadiabags.it www.arcadiabags.it Pag. 2

B

CASTELLARI DIFFUSION SRL Via Cesariano 54/B, 21056 Induno Olona (VA) Tel. +39 0332206005 Fax +39 0332206892 info@castellaridiffusion.com www.castellaridiffusion.com Pag. 24, 96

BARBARA MILANO Via Della Concia, 19 36071 Arzignano (VI) Tel. +39 0444453250 Fax +39 0444458499 info@barbaramilano.it www.barbaramilano.it Pag. 92, 149

CAVALCANTI by LAURA BORSETTIFICIO Via Di Saettino 6 , C.P. n. 46 50054 Fucecchio (FI) Tel. +39 057120523 Fax +39 057122539 cavalcanticollection@tiscali.it Pag. 51

Addresses

INDIRIZZI

BIAGINI SILVANO prodotto e distribuito da: ANTONY Group Via Nicolò Biondo, 208/A 41100 Modena Tel. 059.821373 Fax 059.822162 info@antonybiagini.it Pag. II cop., 25

COMPAGNIA DEL VIAGGIO Via Senna, 16/18 50019 Sesto Fior. (FI) Tel. +39 055 318614 Fax +39 055 318045 cdv@compagniadelviaggio.it www.compagniadelviaggio.it Pag. 78 CROMIA LAIPE Via W. Tobagi, 2 62029 Tolentino (MC) Tel. 0733.971541 Fax 0733.971563 www.laipespa.com www.cromia.biz info@laipespa.com info@cromia.biz Pag. 13

BRIC’S Via Michelangelo, 21 22077 Olgiate Com. (CO) Tel. 031.994119 Fax 031.947013 www.brics.it - info@brics.it Pag. 1, 28 BONFANTI BORSE SRL Via A. Colombo 114, 21055 Gorla Minore (VA) Tel. +39 0331600366 Fax +39 0331604607 info@bonfantiborse.it www.bonfantiborse.it Pag. 70

C

C.A.P.A.F. SNC Via Di Porto, 18/C 50018 Scandicci (FI) Tel. +39 055720758 Fax +39 055720759 info@capaf.it Pag. 94

G GIRONACCI PELLETTERIE SRL Via Fermana Sud 186, 63812 Montegranaro (AP) Tel. +39 0734889341 Fax +39 0734898531 info@gironacci.it www.gironacci.it Pag. 26

GHIBLI SRL Via Palagina 45/P, 50054 Ponte a Cappiano Fucecchio (FI) Tel. +39 0571297961 Fax +39 0571287403 ghibli@ghiblisrl.com www.ghiblisrl.com Pag. 56 GHOSTZIP By GZ srl Via Gorizia, 30, 20098 Sesto San Giovanni (MI) Tel. +39 0224839499 Fax +39 0224300882 info@ghostzip.com www.ghostzip.com Pag. 50 GUIA’S by CHIARA srl Via Gandhi 36/B 41122 Modena (MO) Tel: +39 059 253635 Fax: +39 059 6134322 info@chiaraguias.com www.chiaraguias.com Pag. 27

L-M LANZETTI LEXIAPEL Via Davicini, 4 28040 Lesa (NO) Tel. 0322.7227 Fax 0322.76352 www.lexiapel.it info@lexiapel.it Pag. 52 LEU LOCATI SRL Via C. Del Fante, 13 20122 Milano (MI) Tel. +39 0258310448 Fax +39 0258310448 leulocati@leulocati.com www.leulocati.com Pag. 30 MABI INTERNATIONAL SPA Via J.Pirona, 2 - Zona Industriale 33038 San Daniele del Friuli (UD) Tel. +39 0432956655 Fax +39 0432956673 mabiani@mabi.it www.andreamabiani.it Pag. 23 MANIA by ARTIGIANA FARNESE SRL Via Martin Luther King 16 29017 Fiorenzuola D'Arda (PC) Tel. +39 0523985173 Fax +39 0523944875 info@artigianafarnese.it www.jenrigo.net Pag. 53


