Page 1

ANNO 2 NUMERO 1 MAGGIO 2008 L’EDITORIALE di Michele Di Donna

“Il Sole di Sant'Egidio” è il giornale curato e promosso dal Forum dei Giovani. Il Forum attraverso questa iniziativa offre la possibilità ai soci del Forum dei Giovani di scrivere sul nostro giornale. La politica utilizzata per la pubblicazione del nostro giornale punta a far si che tutti i cittadini possano gratuitamente leggere il nostro giornale. Così facendo abbiamo raggiunto il duplice obiettivo che ci eravamo prefissati: da una parte quello di dare la possibilità ai giovani di esprimere le proprie idee, dall'altra quello di far conoscere attraverso gli sponsor le attività presenti sul nostro territorio, cercando di contribuire alla crescita commerciale della nostra città.

dal prossimo numero sarà disponibile il nuovo servizio “messaggiamoci” che ti darà la possibilità di scrivere tutto quello che vuoi... manda un e-mail alla nostra redazione inserendo nel campo oggetto la parola messaggiamoci

CON LA PARTECIPAZIONE DI

Helpsalute s.r.l. Corso Vittorio Emanuele, 111 84122 Salerno www.helpsalute.it

Gioielleria Nasta via M. Buonarroti, 42 S. Lorenzo di S. Egidio M. A. tel. 0815154997

NEONERO

GIANNOTTIDIFFUSIONE


politica

2

ELEZIONI COMUNALI DEL 13 E 14 IL PUNTO DELLA SITUAZIONE Alla vigilia delle elezioni del 13 e 14 Aprile, per il rinnovo del consiglio comunale, l'unica lista in gara è quella guidata dal candidato sindaco Nunzio Carpentieri. Sono state,quindi, disilluse le aspettative di chi pensava che in questa competizione elettorale vi sarebbero state due o addirittura tre coalizioni in competizione. I fratelli Marrazzo che avevano annunciato nei giorni precedenti alla scadenza del termine ultimo per la presentazione delle liste elettorali, una lista in alternativa a quella di Carpentieri, all'ultimo momento hanno deciso di ritirarla. I motivi di questa scelta, estrapolati dal manifesto pubblicato per le strade della città il 25 Marzo,sarebbero da attribuire ad un candidato,il quale nella mattina del 15 Aprile, ha ritirato la propria disponibilità ad inserirsi nella lista e ha determinato anche il frettoloso ritiro del candidato Sindaco, scelto dai Marrazzo, Guido Abagnara. Stessa destino, anche per Alfonso Tortora e Aniello Nasta che hanno deciso di rimanere fuori dalla competizione nonostante le voci che riferivano che i Marrazzo gli avrebbero proposto addirittura la candidatura a Sindaco. Ma cerchiamo di ricostruire per quanto ci è possibile la vicenda di questa pre-campagna elettorale. Circa un mese la prima fumata nera, dopo l'incontro tra Carpentieri e i fratelli Marrazzo. Motivo del mancato accordo sarebbe stato il secco no di Carpentieri di inserire nella sua lista il Sindaco uscente Roberto Marrazzo. Carpentieri riporta sui giornali di aver messo sul tavolo dalla trattativa la sua disponibilità a cedere a Roberto Marrazzo la candidatura al Consiglio provinciale e sostegno ai fratelli Marrazzo nel caso in cui Pasquale Marrazzo, allora in corsa per un posto utile nelle fila dell'Udc alla Camera, e a Roberto Marrazzo per un eventuale candidatura al Consiglio regionale. L'incontro risulterà essere improduttivo in quanto ne i Marrazzo, ne Carpentieri cedono l'uno alla richieste dell'altro. segue...

Costruzioni Meccaniche Ferraioli Gioacchino - Lavori di Tornitura via M. Buonarroti, 28 84010 S. Egidio M. A. (SA) tel. 081 91 49 46 gioacchinoferraioli@fastwebnet.it

Cartolibreria Agnese compra e vende libri nuovi ed usati per le scuole medie e superiori via A. Califano, 19 84010 S. Egidio M. A. (SA) tel. 081 95 40 31

ANNO 2 - NUMERO 1 - MAGGIO 2008

LA REDAZIONE redazioneilsole@libero.it 3281094442 hanno collaborato Maria Rosaria Attianese Raffaella Di Donna Clemente Donini Valeria Fontanella Maria Angela Buonocore Manuela Ferraioli Lucia Ferraioli Armando Galiano Maria Grazia Grimaldi Raffaella Strino Supplemento Angri ‘80 Antonio Fiamma Claudia Cuccurullo del 15 Aprile 2008 Consiglia Venturo Redazione: v. Don Minzoni, 1 direttore editoriale Michele Di Donna vicedirettore Fabio Iuliano segreteria Maria Rosaria Pepe fotografia Guglielmo Ferraioli impaginazione e grafica Fabio Iuliano

Tel. 0818509939 Fax. 081949499 e-mail. lombardi.antonio@virgilio.it Registrazione del tribunale di Salerno n. 591 del 17.11.1983 Dir. Resp. Antonio Lombardi Resp. trattamento dati personali (L.n. 196/2003): Luigi D’Antuono

Stampa Tipografia Vincenzo Senatore

per la tua copia in pdf...inviaci la tua e-mail MAGGIO 2008


politica Carpentieri nel frattempo fa sapere ai giornali locali che il motivo della sua scelta è legata all' esigenza della popolazione di Sant'Egidio di avere un Sindaco autosufficiente. A distanza di una settimana Roberto Marrazzo tiene un incontro all'interno della sala del ristorante ‘’degli Amici’’ dove spiega alla persone che il sodalizio con Carpentieri è stato interrotto, non capendo il motivo per il quale Carpentieri non vuole inserirlo nella sua lista, e dal momento che egli vuole continuare a dare il proprio contributo alla città annuncia alla gente intervenuta che avrebbero costituito un'altra lista, alternativa a Carpentieri . Nel frattempo Carpentieri inizia a concepire la sua lista, mentre i Marrazzo cercano di individuare un candidato a sindaco. Così si intensificano gli incontri tra i Marrazzo e, Alfonso Tortora e Aniello Nasta, i quali stavano cercando di costruire un gruppo per partecipare alle elezioni, e propongono ad Alfonso Tortora prima e ad Aniello Nasta poi, per la candidatura a sindaco nella lista che stavano formando. La situazione non intravede riverbero a causa delle riserve che Alfonso Tortora ha nei confronti dei Marrazzo. Cosi l'accordo tra le parti sfuma e, Alfonso Tortora e Aniello Nasta decidono di seguire un percorso autonomo anche a costo di restare fuori dalla competizione elettorale. Nel contempo I Marrazzo avevano offerto la candidatura a Sindaco a Giuseppe Persico, che aveva già da tempo offerto a Carpentieri la propria disponibilità a candidarsi nella sua lista. Anche Giuseppe Persico nonostante le innumerevoli lusinghe ricevute, decide di tenere fede alla parole data a Carpentieri. I Marrazzo individuano allora come proprio candidato Sindaco Guido Abagnara. Alle ore 12,00 del 15 Marzo, scadenza della presentazione delle liste, la lista annunciata dai fratelli Marrazzo non si vede arrivare, suscitando grande sorpresa tra i presenti. Il candidato sindaco Nunzio Carpentieri risulta essere il solo in lista per la guida del nostro Comune. L'unico ostacolo che lo separava dal governare la città per i prossimi cinque anni era il quorum richiesto per questo tipo di elezioni, e

Macelleria S. Armando di Enzo Galiano GENTILEZZA CORTESIA E QUALITA’ via SS. Martiri 84010 S. Egidio M. A. (SA) tel. 081 515 40 77

MAGGIO 2008

3

Bar S. Antonio di Mimmo O’ Barone

via A. Califano, 255 84010 S. Egidio M. A. (SA)

cioè che si rechino al voto il 50% + 1 degli aventi diritto al voto (circa 3400), tra i quali la lista deve ottenere almeno il 50% dei consensi. Carpentieri ha superato btillantemente la prova. Infatti si sono recati alle urne l’88,15 % degli aventi diritto al voto. La lista Carpentieri Sindaco ha ottenuto 5393 voti su circa 6000 voti disponibili. Di seguito la lista dei Consiglieri Comunali e la sintesi del programma amministrativo. Michele Di Donna

LISTA DEI CONSIGLIERI

Cognome e Nome N° Voti 186 Albanese Lucia 242 Attianese Giuseppe 599 Attianese Vincenzo 195 Coppola Giovanni 208 Giordano Massimo 250 Grimaldi Salvatore 578 La Mura Antonio 365 Marrazzo Francesco 293 Matrone Antonello 234 Orlando Vincenzo 268 Pepe Emilio 373 Persico Giuseppe 256 Ruggiero Giuseppe 184 Russo Maria 163 Sorrentino Vincenzo 352 Vicidomini Massimo

Posto 14° 10° 1° 13° 12° 9° 2° 4° 6° 11° 7° 3° 8° 15° 16° 5°


4

politica LA FABBRICA Programma amministrativo 2008-2013 ‘Lista Carpentieri Sindaco’

OPERE PUBBLICHE E GESTIONE DEL PATRIMONIO Sant’Egidio del Monte Albino 1. Ripavimentazione dell’intero tracciato viario e riqualificazione del Centro Storico e dei Cortili 2. Realizzazione parcheggio via G. Leopardi San Lorenzo 1. Realizzazione dell’arteria di collegamento via Ugo Foscolo-Cavalcavia F. S. 2. Abbattimento della Struttura Scolastica di Via Califano e realizzazione di un parcheggio con area verde 3. Realizzazione di una strada di collegamento tra via D.Alighieri e via M. Buonarroti Orta Loreto 1. Costruzione della scuola materna-elementare 2. Trasformazione della struttura già adibita a scuola materna in centro di aggregazione sociale 3. Impegno a far realizzare sia il percorso alternativo alla SS.18 sia i lavori già iniziati per l’emergenza per il Sarno Terzializzazione della gestione delle strutture di proprietà comunale adibite a impianti sportivi

Abbigliamento Titty 0 - 16 intimo - uomo donna - bambino

via M. Buonarroti, 65 84010 S. Egidio M. A. (SA)

P O L I T I C H E C U LT U R A L I E S C O L A S T I C H E Sostenere la Pro Loco nella realizzazione della manifestazione I Cortili della Storia. Il centro di quartiere dovrà costituire un centro di iniziative teatrali e musicali M E R C A T O O R T O F R U T T I C O L O Saranno coinvolti gli operatori a vario titolo impegnati nella complessa gestione del mercato, per convergere sulla individuazione di un componente tecnico dell’Esecutivo, designato dai concessionari col compito di ottimizzare lo svolgimento delle attività A M B I E N T E Spazio al reperimento di fonti di energia rinnovabile con l’installazione di impianti fotovoltaici anche sull’impianto d’illuminazione. LA MACCHINA AMMINISTRATIVA Realizzazione dell’Albo Pretorio on-line. Il controllo e la sicurezza del territorio saranno rafforzati con l’assunzione di agenti di Polizia Locale e l’installazione dei componenti necessari per la videosorveglianza.

U R B A N I S T I C A Riordino generale del territorio attraverso l’adozione del T R I B U T I Piano Urbanistico Comunale; varo di un PIR per deloca- Ridurremo al minimo l’onere per i proprietari di prima e lizzare le industrie presenti unica casa e applicheremo l’esenzione dell’ICI per le giovani P O L I T I C H E S O C I A L E E G I O V A N I L I coppie che acquistano un immobile con un mutuo, e per Riattivare tutti i servizi, in particolare il sostegno ai disabili, gli anziani ultra 65enni con reddito insufficiente.

l’animazione estiva, il progetto “protagonisti d’argento”; promuovere il servizio civile volontario; valorizzare il forum dei giovani e tutte le associazioni presenti; ripristinare lo sportello comunale informagiovani; aiutare le famiglie indigenti attraverso forme di agevolazione

T U R I S M O Sarà realizzato un logo turistico e predisposto un piano di marketing turistico, comprendente la catalizzazione delle risorse offerte dal territorio e dei prodotti locali.