SUBSCRIBE TO SUBSCRIPTION FORM (FOREIGN ONLY) Please tick (x) all the boxes that apply I would like ❑ to subscribe ❑ to renew my subscription to MAGAZINES ISSUES EUROPE EXTRA-EUROPE PER YEAR AIR-MAIL AIR-MAIL

EXTRA-EUROPE REGISTERED AIR MAIL

4

€ 130

US$ 200

US$ 235

5

€ 150

US$ 220

US$ 250

8

€ 240

US$ 360

US$ 440

2

€ 60

US$ 100

US$ 120

4

€ 190

US$ 300

US$ 350

2

2

€ 60

US$ 100

US$ 120

Organo Ufficiale di Aimpes-Mipel Official Organ of Aimpes-Mipel

MASTERS

By

TRENDS AND FASHION

DOUBLE SUBSCRIPTION: FOTO SHOE 30 (8 ISSUES) + FOTO SHOE 15 (6 ISSUES) € 350 EUROPE - $ 520 (USA) EXTRA EUROPE GIVEN NAME, FAMILY NAME JOB TITLE COMPANY NAME

VAT NO.

TYPE OF BUSINESS

ADDRESS

POSTCODE

CITY/PROVINCE

COUNTRY

PH.

FAX

E.MAIL

PAYMENT: ❑ Enclosed foreign circulation bank cheque No payable to: EDITORIALE DI FOTO SHOE SRL, Milano, Italy ❑ VISA, MC/EC No

CV2

Expires MM/YY

CV2 ❑ AMERICAN EXPRESS No Please write the address where the cardholder receives the statement of account

❑ Bank transfer of amount/currency €

Expires MM/YY

Banca Intesa/San Paolo - Corsico - Milan Italy

IBAN IT69Y0306933034100000012342 - SWIFT BCITITMM ❑ Bank transfer of amount/currency $

Banca Intesa/San Paolo - Corsico - Milan Italy

IBAN IT93T0306933034161009372789 - SWIFT BCITITMM ❑ Send me a pro-forma invoice. DATE

SIGNATURE

For further information: Tel. +39/02.4459091 - Fax +39/02.48402959 http://www.fotoshoe.com - e-mail: subs@fotoshoe.com The subscription can start in any period of the year and will be current, unless other instructions, from the first available issue. In case of any change in the address, please inform the Subscription Department at least 40 days before moving.


ABBONATEVI MODALITÀ D’ABBONAMENTO PER L’ITALIA Si prega di barrare le caselle interessate Vorrei

❑ abbonarmi a ❑ rinnovare il mio abbonamento a ❑

4 USCITE

€ 90

5 USCITE

€ 100

❑ 8 USCITE ❑ 16 USCITE

€ 150 € 260

2 USCITE

€ 50

4 USCITE

2 USCITE

2 USCITE

ABBONAMENTO ANNUALE

Organo Ufficiale di Aimpes-Mipel Official Organ of Aimpes-Mipel

MASTERS

€ 130 By

ABBONAMENTO ANNUALE

ABBONAMENTO ANNUALE ABBONAMENTO BIENNALE ABBONAMENTO ANNUALE

ABBONAMENTO ANNUALE

TRENDS AND FASHION

€ 50

ABBONAMENTO ANNUALE

ABB. CUMULATIVO: FOTO SHOE 30 (8 NUMERI) + FOTO SHOE 15 (6 NUMERI) € 200 ABBONAMENTO ANNUALE NOME, COGNOME RUOLO DELL’INTERESSATO AZIENDA

P. IVA

ATTIVITÀ DELL’AZIENDA

INDIRIZZO

C.A.P.

CITTÀ

TEL.

PROV. FAX

E.MAIL SCELGO LA SEGUENTE FORMA DI PAGAMENTO: ❑ A MEZZO ALLEGATO ASSEGNO N.