MAGGIO 2008


società

5

L’ALCOL L'uso o abuso dell'alcol, per molti anni non è stato considerato né un pericolo per l'individuo, né per la società. Anche attualmente il problema dell'alcolismo viene in parte sottovalutato, poiché la società ritiene più pericolosa la diffusione della tossicodipendenza. In alcune nazioni l'utilizzo di alcolici ha un significato quasi rituale: un esempio tipico è l'Irlanda, spesso denominata come "la patria della birra". Senza allontanarci troppo da noi, anche in Italia pur se non ai livelli del Regno Unito, la diffusione dell'alcol è in costante crescita. Naturalmente non si può dimenticare che l'assunzione di alcol non è sempre pericolosa e non causa tutte le volte alcolismo; tutto dipende dalla dose. Basti pensare che, dal punto di vista medico, uno o due bicchieri di vino al giorno aiutano il funzionamento dell'apparato circolatorio e salvaguardano il cuore dalle malattie più comuni. Quindi si può affermare con certezza che l'alcol, come molte droghe legali (ad esempio il fumo), non ha alcun effetto negativo se assunto in quantità non eccessive. Le persone più soggette all'alcolismo sono coloro che cercano di cancellare le proprie preoccupazioni bevendo solitamente deboli e insicure. Ma non tutti gli alcolisti appartengono a questa categoria; la maggior parte infatti inizia a bere per puro divertimento, con qualche bicchiere di troppo in una serata tra amici ed arrivando ad essere un alcolizzato senza neanche accorgersene. È noto che alcune persone, anche con pochi bicchieri di sostanze alcoliche, avvertono dei malesseri notevoli; ma quando si ha una resistenza maggiore, e l'ubriachezza non si presenta velocemente, non è facile comprendere che l'alcol in eccesso è dannoso. Quindi i soggetti più a rischio sono coloro che sopportano tranquillamente l'assunzione di alcolici; questo può essere dimostrato anche da questo brano, tratto da un 'intervista di un ex-alcolista: "Ogni sera bevevo, il mattino dopo mi alzavo, stavo benissimo ed ero pronto a ricominciare. La cosa

peggiore è che non sono mai stato male dopo aver bevuto, e, poiché amavo farlo, non mi rendevo conto di quanto stessi peggiorando la mia situazione". Tra le persone che iniziano a bere non va dimenticata però quella categoria di giovani che, avendo ancora una personalità poco definita, cercano una guida in personaggi dello spettacolo o lo fanno per essere accettati dai coetanei. Le conseguenze dell'alcol sul fisico sono considerevoli; i morti di cirrosi epatica sono numerosissimi. Bastano piccole quantità di alcol per aver colpi di sonno, riflessi lenti e vista annebbiata.A nostro parere le morti a causa di abusi di alcolici sono in numero più elevato rispetto a quelle per droga, poiché l'alcol è totalmente legale e, in più, moltissime persone sono certe che qualche bicchierino in più non faccia alcun male, anche se le statistiche smentiscono questa convinzione. Ma l'abuso di alcol non causa solo malattie: sono milioni le persone che dopo aver consumato bevande alcoliche in qualche locale notturno, rischiano la vita guidando un'auto in preda all'alcol. Da qui si spiega il fenomeno delle famosi "stragi del sabato sera" che non accenna a diminuire. L'Oms ha condotto uno studio secondo il quale un quarto dei decessi di giovani maschi tra i 15 e i 29 anni è dovuto al consumo di alcolici, per un totale di 55mila morti all'anno. Il Club degli Alcolisti in Trattamento ricorda, inoltre, che il 5% della popolazione è alcolista e che i decessi causati dall'alcol sono ogni anno ben 30mila, uno ogni quarto d'ora. Legati alle morti vanno aggiunti i costi sociali che ammontano a 13mila miliardi l'anno. Da ricordare che l'abuso di alcol causa all'individuo dei sintomi di decadimento che si manifestano in famiglia soprattuttocon un comportamento litigioso, manesco e violento. Possiamo concludere dicendo che l'abuso di alcol non è sicuramente un problema da sottovalutare, perché è molto vicino a tutti noi. Ricorda comunque che, come per le altre cose, l'importante è non eccedere e assumere alcol secondo dosi prestabilite, in modo da non mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri . Maria Angela Buonocore & Valeria Fontanella

Glitter Outlet di Coppola Alessandro

GRANDI FIRME via Martinez Cabrera Nocera Inferiore (SA)

MAGGIO 2008


cronaca

6

RACCOLTA DIFFERENZIATA: UN BENEFICIO PER LA SALUTE E LE TASCHE DEI CITTADINI L'emergenza dei rifiuti in Campania e diventata, ormai, un dramma per i cittadini. La situazione diventata ormai ingestibile da diverso tempo, non intravede ancora riverbero, e continua ad aggravarsi con il passare delle ore, con tutte le discariche campane colme di rifiuti, costrette ad arrendersi alla chiusura senza che siano stati ancora individuati altri siti di stoccaggio. I rifiuti ormai invadono le strade con una aria nauseabonda e un numero infinito di topi che circolano dovunque mettendo in grave difficoltà gli edifici pubblici, le scuole e gli esercizi commerciali, nonché la salute dei cittadini. Ad aggravare la situazione sono i roghi di immondizia incendiati dai teppisti che producono una grande quantità di diossina (la sostanza più altamente cancerogena conosciuta, che comporta gravi conseguenze sia a breve che a lungo termine per i cittadini).

Bar S. Nicola di Ruggiero Giuseppe

via Ernesto Danio

Sono diversi anni che il Comune riceve il premio regionale per la raccolta differenziata, grazie si ad una buona politica sui rifiuti ma anche alla grande sensibilità dei cittadini nei confronti di questo tema. La percentuale nel nostro paese anche se migliore rispetto alla media degli altri comuni campani non è comunque eccezionale, quindi l'appello che noi giovani lanciamo alla popolazione è quello di fare la raccolta differenziata. Inoltre dobbiamo dire che la raccolta differenziata oltre ad essere un grande segnale di civiltà, porta grossi benefici economici al Comune e di conseguenza alla TARSU(tassa sui rifiuti). Infatti i costi di stoccaggio dei rifiuti indifferenziati sono più del doppio dei costi di stoccaggio dei rifiuti differenziati (plastica, carta, vetro, umido, ecc.), con un conseguente risparmio sulle tasse per i cittadini. E' bene quindi ricordare ai cittadini che fare l'interesse della collettività è un loro preciso dovere e significa salvaguardare se stessi e il futuro dei propri figli. Michele Di Donna

C'è da chiedersi oggi cosa sia più doloroso sopportare, se sia più grave lo stato in cui si trovano a vivere I cittadini campani, oppure l' incapacità da parte di chi nel passato e nel presente, ci ha governato e ci governa, senza saper dare ai cittadini la prospettiva e l'indirizzo affinché questo scempio non si verifichi ancora. Se il tempo è lo strumento attraverso cui i cittadini giudicano la politica degli amministratori, non si può nascondere il macroscopico fallimento della giunta Bassolino e di chi lo ha preceduto. L'immagine nel mondo della nostra regione è stata distrutta, una regione che non è solo “monnezza”, corruzione e camorra, ma anche e sopratutto fatta di grandi tradizioni, di storia, arte, cultura e di una natura incantevole che tutto il mondo ci invidia. A Sant'Egidio del Monte Albino dobbiamo dare atto ai nostri amministratori, di aver condotto una buona politica sui rifiuti, infatti è stato uno di quei pochi Comuni che non hanno risentito dell'emergenza rifiuti.

MAGGIO 2008


eventi

7

GERARDO MANZO: UNA VITTIMA DEL DOLORE Lo scorso 16 novembre, presso la frazione San Lorenzo, si è svolta la cerimonia di intitolazione della strada adiacente a via Aniello Califano, indicata prima di quella data come via Aniello Califano, I traversa. La strada è stata intitolata all'assistente della polizia di Stato, Gerardo Manzo, deceduto il 1 aprile del 1990 in seguito ad un gravissimo incidente sull'autostrada NA - SA, mentre svolgeva il suo lavoro di vigilanza stradale. L'auto di servizio stava inseguendo un'auto sospetta ma a causa di un improvviso intralcio sulla carreggiata sbandò e si ribaltò sulla corsia opposta di marcia mentre sopraggiungeva un'altra autovettura. Il violento impatto tolse la vita al 36enne nostro concittadino.

Acconciature per uomo Grimaldi Andrea

via A. Califano 84010 S. Egidio M. A. (SA)

Per l'elevato senso del dovere dimostrato e per le circostanze che ne determinarono il decesso, all'assistente della polizia di Stato, con decreto del capo della polizia di Stato, è stato attribuito il riconoscimento di vittima del dovere, e il modo più idoneo per onorare un cittadino del nostro Comune è stato appunto quello di dedicargli una strada. Alla cerimonia hanno partecipato la moglie, la signora Anna Rubino, le due figlie, Anna e Stefania, le autorità politiche, militari e religiose e tutta la cittadinanza. Nel corso della cerimonia il questore di Salerno,Vincenzo Roca, il Sindaco Roberto Marrazzo e il viceprefetto Vincenzo Ferraioli hanno voluto ricordare la figura di Gerardo Manzo: figlio di questa terra che egli amava profondamente, ma che il tragico destino ha voluto che cadesse proprio qui. Hanno ricordato la sua generosità, la sua disponibilità e il suo carattere aperto e gioviale che lo legava alla sua famiglia e alla sua gente. Tutti ancora oggi lo ricordano così...Noi come cittadinanza continueremo a ricordarlo ogni qual volta percorreremo la strada a lui intitolata, perché rappresenta un modo per farlo rivivere. Sicuramente da lassù sarà contento di ciò così com'è orgoglioso delle sue figlie, che lavorando in polizia, fanno rivivere ogni giorno la sua passione per l'arma. Poesia dedicata agli appartenenti alla polizia di Stato caduti nell'adempimento del proprio dovere. Turrita, aquila dei patri cieli, veglia benevola e pietosa su queste spoglie vinte e assopite. Fa che il tuo sguardo augusto e regale protegga sempre le nostre gesta. Fa che il calore delle tue ali riscaldi la memoria delle vite spezzate. Fa che il vento, del quale lontano ti libri, sia l'armonioso canto del respiro dei giusti. Fa che l'artiglio, sul quale ben salda ti ergi, ci renda liberi e forti a difesa di tutti. Maria Rosaria Pepe

MAGGIO 2008


8

eventi SANT’EGIDIO RICORDA I CADUTI DI NASSIRYA L’EX PIAZZA MUNICIPIO DEDICATA AI SOLDATI

Petrosino Biagio Piante, fiori e addobbi per cerimonie ll 12 novembre 2004 alle ore 08:40 italiane davanti la base militare italiana a Nassiriya scoppiò un camion cisterna pieno di esplosivo provocando la morte di 28 persone tra militari e civili.Numerosi sono i feriti… l'atto terroristico era ovviamente firmato Al Qaeda. Non si può dimenticare ricordando che quella strage scrisse una delle pagine più drammatiche della storia italiana. Anche nel nostro Comune la storia non è stata dimenticata, infatti il 28 ottobre 2007 è stata inaugurata a Sant'Egidio del Monte Albino una piazza dedicata ai martiri di Nassiriya. Il dettaglio alla quale si deve porre particolare attenzione è il titolo che a questa piazza è s t a t o d a t o . “ A I M A R T I R I D I N A S S I R I YA ” .

È questo il punto da guardare con giusto interesse e notare come oggi la scelta di una parola anziché di un'altra possa causare equivoci e sdegno sia nel mondo civile, che religioso ma soprattutto politico. Con il termine “martire”, nato in ambito cristiano si stava ad identificare quei fedeli che per testimoniare la propria religione e professare la libertà di culto erano disposti ad essere torturati ed uccisi. Da questa definizione deriva la critica di alcuni personaggi politici di Sinistra che il martire è colui che sceglie un'idea e si espone volontariamente e sacrificando tutto per far sì che questa venga rispettata. Differente si presentava la situazione per i militari italiani, che invece erano andati a svolgere un lavoro per il quale erano pagati ed erano consapevoli dell'eventualità di rischiare la propria vita. Sicuramente uomini da potersi definire delle vittime, ragazzi che avevano bisogno di uno

via SS. Martiri 84010 S. Egidio M. A. (SA) tel. 333 94 53 374

stipendio e che sono stati mandati là dal Governo che vuole difendere una grande quantità di interessi, principalmente quelli dei petrolieri italiani. Queste sono state le parole del Sindaco di Marano, Bertini, rappresentane della PdCl che ha scelto di cambiare il nome di una strada di tale Paese per il quale sarebbe stato meglio il termine “caduti” anziché “martiri” poiché gli uomini defunti a Nassiriya sono da considerarsi delle vittime meritevoli di rispetto e solidarietà ma non dei martiri per i motivi prima spiegati. È proprio qua che focalizzo il centro, è qui che disegno quell'immagine che tutti, grandi e piccoli dobbiamo osservare almeno per un istante. Quell'immagine ormai priva di colori, fatta di solo bianco e nero,senza più sfumature, dove bisogna sempre schierarsi da una parte senza valutare e, né dare importanza a nessuna situazione. Lella Strino