TRATTO SULLA BANCA

❑ A MEZZO ALLEGATO VERSAMENTO SU C.C. POSTALE N.2019728 INTESTATO A: EDITORIALE DI FOTO SHOE SRL

❑ VISA, MC/EC, CARTASI No

CV2

Data di scadenza MM/AA

❑ AMERICAN EXPRESS No CV2 Vogliate indicare l’indirizzo esatto dove il titolare della Carta riceve l’estratto conto

DATA

Data di scadenza MM/AA

FIRMA

Per ulteriori informazioni: Tel. 02.4459091 - Fax 02.48402959 http://www.fotoshoe.com - e-mail: subs@fotoshoe.com L’abbonamento andrà in corso, salvo diversa indicazione, dal primo numero raggiungibile e può avere inizio in qualsiasi periodo dell’anno. Per il cambio di indirizzo bisogna informare il Servizio Abbonamenti almeno 20 giorni prima del trasferimento.


Indirizzi_MIPEL 9-08 Indirizzi 03/01/12 11.21 Pagina 159

P-R PAOLO MASI SNC Via di Soffiano, 166/A 50143 Firenze (FI) Tel. +39 055710108 Fax +39 055711073 paolomasi.firenze@virgilio.it Pag. 55 PARMEGGIANI Via Morane, 180/186 41100 Modena Tel. 059.302413 Fax 059.393607 www.parmeggiani.com info@parmeggiani.com Pag. IV cop., 54 RIPANI ITALIANA PELLETTERIE SRL Via Nazionale Adriatica 112/B 64019 Tortoreto (TE) Tel. +39 0861788128 Fax +39 0861788860 staff@ripanipelletterie.com www.ripani.com Pag. 74

STUDIO FIFTYSIX No. 351 zengcha road baiyun district guangzhou china TEL. 86 20 8199 5378 style@gagier.com www. studio-fiftysix.com Pag. 59

Si ringrazia per la collaborazione: DORI PREMIÉRE YOUR IMAGE SRL Via Marcona, 3 20129 Milano Tel. +39 02 54050177 Fax +39 0733 897734

159

SEA STAR by GIELLEBI Via Carlo Bianchi, 39 22044 Villa RomanInverigo (CO) Tel. +39 031605626 Fax +39 031605201 info@seastarmilano.com www.seastarmilano.com Pag. 76

MIPELMAGAZINE

MAUVE SRL Via Artigianato, 7 36031 Povolaro dI Dueville (VI) Tel. +39 0444361394 Fax +39 0444365198 info@mauve.it www.mauve.it Pag. 20

SAPAF SRL Via del Padule, 76 50018 Scandicci (FI) Tel. +39 055 721023 Fax +39 055 721789 info@sapaf54.it www.sapaf54.it Pag. 3, 72, 90

VALENTINO ORLANDI PELLETTERIA Via Enrico Mattei, 25 62014 Corridonia (MC) Tel. +39 0733283090 Fax +39 0733281737 valentinoorlandi@valentinoorlandi.it www.valentinoorlandi.it/com Pag. 75

VDP RES Relazioni Pubbliche Via Tortona, 18 20144 Milano Tel: 0258107308 Fax: 0258102417 info@resrelazionipubbliche.it

TED BENSON by Bicchi Pelletterie srl Via Marconi 18 50054 Fucecchio (FI) Tel. +39 057122058-22059 Fax +39 057122058-22059 info@pelletteriebicchi.it www.tedbenson.it Pag. 73

U-V URBANIKA B Via Monte Saben, 4 12011 Borgo San Dalmazzo (CN) Tel. +39 3355438845 Fax +39 0171260826 info@urbanikab.com www.urbanikab.it Pag. 88 UTOPIA by FALOR SRL Via Ciurini, 91 50051 Castelfiorentino (FI) Tel. +39 0571 631311 Fax +39 0571 684177 info@falor.191.it www.gruppofalor.com Pag. 7

Addresses

MASSIMO TRULLI Localitolle del Signore 3 03012 Anagni (FR) Tel. +39 0775324309 Fax +39 0775769269 info@massimotrulli.it www.massimotrulli.it Pag. 77

S-T

INDIRIZZI

MARCOROSSI SRL Via Verdi, 5 21020 Bodio Lomnago (VA) Tel. +39 0332949788 Fax +39 0332949052 salesoffice@rossi.it www.marcorossi.com Pag. 22


Mipel Magazine #40  

Mipel Magazine numero 40 / issue 40 (Italian / English) Organo ufficiale di AIMPES - Official organ of AIMPES versione PDF version

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you