SASACAR autofficina vendita usato plurimarche diagnosi computerizzata via Quarto S. Marzano, 14 84016 Pagani (SA) tel. 081 91 66 44 cell. 338 47 31 295

MAGGIO 2008


salute L’ACNE E LE SUE FORME

9

Con il termine acne ci si riferisce ad una malattia della pelle caratterizzata da un processo infiammatorio del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea annessa, che si manifesta periodicamente in vari modi. L'acne è identificabile dalla presenza, più o meno evidente, dei comedoni. Il comedone, la lesione elementare dell'acne, è una dilatazione dell'orifizio del follicolo contenente materiale biancastro o brunastro di Aniello Gaudiero costituito da grassi, cheratina, melanina, peli e batteri. Se l'orifizio è ben dilatato, il comedone è aperto e riconoscibile sulla cute come un punto di dimensioni pari ad una capocchia di spillo di colore nero (volgarmente chiamato punto nero, Acconciature il cui colore è dato dalla melanina). Se l'orifizio è invece molto per uomo piccolo, si parla di comedone chiuso percepibile al tatto come un granello di sabbia (altrimenti chiamato punto sottopelle) che è una microcisti a livello del follicolo. Dal momento che è un malattia con diverse cause scatenanti, si può agire su più fronti, con interventi proporzionati alla gravità clinica. via M. Buonarroti Come norma generale è raccomandata un'adeguata pulizia 84010 S. Egidio M. A. (SA) della pelle, attuabile con detergenti non aggressivi ed acqua tiepida. Lavaggi aggressivi e troppo frequenti otterrebbero l'effetto opposto, stimolando la produzione sebacea ed un' Acne volgare o acne giovanile o polimorfa alterazione della flora normale associata. E' una dermatosi cronica che riconosce varie cause, si manifesta in diversi modi ed è localizzata su viso, spalle, dorso e regione pettorale del torace. Esordisce tipicamente alla pubertà con tendenza all'attenuazione o remissione intorno ai 20 anni di età; colpisce il follicolo pilifero (zona di crescita del pelo). Raro, ma non eccezionale, il protrarsi fino ai 40 anni. Esistono fattori predisponenti genetici e di Cagnazzi Nunzia razziali. Esistono due tipi di acne giovanile: non infiammata infiammata L'estetista può agire solo nell'acne non infiammata eliminando Ricevitoria Coni e Sisal i comedoni. Fattori di rischio Tra i vari fattori di rischio, troviamo l'età adolescenziale (a causa dell'incremento di ormoni androgeni), il clima via Ugo Foscolo, 34 caldo-umido e i prodotti cosmetici oleosi. Praticamente il 84010 S. Egidio M. A. (SA) 100% dei giovani (maschi e femmine) presentano nell'arco della loro adolescenza delle manifestazioni acneiche.

H 24

Cart’edicola

Alcuni studiosi ritengono che l'esposizione al sole può determinare un miglioramento, probabilmente per il potere antisettico degli UV oltre che l'azione immunosoppressiva dei raggi solari che riducono quindi la componente flogistica, per l'aumento dello spessore dello strato corneo e per l'effetto confondente dell'abbronzatura. In realtà però quello che si ottiene è solo un temporaneo mascheramento dell' acne, non un reale miglioramento. Al termine dell'esposizione agli UV l'acne riappare, spesso in forma ancor più grave (cd. effetto rebound) a causa soprattutto dell'ispessimento dello strato corneo che favorisce la chiusura e l'infezione dei follicoli. Questo spiega anche il peggioramento che molti ragazzi affetti da acne sperimentano nei mesi di settembre ed ottobre. Buona norma quindi, al termine della stagione balneare, è quella di procedere ad un blando peeling chimico (esfoliazione della pelle) in grado di rinnovare e nomalizzare la cute. Allo scopo si può ricorrere a creme a base di acido glicolico al 15% o acido salicilico. Acne endogena Da un punto di vista clinico si distinguono:

MAGGIO 2008

Forme cliniche In base alla lesione predominante si distinguono quattro forme: comedonica papulo – pustolosa nodulo cistica cheloidea La forma nodulo cistica è una forma più grave delle prime due. Il nodulo si forma per la rottura della cisti follicolare, che comporta in alcuni soggetti una reazione da corpo estraneo con esiti fibrotici. Più in generale, gli esiti delle lesioni vanno da nessun esito a discromie non permanenti fino a cicatrici frequentemente depresse, talora ipertrofiche. In casi rari e in pazienti predisposti, le lesione può esitare in cheloidi (cicatrici più estese e parzialmente deturpanti a forma di chele di granchio). Diagnosi L'acne giovanile è caratterizzata dalla presenza di: comedone (diagnosi differenziale con la acne rosacea), dall'insorgenza in età puberale, dalle sedi tipiche.


10

salute

Acne conglobata È una forma cronica e grave, caratterizzata dalla presenza di lesioni nodulari e cistiche con tendenza alla formazione di uno pseudo-ascesso (cioè l'ascesso che si forma contiene pus sterile o con rappresentanti della flora normale associata, quindi non un ascesso vero e proprio). Può essere di aiuto come lenitivo, negli episodi acuti di acne papulo-pustolosa, fare impacchi con cotone idrofilo immerso in un decotto preventivamente raffeddato (ai limiti del congelamento) ottenuto dalla bollitura (ca. 1') di acqua e fiori di camomilla.

Pizza Story pizza anche a domicilio

Epidemiologia Dal punto di vista epidemiologico è una forma non rara, il via M. Buonarroti, 8 paziente tipo è maschio ed ha un'età compresa tra la pubertà 84010 S. Egidio M. A. (SA) ed il IV decennio di vita. tel. 081 91 03 43 Clinica Le regioni più colpite sono il dorso ed il torace, il viso è di norma non interessato. Nella donna le lesioni si distribuiscono sistemica (leucocitosi, febbre, poliatralgie, mialgie). soprattutto nelle zone ascellari, mammarie ed inguinali. In Terapia: corticosteroidi sistemici. questo quadro si inserisce una forma di acne conglobata che Acne esogena in passato veniva chiamata idrosadenite, caratterizzata dalla Acne meccanica formazione di grossi ascessi con tendenza alla fistolizzazione Dermatosi simile all'acne dovuta a ripetuti traumatismi locali, con fuoriuscita di materiale liquido simil-pus ma sterile, con dovuti per esempio a particolari indumenti od attrezzature. esiti cicatriziali importanti. Se si localizza al cuoio capelluto, il Acne iatrogena quadro risultante può coincidere con la follicolite dissecante e si caratterizza per la formazione di ascessi con esiti in alopecia Si tratta di una forma di acne volgare provocata o aggravata dall'assunzione di alcuni farmaci, come barbiturici, androgeni, cicatriziale Il decorso è cronico. corticosterodi, alcuni antidepressivi, vitamina B12. Acne cosmetica È una manifestazione acneica dovuta all'uso di cosmetici o altre preparazioni per uso topico contenenti principi comedogenici, come gli oli minerali e la lanolina Pseudoacne E’ simile all'acne ma che non può essere considerata tale perché non ne è reperibile la lesione elementare, cioè il comedone. materiale elletrico Acne occupazionale o Acne professionale La pustola follicolare che si osserva nei soggetti affetti da ed elettrodomestici questa dermatosi è dovuta al contatto protratto e/o reiterato della cute con abiti impregnati di alcune sostanze come olii minerali o prodotti clorati responsabili dell'insorgenza della follicolite in questione. via A. Califano, 10 Genesi dell’acne 84010 S. Egidio M. A. (SA) Probabilmente a causa degli ormoni androgeni si osserva, oltre ad una maggior secrezione sebacea, alterazioni della cheratinizzazione della parte inferiore dell'infundibolo pilifero, porzione che normalmente non cheratinizza, aumento dell' adesività dei cheratinociti che provoca l'ostruzione dell'orifizio Genesi Sconosciuta, probabilmente il ruolo principale è giocato da follicolare con formazione del comedone. All'interno del comedone si trovano anche grassi e batteri, tra cui il una particolare e personale reattività immunitaria Propionibacterium acnes che possiede delle lipasi in grado Diagnosi di idrolizzare la quota lipidica, i trigliceridi in particolare, ad Le sedi, l'età, il risparmio del viso (diagnosi differenziale con acidi grassi liberi che passano nel derma attraverso la parete la forma nodulo cistica dell'acne volgare), la presenza di del comedone. Gli acidi grassi liberi sono chemiotattici nei comedoni con orifizi multipli facilmente specillabili e talora confronti dei neutrofili che quindi vengono richiamati in sede comunicanti. del comedone, liberando mediatori ed aggravando il danno ai Acne fulminans o Acne acuta febbrile ulcerativa tessuti. Si sviluppa così un vero e proprio focolaio flogistico, Si caratterizza per la presenza di lesioni papulo-nodulari con richiamo di altri neutrofili e sviluppo di una papula e poi di con tendenza ad ulcerarsi, che si localizzano al tronco ma una pustola follicolare. di norma non al viso, associate ad una sintomatologia A cura della dott.ssa Annamaria Romano

Desiderio Teresa

MAGGIO 2008


salute

11

IL PAPILLOMA VIRUS: tra dubbi e verità! Da un po' di tempo, i mass media ci informano della scoperta di un vaccino contro il PAPILLOMA VIRUS e del fatto che è raccomandabile, oltre che gratuito, alle donne di 12 anni, senza, però, esplicare altro a riguardo.

provocare lesioni benigne (condilomi) oppure lesioni che, se non curate, possono trasformarsi in tumori alla cervice uterina. Tutto questo poiché,da quando si contrae l'infezione a quando si sviluppa il tumore, possono trascorrere anche 20-30 anni! Per questo motivo, il vaccino da poco messo in circolazione, è da considerarsi un grande passo avanti nella PREVENZIONE a questo tipo di tumore. Nello specifico, esso immunizza verso 4 ceppi di HPV responsabili del 70% di questa patologia tumorale. Ha validità di 5 anni ed è raccomandabile alle donne che NON hanno avuto rapporti sessuali poiché lo scopo di questo vaccino (come di qualsiasi altro) è quello di PREVENIRE l'infezione ,immunizzando l' organismo, e NON di curarlo!

Lava White In realtà, il PAPILLOMA VIRUS (in sigla HPV) è un virus di cui esistono 120 tipi differenti, i quali, nella maggior parte dei casi, NON provocano lesioni o tumori. Il virus si trasmette tramite rapporti sessuali completi e non, e si stima che nel mondo oltre il 75% delle donne siano state infettate durante la loro vita. Nella maggior parte dei casi la donna neanche se ne accorge poichè l'infezione è asintomatica. Essa può risolversi senza bisogno di trattamento ma,in una minoranza di casi, il virus può provocare lesioni benigne (condilomi) oppure lesioni che, se non curate, possono trasformarsi in tumori alla cervice uterina. Tutto questo poiché,da quando si contrae l'infezione a quando si sviluppa il tumore, possono

Tabacchi Pepe di Pepe Aldo

via M. Buonarroti, 110 84010 S. Egidio M. A. (SA)

MAGGIO 2008

via A. Califano, 48 cell. 349 45 30 798

Tuttavia , per quel 30% di patologia tumorale che può svilupparsi indifferentemente dai 4 ceppi contro i quali il vaccino è efficace, e per tutte le donne che abbiano avuto o meno rapporti sessuali, è consigliabile eseguire, ogni 3 anni, il PAP TEST (noto come “striscio), un esame poco invasivo, che risulta essere l'arma di PREVENZIONE ad oggi più efficace, poiché ci permette di individuare in tempo qualsiasi patologia relativa a questa zona del corpo. Maria Rosaria Attianese


cultura

12

IL MIGLIOR FILM DELL’ANNO Nazione: Stati Uniti Anno: 2007 Genere: Avventura, Thriller Durata: 122' Regia: Ethan Coen, Joel Coen Cast: Javier Bardem, Josh Blaylock, Rodger Boyce, Josh Brolin, Garret Dillahunt, Beth Grant, Woody Harrelson, Tommy Lee Jones, Josh Meyer, Kelly Macdonald, Barry Corbin. Data di uscita: 22 Febbraio 2008 Nominations: Oscar 2008

L'ultimo film dei fratelli Coen, cineasti di rarissimo talento è un vero capolavoro. Questa volta se n'è accorta anche l'Academy, che lo ha premiato con 4 Oscar (tra cui miglior regia e miglior film). Tratto dallo splendido romanzo di Cormac McCarthy, dal titolo omonimo; (vincitore del premio Pulitzer ndr) il lungometraggio offre uno scorcio desolante e veritiero, quantunque iperbolico, della realtà di frontiera (quella tra USA e Messico). Il paesaggio ritratto è atemporale. Gli anni '80, cifra cronologica dello snodo di questa tragedia moderna, sono soltanto un pretesto; la stessa storia potrebbe essere ambientata in un altro tempo senza perdere un centesimo del suo valore, i personaggi sono vuoti simulacri di ciò che i loro ruoli sociali dovrebbero rappresentare: magistrale in questo senso è il personaggio dello sceriffo interpretato da Tommy Lee Jones.

Bar Magic caffetteria e stuzzicheria

Profumo di pane di Tortora Salvatore

via M. Buonarroti, 27 84010 S. Egidio M. A. (SA)

La storia è tutto sommato semplice: Llewelyn Moss (Brolin) trova, in una zona desertica, un camioncino circondato da cadaveri. Il carico è di eroina e in una valigetta ci sono 2 milioni di dollari. Che fare? Llewelyn è una persona onesta ma quel denaro lo tenta troppo. Decide di tenerselo dando il via a una reazione a catena che neppure il disilluso sceriffo Bell (Lee Jones) può riuscire ad arginare. Moss deve fuggire, in particolare, le 'attenzioni' di un sanguinario e misterioso inseguitore, un mefistofelico killer: Anton Chirugh, che ha il volto di Javier Bardem, meraviglioso interprete, premiato non a caso con la statuetta per il miglior attore non protagonista. Il film è molto violento, più di altre pellicole dei registi americani, già considerate violente (Fargo un titolo su tutti). Qualcuno l'ha definito “tarantiniano”, erroneamente a mio parere, poiché la violenza in questa pellicola non è un esercizio di stile, non è mero compiacimento scenico, ma mezzo essenziale, finanche indispensabile, per raccontare una storia di “frontiera” - nel senso etimologico di condizione liminare – dove regna la follia, i personaggi sono ombre allucinate, la morte è l'unica via di fuga da un mondo che non offre alternative. I minuti scorrono sullo schermo e copiose si imprimono le uccisioni sulla pellicola, ma non ha importanza perché i Coen non hanno lo scopo di suscitare il riso nello spettatore, ormai assuefatto a questa spirale di sangue, a loro interessa mostrare e ancor di più credere che ci sia qualcosa che questa violenza possa fermarla: è per questo motivo che come un'epifania giunge il racconto del sogno dello sceriffo, chiusura perfetta, 5 minuti di intenso primo piano su Tommy Lee Jones che da soli valgono già il prezzo del biglietto.

via M. Buonarroti 84010 S. Egidio M. A. (SA)

MAGGIO 2008


società

13

I GIOVANI A CONTATTO CON LA CHIESA Si è soliti pensare che la nuova generazione non ha interessi per tutto ciò che riguarda il mondo cattolico… Infatti spesso noi giovani siamo molto superficiali in quanto la nostra attenzione è rivolta sempre a cose materiali, che ci allontanano dal giusto e dalla retta via. Con questa intervista vogliamo dimostrare a voi tutti che noi giovani siamo interessati a tutto ciò che succede nel nostro paese, quindi abbiamo ritenuto opportuno conoscere e farvi conoscere da vicino il nuovo sacerdote di Orta Loreto: don Gerardo Coppola. Quando e come ha capito che Dio fosse la sua ragion di vita? All'età di otto anni ho cominciato a frequentare un'associazione laica ”Pia unione ammalati“; qui ho avuto modo di conoscere giovani che facevano un cammino spirituale, ma soprattutto un cammino di assistenza verso gli ammalati e i sofferenti. Man mano che gli anni passavano e crescendo in questo clima, mi sentivo chiamato a dare senso alla mia vita. Con l'aiuto di tanti giovani in modo particolare degli ammalati vivevo la gioia più nel donare che nel ricevere. Così facendo nel mio animo era presente una voce forte che mi chiamava ad agire e ad essere come Cristo. Dopo un' attenta analisi di quello che sentivo, grazie all'aiuto di alcuni sacerdoti che il Signore mi ha messo sul cammino con non poche difficoltà, il 26 settembre 1999 a distanza di quattordici anni dalla mia entrata in associazione pronunciavo il mio sì per iniziare in seminario il cammino di formazione al sacerdozio. Come portavoce di Dio in questa Parrocchia, quali sono le sue emozioni in merito a questo incarico, che peraltro rappresenta il suo primo mandato? Con la mia presenza in questa comunità il mio forte desiderio è quello di far incontrare Cristo il vivente che non viene a togliere nulla dalla nostra vita, ma quando si cerca la verità innanzitutto la felicità è Lui a donarcela come ha fatto con me. La mia ansia è quella di poter essere per tanti giovani che cercano di dare un senso alla propria vita un modello per accettare la vita come magnifico dono di Dio vissuto pienamente in sua compagnia. Un'attenzione particolare desidero averla verso chi è nel bisogno e nel dolore fisico e spirituale. Innanzitutto perché credo fermamente

Cornetteria Amalfitana & C. sas

via Aniello Califano, 44 84010 S. Egidio M. Albino (SA) cell. 339 83 22 736

che Cristo continua la sua opera di redenzione in loro, ma anche perché attraverso l' offerta e l'accettazione della croce il mondo potrebbe godere di quella primavera di grazia che Cristo ha inaugurato con la sua Risurrezione. Il suo mandato in questa Parrocchia è appena iniziato; dopo l'accoglienza e l'entusiasmo iniziale, la fase costruttiva è iniziata? A questa domanda voglio rispondere innanzitutto con un grazie a Dio, ma anche al mio carissimo predecessore Don Alessandro perché ho incontrato un comunità che già camminava con il Risorto. Dopo questi giorni trascorsi dopo la mia entrata qui in Sant'Antonio ci siamo riproposti di continuare su quanto già è stato fatto, consapevoli però di migliorare il nostro essere membri di questa comunità

Bar S. Diodato di D’Ambrosio C.

via Giovanni XXIII, 87 84010 S. Egidio M. A. (SA)

con più slancio e ardore verso la parola di salvezza e la grazia che il Signore non fa mancare in coloro che lo vivono con la lode e il servizio. Essendo lei una persona di giovane età come pensa di avvicinare i giovani alla Chiesa?Ha già qualche idea in merito a questo obiettivo? Innanzitutto quello che mi prefisso di compiere sia nel privato che nella comunità è far incontrare Gesù come persona, quindi accoglierlo nella propria vita come si accoglie una persona cara dalla quale siamo sicuri di non ricevere tradimenti ma solamente amore vero. Infatti se io ho detto sì a lui è proprio perché ho sperimentato che Cristo nonostante sia una persona così limitata, entrando nella mia vita l'ha riempita di tutto quello che è necessario per dare pienamente senso a quello che si è e si vuole essere. Guardando i giovani sia qui in comunità ma anche alla stragrande maggioranza che incontro per strada, nei luoghi di ritrovo vorrei proprio gridare:” Se il Signore è stato così benevole con me quanto potrebbe esserlo anche con voi se ci sforza ad aprire uno spiraglio nella porta del vostro cuore”. Rendere la Parrocchia una vera e propria famiglia dove tutti innanzitutto possano incontrare una persona amica pronta ad ascoltare e a condividere la vita di chi che sia nel suo svolgersi, e poi trovare tra le mura della Parrocchia quel clima amichevole, gioioso e leale dove in modo particolare il giovane può esprimersi e realizzarsi. Ferraioli Manuela Di Donna Raffaella

MAGGIO 2008


eventi

14

PREMIO NOBEL DELL' ARTE AD UN ARTISTA NOSTRANO

Dj Adry Andrea Contaldo

Per ogni occasione: disco party e cerimonie

x info rivolgersi al forum dei giovani cell. 328 91 85 391 andreacontaldo87@hotmail.it

uomo che continua ad avere onorificenze da tutto il mondo (America, Francia, Monte Carlo, Italia). Gli sono stati conferiti prestigiosi premi come nel 2006 con il diploma di merito dall'Accademia Arcaldica Internazionale “ Il Marzocco” di firenze per il gran premio “Sandro Botticelli 2006” per l'opera “Anime” e nel 2007 il premio “Anthony Van Dyck 2007”, per aver contribuito all'affermazione europea nel mondo. Negli ultimi anni , l'artista durante un suo viaggio in Egitto, Turchia, Tunisia e Marocco ha subito un notevole fascino dalla cultura medio orientale con i suoi colori puri e caldi, dove la figura passa in secondo piano mentre vengono messi al centro dell'universo , elementi più importanti come la natura e la spiritualità divina. Il suo ultimo viaggio in Spagna gli ha permesso di visitare numerosissimi musei apprezzandone le opere dei grandi maestri come Mirò, Gaudì, Goya, Tintoretti. Chissà se I maestri contemporanei hanno nuovamente cambiato lo stile artistico del nostro amato Capriglione? Ai posteri l'ardua sentenza… Claudia Cuccurullo Consiglia Venturo

Creazioni uniche ad alto valore artistico appartengono a Salvatore Capriglione, un illustre pittore espressionista che attraverso le numerose esposizioni delle sue opere ha saputo ha saputo conquistare l' approvazione e gli elogi anche di critici oltre oceano. Il Capriglione è un artista che nasce a Sant' Egidio del Monte Albino, un piccolo comune del salernitano, e nonostante il suo successo pittoresco continua ad essere legato alle tradizioni e alle origini del suo paese, ove continua a risiedere. Il suo è stato un cammino artistico distinto in varie fasi, infatti, ritiene di appartenere al filone dell’ Espressionismo astratto e Figurativo usando tecniche artistiche d'avanguardia con la prevalenza di colori e tempera. L'artista nelle sue tele, privilegia fino ad esasperare il dato emotivo della realtà rispetto a quello che viene percepito oggettivamente. Dalle sue tele si evince l'uso di colori violenti e innaturali, di linee spezzate, dure e spigolose senza applicare alcuna legge legata alla prospettiva, ma cerca di dare l'illusione del volume e della profondità. Il Capriglione si definisce un'autodidatta della sua arte, infatti, fin dalle scuole elementari ebbe numerosissimi elogi per la sua creatività. Infatti, il pittore per caso, nel 1995, durante una mostra di arte contemporanea incontrò Ursula Petrone, una famosissima gallerista milanese che, osservando I suo lavori fu onorata di scrivere una recensione, redatta dalla Petrolfil Gallery, in suo onore mettendo in risalto l doti del nostro compaesano, sottolineando la profonda meditazione che attraverso la sua immaginazione trasferice sulla tela. Una delle sue ultime esposizioni risale al 1998, anche se sono trascorsi dieci anni, è un

Fior Danza Fiorella Esposito quando la passione è danza

via Nazionale, 191 84010 S. Egidio M. A. (SA) cell. 320 71 09 815

MAGGIO 2008


15

National Conserve s.r.l. industria conserve alimentari

via G. Mazzini, 160 84010 S. Egidio M. A. (SA)

www.nationalconserve.com nationalcons@hotmail.com

tel. 081 516 50 64 pbx fax. 081 516 51 64

Look Donna dai luce al tuo look parrucchiera Antonella Esposito

via Nazionale, 191 84010 S. Egidio M. A. (SA) cell. 339 84 46 477

Scintille bijoux accessori moda...

via Amendola Angri

MAGGIO 2008

via Amato Nocera Inferiore

Foto Clip di De Caro Salvatore

via A. Califano, 45 84010 S. Egidio M. A. (SA)


16

Tiger Sporting Club... ... la Palestra di Giuseppe Russo cell. 347 69 03 276

Pizzeria Amici pizza anche a domicilio via Giovanni XXIII, 111 84010 S. Egidio M. A. (SA) tel. 081 515 61 30

Calcetto ‘’Antonio Spirito’’ scuola calcio campetto in erbetta sintetica prenotazioni e info 338 52 49 898

Per la tua pubblicità su

contattaci all’indirizzo redazioneilsole@libero.it cell. 3281094442

via Dante Alighieri 84010 S. Egidio M. A. (SA)

Tutti voi giovani di S. Egidio del M. A. dai 14 ai 28 anni siete attesi in via dei Santi Martiri (nei pressi della banca Carime)

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 19,00 alle 21,00 MAGGIO 2008

ilsoledisantegidio_maggio2008  

ilsoledisantegidio_maggio2008

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you